Sei sulla pagina 1di 3
116 Antonello Venditti GRAZIE ROMA ‘Testo e Musica di A. VENDITTI Moderatamente lento Strum. Mi Dotm La Si La i 1 sen-ti-re a-mi-cian-che se non ci co-no-scia-mo | dim-mi_co- che ci fa___sen-ti-reu-ni-ti an-che se sia-mo lon-ta-ni Mi Dok s dim-mi co-s'@_ co-se_ ch’e for-te for-te for - te for - tein fon-doal cuo-re aa Deft La Si che ci to - glieil re-spi - ro che ci par - la d’a-mo - -- re, Mi Dotm La Si {© 983 by STUKAS Eason’ Musas. - Ve Zany 19-0198 Rona Tet det one reas tin deg er pes del mando: Al ahs eee. bnenaiond Copyright eaved 7 Gra - zie Ro- ma che ci fai pian-ge-reeab-brac - ciar - cian - co - ra Dotm La Si Mi Dotm Gra - zie Ro-ma, Gra - zie Ro- ma che ci fai vi-ve-ree sen - Dofm La Si u-na per - so-na nuo - va Mi La Si La 7 St Dim-mi co-s'@_co-s'’’__quel-la stel_- Ja gran - de gran - dein fon-doal cie-lo Dotm = Mi La Si che bril-la den-tro di te__ fe gri-da for - te for - te dal tuo cuo-re. Mi Dotn 5 Li % cra rie Ro-ma che ci fai pian-ge-reeab-brac - ciar - cian - co - ra Fat Rem Si Dot Fat Refm Gra - zie Ro-ma. Gra - zie Ro- ma che ci fai vi-ve-ree sen - Dot Fat Si Ds sti + rean - co-ra__ u-na per - so - na nuo - va. ® Fat Ret Si Dott Dot us. Dim-me chi @_ Mi Dofm che me fa re— Mi dim-me chi @_ chi € che me da co- rag- gio che me fa sen- quan-no sen - La Dotm La Mi Dofm La Strum. ‘Lim-por-tan-te an-che se nun con-to nien-te sit Si to le cam-pa-ne la do-me-ni-ca mat-ti-na si — che me fa___cam-pa 'sta vi-ta co-si pie-na de pro-ble-mi Si se tu nun me voi be - ne. = pat & at , poi segue Fab Refi Dot Fat Refm si Dot Fat Refm Si Dot Dimmi cos’, che ci fa sentire amici anche se non ei conosciamo dimmi cos’, che ci fa sentire uniti anche se siamo lontani. ‘Dimmi cos’é cos’ cche batte forte forte farte in fondo al cuore cche ci toglie il respiro che ci parla d’amore, Grazie Roma che ci fai piangere abbracciati ancora grazie Roma, grazie Roma che ci fai vivere e sentire ancora Fab Retm una persona nuova, Dimmi cos’? cos’é quella stella grande grande in fondo al cielo che brilla dentro di te e grida forte forte dal tuo cuore. Grazie Roma che ci fai piangere e abbracciarci grazie Roma, grazie Roma che ei fai vivere e sentire ancora una persona nuova. Dimme chi & che me fa senti ‘mportante Si Dot ripete sfumando anche se nun conto niente, che me fa Re quando sento le eampane Ia domenica mattina. Dimme chi @ chi & che me fa campa cosi pieno de problemi e che me da coraggio se tu non me voi bene, Grazie Roma che ci fai piangere e abbraceiarci ancora Grazie Roma, grazie Roma cche ci fai vivere e sentire ancora una persona nuova.

Potrebbero piacerti anche