Sei sulla pagina 1di 2

Dinamica per ritiro locale, IL BALCONE

Bronte 13,14,15 Novembre

TEMA

Tema del ritiro aiutare a riflettere chi fa un cammino come il nostro che necessario vivere in
maniera coerente con quanto professato. Da ci segue il costruire il balcone ovvero quel luogo
e strumento che ci consente di uscire, di guardare cosa accade fuori da noi e dalla nostra fraternit
per poi entrare in relazione con lesterno, e tramite i fiori che mettiamo, influenzare quanto c
al di fuori. Non sempre per lesterno come linterno, non sempre il nostro vivere fuori
coerente con il nostro vivere dentro o forse con quanto crediamo di vivere dentro. La domanda
: di cosa viviamo?, cosa c dentro di noi?, perch fuori non siamo come dentro?;

IDEE SPARSE

Step del nostro cammino:

Fare spazio, essere disponibili a seguirlo (bottiglia inizialmente con pellicola che non
lascia entrare lacqua ); -> Si fa la dimostrazione con lotre e con la pellicola
Accoglienza della parola ma contaminazione con lesterno ( ci che entra
dallesterno..); -> si mette lacqua nella nostra bottiglia, per poi attarci i nostri peccati o
ci che ci contamina dallesterno
Presa di consapevolezza, conversione continua, maturit nel cammino, ulteriore
svuotamento per fare spazio.

DINAMICA

Si consegnano delle bottigliette vuote ( quelle piccole) ognuno le deve personalizzare, magari
scrivendo il proprio nome, disegnando una faccia, qualcosa che lo rappresenta. ( bisogna comprare
dei colori ). Dopo di che si inia la fase dello svuotamento.

Cosa simboleggia la bottiglia? La bottiglia simboleggia noi, noi che tentiamo a vincolare,
trattenere, delimitare, controllare lacqua. Plasmiamo lacqua dando a questa una forma,
facendola a nostra immagine e somiglianza, non pi noi fatti a immagine e somiglianza di Dio,
ma lacqua, la nostra fede, il nostro Dio fatto a nostra immagine e somiglianza. E questo il rischio
che possiamo correre. Ci viene chiesto di svuotarci da tutto ci. Inizia lo svuotamento delle
bottiglie ( si predispongono delle bottiglie grandi vuote dove travasare il contenuto delle
bottigliette ).
Dopo esserci svuotati ci viene chiesto di essere disponibili ad accogliere il messaggio che viene da
Lui. Non scontato che perch facciamo un percorso allora tutto ci che ascoltiamo venga da
noi accolto o interiorizzato, alle volte abbiamo solo il vestito da Gifrino, abbiamo il nostro tau,
abbiamo tante belle storie da raccontare su Assisi, abbiamo provato molte emozioni e in fin dei
conti sono proprio queste che cerchiamo, forse viviamo di emozioni? questa lesperienza che
cerchiamo? mai possibile che proprio noi che abbiamo fatto la promessa siamo cos incapaci di
vivere quanto discusso il sabato durante lincontro, siamo forse come questa otre?

Si mette lacqua nellotre che viene coperta dalla pellicola trasparente ( chiedere otre a daniela/rita
e comprare pellicola trasparente )

Siamo chiamati si a svuotarci ma anche ad accogliere un messaggio che forse ci chiede di guardare
oltre dai nostri schemi, al nostro modo di essere, ci chiede di essere veri, forse di essere diversi.

Dopo si passa al riempimento, magari si prepara dellacqua presa dal rubinetto con un imbuto da
mettere dentro le bottigliette.

O si finisce qui, magari dicendo che SI PARTE CON QUESTA BOTTIGLIA VUOTA, CHE POTR
ESSERE RIEMPITA GIORNO DOPO GIORNO DURANTE IL RITIRO, OGNI GIORNO UN PO..
( MAGARI SI CHIEDE DI LASCIARLE DA QUALCHE PARTE E IL CONSIGLIO DI NASCOSTO
OGNI GIORNO LE RIEMPIE ) OPPURE NON SO, MAGARI LULTIMO GIORNO SI
RICONSEGANO LE BOTTIGLIE RIEMPITE DI POCHISSIMA ACQUA COME A IMBOLEGGIARE
QUESTO NUOVO INIZIO DI VERIT E DI AUTENTICIT.

Alla fine per richiamare linvito allautenticit, alla concretezza del cammino si pu fare ascoltare
la canzone lo scrutatore non votante di Samuele bersani.

Cosa serve comprare

Pacco di bottiglie di plastica piccole;


Pellicola trasparente;
Pennarelli per decorare e personalizzare le bottiglie;
Chiedere a daniela/rita se hanno loro lotre;