Sei sulla pagina 1di 5

PRONOMI COMBINATI

Quando usiamo i pronomi personali diretti alla 3 persona lo, la, li, le insieme ai pronomi
personali indiretti mi, ti, gli, ci, vi, facciamo uso dei pronomi combinati.

Mi, ti, ci, vi davanti ai pronomi diretti diventano: me, te, ce, ve.
Lo, la, li, le rimangono uguali.

Compri un libro a me ME LO compri


= lo = mi
Portiamo una torta a te TE LA portiamo
= la = ti
Prestiamo i dvd a voi VE LI prestiamo
= li = vi
Claudia e Luca preparano la cena a noi CE LA preparano
= la = ci

MI (a me) TI (a te) CI (a noi) VI (a voi)


ME LO TE LO CE LO VE LO
ME LA TE LA CE LA VE LA
ME LI TE LI CE LI VE LI
ME LE TE LE CE LE VE LE
Per la 3 persona singolare maschile e femminile e per la 3 persona plurale i pronomi
combinati diventano ununica parola.
GLI (A LUI, A LEI, LORO)
GLIELO
GLIELA
GLIELI
GLIELE

I pronomi combinati possono stare:

1. prima del verbo (con indicativo, congiuntivo o condizionale): sempre staccato dal verbo.

una
Compro a Carlo Gliela compro
bicicletta
= la = gli
Do un regaloa Paola Glielo do
= lo = gli
a Marco e a
Regaliamo dei cd Glieli regaliamo
Francesco
= li = gli
Se comprassi una bicicletta a Carlo Se gliela comprassi

Comprerei una bicicletta a Carlo Gliela comprerei

2. dopo il verbo (con infinito, imperativo o gerundio): sempre unito.

Marco vuole regalare un libro a me Vuole regalarmelo


= lo = mi
a
Regala un libro Regalaglielo!
Marco!
= lo = gli
Regalando un libro a Marco, gli farai una bella Regalandoglielo gli farai una bella
sorpresa sorpresa

Anche il pronome partitivo NE si pu usare con i pronomi indiretti. Anche in questo caso mi, ti, ci, vi
diventano me, te, ce, ve.

ME NE mi hai dato tre biglietti


Me ne hai dati tre
TE NE ti porto due matite
Te ne porto due
CE NE ci regalano un quadro
Ce ne regalano uno
VE NE vi vendono due tappeti
Ve ne vendono due

Per la 3 persona singolare maschile e femminile e per la 3 persona plurale i pronomi combinati
diventano ununica parola.

GLIENE (A LUI, A LEI,


LORO)
Ho comprato tre libria Carlo Gliene ho comprati due
= ne = gli
Hanno portato a Giulia un po di frutta Gliene hanno portato un po
= gli = ne
a Paola e
Abbiamo regalato due biglietti Gliene abbiamo regalati due.
Marco
= ne = gli

- Con i tempi composti:


bisogna concordare il participio passato con il pronome diretto. I pronomi LO e LA si scrivono
L.

Ho regalato una maglietta a


GLIELho regalata (la maglietta=LA)
Maria

Ti abbiamo spedito molte


TE LE abbiamo spedite (le lettere=LE)
lettere

1) A CASA

Signora Rossi: Pronto, chi parla?


Giulio: Buongiorno signora Rossi, sono Giulio, c' Marco?
Signora Rossi: S, Giulio. Te lo passo subito.
Giulio: Grazie, signora.

2) IN UFFICIO

Signora Rossi: "Mastelli S.p.A.", buongiorno.


Ing. Bruzzi: Buongiorno, sono l'ingegner Bruzzi, vorrei parlare con il dottor Mastelli.
Signora Rossi: Attenda in linea un momento, controllo se disponibile.
Ing. Bruzzi: D'accordo.
Signora Rossi: Pronto dottor Mastelli, c' l'ingegner Bruzzi in linea,glielo passo?
Dott. Mastelli: S, signora Rossi, me lo passi, grazie.
Signora Rossi: glielo passo subito.
Signora Rossi: Pronto ingegner Bruzzi; ancora in linea?
Ing. Bruzzi: S.
Signora Rossi: Le passo l'interno del dottor Mastelli.
3) UN' EMERGENZA

Emilio: Pronto, chi parla?


Paola: Ciao Emilio, sono Paola, c' Laura?
Emilio: S, certo, te la passo.
Paola: Grazie.
Laura: Pronto, Paola?
Paola: Ciao Laura, meno male che ti ho trovato! Temevo che fossi al lavoro.
Laura: No, la sera non sto pi lavorando. Forse non te l'ho detto, ma ho chiesto un contratto part-time.
Paola: No, non me l'avevi detto, ma una fortuna: ti devo chiedere un favore, un'emergenza.
Laura: Certo,dimmi.
Paola: Dovevo accompagnare i ragazzi all'aeroporto: hanno un volo alle 19. Gliel'avevo promesso, ma mi
si guastata la macchina!
Laura: Non ti preoccupare, ce li porto io.
Paola: Grazie mille, ti devo un favore!

4) UNA CHIAMATA URGENTE

Segretaria: "Manetti e Soci", buongiorno.


Dott. Fresconi: Buongiorno, sono il dottor Fresconi. Ho bisogno di parlare con l'avvocato Manetti.
Segretaria: Mi dispiace, ma l'avvocato Manetti in riunione. Potrebbe richiamare nel pomeriggio?
Dott. Fresconi: No, scusi, ma urgentissimo, potrebbe chiamarmelo ugualmente?
Segretaria: Attenda in linea, per favore.
Segretaria: Pronto, avvocato Manetti?
Avv. Manetti: Sonia, Le avevo detto di non disturbarmi: sono in riunione!
Segretaria: C' il dottor Fresconi in linea; io gliel'ho detto che era in riunione, ma mi ha detto che
urgente.
Avv. Manetti: Gli chieda che cosa vuole e me lo passi solo se veramente urgente, anzi, prima di
passarmelo, mi dica di che si tratta.
Segretaria: D'accordo.
Segretaria: Pronto, dottor Fresconi?
Dott. Fresconi: S, sono sempre in linea.
Segretaria: L'avvocato vorrebbe sapere di che si tratta, come le ho detto molto occupato.
Dott. Fresconi: E' una questione delicata, non ho tempo per spiegargliela dettagliatamente,ma...nel mio
ufficio ci sono i carabinieri, mi hanno detto che sono accusato di frode e che li devo seguire in
commissariato!
Segretaria: Attenda in linea, per favore.
Segretaria: Pronto, avvocato Manetti? E' veramente urgente!
Avv. Manetti: Mi dica.
Segretaria: Nell'ufficio del dottor Fresconi ci sono i carabinieri, lo hanno accusato di frode e vogliono
portarlo in commissariato.
Avv. Manetti: Bene! Che ce lo portino, quel seccatore. Non mi paga una parcella dal 1980!