Sei sulla pagina 1di 19

Il

coccodrillo

1
Il
coccodrillo
2 3
Autori
Massimiliano Acampora
Antonio Brunetti
Miriana Carrino
Simone Drago
Federico Fugazzi
Matteo Garofalo
Yousef Hamouie
Yoanna Henin
Marco Liuzzi
Mattia Longu
Valentina Massaro
Michele Mileto
Giorgia Monopoli
Riccardo Mucci
Elisa Occhiuzzo
Greta Polito
Giulia Remini
Sarah Rigoldi
Scuola primaria statale Italo Calvino Ylenia Sardella
via Liguria, 11
Cologno Monzese (Mi) Nicole Sempreviva
Anno scolastico 2005 - 2006
Noemi Troiano

Classe 2a B
insegnanti Maurizia Carnevale, Anna Maria Panarace, Nadia Ponci

Questo titolo appartiene alla collana collegata al progetto


La scuola come casa editrice
condotto da anni nella scuola Italo Calvino.

4 5
Prefazione
Dopo aver letto tre testi che parlano della vol-
pe, abbiamo affrontato una discussione insieme.

La volpe e luva
Spinta dalla fame sotto un alto pergolato, una volpe cer-
cava di afferrare luva, saltando con tutte le sue forze.
Visto che non riusciva neppure a toccarla, allontanandosi
disse: - Non ancora matura. Non voglio mangiarla acer-
ba. (Fedro)

La volpe
La volpe un mammifero. Mangia quasi tutto: bacche,
insetti, rettili. Per acchiappare gli uccelli si finge morta e
aspetta che si avvicinino. La specie pi comune di gros-
se dimensioni, di colore generalmente rossiccio e bianco;
vive nei luoghi boscosi e di notte va in cerca di cibo, avvi-
cinandosi alle case di campagna.

Alla volpe
Questo quel pergolato
e questa quelluva
che la volpe della favola
giudic poco matura
perch stava troppo in alto.
Fate un salto
fatene un altro.
Se non ci arrivate
riprovate domattina,
vedrete che ogni giorno
un poco si avvicina
il dolce frutto;
lallenamento tutto.
(G. Rodari)

6 7
I tre testi parlano dello stesso argomento, ma sono strut-
turati in modo diverso: dal primo testo ricaviamo uno
schema temporale, dal secondo uno schema a cornice e
dal terzo una scena.
La diversit dei testi dipende dallo scopo che si era pre-
fissato lo scrittore: nel primo testo Fedro ha scritto una
favola per insegnarci ad essere onesti, nel secondo il natu-
ralista ha scritto un testo scientifico informativo per farci
conoscere una specie animale, nel terzo Gianni Rodari ha
scritto una poesia per farci capire un vissuto: il coraggio
di non arrenderci mai.

Ora proviamo anche noi


a scrivere testi di tipo-
logie diverse, dopo aver
scelto un unico argomento:

il

8 9
TESTI
POETICI non c nessuno che lo sa.
Si dice mangi troppo,
non metta mai il cappotto,
che con i denti punga,
Il coccodrillo come fa? che molto spesso pianga,
(Testo: O. Avogadro - Musica: P. Massara) per quand tranquillo
come fa sto coccodrillo?
Canzone proposta da Miriana
Il coccodrillo come fa
Oggi tutti insieme non c nessuno che lo sa.
cercheremo di imparare Si arrabbia ma non strilla,
come fanno per parlare sorseggia camomilla
fra di loro gli animali. e mezzo addormentato se ne va.
Come fa il cane? Bau! Bau!
E il gatto? Miao! Adesso ripetiamo,
Lasinello? Hi! Hoo! Hi! Hoo! se vogliamo ricordare,
La mucca? Muuu! come fanno per parlare
La rana? Cra! Cra! fra di loro gli animali.
La pecora? Beee! Come fa il cane? Bau! Bau!
E il coccodrillo? E il gatto? Miao!
E il coccodrillo? Lasinello? Hi! Hoo! Hi! Hoo!
La mucca? Muuu!
Boh! La rana? Cra! Cra!
Il coccodrillo come fa La pecora? Beee!
non c nessuno che lo sa. E il coccodrillo?
Si dice mangi troppo, E il coccodrillo?
non metta mai il cappotto,
che con i denti punga, Boh!
che molto spesso pianga,
per quand tranquillo Il coccodrillo come fa
come fa sto coccodrillo? non c nessuno che lo sa.
Si dice mangi troppo,
Il coccodrillo come fa non metta mai il cappotto,
non c nessuno che lo sa. che con i denti punga,
che molto spesso pianga,
Si arrabbia ma non strilla, per quand tranquillo
sorseggia camomilla come fa sto coccodrillo?
e mezzo addormentato se ne va.
Guardo sui giornali, Il coccodrillo come fa
non c scritto niente: non c nessuno che lo sa.
sembra che il problema Si arrabbia ma non strilla,
non importi alla gente. sorseggia camomilla
Ma se per caso al mondo e mezzo addormentato se ne va.
c qualcuno che lo sa,
la mia domanda Avete capito
ancora questa qua come fa il coccodrillo?

Il coccodrillo come fa Lui mezzo addormentato se ne va!

10 11
LILLO
IL
COCCODRILLO
dei bambini della 2B

Nuota beato in una palude


e dessere un re sillude Lillo,
un tranquillo coccodrillo.

Ogni mattina la testa gli prude


e la sua amica Geltrude
sollecita gliela gratta
con una vecchia ciabatta.

Ogni pomeriggio va in citt


per frequentare luniversit,
ma dopo tre ore se ne va.

Ogni sera al ristorante


per mangiarsi un intero elefante.

E quando va a letto
sogna di pesare solo un etto.

12 13
TESTI
NARRATIVI
FIABE
Il
coccodrillo
bravo
Matteo

Cera una volta un coccodrillo bravo che aiutava le perso-


ne anziane, per tutti credevano che non fosse bravo: lo
credevano un ladro e nessuno si fidava di lui. Un giorno un
cane attravers la strada proprio mentre passava veloce
un camion, ma arriv il coccodrillo che lo salv e tutti ca-
pirono che era buono.

Morfeus
in
cerca
dellamore
Nicole

Cera una volta in una foresta incantata una enorme pa-


lude.
L viveva un grosso coccodrillo di nome Morfeus, che stan-
co della sua cattiveria e della sua solitudine decise di tro-
vare la sua anima gemella. Desiderava avere al suo fianco
una dolcissima coccodrilla tutta sua. Fu cos che dopo
qualche giorno la trov ma cera un grosso problema: pur-
Nicole
troppo era gi impegnata con un altro signor coccodrillo.
Povero Morfeus! Si era davvero innamorato, ma purtroppo
dovette lasciarla stare. Morfeus si arrese, per continu il
suo viaggio in cerca della sua anima gemella.

14 15
Il
coccodrillo
Lillo
Marco

Il coccodrillo Lillo passava le sue ore a sonnecchiare, una


sua amica si trovava nelle vicinanze e decise di andarlo a
trovare e di portargli un bel pezzettone di prosciutto con
la gelatina. Lillo si svegli per il profumo del prosciutto.
Dopo che la sua amica era arrivata si mangiarono il pro-
sciutto raccontandosi vecchie storie e barzellette. Per Lillo
quel giorno fu il migliore.

Un
coccodrillo

Giulia

Cera una volta un coccodrillo di nome Birillo. Viveva in un


lago lungo lungo che Birillo chiamava il lago dello Stre-
gone perch ci abitava anche uno stregone. Lo stregone
poteva trasformare i coccodrilli in scarafaggi. Birillo lo vo-
leva affrontare cos part. Dopo quattro giorni e quattro
notti arriv da un mago che fece una magia e trasform lo
stregone in una formica piccola piccola.
Cos da quel giorno il coccodrillo visse felice e contento,
mentre lo stregone formica aveva paura di tutto, anche
degli scarafaggi!

Un
bellissimo
coccodrillo
bravo
Antonio
Giulia
Cera una volta un uovo a pallini gialli. Il giorno dopo si
schiuse e usc un bellissimo coccodrillo, ma il piccolo non
lo voleva nessuno. Poi lo vide una bambina e lo prese
in braccio; quel giorno il piccolo gioc con la bambina e
si divert tantissimo perch erano diventati amici. Poi la
bambina lo port allo zoo, perch non lo poteva tenere in
casa. Cos lo poteva sempre andare a visitare.

16 17
Il
coccodrillo
obeso Uno
strano
coccodrillo
Massimiliano Yousef

Un coccodrillo un giorno vide un ippopotamo e lo divor, Cera una volta un coccodrillo strano perch non aveva la
poi mangi altre sette prede e and avanti cos per set- pelle verde come gli altri coccodrilli, ma era tutto giallo.
timane. Poi un giorno un altro coccodrillo gli disse di non Tutti gli animali della giungla ridevano di lui perch il coc-
mangiare troppo, altrimenti non avrebbe pi potuto muo- codrillo passava tutto il giorno ad abbronzarsi sotto il sole,
versi e cacciare, il coccodrillo lo ignor e se ne and per pensando di diventare un po pi scuro, ma il suo colore
la sua strada. Dopo una settimana, il coccodrillo che gli non cambiava mai. Un bel giorno pass di l un grosso
aveva dato quel consiglio lo ritrov steso sulla sponda del drago che vide il coccodrillo tutto solo. Era dispiaciuto e
fiume. Quando il poveretto lo vide, lo implor di aiutarlo decise di aiutarlo: sput il fuoco dalla bocca e bruci la
perch era molto affamato e non riusciva ad alzarsi. Allora pelle del coccodrillo che divent pi scura. Tutti rimasero
laltro coccodrillo acconsent ad aiutarlo e i due divennero a bocca aperta e premiarono il coccodrillo coraggioso fa-
buoni amici. cendolo diventare il re dei coccodrilli.

Massimiliano Yousef

18 19
Il
coccodrillo Un
coccodrillo
strambo
Valentina Simone

Cera una volta un coccodrillo che viveva da solo da due Cera una volta un coccodrillo un po strambo: andava al
anni in una grotta perch si era perso. In quella grotta mare in inverno e ogni volta tornava a casa congelato. Un
cerano: ragni, polvere e sporcizia, per cera anche un giorno dinverno era al mare e quando entr in acqua si
letto con sopra una coperta gialla. Il coccodrillo si sdrai congel e mentre era congelato tutti credevano che fosse
sopra al letto e si addorment. Si alz dal letto e and una statua. Quando arriv lestate tutti ricominciarono ad
fuori a cercare da mangiare e mentre raccoglieva delle avere paura di lui.
fragoline di bosco ud degli strani rumori che provenivano
dal bosco. Cominci a gridare aiuto e a correre veloce e si
ritrov vicino al fiume dove ritrov i suoi genitori. E visse-
La
fiaba
del
coccodrillo
buono
Ylenia
ro felici e contenti.
Un coccodrillo non aveva neanche un amico perch tutti
pensavano che era cattivo. Un giorno il coccodrillo incon-
tr una piccola tartaruga, le disse: - Vuoi diventare la mia
amica? La tartaruga rispose: - Ma cosa ti salta in men-
te!!!! Tu sei cattivo!
Il coccodrillo rispose: - Io non sono cattivo come tutti gli
altri coccodrilli, io sono buono!
La tartaruga dice al coccodrillo che gli vuole credere e
convinse gli altri animali che il coccodrillo non era cattivo
e gli altri animali andarono dal coccodrillo a chiedergli scu-
sa. Alla fine tutti vissero felici e contenti.

Valentina Ylenia

20 21
Il
coccodrillo Il
coccodrillo
Elisa Giorgia

Cera una volta un coccodrillo che era tutto solo. Un giorno Cera una volta una fabbrica che produceva le uova di Pa-
arriv un elefante che gli disse: - Vuoi che ti aiuti? Lui non squa. Un giorno mancava un commesso. Il commesso era
rifiut. Poi lelefante gli disse: - Perch non diventiamo andato in una palude a prendere un uovo di coccodrillo e il
amici? Lui tutto contento gli disse di s. giorno dopo port luovo in fabbrica. Il commesso si chia-
mava Robin. Robin mise luovo nella sezione delle sorpre-
se. Dopo quattro ore iniziarono a fare le uova di Pasqua e
a incartare le sorprese. Poi le uova confezionate vennero
messe in vetrina. Luovo con dentro il coccodrillo aveva la
carta viola.
Un bambino di nome Jaques lo volle comprare. Entr, lo
compr e quando arriv a casa lo apr subito e come sor-
presa trov un coccodrillo.
Jaques disse: - Ma un coccodrillo! Non posso tenerlo!
Quando lo disse alla mamma, la mamma disse: - Jaques
andiamo allo zoo di spedizione e mandiamolo nella pa-
lude!
Jaques accett.
Il giorno seguente lo spedirono alla sua famiglia. La fa-
miglia del coccodrillo visse felice e anche Jaques e la sua
mamma.

Elisa

Giorgia

22 23
Il
coccodrillo
dormiglione Lillo
il
coccodrillo
Yoanna Noemi

Questa mattina Gigio non voleva alzarsi dal letto, perch Cera una volta un coccodrillo di nome Lillo. Lillo passava
aveva sonno. Cos per la terza volta fa tardi al lavoro. A le sue giornate in campagna da Gertrude. Insieme gioca-
un certo punto Gigio si ricorda del lavoro e dice: - Sono vano, scherzavano e si divertivano. Ma un giorno Gertrude
troppo in ritardo! Mi devo sbrigare!! incontr un nuovo amico e cominci a passare molto tem-
Gigio prende la sua macchina e corre andando a 100 al- po con lui dimenticandosi di Lillo. Ogni volta che lo incon-
lora, poi fa un incidente, i vigili si spaventano perch non trava lo vedeva sempre pi triste, ma non capiva il per-
avevano mai visto n coccodrillo in macchina. Lo portarono ch. Solo quando il suo nuovo amico part, Gertrude cap
allospedale, quando lo misero sulla barella la sfond e lo perch Lillo era triste. Lillo anche se era molto arrabbiato
dovettero ingessare tutto. consol Gertrude, cos rimasero sempre molto amici.

Il
coccodrillo
che
parla
Sarah Il
coccodrillo
Michele
Cera una volta in un grande paese un coccodrillo appena
nato che parlava, perch una strega gli aveva fatto una Cera una volta un coccodrillo di nome Formaggino che
magia. Gli altri coccodrilli erano scioccati e stavano sem- non aveva amici con cui giocare. Un giorno incontr un
pre in casa perch avevano paura che la strega li trasfor- elefante, una giraffa, un ippopotamo e una scimmia con
masse come quel coccodrillo. Le notizie di quel coccodrillo cui gioc. Il giorno dopo il coccodrillo cap che gli amici
le avevano ascoltate dal telegiornale. Un giorno per quel avevano trovato una moglie e cos non giocarono pi con
coccodrillo mimando li convinse a lottare tutti contro la il coccodrillo. Il coccodrillo cap che doveva partire verso
strega. un altro paese, lAustralia. In Australia il coccodrillo trov
Cos la sconfissero. E lincantesimo svan e vissero tutti degli altri amici che giocarono con lui a pallone e vissero
felici e contenti. felici e contenti.

Sarah Michele

24 25
Un
coccodrillo
gentile
Federico

Un coccodrillo annoiato se ne stava sdraiato sotto il sole.


Allimprovviso arriva unerbivora della famiglia dei dino-
sauri con il collo lungo, che si mette a mangiare tantis-
sima erba. Il coccodrillo non la vuole divorare perch a
lui non piace la sua carne. Allora il coccodrillo si avvicina
allerbivora. Lei sente un rumore e se ne va via.
Il coccodrillo voleva solo fare amicizia e quindi si mette a
piangere e ne ritorna a casa.
La mattina dopo il coccodrillo si mette un vestito da er-
bivora; quando rivede lerbivora le chiese: - Buongiorno,
come stai?
E lei risponde: - Bene!
Allimprovviso sentono tanti rumori: sono dieci tirannosau-
ri rex. Lerbivora scappa, il coccodrillo si toglie il vestito e
difende lerbivora; con un colpo di bocca e di coda fa scap-
pare i dieci rex. Lerbivora contenta si rivolge al coccodrillo
e gli dice: - Grazie coccodrillo, sei stato coraggioso!!!
Al coccodrillo vengono le guance rosina e cos diventano
grandi amici.

Federico

26 27
Desiderata
e
Gerardo son Sandro, il coccodrillo, e tu chi sei? gli chiese. Il lupo
Riccardo rispose: Sono Siro il lupo e mi sono ferito una zampa.
Non riesco a muovermi e la mia tana lontana.
Per il compleanno di Desiderata i suoi genitori le regala- Sandro gli disse: Ti aiuteremo io e i miei amici. Forza ra-
rono un uovo viola con i pallini rossi. Un giorno luovo si gazzi, uscite dai cespugli!.
schiuse e nacque un piccolo coccodrillo verde. Il giorno Uno dopo laltro vennero fuori, costruirono una barella e
dopo Desiderata offr al coccodrillo tre panini, ma li rifiu- portarono a casa il lupo Siro. Per ringraziarli Siro poi li in-
t. Allora suo fratello Gerardo gli offr un dolce, ma rifiut vit a cena.
anche quello. Dopo tre giorni di digiuno totale, decisero di
portarlo dal veterinario per farsi dire cosa dargli da man-
giare. Ma durante la notte il coccodrillo, che ormai moriva
di fame, si mangi tutta la frutta. Fu cos che capirono che
quel coccodrillo mangiava solo frutta. Per un po le cose
andarone bene: il coccodrillo mangiava, dormiva, giocava
con Desiderata e Gerardo e cresceva tranquillo. In punto
che cresceva troppo, non ci stava pi in casa dalla gran-
dezza. Decisero di metterlo in giardino. Si mise sullama-
ca, ma la sfond. Alla fine molto dispiaciuti lo portarono al
Safari Park e lo lasciarono l insieme agli altri coccodrilli.

Un
giorno
con
Sandro
Greta

Una mattina Sandro il coccodrillo and a fare un pic-nic


con i suoi amici. Gli amici di Sandro erano: Scimmio, Pe-
losino, Leoncino, Tigrino, Formaggino il serpentino, Lupi-
no e Cervino. Sandro il coccodrillo cominci a mettersi in
cammino lungo un sentiero, lui non sapeva la strada, cos
andarono nella direzione sbagliata. Si ritrovarono in un
bosco pieno di cipressi e la luce non riusciva a filtrare tra
le fronde. Improvvisamente furono al buio. Sandro ud un
ululato spaventoso e i suoi amici cominciarono a scappare
in tutte le direzioni. Sandro, invece, era molto coraggioso
e decise di scoprire da dove proveniva lululato. Lenta-
mente si avvicin ad un cespugluio e vide un lupo. Ciao, Greta

28 29
CRONACA LEGGENDA
Capriate (BG). L8 maggio 2006 la classe 2B della scuola Nel museo de Il Cairo si pu vedere un coccodrillo mum-
Italo Calvino di Cologno Monzese (MI) - viale Liguria, 11 mificato.
- si recata in gita al parco della Minitalia per visitare il Infatti tanto tempo fa gli antichi egizi credevano che i coc-
rettilario. codrilli fossero divinit, forse perch potevano mangiare
Un bambino di nome Matteo G. purtroppo inciampato in un sol boccone unantilope o forse perch se un ippo-
mentre correva ed caduto in una vasca di alligatori. Il potamo provava a mordere un coccodrillo non gli faceva
pi grosso alligatore presente si subito avventato sul niente grazie alle dure placche che proteggevano il suo
bambino addentandogli un braccio. Il bambino urlava corpo.
disperato mentre lalligatore lo trascinava verso il bordo Su questi animali si raccontano anche delle leggende. La
della vasca dove un guardiano, immediatamente, lo liber pi famosa quella del Coccodrillo guardiano. Si dice
dalle fauci del predatore. che solo chi discendente di un faraone riuscir a soste-
Il bambino usc illeso dalla brutta avventura; ci era stato nere lo sguardo del coccodrillo e a trovare la tomba del
possibile perch lalligatore aveva appena mangiato. suo antenato.
Un giorno i signori Drago, durante una vacanza in Egitto,
visitarono il museo archeologico.
Furono attratti proprio dalla mummia del coccodrillo e co-
minciarono a fissarlo con tale intensit che non riuscirono
pi a sottrarsi allo sguardo freddo, ma penetrante del coc-
codrillo. Allimprovviso si apr una botola nel pavimento e
intravvidero una scala a chiocciola che scendeva nei sot-
terranei bui. Come spinti da una forza magnetica scesero
le scale e improvvisamente si ritrovarono nella tomba del
faraone Dragon.
La sala era enorme, al centro si innalzava un grande sar-
cofago; tuttintorno trofei, spade, bastoni ricurvi come
quelli dei pastori e altri oggetti del faraone; lungo le pa-
reti tavoli su cui cerano vassoi doro con frutta e cibo di
ogni genere. I signori Drago non credevano ai loro occhi:
erano di fronte ad un vero tesoro!
Quando raccontarono ci che era accaduto loro, il presi-
dente dellEgitto li riconobbe come onorevoli discendenti
del faraone Dragon.
Matteo Diffusa la notizia, furono in molti a visitare il museo per

30 31
scoprire lesistenza di un altro eventuale discendente di
qualche faraone, ma finora il coccodrillo guardiano tor- TESTI

INFORMATIVI
nato a fare solo la mummia.
I coccodrilli possono raggiungere 7 metri di lunghezza e
superare 100 anni di et. Sono dotati di testa appiattita e
larga, hanno una lunga coda schiacciata sui lati, 4 zampe
con 5 dita anteriori e 4 posteriori palmate, il dorso lorica-
to, cio coperto di placche ossee che formano una coraz-
za. Hanno 19 denti sulla mascella superiore e 15 su quella
inferiore. I coccodrilli riescono a divorare prede enormi
senza masticare.
Sono agilissimi in acqua e amano crogiolarsi al sole con le
fauci spalancate, trascorrono la notte in acqua e il giorno
sulla terra.
Un uccellino di nome Piro Piro si posa sul coccodrillo per li-
berarlo dai parassiti che lo infestano e non teme di entrare
nella sua bocca per beccare frammenti di cibo tra i denti.
Questa forma di collaborazione si chiama simbiosi.
(Massimiliano, Matteo, Miriana)

Gli alligatori e i coccodrilli sono rettili semiacquatici, quan-


do hanno scelto un territorio per nidificare, combattono
per difenderlo. Mentre i maschi stanno di guardia, le fem-
mine scavano buche o fabbricano monticelli di fango e
vegetazione, e vi depositano uova dal guscio molle. Quan-
do i piccoli emergono, con squittii e grugniti stimolano la
madre a disfare il nido e liberarli.
I coccodrillini sono voraci carnivori come i genitori; appe-
na nati si nutrono di insetti e di altre piccole prede, poi di
Simone pesci e di uccelli acquatici e infine di qualsiasi animale che
capiti a tiro delle loro robuste mandibole.
(Antonio, Giulia, Sarah)

Lalligatore presenta un muso largo e arrotondato e una


particolare dentatura. Si conoscono due specie, una pre-
sente dei fiumi degli Stati Uniti e laltra nei fiumi della

32 33
Cina), in prossimit dei fiumi, dei laghi e degli stagni. periore della testa per poter vedere e respirare semisom-
Il coccodrillo marino, unico tra i loricati, pu vivere sia in mersi. Una seconda palpebra trasparente protegge gli
acqua dolce che in acqua salata; per regolare lequilibrio occhi sottacqua. Le grosse piastre ossee che ricoprono il
salino dellorganismo, espelle i sali in eccesso assunti corpo hanno i bordi rialzati e mutano singolarmente o a
dallacqua marina, attraverso la membrana nittitante e le chiazze.
ghiandole lacrimali. I maschi dei crocodili sono territoriali e si accoppiano con
I coccodrilli si riconoscono per il muso triangolare allun- molte femmine. Ogni femmina depone uova vicino al-
gato e per il quarto dente mandibolare che sporge dalla lacqua, in un cumulo di materiale vegetale e fango o in
bocca chiusa. Possono raggiungere i 7 metri di lunghezza un buco sotterraneo. Le femmine sorvegliano le uova e
e la tonnellata di peso. Alcuni di essi sono fra i pi grandi quando sentono il richiamo dei piccoli, li aiutano ad usci-
rettili attualmente viventi. re dal nido. Rimangono accanto a loro per parecchi mesi
Si nutrono di mammiferi di grandi dimensioni come anti- per proteggerli dai predatori.
lopi, bufali e ippopotami. (Riccardo, Federico, Nicole)
In alcune parti del mondo le uova di coccodrillo sono con-
siderate un alimento appetibile e, come tali, consumate
dalluomo.

Classificazione scientifica: i coccodrilli costituiscono la fa-


miglia dei crocolidi, dellordine dei loricati, della classe dei
rettili, del tipo dei vertebrati.
(Simone, Michele, Noemi)

Questi grandi rettili sono fra i pochi superstiti dellera dei


dinosauri, infatti non sono molto cambiati nel corso degli
ultimi 65 milioni di anni. Classificati con il nome di cro-
colidi, a questordine appartengono coccodrilli, alligatori,
caimani e una specie di gaviale.
I crocolidi sono formidabili predatori parzialmente acqua- Yousef
tici. La maggior parte di essi vive nellacqua dolce, alcuni
invece in territori raggiunti dalla marea e occasionalmente BIBLIOGRAFIA
Elenco di libri da cui abbiamo tratto le informazioni scientifiche
si spingono fino in mare. Alligatori e caimani (tranne una
specie) vivono solo in America. I coccodrilli sono pi diffu- Il grande libro degli animali, De Agostini, Autori vari
Linfanzia degli animali, Mondadori Editore, Bernard Stonehouse
si in Asia, Africa e Australia. Enciclopedia per le ricerche, Dami Editore, Autori vari
Tutti i crocolidi hanno il corpo largo e leggermente schiac- Enciclopedia illustrata - Rettili e insetti, De Agostini, Glenn Shea e Dan Bickel
Grande enciclopedia per ragazzi - Animali, volume 1, Biblioteca di Repubblica,
ciato, la coda appuntita ai lati e muscolosa, le mascelle curatore David Burnie
possenti, gli occhi e le narici spostati verso la parte su- I pinguini e gli animali del polo sud, Corriere della sera, Danilo Mainardi e Angelo
Mojetta

34 35
COLIN
CROCODILE Dad: No.
Mamma: Is he in the living room?
(Dialogo estrapolato da una lezione di inglese)
Dad: No, hes in the bedroom.
Colin: Im hungry. Im very hungry.
On Sunday
Blossom: Colin, do you like lollipops?
Crick! Crack!
Colin: No, I like bananas. Yum, Yum, I like bananas.
Mamma: Listen. Whats that?
Crick! Crack!
On Thursday
Gerry: Its in the bag.
Mamma: Wheres Colin Crocodile? Is he in the kitchen?
Daisy: Its my egg. Crick! Crack!
Daisy: No.
Pap: Its an animal.
Mamma: Is he in the living room?
Daisy: No.
Blossom: Is it an elephant?
Mamma: Is he in the bedroom?
Daisy: No.
Daisy: No. Hes in the bathroom.
Blossom: Is it a monkey?
Colin: Im hungry. Im very hungry.
Mamma: No.
Toby: Colin, do you like ice-cream?
Blossom: Is it a lion?
Colin: No, I like bananas. Yum, Yum, I like bananas.
Dad: No, its a small crocodile.
Colin: Hello! Im Colin Crocodile.
On Friday
Tutti: Hello
Mamma: Wheres Colin Crocodile? Is he in the kitchen?
Tutti: No!
On Monday
Mamma: Is he in the living room?
Mamma: Wheres Colin Crocodile?
Tutti: No!
Daisy: In the kitchen.
Mamma: Is he in the bedroom?
Colin: Im hungry, Im very hungry.
Tutti: No! Hes in the garden.
Daisy: Colin, do you like sandwiches?
Colin: Im hungry. Im very hungry. I like bananas. Yum,
Colin: No, I like bananas. Yum, yum. I like bananas.
Yum, I like bananas.
Dad: Oh Colin, you are a big crocodile! A very big croco-
On Tuesday
dile!
Mamma: Wheres Colin Crocodile? Is he in the kitchen?
Gerry: No, hes in the living room.
On Saturday
Colin: Im hungry. Im very hungry.
Dad: Come on. Lets go back to the Safari Park.
Gerry: Colin, do you like cakes?
Colin: Im hungry. Im very hungry. I like bananas. Yum,
Colin: No, I like bananas. Yum, Yum, I like bananas.
Yum, I like bananas.
On Wednesday
Mamma: Wheres Colin Crocodile? Is he in the kitchen?
36 37