Sei sulla pagina 1di 19

Indirizzo articolo originale:

http://www.baronerosso.it/modellismo_articoli/show/610/costruire-un-ala-
centinata.html

Costruire un'ala centinata


Non e' dicile costruire un'ala a struttura centinata, vediamo come procedere.

In occasione della mia ultima realizzazione, visto la semplicit della costruzione, mi


sono detto, perch non fare un articolo su come si realizza un'ala centinata in balsa,
cos magari chi pensa sia troppo dicile pu provare e ricredersi.

Il modello in particolare il Puschtra di Mauro Capodaglio, un HLG, il cui disegno


stato pubblicato sulla rivista Modellismo n67. La pianta trapezoidale con prolo
piano convesso per cui non richiede spessori e il rischio di ottenerla svergolata
remoto sempre che il piano di lavoro sia perfetto.

Dopo aver vericato le centine, ho dovuto scartare la comoda soluzione di realizzarle


a pacchetto perch troppo poche, piccole e con una certa rastremazione. Quelle del
disegno non erano proprio precise, per cui ho deciso di realizzarle con il programma
proli, in modo anche da avere lo spunto per imparare ad usarlo.

Partendo dal prolo indicato, l'S3014 modicato, ho cercato di replicarlo il pi


fedelmente possibile e nel contempo realizzare un pannello alare in modo da averle
tutte quante perfettamente scalate con il corretto posizionamento dei longheroni e
del bordo d'entrata.

Per vericare la correttezza dei proli ottenuti, con quelli del disegno, ho eettuato
delle stampe su lucidi da proiezione in modo da poterli sovrapporre all'originale e
vedere le dierenze. Inoltre basta passare uno straccetto imbevuto di alcool sul
lucido per cancellare il disegno e riutilizzarlo.
Ottenute le centine, ho provveduto a stamparle con la stampante laser, per poterle
riportare sulla tavoletta di balsa con il metodo del ferro da stiro. In questo modo il
disegno viene trasferito perfettamente, senza dove ricorrere a delle dime o peggio
ancora ad incollare la carta sul legno.

Visto la necessit di dover realizzare le centine una per una, ho cercato almeno di
dimezzare il lavoro, per cui le ho realizzate a coppie. Dopo averle disegnate sulla
tavoletta, ho ritagliato il rettangolo che le conteneva tutte e sovrapposto alla
tavoletta stessa, mettendo due gocce di cianoacrilato sotto ogni centina.
A questo punto le ho tagliate tutte il pi vicino al contorno e rinite.

Per ottenere degli incastri perfetti e tutti uguali, ho preso un pezzo di compensato e
realizzato un incastro per i longheroni e uno per il bordo d'entrata. Le centine sono
gi tutte rinite e manca solo lo scasso per il bordo d'entrata. Come potete notare
sono ancora doppie. Le macchie pi scure che si notano sono i segni delle gocce di
cianoacrilato usato per incollarle insieme dopo aver fatto un foro con un spillo e
lasciata colare la goccia dentro.
In questa foto potete vedere come la centina e la dima vengono chiuse nella morsa e
con raspa e lima si ottenga l'incastro perfetto.

Dopo aver nito tutti gli scassi dei longheroni e del bordo di entrata ho diviso tutte le
centine passando una lametta da barba in mezzo, ho cos ottenuto due pacchetti, uno
per ogni semiala.

Per ottenere due semiali di peso possibilmente uguale ho voluto fare il pignolo
pesando ogni pacchetto per vedere la dierenza di peso e spostando le centine da
uno all'altro no ad ottenere un peso identico. Su modelli cos piccoli tutti i grammi
risparmiati sono importanti e non dover ricorrere al piombo signica aver costruito
bene.
Dopo aver terminato le centine sono passato alla realizzazione dei longheroni, bordo
d'entrata e d'uscita, che sono stati ricavati tutti da tavolette e tagliati con il
taglialistelli, che quell'oggetto nero nella foto. Il metodo molto semplice, basta
prendere una tavoletta con spessore e durezza adatti al listello che si vuole ottenere,
impostare sul taglialistelli la larghezza e la profondit di taglio e il gioco fatto.
Esclusi gli spessori piccoli, per gli altri faccio pi passate aumentando la profondit
della lama. Con questo tipo di taglio i listelli non saranno diritti, perch viene tagliata
la venatura del legno, ma tanto anche quelli che si comprano dicilmente sono diritti
per cui tanto vale farseli. L'importante tenerne conto al momento
dell'assemblaggio per evitare svergolature. Nella foto si vede anche il rivestimento
inferiore del d-box con il longherone gi incollato e il bordo uscita incollato anch'esso
al rivestimento inferiore.
In questo foto ho eseguito l'incollaggio del longherone principale al rivestimento
inferiore.

Dopo aver tagliato tutti i pezzi necessari all'assemblaggio, nalmente giunto il


momento di stendere il disegno sul piano di lavoro e incominciare a posizionare i
pezzi. Proteggete sempre il disegno con qualcosa di trasparente in modo che non si
rovini e possa essere usato molte altre volte o conservato in archivio. Ho usato la
pellicola domopack ssata con le puntine da disegno dopo aver steso bene il disegno
in modo che non facesse grinze o gobbe.
Come detto in precedenza, la parte inferiore del prolo piatta, tranne per la parte
anteriore, per cui mi ha permesso di poter posizionare sul piano tutto il rivestimento
inferiore, un grande vantaggio poter mettere pi pezzi possibili quando l'ala
bloccata sul piano, si hanno meno rischi di svergolature, anche se il consolidamento
nale della struttura si avr solo alla chiusura del d-box. Questo procedimento
possibile applicarlo solo ai proli piano convessi.

La struttura inizia a prendere forma, tutte le centine sono in posizione, cos come il
longherone principale superiore. I pezzi sono solo posizionati a secco, senza colla, in
modo da vericare che non ci siamo errori. Dopo aver vericato per l'ultima volta che
le centine siano ortogonali al piano, tranne la prima che inclinata di 3,5 per poter
ottenere il diedro, non tocco pi nulla e passo ad incollare i pezzi.
Utilissimo in questo caso il cianoacrilato, utilizzato applicando un ago da siringa al
acone, perch permette di ssare tutti i pezzi con precisione senza toccarli in modo
che non si muovano.
I punti ssati per primi sono gli incastri delle centine sul longherone inferiore e
superiore e sul bordo d'uscita.
Dopo questo primo passaggio, se tutto ancora al proprio posto, passo a rinire
l'incollaggio su tutte le superci. In questo passaggio non incollo ancora la parte
anteriore delle centine, quella che va dal longherone al bordo d'entrata.

Dopo aver ssato tutte le centine, metto sotto peso la struttura in modo che stia ben
aderente al piano di montaggio, metto in posizione il bordo di entrata e inserisco
sotto il rivestimento inferiore la riga per sollevarlo in modo che il listello vada contro
le centine e poi l'incollo sempre con il cianoacrilato. Dopo aver ssato il bordo
d'entrata alla centine lo incollo al rivestimento, questa volta usando la colla
cellulosica, aiutandomi sempre con la riga. Quando il tutto asciutto nisco di
incollare con il cianoacrilato la parte anteriore delle centine al rivestimento.

Finalmente arrivato il momento di togliere dal disegno l'ala e mettere in forma il


rivestimento superiore del d-box.
Ho spostato l'ala in un'altra zona del piano, lungo il bordo, bloccata posteriormente
con degli spilli, in modo che non possa arretrare e messa sottopeso per farla
rimanere aderente al piano. In questa fase ancora soggetta a svergolarsi, perch il
d-box non ancora chiuso. Dopo aver tagliato dalla tavola di balsa il rivestimento, l'ho
inumidito in acqua calda messo in posizione perch possa copiare la curvatura delle
centine, soprattutto sul bordo d'entrata e facilitarmi l'incollaggio. La riga e i morsetti
tengono in posizione sul longherone il rivestimento, mentre gli spilli lo fanno curvare
sul bordo d'entrata.
Lascio asciugare bene ed ecco il rivestimento con la sua curvatura perfetta pronto a
copiare il prolo delle centine.

Passo all'incollaggio che viene fatto in tre passaggi partendo dal bordo d'entrata. La
colla usata la cellulosica, perch mi lascia il tempo di posizionare il pezzo, di inserire
gli spilli e successivamente arrotondare il bordo d'entrata con il tampone. Il
cianoacrilato duro da carteggiare e il vinavil troppo gommoso. Stendo la colla sul
bordo d'entrata e rimetto tutto in posizione come nella foto precedente dove ho
messo in forma il pezzo e lascio asciugare.

Nel secondo passaggio incollo la parte anteriore del rivestimento sopra le centine
dopo il bordo d'entrata, perch in quel punto la curvatura un po' accentuata
risulta dicile farla aderire bene per cui eseguo questa operazione usando il
cianoacrilato, perch ho bisogno di un incollaggio immediato.

Sollevo delicatamente la parte posteriore del rivestimento e con il dito indice premo
sulla parte anteriore esterna in modo da farlo aderire al dorso della centina e
dall'interno faccio scorrere delle gocce di ciano. Questa operazione la ripeto per
tutte le centine.

Finisco l'incollaggio del rivestimento del d-box stendendo il vinavil sul dorso delle
centine con un pennellino. Perch il vinavil e non la cellulosica?
Primo per avere pi tempo per stendere bene la colla, secondo perch una volta
asciutto il tutto posso fare aderire meglio il rivestimento alle centine passando il
ferro da stiro, nel caso qualche punto non si fosse incollato, a volte succede.
Rimetto di nuovo i pesi e i morsetti no ad incollaggio avvenuto. La chiusura del d-
box una fase molto importante perch ssa denitivamente la struttura, per cui se
risulta qualche svergolatura si dovr correggerla applicando il rivestimento nale.

Adesso incollo il rivestimento centrale e i rinforzi tra le centine e i longheroni


utilizzando il balsa con la vena verticale per impedire lo schiacciamento della
struttura in volo. Ogni pezzo lo tengo in posizione con il nastro adesivo.
Dopo incollo le solette sopra il dorso di ogni centina, tra il d-box e il bordo d'uscita
tenendole in posizione con gli spilli. A questo punto posso rinire i bordi del
rivestimento, arrotondare il bordo d'entrata e carteggiare il tutto per pareggiare i
vari pannelli.

Preparo lo scasso che conterr il servo degli alettoni.


Mi rimane da realizzare i terminali alari che sono gi stati tagliati da una tavoletta da
6 mm aiutandomi con una dima di carta.

Siccome il terminale spesso 11mm devo incollarne due insieme, usando la colla
cellulosica.
Una volta asciutti li incollo alle ali.

Li rinisco con il pialletto e carta vetrata. Prima eseguo la curvatura sul prolo e poi
arrotondo il contorno.
Con la carta vetro ne rinisco il tutto no ad ottenere il prolo voluto.

Le semiali sono nalmente nite e pronte per essere unite, ma prima c' da passare
l'esame della bilancia per vedere la dierenza di peso.

La semiala destra pesa 24,3gr


La semiala sinistra pesa 24,4 gr

Accidenti... ben un decimo di grammo di dierenza!!!

Beh, decreto che l'esame stato superato brillantemente. Penso che non dovr usare
piombo per il bilanciamento laterale, sempre che il termoretraibile che user sia
omogeneo.

Sono giunto all'ultima fase, quella dell'unione delle semiali. Le centine centrali hanno
gi l'inclinazione di 3,5 prevista dal progetto, si tratta di rispettare quest'angolo
durante l'incollaggio. Per ottenerlo appoggio sul piano la semiala sinistra, tenuta
ferma da un peso e accosto la semiala destra, facendo combaciare le centine centrali.
A questo punto ho bisogno di sapere di quanto devo alzare il terminale della semiala
destra, per cui scomodo la trigonometria.
Il diedro deve essere di 3,5, avendo messo una semiala appoggiata al piano, l'altra
avr un'inclinazione di 7, per cui devo calcolare la distanza tra il terminale e il piano.
Avendo l'angolo e la lunghezza della semiala applico la formula:

b = a sin a

dove

b = altezza terminale dal piano (62mm)

a = lunghezza della semiala (456 mm)

sin = funzione trigonometrica del seno dell'angolo

a = angolo del diedro (7)

ed ottengo l'altezza del terminale dal piano

Allego questo schema delle relazioni tra gli elementi di un triangolo rettangolo che
pu essere utile, come in questo caso.
La costruzione dell'ala terminata. Rimane da applicare il rivestimento e per questo
vi invito a leggere l'ottimo articolo scritto da Agomago su questa operazione
(Rivestimento HighTech/Low Cost).

Spero di essere stato chiaro e di aver stuzzicato l'interesse dei potenziali costruttori,
che magari no adesso non si erano mai cimentati in questo tipo di realizzazione
giudicandola troppo complicata.

Indirizzo articolo originale:


http://www.baronerosso.it/modellismo_articoli/show/610/costruire-un-ala-
centinata.html

Potrebbero piacerti anche