Sei sulla pagina 1di 2

MECCANICA E TERMODINAMICA

16 luglio 2012

(Per l esame di Meccanica e Termodinamica esercizi n. 1 - 2 3)

1.
Una molla, di costante elastica K = 200 N/m e lunghezza a riposo L = 1 m,
vincolata al suolo per un estremo e disposta verticalmente. Un corpo di massa M
= 2 kg cade (ossia nulla la velocit iniziale) sulla molla da unaltezza, calcolata
dallestremo libero, h=2 m. A seguito dellurto il corpo rimane attaccato alla
molla che inizia ad oscillare mantenendo lassetto verticale. Si determini,
ponendo lo zero dellenergia potenziale gravitazionale alla quota del suolo, il
valore numerico dellenergia potenziale del corpo alla quota corrispondente alla
massima compressione della molla.
(Sono trascurabili tutte le forze di attrito ed trascurabile la massa della molla.
Si usi come valore dellaccelerazione di gravit g = 9.81 m/s2 )

2. Un oggetto, di dimensioni trascurabili e di massa M = 2 Kg, ruota con velocit angolare 0 = 3 rad/s.
Loggetto, poggiato su un piano orizzontale liscio, connesso al centro della traiettoria tramite un filo di
lunghezza L=2 m. Al tempo t =0 viene applicata alloggetto una forza di modulo costante, (F = 20 N), la
cui direzione e verso coincidono, in ogni istante, con la direzione e verso della velocit tangenziale.
Si determini dopo quanto tempo, dallapplicazione della forza F, la forza centripeta assumer un valore
doppio rispetto a quello iniziale.
Si determini il lavoro fatto dalla forza centripeta nellintervallo di tempo considerato.

3. Una massa M = 1000 g di aria contenuta in un recipiente cilindrico chiuso da un pistone mobile di
diametro D = 60 cm. Si calcoli di quanto si sposter il pistone se, mantenendo la pressione costante (P =
1,013 105 Pa) e fornendo allaria una quantit di calore Q = 9960 J, la temperatura dellaria aumenta di
10 K.
Si consideri laria un gas perfetto biatomico di peso molecolare 29.

Calori specifici molari: ed R = 8.31 J/ mol K.

4.
Una macchina termica ipotetica opera con un ciclo costituito da due isobare
e due isocore. Il fluido operante un gas perfetto monoatomico.
Sapendo che i volumi minimo e massimo sono rispettivamente Vmin = 25 m3 e
Vmax = 50 m3 e che le pressioni minima e massima sono rispettivamente
Pmin = 1.01 105 Pa e Pmax =2.02 105 Pa, si determini il rendimento della macchina.

Calori specifici molari: Cv = (3/2) R, Cp = (5/2) R ed R = 8.31 J/ mol K.


Soluzione 1
Applichiamo la conservazione dell energia eguagliando l energia iniziale (corpo fermo a quota L+h e molla a
riposo) all energia del sistema nello stato di massima compressione.
L energia iniziale e l energia potenziale della massa M M g (h + L)
Nel punto di massima compressione della molla il sistema ha di nuovo solo energia potenziale, ed indicando con
D il tratto di cui si e compressa la molla avremo:
Mg (L-D) = energia potenziale del corpo .5 K D2 = energia potenziale della molla
2
Da cui: M g (h + L) = Mg (L-D) + .5 K D D = .73 m
energia potenziale del corpo = Mg (L-D) = 5.29 J

Soluzione 2.
La forza centripeta e inizialmente : Fc1 = M L 02
Quando questa assume un valore doppio avremo Fc2=2 Fc1 = M L 2 . Da cui = 0 2 ;
= 0 + t
Dove e la velocita angolare acquistata per effetto della accelerazione angolare = F/(M L), dovuta all
applicazione della forza F.
t = ( - 0 )/ = 0(2 -1) L M /F = .25 s

La forza centripeta e perpendicolare allo spostamento e non fa quindi lavoro.

Soluzione 3.
Dal I principio della termodinamica U = Q L possiamo calcolare il lavoro
L = Q - U
Poich per un gas perfetto la variazione di energia interna e data da : U = n Cv T
Risulta U = (1000/29) x (5/2) x 8.31 x 10 = 7163.8 J
L = 9960 7163.8 = 2796.2 J
Essendo la trasformazione a pressione costante: L = PV dove V = S H (con S sezione del recipiente ed H
spostamento del pistone.
H = L /( P S) = 2796.2/ (1,013 105 x 3.1415 x .32 ) = 9.76 cm

Soluzione 4.
Con riferimento alla figura abbiamo:
in A Pa = Pmax; Va = Vmin; Ta = Pmax Vmin /n R
in B Pb = Pmax; Vb = Vmax; Tb = Pmax Vmax /n R
in C Pc = Pmin; Vc = Vmax; Tc = Pmin Vmax /n R
in D Pd = Pmin; Vd = Vmin; Td = Pmin Vmin /n R
Il rendimento e dato dal rapporto tra il lavoro L nel ciclo ed il calore Q assorbito: = L/Q

AB: Lab = Pmax (Vmax - Vmin) Qab = nCp (Tb-Ta) = (5/2) Pmax (Vmax - Vmin) [>0]
BC: Lbc = 0 Qbc = nCv(Tc-Tb) = - (3/2) Vmax (Pmax - Pmin) [<0]
CD: Lcd = - Pmin (Vmax - Vmin) Qcd = nCp (Td-Tc) = - (5/2) Pmin (Vmax - Vmin) [<0]
DA: Lda = 0 Qda = nCv (Ta-Td) = (3/2) Vmin (Pmax - Pmin) [>0]

Ltot = (Pmax-Pmin) (Vmax Vmin) Qass = (5/2)Pmax (Vmax- Vmin) +(3/2) Vmin (Pmax-Pmin)
= 2 (P V) / ( 3 P Vmin + 5 V Pmax) = 0.1538