Sei sulla pagina 1di 3

F ....

rro
1 L'esame della relazione sul rendlcorito 2008, redatta al sensi dell'art l, commi 166 e segg, della
legge 23 dicembre 2005 n 266 dall'organo di revisione del Comune di GrdI~lle (TAl (di seguito
anche 'COOIune" o "Ente"l, ha reso necessaria unlsmttll1a sull'Ente (avmte una popoiazione di
32,835 abitanti), avviala con noia dei 141412010 n 1003, in particolare sulle seguenU criticità
a) l'appmva~ione del rendiconto ii 17 l!.gllo 20m, ben oltre Utermine (del :J] aprile) fissato dal
comma 7 dell'art 151 e dal comma 2 dell'an. 227 TUEL (C(ll1e nspettivamente modificab dalla
lettera a) e dalla lettera cl del comma 6 dell'an. 2·quater, DL 7lttotTe 2008, n. 154, aggiun~ dalla
relatrva legge di çonversione n. 189 del 4 dicembre 2008):
b) errata allocaziore nelle partlte Il giro di alcune voci contenute In "altre per seMzlln conto terzi',
c) mancata rlspetto del pàlo di statiltta interno;
d) mancato ccntenimerto della spesa del personale:
sezione regornle d Controllo per la Ptgia 2. COrl nota di risposla de( 221412010, ricevuta In data 615/2010 (n, prol 1347), a ~rma del Collegio
dei revisori, In merito al punto b) "Regolannazlone perve~amenU prtl"Nlson I)"ClV'enU ser-vtzl
Nella Camera diCmsigliodelT-8 4]1io aJ1Q composta daima<JslTa~ comunali', si purtvallna che "l'ente, gestendo In proprio serviZI a pagamento, ve'"sa
quotidianamente In Tesoreria le semme InCaSSàe, per motIVi di semplicità, le somme vengooc
CX:tt Vlttcrio Lornazzi PresidentI: provv1soriamerlle Implltate al serviZI CIlerzl ed albibune al capnoll di c(ll1petenza sulla base del
prospelli riepliogalM redaIII mensilmente"
CX:tt Michele Grasso Consigiere Con rlota di risposla del 191512010, ncevuta In data 241512010,11 Slndaco,ln riferimento
nspettNamenle al punti cl e dr
CX:tt Luc:a Fazio Primo Rererendil"io - conlerma le ragioni già espresse alla Sezione In precedenti circostanze In ordine al mancato
nspetto del patto di slabll~à, e cioè ct"e le spese per lo svolglmerto ael serviZI Indispensabili, per la
CX:tt Stefna PelTuai Primo Rererendario corretta gesborle del seM~1 istituzionali e Il quelle che caranenzz<no le polltlche dell'Ente riguardo
alla compless~à delterrttorio sono IncomprtmlDiU anche In flllZlooe di garanzia del mantenimento
CX:tt MiI"cellolaaiJino Referendario, relatore di un Irvello accettaDlle di erogazione del seMII,
- ribadisce quanto già espresso In sede di relazione sul bilancio 200a, e cioè cne le magglorl spese
Dott MiI"oo d MiI"oo Referendario di personale sono dCMJIe al perferlonamento al S1ablllZ~azlone dl n lO LSU e di una unità
ammlnlstrattva Impiegali presso Il Comune, cne gusuncano "II pur minimo Incrementa' della spesa
ha adettalD ia segJente del perSOrtale (perE 1413~3.00l.
Il Maglstr<ro Istruttore, nel trasmetlere al PreSidente aella Sezione la relazione contenente le
[flIBERAZIONE N 75,.f'RSP/2010 risuttanze Istruttorie, ha Chiesto al nssiJ"e l'adunanza per Hrelativo esame collegiale e la
conseguente pronuncia specifica;
Vista l'iI"t \00 della Ca;Uluzione; La relazione del Magistrato Istruttore recante le rfsultanze IslnJltOrle é Slilla trasmessa al Comune,
Visto il testo uniCll delle leggi sulla Corte dei Cllnb, apprtNato con Il regio decreta 12 luglio 1934, uMamente all'Ordinanza presidenziale di convocazione an'odlerna adunanza, al fini dell'eventuale
1214, e successive mooiticazionl,
contraddltorlo;
vista la legge 21 marzo 1.953,no 161: AII'udlellZa della Serlone del 71!.gIlD 2010 srno Irter"o'enutl HVice Sindaco e Il reSpDnSaDlle del
Vista la legge 14 gennaio 199'l, n, 20;
ServtzlllnallZlarl Del Comune
Vista la deliberazione delle Serirnl rlmite della Corte dei conti n, 1412000 del 16 giugno 2000, che ConsiDerato In
ha appravata il reg[jamento per rayanluazlore delle funzioni di Cllntrollo della Carte dei ronb, DIRITTO
.ll...1Ilm.II.,
Visto il decreto legjslattvo 18 agosto 2000, n. 267 recante il Testo uniCll delle leggi
l, Sulla IUllZlone Del COntrollO aella Cone,
sull'ordinamento degli enti locali:
La legge 23 Dicembre 2006. n 266 ha atbltulto àle Sezioni regionali di cootrollD della Corte ciel
\'15to 1'31:. 10 della Costituziooe e l'art. 126 del Tratao sulfuru:iommento dell"Unione europea ccnb una nuova e significativa mOdal~il di, verifica dell'applicazione del principi della sana gesUone
(ex art. 1M del TCE): Iinanziarla e del rlspetto degli obletIM previsti dalla normatlv.a Sul Patto dl Slilblli~ Intema, in
Vista la legge 5 giugno x003, n, 131,
alluazione del disegno leglslaIivo avviato dopO la nforma del Titolo V, Parte seconda della
Vista la legge 23 dicembre 2005, n. 266, art l, commi 166 e seguenti: Costituzione con la legge 5 giugno 2003, n. 131, che vede Hprogressivo nconosclmento del Mio
Viste le Unee guida e I relàM questionart per gli organi di revisione ecmomlco-filUlziil1a cb:;1i delle Sezioni regionali di contrOllO della magistratura cortàlile di garanti terzi e Imparziali della
en~ locili, per l'attuazione dell'art, L comrri 166-168de1la legge 23 dcembre 3Xl5, n, 266, corrella gesbOne delle risorse plJlbllche nell'Interesse, contemporaneamente, del slrgoil enb
awavate in relazione al Rendconto della gesbone <DE dalla seziale delle Aulommie della Corte terrttonall e della comunttil che compone la repubblICa (pOslZiooe glil ncoroscluta alla Corte dei
dei cm~ cm deliberazime n. 12/'XllJJT/"2fXJ9 del 20 Ilgio "2fXJ9; conb dalla glunsprudenza cosWUllonale a parttre dalla nota sentenza 27 gennaio 1995, n 29 e
Vista l'ordinanza del Presidente n. 16 del 17/ffi/2010, che ha dererito la questirne all'tldiemo svilu~ala nelle successive pronunce 9 novembre 2005 n 417,6 luglio 2006 n 267 e 7 giugno
esame collegiàe della Serlone per la pronunda di cui alran l, comma t68 della citata legge n, 2007 n, 179)
26612005; La Iunrione di COrttrollo affidata dal legislatore alle Sezionl reglonàl di controllo della Corte dei
Udito il relatore Relerendarlo Don. M,nello lacubino. conb (cne trova Il proprio fondamento costituzionale negli a-tI:, llIlI, 81, 971Jimo c(ll1ma, 28 e 119
PitellJto In ultimo cOOlma della CosWuzione) è finalizzata a ~presentare agli orgari elali\llia reale ed
effettiva sitLGzirne tiniJ"lZi<lia elo le gravi Irregolarità rtscontrate nella gesoone deli'ente, in modo
che ciascuna Amministrazione possa responsabilmente assumere, nella sua aulommia e nel
rispello dei paramEtri
cosUtuziortall, ogrtl piu opportuml decisione sia rtelllrtteresse deil'ertte ammlrtistrato che della plu Melle spese per I serviZI per conto terzl!1 possmo far rlenua-e I mcMmenll final1lla~ relatM alle
vasta ComlllllÌl cui rerte appartlerte seguenll fattispecie, con responsalJiIil~ 001 serviZkl nnanzl3l1o!Ulla COffetta imputazlooe: ntellJle
Tale cortb'ollo, che è ascrMbile aBa categona lleI riesame lllleg.alltÌI e regolantà, ha tutt3Vla la erariali, ad esempio le riterlUle d'acconto Irpet, ed Il lOrO ~a'llentn nela te5Ore~a oello stato:
caratteristica, lo una prospettiva non I*:J ~a (torn'era 1lr3lllzlonale cOf'CTl)lo!li legal~à­ ritenute effettuate al personale ed al colal:Jor3tori dlllpO prewlenzlale, assistel1li3le o per conto di
regolartà), ma dinamica, cl tIoalZZare Il cortrorto Ira falli5peCie e paramelTlJ normalNO alla lerzl, come ad esempKlle nterUe!lnOacaii o le ces5iOl'll Gello~, ed I lOrO rivel'5amento
adollorte al et1'etbVe mi5ure cDrff!tlM!. Ne con5E'gl.JE' che esso assume anche I caratteri proprldel agII enD prew;lel1liali, <e5i5tel'll1al ecc., ~ cauzionali, ad esempi;! su locazioni CI ~molJill,
contre*lsula gestione n senso 5lrellD e Concom!, 355leflle a ~mo, alla flIlnazlone al una sia ql.ell a faVore deI~ sia quelI che ~ ~..enare ad aIb'l scggem, rWnl:lOr5O del tonlli
visione unilana Gela Inarlza plbbIca. al""" deIa!W'la deI'~ l'nanziano e al osservanza economati arn:ipali 3II'ealnOmO, depo5Ii e la loItI resu:uzJone per spesl! contrattual~ ertrate e le
del patto a15tabMà lrumo. - la COIteael Cor1llllÒ garann (sl!l"tenZa rt 26712006 Clt.) _ spese per!eMll etl'elWab per conto al \J!llI. come ad esempio le elezlOI'll etroptt, pc*Iche,
Tale tip(*)gia di corcolo et*nlru pclln una fase cl WJlanta 5l6aOCJZIone liete ml$Ull! neces5_ regionali o pnJW1CIalI e le consulazJJnl rt'f~ non lOCaI, se artMIle llai'Comunl
da parte oegl enI ~58Ii, i'd5pensaOlle pef l'efft!ll\lti ael CCll'lll'DIo stesso Si~. all'UOpO, L'allOCazione tra l Sl!lVIlI In cortoten:lCII pal1Ie economlUle Ult,llev'Ono essere l5cntte in aire
componentl clel bilancio c05UllSCe l.I'IlI gr<I'Ye rregoIard contlbile 1'1 qu;ftD clllU35l:acon pYlClpl
"'"
1 comma 168,llelIa legge rt 266o'2lXl!5 CIatlI,' qU<lle st:ablhCe l'ObblIgo di com~ ala corte le
misure aoott3te In conseguera:a al unagllM! ifTegolard COIUbIe. nella cui. acrerJone, al car3llere
contaDI e non consente una correu vallUllOnl! ael mlAalO e degli equlibn cleIa geSllone e
potrellllt compcnare an;he l6tekl!lG'"lt Gel nspeIlU clel patto dl5latlltA (comlnlUt nonmpettalO
riernrano bJ111 potenziali comportamenO. SU5Cetlibll di ~ la sana gesuonefloarvlana e 01 nell'e!ercillo al r'tERrlento lla parte delI'ElU)
pregiudICare l'equlliDlto III Dilan;io O. raggiurlgimeROdegII (lljettM genera!ldi trlal1la pul:ll:llica Il Piultosto ampia !I pre!tfta anc:ne ~ dimensione 0tIa prestna anomalia nela ge5lione ael !eMlI
carattere preglud!l:levole può anche non esseni Yefflcato In concreto, ma essere valUtatO In In parola (pan, come ~tto, ali l! 505 151 7'0)
astrallCl per la sua Intmseu capacltÌllll gerlefart' rl5chl al ccnseguunento o al ragglUnglmento Mlncllo rispetto del pl1to di stlbllitl.
degli equllll:lM, al Mpe!to del ~mlb III spesa o di lnlleortamento, con ngulr'110 agII oblettM CI rlnal1la Il n5petto del patto di stabll~», al sen1lllelr!l1 " comma 684 aellalegge n 296 CIel 27 t2 2006
pubblica (legge MMal1lla~a 2007, COl'l1ennata sul pumo nel 20081 coslJluj!ce un vtntOlo CII carattere cogente
2 Nel mer~o e una cortdlzlone dilegllllmll~ CIel bilancio, neces!ano al nnl aella !3IvaguWla Clegll equllltrldi
2 1, COri riguardo alle rlscolltl<l:e cr1llcnÌldl cullo premessa, la sezione OS5elVa quanto di 5egulto bllaMclo e aegll oblettM CII nnal1la pulJllIlca, <M nri CleDa Mela aell'uritÌI eccnamlca Clelia
2.2, Mancata approva:zlone del rendlcOl'llD nel termine llllegge I:lepul:ll:llica leMa, nel suo Ccrnplt!SO, iii rispetto CIel W1C0li al nauzlone tlelClelJ!lO e della spesa
La m.,.,cata approva:zlOne rei renlllCcntD enrro I 30 aprile clerllV1) !lI:cesstvo (come ~sto pUlJl:lllcllmposlidall'Vr»one europea (In at:tua:I:lone delI'art t26del Trattato!UI tunllOl'lamento
dall'art. 1:11, comma7 e dal'art 227,comma2clel TVEL)cO!llWl5Ceuna~In gr3C10 CII Clell'Ul"llone europea - ex art, 104 del rCE) In questo contesto nonTlafM) la corte CIel cortl non può
dispiegare etteIb anche negli aIlr1 esercIZI, comptOlllet:tenc:lo ~!ana ~5llOne fIoal1liana Clell'Er'IIe, "m~" aa el'I'ettuare un corllJ'ollo mtfametWe formale clel mpetto clel pal), bensl è cl'llamata
con5klerato Che a tale mancanza ~ legge 1'lC0000000terlevaf1l consegutflZe IrtalIl rawenuta anche a venl'lcare se !\ano state llllMlle le ~ ammW5~ alrette al cornenmento aelle
apPfl1"lllIOl'le ael renllIconto Gel pentJtlmo een:lrio l"KeclefU quellO 1'1 cui !11nletlllt tlelibenre spese, !eca'ldo un prRlpIO CII sana ge5lIOfle ~1aN AI nguamo, la Sezione osserva cne gli

-""'" M'
una Ode CondlrllW, oettaIe oalI'lf1 203. (OlMla " n, a) Gel TlJEL. pef I ncorso
aIl'lnOeòIlam!ttO rl5Ulato cortatlle CII ammlnl!lrilzJone ~ eswre accertato con
Er'IlIlocali 11 b'tMn) ad oper1IIe: ntII'.-nbl1O CII """ Selle CII'o1~oI aettalJ Ila norme cogenti,.
rbpdO Ode ~ Mlpone una ngorosa IJOI13IIlmillone Kl)I"Ilrftlco-tlnanziana Pur prenaenao
atto Ode - lnVtro gener'(:he· anermlllOl'l Gel Slroaco sul purto, non può che n1p1.tar1l agii oroan
rapprovallOl'le cle1 renllitorto dell\.lltrno eerctDo ctWJso InoIlre,. PI1n(:lpIo contlblle n 3 per gli CII gDIIeITlO aetrEm la pre55lXr'll! tobIt 115!e11la CII un-'~ prograr!W!lazlone Chi! 51.
enllocall (nelraml:llo liete FI'IlIId e pQ5UalI clel potnqIl corQbll 0tgII tnlIlocall, Te5tO r1peftossa 5tJ mancato COfl5eIilI.*nentD cleI'llllleUM) ciel Patto CII SI2ItIIta.1a cul vtdazlone
approvato ClaI'05servatono. 12 marzo 2OOfI). al purm n 18 te!lua/IfIetWe ~ 'La manc8ta co5tltlhce una gr.rve lrTrgOla"ù tInlIrUlana In qu;ftD ~ negallYe ~U55lOn1su1
approvazione CIel rerdconto lla pMt cIeI'OIQa'lO comlbre rei ~ __ clettrmina, 5lno cornenlrnel"ltCl e 5Ula raziooalUatlone oella!pesa puDòlIc-a M. ancor più, q l 0lliefIM generai al
ad'alltmplml!I"ItCI, La condlrlone CII etWe Iocale!lnll:llnlmene oencltanO, ancggettato al controlli nnaro:a pulJlJIlca
centrali In materia al copernn cle1 costo CI.unI ~ L'lnademple111a nella presentazlcne Cll!I
certtnctto CIel renlliConto. comportala 505I)tI15lone lletIa seconlla rata CIel cOl"lllitJUlo ordinario 2.5, Vlolazlone del Ilmile (I spesa del personale,
dell'anno nel quale ~oe l'lnallemple111a',La sezione reglonale 1lI ControllO della Corte CIel conII La violazione nel 2008 aet ~mlte al spesa aet personale al cul al pnr'lCiplo posto Clall'art t, ccrnma
del ~o~se, C04"1j:1'OrlurlCla n 2612007 ha StabUllo cne negli enti con popOlazione !upenore a :1,000 557, CleNa legge 2711212006, n, 296, per unlmporto pari a 142.3:13,00 euro, co!lllul5Ce una gravl:!
abltaMII, tale docl,lmenlO rlsu~a for'lllamertale per la vennca Clelia !8lvaguWla degli equlllbM di Irregola~tà tOMlaolie Il comune na glustlntlllo tale superamerto Clellimile al spesa a causa CIel
bllaMclo e degli obleltM di nnal1la pubblica, al tini della Meladell'uf1tÌ1 ecmomlca della perfeziOnamento aella stablltuazlcne OIliecl LSV e al una unità amministrativa Impiegali presso Il
Repubblica ~allarta DI conseguel1la, la sua marlCaIa appt'Ofazlcne Cltv! C04"1<1Jrre allo Comune, Che si traducono in unllleglltlmO k'ltremento della Clotallone organica di 11 uMé rt5pettO
sclOllllmertlo del Consiglio ccrnunale Ne llerM ra!!OkJto rilievo CIel rl!petto del termine pe!" all'artrto precederte,lnvlolazlooe CIel DF C,M 152 2006, peraltrO In Oil'ro!mlta Cla! pMere CII cui
l'approv.uklrte CIel rendlcorto, al fine CII tvIlare le cOl'lSeg.Jtro:e!UCklettl! e al permettere a quesla all'ari 49 CIel TUEL del respon!alJlIe del!ervillo persorole, come 51 e-.!r'lCe ll3lla verll'k:a
COrle le verlllche aCl essa lnte51ile llala normabYa in oggetto auesta stessa sezione. con ammlnlstratl'o1HllrlIalJlIe erfetlUllCa lleIiI Raglonefla generale dellO Stato oe1 MEF cUta al
pronunce n 38 e 351 CIel 16 gIugnO 2010 ha il'l'mnatD Ult 'la mancata ~lone del supertore punto 2.2 (la quaIt t\'itIenZia una ampla!efle CII gnM ~[jantà ccn 5lllJ!'llnazlooe di
renlllConto nel termini preo.'I5lll1al1egl5laCtn C05lllUl5Ce !il'WDmodi tWllcolà del'ente lOCale lavoraton $OC:lalmente 1d,lI CollegIO nclUma e la propria la OeIb!1azlult lleIa 5elJone Clene
nell'appkare correlta'nerte la normauva e l ~ aJf'tatllI, illeSO cte Il rendlccnto oeIa Autonemle al questa CMe n 22JSez,t,lI T 12009 del 17 HDYembrt 2009, la quale na e!c1U5O cne
ge5lione rappreserta Il momerm es!ef1ZIale clel JTlXf!SSo al pIllnintllllClnt e .tcnrl:*l sul quale 11 elette a!!I.nlionl pores!fro essere cQf1SefUI! lo clenJ;la 31 taalO VlnCCIIO dì cortenrll!ttO lleIIe
artICOla l'Intera gesllont deI'efU' Il purm l! stare aIresl oggetto CIIISIJ $pI!CilItO ~ (M n 7) spese di penonale La rtcllamata prcntrICla l'1iI torIC1lS0 cne llelle stalJiIlnazlOOl,« ancorttM\,
andle ntII'ambln di una YeI11'ita ammJ'l5tl<lb' 'O Ilat*: elI'et.U3Q lleIIiI RagKJrJerla generale ddo r'tefte a ~ ~erte lod, sono <eSU1llOl"ll ed ~$IOI'II! dl mer.l tacod delle
Stato oeI MEF (SJ 2184), le cul nSt.«anZe!Cl'lO state roI111ncate a ~ Sezione con nota n AmmWWazIort" reIalJvamerte al personale del comparlO aegI ~ locaI.la SlabIll:zazlOl'le del
53369 llet 24 giugno 2010 (attla--ata al ~*' al n. 2091 clel 07 012010) In parti:aare.ia penonale al sensi del'lI1. l, comma 558, cleIa legge:296l2O{li, costaUsce una meB f!lCoti
Raglonena generale rieva un "Si5temittommo neIa presefUZlooe cleI renditortl per gli discrezionale per !li entIlOC3I1 e non un ctIlJIgo, non SU5!l5lenOO alcun dn1D lI'l capo
eserdzl flnanzLal1 l1al 2lIl6 al 3lO8" alrlnterl's!ato ad ottenere La stablIuazione, malOCa'llerte l.I'I'aspettaliva dl mero fatto" (cfr Tar
2.3. SrIlrl p... unto terri. Violulon. dllU'ur.. 168 dii T\JEL.~ veneto, Sez l, n 3342 del t9 ottobre '2001 Parimenl:lla Otolare n 512008 oe1 MlI"lIstero per le
Non è cmetta l'~pllazione al seNtr:lln COfUlIerlI. sia IU!! a ltoIo provvisorio e permotrvi di ntorme eCl inno.'aIiml neIa f'ubbII(a AmmRslTallone precisa che, nel ridliamare la citala
semplicità,llI pt'(M!nl! da seMzi comunali TicondUcibiIi a funzlori proprie derErtte, relativamente glunsprudero:a amministrariva,le
alla voce 'Rel:\dartz:l:aziooe per versameftllJ'(JVVlsorI orovenIl !efYIll Comunali', oer 1Illmoorto
amministrazioni "...potranno ricorrere ana pmcedura s~ciale di stabiliuaziooe nel rispetto cEi
principi ric~ianati con la rresente circolae, del regime assunzlonale di riferimento ~r ciascun contenimento della spesa pubblica. Regole la cui violazione reiterata, diuturna e consapevole
settore e dei \'incoli linamiari In màeria di spesa del personale" e c~e "rimane fermo il principio costituisce grave Irregolarità finanziaria, come evidenziato in parte mwV3, con pulill di rischio per
c~e le dispostzloni in materla di stabiliuazlooe non ~anno In nessun caso una portata \'inwiante e gli equllibrt di bllancic fiJturi l! per Il mantenimento di una sana gestione finanziaria, e po~bbero a
non determinano ,In capo al possibUi destlnatan un diritto soggell:ivo alla assunzione .. '», E buon diritto essere considerate gravi e persistenti viljazlom dllegge tali da integrare I ~supposll
ancora « c~e, anche In tema (I stabiltuazlonl, la relatiV3 disciplina per gli en~ locail, soggel!j o no di cui ail'31:, 141, comma l, lett_ a) del TUEL.
al patto di stabll~à, risiede nel presupposD dell'art. 76 della legge n.133'2008. La norma ha Inteso
da u~lmo indicare limlD plllluallin malena di aSSlJ1llooi a tempo Indffi!rmlnala, limitando il P.Q,M,
fabbisogno del personale nel quadro di una ndUlione della spesa complessiV3 (cfr" In tal senso, La Sezione regi male di cortrollo per la Puglia, visto l'art. l, comma 168, dl!lIa legge 23 dicembre
anc~e Corte dei conll Sezione del con\fljlo perla Sardegna, parere n. 1612009) "., 2005, n. 266.lonnula rilievo di grave ~golama all'AmministrazionI! comunale di Grottaglie
Ne consegue la niJi~à, per\'iljazione di dlsposlziori imperatiVe riguardanti l'assunzione, al sensi relatMlmenle al seguenti punti
dell'art. 36 dei decrelo legislatIVo 30 mallO 2001, n 165, dell'ato e la cooseguente inesistenza del 1) approvazione ael rendiconto In Violazione aen'art. 151, comma 7 l! dell'M 227, comma 2 del
rapporto di lavoro a tempo Indetennlnào, lenna restaroo ogni responsablllt!l e sanzione. TUEL;
La violazione presenta prolill di particolare gravrtà In quanto è st<ta ccrnmessa con coscienza e 2) errata alloci!Zlore del seMzl per conto tini In Violazione aell'art 168 del TUEL e del plirclpl
volontà avendola questa Sezione rilevata gla In sede di COntrtlllO sul questionano rela~vo al contaOIlI,
bilancio di previsione 2008 Si aggiunga, e la circostanza non è di poco momento, che questa 3) mancato rispetto CIel pat1llal staOIll~ per ranno 2008:
Sezione 4) deliberata violazione CIel limite di spesa lleI personale
con deliberarlone n 114/PRSPI2009 del lO alcembre 2009, ha rI,çonrrato tale IlleglllJm~à anc~e INVITA
riguardo al bilancio di previsione 2009, Sul punto, I Consiglio, nel prendere attll di questa l'Amministrazione comunale di Grottaglie aa aSSllOere 100nee IniziatiVe al fine di porre, ancne per
pronuncia, ~a rttentto"1I carottere rtcognltMJ dell'intervento svolto dalla Certe del conII, la quale Il ftturo, rimeCllo alle criticnà rilevate In parte mOlMl, dandone ccrnunlcazlone a questa Sezione, al
con detta deliberazione. nellonnul<re 1'lrMlo di rendere p<neclpe del pmnunclamenro Il Consiglio sensi cEl comma 168 aella legge 27 Clicembre 2000, n 266, entro nov.r1ta glornlaal ncevimento
comunale, non ha pclttolar attro che richiamare Uaettao di legge ct"e preveae, allorché ciO sia della presente pronun.::la.
possibile, la adozlane delle necessant' misure COrrettive" E ancora cne "Poiché Il mancato aspetto
del parametr1 (I spesa è glusll1lcato come amplamerte esposto nelle apposite relazionI. Il DO """'-E
principale adempimento al'I Consiglio comunale aeve essere anzlMto quello di confermare e La trasmissione al Sindaco. al Presidente del Cmsigllo comunale e all'Organo di revi3ione dei
ribadire tutte le glus\fflcazlonl gla Iomne con le dette relazlOm (cosI la relazione dell'Assessore al conII del Comlrle di Grullaglle della
Personale, recepita dall'Organo rap~eselllattvo nella aenberazlone n 13 del 18 marzo 2010),
Senza voler artlclpare gli esltlaell'lstnmona cne sarà svolt3 SUI rendiconto al'I 2009 e SUI bllarclo
preventr,.o 2010, rttlene la Sezione al rtcnlamare I Cooslgllo al'I Comune al Grcnaglle al rispetto
del ruolo e Clelle lunzlonlal questa Certe, cne Impongono al Comune, come oetulln parte motr.-a
(punto 1) di ottemperare al rilievi della Corte a seguito di una pronuncia di grave Irregolarl~
contaOlle, pcnenclc In essere concrete misure dl autocorrezione SOtul questo pra'llo,
l'obl~erazlone di una proouncla al questa cone ai sen'lael commi 166 e ss dell'alt 1 della legge
n 266 CIel 2005, h1legra una violazione al legge lJteriore rispetto a quella già rilevata e nmegnata
dalla Certe, ed è sintomatica di una regolare aevlazlone dal modello legale e dllnsofferem:a"
dell'Ente r1spetlC alle regole del legislatore In materia di contenimento aella spesa pubblica. Anche
Il Comune c1 GrCClaglle, al pari al qua"laSl altro ente aella Repub~lca lt3llana - cne é una ed
IndMslblle al sensi dell'an. 5 della CoslilUllone - étenuto al rlspetulaelle citate norme norché del
principi dllegal~à e correttezza, rIcoliegalllh al buon aooamento e alla conformità a legge di dette
amministrazioni nel quaom CII certezza e di traspa-enza aellneato aall'art. 97, comma 1 Cost.
Nella fattispecie, l'art. 1 co. 557 legge n 29612oo6,ln 1rI quaom più generale di contenimento della
spesa pubollca, e al lini del concorso agII obletIM di finanza puObllca, na stabilito che gli enll
sottoposti al p<Cto 01 stabll~à Intemo asslcunno la ndUllone delle spese al pe~onaie, ga:antendo Il
contenimento aella olnamlCa retr10ut1V3 e occupazionale, ancne attraverso la razlonaliZZazlone
aelle strutture ourocratico amministratiVe Tale norm~V3licnleaeva l'aaozione di misure
spec~lcne cne l'Ente non ha posto in essere, non SOlO restanao 1n0000mperante sul punto, ma
addiriltJJra decldenao volontMamente dl operare nella alrezlOne contrarla, nel 2008 come negli
anni successM (v appunto la citala aelioerazlOne n 1141PRSP12009al questa SeziOne)
Penanto, la Sezione ricnlama rai;tenzlone aell'Organo rap~sentallvO comunale SUII'ooOllgo 01
aoottare IClonee misure corretttve In graao (I n~rtare la spesa del personale nell'alVeo oella
legalità, atteso che nel corso Clell'esercizlO 2008 (e ael 2009) Il Comune ha s1'aalO 111111"1.::010 In
parola,
3. Le consloerazioni c~e precedono Imporgono a questa Sellone di emlttere una proouncla oi
grave irregoarttàfinanziarla al lini e per gli enew dell'art l, comma 168 della Legge 23 dicembre
2006 n, 266, e a segnal..-e tale circostanza al Cmslglio comunale, In qualità di orgJlO di indiriZZo
e controllo politico aIlministrallvO (art. 42 TUEL), e all'orgafI] di revi5ione contabile dell~nte­
competente ex lege (an, 239 comma 1 lett_ Cdel TU EL) a vigilare sulla regolan1à contatile,
finanziaria ed economica della gestione dell'Ente relatiV<lmente all'effeltJJazlone delle spese e
all'alliYilà contrattuale, alflnché per Il fiJtum sia prestata la massima allenzione alle regole c~e
presidiano la lormazlone del bilancio e