Sei sulla pagina 1di 12

Scienza e tecnologia dei materiali

I materiali amorfi

Docente:
Davide Janner
1
Schema della lezione:
materiale vetroso o amorfo
lo stato amorfo
velocit di raffreddamento e struttura del
materiale
confronto fra acqua e silice
come si ottiene un vetro?
I MATERIALI AMORFI

tipologie di materiali amorfi


volume specifico vs. temperatura per vetro e
solido cristallino

2
MATERIALE VETROSO O AMORFO
Materiale vetroso o amorfo: materiale ottenuto per un
progressivo irrigidimento (aumento della viscosit) di
un liquido che non e stato in grado di cristallizzare
durante il raffreddamento.
I MATERIALI AMORFI

Le strutture amorfe sono termodinamicamente


metastabili: si trasformano in cristalline se le
condizioni termodinamiche e cinetiche lo permettono.

3
LO STATO AMORFO
- Non esiste una transizione di fase solido-liquido: i
legami dei solidi amorfi non si rompono tutti alla stessa
temperatura e non c' una precisa temperatura di
fusione, il solido amorfo prima rammollisce e poi
fonde.
I MATERIALI AMORFI

- La principale differenza fra un


solido amorfo e un liquido: i liquidi
hanno atomi pi distanti e maggiore
volume libero.

4
EFFETTO DELLE DIVERSE VELOCITA DI
RAFFREDDAMENTO SULLA STRUTTURA DEI
MATERIALI e BDG

Velocit di raffreddamento
I MATERIALI AMORFI

5
LA STRUTTURA AMORFA
La struttura amorfa una struttura priva di:
ordine a lungo raggio
temperatura di fusione

(es: vetri inorganici, polimeri)

Esiste negli amorfi un ordine a corto raggio, cio


I MATERIALI AMORFI

qualche (10 = 1 nm) ; questo ordine dato,


nel caso dei vetri comuni, dalla struttura tetraedrica
nella quale si dispongono gli ioni Si e O, struttura
che non si ripropone con la periodicit tipica dei
materiali cristallini.
6
Lo stato amorfo non stabile:
se si riscalda un amorfo a temperatura e tempi opportuni,
esso diventer cristallino.

Se si raffredda un liquido ad una velocit di


raffreddamento opportuna tale da lasciargli il
tempo di disporsi in maniera ordinata, esso
I MATERIALI AMORFI

diventer cristallino.

Per ottenere un amorfo, occorre raffreddare il fuso


a velocit elevate.

7
CONFRONTO FRA ACQUA E SILICE
Lacqua (H2O) un debole
formatore di vetro: La silice (SiO2) un forte
- lacqua congela a 0 C (273 K) formatore di vetro.
ma la si pu sottoraffreddare fino La si pu raffreddare a 10-10
a -42 C C/min e ancora non cristallizza.
- se la si raffredda pi Ci significa che raffreddando da
velocemente di 1000000 C/min 2000 a 1000 C in 20 milioni di
(da 25 C a 125 C in 9 ms) anni la silice forma ancora un
lacqua non riesce a cristallizzare vetro!!
e diventa un vetro dacqua
I MATERIALI AMORFI

H2O SiO2

Nessun legame forte fra le Gli atomi di Si non possono


molecole le molecole possono muoversi indipendentemente
scorrere reciprocamente perch sono legati da legami
covalenti (forti)
8
COME SI OTTIENE UN VETRO?
Per realizzare lo stato vetroso partendo dallo stato liquido
occorre che la velocit di raffreddamento della sostanza
desiderata (a T < Tfusione) sia MAGGIORE della sua velocit
di cristallizzazione.

I liquidi vetrogeni (possono dar luogo a vetri in condizioni


I MATERIALI AMORFI

normali di raffreddamento) elevata viscosit in prossimit


della loro temperatura di fusione (unit strutturali complesse
e molto sviluppate)

Esempio: SiO2 fusa a 1720C ha = 106 [Pas]

Mentre l H2O a 20C ha = 10-3 [Pas]

9
TIPOLOGIE DI MATERIALI AMORFI
Definizione generale di vetro: qualsiasi sostanza che, in
opportune condizioni, realizza lo stato amorfo.

1. Ceramici:
- ossidi inorganici i vetri tradizionali
- fluoruri inorganici vetri fluorurati
- calcogenuri inorganici vetri calcogenuri
- ossido di tellurio vetri telluriti
I MATERIALI AMORFI

2. Metalli: i vetri metallici (ottenuti in nastri sottili con vel.


raffreddamento di 107 [C/s])
3. Composti organici: glicerina, glucosio (caramello)
4. Polimeri: i polimeri presentano quasi sempre zone amorfe
(PET, Plexiglas, )
5. ...etc...zolfo, selenio, fosforo

10
VOLUME SPECIFICO vs. TEMPERATURA
PER VETRO E SOLIDO CRISTALLINO

Volume specifico
=
volume per unit di massa
=
inverso della densit
I MATERIALI AMORFI

Tg = temperatura di
transizione vetrosa
Tm = temperatura di fusione Tg

11
VOLUME SPECIFICO vs. TEMPERATURA
PER VETRO E SOLIDO CRISTALLINO
Al raffreddamento:

Materiali cristallini alla temperatura di solidificazione


(o fusione), Tm, brusca diminuzione del volume

Materiali amorfi
I MATERIALI AMORFI

- diminuzione continua del V al diminuire di T

- variazione di pendenza della curva alla temperatura


di transizione vetrosa, Tg

12