Sei sulla pagina 1di 2

Guida: Ges chiar isce le condizioni per esser e suoi discepoli: seguir e lui signi-

fica imitare la sua stessa vita, comprese le scelte difficili. Al centro deve rimanere
lui e il suo Vangelo.
Tutti Signore Ges, donaci lo Spirito per essere tuoi discepoli

1L: Signore, dona il tuo Spirito alla Chiesa, perch ogni battezzato scelga conti-
nuamente di vivere alla tua sequela
2L: Signore, donaci la tua forza di rinunciare a tutto ci che ci allontana dalla-
more di Dio o distogliere da te, unica nostra speranza di rinunciare
3L: Signore, dona la tua forza a tutti i figli che il Padre chiama alla gioia piena
della fedelt a te e alla tua grazia
4L: Signore, dona la tua grazia a chi vuole rispondere alla tua chiamata, come
educatori ACR ma prova paura e scoraggiamento
5L: Signore, dona la tua Parola e lo Spirito a chi ti cerca con cuore sincero e spe-
ra nella potenza della tua grazia
AZIONE CATTOLICA DIOCESI MAZARA
6L: Signore, dona lentusiasmo alle comunit parrocchiali che riprendono il nor-
male cammino ACR PRONTI A SCATTARE
8L: Signore, dona a tutti i figli di Dio la certezza che se seguono te ottengono la
ricompensa che il Padre ha preparato per tutti suoi figli.
SEGUENDO GESU
Guida: Fiduciosi e obbedienti che il dono dello Spir ito Santo possa pr ender e
dimora nei nostri cuori, per rivisitare la profondit del nostro servizio pastorale,
come discepoli di Ges, recitiamo il Padre Nostro.
INOCONTRO DI FORMAZIONE EDUCATORI ACR
30 Settembre CAMPOBELLO DI MAZARA
ORAZIONE Signore, tu che hai ci hai fatto sperimentare che seguire Te ri-
spondere con autenticit al tuo amore, manda il tuo Spirito, guida saggia e genero-
sa, prudente e vivace, forza di luce e di unit, di umilt e carit. Facci ascoltatori
attenti della tua voce, adoratori della tua luce infinita. Ti affidiamo il nostro impe-
gno. Benedicilo e donaci la forza di portarlo a termine in ogni angolo della terra
con generosit, obbedienza, verit e tanta gioia.

Benedizione
Nel nome del Padre Guida: Il Padr e non ci lascia mai soli e la sua voce ci chiama costantemente
allamore, alla fiducia, al coraggio, allobbedienza, per poterlo seguire ed edificare
Saluto del celebrante
ogni giorno l dove siamo il suo Regno.
Preghiamo: Siamo qui riuniti nel tuo nome Signore, come educatori della nostra
diocesi a servizio delle nuove generazioni. Ci poniamo in ascolto della tua Parola, Guida: Padr e la Par ola che tu poni nel nostr o cuor e e sulle nostr e labbr a fuo-
per poter sperimentare e accogliere nel nostro cuore il tuo infinito amore. Aiutaci a co che brucia, ma anche forza che edifica.
far tesoro di quanto ci comunichi, per trovare sentieri di armonia, di entusiasmo e
di condivisione per accompagnare i nostri ragazzi lungo il sentiero del Vangelo.
Dal vangelo secondo Luca 14,25-33
Salmo 139 (138) Recitato a cori alterni In quel tempo, siccome molta gente andava con lui, Ges si volt e disse:
Signore, tu mi scruti e mi conosci. Se prendessi le ali dellaurora, Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre, la moglie, i figli, i fra-
Tu sai quando mi siedo e quando mi alzo, e riuscissi ad abitare all'estremit telli, le sorelle e perfino la propria vita, non pu essere mio discepolo.
tu comprendi da lontano li mio pensiero. del mare,
Chi di voi, volendo costruire una torre, non si siede prima a calcolarne la

Tu sorvegli il mio cammino e anche l mi guiderebbe la tua mano spesa, se ha i mezzi per portarla a compimento? Per evitare che, se getta le
il mio riposo, e conosci a fondo e mi prenderebbe la tua destra. fondamenta e non pu finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a
tutte le mie vie. deriderlo, dicendo: Costui ha iniziato a costruire, ma non stato capace di
Allora ho detto: Almeno le tenebre
finire il lavoro. Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non
Si, la parola non ancora sulla mia lingua mi potrebbero coprire e la luce potrebbe
ed ecco, Signore, gi la conosci tutta. diventare notte intorno a me siede prima a esaminare se pu affrontare con diecimila uomini chi gli viene
incontro con ventimila? Se no, mentre l'altro ancora lontano, gli manda
Alle spalle e di fronte tu mi stringi Ebbene, per te le tenebre non sono oscure
un'ambasceria per la pace. Cos chiunque di voi non rinunzia a tutti i suoi
e poni su di me la tua mano. e la notte risplende come il giorno
averi, non pu essere mio discepolo.
come le tenebre, cos la luce per te.
Stupenda per me la tua conoscenza,
troppo alta: non riesco a raggiungerla, Si tu che hai plasmato i miei reni
Breve riflessione
mi hai tessuto nel grembo di mia madre.
Dove potrei andare lontano dal tuo spirito?
Dove fuggire lontano dalla tua presenza? Ti rendo grazie: perch sono stato forma-
to in modo stupendo:
Se scalassi i cieli, l tu sei, stupende sono le tue opere
se discendessi negli inferi, eccoti. e la mia anima lo sa molto bene.

VIVERE IL BELLEZZA
2 3
Campo Scuola Diocesano Settore Giovani AC Mazara