Sei sulla pagina 1di 27

B.

Procrastinarea, memoria si somnul

I. Procrastinarea

0:00
Tutti abbiamo problemi con la procrastinazione. Infatti se stai lavorando su qualcosa, significa che non stai lavorando su molte
altre cose. Per alcune persone hanno pi problemi di procrastinazione degli altri. In questo video, proveremo a farti capire
meglio la procrastinazione. Perch avviene, e ti daremo un piccolo e potente strumento per aiutarti a trattarla.

0:26
Quando vedi qualcosa che veramente preferiresti non fare, sembra che attivi le aree del tuo cervello associate alla
sofferenza. Il tuo cervello, naturalmente, cercher un modo per interrompere quella stimolazione negativa spostando la tua
attenzione su qualcos'altro. E qui sta il trucco. Alcuni ricercatori hanno scoperto che, poco dopo che una persona
inizia realmente a lavorare su qualcosa che non gli piace, lo sconforto scompare. Quindi, sembra che ci che accade quando
procrastini, sia qualcosa del genere. Prima, osservi, e percepisci qualcosa che ti causa un certo disagio. Non ti piace, quindi per
mandare via questa sensazione distogli la tua attenzione da qualunque cosa abbia causato quel disagio.

1:16
Ti rivolgi a qualcosa di pi piacevole. Risultato, momentaneamente ti senti meglio. Parleremo ancora di procrastinazione pi
avanti. Ma nel frattempo, ti riveler una piccola e pratica strategia mentale. Questa tecnica si chiama, "Pomodoro". Fu inventata
da Francesco Cirillo, nei primi anni '80. "Pomodoro" il termine italiano per pomodoro. Il timer che utilizzi spesso assomiglia ad
un pomodoro, ed tutto ci che serve per questa piccola ed elegante tecnica. Tutto ci che devi fare settare un timer su 25
minuti, evitare tutte le distrazioni, e concentrarti. Tutto qui! Quasi tutti riescono a concentrarsi per 25 minuti. Infine, lultima cosa
importante che quando avrai finito, ti conceda un piccola ricompensa. Qualche minuto di navigazione web, una tazza di caff,
o un pezzo di cioccolata, anche soltanto stirarti o chiacchierare spensieratamente, permettendo al tuo cervello di spostare
piacevolmente l'attenzione per un momento. Scoprirai che usare la tecnica del Pomodoro molto efficace. un po come fare
25 minuti di esercizi intesi in una palestra della mente. Seguiti da un po' di rilassamento mentale. Provaci. Di seguito vedremo
come una timidissima bambina di 10 anni sia riuscita a modificare il suo cervello.

II. Practice Makes Permanent

0:03
Si, questa sono io a dieci anni. Amavo gli animali, fare cose a mano, e sognare. Al tempo, ero la regina guerriera dell'anti-
matematica. La trascuravo, la ignoravo, prendevo votacci, semplicemente odiavo la matematica e le scienze; sia alle medie che
alle superiori. strano pensare che adesso sono una professoressa di Ingegneria.

0:29
Mi arruolai nell'esercito non appena finite le superiori per studiare lingue al Defense Language Institute. Eccomi a 18 anni,
molto nervosa e concentrata nel tirare una bomba a mano. Cominciai a studiare matematica e scienze solo a 26 anni, dopo
aver lasciato l'esercito. All'inizio stata molto dura. Nella mia classe c'erano tante menti brillanti che sembravano capire tutto
molto pi facilmente e velocemente di me. Di tanto in tanto, mi prendevo una pausa di un paio di mesi, e andavo a lavorare a
bordo di pescherecci russi, come traduttrice. Questa sono io nel mare di Bering. Poi tornavo a scuola e cercavo di imparare un
po di pi. Col progredire delle mie conoscenze tecniche, nuove opportunit cominciarono ad aprirsi. Finii a lavorare come
operatore radio alla South Pole Station in Antartica. Qui incontrai mio marito. Dico sempre che sono dovuta andare in capo al
mondo per incontrarlo. Eccolo qua, dopo solo 10 minuti all'aria aperta a meno 70 Fahrenheit e con un vento a 60 miglia all'ora
. Il vento gelido in modo inimmaginabile.

1:39
No, non ero un talento naturale in scienza e matematica. Per niente. Ho avuto successo perch gradualmente ho cominciato a
capire qualche trucco. Ma facciamo prima un passo indietro.

1:52
Nel grande schema di tutte le differenti carriere e discipline che una persona pu intraprendere, perch quelle che
richiedono matematica e scienza sono a volte un po pi difficoltose? Si pensa che la ragione sia connessa, in parte, alla natura
astratta delle idee. Prendiamo per esempio una mucca, che pascola in un campo. Se hai la parola "mucca", puoi andare a
vedere una mucca, ed imparare il significato della parola. Anche le lettere nella parola "mucca", "M-u-u" sono pi o meno simili
al suono che rappresentano. Ma per i concetti matematici, spesso non c' una cosa reale con cui fare un'analogia. Non ci sono
piccoli segni + che pascolano in qualche campo. Niente moltiplicazione, divisione, o altre cose che possano fare da equivalenti
diretti a termini matematici o scientifici. Questi termini, in altre parole, sono pi astratti. Beh, potresti rispondere, ok, ma termini
come amore, sapore o speranza? Anche quelli sono astratti. S, lo sono, ma il fatto che quei termini astratti sono spesso in
relazione a nostre emozioni. Le emozioni si possono provare , anche se non si possono vedere o identificare tramite esempi
concreti, come possiamo fare con una mucca.

3:19
Questo significa che importante far pratica con le idee ed i concetti che impari in matematica e in scienze, come per qualsiasi
altra cosa che stai imparando, in modo da migliorare e rafforzare le connessioni neurali che si formano durante il processo di
apprendimento. A sinistra puoi vedere la rappresentazione simbolica di un pensiero. I neuroni creano connessioni attraverso
l'uso ripetuto. Pi un concetto astratto, pi importante far pratica, allo scopo di rendere l'idea concreta per te. Anche se le
idee con cui hai a che fare sono astratte i modelli neurali di pensiero che stai creando sono, invece, reali e concreti. Quanto
meno, lo sono, se li costruisci e rafforzi attraverso la pratica. Ecco un'immagine di come funziona. Quando cominci a capire
qualcosa, per esempio, come risolvere un problema, il modello neurale che formi esiste, ma ancora molto debole. Un po
come il lieve tracciato qui in cima nella nostra analogia con il flipper. Quando risolvi nuovamente il problema ripartendo
dall'inizio, e senza guardare la soluzione, cominci a rendere pi profondo quello schema neurale, un po come il tracciato pi
scuro che vedi qui nel mezzo. E quando hai capito il problema perfettamente, cos bene che puoi rivedere ogni passo
completamente e precisamente nella tua mente, senza nemmeno guardare la soluzione, e hai anche fatto pratica con problemi
simili, beh, allora il tracciato come quello scuro intenso che puoi vedere nella parte inferiore del flipper. La pratica rende
permanente.

5:02
Quando si sta imparando, ci che si vuole fare studiare qualcosa. Studia sodo concentrandoti intensamente. Poi prenditi una
pausa o quantomeno sposta la tua attenzione altrove per un poco. Durante questo periodo di apparente rilassamento, la
modalit diffusa del tuo cervello ha la possibilit di lavorare in sottofondo ed aiutarti nella comprensione dei concetti. In un certo
senso, il tuo "cemento neurale" ha la possibilit di solidificare. Se non fai cos, se invece impari ammassando concetti, la tua
base di conoscenza avr questo aspetto, tutto mischiato e tutto confuso, delle fondamenta fragili. Se hai problemi con la
procrastinazione, qui che necessario usare il pomodoro, quel piccolo timer. Ti aiuta ad andare avanti, usando periodi di
studio brevi di alta concentrazione, ogni giorno, che aiutano a costruire i percorsi neurali di cui hai bisogno per avere pi
successo nell'imparare argomenti difficili. Nella prossima lezione, parleremo di chunk, la vitale essenza del cogliere e
padroneggiare concetti chiave. Sono Barbara Oakley.

III. INTRODUCERE IN MEMORIE

0:02
Quando ripenso alla mia infanzia o ricordo qualche parola in Spagnolo o in Russo, , oppure riporto alla mente
una delle equazioni di Maxwell, sto attingendo a porzioni del mio cervello coinvolte nella memoria a lungo termine. Ma quando
tento di tenere a mente un paio di idee per connetterle in modo da capire un concetto o risolvere un problema, sto usando la
mia memoria di lavoro. Ovviamente, a volte porter qualcosa dalla mia memoria a lungo termine nella mia memoria di lavoro,
cos da poterci pensare. Quindi, i due tipi di memoria sono collegati.

0:37
Ci sono molti modi diversi di suddividere la memoria, ma in questo corso sull'apprendimento parleremo solamente di questi
due importanti sistemi della memoria: la memoria di lavoro e la memoria a lungo termine. La memoria di lavoro la parte che ha
a che fare con quello che stai processando all'istante e coscientemente nella tua mente. La tua memoria di lavoro situata al
centro della corteccia prefrontale, anche se, come vedremo ha anche connessioni con altre parti del tuo cervello, in modo da
poter accedere alla memoria a lungo termine. Tradizionalmente, gli studiosi pensavano che la memoria di lavoro potesse
contenere circa sette elementi, o chunk, ma ora si ritiene generalmente che la memoria di lavoro possa solo contenere circa
quattro chunk. Tendiamo a raggruppare automaticamente gli elementi in chunk, di conseguenza abbiamo l'impressione che la
nostra memoria di lavoro sia pi ampia di quanto in effetti .

1:29
Sebbene la tua memoria di lavoro come una lavagna, non una lavagna particolarmente buona. Spesso hai la necessit di
ripetere le cose che stai cercando di imparare, per trattenerle nella memoria di lavoro. Per esempio, qualche volta devi ripetere
un numero di telefono mentalmente fino al momento in cui hai la possibilit di metterlo per iscritto. Ripetere necessario per
impedire che i "vampiri metabolici", ovvero i processi naturali di dissipazione, rimuovano quelle memorie per sempre. Potresti
chiudere gli occhi per impedire ad altri elementi di inserirsi nel limitato numero di posti che la memoria di lavoro ha a
disposizione quando ti concentri. Quindi sappiamo che la memoria a breve termine simile ad una inefficiente lavagna
mentale. L'altra forma di memoria, la memoria a lungo termine, come un magazzino. E proprio come un magazzino,
distribuita su un'ampia superficie. Differenti tipi di memorie a lungo termine sono immagazzinate in differenti regioni del
cervello. Studi hanno dimostrato che quando tentiamo di mettere per la prima volta una memoria di breve termine nella
memoria di lungo termine, abbiamo bisogno di rivederla almeno un paio di volte per aumentare la probabilit di poterla ritrovare
pi tardi, quando ne potremmo avere bisogno. Il magazzino della memoria a lungo termine immenso. Ha spazio per miliardi di
elementi. Di fatto, ci possono essere cos tanti elementi da seppellirsi l'un con l'altro, perci pu essere difficile trovare le
informazioni di cui hai bisogno a meno che tu faccia pratica e ripeta un po' di volte.

3:04
La memoria a lungo termine importante perch l che immagazziniamo concetti e tecniche importanti, che sono
spesso collegate a ci che vogliamo apprendere. Quando incontri qualcosa di nuovo, spesso usi la memoria di lavoro per
processarlo. Se vuoi spostare quell'informazione nella tua memoria a lungo termine, sono spesso necessari tempo e
pratica. Per aiutarti in questo processo, puoi usare una tecnica chiamata ripetizione spaziata. Questa tecnica consiste nel
ripetere quello che stai cercando di memorizzare, ma distanziando i ripassi. Ripetendo per esempio una nuova parola, o una
tecnica per risolvere un problema, per un certo numero di giorni. Estendere la pratica per diversi giorni fa la differenza. Studi
hanno dimostrato che se si cerca di consolidare concetti nella propria memoria, ripetendoli 20 volte in una serata, per
esempio, verranno ricordati molto meno rispetto ad un esercizio per un pari numero di volte, ma spaziato in pi giorni. come il
muro di mattoni che abbiamo visto prima. Se non lasci tempo al "cemento" di asciugarsi, cio, tempo alle connessioni sinaptiche
di formarsi e rafforzarsi, non otterrai una struttura solida.

4:20
E parlando di strutture durature, date un occhiata a questa sezione dell'Acropoli. Grazie per Imparare ad Imparare. Sono
Barbara Oakley.
IV. IMPORTANTA SOMNULUI IN ACTIVITATEA DE INVATARE

Potresti trovare sorprendente scoprire che il semplice fatto di stare svegli produca tossine nel nostro cervello. Come fa il
cervello a liberarsi di questi veleni? La risposta che quando dormi, le cellule del cervello si restringono. Questo causa un
aumento dello spazio fra le tue cellule cerebrali. come sbloccare un ruscello. Il fluido pu passare fra le cellule e ripulirle dalle
tossine. Quindi, il sonno, che qualche volta pu sembrare una perdita di tempo, in realt la maniera in cui il tuo cervello si
tiene pulito e in buona salute. Arriviamo cos dritti ad un concetto fondamentale. Fare un esame senza aver dormito
abbastanza, significa operare con un cervello pieno di piccole tossine metaboliche che ci galleggiano dentro. Veleni che ti
impediscono di pensare in modo lucido. un po' come guidare una macchina con zucchero nel serbatoio. Non funzioner molto
bene. In realt, dormire troppo poco non porta solo a far peggio negli esami, troppo poco riposo, nel lungo periodo, pu anche
essere associato a varie condizioni negative di salute. Queste includono: emicranie, depressione, patologie cardiache, diabete,
e pi semplicemente, a morte prematura. Ma il sonno fa di pi che semplicemente consentire al tuo cervello di rimuovere
tossine. in verit una parte importante del processo di memorizzazione ed apprendimento. Sembra che durante il sonno il
cervello riordini idee e concetti oggetto di riflessione o apprendimento. Le parti meno importanti delle memorie vengono
cancellate e simultaneamente le aree che dobbiamo o vogliamo ricordare, vengono rafforzate. Durante il sonno, il cervello
ripassa anche alcune delle parti pi difficili di qualunque cosa stiamo cercando di imparare, percorrendo ripetutamente le tracce
neurali per approfondirle e rafforzarle. stato inoltre dimostrato come il sonno sia molto importante per l'abilit di risoluzione e
comprensione di problemi difficili che si sta cercando di imparare. come se la completa disattivazione dell'Io conscio
situato nella corteccia prefrontale, aiuti altre parti del cervello a "dialogare" pi facilmente fra loro, consentendogli di mettere
insieme la soluzione neurale ai tuoi compiti, mentre stai dormendo. Naturalmente, devi prima piantare il seme per la
tua modalit diffusa, usando prima la modalit focalizzata.

2:33
Se ripassi ripetutamente ci che stai imparando prima di fare un sonnellino o andare a letto la sera, hai una probabilit
maggiore di sognarlo. Se vai ancora oltre, proponendoti esplicitamente di voler sognare il materiale di studio, sembra che ci sia
una probabilit ancora maggiore di riuscirci. Sognare quello che stai studiando pu migliorare sostanzialmente la tua abilit di
comprenderlo. In qualche modo, si consolidano le memorie in chunk pi facili da assimilare. E ora, tempo per un riposino.

V.INTERVIU CU DOCTOR TERRENCE SEJNOWSKI

Questo video sar molto divertente, perch ho la possibilit di intervistare il mio co-istruttore, il Dr. Terrence Sejnowski. Le
ricerche pionieristiche di Terrence sulle reti neurali e sulla scienza neurale computazionale l'hanno reso una legenda vivente. Il
Dr. Sejnowski uno scienziato presso l'Howard Hughes medical institute, ed professore della cattedra Francis Crick presso
l'Istituto Salk per gli Studi Biologici, dove dirige il Laboratorio di Neurobiologia Computazionale. Al di l di tutto questo il Dott.
Sejnowski fa parte del gruppo d'elite di soli dieci scienziati viventi che sono stati eletti in tutte e tre le accademie nazionali di
ingegneria, scienza e medicina.

0:45
Ci che ritengo forse pi impressionante, tuttavia, che Terry ha fatto laureare il numero di scienziati di computazione neurale,
pi alto di ogni altro scienziato. Quindi in un certo senso, questo rende il Dr. Terrence Sejnowski una figura paterna di
riferimento nel campo della neuroscienza moderna.

1:03
Il fine ultimo delle ricerche del Dott. Sejnowski di costruire legami tra cervello e comportamento, usando modelli
computazionali.

1:13
Oggi, porr a Terry alcune domande sul suo modo di imparare. E quello che pensa dell'apprendimento, in modo che tutti
potremmo ottenere un miglior senso di come migliorare a nostra volta.

1:26
Perci cosa fai per aiutare te stesso ad imparare in modo pi semplice, quando stai affrontando qualcosa di completamente
nuovo? >> Bene, amo approfondire l'argomento. Non faccio nient'altro che andare a leggere un sacco di libri. Quando ero
all'universit, sono passato da Fisica a Biologia. E il modo in cui l'ho fatto stato entrare in un laboratorio di Biologia. E farmi
coinvolgere dagli esperimenti. Inoltre, sono un fermo sostenitore dell'apprendimento dall'esperienza, e dell'apprendimento per
osmosi da persone che sono esperti. >> Come fai a rimanere attento, durante qualcosa come una lezione noiosa? >> Credo
che non esista un modo semplice per farti seguire qualcosa in cui non sei interessato. Ma ho trovato un piccolo trucco:
interrompere l'oratore e porgli delle domande.

2:26
E l'interruzione spesso d luogo a una discussione che molto pi interessante. E ci in realt segue il principio generale che si
apprende meglio con il coinvolgimento attivo che con l'ascolto passivo.

2:41
>> Quindi, come trai beneficio dalla modalit diffusa di pensiero?

2:47
Ho scoperto che quando corro, o mi alleno, questo un modo stupendo per tenere la mente disimpegnata dal normale corso
dei pensieri. E ho scoperto che molto probabile riuscire a mettere ordine nella produzione di nuovi pensieri, nuove idee.
quasi come se il tuo cervello passasse in una nuova modalit. Stai correndo a lungo, e le cose ti passano vicino. E tu incominci
a pensare a cosa sta accadendo. Per esempio, le cose a cui il tuo cervello stava lavorando, i tuoi pensieri emergono
inconsapevolmente in superficie. E spesso si tratta di nuove idee che ti saranno utili in seguito. L'unico problema che ho
ricordare tutte quelle grandi idee. Perch quando ritorno a casa e faccio la doccia, allora molte di esse sono evaporate. Ed per
questo che mi piace portare un piccolo taccuino con me, in modo da riuscire a prendere nota e ricordarmi di quello a cui stavo
pensando.

3:49
>> Esegui pi compiti contemporaneamente, o se non lo fai, come resisti a tale impulso quando senti di farlo? >> Beh, non
sopravviverei se non facessi pi cose. Buona parte delle conversazioni con gli studenti, l'ascolto delle lezioni, l'interazione con
le tante persone che sono di passaggio, i visitatori. Ci sono proprio un sacco di cose che ti bombardano: email, messaggi - che
sono cose molto importanti che tu vuoi fare - ma se non riesci a destreggiarti, allora diventa difficile arrivare a fine
giornata. Comunque, mi piace la sera quando la confusione del giorno si calma e ho la possibilit di entrare in una modalit pi
riflessiva, in questo momento che in realt riesco a fare meglio il mio lavoro.

4:38
>> Fai mai due cose contemporaneamente? >>Beh, sai, non siamo affatto in grado di fare due cose consapevolmente e allo
stesso tempo, perch queste si mischierebbero. possibile con molto allenamento, in realt, fare due cose in una volta, ma
come se non le stessi facendo in modo efficiente. Per me il multitasking consiste nell'essere capaci di spostarsi avanti e
indietro, cambiando contesto da un argomento all'altro. E alcune persone ci riescono meglio di altre. In altre parole, ci vuole un
po' a prendere il ritmo delle cose che fai, se sei nel mezzo della scrittura di un articolo. Per esempio, ci possono volere delle ore
per arrivare al punto in cui riesci ad essere davvero produttivo in un'area, e capace veramente di realizzare qualcosa. Ma se ci
riesci, sai, dopo che stai elaborando, e sei nel mezzo di qualcosa, allora passare da un compito all'altro qualcosa di molto
difficile da fare, se ti trovi nel bel mezzo di qualcosa. Ma riesco a farlo molto facilmente. Posso spostarmi avanti e indietro. E
sembro essere in grado di ritornare al compito originario, e di riprendere da dove avevo lasciato. Perci, esiste un modo di
portare a termine molte cose, e io ho, fortunatamente, molti bravi studenti ed assistenti. Lavoro in un ambiente estremamente
produttivo ed veramente un'immensa gioia essere l.

6:02
>> Come riesci ad applicare le tue conoscenze neuro- scientifiche al tuo apprendimento personale? >>Beh, sai, penso che ci
siano tanti piccoli metodi che ho applicato, che ho in realt appreso in laboratorio, e permettimi di fare giusto un esempio per
dare concretezza.

6:22
Uno dei miei colleghi al Salk Institute, Rusty Gage, fece una scoperta molto importante. Se leggi i libri di testo, ti diranno che
tutti i neuroni che hai nel cervello, li hai sin dalla nascita. E dopo la nascita, hanno luogo i collegamenti e l'apprendimento, e
quei cambiamenti nelle connessioni tra neuroni. Ma, sono gli stessi vecchi neuroni che tu hai da quando sei nato. Alcuni
muoiono. Sai, avviene un deterioramento della tua corteccia.

6:52
Comunque, Rusty scopr che in una zona importante del tuo cervello per l'apprendimento e la memoria, l'Ippocampo, che
localizzato proprio qui nel mezzo, di questo modello del cervello,

7:05
nascono nuovi neuroni, anche in et adulta.

7:10
E questo molto importante per l'apprendimento e per la memoria. Ovviamente qualcosa di veramente molto il poter avere
nuovi neuroni.

7:21
Ecco quello che adesso abbiamo scoperto assieme.

7:25
Lo abbiamo scoperto.

7:28
Prendiamo un animale; noi usiamo un ratto nel nostro modello di studio. E se lo poni in un ambiente arricchito, in cui sia capace
di muoversi intorno, di fare cose e di interagire con altri ratti. A quel punto, allora se guardi all'ippocampo, scoprirai che il bordo
e la forza delle connessioni tra i neuroni sono molto pi forti. E ci porta a un risultato due volte maggiore rispetto a un ratto
che stato invece tenuto in gabbia con un ambiente impoverito.

7:59
Ecco quindi, adesso, la chiave, avere un ambiente ricco, laddove anche un adulto sia in grado di aiutarti. Mi seguite? Invece
di chiuderti in te stesso, come un monaco nella sua cella, dovresti davvero volerti circondare da altre persone che siano
stimolanti per te. E gli eventi che ti accadono sono quelli in cui tu puoi partecipare attivamente, questo ci che importa. Ora c'
qualcosa che Rusty ha scoperto e che penso sia incredibilmente importante. Che in assenza di un ambiente ricco anche
l'esercizio fisico aumenter il numero di neuroni che nascono e sopravvivono. Per questo, desidero molto correre. Ho gi
menzionato il fatto che mi vengono un sacco di idee quando corro, ma so anche che il mio cervello mi aiuta anche a ricordare le
cose, grazie al fatto che mi sono nati nuovi neuroni, che sopravvivono nel mio ippocampo.

8:53
Quindi questo uno dei tanti esempi a cui posso riferirmi, in cui quello che abbiamo imparato dai neuroscienziati sulla
neuroscienza, ha veramente cambiato il mio modo di pensare, ed un peccato se guardi a quello che accaduto alla riforma
dell'istruzione e alla scuola. Hanno fatto dei tagli mentre avrebbero dovuto aggiungere un nuovo corso su come imparare
qualcosa, per esempio, come passare ai test. Oggi i test sono somministrati per aiutare la valutazione, di quanto bene stia
facendo uno studente e di quanto bene stia facendo la scuola. Beh, manca un periodo di pausa dallo studio. E cosa accade
durante un periodo di pausa? Ci si allena. Si corre in giro. proprio quello di cui tu necessiti, di cui il tuo cervello
necessita. Necessita di un momento di pausa, di utilizzo dei muscoli al posto del cervello. In modo da riuscire a processare
l'informazione e fare in modo che i neuroni lavorino su di essa. Perci penso che, ancora una volta, ci dovrebbe essere una
politica necessaria a far si che i nostri ragazzi vadano a correre.

10:00
>> Ci sono state tecniche speciali che hai acquisito nel corso degli anni che ti aiutano a concentrarti, a imparare o a essere
creativo?

10:09
>> Penso che,

10:12
trovarsi in un ambiente creativo,

10:17
dove ci siano altre persone

10:22
creative, rappresenti un modo per migliorare la tua creativit. Io penso questo.

10:29
Sebbene l'immagine che abbiamo di un pensatore creativo sia quella del genio solitario possa essere vera alcune persone, non
lo per me. In realt penso di avere idee migliori se sto parlando a qualcuno, e cerco di spiegargli le mie idee. Spesso, tale
processo riesce a dare una spinta alla creativit e il fatto che, penso tu lo sappia, avere altre persone intorno che ti tirano fuori
le tue idee per me davvero un modo estremamente importante di fare scienza.

11:07
>> Cosa ci sai dire del sostenere dei test? Qualche consiglio speciale in merito?

11:12
>> I test sono come tante altre abilit. Puoi apprenderli. Puoi imparare a diventare un migliore esecutore di test. E hai un sacco
di buone idee al riguardo. Ho scoperto che... quello di cui hai bisogno, sono, per esempio, le cose da evitare. Non ti ostinare se
non sei in grado di rispondere a una domanda. Passa alla successiva, perch potrai sempre ritornarci su, e infatti spesso, la
risposta al problema che ti teneva bloccato potr effettivamente balzarti alla memoria in seguito. Cos come funzionano i
nostri cervelli, le cose avvengono lungo binari paralleli.

11:50
>> Come approcci il tuo lavoro creativo nella ricerca? Come fai a mantenerti creativo nonostante l'assalto delle attivit routinarie
quotidiane? >> Sono stato molto fortunato, perch ho un grande laboratorio, e i miei studenti e colleghi, mi mantengono giovane
in termini di apprendimento di cose nuove , guardandole da nuove prospettive. Perci penso, che avere giovent intorno sia
davvero un grande modo di mantenersi giovani.

12:30
>> Se avessi un consiglio per un giovane liceale o uno studente universitario, su come imparare efficacemente, cosa gli
diresti? >> Che il successo non deriva necessariamente dall'essere brillanti. Conosco un sacco di persone brillanti che non
hanno successo. Ma conosco molte persone, che hanno veramente molta passione.

12:54
E che sono perseveranti. Molto successo nella vita consiste in quella passione e in quella perseveranza, nel restare su quello
che si fa, lavorarci su, e non mollare. Non rinunciare. Questa, penso, sia davvero la pi importante qualit che io vedo negli
studenti con cui lavoro, che hanno successo. >> Terry, non so come ringraziarti abbastanza, per le tue grandi risposte, che
credo la gente trover molto utili. >> Meraviglioso, ora voglio fare, ecco, una piccola presentazione.

13:29
Ho il piacere di presentarvi il cervello di Francis Crick.

13:35
Ho incontrato per la prima volta Francis 30 anni fa, e questo cervello era presente nel suo ufficio.

13:41
Francis era un mio stretto collega, ed io mi sono trasferito qui circa 25 anni fa, ed ho potuto conoscere ancor meglio Francis. Un
giorno, stavamo chiacchierando, e Francis ha indicato questo cervello che stato esposto qui per decenni e ha detto: "Terry
sai che mi sono accorto proprio di recente che questo cervello molto pi grande di uno vero?". E infatti non saresti in grado di
mettere questo cervello nel mio cranio, se ne osservi bene le dimensioni. uno strumento di insegnamento per gli studenti di
medicina. Sai, puoi separare le diverse sezioni del cervello. Ma non interessante il fatto che Francis Crick non se ne sia
accorto finch, molto pi tardi, lo avesse guardato con occhi nuovi ? E quindi, sai, questo un esempio.

14:28
Imparare con occhi nuovi e freschi. >> Non straordinario? Anche per un Premio Nobel che ha scoperto il DNA. >> Beh, ci
sono cose da scoprire tutti i giorni sulla realt che ci circonda, cose ordinarie a cui devi dare solo uno sguardo con occhi
differenti e una diversa prospettiva.

VI. IDEI PRINCIPALE MODUL 1

0:03
Per quanto i cervelli in attivit siano complessi, questa settimana abbiamo usato metafore, analogie e zombie per semplificare
l'argomento. In sostanza, le persone hanno due fondamentali modalit di pensiero che dati gli obbiettivi del corso, abbiamo
definito come focalizzata e diffusa. Abbiamo usato una semplice analogia con un flipper per consentirci di comprendere le
differenze fra le due modalit. La modalit focalizzata ha uno spazio ristretto fra i respingenti, il che, in un certo senso, aiuta a
mantenere i pensieri focalizzati. La modalit diffusa, d'altro canto, ha respingenti pi distanti, il che consente al pensiero di
spaziare maggiormente. La modalit focalizzata pi presente nella corteccia prefrontale, e spesso sembra riguardare il
pensare a cose con cui hai una qualche familiarit. Per esempio, se conosci la moltiplicazione e stai tentando di risolvere
un problema che richieda di moltiplicare, oppure se stai cercando di trovare una parola che rima con un'altra. In quel caso,
probabilmente ti stai avventurando sui sentieri familiari della modalit focalizzata. Ma se stai invece cercando di risolvere o
comprendere qualcosa di nuovo, questo spesso richiede a gran voce le pi vaste prospettive offerte dalla modalit
diffusa. Questa modalit, si scopre essere rappresentativa dei molteplici stati di riposo neurale del cervello.

1:26
Pensatori creativi di ogni epoca, indipendentemente dalla disciplina, hanno trovato modi di accedere alla modalit diffusa, pi
spesso, direttamente e rapidamente. Ma tutti quanti, abbastanza naturalmente accediamo a questa modalit quando facciamo
una passeggiata, una doccia, o semplicemente addormentandoci. Quando ci troviamo impantanati con un problema, o anche
quando non siamo sicuri di una situazione nel corso della nostra vita quotidiana, spesso una buona idea, dopo esserci
concentrati direttamente sul problema, lasciare che le acque si calmino, prendendosi un po' pi di tempo. In questo modo, una
maggiore elaborazione neurale pu avere luogo, spesso a livello inconscio, tramite la modalit diffusa. Spesso ci vuole tempo
perch l'elaborazione neurale si verifichi, e tempo per costruire le nuove strutture neurali necessarie per imparare qualcosa di
nuovo. Questa la ragione per cui combattere la procrastinazione cos importante. La maniera pi facile per combattere la
procrastinazione di usare la Tecnica Pomodoro. Quel breve intervallo da 25 minuti di intensa concentrazione, seguito da un
po' di rilassamento mentale. attraverso la pratica e la ripetizione che possiamo agevolare il miglioramento ed il rafforzamento
delle strutture neurali che costruiamo nell'apprendere qualcosa di nuovo. Pratica e ripetizione sono particolarmente importanti
per temi pi astratti. La memoria, naturalmente, un importante elemento nell'apprendimento. Ci sono quattro slot disponibili
nella nostra memoria di lavoro. I pensieri possono scomparire da questi slot a meno che continuiamo a ripeterli per tenerli a
mente. In questo senso, la memoria di lavoro come una pessima lavagna. La memoria a lungo termine, d'altro canto, come
un magazzino. Se ci esercitiamo e ripetiamo qualcosa abbastanza bene da metterla nella memoria a lungo termine, possiamo
normalmente richiamarla pi tardi quando necessario, anche se potremmo aver bisogno occasionalmente di un po' di ripetizione
per rinfrescare la memoria. Non mai una buona idea ammassare conoscenze ripetendo le cose pi volte in un giorno
solo. Perch come cercare di sviluppare muscoli sollevando pesi intensamente in un solo giorno. Non c' tempo sufficiente
perch si sviluppino strutture neurali solide. Abbiamo anche imparato l'importanza del sonno per eliminare le tossine che si
sviluppano durante le attivit quotidiane. meglio evitare di dare esami o fare cose difficili avendo dormito poco la notte prima,
perch equivale a cercare di pensare con un cervello intossicato. E altrettanto importante, l'esercizio fisico sorprendentemente
prezioso nel migliorare sia la nostra memoria che la nostra abilit di apprendimento. Questa settimana ci siamo divertiti molto
imparando, scommetto che troverete gli argomenti della prossima settimana ancora pi eccitanti. Sono Barbara Oakley, grazie
per Imparare ad Imparare.

C. SEEING THE BIGGEST PICTURE

I. What motivates you?

0:02

Ben tornato. difficile imparare qualcosa che non ti interessa. Ma se si tratta di qualcosa di interessante, imparare pi

facile. Come si spiega ci?

0:13

Buona parte dei neuroni nella tua corteccia trasportano informazioni di ci che accade attorno a te e di ci che stai facendo.

0:20
Il tuo cervello possiede anche un sistema per diffondere neuromodulatori, che veicolano informazioni non del contenuto

dell'esperienza ma dell'importanza e del valore che avr in futuro. I neuromodulatori sono sostanze chimiche che influenzano

come un neurone risponde agli altri neuroni. Oggi parleremo di tre neuromodulatori. Acetilcolina, dopamina e serotonina.

0:44

I neuroni acetilcolinergici formano connessioni neuromodulari con la corteccia e sono particolarmente importanti per

l'apprendimento focalizzato, cio quando sei molto concentrato.

0:55

Questi neuroni acetilcolinergici si diffondono ovunque e attivano i circuiti che controllano l'elasticit sinaptica. Formando nuova

memoria a lungo termine. I neuromodulatori hanno anche un profondo impatto sull'inconscio. Una delle pi grandi scoperte di

tutta la mia vita stata che la nostra motivazione controllata da una particolare sostanza chimica chiamata Dopamina.

situata in un piccolo gruppo di neuroni del tronco celebrale, qui colorato in arancione.

1:25

Questi neuroni dopaminergici sono parte di una grande sistema cerebrale che controlla la ricompensa

1:32

in particolare nei gangli basali, che si trovano nella regione verde sopra i neuroni dopaminergici e sotto la corteccia nella parte

superiore del cervello.

1:40

La dopamina rilasciata dai neuroni quando riceviamo una ricompensa inaspettata.

1:46

I suoi segnali si diffondono e hanno un potente effetto sull'apprendimento. E questo qualcosa che ha effetti anche sul

processo decisionale. Persino sul valore degli input sensoriali.

1:58

La dopamina ha il compito di prevedere ricompense future non solo in quelle immediate.

2:05

Questo pu motivarti nel fare qualcosa che non ti dar una ricompensa immediata ma ti condurr ad una ricompensa molto pi

grande in futuro.

2:12

Le droghe accrescono artificialmente l'attivit della dopamina facendo credere al tuo cervello che qualcosa di meraviglioso

appena successo.

2:20

In realt successo giusto l'opposto. Inducono assuefazione e dipendenza, che ti privano della volont motivando azioni che

posso essere deleterie per te.

2:31

La perdita di neuroni dopaminergici porta ad una mancanza di motivazione. E qualcosa chiamato anedonia, che la perdita di

interesse nelle cose che danno piacere.

2:42
Gravi perdite di neuroni dopaminergici causano tremore a riposo,

2:46

lentezza, rigidit cio quello che viene chiamata sindrome di Parkinson. Infine porta alla catatonia, una completa assenza di

movimento. I neuroni dopaminergici sono parte del tuo cervello inconscio. Ne abbiamo parlato durante la prima

settimana. Quando prometti di regalarti qualcosa dopo una sessione di studio, stai attingendo al tuo sistema dopaminergico.

3:09

La serotonina il terzo sistema neuromodulatore che ha un forte effetto nella tua vita sociale. Tra le scimmie il maschio alfa ha

il livello di attivit di serotonina pi elevato mentre il maschio di rango pi basso ha il livello inferiore. Il Prozac, che si prescrive

per la depressione, accresce il livello di attivit della Serotonina.

3:32

Il livello di Serotonina anche strettamente correlato ai comportamenti a rischio. Con maggiore propensione nelle scimmie con

livelli bassi di Serotonina.

3:41

I detenuti in carcere per crimini violenti hanno il pi basso livello di attivit di serotonina nella societ.

3:49

Infine, come gi sai bene, le tue emozioni hanno un forte effetto sull'apprendimento. Una volta si pensava che le emozioni

fossero separate dalla cognizione, ma studi recenti hanno dimostrato che queste si intrecciano con la percezione e

con l'attenzione interagendo con l'apprendimento e la memoria.

4:05

L'amigdala, una struttura a forma di mandorla, come mostrato qui, incastonata alla base del cervello, uno dei maggiori centri

dove cognizione ed emozione si integrano efficacemente.

4:17

L'amigdala fa parte del sistema limbico e insieme con l'ippocampo coinvolta nell'elaborazione della memoria e nel processo

decisionale cos come nella regolazione delle reazioni emotive. Dovrai mantenere la tua amigdala "felice" se vorrai essere

efficace nello studio. Le emozioni e i sistemi neuromodulatori sono pi lenti della percezione e dell'azione ma non sono meno

importanti per un apprendimento di successo.

4:41

Se vuoi sapere di pi su Acetilcolina, Dopamina e Serotonina, visita il sito brainfacts.org. Un sito internet pieno di preziose

informazioni sul cervello. Sono Terry Sejnowski. Buon apprendimento, e alla prossima.

II. THE VALUE OF A LIBRARY OF CHANKS

0:00
L'abilit di combinare chunk in modi nuovi e originali alla base di molte innovazioni nella storia. Bill Gates e altri leader
dedicano intere settimane alla lettura intensiva allo scopo di trattenere nella propria mente molte differenti idee allo stesso
tempo. Ci li aiuta a generare pensieri innovativi perch le nuove idee non ancora dimenticate possono connettersi fra loro.

0:35
In pratica quello che la gente fa per migliorare la propria conoscenza e diventare competenti consiste nel costruire
gradualmente un certo numero di chunk nella loro mente. Preziosi pezzetti di informazione, che possono essere uniti in modi
nuovi e creativi. I maestri di scacchi, per esempio, possono accedere facilmente a migliaia di schemi. Musicisti, linguisti e
scienziati posso accedere ognuno a simili chunk di conoscenza nelle rispettive discipline. Pi grande e ben esercitata la tua
libreria mentale di chunk, qualsiasi argomento tu sia imparando, pi sarai in grado di risolvere problemi ed individuare
soluzioni. Come scopriremo presto, il creare chunk non l'unica cosa necessaria per sviluppare flessibilit creativa
nell'apprendimento. Ma una componente importante.

1:22
I chunk possono anche aiutare a comprendere nuovi concetti. Questo perch quando comprendi un chunk, scoprirai che esso
pu essere collegato in modi sorprendenti a chunk simili, non solo nello stesso ambito, ma anche in ambiti molto
differenti. Questo concetto viene chiamato transfert. Per esempio, concetti e metodi di risoluzione di problemi appresi in fisica
possono essere molto simili a concetti usati nel mondo degli affari. Ho scoperto che alcuni aspetti imparati nelle lingue mi sono
risultati molto utili in seguito, quando cominciai ad imparare a programmare computer. Un chunk un modo di comprimere le
informazioni in una forma molto pi compatta. Acquisendo maggiore esperienza nel creare chunk in una qualsiasi materia, ti
accorgerai che i chunk che sarai in grado di creare diventeranno pi grandi. In un certo senso che i nastri saranno pi lunghi. E
non solo quei nastri si allungheranno, ma anche i percorsi neurali diventeranno pi marcati. Saranno pi solidi e fissati
stabilmente. Se possiedi una libreria di concetti e soluzioni che hai interiorizzato attraverso schemi di chunk puoi pensare ad
essi come ad una raccolta o una libreria di percorsi neurali. Quando cercherai di comprendere qualcosa, e se avrai una buona
libreria di questi chunk, allora sarai in grado di arrivare facilmente alla soluzione corretta, per usare una metafora, ascoltando i
sussurri della tua modalit diffusa. La modalit diffusa pu aiutarti a connettere due o pi chunk insieme per risolvere nuovi
problemi. Un altro modo di pensare a ci il seguente. Quando si forma un chunk, va a riempire una parte del tuo pi ampio
quadro di conoscenze. Ma se non ti alleni a fare crescere i tuoi chunk, allora essi rimarranno deboli, e diventer difficile creare
un quadro d'insieme di ci che stai imparando. Mentre costruisci la tua libreria di chunk, alleni il tuo cervello non solo a
riconoscere uno specifico concetto, ma anche differenti tipologie e categorie di concetti al punto che sarai automaticamente in
grado di riconoscere come risolvere o gestire rapidamente qualunque cosa incontrerai. Incomincerai a vedere schemi che
semplificano la soluzione di problemi e presto scoprirai che differenti tecniche di risoluzione sono l appostate ai margini della
tua memoria. Prima di sostenere esami intermedi o finali, pu essere facile rispolverare queste soluzioni e richiamarle
prontamente alla memoria. Ci sono due modi per capire qualcosa o risolvere problemi. Il primo un processo di ragionamento
sequenziale passo passo, mentre il secondo avviene attraverso un processo intuitivo di tipo olistico. Il ragionamento
sequenziale, dove ogni piccolo passo conduce deliberatamente ad una soluzione, riguarda la modalit focalizzata. L'intuizione,
d'altro canto, spesso sembra richiedere una modalit diffusa che creativamente collega pensieri focalizzati in apparenza
diversi. Molti problemi e concetti difficili vengono risolti attraverso l'intuizione, perch le nuove idee fanno un salto in avanti da
ci che ci familiare. Tieni presente che la modalit diffusa un modo semi-casuale di creare connessioni, che implica che le
soluzioni prodotte dovrebbero essere attentamente verificate attraverso la modalit concentrata. Non sempre le intuizioni sono
corrette. Potrai pensare che sono presenti cos tanti problemi e concetti gi in un singolo paragrafo o capitolo in ci che stai
studiando, che non c' affatto un modo per impararli tutti. Ed qui che la legge della serendipidit entra in scena. La dea della
fortuna favorisce gli audaci. Prova a concentrarti su un qualsiasi paragrafo che stai studiando. Scoprirai che una volta che avrai
messo il tuo primo problema o concetto nella tua libreria mentale, qualunque esso sia, allora quello successivo vi entrer un po'
pi facilmente. E il terzo ancora pi facilmente. Non che tutto questo sia un gioco da ragazzi, ma lo render pi facile. Sono
Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

III. OVERLEARNING , CHOKING, THE EINSTELLUNG AND INTERLEAVING

Quando impari una nuova idea, per esempio una nuova parola del vocabolario, o un concetto o un nuovo approccio per

risolvere problemi, talvolta sei portato ad esercitarti ripetutamente durante la stessa sessione di studio. Parte di questa pratica

utile e necessaria, ma continuare a studiare o ripetere dopo avere acquisito quello che puoi durante la sessione, si chiama

sovrapprendimento. Il sovrapprendimento pu avere un suo ruolo. in grado di creare un automatismo che pu essere

importante quando stai eseguendo, un servizio a tennis o un concerto per pianoforte. Se gli esami o i discorsi in pubblico ti

soffocano, il sovrapprendimento pu rivelarsi molto prezioso. Lo sapevi che anche un esperto oratore si allena nell'ordine di 70

ore per un tipico discorso da 20 minuti al TED? L'automatismo pu davvero essere utile in caso di nervosismo, ma diffida del

sovrapprendimento ripetitivo durante una singola sessione. Le ricerche hanno dimostrato come questo possa rivelarsi una

perdita di tempo prezioso.

1:09

La verit che una volta che hai capito l'idea di fondo durante una sessione, continuare a martellare gli stessi concetti durante

la stessa sessione non rinforza le connessioni nella memoria a lungo termine che vorresti potenziare. Peggio ancora,

concentrarsi su una tecnica un po' come imparare a fare il carpentiere facendo pratica solo col martello. Dopo un po', penserai

di sapere aggiustare tutto, soltanto dandogli un colpo. Usare una sessione di studio successiva per ripetere ci che stai

imparando va bene, e spesso pi utile. Pu rafforzare e intensificare i tuoi percorsi neurali raggruppati in chunk. Ma diffida;

ripetere qualcosa che gi conosci perfettamente facile. Ti pu anche dare l'illusione di competenza, cio di essere stato in

grado di padroneggiare l'intera materia, mentre invece domini solo le cose facili. Al contrario, hai bisogno di bilanciare i tuoi
studi concentrandoti deliberatamente su ci che per te pi difficile. La concentrazione sugli argomenti pi difficili viene

chiamata pratica deliberata. spesso quello che fa la differenza tra un bravo studente e un grande studente.

2:17

Tutto questo collegato ad un concetto noto come Einstellung.

2:22

In questo fenomeno, il tuo semplice pensiero iniziale, un'idea che avevi gi in mente o uno schema neurale che avevi gi

sviluppato e rafforzato, pu impedirti di scoprire una idea o soluzione migliore. Lo vediamo nell'immagine del flipper della

modalit concentrata, dove il tuo pensiero iniziale appare nella parte superiore del cervello mentre la soluzione si trova nella

parte bassa.

2:50

I respingenti ravvicinati della modalit concentrata e i precedenti percorsi che avevi costruito possono creare una specie

di carreggiata, che ti impedisce di balzare verso il luogo dove si trova la soluzione. Tra l'altro, la parola tedesca Einstellung

significa atteggiamento mentale. Sostanzialmente puoi ricordarti dell'einstellung come di un blocco stradale, a causa del modo

in cui stavi inizialmente considerando qualcosa. Questa specie di approccio sbagliato facile da eseguire soprattutto negli

sport e nella scienza, per non parlare di altre discipline, perch talvolta la tua intuizione iniziale su quel che succede o ci che

devi fare fuorviante. Devi disimparare le tue vecchie idee o approcci sbagliati anche mentre ne stai apprendendo di nuovi.

3:36

Un errore rilevante che commettono gli studenti durante l'apprendimento saltare in acqua prima ancora di avere imparato a

nuotare. In altre parole, essi iniziano ciecamente a lavorare su un compito a casa senza leggere il libro di testo, frequentare i

corsi, vedere le lezioni online, o anche parlare con qualcuno bene informato. Questa la ricetta per annegare. come lasciare

che un pensiero salti fuori a caso nel flipper della modalit concentrata senza fare attenzione a dove si trovi veramente la

soluzione. Capire come ottenere soluzioni giuste importante per l'apprendimento e per la vita. Acquisire un nuovo argomento

non solo significa apprendere i chunk di base, ma anche imparare a come selezionare e utilizzare differenti chunk. Il migliore

modo di imparare allenarsi a saltare avanti e indietro tra i problemi o le situazioni che richiedono diverse tecniche o

strategie. Ci chiamato "interleaving".

4:35

Una volta che hai acquisito l'idea di base di una tecnica durante una sessione di studio, come imparare ad andare in in bicicletta

con le rotelle, inizia ad intervallare la pratica con problemi di diverso tipo o differenti tipi di approcci, concetti o

procedure. Qualche volta potr essere un po' arduo da farsi. Un determinato paragrafo di un libro per esempio spesso

dedicato a una specifica tecnica, per cui quando dai una sbirciata a quel paragrafo, sai gi che tecnica userai. Inoltre, fai quel

che puoi per mischiare il tuo apprendimento. Particolarmente in scienze e matematica, pu essere utile guardare avanti alla

maggior variet di problemi che talora, si trovano a fine capitolo. O puoi deliberatamente provare tu a scoprire in maniera

occasionale perch alcuni problemi richiedono una tecnica al posto di un'altra. Devi abituare il tuo cervello all'idea che soltanto

sapere come usare un particolare concetto, approccio o tecnica di risoluzione non sufficiente. Devi anche sapere quando

usarla. Intervallare i tuoi studi, facendone un cardine per il ripasso prima di un esame, per esempio, saltando tra problemi di

capitoli diversi pu talvolta sembrare rendere il tuo apprendimento un po' pi arduo, ma in realt, ti aiuta ad approfondire di
pi. L' "interleaving" straordinariamente importante. Anche se la pratica e la ripetizione sono importanti nel contribuire a

costruire solidi percorsi neurali cui attingere, con l'interleaving che incominciamo a costruire la flessibilit e la creativit.

quando incominci a lasciare il mondo della pratica e della ripetizione, e inizi a pensare in maniera pi autonoma. Quando fai

interleaving all'interno di un argomento o di una disciplina, inizi a sviluppare il tuo potere creativo all'interno di quella

disciplina. Quando fai interleaving tra diversi argomenti o discipline, puoi pi facilmente creare nuove interessanti connessioni

tra chunk in differenti ambiti, che possono migliorare ancor pi la tua creativit. Di certo, ci vuole tempo per sviluppare solidi

chunk di conoscenze in diversi campi, per cui talvolta c' un compromesso. Sviluppare competenze in diversi campi significa

esser in grado di portare idee veramente nuove da un ambito all'altro, ma questo pu anche significare che la tua competenza

nell'uno o nell'altro campo non sar approfondita come quella di una persona specializzata in una disciplina. D'altro canto, se

sviluppi competenze in una disciplina soltanto, puoi conoscerla meglio, ma puoi essere pi vincolato nel tuo modo di pensare

abituale e non essere quindi in grado di gestire nuove idee.

7:21

Il filosofo della scienza Thomas Kuhn scopr che la maggior parte dei cambiamenti di paradigma nella scienza sono generati o

da giovani o da persone che si erano originariamente formate in un'altra disciplina. Queste persone non si fanno facilmente

intrappolare dall'einstellung, pensieri bloccati a causa della precedente formazione. E certamente vale l'antico detto che la

scienza progredisce un funerale alla volta man mano che le persone, trincerate nei vecchi modi di pensare, muoiono.

7:48

Infine, non commettere l'errore di pensare che l'apprendimento si verifichi soltanto nelle materie che si imparano dagli

insegnanti o dai libri. Quando insegni ad un bambino come affrontare in modo efficace un bullo, o quando ripari un rubinetto che

perde, o fai velocemente la valigia per un viaggio di lavoro a Hong Kong, tutti questi sono i risultati di importanti aspetti

dell'apprendimento. Il fisico Richard Feynman fu ispirato nel suo lavoro che vinse il premio Nobel dalla vista di qualcuno che

gett in aria un piatto in una mensa. Mike Rowe dei programmi televisivi Dirty Jobs e Somebody's Gotta Do It (Qualcuno deve

pur farlo) dimostra quanto importante ed eccitante possa essere l'imparare, in una variet di differenti discipline non

accademiche. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

IV. IDEI PRINCIPALE

In questo video, riassumer alcune dei temi principali dei filmati di questa settimana. In altre parole, creer un chunk della

nostra settimana sul come creare chunk. Eccoci! In termini neuroscientifici, i chunk sono pezzi di informazione, che vengono

legati assieme attraverso l'uso e spesso attraverso il significato. Puoi pensare ad un chunk come ad una scintillante rete di

neuroni che sintetizza idee o azioni chiave in forma compatta. I chunk possono diventare pi grandi e pi complessi. Ma allo

stesso tempo, essi sono elementi a cui facile accedere e che puoi adattare come un nastro agli slot della tua memoria di

lavoro. I chunk sono meglio assemblati mediante la focalizzazione, una completa attenzione e comprensione dell'idea di

base. E la pratica che aiuta ad approfondire gli schemi mentali e ad afferrare il contesto del quadro d'insieme. Semplicemente

rammentare, cercando di ricordare i punti chiave senza guardare la pagina del libro, uno dei modi migliori per aiutare il

processo di costruzione dei chunk. Ci sembra facilitare la costruzione dei ganci neurali. Questi ti aiutano a capire meglio la

materia. Prova anche a richiamare alla memoria materie in luoghi diversi da quelli in cui le hai originariamente imparate, in
modo che tale conoscenza diventi pi saldamente radicata ed accessibile, indipendentemente dal luogo in cui ti trovi. Ci pu

essere molto utile per i test.

1:28

L'idea di transfer che un chunk che hai appreso in un'area possa aiutarti ad apprendere con maggiore facilit altri chunk di

aree diverse, che presentano sorprendenti punti in comune. Quando studi, usa l'interleaving facendo pratica con una tua

selezione di diversi concetti, approcci e tecniche tutte nella stessa sessione. I chunk sono molto importanti, ma non

necessariamente forniscono la flessibilit, che altrettanto importante per diventare un esperto della materia che stai

imparando.

2:00

L'illusione di competenza nell'apprendimento. Impara a renderti conto di quando ti inganni circa il tuo reale apprendimento della

materia. Mettiti frequentemente alla prova. Utilizza piccoli mini test per capire se stai realmente imparando la materia, o se ti stai

prendendo in giro, pensando che stai imparando, quando non vero. Richiamare alla memoria una sorta di mini-test. Evita di

dipendere troppo dall'evidenziatore, che pu indurti a credere che la materia ti stia entrando in testa, quando invece non

cos. Gli errori sono una buona cosa da fare quando si sta imparando. Ti permettono di accorgerti delle illusioni di competenza.

2:40

Evita di fare pratica solo sulle cose facili, che possono darti l'illusione di essere padrone della materia. Esercitati

deliberatamente su ci che trovi pi difficile per raggiungere una completa padronanza della materia.

2:53

L'Einstellung quando un pensiero iniziale, un'idea che gi avevi in mente, o un percorso neurale che avevi gi sviluppato per

bene e rafforzato, impedisce che venga trovata un'idea o una soluzione migliore. O ti impedisce di essere abbastanza

flessibile per accettare soluzioni nuove, migliori o pi adatte. La Legge della Serendipidit molto utile. La Fortuna aiuta gli

audaci. Devi solo prendere una piccola cosa da imparare, poi un'altra. Poi continua ancora e sarai piacevolmente sorpreso dei

risultati. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

PROCRASTINATION AND MEMORY

1.INTRODUCTION TO PROCRASTINATION AND MEMORY

0:06

Questa settimana parleremo di due idee apparentemente diverse. La procrastinazione e la memoria. Tuttavia queste due

tematiche sono intimamente connesse. Perch? Perch per costruire chunk solidi di memoria a lungo termine, che siano

facilmente accessibili dalla memoria a breve termine, ci vuole tempo. Non il tipo di cose che si pu rimandare all'ultimo

momento. Hai gi un valido strumento contro la procrastinazione. Il Pomodoro. Quel potente periodo concentrato di 25 minuti di

focalizzazione motivata. Questa settimana vi aggiorneremo con ulteriori informazioni sulla procrastinazione, e su modi semplici

per contrastarla. E questo fondamentale. Metodi che non richiedono molta forza di volont; poi parleremo di alcuni dei modi

migliori per accedere ai pi potenti sistemi di memoria a lungo termine del cervello. Sono Barbara Oakley. Grazie per imparare

ad imparare.
2.TACKLING PROCRASTRINATION IT?S EASIER, AND MORE VALUABLE, THE YOU THINK

0:06
L'arsenico estremamente tossico. Per secoli, fino a quando furono scoperte moderne tecniche di rilevamento l'arsenico era
una sostanza molto diffusa tra gli assassini. Si pu quindi immaginare lo sgomento alla 48ma conferenza dell'Associazione
Tedesca di Arti e Scienze. Nel 1875 quando due uomini si sedettero di fronte al pubblico e si scolarono pi del doppio di una
dose letale di arsenico. Il giorno seguente gli uomini erano tornati alla conferenza sorridenti ed in buona salute. Com' possibile
assumere qualcosa di cos dannoso e restare in vita, e persino sembrare in forma, nonostante il danno fatto a livello
microscopico nel proprio corpo? La risposta ha un sorprendente legame con la procrastinazione che quello di cui parleremo
nei prossimi video. Hai gi fatto tuo lo strumento per aiutarti con la procrastinazione, il pomodoro quei 25 minuti di
concentrazione ininterrotta, seguiti da un po' di rilassamento. Questa settimana ne sapremo di pi. Capire un po' della
psicologia cognitiva della procrastinazione, proprio come capire la chimica del veleno, pu aiutarci a sviluppare le giuste misure
preventive. In questi video, insegner l'approccio della persona pigra nell'affrontare la procrastinazione. Questo significa che
imparerai a conoscere i tuoi zombi interiori. La routine, le risposte abituali del tuo cervello in relazione a spunti specifici. Queste
reazioni zombi spesso sono dirette a migliorare la situazione nell'immediato. Come vedrai, puoi ingannare alcuni di questi
zombi ad aiutati a scacciare la procrastinazione quando ti serve. Non sempre la procrastinazione un male. Anche se gi sai
come gestire la procrastinazione, scoprirai qualche utile idea che ti permetter di definire meglio le priorit del tuo
apprendimento.

2:04
Il motivo per cui imparare ad evitare la procrastinazione cos importante, che un buon apprendimento una attivit che si
attua un po' alla volta. da evitare lo studio prolungato che non crea strutture neurali solide. Mediante uno studio della stessa
durata, ma spaziando l'apprendimento iniziando prima, imparerai meglio. Prima le cose pi importanti. A differenza della
procrastinazione, cui facile cedere, la forza di volont difficile da conquistare. Questa utilizza molte risorse neurali. Non
dovresti sprecare la tua forza di volont combattendo la procrastinazione, eccetto quando assolutamente
necessario. Soprattutto vedrai che non ne avrai bisogno. Se ti ricorderai che si procrastina su cose che ci mettono un po' a
disagio. Pensi a qualcosa che non ti piace particolarmente molto e i centri della sofferenza del tuo cervello si attivano, limitando
e spostando il tuo centro di attenzione a qualcosa di pi gradevole. Cos ti senti meglio. Almeno temporaneamente, purtroppo
per gli effetti a lungo termine dell'evitare in modo abituale possono essere spiacevoli. Quando rimandi i tuoi studi pu divenire
ancora pi sgradevole il pensare di studiare. Ti puoi bloccare ad un esame perch non hai preparato le solide basi neurali di cui
hai bisogno. Per sentirti a tuo agio con il materiale. La procrastinazione pu essere una singola cattiva abitudine chiave,
monumentalmente importante, un'abitudine, in altre parole, che influenza molti aspetti importanti della tua vita. Se migliori le tue
capacit in quest'ambito ti si presenteranno gradualmente molti altri cambiamenti positivi. La procrastinazione ha punti in
comune con la dipendenza. Offre piacere e sollievo temporanei dalla realt, talvolta noiosa. facile ingannarti da solo
credendo che il miglior impiego in ogni momento sia cercare in rete informazioni, piuttosto che per davvero leggere il libro di
testo o fare i compiti assegnati. Inizi ad inventarti delle scuse. Per esempio potresti pensare che la chimica organica richieda
ragionamento spaziale, un tuo punto debole, quindi normale che non ti riesca bene. Ingegni scuse irrazionali che sembrano
superficialmente logiche come: "se inizio a studiare troppo in anticipo rispetto all'esame dimenticher tutto". Se sei preoccupato
della procrastinazione potresti persino iniziare a dirti che procrastinare parte integrante del tuo carattere. Dopotutto se la
procrastinazione fosse facilmente risolvibile, non ci saresti gi riuscito? Pi avanti vai negli studi, per, pi importante diventa
prendere il controllo sulla procrastinazione. Abitudini che un volta funzionavano possono rivoltarsi contro di te. Quello che ti
mostrer nei prossimi video come puoi diventare. Padrone delle tue abitudini. Tu dovresti prendere le decisioni e non i tuoi
ben intenzionati ma cerebrolesi zombi, le tue abitudini. Come noterai, le strategie per combattere la procrastinazione sono
semplici. Solo che a volte non sono intuitivamente ovvie. Allora, torniamo alla storia con cui abbiamo cominciato il video. I
bevitori di arsenico avevano cominciato con piccolissime dosi del veleno. L'arsenico in piccole dosi non sembra nocivo. Puoi
persino sviluppare immunit ai suoi effetti. Questo ti permette di assumerne dosi maggiori e restare in salute, anche se il veleno
aumenta lentamente il rischio di cancro e devasta i tuoi organi. In modo simile, chi procrastina ritarda solo quella piccola
cosa. Poi lo fanno pi e pi volte finch non diventa un'abitudine. Possono persino sembrare in forma, ma gli effetti a lungo
termine? Non sono buoni. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

III.ZOMBIES EVERYWHARE

Immagina di andare in retromarcia in una strada per la prima volta nella tua vita. A qualcuno, potrebbe sembrare una proposta

abbastanza stimolante. La prima volta che ti capitasse di farlo saresti in uno stato di iper allerta. Il diluvio di informazioni che si

riversa su di te farebbe sembrare la cosa pressoch impossibile. Ma, un volta che ti sarai creato un chunk di come fare

retromarcia lungo il tuo vialetto, tutto quello che dovrai fare di lasciarti andare. Ed il gioco fatto. Il tuo cervello va in questa

sorta di modalit zombi, nella quale solo semi cosciente di pochi fattori chiave, invece di essere sopraffatto da tutti i dati. Lo

stesso principio vale per l'uso della bicicletta. La prima volta difficile, dopodich diventa facile. Neuro-scientificamente

parlando, il creare chunk legato all'abitudine. Per noi l'abitudine un risparmio di energia. Ci permette di liberare la mente per

dedicarci ad altre attivit. Entri in questa modalit zombi molto pi spesso di quanto tu possa pensare. Questo il punto con
l'abitudine, non hai bisogno di pensare in modo focalizzato su ci che stai facendo, mentre esegui l'abitudine. un risparmio di

energia. Le abitudini possono essere buone o cattive. Possono essere brevi, come pettinarsi distrattamente i capelli

all'indietro. Oppure lunghe, come ad esempio quando fai una passeggiata, o guardare la televisione per qualche ora di ritorno a

casa dal lavoro. Puoi considerare le abitudini come formate da quattro parti. La prima lo spunto. il grilletto che ti catapulta

nella modalit zombi. Lo spunto pu essere qualcosa di semplice come vedere la prima voce nella lista delle cose da

fare. Quando iniziare i compiti della settimana successiva. O vedere un messaggio inviato da un amico. Quando smettere di

lavorare. Uno spunto di per s non n utile n dannoso, la routine. Quello che si fa in risposta a tale spunto, ci che

importa. Numero 2, la routine. Questa la tua modalit zombi. La risposta abituale di routine per cui il tuo cervello si attiva

quando ricevi lo spunto. La modalit zombi pu essere utile, innocua o a volte dannosa. Numero 3, la ricompensa. Ogni

abitudine si sviluppa e persiste perch ci d una ricompensa. Ci d un'immediata piccola sensazione di piacere. La

procrastinazione un'abitudine facile da sviluppare, perch la ricompensa, focalizza la tua mente su qualcosa di pi piacevole

in modo facile e veloce. Ma anche le buone abitudini possono essere premiate. Trovare modi per premiare le buone abitudini di

studio un'importante scappatoia dalla procrastinazione. Numero 4, la convinzione. Le abitudini hanno effetto su di te perch tu

credi in loro. Ad esempio, potresti ritenere che non sarai mai in grado di cambiare le tue abitudini di rimandare lo studio fino

all'ultimo momento. Per cambiare un'abitudine, hai bisogno di cambiare la tua convinzione di base. Sono Barbara Oakley,

grazie per Imparare ad Imparare.

III.SURFFS UP: PROCESS VERSUS PRODUCT

0:05

Uno dei modi migliori per rendere il tuo studio efficace usare strumenti e trucchi mentali per essere ispirato e motivato. Innanzi

tutto, nel momento di studiare, potresti accorgerti che perfettamente normale iniziare con un po' di sentimenti negativi sul fatto

di iniziare una sessione di studio. Perfino quando si tratti di una materia che di solito ti piace. come si gestiscono quei

sentimenti che conta. I ricercatori hanno scoperto che chi non procrastina mette da parte i pensieri negativi ripetendosi cose

come: "Smetti di sprecare tempo, ed usalo semplicemente per finire quello che stai facendo, ti far stare meglio". Se scopri che

eviti certi compiti perch ti fanno sentire a disagio, dovresti sapere che c' un altro metodo utile per ridefinire le cose. Ed

quello di concentrarsi sul processo e non sul risultato. Con processo si intende lo scorrere del tempo e le relative abitudini ed

azioni associate ad esso. Ad esempio: "ho intenzione di lavorare per 20 minuti". Il risultatro il prodotto, ad esempio, un i

compiti a case che devi finire.

1:12

Per prevenire la procrastinazione hai bisogno di evitare di concentrarti sul risultato. Invece, dovresti concentrarti sulla

costruzione dei processi. I processi, sono legati ad abitudini semplici che casualmente ti permettono di fare le attivit spiacevoli

che necessiti di fare. Ad esempio, diciamo che non ti piaccia fare i compiti di una materia in particolare. Cos smetti di lavorarci

su. Si tratta solo di rispondere a cinque domande, pensi Quanto potrebbero essere difficili? Nel profondo, realizzi che

rispondere a quelle cinque domande potrebbe essere un lavoro lungo. pi facile vivere in un mondo fantastico dove le cinque

domande, o una relazione di dieci pagine, possono essere fatte all'ultimo minuto. La tua sfida evitare di concentrarti sul

prodotto, cio rispondere alle domande. Il prodotto ci che innesca il dolore, che causa il tuo procrastinare. Invece,
necessario che ti concentri sul processo o sui processi I piccoli chunk di tempo di cui hai bisogno per pi giorni o settimane, per

rispondere alle domande o per preparare un esame. A chi importa se avrai finito i compiti, o compreso i concetti chiave, in una

sola sessione? Il punto invece che tu ti metta con calma a fare del tuo meglio per un breve periodo di tempo. Ed ora il

processo. Nota come in questa foto il fisico e surfista Garret Lacy concentrato sul momento. E non sulla soddisfazione di

stare cavalcando un'onda. Per te, uno dei modi pi semplici per concetrarti sul processo di fare un Pomodoro di 25 minuti,

piuttosto che l'aver finito il compito. L'idea fondamentale qui e che la parte "zombi" abitudinaria del tuo cervello, ama i processi

perch gli consentono di funzionare senza sforzo. molto pi facile ingaggiare le abitudini zombi per completare un processo,

che per completare un prodotto. Concentrandoti sul processo piuttosto che sul prodotto, eviti a te stesso di giudicarti

continuamente: "Raggiunger la meta?" Al contrario permetti a te stesso di rilassarti nel flusso del lavoro. Il punto che quando

dovesse sorgere una distrazione, cosa che inevitabilmente accadr tu voglia allenarti a lasciarla scorrere via. Naturalmente,

essere nelle condizioni in cui le distrazioni siano minime un'altra buona idea. Molti studenti trovano questa condizione sia in

luoghi tranquilli, che usando delle cuffie antirumore. se puoi permettertele, possono essere utili quando stai cercando di

concentrarti. Sono Barbara Oakley.

3:54

Grazie per Imparare ad Imparare.

IV. HARNESSING THE ZOMBIES TO HELP YOU

In questo video affronteremo nello specifico come sfruttare i tuoi poteri zombie dell'abitudine per aiutarti ad evitare la
procrastinazione minimizzando l'uso della forza di volont. Non hai bisogno di fare un cambiamento su larga scala delle tue
vecchie abitudini. Devi solo cambiare alcune parti di esse, e svilupparne di nuove. Il trucco per cambiare un'abitudine quello di
modificare la tua reazione ad uno spunto. L'unico momento in cui dovrai usare la tua forza di volont quando dovrai cambiare
la tua reazione a tale spunto. Per capire ci, pu essere d'aiuto rivedere le quattro componenti dell'abitudine e rianalizzarle dal
punto di vista della procrastinazione.

0:45
Il primo di essi lo spunto. Devi riconoscere cosa attiva la tua modalit di procrastinazione zombie. Lo spunto di solito rientra in
una delle seguenti categorie. Luogo, tempo, sentimenti e reazioni in risposta ad altre persone o a qualche accadimento. Hai
visto qualcosa su internet e ti riscopri a fare una ricerca sul web? Un SMS disturba i tuoi studi ed impieghi 10 minuti per
tornare sul pezzo, anche mentre ti sforzi di rimanere concentrato?

1:19
Il problema con la procrastinazione quello perch un'abitudine automatica, e non sempre sei consapevole che stai iniziando
a procrastinare. Puoi evitare gli spunti pi pericolosi spegnendo il cellulare ed evitando internet e le altre distrazioni per un breve
periodo di tempo. Come quando stai facendo un Pomodoro. Numero due, la routine. Poniamo che invece di studiare spesso ti
distragga, pensando a qualcosa di meno gravoso. Il tuo cervello vuole automaticamente entrare nella routine una volta ricevuto
lo spunto. Questa la reazione sulla quale devi concentrarti quando intendi cambiare una vecchia abitudine. La chiave per
cambiarla avere un piano. Sviluppare un nuovo rituale pu essere d'aiuto. Alcuni studenti si abituano a lasciare il telefono
nella loro auto quando vanno a lezione, eliminando una potente distrazione. Molti altri scoprono il valore di sistemarsi in
un posto tranquillo in biblioteca o in casa, beneficiando degli effetti produttivi della propria poltrona preferita, al momento giusto
con tutti i dispositivi spenti. I tuoi piani potrebbero non funzionare perfettamente all'inizio, ma continua a metterli in
pratica. Modifica il tuo piano se necessario, e assapora le vittorie che otterrai quando il tuo piano funzioner. Non cercare di
cambiare tutto in una volta. La Tecnica del Pomodoro pu essere particolarmente utile per cambiare la reazione a determinati
spunti. Numero tre "la ricompensa". Questo a volte pu richiedere un po' di indagine. Perch procrastini? Si pu sostituire un
ricompensa emotiva, forse un sentimento di orgoglio per aver realizzato qualcosa, anche di piccolo, con un senso di
soddisfazione? Puoi vincere una piccola scommessa interiore o una sfida su qualcosa che hai trasformato in un gioco
personale o permetterti di indulgere su un latte macchiato o di leggere il tuo sito preferito, o di ricompensare te stesso, magari
con una serata spensierata davanti alla televisione o su internet, senza sensi di colpa, concedendoti una ricompensa ancora
pi grande per un super risultato? Magari dei biglietti per il cinema o un maglione o un acquisto frivolo. Ricorda che le abitudini
sono potenti perch creano desideri neurologici. Aggiungere nuove ricompense ti aiuta, se vuoi vincere i tuoi desideri
precedenti. Soltanto quando il tuo cervello inizia ad aspettarsi una ricompensa potr avvenire il "ricablaggio" che ti permetter di
creare una nuova abitudine.

4:00
Molte persone trovano che fissare delle ricompense in specifici orari, ad esempio, fare un pausa per il pranzo con un amico
a mezzogiorno, o fare una pausa dal compito principale alle 5.00 p.m, dia una solida mini scadenza, che pu aiutare a spronare
al lavoro. Non sentirti male se scopri di avere difficolt a entrare in uno stato di flusso in un primo momento. A volte mi costa un
paio di giorni di fatica, mediante alcuni cicli della Tecnica del Pomodoro prima che il flusso inizi a svilupparsi. E scopro che ho
iniziato a divertirmi a lavorare su un argomento nuovo. Ricordati anche che pi bravo diventi a fare qualcosa, pi divertente
diventa quello che fai.

4:40
Il numero quattro la convinzione. La parte pi importante del cambiare la tua abitudine a procrastinare credere di poterlo
fare. Potreste scoprire che, quando il gioco si fa stressante ricadi nelle vecchie e pi confortevoli abitudini. Credere nel
funzionamento del tuo nuovo sistema ci che ti permetter di superarle. Parte di ci che ti sosterr il creare una nuova
comunit. Frequentare fisicamente compagni di corso o virtuali in un MOOC, che magari possiedono la filosofia del posso-farlo
che anche tu vuoi sviluppare. Sviluppare ed incoraggiare la cultura di amici con questa stessa mentalit, pu aiutarci a
ricordare i valori che, nei momenti di debolezza tendiamo a dimenticare. Sono Barbara Oakley, grazie per Imparare ad
Imparare.

IV.HARESSING THE ZOMBIES TO HELP YOU

0:05
In questo video affronteremo nello specifico come sfruttare i tuoi poteri zombie dell'abitudine per aiutarti ad evitare la
procrastinazione minimizzando l'uso della forza di volont. Non hai bisogno di fare un cambiamento su larga scala delle tue
vecchie abitudini. Devi solo cambiare alcune parti di esse, e svilupparne di nuove. Il trucco per cambiare un'abitudine quello di
modificare la tua reazione ad uno spunto. L'unico momento in cui dovrai usare la tua forza di volont quando dovrai cambiare
la tua reazione a tale spunto. Per capire ci, pu essere d'aiuto rivedere le quattro componenti dell'abitudine e rianalizzarle dal
punto di vista della procrastinazione.

0:45
Il primo di essi lo spunto. Devi riconoscere cosa attiva la tua modalit di procrastinazione zombie. Lo spunto di solito rientra in
una delle seguenti categorie. Luogo, tempo, sentimenti e reazioni in risposta ad altre persone o a qualche accadimento. Hai
visto qualcosa su internet e ti riscopri a fare una ricerca sul web? Un SMS disturba i tuoi studi ed impieghi 10 minuti per
tornare sul pezzo, anche mentre ti sforzi di rimanere concentrato?

1:19
Il problema con la procrastinazione quello perch un'abitudine automatica, e non sempre sei consapevole che stai iniziando
a procrastinare. Puoi evitare gli spunti pi pericolosi spegnendo il cellulare ed evitando internet e le altre distrazioni per un breve
periodo di tempo. Come quando stai facendo un Pomodoro. Numero due, la routine. Poniamo che invece di studiare spesso ti
distragga, pensando a qualcosa di meno gravoso. Il tuo cervello vuole automaticamente entrare nella routine una volta ricevuto
lo spunto. Questa la reazione sulla quale devi concentrarti quando intendi cambiare una vecchia abitudine. La chiave per
cambiarla avere un piano. Sviluppare un nuovo rituale pu essere d'aiuto. Alcuni studenti si abituano a lasciare il telefono
nella loro auto quando vanno a lezione, eliminando una potente distrazione. Molti altri scoprono il valore di sistemarsi in
un posto tranquillo in biblioteca o in casa, beneficiando degli effetti produttivi della propria poltrona preferita, al momento giusto
con tutti i dispositivi spenti. I tuoi piani potrebbero non funzionare perfettamente all'inizio, ma continua a metterli in
pratica. Modifica il tuo piano se necessario, e assapora le vittorie che otterrai quando il tuo piano funzioner. Non cercare di
cambiare tutto in una volta. La Tecnica del Pomodoro pu essere particolarmente utile per cambiare la reazione a determinati
spunti. Numero tre "la ricompensa". Questo a volte pu richiedere un po' di indagine. Perch procrastini? Si pu sostituire un
ricompensa emotiva, forse un sentimento di orgoglio per aver realizzato qualcosa, anche di piccolo, con un senso di
soddisfazione? Puoi vincere una piccola scommessa interiore o una sfida su qualcosa che hai trasformato in un gioco
personale o permetterti di indulgere su un latte macchiato o di leggere il tuo sito preferito, o di ricompensare te stesso, magari
con una serata spensierata davanti alla televisione o su internet, senza sensi di colpa, concedendoti una ricompensa ancora
pi grande per un super risultato? Magari dei biglietti per il cinema o un maglione o un acquisto frivolo. Ricorda che le abitudini
sono potenti perch creano desideri neurologici. Aggiungere nuove ricompense ti aiuta, se vuoi vincere i tuoi desideri
precedenti. Soltanto quando il tuo cervello inizia ad aspettarsi una ricompensa potr avvenire il "ricablaggio" che ti permetter di
creare una nuova abitudine.

4:00
Molte persone trovano che fissare delle ricompense in specifici orari, ad esempio, fare un pausa per il pranzo con un amico
a mezzogiorno, o fare una pausa dal compito principale alle 5.00 p.m, dia una solida mini scadenza, che pu aiutare a spronare
al lavoro. Non sentirti male se scopri di avere difficolt a entrare in uno stato di flusso in un primo momento. A volte mi costa un
paio di giorni di fatica, mediante alcuni cicli della Tecnica del Pomodoro prima che il flusso inizi a svilupparsi. E scopro che ho
iniziato a divertirmi a lavorare su un argomento nuovo. Ricordati anche che pi bravo diventi a fare qualcosa, pi divertente
diventa quello che fai.

4:40
Il numero quattro la convinzione. La parte pi importante del cambiare la tua abitudine a procrastinare credere di poterlo
fare. Potreste scoprire che, quando il gioco si fa stressante ricadi nelle vecchie e pi confortevoli abitudini. Credere nel
funzionamento del tuo nuovo sistema ci che ti permetter di superarle. Parte di ci che ti sosterr il creare una nuova
comunit. Frequentare fisicamente compagni di corso o virtuali in un MOOC, che magari possiedono la filosofia del posso-farlo
che anche tu vuoi sviluppare. Sviluppare ed incoraggiare la cultura di amici con questa stessa mentalit, pu aiutarci a
ricordare i valori che, nei momenti di debolezza tendiamo a dimenticare. Sono Barbara Oakley, grazie per Imparare ad
Imparare.
V. JUGGLING LIFE AND LEARN

0:03
Per molte persone imparare comporta un complesso bilanciamento di molte attivit differenti. Un buon modo che ti faccia mantenere la prospettiva su quello che stai
cercando di imparare ed acquisire, quello di scrivere settimanalmente in un diario, una breve lista delle cose da fare. Poi sulle altre pagine, scrivi ogni giorno una lista
delle cose che puoi ragionevolmente completare o realizzare. Prova a scrivere questa lista di attivit quotidiane la sera prima. Perch la sera prima? Ricerche hanno
dimostrato che questo aiuta il tuo subconscio ad affrontare i compiti nella lista in modo da poter capire come realizzarli. Scrivere la lista prima di andare a dormire,
permette di arruolare i tuoi zombie che ti aiuteranno a portare a termine i compiti sulla lista. Se non scrivi le cose da fare, esse si apposteranno ai margini delle slot
della tua memoria di lavoro, occupando spazio prezioso. Ma appena scrivi la lista, si libera memoria di lavoro per risolvere problemi. Ok diamo un'occhiata a una mia
lista delle cose quotidiane da fare. Come puoi vedere, ci sono solo sei voci. Alcune sono orientate al processo. Ad esempio ho un articolo da scrivere per un giornale
tra diversi mesi. Cos mi concentro un po' tutti i giorni lavorativi, sino al suo completamento. Solo poche voci sono orientate al risultato. Ma solo perch sono realizzabili
in un limitato periodo di tempo.

1:29
Nota i miei promemoria. Voglio concentrarmi su ogni voce mentre ci lavoro sopra. E voglio divertirmi. Mi sono accorta di essermi distratta perch ho dimenticato di
chiudere l'email. Per rimettermi in marcia, ho settato 22 minuti di Pomodoro, usando il timer del mio computer. Perch 22 minuti? Beh, perch no? Non devo sempre
fare le stesse cose ogni volta. E va anche notato, che passare alla modalit Pomodoro, implica riorientarsi verso il processo. Nessuna delle voci nella mia lista troppo
grande, perch ho altre cose da fare durante la mia giornata. Meeting a cui andare, fare una lezione. A volte aggiungo alcune attivit che coinvolgono l'esercizio fisico
nella mia lista, anche se si tratta solo di pulire qualcosa. Il che, lo ammetto, non di solito una delle mie cose preferite da fare. Ad ogni modo, poich le uso come
pause di modalit diffusa, spesso non vedo l'ora di farle. Mischiare altri compiti con quanto state imparando sembra rendere tutto pi piacevole, impedendoti prolungati
e malsani periodi di seduta . Col tempo, ho acquisito una maggiore esperienza nel capire meglio a misurare quanto tempo ci vuole per fare un determinato compito.

2:45
Scoprirai che migliorerai velocemente nell'essere pi realistico su quello che potrai ragionevolmente fare in un determinato lasso di tempo. Nel tuo diario annota sia ci
che funziona sia ci che non funziona. Osserva che il mio orario di fine lavoro giornaliero alle 5 p.m. Non sembra giusto, vero? Ma va bene, ed una
delle componenti pi importanti del tuo piano giornaliero. Pianificare l'orario a cui smettere di lavorare importante come pianificare l'orario di lavoro. Generalmente io
punto di uscire alle 5 di pomeriggio, anche se quando sto studiando qualcosa di nuovo, talvolta, pu essere piacevole ridarci un'occhiata dopo aver fatto un pausa
serale, giusto prima di andare a dormire, e di tanto in tanto, c' un grande progetto che sto concludendo, come dire, questo MOOC che mi ha fatto fare molto
straordinario. Potresti pensare: "beh, facile per te parlare, ora che sei una professoressa che ha ormai superato i giorni da studente". Naturalmente smettere prima fa
bene anche a te. Tuttavia uno degli esperti di metodi di studio che pi ammiro, Cal Newport, abitualmente smetteva alle 5 p.m. di studiare, cosa che ha fatto per gran
parte della sua carriera di studente, che ha concluso con un dottorato di ricerca al MIT. In altre parole, questo metodo, per quanto inverosimile possa sembrare ad
alcuni, pu funzionare per studenti pre e post laureati inseriti in rigorosi programmi accademici. Di volta in volta, coloro che si sono impegnati a mantenere sano tempo
libero unito al loro duro lavoro, performano meglio di quelli che si ostinano a perseguire interminabili routine.

4:20
Ovviamente, la tua vita potrebbe non prestarsi a tale programma con pause e tempo libero. Potresti continuare a stremarti con due lavori e troppi corsi. Ma comunque
vada la tua vita, prova a infilarci un po' di pause.

4:36
Ancora una cosa. Come il coach di scrittura Daphne Graygrant raccomanda ai suoi clienti, come prima cosa al mattino "ingoia il rospo". Prova a lavorare sul pi
importante e pi fastidioso compito per primo. E, appena puoi, dopo esserti svegliato, fai un Pomodoro. Ci incredibilmente efficace. Talora ti capita di dover
cambiare i tuoi piani a causa di eventi imprevisti? Di certo, ma ricordarti la legge di serendipit. La Dea Bendata aiuta chi osa. Pianificare bene parte dell'osare. Tieni
d'occhio il tuo obiettivo di studio, e cerca di non farti scoraggiare da qualche ostacolo occasionale. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

VII. SUMMING UP PROCTRASTINATION

0:04

Molto spesso l'apprendimento implica la graduale, progressiva, costruzione di solide impalcature neurali. Un po' come un sollevatore di pesi scolpisce i suoi muscoli

esercitandosi ogni giorno. Per questo affrontare la procrastinazione cos incredibilmente importante. Devi mantenere il passo con ci che stai imparando e evitare di

sgobbare all'ultimo. Detto questo, ecco una panoramica degli aspetti chiave per combattere la procrastinazione. Tieni un diario in modo tale da tracciare facilmente

quando raggiungi i tuoi obiettivi e osserva cosa funziona e cosa no. Impegnati ad eseguire alcune routine e attivit ogni giorno. Appunta i compiti da pianificare la sera

prima in modo che il tuo cervello abbia il tempo di soffermarsi sui tuoi obiettivi e contribuisca a garantirti il successo. Organizza il lavoro in una serie di piccole

sfide. Assicurati sempre che tu, e i tuoi zombi, otteniate un sacco di ricompense. Prenditi qualche minuto per assaporare le sensazioni di felicit e di trionfo, che

permettono al tuo cervello di cambiare temporaneamente modalit. Ritarda deliberatamente le ricompense fino a quando avrai finito il compito.

1:11

Osserva se ci sono spunti di procrastinazione. Prova a metterti in un ambiente nuovo con pochi spunti di procrastinazione come la sezione tranquilla di una

biblioteca. Acquista fiducia nel nuovo sistema. Devi lavorare sodo durante i periodi di concentrazione e fidarti abbastanza del tuo sistema cos che quando arriva il

momento di rilassarti, tu possa farlo davvero senza provare sensazioni di colpa o preoccupazione. Progetta un piano di riserva per quando continuerai a

procrastinare. In fondo nessuno perfetto. Ingoia il tuo rospo come prima cosa, ogni giorno. Buona sperimentazione. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad

Imparare
I.DIVING DEEPER INTO MEMORY

0:05
In questo video e nel prossimo approfondiremo la nostra comprensione della memoria Come probabilmente incominci a capire la memoria solo una
parte dell'apprendimento e dello sviluppo di competenze ma spesso una parte importante. Potrebbe stupire l'apprendere che abbiamo una straordinaria
memoria visiva e spaziale che pu aiutarci a costruire parti della nostra memoria a lungo termine. Ecco cosa intendo Se ti chiedessero di cercare qualcosa in una
casa che non hai mai visitato prima, presto avresti un'impressione generale della disposizione dei mobili e di dove si trovino le stanze, la gamma dei colori e le
medicine nell'armadietto del bagno. In pochi minuti la tua mente sarebbe in grado di acquisire e trattenere migliaia di nuove informazioni. Anche diverse settimane
dopo saresti ancora in grado di tenere a mente molto di pi di quanto non saresti in grado di fare spendendo la stessa quantit di tempo fissando una parete. La tua
mente fatta per conservare questo tipo di informazioni generali di un luogo. Potresti accrescere di pi la tua capacit di ricordare se attingessi a questa enorme
capacit di memorizzazione visuo-spaziale. I nostri antenati non avevano bisogno di una vasta memoria per i nomi o per i numeri ma avevano bisogno di una una
memoria che gli aiutasse a tornare a casa dopo tre giorni di caccia al cervo, o che servisse a localizzare quei mirtilli succosi sul versante roccioso a sud
dell'accampamento Questi esigenze evolutive hanno aiutato a sviluppare un sistema mnestico incentrato sul "dove sono le cose" e sul "come appaiono". Per iniziare ad
attingere alla tua memoria visiva, prova a creare un'immagine memorabile che rappresenti un concetto chiave che vuoi ricordare. Ad esempio, qui puoi vedere
un'immagine che pu essere usata per ricordare la seconda legge di Newton F uguale a ma. Questa una relazione fondamentale che lega la forza alla massa e
all'accellerazione. E che ha richiesto all'umanit un paio di migliaia di anni per essere immaginata.

2:03
La lettera F nella formula pu stare per "flettere le ali" la M pu stare per mulo, e A, beh questa la lascio a te. Parte della ragione per cui un'immagine cos importante
per la memoria che le immagini si collegano direttamente ai centri visuo-spaziali dell'emisfero destro. L'immagine ti aiuta a incapsulare un concetto apparentemente
monotono e difficile da ricordare attingendo alle tue aree visive che accrescono le tue capacit mnemoniche. Pi ganci neuronali riesci a costruire attraverso
l'evocazione sensoriale, pi facile sar per te ricordare il concetto e cosa significa. Al di l di vedere semplicemente un mulo, lo puoi annusare, puoi sentire la stessa
pressione del vento che il mulo sta sentendo. Puoi persino sentire l'ultimo sibilo di vento. Pi l'immagine divertente ed ed evocativa meglio . Concentrare la tua
attenzione permette a qualcosa di essere trasportata nella tua memoria a breve termine di lavoro, ma da qui per spostare questo qualcosa nella tua memoria a lungo
termine devono accadere due cose. L'idea dovrebbe essere memorabile.

3:11
C' un gigantesco mulo volante che raglia "F=ma" sopra al mio divano. E deve essere ripetuta. Ricordati che altrimenti i tuoi piccoli vampiri metabolici potrebbero
risucchiare via il modello neurale relativo a quella memoria prima che possa rafforzarsi e solidificare. Ripetere importante. Anche anche quando crei qualcosa di
memorabile la ripetizone aiuta a fare in moda che quel qualcosa venga saldamente depositato nella memoria a lungo termine. Ricordati di non ripetere un mucchio di
volte in un giorno ma sporadicamente in pi giorni. Delle schede possono essere d'aiuto. Scrivere e ripetere quello che stai cercando di imparare sembra accresca la
ritenzione. Ad esempio se stai provando ad imparare un concetto in fisica potresti prendere una scheda dallo schedario e scrivere la lettera greca rho. che una
comune abbreviazione di densit. Questo andr scritto su un lato, mentre sull'altro scriverai le rimanenti informazioni. Scrivere a mano ti aiuta a codificare pi a fondo,
vale a dire convertire in strutture neuronali di memoria quello che stai cercando di imparare. Mentre scriverai kilogrammi per metro cubo potresti immaginare un
indistinto chilogrammo solo per sentirne la massa celata in un bagaglio extra-large che sembra avere un metro per lato. Quanto pi riuscirai a trasformare quanto stai
provando a ricordare in qualcosa di memorabile, tanto pi sar facile da rievocare. Avrai bisogno di dire la parola e il suo significato ad alta voce per iniziare a fissare
dei ganci uditivi a ci che stai studiando. Successivamente, guarderai semplicemente il lato della carta con la lettera greca rho e verificherai cosa ti ricordi di quello che
c' sull'altro lato della carta. Se non ci riesci, volta la carta e ripeti quello che avresti dovuto sapere. Se ti ricordi, metti la carta da parte. Ora, fai qualcos'altro. Magari
preparare un'altra carta e testarti su quella. Una volta che avrai messo insieme molte carte, prova a scorrerle tutte e anche a pescarne a caso per vedere se te le
ricordi. Questo ti aiuta a fare interleaving. Non ti sorprendere se dovrai un po' sforzarti. Una volta che avrai provato a ricordare le carte mettile da parte. Aspetta e
ritirale fuori, magari prima di andare a dormire. Ricorda che il sonno il momento in cui la tua mente ripete gli schemi e mette insieme le soluzioni. Ripassa
rapidamente ci che vuoi ricordarti per diversi giorni. Magari per pochi minuti ogni mattina o ogni sera. Estendendo gradualmente il tempo tra le ripetizioni in modo che
il materiale si stabilizzi nella tua mente. Aumentando la spaziatura tra un ripasso ed un altro, cos da essere certo della tua conoscenza, fisserai la materia pi
saldamente. Buoni sistemi di flash card come Anki usano algoritmi che ripetono su una scala che va da giorni a mesi. interessante notare che uno di migliori metodi
per ricordare i nomi delle persone, semplicemente provare a richiamare i nomi delle persone dalla memoria aumentando gli intervalli di tempo, dopo aver appreso il
nome per la prima volta. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

II. What is long term memory?

0:04
Bentornato a Imparare ad imparare. Come sarebbe se non potessi imparare cose nuove, se non fossi in grado di ricordare le persone nuove che incontri o quello che ti
stato detto?

0:14
Questo quello che effettivamente accaduto a un famoso paziente, rimasto negli annali della letteratura scientifica sulla memoria, e le cui iniziali erano HM.

0:21
All'et di 27 anni, HM sub un'operazione per l'epilessia che comport l'asportazione del suo ippocampo da entrambi gli emisferi del cervello.

0:29
L'ippocampo ha la forma di un cavalluccio marino e il suo nome deriva dal Greco "hippos", che significa cavallo, e da "kampos", che significa mostro marino.

0:38
L'operazione fu un successo. L'epilessia fu curata ma a caro prezzo. HM non pot pi ricordare cose nuove. Divenne profondamente amnesico.

0:50
Curiosamente avresti potuto avere una normale conversazione con HM, ma se avessi lasciato la stanza per pochi minuti, lui non sarebbe stato in grado di ricordarsi di
te e di cosa avevate parlato.

0:59
Nel film "Memento", il personaggio interpretato da Guy Pearce ha questo tipo di amnesia causato da una commozione cerebrale.

1:07
Nota che ha tatuato il suo corpo con dei messaggi, cos da non poter dimenticare cosa deve fare. HM poteva imparare altre cose, come nuove abilit motorie, ma non
poteva ricordare di averle imparate.

1:20
Ci sono pi sistemi di memoria per i diversi tipi di apprendimento. Dallo studio di HM e animli che hanno subito la stessa operazione abbiamo imparato che l'ippocampo
una parte importante del sistema usato dal cervello per imparare e memorizzare fatti ed eventi. Senza l'ippocampo e i suoi, input non possibile immagazzinare
nuove memorie nella corteccia, un processo chiamato consolidamento che richiede molti anni.

1:47
HM poteva ricordare fatti della sua infanzia ma aveva difficolt a ricordare cose che si erano verificate negli anni immediatamente precedenti alla sua operazione, cose
che non si erano ancora ben consolidate. Qualcosa di simile accade quando si ha una brutta commozione cerebrale ma questa di solito si risolve, a differenza di HM
che non mai migliorato.
2:05
I ricordi non sono fissi ma parti viventi e respiranti del tuo cervello che cambiano in continuazione.

2:13
Ogni volta che rievochi un ricordo esso si modifica, in un processo chiamato: riconsolidamento. persino possibile impiantare falsi ricordi che sono indistinguibili da
quelli veri, attraverso suggestioni e immagini, specialmente nei bambini che hanno una vivida immaginazione.

2:33
Ecco una sintesi. Il processo di consolidamento in verde porta il cervello in modalit di memorizzazione attiva e deposita il ricordo nella memoria a lungo termine
modificando le sinapsi sui dendriti dei neuroni. Questi ricordi a lungo termine possono rimanenere inattivi per molto tempo finch non vengono recuperati e reintegrati,
dal processo in rosso, nella memoria di lavoro. Il ricordo viene quindi inserito in nuovo contesto, che a sua volta pu essere trasferito nella memoria a lungo termine,
alterando il vecchio ricordo ma riconsolidandolo. I nostri ricordi sono intrecciati tra loro. Mentre impariamo nuove cose, i nostri vecchi ricordi cambiano. Come il
consolidamento, anche il riconsolidamento avviene durante il sonno.

3:13
Questo il motivo per il quale pi efficace spaziare l'apprendimento nel tempo, piuttosto che concentrarlo in una sola grande sessione. Se volessi studiare qualcosa
per un'ora, ricorderesti pi a lungo se lo studiassi 10 minuti al mese per un semestre piuttosto che un'ora in un giorno.

3:30
Diversamente, se aspettassi il giorno prima di un'esame per sgobbare sui libri, potresti essere ingrado di ricordare il giorno successivo all'esame, ma ci presto svanir
dalla tua memoria.

3:42
In aggiunta ai neuroni, il cervello ha diversi tipi di cellule di supporto chiamate cellule gliali. Gli astrociti sono le cellule glliali pi abbondanti nel cervello umano. Gli
astrociti forniscono il nutrimento ai neuroni, mantenendo in equilibrio gli ioni extracellulari, e sono attivi nella riparazione che segue ad una lesione.

4:02
In questa foto della corteccia, gli astrociti sono colorati in verde e e i neuroni in blu. Le intricate braccia degli astrociti avvolgono i neuroni, ciascuno abbracciando
migliaia di sinapsi.

4:17
Un recente esperimento suggerisce che questi astrociti potrebbero anche avere un importante ruolo nell'apprendimento. Quando degli astrociti umani sono stati messi
nel cervello di un topo, il topo umanizzato imparava pi velocemente.

4:30
Sorprendentemente, quando il cervello di Einstein fu esaminato per scoprire cosa lo rendesse cos meravigliosamente creativo, l'unica differenza che fu riscontrata era
che lui aveva molti pi astrociti di un cervello umano medio.

4:43
Potrebbero essere gli astrociti la chiave per comprendere l'intelligenza umana?

4:48
Ebbene, pi impareremo sul cervello, e pi potremmo dover ripensare come impariamo. Sono Terry Sejnowski. Buon apprendimento, e alla prossima.

III. Creating Meaningful Groups and the Memory Palace Technique

0:04
In questo video scaveremo pi a fondo nella memoria.

0:09
Un altro elemento fondamentale per la memoria quello di creare gruppi significativi che semplifichino il materiale. Diciamo che vuoi ricordare quattro nomi di piante
che tengono lontani i vampiri. Aglio, rosa, biancospino e senape. Abbrevia le lettere iniziali in ARBS, quindi quello di cui hai bisogno ricordare di usare l'immagine di
un signore bARBoSo.

0:35
molto pi semplice memorizzare le cifre associandole ad eventi memorabili. Il 1965 potrebbe essere l'anno di nascita di un vostro parente, ad esempio. O potete
associare i numeri ad un sistema numerico a voi familiare. Per esempio, 11.0 secondi un gran bel tempo per un centometrista. Oppure 75 potrebbe essere il numero
di punti sul ferro per maglia, per il berretto da neve che vorresti realizzare. Personalmente, preferisco associare i numeri alle emozioni di quando sono stata o sar ad
una certa et. Il numero 18 facile. l'et in cui sono partita per esplorare il mondo. All'et di 104 anni spero di essere un'anziana, ma felice, bisnonna.

1:19
Molte materie sfruttano frasi chiave per aiutare gli studenti a memorizzare i concetti. La prima lettera di ogni parola nella frase anche la la prima lettera di ogni parola
in una lista da memorizzare. In medicina, per esempio, si usano un sacco di mnemotecniche facili da ricordare. Tra le pi facili abbiamo: "alcuni innamorati
provano posizioni che non sanno gestire" per memorizzare i nomi delle ossa carpali della mano, o anche "gli anziani del Texas mangiano ragni" per le ossa del
cranio. Dopo un po' di ripetizione, questo tipo di trucchi mnemonici si dimostra utile. Se stai memorizzando qualcosa di uso comune, scopri se qualcuno ha
gi inventato un trucchetto mnemonico cercando in rete. Altrimenti prova ad inventarne uno tu. La tecnica del palazzo della memoria particolarmente efficace per
raggruppare ci che vuoi ricordare. Prevede l'uso del ricordo di un luogo familiare, come la pianta di casa tua, ed usarlo come una sorta di taccuino visivo in cui
annotare la immagini dei concetti che vuoi ricordare. Tutto ci che devi fare tenere a mente il luogo familiare scelto. Casa tua, la strada per la scuola, o il tuo
ristorante preferito e voil, in un batter d'occhio fantasioso, quello diventer il palazzo della memoria che userai come taccuino. La tecnica del palazzo della memoria
utile per memorizzare cose molto diverse, come quelle della lista della spesa. Latte, pane, uova. Per usare questa tecnica, immagina una bottiglia gigante di latte sulla
tua porta. Poi del pane sparso sul divano e un uovo rotto che cola dallo spigolo del tavolino da caff. In altre parole, puoi immaginare te stesso gironzolare in un posto
che conosci bene, inserendo immagini incredibilmente memorabili che vuoi ricordare. Se stai studiando Economia, Sociologia, Chimica o altro ed hai una lista da
memorizzare, potresti usare lo stesso approccio. La prima volta che lo userai, sarai lento. Ci vuole un po' di tempo per evocare un'immagine mentale solida. Ma pi lo
fai, pi diventerai veloce. Uno studio ha dimostrato che una persona che usa questa tecnica, pu ricordare pi del 95% di 40 o 50 voci di una lista dopo aver praticato
solo una o due passeggiate mentali, dove gli oggetti in lista erano stati sistemati sul pavimento della locale universit. Usando la mente in questo modo, memorizzare
pu diventare un incredibile esercizio di creativit che allo stesso tempo costruisce ganci neurali, incrementando la creativit stessa.

4:03
I puristi potrebbero dire che usare strambi esercizi mnemonici non proprio imparare. Ma i ricercatori hanno dimostrato che gli studenti che applicano queste genere di
trucchi, ottengono risultati migliori di chi non li usa. Inoltre, ricerche con il brain imaging su come le persone diventino esperte, mostra che gli strumenti mnemonici
velocizzano l'acquisizione sia di chunk che di ampi schemi. Aiutando i principianti a diventare esperti molto pi rapidamente, anche in poche settimane. I trucchi
mnemonici permettono di espandere la propria memoria di lavoro facilitando l'accesso alla memoria a lungo termine. C' di pi, il processo mnemonico stesso diventa
un esercizio di creativit. Pi memorizzi usando queste tecniche innovative, pi creativo diventi. Questo perch stai costruendo queste folli, inaspettate possibilit per
future connessioni, nella fase iniziale. Persino quando inizi ad assimilare le idee, pi fai pratica con questo tipo di "muscoli mnemonici" per cos dire, pi facilmente
riuscirai a ricordare. Mentre all'inizio potrebbero volerci 15 minuti per costruire un'immagine evocativa per un'equazione e inserirla diciamo, nel lavabo della cucina del
tuo palazzo della memoria, in seguito potrebbero volerci solo pochi minuti per fare lo stesso con qualcosa di simile.
5:25
Noterai anche che quando inizi ad assimilare gli aspetti chiave del materiale impegnandoti per un po' di tempo a memorizzare i punti pi importanti, arriverai ad una
comprensione molto pi approfondita. Le formule significheranno molto di pi per te di quanto potrebbero se le avessi semplicemente viste su un libro. E sarai in grado
di tirar fuori queste formule molto pi abilmente agli esami e nelle applicazioni nel mondo reale. Potresti dire di non essere tanto creativo, un'equazione o una teoria
difficilmente potrebbero avere grandi motivazioni o dettagli emotivi necessari per comprenderle e memorizzarle. Ma non dimenticare, la tua creativit infantile sempre
dentro di te. Devi solo tirarla fuori. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

IV.Summing the memory

Imparare ad usare la memoria in modo pi disciplinato ma sempre creativo, ti aiuta a focalizzare la tua attenzione, anche mentre crei connessioni molto diffuse che

fortificano i ricordi. Ecco le idee chiave sulla memoria che abbiamo trattato. In questo corso, abbiamo discusso di due principali sistemi di memoria riguardanti la tua

capacit di creare chunk di concetti. La prima la memoria a lungo termine, che come un magazzino. Devi far pratica e ripetere per "depositare" concetti nella

memoria a lungo termine per poterli recuperare pi faclmente. Esercitarsi e ripetere, tutto nello stesso giorno, una cattiva idea. Dovresti distribuire la pratica su diversi

giorni. Per questo combattere la procrastinazione importante. Ti aiuta a costruire ricordi pi solidi Perch inizi prima. La seconda, la memoria di lavoro, che come

una mediocre lavagna che sbiadisce velocemente. Puoi trattenere all'incirca quattro elementi nella memoria di lavoro. Quando controlli una tecnica o un concetto in

qualche modo, questo compatta le idee cos che occupano meno spazio nella tua memoria di lavoro quando le richiami. Questo libera il tuo spazio di pensiero cos

che possa facilmente vedersela con altre idee. Abbiamo incredibili sistemi mnemonici visivi e spaziali Se sfrutti questi sistemi, ti sar pi facile migliorare la tua

memoria. Per iniziare ad attingere dalla tua memoria visiva, prova a creare un'immagine memorabile che rappresenti un oggetto chiave che vuoi ricordare. Oltre a

visualizzare semplicemente, prova a toccare, sentire e persino odorare quello che cerchi di ricordare. Pi buffa ed evocativa l'immagine, meglio . Come sempre, la

ripetizione spaziata di grande aiuto. Un altro elemento fondamentale per memorizzare creare gruppi di significati che semplifichino il materiale. Prova ad associare

i numeri con gli anni o con sistemi a te familiari come i tempi di una corsa. Molte discipline usano frasi memorabili. La tecnica del palazzo della memoria, sistemare

immagini memorabili in una luogo che ti sia familiare, permette di scavare a fondo la potenza della memoria visiva fornendo un metodo particolarmente funzionale per

raggruppare cose che vuoi ricordare. Creando gruppi significativi e abbreviazioni, puoi semplificare e creare chunk di quanto stai provando ad imparare per poterlo

fissare meglio nella tua memoria. E memorizzando il materiale che capisci puoi assimilarlo in modo pi profondo. Stai rinforzando la ibreria mentale di cui hai

bisogno per diventare un vero e proprio maestro dell'argomento. Felici memorie. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

D.Renaissance LEARNING AND UNBLOCK YOUR POTENTIAL I

I. HOW TO BECOME A BETTER LERNER

0:02
Bentornato a Imparare ad Imparare. Oggi parleremo di come diventare una persona che impara meglio.

0:09
Conoscendo come funziona il cervello, possiamo diventare studenti migliori, ed ecco qui due trucchi per imparare meglio.

0:17
Trucco numero uno, il miglior regalo che tu possa fare al tuo cervello l'esercizio fisico. Tempo fa si credeva che tutti in neuroni nel nostro cervello fossero gi presenti
alla nascita, ma ora sappiamo che in alcune parti, nascono nuovi neuroni ogni giorno. Una di queste parti il tuo Ippocampo, una zona del cervello che
davvero importante per apprendere cose nuove, come abbiamo gi visto in precedenza. In questo esperimento, a un ratto viene mostrato, come imparare a distinguere
la figura di un fiore da quella di un aeroplano. Sullo sfondo c' una foto dei neuroni dell'ippocampo, con i vecchi neuroni in blu e quelli appena generati in rosso. Mentre
il topo impara il compito, questi nuovi neuroni vengono reclutati per aiutare a realizzare un migliore schema discriminativo delle due figure. Questi nuovi neuroni ti
aiuteranno ad imparare cose nuove ma se non li userai, moriranno. Nuove esperienze possono andare in loro soccorso. L'esercizio fisico pu a sua volta aiutare i
neuroni a sopravvivere. L'esercizio fisico di gran lunga pi efficace di qualsiasi medicinale in commercio per aiutarti ad imparare meglio. Esso d benefici a tutto il tuo
organismo, non solo al tuo cervello. un peccato che nelle scuole siano in diminuzione le palestre e i cortili per dare spazio ad aule dedicate ad altre materie. Palestre
e cortili sono di gran lunga la parte pi importante del curriculum. Ed ecco qui un altro trucco, questo ha a che fare con la pratica che rende perfetti, ma solo quando il
tuo cervello pronto.

1:46
Ci sono certi periodi critici nello sviluppo del tuo cervello. Quando miglioramenti improvvisi occorrono in abilit specifiche, aspettati che accadano e prepara il tuo
cervello ad affrontarli. Il periodo critico per l'apprendimento della prima lingua copre tutta la pubert. Uno dei periodi critici pi studiati nel cervello quando la
percezione della profondit binoculare o stereopsi matura nel corso dei primi due anni di vita.

2:10
La stereopsi la magia che sta dietro le immagini Magic Eye, come questa. Se fissi l'immagine e incroci leggermente gli occhi, vedrai uscire rampe di scale dalla
pagina. C' un leggero spostamento tra le immagini nei due occhi e il tuo cervello interpreta questo spostamento come una differenza di profondit. Tuttavia, non tutti
possono vederlo. Oltre il 5% della popolazione "stereo-cieca". Se gli occhi non vengono opportunamente allineati durante i primi due anni di vita, i neuroni della
corteccia visiva non riusciranno a rafforzare adeguatamente gli input dai due occhi e la percezione della profondit permanentemente compromessa. Beh, questo il
dogma. Ma Sue Barry, una mia amica laureatasi a Princeton, stata in grado di recuperare la visione stereoscopica attraverso degli esercizi per gli occhi. E ha scritto
un libro a riguardo, intitolato "Vedere e rivedere. Viaggio di un neuroscienziato nella visione in 3D".
3:06
La pratica pu riparare, oltre che allenare, il cervello. Ma, passato il periodo critico, ci richieder pi tempo.

3:15
E questo ci porta agli zombi. Gli zombi non possono imparare. Infatti chiaro dal loro comportamento che hanno dei danni celebrali. Specialmente nella corteccia
prefrontale, che la parte che pianifica, e nelle aree del linguaggio.

3:31
Imparare, Pianificare, Linguaggio, sono le abilit che ci rendono umani. La corteccia prefrontale anche coinvolta in complesse analisi dei comportamenti sociali, nel
prendere decisioni e nella pianificazione.

3:45
l'ultima parte della corteccia a maturare, pertanto finch questo non accade, potrebbe esserci un po' di zombie in te. Un altro paziente, EVR, ebbe un ictus nella parte
sociale della sua corteccia prefrontale.

4:01
EVR aveva un alto QI e sembrava normale, ma fin in rovina a causa di pessime decisioni finanziarie e cattive interazioni sociali.

4:11
Perse sia la sua casa, sia la sua famiglia.

4:15
Il buon giudizio richiede molto tempo e molta pratica per essere acquisito. "Come" si impara troppo importante per essere trascurato a scuola. Imparare ad imparare
una abilit che puoi padroneggiare ed usare per migliorare ogni aspetto della tua via. Imparerai ancora pi trucchi questa settimana, e seguirli su
brainfacts.org. Sono Terry Sejnowski, e fino alla prossima, buon apprendimento.

II.INTRODUCTION TO Renaissance LEARNING AND UNBLOCK YOUR POTENTIAL I

0:03
Questa settimana riassumeremo una serie di idee e tecniche importanti che ci aiuteranno a completare e rafforzare la tua capacit di imparare bene, ricorrendo a
metafore ed analogie, a lavorare con profitto con i compagni e a non sprecare le tue energie. Infine, a far bene nei test. Una considerazione importante, per, prima di
buttarci nei video di questa settimana. L'apprendimento non progredisce logicamente, come se ogni giorno un pacchetto nuovo si aggiungesse al tuo patrimonio di
conoscenza. A volte sbatti contro un muro mentre costruisci la tua comprensione. Le cose che prima avevano un senso improvvisamente sembrano confuse. Questo
tipo di collasso della conoscenza sembra verificarsi quando la tua mente sta ristrutturando la comprensione, conferendole fondamenta pi solide.

0:52
A chi sta imparando una lingua, ogni tanto capitano momenti in cui la lingua appare ad un tratto totalmente incomprensibile. Ricorda che necessario tempo per
assimilare nuova conoscenza. Inevitabilmente attraverserai dei periodi nei quali ti sembrer di fare degli esasperanti passi indietro, nella tua comprensione. un
fenomeno naturale, significa che la tua mente sta lottando profondamente con la materia. Scoprirai che quando riemergerai da questi periodi di frustrazione
passeggera, la tua conoscenza avr fatto un progresso sorprendente. Sono Barbara Oakley, grazie per Imparare ad Imparare.

III.CREAT A LIVELY VISUAL METAPHOR OR ANALOGY

0:06
Uno dei migliori approcci non solo per ricordare ma comprendere i concetti, usare metafore o analogie. Pi visiva, meglio . Una metafora semplicemente un
modo per comprendere che una cosa talora simile ad un altra. Semplici idee, per esempio un insegnante di geografia potrebbe comparare la forma della Siria ad una
ciotola di cereali e la Giordania a una scarpa Nike Air Jordan, uno studente lo ricorder per decenni. Se stai cercando di capire l'elettricit, pu aiutare visualizzarla
come acqua. Allo stesso modo, la tensione elettrica pu essere paragonata alla pressione. Una spinta. Al progredire verso una comprensione pi sofisticata di un
qualunque concetto su cui ti concentri, puoi rivedere le tue metafore o anche sostituirle creandone di pi significative. Metafore e visualizzazione, ovvero la capacit di
vedere qualcosa nella propria mente, sono risultate utili non solo nelle arti e nella letteratura, ma anche nel progresso delle scienze e dell'ingegneria. Nel 1800, per
esempio, quando i chimici cominciarono ad immaginare e visualizzare il minuscolo mondo delle molecole, si cominciarono a fare enormi progressi. Questa una
divertente illustrazione che rappresenta delle scimmie dentro ad un anello di benzene, tratta da una satira dell'Accademia Tedesca, Vita Chimica, stampato nel
1886. Nota i singoli legami chimici, cio le mani delle scimmie, e i legami doppi, rappresentati dalle minuscole code.

1:38
Spesso utile far finta di essere il concetto stesso che si cerca di capire. Mettiti le pantofole, belle calde e soffici, di un elettrone che fa il nido in una lastra di rame. O
avventurati nella X di una equazione algebrica per scoprire cosa si prova a fare capolino dalla tana del coniglio. Ma non farla esplodere, facendo l'errore di dividere per
zero. In chimica, compara un catione ad un gatto che ha zampe e di conseguenza pawsitivo. E un anione ad una cipolla ["onion"} che negativa, perch ti fa
piangere. Le metafore non sono mai perfette, ma dopotutto nelle scienze tutti i modelli sono semplicemente metafore, che oltre un certo livello non reggono pi. Ma
non importa. Metafore e modelli sono spesso di vitale importanza nel fornire una comprensione fisica dell'idea centrale su cui si basa il processo o concetto che stai
cercando di comprendere.

2:35
Cosa importante, metafore e analogie sono utili per consentire di sfuggire all' Einstellung Einstellung significa rimanere bloccati considerando il problema nel modo
sbagliato. Per esempio, raccontare una semplice storia di soldati che attaccano una fortezza da molte direzioni differenti allo stesso tempo, pu aprire agli studenti
maniere creative di immaginare come molti raggi a bassa intensit possono essere utilizzati efficacemente per distruggere un tumore maligno. Storie, anche se sono
solo usate come stupidi trucchi mnemonici, possono consentirti di ricordare pi agevolmente ci che stai cercando di imparare. Le metafore aiutano inoltre ad
appiccicare un'idea nella tua mente. Perch le metafore creano connessioni a strutture neurali gi esistenti. come disegnare uno schema usando carta
velina. Quanto meno, le metafore consentono di formarti un'idea generale. Sono Barbara Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

IV. NO NEED FOR GENIUS ENVY

0:03

Questo un buon momento per fare un passo indietro e riconsiderare la creazione dei chunk da un'altra prospettiva. Osservate cosa stiamo facendo qui. Facciamo

interleaving per tornare indietro a rivisitare e approfondire la comprensione di un argomento che avevamo gi analizzato. Esiste un interessante collegamento tra

imparare matematica e scienze e l'imparare uno sport. Nel baseball, per esempio, non impari a colpire in un giorno. Al contrario, il tuo corpo perfeziona la battuta

durante numerose ripetizioni nel corso degli anni. Una corretta ripetizione sviluppa la memoria muscolare, cosicch il tuo corpo sa cosa fare a partire da un semplice
pensiero. Soltanto un chunk anzich dover ricordare tutti i complessi passaggi coinvolti nel colpire la palla. Allo stesso modo, una volta che hai capito perch fai

qualcosa in matematica e scienze, non hai bisogno di continuare a ripetere a te stesso il perch ogni volta lo fai. Non necessario andare in giro con un centinaio di

fagioli in tasca e continuare a disporre dieci file di dieci fagioli ciascuna per poter capire che dieci volte dieci equivale a 100. Ad un certo punto lo saprai semplicemente

grazie alla memoria. Per esempio, memorizzi l'idea di aggiungere semplicemente degli esponenti, quei piccoli numeri in apice, quando moltiplichi numeri con la stessa

base. Dieci alla quarta per dieci alla quinta uguale a dieci alla nona. Se usi questo procedimento molte volte, nel fare diversi tipi di problemi ti accorgerai che capisci

sia il perch che il come di una procedura in maniera decisamente migliore rispetto ad una spiegazione convenzionale di un insegnante o di un libro. La maggiore

comprensione risulta dal fatto che la tua mente ha creato degli schemi di significato, piuttosto che accettare semplicemente ci che ti viene detto da qualcuno. Ricorda

che le persone imparano cercando di dare un senso alle informazioni che ricevono. Raramente imparano qualcosa di complesso solo perch qualcuno glielo

racconta. I maestri di scacchi, i medici del pronto soccorso, i piloti di caccia e molti altri esperti spesso devono prendere decisioni complesse rapidamente. Questi non

prestano attenzione al loro sistema conscio, ma al contrario si basano sulla loro intuizione allenata, fidandosi del loro repertorio di chunk profondamente radicato. Ad

un certo punto, comprendere coscientemente perch fai ci che fai, ti rallenta e interrompe il flusso, dando come risultato decisioni peggiori. Ma aspetta: i maestri di

scacchi e le persone che sanno moltiplicare numeri a sei cifre a mente hanno talenti eccezionali? Come ti dir in seguito, non necessariamente. Certo. L'intelligenza

conta. Spesso, essere pi intelligenti equivale ad avere una memoria di lavoro pi estesa. La tua memoria potenziata potrebbe essere capace di tenere a mente nove

cose invece di quattro e potresti azzannare quelle cose come un bulldog, il che ti renderebbe pi facile l'apprendimento. Ma indovina un po': ci ti rende allo stesso

tempo pi difficile essere creativo. Come mai? Grazie al nostro vecchio amico e nemico: l'Einstellung. L'idea che hai gi in mente pu impedire pensieri innovativi. Una

superba memoria di lavoro pu tenere i pensieri cos saldamente che quelli nuovi non possono affacciarsi facilmente. Tale attenzione strettamente controllata

indurrebbe una occasionale soffio di aria fresca simile all' ADHAD, la capacit in altre parole, di farti distrarre, anche se tu non vuoi. Se sei una dei quelle persone che

non tengono a mente molte cose alla volta, ti distrai e cominci a sognare ad occhi aperti durante le lezioni e devi andare in qualche posto tranquillo per concentrarti,

cos da poter usare la tua memoria di lavoro al massimo, beh, allora benvenuto nel gruppo dei creativi. L'avere una memoria di lavoro pi piccola significa che riesci

a generalizzare pi facilmente le tue conoscenze in nuove e pi creative combinazioni. Perch la tua memoria di lavoro, che si accresce dalle abilit di

concentrazione della corteccia prefrontale, non trattiene tutto in maniera cos salda. Puoi pi facilmente ricevere input da altre parti del cervello. Queste altre aree, tra le

quali la corteccia sensoriale, non solo sono pi in sintonia con ci che avviene nell'ambiente intorno a te, ma sono anche la fonte dei sogni, per non parlare delle idee

creative. A volte, potrai dover lavorare pi duramente, o addirittura la maggior parte del tempo per capire cosa sta succedendo Appena avrai creato un chunk di

qualcosa potrai usarlo e rivoltarlo dall'esterno all'interno, mettendolo a disposizione del tuo processo creativo sebbene tu non pensassi di esserne capace. Questo un

altro concetto da mettere nel tuo creatore di chunk mentale. la pratica, in particolare la pratica deliberata sugli aspetti pi complessi del materiale che pu aiutare ad

innalzare i cervelli medi nel regno di quelli pi dotati. Cos come possibile allenarsi nel corso del tempo sollevando pesi e ottenendo muscoli pi grandi, anche

possibile allenare certi schemi mentali che rinforzano e espandono la tua mente. Che tu abbia una predisposizione naturale o ti debba sforzare per avere una base

solida dei concetti fondamentali, devi sapere che non sei l'unico a pensare di essere un impostore. Quanto pensi che aver fatto bene in un test sia stato un colpo di

fortuna, e che nel successivo la tua famiglia e gli amici, sicuramente scopriranno quanto incompetente tu sia in realt. Questa sensazione talmente comune che ha

perfino un nome. La Sindrome dell'Impostore. Se soffri di questa sensazione di inadeguatezza , sii consapevole che molti altri ne soffrono in segreto. Ognuno di noi ha

diversi talenti, come dice un vecchio proverbio, quando si chiude una porta, se ne apre un'altra. Fatti coraggio, e tieni d'occhio la porta aperta. Sono Barbara

Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

IV. CHANGE YOUR THOUGHTS, CHANGE YOUR LIFE

0:04
Mi piace leggere la storia e trovare ispirazione nelle biografie di personaggi straordinari. Uno dei personaggi pi insoliti di cui ho mai letto fonte di ispirazione non solo
per la sua eccezionalit, ma anche per il suo essere tanto ordinario. Santiago Ramn y Cajal era un piantagrane nato. Nella Spagna rurale del 1860, non c'erano molte
alternative per i giovani delinquenti stravaganti ed per questo che a undici anni, Cajal si ritrov in prigione. Cajal era testardo e ribelle. Chi poteva immaginare che
Santiago Ramn y Cajal, un giorno, non solo avrebbe vinto il Premio Nobel, ma che sarebbe diventato anche il padre della moderna neuroscienza? Cajal aveva gi
poco pi di vent'anni quando incominci a riscattarsi dalla delinquenza minorile, studiando medicina. scientificamente provato che la guaina mielinica, cio
quell'isolante grasso che aiuta i segnali a muoversi pi rapidamente attraverso i neuroni, in alcune persone, non smette di svilupparsi fino ai vent'anni: ci spiega
perch gli adolescenti, spesso, hanno problemi a controllare i propri comportamenti impulsivi. I collegamenti neuronali tra l'area dell'intenzione e quella del controllo nel
cervello non sono completamente formati. Quando si usano i circuiti neurali, tuttavia, sembra che si contribuisca a costruire la guaina mielinica attorno ad essi, per non
parlare di molti altri cambiamenti a livello microscopico. La pratica sembra in grado di potenziare e rinforzare le connessioni tra differenti aree del cervello, creando vere
e proprie autostrade tra i centri di controllo cerebrale e i centri della memoria. Nel caso di Cajal, sembra che i suoi naturali processi di maturazione, in concomitanza
con i suoi sforzi per sviluppare il ragionamento, l'abbiano aiutato a tenere sotto controllo il suo comportamento. Sembra che le persone possano migliorare lo sviluppo
dei propri circuiti neuronali, esercitandosi con il ragionamento, che fa ricorso a questi neuroni. Siamo ancora lontani dalla completa comprensione dello sviluppo
neurale, ma sappiamo con sicurezza che possibile produrre significativi cambiamenti nel nostro cervello, cambiando il modo in cui pensiamo.

2:18
Cajal ha incontrato molti brillanti scienziati, con i quali ha lavorato durante tutta la vita, persone spesso di gran lunga pi brave di lui.

2:25
Nell'autobiografia di Cajal, tuttavia, sottolinea che, nonostante quelle brillanti persone facessero un lavoro eccezionale, potevano anche essere negligenti e prevenute,
proprio come chiunque altro; Cajal sentiva che la chiave del suo successo era la perseveranza, ci che definiva "la virt del meno brillante", insieme alla sua flessibilit
nel cambiare idea e ammettere gli errori. Chiunque, notava Cajal, anche chi ha un'intelligenza mediocre, pu modificare il proprio cervello, perci anche i meno dotati
possono ottenere grandi risultati.

3:02
Perone come Charles Darwin, la cui teoria sull'evoluzione l'ha reso uno dei pi influenti personaggi della storia umana, sono spesso considerate naturalmente
geniali. Ti sorprender sapere che, proprio come Cajal, Darwin era un pessimo studente a scuola: abbandon la facolt di medicina e fin col mettersi in testa, facendo
inorridire il padre, di intraprendere un viaggio intorno al modo, come naturalista di bordo. Dal canto suo, Darwin era in grado di guardare con occhi nuovi ai dati che
andava raccogliendo. Avvicinarsi ad una materia con l'obiettivo di studiarla in autonomia, permette di seguire un percorso individuale verso la competenza. Spesso, a
prescindere dagli insegnanti e dai libri di testo, solo quando ti allontani, consulti altri libri o guardi video, che cominci a capire che ci che impari da un solo
insegnante o da un libro una versione parziale di una realt a pi dimensioni sull'argomento, che collegato anche ad altre affascinanti materie, fra cui puoi
scegliere. Assumerti la responsabilit del tuo personale apprendimento una delle cose pi importanti che tu possa fare. Santiago Ramn y Cajal aveva compreso a
fondo non solo come fare ricerca, ma anche come interagire con le persone: metteva sempre in guardia i giovani studenti sul fatto che prima o poi avrebbero
incontrato qualcuno che li avrebbe criticati o avrebbe sottovalutato i loro sforzi o i loro successi. Accade a tutti, non solo ai vincitori di Premi Nobel. Se riesci bene negli
studi, le persone intorno a te possono sentirsi minacciate. Pi grande il tuo successo, pi gli altri ti attaccheranno e sminuiranno i tuoi sforzi. D'altro canto, quando
vieni bocciato a un esame, potrebbe esserci qualcuno che fa battute sul fatto che non hai le capacit necessarie. Ci sempre stato detto che l'empatia sempre
qualcosa di positivo, ma non cos: fondamentale imparare ad essere distaccati, ogni tanto, per potersi concentrare soltanto su quello che dobbiamo imparare, e
anche ad ignorare le persone, se capiamo che il loro unico obiettivo sminuirci. Questo atteggiamento fin troppo comune, perch le persone spesso sono tanto
competitive quanto collaborative. Quando si giovani, pu essere difficile imparare a gestire il distacco: l'entusiasmo per ci che si sta facendo porta a credere
che anche gli altri lo condividano e quindi siamo indotti a pensare che quasi tutti siano ben disposti nei nostri confronti. Come Santiago Ramn y Cajal, puoi essere
orgoglioso di cercare il successo,

5:41
proprio quando gli altri diranno che non ce la potrai mai fare. Sii orgoglioso di quello che sei, soprattutto delle qualit che ti contraddistinguono, e usale perch sono il
tuo segreto per il successo. Usa la tua innata determinazione per opporti agli onnipresenti pregiudizi degli altri su quello che sei in grado di fare. Sono Barbara
Oakley, grazie per imparare ad imparare!

E. Renaissance LEARNING AND UNBLOCK YOUR POTENTIAL II

I.The value of teamwork

Questa una TAC. Se guardi attentamente, l'area pi scura, proprio qui, rivela una danno causato da un'ischemia all'emisfero destro. Un'ischemia del genere pu
causare un'insolita patologia, nota come "disturbo percettivo ad ampia prospettiva dell'emisfero destro". Le persone con questo disturbo possono ancora agire, ma solo
parzialmente: conservano la propria intelligenza, addirittura anche la loro capacit di risolvere brillantemente complessi problemi di matematica, se l'avevano gi in
precedenza, ma mostrano un'interessante anomalia quando commettono un errore di calcolo, arrivando a conclusioni illogiche, per esempio affermando che il bilancio
di un chiosco di hot dog ha un passivo di quasi un miliardo di dollari. Non se ne rendono conto, non riescono ad avere una visione d'insieme che permetta loro di capire
che la risposta non ha senso. Anche se dobbiamo essere prudenti rispetto alle affermazioni azzardate e superficiali sulle caratteristiche dei due emisferi, non possiamo
ignorare alcuni aspetti utili di certe ricerche che forniscono spunti interessanti sulle differenze tra emisfero destro e sinistro.

1:14
Esistono diverse prove scientifiche del fatto che l'emisfero destro ci permette di considerare il nostro lavoro in una prospettiva d'insieme: chi ha subito danni all'emisfero
destro, spesso, non in grado di fare altrettanto. Sembra che l'emisfero destro sia di vitale importanza per mettere le cose nella giusta prospettiva, facendo un
riscontro con la realt. Le persone che hanno avuto un ictus ci ricordano i pericoli di un utilizzo parziale delle capacit cognitive, che riguardano molte aree del nostro
cervello. Se smettiamo di usare anche solo alcune delle nostre capacit, le ripercussioni sul nostro lavoro possono essere molto negative: in un certo senso, quando fai
un compito o un esame in fretta e furia, senza rivedere il lavoro, ti comporti un p come una persona che si rifiuta di usare alcune parti del proprio cervello. Invece,
dovresti fare una pausa, controllare il lavoro fatto e considerare le cose in una prospettiva pi ampia, cercando di capire se hanno senso. Come ha sottolineato l'illustre
neuroscienziato Vilayanur S Ramachandran, l'emisfero destro funziona come una specie di avvocato del diavolo che mette in dubbio l'equilibrio esistente e pone in
evidenza eventuali incoerenze, mentre l'emisfero sinistro prova in tutti i modi a rimanere aggrappato alla situazione esistente. Quest'idea rimanda allo studio
pioneristico dello psicologo Michael Gazzaniga, il quale affermava che l'emisfero sinistro, interpretando la realt, cercher in ogni modo di lasciare invariate tali
interpretazioni. Lavorando in modalit concentrata, facile commettere piccoli errori nei presupposti o nei calcoli e, se vai fuori strada dall'inizio, non importa se il resto
del lavoro corretto: la soluzione sar comunque sbagliata, a volte addirittura ridicola, come dire che la circonferenza della terra misura solo 76 centimetri. Non ci
rendiamo conto di quanto sia assurdo un risultato del genere perch la modalit concentrata dell'emisfero sinistro associa il risultato al desiderio che sia giusto. Questo,
infatti, il problema dell'emisfero sinistro, che tende ad utilizzare la modalit concentrata nell'apprendimento: ci permette di avere un approccio analitico e positivo, ma
la ricerca ha ampiamente dimostrato che pu anche portare ad un eccessivo dogmatismo. Se sei assolutamente convinto di aver fatto bene i compiti o un esame, stai
attento perch tali sensazioni potrebbero essere basate su un'eccessiva fiducia in te stesso, dovuta in parte all'emisfero sinistro. Se invece, tornando sui tuoi passi,
controlli ci che hai fatto, permetti una maggiore interazione fra gli emisferi e puoi trarre vantaggio dalle capacit specifiche di entrambi. Il fisco Richard Feynman,
Premio Nobel, ha centrato la questione meglio di altri, quando ha affermato che la prima regola non farci trarre in inganno da noi stessi perch molto facile che
succeda. Uno dei modi migliori per scovare punti deboli ed errori confrontarsi e collaborare con persone altrettanto interessate alla materia. A volte, la forza dei tuoi
neuroni non sufficiente: utilizza entrambi gli emisferi per valutare ci che hai fatto, perch, in fin dei conti, tutti abbiamo dei punti deboli. Magari pensi, ingenuamente,
che la modalit concentrata possa farti evitare gli errori, soprattutto quelli che tu stesso hai commesso inizialmente, oppure, peggio ancora, credi ciecamente di
aver fissato tutti i concetti, quando in realt non cos. Si tratta di quel tipo di certezze per cui, poi, resti sconcertato quando scopri di essere stato bocciato invece di
essere passato a pieni voti. Se ti assicuri di studiare un po' con gli amici, puoi star sicuro che scoprirai facilmente se hai preso un abbaglio: amici e colleghi hanno una
funzione simile a quella della modalit diffusa perch hanno una prospettiva pi ampia, diversa dalla tua, e possono cogliere meglio ci che ti sfugge. Inoltre, ripetere
agli amici contribuisce a migliorare la comprensione dei concetti. Lavorare con gli altri non importante solo per l'apprendimento, ma anche per costruire una
carriera: il consiglio di un collega sul corso del favoloso prof. Tal dei Tali o su un'offerta di lavoro appena pubblicata, pu cambiare completamente il corso della tua
vita.

5:43
Un avvertimento, per: lo studio di gruppo pu essere molto efficace, ma se le sessioni di studio diventano un'occasione per socializzare, non servono a niente. Poche
chiacchiere e rispettare la tabella di marcia fino alla fine. Se i vostri incontri iniziano con un quarto d'ora di ritardo, se qualcuno non ha letto il materiale, se la
conversazione si sposta sempre verso altri argomenti, faresti meglio a trovarti un altro gruppo. Sono Barbara Oakley, grazie per Imparare ad Imparare.

II. A TEST CHECKLIST


0:03

Lo abbiamo gi detto, ma vale la pena ripeterlo: sostenere un esame , di per s, un'esperienza di apprendimento molto valida. Ci significa che l'impegno che

metti nel fare l'esame, compreso quello preliminare di memorizzazione e preparazione per risolvere i problemi, di fondamentale importanza. Tra un'ora passata a

studiare e un'ora passata a fare un esame sullo stesso argomento, impareremo e ricorderemo molto di pi durante l'esame. Sembra, infatti, che sostenere un esame

sia un ottimo modo per concentrarsi. In pratica, tutto ci che abbiamo detto in questo corso stato pensato per aiutarti ad affrontare la fase dell'esame in maniera

diretta e naturale, come se fosse solo un prolungamento delle precedenti fasi di apprendimento, perci, adesso il momento di passare a uno degli aspetti salienti di

questo corso, una lista di controllo, che potrai usare per capire se sei pronto per affrontare l'esame. Questa lista stata sviluppata dal leggendario prof. Richard

Felder e, sebbene sia stata creata per gli ingegneri, si adatta bene a molte discipline. Come dice il prof. Felder, la risposta alla domanda "Come dovrei

prepararmi all'esame?" deve essere "Facendo tutto il possibile per rispondere s alla maggior parte delle domande della lista".

1:32

Ti sei sforzato veramente di capire il testo? Cercare soltanto esempi gi fatti, non serve.

1:40

Hai lavorato con i tuoi compagni di corso sui compiti assegnati o hai almeno confrontato le tue soluzioni con quelle degli altri? Hai provato ad abbozzare la

soluzione dei problemi prima di lavorare con i tuoi compagni di corso?

1:53

Hai partecipato attivamente ai gruppi di studio, contribuendo con idee e domande? Ti sei consultato con l'insegnate o gli assistenti quando hai avuto delle difficolt?

2:06

Hai compreso tutte le soluzioni ai problemi assegnati quando ti stato spiegato come risolverli? Hai chiesto spiegazioni in classe per capire le soluzioni che non ti

erano chiare? Se avevi degli appunti, li hai ripassati attentamente prima dell'esame? Sei sicuro di averli capiti? Hai provato ad abbozzare le soluzioni dei problemi, pi

volte e rapidamente, senza perdere tempo a fare i calcoli?

2:34

Hai ripassato i tuoi appunti e i problemi con i compagni? Vi siete interrogati a vicenda? Se avete fatto un ripasso generale prima dell'esame, vi hai preso parte e hai

fatto delle domande su tutto quello che non ti era chiaro?

2:47

Infine, hai dormito a sufficienza la notte prima di affrontare l'esame? Se la risposta all'ultima domanda fosse no, tutte le altre risposte potrebbero essere inutili.

2:58

Fare un esame una cosa seria, e, proprio come i piloti militari o i medici fanno una lista di controllo prima di decollare o di operare, anche tu devi passare in rassegna

la tua lista, per aumentare le probabilit di successo. La risposta alla domanda "Come devo prepararmi all'esame?" diventer chiara una volta compilata la lista di

controllo del dottor Felder. Sono Barbara Oakley, grazie per Imparare ad Imparare.
III. HARD START JUMP TO EASY

0:06

Adesso che avete qualche nozione sul funzionamento del cervello, ti possiamo dare qualche ultimo suggerimento, utile per affrontare gli esami. Solitamente si insegna

agli studenti che il modo migliore per affrontare un esame svolgere prima i problemi pi semplici. Quest'idea si basa sulla convinzione che, facendo prima le cose

facili, si acquisisca la sicurezza necessaria ad affrontare quelle pi difficili. Ci vero per alcune persone, soprattutto perch... Beh, per qualcuno funziona sempre, ma,

sfortunatamente, per altre controproducente. I problemi pi difficili, spesso, richiedono molto tempo e ci significa che forse meglio iniziare l'esame da questi; i

problemi difficili, inoltre, potrebbero richiedere la creativit della modalit diffusa, ma per accedere alla modalit diffusa hai bisogno di non essere concentrato sulla

soluzione da trovare.

0:59

Che fare? Prima i problemi facili o quelli difficili? La risposta iniziare con i problemi difficili per poi passare rapidamente a quelli facili. Ecco cosa intendo: quando inizi

l'esame, dai prima una rapida occhiata a tutto, per farti un'idea di cosa richiesto. Dovresti farlo comunque. Poi, quando inizi a lavorare sui problemi, affronta

subito quello che ti sembra pi difficile, ma tieniti pronto a lasciarlo da parte dopo uno o due minuti, se ti blocchi o hai l'impressione di non essere sulla strada giusta.

incredibilmente utile iniziare dal problema pi difficile e poi distogliere l'attenzione: queste due azioni, infatti, permettono di attivare la modalit diffusa. Se il problema

sul quale hai cominciato a lavorare ti ha disorientato, passa ad uno pi facile e risolvilo o fai tutto quello che riesci a fare; poi passa a un altro problema che ti sembra

difficile e cerca di iniziare a risolverlo, poi, di nuovo, passa a qualcosa di pi semplice non appena hai l'impressione di esserti bloccato.

2:12

Quando tornerai sui problemi pi complessi, vedrai con soddisfazione che i passaggi successivi ti sembreranno pi ovvi. Magari non riuscirai a risolverlo subito,

ma almeno ti sarai avvicinato alla soluzione, prima di passare a un altro problema e andare ancora avanti. In un certo senso, con questo metodo sarai un po' come un

bravo cuoco che, mentre aspetta che la bistecca cuocia, affetta velocemente il pomodoro, guarnisce e condisce la zuppa e mescola le cipolle che friggono. Questa

tecnica pu aiutarti a usare in maniera pi efficace il cervello, facendone funzionare simultaneamente le diverse parti su pi concetti diversi. Iniziare dal problema

difficile e poi passare a quello pi facile permette di lavorare un po' su tutti i problemi dell'esame che devi affrontare ed una tecnica valida anche per evitare

l'Einstellung, cio il fatto di rimanere bloccati su un metodo sbagliato, poich permette di considerare il problema da diverse prospettive. Tutto ci particolarmente

importante se il tuo insegnante fa delle valutazioni parziali. L'unica accortezza con questa tecnica quella di avere autocontrollo e tralasciare un problema quando vedi

che sei bloccato da uno o due minuti. Per molti studenti facile, per altri ci vuole uno sforzo di disciplina e volont e questo, forse, il motivo per cui, a volte, qualcuno

trova la soluzione di un problema proprio quando sta uscendo dalla porta: appena rinunciamo, l'attenzione devia e ci permette di dare alla modalit diffusa

quella piccola spinta di cui ha bisogno per attivarsi e trovare una soluzione. Troppo tardi, ovviamente. Spesso, le persone temono che iniziare a lavorare su un

problema e poi tralasciarlo, possa causare confusione durante un esame, ma per molti altri, questo non sembra affatto causare danni. D'altro canto, anche i cuochi

imparano a cucinare le varie portate contemporaneamente, ma se non sei ancora convinto che questa strategia funzioni anche per te, prova ad utilizzarla prima con i

compiti e tieni anche presente che, se non sei preparato bene per l'esame, potrebbe essere tutto inutile e non ti rimane che risolvere i problemi pi semplici. Sono

Barbara Oakley, grazie per Imparare ad Imparare.

IV. FINAL HELPFUL HINTS FOR TESTS

Se fare degli esami ti stressa, ricordati che il corpo rilascia sostanze chimiche come il cortisolo quando sotto pressione. Ci pu causarti la sudorazione dei palmi,

l'accelerazione del battito, e un nodo alla bocca dello stomaco. Ma interessante notare, la ricerca ha scoperto che come interpreti questi sintomi. quello che

racconti a te stesso sul perch sei stressato che fa la differenza. Se modifichi il tuo pensiero da, questo esame mi ha spaventato, a questo esame mi ha spronato a
fare del mio meglio, ci pu davvero far migliorare la tua performance. Un altro buon consiglio per esaminandi in preda al panico di volgere momentaneamente

l'attenzione al proprio respiro. Rilassa lo stomaco, mettici le mani sopra, e lentamente fai un respiro profondo.

0:53

Le tue mani dovrebbero muoversi verso l'esterno, anche quando tutto il tuo torace si sta espandendo come un barile. Quando fai questo tipo di respirazione profonda,

stai contrastando risposta di lotta o fuga che alimenta l'ansia. Ci ti fa calmare. Ma non iniziare questa respirazione solo il giorno del test. Se ti alleni con questa tecnica

di respirazione nelle settimane precedenti, solo un minuto o due ogni tanto, tutto quello che serve. Potrai passare pi facilmente nel modello di respirazione durante il

test. Ricorda, la pratica rende le cose permanenti. particolarmente utile passare ad attivit di respirazione profonda soprattutto in quei momenti d'ansia finale, prima

di affrontare il test. Ho ricevuto ottimi consigli sul fare i test dai migliori professori al mondo. Ed ecco alcuni dei mgliori. Susan Sajna-Hebert, un professore di

psicologia alla Lakehead University, consiglia ai suoi studenti di coprire le risposte alle domande a risposta multipla e di provare a ricordare l'informazione. In questo

modo essi possono rispondere innanzitutto da soli alla domanda. Se i suoi studenti si lamentassero che il test di allenamento fosse pi facile di quello reale, lei

chiederebbe, cosa rende differenti le due situazioni? Quando hai fatto il test di allenamento, te ne stavi a casa rilassato a vedere i cartoni animati? L'hai fatto con un

compagno di classe? Nessun limite di tempo? Avevi le risposte e il materiale didattico a portata di mano? Queste circostanze non corrispondono a quelle di una classe

affollata con un orologio che ticchetta e nessuna possibilit di accedere alle risposte. Tracy Magrann, un professore di scienze biologiche al Saddleback College, dice

ai suoi studenti di affrontare le proprie paure. Spesso, la peggiore paura consiste nel non arrivare al voto di cui hai bisogno per la tua carriera preferita. Come puoi

gestire questa situazione? Semplice. Avere un piano B per una carriera alternativa. Una volta che hai pianificato per la possibile peggiore evenienza, resterai sorpreso

di come la paura inizier a placarsi. Il Professor Mangrann osserva: studiare molto fino al giorno del test e poi lasciarsi andare. Di' a te stesso, oh bene, vediamo a

quante domande posso rispondere bene. Posso sempre seguire la mia carriera alternativa. Questo aiuta ad abbassare lo stress, e in tal modo sei in grado davvero

di fare del tuo meglio e ad avvicinarti di pi alla tua prima scelta di carriera. E Bob Bradshaw, un professore di matematica al Ohlone College, parla ai suoi studenti di

preoccupazione buona e preoccupazione cattiva. La buona preoccupazione contribuisce a fornirci motivazione e attenzione, mentre la preoccupazione cattiva spreca

solamente energia. Ecco alcuni pensieri finali. Il giorno prima del test, o dei test, dai un rapido sguardo finale alle materie per rispolverarle. Avrai bisogno sia dei

muscoli della modalit concentrata sia diffusa, per cos dire, il giorno successivo. Perci, non far faticare troppo il tuo cervello. Non correresti una corsa di dieci miglia il

giorno prima di correre una maratona. Non sentirti in colpa se non ti sembra di essere stato capace di lavorare abbastanza duro il giorno prima del grande esame. Se ti

sei preparato abbastanza, questa sembra essere una reazione naturale, quasi come se ti stessi inconsciamente tirando indietro per conservare energia

mentale. Mentre fai il test, dovresti anche ricordarti come la tua mente pu ingannarti nel pensare che quello che hai fatto corretto, mentre non lo . Ci significa,

laddove possibile, che dovresti sbattere le palpebre, spostare l'attenzione, e poi controllare di nuovo le tue risposte, usando una visione d'insieme e chiedendoti, se le

risposte hanno davvero senso. C' spesso pi di un modo di rispondere ad una domanda e controllare le tue risposte da prospettive differenti ti fornisce

una opportunit d'oro per verificare quello che hai fatto. Se non c' alcun altro modo di controllare, eccetto quello di ritornare sulla tua logica, tieni a mente che problemi

semplici hanno sgambettato anche gli studenti pi esperti. Perci fa del tuo meglio. Nei corsi di scienza, avere le unit di misura coerenti su ciascun lato dell'equazione

pu darti un importante indizio se quello che hai fatto corretto. L'ordine in cui svolgi il compito altres importante. Gli studenti in genere eseguono i test dall'inizio alla

fine. Quando ri-controlli il tuo lavoro, se inizi dalla fine e scorri verso l'inizio, questo talvolta sembra dare al tuo cervello una prospettiva pi fresca che ti permette di

individuare pi facilmente gli errori. Niente mai certo. Occasionalmente, puoi studiare tanto e gli dei del test semplicemente non cooperano, ma se ti prepari bene

facendo pratica e costruendo una forte libreria mentale, e se approcci l'esame in modo saggio, scoprirai che la fortuna sar sempre pi dalla tua parte. Sono Barbara

Oakley. Grazie per Imparare ad Imparare.

IV. SUMMARY

Questa settimana, abbiamo approfondito ad ampio raggio alcuni aspetti dell'apprendimento. Le metafore e le analogie non servono solo per arte e letteratura. Una
delle cose migliori che puoi fare non solo per ricordare, ma anche per capire pi facilmente concetti in diversi campi, creare una metafora o un'analogia. Spesso, pi
visiva, meglio . Abbiamo imparato dal premio Nobel Santiago Ramon y Cajal che se si cambiano le proprie idee, si pu davvero cambiare la propria vita. Sembra
che le persone possano far aumentare lo sviluppo dei propri circuiti neuronali facendo pratica con le idee che usano quei circuiti neurali. Come Santiago Ramon y
Cajal, anche tu potrai essere orgoglioso nel perseguire il successo per mezzo delle cose che le altre persone dicono non sarai in grado di fare. Tieni a mente che
quando sfrecci attraverso i compiti o le domande di un problema senza tornare indietro a controllare il tuo lavoro, stai agendo un po' come una persona che rifiuti di
usare delle parti del proprio cervello. Non ti fermi a far prendere fiato al cervello, e a ricontrollare quello che hai fatto avendo in mente una prospettiva pi ampia, che ti
faccia vedere se le cose hanno senso. Troppa fiducia nei propri risultati pu risultare dall'uso di un sola modalit di pensiero. Impegnandoti a studiare un po' con gli
amici, potrai pi facilmente trovare dove il tuo modo di pensare sbagliato. Fare un esame una cosa seria, esattamente come i piloti e i dottori controllano delle
checklist prima del decollo o dell'opearazione, controlla la tua personale checklist per prepararti, potrai incrementare notevolmente le tue possibilit di
successo. Strategie controintuitive come la tecnica di saltare dal pi difficile al pi facile, possono dare al tuo cervello la possibilit di riflettere sulle sfide pi
difficili persino mentre sei concentrato su dei problemi pi semplici. Ed ecco qualche utimo consiglio per gli esami. Il corpo rilascia sostanze chimiche quando sotto
stress. Come interpreti la reazione del tuo corpo a queste sostanze fa la differenza. Se distogli la tua mente dal pensare, questo esame mi spaventa, a a questo esame
mi stimola a dare il meglio, le tue prestazioni miglioreranno. Se ti prende il panico durante un esame, concentrati sulla respirazione. Rilassa lo stomaco, mettici le mani
sopra, e lentamente fai un respiro profondo.

2:36
La mano dovrebbe muoversi in fuori e il petto dovrebbe espandersi come un barile. La tua mente potrebbe indurti a credere che quello che hai fatto corretto anche se
non lo Questo significa che quando possibile devi sbattere le palpebre, spostare la tua attenzione, e poi ricontrollare le tue risposte osservandole da una
prospettiva pi ampia, Chiedendoti, ha davvero senso tutto questo? E infine, ricordati che non dormire abbastanza la notte prima di un esame pu vanificare ogni
ulteriore preparazione tu abbia fatto.

3:10
Sono Barbara Oakley, grazie per Imparare ad Imparare

V. FINAL THOUGHTS
Benvenuto all'ultimo video di "Imparare ad Imparare".

0:05
Se ci stai ancora ascoltando, allora sei arrivato fino in fondo. E forse ricorderai che all'inizio avevo detto che per i cervelli non sono previsti manuali di istruzione.

0:16
E perci avremmo dovuto scrivercene uno noi stessi. E questo stato uno dei nostri obbiettivi. In questo video conclusivo, vogliamo parlarti di quanto ci siamo divertiti
ad insegnare e ad imparare. Abbiamo imparato da te, tanto quanto speriamo tu abbia imparato da noi. La verit e che ci sei sempre stato tu al posto di guida quando
si trattava del tuo stesso apprendimento. Ma adesso che hai pi dimestichezza con quello che c' dentro la tua scatola cranica potrai usare tutto questo per imparare
per il resto della tua vita.

0:42
>>Quello che ci auguriamo e che sebbene passeranno i giorni e i mesi continuerai a ricordare alcune delle idee chiave che hai imparato nel corso. Approcci come il
passare dal modo di pensare concentrato a quello diffuso potranno aiutarti a ridurre la frustrazione e a trovare soluzioni pi creative. Rafforzare il chunking ti potr dare
una pi solida comprensione della materia. Cos come piccoli cambiamenti nel tuo approccio quotidiano al lavoro. Usare la tecnica del pomodoro, ad esempio, potr
fare una drammatica differenza sul lungo periodo, nel tuo apprendimento e per il tuo successo finale.

1:20
>> L'apprendimento quindi di vitale importanza per il nostro futuro, la maggior parte di noi passa da 12 a 16 anni della nostra vita a scuola, che si conclude al liceo o
all'universit. Ma l'attenzione nei programmi scolastici sul il prodotto dell'educazione, e non sul processo di apprendimento. In questo corso, abbiamo cercato di darti
una migliore comprensione del processo di apprendimento. Anche se questo l'ultimo video, speriamo che non sia la nostra ultima possibilit per influire su di te.

1:47
Non hai veramente compreso qualcosa se non la sai insegnare agli altri. Insegna questi concetti agli altri e vedrai che continueranno a risuonare e a radicarsi nella tua
stessa mente.

1:58
Ci auguriamo che tu abbia scoperto quanto siano potenti questi concetti che potranno aiutarti ad ampliare i tuoi interessi, le tue passioni e le tue esperienze. Molte
persone credono che ci in cui sono inizialmente, naturalmente bravi sia quello che dovrebbero fare nella loro vita. Ma io sono la prova vivente che le passioni possono
ampliarsi, cambiare e maturare. Il mondo in continua evoluzione e un vasto kit di strumenti che ti permette di imparare in modo efficace in diversi campi una delle
competenze pi potenti che tu possa avere.

2:31
>>In bocca al lupo per la tua vita di apprendimento. >> Anche da parte mia.