Sei sulla pagina 1di 12

Peptidi oppioidi

e
Analgesici oppiacei

Farmacologia Speciale

-Endorfina . Gangli della base . Ipofisi


. Corteccia . N. arcuato ipotalamo
. Amigdala . midollo allungato

Encefaline ampia distribuzione


Neuroni brevi circuiti locali
Cervello e midollo spinale
Dinorfine ampia distribuzione

Nociceptina ippocampo - corteccia- midollo spinale

Endomorfina 1 Tyr-Pro-Trp-Phe-NH2
Cortex e Ipotalamo
Endomorfina 2 Tyr-Pro-Phe-Phe-NH2

1
EFFETTI ACUTI DEGLI OPPIACEI

Attivit ANALGESICA
Sedazione
Gratificazione
Attivit ANTITOSSE
Potenziale tossicomanigeno

Recettori degli oppiacei

2
EFFETTI FARMACOLOGICI DI MORFINA ED
ANALOGHI
SNC analgesia soglia dolorifica
reattivit al dolore
euforia (disforia) attivazione VTA ( ) (k-disforia)
sedazione depressione del locus ceruleus
depress. respir. sensibilit alla CO2
miosi stimolaz. n. Edinger-Westphal
rigidit tronco
emesi attivazione CTZ
antitosse inibizione del centro della tosse

S. CARDIOVASCOLARE
ipotensione da rilascio di H
vasodil. cerebrale dopo aumento di PCO2

3
DIPENDENZA
Tutti i farmaci che evocano all
allinterno del cervello
effetti chimici che forniscono sensazioni piacevoli o
ricompense possono indurre dipendenza. Le
ricompense possono andare dall dalleffetto
antistanchezza della caffeina, al rilassamento indotto
dall
dallalcool, sino al puro piacere prodotto da cocaina
e amfetamine.
La base biologica potrebbe risiedere nel
potenziamento della trasmissione dopaminergica nel
proencefalo limbico,
limbico, in particolare nel nucleo
accumbens.
accumbens.
La dipendenza ha una componente psicologica, pi pi
rapida, e una fisiologica, pi
pi lenta

TOLLERANZA
Il sistema nervoso centrale deputato a
mantenere lomeostasi fisiologica e qualsiasi
interferenza con la propria funzione induce
meccanismi di adattamento per ripristinare la
funzione normale.
La funzione dei neuroni adattati si modificher e
la loro attivit si sbilancer nella direzione opposta
rispetto al cambiamento indotto dal farmaco.

4
SINDROME DA ASTINENZA

5
MORFINA
(Morfina cloridrato, Cardiostenol,
Cardiostenol, Mscontin,
Mscontin, Oramorph,
Oramorph, Skenan)
Skenan)

Esercita tutti gli effetti centrali e periferici


degli oppiacei.
La somministrazione parenterale (im, ev)
come cloridrato la pi indicata nel dolore
acuto. La somministrazione per os la pi
indicata nel dolore cronico (dosi da 3 a 10
volte maggiori che per via ev).
Viene coniugata nel fegato con acido
glucuronico ed eliminata nelle urine.

CODEINA
(Co-efferalgan, Lonarid, Tachidol; Hederix, Senodin)

E attiva anche per os (60% attivit vs somm.


Par. per ridotto metabolismo di 1 passaggio)
10% viene convertito in morfina. E poco analgesica
Leffetto anti tosse coinvolge recettori diversi da
quelli per gli oppioidi, e specifici per la codeina

LEVORFANOLO (Morfinani)
Mantiene una discreta efficacia se somministrato per os
t/2 di 12-16 ore - dosi 2mg s.c.
E un agonista 3. Per questo non d tolleranza
crociata con morfina

6
METADONE
(Metadone cloridrato, Eptadone)

E un agonista . La forma L- 50 volte pi


potente della D-
assorbito bene per os. Picco pl. dopo 4 ore.
90% legato a proteine pl.
si accumula a liv. tissutale, alla sospensione
viene rilasciato lentamente . T/2 15-40 ore
< sindrome di astinenza, tolleranza + lenta

Impieghi:
analgesico 2,5-15 mg x os; 2,5-10 mg i.m.
trattamento di eroinomani

PENTAZOCINA (Talwin)

Ag / Ant , analgesia, sedazione, depr. resp


30-60 mg im o sc o os = 10 mg morfina
assorbimento buono, effetto 1 pass. per 80% .
Metabolismo variabile (diversa az analgesica
t/2 4-5 ore)
> 60 mg disforia e allucinazioni
PA, freq. e lavoro cardiaco
la depres resp non aumenta con la dose (antagonizzata da
Naloxone) raramente letale
Impieghi: dolore cronico 30-60 mg le compresse inducono < abuso
contengono naloxone per impedirne limpiego ev
Tolleranza: d tolleranza e dipendenza. Aggrava la sindrome di
astinenza da morfina per lantagonismo . Prima di iniziare con P-
interrompere la somministrazione di altri oppioidi
per 1-2 d.

7
NALBUFINA
A 1, 3/ nt. 10 mg im = 10 mg morfina
ha effetti simili a pentazocina
non aumenta indici cardiaci

Impieghi: dolore cronico anche in pz con


arteriopatie coronariche

BUPRENORFINA (Subutex, Temgesix, Transtec)

AP forte 0.4 mg = 10 mg morfina


Assorbimento buono sublinguale (picco pl in 5 min);
t/2 3 ore; 96% legata a proteine pl
antagonizza la depres resp da morfina
> analgesia rispetto morfina, depres resp + duratura
Naloxone funziona solo nella prevenzione

Impieghi: analgesico 0.3 mg im x4 /die

8
9
NALOXONE (Naloxone, Narcan)

Ant . 1 mg ev blocca 25 mg eroina


10-15 mg per bloccare effetti da pentazocina
Lassorbimento buono ma viene completamente metabolizzato
dal fegato. Deve essere somm. per via parenterale.
Antag la depres resp in 1-2 min. Lazione dura 1- 4 ore
Azione neuroprotettiva ( ?)

NALTREXONE (Antaxone, Nalorex, Narcoral)

Ha t/2 14 ore e durata dazione di 24 ore.


100 mg per os bloccano per 48 ore gli effetti euforizzanti di
25 mg eroina.
Impieghi:
depresione respiratoria, diagnosi di dipendenza fisica,
uso compulsivo oppioidi, alcolismo.

10
USO CLINICO DEGLI OPPIACEI
Analgesia 10 mg morfina, durante il travaglio
(petidina),
petidina), nel dolore da cancro
Catetere epidurale o subaracnideo 3-5 mg morfina
seguita da infusione lenta (6-
(6-30 ore)
Edema polmonare acuto ansiolisi,
venodilatazione,
venodilatazione, riduzione sovraccarico cardiaco
Tosse
Diarrea
Anestesia fentalyl 0.02-
0.02-0.75 mg/Kg in
associazione a droperidolo con o senza
protossido ddazoto

INTOSSICAZIONE ACUTA DA OPPIACEI


Irrequietezza, tremore, disforia
Nausea, vomito
Ipotensione posturale
Stipsi
Ritenzione urinaria
Orticaria
Depressione respiratoria

11
TRATTAMENTO
Naloxone. e.v. 0.1-0.4 mg blocca i sintomi
dopo 2 min. Ha breve durata dazione (1-2
ore). Non viene assorbito dal tratto intestinale
Naltrexone ben assorbito ha lunga durata
dazione emivita di 10h 100 mg per os
bloccano gli effetti della morfina per 48 h.
E stato proposto come farmaco di
mantenimento nella terapia della
disintossicazione

12