Sei sulla pagina 1di 3

,*'-r.n.

controllate (mirate ad un utllizzodi gramm, sviluppano l'abbilita linguistica):

1. L'abbinamento: sviluppa I'abilitd ricettiva. Studenti devono associare vari elementi


tra di loro (parole a loro sinonimo, domande a risposte, una parte della frase all'altra.)

) Ricomposizione: ricostruzione di un testo le cui parti sono state fornite in una


sequenza scoretta. Si esercita l'abiliti di comprensione e si realizza il funzionamento
delle regole grammaticali. (ricostruire dialoghi, testo. . . )

3. L'individuazione: individuare delle a-flb'#iiione (da 2 a 5 opzioni di scelta). (se una


aflermazione sia vera o falsa; se una frase sia morfologicamente corretta, scelta
multipla
/,i,)7h _,.rhi
4. Selezione: studenti devono decidere quali frasi, sintagme siano indispensabili per
completare un testo in maniera significativa. Le soluzioni vengono offerte.

5. Sostituzione: sostituzione di articoli, nomi, con il loro plurale, maschile al femminile,


la parola con il suo sinonimo/antonimo, tempi verbali, discorso diretto a indiretto ecc.

6. Completamento: studenti devono inserire gli elementi che mancano in un testo


*Paruiale: si aggiungono prefissi o sufftssi; livello morfemico.
**Totale: tipo lessicale, si deve inserire una parola o piti. Dimostra la flessibilita
rispetto alla selezione! Gli elementi mancanti NON vengono offerti!

7. Clozez inserire le parole mancanti.,Pud mancare una sola parola/espressione/frase.


',, ir , 1 ,'..1 ^1 )-. 1t,-l.'j'..u,, fyt-.i

8. Correzione (editing): correggere alcuni errori di tipo grafico o morfosintattico nel


testo. Si usa quando le regole sono ben acquisite. Dopo I'attiviti e necessaria la
discussione nella classe - riflessione metalinguistica.

9. Trascrizione: la scrittura di un testo dietro la dettatura. Si stimolano le abilita ricettive


e produttive.
*parziale quando d dato un testo in cui mancano delle parole - si deve completare
inserendo le parole che si ascoltano.
*graduale Il
- la velocitd normale, pud essere ripetuta varie volte. compito d di
inserire qualche elemento di pitr ad ogni ascolto successivo.
*totale
-viene dettato un testo da trascrivere. Si legge 3 volte (velocita normale; poi si
lasciano pochi minuti di tempo per lettura in silenzio - fare alcune modifiche.
10. Discriminazione: sviluppa l'abiliG di ricezione orale Es. indicare le immagini degli
ingredienti che non vengono menzionati nella ricetta
11. Pattern drills (automatismi linguistici)
- La ripetizione - il vero meccanismo dell'acquisizione; per fissare le espressioni -
(saluto, rifiuto, ringraziamento, ricerca delle informazioni), Metodo induttivo
' iecNlcAe quit)n t\r

l. La lettura attiva
La lettura di un testo seguita dal completamento delle frasi o dal rispondere alle
domande. LE ATTIVITA: possiamo avere delle griglie e tabelle in cui si inseriscono le
info richieste. Lo scopo primario: la verifica della comprensione.

2. L'ascolto attivo
Richiede dagli apprendenti di rispondere alle certe domande o completare le frasi di
cui manca la parte iniziale. Vengono offerte le griglie e le tabelle da completare

3. L'integrazione
Offre I'opportunitA di produne un testo (scritto o orale) per sviluppare le attivita scritte
o orali. (ey rocconlurc lu
.vtoriu ,sullu bu.se Ltnu li.stu di di
purole:unu.subakt.tertis./bbbro: rucconfure c'lte cosu Frrell'hu ftrtto ieri nell pp (c'on
ollertu lisld), completure cliulogo c'on intmugini ollcrte.
4, Trasformazione
Viene esercitata I'abilita di produzione scritta e vengono applicate le regole
linguistiche conosciute. (esp-implicita. claudia ta una c()sa. cosit c che scrir e i.'tte ra:
tatCa !:L:g_ _:]1e fi l>I. sUIffSS_rl

5. Espansione
Il materiale da inserire manca. Offre maggiore libertd espressiva. I risultati variano in
struffura, stile, lunghezza lEt t-lc.scri:irtne tli rtn rittorttnle (che ti;;rt t,. tlova ti !r()t'(t.
i.tmbicnle. ytt'c::i ;t'onte hu lrt.r's111t luvortt Lt,\pettt /)()\ilti'i)
6. Restrizione , .1,1 , u,\..,1 ,

La tecnica di riassumere - sviluppa la capacitd di sintesi e quella di metterei+*ilievo i


punti pit importanti di un argomento.

7. Drammatizzazione (role taking) - ci sono istruzioni


Si usa anche la comunicazione non-verbale (gesti e mimica). L'aspetto psicologico d
molto positivo I'allievo non si sente responsabile di quanto detto (parla il
-
personaggio). Abbassa il filtro affettivo. re'itit'cli t'ottti' (tnLl(u't tlu .1 u il.iort'
litrntucirt ul bur c'rts'tt ltrandl. Ttcr wt pt'elLt'i.sot',1'(y't'tt t

8. Interpretazione (role making) - non ci sono istruzioni


Offre maggiore autonomia dell'espressione: studenti devono gestire certe situazioni e
comunicare e dimostrare le proprie conoscenze e competenze comunicative. Es. i
parenti si presentano al fidanzato

9. Conversione
La duplice traduzione. Passaggio dalla lingua straniera lingua madre - - lingua
straniera. Deve corrispondere al piir possibile al testo di partenza.
Tec|)lL fte ! tw\
1. Lettura autentica
Bisogna capire soltanto le parole chiave e il senso generale. Non ci sono particolari
compiti da svolgere, soltanto capire il senso generico. (cctpire piu po.tsihile.cotu hui
L',uPtl() )
,,
Ascolto rilassato
Bisogna comprendere il significato generale del testo. L'atmosfera d molto rilassata.

3. Trascodifica
Il passaggio da un codice extraverbale a uno verbale o viceversa. La parte introduttiva
della lezione.
La trascodifica ricettiva: delle parole si passa alla rappresentazione di oggetti; alla
compilazione di vari schemi. (ct,st'olteu'c a in.serirc nei diregntt. :ullu c'urtinct... i
La trascodifica produttiva: dal codice visivo a quello verbale. (gtrurdarc di.segni e
t't-tL'c'())1lL!re c'onta .lltrttt hLt llLls\Lllo gittt'tttttu. )

4. La commutazione (code-switching)
L'uso di due codici linguistici durante la medesima interazione. I1 passaggio da un
codice all'altro pud essere: Interfrasale e Intrafrasale..

5. La composizione
Studenti devono strutturare un testo efficace dal punto di vista comunicativo,
lessicalmente e ortograficamente corretto. lnsegnante offre 2 fino a 4 argomenti).
Tre tipi:
o NARRATTVA (5W: Who? What? When? Where? Ufhy?)
o DESCRITTIVA (descrizione di un oggetto/persona/situazione. Non ci sono gli
eventi da narrare, soltanto le caratteristiche da descrivere.
o ESPOSITIVA saggio. Linguaggio dovrebbe essere piir oggettivo. Qualche volta
richiede l'utilizzo di una terminologia specifica.
o ARGOMENTATM'| - si usa quando si vuole argomentare per protestare, per
convincere qualcuno a fare qualcosa. E utilizzata con gli adulti. Si deve decidere se
si puo utilizzare il dizionario o no.

6. L'esposizione
Tipo di produzione orale. L'apprendente pud e deve esprimere in lingua straniera tutto
cio che sa sull'argomento.