Sei sulla pagina 1di 222

Kbra Nagast

ovvero
La Gloria dei Re

In lode a Dio Padre, Colui che regge lUniverso, e a Suo figlio


Ges, attraverso il Quale ogni cosa venne a essere, e senza il
Quale niente venne a essere, e al Santo Spirito Trino, il Paracleta,
che promana dal Padre, e procede dal Figlio, noi crediamo e
adoriamo la Trinit, un unico Dio, il Padre, il Figlio e lo Spirito
Santo.

Riguardo la gloria dei Re


Linterpretazione e la spiegazione dei trecentodiciotto Ortodossi
[Padri] riguardanti lo splendore, la grandezza, la dignit, e come
Dio diede tutto ci ai figli di Adamo, e specialmente riguardo la
grandezza e lo splendore di Sion, il Tabernacolo (tbt) della
Legge di Dio, della quale Egli Stesso Creatore e il
Conformatore, nella fortezza della Sua Santit, prima di tutte le
cose create, (sia) angeli o uomini. Perch il Padre, il Figlio e lo
Spirito Santo in piena comunanza, in buona e giusta volont e
cordiale accordo crearono insieme la Divina Sion per essere il
luogo di abitazione della loro Gloria. E allora il Padre, il Figlio e
lo Spirito Santo dissero: Creiamo luomo a Nostra immagine e
somiglianza2, ed Essi furono tutti di questa opinione con pronto
accordo e retto volere. E il Figlio disse: Accender il corpo di
Adamo E lo Spirito Santo disse: Dimorer nel cuore dei Profeti
e dei Giusti E questo comune accordo e patto fu [realizzato] in
Sion, la Cittadella della loro Gloria.
E Davide disse: RicordaTi dellaccordo che Tu considerasti
superato per la salvezza, [ricordaTi] il bastone della Tua eredit,
nel Monte Sion in cui tu risiedi.3
Ed Egli cre Adamo a Sua immagine e somiglianza, cos che Egli
pot allontanare Satana a causa del suo orgoglio, insieme alle sue
schiere, e pot porre Adamo la Sua pianta insieme con i giusti, i
Suoi figli, per le Sue lodi. Perch il disegno di Dio fu deciso e
decretato in base a quello che Egli disse: Io diventer uomo, e
sar in ogni cosa che ho creato, dimorer nella carne. E nei giorni
che vennero dopo, per Suo semplice diletto il secondo Adamo
nacque nella carne della seconda Sion, Colui che fu il nostro
Cristo Salvatore. Questa la nostra gloria e la nostra fede, la
nostra speranza e la nostra vita, la seconda Sion.4

Riguardo la grandezza dei Re


Venite dunque, torniamo indietro, e riflettiamo, e iniziamo [a
stabilire] quale dei re della terra, dal primo fino all'ultimo, nel
rispetto della Legge e dei Decreti, dellonore e della grandezza,
noi dovremmo magnificare o screditare.

2 Genesi 1, 26.
3 Salmi 74, 2.
4 Cio la Vergine Maria, che nel cap. 2 identificata con Il
Tabernacolo della Legge di Dio, la divina e spirituale Sion.

Gregorio, il realizzatore di meraviglie e miracoli5, che fu gettato


in una voragine a causa del (suo) amore per il martirio di Cristo e
soffr tribolazioni per quindici anni, disse: "Quando stavo nella
buca ho riflettuto su questo problema, e sulla follia dei Re
d'Armenia e dissi: Per quanto lo possa concepire, [in] cosa
[consiste] la grandezza dei re? E nella moltitudine di soldati, nello
splendore dei possedimenti terreni, o nell'estendere il dominio su
paesi e citt? Era questo il mio pensiero in ogni mia preghiera, e
il mio pensiero mi portava continuamente a meditare sulla
grandezza dei re. E ora io inizier."

Riguardo il regno di Adamo


E risalgo ad Adamo e dico che Dio Re in verit, la preghiera per
Lui appropriata, Egli design Adamo ad essere re sotto di Lui e
sopra tutto quello che Egli aveva creato. Ed Egli lo guid fuori dal
Giardino, a causa della sua apostasia tramite il peccato del
Serpente e il piano del Diavolo. E in quel doloroso momento
nacque Caino e quando Adamo vide che il viso di Caino era
rabbioso (astioso) e il suo aspetto cattivo, si rattrist. E poi nacque
Abele, e quando Adamo vide che il suo aspetto era buono e il suo
viso aveva dei bei lineamenti disse: "Questo mio figlio, l'erede
del mio regno."

Riguardo l'invidia
E quando furono entrambi cresciuti, Satana fu invidioso di lui, e
insinu questa invidia nel cuore di Caino, che fu invidioso [di
Abele] in primo luogo a causa delle parole di suo padre Adamo,
che disse: "Colui che ha il viso che mostra carattere amabile sar
l'erede del mio regno"; e, in secondo luogo, perch sua sorella dal
viso bellissimo, che era nata con lui, era stata data ad Abele, con il
comandamento di Dio di moltiplicarsi e riempire la terra ora, il
viso della sorella che era nata con Abele rassomigliava a quello di
Caino, e loro padre quando le diede [in spose] le scambi (le
due sorelle) ; e in terzo luogo, perch quando i due [fratelli]
offrivano sacrifici, Dio accettava l'offerta di Abele e rifiutava
quella di Caino. A causa della sua invidia Caino uccise Abele.
Quindi il fratricidio fu per la prima volta provocato dall'invidia di
Satana per i figli di Adamo. Avendo ucciso suo fratello, Caino
cadde in uno stato di tremore e di orribile spavento, e fu respinto
da suo padre e dal suo Signore. E [quindi] nacque Seth, e Adamo
guard a lui e disse: Ora Dio ha mostrato compassione su di me,
ed Egli mi ha donato la luce dei miei occhi. In triste ricordo {di
Abele} mi consoler (?) con lui. Il nome di colui che uccider il
mio erede sar cancellato, persino la nona generazione."

Riguardo il regno di Seth


E Adamo mor, e Seth regn con sapienza. E Seth mor, e Hns
(Enos) regn. E Hns (Enos) mor, e ynn (Chenan) regn.
E ynn (Chenan) mor, e Malll (Maalaleel) regn. E
Malll (Maalaleel) mor, e Yrd (Jared) regn. E Yrd mor, e
Hnkh (Enoc) regn con sapienza, ed ebbe timore di Dio, e [Dio]
lo nascose cosicch lui non potesse essere visto dalla morte. E
divenne un re in carne e ossa nella Terra dei Viventi. E dopo che
Enoc scomparve, Mtsl (Matusalemme) regn. E Mtsl
mor, e Lmkh (Lamec) regn. E Lmkh mor, e Nh (No)
regn con giustizia, e in tutte le sue opere rallegr Dio.

5 Il Gregorio a cui si fa riferimento qui non il Taumaturgo, ma


l'Illuminatore, cio Gregorio Lusavoritch, che visse nella prima
met del quarto secolo. Krikor Lusavoritch nel 301 d.C. convert
gli Armeni al Cristianesimo.

Riguardo il peccato di Caino


E Caino il maledetto, l'assassino di suo fratello, moltiplic il male,
e il suo seme fece altrettanto, e provocarono la collera di Dio con
la loro malvagit. Non cera alcun timore di Dio nei loro occhi e
mai ebbero nei loro pensieri {il fatto} che Egli li aveva creati, non
Lo pregavano mai, non lo adoravano mai, non invocavano mai il
Suo nome e non resero mai servizio a Lui; anzi, odiavano,
bevevano, ballavano, suonavano strumenti a corde, cantavano
canti indegni, facevano cose sporche senza ritegno, senza misura e
senza regola. E la malvagit dei figli di Caino si moltiplic, finch
nellimmensit della loro indecenza introdussero il seme dell'asino
nella giumenta, e il mulo venne a essere, cosa che Dio non aveva
comandato come quelli che danno i loro figli credenti a coloro
che negano Dio, e la loro prole diventa il seme dei sudici abitanti
di Gomorra, met di questi essendo di seme buono e per met di
seme cattivo. Perch il senno di coloro che fanno [tali] malvagit
pronto, ma il loro errore permanente.

Riguardo No
Ora No era un uomo giusto. Aveva timore di Dio, e manteneva la
rettitudine e la Legge che i suoi padri gli avevano proclamato ora
No era della decima generazione di Adamo e manteneva la
memoria e faceva quello che era giusto, e asteneva il suo corpo
dalla fornicazione, e ammoniva i suoi figli ordinando loro di non
confondersi con i figli di Caino, il tiranno arrogante, il divisore del
regno, [colui che] camminava nel consiglio del Diavolo, e che
faceva fiorire il male. Ed egli insegn loro tutto quello che Dio
odiava orgoglio, vanagloria nel discorso, narcisismo, calunnie,
false accuse, e il giuramento del falso. E oltre a queste cose, nella
malvagit della loro indecenza, che era fuorilegge e senza regole,
gli uomini profanavano gli uomini, e le donne facevano con le
donne cose abominevoli.

Riguardo il Diluvio
Questa cosa era male davanti a Dio, ed Egli li distrusse con l'acqua
del Diluvio, che era pi fredda del ghiaccio. Egli apr le porte del
cielo, e le cascate del Diluvio si rovesciarono gi; Egli apr le
sorgenti che erano sotto la terra, e le fonti del Diluvio arrivarono
sulla terra. E i peccatori furono sterminati, perch assaggiassero i
frutti della loro punizione. E con loro morirono tutti gli animali e
le cose che strisciano, perch essi erano stati creati per la
gratificazione di Adamo, e per la sua gloria, qualcuno per
procurargli del cibo, e qualcun altro per il suo piacere, e
qualcuno con nome a gloria del suo Creatore ma che {Adamo}
potesse riconoscere, come disse Davide: "E Tu hai posto tutto
sotto i suoi piedi"6; per il suo bene furono create e per il suo bene
furono distrutte, ad eccezione di Otto Anime7, e sette di ogni tipo
di animale puro e cose che strisciano, e due di ogni tipo impuro di
animale e cosa che striscia.

Riguardo il patto di No
E poi No, l'uomo giusto mor, e Sem regn in sapienza e
rettitudine, perch fu benedetto da No, dicendo: "Sii Dio per tuo
fratello. E a Cam disse: Sii servo a tuo fratello. E a Giapeto
disse: Sii servo al mio erede Sem e sii soggetto a lui."8 E ancora,
dopo il Diluvio, il Diavolo,

6 Salmi 8, 6
7 No e sua moglie, i suoi tre figli Sem, Cam e Giapeto, e le loro
rispettive mogli.
8 Confronta Genesi 9, 2527

nostro Nemico, non cess la sua ostilit contro i figli di No, ma


provoc Canaan, il figlio di Cam, che divenne il tiranno violento
(o usurpatore) che strapp il regno ai figli di Sem. Ora essi
avevano diviso la terra tra loro, e No aveva fatto loro giurare sul
Nome del suo Dio che non avrebbero invaso alcuno dei loro
confini, e che non avrebbero mangiato l'animale morto di
vecchiaia o che fosse stato dilaniato (da animali selvaggi), e che
non avrebbero praticato prostituzione contro la legge, altrimenti
Dio si sarebbe adirato di nuovo con loro e li avrebbe puniti con
un Diluvio.
E quanto a No, egli fece atto di sottomissione e offr sacrifici, e
pianse, e gemette, e si strusse dalle lacrime. E Dio ebbe una
conversazione con No, che disse [a Dio]: "Se Tu distruggerai la
terra una seconda volta con un Diluvio, annientami assieme a
quelli che dovranno perire. E Dio gli rispose: "Io far un patto
con te, {cio} tu dovrai dire ai tuoi figli che non dovranno
mangiare l'animale morto di vecchiaia o che stato dilaniato da
animali selvaggi, e non dovranno praticare prostituzione contro la
legge; e Io, da parte Mia, [convengo] di non distruggere la terra
una seconda volta con un Diluvio e dar ai tuoi figli Inverno ed
Estate, il Tempo della Semina e il Tempo del Raccolto, Autunno e
Primavera."9

Riguardo Sion
E Io giuro su Me Stesso e su Sion, il Tabernacolo della Mia
alleanza che ho creato come dimora di clemenza e per la
salvezza degli uomini, e che negli ultimi giorni far scendere
sulla tua discendenza che avr soddisfazione nelle offerte dei
tuoi figli sulla terra, e il Tabernacolo della Mia alleanza rester
con loro per sempre. E quando una nuvola apparir [nel cielo],
cos che essi non possano temere e immaginare che unAlluvione
[sta arrivando], far scendere dalla Mia abitazione di Sion lArco
della Mia Alleanza, cio un arcobaleno, che far scendere il
Tabernacolo della Mia Legge. E succeder che, quando i loro
peccati si moltiplicheranno, e Io sar arrivato al punto di adirarmi
con loro, ricorder il Tabernacolo della Mia alleanza, e porr
larcobaleno [nel cielo], e metter da parte la Mia rabbia e
mander la Mia compassione. E non dimenticher la Mia parola, e
non ignorer ci che uscito fuori dalla Mia bocca. Anche se il
cielo e la terra morissero la Mia parola non scorrer via.10
E i Vescovi che erano col risposero e dissero a Gregorio il
benedetto: Ecco, noi comprendiamo chiaramente che prima di
ogni cosa creata, persino gli angeli, e prima dei cieli e della terra,
e prima dei pilastri del cielo, e gli abissi del mare, Egli ha creato il
Tabernacolo dellAlleanza, e che ci che in cielo scende sulla
terra.

La dichiarazione unanime dei trecentodiciotto Padri Ortodossi


Ed essi risposero e gli dissero: "S, in verit il Tabernacolo del
Patto fu la prima cosa creata da Lui, e non c' bugia nelle tue
parole; vero, corretto, giusto, e inalterabile. Egli cre Sion prima
di qualsiasi altra cosa per essere la dimora della Sua gloria, e il
disegno del Suo Patto fu proprio ci che Egli disse: Io indosser
la carne di Adamo, che di polvere, e apparir a tutti coloro che
ho creato con la Mia mano e la Mia voce. E se fosse stato che la
divina Sion non fosse discesa, e se Egli non avesse indossato la
carne di Adamo, allora Dio, La Parola, non sarebbe apparso e la
nostra salvezza non avrebbe avuto luogo.
La testimonianza (prova) nella similitudine; la divina Sion deve
essere guardata come similitudine della Madre del Redentore,
Maria. Perch in Sion, che fabbricata, sono
9 Genesi 8, 21; confronta Genesi 9, 4
10 Matteo 24, 35

custoditi i Dieci Comandamenti della Legge che furono scritti


dalle Sue mani, ed Egli Stesso, il Creatore, abit nel grembo di
Maria, e attraverso di Lui ogni cosa venne a essere.

Riguardo Canaan
Ora, fu Canaan11 che si prese il regno dai figli di Sem, {perch}
egli trasgred il giuramento che suo padre No gli fece fare. I figli
di Canaan erano sette possenti uomini, ed egli prese sette grandi
citt dalla terra di Sem, e mise i suoi figli su di esse; e similmente
anchegli raddoppi la sua parte. E in giorni successivi Dio si
vendic dei figli di Canaan, e fece s che i figli di Sem ereditassero
il loro regno. Queste sono le nazioni che essi ereditarono: i
Canaaniti, i Perizziti, gli Evei, gli Ittiti, gli Amorrei, i Gebusei e i
Gergesei; questi sono quelli che Canaan prese con la forza al
seme di Sem. Perch egli non fu giusto con lui quando invase il
[suo] regno e ritratt il giuramento, e a causa di ci essi cessarono
di esistere, e il loro ricordo per per aver trasgredito il comando [di
Dio], per aver pregato idoli, e per essersi inchinati a coloro che
non erano di.
E dopo la morte di Sem regn Arpacsad, e dopo la morte di
Arpacsad, regn ynn (Canaan)12, e dopo la morte di ynn
regn Sl (Selach), e dopo di lui regn Eber, e dopo di lui
regn Pl (Peleg), e dopo di lui regn Rgw (Reu), e dopo di
lui regn Srh (Serug), e dopo di lui regn Nkhr (Nacor), e
dopo di lui regn Tr (Terach). E questi sono coloro che fecero
immagini magiche, e andarono nelle tombe dei loro padri e fecero
immagini (disegni) doro, argento e ottone, e un diavolo era solito
conversare con loro vicino a ogni immagine dei loro padri
dicendo loro: "O figlio mio, cos e cos, offri a me in sacrificio il
figlio da te pi amato". Ed essi trucidarono i loro figli e le loro
figlie per i diavoli, e sparsero sangue innocente per quei diavoli
ripugnanti.

Riguardo Abramo
E Tr (Terach) ebbe un figlio e lo chiam Abramo (o Abrm).
Quando Abramo ebbe dodici anni suo padre Terach lo mand a
vendere idoli. E Abramo disse: "Questi non sono di che possono
portare salvezza"; prese comunque gli idoli per venderli come suo
padre gli aveva ordinato. E lui diceva a coloro a cui stava per
vendere: Volete di che non possono portare salvezza, [oggetti]
fatti di legno, ferro, pietra, ottone, che hanno fatto le mani di un
artigiano? E costoro si rifiutavano di comprare gli idoli da
Abramo perch lui stesso aveva diffamato le immagini di suo
padre.
Mentre stava tornando {a casa} si scost dalla strada e mise le
immagini per terra, le guard e di rivolse loro dicendo: "Mi
chiedo ora se siete capaci di fare quello che vi chiedo in questo
momento, e se siete capaci di darmi cibo da mangiare o acqua da
bere. E nessuna di esse rispose perch erano pezzi di pietra e
legno; ed egli le maltratt e le ricopr di insulti ed esse non dissero
una parola. Ed egli schiaffeggi la faccia di una, a un altra diede
un calcio con un piede e schiacci un terzo e la ruppe in pezzi, e
disse: "Se non siete capaci di difendervi da colui che vi
schiaffeggia e non potete ricambiare con ingiurie colui che vi ha
insultato, come potete essere chiamate di? Coloro che vi adorano
lo fanno invano, e quanto a me vi rigetto decisamente, voi non
sarete i miei di. Poi gir il suo viso verso oriente, allung le
mani e disse: Sii tu il mio Dio, o Signore, Creatore del cielo e
della terra, Creatore del sole e della luna, Creatore del mare e delle
terre emerse, Creatore della maest dei cieli e della terra, e di

11 Figlio di Cam (Genesi, 10, 6)


12 C' un po' di confusione qui: Canaan era il figlio di Enos
(Genesi 5, 9). Il figlio di Arpacsad era Selach, cfr. Genesi, 11, 10 e
segg.
quello che visibile e di quello che invisibile; o Creatore
dell'universo, sii Tu il mio Dio. Io ripongo la mia fede in Te, e da
questo giorno in poi riporr la mia fede in nessun altro al di fuori
di Te.
E allora ecco gli apparve un carro infuocato, e Abramo ebbe paura
e chin il suo capo verso il terreno; ma [Dio] gli disse: "Non
avere paura, alzati."13 Ed Egli scacci la paura da Abramo.

Riguardo il patto con Abramo


E Dio tenne conversazione con Abrm {Abramo} e gli disse:
"Non avere paura. Da questo giorno tu sei Mio servo, e Io stabilir
il Mio Patto con te e con la tua discendenza, e render grande il
tuo nome oltre ogni misura. Porter sulla terra il Tabernacolo del
Mio Patto sette generazioni dopo di te, ed esso seguir il tuo seme,
e sar di salvezza per la tua razza; dopodich Io mander la Mia
Parola per la salvezza di Adamo e dei suoi figli, per sempre. In
questo momento quelli che sono i tuoi parenti sono uomini cattivi
(ribelli), e hanno rifiutato la Mia divinit, che vera. Per quanto
riguarda te, che giorno dopo giorno essi non possano sedurti,
vieni, esci fuori da questa terra, la terra dei tuoi padri, nella terra
che Io ti mostrer, e che dar alla tua discendenza dopo di te."14
E Abrm fece obbedienza a Dio, e si sottomise a Dio. E [Dio]
gli disse: Il tuo nome sar Abramo"; gli fece un saluto di pace e
sal al cielo. Abramo torn alla sua dimora, prese Sr (Sarah) sua
moglie, e part e non torn n da suo padre n da sua madre, n
alla sua casa, n dai suoi parenti; li abbandon tutti a motivo di
Dio. Arriv nella citt di Slm, abit l e regn con giustizia, e
non trasgred i comandamenti di Dio. E Dio lo bened
grandemente, e a lungo possedette [trecento]diciotto servi robusti,
che erano addestrati alla guerra, e che stavano presso di lui pronti
ad eseguire la sua volont.
Essi indossavano una tunica riccamente ricamata doro e avevano
attorno al collo una collana d'oro e una cintura d'oro intorno ai
fianchi, e sul loro capo una corona d'oro; e per mezzo di questi
uomini Abramo vinse i [suoi] nemici. Mor nella gloria di Dio, e
fu pi misericordioso ed eccelse pi di coloro che erano stati
prima di lui. Fu benevolo, e tenuto in onore, e stimato altamente.

Riguardo Isacco e Giacobbe


E Isacco suo figlio divenne re, e non trasgred i comandamenti di
Dio; fu puro nella sua anima e nel suo corpo, e mor con onore.
E suo figlio Giacobbe regn e anche lui non trasgred i
comandamenti del Signore, e i suoi possedimenti divennero
numerosi e molti furono i suoi figli; Dio lo bened e mor con
onore.

Riguardo Rbl (Ruben)


Dopo di lui, il figlio primogenito di Giacobbe trasgred il comando
del Signore e il regno si allontan da lui e dalla sua discendenza,
perch aveva profanato la moglie di suo padre15; ora, non
giusto trasgredire la legge che Dio ha dato. Suo padre lo maled, e
il Signore era irato con lui; sicch egli divenne l'ultimo tra i suoi
fratelli e i suoi figli divennero lebbrosi e scabbiosi, e sebbene lui
fosse il primogenito [di Giacobbe] il regno gli fu sottratto.16

13 Confronta Genesi 15, 1


14 Confronta Genesi 12 e 13, 1417
15 Genesi 35, 22 e 49, 4
16 1 Cronache 5, 1

Suo fratello pi giovane fu designato a regnare e a causa di questo


fu chiamato Giuda.17 La sua discendenza fu benedetta, e il suo
regno fior e i suoi figli furono benedetti. Dopo di lui regn suo
figlio Frs (Perez). Egli mor e regn suo figlio Isarm
(Chezron). Dopo di lui regn18 suo figlio rni (Oren?19) e dopo
di lui regn suo figlio Arm (Ram)20, dopo di lui regn suo
figlio Amndb (Amminadab), e dopo di lui regn suo figlio
Nsn (Nacson), e dopo di lui regn suo figlio Sl (Salma?), e
dopo di lui regn suo figlio Bos (Booz ), e dopo di lui regn suo
figlio Iybd (Obed) e dopo di lui regn suo figlio sy (Iesse).
Questo quello che dico [riguardo] il regno: la benedizione del
padre [era] sul figlio, cosicch esso (il regno) fu benedetto dalla
prosperit. E riguardo la sovranit su Israele, dopo la morte di
Iesse, Davide regn in giustizia, integrit e con misericordia.

Riguardo la gloria di Sion


Riguardo la Gloria di Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio: al
principio dei tempi, non appena Dio ebbe stabilito i cieli, Egli
ordin che essa sarebbe stata la dimora della Sua gloria sulla terra.
E volendo questo la port sulla terra, e permise a Mos di farne
una simile.
E gli disse: "Fa un Arca (o Tabernacolo) di legno che non possa
essere mangiato dai vermi, e ricoprila di oro puro. Al suo interno
metterai la Parola della Legge, che l'Alleanza che ho scritto con
le mie stesse dita, affinch essi possano custodire la Mia legge, le
Due Tavole dell'Alleanza."21 Ora [loriginale] divina e spirituale
che sta allinterno di diversi colori, e lopera meravigliosa,
somiglia al diaspro, alla pietra brillante, al topazio e alla pietra
color giacinto (?), al cristallo, e alla luce, e cattura gli occhi con
forza, e sorprende la mente meravigliandola; essa fu fatta dalla
mente di Dio e non dalle mani di un uomo, ma Egli Stesso l'ha
creata come dimora per la Sua Gloria. Essa una cosa spirituale e
piena di compassione; una cosa che viene dal cielo ed piena di
luce; una cosa di libert e una dimora della Divinit, la Cui
abitazione nei cieli, e il Cui luogo in cui si manifesta la Terra, e
dimora con gli uomini e con gli angeli, una cittadella di salvezza
per gli uomini, e una dimora per lo Spirito Santo. Al suo interno
ci sono un gomor22 d'oro [contenente] una misura della manna
che piovve dal cielo; e il bastone di Aronne, che germogli dopo
essersi seccato bench nessuno lo avesse innaffiato e fosse stato
spezzato in due punti divenendo tre bastoni [pur originariamente]
essendo uno.
E Mos rivest [l'Arca] con oro puro, e fece delle stanghe con le
quali trasportarla e anelli in cui infilare i pali, ed essi trasportarono
l'arca davanti al popolo fino alla terra della [loro] discendenza che
Gerusalemme, la Citt di Sion. E mentre attraversavano il
Giordano e i sacerdoti la trasportavano, l'acqua si erse come un
muro finch il popolo non lebbe attraversato, e dopo che il popolo
lebbe attraversato, passarono i sacerdoti trasportando l'Arca, e la
posero nella citt di Giuda, la terra in [loro] eredit. E i profeti
furono designati sopra il figli di Israele sul Tabernacolo della
Testimonianza, e i Sacerdoti indossarono l'efod23, affinch
potessero servire il Tabernacolo della Testimonianza, e gli alti
sacerdoti fecero offerte affinch ottennessero la remissione dei
loro peccati e parimenti quelli del popolo.

17 Qui il nome Giuda si considera derivato dalla radice etiopica


"hd": portare via con la forza".
18 In realt, secondo 1 Cronache II, 25, il figlio di Chezron fu
Ieracmel, che ebbe quattro figli, di cui uno era appunto Oren.
19 Cfr. 1 Cronache 2, 25
20 Matteo 1,4; Luca 3, 33. In realt, Ram era figlio di Chezron, e
gener Amminadab, cfr. 1 Cronache, II, 9 e segg.
21 Esodo 25, 10 e segg.
22 Anche omer, era unantica unit di misura ebraica,
corrispondente a circa 1,3 kg.
23 Paramento sacro ebraico.

E Dio comand a Mos e ad Aronne di fare dei recipienti sacri per


il Tabernacolo della Testimonianza come arredi del Santo dei
Santi, ovvero recipienti d'oro, tazze e coppe, brocche e tavole
sacre, abiti intessuti e capitelli di colonne, lampade e recipienti
per riempirle {dolio}, supporti per fiaccole e smoccolatoi, pinze,
candelabri, anelli e bastoni per trasportarli, tazze e bacinelle,
tuniche ricamate e tende, corone e paramenti lavorati, stoffe di
porpora e oggetti in cuoio, tappeti e drappeggi, unguenti per i Re
ed i Gran Sacerdoti24, pendenti di porpora e di color giacinto,
coperte di doppio spessore e pendenti di seta (?), pelli di capretto
e pellame rosso di montone, pietre di corniola, rubini, zaffiri,
smeraldi, [e di porli] nel Tabernacolo della Testimonianza, dove
dimora Sion, la casa della Sua Gloria.
[E Dio disse loro] di costruire per lei il ventre di un veicolocon
le Due Tavole, che furono scritte dalle dita di Dio Sion si poser
su di esse {e disse:} Tu farai un tabernacolo di legno che i
vermi non possano mangiare, dove Sion rimarr, di cui due cubiti
e mezzo sar la lunghezza e un cubito e mezzo la larghezza25, e di
cui ricoprirai d'oro puro sia l'interno che l'esterno. E farai gli
accessori e il coperchio di oro zecchino, e ci saranno degli anelli
attorno ad esso; e farai quattro lati quattro fori per le stanghe. Lo
farai di legno che i vermi non possano divorare, lo coprirai doro
puro, e in questo trasporterete il Tabernacolo della Legge.
Cos Dio ordin a Mos sul Monte Sinai, Egli gli mostr il lavoro
da fare, la costruzione ed il modello della Tenda, secondo il quale
egli doveva farla. Ed essa [Sion] fu riverita e la sua maestosit fu
straordinariamente grande in Isreale, e fu riconosciuta da Dio
come l'abitazione della Sua gloria. Ed Egli Stesso discese dal
Monte della Sua santit e tenne consesso con i suoi prescelti, Egli
apr loro [una via di] salvezza, Egli li liber dalle mani dei loro
nemici. Egli parl loro da una colonna di nuvole, e comand loro
di osservare i Suoi comandamenti e di camminare nei precetti di
Dio.

Come i Padri Ortodossi e i vescovi furono daccordo


E di nuovo il Consiglio dei Trecentodiciotto rispose e disse:
"Amen. Questa la salvezza dei figli di Adamo. Da quando il
Tabernacolo della Legge di Dio disceso {dal Cielo}, essi sono
chiamati 'Uomini della casa di Dio', come anche disse Davide: 'E
la sua dimora in Sion.'26 E ancora Egli disse per bocca dello
Spirito Santo: 'La mia dimora qui, perch Io l'ho scelta. Io
benedir i suoi sacerdoti, Io la render povera per essere felice. E
per mezzo di Davide Le dar della discendenza, e sulla terra uno
che diverr re e inoltre, nei cieli, uno del suo {di Davide} seme
regner in carne sul trono di Dio. E quanto ai suoi27 nemici, essi
saranno riuniti sotto il suo poggiapiedi, e riceveranno il segno del
suo sigillo.'"

Come questo Libro venne trovato


E Dmtys (Domizio)28 Arcivescovo di Rm (cio
Costantinopoli, Bisanzio), disse: "Ho trovato nella Chiesa di
[Santa] Sofia, tra i libri e i tesori reali, un manoscritto (che
diceva) che l'intero regno del mondo (apparteneva) all'Imperatore
di Rm e all'Imperatore dEtiopia."

24 I sacerdoti consacravano i Re.


25 Un cubito ebraico misurava circa 45 cm.
26 Salmi 9, 11
27 Riferito a colui che diverr re.
28 Potrebbe trattarsi di Timoteo Patriarca di Bisanzio fra il 511 e il
517 d.C.

Riguardo la divisione della Terra


Dal centro di Gerusalemme, e da nord a sudest la parte
dell'Imperatore di Roma; e dal centro di Gerusalemme e da nord
fino a sud e all'India Occidentale la parte dell'Imperatore
d'Etiopia. Entrambe appartengono alla discendenza di Sem, il
figlio di No, alla discendenza di Abramo, alla discendenza di
Davide, e ai figli di Salomone. Dio diede gloria al seme di Sem
per merito della benedizione di suo padre No. L'imperatore di
Rm il figlio di Salomone, e l'Imperatore d'Etiopia il
primogenito e il figlio pi anziano di Salomone.

Riguardo la Regina del Sud


E come questa Regina nacque, io ho scoperto che riportato in
quel manoscritto, e in questa maniera anche gli Evangelisti fanno
menzione di quella donna. E nostro Signore Ges Cristo, nel
condannare, del popolo ebraico, coloro che vivevano in quei
tempi e lo crocifissero, parl dicendo: "La Regina del Sud si
erger nel Giorno del Giudizio e contraster, condanner e
sconfigger questa generazione che non ha ascoltato la
predicazione delle Mie parole, perch ella venne dai confini della
terra per ascoltare la saggezza di Salomone."29
E la Regina del Sud di cui Egli parl era la Regina d'Etiopia. Nelle
parole "i confini della terra[Egli alludeva] alla delicatezza della
natura femminile, alla lunghezza del viaggio, al sole cocente, alla
fame lungo la via e alla sete. E questa Regina del Sud aveva un
viso meraviglioso, e la sua statura era superba, e l'intelligenza e
lintendimento che Dio le aveva donato erano di tale livello che
ella si rec a Gerusalemme ad ascoltare la saggezza di Salomone;
questo avvenne per comando di Dio e fu per Suo buon
compiacimento. Inoltre ella era enormemente ricca, perch Dio le
aveva donato gloria e ricchezze, oro ed argento, splendidi
paramenti, cammelli, schiavi e mercanti. Essi si presero cura dei
suoi affari e commerciarono in sua vece per terra e per mare, in
India e in Aswn (Assuan).

Riguardo Tmrn il mercante


E c'era un saggio capo di una carovana di mercanti, il cui nome
era Tmrn, che generalmente caricava cinquecentoventi
cammelli, e possedeva circa tre {cento?} settanta battelli.
Ora in quel tempo il re Salomone desiderava costruire la Casa di
Dio, e invi messaggi a tutti i mercanti dOriente e di Occidente,
di Settentrione e di Mezzogiorno, invitandoli a venire a prendere
oro e argento da lui, in modo che egli potesse avere in cambio da
loro tutto il necessario per lopera. E alcuni gli riferirono di questo
ricco mercante etiope, e Salomone invi a lui un messaggio e gli
disse di portare qualunque cosa desiderasse dalla terra dArabia,
oro rosso30, e legno nero31 che non potesse essere mangiato dai
vermi, e zaffiri.
E quel mercante, il cui nome era Tmrn, mercante della Regina
dEtiopia, and dal re Salomone; e Salomone prese da lui tutto
quello che desiderava, e diede al mercante tutto quello che lui
voleva in grande abbondanza. Ora quel mercante era un uomo di
grande intelligenza, che vide e comprese la saggezza di Salomone
meravigliandosi [di essa], e guard attentamente cos da
imparare come il re rispondesse, e capire il suo giudizio, la
prontezza della sua bocca, la discrezione del suo parlare, il suo
stile di vita, il suo modo di sedersi e alzarsi, le sue occupazioni, i
suoi interessi, la sua capacit amministrativa, la sua
29 Matteo, 12, 42; Luca 11, 31 30 Lega di oro al 95% e rame 31
Legno di teak?

tavola, e la sua legge. Salomone parlava con umilt e grazia a


coloro i quali doveva dare ordini, e quando essi sbagliavano li
ammoniva [gentilmente]. Perch lui aveva ordinato la sua casa
nella saggezza e nel timore di Dio, sorrideva graziosamente agli
stolti e li metteva sulla giusta via, e trattava le serve con
gentilezza. Parlava per parabole, e le sue parole erano pi dolci del
miele pi puro; tutto il suo comportamento era ammirevole, e tutto
il suo aspetto piacevole. Perch la saggezza amata dagli uomini
intelligenti, ed respinta dagli stolti. E quando quel mercante ebbe
visto tutte queste cose rimase stupefatto, e si meravigli molto.
Quelli che erano famigliari con Salomone lo consideravano con
grande affetto, ed egli [divenne] il loro maestro; e per la sua
saggezza ed eccellenza coloro che lo avevano visto una volta
non volevano pi lasciarlo e non volevano andare via da lui. E la
dolcezza delle sue parole era come acqua per l'assetato, e come
pane per l'affamato, e come una cura per l'ammalato, e come abiti
per chi nudo. Egli era come un padre per gli orfani. Egli
giudicava con rettitudine e non accettava la presenza di nessuno
(cio era imparziale). Egli aveva gloria e ricchezza, che Dio gli
aveva dato in grande abbondanza, fama, oro, argento, pietre
preziose e ricchi vestiti, bestiame, e innumerevoli pecore e capre.
Ora ai tempi di Re Salomone l'oro era comune come il bronzo, e
l'argento come il piombo, e bronzo e piombo e ferro erano
abbondanti come l'erba dei campi e le canne del deserto, e anche il
legno di cedro era abbondante in ugual misura. Dio gli aveva dato
gloria, ricchezze e saggezza in tale abbondanza che non c'era
nessuno come lui tra i suoi predecessori, e neanche tra quelli che
lo seguirono ci sarebbe stato qualcuno come lui.

Come il mercante fece ritorno in Etiopia


E successe che il mercante Tmrn desider tornare alla sua terra,
and da Salomone, si inchin, lo abbracci e disse: "La pace sia
con vostra maest! Congedatemi, e lasciatemi tornare al mio
Paese, dalla mia Signora, perch mi sono trattenuto a lungo
osservando la vostra gloria e la vostra saggezza, e l'abbondanza
delle prelibate carni con cui mi avete intrattenuto. Ora vorrei
tornare dalla mia Signora. Vorrei poter restare con voi, addirittura
come uno degli ultimi dei vostri servi, perch coloro che ascoltano
la vostra voce ed eseguono i vostri ordini sono benedetti! Come
vorrei poter restare qui e non lasciarvi mai! Ma voi dovete farmi
tornare dalla mia Signora, affinch io possa adempiere al mio
incarico e portarle ci che suo. Quanto a me, io sono un suo
servo."
E Salomone and nelle sue stanze e gli diede ogni cosa preziosa
che potesse desiderare per il paese d'Etiopia, e lo mand in
pace. E Tmrn gli disse addio, e viaggi senza fare deviazioni,
viaggi senza indugi e giunse dalla sua Signora, consegnandole
tutto ci che aveva portato. Egli le raccont di come fosse
arrivato nel paese di Giuda [e] Gerusalemme, e di come giunse
alla presenza di Re Salomone, e tutto ci che aveva visto e sentito.
E le disse di come Salomone amministrasse personalmente la
giustizia, e di come parlasse con autorit, e di come decidesse
rettamente in ogni materia in cui fosse stato chiamato in causa,
come rispondesse con grazia e gentilezza, e di come non ci fosse
falsit in lui, di come avesse nominato degli ispettori sui
settecento boscaioli che trasportavano il legname e gli ottocento
scalpellini che tagliavano la pietra, e come egli cercasse di
imparare da tutti i mercanti e negozianti le loro astuzie e le loro
arti, e di come egli ricevesse informazioni e le ricambiasse due
volte tanto, e di come le sue opere ed il suo lavoro venissero
eseguiti con saggezza.
Ed ogni mattina il mercante Tmrn raccontava alla Regina della
saggezza di Salomone, di come amministrasse la giustizia e
facesse ci che era giusto, e come egli facesse preparare la

sua tavola, di come organizzasse le feste, di come fosse saggio nel


pensare e nel dirigere i suoi servi in tutte le faccende, di come essi
eseguissero i loro compiti dietro suo comando, e di come nessun
uomo frodasse il suo prossimo, e nessuno trafugasse le propriet
del suo vicino, e di come non ci fossero ladri n delinquenti sotto
il suo regno.
Perch nella sua saggezza egli conosceva coloro che avevano
sbagliato, e li castigava e li spaventava, cos essi non ripetevano i
loro atti malvagi, ma vivevano in uno stato di pace che si
confondeva con il timore del Re.
Tutte queste cose Tmrn raccont alla Regina, e ogni mattino
ricordava tutte le cose che aveva visto del Re, e gliele descriveva.
E la Regina rimaneva ammutolita e meravigliata per tutte le cose
che aveva sentito dal mercante suo servo, e pensava nel suo cuore
che sarebbe andata da lui; e piangeva di gioia per la grandezza del
piacere di quelle cose che Tmrn le aveva raccontato. Ella
desiderava ansiosamente di andare da lui, ma meditando sul lungo
viaggio pens che fosse troppo lontano e troppo difficile da
affrontare. E ogni volta chiedeva a Tmrn di Solomone, e ogni
volta Tmrn le parlava di lui, finch divenne desiderosa e
bramosa di partire per poter ascoltare la sua saggezza, per vedere
il suo viso, per abbracciarlo, per supplicare la sua regalit. Ed il
suo cuore propese per andare da lui, perch Dio aveva fatto in
modo di disporla a partire e aveva fatto in modo che lo
desiderasse.
Come la Regina si prepar a partire
E la Regina disse loro: Ascoltate, voi che siete il mio popolo, e
prestate orecchio alle mie parole. Perch io anelo alla saggezza e il
mio cuore ricerca la conoscenza. Io sono tormentata dal
desiderio di saggezza, e sono imprigionata dai lacci della
conoscenza; perch la saggezza di gran lunga superiore a ogni
tesoro doro e dargento, e migliore di tutte le cose che sono state
create sulla terra. Ora a quale cosa sotto il cielo pu essere
comparata la saggezza? Essa pi dolce del miele, e rende ognuno
pi felice {di quanto possa fare} il vino, e illumina pi del sole, e
viene amata pi delle pietre preziose. E pi nutriente dellolio, e
soddisfa pi di cibi prelibati, e da [alluomo] pi celebrit di molto
oro e argento. E sorgente di gioia per il cuore, luce splendente e
brillante per gli occhi, rende spedito il piede, ed {} scudo per il
petto, elmo per la testa, monile per il collo, e cintura per i fianchi.
Essa fa che le orecchie sentano e i cuori comprendano, maestra
per coloro che vogliono imparare, consolatrice per coloro che sono
discreti e prudenti, e da fama a coloro che la cercano.
E come un regno non pu resistere senza saggezza e i ricchi non
possono preservarsi senza saggezza, il piede non pu tenere il
punto dove si appoggiato senza saggezza. E senza saggezza ci
che la lingua profferisce inaccettabile. La saggezza il migliore
dei tesori. Colui che accumula oro e argento senza saggezza lo fa
senza profitto, ma colui che accumula saggezza nessun uomo
gliela pu togliere dal cuore. E cos ci che gli stolti accumulano i
saggi consumano. E a causa della malvagit di coloro che fanno il
male i retti vengono lodati; e a causa dei malvagi atti di stolti i
saggi sono beneamati. La saggezza cosa elevata e ricca: io
lamer come una madre, e lei mi abbraccer come una figlia. Io
seguir le orme della saggezza e lei mi protegger per sempre; io
ricercher la saggezza e lei sar con me per sempre; io seguir le
sue tracce e lei non mi rifiuter; io far affidamento su di lei, e lei
sar per me un muro incrollabile; io cercher asilo in lei, e lei sar
per me potenza e forza; io gioir in lei, e lei sar per me
abbondante in grazia. Perch giusto per noi seguire le orme della
saggezza, e per le piante dei nostri piedi soffermarsi alla soglia
delle porte della saggezza. Cerchiamola, e la troveremo;
amiamola, e non si ritirer da noi; inseguiamola, e la
raggiungeremo; chiediamo di lei, e laccoglieremo; volgiamole i
nostri cuori cos che non

potremo dimenticarla. Se [noi] la ricorderemo, lei si ricorder di


noi; e, se come i folli, che non la tengono in considerazione, voi
dimenticherete la saggezza, essa non vi amer.
Onorare la saggezza onorare luomo saggio, e amare la saggezza
amare luomo saggio. Amate luomo saggio e non allontanatevi
da lui, al solo vederlo diverrete saggi; ascoltate le parole {che
escono} dalla sua bocca, cosicch potrete diventare come lui;
guardate il punto dove mette il suo piede e non lasciatelo, cosicch
potrete ricevere le briciole della sua saggezza. Io lo amo
semplicemente nellascoltarlo, e senza {nemmeno} guardarlo, e
tutto quello che mi stato raccontato per me il desiderio del mio
cuore, e come lacqua per lassetato.
E i nobili, i suoi schiavi, le sue serve e i suoi consiglieri risposero
dicendo: O nostra Signora, quanto alla saggezza essa non manca
in te, ed per la tua saggezza che tu ami la saggezza. Quanto a
noi, se tu andassi verremmo con te, e se tu ti sedessi noi ci
sederemmo con te; la nostra morte sar con la tua morte, e la
nostra vita con la tua vita.Allora la Regina si apprest a partire
con grande pompa e maest, e con molto seguito e grandi
preparativi. Perch, per Volere di Dio, il suo cuore desiderava
andare a Gerusalemme cosicch potesse ascoltare la saggezza di
Salomone; perch essa laveva ascoltato avidamente. Cos si
apprest a partire. E furono caricati settecentonovantasette
cammelli, cos come innumerevoli muli e asini, e part per il suo
viaggio facendo il tragitto senza pause, perch il suo cuore
confidava in Dio.
Come la Regina arriv da re Salomone
Cos ella arriv in Gerusalemme, e port al Re moltissimi preziosi
doni che egli aveva sempre desiderato possedere. Egli la ripag
con grandi onori e ringraziamenti, e le diede un alloggio nel
palazzo reale, vicino alle sue stanze. E le mand cibo sia per la
mattina sia per la sera, ogni volta quindici misure in ri32 di
farina finemente macinata, cucinata con olio, carne e salsa in
abbondanza, e trenta misure in ri di pane di farina bianca
macinata, sufficienti per trecentocinquanta persone, con i
necessari piatti e vassoi, e dieci buoi di stalla, e cinque tori, e
cinquanta pecore, senza (contare) capretti, daini, gazzelle e
pollame ben grasso, e un vaso di vino contenente lequivalente di
sessanta gerrt33, e trenta misure di vino invecchiato, e
venticinque cantanti uomini e venticinque cantanti donne, e il
migliore miele e ricchi dolci, e il cibo che egli stesso mangiava, e
vino che {egli stesso} beveva. E ogni giorno ladornava di undici
vesti che ammaliavano gli occhi. E le faceva visita e ne era
gratificato, ella lo contraccambiava e ne era gratificata, vedeva la
sua saggezza, i suoi giusti giudizi e il suo splendore, la sua grazia
e la sua eloquenza nel parlare.
Era meravigliata nel suo cuore, e totalmente stupefatta nella sua
mente, si rendeva conto di comprendere {chiaramente} e
percepiva molto distintamente con i suoi occhi quanto egli fosse
ammirabile; ed era sommamente meravigliata per quello che
aveva visto e sentito da lui quanto perfetto egli fosse in
portamento, saggio nella sua intelligenza, piacevole in cortesia e
importante nella statura. Osservava la particolarit della sua voce,
e la discreta espressione delle sue labbra, e il fatto che desse
comandi con dignit, e che ogni replica era fatta con calma e nel
timore di Dio. Tutte queste cose lei vide, e rimase attonita dalla
grandezza della sua saggezza, non cera proprio alcunch che
mancasse nelle sue parole e nei suoi discorsi, ma ogni cosa che
pronunciava sembrava perfetta.
32 Il rio corera unantica unit di volume ebraica
equivalente a circa 390 litri.
33 Il gerrto geriwaera unantica unit di volume ebraica,
equivalente a circa 13 litri.

E Salomone stava seguendo i lavori nel palazzo della casa di Dio,


{quando} lui si lev in piedi e and a sinistra e a destra, avanti e
indietro. Egli mostr agli addetti ai lavori quali dovessero essere
le misure e i pesi e lo spazio che doveva essere coperto [dai
materiali], e diceva ai lavoratori di quale metallo dovessero essere
i martelli, e i trapani, e gli scalpelli (?), e mostrava agli scalpellini
langolo [misura] e il cerchio e la superficie [misura]. E tutto fu
eseguito a suo comando, e non cera nessuno che si mettesse
contro la sua parola; perch la luce del suo cuore era come una
lampada nelle tenebre e la sua saggezza era abbondante come la
sabbia. E del linguaggio delle bestie e degli uccelli non cera nulla
che a lui fosse ignoto, e il diavolo fu costretto ad obbedirgli tanta
era la sua saggezza. Egli faceva tutto per mezzo delle capacit che
Dio gli aveva dato quando Lo supplicava; perch egli non
chiedeva la vittoria sui suoi nemici, e non chiedeva ricchezza n
fama, ma chiedeva a Dio di donargli la saggezza e lintelligenza
per poter governare il suo popolo, costruire la Sua Casa e
beatificare lopera di Dio, e tutto ci che Egli gli aveva dato [in]
saggezza e intelligenza.

Come il Re convers con la Regina


E la Regina Mkd parl a Re Salomone dicendogli: "Benedetto
sii tu, mio signore, per tutta la saggezza e intelligenza che ti
stata data. Per quanto mi riguarda desidero solo di essere come
lultima delle tue serve, cos da poterti lavare i piedi, ascoltare
attentamente la tua saggezza, imparare da te a comprendere le
cose, servire la tua maest e godere delle tua saggezza. Oh, quanto
grandemente mi sono compiaciuta delle tue risposte, della
dolcezza della tua voce, e della bellezza del tuo portamento, della
grazia delle tue parole e della loro prontezza. La dolcezza della tua
voce fa gioire il cuore, e rende le ossa forti, infonde coraggio nei
cuori, da benevolenza e grazia alle labbra, e forza al passo. Io
guardo a te e vedo che la tua saggezza incommensurabile e che
la tua fine conoscenza inesauribile, che come un luce nella
notte, come un melograno in un giardino, come una perla nel
mare, come la Stella del Mattino fra le stelle, come la luce
della luna che brilla nella foschia, come una gloriosa alba e
aurora nel cielo. E io rendo grazie a Lui che mi ha condotto qui da
te e che mi ha presentato a te, che mi ha condotto fino alla soglia
della tua porta e ha fatto s che udissi la tua voce."
E Re Salomone le rispose dicendo: "Saggezza e conoscenza
sgorgano da te stessa. Quanto a me, [io le possiedo solo] nella
misura in cui il Dio di Israele me [le] ha donate in quanto chieste e
implorate a Lui stesso. E tu, anche se non conosci il Dio di Israele,
hai la saggezza che hai fatto crescere nel tuo cuore, [essa ha fatto
in modo che tu venissi] a incontrare me, il vassallo e il servo del
mio Dio, e il costruttore del Suo santuario di cui sto gettando le
fondamenta, e dove io servir e contempler la mia Signora, il
Tabernacolo della legge del Dio di Israele, la sacra e divina Sion.
Ora, io sono il servo del mio Dio e non sono un uomo libero; io
non servo secondo il mio volere ma secondo la Sua Volont. E
questo discorso non nasce in me, ma io esprimo solo ci che Lui
mi fa esprimere. Qualunque cosa Egli mi comanda di fare io la
faccio, ovunque Egli desidera che io vada io ci vado; qualsiasi
cosa Egli mi insegna io la annuncio; ed solo riguardo a queste
cose che Egli mi da la saggezza che io comprendo. Perch ero solo
polvere ed Egli mi ha fatto di carne, ero solo acqua ed Egli ha
fatto di me un uomo solido, ero solo una goccia caduta {dal cielo}
che, piombata sulla terra, si sarebbe seccata sulla superficie della
terra, ed Egli mi ha modellato a Sua immagine e somiglianza."

Riguardo il bracciante
E mentre Salomone stava parlando con tale saggezza alla Regina,
egli vide un bracciante che trasportava una pietra sulla testa e un
otre dacqua sul collo e sulle spalle, il suo cibo e i suoi sandali
erano [legati] in vita, e teneva pezzi di legno nelle sue mani; i
suoi vestiti erano vecchi e rovinati, il sudore gli cadeva a gocce
dal viso, e lacqua dellotre gli cadeva fin sui piedi. E il bracciante
pass davanti a Salomone, e quando gli pass vicino il Re disse:
Fermati"; e il bracciante si ferm.
E il Re si gir verso la Regina e le disse: "Guarda questuomo. In
cosa io sono superiore a lui? E in cosa io sono migliore di lui? E
per cosa dovrei essere glorificato pi di questuomo? Io sono un
uomo, polvere e ceneri, che domani diventer vermi e corruzione,
e fino a questo momento io sono apparso come uno che non
morir mai. Chi potrebbe mai lamentarsi con Dio se gli avesse
dato quanto ha dato a me, e se mi avesse fatto come questo uomo?
Noi ora non siamo forse entrambi esseri umani, cio degli uomini?
Come la sua morte, [cos] la mia morte; e come la sua vita
[cos] la mia. Eppure questuomo pi forte di me nel lavoro,
perch Dio da forza a coloro che sono deboli esattamente nella
misura in cui Egli si compiace di fare. E Salomone disse al
bracciante: Torna ora al tuo lavoro.
E continu a conversare con la Regina dicendole: "Qual il nostro
scopo, noi figli delluomo, se non esercitiamo la carit e lamore
sulla terra? Non siamo forse tutti noi nientaltro che nullit, mera
erba di un campo che avvizzisce con la stagione e viene bruciata
nel fuoco? Sulla terra noi provvediamo a noi stessi con cibi
squisiti, [indossiamo] preziosi vestiti, ma anche mentre siamo vivi
siamo ripugnante corruzione; noi provvediamo a noi stessi con
fragranti profumi e delicati unguenti, ma anche mentre siamo vivi
siamo morti nel peccato e nelle trasgressioni; pur essendo saggi,
diventiamo stolti attraverso la disobbedienza e azioni inique; pur
essendo saldi in onore, noi diventiamo spregevoli attraverso la
magia, la stregoneria, e ladorazione di idoli. Ora luomo che
degno di onore, che stato creato a immagine di Dio, se compie il
bene diventa come Dio; ma luomo che cosa da nulla, se
commette peccati diventer come il Diavolo larrogante
Diavolo che si rifiut di obbedire al comando del suo Creatore e
tutti gli arroganti fra gli uomini camminano in questa via, e
saranno giudicati con lui. Dio ama gli umili di cuore, e tutti coloro
che praticano lumilt camminano nella Sua via, e gioiranno del
Suo regno. Benedetto luomo che conosce la saggezza, che
significa compassione e timore di Dio."
E quando la regina sent questa cosa disse: Come mi piace la tua
voce! E quanto le tue parole e lesprimersi della tua bocca mi
deliziano! Dimmi ora: chi giusto che debba adorare? Noi
adoriamo il sole come i nostri genitori ci hanno insegnato a fare,
perch noi diciamo che il sole il re degli dei. E ci sono altri fra i
nostri sudditi [che adorano altre cose]; alcuni adorano le pietre, e
alcuni adorano il legno (cio gli alberi), e altri adorano figure
scolpite, e altri immagini in oro e argento. Noi adoriamo il sole,
perch cuoce il nostro cibo, e in pi illumina le tenebre, e rimuove
la paura; noi lo chiamiamo 'Nostro R, e lo chiamiamo 'Nostro
Creatore, e lo adoriamo come nostro dio; perch nessun uomo ci
ha detto che oltre a lui c un altro dio. Ma abbiamo sentito che
con te, o Israele, un altro Dio Che non conosciamo, e ci hanno
detto che Egli ha mandato sulla terra dal cielo un Tabernacolo e ha
dato a te una Tavola con i comandamenti degli angeli, per mano di
Mos il Profeta. Questo anche abbiamo sentito, che Egli Stesso
scende a te e ti parla, informandoti dei Suoi ordini e dei Suoi
comandamenti."

Come Salomone diede dei comandamenti alla Regina


E il Re rispose e le disse: "In verit, giusto che essi (cio gli
uomini) debbano adorare Dio, Che ha creato luniverso, i cieli e la
terra, il mare e la terraferma, il sole e la luna, le stelle e i brillanti
corpi dei cieli, gli alberi e le pietre, gli animali e i volatili
pennuti, le bestie selvagge e i coccodrilli, i pesci e le balene, gli
ippopotami e le lucertole acquatiche, i fulmini e il rombo del
tuono, le nuvole e i tuoni, e il bene e il male. E conveniente che in
Lui si debba credere, con timore e tremore, con gioia e allegria.
Perche Egli il Signore dellUniverso, il Creatore di angeli e
uomini. Ed Lui Che toglie e da la vita, Lui che infligge
punizioni e mostra compassione, Colui Che rialza da terra chi in
miseria, Che innalza il povero dalla polvere, Che rende tristi e fa
gioire, Colui che rialza e che getta a terra. Nessuno pu
lamentarsi di Lui, perch Egli il Signore dellUniverso, e non
c nessuno che possa dirGli: Cosa hai fatto? E Lui che si
deve pregare e ringraziare da parte di angeli e uomini. E riguardo
quanto hai detto, che Egli ti ha dato il Tabernacolo della Legge,
in verit ci fu dato il glorioso Tabernacolo del Dio di Israele, che
fu creato prima della creazione per Sua gloriosa deliberazione.
Egli ha fatto scendere su di noi i Suoi comandamenti, scolpiti nella
pietra, cosicch noi potessimo conoscere i Suoi giudizi e la
decisione che Egli aveva decretato sulla montagna della Sua
santit.
E la Regina disse: Da questo momento non adorer pi il sole,
ma adorer il Creatore del sole, il Dio di Israele. E che il
Tabernacolo del Dio di Israele sia per me mia Signora, e per la mia
stirpe dopo di me, e per tutti i regni sotto il mio dominio. E a
causa di questo ho trovato il favore presso di te, e presso il Dio
di Israele, mio creatore, Colui che mi ha portato a te, che mi ha
fatto sentire la tua voce, che mi ha mostrato il suo viso, e che mi
ha fatto capire i tuoi comandamenti.Quindi lei ritorn alla sua [di
lei] casa.
E la Regina prese labitudine di andare [da Salomone] e
continuamente ritornarvi, e ascoltare la sua saggezza, e tenerla
nel cuore. E Salomone prese labitudine di farle visita, e
rispondere a tutte le domande che lei gli faceva, e {anche} la
Regina prese labitudine di fargli visita e fargli domande, ed egli
le spiegava qualsiasi argomento lei desiderasse approfondire. E
dopo che ella ebbe dimorato [cola] per sei mesi, la Regina
desider ritornare al suo paese, e invi un messaggio a Salomone,
dicendo: Io desidero fortemente risiedere da voi, ma ora, per il
bene del mio popolo, vorrei ritornare al mio paese. E per quello
che ho potuto sentire, possa Dio produrre frutto nel mio cuore, e
nel cuore di tutti quelli che hanno sentito queste cose con me.
Perch lorecchio non potrebbe mai saziarsi nel sentire la vostra
saggezza, e locchio non potrebbe mai saziarsi con la vista della
stessa."
Ora, non era solo la Regina che veniva [a sentire la saggezza di
Salomone], ma molti erano usi venire da citt e paesi, vicini e
lontani; perch in quei giorni non vi era uomo altrettanto saggio
come lui (e non erano solo gli uomini che andavano a trovarlo,
anche gli animali selvaggi e gli uccelli erano soliti andare da lui
per ascoltare la sua voce, e tenere conversazione con lui), e
quando tornavano ai loro rispettivi paesi erano attoniti per la sua
grande saggezza, e meravigliati per quello che avevano visto e
udito.
E quando la Regina mand il suo messaggio a Salomone,
comunicandogli che era pronta a partire per il suo paese, egli
medit nel suo cuore e disse: Una donna di tale straordinaria
bellezza venuta a me dai confini della terra! Che cosa so? Che
Dio mi dar una stirpe da lei?Ora, come detto nel Libro dei Re,
Salomone era lamante di una donna34. Egli ebbe mogli ebree,
egiziane, caananite, edomite, della terra di ybwyn (moabite?),
di Rf 35 e di

34 1 Re 9, 1
35 LEgitto superiore.

Kurgu 36, di Damasco e di Srest (Siria), e ogni donna di cui


si dicesse fosse belle. Egli aveva quattrocento regine e seicento
concubine. Ora questo non avveniva perch egli fosse [dedito alla]
fornicazione, ma come risultato del saggio scopo che Dio gli
aveva dato, e del ricordo di quanto Dio aveva detto ad Abramo:
Io render la tua stirpe tanto numerosa quanto le stelle del cielo,
e quanto la sabbia del mare.37 E Salomone disse in cuor suo:
"Che cosa so? Che forse Dio mi dar figli maschi da ognuna di
queste donne.Perci quando faceva cos egli agiva con
saggezza, dicendo: "I miei figli erediteranno le citt dei nemici e
distruggeranno coloro che adorano idoli."
Ora questi popoli primitivi vivevano sotto la legge della carne,
perch la grazia dello Spirito Santo non era stata data loro. E a
quelli [che vissero] dopo Cristo fu dato di vivere con una sola
donna sotto la legge del matrimonio. E gli Apostoli imposero loro
un imperativo dicendo: Tutti coloro che hanno ricevuto la Sua
carne e il Suo sangue sono fratelli. La loro madre la Chiesa e
loro padre Dio, e piangono per Cristo Che hanno ricevuto,
dicendo: Oh Padre Che sei nei cieli".
E per quanto riguarda Salomone nessuna legge gli era stata
imposta nei confronti delle donne, e nessun biasimo poteva
essergli ascritto nello sposare [molte] mogli. Ma per quelli che
credono, stata data la legge e il comando che non avrebbero
sposato molte donne, anche come disse Paolo: "Coloro che
sposano pi mogli cercano loro stessi la punizione. Colui che
sposa una sola moglie non ha peccato.38E la legge ci trattiene
anche dalle sorelle [le cognate]39, riguardo la generazione dei
figli. Gli Apostoli parlano [a questo riguardo] nel [Libro dei]
Consigli40.

Riguardo i trecentodiciotto [Patriarchi]


Ora noi decretiamo come se lavessero fatto loro. Sappiamo bene
ci che gli Apostoli che furono prima di noi profferirono. Noi i
Trecentodiciotto abbiamo mantenuto e stabilito lortodossia della
fede, poich nostro Signore Ges Cristo era con noi. Cos Egli ci
ha dato le direttive di ci che dovevamo insegnare, e su come
dovevamo costruire la fede.

[La narrazione di Salomone e della Regina di Saba continu.]

E Re Salomone invi un messaggio alla Regina, dicendo: Ora


che voi siete tornata qui perch volete andare via senza vedere
lamministrazione del regno, e come i pasti per gli eletti del regno
vengono consumati secondo la maniera dei giusti, e come il
popolo viene allontanato dai modi dei peccatori? Alla [vista] di ci
voi potreste acquisire saggezza. Seguitemi ora e sedetevi accanto
al mio splendore nella {mia} tenda, e io completer la vostra
istruzione, e cos apprenderete lamministrazione del mio regno;
perch voi avete amato la saggezza, ed essa dimorer in voi fino
alla vostra fine e per sempre.Ora, una profezia si rese palese in
[questo] discorso.
E la Regina invi un secondo messaggio, dicendo: Ero pazza e
sono diventata saggia seguendo la vostra saggezza, ero una cosa
rifiutata dal Dio di Israele, e sono diventata

36 Vedi Yt, IV, p. 250


37 Genesi 12, 17
38 Cfr. 1 Corinzi 7
39 Cfr. Levitico 18, 18
40 Guidi (apud Bezold). Confronta il No. 19 dei Canones
Apostolorum apocrifi.

leletta fra le donne per la fede che nel mio cuore; e dora in
avanti non adorer altro dio allinfuori di Lui. E relativamente a
quanto voi dite, {cio} che desiderate aumentare in me saggezza e
onore, io addiverr al vostro desiderio. E Salomone gio per
questo [messaggio], vest i suoi dignitari [con splendide vesti],
aggiunse doppie portate alla sua tavola, fece in modo che tutti i
preparativi necessari alla cura della propria dimora fossero
accuratamente ordinati, e la casa di Re Salomone era pronta [per
gli ospiti] ogni giorno. Appront tutto questo con gran pompa,
gioiosamente, in pace, con saggezza e con delicatezza, in tutta
umilt e modestia; e poi dispose la tavola reale secondo la legge
del regno.
E la Regina arriv in splendore e gloria attraverso un passaggio
riservato, e si sedette immediatamente davanti a lui dove poteva
vedere, apprendere e conoscere ogni cosa. E si meravigli
sommamente per quello che vide, e per quello che sent, e preg il
Dio di Israele nel suo cuore; era incantata dallo splendore che vide
nel palazzo reale. Essa vide, bench nessuno potesse vederla, tutto
quello che Salomone aveva preparato in saggezza per lei. Egli
aveva impreziosito il posto dove stava sedendo, e laveva
ricoperto con una manto di porpora, posandovi sopra tappeti, e
decorandolo con {pelo} di miskt (cervo muschiato)41, marmi e
pietre preziose, bruciando essenze aromatiche, e cospargendo olio
di mirra e cassia tutto intorno, e diffondendo incenso in ogni
direzione. E quando la portarono in questa dimora, il profumo di
ci era gradevole per lei, sebbene prima li avesse mangiato le
prelibate carni che lavevano cos soddisfatta con il loro sapore. E
con saggio intento Salomone le mand carni che lavrebbero
assetata, e bevande mischiate ad aceto, e pesce e piatti
confezionati con pepe. Egli fece questo e li diede alla Regina da
mangiare. E il pasto reale fu servito per tre volte e sette volte42, e
{dopo che} gli amministratori, e i consiglieri, e i giovani uomini e
i servi se ne furono andati, il Re si alz e and verso la Regina, e
le disse ora erano soli insieme Prendetevi le vostre comodit
a vantaggio dellamore fino allo spuntare del giorno. Ed essa gli
rispose: Giuratemi sul vostro Dio, il Dio di Israele, che non mi
prenderete con la forza. Perch se io, che per la legge degli uomini
sono una vergine, fossi sedotta, dovrei tornare [indietro] in dolore,
afflizione e tribolazione.

Riguardo a come re Salomone giur alla Regina


E Salomone rispose e le disse: Io giuro davanti a voi che non vi
prender con la forza, ma voi dovete giurarmi che non
prenderete con la forza nulla che si trova nella mia casa. E la
Regina rise e gli disse Per essere un uomo saggio, perch parlate
come uno sciocco? Potrei io rubare qualcosa, o portare fuori
dalla casa del Re ci che il Re non mi ha dato? Non pensate che
io sia venuta fin qui per amore delle ricchezze. Perdipi, il mio
regno altrettanto ricco del vostro, e non vi nulla che io desideri
perch mi manchi. State certo che io sono venuta solo alla ricerca
del vostro regno. Ed egli le rispose: Se voi voleste farmi un
giuramento, giuratemelo, perch un giuramento incontro per
entrambi [noi], cosicch nessuno di noi possa essere trattato
ingiustamente. E se voi non voleste farmi {questo} giuramento io
non far il giuramento a voi. E lei rispose: Giuratemi che non
mi prenderete con la forza, e io da parte mia giurer di non
prendere con la forza i vostri averi; ed egli giur a lei e le fece
giuramento.
E il Re and nel suo letto su un lato [della camera], e i servi
prepararono per lei un letto sullaltro lato. E Salomone disse a un
giovane servo: Svuota la coppa e riempila della misura di un
recipiente dacqua, assicurandoti che la Regina ti veda, poi chiudi
le porte e va a dormire.Salomone parl al servo in una lingua che
la Regina non poteva comprendere, egli

41 Il miskt: moschusnella traduzione dellautore, un cervo


muschiato tipico degli altopiani dellAsia Centrale.
42 Cio furono consumate tre portate e sette portate.

fece come il Re gli aveva comandato e and a dormire. Il Re non


si era ancora addormentato ma faceva finta di esserlo, e guardava
la Regina attentamente. Ora la casa di Salomone il Re era
illuminata a giorno, perch nella sua saggezza aveva preso delle
perle scintillanti come il sole, la luna e le stelle, [e le aveva
incastonate] nel soffitto del suo palazzo.
E la Regina dorm un poco. E quando si risvegli la sua bocca era
secca per la sete, perch il cibo che Salomone le aveva dato nella
sua saggezza laveva assetata, era veramente assetata e la sua
bocca era asciutta; muoveva le sue labbra per inumidire la sua
bocca, ma non trovava ristoro. Cos decise di bere lacqua che
aveva visto, e vide Re Salomone, lo guard attentamente,
pensando che stesse dormendo profondamente. Ma egli non era
addormentato, stava aspettando che lei si alzasse per prendere
lacqua che [placasse] la sua sete. Lei si alz e, senza far rumore,
si diresse verso la coppa dacqua e la sollev per bere. Salomone
afferr la sua mano prima che potesse bere e le disse: Perch
avete rotto il patto che avevate fatto cio che non avreste preso
nulla con la forza nella mia casa? E lei rispose e gli disse
timorosa: Il mio giuramento rotto solo perch desideravo
bere? E il Re le rispose: Vi nulla che potete vedere sotto il
cielo che sia pi bello dellacqua? E la Regina ribatt: Ho
peccato contro me stessa, e voi siete libero dal [vostro]
giuramento. Ma lasciatemi bere perch sono assetata.Allora
Salomone le disse: Sono allora libero dal giuramento che mi
avete fatto fare? E la Regina disse: Siete sciolto dal vostro
giuramento, soltanto lasciatemi bere lacqua. Ed egli le permise
di bere lacqua e dopo che lebbe fatto realizz il desiderio che
aveva di lei e dormirono insieme.
E dopo che ebbe dormito {con lei} apparve [in sogno] al Re
Salomone un sole brillante, che scese dal cielo e sparse il suo
splendore sopra Israele. E dopo che si fu trattenuto nel cielo per
un certo periodo improvvisamente si ritir e vol via verso la terra
dEtiopia, e prese a brillare laggi con enormemente grande
lucentezza per sempre, perch desiderava restare laggi. E [il Re
disse]: Aspettavo [di vedere] se sarebbe tornato verso Israele, ma
non lo fece. E ancora, mentre attendevo, una luce ascese al cielo,
e un Sole scese da esso nella terra di Giuda, e mandava una luce
ancora pi forte di prima.
E43 Israele, a causa della fiamma di quel Sole implor quel sole in
modo malvagio e non volle entrare nella sua luce. Ma quel Sole
non si cur di Israele, e gli Israeliti Lo odiarono, e divenne
impossibile che potesse esistere pace fra loro e il Sole. Essi
alzarono le loro mani contro di Lui con bastoni e coltelli, e
desiderarono cancellare il Sole. E sparsero il buio sulla terra intera
con terremoti e spessa oscurit, e pensarono che il Sole mai
sarebbe risorto su di essi. Essi distrussero la Sua luce e Lo
abbatterono e posero una guardia sulla Sua tomba la dove
lavevano abbattuto. Ed Egli venne dove essi non Lavevano
cercato, e illumin il mondo intero, specialmente il Primo Mare e
lUltimo Mare, lEtiopia e Rm. Egli non si cur per nessuna
ragione di Israele, e ascese al suo primo trono.
E quando Salomone il Re ebbe questa visione in sogno, la sua
anima ne fu distrurbata, la sua coscienza fu come strappata via da
[un bagliore di] lampo, e si risvegli con la mente agitata. Oltre a
ci, Salomone si meravigli della Regina, perch era piena di
forza, e bellissima nelle sue fattezze, e incontaminata nella sua
verginit; regnava da sei anni sulla sua terra, e, nonostante la sua
graziosa attrazione e le sue splendide forme, aveva preservato
puro il suo corpo. E la Regina disse a Salomone: Congedami, e
lasciami ripartire verso la mia terra. Ed egli entr nel suo palazzo
e le diede qualsiasi cosa splendida e ricca desiderasse, e abiti
preziosi che ammaliavano gli occhi, e tutto quanto rappresentasse
ricchezza in Etiopia, cammelli e carri, seicento in numero, che
furono caricati con le cose preziose del pi desiderabile tipo, e
carri da trasporto per il deserto, e una nave dove uno poteva
viaggiare

43 La restante parte di questo capitolo un commento dellautore


di questopera.

per mare, e una nave con la quale uno poteva attraversare laria (o
il vento), che Salomone aveva costruito grazie alla saggezza che
Dio gli aveva dato.

Riguardo il Segno che Salomone diede alla Regina


E la Regina si rallegr, inizi i preparativi del viaggio, e il Re
laccompagn alla partenza con grande fasto e cerimonia. E
Salomone la prese da parte cosicch potessero essere soli, e
tolse l'anello che era nel suo mignolo, e lo diede alla Regina,
dicendole: "Prendi [questo] affinch tu non possa dimenticarti di
me. E se succedesse che io abbia un figlio da te, questo anello sar
un segno per lui; e se sar un ragazzo lui verr da me; e la pace di
Dio sar con te! Mentre stavo dormendo con te ho avuto molte
visioni in sogno, [e sembrava] come se un sole fosse sorto su
Israele, ma che venisse portato via e volasse e risplendesse sul
paese d'Etiopia; forse quel paese sar benedetto grazie a te; Dio
solo lo sa. E quanto a te, fa attenzione a ci che ti ho detto, cos
che tu possa adorare Dio con tutto il tuo cuore e fare la Sua
Volont. Perch Egli punisce chi arrogante, ma mostra
compassione per coloro che sono umili, Egli rimuove i troni dei
potenti, ma fa che vengano onorati i bisognosi. Perch la vita e la
morte provengono da Lui, e la ricchezza e la povert sono date
dalla Sua Volont. Perch tutto Suo, e nessuno si pu opporre ai
Suoi comandamenti e al Suo giudizio nei cieli, o sulla terra, o in
mare, o negli abissi. Possa Dio essere con te! Va in pace."
E si separarono l'uno dall'altra.

Come la Regina partor e torn nel suo Paese


E la Regina part e arriv al paese di Bl Zadsry nove mesi e
cinque giorni dopo che si fu separata dal Re Salomone. E fu
colta dai dolori delle doglie del parto, e mise al mondo un
bambino, e lo diede alla nutrice con grande orgoglio e gioia. E
attese fino a che i giorni della sua purificazione finissero44, e
dopo arriv nel suo paese con grandi cerimonie e grande pompa. I
suoi funzionari, che li erano rimasti, portarono regali alla loro
padrona, e la riverirono, e fecero omaggio, e tutti i confini del
paese gioirono di nuovo per il suo ritorno. Ella abbigli tutti
coloro che fra loro erano nobili di uno splendido vestito, e ad
alcuni don oro e argento, e toghe color porpora e giacinto; e
diede loro tutte queste cose in tutti i modi potessero essere
desiderate. E ordin per bene il suo regno, nessuno disobbediva ai
suoi comandi; perch ella amava la saggezza e Dio rafforz il suo
regno.
Il bambino crebbe ed ella lo chiam BaynaLehkem. All'et di
dodici anni chiese ai suoi amici che erano stati educati con lui,
dicendo loro: "Chi mio padre? E loro risposero: Salomone il
Re. Ed egli and dalla Regina sua madre, e le disse: O Regina,
fammi sapere chi mio padre". E la Regina gli rispose
irosamente, sperando di spaventarlo in modo che non avrebbe
desiderato andare [da suo padre] dicendo: "Perch mi chiedi di tuo
padre? Io sono tuo padre e tua madre; non devi sapere nient'altro".
E il ragazzo si allontan dalla sua presenza, e si sedette. E una
seconda volta, e una terza egli le fece la stessa domanda,
importunandola ogni volta. Un giorno, comunque, gli rispose
dicendogli: "Il suo paese molto lontano, e la strada per
raggiungerlo molto difficoltosa, non vuoi restare qui?Il giovane
BaynaLehkem era attraente, e il suo intero corpo e le sue parti, e
la postura delle sue spalle lo facevano assomigliare a Re
Salomone suo padre, e i suoi occhi, e le sue gambe, e tutto il suo
muoversi assomigliava a quella di Salomone il Re. E quando ebbe
ventidue anni egli era abile in tutte le arti della guerra e del
cavalcare, e nel cacciare e tendere trappole

44 Presso molti popoli dellantichit, ebrei inclusi, le donne che


avevano partorito erano ritenute impure e dovevano purificarsi con
riti vari.

alle bestie selvagge, e in tutte quelle cose che i giovani sono


avvezzi a imparare. Cos disse alla Regina: "Andr e guarder in
faccia mio padre, e torner qui secondo la Volont di Dio, il
Signore di Israele."

Come viaggi il Re dEtiopia


E la regina chiam Tmrn, il responsabile degli uomini e dei
mercanti della sua carovana, e gli disse: Preparati per un viaggio
e porta questo ragazzo con te, perch mi importuna giorno e
notte. Lo porterai dal Re {Salomone} e lo riporterai qui sano e
salvo, se a Dio, il Signore di Israele, piacer. E fece preparare un
seguito appropriato alla loro ricchezza e alla loro onorevole
condizione, e fece approntare tutti i beni che erano necessari per il
viaggio e che potevano essere presentati come doni al Re, e tutto
ci che sarebbe potuto essere necessario per il benessere e di
conforto lungo la via. E fece preparare tutto per farlo partire, e
diede ai funzionari che dovevano accompagnarlo tanto denaro
quanto ne avrebbero avuto bisogno per lui e per loro durante il
viaggio. E comand loro che non lo avrebbero lasciato l {in
Israele}, ma che lo avrebbero soltanto portato dal Re, e poi lo
avrebbero riportato di nuovo da lei, in tempo per assumere la
sovranit della sua terra.
Ora cera una legge nel paese di Etiopia, che se una donna avesse
regnato, essa doveva essere una vergine che non avesse mai
conosciuto uomo, ma la Regina aveva detto [a Salomone]: Dora
in poi un uomo che del tuo seme regner, e una donna non
regner mai pi; solo il tuo seme regner e il suo seme dopo di lui,
di generazione in generazione. E questo tu inciderai a lettere nei
rotoli del Libro dambra dei loro Profeti, e lo metterai nella Casa
di Dio che sar costruita come memoriale e profezia degli ultimi
giorni. E la gente non venerer il sole n la magnificenza dei cieli,
o le montagne e le foreste, o le rocce e gli alberi del deserto, o gli
abissi e ci che nellacqua, o immagini scolpite e figure doro, o
uccelli piumati che volano; e non li useranno per la divinazione, e
non faranno loro atto di adorazione. E questa legge rester per
sempre. E se ci sar qualcuno che trasgredir questa legge, il tuo
seme lo giudicher per sempre. Dacci soltanto le frange del drappo
che copre la santa e divina Sion, il Tabernacolo della Legge di
Dio, che noi abbracceremo (saluteremo). Pace sia alla forza del
tuo regno e alla tua brillante saggezza, che Dio, il Signore di
Israele il nostro Creatore, ha dato a te.
E la Regina prese il giovane da parte e quando fu solo con lei gli
diede quel simbolo che Salomone le aveva dato, cio lanello che
portava al dito, cos che egli avrebbe potuto riconoscere suo figlio
e ricordare la sua parola e il patto che ella aveva fatto [con lui],
{e cio} che lei avrebbe venerato Dio tutti i giorni della sua vita,
lei e coloro che erano sotto la sua sovranit, con tutto [il potere]
che Dio le aveva dato. E la Regina lo lasci andare via in pace.
Il ragazzo [e il suo seguito] imboccarono decisamente il loro
cammino e viaggiando arrivarono nel paese dei dintorni di Gz.
Ora questa la Gz che Salomone il Re aveva dato alla Regina
dEtiopia45. E negli Atti degli Apostoli lEvangelista Luca scrisse,
dicendo: Era governatore dellintero paese di Gz un eunuco
della Regina Hendak, che aveva creduto alla parola dellApostolo
Luca.46

45 Si tratta di una Gz che si trovava nellattuale Arabia.


46 Atti 7, 27

Come il giovane arriv nella terra di sua madre


E quando il giovane arriv a Gz si rallegr per gli onori [che
ricevette], e per i doni [che gli furono fatti]. Quando il popolo lo
vide pens che fosse il ritratto perfetto di Re Salomone. Essi
fecero atto di obbedienza a lui e gli dissero: Salve, lunga vita al
padre re! E gli portarono offerte e doni, le migliori bestie e cibi,
come loro re. E [il popolo] dellintero paese di Gz, fino al
confine con Giuda, fu scosso e disse: Questi il Re Salomone.
E ci furono alcuni che dissero: Il Re in Gerusalemme e sta
costruendo la sua casa cio aveva finito di costruire la Casa di
Dio e altri dissero: Questi Salomone il Re, il figlio di
Davide. Essi erano perplessi, e litigavano gli uni con gli altri, e
avevano inviato delle spie a cavallo per scovare Re Salomone e
controllare se si trovasse effettivamente a Gerusalemme, o se si
trovasse con loro a Gz. Le spie andarono dalle guardie di
Gerusalemme, e vi trovarono Re Salomone, fecero atto
dobbedienza, e gli dissero: Salve, lunga vita al padre reale! [La
nostra] terra in subbuglio perch arrivato un mercante che ti
rassomiglia nelle forme e nelle apparenze, senza la pi piccola
alterazione o diversit. Egli ti rassomiglia nel nobile portamento e
nella {tua} splendida forma, nella statura come nel bellaspetto;
non gli manca nulla di tutte queste cose e non vi differenza con
te. I suoi occhi sono lieti, come quelli di un uomo che ha bevuto
vino, le sue gambe sono graziose e snelle, e il tronco del suo collo
come quello di Davide tuo padre. Egli ti rassomiglia esattamente
in ogni aspetto, e ogni parte del suo corpo uguale alla tua.
E Re Salomone rispose e disse a loro: Dov allora che desidera
andare? Ed essi risposero e gli dissero: Non glielo abbiamo
chiesto, perch egli mette in soggezione, come te. Ma la sua gente,
quando abbiamo chiesto loro Da dove venite, e dove andate?
disse: Siamo venuti dai domini di Hendak (Candace)47 ed
Etiopia, e stiamo andando nella terra di Giuda presso il Re
Salomone. E quando Re Salomone ebbe sentito ci il suo cuore
fu turbato e ne fu contento nel suo animo, perch in quel tempo
non aveva figli, allinfuori di un bambino di sette anni il cui nome
era yrbem (Reboamo). Era successo a Salomone quello che
dichiara Paolo quando dice: Dio ha trasformato in pazzia la
saggezza di questo mondo,48 perch Salomone aveva ideato un
piano nella sua saggezza e diceva: Attraverso mille donne io
generer mille figli maschi, ed erediter le terre dei nemici, e
rovescer i [loro] idoli.Ma [Dio] gli diede solo tre figli. Suo
figlio primogenito fu il Re dEtiopia, il figlio della Regina di
Etiopia, e fu il primogenito di colui al quale [Dio] parl
profeticamente: Dio giur a Davide in rettitudine, e senza
pentimento: Il frutto del tuo corpo Io far sedere suo tuo
trono.49
E Dio diede a Davide Suo servo grazia davanti a Lui, e lo assicur
che si sarebbe seduto, sul trono di Dio, Uno del suo seme nella
carne, {nato} dalla Vergine, Che avrebbe giudicato i vivi e i
morti, e premiato ogni uomo secondo le sue opere, Uno al quale
dovuta la preghiera, nostro Signore Ges Cristo, nei secoli dei
secoli, Amen. Ed Egli gli diede uno sulla terra che avrebbe regnato
sul Tabernacolo della Legge sacra, la divina Sion, cio il Re
dEtiopia. E se alcuni regnarono, che non erano [di] Israele, ci
fu dovuto alla trasgressione della legge e dei Comandamenti, e di
conseguenza Dio non ne fu compiaciuto.
47 Cos era chiamata, in lingua meroitica, la Regina di Saba.
48 1 Corinzi 1, 20.
49 2 Samuele 7, 17; Salmi 132, 11.

Come re Salomone invi il comandante del suo esercito a suo


figlio
E Salomone il Re mand il comandante del suo esercito, alla cui
mano era abituato ad appoggiarsi, con regali, carni e bevande per
allietare quel viaggiatore. E il comandante part con un gran
numero di carri, e and da Bayna Lehkem, lo abbracci, e gli
diede tutto ci che Salomone il Re gli aveva inviato. E gli disse:
Affrettati e vieni con me, perch il cuore del Re divampato
come un fuoco per laffetto che ha per te. Forse scoprir da se
stesso se tu sei suo figlio o suo fratello; perch nelle tue
sembianze e nella tua conversazione (maniere) non sei in nessun
modo differente da lui. E adesso, alzati velocemente, perch il mio
signore il Re mi ha detto Affrettati e portalo qui da me con onori,
e comodit, e con servizi appropriati, e in gioia e letizia.'E il
giovane uomo rispose e gli disse: Ringrazio Dio, il Signore di
Israele, di aver trovato grazia presso il mio signore il Re senza
aver mai visto il suo viso; la sua parola mi ha rallegrato. E
adesso metter la mia fede nel Signore di Israele, che mi mostrer
il Re, e mi porter indietro sano e salvo da mia madre la Regina, e
nel mio paese, lEtiopia."
E Joas (?), il figlio di Ydh,50 il comandante dell'esercito del
Re Salomone, rispose e disse a Bayna Lehkem: Mio signore,
tutto questo piccola cosa, troverai ben pi grande gioia e piacere
con il mio signore il Re. E per quanto riguarda ci che hai detto,
'mia madre e 'il mio paese', Salomone il Re migliore di tua
madre, e questo nostro paese migliore del tuo paese. E quanto
al tuo paese, abbiamo sentito che una terra fredda e nuvolosa, e
un paese dalla luce accecante e con un caldo soffocante, e una
regione di neve e ghiaccio. E quando i figli di No, Sem, Cam e
Giapeto, si divisero il mondo tra di loro, guardarono al tuo paese
con saggezza e videro che, sebbene fosse spazioso e ampio, era
una terra di turbinii e caldo soffocante, e [perci] fu data a
Canaan, il figlio di Cam, come parte per se stesso e per la sua
stirpe, per sempre. Ma la terra che nostra la terra dell'eredit
(cio la terra promessa), che Dio ci diede secondo la promessa
solenne che Egli fece ai nostri padri, una terra in cui fluiscono
latte e miele, dove il cibo [nostro] senza preoccupazioni, una
terra che produce frutta di ogni tipo in ciascuna stagione senza
lavoro faticoso, una terra su cui Dio guarda continuamente da un
anno all'inizio dello svolgersi del successivo. Tutto questo tuo, e
noi siamo tuoi, e saremo tuoi eredi, e abiterai nel nostro paese,
perch tu sei il discendente di Davide, il signore del mio signore, e
a te appartiene il trono di Israele."
E i capicarovana del mercante Tmrn risposero e dissero a
Benaiah: Il nostro paese migliore. L'aria (il clima) del nostro
paese buono, perch non caldo torrido e di fuoco, e l'acqua del
nostro paese buona, e dolce, e scorre in fiumi, inoltre dall'alto
delle nostre montagne scorre acqua. E non facciamo come fate voi
nel vostro paese, come si dice, che scavate pozzi molto in
profondit [alla ricerca di] acqua, e non moriamo per il calore del
sole; ma ad ogni mezzogiorno noi cacciamo animali selvaggi, vale
a dire bufali selvaggi, gazzelle, uccelli, e piccoli animali. E in
inverno Dio si prende cura di noi da [un] anno sino all'inizio della
decorrenza del successivo. E in primavera la gente mangia ci che
ha calpestato con i piedi come [nella] terra d'Egitto, e quanto ai
nostri alberi essi producono buoni raccolti di frutta, e frumento, e
orzo, e tutti i nostri frutti e il bestiame sono buoni e meravigliosi.
Ma c' una sola cosa che voi avete che migliore della nostra, si
chiama saggezza, e a causa di questo noi stiamo viaggiando sino a
voi."
E Joas (leggi Benaiah), il comandante dell'esercito del Re
Salomone, rispose [dicendo]: Cosa c' di meglio della saggezza?
La saggezza ha fondato la terra, fortificato i cieli e ostacolato le

50 Qui c' un errore. L'autore aveva in mente Joab, il capitano


dell'esercito di David. Diversi commentatori hanno letto "Benys",
cio Benaiah, il figlio di Jehoiada (vedi 1 Re 2, 35), che era nella
stanza di Joab.

onde del mare cos che non potessero coprire la terra. Comunque,
alzati e andiamo dal mio signore, il cui cuore enormemente
mosso dall'affetto per te, e mi ha mandato a portarti [da lui] con
tutta la velocit possibile." E il figlio della Regina si alz, e
adorn Joas (Benaiah), il figlio di Ydh, e i cinquanta uomini
del suo corteo, di un sontuoso vestiario, e si alzarono per andare a
Gerusalemme da Salomone il Re. E quando arrivarono vicino al
luogo dove i cavalli facevano esercitazioni e venivano allenati,
Joas (Benaiah), il figlio di Ydh, and avanti, and nel luogo in
cui era Salomone, e gli disse che [il figlio della Regina] era di
bell'aspetto, e che la sua voce era piacevole, e che gli assomigliava
nelle fattezze, e che tutto il suo essere era oltremodo nobile. E il
Re gli disse: Dov'? Non ti avevo mandato per portarlo da me il
pi velocemnte possibile? E Joas (Benaiah) gli disse: E' qui, lo
porter rapidamente. E Joas (Benaiah) and e disse al giovanotto:
Alzati, o mio padrone, e vieni"; e facendo andare velocemente
Bayna Lehkem egli lo condusse alla Porta del Re. E quando
tutti i soldati lo videro si inchinarono a lui, e dissero: Ecco, Re
Salomone uscito dalla sua dimora. E quando gli uomini che
erano all'interno uscirono, si meravigliarono, e tornando ai loro
posti ancora videro il Re sul suo trono; e dubbiosi andarono di
nuovo fuori e vedendo il giovane uomo erano incapaci di parlare
e di dire alcunch. E quando Joas (Benaiah), il figlio di Ydh,
entr di nuovo per annunciare al Re l'arrivo del giovanotto, non
c'era nessuno in piedi davanti al Re, ma tutto Israele si era
accalcato fuori per vederlo.

Come re Salomone tesse i rapporti con suo figlio


E Joas (Benaiah), il figlio di Ydh, usc e port dentro Bayna
Lehkem. E quando il Re Salomone lo vide egli si alz, gli and
incontro per dargli il benvenuto {con tale entusiasmo che} perse la
fascia del suo abito dalla sua spalla; poi lo abbracci, con le sue
mani appoggiate al suo petto, e baci la sua bocca, e la fronte, e
gli occhi, e gli disse: Ecco, mio padre Davide ha rinnovato la sua
giovinezza ed risorto dai morti. E Salomone il Re si gir verso
coloro che avevano annunciato l'arrivo del giovane, e disse loro:
Voi mi diceste, 'Ti assomiglia,' ma non nella mia statura, ma nella
statura di Davide mio padre nei giorni della sua prima virilit, ed
pi affascinante di me. E Salomone il Re si alz senza indugi, e
and nella sua stanza, e abbigli il giovane con un abito fatto di
una stoffa intessuta doro e con una cintura anchessa d'oro, e
mise una corona sulla sua testa e un anello al suo dito.
E dopo averlo adornato di vesti gloriose che ammaliavano gli
occhi, lo fece sedere sul suo trono, affinch potesse essere uguale,
in rango, a se medesimo. E disse ai nobili e ai funzionari di
Israele: Voi, che tra voi mi trattate con insolenza e dite che io non
ho figli, guardate, questo mio figlio, il frutto generato dal mio
corpo, colui che Dio, il Signore di Israele mi ha dato, quando io
non me lo aspettavo."
E i suoi nobili risposero e gli dissero: Benedetta sia la madre che
ha dato alla luce questo giovane, e benedetto sia il giorno in cui ti
sei unito con la madre di questo giovane. Perch si levato su di
noi dalla radice di Jesse un brillante uomo che sar il re della
posterit della posterit della sua stirpe. Riguardo suo padre
nessuno far domande, e nessuno dir 'Da dove arriva?' E
veramente un israelita della stirpe di Davide, perfettamente
somigliante in forma e aspetto a suo padre; siamo i suoi servi, e
sar il nostro re."
E gli portarono regali, ognuno secondo il proprio rango. E il
giovane prese quell'anello che sua madre gli aveva dato quando
erano rimasti loro due da soli, e disse a suo padre: Prendi questo
anello, e ricorda le parole che dicesti alla Regina, e dacci una
porzione della frangia della coperta del Tabernacolo della Legge di
Dio, cos che potremo adorarla per tutti i nostri giorni, noi, tutti
coloro che sono assogettati a noi, e coloro che sono nel regno della
Regina. E il Re rispose e gli disse: Perch mi dai questo anello
come segno? Senza che tu dovessi

darmi un segno, ho riconosciuto la somiglianza del tuo aspetto a


me stesso, perch tu sei davvero mio figlio."
E il mercante Tmrn parl ancora al Re Salomone, dicendo:
Ascolta, o Re, il messaggio che la tua ancella, la Regina mia
signora, {ti} ha mandato per il mio tramite: 'Prendi questo
giovane, ungilo, consacralo, e benedicilo, e fallo regnare sul tuo
paese, e dagli l'ordine che mai donna regner ancora [in questo
paese], e rimandalo indietro in pace. E la pace sia con la potenza
del tuo regno, e con la tua brillante saggezza. Quanto a me, non
avrei mai desiderato che venisse dove sei tu, ma egli ha talmente
insistito che non ho potuto impedirgli di venire da te. E
oltretutto, temevo per lui nel caso si fosse ammalato durante il
viaggio, o che patisse la sete, o la calura del sole, e {allora} avrei
portato i miei capelli grigi nella tomba con dolore. Io ripongo la
mia fiducia nella sacra e divina Sion, il Tabernacolo della Legge
di Dio, che nella tua saggezza non nasconderai. Perch i tuoi
nobili non possono tornare nelle loro case e guardare con occhio
favorevole i propri figli, in ragione dell'abbondanza di saggezza e
di cibo che tu desti loro, secondo i loro desideri, quando dicono:
La tavola di Salomone meglio per noi che il divertirci e
lappagare noi stessi nelle nostre case. E a causa di questo io, a
causa della mia paura, chiesi protezione {a Sion} affinch tu non
lo trattenessi con te, ma potessi mandarmelo [indietro] in pace,
senza malattia n sofferenze, in amore e in pace, e affinch il mio
cuore potesse gioire nell'averti incontrato.'"
E il Re rispose e gli disse: Oltre a partorirlo e ad allattarlo,
cos'altro deve fare una donna con un figlio? Una figlia appartiene
alla madre, e un ragazzo al padre. Dio maled Eva, dicendo,
'Partorirai con dolore51 e con sofferenza nel cuore, e [dopo] aver
partorito riprenderai il tuo posto accanto a tuo marit; con un
giuramento Egli ha detto, 'Partorisci', e poich ha giurato, il ritorno
a tuo marito [non potr non avvenire]. Quanto a mio figlio, non
lo ridar alla Regina, ma lo far Re di Israele. Perch questo il
mio promogenito, il primo della stirpe che Dio mi ha dato."
Dopodich Salomone mand al giovane la sera e la mattina carni
prelibate, e abiti da cerimonia, e oro e argento. E gli disse: E'
meglio per te abitare qui nel nostro paese con noi, dove la Casa
di Dio, e dove il Tabernacolo della Legge di Dio, e dove Dio
risiede. E il giovane suo figlio gli mand un messaggio, dicendo:
Oro, e argento, e [ricchi] vestiti non sono desiderati nel nostro
paese. Ma sono venuto qui per sentire della tua saggezza, e
vedere il tuo viso, e salutarti, e rendere omaggio al tuo regno, e
fare atto di obbedienza a te, e dopo [presumevo che tu] mi avresti
rimandato da mia madre e al mio paese. Perch nessun uomo
odia il posto in cui nato, e ognuno ama le cose del suo paese
nativo. E anche se tu mi dai carni pregiate a me non piacciono, e
non sono adatte al mio corpo, ma le carni dove sono cresciuto e
diventato forte sono quelle che mi gratificano. E sebbene (il
tuo) paese mi piaccia come pu piacermi un giardino, il mio cuore
non ne ancora appagato; le montagne della terra di mia madre
dove io sono nato sono di gran lunga pi belle alla mia vista. E
quanto al Tabernacolo del Dio di Israele, se lo adoro dove sono,
mi dar gloria, e lo considerer la Casa di Dio che tu hai costruito,
e far offerte e li lo supplicher. E quanto a Sion, il Tabernacolo
della Legge di Dio, dammi [una porzione della] frangia della
coperta che lo copre, e lo adorer con mia madre e con tutti coloro
che sono soggetti alla mia sovranit. Perch la mia Signora la
Regina ha gi scovato tutti coloro che servivano idoli, o che
adoravano strani oggetti, e pietre e alberi, li ha trovati e li ha
portati a Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio. Perch lei ti ha
ascoltato e ha imparato, ed daccordo con le tue parole, e noi
adoriamo Dio."

51 Vedi Genesi 3, 16

E il Re non fu capace di fare in modo che suo figlio acconsentisse


a rimanere [in Gerusalemme] nonostante tutte [le sue persuasioni].

Come Salomone pose domande a suo figlio


E ancora Salomone tenne conversazione con suo figlio quando fu
solo, e gli disse: Perch desideri andare via da me? Cosa ti manca
qui per voler andare nel paese dei pagani? E cos' che ti porta ad
abbandonare il regno di Israele? E suo figlio rispose e gli disse:
E' impossibile per me vivere qui. Anzi, devo andare da mia
madre, e tu mi agevolerai con la tua benedizione. Tu hai un figlio
che migliore di me, si chiama yrbem (Roboamo) che nato
dalla tua moglie legittima, mentre mia madre non tua moglie
secondo la legge."
E il Re rispose e gli disse: Poich parli con questa saggezza,
secondo la legge io stesso non sono il figlio di mio padre Davide,
perch egli prese la moglie di un altro uomo di cui egli caus la
morte in battaglia, e mi gener attraverso di lei52; ma Dio
compassionevole e lo perdon. Chi pi malvagio e stupido degli
uomini? E chi cos compassionevole e saggio come Dio? Dio mi
fece da mio padre, e Lui ti ha fatto da me, secondo la Sua Volont.
E quanto a te, figlio mio, abbi timore del Signore nostro Dio, non
fare nessuna violenza davanti a tuo padre, cosicch nei tempi a
venire tu possa non patire violenza da colui che verr dai tuoi
fianchi, e la tua discendenza possa prosperare sulla terra. Mio
figlio Reboamo un ragazzo di sei anni, e tu sei il mio
primogenito, e sei venuto per regnare e sollevare la lancia di colui
che ti ha generato. Guarda, regno da ventinove anni, e tua madre
venne da me nel settimo anno del mio regno53; e a Dio piacendo,
Egli mi far raggiungere il limite dei giorni di mio padre. E
quando mi riunir con i miei padri, tu salirai suo mio trono, e
regnerai al mio posto, e sarai enormemente benvoluto dagli
anziani di Israele; e organizzer un matrimonio per te, e ti dar
tante regine e concubine quante ne vorrai. E sarai benedetto in
questa terra che avrai ereditato con la benedizione che Dio diede
ai nostri padri, proprio come Egli convenne con No Suo servo, e
con Abramo Suo amico, e con gli uomini giusti e le loro
discendenze dopo di loro sino a Davide mio padre. Tu mi vedi, un
uomo debole, sul trono dei miei padri, e sarai come me dopo di
me, e giudicherai innumerevoli nazioni, e tante famiglie che non si
possono contare. E il Tabernacolo del Dio di Israele apparterr a te
e alla tua discendenza, al quale tu farai offerte e pregherai per
elevarti. E Dio risieder in esso per sempre e ascolter le tue
preghiere da l dentro, e renderai diletto a Dio che li dentro, e i
tuoi ricordi saranno li conservati di generazione in generazione."
E suo figlio rispose e gli disse: O mio signore, impossibile per
me lasciare il mio paese e mia madre, perch mia madre mi fece
promettere sul suo petto che non sarei rimasto qui ma che sarei
tornato da lei presto, e anche che non avrei preso moglie qui. E il
Tabernacolo del Dio di Israele mi benedir ovunque sar, e le tue
preghiere mi accompagneranno ovunque io andr. Ho desiderato
vedere il tuo volto, e sentire la tua voce, e ricevere la tua
benedizione, e adesso io desidero andare da mia madre senza
timori."

Come il Re pens di mandare via suo figlio con i figli dei nobili
E allora Salomone il Re rientr nel suo palazzo, e volle riunirsi
con i suoi consiglieri, i suoi funzionari, e gli anziani del suo regno,
e disse loro: Non riesco ad avere il consenso di questo giovane
[a dimorare qui]. E adesso, ascoltate cosa vi dir. Andiamo,
facciamolo re del

52 Si tratta di Betsabea, moglie di Uria lhittita, generale


dellesercito di Israele (cfr. 2Samuele, 11 e in particolare 12, 24)
53 Approssimativamente nel 963 a.C.

paese d'Etiopia, insieme ai vostri figli; come voi sedete alla mia
destra e alla mia sinistra, allo stesso modo i vostri figli pi
grandi siederanno alla sua destra e alla sua sinistra. Forza, o miei
consiglieri e funzionari, diamo[gli] i vostri primogeniti, e avremo
due regni; io governer qui con voi, e i nostri figli regneranno l.
E confido in Dio che per una terza volta mi dar della
discendenza, e che un terzo re rester con me. Ora Balt.sr, il Re
di Rm, desidera che io dia mio figlio a sua figlia, e farlo con sua
figlia re dell'intero paese di Rm. Perch oltre lei egli non ha altri
figli, e ha giurato che far re solo un uomo che appartenga alla
discendenza di Davide mio padre. E se governiamo laggi avremo
tre regni. Reboamo regner qui su Israele. Perche cos dice la
profezia di Davide mio padre: 'La discendenza di Salomone avr
tre teste regnanti sulla terra.' E manderemo loro preti, e faremo
leggi per loro, e adoreranno e serviranno il Dio di Israele sotto tre
teste reali. E Dio sar pregato dalla razza di Israele Suo popolo, e
sar osannato su tutta la terra, proprio come mio padre scrisse
nel suo Libro, quando disse: 'Dite alle nazioni che Dio il re';54 e
ancora disse, 'Annunciate alla gente le Sue opere, pregateLo e
cantate per Lui'; e ancora disse, 'Lodate Dio con un nuovo canto.
La Sua lode sta nellassemblea dei giusti, Israele si rallegrer nel
suo Creatore.'55 A noi appartiene la gloria della sovranit e
loderemo il nostro Creatore. E le nazioni che servono idoli ci
ammireranno e ci temeranno, e noi diventeremo il loro re, e
loderanno Dio e Lo temeranno. E adesso, venite, facciamo
diventare re questo giovane, e mandiamolo via con i vostri figli,
voi che possedete ricchezza e posizione. A seconda della posizione
e della ricchezza che voi possedete, i vostri figli [comanderanno]
laggi. Comprenderanno l'ordinamento della regalit, li
nomineremo secondo le nostre leggi, e li dirigeremo e daremo loro
ordini e li manderemo per regnare laggi."
E i preti, e gli ufficiali, e i consiglieri risposero e gli dissero:
Manda il tuo primogenito, e noi manderemo anche i nostri figli
secondo il tuo desiderio. Chi pu resistere al comandamento di
Dio e del re? Sono servi tuoi e della tua discendenza come hai
proclamato. Se tu lo desideri, tu puoi venderli e le loro madri
essere schiave; non da noi trasgredire i tuo comandi e il
comando del Signore tuo Dio. E poi si adoperarono per preparar
loro (cio ai loro figli) ci che era necessario, e per mandarli nel
paese d'Etiopia, cos che potessero regnare e dimorare l per
sempre, loro e la loro discendenza di generazione in generazione.

Come fecero Re il figlio di Salomone


E prepararono l'unguento dell'olio della regalit, e i suoni del
grande corno, del piccolo corno, del flauto e del piffero, dell'arpa
e del tamburo riepirono l'aria; e la citt risuon di pianti di gioia e
contentezza. E portarono il giovane nella cella sacra, il Sancta
Sanctorum56
{del Tempio}, dove si adagi sui corni dell'altare57, e la sovranit
gli fu data dalla bocca di Zadok il sacerdote, e dalla bocca di Joas
(Benaia) il sacerdote, comandante dell'esercito del Re
Salomone58, che lo unse con l'olio santo dell'unguento della
regalit. E usc dalla casa del Signore, e lo chiamarono Davide,
perch il suo nome di re venisse a lui dalla legge. E lo fecero
salire sul mulo del Re Salomone, e lo portarono in giro per la citt,
e dissero: Ti abbiamo nominato da questo momento"; e dopo
piansero per lui: Bh. [Lunga] vita al padre reale! E c'erano
alcuni che dicevano: E' appropriato e giusto che il tuo dominio
dEtiopia andr dal Fiume d'Egitto a occidente del sole (cio a
dove tramonta il sole); benedetta sar

54 Cfr. Salmi, 95.


55 Cfr. Salmi, 96.
56 La parte pi interna, e quindi sacra, di un tempio.
57 Laltare ebraico era dotato di quattro sporgenze, una per ogni
angolo, chiamata corno, di valore ornamentale (cfr. anche 1Re,
1,50)
58 Benaia era il comandante in capo dellesercito di Salomone,
cfr. 1Re 2, 35 e 4, 4.

la tua discendenza sulla terra! e dallo Scioa59 fino a oriente


dell'India, perch tu sarai benvoluto [dalle genti di queste terre]. E
il Signore Dio di Israele sar per te una guida, e il Tabernacolo
della Legge di Dio sar con tutto quello che tu guarderai con
occhio favorevole. E tutti i tuoi nemici e avversari saranno gettati
ai tuoi piedi, e termine e compimento spetter a te e alla tua
discendenza dopo di te; giudicherai molte nazioni e nessuna
giudicher te".
E suo padre lo bened di nuovo e gli disse: La benedizione del
cielo e della terra siano il tuo dono, E tutto il popolo di Israele
disse: Amen. E suo padre disse a Zadok il sacerdote: Fa in
modo che sappia e digli della decisione e della deliberazione di
Dio che lui dovr osservare laggi[in Etiopia].

Come Zadok il Gran Sacerdote impart ordini a re Davide


E il Sacerdote Zadok rispose e disse al giovane: Ascolta ci che ti
dir. Se lo eseguirai vivrai in Dio, ma se non lo farai Dio ti
punir, e la tua diventer la pi piccola di tutte le nazioni, e sarai
sgominato dai tuoi nemici. Dio volter il Suo sguardo lontano da
te, e tu ne sarai costernato, triste e addolorato nel tuo cuore, e il
tuo riposo non sar un riposo ristoratore n salutare. Ascolta la
parola di Dio ed eseguila, e non deviare n a destra n a sinistra
rispetto a quanto noi ti comandiamo questo giorno; e non servirai
altro dio. Se non ascolterai la parola di Dio, allora ascolta tutte le
maledizioni qui {di seguito} menzionate che cadranno su di te.
Maledetto sarai nei campi, maledetto sarai in citt. Maledetto sar
il frutto della tua terra, maledetto sar il frutto del tuo ventre, e
tutti i tuoi buoi, e le tue greggi. E Dio mander su di te carestia e
pestilenza, Egli distrugger ci su cui hai posto la tua mano,
finch alla fine Egli distrugger te, perch tu non hai dato ascolto
alla Sua parola. E i cieli che sono su di te diventeranno color
dellambra, e la terra sotto di te diventer color del ferro; e Dio
far in modo che la pioggia [che dovrebbe cadere sulla] tua terra
sia soltanto oscurit, e polvere scender dal cielo su di te finch
non ti avr ricoperto e distrutto. E verrai sconfitto in battaglia
davanti ai tuoi nemici. Tu andrai avanti per attaccarli da una via, e
in sette modi prenderai a volare davanti ai loro volti, e sarai
dirottato {da loro}; e il tuo cadavere diventer cibo per luccello
del cielo, e non ci sar nessuno per seppellirti.
E Dio ti punir con afflizioni (lebbra) e devastanti malanni, con la
febbre che distrugge, e con le punizioni (piaghe) dEgitto, con
cecit e terrore nel cuore; e brancolerai di giorno come un cieco
nelloscurit, e non troverai nessuno per aiutarti nel [tuo] dolore.
Prenderai moglie, e un altro uomo la porter via da te con la
forza. Costruirai una casa, e non vi abiterai. Pianterai un vigneto
e non ne raccoglierai gli acini. Uomini trucideranno i tuoi grassi
buoi davanti ai tuoi occhi, e non mangerai la loro carne. Uomini
strapperanno via il tuo asino e non te lo riporteranno. Le tue
pecore correranno verso {i tuoi} schiavi e verso i tuoi nemici, e
non troverai nessuno ad aiutarti. E i tuoi figli e le tue figlie
seguiranno altre persone, e vedrai con i tuoi propri occhi come
verranno puniti, e non potrai fare nulla. Un nemico che non
conosci divorer il frutto della tua terra e del tuo lavoro, e tu non
potrai impedirlo; diventerai un uomo sofferente e sfortunato.
Allo spuntar del giorno dirai Vorrei che scendesse la notte! e
quando giunger la notte tu dirai Vorrei che fosse gi giorno!.
Tale sar tua paura. [Tutte queste cose ti accadranno] se tu non
darai ascolto alla parola del Signore. Ma se tu veramente darai
ascolto alla parola del Signore ascolta! la bont del Signore ti
trover, e governerai le terre dei tuoi nemici, ed

59 Regione dellEtiopia.

erediterai eterna gloria dal Signore Dio di Israele, Che governa


ogni cosa. Poich Egli onora chi Lo onora, Egli ama chi Lo ama,
poich Egli il Signore della vita e della morte, Egli dirige e
governa tutto il mondo con la Sua saggezza, il Suo potere, e il Suo
[potente] braccio.

Riguardo la benedizione dei Re


Ascolta adesso la benedizione che scender su di te, se farai la
Volont di Dio. Sarai benedetto in tutti i modi, benedetto sarai in
citt, benedetto sarai nei campi, benedetto sarai in casa, benedetto
sarai fuori di essa, e benedetti saranno i frutti del tuo ventre.
E tutti insieme i predetti, Amen.
Benedetti saranno i frutti della tua terra. Amen. Benedette saranno
le sorgenti delle tue acque. Amen. Benedetti saranno i frutti che tu
hai piantato. Amen.
Benedetti saranno le mandrie dei tuoi buoi e tutte le tue greggi.
Amen. Benedetti saranno i tuoi granai e i tuoi fienili. Amen.
Benedetto sarai nel tuo venire. Amen. Benedetto sarai nel tuo
andare. Amen.
E Dio prender i tuoi nemici che sono insorti contro di te, e
verranno schiacciati sotto i tuoi piedi. Amen.
E Dio mander le Sue benedizioni sulle tue case e su tutto ci che
hai posto nella tua mano. Amen.
E Dio moltiplicher per te le cose buone, soprattutto i figli del tuo
corpo, i prodotti della tua terra, e le nascite tra le tue greggi e le tu
mandrie. Amen.
E nella terra che Egli ha giurato [di dare] ai tuoi padri, Egli ti far
doni secondo i giorni del cielo. Amen.
E Dio aprir per te la sporta delle benedizioni del cielo, ti mander
pioggia benedetta e benedir i frutti delle tue fatiche. Amen.
Farai prestiti a molta gente, ma non prenderai in prestito. Amen.
Governerai su molte nazioni, ma loro non governeranno te. Amen.
Dio ti metter alla testa e non alla coda, sarai in cima e non al
fondo. Amen.
E raccoglierai insieme ogni benedizione della terra per le tue
greggi e le tue mandrie, e metterai a sacco le nazioni per il tuo
esercito, e si prostreranno a te con la faccia a terra, alla tua
sovranit, a causa della grandezza della tua gloria. Il tuo onore si
alzer come il cedro e come la Stella del Mattino, il fulgore della
tua gloria sar davanti a tutte le nazioni della terra e davanti a
ogni trib del tuo popolo, Israele.
Perch Dio sar con te in tutti i modi, ed Egli eseguir il tuo volere
in tutto ci che deciderai. Ed erediterai i paesi dei tuoi nemici, e la
grandezza del tuo popolo sar lodata per la grandezza della tua
imponenza e per la moltitudine di tuoi soldati.
E tutti coloro che non faranno la Volont di Dio ti temeranno
perch tu fai la Sua Volont e Lo servi, e quindi Egli ti dar
grande maest alla vista di coloro che ti vedranno. I loro cuori
tremeranno davanti alle briglie dei tuoi cavalli, al vibrare del tuo
arco, allo scintillio del tuo

scudo, e si prostreranno faccia a terra, e i loro cuori saranno


terrorizzati alla vista della tua maest. E quando coloro che stanno
sulle montagne ti vedranno da lontano scenderanno al piano, e
coloro che sono sui mari e nelle acque profonde verranno a riva,
cos che il Signore possa consegnarli nelle tue mani, perche essi
hanno trasgredito il comando di Dio. E tu, quando farai la Sua
Volont, riceverai da Lui tutto ci che avrai chiesto; perch se tu
lo amerai Egli ti amer, e se seguirai i Suoi comandamenti Egli
soddisfar le richieste del tuo cuore, e tutto ci che cercherai lo
riceverai da Lui. Perch Egli il Buono fra i buoni, e il
Compassionevole tra i compassionevoli, Egli fa la volont di chi
Lo teme, Egli da ricompense a coloro che Lo aspettano
pazientemente.
Sii paziente e non iracondo, e alla fine Egli ti far gioire; ama con
rettitudine ed Egli far fiorire la vita in te. Sii un uomo buono tra i
buoni, e ammonisci i peccatori. E allontana la cattiveria del
malvagio rimproverandolo e correggendolo, e condanna e
svergogna l'uomo peccaminoso che fa violenza sul suo prossimo
in tribunale. E rendi giustizia al povero e allorfano, e liberalo
dalla mano di colui che gli causa sofferenza. Salva colui che
abbandonato e colui che in miseria, e affrancalo dalla mano di
colui che gli procura sofferenza. Non giudicare con parzialit, e
non avere sudditanza delle persone, ma giudica con rettitudine.
Quando ti accingi a giudicare, non richiedere donativi (cio
regalie) e non assentire a nessuno. E ammonisci i tuoi governatori
(giudici) che non dovranno accettare regali, e, nel giudicare, non
dovranno assentire ai loro amici, o ai loro nemici o ai ricchi o ai
poveri; cos essi sicuramente giudicheranno il loro prossimo in
rettitudine, e con un equo giudizio.

Riguardo i Dieci Comandamenti


"E ascolta, Israele, che ci che Dio ti ha comandato lo devi
mantenere; Egli dice 'Io sono il Signore tuo Dio, Colui che ti ha
portato fuori dalla terra d'Egitto e fuori dalla casa della schiavit.
Non avrai altro dio all'infuori di Me, e non creerai dei di pietra, o
dei simili a quelli che sono nei cieli pi alti, o sottoterra, o
nell'acqua che sta sottoterra. Non ti prostrerai a loro, e non li
servirai, perch Io sono il Signore tuo Dio e sono un Dio geloso.
[Io sono Colui] Che punisce coloro che Mi odiano fino alla terza e
quarta generazione, e sono misericordioso verso coloro che Mi
amano e seguono i Miei comandamenti per migliaia (o decine di
migliaia) di generazioni.
Non darai falsa testimonianza nel Nome del Signore tuo Dio,
perch il Signore non riterr innocente luomo che da falsa
testimonianza in Suo Nome. Osserva il giorno del Sabato e
santificalo, come il Signore tuo Dio ha comandato. Sei giorni li
userai per lavorare, e al settimo giorno, il Sabato del Signore tuo
Dio, non dovrai per nulla lavorare, n tu, n i tuoi figli, n le tue
figlie, n i tuoi somari, n alcuna bestia, n lo straniero che dimora
con te. Perch in sei giorni Dio fece i cieli e la terra, e il mare e
tutte le cose che sono in essi, e si ripos il settimo giorno, e cos
Dio bened il settimo giorno e lo dichiar libero [dal lavoro].
Onora tuo padre e tua madre in modo che ti possano essere
favorevoli i molti giorni che passerai nella terra che il Signore tuo
Dio ti ha concesso.
Non andrai con la moglie di un [altro] uomo. Non ucciderai una
donna.
Non fornicherai.
Non ruberai.
Non darai falsa testimonianza contro il tuo prossimo.

Non dovrai desiderare la moglie del tuo vicino, n la sua casa, n


la sua terra, n il suo servitore, n la sua domestica, n il suo bue,
n il suo bestiame, n il suo asino, n alcuna altra bestia che il
tuo vicino ha acquistato."
Questa la parola che Dio ha detto, la Sua Legge e il Suo Decreto.
E coloro che peccano Egli rimprovera, affinch essi non possano
pi cadere in errore, e possano risparmiarsi dalla corruzione che a
Dio non gradita. Questa la cosa che Dio non gradisce, ed
giusto che gli uomini si astengano da ci.
"Nessun uomo scoprir la vergogna di uno che fa parte della sua
parentela; Io sono il Signore Dio tuo. Non scoprirai la vergogna
di tuo padre e di tua madre, perch tua madre. Non scoprirai la
vergogna della moglie di tuo padre, perch la vergogna di tua
madre. Non offenderai il pudore di tua sorella che fu generata da
tuo padre o da tua madre. Se nata da lui da fuori60 o se della
tua famiglia non offenderai il suo pudore. Non offenderai il pudore
della figlia di tuo figlio, o quello della figlia di tua figlia, perch
il tuo stesso pudore. Non offenderai il pudore della figlia della
moglie di tuo padre, perch tua sorella, la figlia di tua madre, e
non ne offenderai il pudore. Non offenderai il pudore della sorella
di tuo padre, perch lei della casa di tuo padre. Non offenderai il
pudore della sorella di tua madre, perch lei della casa di tua
madre. Non offenderai il pudore della moglie del fratello di tuo
padre, perch lei una tua parente. Non offenderai il pudore della
moglie di tuo figlio, perch lei la moglie di tuo figlio. Non
offenderai il pudore di tua figlia e della moglie del figlio di tuo
fratello, perch il tuo stesso pudore.
Non offenderai il pudore della moglie di tuo fratello, perch il
pudore di tuo fratello fino a quando lui vivr. Non offenderai il
pudore di una donna n quella di sua figlia, nemmeno quello della
figlia di suo figlio, nemmeno quello della figlia di sua figlia.
Eviterai di offendere il loro pudore; la tua casa ed peccato.
E non prenderai come mogli una vergine e sua sorella, per non
farle ingelosire luna dellaltra, e non offenderai il loro pudore, e
nemmeno il pudore delluna finch laltra sar viva. Non andrai
con una donna mentre nel ciclo mestruale, finch non si sar
purificata, per scoprire la sua vergogna mentre ancora impura.
Non andrai con la moglie del tuo vicino per giacere con essa, e
non farai entrare il tuo seme in lei. Non consacrerai i tuoi figli a
Moloch per profanare il Nome del Santissimo, il Nome del
Signore. E non ti congiungerai carnalmente con uomini n donne,
poiche ci corruzione.
E non andrai con una bestia n giacerai con essa per spargere il
tuo seme su di lei, affinch tu non venga corrotto da ci. E una
donna non dovr andare con una bestia e giacere con essa perch
ci corruzione. E non contaminerete voi stessi con nessuna di
queste cose, perch con esse le nazioni che Io ho condotto a voi
hanno corrotto loro stesse, e con esse voi non corromperete i vostri
corpi.
E consacrate le vostre anime e anche i vostri corpi a Dio, perch
Egli il Santissimo, ed Egli ama coloro che consacrano le proprie
anime e i propri corpi a Lui. Perch Egli santo, temuto, Egli
alto, e misericordioso, e compassionevole. E a Lui sia ogni lode
per sempre nei secoli. Amen."

Come gli uomini dell'esercito di Israele ricevettero ordini


E la citt gio perch il Re aveva incoronato Re suo figlio, e dal
suo territorio lo aveva nominato Re dellaltro. Ma la citt si
addolor perch il Re aveva ordinato che essi

60 Cio, se stata adottata.


avrebbero dovuto dare i loro figli che erano chiamati
"primogeniti". E i figli di coloro che sedevano alla destra del Re
Salomone si sarebbero seduti alla destra di suo figlio Davide, il
Re di Etiopia; e i figli di coloro che sedevano alla sinistra di Re
Salomone si sarebbero seduti alla sinistra di suo figlio Davide, il
Re di Etiopia; e il loro rango sarebbe stato come quello dei loro
padri, e i loro nomi sarebbero stati come quelli dei loro padri. E
ognuno sarebbe stato secondo quanto decretato {dal Re
Salomone}, secondo la sua grandezza e secondo la propria
autorit, e secondo le sue entrate economiche, e secondo il proprio
rango; tutto questo secondo saggezza. Quanto Salomone fece ai
suoi nobili, cos Davide far ai suoi nobili; e come Salomone ha
decretato ai suoi governatori cos Davide organizzer la sua casa.
I nomi di coloro che furono scelti per essere mandati in Etiopia
erano questi:

'Azrys (Azaria), figlio di Zdk, il gran sacerdote;


'lys, figlio di 'Arn l'arcidiacono, il cui padre era l'arcidiacono
di Nathan il profeta; 'Adrm, figlio di Ardrnes, capo del
popolo;
Fanr, figlio di Sb, funzionario dei tori61; Aknhl, figlio di
Tfl il giovane; Smnys, figlio di Aktlam, larchivista;
Firs, figlio di Ny, comandante dei guerrieri, vale a dire il
comandante delle truppe; Lwnds, figlio di Akr, comandante
delle reclute;
Ftn, filglio di Adry, comandante della flotta; Mtn, figlio
di Benys, ciambellano di corte; Adaraz, figlio di Krm, addetto
agli ornamenti; Dalakm, figlio di Mtrm, comandante dei
cavalieri; Adarys, figlio di Ndrs, comandante della fanteria;
Awstrn, figlio di Ydd, portatore della gloria; Astarayn,
figlio di As, messaggero di palazzo (?); m, figlio di Mattys,
comandante dellesercito (?); Mkr, figlio di Abs, giudice di
palazzo;
Abs, figlio di Krys, funzionario delle tasse (decime?); Lk
Wendeys, figlio di Nlenteys, giudice dellassemblea; Krm,
figlio di Had.nys, capo degli operai reali;
Sernys, figlio di Akzl, amministratore della casa del Re.

Questi sono tutti coloro che furono dati a Davide, re dEtiopia, il


figlio di Salomone, re di Israele. E Salomone gli diede anche
cavalli, cocchi, cammelli atti alla cavalcata, muli e carri {a quattro
ruote} per trasportare i carichi, oro e argento, e splendidi abiti,
bisso62, porpora,

61 Dodici tori, che simboleggiavano le dodici trib di Israele, che


sostenevano la fonte che Salomone aveva fatto costruire nel
tempio a uso dei sacerdoti.
62 Tela di lino molto fine, tipica dellEgitto.

gemme, perle e pietre preziose; e diede a suo figlio tutto ci che


avrebbe desiderato avere nel paese d'Etiopia.
Erano pronti a partire, e [sebbene] c'era grande gioia tra i nobili
del Re dEtiopia, c'era tristezza tra i nobili del Re di Israele,
perch a causa del figlio primogenito di Salomone, Re di Israele,
vale a dire il Re di Etiopia, i figli primogeniti dei nobili di Israele
erano stati mandati a governare il paese d'Etiopia, con il figlio di
Salomone il Re. Cosicch essi si riunirono e piansero, insieme ai
loro padri, alle loro madri, ai loro congiunti e ai loro parenti,
alle loro genti e ai loro compatrioti. E segretamente maledicevano
il Re e lo insultavano perch aveva tolto loro i figli contro la loro
volont. Ma al Re dissero: Se questa la causa hai agito bene.
La tua saggezza cos grande che il regno di Israele, per Volont
di Dio e per la tua saggezza, si esteso nel paese d'Etiopia. E Dio
riunir tutti gli altri regni [del mondo] nelle tue mani, perch tu hai
la mente giustamente rivolta a Dio, e desideri che essi servano il
Dio di Israele, e che gli idoli possano scomparire dal mondo. E lo
lodarono e gli dissero: Adesso sappiamo che Dio si riferiva a te
quando parl al nostro padre Abramo [quando Egli disse], 'Nella
tua stirpe tutte le nazioni della terra saranno benedette.'"
E cercarono di fare delle facce felici, e celiarono con lui, e lo
lodarono sopra ogni cosa (cio in maniera smaccatamente
esagerata) per la sua saggezza. E quando gli dissero queste cose,
egli li cap nella [sua] saggezza, e li toller pazientemente; ora Dio
ci sopporta pazientemente conoscendo tutti i nostri peccati. E
l'intera terra, i cieli, i confini del mondo, il mare e le terre emerse,
sono il regno di Dio. Egli giudica. Egli ha dato la terra al monarca
per essere a lui soggetta, che pu quindi giudicare (o governare),
come Egli fa, coloro che fanno del male cos che possa ricambiarli
con il male, e coloro che fanno del bene cos che egli possa
ricompensarli con il bene. Perch lo Spirito di Dio riposa nel cuore
del re, e le Sue mani sono nella sua mente, e la Sua conoscenza
nella sua capacit di intendere.

Come non sia decoroso oltraggiare il Re


Ora non decoroso oltraggiare il Re, perch egli l'unto del
Signore. Non decoroso e nemmeno bene. Se egli fa ci che
buono non patir perdite in tre campi: PRIMO, Dio rovescer i
suoi nemici, e non sar catturato dalla mano del nemico.
SECONDO, Dio lo far regnare con Lui e con la Sua rettitudine, e
e lo far sedere alla Sua destra. TERZO, Dio lo far regnare sulla
terra con gloria e letizia, e diriger il suo regno al suo posto, e far
cadere le nazioni sotto i suoi piedi.
E se egli tratter Dio con leggerezza, e non far ci che buono, e
non camminer sul sentiero della rettitudine, Dio operer come
Gli piacer contro di lui; sulla terra Egli far in modo che i suoi
giorni siano pochi, e in cielo (sic) la sua dimora sar la residenza
dello Shel63, con il Diavolo. E sulla terra non godr n di salute
n di allegria [e vivr] nella paura e nel terrore, senza pace e con
turbamento.
Non bene che coloro che sono sotto il dominio di un re gli
manchino di rispetto, perch il castigo appartiene a Dio. Ora i preti
sono come i profeti, anzi meglio dei profeti, perch i misteri sono
dati a loro, cos che possano afferrare il sole della rettitudine,
mentre i Serafini, che sono stati creati dal fuoco, sono solo capaci
di afferrare i misteri con la lingua.
Poich i preti Egli li ha nominati "sale", e perdipi, Egli ha
chiamato i preti "lumi E anche "luci del mondo", e anche "il sole
che illumina le tenebre", Cristo, il Sole della rettitudine, risiede nei
loro cuori. E un prete, che ha in s lintelligenza delle cose,
biasima il re per quanto ha visto; e per ci che non ha visto Dio
indagher, e non c' nessuno che pu

63 Linferno ebraico.

chiamarLo per renderne conto. Inoltre, la gente non deve


oltraggiare i vescovi e i preti, perch essi sono i figli di Dio e gli
uomini della Sua casa, e per questa ragione devono biasimare [gli
uomini] per i loro peccati ed errori. E tu, o prete, se vedi il peccato
in un uomo celebre, non esitare a rimproverarlo; non lasciare che
spada o esilio ti impauriscano. E ascolta adesso com'era adirato
Dio con Isaia perch non rimprover Re 'zyn (Ozia). E ascolta
anche ci che riguarda Samuele il Profeta, come rimprover
Saul64 il re, non essendo in alcun modo impaurito da lui, e come
separ il suo regno [da lui] con la sua parola; e [ascolta anche]
come Elia [rimprover] Ahab65. Quindi, non aver paura,
rimproveralo e insegnagli a non trasgredire.
Israele in passato oltraggi i suoi re, e incit i suoi profeti allira, e
in tempi recenti crocifisse il Salvatore. Ma crediamo che i
cristiani risiedano in pace, senza malanni o sofferenze, senza odio
e colpa, con il nostro re66 che ama Dio e che non rimuove dal suo
cuore le cose della rettitudine, n la fede nelle Chiese e nei
credenti. E i suoi nemici saranno dispersi dal potere della Croce di
Ges Cristo.

Come coloro che furono mandati via piansero e fecero un piano


E i figli dei nobili di Israele, a cui era stato ordinato di partire con
il figlio del Re, tennero consiglio fra loro, dicendo: Cosa faremo?
Abbiamo lasciato il nostro paese, il luogo dove siamo nati, i nostri
parenti e la gente delle nostre citt. Ora, venite, stabiliamo un
patto solo tra di noi, del quale i nostri parenti non sappiano nulla,
che noi ci vorremo bene gli uni con gli altri in quel paese:
nessuno si affretter o induger qui, e non dovremo aver paura n
avere dubbi. Perch Dio qui, Dio laggi, e possa essere fatta la
Sua Volont! E a Lui sia lode, nei secoli dei secoli, Amen.
E Azrys e lmys, figli di sacerdoti risposero: Non lasciate
che laltra questione quello dellavversione dei nostri parenti ci
causi afflizione, ma rammarichiamoci a motivo di nostra Signora
Sion, perch da lei che ci stanno separando. Perch in lei ci
hanno raccomandato a Dio, e labbiamo servita fino a questo
giorno; addoloriamoci perch ci hanno costretto a lasciarla. E a
causa sua e a motivo di questo che essi hanno espressamente
causato il nostro pianto. E gli altri risposero e gli dissero: In
verit lei la nostra Signora e la nostra speranza, il nostro oggetto
di vanto, e siamo cresciuti sotto la sua benedizione. Come
possibile per noi abbandonare Sion, la nostra padrona?
Perch noi le siamo stati dati. E cosa faremo? Se resistiamo al suo
comando, il Re ci uccider, e poi noi siamo incapaci di trasgredire
la parola dei nostri padri o lordine del Re. Cosa faremo riguardo
Sion la Nostra Signora?
Allora Azrys, il figlio Zadok il sacerdote, rispose dicendo: Vi
consiglier sul da farsi. Ma fate un patto con me fino alla fine dei
vostri giorni; giuratemi che non lo ripeterete sia che viviamo sia
che moriamo, se saremo fatti prigionieri o se ce ne andremo via
[senza essere ostacolati]. Ed essi giurarono a lui nel Nome del
Signore Dio di Israele, e per la divina Sion, il Tabernacolo della
Legge di Dio, e per quanto Dio aveva promesso ad Abramo, e per
la purezza ed eccellenza di Isacco, e per laver fatto Lui arrivare li
Giacobbe e dargli in eredit una terra in cui era straniero, e al suo
seme dopo di lui.
Dopo che loro ebbero cos giurato, lui rispose dicendo: Andiamo
ora, portiamo [con noi] nostra Signora Sion; ma come la
porteremo? Io vi mostrer come. Eseguite il mio piano e se
64 Vedi 1 Samuele, 15.
65 Acab, o Acabbo. Cfr. 1 Re, 17.
66 Il nome del re regnante doveva essere aggiunto dal copista.

Dio vuole potremo portare la nostra Signora con noi. Se gli altri
verranno a conoscenza dei nostri piani e ci uccideranno, questo
non ci deve preoccupare, perch noi moriremo a causa di nostra
Signora Sion.
Ed essi si alzarono, baciarono la sua testa, il suo viso e i suoi
occhi, e gli dissero: Faremo tutto quello che ci hai raccomandato
di fare; sia che noi moriamo sia che viviamo, saremo con te per
amore di nostra Signora Sion. Se moriremo non ci causer
dispiacere, e se vivremo sia fatta la Volont di Dio!
E uno di loro, il figlio di Yas (Benaiah), il cui nome era Zaccaria,
disse: Io non posso rimanere seduto a causa della grande felicit
che nel mio cuore. Dimmi ancora, puoi davvero portarla via,
non una bugia? Tu puoi andare nella Casa del Signore, al posto
di tuo padre Zadok, le chiavi sono sempre nelle tue mani. Ma
pondera bene quello che ti consigliamo di fare prima che essi si
riprendano le chiavi dalle tue mani. Tu conosci le segrete
aperture (o finestre) che Re Solomone ha fatto costruire; ma
nessuno dei sacerdoti pu entrare a parte tuo padre una volta
allanno, al fine di offrire sacrifici nella cella sacra, il Sancta
Sanctorum del Tempio, da parte sua e del popolo. Pensa, valuta
bene e non dormire riguardo il tuo desiderio di portar via Sion.
Noi partiremo con lei non appena sar stata affidata alle nostre
cure, noi gioiremo ma i nostri padri piangeranno quando arriver
con noi nel paese dEtiopia.
E Azrys rispose loro: Fate quello che vi dico, e avremo
successo. Datemi ognuno dieci didracme,67 io le dar ad un
falegname in modo che possa rapidamente prepararmi buone assi
di legno per soldi le fisser insieme molto rapidamente
dellaltezza, della larghezza, della lunghezza e delle dimensioni
della nostra Signora [Sion]. Io stesso gli dar le dimensioni, e gli
dir Prepara per me assi di legno per una struttura (?), cosicch io
possa fare da esse una zattera; perch stiamo per partire per un
viaggio per mare, e nelleventualit che la nave affondi sar in
grado di salire sulla zattera e cos ci salveremo dai marosi. Poi,
prender la struttura {dellArca} senza che le assi di legno di cui
fatta siano fissate a essa, queste le riassembler in Etiopia. Le
deporr nella dimora di Sion, le orner con gli stessi drappeggi di
Sion, prender Sion e scaver una buca nel terreno, e vi metter
Sion, fino a quando non partiremo per portarla con noi laggi.
Non dir di questo al re {il figlio di Salomone loro re} finch non
saremo arrivati lontano.
E ognuno di loro gli diede dieci didracme, e tutti questi soldi
ammontavano a centoquaranta didracme68, li prese e li diede a un
falegname, che subito fece un bel lavoro prendendo a modello i
resti del legno del santuario, e Azrys ne fu contento, e lo mostr
ai suoi confratelli.

Come elaborarono un piano riguardante Sion


E mentre Azrys era addormentato la notte l'Angelo del Signore
gli apparve, e gli disse: Prendi con te quattro capre, ognuna
dellet di un anno saranno per i vostri peccati, tuoi, di
'lmeys, di 'Abs e di Mkr e quattro pecore incontaminate,
anch'esse di un anno, e un bue al quale nessun giogo sia mai stato
messo. Tu offrirai il bue in sacrificio al suo (di Sion) lato orientale,
e le pecore e le capre a destra, a sinistra e al lato occidentale di
essa, che vicino alluscita. E il tuo Signore Davide parler a
Salomone il Re e gli dir, 'Una cosa ti chiedo, O Padre, vorrei
offrire un sacrificio alla citt santa di Gerusalemme, e alla mia

67 Cio una doppia dracma. Pari a due dracme o mezzo shekel,


era una moneta dargento che veniva pagata come tassa del
Tempio.
68 Quindi, i congiuratierano solo quattordici dei ventuno figli
dei notabili di Israele cui era stato ordinato di seguire il figlio di
Salomone in Etiopia, cfr. il cap. 43.

Signora Sion, il sacro e divino Tabernacolo della Legge di Dio.' E


Salomone gli dir, 'Fa pure.' E Davide gli dir, 'Permetti al figlio
del sacerdote di offrire il sacrificio da parte mia, come lui sa; e ti
dar questo ordine, e offrirai il sacrificio. E porterai via il
Tabernacolo della Legge di Dio dopo che avrai offerto il sacrificio,
e io ti mostrer anche come dovrai fare per rispettarlo e per
portarlo fuori; perch ci viene da Dio. Israele ha provocato la
collera di Dio, e per questa ragione Lui far che il Tabernacolo
della Legge di Dio si allontani da esso."
E quando Azrys si svegli dal suo sogno si rallegr
enormemente, e il suo cuore e la sua mente erano chiare, e
ricordava ogni cosa che l'Angelo di Dio gli aveva mostrato nella
notte, e come lavesse segnato [con il segno della Croce], e gli
avesse dato forza e lo avesse rincuorato. E and dai suoi
confratelli, e quando si furono radunati tutti insieme disse loro
tutto ci che l'Angelo di Dio gli aveva mostrato: come il
Tabernacolo della Legge di Dio gli sarebbe stato dato, e come Dio
avrebbe chiuso il Suo occhio riguardo il regno di Israele, e come
la sua gloria sarebbe stata data ad altri, e come essi stessi
avrebbero portato via il Tabernacolo della Legge di Dio, e come
essi si sarebbero impadroniti del regno di Salomone
con l'eccezione di due "bastoni"69, e come non sarebbe stato
lasciato a yrbem (Reboamo) suo figlio, e come il regno di
Israele sarebbe stato diviso. E [Azrys disse]: Gioite con me.
Io gioisco perch ci mi stato mostrato; perch la grazia del
loro sacerdozio e del loro regno partir con noi, e avverr grazie
alla Volont del Signore. Cos mi disse lui (l'Angelo). E ora venite,
e andiamo a raccontarlo a Davide nostro Signore cos che possa
dire a suo padre, 'Offrir un sacrificio.'"
E andarono e raccontarono [a Davide, il figlio di Salomone] e lui
gio, e spinse Yas (Benaia), il figlio di Ydh, a venire da lui
perch egli potesse inviarlo da suo padre, e lui venne. E Davide lo
mand da suo padre Salomone e gli disse {da parte di Davide}:
Mandami via, perch partir per il mio paese, con tutto ci che la
tua bont mi ha concesso; e possano le tue preghiere
accompagnarmi sempre ovunque andr. Ma adesso c' una
supplica che vorrei farti, se per caso avessi trovato grazia presso
di te, non volgere la tua faccia lontano da me. Perch io, tuo
servo, sto per partire, e spero di offrire il sacrificio di
propiziazione (salvezza) per i miei peccati in questa tua santa citt
di Gerusalemme e di Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio. E
la pace [sia] con la tua maest."

Riguardo allofferta propiziatoria di Azrys (Azaria) e del Re


E Ys (Benaia), il figlio di Ydhe, and e parl al Re Salomone,
ed il Re fu felice di ci e ordin loro di preparare l'altare dei
sacrifici in modo che suo figlio potesse fare un sacrificio. Ed egli
{re Salomone} port e gli diede quello che aveva promesso a Dio,
cento tori, cento buoi, diecimila pecore, diecimila capre, e dieci
capi di ogni tipo di animale commestibile, e dieci per ogni tipo di
uccello puro, cos che egli potesse offrire libagioni e sacrifici al
Dio di Israele; e venti sh.al d'argento di ottima farina bianca,
ciascuno del peso di dodici shekel70 e quaranta cestini di pane.
Tutte queste cose Re Salomone don a suo figlio Davide. E di
nuovo Davide mand un messaggio dicendo: Sia Azrys il
sacedote a celebrare il sacrificio da parte mia"; e Salomone gli
disse: Fa come desideri". E Azrys si rallegr di questa cosa, e
and e prese dalla mandria di suo padre un bue al quale non era
mai stato imposto il giogo, quattro giovani capretti di un anno e
quattro candidi agnellini di un anno. Ed il Re and a celebrare il
sacrificio, ed i sacedoti si prepararono, e dei poveri furono
radunati, e gli uccelli del cielo gioirono ed essi tutti si sentirono
uniti e in grande gioia quel giorno. E Azrys un
69 Un bastoneera una linea di discendenza minore di una trib.
70 Siclo, in italiano. Era ununit di peso pari a 180 grani, circa 15
grammi. La farina bianca offerta fu pari, in totale a circa 3 Kg e
mezzo. Potrebbe sembrare poco, ma a quei tempi la farina era
grezza, e quella bianca prevedeva diversi passaggi al setaccio.

(le sue offerte) a quelle del Re, e celebr il sacrificio con suo
vasellame, proprio come l'Angelo di Dio gli aveva ordinato di
fare quella notte. E poi, dopo aver offerto i loro sacrifici,
rientrarono nelle loro case a dormire.

Come portarono via Sion


Ed ecco, l'Angelo del Signore apparve di nuovo ad Azrys e
rimase su di lui come un colonna di fuoco, e riemp la casa con
la sua luce. E fece alzare Azrys e gli disse: Alzati, sii forte, e
sveglia i tuoi confratelli lmys, e 'Abs, e Mkar, prendi dei
pezzi di legno e io aprir per te le porte del santuario. Prenderai il
Tabernacolo della Legge di Dio, e lo porterai senza difficolt n
disagi. E io, poich sono stato comandato dal Signore di stare con
lui per sempre, sar la tua guida quando lo porterai via."
E Azrys si alz immediatamente, e svegli i tre uomini suoi
confratelli, presero i pezzi di legno e andarono nella casa del
Signore dove trovarono tutte le porte aperte, sia quelle esterne
che quelle interne proprio nel posto in cui Azrys trov Sion, il
Tabernacolo della Legge di Dio; e fu portato via da loro
immediatamente, in un battito di ciglia, con l'Angelo del Signore
che era presente e li dirigeva. E se Dio non avesse voluto Sion
non sarebbe potuto essere portata via cos rapidamente. E loro
quattro portarono via Sion, e la portarono nella casa di Azrys, e
tornarono nella casa di Dio, e misero le tavole di legno al posto di
Sion, e le coprirono con la ricopertura di Sion, chiusero le porte, e
tornarono nelle loro case. E presero delle lanterne e andarono
dove [Sion] era nascosta, e l sacrificarono una pecora, e
bruciarono degli incensi offertori, e la cosparsero di vesti color
porpora e la tennero in quel posto segreto per sette giorni e per
sette notti.

Come suo padre benedisse suo figlio


Quindi il Re di Etiopia si alz per partire per la sua terra e and da
suo padre affinch potesse pregare da parte sua, e gli disse:
Benedicimi, padre; e si inchin a lui. E il Re lo alz, e lo
benedisse, e strinse a s la sua testa, e disse: Benedetto sia il
Signore mio Dio Che benedisse mio padre Davide, e Che
benedisse nostro padre Abramo. Possa Egli essere sempre con te,
e benedire il tuo seme proprio come Egli benedisse Giacobbe, e
rese il suo seme cos numeroso come le stelle del cielo e la sabbia
del mare. E come Abramo benedisse Isacco mio padre proprio cos
sar la tua benedizione rugiada del cielo e vastit della terra
e possano tutti gli animali e tutti gli uccelli dei cieli, e tutte le
bestie dei campi, e il pesce del mare, essere a te soggetti. Sii tu
completo, e non mancante di pienezza; sii tu perfetto, e non
mancante in perfezione; sii benevolo, e non ostinato; sii in buona
salute, e non sofferente; sii generoso, e non vendicativo; sii puro, e
non corrotto; sii retto, e non peccatore; sii pietoso, e non
oppressivo; sii sincero, e non malvagio; sii paziente, e non incline
alla collera. Ed il nemico avr paura di te, e i tuoi avversari si
getteranno loro stessi sotto la pianta dei tuoi piedi. E la mia
Signora Sion, la santa e divina, il Tabernacolo della Legge di Dio,
sar per te una guida in ogni tempo, una guida per quanto
riguarda i pensieri del tuo cuore e lagire delle tue mani, sia che
si trovi lontano o vicino a te, che sia sotto o sopra di te, che sia
forte o debole per te, che sia dentro o fuori di te, che sia nella tua
casa o nei campi, che sia a te visibile o invisibile a te, che sia
distante da te o vicina a te, che sia nascosta o manifesta a te, che
sia segreta o conosciuta in giro per te la nostra Signora Sion,
sacra e celestiale, il puro Tabernacolo sella Legge di Dio, sar una
guida. E Davide fu benedetto, ed egli rese omaggio, e part.

Come diedero addio a suo padre e come la citt li pianse


Ed essi salutarono [il re], e partirono. E prima di tutto caricarono
Sion di notte su un carro assieme a ogni specie di cianfrusaglie,
vestiti sporchi e ogni sorta e genere di sacchi. E [quando] tutti i
carri furono caricati, e i conduttori della carovana furono saliti, e i
corni furono suonati, la citt and in subbuglio mentre la giovent
gridava a squarciagola, un senso di timor panico la circonfuse e
la grazia la circond (Sion). I vecchi si misero a cantare nenie, e i
bambini piangevano, e le vedove spargevano lacrime, e le vergini
gemevano, perch i figli dei loro notabili, i potenti uomini di
Israele, si erano alzati per partire. La citt non piangeva solo per
loro ma perch la parte pi nobile di essa sarebbe andata via con
loro. E sebbene non sapessero in realt che Sion era stata loro
portata via, non si sbagliavano, nel loro cuore, e si scioglievano
amaramente in lacrime; essi erano tristi ancor pi di quando il
Signore fece strage dei primogeniti dEgitto. Non cera abitazione
dove non ci fosse lamentazione, uomo o bestia che fosse, i cani
guaivano, e gli asini ragliavano, e tutti quelli che rimasero l
mischiavano assieme le loro lacrime. Era come se i generali di un
potente esercito avessero assediato la grande citt, e lavessero
catturata con un assalto, e saccheggiata, e preso prigionieri i suoi
abitanti, e li avessero passati a fil di spada; quella era la citt di
SionGerusalemme.
Re Salomone era sgomento per gli sfoghi di pianto e i clamori di
protesta della citt, guard fuori dal tetto del palazzo, la fortezza
della casa reale, e vide lintera citt che li piangeva seguendoli. E
come un bambino allontanato dal seno materno segue la madre
piangendo e strillando, cos faceva il popolo piangendo e
lamentandosi, si cospargeva la testa di polvere, e lasciava cadere
lacrime dai propri occhi. E quando Salomone vide la maest di
coloro che erano partiti, si commosse profondamente e fremette, le
sue viscere tremarono e le sue lacrime caddero goccia a goccia sui
suoi paramenti reali, e disse: Sventura su di me! perch la mia
gloria partita, e la corona del mio splendore caduta, e il mio
ventre brucia perch questo mio figlio partito, e la maest della
mia citt e i notabili, i figli del mio potere, si sono allontanati.
Da questo momento la nostra gloria se ne andata, e il nostro
regno stato portato via verso un popolo che non conosce Dio,
come disse il profeta: Il popolo che non Mi ha cercato, Mi ha
trovato.71 Da questo momento in avanti, la legge, la conoscenza,
e lintelletto, saranno dati a loro. Mio padre aveva predetto tutto
questo, quando disse: LEtiopia si sottometter a Lui, e i Suoi
nemici mangeranno la polvere.72 E in un altro [luogo] disse:
LEtiopia tender le mani a Dio, e Lui la ricever con onore, e i re
della terra loderanno Dio.73 E in un terzo [luogo] disse:
Guardate i Filistei,74 e gli abitanti di Tiro, e il popolo dEtiopia,
che erano nati senza la Legge. La Legge sar data loro, ed essi
chiameranno Sion nostra madre75 a causa di un uomo che
nascer. Quelluomo sar dunque il figlio da me generato?.

Come Salomone disse a Zadok il Sacerdote: Va e porta qui il


paramento che ricopre Sion
Ed egli disse a Zadok il Sacerdote: Va e porta qui quel paramento
che ricopre Sion, e porta con te questo, che migliore di quello, e
stendilo sopra i due [cherubini] che sono sotto di

71 Isaia 65, 1.
72 Salmi 72, 9 e 10.
73 Salmi 68, 31.
74 Salmi 83, 7 (?).
75 Cfr. Salmi 87, 24; Isaia 51, 16.

lei.76 (Ora, questa protezione era fatta di fili doro della miglior
fattura intrecciati insieme e foggiati in ununica decorazione, e
non erano tessuti come {normali} manti di porpora). E raccogli i
cinque topi77 che furono dati a Sion, e i dieci78 simboli del loro
disonore (cio i bubboni) che i nobili Filistei confezionarono per
la propria liberazione79 ora, sulle frange ci sono figure doro
che venivano direttamente dalla terra di ds, che Mos nel Sinai
comand fossero riprodotte (lavorate) nelle bordature dellabito di
Aronne suo fratello insieme alla copertura di Sion a consegna
[tutto] a mio figlio Davide. Perch sua madre disse nel [suo]
messaggio portato da Tmrn suo servo: Dacci qualche frangia
della coperta di Sion, cosicch possiamo venerarla, noi e tutti
coloro che sono sottomessi a noi e al nostro regno.80 E ora,
consegnala a lui e digli Prendi [e] venera la coperta di Sion,
perch tua madre mi invi un messaggio a riguardo, e ha detto
proprio a te: Portaci qualche frangia della sua coperta, in modo
da non venerare, come il pagano, un altro [dio]. E Sion, il
Tabernacolo della Legge di Dio, sar per te una guida ovunque tu
sia. Ma essa deve rimanere con noi per i secoli a venire,
sebbene non le abbiamo riservato tutti gli onori che le spettavano;
e tu, sebbene essa non stia con te, devi onorarla, e riverirla
secondo quanto le dovuto e secondo quanto stabilito. Perch
Dio disse a Elia81, per bocca del Profeta Samuele: Io
desideravo che tu restassi, tu e la casa di tuo padre, per bruciare
incenso al Tabernacolo della Mia Legge, e per risiedere presso di
Me per sempre, ma ora Io me ne sono pentito. Io volter il mio
viso lontano da te perch tu hai trattato le mie offerte con
disprezzo, e hai preferito i tuoi figli a Me. E ora, colui che Mi
onora Io lo onorer, e colui che a malapena Mi rispetta, Io a
malapena lo rispetter; e distrugger tutta la sua
discendenza.82 Questo Egli disse poich i Leviti Lo avevano
onorato blandamente. E digli: Prendi la coperta di Sion, e che
questo regalo votivo sia messo al suo posto, e sia messo nel tuo
santuario. E quando presti giuramento e fai prestare giuramento ad
altri, giura e fai giurare su di lei, in modo che tu non faccia
menzione di nomi di altri dei pagani. E quando tu offri dei
sacrifici, rivolgi il tuo viso verso di noi, e offri sacrifici rivolto a
Gerusalemme e la sacra Sion; e quando tu preghi, rivolgi il tuo
viso verso Gerusalemme, e prega rivolto a noi.

Come Zadok il Sacerdote part


E Zadok il Sacerdote and e diede a Davide la coperta di Sion, e
lasci in consegna a lui tutti i comandamenti che Salomone aveva
dichiarato. E Davide, il figlio di Salomone, si rallegr di ci, ne fu
meravigliato e si ritenne benedetto in estrema misura, e disse,
quando la coperta del Tabernacolo della Legge di Dio fu posta
sotto la sua potest: Questa sar per me la mia Signora. E
Azrys rispose e disse {a Davide} davanti a suo padre: Tu ti
rallegri della coperta, ma quanto ti rallegrerai maggiormente della
Signora della coperta! E suo padre gli disse: In realt egli si
rallegra della Signora della coperta, ed egli potrebbe
sottomettere tutti noi se egli non stesse andando verso la sua
terra. E disse al re: Fa ora un patto con me, cio che tu darai a
mio figlio questa propriet come sua Signora e {come} sua
garante e
{come} sua protezione, che egli possa conservarla fino alla fine
dei suoi giorni, per s e per la sua discendenza dopo di lui; e che
tu gli darai la decima83, e che tu gli darai una citt come

76 Secondo 1 Samuele 4, 4 lArca (cio Sion) sedeva su cherubini.


77 1 Samuele 6, 4.
78 Il testo di Samuele (6, 4) dice "cinque emorroidi."
79 Dopo che i Filistei avevano preso in battaglia lArca
dellAlleanza a Israele, lavevano posta nel tempio del loro dio
Dagon. Dio allora per vendicarsi di questo affronto afflisse i
Filistei con bubboni. I Filistei decisero allora di ritornare lArca a
Israele assieme a un tributo di cinque bubboni e cinque topi doro,
cfr. 1 Samuele 5 e 6.
80 Vedi Cap.33
81 Gran Sacerdote al tempo di Samuele.
82 1 Samuele 2, 293
83 Tributo in natura.

asilo nel tuo regno, e anche un decimo delle citt di tutto il tuo
regno; e che egli sar per te sacerdote, veggente e profeta, e
maestro per te e la tua discendenza dopo di te, e luntore con
olio del tuo regno per i tuoi figli e i figli dei tuoi figli. Ed egli {il
figlio di Salomone} disse: Io acconsento. Ed essi stipularono
(fecero) un accordo, ed egli ricevette da suo padre lofferta
votiva, la coperta di Sion, e una catena doro.
Poi essi caricarono i carri, e i cavalli, e i muli per partire, e
iniziarono il loro viaggio in maniera propizia, e {in tal modo}
continuarono a viaggiare. E l[Arc]angelo Michele marciava
davanti a loro, e dispiegava [le sue ali], e permetteva loro di
marciare attraverso i mari cos come attraverso lande deserte, e
attraverso i deserti tracci un cammino per loro e dispiegandosi
al di sopra di loro come una nube li nascondeva allardente calore
del sole. Quanto ai loro carri, nessuno tirava il suo carro, ma egli
stesso (cio Michele) camminava con i carri, e che fossero
uomini, o cavalli, o muli, o cammelli con il loro carico, ognuno
veniva innalzato sopra la terra per laltezza di un cubito84; e tutti
coloro che cavalcavano delle bestie erano sollevati dai loro dorsi
per laltezza di un palmo duomo, {assieme} a tutti i vari tipi di
bagagli che erano caricati sulle bestie, cos come coloro che le
montavano erano innalzati allaltezza di un palmo duomo, e
anche le bestie erano innalzate allaltezza di un palmo duomo. E
tutti viaggiavano nei carri come in una nave sul mare quando il
vento soffia, e come un pipistrello che attraverso laria quando il
desiderio del suo stomaco lo spinge a divorare i suoi compagni, e
come unaquila quando il suo corpo plana nellaria. In questo
modo essi viaggiarono; non cera nessuno davanti {a loro} e
nessuno dietro, e non dovevano preoccuparsi n della loro destra
n della loro sinistra.

Come il carro raggiunse lEtiopia


Ed essi si fermarono a Gz, la citt della madre del re {Davide},
che Salomone il re aveva dato alla Regina dEtiopia quando
venne da lui. E da li arrivarono in un giorno al confine di Gbs
(Egitto), il nome del quale Mesrn. E quando i figli dei guerrieri
di Israele videro che avevano coperto in un giorno una distanza di
tredici giorni di marcia, e che non erano affaticati, o affamati, o
assetati, n uomo n bestia, e che a tutti loro [sembrava] aver
mangiato e bevuto a saziet, questi figli dei guerrieri di Israele
seppero e credettero che ci veniva da Dio. E dissero al loro re:
Lasciaci scaricare i carri, perch siamo arrivati alle acque di
Etiopia. Questo il Takkaz85, che scorre gi dallEtiopia, e bagna
la Valle dEgitto; ed essi scaricarono i loro carri, e piantarono le
loro tende.
E i figli dei guerrieri di Israele andarono e allontanarono tutta la
popolazione, e dissero a [Davide] loro re: Vuoi sapere una cosa?
Puoi tenere [il segreto] per te? E il Re rispose loro: Si, posso
[tenere il segreto]. E se me lo rivelerete, io non lascer che esca
fuori n lo ripeter fino al giorno della mia morte. Ed essi gli
dissero: Il sole scese dal cielo, e fu dato a Israele nel Sinai, e
divenne la salvezza della stirpe di Adamo, da Mos fino alla
discendenza di Jesse, e guarda, con te per volere di Dio. Non
attraverso di noi che questo stato fatto, ma per volere di Dio; non
attraverso di noi che questo stato fatto, ma per volere di Colui
che lo ha concepito e ha fatto in modo che accadesse. Noi lo
abbiamo desiderato, e Dio ha esaudito [il nostro desiderio]; noi
eravamo {tutti} daccordo riguardo ci, e Dio lo rese buono; noi
discutemmo [riguardo ci], e Dio lo realizz; noi ci meditammo
[sopra], e Dio progett il piano; noi ne parlammo e Dio se ne
compiacque; noi dirigemmo il nostro sguardo, e Dio lo diresse
rettamente; noi ci riflettemmo sopra, e Dio sostenne {il nostro
ragionamento}. E ora Dio ha scelto te, e si compiace della tua
citt, per essere il servo della

84 Circa 50 cm.
85 Il Nilo.

sacra e divina Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio; ed essa sar


per te guida per sempre, per te e la tua discendenza dopo di te se tu
osserverai il Suo comando e obbedirai al Volere del Signore Dio
tuo. Perch tu non riuscirai a portarla indietro nemmeno se lo
volessi, e tuo padre non potr riprendersela, nemmeno se lo
volesse, perch essa va di sua volont in qualsiasi luogo essa
desideri, e non pu essere rimossa dal suo seggio se essa non lo
desidera. E guarda, nostra Signora, nostra Madre e nostra
salvezza, nostra fortezza e nostro luogo di rifugio, nostra gloria e
asilo per la nostra sicurezza, per coloro che si affidano a lei.
E Azrys fece un segno a lmeys86, e gli disse: Va, adorna e
rivesti la nostra Signora, cosicch il nostro Re possa vederla. E
quando Azrys ebbe detto questo, re Davide ne fu allarmato e
pos entrambe le mani sul suo petto, espir tre volte e disse: Ci
hai tu, in verit, o Signore, ricordato nella Tua misericordia, i
reietti, coloro che tu hai rifiutato, affinch io potessi vedere la Tua
pura dimora, che sta nei cieli, la sacra e divina Sion? Con cosa
potremo noi ricambiare il Signore per tutte le buone cose che Egli
ha fatto per noi? non c per Lui abbastanza gloria e celebrazione!
Egli ci ha incoronato con la Sua grazia, cosicch noi possiamo
conoscere sulla terra la Sua approvazione e servirLo tutti secondo
la Sua grandezza. Perch Egli il Dio Unico per i Suoi eletti, e a
Lui siano lodi eterne.
E il Re [Davide] si alz e salt via come un giovane capretto,
come un piccolo di capra che abbia poppato latte in abbondanza
dalla sua mamma, si rallegr come suo nonno Davide
{fece} in passato per il Tabernacolo della Legge di Dio. Egli
percosse il terreno con i suoi piedi, e si rallegr nel suo cuore, ed
emise grida di gioia con la sua bocca.
E cosa dir della grande gioia e felicit che cera
nellaccampamento del Re dEtiopia? Uno parlava al proprio
vicino, e {tutti} battevano la terra con i loro piedi come giovani
tori, e appaludivano tutti insieme, meravigliati, e stendevano le
mani al cielo, e si prostravano a terra, e ringraziavano Dio nei loro
cuori.

Come Davide [il Re di Etiopia] fece una profezia e rese onore a


Sion
E Re [Davide] venne e si ferm in piedi davanti a Sion, le rese
onore, fece atto di sottomissione a lei, e disse: O Signore Dio di
Israele, a Te sia gloria, perch Tu fai il Tuo Volere e non quello
degli uomini. Tu fai in modo che luomo saggio dimentichi le sue
tradizioni, Tu rendi vane le decisioni dei consiglieri, Tu innalzi
luomo povero dagli abissi, Tu poni la pianta del suo piede su
solida roccia. Perch tieni nella Tua mano una coppa ricolma di
gloria per coloro che Ti amano, e una coppa ricolma di vergogna
per coloro che Ti odiano. Per noi, la nostra salvezza verr
direttamente da Sion, Egli toglier il peccato dal Suo popolo, e la
bont e la grazia cospargeranno tutta la terra. Perch noi siamo il
lavoro delle Sue mani, e chi ci rimproverer se Egli ci ama come
Israele Suo popolo? E chi Lo rimproverer se ci innalzer al cielo,
Suo trono? Perch la morte e la vita promanano da Lui, e la
gloria e il disonore sono nelle Sue mani, Egli ha il potere di
punire e di moltiplicare la sua compassione, Egli pu essere
terribilmente adirato e moltiplicare la Sua grazia, perch Egli
Colui che purifica il cuore e le reni.
Egli da ed Egli toglie, Egli pianta ed Egli sradica. Egli costruisce
ed Egli distrugge. Egli rende meraviglioso ed Egli rende orribile;
perch ogni cosa Gli appartiene, e ogni cosa promana da Lui, e
ogni cosa esiste in Lui. E attraverso di te, o Tabernacolo della
Legge di Dio, la salvezza sia ovunque tu vada, e dal luogo da dove
tu ti muovi; salvezza sia nella casa come nei campi,

86 Figlio dellarcidiacono del Tempio.

salvezza sia qui e la, salvezza sia nel palazzo come nel suburbio,
salvezza sia sul mare come nei deserti, salvezza sia sulla
montagne come sulle colline, salvezza sia nei cieli come sulla
terra, salvezza sia sul solido terreno come negli abissi, salvezza sia
nella morte come nella vita, salvezza sia nel tuo arrivo come nella
tua partenza, salvezza sia per i tuoi figli e per la trib del tuo
popolo, salvezza sia nelle campagne come nelle citt, salvezza sia
per il re e per i nobili, salvezza sia per le piante come per i frutti,
salvezza sia per gli uomini come per le bestie, salvezza sia per gli
uccelli come per le cose della terra; sii salvezza, sii intercessore, e
{sii} compassionevole, e abbi attenzione per il tuo popolo. Sii per
noi come bastione, e noi saremo per te come barriera; sii per noi
come re e noi saremo il tuo popolo; sii come guida per noi e noi ti
seguiremo. E non essere impaziente, non essere troppo severo, non
essere adirato per i nostri troppi peccati, perch noi siamo un
popolo che non ha la Legge, e che non ha {ancora} imparato a
celebrarti. E da oggi guidaci, e insegnaci, rendici consapevoli,
dacci sapienza in modo che possiamo imparare a lodarTi. E il Tuo
nome sia glorificato da noi in ogni istante, tutta la giornata, ogni
giorno, e ogni notte, e ogni ora, e per tutta la durata del tempo.
Dacci la potest di servirTi. Alzati, Sion, mostra la tua forza e
sottometti i tuoi nemici, e dacci forza, o regina, e poni nella
vergogna coloro che ti odiano, e fa gioire coloro che ti amano.
E dopo egli fece un giro e disse: Guardate a Sion, guardate la
salvezza, guardate colui che gioisce, guardate {il suo} splendore
simile al sole, guardate colui che adornato di lodi, guardate colui
che agghindato come una sposa, non con la veste della gloria
effimera, ma colui che decorato con la gloria e lapprovazione
che vengono da Dio, colui il cui comportamento cos retto che
[gli uomini] lo guarderanno con rispetto e non lo abbandoneranno;
colui che [gli uomini] desidereranno sopra ogni cosa e non
rifiuteranno; colui che [gli uomini] ameranno spontaneamente e
non odieranno; colui che [gli uomini] avvicineranno volentieri e
non terranno lontano. Noi verremo vicino a te, e tu non te ne
andrai lontano da noi; noi ci appoggeremo a te, e tu non ci lascerai
andare via; noi ti supplicheremo, e tu non sarai sorda {alle nostre
suppliche}; noi grideremo a te; ascolta il nostro grido e tutto
quello che ti chiederemo, e non volerci mandar via da te, finch il
tuo Signore rimane e regna su di te; perch tu sei la dimora del
Dio dei cieli.
Cos parl Davide il Re, il figlio di Salomone, Re di Israele.
Perch lo spirito profetico discese su di lui a causa della sua
letizia, ed egli non sapeva quello che diceva ed era come Pietro e
Giovanni sulla cima del Monte Tbr87. Ed essi tutti si
meravigliarono e dissero: Costui, figlio di un profeta, dovr
essere annoverato fra i profeti?
Come il popolo dEtiopia si rallegr
E [il popolo di Etiopia] prese flauti, e suon corni, e [batt] su
tamburi, e [suon] zampogne, e il Ruscello dEgitto88 fu scosso
e sbalord al rumore dei loro suoni e della loro gioia; e con loro si
intrecciavano grida e urla di felicit. E i loro idoli, che essi
avevano fatto con le loro mani, e che erano in forma di uomo, di
cane, e di gatto, rovinarono a terra, e {anche} le alte torri (piloni e
obelischi?), e cos anche figure di uccelli, [fatte] doro e dargento,
caddero a terra e furono fatte a pezzi. Perch Sion splendeva come
il sole, e davanti alla maest di questo essi erano atterriti.
Ed essi avvolsero Sion nella sua veste, e condussero doni per lei al
suo cospetto, e la posero su un carro, e cosparsero porpora sotto
di lei, ladornarono con drappeggi di porpora, e

87 Matteo 17, 4; Luca 9, 33.


88 Cos chiamato, in alcune traduzioni inglesi della Bibbia, il
fiume che definirebbe i confini occidentali di Israele (Genesi 15,
18).

cantarono inni innanzi a lei e dietro di lei. Allora i carri si


sollevarono (cio, ripresero il loro viaggio) come prima, essi
iniziarono a muoversi il mattino presto, e tutti cantavano inni a
Sion, e furono tutti innalzati dellaltezza di un cubito e non appena
il popolo della terra di Egitto li ebbe salutati, essi passarono
innanzi a essi come ombre, e la gente della terra di Egitto si
prostr a essi, perche videro Sion muoversi nel cielo come il sole,
e tutti loro viaggiavano unitamente a Sion, alcuni davanti a essa e
alcuni dietro. Ed essi arrivarono al mar Al Ah.mar, che il Mare
dEritrea (cio il Mar Rosso), che fu diviso dalla mano di Mos,
con i figli di Israele che marciarono nelle sue profondit,
scendendo e risalendo. Fino a quel momento il Tabernacolo della
Legge di Dio non era stato dato a Mos, e dunque le acque si
raccolsero, un muro sul lato destro e un muro sul lato sinistro, e
permisero a Israele di passare con le sue bestie, e i suoi figli e le
sue mogli. E dopo che essi ebbero attraversato il mare Dio parl a
Mos e gli diede il Tabernacolo dellAlleanza con il Libro della
Legge.
E quando la Sacra Sion segn con una croce coloro che erano alla
sua presenza, e coloro che intonavano canti di accompagnamento
a arpe e flauti, il mare li accolse e le sue onde sussultarono come
fanno le alte montagne quando vengono squarciate in pezzi, ed
esso rugg come ruggisce il leone quando adirato, e tuon come
fa il tuono invernale di Damasco e di Etiopia quando il fulmine
colpisce le nuvole, e il suo suono si confuse con il suono degli
strumenti musicali. E il mare fece atto di adorazione a Sion. E
mentre i suoi flutti venivano lanciati in aria come montagne, i loro
carri vennero alzati sopra le onde per unaltezza di tre cubiti, e fra
il suono dei canti [il rumore dello spezzarsi] delle onde del mare
era prodigioso. Lo spezzarsi delle onde del mare era estremamente
maestoso e stupefacente, ed era potente e forte. E le creature che
erano nel mare, quelle che potevano essere riconosciute, e quelle
che erano invisibili, vennero avanti e adorarono Sion; e gli
uccelli che erano su di lei muovevano le loro penne e le facevano
ombra. E cera gioia nel Mare di Eritrea, e per il popolo di
Etiopia, che venne davanti al mare e si rallegr grandemente, e
con pi grande gioia di quanto non fece Israele quando usc
dallEgitto. Ed essi arrivarono dalla parte opposta al Monte Sinai,
e si accamparono in Khds89, e rimasero cola mentre gli angeli
intonavano lodi; e le creature dello spirito intrecciarono le loro
lodi con quelle dei figli della terra, con canti, e salmi, e gioiosi
tamburelli.
E allora caricarono i loro carri, e si alzarono, e partirono, e
viaggiarono alla volta della terra di Medym, e arrivarono al paese
di Blnts, che una contrada dellEtiopia. Ed essi si
rallegrarono, e la si accamparono, perch avevano raggiunto il
confine del loro paese con gloria e gioia, senza tribolazioni lungo
la strada, in un carro dello spirito, per mezzo della potenza del
cielo e dellArcangelo Michele. E tutte le province dEtiopia si
rallegrarono per Sion, che emanava davanti a s, ovunque andasse,
una luce come quella del sole nelle tenebre.

Sul ritorno di Zadok il Sacerdote, e della consegna del dono


E quando Zadok il sacerdote ritorn da Salomone il Re, lo trov
rattristato. E il Re rispose e disse a Zadok il sacerdote: Quando la
Regina venne qui mi apparve di notte questa visione: mi sembrava
di essere nella sala {del palazzo} di Gerusalemme, e il sole
scendeva dal cielo sulla terra di Giuda, e la illuminava con grande
splendore. E dopo aver indugiato un momento, scese e illumin il
Regno di Etiopia, e non fece ritorno alla terra di Giuda. E di nuovo
il sole scese dal cielo sulla terra di Giuda, e la illumin con
maggior splendore di quanto non fece la prima volta; ma gli
israeliti non fecero attenzione a ci, e desiderarono

89 Molto probabilmente si tratta della localit di Kadesh Barnea,


nel deserto del Negev.

che la sua luce si offuscasse. E sal al di sotto della terra in un


luogo dove non era atteso, e illumin la terra di Rm, e la terra di
Etiopia, e poi tutte quelle che credevano in lui.
E Zadok il sacerdote rispose e disse a lui: O mio signore, perch
non mi raccontasti prima che tu avesti una visione di questo
genere? Tu mi fai tremare le ginocchia. Sventura su di noi, se i
nostri figli hanno trasportato fuori la nostra Signora, la sacra,
divina Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio! E il Re rispose e
gli disse: Il nostro discernimento offuscato e la nostra
intelligenza annebbiata. In verit il sole che mi apparve tempo fa
quando mi coricavo con la Regina di Etiopia era il simbolo della
sacra Sion. Ma dimmi: ieri quando tu rimuovesti lo splendido
rivestimento che copriva Sion, non ti accertasti che Sion fosse
[la]? E Zadok il sacerdote rispose e disse: Non lo feci, signore;
tre rivestimenti la ricoprivano, e io rimossi quello superiore, e
ricoprii Sion con la coperta che tu mi desti, e ti portai [laltra]. E
il Re disse a Zadok: Va presto, e guarda la nostra Signora ed
esaminala da vicino. E Zadok il sacerdote prese le chiavi, e and
e apr la stanza del santuario, esamin [il posto] rapidamente ma
non trov nulla allinfuori delle assi di legno che Azrys aveva
fasciato insieme per fare in modo che fossero scambiate per il
piedestallo di Sion.

Riguardo gli svenimenti di Zadok il Sacerdote


E quando Zadok vide questo egli cadde in avanti con la sua faccia
rivolta a terra, e il suo spirito si sparse fuori di lui tanto era
terrorizzato; e divenne come un morto. E siccome indugiava
dalluscire Salomone invi a lui yas (Benaiah), il figlio di
Ydh, e egli trov Zadok come morto. Ed egli sollev la testa di
Zadok, e ascolt il suo cuore e il suo respiro per scoprire se vi era
un qualche segno del soffio della vita in lui; e gli fece aria, e lo
sollev, e lo massaggi e lo distese sopra la tavola. Ed egli si
sollev e guard verso il luogo dove Sion era stata posta, ed egli
non la trov, e cadde {di nuovo} al suolo. Ed egli cosparse il suo
capo di polvere, e [allora] si risollev, usc e si lament alle porte
della casa di Dio; e il suono dei suoi pianti furono intesi fino alla
dimora del Re. E il Re si alz e comand che colui che si
lamentava venisse a lui, e ai soldati di suonare le trombe, cos che
il popolo potesse andare e inseguire gli uomini della terra di
Etiopia, e se essi avessero potuto prenderli essi dovevano prendere
suo figlio e riportarlo indietro con Sion, e passare gli [altri] uomini
a fil di spada. Cos parl la sua bocca e disse: Finch vive il
Signore Dio di Israele, essi sono uomini di morte e non di vita;
essi veramente meritano la morte poich essi hanno rubato nella
casa del santuario di Dio, e hanno voluto profanare labitazione
del Suo Nome {portandola} in una terra dove non vi la
Legge.

Come Salomone si lev per ucciderli


Cos parl Re Salomone. E il Re si lev in collera e si prepar per
inseguire [gli Etiopi]. E quando il Re, e i suoi nobili, e i suoi
potenti guerrieri si levarono (cio furono partiti), gli anziani di
Israele, le vedove e le vergini si riunirono insieme nella casa di
Dio, e piansero per Sion, perch il Tabernacolo della Legge di Dio
era stato portato via da loro. Ora, dopo che Zadok era rimasto
[privo di sensi] per un certo tempo, il suo cuore ritorn in lui. E
allora il Re ordin ai soldati di andare avanti sulla destra e sulla
sinistra, nel caso che alcuni dei [fuggitivi] avessero fatto una
deviazione per timore di quello che avevano rubato. E il Re stesso
si lev e segu le tracce sulla strada degli Etiopi, ed invi dei
cavalieri, cos che loro potessero [cavalcare davanti a lui e]
scoprire dove fossero, e potessero ritornare a portargli [loro]
notizie. E i cavalieri viaggiarono e arrivarono alla terra di Mesr
(Egitto), dove gli Etiopi si erano accampati con il loro re, dove si
erano riconciliati con Sion, e dove avevano gioito.

E i soldati di Re Salomone interrogarono la popolazione, e gli


uomini della terra dEgitto risposero loro: Diversi giorni fa alcuni
Etiopi passarono di qui; essi viaggiavano lestamente su carri,
come gli angeli, ed erano pi veloci delle aquile dei cieli. E i
soldati del Re dissero loro: Da quanti giorni vi hanno lasciati? E
gli uomini dEgitto dissero loro: Questo il nono giorno da
quando ci hanno lasciati. E alcuni dei cavalieri del Re che
ritornarono indietro dissero al Re Salomone: Sono passati nove
giorni da quando hanno lasciato lEgitto. Alcuni dei nostri
compagni sono andati a cercarli nel Mare di Eritrea, ma noi siamo
ritornati indietro per riferirti ci. Rifletti, o Re, ti supplichiamo. Il
secondo giorno essi erano gi lontani da te, e il terzo giorno sono
arrivati al fiume Takkaz90 [della] terra di Mesr (Egitto). E noi
che siamo stati mandati avanti da te da Gerusalemme, {vi}
arrivammo il giorno di Sabbath. E noi siamo ritornati oggi [che
] il quarto giorno della settimana. Considera nella tua saggezza la
distanza che quegli uomini hanno attraversato91. E il Re si adir
e disse: Cattura cinque di loro {gli egizi che avevano
interrogato}, finch non scopriamo la verit nelle loro parole.
E il Re e i suoi soldati marciarono velocemente, e arrivarono a
Gz. Il Re interrog la gente, dicendo: Quando vi ha lasciato
mio figlio? E loro risposero e gli dissero: Ci ha lasciato tre
giorni fa. E pur caricando i loro carri nessuno di loro viaggiava a
terra, ma in carri che erano sospesi in aria; ed erano pi veloci
delle aquile che sono in cielo, e tutte le loro salmerie viaggiavano
con loro in carri sopra i venti. Quanto a noi, pensavamo che fossi
tu, nella tua saggezza, che li avessi fatti viaggiare in carri sui
venti. E il Re disse loro: Cera Sion, il Tabernacolo della Legge
di Dio, con loro? Ed essi gli dissero: Noi non abbiamo visto
niente.

Come il Re interrog un egizio, servo del Faraone


E Salomone lasci quella contrada, e incontr uno dei nobili fra i
nobili dEgitto, che il Re Faraone aveva inviato a lui con un dono;
cera unabbondanza di ricchezze con lui, e venne e fece atto di
obbedienza al Re. E Salomone il Re gli rivolse la parola con
impazienza, ancor prima che egli presentasse i doni e la sua
ambasceria, e gli disse: Avete visto degli Etiopi camminare in
fretta su questa strada? E lambasciatore del Faraone rispose e
disse al Re: O Re, possa tu vivere per sempre! Il mio signore, il
Re Faraone, mi ha inviato qui a te da Alessandria. Ecco, ora ti dir
come sono venuto. Dopo aver lasciato Alessandria, arrivai a
Khr (Il Cairo), la citt del Re, e al mio arrivo questi Etiopi di
cui voi parlate arrivarono anchessi li. Essi giunsero li dopo un
viaggio di tre giorni sul Takkaz, il fiume dEgitto, e suonavano
flauti, e viaggiavano su carri come schiere di esseri celesti. E
quelli che li videro dissero di loro: Costoro, una volta creature
della terra, ora sono diventati esseri divini. Chi pi saggio di
Salomone il Re di Giuda? Ma egli non ha mai viaggiato in questo
modo, in un carro alato.
E coloro che erano in citt e villaggi furono testimoni che, quando
questi uomini arrivarono nella terra di Egitto, i nostri dei e gli dei
del Re caddero a terra, e andarono in pezzi, e torri e idoli furono
parimenti sbriciolati. Ed essi chiesero ai sacerdoti degli dei, i
divini dEgitto, la ragione della caduta dei nostri dei, ed essi
risposero, Il Tabernacolo del Dio di Israele, venuto direttamente
dal cielo, con loro, e rester nella loro terra per sempre. Ed a
causa di questo che, quando essi entrarono nella terra dEgitto, i
nostri dei andarono in frantumi. E voi, o Re, la cui saggezza non
ha pari sotto i cieli, perch avete dato via il Tabernacolo della
90 Il fiume Nilo.
91 Ipotizzando che fuggitivi e inseguitori abbiano lasciato
Gerusalemme lo stesso giorno, e che gli ordinali riferiti siano
quelli della settimana ebraica (che non prevede nomi della
settimana ma numeri), si desume che la velocit dei fuggitivi era
pi del doppio di quella degli inseguitori.

Legge del Signore vostro Dio, che i vostri padri conservavano


puro per voi? Perch, per quanto ho sentito, quel Tabernacolo
soleva liberarvi dal dominio dei vostri nemici, e lo spirito di
profezia, che era in lui, soleva tenere conversazione con voi, e il
Dio del cielo era solito dimorare in esso in Suo Santo Spirito, e
voi siete chiamati uomini della casa di Dio. Perch avete
consegnato la vostra gloria a un altro? E Salomone rispose con
giudizio e disse: Come ha potuto (Davide) portar via la nostra
Signora, che era con noi?

Come Salomone si lament per Sion


E Salomone entr nella sua tenda, e pianse amaramente, e disse:
O Dio, come hai potuto portar via da noi il Tabernacolo della Tua
Alleanza durante i miei giorni? Perch non hai preso la mia vita
invece di portarci via {Sion} durante i miei giorni! Perch tu non
puoi permettere che la Tua parola sia menzogna, e Tu non puoi
rompere il Patto che facesti con i nostri padri, con No Tuo servo
che si comport con rettitudine, e con Abramo che non trasgred i
Tuoi comandamenti, e con Isacco Tuo servo che conserv il suo
corpo puro dalla corruzione del peccato, e con Israele, a Te sacro,
che ingrandisti per opera dello Spirito Santo, e chiamasti Tuo
segn [sic], Israele, e con Mos e Aronne Tuoi sacerdoti, durante
i cui giorni facesti in modo che il Tabernacolo della Legge
scendesse dal cielo sulla terra, per i figli di Giacobbe Tua eredit,
con la Tua Legge e i Tuoi Comandamenti, nella forma della
costituzione degli angeli. Perch Tu avevi gi considerato Sion
dimora della Tua gloria sulla montagna del Tuo santuario. E poi
Tu la donasti a Mos affinch potesse nobilmente servirla sulla
terra, e potesse farla dimorare nella Tenda della Testimonianza,
cos che Tu Stesso potessi venire cola dalla montagna del Tuo
santuario, e potessi fare in modo che il popolo ascoltasse la Tua
voce, iun modo da poter camminare nei Tuoi Comandamenti.
Ora so che Tu reputi il Tuo retaggio {Sion} pi scarsamente di
Israele, il Tuo popolo. E finch questo dono stette con noi, noi
non lo servimmo come si doveva, e per questa ragione Tu sei
adirato con noi, e Tu hai voltato il Tuo sguardo lontano da noi. O
Signore, non guardare alle nostre cattive azioni, ma considera la
virt dei nostri antenati. Mio padre Davide, Tuo servo, volle
costruire una casa al Tuo Nome, perch aveva ascoltato la parola
del Tuo profeta, che disse: Qual la casa per la Mia dimora, e
qual il luogo per Me dove riposare? Non sono forse le Mie mani
che hanno fatto tutto questo, disse il Signore92, Colui che
governa ogni cosa? E quando egli ebbe meditato su questo Tu gli
dicesti: E impossibile per te costruire ci, ma colui che proviene
dai tuoi fianchi costruir una casa per me93. E ora, Signore, la
tua parola non stata menzogna, e io ho costruito la Tua casa, con
Te mio aiutante. E quando io ebbi finito di costruire la Tua casa, io
vi portai il Tabernacolo dellAlleanza, e io offrii sacrifici al Tuo tre
volte sacro Nome, e guardasti a queste cose [benevolmente]. E la
casa era piena della Tua gloria, il mondo intero ricolmo della Tua
Divinit, e noi Tuo popolo gioivamo alla vista della Tua gloria. E
da quel tempo a oggi sono passati tre anni, ma Tu hai strappato via
la Tua luce da noi per illuminare quelli che sono nelloscurit. Tu
hai tolto il nostro onore affinch tu potessi onorare quelli che sono
indegni; Tu hai cancellato la nostra maest affinch tu potessi
rendere maestoso colui che non maestoso; Tu hai portato via la
nostra vita affinch tu potessi renderla a coloro la cui vita
lontana da Te.
Ahim! Ahim! Io piango me stesso. Alzati, Davide, padre mio, e
piangi con me per la nostra Signora, perch Dio ci ha abbandonati
e ha portato via la nostra Signora da tuo figlio.

92 Isaia 61, 1
93 1 Cronache 22, 8 e 9

Ahim! Ahim! Ahim! Perch il Sole della rettitudine mi ha


abbandonato! Ahim! Perch noi abbiamo trascurato il
comandamento del nostro Dio, e siamo diventati rifiuti su questa
terra! Come sacerdoti non abbiamo agito bene, e come Re non
abbiamo fatto quello che giusto riguardo le sentenze verso gli
orfani. Disgrazia su di noi! Disgrazia su di noi! Ci che era giusto
andato via da noi, e noi veniamo rimproverati. Disgrazia su di
noi! La nostra felicit si voltata verso i nostri nemici, e la grazia
che era nostra stata portata via da noi. Disgrazia su di noi!
Disgrazia su di noi! La nostra schiena girata verso le lance dei
nostri nemici. Disgrazia su di noi! Disgrazia su di noi! I nostri figli
sono diventati bottino e preda di coloro che recentemente
avevamo depredato e fatto prigionieri. Disgrazia su di noi!
Disgrazia su di noi! Le nostre vedove piangono, e le nostre vergini
sono addolorate. Disgrazia su di noi! Disgrazia su di noi! I nostri
vecchi gemono e i nostri giovani levano i loro lamenti. Disgrazia
su di noi! Disgrazia su di noi! Le nostre donne spandono lacrime
e la nostra citt coperta di rifiuti. Disgrazia su di noi! Disgrazia
su di noi! Da questo giorno fino alla fine dei nostri giorni [noi
dovremo essere addolorati], e cos i nostri figli. Disgrazia su di
noi! Perch la gloria della figlia gloriosa di Sion si allontanata, e
la gloria della figlia di Etiopia, la spregevole94, aumentata.
Dio adirato, a chi mostrer piet? Dio ci ha resi impuri, e chi ci
purificher? Dio ha escogitato il suo piano, e chi contraddir il suo
disegno? Dio ha espresso la sua volont e chi vorr opporsi al suo
volere? Dio parla, e tutto passer. Dio ha umiliato, e non vi nulla
che verr promosso a onore. Dio ha portato via, e nulla verr
riportato indietro. Dio odia, e nulla torner ad essere amato da Lui.
Disgrazia su di noi! Il nostro nome era onorato, oggi non nulla.
Disgrazia su di noi! Dallessere uomini della sua casa, siamo
divenuti uomini {a Lui} estranei, e dallessere uomini delle pi
riposte stanze siamo stati scacciati a causa dei nostri peccati.
Perch Dio ama il puro, ma i sacerdoti non avevano nulla di puro,
e hanno adorato le cose impure. E i profeti ci hanno biasimato, ma
noi non abbiamo accettato i rimproveri, essi volevano che noi
ascoltassimo ma noi non volevamo ascoltare. Disgrazia su di noi!
A causa dei nostri peccati siamo stati rifiutati, e a causa della
nostra apostasia noi saremo puniti. Il potere non nulla senza la
purezza, e il giudizio non nulla senza giustizia, e i ricchi non
fanno profitti senza il timore di Dio. I sacerdoti preferiscono le
parole della menzogna alle parole delle Scritture; preferiscono il
suono dellarpa a quello del Salterio95; amano i servigi del mondo
invece della preghiera; amano discutere del mondo pi che
intorno alla voce della Divinit; amano la {crassa} risata e la
fornicazione pi che struggersi in lacrime per la vita; preferiscono
il cibo che passa via invece di fare digiuno per Dio; amano il vino
e dolci bevande invece che celebrare sacrifici a Dio; preferiscono
lozio alla preghiera; amano le ricchezze invece di fare
lelemosina; amano dormire piuttosto che glorificare {Dio}; e
preferiscono sonnecchiare invece di vegliare. Disgrazia su di noi!
Disgrazia su di noi!
O Regina, siamo stati negligenti verso i Comandamenti di Dio.
Abbiamo preferito le parole di affabulatori invece che le parole
dei sacerdoti. Abbiamo desiderato ammirare i volti delle nostre
donne invece del volto di Dio in penitenza. Abbiamo preferito
compiacerci dei nostri figli invece di ascoltare la parola di Dio. Ci
siamo consolati pi con la cornalina96 invece di amministrare con
giustizia il diritto verso gli orfani. Abbiamo preferito ricercare il
nostro onore invece di ascoltare la voce di Dio. Abbiamo preferito
la parola della stoltezza alle parole del saggio. Abbiamo preferito
le parole degli stolti invece di ascoltare le parole dei Profeti.
Disgrazia su di noi! Di nostra stessa volont abbiamo contaminato
la nostra vita. Disgrazia su di noi! Disgrazia su di noi! Il
pentimento e la clemenza, che Dio ama, noi non li

94 Servile, o degradato. Gli antichi egizi spesso parlavano di


"Kesh, il vile."
95 Il Libro dei Salmi.
96 Pietra simile al rubino, proveniente dalla regione anatolica di
Sardi, era la pietra principale del Pettorale del Giudizio che ornava
il petto di Aronne, cfr. Esodo 28, 1530.

abbiamo messo in atto. Disgrazia su di noi! Egli ci diede la gloria,


e noi labbiamo gettata via. Ci aveva resi saggi, e di nostra stessa
volont siamo diventati pi stolti delle bestie. Egli ci aveva resi
ricchi, e ci siamo ridotti in miseria al punto [di chiedere]
lelemosina. Abbiamo ammirato i nostri cavalli, e ci siamo
dimenticati che dovevamo ritornare indietro. Abbiamo amato le
cose vacue, e non abbiamo riconosciuto quelle che durano.
Abbiamo permesso ai nostri giorni di beffarsi della nostra vita,
abbiamo preferito la lussuria del cibo, che diventa escremento, al
cibo di vita che dura per sempre. [Abbiamo indossato] capi di
vestiario ricamati che non apportano benefici allanima, e abbiamo
smesso labbigliamento della gloria che per sempre. I nostri
governanti e il popolo fanno quello che Dio odia, e non amano
quello che Dio ama, lamore per i loro vicini, per lumilt, per la
grazia e per la misericordia per il povero, e per la paziente
tolleranza, per lamore della casa di Dio, e per ladorazione del
Figlio. Ma quello che Dio odia {soprattutto} il presagio ottenuto
dagli uccelli, lidolatria, linterrogazione di maghe, e la
divinazione, le magie, {linterrogazione attraverso} le mosche, l
ak.harn97, o gli animali che sono stati straziati, o il corpo morto
di una bestia, e {Dio poi odia} il furto, loppressione, la
fornicazione, linvidia, la frode, il bere e lubriachezza, il
giuramento del falso [contro] i vicini, e il rendere falsa
testimonianza [contro] i vicini.
Tutte queste cose che Dio odia, essi {Israele} le fanno. Ed per
causa loro che Dio ha portato il Tabernacolo della Sua Alleanza
via da noi e lo ha dato al popolo che fa il Suo Volere e
{osserva} la Sua Legge, e i Suoi Comandamenti. Egli ha voltato il
Suo sguardo da noi e ha fatto in modo che il Suo volto
splendesse su di loro {gli Etiopi}. Egli ci ha disdegnato e ha
amato loro. Egli ha mostrato misericordia verso di loro e ci ha
annientato, perch ha portato via da noi il Tabernacolo della Sua
Alleanza. Perch Egli Stesso ha fatto un giuramento, che Egli non
abrogher linverno e lestate, n il tempo della semina n quello
del raccolto, n quello dei frutti o quello del lavoro, non il sole n
la luna, finch Sion sulla terra, e che Egli nella collera non
distrugger il cielo e la terra, n con inondazioni n con fuoco, e
che Egli non canceller uomini, bestie, rettili o cose che strisciano,
ma mostrer misericordia per il lavoro delle Sue mani, e
moltiplicher la Sua misericordia sulle cose che Egli ha creato. E
quando Dio porter via il Tabernacolo della Sua Alleanza Egli
distrugger i cieli, e la terra, e tutto il Suo lavoro; e in questo
giorno Dio ci ha disprezzato e ha portato via da noi il Tabernacolo
della Sua Legge. E mentre Salomone diceva queste cose, egli non
smetteva di piangere, e le lacrime scorrevano gi dalle sue guance
senza fermarsi.
E lo Spirito della Profezia rispose e gli disse: Perche sei cos
triste? Tutto questo accaduto per Volere di Dio. E [Sion] non
stata data a un estraneo, ma al tuo figlio primogenito che sedeva
sul trono di Davide tuo Padre. Perch Dio giur a Davide in
verit, ed Egli non si pente, di far sedere per sempre il frutto del
suo corpo sul suo trono, sul Tabernacolo della Sua Alleanza, la
Sacra Sion. E Io lo porr sopra i re della terra, e il suo trono sar
per sempre, come i giorni del cielo e come il movimento della
luna98. Ed Egli che siede sul trono del Dio dei cieli governer
coloro che vivono e muoiono nella carne, per sempre. E angeli e
uomini Lo serviranno, e ogni lingua Lo loder, e ogni ginocchio
si piegher a Lui negli abissi e nei fiumi. Trai conforto da queste
[parole] e ritorna alla tua casa, e non fare che il tuo cuore sia
completamente triste.
E il Re fu confortato da queste parole, e disse: Sia fatta la Volont
di Dio, e non il volere delluomo. E ancora lAngelo di Dio gli
apparve apertamente, e gli disse: Per te stesso, costruirai la casa
di Dio, e sar a tua gloria e tuo sostegno; e se tu seguirai il Suo
Comandamento e non seguirai altri dei, sarai prediletto da Dio,
come Davide tuo padre.

97 Probabilmente una corruzione del nome Ekron (2 Re I. 2), la


cui cittadella sacra era Baalzebub.
98 Salmi 72:11; 89:3, 4, 27, 29; 132:1113.

Come Salomone fece ritorno a Gerusalemme


E allora Salomone ritorn a Gerusalemme, e cola si disper con
gli anziani di Gerusalemme con grandi pianti nella casa di Dio. E
dopo di ci il Re e Zadok il sacerdote si abbracciarono, e
piansero amaramente nella dimora di Sion, e rimasero silenziosi a
lungo.
Allora gli anziani si alzarono e si rivolsero al Re, dicendo: Non
essere triste per questa cosa, o nostro Signore, perch noi
sappiamo, dal primo allultimo, che senza il Volere di Dio Sion
non resta [in un qualche luogo], e che nulla accade senza il Volere
di Dio. E per quanto riguarda Sion nei tempi andati, nei giorni di
Eli il sacerdote99, prima che i nostri padri avessero chiesto di
avere un re, i Filistei portarono via prigioniera Sion nel loro
accampamento poich Dio aveva abbandonato Israele in
battaglia, e i suoi sacerdoti Afn (Cofni) e Pnh.as (Pincas) erano
stati passati a fil di spada100. Quando i Filistei portarono via il
Tabernacolo della Legge di Dio, lo portarono nella loro capitale e
lo posero della casa del loro dio Dagon. E Dagon and in pezzi e
[and] distrutto, e fin in polvere, e la loro terra divenne un deserto
percorso da topi, che mangiarono tutti i frutti della loro terra, e i
loro corpi si riempirono di piaghe e di pustole. Allora essi
riunirono insieme i loro sacerdoti, i maghi e gli astrologi, li
implorarono e dissero loro: Come possiamo liberarci da queste
piaghe e tribolazioni che sono venute su di noi, e sopra la nostra
terra? E quei maghi si ritirarono in solitudine e meditarono,
prendendo con s i loro strumenti magici, ponderarono, e fecero
considerazioni, e fecero piani su come potevano liberarli {i loro
compatrioti} dalle tribolazioni {che affliggevano} le loro citt e le
loro persone. Ed essi si resero conto che questa punizione era
venuta su di loro e le loro citt a causa di Sion. E allora
andarono dai loro re e dai loro governanti, e dissero loro: Tutte
queste cose sono capitate a voi a causa della divina Sion, il
Tabernacolo della Legge di Dio. E ora, vi diremo come la
riporterete indietro alla sua citt, alla sua patria, e alla sua casa.
Noi non dobbiamo assolutamente mandarla via cos nuda, ma
dobbiamo darle delle offerte, cosicch possa perdonarvi dei vostri
peccati e far scomparire le vostre tribolazioni quando sar
ritornata alla sua citt. E se voi non la invierete alla sua citt,
nessuna cosa buona verr dal farla vivere con voi, ma
continuerete a essere puniti finche non sarete distrutti.
E i loro re e governanti dissero ai loro sacerdoti: Quale regalo
dite che dovremmo darle, e come la rimanderemo indietro?
Scopritelo, e diteci cosa dobbiamo fare. E i sacerdoti dei Filistei
si ritirarono di nuovo in consiglio e dissero ai loro re e governanti:
Fate per lei, secondo il numero dei vostri capifamiglia, sessanta
statuine di topi in oro, poich i topi hanno distrutto la vostra
terra, e sessanta statuine del pene di uomo, perch le vostre stesse
persone hanno sofferto di piaghe purulente sui vostri membri.101
E i Filistei fecero i centoventi donativi doro, come essi avevano
comandato loro, e li diedero a Sion. E di nuovo chiesero ai
sacerdoti: Come la manderemo via? E a chi voi direte di
rimetterla nella sua citt? E ancora una volta i maghi dei Filistei
dissero loro: Fate portare due femmine di cammello102 che
abbiano partorito i loro primogeniti allo stesso tempo, e attaccatele
a un carro103 i loro piccoli dovranno essere tenuti lontano ed
essere rinchiusi in un recinto. Si dovranno mettere allo stesso
giogo le due femmine di cammello, e quindi lasciarle libere e
permettere loro di andare dove vogliono. Se esse di dirigeranno
verso Gerusalemme noi sapremo che forse Dio ha avuto
compassione della nostra terra; ma se vagheranno senza meta, e
andranno qui e la, e desidereranno tornare la da dove sono
venute, allora sapremo

99 Sacerdote del Tempio, 1 Samuele.


100 Cfr. 1 Samuele, 4 7.
101 Cinque topi e cinque bubboni; cfr. 1 Samuele 6, 4
102 "Due mucche da latte,1 Samuele 6, 7
103 "Un nuovo carro a due ruote,1 Samuele 6, 7

che Dio [ancora] adirato con noi, e che Egli non fermer la sua
punizione fino a che Egli non avr annientato noi e la nostra
citt.
E i Filistei fecero come i sacerdoti era stato comandato ai loro
governanti, e mandarono via Sion, e si prostrarono davanti a essa.
E quei cammelli femmina fecero il loro viaggio dritte alla terra di
Giuda, e arrivarono fin sullaia, e il casato della tua famiglia le
accolse. Quelli che non le accolsero erano gli uomini del casato di
Dn, essi non fecero omaggio a Sion, perch la consideravano
adirata per il loro Dio distrutto (?). Essi tagliarono le assi di
legno del carro, e fecero che quei cammelli fossero in sacrificio, e
Sion ritorn alla sua dimora. E mentre Sion era nella [sua]
dimora Samuele il Profeta amministrava per lei, e visioni e
profezie erano rivelati a lui, ed egli ringraziava Dio in tutte le sue
azioni, ed egli resse Israele per quarantotto anni104.
E dopo di lui il nostro popolo implor Dio di dargli un re come le
nazioni che lo circondavano. E Samuele il Profeta unse Re Saul,
ed egli regn per quarantanni. Egli era della trib di Beniamino,
che era il pi giovane ramo delle genti di Israele. E Samuele il
Profeta unse anche tuo padre Davide. E quando i Filistei
combatterono contro Saul il Re, Saul fu vinto e mor con
[Y]nthn suo figlio. E quelli fra i suoi figli che sopravvissero
vollero portare via Sion, quando seppero che il loro padre e il loro
fratello erano morti.
E allora quando vollero nasconderla a trasferirla nella Valle di
Glbh. (Gelboe) affinch tuo padre Davide non potesse farli
morire, Sion non permise che la portassero via finch tuo padre
non arriv e la port via dalla loro citt, ma non con offerte e non
con incenso o altre sostanze da bruciare. Perch era impossibile
portare via Sion senza che lo desiderasse lei e lo desiderasse
Dio. E ancora, quando tuo padre regn rettamente su Israele, prese
Sion dalla citt di Samaria e la port qui a Gerusalemme,
danzando in punta di piedi davanti a essa, e battendo le sue mani
di gioia per lei; perch essa fu presa da lui affinch potesse venire
nella citt di Davide tuo padre. E quantunque tu dichiari di essere
sconvolto nella fuga di Sion verso la loro citt, verso la terra di
Etiopia, se Dio lo volesse e se lei stessa lo volesse, non ci sarebbe
nessuno che glielo potrebbe impedire; perch di lei stessa il
volere di andare, e di lei stessa il volere di ritornare se a Dio
piacesse. E se non far ritorno, ci sar lautentico volere di Dio.
E quanto a noi, se Dio lo vorr, Gerusalemme rimarr a noi dove
tu hai costruito per noi una casa di Dio.
E ora, non lasciare che il tuo cuore sia triste, ma consola te stesso
con quello che ti abbiamo detto. Che la saggezza, che il Signore
Dio di Israele ti ha concesso, promani da te. Perch la saggezza
una cosa strana. Come una lampada non il sole, e come laceto e
laloe non sono vantaggiosi n utili additivi per il miele, cos le
parole dei folli non sono vantaggiose per luomo saggio. E come il
fumo per gli occhi, e i frutti acerbi per i denti, cos le parole dei
folli non sono vantaggiose per luomo saggio.

Riguardo la risposta che Salomone diede loro


E Salomone il Re rispose e disse loro: Ascoltate, voi, ci che sto
per dirvi. Supponiamo che Egli mi abbia distolto mentre io stavo
tenendo Sion cosa impossibile a Dio? E supponiamo che
Egli vi abbia distolto mentre la tenevate cosa impossibile a
Dio? E supponiamo che Egli stesse dando loro in eredit la nostra
citt, e che vogli distruggerci cosa impossibile a Dio? Perch
tutto Suo, e nessuno pu opporsi al Suo Volere, e non c
nessuno che pu trasgredire il Suo comandamento in alto nel cielo
o qui sulla terra. Egli il

104 A quel tempo Israele non aveva ancora un re.

Re il Cui regno non avr mai, mai fine, Amen. Ma ora andiamo e
inginocchiamoci nella Casa di Dio.
E gli anziani di Israele assieme al loro Re si recarono nella Casa di
Dio, entrarono nella cella sacra, il Sancta Sanctorum105, e fecero
suppliche, e si prostrarono, e indirizzarono benedizioni a Dio. E
Salomone pianse nella dimora della divina Sion, il Tabernacolo
della Legge di Dio, e tutti piansero con lui, e poco dopo rimasero
in silenzio. E Salomone rispose e disse loro: Smettete, affinch i
non circoncisi non possano {malignamente} gioire di noi, e non
possano dire di noi: La loro gloria fu portata via, e Dio li ha
abbandonati. Voi non rivelerete nulla {di quanto successo} a
popoli stranieri. Prendiamo questo mucchio {di assi}106 che
giacciono inchiodate insieme, e ricopriamole doro, e decoriamole
nella stessa foggia di nostra Signora Sion, e poniamovi allinterno
il Libro della Legge. Gerusalemme, la libera che nei cieli sopra
di noi, che Giacobbe nostro padre vide, con noi, e sotto c la
Porta del Cielo, questa Gerusalemme sulla terra. Se noi facciamo
la Volont di Dio e il Suo buon piacimento, Dio sar con noi, e ci
condurr fuori dalle mani dei nostri nemici, e fuori dalle mani di
coloro che ci odiano; sia fatta la Volont di Dio, e non la nostra
volont, e sia fatto ci che ben piace a Dio, e non ci che piace a
noi. Attraverso ci ci ha resi tristi. Dora in avanti la Sua furia
vendicatrice si ammorbidir verso di noi, ed Egli non ci
abbandoner ai nostri nemici, Egli non muover la sua grazia
lontano da noi, ed Egli si ricorder dellalleanza con i nostri
padri Abramo, e Isacco e Giacobbe. Egli non far che la Sua
parola sia menzognera, e non spezzer la Sua alleanza in modo
che il seme dei nostri padri non venga distrutto.

Come i nobili di Israele convennero [con il Re]


Poi gli anziani di Israele risposero e gli dissero: Possa esser fatto
il tuo giusto piacimento, e il giusto piacimento del Signore Dio!
Quanto a noi, nessuno trasgredir la tua parola, e non renderemo
noto a nessuna altra nazione che Sion ci stata portata via. Ed
essi stabilirono questo patto nella Casa di Dio gli anziani di
Israele con il loro Re Salomone, in quel giorno. E Salomone
visse [cos] per undici anni dopo che Sion gli fu sottratta, e poi il
suo cuore devi dallamore di Dio, ed egli dimentic la sua
saggezza, a causa del suo eccessivo amore per le donne.
Ed egli am immensamente la figlia del Faraone, il re dEgitto, il
cui nome era Mshr, e la port nella casa che egli aveva
costruito; cerano figure del sole, della luna e delle stelle sul suo
tetto, ed era illuminata di notte come se avesse fatto giorno. Le sue
travi erano rivestite di ottone, il suo tetto di argento e i suoi
pannelli (?)107 di piombo, e i suoi muri di pietra, rosso su
bianco, e marrone su bianco [e] verde; il suo pavimento era di
blocchi di pietra di zaffiro e cornalina. Ed egli soleva andare e
dimorare l a causa del suo amore per la sua casa e per sua
moglie Mshr, la figlia del Faraone re dellEgitto.
Ora la regina possedeva certi idoli che suo padre le aveva dato, cui
prostrarsi innanzi, e poich, quando Salomone la vide celebrare
sacrifici e adorarli, egli non la rimprover n la ripudi, Dio fu
adirato con lui, e fece in modo che perdesse la sua saggezza. E lei
moltiplic i suoi sacrifici, la sua adorazione e la sua follia,
secondo la stupidit degli Egiziani, e tutte le persone del suo
casato adoravano gli idoli, e imparavano il ridicolo culto degli
idoli. E traendo diletto nel loro folle culto essi adoravano con la
figlia del Faraone, e i figli di Israele

105 Stanza quadrata di 5m. di lato, era la parte pi recondita del


Tempio di Salomone, dove era custodita lArca dellAlleanza.
106 Sono le assi lasciate da Azrys, cfr. cap.48.
107 Probabilmente le tegole.

si univano a lei, e le donne e le loro ancelle si univano a lei


nelladorazione e nel folle culto idolatrico. E Salomone stesso
trovava piacere nellascoltare il loro folle culto e pazzia. E quando
lei vide che egli la amava, e la ascoltava attentamente, e stava in
silenzio, e le faceva molte domande sul folle culto degli dei degli
Egizi, si fece straodinariamente compiacente con lui, gli parlava
con parole melliflue, e con il tenero discorrere delle donne, e con
il dolce sorriso che accompagna lesposizione di un atto malvagio,
con il volgere del viso e lassunzione di uno sguardo di buone
intenzioni, e con il chinare del capo.
Con azioni di questo genere lei caus che il cuore di Salomone si
volgesse via dal suo giusto fine, e lo attir verso la malvagit del
suo agire, perch desiderava sconsideratamente trascinarlo nella
pazzia del folle culto degli idoli. E come il mare profondo trascina
nelle sue profondit luomo che non sa nuotare, finch lacqua lo
sommerge e distrugge la sua vita, cos quella donna desiderava
sommergere Re Salomone.

Come la figlia del Faraone sedusse Salomone


E allora la figlia del Faraone apparve a Salomone, e gli disse: E
buona cosa adorare dei come fa mio padre e come fecero tutti i
re dEgitto che furono prima di lui. E Salomone le rispose: Essi
chiamano dei le cose che sono state fatte a mano da fabbri,
carpentieri, vasai e pittori, e intagliatori di pietra e scultori; queste
non sono dei, ma il lavoro della mano delluomo, in oro, argento,
ottone e piombo, in ferro e terracotta, in pietra, e voi chiamate
nostri dei le cose che non sono vostri dei. Ma noi non adoriamo
altri che il Sacro Dio di Israele e la nostra Signora, la santa e
divina Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio, che Egli ci ha
dato perche ladorassimo, noi e la nostra discendenza dopo di
noi.
Ed essa rispose e gli disse: Tuo figlio ha portato via la vostra
Signora Sion, tuo figlio che tu hai generato, che discende da un
popolo straniero con cui Dio non ti aveva comandato di
imparentarti, in altre parole, {discende} da una donna etiope, che
non del tuo colore, e non ha lo stesso sangue della tua terra, e
che perdipi nera.
E Salomone rispose e le disse: Sebbene tu parli cos non sei tu
stessa di [quella razza] riguardo la quale Dio ci aveva comandato
di non prendere moglie? La tua stirpe la sua stirpe, perch voi
siete tutti figli di Cam. E Dio, dopo aver distrutto il seme dei
sette re camiti, ha voluto che ereditassimo questa citt, affinch
noi e la nostra discendenza potessimo risiedervi. E per quanto
riguarda Sion, il volere di Dio stato eseguito, e Lui lha data a
loro {gli Etiopi} affinch potessero adorarla. E quanto a me, mai
immoler dei sacrifici e neppure adorer i vostri idoli, e non
esaudir il tuo desiderio. E nonostante ella gli parlasse in tal
guisa, e nonostante si mostrasse graziosa per lui mattina e sera,
giorno e notte, egli continuava a rifiutare le sue [richieste]. Un
giorno si fece bella e si profum tutta per lui, ma si comport con
lui in maniera sprezzante, e lo tratt con disdegno. Ed egli le
disse: Cosa devo fare? Tu mi hai fatto un viso cattivo, e il tuo
riguardo verso di me non pi come in passato, e il tuo bellissimo
aspetto non seducente come sempre. Chiedimi, e io ti dar tutto
quello che desideri, io lo far per te, cos tu potrai rendere il tuo
viso (o la tua atteggiamento) altrettanto grazioso di prima Ma
essa rimase in silenzio e non disse una parola. Allora egli le ripet
che avrebbe fatto qualsiasi cosa essa desiderasse, ed essa gli
disse: Giurami sul Dio di Israele che non mi menerai per il naso.
Ed egli le giur che le avrebbe dato qualsiasi cosa essa avesse
chiesto, e che egli avrebbe fatto per lei qualsiasi cosa lei gli
avesse detto {di fare}. Essa attacc un filo rosso al centro della
porta della [casa dei] suoi dei, prese tre locuste e le pose nella casa
dei suoi dei. Poi disse a Salomone: Vieni a me senza rompere il
filo rosso, chinati e uccidi queste locuste davanti a me strappando
loro il collo; e cos fece. Ed essa gli disse: Io dora in avanti far
il

tuo volere, perch tu hai fatto sacrifici ai miei dei e li hai adorati.
Ora egli aveva fatto questo a causa del suo giuramento, per non
rompere il giuramento che ella gli aveva fatto prestare, sebbene
egli sapesse che fosse unoffesa (peccato) entrare nella casa dei
suoi dei.
Ora Dio aveva dato un comando ai figli di Israele, dicendo: Voi
non sposerete donne straniere affinch non siate corrotti da esse
attraverso i loro dei, dalla depravazione delle loro arti e dalla
dolcezza delle loro voci; perch esse rendono molli i cuori dei
giovani semplici con la dolcezza delle loro voci gentili, e con la
bellezza delle loro fattezze esse distruggono il senno nelluomo
{rendendolo} stolto. Chi era pi saggio di Salomone? eppure fu
sedotto da una donna. Chi era pi retto di Davide? eppure fu
sedotto da una donna. Chi era pi forte di Sansone? eppure fu
sedotto da una donna. Chi era pi avvenente di Amnn? eppure
fu sedotto da Tamar, la figlia di Davide suo padre108. E Adamo fu
la prima creatura di Dio, eppure fu sedotto da Eva sua sposa. E
con quella seduzione fu creata la morte per ogni cosa creata. E
questa seduzione delluomo da parte della donna fu causata da
Eva, e per questo noi tutti siamo figli di Eva.

Riguardo il peccato di Salomone


Ora Salomone commise un enorme peccato con ladorazione degli
idoli, e dallessere un uomo saggio egli divenne uno stolto, e il
suo peccato annotato nel Libro dei Profeti. E gli Arcivescovi che
erano l risposero e dissero: Ha Dio avuto misericordia di
Salomone per il suo errore che scritto [come] peccato? Si, Dio
ha avuto misericordia di lui, e il suo nome annoverato con [i
nomi di] Abramo, Isacco, e Giacobbe, e Davide suo padre nel
Libro della Vita nei cieli. Poich Dio perdona coloro che hanno
peccato. Vieni ora, e considera, quale era pi grave dei due, il
peccato di suo padre Davide o il peccato di suo figlio Salomone?
Davide provoc la morte in battaglia di Uria per mezzo di un
inganno109, cos che egli potesse prendere sua moglie Brsbh.
(Betsabea), la madre di Salomone; ed egli si pent, e Dio ebbe
compassione di lui, e in punto di morte inform suo figlio
Salomone, dicendo: Uccidi Joab poich egli uccise Amr
(Abner)110, che era stato comandante, e uccidi Simei poich mi
ha maledetto111; ed egli esegu le ultime volont di suo padre e li
uccise dopo la morte di suo padre Davide. E Salomone non uccise
nessuno eccetto suo fratello quando desider sposare la
samnwt112, la moglie di suo padre Davide il cui nome era
Abs (Abisag). E per quanto riguarda lerrore di Salomone che
stato annotato ve lo riveler, proprio come Dio lo ha rivelato a me.

Riguardo la Profezia di Cristo


Ora, secondo linterpretazione della profezia, il nome Salomone
significava nel linguaggio segreto Cristo. E come Salomone
costru la casa di Dio, cos Cristo risorse con il Suo Corpo e lo
fece Chiesa. E quando Egli disse ai giudei: Abbattete questa casa,
e in tre giorni Io la [ri]costruir113, Egli parlava loro della casa
del Suo Corpo. E come Salomone continuava a prendere mogli da
popoli stranieri per la loro bellezza e il loro fascino, e desideri
[sorgevano] in lui nel suo finto amore [per loro], cos Cristo riun
insieme da popoli stranieri

108 2Samuele, 13. Tamar era sorellastra di Ammone, entrambi


figli di Davide, ma secondo la Bibbia fu Ammone a innamorarsi (e
violentare) Tamar.
109 Cfr. 2Samuele 11, 17.
110 Cfr. 2Samuele. Joab generale di Israele uccise a tradimento
per gelosia Abner generale del regno di Giuda
dopo che questi era passato dalla parte di Israele.
111 1 Re 2, 5 e segg.
112 Ovvero la donna Sunammita(vedi 1Re 1, 3). Cfr. meglio
1Re 1, 15. Donna proveniente dal villaggio di Sunem.
113 Giovanni 2, 19

coloro che non avevano la Legge, me credevano in Lui. E per Lui


non vi era uomo non circonciso, o pagano; e non vi era schiavo, o
Ebreo, n servo o uomo libero114; ma Egli li ha riuniti tutti nel
Suo regno celeste con la Sua Carne e il Suo Sangue.
E nel Cantico dei Cantici Salomone stesso cantava e diceva: Ci
sono sessanta possenti uomini intorno alla lettiga di Salomone,
ognuno di loro addestrato alla guerra e che brandiscono spade,
ogni uomo con la sua spada alla coscia115. Il numero sessanta
indica il numero dei virtuosi patriarchi, profeti, apostoli, martiri,
credenti, santi e monaci che avevano resistito al pensiero
malvagio e alla guerra di Satana. E la parola spada ,
nellinterpretazione, la parola delle Scritture. La parola del
Signore taglia come un rasoio tagliente, e in tale maniera le
Scritture tagliano via dai cuori degli uomini il pericolo causato dai
sogni menzogneri della notte. E le parole lettiga di Salomone
sono, nellinterpretazione, la Chiesa di Cristo.
E ancora Salomone cantava, dicendo: Re Salomone ha fatto una
lettiga per se stesso116 e queste parole devono essere interpretate
che Cristo ha assunto il nostro corpo117. Il nome Salomone nella
lingua degli ebrei , secondo linterpretazione, Cristo. E gli
stolti giudei immaginano che le parole di Davide Il Signore mi
disse: Tu sei mio figlio e in questo giorno ti ho generato118
furono pronunciate con riferimento a Salomone suo figlio. O
Dio, da il Tuo giudizio al re, e la Tua virt al figlio del re, cos
che egli possa giudicare il tuo popolo con virt e i tuoi bisognosi
con giustizia.
Ed egli vivr e gli doneranno oro dallArabia, e pregheranno per
lui continuamente, e lo seguiranno [con parole giuste], ed egli sar
un sostegno per lintera terra sulle vette delle montagne, e il suo
frutto sar pi grande del cedro, ed egli prosperer nella citt come
lerba sulla terra, e il suo nome sar benedetto per sempre, e il suo
nome star davanti al sole. Io ti ho generato da ventre prima della
Stella del Mattino. Dio ha giurato, ed Egli non si pentir, tu sei
il Suo sacerdote per sempre, dopo la nomina di Melchisedech.119
E per quanto riguarda questa profezia e altre come questa, che
Davide ha predetto in riferimento a Cristo, gli stolti giudei, che
sono ciechi di cuore, dicono che ci che Davide disse allinizio
del suo libro era detto con riferimento al figlio Salomone; questo
dicono i giudei, e loro associano Cristo a Salomone a causa della
somiglianza del nome e della saggezza, e a causa del fatto che Egli
era il Figlio di Davide nella carne120. E anche se coloro che
vennero dopo Davide e Salomone, soprattutto Elia ed Eliseo,
sapevano questo, attribuirono il peccato di Salomone a lui nel
Libro dei Re al fine di gettare gli ebrei nella vergogna, che erano
accecati nel cuore e nemici della giustizia. E il Re Salomone, il
figlio di Davide il Re e il Profeta, era egli stesso anche Re e
Profeta, ed egli predisse molte somiglianze riguardo Cristo e la
Chiesa, egli scrisse quattro libri di profezie, ed annoverato con
Abramo, Isacco, Giacobbe, e Davide suo padre nel regno dei cieli.

Riguardo le lamentazioni di Salomone


E ora vi racconter come mor. La sua et era di sessanta [anni],
quando una malattia lo colse. La sua et non era quella di suo
padre Davide, ma era di venti [anni] inferiore alla sua,

114 Lettera ai Galati 3, 28


115 Cantico dei Cantici 3, 7 e segg.
116 Canto dei Cantici 3, 9 117 Cio si fatto uomo. 118 Salmi 2
119 Salmi 72, 1 e segg. Salmi 110, 4
120 Cio un Suo discendente.

poich era sotto linfluenza di donne e degli idoli che aveva


adorato. Cos langelo della morte venne e lo colp
violentemente [nel] piede, ed egli pianse e disse: O Signore Dio
di Israele, io sono sottomesso alla legge terrena, per questo non
c nessuno libero da difetti davanti a Te, O Signore, e non c
nessun uomo retto e saggio davanti a Te, O Signore. Perch tu
scruti e cerchi nel cuore. Nulla ti nascosto. Tu vedi le cose
nascoste [come se fossero] manifeste, Tu frughi nel cuore. Abbi
piet di me, Signore. Tu penetri il cuore delluomo e cerchi cosa lo
guida. Abbi piet di me, Signore. Tu ascolti il sussurro come il
rumore del tuono. Abbi piet di me, Signore. Se Tu hai piet
{solo} di uomini retti che non trasgredirono i Tuoi
comandamenti, cosa c di meraviglioso nella Tua piet? Abbi
piet di me, Signore. Se tu mostrassi piet per me, un peccatore,
la Tua piet sarebbe una cosa meravigliosa e piena di grazia.
Abbi piet di me, Signore. E per quanto io abbia peccato,
ricordati di Abramo, Isacco e Giacobbe, miei padri, che non
trasgredirono i Tuoi comandamenti. Abbi piet di me, Signore,
perch Tu sei clemente e indulgente; a motivo di Davide Tuo
servitore abbi piet di me, Signore. O Padrone delluniverso, dei
re e dei governanti, abbi piet di me, Signore. Tu che trasformi gli
stolti in saggi, e i saggi in stolti, abbi piet di me, Signore. Tu che
converti i peccatori e ricompensi coloro che agiscono rettamente,
abbi piet di me, Signore. E appena proffer queste parole, molte
lacrime striarono il suo viso, e cerc la sua pezzuola da naso.
E lAngelo di Dio scese verso di lui e gli disse: Ascolta quello
che sto per dirti, a motivo di quel Dio che mi ha inviato.
Dallessere un uomo saggio hai trasformato te stesso in uno
sciocco, dallessere un uomo ricco hai condotto te stesso a essere
povero, dallessere un re hai portato te stesso a uomo di nessun
conto, attraverso la trasgressione dei comandamenti di Dio.
Linizio della tua rovina fu il prendere in moglie molte donne, e
per questo tu trasgredisti la Sua Legge e i Suoi decreti, e le
ordinanze di Dio che Mos trascrisse e diede a te e a Israele, e
cio che voi non avreste preso in moglie donne di popoli stranieri
ma solo quelle della vostra stirpe e della casa dei vostri padri,
affinch il vostro seme fosse puro e santo e affinch Dio potesse
dimorare con voi. Ma tu tenesti in poco conto la Legge di Dio,
pensando di essere pi saggio di Dio, e che avresti avuto
moltissimi figli maschi. Ma la stoltezza di Dio pi saggia del
giudizio degli uomini, ed Egli ti ha dato solo tre figli: quello che
port via la tua gloria verso una terra straniera, e fece che
labitazione di Dio fosse in Etiopia; quello che zoppo di un
piede, che sieder al tuo posto sul trono del popolo di Israele, il
figlio del sangue della tua stirpe di Tarbna, del casato di Giuda;
e quello che figlio di una donna greca, unancella, colui che alla
fine distrugger Roboamo121 e tutta la tua stirpe di Israele; e
questa terra sar sua poich egli crede in Colui che verr, il
Salvatore. E la trib di Roboamo, coloro che sono di Israele,
crocifiggeranno Colui che verr, il Redentore, e la memoria di
te sar cancellata dalla terra. Perch essi escogiteranno un piano
che essi non saranno capaci di eseguire, ed Egli sar adirato con
loro e canceller il loro ricordo.
E quanto a te, Giuseppe il figlio di Giacobbe sar un simbolo
della tua persona. Perch i suoi fratelli lo vendettero fra la terra di
Egitto e la Siria, la terra di Lb (Libano), e nel suo scendere
verso la terra dEgitto scoppi una carestia in Siria e in tutto il
mondo. E nel suo viaggio chiam la sua stirpe e la port fuori
della carestia e le diede una dimora nella terra dEgitto, il nome
della quale Gshn (Goshen).
Perch egli stesso fu Re sotto il Faraone, Re dEgitto. Similmente
il Salvatore Colui che verr dal tuo seme ti render libero con la
Sua venuta, e ti porter fuori da Shel122, dove finch il Salvatore
non sar arrivato tu soffrirai con dolore, assieme ai tuoi padri; e
lui ti porter fuori. Perch dal tuo seme verr un Salvatore che
liberer te e tutti coloro che furono prima

121 Roboamo, figlio di Salomone, prese il suo posto come re di


Israele. Cfr. 1 Re.
122 Lo Sheol la terra dei morti, nella tradizione ebraica. Cfr.
Deuteronomio, 32, 22.
di te, e tutti coloro che [verranno] dopo di te, da Adamo alla Sua
venuta nella stirpe della tua stirpe, ed Egli far in modo che tu
possa uscire da Shel come Giuseppe port in salvo la sua stirpe
dalla carestia, in altre parole dal primo Shel nella terra della
carestia, e cos far il Salvatore portando fuori da Shel coloro che
sono la sua stirpe. E come dopo gli Egiziani ridussero schiavi [i
discendenti di Giuseppe], cos i demoni ti ridussero in schiavit
per lerrore {di aver adorato} degli idoli.
E come Mos port la propria discendenza fuori dalla servit
[dEgitto], cos il Salvatore ti porter fuori dalla servit di Shel.
E come Mos fece dieci miracoli e {caus} punizioni (o piaghe) al
Re Faraone, cos il Salvatore Colui che verr dal tuo seme far
dieci miracoli per la vita davanti al tuo popolo. E come Mos,
dopo che aveva fatto i miracoli, costrinse il mare e fece in modo
che il popolo lo attraversasse come fosse stato su terra asciutta,
cos il Salvatore che verr rimuover le mura di Shel e ti porter
fuori {da li}. E come Mos affog il Faraone con gli Egiziani nel
Mar di Eritrea, cos il Salvatore affogher Satana e i suoi demoni
in Shel: perch il mare deve essere considerato come Shel, e il
faraone come Satana, e il gran numero dei suoi soldati come
demoni. E come Mos li rifocill [con] manna nel deserto senza
fatica, cos il Salvatore ti rifociller con il cibo del Giardino [cio,
il Paradiso] per sempre, dopo che Egli ti avr portato fuori da
Shel. E come Mos li fece restare nel desero per quaranta anni,
senza che le loro vesti si strappassero, e le suole delle loro
calzature si danneggiassero, cos il Salvatore ti far dimorare
senza fatica dopo la Resurrezione. E come Giosu li condusse
nella Terra Promessa, cos il Salvatore ti porter nella Terra delle
Delizie. E come Giosu uccise i sette Re di Canaan, cos il
Salvatore uccider le sette teste di Ibls123. E come Giosu
distrusse il popolo di Canaan, cos il Salvatore distrugger i
peccatori e li rinchiuder nella fortezza di Shel. E come tu hai
costruito la casa di Dio, cos saranno costruite chiese sulle cime
delle montagne.
Riguardo Maria, Nostra Signora della salvezza
E ancora, ci sar per te un segno che il Salvatore verr dal tuo
seme, e che Egli liberer te con i tuoi padri e i tuoi discendenti
con la Sua venuta. La vostra salvezza fu creata nel ventre di
Adamo nella forma di una Perla prima di Eva. E quando Egli cre
Eva dalla costola di Adamo, Egli la port ad Adamo e disse loro:
Moltiplicatevi dal ventre di di Adamo. La Perla non usc verso
Caino o Abele, ma verso il terzo che venne dal ventre di Adamo,
ed entr nel ventre di Seth. E da li passando da lui quella Perla
entr in coloro che erano i primogeniti, e pervenne ad Abramo. E
non and da Abramo al suo primogenito Ismaele, ma si trattenne e
and in Isacco il puro. E non and nel suo primogenito,
larrogante Esa, ma and in Giacobbe lumile. E non si trasmise
da lui al suo primogenito, il traviato Ruben, ma in Giuda, il
puro. E non si trasmise da Giuda ai quattro {figli} peccatori, ma
and a Frs (Perez)124, quello paziente. E da lui questa Perla si
trasmise al primogenito finch entr nel ventre di Jesse, il padre di
tuo padre. E poi attese che sei maschi collerici fossero nati, e poi
si trasmise al settimo, Davide125, tuo padre, modesto e senza
peccato; perch Dio ha in odio larrogante e lorgoglioso, e ama
il semplice e lumile. E quindi attese nel pube di tuo padre finch
cinque poveri sciocchi non furono nati, quando entr nel tuo pube
per la tua saggezza e intelligenza. E quindi la Perla attese, ma
non si trasmise al tuo primogenito. Perch i buoni del suo paese
non Lo negarono e non Lo crocifissero, come {invece fece}
Israele il tuo popolo; quando videro Colui che compiva miracoli,
Colui che doveva nascere dalla Perla, essi credettero in Lui
quando seppero quello che Lui aveva fatto. E la perla non si
trasfer al

123 Cio Satana, il Diavolo. Iblis il nome che nel Corano dato
al diavolo.
124 Giuda ebbe cinque figli: Perez, Chezron, Carmi, Cur e Sobal.
125 Davide era lottavo figlio di Jesse.
tuo figlio pi giovane Adrm. Perch i buoni non Lo crocifissero
n Lo rinnegarono quando videro le opere miracolose, e le
meraviglie {fatte} da Lui che era nato dalla Perla, e poi credettero
in Lui attraverso i Suoi discepoli.
Ora la Perla, che per la nostra salvezza, prosegu dal tuo ventre
e entr in quello di rbm (Roboamo) tuo figlio, a causa della
depravazione di Israele tuo popolo, che nel suo rifiuto e nella
sua immoralit Lo crocifisse. Ma se non fosse stato crocifisso Egli
non avrebbe potuto essere la vostra salvezza. PerchEgli fu
crocifisso senza peccato, e sal [di nuovo] senza decomposizione.
E per amore di questo Egli scese a te nello Shel, e abbatt le sue
mura, cos Egli pot liberarti e portarti fuori, e rivelare la Sua
benevolenza a tutti voi. Voi nei cui addomi sar portata la Perla
e conservata tramite le vostre mogli, nessuno di voi sar
annientato, da vostro padre Adamo a colui che verr, il tuo
discendente Eym (Gioacchino), e da Eva vostra madre, la
moglie di Adamo, fino a Noah e sua moglie Tarmz, a Tr
(Tera) e sua moglie mny, e ad Abramo e sua moglie Sr
(Sara), e a Isacco e sua moglie Rbk. (Rebecca), e a Giacobbe e
sua moglie Ly (Lea), e a Yahd e la sua sposa Temr
(Tamar), e a tuo padre e sua moglie Brsbh (Bersabea) e a te
stesso e Tarbn tua moglie, e a Roboamo tuo figlio e sua moglie
ms, e a yakm (Gioacchino) tuo discendente, che deve
venire, e sua moglie Hann.
Nessuno di voi che avete portato la Perla verr annientato, e che
sia un giovane uomo o una giovane donna, coloro che hanno
portato la Perla non saranno annientati. Perch la Perla sar
portata da uomini che saranno retti, e le donne che hanno portato
la Perla non saranno annientate, perch diverranno pure attraverso
la Perla, poich essa santa e pura; e a motivo di essa e di Sion
Egli ha creato il mondo intero. Sion ha preso dimora con il tuo
primogenito e sar la salvezza del popolo dEtiopia per sempre; e
la Perla sar portata nel ventre di yrbm (Roboamo) tuo
figlio, e sar la salvatrice del mondo intero. E quando il tempo
stabilito sar arrivato questa Perla nascer dal tuo seme, poich
esso estremamente puro, sette volte pi puro del sole. E il
Redentore verr dal trono di Suo Padre, e rester su di lei, e la
rivestir di carne, e subito tu stesso le annuncerai ci che il mio e
tuo Signore mi dice.
Io sono lAngelo Gabriele, il protettore di tutti coloro che
porteranno la Perla dal corpo di Adamo fino al ventre di Hann,
cos che io possa preservare voi dove la Perla dimorer dalla
schiavit e dalla corruzione. Michele stato comandato di guidare
e preservare Sion ovunque vada, e Uriel rivolger la sua
attenzione e conserver il legno del bosco126 che sar la Croce
del Salvatore. E quando il tuo popolo nella sua invidia Lo avr
crocifisso, essi correranno alla Sua Croce a causa della moltitudine
di miracoli che avranno luogo grazie a lui, ed essi verranno
sprofondati nella vergogna quando vedranno tali meraviglie. E
negli ultimi tempi un discendente di tuo figlio drams prender il
legno della Croce, il terzo [mezzo di] salvezza che sar inviato
sulla terra. LAngelo Michele con Sion, con Davide tuo
primogenito, che ha preso il trono di Davide tuo padre. E io sono
con la pura Perla per colui che regner per sempre, con Roboamo
tuo secondo figlio; e lAngelo Uriel con il tuo figlio pi giovane
dram[s]. Questo io ti ho detto, e tu non farai che il tuo cuore sia
triste a causa della tua stessa salvezza e di quella di tuo figlio.
E quando Salomone ebbe ascoltate queste parole, la sua forza gli
ritorn nel suo letto, e si prostr davanti allAngelo di Dio, e
disse: Rendo grazie al Signore, mio Signore e tuo Signore, o
radioso essere di spirito, poich tu mi hai reso capace di ascoltare
una parola che mi ha riempito di contentezza, e perch Egli non ha
strappato la mia anima dalleredit di mio padre a causa del mio
peccato, e perch il mio pentimento stato accettato dopo la mia

126 Confronta Genesi 22, 13.


afflizione, e perch Egli ha avuto considerazione delle mie
lacrime, e ha ascoltato il mio grido di dolore, e ha avuto
considerazione della mia afflizione, e non mi ha lasciato morire
nel mio dolore, ma mi ha fatto gioire prima che la mia anima lasci
il mio corpo. Dora in avanti [il pensiero di] morire non mi
render triste, e accetter la morte come ho amato la vita. Dora in
avanti berr dallamara coppa della morte come se fosse miele, e
dora in avanti amer la morte come se fosse una dimora di
gemme preziose. E quando sar disceso e spinto gi nel
profondo dello Shel, a causa dei miei peccati, non soffrir dolore,
perch avr ascoltato la parola che mi ha reso lieto. E quando sar
sprofondato nellinfima profondit del pi profondo abisso di
Shel, a causa dei miei peccati, che mi importer? E se Egli mi
ridurr in polvere nella Sua mano e mi disperder ai margini della
terra e nei venti a causa dei miei peccati, ci non mi render triste
perch ho ascoltato la parola che mi ha fatto rallegrare, e Dio non
ha strappato la mia anima dal retaggio dei miei padri. E la mia
anima sar con lanima di Davide mio padre, e con lanima di
Abramo, e Isacco e Giacobbe miei avi. E il Salvatore verr e ci
trarr fuori da Shel con tutti i miei padri, e i miei discendenti,
vecchi e giovani. E riguardo i miei figli, avranno sulla terra tre
potenti angeli per proteggerli. Io ho trovato il regno dei cieli, e il
regno della terra. Chi come il Signore, il Misericordioso, Che
mostra clemenza per il suo operato e lo glorifica, Che rimette i
peccati ai peccatori e Che non cancella la memoria dei penitenti?
Perch la Sua intera Persona perdono, e la Sua intera Persona
grazia, e a Lui appartiene la lode. Amen.

Riguardo la domanda di Salomone


E Salomone si gir e guard lAngelo e stese entrambe le sue
mani, e disse: Mio signore, la venuta del Salvatore di cui tu parli
vicina o lontana? E lAngelo rispose e gli disse: Egli verr
{dopo} tre e trenta generazioni secondo la tua stirpe e la tua
discendenza, e vi liberer. Ma Israele odier il suo Salvatore, e
sar invidioso di Lui perch operer con segni e con miracoli
davanti a lui. Lo crocifiggeranno, e Lo uccideranno, ma Egli
risorger di nuovo e li liberer, perch Egli misericordioso verso
coloro che si pentono e buono verso coloro che Egli ha scelto.
Guarda, io ti dico apertamente che Egli non lascer nello Shel i
Suoi avi di Israele dai quali la Perla stata portata.
E quando lAngelo di Dio ebbe profferito queste parole a
Salomone, gli disse: Pace a te. E Salomone rispose e gli disse:
Mio signore, io ti imploro, vorrei porti una domanda; non essere
insensibile al mio pianto. E lAngelo gli disse: Parla, ponimi la
tua domanda, e io ti far sapere quello che ho ascoltato e visto. E
Salomone gli disse: Ora io sono angustiato per Israele, il Suo
popolo, che Egli ha scelto come Suo eletto fra tutte le antiche trib
del Suo retaggio; dimmi, verr annientato dopo la venuta del
Salvatore? E lAngelo di Dio gli rispose di nuovo e gli disse:
Ebbene, ti ho detto che essi crocifiggeranno il Salvatore. E
quando essi avranno sparso il Suo sangue sul legno della Croce
essi verranno dispersi nel mondo. E Salomone disse: Io piango
per il mio popolo. Sventura sul mio popolo! Quello che dal primo
allultimo ha sempre provocato il castigo del suo Creatore. Io e
coloro che sono stati prima di me non siamo meritevoli di
ricevere grazia a causa della nefandezza delle nostre opere, poich
noi siamo una generazione senza fede. Sventura su coloro che
spargeranno sangue innocente a calunnieranno il Giusto, e
divideranno le Sue spoglie, e non credono neppure alla Sua
parola e non camminano nei Suoi Comandamenti! Il loro castigo
sta aspettando, e il loro errore permane; grande la loro punizione.
E il loro peccato permane e non sar mai dimenticato, e il peccato
dei loro padri sar ricordato; perch la loro opera fu il peccato, ed
essi verranno annientati da quello che loro stessi hanno
immaginato. E sventura anche sulla mia anima! Perch io che
sono stato onorato alla mia morte sar trattato con disdegno; e io
che sono stato celebrato per la mia

saggezza diverr polvere. In qual modo pi grande un re se non


ha fatto del bene sulla terra per il povero? Vengono sepolti allo
stesso modo, e il cammino nellabisso il medesimo. Di quale
giovamento (o uso) siamo noi uomini? Siamo creati invano, e
dopo poco tempo diventiamo come se non fossimo mai stati creati.
Quanto al soffio che noi respiriamo, se esso cessa per breve
tempo, la nostra anima passa via, e se il battito della scintilla del
nostro cuore che muove nella nostra mente passa via noi
diventiamo polvere, e i nostri amici e i nostri conoscenti ci
considerano una cosa disgustosa. E lintendimento della nostra
mente che sovrasta le nostre teste [viene annientato] quando la
nostra anima viene dispersa, e noi diventiamo vermi e
putrefazione; e quando il calore del nostro corpo se ne va via noi
diventiamo nullit e passiamo via come il dissolversi di una
nuvola. E dunque? Continuare a discorrere inutile, lavvenenza
della statura annientata, la forza dei re annichilita, il potere dei
governanti azzerato e non c pi nulla. Tutti noi passiamo come
ombre, e quando siamo trapassati nella morte il nostro nome
dimenticato, e nessuna traccia di noi pu essere trovata; dopo tre
generazioni dei nostri discendenti non ce n nessuno che ricordi il
nostro nome.
E subito volse il suo viso a Roboamo suo figlio, e disse a lui: O
figlio mio, guardati dal male e fa le cose che sono buone, affinch
tu possa vivere molti giorni sulla terra. E non inchinarti a dei
sconosciuti, e non adorarli, ma temi e onora Dio solo, affinch tu
possa sottomettere i tuoi nemici e avversari, e possa ereditare la
dimora di tuo padre nei cieli, e la vita eterna.
Ed egli gli disse: Scrivi il mio nome nel rotolo del Libro, e ponilo
nello scrigno. E disse a Zadok il sacerdote: Ungi mio figlio e
proclamalo re. Come mio padre Davide, mio signore, mi fece re
mentre era vivo, cos io faccio re mio figlio Roboamo. E il suo
seme sar la salvezza mia e dei miei padri per sempre, secondo
quanto lAngelo del Signore disse a me.

Come regn Reboamo


Allora Zadok il sacerdote prese Roboamo e lo fece re, e lo unse ed
esegu tutte le cerimonie che la Legge prescriveva. E Roboamo
depose una tavoletta di legno sopra il Tabernacolo, e vi trov il
nome di suo padre Salomone [scritto sopra], e quindi essi lo
posero sul mulo del re, e gli dissero: Ti acclamiamo tutti! Lunga
vita al padre reale! E la citt risuon di grida, e le trombe furono
suonate. E prima che Roboamo potesse tornare a suo padre
Salomone mor. Ed essi deposero Salomone nella tomba di suo
padre Davide, e si rattristarono profondamente per lui perchnon
ci fu nessuno come lui in saggezza in quei giorni.
E dopo che furono passati sette giorni, Roboamo fece cessare il
lutto per suo padre. E il popolo di Israele si raccolse attorno a
Roboamo e gli disse: Rendi meno grave il nostro lavoro, perch
tuo padre ci faceva tagliare molto legname, levigare pietre e
costruire carri per disboscare i boschi di cedro. E Roboamo si
riun in consiglio con i dignitari e gli anziani della casa del re, ed
essi gli dissero: Rispondi loro con accondiscendenza. Perch in
questo momento tu sei come un giovane animale e i tuoi fianchi
non possono reggere il giogo. Ora, parla loro con benevolenza e
di loro: Io far per voi ogni cosa che desiderate. E quando la tua
mano avr stretto il potere su di loro, tu potrai fare con il tuo
popolo quello che tu desideri. E Roboamo fece uscire gli anziani
e fece entrare gli sciocchi giovani uomini che aveva portato con
s.
Ed egli si riun con loro, e disse loro quello che la casa di Israele
gli aveva espresso e quello che gli anziani della casa del re gli
avevano consigliato di fare. E quegli sciocchi giovani uomini gli
dissero: Un uomo di una certa et da un consiglio da uomo di
quellet e un anziano da un consiglio da anziano, e un uomo
afflitto dallet da un consiglio da uomo afflitto dagli anni, e un
giovane come te da un consiglio che spetta alla giovent. Poich

questi uomini sono avanti negli anni, i loro fianchi sono fragili
come quelli di un vecchio animale che non pu camminare. E
riguardo questo problema di cui tu parli, chi pu discutere il
volere del nostro Signore il Re? E uno di essi fece un alto balzo
in aria verso Roboamo, e un altro estrasse la sua spada, e un altro
brand la sua lancia, e un altro afferr il suo arco e {la sua} faretra.
E quando essi ebbero finito la loro messinscena lo consigliarono,
dicendo: O nostro signore, si possa noi essere con te, e tu con
noi! Ora tuo padre in saggezza ci fece la consegna, {a noi} i
figli degli uomini di Israele che sono preparati nellarte della
guerra, di crescere con te affinch il tuo regno possa essere forte
dopo di lui. O nostro signore, non mostrare un viso timido a
quegli uomini, in modo che essi non pensino che tu sei debole e
incapace di muovere guerra contro di loro e contro i tuoi nemici.
Perch se essi vedono in noi un atteggiamento di debolezza nelle
parole e nelle azioni, saremo tenuti in poca considerazione da
loro, e non ci daranno regali, o presenti, o schiavi, o tributi, e il tuo
regno sar annientato. Ma rivolgiti a loro con parole sfrontate e
parla loro in modo sprezzante, dicendo: Rispetto a mio padre io
parlo in modo morbido e in modo duro, e mi far servire da voi
con catene di ferro e a colpi di flagello. Perch il mio fianco
magro sar pi forte della pi grossa parte del corpo di mio
padre, e il mio parere pi importante del giudizio di mio padre
che mi gener. Nessuno ridurr per voi la fatica e il servizio
forzato, anzi verr aumentato per voi in ogni piccola cosa. E se
non eseguirete il mio volere, vi depreder del vostro bestiame, e i
vostri figli saranno miei prigionieri, e il mio coltello da macello vi
far a pezzi. E prender le vostre citt e i vostri campi, le vostre
piantagioni e i vostri pozzi, i vostri giardini e le vostre terre, e i
vostri frutti (raccolti), e legher i vostri notabili con catene di
ferro, e i vostri ricchi [forniranno] cibo per i miei servi, e le vostre
donne saranno ornamento della casa dei miei nobili. E non
cambier questa mia decisione, e non laddolcir, n far in modo
che non si avveri o che non abbia effetto; e la metter in pratica
rapidamente, e la promulgher per sempre. Perch la totalit di
questa terra fu data a Davide mio nonno per {essere} il suo regno,
e a mio padre Salomone dopo di lui. E [Dio] me lha data dopo i
miei padri come a loro, e io mi far servire da voi come voi avete
servito loro; e ora andate e obbeditemi.
E allora cos Reboamo parl agli anziani di Israele. E il popolo si
sollev tutto insieme nella sua totalit, ed essi {gli anziani}
dissero: Torna alle [tue] case, o Israele. Non abbiamo nessun
altro che possiamo fare re allinfuori del casato di Giuda e del
casato di Beniamino? Noi rifiuteremo i loro casati e gli uomini di
entrambi, e faremo come nostro re e governante luomo che noi
desideriamo e nel quale la nostra anima si rallegra. Ed essi
presero con s le loro armi da guerra, e corsero come un solo
uomo, e arrivarono alla citt di Samaria di Bthfrt, dove si
riunirono in consiglio e dove si raccolsero insieme in assemblea.
E la casa di Israele scelse per sorteggio fra i suoi componenti in
modo da fare re un uomo scelto dal casato del padre delluomo
dove la sorte era caduta.
E la sorte cadde sulla casa di Efraim, sul figlio di Nbt, ed essi
scelsero un uomo della casa di suo padre127, e fecero re
Geroboamo. E cos il regno fu separato da {quello di} Roboamo,
il figlio di Salomone, e rimasero con lui solo il casato di
Beniamino e quello di Giuda suo padre.
E le parole che Dio aveva pronunciato a Davide Suo servo non
erano menzogna: Il frutto del tuo corpo Io far che sieda sul tuo
trono128; e ancora Egli disse: Preciso come la luna per
sempre129; e ancora Egli disse: Dio lo giur a Davide in verit
e non se ne pentir.130 Colui che regn sul trono di Davide Suo
padre fu Ges Cristo, suo discendente nella carne da una

127 Cio un uomo del casato di Nbt.


128 2Samuele 7, 12; Salmi 132, 11.
129 Salmi 89, 37.
130 Salmi 89, 35.

vergine, Che sedette sul trono di Suo Padre; e sulla terra Egli
assicur che il Re di Etiopia, primogenito di Salomone, avrebbe
regnato sul Suo trono. A Roboamo Dio diede soltanto due rami
(radici); e il Re di Rm il pi giovane figlio di Salomone. E Dio
fece questo affinch quello stolto popolo non potesse chiamarci
ebrei, a causa di Salomone e a causa di Roboamo suo figlio ora
Dio ne conosce il cuore ed Egli fece ci affinch essi non
potessero immaginare una tal cosa. Essi chiamarono Roboamo
Re di Giuda, e chiamarono il Re di Samaria Re di Israele. E
delle generazioni di Roboamo, da Roboamo a ym
(Gioacchino) ci furono quarantuno generazioni. Nacquero a Malk
due figli, Levi e Shem, colui che gener Hns. E Hns
gener almys, e almys gener Gioacchino, e Gioacchino
gener Maria la figlia di Davide. E ancora l gener Malk, e
Malk gener Mat, e Mat gener l e Giacobbe, e Hanna, la
moglie di Gioacchino. E l prese moglie e mor senza figli. E
Giacobbe prese per moglie Yhad, la moglie di l e gener
grazie a lei Giuseppe il falegname, che era il promesso sposo di
Maria. E Giuseppe era figlio di Giacobbe nella carne e il figlio di
l secondo la Legge; ora Dio aveva comandato a Mos che gli
Israeliti si sposassero fra loro, ciascuno nel casato dei suoi padri, e
che non sposassero donne di altre stirpi.

Riguardo Maria, la figlia di Davide


E da questo quindi evidente che Maria era la figlia di Davide, e
che Giuseppe era il figlio di Davide. Dunque Maria fu promessa in
sposa a Giuseppe suo parente, come detto nel Vangelo: O
Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere come moglie la
tua promessa sposa Maria, poich colui che deve nascere da lei
opera dello Spirito Santo, la Parola di Dio.131
E nacque da lei Dio, il Verbo, la Luce della Luce, Dio di Dio, il
Figlio del Padre, Colui che venne e salv la Sua creazione; Egli
ha salvato tutti coloro che credevano in Lui dalla mano dello
Shel, e da Satana, e dalla morte, Egli ci ha portati al Padre Suo e
ci ha elevato al cielo al Suo trono perch divenissimo i Suoi
eredi; poich Egli ama luomo, e a Lui la lode appartiene per
sempre. Amen.
Riguardo il Re di Rm (Costantinopoli)
E noi inizieremo a raccontarti quello che abbiamo udito, e quello
che abbiamo trovato scritto, e quello che abbiamo visto
riguardante il Re di Rm. Il regno di Rm era la parte deredit
e il dominio di Giapeto, il figlio di No.
E accampandosi essi costruirono dodici grandi citt, e Dario
costru le pi grandi citt dei loro regni: nt.ky (Antiochia),
Dresy (Tiro?) e Brtony (Partia?), e Rmy (Roma?), e tutti
coloro che regnarono vi dimorarono; e Re Costantino fond
Costantinopoli, dal suo stesso nome. Ora, essendogli apparso il
segno della Croce durante la battaglia132 sotto forma di stelle
stagliate nel cielo, egli fu salvato dalle mani del suo nemico; e da
quel tempo in avanti i Re di Rm si stabilirono cola. Dario
ebbe molti discendenti; e da Dario fino ai giorni di Salomone ci
furono diciotto generazioni. E dal suo seme nacque un uomo il
cui nome era Zanbars, che fece con sapienza un progetto di
astrolabio, e vi pose le stelle, e [fece anche] un bilanciere [un
orologio] per il sole. E previde quello che accadde dopo, che il
regno non sarebbe rimasto ai figli di Giapeto, ma sarebbe andato
al seme di Davide, della trib di Sem. E quando egli {Dario)
seppe tutto questo, mand un messaggio a Davide il Re,

131 Matteo 1, 20.


132 La battaglia di Ponte Milvio contro Massenzio, il 28 ottobre
del 312 d.C.

dicendo: Prendi mia figlia per tuo figlio; e Davide il Re la prese


e la diede a Salomone suo figlio, e Salomone ebbe un figlio da lei
e lo chiam con il nome di drm. E Zanbars mor prima [di
questo] e Balt.asr, che era del suo casato, divenne re. Egli non
lasci alcun figlio maschio per regnare dopo di lui sul suo trono,
ed era invidioso che i figli di suo padre avrebbero regnato dopo di
lui. E {cos} invi un messaggio scritto a Salomone il Re,
dicendo: Saluto la grandezza del tuo regno, e la tua onorevole
saggezza! E ora, dammi tuo figlio, che far re della citt di Rm.
Poich io non sono stato in grado di generare figli maschi, ma
solo tre figlie. E io gli dar quella delle mie figlie che egli gradir
maggiormente, e gli dar il mio trono, e sar re, lui e il suo seme
dopo di lui sulla citt di Rm per sempre.
E quando Re Salomone ebbe letto questa lettera, medit, dicendo:
Se terr qui mio figlio,
{Balt.asr} invier {la lettera} al Re dellOriente, {chiedendogli}
di dargli suo figlio, cosa che io non desidero che accada; perci
gli dar mio figlio. E si ritir in consiglio con i suoi consiglieri
della casa di Israele, e disse loro: Abbiamo gi dato nostro figlio
e i nostri discendenti alla terra dEtiopia, e Israele ha un regno
cola. E ora, affinch possiamo avere un terzo regno, la terra di
Rm, io invier laggi drms, il mio figlio pi giovane. Non
rinfacciatemi come cosa cattiva il fatto che in passato vi strappai
via i vostri figli, perch cosa gradita a Dio che gli Etiopi
abbiano conosciuto il Suo nome, e siano diventati Suo popolo. In
tal maniera, gli uomini di Rm, se noi diamo loro i nostri figli,
diverranno popolo di Dio, e a noi ancora di pi verr dato il nome
di Popolo di Dio, venendo cos detto e conclamato: Il popolo di
Israele ha preso il regno di Etiopia e il regno di Rm. Date i
vostri figli pi giovani come prima [deste i primogeniti], e lasciate
che quelli di et intermedia rimangano nelle nostre citt.
Ed essi si alzarono e si riunirono in consiglio, ritornarono, e gli
dissero: Noi diremo la nostra al Re, ma comunque egli far la
sua propria volont. Ed egli disse loro: Fatemi ascoltare quello
che vorreste dire. Ed essi gli dissero: Voi avete preso gi i
primogeniti dei nostri casati, prendete pure i pi giovani dei loro
figli. Ed egli si compiacque della loro decisione, e fece come essi
desideravano. Ed egli invi drm suo figlio, che prese alcuni dei
nobili di rango inferiore della casa di Israele, e il gruppo era al suo
comando nel nome di suo padre Salomone; ed essi gli diedero un
sacerdote della trib dei Leviti il cui nome era kmh.l, ed essi
posero drm sul mulo del re, e lo acclamavano: Evviva!
[Lunga] vita al padre reale! E tutto il popolo diceva: E giusto e
retto. E lo unsero con lolio di un re, e gli raccomandarono di
mantenere tutte le leggi del regno, e gli fecero giurare che non
avrebbe adorato altro dio allinfuori del Dio di Israele. Essi lo
benedirono come avevano benedetto Davide suo fratello, e
ammonirono drm come avevano ammonito Davide, e lo
accompagnarono nel suo viaggio fino alla costa.
E Salomone il Re scrisse e invi una missiva, dicendo: Sia pace a
Balt.asr, Re di Rm! Accogli mio figlio drm, e dagli tua
figlia, e fallo re della citt di Rm. Tu hai desiderato un re del
seme di Davide mio padre, e io ho fatto la tua volont. Io ti ho
inviato i suoi nobili, quattordici alla sua destra e quattordici alla
sua sinistra, che osserveranno la Legge con lui e saranno soggetti a
te secondo la tua volont.
Ed essi arrivarono laggi con lambasciatore del Re di Rm,
assieme a molto splendore e tutto il bagaglio che era
indispensabile per il paese di Rm. Ed essi arrivarono alla citt di
Rm, da Balt.asr il Re, e ripeterono tutti che Salomone li aveva
inviati come nunzi, e gli presentarono suo figlio. E Balt.asr si
rallegr moltissimo, e gli diede la sua primogenita, il cui nome
era dlny; e fece una grande festa di nozze come imponeva la
grandezza del suo regno, e lo pose a capo di tutta la sua citt,
Rm. E lo bened, perch era nobile di lignaggio, e la sua
saggezza era meravigliosa, ed era eccezionalmente potente nella
sua forza.

E un giorno Balt.asr volle vedere quanto fosse capace nel


dirimere dispute, un uomo, il padrone di una vigna, era venuto a
lui e si appell a lui, dicendo: Mio signore, rsn, il figlio di
Ydd, ha trasgredito la tua parola, e ha devastato la mia vigna
con il suo gregge. E ora, io ho il suo gregge ed nella mia casa;
quale decisione verr da te a mio riguardo? E il proprietario del
gregge and dal Re e fece un appello a lui, dicendo: Ritornami
le mie greggi, le ha catturate poich erano entrate nella sua
vigna. E il Re disse loro Andate e discutete il vostro caso
davanti al vostro Re drm, e qualsiasi cosa egli dir a voi cos
sia fatto. Ed essi andarono e discussero il loro caso davanti a lui.
E drm gli133 chiese, dicendo: Quanto il gregge ha
mangiato della tua vigna? Le foglie, o i viticci, o i giovani
grappoli, o i germogli fino alle radici?
E il proprietario della vigna rispose e gli disse: Esse hanno
mangiato i viticci e i rami che avevano grappoli su di essi, e non
rimasto pi nulla dalle radici allinfuori di rametti. E drm
chiese al proprietario del gregge, dicendo: E vero? E il
proprietario del gregge rispose e gli disse: Mio signore, esse
mangiarono [solo] i tralci con le loro foglie. E drm rispose e
disse: Questuomo dice che esse mangiarono i grappoli: vero?
E il proprietario del gregge rispose e disse No, mio signore, esse
mangiarono i fiori prima che diventassero grappoli.

Riguardo la prima sentenza di drm, Re di Rm


E drm disse loro: Ascoltate attentamente la sentenza che
emetter. Se il gregge ha distrutto tutti i germogli della vigna dalla
radice, allora esse {le greggi} apparterranno a te134. Se esso ha
mangiato le foglie dei rami, e i fiori della pianta, prendi le pecore,
tosa la loro lana, e [prendi anche] quelle giovani, che non hanno
ancora partorito. Ma le pecore giovani che hanno gi partorito una
prima volta lasciale al proprietario del gregge. E tutti quelli che
udirono la sentenza che egli aveva pronunciato si meravigliarono
e Balt.asr disse: In verit, questo giudizio una sentenza del
popolo del Dio di Israele. {drm}, dora in avanti giudicherai
colui che ha casi da sottoporre alla legge, intraprenderai la
guerra contro colui che vorr fare la guerra, governerai colui che
vorrebbe essere governato, farai vivere colui che dovrebbe essere
tenuto in vita, approverai la sentenza che dovrebbe essere emessa
in accordo a un equo giudizio degli uomini, e prendi questa citt
per te stesso e per la tua diuscendenza dopo di te. E tutti gli
uomini della citt di Rm furono ben compiaciuti e fecero di
drm il loro re, e gioirono di lui di una grande gioia; perch ci
accadde per loro volont e per Volont di Dio. E [quindi] una
smania si impadron di Balt.asr, e in conseguenza di ci invi
drm in guerra e verso qualsiasi cosa egli desiderasse, mentre
egli stesso rimaneva in citt; e dopo Balt.asr mor, e drm
resse il regno. E la citt di Rm divenne possesso di drm e
delle sue generazioni dopo di lui, e per il Volere di Dio
linterezza del regno del mondo fu dato al seme di Sem, e la
schiavit al seme di Cam, e la produzione dei beni terreni al seme
di Giapeto.

Riguardo il Re di Medym
Il re di Medym era della stirpe di Sem. Perch della stirpe di
Isacco era Esa, che nacque dal grembo di sua madre con
Giacobbe avvinghiato alla pianta del suo piede135; e Giacobbe
port via il diritto di primogenitura ad Esa, in cambio di un piatto
di zuppa. E il nome del regno di Esa fu chiamato per disprezzo
Edom", poich il significato di Edom "lenticchie";

133 Al primo di loro.


134 Al querelante proprietario della vigna.
135 Cfr. Genesi, 25, 26.

e a causa di ci i discendenti di Esa furono chiamati Edomiti.


Perch a causa dellingordigia del suo stomaco, rinunci e perse
il diritto alla primogenitura della stirpe di Sem. Perch a meno che
lanima non sia trattenuta dalla temperanza, essa far cadere
totalmente in trappola lo stomaco che del corpo. Perch il corpo
avido, ma la temperanza frena l'anima, e perci Paolo disse:
Quello che l'anima non desidera, lo desidera il corpo, e quello
che il corpo non desidera lo desidera l'anima, e ognuno di esse
combatte contro l'altro"136. Se un uomo vuole una cosa, e la sua
anima si unisce al desiderio del suo corpo egli diventerebbe come
il Diavolo; ma se trattiene il suo corpo, e la sua anima si unisce
essa stessa alla sua brama {trattenuta}, diventa come Cristo.
Perch gli apostoli dicono che Cristo il Capo di ogni uomo che
cammina sulla retta via. E nostro Signore disse ai Suoi discepoli:
Camminate nello Spirito, e non seguite i desideri dei vostri
corpi."137
E quando udirono questo essi dimenticarono tutti i desideri della
carne, e dissero a nostro Signore: Ecco, abbiamo abbandonato
ogni cosa e seguito Te; qual la nostra ricompensa? E il nostro
Salvatore disse loro: Avete reso i vostri corpi come quelli degli
angeli e compierete potenti atti come me. Ecco, vi ho dato
l'autorit di far risorgere i morti, e vi ho dato il potere di guarire
gli ammalati, e calpesterete tutta la potenza del Nemico. E alla
Mia seconda venuta giudicherete e farete vergognare le dodici
trib di Israele, perch non hanno creduto in Me, e hanno trattato
la Mia gloria con disprezzo. E quanto a quelli che credono in Me,
li renderete grandi e li farete gioire con voi nel Mio regno."138

Riguardo il Re di Babilonia
Ora il Re di Babilonia della stirpe di Sem, e vi mostreremo
chiaramente che il Re di Babilonia della discendenza di Sem.
Accadde tanto tempo fa che laggi vivesse, durante il regno di
Manasse, Re di Israele, un certo uomo il cui nome era Karmn, che
era timorato di Dio e faceva molta elemosina e molte oblazioni ai
poveri di Israele. E quando faceva offerte alla casa di Dio, lo
feceva con sincerit, e dava la sua decima in doppia quantit; ed
era buono sotto tutti gli aspetti, e non c'era malignit alcuna in
lui. E Satana, il nemico di tutto ci che buono, divenne
invidioso di lui, perch vide che la sua condotta era buona.
Quell'uomo era enormemente ricco in cammelli e cavalli, e in
greggi di pecore, e in mandrie di bestiame, e in oro e argento, e
in fini vestiti, ed era solito nutrire il mulo del re in Armtm,
una citt di Israele. Ora egli era nativo del paese di Giuda, per
parte di padre, ma a causa del [suo] amore per la ricchezza si
spost a Armtm per insediarvisi, e Israele gli diede il permesso
di farlo proprio per le sue ricchezze; perch era molto ricco e
aveva molti averi, e i governatori [di Giuda] avevano timore di lui.
Riguardo i falsi testimoni
E c'era un certo uomo depravato della stirpe di Beniamino, il cui
nome era Benys, che era solito condurre l'asino del Re di Israele,
e Karmn era solito dargli da mangiare, insieme al mulo di Re
Manasse. E tra i vicini di Karmn c'erano alcuni uomini che erano
invidiosi di lui a causa dei [suoi] pascoli e dei suoi terreni, e della
moltitudine delle sue greggi e delle sue mandrie e dei suoi
servitori, poich la regione [in cui si era stabilito] era l'eredit dei
loro padri, e per questa ragione volevano mandarlo via dalla loro
terra. E posero il loro sguardo su Benys, che badava al mulo del
Re, con intento malvagio, e misero in cattiva luce Karmn dicendo
a Benys: Questo Karmn compie sacrilegio, ha compiuto
sacrilegio contro il Re di

136 Lettera ai Galati 5, 17.


137 Lettera ai Galati 5, 16.
138 Cfr. Matteo 10, 8; 19, 28; Luca 10, 19.

Israele, lunto di Dio, dicendo 'Questo re non figlio di una donna


libera, ma il figlio di una vecchia schiava che [un certo uomo]
compr per due or139 [di grano], per lavorare al mulino e
cuocere mattoni.' Porta questo caso contro di lui al re e accusalo,
noi saremo tuoi testimoni davanti al re, e non lasceremo che tu
venga svergognato. Ed essi fecero un patto, e giurarono a lui
che avrebbero detto falsa testimonianza contro Karmn, dalla cui
bocca quelle parole non erano mai uscite, e nella cui mente quel
pensiero non era mai entrato.
E Benys and dal suo signore, il Re, e gli raccont l'accaduto. E
il Re gli disse: C' qualcuno che abbia sentito tutto questo con
te? E Benys rispose e gli disse: S, c' qualcuno che ha sentito;
due nobili di Israele che sono di Armtm. E il Re gli disse "Ora
v e portali qui a me in segreto cos che noi possiamo scoprire se
sono d'accordo con le tue parole; [e se lo sono] taglieremo la testa
a Karmn. E Benys part e port Zarys e Krmls, della trib di
Manasse, perch {fra loro} si erano accordati che con la loro falsa
testimonianza non lo avrebbero fatto svergognare davanti al re. E
questi due uomini si misero daccordo e, mentre erano per
strada, convennero di dire: Dopo che avremo parlato al Re, se lui
poi ci interrogher separati (cos da provare la verit delle nostre
parole), dicendo: 'Dove avete sentito queste parole?' ognuno di noi
risponder e gli dir: 'Mentre stavamo bevendo vino con lui.' E
quando lui ci dir: 'Quale giorno [era]?' noi gli diremo, 'Cinque
giorni dopo la luna nuova.' E quando lui ci chieder: 'A che ora
[del giorno]?' noi gli diremo 'Alla nona ora, mentre sedeva con
noi, e stavamo bevendo vino insieme.' E quando lui ci chieder:
'Da dove stavate bevendo? e dove sedevate?' noi gli risponderemo:
'Da coppe d'oro, e i nostri posti erano nella sala della sua casa
dove sono i cuscini per sdraiarsi.' E si accordarono su questo
complotto malvagio lungo il viaggio.
E quando arrivarono alla presenza del Re, Benys li port al suo
cospetto, e il re li interrog, ed essi ripeterono a lui tutta la loro
falsa versione. Il Re chiese loro proprio come avevano supposto
per strada l'occasione, il giorno, e l'ora in cui avevano bevuto [il
vino] e dove si fossero seduti [nella sala], ed essi lo dissero. Ora,
Dio ha ordinato che re, governatori, e tutti coloro che occupano
una posizione di rilievo debbano investigare su un'accusa, come
Dio aveva ordinato a Mos.
E dopo aver investigato su tutta questa faccenda, il Re chiam il
capitano del suo esercito che stava davanti a lui, e disse lui: Vai
all'alba di domani e circonda la casa di Karmn e non lasciare che
alcuno della sua famiglia ti sfugga, n uomo n donna, e uccidili
[tutti] con la spada. E per quando riguarda Karmn, tagliagli la
testa, e sequestra tutti i suoi averi, i suoi beni, le sue greggi e le
sue mandrie, e il suo oro e il suo argento."
Tutti quei bugiardi gioirono e ritornarono al loro quartiere, e
andarono nella casa di Karmn e conversarono con lui con parole
di pace, e gli fecero complimenti e parlarono di amenit davanti ai
suoi occhi, ma il male era nei loro cuori. E allora si comp su di
loro la profezia di Davide, che disse: Quelli che parlano di pace
con il loro prossimo, ma hanno malizia nel cuore, ripagali secondo
la malvagit della loro opera e la malvagit dei loro pensieri.140
Ed essi bevvero fino a ubriacarsi nella casa di Karmn, e si
addormentarono insieme a lui. E quando caddero addormentati,
ecco che l'Angelo di Dio fu inviato a Karmn, lo svegli e gli
disse: Lascia tutti i tuoi averi e mettiti in salvo, perch degli
uomini sono stati mandati da Re Manasse per tagliarti la testa.
Prendi pi ricchezze che puoi, e fuggi in un'altra terra, perch
Manasse un assassino di profeti, e cerca il sangue degli
innocenti."
Cos Karmn si alz subito, cerc le cose doro del suo tesoro e le
prese, svegli sua moglie e i suoi due figli, e svegli anche i suoi
servi prediletti, e li caric con tutti gli averi di grande

139 Il or era unantica unit di volume ebraica, pari a circa


duecentotrenta litri.
140 Salmi 28, 3 e 4.

valore, e part nella notte. E invi sua moglie e i suoi figli con due
servitori a Gerusalemme, e si diresse con altri due dei suoi
servitori verso un paese lontano a tre mesi di viaggio di
distanza arrivando a Babilonia. E and da Baln, il re di
Babilonia, gli diede un dono, e gli raccont che cosa era
successo. E Baln ebbe compassione di Karmn, e gli diede
un'abitazione vicino alla casa del suo mercante, che era partito per
un paese lontano per un periodo di tre anni.
E quegli uomini che avevano recato falsa testimonianza furono
uccisi nel letto nella casa di Karmn. E la moglie del mercante
am Karmn, fu sedotta da lui, e rimase incinta; ora il
comportamento delle donne scorretto. Il marito della donna
l'aveva lasciata quando era incinta, e lei partor e diede il bambino
ad una balia che lo crebbe. Nel secondo anno perse la retta via e fu
messa incinta da Karmn, perch la persona di Karmn era di
eccezionale avvenenza in Israele. E la donna voleva gettare il
bambino che aveva concepito nel fiume non appena fosse nato e
aspettare il mercante suo marito come se non lo avesse tradito, e
non avesse fatto niente [di male]. Come dice Salomone il saggio:
Tre cose mi sono difficili da comprendere, e la quarta non la
comprendo affatto: il volo dell'aquila nell'aria, il muoversi del
serpente sulla roccia, la rotta della nave in alto mare."141 Ora la
quarta di cui parla riguardava la donna immorale, che, avendo
tradito il marito, ed essendosi lavata, si siede come la donna che
non ha fatto niente, e giura falsamente {di non aver fatto nulla}.
E in quel tempo la moglie di Baln, il Re di Babilonia, concep e
partor qualcosa che era simile a un'aquila, un uccello perfetto ma
tuttavia senza le ali. E chiam la prediletta fra le sue ancelle, e
abbandon la cosa in una cesta di vimini e le ordin di gettarla
nel mare (cio il fiume), facendo in modo che nessuno lo sapesse.
E arriv il momento di partorire per la moglie del mercante, e lei
partor un maschio, un bambino, delicato daspetto e [meritevole
di] compassione.
E senza allattarlo chiam la favorita delle sue ancelle, e lo mise
all'interno di una scatola e le ordin di gettarlo nel mare (cio nel
fiume), senza che nessuno lo sapesse; perch temeva suo marito.
E nella stessa notte due donne partorirono, [la moglie del
mercante] e la moglie del Re, e allo spuntar del giorno le due
donne inviarono le loro ancelle a gettare i bambini nel fiume. E
per Volere di Dio queste due ancelle si incontrarono prima di
gettare i bambini nel fiume, e si parlarono. E lancella del Re
domand all'ancella del mercante: Che cosa c' nella tua
scatola? E lei mostr il suo bel bambino. E lancella del Re disse
lei: Perch lo hai portato qui? E lancella del mercante le disse:
Perch la moglie del mio padrone lo ha tradito con un certo
Israelita, e ha concepito e partorito un bambino, e mi ha
comandato di gettarlo nel fiume. E lancella del Re le disse:
Perch non ha cresciuto un bambino cos bello? E lancella del
mercante disse: Suo marito l'ha lasciata incinta, e lei ha partorito
un bambino, e lo sta facendo crescere; come pu lei far crescere
questo bambino che di straniera e altrui stirpe?" E lancella del
mercante chiese a quella del Re dicendo: Che cosa hai nella tua
scatola? E lancella del Re le disse: La mia padrona ha partorito
un bambino che non aveva aspetto umano, ma di un'aquila senza
ali, e ha ordinato di gettarlo nel fiume. Ma ora, dammi questo
bambino cos che io possa darlo alla mia padrona, e tu prendi
questo uccello, e gettalo nel fiume"; e cos fecero. E lancella del
Re port il bambino [di Karmn] alla sua padrona, e la Regina
gio, e fu annunciato al Re che la Regina aveva dato alla luce un
figlio. E la Regina diede il bambino alle balie, e lui crebbe nella
casa del Re, e lei lo chiam Nbkdns.ar(Nabuccodonosor),
che significa, tradotto: Con auspicio di un uccello."
E grazie e ci ben noto che il re di Babilonia della discendenza
di Sem. Ed egli venne e abbatt Gerusalemme per Volont di Dio,
e port via prigionieri i figli di Israele, e li fece

141 Proverbi 30, 18.

vagabondare nella citt di Babilonia con i nipoti di Manasse. Ma


era di tale falsit che pose una colonna d'oro nella spianata di
Babilonia alta sessanta cubiti142, era molto arrogante, e diceva:
Io faccio splendere il sole nel cielo"; e ador idoli. E Dio lo
umili perch lui conoscesse la Sua potenza, e accomun il suo
destino a quello delle bestie del campo. E quando dopo sette anni
riconobbe il Nome del Signore Egli ebbe compassione di lui e lo
accett pentito nuovamente. E il regno di Babilonia fu suo, e
appartenne alla sua discendenza per sempre.

Riguardo il Re di Persia
E il Re di Persia allo stesso modo della stirpe di Sem e vi
informeremo sugli accadimenti che lo legano a lui. Giuda aveva
due figli, e present Tmr (Tamar) a suo figlio maggiore, ma
{questi} mor. E Giuda le mand il proprio figlio minore cos che
potesse accrescere la stirpe [di] suo fratello grazie alla moglie di
suo fratello. E lui fece ci che Dio detestava, e non volle
accrescere la stirpe di suo fratello come suo padre Giuda gli aveva
comandato. Ora quando giacque con Tamar fece andare il suo
seme in terra, cos che esso non potesse germinare nel suo utero ed
essere chiamato il seme di suo fratello, ma desiderava
accrescere la stirpe grazie alla propria moglie nel proprio nome. E
quando Dio vide il suo atto malvagio volse il Suo sguardo
lontano da lui e lo uccise. E Giuda, suocero di Tamar, la riport
indietro, e la sistem nella casa si suo padre e disse davanti ai suoi
parenti: Abbiate cura di questa donna Israelita, e non lasciate che
perda la sua purezza con uno straniero. Perch ho un figlio
piccolo, e se Dio lo lascer crescere, lo dar a lei". E mentre
Tamar viveva come una vedova nella casa di suo padre, ecco,
Giuda suo suocero venne con grande soddisfazione e piacere nel
luogo dove stavano i recinti per tosare la lana. E quando Tamar ud
che suo suocero era venuto, gett via gli abiti da vedova e indoss
splendidi vestiti, e si vel alla maniera di una meretrice, e lo segu
e sedette. E lui le mand un messaggio che diceva "Vorrei
accompagnarmi con te".
E lei gli disse: Che cosa mi darai in cambio? Ed egli le disse "Ti
mander la mattina presto un agnello da latte"; e lei gli disse:
Dammi un pegno finch non mi darai l'agnello. Ed egli le diede
[il suo] bastone, il suo anello e lo zucchetto {che indossava} sotto
il suo copricapo. Egli giacque con lei, e {dopo} lei prese [le
proprie cose] e torn a casa sua. Lui le mand l'agnello al mattino
presto. E i suoi servi chiesero in giro e dissero: Dov' la casa
della prostituta? E fu detto loro "Non ci sono prostitute nella
nostra citt"; e tornarono al loro villaggio e gli dissero che non
c'era alcuna prostituta in citt. E Giuda disse: Lasciate stare; sia
fatta la Volont di Dio."
Poi Tamar concep e dissero a suo suocero che aveva concepito. E
lui and e port gli anziani di Israele al padre di Tamar, e gli
disse: Portami la tua figlia che ha concepito cos che possiamo
lapidarla cos come ha comandato Mos, perch ha portato il
disonore nella casa di Israele". E il padre e i parenti di Tamar le
dissero che suo suocero aveva parlato in questo modo. E lei prese
l'anello e il bastone, e il cappello e [li] diede a suo padre e a i suoi
parenti e disse loro: Il padrone di questi oggetti mi ha sedotta;
che lui sia lapidato insieme a me". E quando Giuda vide i suoi
oggetti li riconobbe e disse: Tamar pi giusta di me"; e la lasci
stare e ritorn a casa sua. E Tamar partor dei gemelli, {che
sarebbero diventati capi di} due nazioni, Frs (Perez) e Zr. E
Frs (Persia) fu fondata nel nome di Frs, ed egli regn e la sua
stirpe dopo di lui, e furono chiamati Faraswyn(Persiani).
Ecco, ora provato che il Re di Persia della stirpe di Sem.

142 Poco meno di 27 metri.

Riguardo il Re di Moab
E il Re di Moab della discendenza di Sem, e vi informeremo di
come ci accaduto. Quando Dio fece partire Abramo dalla terra
di suo padre verso la terra di Krn (Harran)143, fece muovere
Lot verso la terra di Sodoma e Gomorra. E quando Dio volle
sterminare la popolazione di Sodoma e Gomorra, mand i Suoi
Angeli Michele e Gabriele per portare fuori Lot e bruciare le citt
di Sodoma e Gomorra; ed essi le distrussero e portarono in salvo
Lot e i suoi figli. E sua moglie si gir indietro cos da poter
vedere la citt di suo padre e sua madre. Ora la collera di Dio
scese sulla citt di Sodoma [nella forma di] una pioggia di fuoco
dal cielo, che bruci montagne, colline, pietre, e la terra. E fulmini
e saette, e rombi di tuono che cadevano si mischiavano all'ira di
Dio, e a una nuvola di fuoco che faceva calore ed emetteva fumo.
E quando tutto questo frastuono fu palese, gli Angeli dissero a
Lot: Non ti girare finch non sarai uscito dalla citt, non ti voltare
perch moriresti, ma non di morte."
Ma quando Amb, la moglie di Lot, ud questo, si volt
indietro, e divenne una statua di sale, ed esiste ancora oggi, questo
preciso giorno. E quanto a Lot, Dio lo fece abitare nelle montagne
dellArarat. Egli piant una nuova vite, e le sue figlie fecero bere
del vino al loro padre, e tramarono un complotto malvagio, e
dissero "Come (cio perch) lessere possedute da nostro padre
dovr essere sprecato (o gettato via)? Nostra madre stata
annientata lungo il cammino, e non c' nessuno che ci sposi qui.
E fecero ubriacare loro padre e sua figlia maggiore giacque con
lui mentre la sua mente era annebbiata dal vino, e Lot il giusto
non seppe quando sua figlia and a coricarsi con lui e quando si
alz da lui, perch la sua mente era annebbiata dalla forte
bevanda. E No era ubriaco e nudo di fronte a sua moglie e ai
suoi figli, e maledisse suo figlio che rideva di lui; e [l'essersi
coricato con sua figlia] non fu riconosciuto come peccato di Lot,
perch lo fece senza saperlo. E sua figlia maggiore concep ed
ebbe un figlio, e lo chiam Moab, che significa "da mio padre sul
mio ginocchio". E questi fu il padre dei Moabiti e degli
Agareni144. Ecco, ora chiaro che il Re di Moab della
discendenza di Sem.

Riguardo il Re di Amalec
E accadde che quando la figlia maggiore di Lot crebbe suo figlio,
disse alla figlia pi giovane: Vieni ora, facciamo bere del vino a
nostro padre, cos che anche tu potrai coricarti con lui e, forse,
potresti avere discendenza. E di nuovo prepararono vino, e
ancora gli dissero parole ammalianti, e gli dissero: Bevi il vino, o
padre, cos che il tuo cuore possa trarre sollievo"; e lui, uomo
semplice, bevve e si ubriac. E ancora, dopo aver bevuto, con la
sua mente annebbiata dal vino, la figlia pi giovane venne e si
coric con lui, e di nuovo lui non seppe chi fosse colei che
giaceva con lui, o colei che si alzava da lui. E anche lei concep e
diede alla luce un figlio, e lo chiam Ammon, e lui il padre degli
Amalechiti. Ecco, chiaro quindi che il Re di Amalek della
discendenza di Sem145.
143 Lantica Carre romana, si trova attualmente in Turchia al
confine con lIraq.
144 Cos nel primo medioevo erano anche chiamati gli arabi. La
Bibbia Genesi 19, 3038 non cita questa stirpe.
145 La Bibbia (Genesi 19, 38) riferisce solo degli Ammoniti.
Amalek sarebbe sempre della stirpe di Sem, ma per discendenza
da Esa (Genesi 36, 16). Ammoniti e Moabiti abitavano al di la
del Giordano, dove ora la regione di Amman,

Riguardo il Re dei Filistei


Ed ecco, il seme di Sansone regn sui Filistei. Sansone era della
stirpe di Dan, [uno] dei dodici figli di Giacobbe, figlio di una
serva di Giacobbe; e vi esporremo la vicenda di questo Sansone.
L'Angelo del Signore apparve alla madre di Sansone e le disse:
Guardati da ogni corruzione, e non accompagnarti con nessun
uomo a eccezione di tuo marito, perch colui che nascer da te
sar un Nazareno, santo al Signore e sar il liberatore di Israele
dalla mano dei Filistei. E quindi lei partor Sansone. E di nuovo
l'Angelo le apparve e le disse: Non lascerai che un rasoio tocchi
la sua testa, e lui non manger carne n [berr] vino, e non
sposer una donna straniera ma solo una donna della sua gente e
della casa di suo padre. E come Dio gli diede forza lo avete
sentito dal Libro dei Giudici146. Ma egli trasgred il
comandamento di Dio, e venne e spos una figlia dei Filistei, che
non sono circoncisi. E per questo Dio si adir e lo consegn nelle
mani dei Filistei, che non sono circoncisi, ed essi lo accecarono e
gli fecero fare il buffone nella casa del loro re. E lui abbatt il tetto
su di loro e stermin settecentomila di loro e durante la sua vita
uccise settecentomila di loro con ferro e pietra e il [suo] bastone,
e la mascella di un asino. Perch il loro numero era come quello
delle locuste, finch lui non liber Israele dalla servit dei Filistei.
E allora Dall (Dalila) concep da Sansone, e mentre era incinta
Sansone mor con i Filistei; e Dalila ebbe un figlio e lo chiam
Menahem, il cui significato colui che discende da uomo
forte. Ora Dalila era la sorella di Maksb, la moglie del Re dei
Filistei, e quando Sansone uccise il Re dei Filistei nel palazzo con
il suo popolo e la sua corte, e mor con lui, Dalila and da sua
sorella Maksb, Regina dei Filistei. Entrambe le donne erano
bellissime, e non avevano bambini, ma erano entrambe incinte;
Maksb era incinta di sei mesi di wlsn, il Re dei Filistei, e
Dalila era stata messa incinta quattro mesi prima da Sansone; ed
entrambe i mariti erano morti. E le due donne si volevano molto
bene. E l'amore di ognuna per l'altra non era come l'amore delle
sorelle, ma come quello della madre per il bambino e del bambino
per la madre; cos era il loro amore. E vivevano insieme. E il
potere su quelli scampati al massacro [fatto] da Sansone nella
casa del Re era nelle mani di Maksb, perch nessuno dei forti
uomini di guerra del regno dei Filistei era sopravvissuto, e perci
Maksb comandava a quelli che erano sopravvissuti. E loro
parlavano a lei mattina e sera, dicendo: Non abbiamo altro
sovrano che te, a parte quello che verr dal tuo grembo. Se il
nostro Signore Dgn ci far un favore, cio che colui che nel
tuo grembo sia un maschio, riverir il nostro Dio Dgn e regner
su di noi. E se sar una figlia la faremo regnare su di noi, cos che
il tuo nome e il nome di wlsn nostro Signore sar il vostro
ricordo per noi."
E allora Maksb partor un maschio e tutti i Filistei gioirono, e le
fecero omaggio e cantarono, dicendo Dgn e Bl hanno onorato
e prediletto Maksb, e la discendenza di wlsn si ritrovata
in Maksb. E anche Dalila diede alla luce un figlio, e le due
donne tennero i bambini in grande considerazione e dignit. I
bambini avevano cinque anni e mangiavano e giocavano davanti a
loro, e le madri facevano loro indumenti di tessuto prezioso, e
[mettevano] pugnali ai loro fianchi e collane al collo. E il popolo
fece sedere il figlio di Maksb sul trono di suo padre, e lo fece re
dei Filistei.

Come il figlio di Sansone uccise il figlio del Re dei Filistei


Ora l'altro figlio Akamh.l, il figlio di Sansone, parl a sua madre
Dalila dicendo: Perch non regno e non siedo su questo trono? E
sua madre disse: Taci, figlio mio. Questo trono non

146 Vedi capp. 15 e 16.

apparteneva a tuo padre, e questa citt non era la citt di tuo padre;
quando il Dio di tuo padre ti avr lasciato crescere, tu andrai sul
trono di tuo padre. E suo figlio le disse: No, non ti
abbandoner mai, madre mia, e neppure Maksb {laltra} mia
madre, io sar re qui."
Un giorno i due giovani erano ubriachi al termine del [loro] pasto,
e le porte erano chiuse. Le due donne sedevano insieme e stavano
mangiando carne, i due giovani stavano scherzando davanti a loro,
e mangiavano con loro, quando una serva pose un piatto tra di
loro. E Akmeh.l, il figlio di Dalila, prese dal piatto [un pezzo
di] carne, che avrebbe riempito entrambe le sue mani, e se lo mise
in bocca, e ebrls, il figlio di Maksb, il re dei Filistei strapp
via quella parte di carne che era fuori della sua bocca. Allora
Akmeh.l sfoder la spada e tagli la sua testa, ed essa cadde nel
piatto prima che lui potesse ingoiare ci che aveva rubato; e il suo
corpo cadde sul pavimento della casa e le sue mani e i suoi piedi si
contorcevano convulsivamente, e subito mor. E paura e sgomento
si impadronirono delle loro due madri, esse non dissero una parola
a nessuno per lo spavento, ma ingoiarono il cibo che avevano in
bocca e si guardarono l'un l'altra, non sapendo cosa fare.
E la serva si alz da loro, e prese la testa di ebrls dal piatto e la
rimise sul suo collo e la copr con la sua veste. Dalila si alz e
afferr la spada del figlio di sua sorella morto, e and ad
uccidere Akmeh.l, ma lui si salv nascondendosi dietro un
pilastro. E si prepar ad uccidere sua madre. E sua sorella si alz e
la afferr, dicendo: Perch dovremmo essere uccise per la loro
[lite?]. Questo [giovane] [nato] da radici cattive e non pu
[portare] buoni frutti; vieni, sorella mia, non lasciare che
distrugga anche te. E le prese la spada dalla mano, e prese dal suo
cuscino (?) la ricca veste di porpora che indossano i re, e la diede a
lui, e gli disse parole gentili, dicendo: Prendi il vestito, figlio
mio, e tu stesso siederai sul trono del regno dei Filistei. E
Akmeh.l si infuri come un orso selvatico, perch voleva
uccidere entrambe le donne, finch le lasci uscire dalla casa. Esse
uscirono e quando lui le ebbe lasciate uscire prese la veste
porpora, e usc a sua volta. E le due donne tornarono, e
prepararono il cadavere per la sepoltura, e lo seppellirono
segretamente.
E quando arriv il momento del pasto serale, i giovani
{cortigiani?} e i servitori cercarono [il loro re] e non lo trovarono,
chiesero di lui e sua madre disse loro: Il vostro re malato, e
quest'uomo sieder al suo posto. Ed essi lo presero e lo misero
sul trono, prepararono una festa e si divertirono. E da quel
momento in poi il figlio di Sansone regn su di loro, e non c'era
nessuno che trasgredisse i suoi ordini ora lui commise questa
azione [assassinio] quindici inverni dopo la sua nascita e il
regno dei Filistei divenne suo e della sua stirpe dopo di lui. Perci,
carissimi, ben noto che il regno dei Filistei appartiene alla stirpe
di Sem.

Riguardo la discesa di Abramo in Egitto


E potremmo anche raccontarvi che quando Dio diede ad Abramo
gloria e ricchezze, a lui mancava un figlio. E Srh e Abramo
parlarono insieme nel loro letto e le disse: Tu sei sterile. E lei gli
rispose: Non sono io ad essere sterile, ma tu"; e continuarono a
discutere il fatto e litigare su ci. E venne una carestia nella terra
di Canaan e Abramo sent dire che c'era cibo in Egitto, la terra
del Faraone. E quando ebbe speso tutti i suoi beni in carit per i
poveri durante i giorni della carestia, senza pensare al domani, la
carestia aument fortemente nella terra di Canaan, e non aveva
pi nulla da mangiare. E disse: Rendo grazie a Dio perch
quanto Egli mi ha dato lho speso per i miei servi. Ma per quanto
ti riguarda, Srh sorella mia147, vieni, andiamo nella terra
d'Egitto cos da salvarci dalla morte per

147 Sara era sorellastra di Abramo, cfr. Genesi 20,12.

carestia". E lei gli disse: Sia fatta la tua volont, mio signore, e se
tu morirai io morir con te e se tu vivrai io vivr con te; non
rinnegher mai queste parole". E allora si alzarono e iniziarono il
loro viaggio.
E quando furono vicino [all'Egitto] Abramo disse a Srh: Ti
devo chiedere una cosa, ma tu dovrai fare quello che ti chiedo". E
Srh disse: "Parla, mio signore". Ed egli le disse: Ho sentito che
le usanze degli Egizi sono senza legge, e che loro vivono
nell'idolatria e la fornicazione. E quando ti avranno visto,
complotteranno nei miei confronti, e mi uccideranno per
lavvenenza del tuo bellissimo aspetto; perch non esiste nessuna
tra loro che possa essere paragonata a te. Ora, al fine di salvare la
mia vita, dirai, se ti dovessero fare delle domande su di me: 'Sono
sua sorella', cos che tu possa salvare la mia anima dalla morte
per mano di stranieri". E Srh disse: Sar fatto quanto desideri.
Dir quello che mi hai detto, e far quello che mi dirai di fare". E
piansero e adorarono Dio, e arrivarono nella grande citt del Re
dell'Egitto.
E quando gli Egizi videro Abramo e Srh, si meravigliarono
della bellezza del loro aspetto, e immaginarono che erano stati
partoriti dalla stessa madre. E dissero ad Abramo: Cos questa
donna per te? E Abramo disse loro: E' mia sorella E
domandarono a Srh "Cos questuomo per te? E lei disse loro
"E' mio fratello". Perci la gente rifer al Faraone che era arrivata
una coppia di bell'aspetto, una donna e un giovane, e che non c'era
nessuno come loro in tutto il regno. E il Faraone ne fu contento, e
mand un messaggio ad Abramo dicendo: Dammi tua sorella
cos che io possa averla per me. E Abramo riflett nella sua mente,
dicendo "Se la trattengo mi uccider e la prender"; e disse "Va
bene, a patto che tu mi ricompensi". E il Faraone diede lui mille
t.aflh.et dargento148, e prese Srh per farne sua moglie. E la
port nel suo palazzo, e la mise sul suo letto e il Faraone il Re
d'Egitto avrebbe voluto giacere con lei. Ma l'Angelo del Signore
gli apparve di notte brandendo una spada di fuoco, si avvicin a
lui, e illumin l'intera stanza con la sua fiamma ardente, e
desiderava uccidere il Faraone. Il Faraone si spostava da un muro
della stanza all'altro, e da un angolo della stanza all'altro; ma
ovunque andasse, l'Angelo lo seguiva; e non era rimasto alcun
posto dove potesse fuggire e nascondersi. Quindi il Faraone stese
le mani e disse all'Angelo: O signore, perdonatemi questo mio
peccato. E l'Angelo disse lui: Perch vuoi violare la moglie di
un [altro] uomo? E il Faraone gli disse: O signore, non versare
sangue innocente. Perch mi disse 'Lei mia sorella,' e perci io
l'ho presa in buona fede. Che cosa devo fare per liberarmi dalle tue
mani? E l'Angelo disse: Restituisci la moglie di Abramo a lui, e
dagli un dono, e mandalo via verso il suo paese. E subito il
Faraone chiam Abramo, e gli diede sua moglie Srh, insieme a
una serva il cui nome era Agr (Agar), e gli diede oro, e argento,
e vesti costose, e lo mand via in pace.
E Abramo e sua moglie ritornarono al loro paese in pace. E Srh
disse ad Abramo: So di essere sterile. Va con questa serva che il
Faraone mi ha dato; forse Dio ti dar discendenza in lei. Quanto
a me, la mia persona si raggrinzita e appassita, e il fiore del mio
corpo si seccato". E lei gli diede Agr. E Abramo and in Agr,
e lei concep da lui, e partor un figlio e lo chiam Ismaele, il cui
significato "Dio mi ha ascoltato". E dopo Dio diede discendenza
ad Abramo da sua moglie Srh e gener Isacco. Dopo Srh
divenne gelosa di Ismaele, il figlio della sua serva, perch
avrebbe raggiunto l'et adulta prima di suo figlio, e disse: Forse
lui uccider mio figlio ed erediter la casa di suo padre. E
Abramo fece offerte a Dio e disse: Signore, che cosa far nei
confronti di Ismaele, mio figlio, il mio primogenito? Io vorrei che
vivesse con me al Tuo cospetto, ma Srh, mia sorella, gelosa
perch Tu mi hai dato discendenza in sua et avanzata. Ora
Ismaele aveva quattordici anni quando nacque Isacco. E Dio disse
ad Abramo: Quello che Srh dice vero; caccia la serva con suo
figlio

148 Monete in argento. Genesi 12, riporta invece che Abramo fu


ricompensato con beni in natura.

Ismaele. Lascia che Ismaele viva al Mio cospetto, e lo far


diventare una grande nazione, egli generer dodici nazioni e
regner su di esse. E Io stabilir la Mia alleanza con Isacco, Mio
servo, il figlio di Srh, e in lui benedir tutte le nazioni della
terra, e far per lui un grande regno su tutte le nazioni della terra, e
lo far re anche nei cieli."149

Riguardo il Re degli Ismaeliti


E quindi i figli di Ismaele divennero re su Tereb, su ebe, su
Nb, Sba, Kuergue, Kf, Mk, Mrn, Fnkn, 'Arsbn,
Lb, e Masea, perch erano discendenza di Sem. E Isacco regn
su Giuda e su 'Amrwn, su Kwn, 'ybswn,
Frzwn, 'Ewwn, K dwn, Rmy, 'Ansky
(Antiochia), Sry (Siria), sullArmenia, Felesem
(Palestina), sullEtiopia, Edom, sulla Filistea, yb, Amalek, sulla
Frigia, su Babilonia, Ynnest, e 'Ebryast. Perch Dio fece
giuramento di dare tutti i regni alla discendenza di Sem, e un
eminente trono e dominio alla discendenza di Sem { ? }, proprio
come suo padre No, tramite la parola di Dio, aveva benedetto suo
figlio Sem, dicendo: Sii signore per i tuoi fratelli e regna su di
loro. E questo che egli disse era riferito al Redentore, il Re di
tutti noi, Ges Cristo il Re del cielo e della terra, Colui che esalta i
re, e Colui che a suo piacimento annienta il loro potere; a Lui
appartiene il potere e il dominio su tutto il creato per sempre.
Amen.

Riguardo il Re di Etiopia e come fece ritorno al suo paese


E il Re di Etiopia ritorn nel suo paese con grande gioia e letizia; e
marciando con i loro canti, e le loro zampogne, e i loro carri,
come un esercito di creature celesti, gli Etiopi arrivarono da
Gerusalemme alla citt di Wak.rm in un sol giorno. E inviarono
messaggeri su navi per annunciare [il loro arrivo] a Mkd, la
Regina di Etiopia, e per riferirle come avessero trovato buona ogni
cosa, e come suo figlio era diventato re, e come avessero portato
la divina Sion. Ed ella fece in modo che tutte queste gloriose
novit fossero diffuse nei paesi vicini, e mand un messaggero in
giro per tutte le terre che erano a lei soggette, ordinando che tutto
il popolo incontrasse suo figlio e in particolare la divina Sion, il
Tabernacolo del Dio di Israele. E suonarono corni innanzi a lei, e
tutta la gente dEtiopia gio, dal pi minuto al pi grande, sia
uomini che donne; e i soldati si levarono con lei per andare a
incontrare il loro Re. Ella arriv nella citt del Governo, che la
citt capitale del regno di Etiopia; in tempi pi recenti questa
[citt] diventata la citt capitale dei Cristiani dEtiopia150.
E qui ordin di essere preparata con innumerevoli profumi
provenienti dall'India, da Blt fino a Gltt, e da 'Alsfu fino a
'Azazat, e li fece portare tutti l. Quando suo figlio arriv dalla
strada di Azyb a Wak.rm, prosegu verso Masas e sal verso
Br, e arriv nella citt del Governo, la [citt] capitale dell'Etiopia,
che la Regina stessa aveva costruito e chiamato "Dabra Mkd",
dal suo stesso nome.

Riguardo la gioia della Regina Mkd


E Davide il Re arriv con grande fasto nella citt di sua madre, e
allora vide la divina Sion emanare verso lalto una luce simile a
quella del sole. E quando la Regina vide ci rese grazie al Dio di
Israele, e Lo lod. Si inchin lentamente e si batt il petto, e
[quindi] alz la sua

149 Cfr. Genesi 12 e segg.


150 Aksum, che fu capitale del regno etiopico fino al XII sec.
testa e fiss il cielo, e ringrazi il Creatore; batteva le sue mani
insieme ed emetteva grida con risa dalla sua bocca, e batteva per
terra i piedi come per danzare; e tutto il suo corpo rifulgeva di
gioia e gratitudine dal profondo del suo cuore e dal profondo della
sua mente. E cosa potr dire della letizia che invase il paese
d'Etiopia, e della gioia della gente, sia uomini che animali, dal pi
minuto al pi grande, sia uomini che donne? Padiglioni e tende
furono innalzati ai piedi di Dabra Mkd, sulla pianura verso il
lato dove scorreva buona acqua, e furono macellati trentaduemila
fra buoi e tori dallevamento. Sion fu posta sul punto pi alto della
fortezza di Dabra Mkd, e furono approntate trecento guardie
armate di spada per sorvegliare il padiglione di Sion, insieme agli
uomini e ai potenti nobili151 di Israele. Le guardie a lei dedicate
erano trecento uomini che portavano spade, e in aggiunta a questi
suo figlio Davide aveva settecento [guardie]. E gioivano oltre ogni
misura con grande gloria e diletto [essendo abbigliati] di fini
vestiti, perch il regno era diretto da lei dal mare di 'Alb al mare
di 'sk, e tutti obbedivano ai suoi comandi. Ella possedeva a
profusione grandi onori e ricchezze; nessuno prima di lei ne aveva
mai avuti in pari misura, e nessuno dopo di lei ne avr mai. In quei
giorni Salomone era Re in Gerusalemme, e Mkd era Regina in
Etiopia. Entrambi erano dotati di saggezza e gloria, ricchezza e
grazia, intelligenza e bellezza di voce (ovvero, eloquenza nel
discorrere), e perspicacia. Oro e argento erano considerati
altrettanto economici dellottone, ricche stoffe ricamate doro
erano altrettanto comuni degli indumenti di lino, e il bestiame e i
cavalli erano innumerevoli.

Come la Regina Mkd proclam Re suo figlio


E il terzo giorno Mkd trasfer a suo figlio
diciassettemilasettecento cavalli scelti, che costituivano lesercito
contro i nemici, e con i quali avrebbe potuto nuovamente
saccheggiare le citt del nemico, e settemilasettecento giumente
che avevano partorito puledri, mille muli femmine e settecento
muli scelti, e abbigliamento da cerimonia, oro e argento misurati
in gmr152 e in k.r153, circa sei misure per il primo e circa
sette misure per il secondo154, e trasfer al figlio qualsiasi cosa
che fosse suo per legge, e tutta la potest sul suo regno.

Come i nobili (o governatori) dEtiopia prestarono giuramento


E la Regina disse ai nobili: Giurate per la divina Sion che non
incoronerete regine donne n le porrete sul trono del regno di
Etiopia, e che nessuno allinfuori della discendenza maschile di
Davide, il figlio di Salomone il Re, mai regner sul regno di
Etiopia, e che voi mai farete regine delle donne. E tutti i nobili
della casa reale giurarono, i governatori, i consiglieri, e gli
amministratori.
Ed essa nomin lmys capo dei sacerdoti e zrys (Azaria)
capo dei diaconi, ed essi crearono un nuovo regno, e i figli dei
potenti uomini di Israele adempirono alla Legge, assieme al loro
Re Davide, nel Tabernacolo della Testimonianza, e il regno fu
rinnovato. E i cuori del popolo brillarono alla vista di Sion, il
Tabernacolo della Legge di Dio, e il popolo di Etiopia gett via i
propri idoli, e ador il loro Creatore, il Dio Che li aveva creati. Gli
Etiopi lasciarono i loro costumi e adottarono la rettitudine e la
giustizia, che Dio ama. Essi abbandonarono le loro fornicazioni di
primitivi, e scelsero la purezza in tutto quanto era sotto la vista
della divina Sion. Essi abbandonarono la divinazione e la magia, e
scelsero la

151 Che lavevano accompagnata.


152 Unit di volume pari a circa 2 litri.
153 Unit di volume pari a circa 220 litri.
154 Si tratta quindi di 230 Kg doro e 16 tonnellate dargento.

penitenza e lafflizione per amore di Dio. Essi abbandonarono {la


pratica di trarre} auspici per mezzo di uccelli e luso di presagi, e
si volsero ad ascoltare Dio e a fare sacrifici a Lui.
Essi abbandonarono il godimento di dei che erano demoni, e
scelsero di servire e lodare Dio. Le figlie di Gerusalemme erano
cadute in disgrazia e le figlie dEtiopia furono innalzate agli onori;
le figlie di Giuda erano tristi, mentre le figlie dEtiopia si
rallegravano, e le montagne del Libano erano afflitte. Il popolo
dEtiopia fu scelto fra idoli e immagini scolpite, e il popolo di
Israele fu rifiutato. Le figlie di Sion furono rifiutate e le figlie
dEtiopia vennero onorate; i vecchi di Israele divennero oggetto di
scherno, e i vecchi dEtiopia vennero onorati. Perch Dio accolse i
popoli che erano reietti e respinse Israele, e cos Sion fu portata
lontano da esso e and nella terra dEtiopia. Perch ovunque Dio
si compiaccia che lei dimori, quella sar la sua abitazione, e dove
Dio non compiaciuto che essa dimori, lei {cola} non dimorer;
Egli il suo fonditore, Colui che lha fatta, e Colui che lha
costruita, il Buon Dio nel tempio della Sua santit, labitazione
della Sua gloria, con Suo Figlio e lo Spirito Santo, nei secoli dei
secoli. Amen.
E Mkd, la Regina dEtiopia, diede il suo regno a suo figlio
Davide, il figlio di Salomone, Re di Israele, e gli disse: Prendi [il
regno]. Io lho dato a te. Io ho fatto Re colui il quale Dio ha fatto
Re, e ho scelto colui il quale Dio ha scelto come custode del Suo
Padiglione. Sono molto soddisfatta di colui che Dio si
compiaciuto di fare linviato del Tabernacolo della Sua Alleanza e
della Sua Legge. Io ho magnificato colui il quale Dio ha
magnificato [come] guida delle Sue vedove, e io ho onorato colui
il quale Dio ha onorato [come] donatore di cibo agli orfani.
E il Re si alz e cinse il suo abito, e si inchin davanti a sua
madre, e le disse: Voi siete la Regina, o mia Signora, e io vi
servir in qualsiasi cosa mi comanderete, sia che sia di morte o
che sia di vita. Ovunque mi invierete io andr, e ovunque mi
ordinerete di essere io laggi sar, e qualsiasi cosa mi
comanderete di fare io la far. Perch voi siete la testa e io sono il
piede, e voi siete la Signora e io lo schiavo; qualsiasi cosa sar
fatta secondo i vostri ordini, e nessuno trasgredir i vostri
comandamenti, e io far qualsiasi cosa voi desideriate. Ma pregate
per me che il Dio di Israele possa liberarmi dalla Sua collera.
Perch Egli sar adirato secondo quanto ci dissero se noi non
faremo in modo che il nostro cuore sia retto nel fare la Sua
Volont, e se non osserveremo prontamente tutti i Suoi
comandamenti riguardanti Sion, labitazione della gloria di Dio.
Perch lAngelo delle Sue schiere con noi, che ci sorresse e ci
port qui, e non si allontaner da noi n ci abbandoner.
E ora, ascoltatemi, o mia Signora. Se io e coloro che sono dopo
di me ci comporteremo rettamente e faremo la Sua Volont, Dio
dimorer in noi, e ci preserver da tutti i mali e dalla mano del
nostro nemico. Ma se noi non terremo i nostri cuori leali con Lui
Egli si adirer con noi, e ci volter il Suo sguardo {lontano} e ci
punir, i nostri nemici ci deprederanno e la paura e il tremore
verranno a noi dal posto da dove noi non ci aspetteremo, ed essi
insorgeranno contro di noi, ci vinceranno in guerra, e ci
annienteranno. Per converso, se noi faremo la Volont di Dio e
faremo ci che giusto riguardo Sion, diverremo uomini eletti, e
nessuno avr il potere di trattarci in modo malvagio nella
montagna della Sua santit mentre la Sua abitazione con noi.
Ecco, noi abbiamo portato con noi tutta la Legge del regno e tutti
i comandamenti di Dio, che Zadok lalto sacerdote proclam
davanti a noi quando mi unse con lolio della regalit nella casa
del santuario di Dio, tenendo il corno dellolio, unguento del
sacerdozio e della regalit, nella sua mano.
Egli ci fece quello che era scritto nella Legge, e noi fummo unti;
Azaria per il sacerdozio e io per il regno, e lmys, la bocca di
Dio, {come} custode della Legge, che come dire, custode

di Sion, e Orecchio del Re nella retta via. Essi mi comandarono


di non fare nulla fuori del loro consiglio, e ci presentarono al Re
e agli anziani di Israele, e tutto il popolo ud mentre Zadok il
sacerdote ci stava dando {questi} comandamenti. E tutti i corni e
le trombe furono suonati, e il suono delle loro arpe e dei loro
strumenti musicali, e il rumore del loro clamore che venivano
prodotti risuonava fra le mura di Gerusalemme. Ma cosa vi sto
raccontando, voi che eravate cola presente? Ci sembr che la
terra fosse scossa dalla sue stesse fondamenta, e che i cieli sopra le
nostre teste tuonassero, e il cuore tremava con le ginocchia.

Come egli stesso raccont a sua madre di come fu fatto Re


E quando tutto tacque il sacerdote che ci aveva dato i
Comandamenti si alz, con il timore di Dio, e pianse mentre i
nostri corpi tremavano e le nostre lacrime scorrevano. Dio
veramente, senza ipocrisia, nei nostri cuori, ed Egli dimora nel
Suo comandamento. E il Suo comandamento manifesto, e non si
allontana da coloro che Lo amano e che osservano il Suo
comandamento, Egli con loro continuamente.
E ora, ascolta le decisioni e le leggi che portarono gli anziani e i
figli dei maggiorenti di Israele, che scrissero davanti al Re
Salomone e che ci sono state date affinch noi non si possa
deviare a destra o a sinistra da ci che essi ci hanno comandato.
Essi anche ci dissero e ci fecero capire che noi portiamo la
morte e la vita, e che noi siamo come un uomo che ha il fuoco
nella sua mano sinistra e lacqua in quella destra, e che pu
mettere la sua mano laddove preferisce. Perch punizione e vita
sono {entrambe} scritte li; per quelli che hanno fatto il male,
punizione, e quelli che hanno fatto il bene, vita.
E lmys e Azariah presentarono quel papiro che era stato
scritto davanti a Dio e al Re di Israele, e lo lessero davanti a
Mkd e davanti ai grandi di Israele. E quando ebbero ascoltate
quelle parole tutti coloro che erano li intorno, piccoli o grandi, si
inchinarono e fecero atto di obbedienza, e glorificarono Dio, Che
aveva permesso che essi potessero ascoltare quelle parole e aveva
dato loro questo comandamento, cosicch potessero operare la
giustizia e il giudizio di Dio. Inoltre, Egli li fece membri della Sua
casa, perch Sion era in mezzo a loro, ed essa la dimora della
gloria di Dio, e li ha liberati da ogni male, e ha benedetto il frutto
delle loro terre, e ha moltiplicato le loro greggi e il loro bestiame,
e ha benedetto i loro pozzi dacqua, le loro fatiche e il frutto dei
loro orti, e ha permesso che i loro figli crescessero, e ha protetto i
loro anziani, ed divenuta lavanguardia e la retroguardia
ovunque essi dimorino, e ha sgominato i loro nemici ovunque
andassero. E tutto il popolo di Etiopia si rallegr.
E la Regina disse a suo figlio: Figlio mio, Dio a dato a te il
diritto, cammina in esso e non deviare da esso, ne a destra n a
sinistra. Ama il Signore Dio tuo, perch Egli misericordioso
verso i semplici. Perch la Sua via la si conosce dai Suoi
comandamenti, e la Sua bont intesa attraverso il consiglio della
Sua parola.
Quindi si volse verso lmys e Azariah e tutti i potenti di Israele
[dicendo]: Proteggetelo e insegnategli il cammino del regno di
Dio, e lonore di nostra Signora Sion. E qualsiasi cosa nostra
Signora ami non lasciate che noi non lo si faccia. Diteci [ci] con
verit e scrupolosamente per sempre e di generazione in
generazione, cosicch essa non possa essere furente con noi, se
noi non adempiamo bene ai suoi servizi, cosicch Dio possa
dimorare in noi. E tu, figlio mio, ascolta attentamente la parola dei
tuoi padri, e cammina nel loro consiglio. E che il bere non ti
istupidisca, e cos neppure le donne, n lorgoglio dei vestiti, e
non le briglie n la caccia con i cavalli, e neppure la vista delle
armi da guerra di coloro che sono alla testa o alla retroguardia. Ma
riponi la tua fiducia in Dio e in Sion, il

Tabernacolo della Legge di Dio, tuo Creatore, affinch tu possa


sgominare i tuoi nemici, e il tuo seme sulla terra possa
moltiplicarsi, e i tuoi nemici e avversari, vicini e lontani, possano
essere abbattuti.
E quei figli di potenti risposero e dissero a una sola voce: O
nostra Signora, noi saremo con te per sempre, e non ci
scorderemo del nostro signore il Re. Ecco, ci scritto e la sua
realizzazione avr luogo se il Dio di Israele sar per lui di aiuto, e
se ascolter la parola di sua madre; e noi lo consiglieremo sul
cammino del fare cose buone. Perch non c nessuno che si possa
trovare in questi giorni altrettanto saggio come te, eccetto nostro
signore il Re. Tu ci hai portato quaggi come tuoi servitori con
nostra Signora, la celeste Sion, il Tabernacolo della Legge del
Signore nostro Dio, proprio come un uomo guida con un piccolo
frustino un cammello carico di beni di valore, sebbene una fune
avvolgesse il suo muso. E ora, non rifiutarci e non trattarci come
gente estranea, ma prendici pure come tuoi schiavi che lavano i
tuoi piedi, perch sia che noi si muoia sia che si viva noi siamo
con te; non abbiamo pi alcuna speranza nella terra dove siamo
nati, ma solo in te e nella nostra Signora la celeste Sion, la
dimora della gloria di Dio.

Come la Regina parl ai figli di Israele


E la Regina rispose e disse loro: Vi tratteremo non come servi
come voi dite ma come padri e maestri. Poich voi siete i
guardiani della Legge di Dio, e le guide del comandamento del
Dio di Israele, gli uomini della casa di Dio, e i guardiani di Sion, il
Tabernacolo della Legge di Dio, e noi non desideriamo trasgredire
i vostri comandamenti, poich voi siete per noi una guida verso il
cammino di Dio, fuori da tutte le malvagit. Attraverso le vostre
parole noi ci allontaneremo da tutto ci che Dio non gradisce, e ci
avvicineremo ad ogni cosa di cui Dio si compiace nel vostro
comandamento. Solo voi istruirete tutto questo popolo, e gli
insegnerete le parole della conoscenza, poich mai prima di adesso
hanno ascoltato tali parole come le hanno ascoltate questo giorno.
La saggezza e lintelligenza illuminano come la luce del sole
solo coloro che hanno discernimento di esse. Quanto a me, fino ad
ora io non ho mai bevuto a grandi sorsi lacqua della conoscenza.
Ora pi dolce del miele, e disseta pi del vino, appaga e fa
gorgogliare saggezza, e stimola il discernimento, permette
alluomo di dare libero sfogo alle parole come fosse ebbro, rende
luomo barcollante come uno che vola, e riscalda un uomo come
uno che trasporta un pesante carico su una difficile strada in una
terra inaridita bruciata da un sole ardente. Quando i cuori dei saggi
sono aperti alla profezia e alla conoscenza, essi non temono il re a
causa della grandezza della sua gloria se egli si allontana dalla via
di Dio. E prendete nota di questo: la parola della Legge, che
stata manifestata, veramente comprensibile per coloro che lo
vogliono, e per coloro che si abbeverano di essa e ci si
immergono. Io Ti prego, O Signore Dio di Israele, Tu Santo dei
Santi, concedimi di poter seguire la saggezza, e possa non
diventare come naufraga; concedimi di poterne farne un muro per
me stessa, e che non possa mai crollare; concedimi di poterne
fare fondamenta, e che mai possa essere abbattuta; concedimi di
poter stare su di lei come [solido] pilastro che mai possa essere
scosso; concedimi di potermi nascondere in essa, e che mai mi
possa essere strappata via; concedimi di poter costruire me stessa
su di essa, e non possa rovesciarmi; concedimi di poter diventare
vigorosa grazie ad essa, senza spossarmi mai; concedimi di poter
stare eretta grazie ad essa, e mai cadere; concedimi di poter
giacere su di essa e mai venir meno; concedimi di potermi
fermamente aggrappare a essa, e non possa cadere via; fa in
modo che io possa afferrarla fermamente, e che non possa
scivolare via; concedimi di poter vivere in pace in essa;
[concedimi di] potermi saziare alla sua tavola, e che mai possa
vomitare, e che possa bere di essa senza diventarne ebbra, e che
possa appagarmi di essa e mai possa rinnegarla.

Io ho bevuto di essa, ma non ho mai vacillato; io ho vacillato per


essa, ma non sono caduta; io sono caduta a causa sua, ma non
sono stata distrutta. Grazie ad essa io mi sono tuffata nel grande
mare e ho afferrato nelle sue profondit una perla per mezzo della
quale sono ricca. Io sprofondai come le grandi ancore di ferro
con le quali in alto mare gli uomini ancorano le navi nella notte, e
ricevetti una lampada che mi illumin, e risalii per mezzo delle
cime dellimbarcazione dellintendimento. Mi addormentai nelle
profondit del mare, e pur non venendo inghiottita dallacqua feci
un sogno. Mi sembrava che ci fosse una stella nel mio grembo, e
mi meravigliai di ci, mi ci adagiai sopra e la resi forte nello
splendore del sole; mi ci adagiai sopra, e mai la lascer andare.
Entrai attraverso le porte del tesoro della saggezza e inalai per
me stessa le acque dellintelligenza.
Entrai nella vivida fiamma del sole, ed esso mi illumin con il suo
splendore, e feci di esso uno scudo per me stessa, e salvai me
stessa confidando in esso, e non solo me stessa ma tutti coloro che
camminano sulle orme della saggezza, e non solo me stessa ma
tutti gli uomini della mia terra, il regno di Etiopia, e non solo
quelli ma tutti coloro che camminano per la loro strada, e le
nazioni che sono intorno. Poich il Signore ci ha dato discendenza
in Sion e una residenza in Gerusalemme. E inoltre, giunta a noi
una parte di coloro che Egli ha scelto, la discendenza di
Giacobbe, poich Egli ha costruito la Sua abitazione per risiedere
con noi. Da questo momento in poi essi sono stati deposti, e da
questo momento in avanti noi siamo stati innalzati. Da questo
momento in poi essi sono stati disprezzati e rifiutati, e da questo
momento in poi noi saremo onorati e amati nei secoli dei secoli e
per tutte le generazioni che verranno.
E voi, o nobili, datemi ascolto, e ben apprendete ci che esce
dalla mia bocca e le mie parole. Amate ci che giusto e odiate
le falsit, poich ci che giusto giustizia e la falsit lorigine
delliniquit. E voi non userete inganno e oppressione tra voi,
poich Dio vive con voi, e la dimora della Sua Gloria tra di voi;
poich voi siete diventati membri della Sua famiglia. E da questo
momento in avanti cessate di osservare i vostri precedenti costumi,
[vale a dire] prevedere il futuro dagli uccelli, dai segni, usare
talismani, incantesimi, prodigi e magia. E se dopo questo giorno
venisse trovato un qualsiasi uomo che osserva tutti i suoi antichi
costumi, la sua casa sar saccheggiata, ed egli, sua moglie e i suoi
bambini saranno condannati.
E poi la Regina disse ad Azariah: Parla e annuncia quanto tu hai
amato la nostra Signora con il suo Divino Re.

Come Azariah lod la Regina e la sua citt


E Azariah si lev e disse alla Regina: O nostra Signora,
veramente non vi altri come te in saggezza e intelligenza la
qual cosa ti stata data da Dio allinfuori del mio signore il Re,
il quale ci ha portati in questa terra con nostra Signora Sion, il
santo e divino Tabernacolo della Legge di Dio. Ora noi e i nostri
padri dei tempi antichi abbiamo detto: Dio non ha scelto
nessuno allinfuori della Casa di Giacobbe. Egli ci ha scelto, Egli
ci ha moltiplicato, Egli ci ha sorretto per Suo compiacimento, Egli
ci ha fatto re e membri della Sua famiglia, consiglieri della Sua
gloria e del Tabernacolo del Suo patto. Quanto al paese, noi
diciamo che Egli non ha scelto nessuna terra allinfuori della
nostra, ma ora vediamo che la terra di Etiopia migliore della
terra di Giuda.
Dal tempo in cui siamo arrivati nella vostra terra ogni cosa che
abbiamo visto apparsa buona a noi. Le vostre acque sono buone
e ci sono date senza chiederci nulla in cambio (senza
pagamento), e [abbiamo] aria senza ventagli, il miele selvatico
[altrettanto abbondante] della polvere della piazza del mercato, e
vi tanto bestiame quanto la sabbia

del mare. Per quanto abbiamo visto non vi nulla di detestabile,


non vi nulla di maligno in quello che sentiamo, e in quello che
calpestiamo, n in quello che tocchiamo o assaggiamo con le
nostre bocche. Ma vi una cosa che vorremmo citare: voi siete
neri di faccia solo questo rimarco perch lho visto ma se Dio
illumina i vostri cuori non questo che pu recarvi danno.
Astenetevi dalla carne che muore di se stessa, dal sangue e dai
corpi straziati dagli animali selvatici, dalla fornicazione, e da
qualsiasi cosa che Dio odia, cosicch possiamo gioire di voi
quando vi vediamo temere Dio e tremare alla Sua parola; allo
stesso modo Dio ordin ai nostri padri e disse a Mos: Comanda
loro qualsiasi cosa, e di loro di conservare la mia Legge e i miei
Comandamenti.155 E non distogliete il vostro sguardo, n a
destra n a sinistra, da quello che oggi vi comandiamo; ora [noi
vi comandiamo] di adorare Dio, il Santo di Israele, e di fare ci
che ben Lo diletta; perch Egli ha rifiutato la nostra nazione cos
come i nostri profeti previdero, e ha scelto voi. Non appartiene
forse Dio vostro Creatore a tutti voi? Come pu Dio trovare ci
difficile se Egli ama noi e detesta loro? Perch tutto Gli
appartiene, e tutto opera Sua, e non vi nulla di impossibile per
il Signore Dio di Israele.
E ascoltate il Suo comando, che pronuncer a voi. Non lasciate
che alcuno sopraffaccia il proprio fratello con la violenza. Non
depredate le propriet del vicino. Non vi offenderete n vi
opprimerete lun laltro, e non litigherete fra voi. E se per caso un
animale appartenente a un vostro vicino entrasse nelle vostre
propriet, non fate finta di nulla, ma fate che ritorni a lui. E se non
conoscete il proprietario dellanimale, curatelo per lui, e non
appena uno abbia scoperto a chi gli appartiene ritorni il suo
animale a lui. E se lanimale del vostro vicino caduto in un
anfratto, o in un pozzo, o in una voragine o in un burrone, non
farete finta di niente e non ve ne andrete finch non glielo avrete
detto e non lo avrete aiutato a tirar fuori lanimale. E se un uomo
ha scavato una buca o ha costruito una torre (o un riparo), non
lascer la buca scoperta e neppure la torre senza un tetto. E se un
uomo sta portando un carico pesante, o se il carico scivolato
{dalla schiena} delluomo che lo sta trasportando, non farete
finta di niente ma lo aiuterete a risollevarlo o ad alleggerirglielo;
perch egli vostro fratello. Non cucinerete un giovane animale
nel latte di sua madre. Non rovescerete i diritti dei poveri e degli
orfani. Non prenderete per buone le apparenze esteriori, e non
prenderete doni per ribaltare ci che giusto e rendere falsa
testimonianza.
E quando trovate un uccello {femmina} nei vostri campi con i
suoi piccoli, voi la risparmierete e non porterete via i suoi pulcini,
cos che i vostri giorni possano essere lunghi sulla terra, e il
vostro seme possa essere benedetto con il perdurare del tempo. E
quando voi mieterete il raccolto per il vostro cibo, sarete attenti a
non mieterlo completamente. Non raccoglierete quello che cade da
esso, e i covoni che avete dimenticato lasciateli per il ritorno, non
li prendete, ma lasciateli per gli stranieri della vostra citt,
cosicch Dio possa benedire il frutto della vostra terra. E non
lavorerete in malo modo, n giudicherete senza imparzialit, e non
vi affronterete con acrimonia luno con laltro in alcunch, cos
che possiate essere benedetti, cos che il frutto della vostra terra
possa aumentare, cos che possiate essere salvati dalla maledizione
della Legge che Dio ha lanciato, dicendo: Saranno maledetti
coloro che fanno del male. Ed Egli {cos} stabil, dicendo: Colui
che conduce il cieco fuori dei suoi passi maledetto. E colui che
rivolge parole ignobili a un sordo (o a un ritardato) maledetto. E
chi profana il letto del proprio padre maledetto. Come chi
colpisce a tradimento il proprio vicino maledetto. E chi fuorvia
la giustizia contro il diverso in modo che venga ucciso un
innocente maledetto. Chi minaccia il proprio padre e la propria
madre {anche solo} blandamente maledetto. E chi disegna
immagini oscene incidendole sulla pietra o sul metallo fuso, con
lavoro manuale, e

155 Confronta Deuteronomio 6, 1.

le pone e le nasconde nella propria casa, e le adora come fossero


divine, non credendo che Dio il Creatore dei cieli e della terra,
Colui che cre Adamo a propria immagine e somiglianza,
ponendolo su tutte le cose che Egli ha creato, essendo noi tutti Sue
creature luomo che non crede [questo] sia maledetto! Amen. E
chi giace con una bestia, sia maledetto. E chi pone fine a una
vita, a sangue innocente, con la frode e la violenza, sia
maledetto.156
E per tutte queste cose voi non crederete in altri dei, perch Dio
ha in sospetto tutti coloro che Lo disdegnano e agiscono di
conseguenza, ed Egli pone il suo sguardo su di loro finch non
spazza lo loro vite dalla terra, e cancella la loro memoria per
sempre. Benedetti sono coloro che ascoltano la voce di Dio, e
agiscono e seguono [i Suoi comandamenti]. E benedetti sono
coloro che si allontanano da coloro che fanno il male, cos che
nessuna delle punizioni che piombano sui peccatori cadranno su di
loro. E se avverr che vi atterrete alla parola di Dio, ritiratevi dalla
via dei peccatori, cos che possiate non essere colpiti dal bastone
con il quale essi saranno colpiti.
Perch come disse Davide il nonno del nostro signore Davide:
Dio non lascer che il bastone dei peccatori [colpisca] i giusti,
cosicch i giusti non debbano alzare le loro mani in violenza
(in oppressione). Quando un uomo ha il potere di fare ci che
buono, prende cura di se stesso e di ci mette a parte il vicino, egli
diventa come se fosse possessore di due talenti,157 e altri due
talenti gli vengono aggiunti, e riceve abbondante ricompensa da
Dio. Perch lo ha fatto a se stesso e lo ha insegnato al suo vicino, e
perch la ricompensa sar eccezionalmente grande. E ancora,
benedetti voi sarete se darete i vostri averi, senza usura e senza
interesse.

Questo ci che potrete mangiare: il puro e limpuro


E questo ci che potrete mangiare: {ci che } puro e ci che
impuro. Voi potrete mangiare il bue, la pecora, la capra, il
montone, il cervo, la gazzella, il bufalo, lantilope deskna,
lantilope wel, lorice, la gazzella zrt e ogni creatura dallo
zoccolo diviso, e le creature che ruminano. E quelle che non
mangerete fra quelle che ruminano e hanno lo zoccolo diviso sono
il cammello e la lepre e il krglyn (coniglio?), perch esse
ruminano ma i loro zoccoli non sono divisi158.
Non mangerete nemmeno il lupo e il maiale, perch le loro zampe
sono divise ma non ruminano: non mangerete ci che impuro.
Potrete mangiare qualsiasi creatura che viva in acqua che abbia
pinne e squame; altro non mangerete perch impuro. Fra gli
uccelli potrete mangiare di tutto, tranne: laquila, lavvoltoio,
laquila lytn, il martin pescatore, il falco e cos il corvo, lo
struzzo, il gufo, il gabbiano, lairone, il cigno, libis, il pellicano, il
falco, lupupa, il corvo notturno, il bucerotide159, il piper
acquatico, le galline acquatiche, e il pipistrello; questi sono
impuri. E non mangerete la locusta o altro di simile, n lak.t.n
o un qualcosa del genere, neppure la cavalletta o qualcosa che le
assomiglia, n la locusta di campo o altro del genere. La carne
delle cose che volano (o fanno balzi) e hanno due o quattro o sei
zampe impura, e di questa non mangerete. E non toccherete le
loro carogne, e chiunque le tocchi sar impuro fino a sera.

156 Deuteronomio 27, 15 e seguenti.


157 Confronta Matteo 25, 22.
158 Qui evidentemente c una contraddizione con la condizione
iniziale: probabilmente lestensore del Libro voleva dire che fra
tutti gli animali erbivori, quelli che non potevano essere mangiati
erano il cammello, la lepre e il coniglio.
159 Volatile dall'aspetto variopinto e con un grosso becco curvo,
vive nelle zone tropicali e subtropicali dell'Africa.

Ora abbiamo dichiarato queste cose a voi perch possiate avere e


mantenere timor di Dio e possiate essere benedetti nel vostro
paese, che Dio vi ha dato grazie alla divina Sion, il Tabernacolo
della Legge di Dio, perch grazie a lei voi siete stati scelti. E i
nostri padri sono stati rifiutati, perch Dio tolse loro Sion, il
Tabernacolo della Legge di Dio, per custodire voi e la vostra
discendenza per sempre. Egli benedir il frutto della vostra terra e
moltiplicher il vostro bestiame, e li protegger da qualsiasi cosa
debbano essere protetti.
E grazie a voi, o mia Signora, la saggezza grande e sopravanza
quella degli uomini. Non c nessuno che possa essere comparato
a voi riguardo lintelligenza, non solo per quanto riguarda
lintuizione delle donne che sono state finora create, ma la
comprensione del vostro cuore pi profonda di quella degli
uomini, e non c nessuno che possa essere commisurato a voi
nella capacit di comprensione, eccetto il mio signore Salomone.
La vostra saggezza talmente pi grande di quella di Salomone
che voi siete stata capace di attirare qui potenti uomini di Israele, e
il Tabernacolo della Legge di Dio, con i lacci della vostra
intelligenza, e avete abbattuto la casa dei loro idoli, distrutto le
loro immagini, avete purificato ci che era impuro nel popolo,
perch avete portato via da loro ci che Dio detesta160.
E riguardo il vostro nome, Dio lo ha preparato [in modo
speciale], perch vi ha chiamato Mkd, il cui significato
Cos non. Tenendo presente [la gente] della vostra nazione
della quale Dio non era contento, direte: Cos non va bene,
giusto adorare Dio e Cos non bene adorare il sole, ma giusto
adorare Dio, cos direte. Cos non buono interrogare
lindovino, ma meglio credere in Dio, cos direte. Cos non
buono ricorrere alle opere di magia, ma meglio fare affidamento
sulla Santa di Israele, cos direte. Cos non buono offrire
sacrifici a pietre e alberi, ma giusto offrire sacrifici a Dio. Cos
direte. Cos non buono conoscere il futuro dagli uccelli, ma
giusto riporre fiducia nel Creatore, cos direte.
E inoltre, giacch avete scelto la saggezza essa diventata una
madre per voi; voi lavete cercata, ed essa diventata per voi un
tesoro. Voi lavete fatta diventare un ristoro per voi stessa, ed essa
diventata per voi una muraglia. Voi lavete desiderata
ardentemente, ed essa vi ha amato sopra ogni cosa. Voi avete
riposto la vostra fiducia in essa, ed essa vi ha accolto nel suo seno
come una bambina. Voi lavete amata, ed essa diventata per voi
come la desideravate. Voi vi siete distesa su di essa, ed essa non
vi lascer andare fino al giorno della vostra morte. Voi vi siete
afflitta per lei, e lei vi render felice per sempre. Voi siete stata
sua prigioniera, ma essa vi render vigorosa per sempre. Voi avete
sofferto la fame a suo motivo, ed essa vi ha colmato di cibo per
sempre. Voi avete sofferto la sete per la saggezza, ed essa vi ha
dissetato per sempre. Voi avete sofferto tribolazioni a motivo della
saggezza, ed essa diventata per voi di conforto per sempre. Avete
perso ludito a motivo della saggezza, ed essa ve lo ha ripristinato
per sempre. Avete perso la vista a causa della saggezza, ed essa vi
ha reso chiare {le cose} pi del sole per sempre. E tutto questo
venuto da Dio perch avete amato la saggezza per sempre. Perch
la saggezza, la conoscenza, e lintelligenza vengono dal Signore.
Intelligenza e conoscenza, la base della saggezza, il timore di
Dio, la sapienza, la percezione di ci che buono, la tolleranza, la
compassione che esiste da sempre, tutte queste cose avete trovato,
o mia Signora, con il Dio di Israele, il Santo fra i santi, il
Conoscitore di cuori, Colui che scruta ci che nel cuore di un
uomo; da Lui viene ogni cosa. Ed avvenuto per la Volont di
Dio, che Sion sia arrivata a questa terra di Etiopia, per essere una
guida a nostro Re Davide, lappassionato di Dio, il guardiano del
Suo padiglione, il custode della dimora della Sua gloria.

160 Si riferisce a quello che il popolo Etiope faceva prima.

Come restaurarono il Regno di Davide


E Azariah disse: Portate qui le trombe del giubileo, e andiamo da
Sion, li rinnoveremo il regno di nostro signore Davide. Ed egli
prese lolio della sovranit e riemp il corno [subito dopo], e unse
Davide con lunguento, cio con lolio della sovranit. E furono
suonati corni e zampogne e trombe, i tamburi rullarono, e suon
ogni genere di strumento musicale e ci furono canti, danze e
giochi, e [manifestazioni] con cavalli e con [uomini dagli] scudi, e
tutti gli uomini e le donne del popolo della terra di Etiopia erano
presenti, grandi e piccoli, e i piccoli Neri161, in numero di
seimila, e vergini che Azariah aveva scelto come donne di Sion
secondo la legge, che Re Davide aveva destinato per [il servizio
di] tavola dei banchetti nella fortezza reale quando doveva salirvi
abbigliato di vesti di oro fino. E in questa saggezza fu rinnovato il
regno di Davide, il figlio di Salomone re di Israele, nella capitale,
sul Monte Mkd, nella Casa di Sion, quando la Legge fu
stabilita per la prima volta dal Re di Etiopia.
E allora quando egli ebbe completato linstaurazione della Legge,
essi, in accordo con quanto avevano visto in Gerusalemme,
stabilirono la Legge nella casa di Sion per i nobili del regno, per
coloro che erano dentro, e per coloro che erano fuori, per il
popolo, per le isole, per le citt e per le province; e fecero decreti
analoghi per tutti gli abitanti e per tutte le famiglie tribali. E cos il
confine orientale del regno del Re di Etiopia alle propaggini del
territorio di Gz nella terra di Giuda, cio Gerusalemme; il suo
confine il lago di Gerico162, e passa per la costa del suo
mare163 a Lb e Sb; poi il suo confine scende a Bss e Asnt;
e il suo confine il Mare dei Neri e Nudi, e sale verso il Monte
Kbrnyn nel mare dellOscurit, vale a dire il posto dove il
sole tramonta, e il suo confine si estende a Fnl e Lasfl e i
suoi margini sono le terre [vicino] al Giardino (cio il Paradiso),
dove tutta unabbondanza di cibo e bestiame, e [vicino] a Fn
n; e il suo confine lontano quanto il Mare di Tarsis, e nella sua
remota (?) parte si trova il mare di Medym, finch ritorna alla
citt di Gz; il suo limite laddove [la nostra enumerazione]
inizi. Oltre a ci, il dominio del Re di Etiopia apparterr a lui e
alla sua discendenza per sempre.

Come gli uomini di Rm non ebbero pi fede


E dopo che ebbero aspettato per tre mesi ora Sion venne nella
terra di Etiopia allinizio del primo mese ebraico, del mese trmn
greco e del mese myzy in gz (etiopico), nel sesto (o, settimo)
giorno164 essi annotarono la Legge e i nomi, e depositarono [lo
scritto] come testimonianza per i giorni che sarebbero venuti, cos
che ci che fosse giusto sarebbe stato fatto quindi per il padiglione
[di Sion], e in modo che la gloria dei re di Etiopia e la gloria dei
re di Rm potesse essere ben conosciuta, perch i re di Etiopia e i
re di Rm erano fratelli e sostenevano la fede cristiana. Ora
prima di tutto essi credevano secondo il rito ortodosso nella
predica degli Apostoli fino [al tempo di] Costantino, e di ln
(Elena) la Regina, colei che ritrov il legno della Croce, e (i re di
Rm) continuarono [a credere] per {altri} centotrenta anni.
E in seguito, Satana, che nemico delluomo da vecchia data, si
sollev, e sedusse gli abitanti della terra di Rm; essi corruppero
la Fede di Cristo e introdussero leresia nella Chiesa di
161 I Pigmei.
162 Il Mar Morto.
163 Cio, il Mar dEtiopia.
164 Il mese di myzy nel calendario etiopico inizia il 9 maggio.
Quindi Sion arriv in Etiopia il giorno 15 o 16 maggio.

Dio per bocca di Nestorio. E Nestorio, Ario165, e Yabs (?)


erano coloro nei cui cuori egli scagli la stessa gelosia che aveva
scagliato nel cuore di Caino per uccidere suo fratello Abele. In
maniera analoga il Diavolo loro padre, il nemico della giustizia e
colui che odia il bene, scagli gelosia, proprio come disse Davide:
Profferiscono violenza nellalto dei cieli, pongono le loro bocche
nei cieli, ma le loro lingue si agitano sulla terra.166
E quegli stessi uomini che non sanno da dove vengono, e non
sanno dove stanno andando, insultano il loro Creatore con le loro
lingue, e bestemmiano la Sua gloria, mentre Egli Dio, la Parola
del Signore. Egli scese dal trono della Sua Divinit, e assunse il
corpo di Adamo, Egli Dio il Verbo. E in quel corpo Egli fu
crocifisso cos che potesse redimere Adamo dalla sua iniquit, e
risal nei cieli, e sedette sul trono della Sua Divinit in quel corpo
che Egli aveva preso. Ed Egli verr ancora in gloria per giudicare
i vivi e i morti, e ricompenser ogni uomo secondo le sue opere, in
eterno. Amen.
E noi crediamo cos e adoriamo la Sacra Trinit. E coloro che non
credono in questo sono scomunicati dal Verbo di Dio, il Re del
cielo e della terra, sia in questo mondo che in quello che verr. E
noi siamo forti nella Fede Ortodossa che i Padri Apostoli ci hanno
consegnato, la Fede della Chiesa. E cos lEtiopia continuer a
mantenere la sua Fede fino allavvento di nostro Signore Ges
Cristo al Quale sia gloria nei secoli dei secoli. Amen.
La prima guerra del Re di Etiopia
E dopo tre mesi essi (cio Davide e i suoi soldati) si levarono per
muovere guerra, {e uscirono} dalla citt del Governo con Mkd
la madre di Davide e Sion sua Signora. I Leviti portavano il
Tabernacolo della Legge167 assieme agli oggetti che
appartenevano al loro ufficio, e marciavano con grande maest,
come nei tempi antichi quando Dio sul Monte Sinai fece in modo
che Sion scendesse in santit a Mos e Aronne, e nello stesso
modo Azariah e
lmys sostenevano il Tabernacolo della Legge. E gli altri
potenti guerrieri di Israele marciavano alla sua destra e alla sua
sinistra, vicini a lei, davanti e dietro di essa, e sebbene fossero
esseri di polvere cantavano salmi e canti come quelli degli eserciti
celesti. Dio diede loro voci bellissime e canti meravigliosi, poich
Egli era compiaciuto di essere lodato da loro.
Arrivavano dalla citt del Governo, e si accamparono a Mya
Abaw, la mattina seguente lasciarono in desolazione il distretto di
Zw con Hady, a causa dellinimicizia che era esistita fra loro
dai tempi antichi; annientarono la popolazione e la passarono a fil
di spada. Poi proseguirono e si accamparono a Grr, e anche qui
lasciarono in desolazione la citt di vipere dal viso di uomo, e dai
fianchi adornati di code dasino.
E [la Regina] fece ritorno e pose le sue tende nella cittadella di
Sion, quivi rimase tre mesi, poi i loro carriaggi si mossero e
arrivarono alla citt del Governo. E in un giorno arrivarono alla
citt di Sb, e lasciarono in desolazione Nb; da li si
accamparono nei dintorni di Sb, e lasciarono in desolazione il
suo territorio fino al confine con lEgitto. La maest (o il timore)
del Re di Etiopia era cos grande che il Re di Mdym e il Re
dEgitto fecero in modo che gli fossero portati dei doni, e poi
rientrarono alla citt del Governo e da li si

165 Nestorio, vescovo siriaco e Patriarca di Costantinopoli dal


428 al 431 d.C, sostenne la duplice natura umana e divina
separate e conviventi di Cristo; Ario, teologo egizio vissuto dal
256 al 336 d.C., negava la consustanzialit di Cristo con Dio, ma
sosteneva che Cristo era stato creato da Dio e fosse una sorta di
semidio. 166 Salmi 73, 8 e 73, 9.
167 I Leviti, della trib di Levi, erano considerati i Guardiani di
Dio, e fra i loro compiti erano la custodia dellArca dellAlleanza
e del Tempio di Gerusalemme. Qui evidente si tratta non di
Leviti in senso stretto ma di una nuova leva di addetti al trasporto
dellArca.

accamparono in bt, e mossero guerra alla terra dIndia, e il Re


dellIndia port un dono e un regalo (tributo), e lui stesso rese
omaggio al Re dEtiopia. Egli (cio Davide) fece guerra ovunque
gli piacesse; nessun uomo lo vinse, al contrario, chiunque lo
attaccava veniva vinto. E quelli che erano venuti come spie nel
suo campo, per ascoltare storie e riferirle alla loro citt,
diventavano incapaci di fuggire su carri, perch Sion stessa faceva
in modo che i nemici esaurissero la loro forza. Ma Re Davide,
con i suoi soldati, e le armi dei suoi soldati, e tutti quelli che
obbedivano alla sua parola, viaggiavano su carri senza pena n
sofferenza, senza fame n sete, senza sudore n fatica, e coprivano
in un giorno una distanza che [solitamente] necessitava di tre mesi
per essere coperta.
E non mancava loro alcuna di quelle cose che avevano chiesto che
Dio desse loro tramite Sion il Tabernacolo della Legge di Dio,
perch Egli dimorava in essa, il Suo Angelo la dirigeva, e lei era
la Sua abitazione. Per quanto riguarda il re, che provvedeva al Suo
padiglione se stava facendo un qualsiasi viaggio, e avesse
desiderato che qualcosa fosse fatto, qualsiasi cosa desiderasse
fosse fatta o lo pensasse nel suo cuore, e lo indicasse con il suo
dito, tutto questo [io dico] veniva fatto sulla parola; e tutti lo
temevano. Ma egli non temeva nessuno, perch la mano di Dio era
con lui, lo proteggeva di giorno e di notte. Ed egli fece la Sua
Volont, Dio stava dalla sua parte e lo proteggeva da ogni male
per sempre in ogni istante. Amen.
Questo ho trovato fra i manoscritti della Chiesa di Sofia in
Costantinopoli. E gli arcivescovi che erano cola gli dissero [a
Domizio?]: Questo quello che sta scritto dai giorni di
Salomone il Re. E Domizio di Antiochia disse: Si, che quello
che sta scritto fino al giorno della morte di Salomone venga
accettato, e quello che stato scritto dagli altri profeti dopo la
sua morte sia accettato ugualmente.

Come lonorato rango del Re dEtiopia venne universalmente


accettato
Ora attraverso il Kebra Nagast sappiamo e abbiamo appreso con
sicurezza che il Re dEtiopia uomo degno donore, che egli
il Re di Sion, e primogenito del seme di Sem, e che la dimora di
Dio in Sion, e che da li distrugge la forza e il potere dei suoi
nemici e avversari. E dopo di lui fu il Re di Rm lunto del
Signore a causa del legno della Croce. E per quanto riguarda il
regno di Israele quando la Perla nacque da lui, e dalla Perla di
nuovo nacque il Sole della Rettitudine, Che nascose Egli Stesso
nel suo corpo ora Egli non ha nascosto Se Stesso nel corpo di
un uomo {bench} Egli potesse non essere visto da occhi mortali
e avendo assunto il nostro corpo Egli divenne come noi, Egli
cammin assieme [agli uomini]. Egli oper con segni e
meraviglie in mezzo a loro. Egli risuscit i morti, san gli
ammalati, fece in modo che gli occhi dei ciechi vedessero, apr le
orecchie dei sordi, guar i lebbrosi, rifocill gli affamati con
cibo, fece numerosi miracoli, alcuni dei quali sono stati trascritti e
altri no, perch come dice Giovanni Evangelista, il figlio di
Zebedia: Se tutto quello che Ges fece fosse stato trascritto, il
mondo intero non avrebbe potuto contenere i libri che avrebbero
dovuto essere scritti.168
E quando i perfidi figli di Israele videro tutto questo pensarono
che Egli fosse un uomo, furono invidiosi di Lui a causa di ci che
videro e sentirono, Lo crocifissero sul legno della croce, e Lo
uccisero. Egli risuscit il terzo giorno, e sal al cielo in gloria, e
sedette sul trono di Dio Padre. Ricevette dal Padre un regno
incorruttibile per i secoli dei secoli su tutti gli esseri di spirito, gli
esseri della terra, e su ogni essere creato, cosicch ogni lingua
adorer il

168 Giovanni 21, 25.

Suo Nome, e ogni ginocchio si piegher a Lui; Egli giudicher i


vivi e i morti e ricompenser ogni uomo secondo le sue opere.
Perci quando i giudei Lo vedranno saranno svergognati, e
saranno condannati a bruciare nel fuoco eterno. Ma noi, che
crediamo nella fede Ortodossa, saremo messi sul trono, e ci
rallegreremo con i nostri maestri gli Apostoli, a patto di aver
camminato nel sentiero di Cristo e nei Suoi Comandamenti. E
dopo che i giudei ebbero crocifisso il Salvatore del mondo, furono
dispersi nel mondo, il loro regno venne distrutto, furono
combattuti e perseguitati per i secoli dei secoli.
E tutti i santi che si erano riuniti insieme dissero: Senza dubbio,
in verit il Re dEtiopia pi eminente e pi degno donore di
ogni altro re della terra, a causa della gloria e della grandezza della
divina Sion. Dio ama il popolo dEtiopia, perch senza conoscere
la Sua Legge, distrusse i propri idoli, mentre quelli ai quali la
Legge di Dio era stata data fecero idoli e adorarono gli dei che
Dio odiava. E in tempi successivi, quando nacque per redimere
Adamo, Egli oper con segni e meraviglie davanti a essi, ma essi
non credettero in Lui, n alle Sue predicazioni e neppure alle
predicazioni dei Suoi padri. Ma il popolo di Etiopia credette in un
discepolo fidato, e per questa ragione Dio ha amato il popolo di
Etiopia sopra ogni cosa.
E i vescovi risposero e gli (a Gregorio) dissero: Hai parlato bene,
la tua parola vera, e ci che hai esposto e interpretato per noi
chiaro. Come dice Paolo: Non ha forse il seme di Abramo esaltato
il seme di Sem? Sono tutti re della terra, ma il prediletto del
Signore il popolo dEtiopia. Perch la c la dimora di Dio, la
divina Sion, il Tabernacolo della Sua Legge e il Tabernacolo del
suo Patto, che ha fatto in un luogo di grazia attraverso la [Sua]
misericordia per i figli degli uomini; per la pioggia e le acque del
cielo, per le cose piantate per terra (la vegetazione) e i frutti, per
le genti e gli stati, per i re e per i nobili, per uomini e bestie, per
uccelli e per le cose che strisciano.
E Gregorio il Vescovo, loperatore di meraviglie, rispose e disse
loro: In verit, la salvezza stata data a tutti noi cristiani, a tutti
coloro che hanno creduto nella nostra Signora Maria, aspetto della
divina Sion. Perch il Signore dimor nel grembo della Vergine, e
fu da lei concepito senza unione carnale. E le Dieci Parole
(Decalogo) della Legge furono scritti dal dito di Dio, e resi (cio
posti) in Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio. E ora vieni, noi
proclameremo dalla Legge di Mos le profezie dei Profeti nostri
Padri, i santi uomini dei tempi antichi, e le profezie riguardanti
Cristo nostro Redentore, cosicch le generazioni future possano
ascoltare linterpretazione (o spiegazione) della storia, e noi
riferiremo a essi la narrazione dellinterpretazione delle Scritture.
Comincieremo allora con linizio del Libro, e faremo in modo che
[tu] possa intendere nello Spirito, come dice Davide, attraverso lo
Spirito Santo: Allinizio il Libro fu scritto per causa mia.169
E uno rispose e disse: Qual linizio del Libro? E gli risposero e
gli dissero: E la Legge che fu scritta riguardo Cristo, il Figlio di
Dio. E dice: Allinizio Dio fece i cieli e la terra170; essi
esistevano da tempi antichi. Ora, la terra era informe, ed erano
mescolati insieme loscurit, i venti, lacqua, la nebbia e la
polvere; tutti questi erano mescolati insieme. E lo spirito di Dio si
libr sopra le acque. Questo significa che per la Parola di Dio i
cieli e la terra furono creati; e queste parole significano che lo
Spirito di Dio dimora su tutto il creato.
169 Salmi 40, 7.
170 Genesi 1, 1.

Le molte profezie su Cristo


Inoltre Mos annunci la Legge e disse: Un profeta come me
risorger per voi dai vostri fratelli, ascoltatelo; e ogni anima che
non dar ascolto a quel profeta dovr essere scovata fra la
gente171. E disse questo riguardo Cristo il Figlio di Dio. Ed egli
profetizz anche riguardo la Sua Crocifissione, e disse: Quando i
serpenti affliggevano i figli di Israele essi lanciarono grida di
dolore a Mos, e Mos lanci grida di dolore a Dio per liberarli
dai serpenti. E Dio gli disse: Fa una immagine in ottone di un
serpente e sospendila in un luogo dove possa essere riconosciuta
come un segno, e lascia che quelli morsi dai serpenti guardino
quella immagine dottone, e vivranno. E quelli che mancarono di
guardarla morirono, e coloro che la guardarono e credettero
vissero172. E nella stessa maniera avvenne con Cristo; coloro
che non Gli prestarono attenzione e non credettero in Lui, perirono
nello Shel, e coloro che credettero e Gli diedero ascolto
ereditarono la terra della vita eterna, dove non ci sar mai pena o
sofferenza.
E ora vi faremo sapere come essi non diedero alcuna importanza a
Cristo, il Verbo di Dio. Quando i figli di Israele parlarono contro
Mos, dicendo: Come pu essere che Dio ha parlato solamente
a Mos? Com che anche noi non sentiamo il Verbo di Dio, in
modo da poter credere anche noi in Lui?173 E Dio, Che conosce
i cuori degli uomini, ascolt il mormorio dei figli di Israele, e
disse a Mos: Tu chiedi il perdono per il tuo popolo, ed essi
ancora mormorano contro di te, dicendo: Perch Dio non parla a
noi? e ora, se essi credono in Me, vengano con te qui da Me. Di
loro di purificarsi e di lavare i loro abiti, e lascia che i grandi
uomini di Israele vengano ad ascoltare quali comandamenti Io
dar loro, e lascia che ascoltino la Mia voce e assolvano i
comandamenti che Io dar. E Mos disse ai figli di Israele ci
che gli era stato comandato, e il popolo si inchin a Dio, e si
purificarono il terzo giorno. E i settanta anziani di Israele174
salirono sul Monte Sinai, lasciando laccampamento per ascendere
al Monte Sinai. Erano distanti lun laltro lo spazio della traiettoria
di una freccia, in piedi, ognuno di fronte al suo vicino. Ora,
sebbene fossero in molti e facessero molto sforzo, non riuscivano
ad ascendere alla nube con Mos, e la paura ed il tremore li
blocc, e lombra della morte li avvolse; udivano il suono di corni
e di flauti, e [sentivano] loscurit e i venti.
E Mos entr nella nube e convers con Dio, e tutti i grandi
uomini di Israele ascoltarono quella voce, la Voce di Dio, ed
ebbero paura e tremarono per lo spavento, e a causa
dellopprimente terrore che era nei loro cuori erano incapaci di
stare in piedi. E quando Mos venne innanzi, essi gli dissero:
Noi non abbiamo ascoltato il discorso di Dio, cos non potremo
morire di paura. Ecco, noi sappiamo che Dio ti ha parlato. E se c
qualsiasi cosa che Lui dovrebbe dirci, tu la ascolterai e ce la
dichiarerai. Sii tu per noi la bocca di Dio, e noi saremo per Lui il
Suo popolo. Non vedi che loro rinnegarono Cristo e dissero: Noi
non abbiamo ascoltato quella Voce cos che non possiamo morire
di terrore? Ora Cristo era la Parola di Dio, e perci quando
dissero: Noi non abbiamo ascoltato quella Voce, volevano dire:
Noi non crediamo in Cristo.
E ancora Mos parl a Dio e disse: Mostrami il Tuo Volto175. E
Dio disse a Mos: Nessuno pu vedere il Mio Volto e vivere, ma
solo {vederlo riflesso} come in uno specchio. Volgi il tuo sguardo
a occidente e vedrai sulla roccia il riflesso del Mio Volto. E
quando Mos vide

171 Confronta Deuteronomio 18, 15.


172 Numeri 21, 7.
173 Numeri 12, 2.
174 Numeri 11, 1624; Esodo 19.
175 Esodo 33, 1823.
lombra del Volto di Dio, il suo viso brill di una luce che era sette
volte pi luminosa del sole, e la luce era cos forte che i figli di
Israele non potevano guardare la sua faccia se non attraverso un
velo. E allora egli vide che loro non desideravano guardare il
Volto di Dio, poich gli dissero: Facci un velo cos che noi non
possiamo vedere la tua faccia176. E avendo detto queste parole
evidente come essi odiassero ascoltare le Sue parole e la vista
del Suo Volto.
E inoltre, quando Abramo port suo figlio Isacco sul Monte
armlws (Carmel), Dio mand gi dal cielo un montone
come riscatto per Isacco. E Isacco non fu ucciso, ma venne
sacrificato il montone che era sceso dal cielo. Ora Abramo deve
essere interpretato come Dio Padre, e Isacco come simbolo di
Cristo il Figlio. E quando Egli venne gi dal cielo per la salvezza
di Adamo e i suoi figli, Dio che venuto dal cielo non fu ucciso,
ma fu ucciso il Suo corpo, che Egli aveva assunto per la nostra
salvezza, quel corpo terreno che Egli aveva assunto da Maria.
Riesci a capire e a riconoscere la somiglianza e similitudine con
lessere terreno di Isacco, figlio di Abramo, che fu offerto per
volont di suo padre? Il divino montone era in redenzione
(sostituto), e il figlio di Abramo fu redento. E quanto a Colui che
scese {dal Cielo}, il Figlio di Dio, Egli era il riscatto mandato da
Dio, il Suo corpo terreno, ed Egli mor nel Suo corpo, il Dio che
poteva soffrire in qualsiasi modo e rimanere immutato; e il
mortale divenne vivente nella Resurrezione con Dio. E ci
chiaramente manifesto: in ci Cristo, il Figlio di Dio, ci ha salvati,
Egli ha esaltato noi uomini. E noi dobbiamo onorare specialmente,
sia sulla terra che nei cieli, questa nostra Signora Maria la Vergine,
la Madre di Dio.
E ascoltate questa spiegazione riguardo il primo uomo, che
nostro padre Adamo. Eva fu creata dalluomo, da un osso del suo
fianco, senza amplesso o unione carnale, e divenne la sua
compagna. E avendo dato ascolto alla parola dellinganno,
dallessere la consorte di Adamo divenne come assassina, per
avergli fatto trasgredire il comandamento {di Dio}. E nella Sua
misericordia Dio Padre cre la Perla nel corpo di Adamo. Egli
purific il corpo di Eva e lo santific e fece una dimora in lei per
la salvezza di Adamo. Lei [ovvero Maria] nacque senza
macchia, poich Egli la aveva resa pura, senza corruzione, e lei
riscatt il suo debito senza unione carnale o amplesso. Lei diede
alla luce in carne divina un Re, Egli nacque da lei, ed Egli
rinnov la sua vita nella purezza del Suo corpo. Ed Egli uccise la
morte con il Suo corpo puro, e risorse senza corruzione, Egli ci
innalz con Lui allimmortalit, il trono della divinit, Egli ci
elev a Lui, e noi abbiamo cambiato vita nel nostro corpo mortale
e trovato la vita che immortale. A causa del peccato di Adamo
noi soffrimmo afflizioni, e grazie alla paziente sopportazione di
Cristo noi siamo guariti. A causa della trasgressione di Eva noi
morimmo e fummo seppelliti, e per la purezza di Maria noi
veniamo onorati, e veniamo innalzati verso le pi grandi altezze.
Ed Ezechiele fece anche una profezia riguardo Maria e disse: Io
vidi una porta a oriente serrata da un grande e meraviglioso sigillo,
e non cera nessuno che vi entrava eccetto il Signore degli eserciti;
Egli entr da quella porta e da li venne innanzi.177 Ascoltate
ora questa spiegazione: quando egli dice: Io vidi una porta,
questa era la porta del cancello del paradiso, lentrata dei santi nel
regno dei cieli. E quando dice che era a oriente Egli si riferisce
alla sua purezza e alla sua bellezza. Gli uomini la chiamano La
Porta della Salvezza, e anche lOriente, verso la quale i santi
guardano con gioia e giubilo. E la chiusura di cui parla si
riferisce alla sua verginit e al suo corpo. E quando egli dice che
essa era serrata da un grande e meraviglioso sigillo, ci mostra
chiaramente che era sigillata da Dio, il Grande e il Meraviglioso,
attraverso lo Spirito Santo. E quando egli dice:

176 Esodo 34, 33.


177 Ezechiele 43, 1.
Nessuno entra eccetto il Signore degli Eserciti, Egli entra ed
esce, [egli vuole dire] il Creatore dei cieli e della terra, il
Creatore degli angeli, degli uomini e dei sovrani. Il Signore degli
eserciti deriva dalla Divinit, Colui Che assume il nostro corpo da
lei, Cristo. Egli entr e venne fuori da lei senza corromperla.
E Mos profetizz anche riguardo Maria, dicendo: Io vidi un
cespuglio di rovo sul Monte Sinai che il fuoco divoratore non
consum178. E il significato di questo fuoco la Divinit del
Figlio di Dio; e il cespuglio di rovo, che bruciava senza che le
foglie si accartocciassero, Maria.

Riguardo le lamentele di Israele


E ancora una volta i figli di Israele si lamentarono davanti al
Signore riguardo il ministero dei sacerdoti, dicendo: Se noi
siamo Israele, il seme di Abramo, perch non possiamo anche noi
offrire sacrifici come loro nella Tenda della Testimonianza, il
Tabernacolo della Legge di Dio, la santa Sion, con turiboli e
incenso e sacri strumenti? PerchMos, suo fratello Aronne, i
loro figli, dovrebbero fare questo da soli? Non siamo anche noi il
popolo che come loro Dio ha scelto, non dovremmo fare la Sua
Volont? E quandoMos sent [ci] disse loro: Fate pure quello
che volete. E gli anziani di Israele andarono e fecero settanta
turiboli con i quali incensare Sion e pregare Dio, e misero incenso
e tizzoni ardenti nei turiboli, andarono e entrarono nella cella
sacra, il Sancta Sanctorum, per offrire incenso. Subito aggiunsero
incenso ai turiboli, ma al primo giro di questi il fuoco ne fuoriusc,
ed essi presero fuoco immediatamente e si liquefecero. Essi si
liquefecero cos come la cera fonde alla vista del fuoco; e come
lerba avvizzisce quando la fiamma le si avvicina, allo stesso
modo furono consumati, assieme ai loro strumenti, e non rimase
nulla di loro allinfuori dei loro turiboli. E Dio disse:
Consacrate per Me questi turiboli per la Mia Tenda (o
Padiglione), e saranno usati per le Mie offerte, perch furono
consacrati dalla morte di quegli uomini.179
Ora il turibolo Maria, e Cristo, il Figlio di Dio, il Padre, il
fuoco, e lodore dellincenso il profumo di Cristo, e attraverso il
profumo di Lui, Apostoli, Profeti, Martiri e Monaci, hanno
rifiutato il mondo ed ereditato il regno dei cieli. E le catene dei
turiboli sono la scala che vide Giacobbe, che [gli angeli]
percorrevano nel salire e nello scendere; e sopra il profumo di
incenso le preghiere del puro salgono al trono di Dio.
E quando la fiamma ebbe bruciato i peccatori, la gente che faceva
parte delle trib di coloro che erano stati sterminati
oltraggiaronoMos e Aronne, dicendo loro: Voi avete fatto in
modo che i nostri vecchi perissero; e presero pietre per lapidare
Mos e Aronne180. Dio era estremamente furente con Israele, e
aborr come sordida critica il parere di Datan e Abiram, i figli di
Core181. E la Parola di Dio fece un segno sulla terra, e la terra
apr la sua bocca e li ingoi, assieme ai loro amici, alle loro mogli,
ai loro figli, e alle loro bestie. Essi scesero nello Shel da vivi, e la
terra si chiuse sopra di loro. E quanto alla gente che si era
associata ad essi e avevano portato le loro offese [a Mos], Dio
invi loro un flagello, e morirono immediatamente. Mos e
Aronne vennero con incenso e turiboli, e piansero davanti a Dio, e
Lo supplicarono di perdonare il popolo, dicendo: Ricorda, o
Signore, Abramo il Tuo amico, e Isacco il Tuo servo, e Israele a
Te sacro, perch noi siamo la loro discendenza, e i figli del Tuo
popolo. Calma la Tua ira verso di noi, e affrettati ad ascoltarci,
non sterminarci, e

178 Esodo 3, 2.
179 Cfr. Numeri, 16.
180 Cfr. Esodo, 17, 4; Numeri 16, 41.
181 Datan e Abiram, delle gente di Core, erano membri del
Consiglio di Israele, cfr. Numeri, 26, 9.

rimuovi la Tua punizione dal Tuo popolo. E Dio il


Misericordioso vide la sincerit di Mos, ed ebbe compassione di
loro.
E Dio parl a Mos e gli disse: Parla a questa gente e dille
Consacrate voi stessi, e portate una verga per ognuna delle
famiglie dei vostri padri, e scrivici [il nome] sopra in modo che
sappiate a chi appartengono, tu e tuo fratello Aronne. Ora, dei
vostri casati, lascia che Aronne ne scriva {il nome} sopra il suo
bastone, ma sopra il tuo bastone non fare segni, perch
rappresenter un prodigio perfetto per i figli del tuo popolo,
unaffermazione sui malvagi, e un segno di vita per tutti coloro
che credono. Se tu scrivessi [il tuo nome] adesso assieme a loro,
essi ti direbbero: Questi un operatore di prodigi da molto tempo
grazie alla parola di Dio; lascia dir loro questo solo quando Io
avr mostrato loro un prodigio attraverso ci (cio il bastone). Ma
il casato di tuo padre scrivilo sopra il bastone di Aronne.182

Riguardo il bastone di Mos e quello di Aronne


E Mos disse loro queste parole, ed essi portarono un bastone
allinterno di ciascuna delle case dei loro padri che avevano scelto
per {la loro} purezza, e cerano dodici bastoni183. E Mos scrisse
sopra i loro bastoni i nomi dei loro padri: sul bastone di Aronne
era scritto il nome di Levi, e su quello di Karmn era scritto il
nome di Giuda, e sul bastone di Adnis era scritto il nome di
Ruben, e sul bastone di ogni uomo dei casati di Israele era scritto
in tal modo il nome del proprio padre. E Dio disse a Mos: Porta
[i bastoni] a Sion, nella Tenda della Testimonianza, e custodiscili
li fino al mattino, [dopodich] li porterai fuori davanti agli
uomini e darai a ciascuno di essi il proprio bastone, secondo il
casato dei loro padri il cui nome scritto sui bastoni, e luomo sul
cui bastone sar trovato un segno colui che Io ho scelto per
essere Mio sacerdote. E Mos disse al popolo queste parole, ed
essi fecero secondo quanto Dio aveva comandato loro. E allora,
quando venne giorno,Mos prese i bastoni, e vennero tutti gli
anziani di Israele e Aronne.Mos and verso di loro, sollev i
bastoni e li mostr a tutto il popolo, e il bastone di Aronne fu
trovato con il frutto e il fiore di una mandorla che emetteva un
fragrante profumo. E Mos disse loro: Guardate ora. Questo il
bastone che il Signore vostro Dio ha scelto, temeteLo e
adorateLo; e tutti si inchinarono a Dio.
Ora, questo bastone Maria. E il bastone dal quale senza acqua
germogli un fiore indica Maria, dalla quale era nata, senza seme
di uomo, la Parola di Dio. E quando Egli dice Io ho scelto, e
render manifesto un miracolo, ed egli sar Mio sacerdote
significa che Dio scelse Maria fuori da tutte le famiglie di Israele,
come del resto Davide suo padre profetizz dicendo: Il Signore
ama le porte di Sion pi di tutte le abitazioni di Giacobbe,184 e
inoltre disse: Meraviglioso il Suo discorso su di te, o citt di
Dio.185 E quando dice pi di tutte le abitazioni di Israele e i
suoi cancelli [egli si riferisce al] silenzio della bocca {di Maria},
e alla purezza delle sue labbra, e alla preghiera che esce dalla sua
bocca, come miele che fluisce dalle sue labbra, e alla purezza
della sua verginit, che era senza macchia n difetto alcuno o
impurit prima che lei partorisse; e dopo che ebbe partorito era
pura e santa, e cos sar, come del resto fu, per i secoli a venire. E
nei cieli si muove con gli angeli come pura cosa; ed il bastone
di Aronne. Lei vive in Sion con la coppa che riempita di manna,
e con le due tavole che furono scritte dal Dito di Dio. E la
divina, spirituale Sion sopra di loro,

182 Numeri 17, 8.


183 Uno per ognuna delle trib di Israele.
184 Salmi 87, 2.
185 Salmi 87, 3.

Sion, base e fondamenta di ci che meraviglioso, della quale Dio


Stesso Costruttore e Architetto per labitazione della Sua gloria.
E Dio parl a Mos [dicendo]: Fa un Tabernacolo di legno che
sia resistente [a tarli e non marcisca], e rivesti ogni parte di esso di
lamine di oro puro.186 E loro la purezza di Dio Padre che
scende dal cielo, perch Dio Padre comprende tutto il cielo e la
terra; e allo stesso modo rivestito doro il Tabernacolo, la dimora
della divina Sion. E il Tabernacolo deve essere interpretato come
Maria, e il legno indistruttibile deve essere interpretato come
Cristo nostro Redentore. E il Gmr,187 che la coppa doro
allinterno del Tabernacolo, deve essere interpretato come Maria, e
la manna che nella coppa deve essere interpretato come il Corpo
di Cristo che scende dal cielo, e la Parola di Dio che scritta sulle
due tavole deve essere interpretata come Cristo, il Figlio di Dio. E
la spirituale Sion deve essere interpretata come la luce di Dio
Padre. La spirituale Perla che contenuta nel Tabernacolo come
una gemma brillante di gran pregio, e colui che lha acquisita la
tiene ben stretta nella sua mano, serrandola e nascondendola nella
sua mano, e mentre la gemma nella sua mano il suo possessore
entra nel Tabernacolo, e vi trova rifugio.
E colui che possiede la Perla interpretato come la Parola di Dio,
Cristo. E la spirituale Perla che tenuta stretta deve essere
interpretata come Maria, la Madre della Luce, attraverso la quale
krts, il Perfetto, assunse un corpo. In essa Egli fece un
Tempio per Se Stesso del suo puro corpo, e da essa nacque la Luce
della Luce, Dio di Dio, Colui che nacque per Suo stesso libero
volere, e non fu fatto dalla mano di altri, ma Egli fece il Tempio
per Se Stesso attraverso unincommensurabile sapienza che
trascende la mente umana.
E in unaltra occasione, quando Dio port Israele fuori dallEgitto,
erano assetati per mancanza di acqua in Kds188, e si lagnarono
e piansero davanti a Mos; e Mos and da Dio e Gli espose
tutto ci. E Dio gli disse: Prendi il tuo bastone e percuoti questa
roccia189; e Mos percosse la roccia per il lungo e per il largo
a mo di Croce, e lacqua flu fuori, in dodici ruscelli190. Essi
bevvero a saziet, la loro gente e le loro bestie, e quando ebbero
bevuto quella roccia continu {a far sgorgare acqua} dopo di loro.
La roccia deve essere interpretata come Cristo, e i ruscelli dacqua
come gli Apostoli, e quello che bevvero come linsegnamento
degli Apostoli, e il bastone il legno della Croce. La roccia
solida, come si dice nel Vangelo: Colui che costruisce su una
roccia non sar smosso dai demoni.191 E ancora Egli dice: Io
sono il cancello, E ancora Egli dice: Io sono la porta.192 E
osservate che quando parlava Egli distingueva fra i suoi discepoli
e quelli che [vennero] dopo di loro, i Vescovi e la Comunit
Cristiana. Egli disse a Pietro: Tu sei la pietra e su di te costruir il
popolo Cristiano.193 E ancora Egli disse: Io sono il Pastore del
mio gregge194, e disse tre volte: Nutri il mio gregge195. E
ancora Egli disse: Io sono il fusto della vite, e voi i suoi rami, e
i grappoli di uva.196

186 Esodo 25, 10. "Unarca di legno di acacia."


187 Esodo 16, 33: Prendi una coppa, e riempila di un omer di
manna.Lomer era ununit di misura ebraica di capacit pari a
poco pi di due litri.
188 Molto probabilmente si tratta della localit di Kadesh Barnea,
nel deserto del Negev.
189 Esodo 17, 6.
190 Dodici erano le trib di Israele.
191 Matteo 7, 24 e 25.
192 Giovanni 10, 7 e 9.
193 Matteo 16, 18.
194 Giovanni 10, 11 e 14.
195 Giovanni 21, 17.
196 Giovanni 15, 5 e 16.

E il bastone di Mos con il quale fece il miracolo deve essere


interpretato come il legno della Croce, attraverso il quale Egli
liber Adamo e i suoi figli dalla punizione del peccato. E come
Mos con questo bastone colp lacqua del fiume, la tramut in
sangue e ne uccise i pesci, allo stesso modo Cristo vinse la
Morte con la Sua Croce, e li condusse fuori dello Shel. E come
Mos agit nellaria il suo bastone, e lintera terra dEgitto cadde
nelle tenebre per tre giorni e tre notti197 con unoscurit che pot
essere percepita a tal punto che [gli Egiziani] non poterono
alzarsi dai loro giacigli, cos anche Cristo, crocifisso sulla Croce,
squarci loscurit nel cuore degli uomini, risorse dalla morte
dopo il terzo giorno e la terza notte. E come il bastone di Mos si
mut e si trasform198 con la Parola di Dio, da rinsecchito, di
nuovo in possesso di vita, e in possesso di vita di nuovo
rinsecchito, cos anche Cristo con il legno della Sua Croce rese la
vita ai cristiani che credettero in Lui, e con il Segno della Croce
permise loro di fuggire dai demoni. Perch demoni e cristiani
mutarono; gli esseri spirituali divennero reprobi, e trasgredendo i
comandamenti del loro Signore furono esiliati dalla potenza della
Sua Croce. E noi siamo diventati esseri spirituali ricevendo il Suo
Corpo e il Suo Sangue al posto di quegli esseri spirituali che
furono esiliati, noi siamo diventati esseri meritevoli di elogio
perch abbiamo creduto nella Sua Croce e nella Sua Santa
Resurrezione. E come Mos colp le montagne stendendo il suo
bastone con le sue mani, causando punizioni su comando di Dio,
cos Cristo, stendendo le Sue mani sul legno della Croce,
estromise i demoni dagli uomini con la potenza della Sua Croce.
Quando Dio disse a Mos: Colpisci con il tuo bastone, Egli
voleva dire: Fa il segno della Croce di Cristo, e quando Dio
disse a Mos: Stendi la tua mano199, Egli voleva dire che
dispiegando la Sua mano Cristo ci ha redenti dalla servit del
nemico, e ci ha dato la vita stendendo la Sua mano sul legno della
Croce.
E quando Amalek200 combatt contro Israele, Mos sal alla
montagna e Aronne era con lui; essi salirono alla montagna perch
Amalek stava prevalendo. Allora Dio comand a Mos e gli
disse: Stendi la tua mano finch Israele non otterr la vittoria [su
Amalek]201. Ed scritto nella Trh che le mani di Mos
furono tenute stese fino al tramonto; ma le mani di Mos
divennero pesanti, ed essendo stanco abbass le mani che erano
state distese, e allora Israele smise di vincere e i suoi nemici
stavano per batterlo. E quando Mos risollev la sua mano e la
tenne distesa, Amalek fu vinto e Israele mise in fuga e sgomin il
suo nemico Amalek. E quando Aronne e Hr (Cur)202 videro
questo, impilarono pietre alla destra e alla sinistra di Mos, e
fecero in modo che le mani di Mos si riposassero sulle pietre
che avevano ammassato, e Aronne alla sua destra e Hr alla sua
sinistra sostennero Mos con le loro spalle, cosicch le sue mani
non potessero cadere dalla loro posizione distesa.
E ora vi spiegher tutto questo. La guerra di Amalek contro Israele
la guerra dei credenti contro i demoni, e prima che Cristo fosse
crocifisso i demoni vincevano sui credenti. Ma quando Egli stese
la Sua mano sul legno della Croce a causa del peccato di Adamo e
dei suoi figli, quando Egli stese la Sua mano e il Suo palmo fu
trafitto [con i chiodi] coloro che erano sotto il Segno della croce di
Cristo vinsero quelli (cio i demoni). Lo stendere la mano da
parte di Mos significa la Croce di Cristo; e che Aronne e Hr
ammucchiassero pietre significa il legno della Croce e i chiodi. E
Aronne il ladrone di destra, e Hr il ladrone di sinistra; e Amalek
indica i demoni, e il re di Amalek Satana. E per quanto riguarda
il fatto

197 Esodo 10, 21 e 22.


198 Esodo 7, 10.
199 Esodo 7, 19; Esodo 8
200 Figlio di Elifaz, primogenito di Esa, fu capo di una trib
edomita che attacc ripetutamente Israele durante il suo esodo
dallEgitto.
201 Esodo 17, 11 12 e segg.
202 Cur, della trib di Giuda, cfr. Esodo, 31, 2.

che essi (gli amaleciti) furono vinti, questo significa che noi
abbiamo sottomesso i demoni e Satana attraverso la Resurrezione
di Cristo e attraverso la Sua Croce.
E ancora, quando Israele usc dallEgitto arrivarono a {un luogo
dalle} acque amare e non poterono bere poich lacqua era amara;
e prima di tutto mormorarono per il sapore amaro dellacqua. E
Dio disse a Mos: Solleva il tuo bastone, e intingilo
nellacqua,203 e fa un segno secondo il Segno della Croce da
destra a sinistra. Ora fate attenzione a ci che successe. Dio non
disse forse a lui: Falla diventare dolce, e lacqua divenne dolce?
Cos Egli rese manifesto che con il Segno della Croce ogni cosa
diventa buona, lacqua amara si tramuta in dolce, e che con il
potere della Croce di Ges Cristo ogni cosa contaminata diventa
buona e piacevole.
E qui proclamer davanti a voi altre cose di quanto i Profeti hanno
detto riguardo la Sua Crocifissione. Davide dice: Essi hanno
trafitto le mie mani e i miei piedi204; ora, questo si riferisce
chiaramente ai chiodi delle Sue mani e dei Suoi piedi. E ancora
dice: Essi mi hanno fatto bere aceto per dissetarmi205, e ci
mostra chiaramente che Egli bevve aceto a causa del peccato di
Adamo. Il Soffio della Vita che aveva soffiato su Adamo bevve
aceto, e la Mano che aveva creato la terra venne trafitta con un
chiodo. E Colui che per amore di Adamo umili Se Stesso
nacque, e prese la forma di un servo.

Riguardo i due servitori


Ora [ stato raccontato] che un certo re aveva due schiavi: il primo
era arrogante e forte, laltro era umile e debole. Lo schiavo
arrogante teneva soggiogato quello umile, e picchiava lui e tutti
quanti, ma lui quasi a ucciderlo, e lo derubava, e il re dal suo trono
vide tutto questo. Il re scendendo cattur lo schiavo arrogante, e
lo baston, e lo soffoc, e lo incaten a dei ceppi, e lo gett in
un antro oscuro. Rialz il suo schiavo umile e debole, e lo
abbracci, e lo ripul della polvere, e lo lav, e mise olio e vino
sulle sue ferite, e lo mise sul suo asino, e lo condusse in citt e lo
fece sedere sul suo trono, e si mise alla sua destra. Ora il re in
verit Cristo, e il servo arrogante che io ho menzionato Satana, e
lumile servo Adamo. E quando Cristo vide come il servo
arrogante teneva soggiogato quello umile, e lo gettava nella
polvere, Egli scese dal Suo trono e risollev Adamo, Suo servo, e
mise Satana in catene nel terrore dello Shel. Egli fece sedere il
corpo di Adamo sul trono di Suo Padre Onnipotente, e lo
magnific, e lo esalt, e lo onor; e {Adamo} fu lodato da tutti gli
esseri che Egli aveva creato, gli angeli e gli arcangeli, migliaia di
migliaia, e decine di migliaia di migliaia di esseri spirituali.
Perch Egli ha abbassato larrogante e ha innalzato lumile, ha
svergognato larrogante e ha onorato lumile, ha respinto
larrogante e amato lumile, ha disprezzato il borioso ed ha avuto
piet del semplice. Egli scaraventa terra larrogante dal suo
piedestallo, e innalz il povero dalla polvere. Egli strapp il
potente dal suo onore, ed elev i miseri dalla depravazione, perch
con Lui ci sono onori ma anche disgrazie. Colui che Egli desidera
onorare Egli onora, e colui che Egli vuole in disgrazia Egli fa
cadere in disgrazia.

Riguardo gli Angeli che si ribellarono


E ci furono alcuni angeli con i quali Dio era adirato Egli, lo
Scrutatore del cuore li conosceva perch offesero Adamo,
dicendo: Poich Dio ha mostrato amore per lui Egli ci

203 Cfr. Esodo 15, 25.


204 Salmi 23, 16.
205 Salmi 69, 21.

ha posto al suo servizio, {assieme a} gli animali da sella e quelli


che strisciano, i pesci del mare, e gli uccelli dellaria, e tutti i
frutti, e gli alberi dei campi, e anche i cieli e la terra; Egli ha fatto
si che i cieli gli dessero la pioggia, e la terra gli desse i frutti. Egli
gli ha dato anche il sole e la luna, il sole per dargli luce durante il
giorno e la luna per dargli luce durante la notte. Egli gli ha dato
forma con le Sue dita, Egli lo ha creato a Sua immagine, Egli lo ha
baciato e gli ha soffiato sopra lo spirito della vita; Egli gli dice:
Figlio mio, Mio primogenito, Mio beneamato. Ed Egli lo ha
posto in un giardino dove mangiare ed essere felice senza malattie
n sofferenze e senza dover faticare n lavorare, ma Egli gli ha
comandato di non mangiare da un albero. E pur essendogli state
date tutte queste cose da Dio, Adamo ha trasgredito e mangiato di
quellalbero, ed stato detestato e respinto, Dio lo ha cacciato da
quel Giardino, e da quel momento Adamo ha abbandonato ogni
speranza, perch ha trasgredito il comandamento del suo
Creatore.
E Dio rispose agli angeli che avevano sbeffeggiato Adamo in
questo modo, e disse loro: Perch offendete Adamo in questo
modo? Perch egli carne, sangue, cenere e polvere. E gli angeli
risposero e Gli dissero: Possiamo raccontarti il peccato di
Adamo? E Dio disse loro: Esponetemi [il suo peccato], Io vi
ascolter, e Io Stesso vi risponder da parte di Adamo Mio
servo. Perch Dio stava agendo da parte di Adamo. E Dio disse:
Io lho creato dalla polvere, e non getter via ci che ho
modellato. Io lho originato dalla nonesistenza, e non permetter
che la Mia opera venga dileggiata dai suoi nemici. E quegli
angeli dissero: Sia lode a Te, o Signore. Perch Tu, il Conoscitore
di cuori, sai che noi abbiamo dileggiato Adamo perch ha
trasgredito il Tuo comandamento di non mangiare di un albero
dopo che Tu lo hai fatto signore di tutto quello che hai creato, e lo
hai posto sopra ogni opera della Tua creazione. Se Tu non glielo
avessi detto, e se Tu non gli avessi comandato di non mangiare di
un albero, non ci sarebbe stata offesa [da parte sua]; e se egli ne
avesse mangiato per mancanza di cibo non ci sarebbe stata
trasgressione [da parte sua]. Ma lui conosceva la Tua parola, e Tu
dicesti: Non appena mangerai di questo albero, morirai.206 Ed
egli, dopo aver ascoltato questo, si fatto spavaldo e ne ha
mangiato. Tu non gli hai fatto mancare dolci frutti da mangiare nel
Giardino, e Tu non gli hai fatto mancare qualcuno come sollievo e
come compagna per lui stesso. Queste cose noi diciamo e Te le
rendiamo note, noi Ti abbiamo rivelato come egli ha trasgredito il
Tuo comandamento.
E il Misericordioso e Compassionevole rispose loro da parte di
Adamo, e disse: Io ho creato voi dal fuoco e dallaria con il solo
intento di lodarMi. Io ho creato lui con due volte gli elementi che
ho usato per voi polvere e acqua, vento e fuoco; ed diventato
[un essere] di carne e di sangue. E in lui vi sono dieci pensieri (o
intenzioni), cinque buoni e cinque cattivi. Se il suo cuore lo spinge
verso il bene, cammina con buon intento; ma se il Diavolo lo
seduce, cammina con lui su un sentiero malvagio. Quanto a voi,
non avete altro oggetto nella vostra mente se non la lode per Me,
eccetto quellarrogante che produce il male207, e {Adamo}
diventato un essere malvagio, che fu spinto dal vostro gruppo
riunito. E ora, perch vi fate grandi al cospetto di Adamo? Se foste
come lui, e Io vi ho creato dalla polvere e dallacqua, sareste stati
di carne e di sangue, e avreste trasgredito il Mio comandamento
pi di quanto egli abbia fatto, e avreste ricusato la Mia parola.
E gli Angeli Gli dissero: Lode a Te, O Signore! Non sia mai! Non
trasgrediremo il Tuo comandamento, e non ci opporremo alla Tua
parola; perch siamo esseri spirituali fatti per la vita, ed egli
una creatura di polvere [destinata] alla follia. E ora controlla per
bene, e mettici alla prova cos Tu potrai sapere se siamo capaci di
attenerci alla Tua parola.

206 Genesi 2, 17.


207 Satana.

E dopo che essi si ebbero gloriati in questo modo Dio,


lAmorevole verso gli uomini, disse loro: Se voi andrete fuori
del seminato e trasgredirete la Mia parola, il peccato sar sopra le
vostre teste, [perch] Jahnnam (linferno), e il fuoco, lo zolfo, e il
calore ardente, e il turbine saranno la vostra dimora fino al Grande
Giorno: sarete tenuti in catene che mai potranno essere sciolte n
rotte. Ma se voi vi atterrete veramente alla Mia parola, e seguirete
il Mio comandamento, siederete alla Mia destra e alla Mia sinistra.
Perch colui che conquista potente, e colui che viene conquistato
sar sottomesso. Ora Satana non ha alcun potere, perch ha solo
quello che fa germinare {pensieri} nella mente; e non pu
afferrare stabilmente, n fare nulla, e non pu colpire, e nemmeno
trascinare, non pu catturare, e non pu combattere; pu solo
creare pensieri da far crescere silenziosamente nella mente. E
colui che viene catturato dalla mente malvagia si prepara a essere
distrutto; e se [un uomo] vince la mente malvagia trova grazia e
riceve un premio che per sempre. E voi, secondo quanto
desiderate, sarete sovrastati dalla mente di un uomo e dal corpo di
un uomo. Ma prestate molta attenzione a voi stessi per non
trasgredire la Mia parola e per non rompere il Mio comandamento;
e non rovinatevi con il mangiare, o il bere, o con la fornicazione, o
con qualsiasi altra cosa; e non trasgredite la Mia parola.
E subito con la Sua parola vennero dati loro carne, sangue e un
cuore di figlio di uomo. Ed essi furono contenti di lasciare la
sommit dei cieli, e scesero sulla terra, nella follia dei balli dei
figli di Caino, con tutte le azioni del popolino, che hanno fatto
nella follia della loro fornicazione, e {si buttarono} nelle feste, che
accompagnavano con tamburelli, con flauti e pifferi, con molte
grida e alti pianti di gioia e canti rumorosi. E le loro figlie erano
la, rallegrandosi senza vergogna delle orge, profumandosi per gli
uomini che desideravano, e perdendo lequilibrio della loro mente.
Gli uomini non si contenevano neanche per un momento ma
prendevano per mogli quelle che avevano scelto fra esse, e
commettevano peccato con loro. Perch Dio non ha motivo di
restare nei cuori degli arroganti e di quelli che offendono, ma
abita nei cuori degli umili e di coloro che sono sinceri. Egli parl
nel Vangelo, dicendo: Guardati da coloro che si considerano retti,
e disprezza i loro vicini.208 E ancora Egli dice: Dio ama
lumile, Egli tiene in poco conto coloro che magnificano loro
stessi.
E subito Dio si adir con loro, e li incaten nel terrore dello Shel
fino al giorno della redenzione, come dice lApostolo: Egli tratt
i Suoi angeli con severit. Egli non fu indulgente con loro, e fece
in modo che dimorassero in uno stato di castigo, e vennero
incatenati fino al Grande Giorno.209 La parola di Dio vinse, Lui
che aveva dato ad Adamo le Sue fattezze (o forme), e coloro che
avevano vituperato Adamo e si erano fatti gioco di lui furono vinti.
E le figlie di Caino con le quali gli angeli si erano accompagnati
concepirono, ma esse non furono in grado di far nascere i loro
figli, e morirono. E dei bambini che erano nel loro grembo alcuni
morirono e altri vennero alla luce; lacerando i fianchi delle loro
madri vennero alla luce dai loro ombelichi. E quando crebbero e
raggiunsero la condizione di uomini divennero giganti, di cui otto
alti fino alle nuvole; e per amor loro e amor dei peccatori lira di
Dio si plac, e disse: Il Mio spirito rimarr su di loro solo per
centoventanni, dopodich li distrugger con le acque del
Diluvio,210 loro e tutti i peccatori che non hanno creduto alla
parola di Dio. E a coloro che hanno creduto alla parola dei loro
padri, e fecero la Volont di Dio, alcun danno andr dalle acque
del Diluvio, ma Egli li metter in salvo, dicendo: Se non aveste
creduto alla Mia parola, non avreste potuto salvarvi dal
Diluvio. E No disse: O Signore, io credo alla Tua parola,
fammi conoscere

208 Cfr. Matteo 23, 13, e Luca 18, 9 e segg.


209 2 Pietro 2, 4.
210 Genesi 6, 24.

come potr salvarmi. E Dio gli disse: Tu puoi salvarti dallacqua


grazie a del legno. E No rispose: Come, o Signore? E Dio gli
disse: Fatti unarca con quattro fianchi, costruiscila con lavoro
di carpentiere, e falla su tre piani interni, ed entraci con tutto il tuo
casato.211 E No credette alla parola di Dio, fece [larca], e fu
salvo.
Ora ascoltatemi, e vi spiegher tutto riguardo questo fatto. Quando
Dio diede il comando avrebbe potuto dare a No unala come
quella dellaquila, e avrebbe potuto trasportarlo nella terra della
vita, con tutto il suo casato, fino a quando la sua ira con i peccatori
che non credevano nella parola di Dio e nella parola dei loro padri,
si fosse placata, oppure Egli avrebbe potuto sollevarlo nel cielo, o
ancora avrebbe potuto comandare allacqua del Diluvio [che
poteva essere] come un muro di non avvicinarsi a quella
montagna dove Egli aveva voluto che No dimorasse con i suoi
figli e di non sommergere gli animali e il bestiame che egli {No}
possedeva. Ma sappiate questo Dio era compiaciuto che per
mezzo del legno che era stato santificato avrebbe avuto luogo la
salvezza della sua creazione, che come dire, larca e il legno
della Croce. Dio disse a No: Fa che grazie a ci tu possa
salvarti, che come dire, il Tabernacolo della Chiesa; e quando
Egli gli disse Costruiscila di quattro lati, Egli mostr che il
Segno della Croce di quattro parti. Ora i quattro angoli dellarca
sono i quattro lati dellaltare; ed Egli comand a Mos di costruire
larca con legno indistruttibile. Egli disse: Io ti santificher
attraverso lopera divina e spirituale della Mia mano. E tu
purificherai te stesso dalloscenit e dalle impurit, dalla
fornicazione e dal carattere vendicativo, e dalla falsit, assieme a
tuo fratello e al tuo casato. E sacrificaMi in purezza una vittima
incontaminata, e ti accetter dopo che avrai purificato te e il tuo
casato; comanda a tutto il popolo di purificarsi, perch cose sacre
[devono essere offerte] a Me da persone sante. E questo tu
cercherai, il Tabernacolo della Mia alleanza che ho creato per la
Mia gloria. E se voi verrete con purezza di cuore, con amore, e
con pace, senza scherno e dileggio, e se renderete giusti i vostri
cuori per rispetto Mio e dei vostri vicini, io prester attenzione alle
vostre preghiere, e ascolter le vostre richieste riguardo qualsiasi
cosa Mi sottoporrete, e Io verr e sar sempre con voi, e
camminer in mezzo a voi, e dimorer nei vostri cuori, e sarete il
Mio popolo, e sar in verit il vostro Dio.

Riguardo Colui che esiste in ogni cosa e in ogni luogo


E ancora Dio disse a Mos: Crea per me uno spazio aperto
davanti al cortile del Tabernacolo; nessun uomo che sia
impudico sessualmente e sudicio vi entrer, e nessuno che non
sia puro. Poich Io sono l, e non solo l, ma in ogni luogo come
anche dove il Mio Nome invocato nella purezza. Io ero con
Daniele nella fossa [dei leoni], ero con Giona nel ventre del
grande pesce, ed ero con Giuseppe nella cisterna212, ed ero con
Geremia nel pozzo [alimentato dal] lago213.
Io sto sotto il pi profondo degli abissi cos che le montagne non
possano affondare sotto le acque; e sono sotto le acque cos che
esse non possano cadere sopra il fuoco e lo zolfo; Io sto sotto il
fuoco e lo zolfo cos che non possano cadere sopra i venti e la
ruggine. Io sono sotto i venti e la rugginosa nebbia cos che non
possano cadere nella oscurit. E Io sto sotto la pi profonda
oscurit e sotto gli abissi, e ogni cosa creata sostiene se stessa su
di Me, e ogni cosa che Io ho creata viene a Me come un luogo di
rifugio.
Io sono sopra la terra, e Io sono ai confini del mondo, e Io sono il
Padrone di ogni cosa. Io sono nellaria, Mio luogo di dimora, e Io
sono sopra il cocchio del Cherubino, e Io sono lodato

211 Genesi 6, 14 e segg.


212 Cfr. Genesi 37, 28.
213 Cfr. Geremia 38, 6 e segg.

eternamente da tutti gli angeli e dagli uomini santi. E Io sono


sopra le altezze del cielo, e Io colmo ogni cosa. Io sono sopra i
Sette Cieli. Io vedo ogni cosa, Io esamino ogni cosa, e non c
niente che Mi nascosto. Io sono in ogni luogo, e non c altro dio
allinfuori di Me, n sopra in cielo n sotto la terra; non c
nessuno come Me, dice Dio; la Mia mano ha gettato le
fondamenta della terra, e la Mia mano destra ha reso forti i cieli;
Io, Mio Figlio e lo Spirito Santo.

Riguardo lInizio
Cos Davide profetizz per bocca dello Spirito Santo, dicendo: A
Te era il comando nel giorno della potenza214. Ora che cosa
significano le parole giorno della potenza? Non il giorno in cui
Cristo, la Parola del Padre, cre il cielo e la terra? Poich Mos
dice allinizio del Libro: Allinizio Dio fece i cieli e la terra215.
Si capisce poi che Allinizio significa in Cristo;
linterpretazione di inizio Cristo.
Giovanni lApostolo, il figlio di Zebedia, dice riguardo Cristo:
Costui il primo (o linizio) Che noi abbiamo ascoltato e visto,
Che noi abbiamo conosciuto, e Che le nostre mani hanno
toccato216.
E noi vi esporremo come abbiamo un destino con Lui, e come voi
che credete nelle nostre parole abbiate un destino in comune con
noi. Il discepolo Luca dice negli Atti degli Apostoli: Allinizio
noi discutevamo riguardo ad ogni cosa217 e ci che dice [mostra]
che Cristo era la redenzione di tutto, e noi crediamo in Lui. E
Marco lEvangelista allinizio del suo Libro scrisse: Linizio del
Vangelo Ges Cristo, il Figlio di Dio218; e queste parole
significano che Cristo fu una notizia gioiosa per i Profeti e gli
Apostoli, e che noi tutti abbiamo partecipato alla Sua grazia.
E ancora Giovanni lEvangelista scrisse, dicendo: Allinizio era il
Verbo, e quel Verbo era con Dio; ed in un altro passo il suo
racconto mostra [questo] chiaramente, e dice: E allo stesso modo
allinizio Dio era la Parola219. E ora osserverete che quella
Parola del Padre Cristo, con cui Egli cre i cieli e la terra ed
ogni cosa creata. Egli Colui che cre, e senza di Lui nessuna
cosa che venne, venne ad essere, assolutamente nessuna cosa:
Egli parl, ed esse vennero ad essere; Egli comand, ed esse
furono create.220 E prestate ascolto alla terza cosa gloriosa:
Attraverso il soffio della Sua bocca Egli cre tutte le schiere
celesti221. Ci rende evidente lo Spirito Santo, Cui ci
chiaramente riferito.
E che cosa diremo ancora? Lasciateci piangere per loro. Sventura
sui giudei e sui pagani (Aram) che si sono allontanati dalla verit
e hanno rifiutato di sottomettersi allamore di Dio, con il quale
nella Sua bont Egli ha amato luomo. Poich dopo che Adamo
era stato rigettato a causa del suo peccato Egli lo salv per la
grandezza della Sua piet, venendo crocifisso sul legno della
Croce, e le Sue mani forate con i chiodi. Con il Suo palmo steso in
umilt, e la Sua testa china su un lato, per amor nostro Egli, per il
Quale la sofferenza era indegna, soffr nelleterna maest della
Sua Divinit. Egli mor nonostante Egli potesse annichilire la
morte; Egli pat fino allo sfinimento nonostante potesse dare forza
a un corpo

214 Salmi 90, 3.


215 Genesi 1,1.
216 Giovanni 1, 1 e segg.
217 Atti 1
218 Marco 1,1.
219 Giovanni, 13; Giovanni 1, 1.
220 Salmi 33, 9.
221 Salmi 33, 6.

coperto di polvere; pur non assetato Egli bevve aceto e fu


incoronato con una corona di spine; Egli non ebbe paura e non si
vergogn per gli insulti, per lodio e per gli sputi dei corrotti
giudei. Egli soffr per le percosse, fu colpito da pugni, fu trafitto,
fu trapassato da chiodi, fu ingiuriato e deriso, pur essendo Dio ed
il Re della Morte, il Consacrato dalla Gloria, e a causa di questo
Egli ha sopportato pazientemente ogni onta. Stanco e miserabile,
lo addolorarono quando Lo rifiutarono e Lo odiarono; ma forte e
glorioso, potevano addolorarLo le false accuse contro di Lui?
Poich Egli Stesso conosceva della Sua Divinit, e sapeva della
Sua gloria, e conosceva Se Stesso. E non cera nessuno che Lo
conoscesse, poich Egli era il Creatore di ogni cosa. E se Lo
avessero conosciuto non avrebbero crocifisso il Signore della
lode (o della gloria). Ed Egli disse nella Sua misericordia:
Perdonali, Padre, perch non sanno quello che fanno222.
Essi paragonarono il Loro Creatore a qualcosa che stato creato,
uccisero un visitatore che non apparteneva alle creature mortali,
Egli non era una cosa che era stata creata con mano. Ma Egli
Stesso era lArtefice, Egli Stesso era il Creatore, Luce dalla Luce,
Dio da Dio, Figlio del Padre, Ges Cristo. Egli era il Rifugio, era
Colui Che nutre, Colui Che dirige e comanda; Egli, il Cui dominio
era al di sopra di ci che sta in alto, e al di sopra di ogni cosa, si
umili. Persino Isaia, luomo dalle pi acute parole tra i Profeti,
disse: Egli era un uomo umile, la Cui comparsa fu rifiutata, come
una radice Egli Si celava in un campo inaridito, Egli venne nella
carne, un essere della terra, [sebbene Egli fosse] il Sostenitore
delluniverso ed il Redentore delluniverso223. E Davide Gli
attribuiva bellezza, dicendo: La Tua bellezza224
nellavvenenza delle Tue forme. E ancora dice: La sua forma
pi avvenente di quella dei figli degli uomini. E ancora dice: La
Grazia si riversa dalle Tue labbra. E ancora dice: Dirigi
correttamente con prosperit, e regna attraverso virt, giustizia, e
sincerit225.
E ancora egli dice riguardo i giudei, i nemici della verit: Le Tue
frecce sono appuntite e resistenti nei cuori di chi odia il Re226;
Egli dice: E giusto che esse trafiggano i cuori di coloro che non
desiderano che io sia Re, essi saranno portati innanzi a Me e
trafitti[con lance]. E ancora riguardo ai giudei dice Isaia: Io li ho
cercati e non li ho trovati; Io li ho chiamati e non Mi hanno
risposto; Io li ho amati e Mi hanno odiato.227 E ancora Davide
dice: Mi hanno restituito del male per il bene, e mi hanno odiato
in risposta al mio amore per loro228. E ancora dice Isaia: Con le
loro labbra professano amore per Me, ma nei loro cuori loro si
tengono lontani da Me, e la loro adorazione per Me una cosa
vuota229. E come Mos dice: Mi hanno spinto alla collera con i
loro dei, e Io li muover alla gelosia con coloro che non sono una
nazione, perch sono un popolo la cui saggezza distrutta230.
E coloro che dissero: Noi non abbiamo Legge, a loro la Legge
stata data, perch Dio Colui Che da la Legge a ognuno. E Dio
ricompens i giudei secondo la loro malvagit, Egli tratt i
gentili231 secondo la loro semplicit. Perch Egli ha misericordia
ed compassionevole nei confronti di coloro che a Lui fanno
appello e che si rifugiano in Lui, e che purificano se stessi da
tutte le nequizie nella Chiesa e nel Tabernacolo della Legge di
Dio; Egli ama coloro che piangono e si pentono persino come dice
Stefano, [uno] dei

222 Luca 23, 34


223 Isaia 53, 2 e segg.
224 Salmi 1, 2
225 Salmi 45
226 Cfr. Salmi 45, 5; 58, 7
227 Isaia 45, 12
228 Salmi 109, 5
229 Isaia 29, 13
230 Deuteronomio 32, 21 e 28
231 Nelle traduzioni anglosassoni della Bibbia, i Gentili sono le
popolazioni non ebraiche.

Settanta Discepoli232. Ora tra i Settanta Discepoli cerano sette


che erano scelti a servizio dei Dodici Apostoli, per essere a
servizio di Sls233, Barnaba, Marco, Luca e Paolo. E questo
Stefano parl ai giudei mentre egli stava patendo il martirio e i
giudei lo stavano uccidendo, e disse loro come egli dimostrasse la
loro follia nel non avere mantenuto il comandamento di Dio:
Voi non avete tenuto la Trh secondo le indicazioni degli angeli,
come lavete ricevuta. E si dice negli Atti [degli Apostoli]:
Quando ebbero ascoltato ci divennero rabbiosi e digrignarono i
denti234. Ora ascoltatemi. Nel suo dire Non avete tenuto la
Torh secondo lordinanza degli angeli, [noi abbiamo] unidea e
un disegno di ci che nei cieli, che come dire, la divina e
libera Gerusalemme, labitazione dellAltissimo, la cui condizione
e costruzione sono incomprensibili al cuore mortale. E in essa il
trono dellAltissimo, che circondato dal fuoco, e quattro bestie lo
sostengono nel luogo dove risiedono, che il sesto cielo. E un
trono sale fino al settimo cielo, labitazione del Padre, e l dimora
Colui che con Suo Padre e lo Spirito Santo, Che vivifica ogni
cosa. E il Tabernacolo della Chiesa una similitudine della
Gerusalemme che nei cieli.

Riguardo i corni dellAltare


Ora, il Tabernacolo simboleggia i corni dellaltare, dove i
sacerdoti sacri offrono sacrifici, e sul quale dispongono la
t.arapz, (la tavola), similitudine del sepolcro in cui Egli (Cristo)
fu seppellito sul Golgota. E ci che sulla tavola, che lofferta,
un simbolo del primo nato, che come dire il Corpo di
Emanuele, [o] Akrt.s, il puro, il perfetto, che il nostro
Redentore prese da Maria, del quale Egli disse ai Santi Apostoli:
Mangiate il Mio Corpo235; chiunque non mangi del Mio Corpo
non sar parte di Me, e non avr nessuna vita eterna. Ma colui che
mangia il Mio Corpo, anche se morto, vivr per sempre,
[poich] egli unito al Mio Corpo e al Mio Sangue, diviene Mio
erede, e dir al Padre Mio: Padre Nostro che sei nei cieli , e il
Padre gli risponder, dicendo: Tu sei Mio Figlio; e la corona
(ovvero il rivestimento) che sopra lofferta, una similitudine
della pietra con la quale i giudei avevano sigillato il sepolcro. E
quando il prete dice: Manda lo Spirito Santo, lo Spirito Santo
sar inviato, ed il Corpo di nostro Signore sar perfetto
(completo). E quando avremo ricevuto {il corpo e il sangue di
Cristo} noi saremo partecipi nel Corpo e nel Sangue di nostro
Signore e Redentore Ges Cristo, il Figlio del Dio Vivente e dello
Spirito Santo, dora in poi e per sempre. Parlate luno allaltro
cos che i giudei, che sono ciechi nel cuore, e che sono i nostri
nemici e i nemici di nostro Signore Dio, non possano vantarsi
rispetto a noi. Essi dicono: I vostri dei sono molti, e adorate il
legno (ovvero la Croce) e dicono, predicando apertamente la
parola di Isaia il Profeta: Voi adorate la met di esso, e con
laltra met cucinate il corpo e [lo] mangiate.236
Ora Isaia parla cos riguardo a coloro che adorano immagini
scolpite e idoli. Essi dicono [che noi diciamo], Questi sono i
nostri dei, essi ci hanno creati, e che noi parliamo a loro e li
adoriamo come fossero il Signore nostro Dio. E ci sono anche
quelli che i diavoli conducono allerrore nella loro malvagit, e
Davide dice, a loro riguardo: Gli dei del pagano sono diavoli,
ma Dio ha creato i cieli; verit e bont sono innanzi a Lui.237

232 Cfr. Atti 6, 3; 7, 34


233 Silvano, personaggio di spicco delle prime comunita
cristiane, fu tra i compagni di San Paolo nei suoi viaggi di
evangelizzazione.
234 Atti 7, 53 e 54
235 Matteo 26, 26
236 Isaia 44, 16
237 Salmi 96, 5

Ancora sullArca e su un discorso del Maligno


E riguardo allArca: Dio salv No nellArca. Dio ebbe una
conversazione con Abramo nel bosco di Manbar238, il bosco che
non pu essere distrutto239; Egli salv Isacco per mezzo
dellariete che fu catturato nella selva240; Egli rese ricco
Giacobbe per mezzo dei tre bastoni di legno che egli {Giacobbe}
aveva deposto in acqua che scorre241 ; e Giacobbe venne ferito
dalla punta del suo bastone242. Ed Egli disse a Mos: Fa un
tabernacolo di legno che non possa essere distrutto, a similitudine
di Sion, il Tabernacolo dellAlleanza. E quando Davide lo port
via dalla citt di Samaria, pose il Tabernacolo della Legge in un
nuovo Tabernacolo, e si rallegr di ci243. Perch fin dallinizio
Dio aveva fatto del Tabernacolo il mezzo della salvezza, e molti
segni e meraviglie furono operati attraverso di esso per sua forma
e similitudine. Ascoltatemi, e vi mostrer in maniera chiara e
semplice come Dio preordin la salvezza attraverso il legno della
Sua Croce, nel Tabernacolo della Sua Legge, dallinizio alla fine.
La salvezza pervenne ad Adamo attraverso il legno. Perch la
prima trasgressione di Adamo avvenne tramite il legno, e fin
dallinizio Dio preordin la salvezza per lui con il legno. Perch
Dio Stesso il Creatore e il Donatore di vita e di morte, e tutto
fatto dalla Sua Parola, Egli ha creato qualsiasi cosa, Egli rende
retto colui che Lo serve in purezza nel Suo puro Tabernacolo della
Legge. Per questo chiamato luogo di clemenza, ed chiamato
anche luogo di rifugio, e anche altare, come pure luogo di
perdono dei peccati, e pure salvezza o anche porta della vita,
e anche glorificazione, come anche citt del rifugio, e anche
chiamato nave, e anche porto di salvezza, ed chiamato
casa di preghiera, e anche luogo di perdono dei peccati per
colui che vi prega in purezza, in modo che [gli uomini] possono
cola pregare in purezza e non corrompere i loro corpi. Dio ama il
puro, perch Egli abitazione per il puro. Quelli che entrano nella
sua dimora, e vengono accettati nel santo Tabernacolo, e Lo
pregano con tutto il loro cuore, Egli li ascolter e li salver nei
giorni di tribolazione, Egli esaudir i loro desideri. Perch Egli ha
fatto il santo Tabernacolo a similitudine del Suo trono. Ma ci
sono alcuni fra quelli che voi ci avete portato che sono per noi
come dei cristiani, ma che non hanno abbandonato il peccato che
il loro padre il Diavolo ha fatto nascere in loro. Ed egli disse: E
giusto pregare in Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio; esso fu
allinizio ed ora per sempre. La sua similitudine e il suo frutto
sono la Madre del Redentore, Maria; giusto adorarla, perch nel
suo nome viene benedetto il Tabernacolo della Legge di Dio. Ed
giusto adorare Michele e Gabriele.
E lArcivescovo Cirillo rispose e disse loro: Se egli ha detto
questo a loro, anche noi diremo loro: Cosa disse nostro Signore
Ges Cristo quando stava insegnando a coloro che credevano in
Lui? Uno venne dentro e Gli disse: Guarda che Tuo padre e Tua
madre Ti stanno cercando fuori. E Cristo lAmorevole rispose e,
stendendo la Sua mano verso coloro cui stava insegnando, disse,
senza fare distinzione fra uomini e donne: Eccoli Mio padre,
Mia madre, e Mio fratello. Chiunque abbia ascoltato la Mia parola
e ha fatto il Volere di Mio Padre, quegli stesso Mio padre, Mia
madre, e Mia sorella244.
O tu ebreo dal cuore di pietra, non riesci a vedere la Sua grazia e il
Suo amore per gli uomini quando Egli parl? Egli non separ e
neppure fece distinzioni, ma disse loro: Fratello Mio.
238 Confronta Genesi 18, 1
239 Si tratta del bosco di querce di Mamre.
240 Genesi 22, 13
241 Genesi 30, 37 e 38
242 Genesi 47, 31; ebrei 11, 21
243 2 Samuele 6, 3
244 Cfr. Matteo 12, 49; Marco 3, 34 e segg.

Perch Egli ama coloro che Lo amano e si attengono al Suo


comandamento, specialmente i martiri, che per amor Suo si
consegnarono alla morte, sebbene ne conoscessero lasprezza; e i
monaci solitari che osservano il comandamento di Dio, e lo amano
con tutto il loro cuore, Egli li ama. E i mausolei che vengono eretti
per loro, che sono detti martyrium245, e le chiese che sono
costruite in loro nome, e i tabernacoli che i vescovi consacrano nel
loro nome; tutti sono santi nella casa del Santuario di Dio. E
luomo che prega nel loro nome, Dio lo ascolta. E coloro che
pregano in purezza, senza impurit e infamia, in umilt e sincerit
in un tabernacolo che stato consacrato se lo nel nome di un
martire, o nel nome di un angelo, o nel nome dei retti, o nel nome
di una vergine, o nel nome di una donna santa se consacrato, lo
Spirito Santo scende su di loro e muta il legno cosicch diventi un
essere spirituale. In questo modo Dio trasform il bastone di Mos
con la Sua parola, che divenne una cosa viva e rese Mos timorato
del suo Signore. E allo stesso modo Giuseppe ador la punta del
bastone di Giacobbe quando fu davanti a lui; nessuno lo obblig,
ma per la fede di suo padre ador la punta del suo bastone. E
questa che Mos scrisse una profezia per gli ultimi giorni,
cosicch possiamo sapere che i tabernacoli nel nome dei martiri e
degli uomini retti sono santi, vale a dire quando egli la vide ador
la punta del bastone.
E io vi dir anche cosa scritto riguardo lorgoglio del Faraone.
Mos fece quanto Dio gli comand, e trasform il suo bastone in
un serpente; e il faraone comand a maghi, stregoni, di fare lo
stesso con i loro bastoni. Ed essi tramutarono i loro bastoni in tre
serpenti che, per mezzo della magia, strisciarono verso Mos e
Aronne, e verso il Faraone e i nobili dEgitto. Ma il bastone di
Mos ingoi i bastoni dei maghi, perch questi ingannatori
avevano fatto
{solamente} degli incantesimi per la vista degli occhi degli
uomini. Ora che questo accada attraverso la parola di Dio supera
ogni [tipo di] incantesimo che possa essere operato. E nessuno pu
reputare essere il male, perch lo Spirito Santo Che guida e
dirige colui che crede con cuore diritto senza negligenza. Come
anche Paolo dice: Con la fede i padri dei tempi antichi furono
salvati.246Egli desiderava che fosse conosciuto ciascuno con il
suo nome da Adamo, No, Abramo, fino a Rahab247, la meretrice
che accolse le spie. E tu, o cieco giudeo, non capisci da quello che
leggi nella Legge, cio la Trh nella quale credi, che se non
puoi osservare i suoi comandamenti, tu sarai dannato? Perch
quando Egli dice: Tutti coloro che verranno qui, se non
osserveranno quanto vi scritto, saranno maledetti, Egli dice
questo a te. Ma noi, che crediamo in Cristo, il Figlio di Dio, ci ha
scelti la Grazia di Dio, dicendo: Colui che crede ed battezzato
sar salvato.248

Riguardo la fede di Abramo


E tu non capisci che Abramo e Davide e tutti i Profeti, uno dopo
l'altro, i quali avevano predetto la venuta del Figlio di Dio, erano
giustificati dalla fede. E Abramo disse: Lascerai cadere La Tua
parola durante i miei giorni, O Signore? E Dio gli disse:
Assolutamente no. Il Suo tempo non ancora venuto, ma ti
mostrer qualcosa di analogo alla Sua venuta. Vai al Giordano,
tuffati nelle sue acque e attraversalo, e arriva alla citt di
Slm249, dove incontrerai Melchisedech, e Io gli ordiner di
mostrarti il segno e lanalogia riguardante Lui. E Abramo fece
ci e trov Melchisedech, che lo mise a parte del mistero del pane
e del vino250, quello stesso che celebrato nella Pasqua {ebraica}
per la nostra salvezza

245 Chiesa o un luogo di culto costruito per venerare le spoglie di


un martire,
246 ebrei 11
247 Giosu 2
248 Marco 16, 16
249 Citt che si trovava appena a ovest del Giordano.
250 Genesi 14, 18.

attraverso nostro Signore Ges Cristo. Questo era il desiderio e la


gioia di Abramo quando and intorno all'altare che Melchisedech
aveva fatto, portando rami e palme nel giorno del giorno del
Signore (il sabato). Vedi come egli si rallegr nella sua stessa fede,
e vedi come fu assolto dalla sua fede, O cieco ebreo, che bench
avessi occhi non hai voluto vedere, e bench avessi orecchie
non hai voluto ascoltare, come anche il Profeta Isaia dice di te: I
loro occhi sono ciechi, e i loro cuori sono coperti dall'oscurit,
cos che non possono comprendere e Dio non pu mostrare
compassione per loro."251

Profezie riguardanti la Venuta di Cristo


Ed ora ascoltate come ognuno di loro ha fatto profezie su di Lui,
[poich il racconto] piacevole da sentire.
Isaia il Profeta fece una profezia riguardo alla Sua venuta e disse:
Un Figlio nato per noi. Un Bambino ci stato dato. La Potest
scritta sulle Sue spalle. Egli Dio, forte nellautorit, Re, gran
Dignitario il Suo nome252. Ora il significato di questo
manifesto: nato il Figlio di Dio, la Cui sovranit stata scritta
prima che fosse il mondo, Egli pi saggio di chiunque altro: [ci
quello che] egli {Isaia} ti dice.
E ancora Isaia fece una profezia e disse: Ecco il Mio servo Che
ho scelto, sul Quale il diletto del Mio Spirito, le nazioni
porranno in Lui la loro fiducia253. Queste parole ci portano a
capire che Cristo lo Spirito di Dio, la Parola del Padre Che
assunse la nostra carne ed era nato per noi, e i popoli di Rm ed
Etiopia e tutte le altre nazioni hanno creduto in Lui.
Ed egli {Isaia} parl ancora al popolo di Israele, e fece una
profezia, dicendo: Molti seguiranno dopo di Te con lombi fasciati
e schiene legate con catene, Ti pregheranno e Ti adoreranno,
perch Tu sei Dio, e noi non Ti abbiamo riconosciuto254. Ora
questo disse riguardo i martiri, e coloro che si fecero monaci nel
deserto e i monaci solitari, i cui cuori sono incatenati al Suo
Comandamento, e coloro che si rivolgevano in preghiera a Lui,
volendo dire che la ricompensa era appropriata sia per i martiri
che per i monaci solitari. E noi non Ti abbiamo riconosciuto:
Israele si fece esso stesso cieco, e Lo crocifisse, e rifiut di
camminare nella Sua virt.
E ancora Isaia fece una profezia e disse: Dio verr, ed il pagano
porr in Lui la sua fiducia e Lo conoscer255; questo significa
che Cristo verr, e i giudei Lo rifiuteranno, ma il pagano creder
in Lui. E ancora egli fece una profezia e disse: Siate forti, deboli
mani e ginocchia stanche, e gioite cuori depressi, perch Dio
venuto, Colui che rimetter i nostri debiti, e ci salver. Egli aprir
gli occhi ai ciechi, e far che le orecchie del sordo odano, e i
piedi che sono zoppi posano correre e le lingue dei muti
parlino256. Queste parole sono dette nei confronti di chi erra
adorando idoli, e di coloro che sono morti nel peccato, e di coloro
i cui cuori sono nelloscurit, e nei confronti di te che non sai che
Dio ti ha creato. Gioite quel giorno: venuto Colui Che redimer
il peccato di Adamo, e Si assumer il debito di Adamo. Egli fu
crocifisso pur essendo senza peccato. Egli ha ucciso la Morte per
mezzo della Sua morte, e ora il cieco vede, lo zoppo cammina, il
sordo ascolta, il muto parla senza balbettare, e oltre a tutte queste
cose i morti sono risorti. Questo il significato di questa profezia.
251 Cfr. Isaia 6, 10; 45, 18.
252 Isaia 9,6
253 Isaia 43, 1
254 Confronta Geremia 30, 69
255 Isaia 60, 2 e 3
256 Isaia 35, 3 e segg.

Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: Dio verr in


forma visibile, e nostro Dio non star in silenzio.257
Cos Geremia fece una profezia e disse: Dio scender sulla la
terra, e camminer tra gli uomini come noi.258
Cos Ezechiele il Profeta fece una profezia e disse: Io tuo Dio
verr, e camminer in mezzo a loro, ed essi sapranno di Me che Io
sono il loro Dio.259
Cos Davide fece una profezia e disse: Benedetto Colui che viene
nel nome di Dio: noi ti abbiamo benedetto nel Nome del
Signore.260
Cos Abacuc fece una profezia e disse: Dio verr da
Mezzogiorno, e il Santissimo dal Monte Frn261 e dalle citt di
Giuda.262
Cos Elia il Profeta fece una profezia e disse: Con un nuovo
patto Dio verr tra di noi263. Cos Gioele il Profeta fece una
profezia e disse: Il divino Emanuele verr e liberer lopera che
Egli ha modellato con la Sua mano dalla mano del Diavolo,
lingannatore, e dai suoi diavoli che lhanno traviata.264
Cos Davide il profeta fece una profezia e disse: Il Dio degli dei
Si mostrer in Sion265. Il popolo parla esplicitamente di Sion, un
uomo vi e nato, ed Egli lAltissimo lha eretta.266
Cos Salomone suo figlio fece una profezia e disse: In verit Dio
sar con gli uomini, ed Egli camminer sulla terra.267
Cos suo padre Davide fece una profezia e disse: Egli scender
come rugiada sulla lana, e come pioggia che cade sulla terra, e la
virt sorger come essere nei suoi giorni.268
Cos Salomone suo figlio fece una profezia e disse: Un Redentore
nascer da Sion, ed Egli rimuover il peccato da Giacobbe.269
Cos Osea il Profeta fece una profezia e disse: Io verr a te, O
Sion, e camminer in te, Gerusalemme, dice Dio, il Santo di
Israele.270
Cos Michea il Profeta fece una profezia e disse: La Parola di Dio
apparir a Gerusalemme, e la Legge emaner da Sion.271
Cos Osea il Profeta fece una profezia e disse: Dio apparir sulla
terra, e risieder con gli uomini come noi.272
Cos Geremia il Profeta fece una profezia e disse: Un Salvatore
sar mandato da Sion, ed Egli rimuover il peccato dal popolo di
Israele.273

257 Salmi 50, 3


258 Cfr.Baruch 3, 37
259 Cfr.Geremia 32, 38; Ezechiele 11,17 e 20; 36, 27 e 28;
2Corinzi 6, 16
260 Salmi 98, 26; 129, 8
261 Paran. Dovrebbe trovarsi secondo alcuni studiosi nel
deserto del Negev.
262 Abacuc 3, 3
263 Confronta Geremia 31, 31
264 Confronta 1Giovanni 3, 5 e 8
265 Salmi 48, 2 e Salmi 3, 1 e 2.
266 Salmi 88, 5 e 6
267 Cfr. 2 Corinzi 6, 16
268 Salmi 62, 6 e 7
269 Isaia 59, 20
270 Cfr. Zaccaria 2, 10
271 Michea 4, 2
272 Zaccaria 8, 3

Cos Michea il Profeta fece una profezia e disse: Dio verr dai
cieli e dimorer nel Suo tempio (cittadella).274
Cos Zaccaria il Profeta fece una profezia e disse: Gioite, o figli
di Sion! Ecco, Io sono vivo, e dimorer in voi, dice Dio, il Dio
Santo di Israele.275
Cos Michea il Profeta fece una profezia e disse: Ecco, Dio
verr, e splender su coloro che Lo temono; Sole di virt il Suo
Nome.276
Cos Osea il Profeta fece una profezia e disse: Dio verr su di te,
Gerusalemme, e apparir in mezzo a te.277
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: Egli vivr, ed
essi Gli doneranno oro dArabia, e Gli rivolgeranno preghiere
continuamente, Egli sar lappoggio di tutta la terra sulle cime
delle montagne.278
Cos Giobbe il giusto fece una profezia e disse: Dio camminer
sopra la terra, Egli camminer sullacqua cos come sulla terra
asciutta.279
Cos Davide fece una profezia e disse: Egli pieg i cieli e scese
sulla terra.280
Cos Isaia il Profeta fece una profezia e disse: Ecco, la vergine
concepir, e dar alla luce un Figlio, e il Suo nome sar
Emanuele.281
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: Io Ti ho dato
alla luce dal grembo prima della stella del mattino.282 E ancora
disse: Dio mi disse: Tu sei mio Figlio, e Ti ho generato questo
giorno.283
Cos Gedeone fece una profezia e disse: Ecco, Egli scender
come rugiada sulla terra.284 Cos Davide il Profeta fece una
profezia e disse: Dio guard gi dal cielo sui figli degli uomini,
e dal tempio del Suo santuario.285
Cos Mos il Profeta fece una profezia e disse: E tutti i figli di
Dio diranno: Egli forte, perch Egli vendica il sangue dei Suoi
figli.286
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: E l Io far un
corno per Davide e innalzarlo, e preparer una lampada per il Mio
Unto, e coprir di vergogna i suoi nemici, in Lui prosperer la Mia
santit.287
Cos Osea il Profeta fece una profezia e disse: Non temere,
perch Tu non sarai umiliato. E non costernarti a causa della Tua
lode288. E ancora disse: AscoltaMi, ascoltaMi, Mio

273 Geremia 31, 11 e 12


274 Malachia 3, 1
275 Zaccaria 9, 9
276 Malachia 4,2
277 Zaccaria 1, 16
278 Salmi 72, 15
279 Giobbe 9, 8
280 Salmi 18, 9
281 Isaia 7, 14
282 Salmi 90, 3
283 Salmi 2, 7
284 Giudici 6, 37; Salmi 72, 6
285 Salmi 23, 13
286 Deuteronomio 32, 43
287 Salmi 132, 17
288 Isaia 54, 4

Popolo, perch il Mio giudizio (o giustizia) giusto. Io verr e


risieder con voi, e le nazioni porranno la loro fiducia nella Mia
luce; perch le nazioni saranno le beneamate di Cristo.
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: Un popolo che
io non conosco Mi servir; al semplice udire dellorecchio essi Mi
risponderanno289. E ai giudei disse: I figli del forestiero sono
stati falsi, i figli del forestiero sono diventati anziani e hanno
percorso la loro strada esitando. Dio vive, e benedetto [] il mio
Dio.290
Quando Egli ti dice Dio vive, Egli parla della Sua Divinit, e
quando ti dice Benedetto il mio Dio, Egli parla riguardo alla
Sua venuta nella carne.
E ancora parla della Sua venuta nella carne in Isaia il Profeta,
dicendo: Chi questo Glorioso che viene da Edom291,
Adni292, Colui che viene dal cielo, e indossa vesti di
Basr293, glorioso nella {Sua} maest?294. Quando egli dice
glorioso Egli si riferisce al suo dolce profumo; e quando dice
Adni, si riferisce alla Parola del Padre Che era prima del
mondo, il Figlio di Dio; quando diceindossava vesti di Basr,
glorioso nella maest, egli indica chiaramente il corpo di Adamo.
Cos Davide il Profeta fece una profezia dicendo per quanto
riguarda il popolo cristiano: Dichiarate alle nazioni che Dio il
Re, e che Egli ha reso saldo il mondo cos che mai esso sar
mosso.295 Ed egli ha anche profetizzato riguardo la Sua venuta
per le nazioni, dicendo: Dinnanzi al volto di Dio Egli verr, Egli
verr e giudicher la terra, Egli giudicher il mondo con
rettitudine, e le nazioni secondo giustizia.296 Cos Isaia il Profeta
fece una profezia e disse: Il Signore degli Eserciti si deciso a
distruggere linsolenza delle nazioni, Egli annichiler i nobili ed i
potenti della terra.297 E continuando la sua profezia disse:
Egli verr e costruir la Sua casa, Egli liberer il Suo
popolo.298 E aggiunse altre parole, dicendo: E quel giorno
nascer dalla discendenza di Jesse Uno Che si porr sopra le
nazioni, e le nazioni porranno la loro fiducia in Lui, ed il luogo in
cui Egli risieder sar glorioso per sempre.299
Cos Davide fece una profezia e disse Cantate a Dio Colui che
dimora in Sion, e dichiarate alla nazione la Sua opera.300
Cos Salomone suo figlio fece una profezia e parl riguardo il
nostro Salvatore Emanuele, il Sole della virt: Egli Mi gener
prima delle colline, prima che Egli facesse le terre e le ordinasse, e
Mi fond prima del mondo; prima che Egli facesse la terra, e
prima che facesse gli abissi, e prima che avvenissero
inondazioni, e prima che la bellezza dei fiori apparisse, e prima
che soffiassero i venti, Dio cre la Sua opera innanzi al Suo volto,
ed Io esistevo congiunto con Mio Padre.301
289 Salmi 18, 43
290 Salmi 18, 45 e 46
291 Regno a sudest del Mar Morto, nellattuale Giordania
meridionale.
292 Nella Bibbia, il Signore. In ebraico letteralmente significa
Mio Signore.
293 Probabilmente Besor, regione del Negev a ovest di Beer
Sheva, abitata gi dal 3000 a.C.
294 Isaia 63,1
295 Salmi 96,10
296 Salmi 96, 13; 98, 9
297 Isaia 10, 33; Aggeo 2, 7
298 Isaia 45, 14; Aggeo 2, 9
299 Isaia 9, 10
300 Salmi 90, 1 e 2
301 Proverbi 8, 22 e segg.

Cos suo padre Davide fece una profezia e disse: Il suo nome era
prima del sole, e prima della luna, di generazione in
generazione.302
Cos Salomone suo figlio fece una profezia e disse: Quando Egli
rese stabile il firmamento al di sopra delle nuvole, e quando Egli
mise in posizione le mura dei confini dei cieli, e quando Egli pose
il mare nel suo posto designato, e prima che Egli fondasse il Suo
trono al di sopra dei venti, e quando rese solide le fondamenta
della terra, Io esistevo congiuntamente a Lui. Io ero ci in cui
Egli gioiva continuamente, giorno per giorno, e Io esultavo con
Lui per tutto il tempo innanzi al Suo volto.303
Cos Giobbe il Profeta fece una profezia e disse: Il volto del mio
Dio a oriente, e la Sua luce prima di [quella del] sole, e le
nazioni ripongono fiducia nel Suo Nome.304
Cos Isaia il Profeta fece una profezia e disse: Non ricordate le
cose del passato, e non pensate alle cose dei tempi antichi; ecco,
Io creer una cosa nuova, che zampiller {come sorgente}, cos
che possiate sapere che Io creo una pista nel deserto e sorgenti
dacqua nelle lande selvagge; e belve selvagge seguiranno dopo di
Me, giovani uccelli e struzzi. Perch Io ho dato acqua al deserto e
fatto scorrere torrenti dacqua nelle lande selvagge, cos che Io
possa dare da bere al Mio popolo ed ai Miei eletti che Io ho
voluto, in modo che possano annunciare la Mia gloria e compiere i
Miei comandamenti.305
Cos Salomone fece una profezia e disse: Chi salito al cielo e ne
discese? E chi ha raccolto insieme i venti nel suo petto? E chi ha
raccolto le acque nel suo vestito? E chi ha misurato le acque del
mare nella sua mano, e i cieli nel palmo della sua mano? Qual il
suo nome e quale quello di suo figlio?306
Cos Michea il Profeta fece una profezia e disse ai giudei: Io non
ho diletto in voi, dice Dio Che governa tutte le cose. Io non Mi
compiaccio delle vostre offerte, e non accetter nessun dono dalle
vostre mani. Perch dal sorgere del sole al tramonto il Mio Nome
sar lodato tra tutti i popoli, e in tutte le nazioni sar offerto
incenso al mio Nome, grande tra tutti i popoli, dice Dio
Onnipotente.307
E ancora Michea il Profeta disse: Un nuovo patto si presenter
sulla montagna di Dio, ed esso sar preparato sulla cima delle
montagne, sar elevato al di sopra delle colline, e il popolo dir:
Venite, andiamo sulla montagna di Dio. E molte nazioni
andranno e diranno: Venite, andiamo sulla montagna di Dio,308
ci annunceranno la Sua via e noi la percorrerem.
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: AscoltateMi,
Mio popolo, Io parler a te, Israele, e porter a te testimonianza;
Io sono Dio, il tuo Dio.309
Cos Mos il Profeta fece una profezia e disse riguardo la Trinit:
Ascolta, o Israele, il Signore Dio tuo Unico310. E questo si
spiega cos: Padre, Figlio e Spirito Santo sono un Dio Unico, il cui
Regno uno, il cui dominio uno, e gli uomini Li adoreranno
come Unit nei cieli e sulla terra, nel mare e negli abissi. Egli sia
lodato per leternit! Amen.

302 Salmi 72, 5 e 17


303 Proverbi 8, 30
304 Ezechiele 43, 2
305 Isaia 35; 43, e 20
306 Proverbi 30, 4; Isaia 40, 12
307 Malachia 1,10 e 11
308 Isaia 2, 3; Michea 4, 2
309 Salmi 50, 7
310 Deuteronomio 6, 4

Riguardo il Suo ingresso glorioso a Gerusalemme


E i Profeti avevano predetto il Suo ingresso glorioso a
Gerusalemme, e Isaia il profeta disse: Splendore a te, splendore a
te, Gerusalemme, la tua luce arrivata e la gloria di Dio salita
a te.311
Allora il Profeta Zaccaria fece una profezia e disse: Rallegrati,
rallegrati, figlia di Sion, e lascia che Gerusalemme gridi di gioia
per te.312
Allora Davide fece una profezia e disse: Sulla bocca di bambini e
neonati Tu hai predisposto lode a causa del nemico, cosicch Tu
potessi abbattere il nemico e il vendicatore.313
Allora Salomone fece una profezia e disse: I figli sono stati
istruiti da Dio, e il popolo si rallegra in te.314
Allora Davide suo padre fece una profezia e disse: Suonate le
trombe in Sion, nel giorno della luna nuova, nel giorno fissato
come nostro anniversario, perch questa una cerimonia per
Israele.315
Allora Ezra lo Scriba fece una profezia e disse: Uscite,
festeggiate in allegria, e dite alla figlia di Sion: Rallegrati, ecco il
tuo Re venuto.316
Allora Isaia il Profeta fece una profezia e disse: Rallegrati,
Gerusalemme, rallegrati. Ecco, il tuo Re arrivato cavalcando un
asino. La Sua ricompensa con Lui, e la Sua opera davanti al
suo viso.317
Allora Davide il Profeta fece una profezia e disse Benedetto
Colui che viene nel nome del Signore.318
Allora Giacobbe il figlio di Isacco fece una profezia e disse:
Giuda, i tuoi fratelli ti hanno lodato. La tua mano sopra la
schiena del tuo nemico, e i figli di tua madre ti adoreranno. E il
potere non verr meno a Giuda, e il dominio non si allontaner
dalla sua stirpe, finch non sar trovato Colui Che stato atteso, e
Che la Speranza della nazioni.319 Egli fece anche una
profezia e disse: I Suoi denti sono bianchi come la neve, e i Suoi
occhi sono dolci come il vino, Egli risciacquer il suo abito nel
vino e la Sua tunica nel succo di grappoli duva.320 E di nuovo
fece una predizione, dicendo: Giuda un cucciolo di leone; tu ti
sei sdraiato, e hai dormito; nessuno lo sveglier allinfuori di colui
che lo caccia finch non lo ha trovato; alzati dal posto
sbagliato.321 E ancora Giacobbe benedisse suo figlio Giuda, e
gli disse: C un Re che ti preceder e risciacquer il Suo abito
nel vino, e glorioso il posto dove il Prediletto trova sollievo;
ora, il Prediletto Cristo, e Messia significa Cristo, e Ges
vuol dire Salvatore della gente. E risaputo che i Profeti
riportano Cristo sotto un nome segreto e lo chiamano il
Prediletto.

311 Isaia 60, 1.


312 Zaccaria 9, 9
313 Salmi 8, 2
314 Isaia 54, 13
315 Salmi 81, 3
316 Zaccaria 9, 9
317 Isaia 62, 11
318 Salmi 118, 26
319 Genesi 49, 810
320 Genesi 49, 11 e 12
321 Genesi 49, 9

E Isaia parl della Sua Ascensione in una sua profezia, dicendo:


In quel giorno il Prediletto scender dal cielo, e sceglier per S
dodici apostoli.322 E ancora disse: Io ho visto lascensione del
prediletto Figlio al settimo cielo, e gli Angeli e gli Arcangeli
mentre Lo accoglievano, poich Egli era molto pi grande di
loro.
E Davide disse: Il prediletto come il figlio dellunicorno323; e
ancora disse: Tuo solo uno dei corni dellunicorno.324 E
ancora: Lascia che il mio corno sia esaltato come quello
dellunicorno.325 I Cornisono i regni del mondo; e l
unicorno Colui Che sopra il Suo regno al Quale nessuno pu
resistere, perch Egli il governatore dei re; Egli distrugge
coloro che Egli vuole distruggere e innalza colui che vuole
innalzare. Come dice Davide: Io ti render pi felice di coloro
che sono potenti per i loro corni,326 che significa Tu sei pi
nobile del pi nobile dei re, e ti rallegrerai di ci.
E Abacuc fece una profezia, dicendo: I corni sono nella sue
mani,327 e ha posto il prediletto nella forza del suo potere, che
significa: Le palme della mano del Possessore dellautorit dei
re, nelle quali risiede la vita di tutti, sono forate con chiodi,
{supplizio} che Cristo, il prediletto, ha sopportato nella forza del
Suo potere.

Riguardo la malvagit degli iniqui ebrei


E i profeti fecero profezie sulla malvagit degli ebrei. Davide
disse a riguardo: Luomo violento insegue liniquit per
distruggere se stesso328. E ancora egli dice: Il suo dolore si
ritorcer contro la sua testa, e la sua iniquit sulla sua fronte(o
cranio)329. Cos Salomone suo figlio fece una profezia e disse:
Luomo stolto e luomo iniquo viaggiano per strade che non sono
dritte. Essi ammiccano con locchio e picchiettano leggermente
con il piede, fanno segni con i movimenti delle dita e il
movimento delle labbra, e i loro cuori perversi meditano malvagit
per tutto il tempo; uomini cos producono tumulti, uccisioni e
spargimenti di sangue attraverso la loro doppiezza, ma non
sfuggiranno al giudizio {divino}.330
E Davide suo padre fece una profezia e disse: Portarono contro di
me la parola dellerrore; colui che dorme non si sveglier? Sar
allora luomo di pace (ovvero il mio amico), di cui Io mi fido,
che ha mangiato il mio cibo, ad alzare il suo piede contro di
me?331
Cos Isaia il Profeta fece una profezia e disse: Sventurato luomo
iniquo che porta ira.332 E ancora disse: Lascia che allontanino
il peccatore cos che non possa vedere la gloria di Dio.333
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: Il peccatore dice
frasi che lo condanneranno, e non c timore di Dio nei suoi
occhi.334

322 Confronta Ascensio Isaiae, ed. Dillmann, pagg. 13 e 57


323 Salmi 22, 20 (?)
324 Salmi 22, 20 e 21
325 Salmi 92, 10
326 Confronta Salmi 75, 10
327 Abacuc 3, 4
328 Salmi 7, 15 e 16
329 Salmi 7, 16
330 Proverbi 6, 13
331 Salmi 41, 9
332 Isaia 10, 1 e 2
333 Salmi 104, 35
334 Salmi 36, 1
Cos Salomone suo figlio fece una profezia e disse: Luomo
iniquo porta tumulto in citt; egli fa giungere volentieri
distruzione, sconfitte, e calamit che non possono essere evitate,
poich egli gioisce di ci che Dio odia.335
Cos predisse Mos il Profeta: Dio non desidera perdonarlo ma
piuttosto accrescere la vendetta contro di lui; Egli far che le
punizioni restino su di lui, e la maledizione che scritta in questo
libro verr su di lui; e il suo nome sar cancellato da sotto il
cielo.336
Cos Davide il Profeta fece una profezia e disse: Il suo cuore
pronto per il massacro; egli preferisce le maledizioni e queste
verranno su di lui; egli rifiuta le benedizioni ed esse saranno
lontane da lui.337
Cos Geremia il Profeta fece una profezia sulluomo iniquo e
disse: Luomo iniquo sar distrutto a causa dellamore per il
denaro, egli guarda alloscurit a causa della sua malafede.338
Cos Giobbe fece una profezia e disse di lui: Il suo Creatore
distrugger completamente la sua opera, la sua radice si inaridir
sotto di lui, ed il suo fiore verr schiacciato su di lui, e la sua
memoria sar cancellata dalla terra, e il suo nome gettato via,
gli uomini lo allontaneranno verso loscurit cos che egli non
possa vedere la luce, e la genia delluomo ingiusto sar
annientata.339
Cos Osea fece una profezia e disse di lui: Ascoltatemi, figli di
Israele, poich non c rettitudine n misericordia, e nessun timore
di Dio nel suo cuore, ma falsit, inclinazione al furto, assassinio, e
adulterio.340
E Davide il Profeta fece una profezia e disse: Satana sta alla sua
destra. E ancora egli disse: Lascia che un altro prenda il suo
incarico.341
E Mos lanci una maledizione secondo la Legge e disse:
Maledetto sia chiunque accetti ricompense per uccidere sangue
innocente; e tutte il popolo disse: Amen. Amen.342
Cos Abacuc il Profeta fece una predizione e disse: Il governatore
rende [gli uomini] attenti alla perversione della Legge, e nessun
giusto giudizio viene emesso; poich il peccatore corrompe
luomo giusto, e perci ne scaturisce un giudizio perverso.343
Cos Davide il Profeta fece una predizione e disse: Il peccatore
vede e si riempie di ira, digrigna i denti ed si dissolve.344
Cos Salomone suo figlio fece una profezia e disse: Una falsa
bilancia cosa odiosa a Dio.345
Cos Geremia fece una profezia e disse riguardo Giuda: Il mio
prezzo pronto (valutato) per me trenta [pezzi di] argento.346

335 Proverbi 11, 11


336 Deuteronomio 29, 20
337 Salmi 109, 17
338 Ezechiele 18,12 e 31
339 Giobbe 18, 16 e segg.
340 Osea 4, 1 e 2
341 Salmi 109, 68
342 Esodo 23, 8; Deuteronomio 27, 25
343 Abacuc 1, 4
344 Salmi 92, 10
345 Proverbi 11, 1
346 Zaccaria 11, 12

Riguardo la Sua Crocifissione


E i Profeti fecero anche profezie circa la Crocifissione di Cristo.
Cos Mos, il servo di Dio, predisse che Tu vedrai la tua salvezza
crocifissa sul legno, e non crederai.347
Cos Davide fece una profezia e disse: Molti cani Mi hanno
catturato; e conficcarono chiodi nelle Mie mani e nei Miei piedi;
contarono tutte le Mie ossa; nonostante Mi conoscessero Mi
disdegnarono; e divisero tra essi i Miei abiti; e si giocarono ai dadi
i Miei indumenti.348
Cos Isaia fece una profezia per quanto riguarda lIncarnazione e
la Crocifissione di Cristo, e disse: Chi crede nella nostra parola, e
a chi si rivelato il braccio del Signore? Noi parliamo come
bambini davanti a Lui. Egli come una radice in una terra
inaridita, Egli non ha bellezza n stile; il Suo stile pi respinto e
umiliato di [quello di] qualsiasi uomo. Egli un uomo schiantato,
un uomo che sta soffrendo; poich Egli ha voltato il Suo sguardo,
essi Lo trattano con disprezzo e Lo reputano un nulla.349
Cos Salomone predisse: Uccidiamo luomo giusto, poich egli
un fardello per noi; egli si messo contro le nostre opere, resiste
continuamente alle nostre intenzioni, noi siamo un abominio per
lui a causa dei nostri peccati.350 E continu, dicendo: Figlio
mio, non farti traviare dai malvagi; se ti dicono: Vieni con noi, sii
un compagno per noi, dissimuliamo un candido temperamento e
deprediamolo; e lascia che ci sia una borsa comune per tutti noi,
allontanati dai loro passi, poich non sia tramite tuo che gli uccelli
vengano catturati con la rete.351
Cos Davide fece una profezia e disse: Hanno gettato livore sulla
Mia carne, e Mi diedero aceto da bere per [estinguere] la mia
sete.352
Cos predisse Isaia il Profeta: Egli ha preso la nostra malattia e si
caricato della nostra infermit, e per le Sue ferite noi siamo stati
guariti; noi Lo vedemmo soffrire, e {lo vedemmo} ferito nel suo
dolore; Egli non apr bocca nel Suo dolore, Egli venne per essere
massacrato; come un agnello davanti al suo tosatore Egli non apr
bocca nella Sua sofferenza finch non gli tolsero la vita; essi non
sapevano della Sua nascita; a causa del peccato del Mio popolo
Io sono venuto a morire.353
Cos Geremia il Profeta profetizz e disse: Essi valutarono il
prezzo del Degno donore in trenta [pezzi di] argento, Colui che
avevano onorato tra i figli di Israele. E Dio mi disse: Gettali nella
fucina, esaminali [e vedi] se sono puri; e loro li diedero per il
cimitero dei poveri. Come Dio mi ha comandato io parler.354
Cos Isaia il Profeta profetizz e disse: Essi Lo annoverarono tra
i peccatori, e Lo portarono a morte.355
E Davide il Profeta profetizz e disse: Coloro che Mi odiano
ingiustamente sono molti, e Mi hanno ripagato con male per il
bene.356

347 Deuteronomio 28, 66


348 Salmi 22, 16
349 Isaia 53, 13
350 Sapienza 2, 12
351 Proverbi 1, 10 e segg.
352 Salmi 69, 21
353 Isaia 53, 4 e segg.
354 Zaccaria 11, 13
355 Isaia 53, 12
356 Salmi 35, 12

Cos Zaccaria il Profeta profetizz e disse: Essi guardarono Colui


che avevano crocifisso e trafitto.357
Ora ci sono ancora molti passaggi che sono stati scritti e molte
profezie che potrebbero essere menzionate per quanto riguarda la
Sua venuta, la Sua Crocifissione, la Sua morte, la Sua
Resurrezione, e la Sua seconda venuta in gloria. Ma noi abbiamo
menzionate solo alcune delle profezie dei profeti ne abbiamo
menzionata una per ogni genere cos che tu possa ascoltare,
credere e capire, cos come detto negli Atti degli Apostoli:
Attraverso il Vangelo Tu ci hai guidato, e attraverso i Profeti Tu
ci hai confortato; poich le parole dei Profeti rendono giusta la
fede di coloro che dubitano.358

Riguardo la Sua Resurrezione


E anche il profeta Davide profetizz, riguardo alla Sua
Resurrezione e disse: Io risorger, dice il Signore, porter la
salvezza e la manifester apertamente.359 E di nuovo dice
Alzati, o Signore, e giudica la Terra, poich Tu erediterai le
nazioni.360 E ancora una volta egli profetizz Alzati, o Signore,
aiutaci e liberaci per amore del Tuo Nome.361 E disse di nuovo
Che Dio risorga e che i Suoi nemici siano dispersi, e fuggano
dinanzi al Suo volto.362 E infine parl cos: Dio risorto
come colui che si risveglia dal sonno, e come un uomo potente
che ha lasciato il vino.363
Allora il profeta Isaia fece una profezia e disse: Egli rimuover
linfermit dalla sua anima, perch egli non ha commesso peccato,
e non stata trovata falsit nella sua bocca. E a colui che ha
servito con rettitudine e bont Egli mostrer la luce e lo
discolper; e rimetter i peccati di molti, perch Egli non ha
commesso peccato, e non stata trovata falsit nella Sua
bocca.364
Cos il profeta Davide fece una profezia e disse: Perch la mia
anima non sar lasciata nellinferno.365 Cos Salomone suo
figlio disse ancora: Il Sole della rettitudine si lever, camminer
nella giustizia e riprender il Suo posto.366

Riguardo la Sua Ascensione e la Sua Seconda Venuta


Allora tutti i Profeti e molti dei Padri primevi profetarono la Sua
Ascensione e la Sua Seconda Venuta per giudicare i vivi e i
morti. E Davide disse, a proposito della Sua Resurrezione: E'
salito al cielo. Ha fatto prigioniera la prigionia, e ha dato la grazia
ai figli degli uomini."367 E ha anche detto: Dopo che sono
venuto Io torner, torner dagli abissi del mare."368 E ancora
disse: Cantate a Dio che salito in cielo, i cieli che sono opposti
al mattino.369

357 Zaccaria 12, 10


358 Atti 3, 20 e segg.
359 Salmi 12, 5
360 Salmi 82, 8
361 Salmi 45, 26
362 Salmi 68, 1
363 Salmi 78, 65
364 Cfr. Isaia 53, 4 e segg.
365 Salmi 16, 10
366 Cfr. Malachia 4, 2
367 Salmi 68, 18
368 Salmi 68, 22
369 Salmi 68, 32 e 33

Quindi Amos il Profeta profetizz: Il Messia, che fece il mattino,


venuto ed esaltato dalla terra ai cieli: il Suo Nome Dio che
comanda a tutte le cose."370
Poi Davide il Profeta profetizz e disse "Tu sei magnificato, O
Signore, per la Tua potenza, e noi loderemo e canteremo inni alla
tua forza."371
Quindi il profeta Zaccaria profetizz e disse: Il suo piede si posa
sopra il monte degli Ulivi a oriente di Gerusalemme. Egli cavalca
il Cherubino e vola sulle ali del vento."372
Quindi Davide disse: Aprite i cancelli dei principi, e lasciate che
siano aperte le porte che esistono dalla creazione, e il Re della
gloria verr! Chi questo Re della gloria? Dio, il forte e potente,
Dio, il potente in battaglia." E fece sapere {ci} dicendo: Aprite i
cancelli dei principi, e lasciate che siano aperte le porte che
esistono dalla creazione, e il Re della gloria verr! Chi questo Re
della gloria? Il Signore Dio gli Eserciti questo Re."373
E ancora, a proposito della Sua venuta: Egli giudicher i vivi e i
morti, Egli, Colui al Quale appartiene la gloria nei secoli dei
secoli. Amen.
Poi Zaccaria il Profeta profetizz e disse: Quel giorno il Signore
mio Dio verr, e tutti i Suoi santi con Lui".374
Quindi Davide il Profeta profetizz e disse: Dio parl una volta, e
questo (quello che) ho sentito: la Compassione appartiene a Dio.
E Tuo, o Signore, il potere, perch Tu ricompenserai ogni uomo
secondo la sua opera."375
Cos parl Daniele il Profeta e disse "Ebbi una visione notturna,
ed ecco, venne [uno], simile al Figlio delluomo dei Giorni
Antichi, e gli furono dati potere, gloria e sovranit, tutte le nazioni
e i popoli e le terre lo serviranno; e il Suo dominio non avr mai
fine nei secoli dei secoli. Amen."376
E tutti i Profeti profetarono, e nulla che sia successo stato senza
la profezia dei Profeti. Essi hanno dichiarato tutto quello che
successo, e quello che succeder, quello che stato fatto e che
sar fatto, e quello che accaduto nei tempi andati e che accadr
fino agli ultimi giorni prima della sua Seconda Venuta. E questo
hanno fatto non solo per quello che hanno profetato e dichiarato,
ma unitamente alle loro profezie hanno dato manifestazione di Lui
nei loro corpi. C'era una carestia nella terra di Canaan, e nostro
padre Abramo and in Egitto, e torn con ricchezze ed onori,
senza infamia. E in questa maniera il nostro Redentore scese e
liber la Chiesa, l'Assemblea delle Nazioni, e ascese [di nuovo],
dopo aver avuto onore e lode.

Come i Profeti Lo previdero nelle loro persone


Isacco comand a suo padre, dicendo: Legami; e fu offerto in
sacrificio, sebbene non morisse, venendo redento dallariete che
scese dal cielo. E in tal modo il Figlio di Dio fu obbediente a Suo
Padre fino alla morte. Egli fu legato per amore degli uomini, e fu
inchiodato [alla Croce] e fu trafitto, e il Figlio di Dio divenne il
nostro riscatto, e la Sua Natura non ne soffr.

370 Amos 4, 13
371 Salmi 21, 13
372 Zaccaria 14, 4; Salmi 18, 11
373 Salmi 24, 7 e 8
374 Zaccaria 14, 5
375 Salmi 62, 11 e 12
376 Daniele 7, 13 e segg.
Allora Giacobbe suo figlio part per la terra di Lb (Labano)377,
la terra del fratello di sua madre, solo con il suo bastone, e laggi
allev molto bestiame, e acquist animali sia puri sia impuri, e
gener dodici figli, amministr il battesimo, e fece ritorno alla sua
terra dove ricevette una benedizione da suo fratello Isacco. E in tal
maniera nostro Signore Cristo scese dal cielo, Parola di Dio Essa
Stessa; e il bastone di Giacobbe con il quale pascolava il suo
gregge nostra Signora Maria nostra salvezza. Inoltre, il bastone
significa il legno della Croce con la quale, venendovi crocifisso,
Egli redense il suo gregge e ci prese in possesso fra gli ebrei, i
pagani e i gentili. Egli scelse per S i Dodici Apostoli, e fece in
modo che gli uomini di tutta la terra e di ogni nazione credessero,
e sal al cielo presso Suo Padre.
Allora Mos part per la terra di Midian378, e laggi ebbe
conversazioni con Dio, Che lo rese capace di capire e credere nella
resurrezione dai morti dei suoi padri Abramo, Isacco, e Giacobbe.
E per mezzo del suo bastone (verga) Egli gli forn il potere di
compiere miracoli; ed ebbe due figli. Ci mostra chiaramente che
noi saremo salvati dalla Trinit. Come la bocca di Dio ha
proclamato: Io sono il Dio di Abramo riferito al Padre e il
Dio di Isacco riferito al Figlio e il Dio di Giacobbe quando
Egli dice questo riferito allo Spirito Santo e ci la Trinit
chiaramente e distintamente. Io non sono il Dio dei morti, ma il
Dio dei vivi,379 perch tutti sono vivi in Dio; e per questo la
Resurrezione dei morti deve essere compresa.
Giona venne ingoiato e cadde nel ventre di un grande pesce; e il
nostro Redentore scese nel cuore della terra, e risorse il terzo
giorno. Daniele fu gettato nella fossa dei leoni, e [il re e i
dignitari] lo rinchiusero con i loro sigilli; ma egli risalda li
senza che i leoni lo divorassero. E similmente nostro Signore fu
gettato nel sepolcro, gli ebrei lo chiusero dentro con i loro sigilli,
immaginando di chiudere dentro il sorgere del sole cosicch non
potesse brillare. O uomini folli, stupidi, blasfemi, ciechi, e deboli
di mente, come potevate credere che lo Spirito della Luce non
apparisse e non ne venisse fuori? E cos gli ebrei furono
svergognati, ed Egli usc per illuminare coloro che avevano
creduto in Lui.
Giuseppe fu venduto per mano dei suoi fratelli, e nostro Signore fu
venduto per mano di Giuda. Giuseppe dopo che fu venduto liber i
suoi fratelli dalla carestia, e Cristo ha liberato noi che abbiamo
creduto in Lui e ci ha fatto Suoi eredi e Suoi fratelli. E come
Giuseppe diede in eredit ai suoi parenti una parte della terra di
Gsham (Goshen)380, cos [Cristo] dar ai Suoi giusti una dimora
e uneredit eterna.
Inoltre, affinch possiate sapere e comprendere, ed essere certi
della resurrezione dei morti, vi dar un segno, che comprenderete
grazie alla guida della Sua parola. Quando Abramo arriv alla
terra promessagli, per prima cosa costru una tomba ove seppellire
insieme tutti i defunti della sua famiglia, i suoi figli, e sua moglie,
affinch potessero restare insieme nella resurrezione; e vi seppell
sua moglie Sara ed egli stesso vi fu sepolto. Perch egli era un
profeta, e sapeva che sarebbe risorto con tutti i suoi congiunti. E
anche Isacco e Rebecca vi furono sepolti. Essa era loro propriet
dal tempo nel quale Giacobbe scese alla terra dEgitto con
settantasette anime a causa della carestia, e poich Giuseppe suo
figlio [era la], finch il loro numero divenne di seicentomila
uomini equipaggiati alla guerra, senza [contare] donne e bambini.
Giacobbe mor in Egitto a una veneranda et, e disse a Giuseppe
suo figlio: Ti scongiuro per la vita di mio padre e per il mio Dio,
Che rinnova la mia vita, non seppellirmi

377 Secondo la Genesi, Giacobbe si rifugi presso lo zio Labano


ad Arran per fuggire la collera del fratello Esa al quale aveva
sottratto la primogenitura.
378 Secondo alcuni, sarebbe allestremo nord ovest dellArabia,
vicino al golfo di Aqaba.
379 Matteo 22, 32
380 Goshen era uno dei nomi per la terra dEgitto. Gli ebrei si
stabilirono nella regione orientale del delta del Nilo, una delle pi
fertili.
in questa landa, ma nella tomba dei miei padri, cosicch la mia
morte possa essere con loro e di conseguenza anche la mia
vita.381 Trai le conseguenze da queste parole. E Giuseppe suo
figlio port Israele {in Egitto} e seppell suo padre nella tomba dei
suoi padri, e mantenne la promessa che Giacobbe gli aveva fatto
giurare. E di nuovo, quando Giacobbe si ammal in Egitto chiam
i suoi fratelli e i suoi figli, e fece giurare loro che non avrebbero
lasciato le sue spoglie in terra dEgitto, e disse: Quando Dio vi
far ritornare portate i miei resti con voi e metteteli con gli altri
nella tomba dei miei padri.382

Riguardo il cocchio e il vincitore del nemico


E gli Arcivescovi (o Patriarchi) risposero e dissero a Gregorio,
lOperatore di Meraviglie383: Ecco, ora lo sappiamo bene, tu ci
hai reso capaci di intendere che i Re dEtiopia sono diventati
gloriosi e grandi grazie a Sion. E anche i Re di Rm sono
diventati grandi a causa dei chiodi [della croce] che Elena384
adatt a delle briglie, ed diventata la vincitrice del nemico del Re
di Rm. Il cocchio appartiene al Re di Etiopia, e ha vinto i suoi
nemici. E raccontaci anche quanto tempo il vincitore del nemico
rimarr con il Re di Rm, e {quanto tempo} il cocchio che
racchiude Sion {rimarr} con il Re dEtiopia. Dicci, perch Dio ha
rivelato a te quanto stato e quanto sar, visione e profezia, come
a Mos e Elia. E Gregorio rispose e disse loro: Io vi riveler
cosa succeder al Re di Rm quando disubbidir e indurr Dio
ad adirarsi per la fede. Un re che verr in Rm disubbidir a
questa fede che noi abbiamo ordinata e stabilito che debba essere
osservata, e li si unir a un certo arcivescovo, e insieme
cambieranno e sovvertiranno la parola dei Dodici Apostoli, e la
faranno uscire dal desiderio dei loro cuori, e insegneranno quello
che parr loro e stravolgeranno le Scritture per adattarle alla loro
natura, come dice lApostolo Si sono comportati come [il popolo
di] Sodoma e Gomorra.385 E nostro Signore disse ai Suoi
Discepoli nel Vangelo: Guardatevi da coloro che verranno a voi
in vesti di agnelli, e che sono invece lupi travestiti.386 E dopo
che avranno distrutto la fede, {Elena} la vincitrice dei nemici sar
portata lontano da loro, e non ci sar nessuno di coloro che hanno
cambiato la nostra fede che sieder sul trono di Pietro, e ai loro
Arcivescovi saranno tolte le viscere se si siederanno su di esso con
fede perversa. Perch allAngelo di Dio stato comandato di
proteggere il trono di Pietro in Rm. E Dio allontaner la
vincitrice dei nemici dal re che non difender la fede, e i persiani
gli muoveranno guerra e lo sconfiggeranno, e mi pare che il suo
nome sia Marcione lApostata387. E il Re di Persia, il cui nome
Harnws (Ireneo)388 lo conquister (?) e lo porter via,
assieme al suo cavallo, e per Volont di Dio il cavallo sul quale sta
il vincitore del nemico verr aizzato, entrer nel mare e cola
perir. Ma i chiodi389 rifulgeranno nel mare finch Cristo non
sar ritornato di nuovo nella gloria su una nube del cielo, assieme
al potere.
In poche parole, questo quanto Dio mi ha mostrato. E riguardo il
Re dEtiopia, Sion, la Sposa del cielo e il suo cocchio con il
quale si muove, io vi dir ci che il mio Dio mi ha rivelato e mi
ha fatto comprendere. [LEtiopia] continuer nellortodossia della
fede fino a

381 Genesi 47, 29


382 Genesi 1, 25
383 Probabilmente Gregorio I detto il Grande, Papa dal 590 al 604
d.C.
384 Flavia Giulia Elena, madre di Costantino I imperatore
romano, 248 d.C. 329 d.C.
385 Matteo 10, 15
386 Matteo 7, 15
387 Marcione fu imperatore bizantino dal 450 al 457 d.C.
388 Secondo alcuni, il nome Harnws potrebbe essere storpiato
da Khusrau I, imperatore di Persia che mise a sacco Antiochia nel
540 d.C.
389 Sono i chiodi adattati da Elena alle briglie del cavallo, cfr.
linizio del capitolo.

quando non arriver nostro Signore, e in alcun modo si allontaner


dalla parola degli Apostoli, e sar cos come abbiamo disposto
fino alla fine del mondo.
E uno rispose e disse allOperatore di Meraviglie (cio
Gregorio): Quando arriver Samlyl, che il Falso Cristo
(Anticristo), la fede del popolo dEtiopia sar annichilita dal suo
attacco? E Gregorio rispose e disse: Certamente no. Davide non
ha forse predetto che lEtiopia far in modo che le sue mani
arrivino a Dio?390 E questo che egli ha detto significa che gli
etiopi non rinnegheranno n cambieranno questa nostra fede e ci
che abbiamo ordinato, e nemmeno la fede di coloro che sono
prima di voi, che hanno diffuso la Legge degli Apostoli.

Riguardo il ritorno di Sion


E il Tabernacolo della Legge di Dio, la Sacra Sion, rimarr qui
sino a quando nostro Signore dimorer sul Monte Sion; e Sion
verr e apparir a tutti coloro che saranno pronti, con tre sigilli
proprio come Mos le aveva dato com' scritto nell'Antica e nella
Nuova Legge: "Sul giuramento di due o tre testimoni tutto sar
stabilito."391 E poi, dice il Profeta Isaia, "i morti si desteranno,
e coloro cha sono nelle tombe vivranno, poich la rugiada che
[stilla] da Te la loro vita."392 E quando i defunti si leveranno, la
Misericordia con la quale Egli inond la terra cesser; essi si
leveranno dinnanzi a Lui con le opere da loro compiute. Ed Enoch
ed Elia verranno, viventi, cosicch possano rendre testimonianza,
e Mos e Aronne torneranno dai morti alla vita con tutti. Ed essi
apriranno le cose che la (Sion) tengono in catene, e faranno in
modo che gli ebrei vengano visti come i crocifissori, e li
puniranno e li rimprovereranno per tutto ci che hanno fatto per
storpiare la Parola di Dio. E gli ebrei vedranno ci che Egli ha
scritto per loro di Suo pugno le Parole dei Suoi Comandamenti,
e la manna con cui li nutr senza alcuna fatica [per loro], e in
quale quantit; il Gomor, la divina Sion scesa per la loro
salvezza, e il bastone di Aronne fiorito allo stesso modo di
Maria.

Riguardo il giudizio di Israele


Ed Egli risponder e dir loro: Perch Mi avete rinnegato, perch
Mi avete trattato con malvagit, perch Mi avete crocifisso, [pur
vedendo che] Io avevo fatto tutto questo per voi, e che con la
Mia discesa [dal cielo] Io vi avevo liberato da Satana e dalla sua
schiavit, e che Io venivo a voi per amor vostro? Guardatevi e
vedete come Mi avete trafitto con chiodi e come Mi avete
trapassato con la lancia. E i Dodici Apostoli si alzeranno,
esprimeranno il loro giudizio e diranno: Avremmo tanto voluto
che ci ascoltaste, ma non avete dato retta alla profezia dei Profeti
e alla predicazione degli Apostoli. E gli ebrei verseranno lacrime
e si pentiranno quando sar inutile farlo, ed entreranno nella
punizione eterna; e saranno rinchiusi con il Demonio, il padre loro
che li ha guidati, con i suoi demoni che li posero fuori del giusto
cammino, e con i malvagi. E coloro che hanno creduto e che sono
stati battezzati nella Santissima Trinit, e hanno ricevuto il Suo
Corpo e il Suo Sangue, diventeranno i Suoi servi con lintero loro
cuore, perch non vi nessuno che pu completamente odiare il
Suo Corpo. Il Corpo di Cristo grida per il dolore nel nostro
corpo, ed Egli ha compassione a causa del Suo Corpo e del Suo
Sangue, perch essi sono divenuti i Suoi figli e i Suoi fratelli. E se
c qualcuno che ha peccato sar punito nel fuoco secondo la
quantit dei suoi peccati; e se il peso del suo peccato sar
leggero, la sua punizione sar leggera, mentre se il peso del

390 Salmi 68, 31


391 Deuteronomio 19, 15; Matteo 18, 16; Giovanni 8, 17; 2
Corinzi 13, 1
392 Isaia 26, 19
suo peccato sar grande, enormemente grande sar la sua
punizione. Un giorno con Dio come un periodo di diecimila
anni; ci sar qualcuno che verr punito per un giorno; e qualcuno
per met giorno; e qualcuno per tre ore di un giorno, e qualcuno
per unora del giorno; e ci sar qualcuno che sar sottoposto a
giudizio e che sar assolto delle sue colpe.

In merito al cocchio d'Etiopia


E l'Arcivescovo rispose e disse a Gregorio, lOperatore di
Meraviglie: Ecco, ci hai raccontato riguardo il vincitore del
nemico di Rm, e adesso [raccontaci] del cocchio d'Etiopia e se
d'ora innanzi rimarr, fino alla Venuta di Cristo, come ci hai detto
riguardo Sion, e riguardo la fede del popolo dEtiopia, e
{raccontaci} anche se il loro cocchio rimarr. E Gregorio disse
loro: Sicuramente non sparir. E ancora, ascoltatemi e vi dir
questo: pochi ebrei alzeranno le loro teste contro la nostra fede in
Ngrn393 e in Armenia nei giorni a venire, e questo Dio far di
Sua Volont cos che Egli possa distruggerli, perch l'Armenia
un territorio di Rm e Ngrn un territorio che appartiene
all'Etiopia."

Riguardo il Re di Rm e il Re dEtiopia
Il Re di Rm, il Re dEtiopia e lArcivescovo di Alessandria
ora gli uomini di Rm erano ortodossi vennero informati che
dovevano annientarli. Essi, il Re di Rm ny e il Re di Etiopia
Pin.has (Fineas)394, si sarebbero preparati al combattimento, per
fare guerra ai nemici di Dio, gli ebrei, e sterminarli; essi
avrebbero devastato le loro terre, per costruirvi chiese, e avrebbero
fatto a pezzi gli ebrei al termine di questo Ciclo di dodici cicli
della luna395. Allora il regno degli ebrei verr annichilito e verr
costituito il Regno di Cristo fino allavvento del Falso Messia. E
quei due re, Giustino il Re di Rm396 e Klb il Re dEtiopia397
si incontrarono insieme in Gerusalemme. Il loro Arcivescovo
avrebbe preparato i donativi ed essi li avrebbero offerti, essi
avrebbero stabilito la Fede nellamore, e si sarebbero scambiati
lun laltro regali e saluti di pace, e si sarebbero divisi fra loro la
terra dalla met di Gerusalemme, come noi abbiamo gi detto
allinizio di questo libro. E nellinteresse della pace avrebbero
avuto congiuntamente il titolo reale [di Re dEtiopia]. Essi
sarebbero stati cosa sola con Davide e Salomone loro padri.
Quello che in fede essi sorteggiarono per essere nominato fra i Re
di Rm si sarebbe chiamato Re dEtiopia. E il Re di Rm allo
stesso modo avrebbe preso il nome di Re dEtiopia, e avrebbe
preso parte al sorteggio per mezzo del quale sarebbe stato
chiamato con Davide e Salomone loro padri, secondo lo stesso
modo dei Quattro Evangelisti. E avrebbero scelto il quarto
ciascuno nel proprio paese.
E quindi dopo che si furono uniti in un vincolo comune, ed
ebbero stabilito la giusta fede essi avrebbero stabilito che gli
ebrei non dovevano pi vivere, e ciascuno di loro {due} avrebbe
risolto di lasciare cola il proprio figlio; e il Re dEtiopia avrebbe
deciso di lasciare li il proprio primogenito il cui nome era Israele,
e sarebbe ritornato al suo paese con gioia. E arrivato al suo
palazzo reale, avrebbe grandemente ringraziato Dio, e donato il
suo corpo come offerta di lode al suo Dio. E Dio lo accetter con
gradimento, perch egli non corromper il suo corpo dopo che
ritornato, ma entrer in un monastero in purezza di cuore. E far re
suo figlio pi giovane, il cui nome Gabra Masal398, e lui stesso
si

393 Regione nel sudovest della penisola arabica.


394 Probabilmente Aphilas, re di Axum del IV sec. d.C., in egizio:
Colui dalla pelle scura.
395 Cio entro un anno.
396 Giustino I imperatore di Bisanzio, in questopera chiamata
Rm, dal 518 al 527 d.C.
397 Kaleb re del regno di Axum ed eponimo della dinastia che
porta il suo nome, 520 d.C. circa.
398 Re di Etiopia della dinastia di Kaleb, 537 565 d.C.
rinchiuder [in un monastero]. E quando questo sar detto al Re di
Ngrn, figlio di Klb, egli verr per regnare su Sion, e Gabra
Masal far sollevare i suoi eserciti, e viagger su un cocchio, e si
incontreranno allo stretto terminare del mar di Lb, e
combatteranno insieme. E la notte stessa i due pregheranno dal
tramonto fino allalba, quando il combattimento infierir su di
loro. E quando essi grideranno a Lui con lacrime di dolore Dio
osserver quello fra i due che prega, quello dei loro padri che
prega con penitenza, e dir: Questi lanziano e si alzato in
piedi per eseguire il volere di suo padre, e quello, il pi giovane,
ha amato suo padre, e ha pregato Dio [per lui].
E Dio dir a Gabra Masal: Scegli fra il cocchio e Sion. Egli
far in modo che scelga Sion, ed egli regner manifestamente sul
trono di suo padre. E Dio far in modo che Israele399 scelga il
cocchio, e regner di nascosto e non sar visibile, ed Egli lo
invier a tutti coloro che hanno trasgredito i comandamenti di Dio.
E nessuno costruir case, ma vivranno in tende, nessuno dovr
fare fatica nel lavorare, e nessuno soffrir la sete in viaggio. I loro
giorni saranno doppi di quelli degli uomini [normali], e useranno
archi e frecce per colpire e trafiggere colui che Dio odia.
Quindi Dio fece in modo che al Re dEtiopia andasse maggior
gloria, grazia, e maest rispetto a tutti gli altri re della terra a
causa della grandezza di Sion, il Tabernacolo della Legge di Dio,
la divina Sion. E possa Dio permetterci di godere della Sua gioia
spirituale, e liberarci dalla Sua collera, e renderci partecipi del Suo
regno. Amen.
Ed essi risposero e gli dissero: In verit hai parlato bene, perch
ci ti fu rivelato con laiuto dello Spirito Santo. Tu ci hai
raccontato tutto ci che ha avuto luogo, e agisci in conformit del
libro di Damtys (Domizio) di Rm. E hai anche fatto una
profezia riguardo quello che accadr alle due citt, le spose di
Cristo, le Chiese di Nestsy e di Ardy, di Mrn e dEtiopia,
le grandi citt di Dio, dove puri sacrifici e donativi verranno
offerti in ogni istante. Possa Dio mostrarci la Sua grazia! La
benedizione di tutti i santi e di tutti i martiri [sia con noi] per tutti
i secoli dei secoli! Amen. Cristo il nostro Re, e in Cristo la
nostra vita per tutti i secoli dei secoli. Amen. Amen.

Colophon
Nel testo arabo stato detto: 'Abbiamo tradotto [questo libro] in
arabo dal manoscritto copto [appartenente] al trono di Marco
l'Evangelista, l'insegnante, il Padre di tutti noi. Lo abbiamo
tradotto nel quattrocentodiciannovesimo anno di misericordia nel
paese di Etiopia, nei giorni di Gabra Masal il re, detto Llbl,
nei giorni di Abb Giorgio, il buon vescovo400. Dio non volle
averlo con traduzione e interpretazione nella lingua abissina. E
quando avevo ponderato ci perch 'Abalez e Abalfarog che
curarono (copiarono) questo libro, non lo tradussero? Dissi questo:
Venne scritto nei giorni di Zgu401 e non lo tradussero perch
il libro dice: Coloro che regnano non essendo Israeliti saranno
trasgressori della Legge. Fossero stati del regno di Israele
lavrebbero potuto redigere (o, tradurlo). E fu trovato in
Nzrt."402
"E prega per me, il tuo servo Isacco, poveruomo. E non
rimproverarmi a causa della scorrettezza della lingua parlata. Ho
lavorato molto duramente per la gloria del paese dEtiopia, e per
lavvento della divina Sion, e per la gloria del Re d'Etiopia. Ho
consultato lonesto e devoto di Dio governatore Yebka Egz,
che approv e mi disse: 'Lavora'. E

399 Si tratta di Israele re del regno Axumita, 590 d.C. circa.


400 Gabra Masal Llbl, il re pi insigne della dinastia Zagwe.
401 Zagwe. La dinastia Zagwe regn sullattuale Etiopia fra il
1137 e il 1270 d.C.
402 Citt dellEtiopia centrale.
lavorai, con l'aiuto di Dio, Egli non mi pun per i miei peccati. E
prega per il tuo servo Isacco, e per coloro che lavorarono
duramente con me per la redazione (produzione) di questo libro,
eravamo in angosciosa sofferenza, io e Yamharana Ab, e Hezba
Krests,e Andrea, Filippo e Mah.r'Ab. Possa Dio avere
misericordia di loro, e possa Egli scrivere i loro nomi nel Libro
della Vita nel regno dei cieli, con tutti i santi e i martiri nei secoli
dei secoli! Amen.

INDICE
Prefazione 4
Avvertenze 5
Introduzione 6
Lopera 6
1.Riguardo la gloria dei Re 8
2.Riguardo la grandezza dei Re 8
3.Riguardo il regno di Adamo 9
4.Riguardo l'invidia 9
5.Riguardo il regno di Seth 9
6.Riguardo il peccato di Caino 10
7.Riguardo No 10
8.Riguardo il Diluvio 10
9.Riguardo il patto di No 10
10.Riguardo Sion 11
11.La dichiarazione unanime dei trecentodiciotto Padri Ortodossi
11
12.Riguardo Canaan 12
13.Riguardo Abramo 12
14.Riguardo il patto con Abramo 13
15.Riguardo Isacco e Giacobbe 13
16.Riguardo Rbl (Ruben) 13
17.Riguardo la gloria di Sion 14
18.Come i Padri Ortodossi e i vescovi furono daccordo 15
19.Come questo Libro venne trovato 15
20.Riguardo la divisione della Terra 16
21.Riguardo la Regina del Sud 16
22.Riguardo Tmrn il mercante 16
23.Come il mercante fece ritorno in Etiopia 17
24.Come la Regina si prepar a partire 18
25.Come la Regina arriv da re Salomone 19
26.Come il Re convers con la Regina 20
27.Riguardo il bracciante 21
28.Come Salomone diede dei comandamenti alla Regina 22
29.Riguardo i trecentodiciotto [Patriarchi] 23
30.Riguardo a come re Salomone giur alla Regina 24
31.Riguardo il Segno che Salomone diede alla Regina26
32.Come la Regina partor e torn nel suo Paese 26
33.Come viaggi il Re dEtiopia 27
34.Come il giovane arriv nella terra di sua madre 28
35.Come re Salomone invi il comandante del suo esercito a suo
figlio 29
36.Come re Salomone tesse i rapporti con suo figlio 30
37.Come Salomone pose domande a suo figlio 32
38.Come il Re pens di mandare via suo figlio con i figli dei
nobili 32
39.Come fecero Re il figlio di Salomone 33
40.Come Zadok il Gran Sacerdote impart ordini a re Davide 34
41.Riguardo la benedizione dei Re 35
42.Riguardo i Dieci Comandamenti 36
43.Come gli uomini dell'esercito di Israele ricevettero ordini 37
44.Come non sia decoroso oltraggiare il Re 39
45.Come coloro che furono mandati via piansero e fecero un piano
40
46.Come elaborarono un piano riguardante Sion 41
47.Riguardo allofferta propiziatoria di Azrys (Azaria) e del Re
42
48.Come portarono via Sion 43
49.Come suo padre benedisse suo figlio 43
50.Come diedero addio a suo padre e come la citt li pianse 44
51.Come Salomone disse a Zadok il Sacerdote: Va e porta qui il
paramento che ricopre Sion 44
52.Come Zadok il Sacerdote part 45
53.Come il carro raggiunse lEtiopia 46
54.Come Davide [il Re di Etiopia] fece una profezia e rese onore a
Sion 47
55.Come il popolo dEtiopia si rallegr48
56.Sul ritorno di Zadok il Sacerdote, e della consegna del dono 49
57.Riguardo gli svenimenti di Zadok il Sacerdote 50
58.Come Salomone si lev per ucciderli 50
59.Come il Re interrog un egizio, servo del Faraone 51
60.Come Salomone si lament per Sion 52
61.Come Salomone fece ritorno a Gerusalemme 55
62.Riguardo la risposta che Salomone diede loro 56
63.Come i nobili di Israele convennero [con il Re] 57
64.Come la figlia del Faraone sedusse Salomone 58
65.Riguardo il peccato di Salomone 59
66.Riguardo la Profezia di Cristo 59
67.Riguardo le lamentazioni di Salomone 60
68.Riguardo Maria, Nostra Signora della salvezza 62
69.Riguardo la domanda di Salomone 64
70.Come regn Reboamo 65
71.Riguardo Maria, la figlia di Davide 67
72.Riguardo il Re di Rm (Costantinopoli) 67
73.Riguardo la prima sentenza di drm, Re di Rm 69
74.Riguardo il Re di Medym 69
75.Riguardo il Re di Babilonia 70
76.Riguardo i falsi testimoni 70
77.Riguardo il Re di Persia 73
78.Riguardo il Re di Moab 74
79.Riguardo il Re di Amalec 74
80.Riguardo il Re dei Filistei 75
81.Come il figlio di Sansone uccise il figlio del Re dei Filistei 75
82.Riguardo la discesa di Abramo in Egitto 76
83.Riguardo il Re degli Ismaeliti 78
84.Riguardo il Re di Etiopia e come fece ritorno al suo paese 78
85.Riguardo la gioia della Regina Mkd 78
86.Come la Regina Mkd proclam Re suo figlio 79
87.Come i nobili (o governatori) dEtiopia prestarono giuramento
79
88.Come egli stesso raccont a sua madre di come fu fatto Re 81
89.Come la Regina parl ai figli di Israele 82
90.Come Azariah lod la Regina e la sua citt 83
91.Questo ci che potrete mangiare: il puro e limpuro 85
92.Come restaurarono il Regno di Davide 87
93.Come gli uomini di Rm non ebbero pi fede 87
94.La prima guerra del Re di Etiopia 88
95.Come lonorato rango del Re dEtiopia venne universalmente
accettato 89
96.Le molte profezie su Cristo 91
97.Riguardo le lamentele di Israele 93
98.Riguardo il bastone di Mos e quello di Aronne 94
99.Riguardo i due servitori 97
100.Riguardo gli Angeli che si ribellarono 97
101.Riguardo Colui che esiste in ogni cosa e in ogni luogo 100
102.Riguardo lInizio 101
103.Riguardo i corni dellAltare 103
104.Ancora sullArca e su un discorso del Maligno 104
105.Riguardo la fede di Abramo 105
106.Profezie riguardanti la Venuta di Cristo 106
107.Riguardo il Suo ingresso glorioso a Gerusalemme 111
108.Riguardo la malvagit degli iniqui ebrei112
109.Riguardo la Sua Crocifissione114
110.Riguardo la Sua Resurrezione 115
111.Riguardo la Sua Ascensione e la Sua Seconda Venuta 115
112.Come i Profeti Lo previdero nelle loro persone 116
113.Riguardo il cocchio e il vincitore del nemico 118
114.Riguardo il ritorno di Sion 119
115.Riguardo il giudizio di Israele119
116.In merito al cocchio d'Etiopia 120
117.Riguardo il Re di Rm e il Re dEtiopia 120
Colophon 121