Sei sulla pagina 1di 2

QUARTA SESSIONE

Definizioni

Nel 1919, John Maynard Keynes ci ha lasciato in eredit la sua famosa opera "Le

conseguenze economiche della pace", una descrizione completa dei vantaggi

della prima globalizzazione. Adattando le sue parole ad oggi, possiamo dire

che attualmente, la globalizzazione significa che i residenti di qualsiasi paese

hanno una accessibilit pi facile, rispetto a cinquant' anni fa, per i prodotti di

consumo corrente provenienti da altri paesi. Sono lontani, possono investire

all'estero, ottenere reddito in altri paesi, un viaggio in luoghi esotici, parlare e

comunicare per iscritto con assoluta immediatezza con coloro che si trovano in

ogni angolo del mondo, conosce quello che sta accadendo in tutti i paesi e

interessarsi di tali eventi. Questo il lato positivo della corrente di integrazione

economica. Abbiamo gi accennato ai problemi reali che questo processo

comporta. Keynes ha anche avvertito dei pericoli in agguato che hanno messo il

punto finale alla prima globalizzazione.

La globalizzazione oggi molto pi di un fenomeno economico. I

cambiamenti politici e tecnologici che attivano questo processo sono molto

importanti e le conseguenze non sono solo economiche. Pertanto, Anthony

Giddens ha scritto che, a suo parere, non c' dubbio che la globalizzazione come

stiamo vivendo, un'esperienza che non solo nuova, bens anche

rivoluzionaria. La globalizzazione politica, tecnologica, culturale ed

economica. Nei suoi aspetti politici e culturali tanto importante quanto la


economica e, quindi, necessariamente presenti nel dibattito. Per molti, un po' di

tempo fa, prima di parlare di globalizzazione, irritavano: l'egemonia corrente

degli Stati Uniti, il dominio politico e militare e la diffusione delle loro

espressioni culturali a scapito delle proprie. Inoltre, se ovvio che gli aspetti

tecnologici di questo processo resero possibile la caduta del muro di Berlino

erano anche dietro gli eventi del settembre 2001. I miglioramenti nelle

comunicazioni, il solo fatto di essere televisione Repubblica Federale Tedesca

nei paesi dell'Europa orientale, ha permesso a milioni di cittadini di

comprendere che non vi era alcun motivo per accettare la vita vissuta e il

comunismo crollato. Allo stesso tempo, l'attacco alle Torri Gemelle non

avrebbe mai potuto avvenire prima di entrare nell'era globale delle

comunicazioni e relazioni.

Il mondo e il sistema economico in cui viviamo sono imperfetti. Molto

resta ancora da fare per migliorarlo. Ci sempre fattibile. Quindi, da questo

punto di vista, nel Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa (361)

troviamo: << Il nostro tempo segnato dal recente fenomeno della

globalizzazione economico - finanziaria, vale a dire, da un processo di crescente

globalizzazione delle economie nazionali, in termini di scambi di beni e servizi

e le transazioni finanziarie, in cui un numero crescente di operatori assume un

orizzonte globale per le decisioni da effettuare in termini di opportunit di

crescita e di profitto (...) La globalizzazione alimenta nuove speranze, ma causa

anche grandi questioni >> . Nelle sezioni seguenti il trattamento di questa

problematica si presenta nell'insegnamento di Giovanni Paolo II e, soprattutto,

in Benedetto XVI.