You are on page 1of 1

Editoriale di Padre Livio

9 Settembre 2017 I vostri dolori diverranno luce e gloria

Cari amici,
perch il dolore? Perch il male? Perch la morte?
Sono interrogativi che bussano alla porta del cuore
e ai quali senza la fede non sappiamo rispondere.
Spesso per la nostra fede cos piccola che
brancoliamo nel buio ogni volta che la prova ci
viene a visitare. Non dobbiamo per pensare che
la sofferenza sia un enigma insoluto anche per noi
cristiani, che in Ges crocifisso contempliamo la
sorgente della nostra salvezza.
La Regina della pace ci rivela l'immenso dolore che ha contrassegnato la sua vita di Madre a
fianco di Ges, un dolore che Lei ha vissuto con la forza dell'amore, perch cos stato anche per
suo Figlio. Ges infatti ha patito e sofferto per i nostri peccati, per espiarli al nostro posto e per la
nostra salvezza. Dalla grandezza del suo dolore comprendiamo la grandezza del suo amore.
Il Figlio e la Madre hanno trovato la forza di soffrire come nessun altro ha sofferto, perch animati
da un amore sconfinato per ognuno di noi. Dai cuori trafitti di Ges e Maria sgorga un amore che
salva il mondo. Anche noi dobbiamo guardare alle sofferenze della vita, che sono inevitabili, in
questa luce soprannaturale, accettando e sopportando il dolore per amore, unendoci ai cuori di
Ges e di Maria. Solo cos le sofferenze della vita non ci schiacciano, ma al contrario divengono
una forza di redenzione: "Figli miei, voi che soffrite, sappiate che i vostri dolori diverranno luce e
gloria. Figli miei, mentre patite il dolore, mentre soffrite, il Cielo entra in voi, e voi date a tutti attorno
a voi un po' di Cielo e molta speranza". Come potrebbe un cristiano pensare che la fede non sa
dare una risposta alle sofferenze della vita?

Vostro Padre Livio