Sei sulla pagina 1di 37

Glossario

A e implacabile, prese parte a fianco dei Greci


A secco. Tecnica costruttiva in uso presso le alla guerra di Troia partecipando ad alcune
principali civilt antiche (Egizi, Greci, Etru delle azioni pi cruente e spettacolari. Ven
schi). Le murature vengono realizzate con ne ucciso da Apollo in persona che riusc a
massi squadrati sovrapposti, senza nessuna colpirlo nel suo unico punto debole.
sostanza che li cementi fra loro. La staticit Acquaforte. Tecnica di incisione (v.) che rientra
dunque resa possibile dalla sola forza di nella categoria dellincisione indiretta. Ci
gravit. perch, contrariamente al bulino (v.), lo stru
baco. 1. Dal greco bax, tavola, basamento. mento detto punta incide solamente uno
Elemento superiore del capitello (v.), a for strato di vernice (composta da cera, bitume
ma di parallelepipedo basso. 2. Dal latino e mastice) steso sulla lastra metallica.
bacus, tavoletta. Tavoletta che gli antichi Questultima, invece, viene sottoposta a
usavano per eseguire i calcoli. Nel Medioevo morsura (v.) per immersione in un acido (so
stette a indicare un libro di aritmetica e geo litamente lacido nitrico, anticamente detto
metria (v.) elementari. acquaforte) che la intacca e la incide l dove
Abbreviatore apostolico. Colui che presso la la punta ha asportato la vernice durante
cancelleria papale riassumeva le suppliche loperazione di disegno. La morsura con
ricevute e scriveva le lettere del papa. trollata direttamente dallartista che deter
Aberrante. Dal latino aberrre, composto di ab, mina il tempo di immersione poich da ci
da, ed errre, vagare. Vuol dire allontanarsi dipende la maggiore o minore incisione del
dalla normalit. la lastra. Caratteristica dellacquaforte il
Abnorme. Dal latino abnrmis, fuori dalla nor segno dallintensit di nero continua (dipen
ma, strano, mostruoso. dendo dalla profondit dei solchi), bench i
bside. Dal latino bsis, giuntura, volta. Parte bordi dei tratti siano leggermente slabbrati e
terminale della navata (v.) centrale di una irregolari. Lacquaforte, inoltre, d effetti pit
basilica, di forma semicilindrica. torici poich consente uninfinita gradazione
canto. Dal greco kantha, spina. Pianta erba di nero (dal grigio chiaro al nero profondo)
cea perenne con grandi foglie frastagliate, in dipendenza dei tempi di morsura. Infine,
assai diffusa tra la flora mediterranea. Le fo possibile anche la velatura, cio pervenire a
glie di acanto caratterizzano il capitello co una sorta di acquerellatura (v.) pulendo una
rinzio (v.). sola volta la lastra inchiostrata, lasciando,
Accademia di Francia. Accademia di Belle Arti quindi, delle tracce dinchiostro anche sulle
che aveva, tra gli altri scopi, quello di forma superfici non intaccate dallacido: tale ope
re giovani artisti francesi che, con una borsa razione fattibile pure tamponando linchio
di studio, potevano trascorrere quanche stro sulla lastra prima della stampa.
tempo a Roma e studiarne le antichit. Acquatinta. Tecnica di incisione su lastra di
Accademia di San Luca. Accademia romana di metallo, analoga allacquaforte (v.), ma in
Belle Arti. Fondata nel 1577 a imitazione di cui la lastra, prima di essere incisa e poi im
quella fiorentina, ne venne scorporato lIsti mersa nellacido, viene cosparsa di una pol
tuto di Belle Arti nel 1874. vere protettiva granulare, che conferisce alla
Accademico. Unopera, un movimento, un arti stampa cos ottenuta un delicato effetto di
sta, si dicono accademici, volendone accen chiaroscuro (v.).
tuare negativamente le caratteristiche di Acque amare. Nellantica tradizione ebraica
scrupolosa osservanza alle regole stabilite bevanda con il potere miracoloso di provare
da una scuola. la verit di unaffermazione, soprattutto nel
Accademie. Esercitazioni eseguite per appren caso di sospetto adulterio. Sono note diver
dere i princpi dellarte del disegno nel modo se ricette, a base di acqua santa con disciol
corretto in cui venivano insegnati nelle Acca te al suo interno, a seconda delle necessit,
demie darte. terra del Tempio, limatura di inchiostro con
Acciaio. Lega metallica con eccezionali capacit il quale erano stati precedentemente scritti
di resistenza ottenuta mediante la rifusione particolari versi della Bibbia, sale. In caso di
della ghisa in speciali convertitori, portando esito positivo la donna che si sottoponeva
la percentuale di carbonio al disotto del 2%. alla prova ne usciva pi bella, nel caso di
Acciottolto. Insieme di cittoli che costituisce esito negativo ne moriva o ne recava qual
lo strato inferiore della strada romana (v.); che segno deturpante e indelebile.
funge da compatto e solido piano basamen Acquerellatura. Tecnica mediante la quale con
tale e impedisce che lacqua ristagni. un pennello inumidito si sfumano i contorni
Acfala. Dal greco a (alfa) privativo, con signi a penna o a matita di un disegno al fine di
ficato di senza, e kephal, testa, cio priva ammorbidirne il tratto.
di testa. Si dice quasi esclusivamente in rife Acquerello. Tecnica pittorica che impiega i pig
rimento ai resti di antiche statue giunteci menti (v.) colorati diluiti in acqua con ag
senza testa. giunta di gomma arabica avente la funzione
Achi. Nome con cui si distinguono i Dri stan di fissare i pigmenti sul supporto (ad esem
ziatisi nel Peloponneso che dettero origine pio carta) dopo levaporazione dellacqua.
alla civilt micenea. I Dori sono una delle tre Acrpoli. Dal greco kros, estremo, e plis, cit
stirpi greche assieme agli Eli e agli Ini. Nei t. Nella Grecia antica, parte della citt posta
poemi omerici con Achei vengono invece pi in alto e generalmente difesa da mura.
designati tutti i popoli greci. Acrostico. Dal greco kros, estremo e stchos,
Achille. Eroe mitologico cantato nellIliade e verso. Parola di senso compiuto formata dal
nellOdissea da Omero (v.). Figlio del re Pe le iniziali di altre parole di senso compiuto.
lo e della dea Teti, fu reso invulnerabile Acrotrio. Dal greco akrotiron, sommit. Ter
dalla madre che lo immerse nellacqua dello mine che definisce sia le statue (o altri ele
Stige, il fiume infernale. Rimase vulnerabile menti decorativi) sia i piedistalli che le so
solo nel tallone, il punto dal quale la madre stengono, posti alle sommit e al vertice del
lo teneva per immergerlo. Guerriero glorioso frontone (v.) del tempio greco.

Glossario

1
ditus mximus. Nel teatro romano (v.), parte che si sarebbe salvato anche senza laiuto Ambrato. Color dellambra (v.).
degli itinera (v.) che sfocia nellorchestra. Pl. degli dei, Poseidon percosse lo scoglio con il Ambulcro. Sinonimo di deambulatorio (v.).
diti mximi. tridente e Aiace anneg. Amgdala. Dal greco amygdle, mandorla.
Adorazione dei Magi. Rappresentazione del Aiace Telamonio. Personaggio omerico (v.). Utensile caratteristico dellindustria litica del
momento in cui i Re Magi arrivarono dinanzi Sconvolto per non aver ottenuto le armi di paleolitico (v.) inferiore, consistente in un
alla capanna della nativit e offrirono al Achille (v.), impazzisce e compie atti che, ciottolo a forma di mandorla, appuntito
Bambin Ges i loro doni. Dai Vangeli Apocrifi una volta rinsavito, lo fanno vergognare a tal allapice e tagliente ai bordi, ricavato da
(v.) conosciamo anche i nomi dei tre re: G punto da suicidarsi, trafiggendosi con la pro frammenti di pietre particolarmente dure
spare, Melchirre e Baldassrre. pria spada. (come basalto o selce) e utilizzato come pu
dyton. Voce greca con il significato di sacra Al secolo. Si dice in riferimento alle consuetu gnale o ascia a mano.
rio. Nei templi antichi piccola cella centrale, dini della vita civile, in contrapposizione a Amore e Psiche. Secondo la favola, Psiche
allinterno del naos (v.), nella quale si collo quelle della vita conventuale o, comunque, amata da Amore (o Eros) che si congiunge a
cavano laltare o le statue pi sacre degli dei. religiosa. lei nel buio della notte e con lordine di non
Aergrafo. Apparecchio consistente in una Ala. In latino, ala. Nella casa romana (v.), lo essere guardato mai in viso. Una notte Psi
speciale penna collegata a un piccolo serba cale di servizio che affiancava il tablno (v.). che, aizzata dalle sorelle invidiose, contem
toio di colore liquido che, tramite un com Pl. alae. pla lo sposo divino dormiente al lume di una
pressore, nebulizza il colore stesso in parti Alabstro. Dal greco albastron. Particolare lanterna. Da questa una goccia dolio cade
celle finissime, in modo da realizzare sfuma roccia sedimentaria a struttura fibrosa, con sulle spalle di Amore che, destatosi, fugge
ture ed effetti impossibili da ottenere con il tenui venature colorate (dal grigio-azzurro al via dicendo a Psiche che non lo avrebbe mai
semplice pennello. giallo-bruno), di aspetto traslucido, usata pi rivisto. Venere (o Afrodite) viene a cono
Affiche. Voce francese che sta per manifesto, solitamente per la realizzazione di vasellame scenza degli amori del figlio e costringe Psi
cartellone pubblicitario. Henri de Toulouse- e piccoli oggetti ornamentali. che a essere sua schiava sottoponendola a
Lautrec fu uno dei primi artisti a dedicarsi a Albastron. Piccolo vaso, originariamente in numerose prove. Una di queste consisteva
questo nuovo tipo di attivit, alla quale laffi alabstro (v.), da cui il nome, simile, per for nel recarsi nellAde da Proserpina (o Perse
namento dei processi di stampa tipografica ma, dimensioni e finalit duso, allaryballos fone) che le avrebbe consegnato un vasetto
aveva consentito un incremento di qualit e (v.). con un po di bellezza, vasetto che Psiche
di diffusione prima assolutamente impensa Albumna. Sostanza chimica ricavata dallalbu non avrebbe mai dovuto aprire. La curiosit
bili. me delle uova e presente anche nel sangue. per spinge la fanciulla ad aprire il vaso da
Affrsco. Tecnica che consiste nel dipingere su Miscelata con lacqua assume una consi cui si sprigiona un sonno profondo. Psiche
una parete a fresco, cio quando lintona stenza vischiosa ed pertanto facilmente cade svenuta. Amore, non resistendo alle
co che la riveste non ancora del tutto sec spalmabile. Una volta essiccata assume in pene amorose e al desiderio di rivedere la
cato. In questo modo i colori, amalgamando vece consistenza cerosa. giovane amata, va da lei e la ridesta pungen
si con lintonaco stesso, ne diventano parte Alfabeto cirllico. Basato sullalfabeto greco dola con una delle sue saette. Infine Zeus,
integrante e, una volta asciugatosi questul maiuscolo del IX secolo d.C., prende il nome mosso a piet da Amore, dona a Psiche lim
timo, entrano stabilmente a far parte del da San Cirillo di Tessalnica (ca 827/828- mortalit ammettendola fra gli dei come
muro. 869) che, secondo la tradizione, ne introdus sposa eterna di Amore.
Affrsco aiutato. Tecnica che consiste nel man se luso presso molti popoli slavi tra i quali i Amulto. Dal latino amultum. Piccolo ogget
tenere artificialmente umido lintonaco su Russi, gli Ucraini, i Bulgari e i Serbi. to, talvolta realizzato anche con materiali
cui lartista realizza laffresco (v.), in modo Allegora. Dal greco llos, altro e agoruein, stravaganti o preziosi, al quale si attribuisce
da poter dipingere anche su stesure di into parlare. Si dice di un discorso o di una raffi il potere di allontanare magicamente gli in
naco molto vaste (troppo vaste per una gior gurazione che, pur rappresentando un certo flussi negativi preservando chi lo indossa da
nata di lavoro). soggetto, vuole di fatto significare qualcosa malanni e sciagure.
Agamennone. Personaggio omerico (v.), figlio daltro. Anadimenos. Emergente, dal greco anadyo-
di Atro, re di Micene e fratello di Menelo. Altna. Dal latino lere, allevare, sviluppare mai, emergere.
Quando il troiano Paride rap Elena, moglie verso lalto. Loggia o terrazza coperta e pra Anastilsi. Dal greco anastelin, ricostruire.
di Menelao, Agamennone convinse gli Achei ticabile posta sul tetto di un edificio. Tecnica di restauro secondo la quale si rico
(v.) a ingaggiare una guerra contro Troia ed Altorilivo. Rilievo (v.) scultoreo inciso tanto struiscono antiche strutture architettoniche
egli stesso si mise a capo della spedizione. profondamente da dare limpressione che (soprattutto templi) utilizzando esclusiva
Tornato da Troia fu assassinato da Egsto, alcune parti di esso, le pi importanti, siano mente i resti originali, che, sulla base di stu
amante di sua moglie Clitennstra. addirittura staccate dal fondo. di archeologici e testimonianze storiche,
ggere. Dal latino gger, cumulo di terra. Argi Amzzoni. Dal greco amazn, composto da a vengono riassemblati nel modo che si ipotiz
ne artificiale, fortificazione perimetrale in (alfa) privativo, e da mazs, mammella, cio, za essere il pi vicino possibile a quello ori
terra. letteralmente, senza mammella. Mitiche ginale.
Aggettare. Sinonimo di sporgere. donne guerriere che abitavano sulle rive del Androcfalo. Dal greco andrs, genitivo di
Aggtto. Dal latino adictum, participio passa Termidnte, in Asia Minore. Solitamente ve anr, uomo e kephal, testa. Avente una te
to di adcere, aggiungere. La parte sporgen nivano rappresentate armate con arco, lan sta con fattezze maschili.
te di un elemento architettonico rispetto alle cia e scudo a mezzaluna e prive del seno de Aneddtico. Dal greco ankdotos, inedito. Ba
parti adiacenti di una struttura. In aggetto stro per poter usare meglio larco. sato su aneddoti, cio narrazioni marginali e
si dice generalmente lelemento sporgente. Amazzonomacha. Rappresentazione di una spesso fantasiose relative a un determinato
Agglutinnte. Dal latino glten, colla. Sostan delle tante battaglie sostenute dalle Amaz evento.
za collosa che viene mescolata ai pigmenti zoni (v.). Anfiprstilo. Dal greco amph, da ambo i lati, e
(v.) per ottenere i colori. Ambinte. Dal latino ambre, andare intorno, prostilo. Raddoppiamento del tempio prsti
Agnus Dei. Letteralmente Agnello di Dio. circondare. In contesto architettonico indica lo (v.), quindi con due colonnati, uno ante
locuzione tratta dalle parole con le quali Gio i locali di una costruzione. riore e uno posteriore.
vanni Battista si rivolge a Ges: Ecco Ambne. Dal greco mbon, sporgenza. Sorta di Anfitetro. Composto dal greco amph, da am
lAgnello di Dio, ecco colui che toglie i pec balconcino sopraelevato e recintato adibito bo i lati, e teatro. Si tratta del raddoppia
cati del mondo (Giovanni, I, 29). alla lettura delle Sacre Scritture, sul quale si mento della struttura del teatro, in modo
gon. In greco, gara. saliva tramite una scala. da ottenere unaltra struttura, circolare (nel
Agor. Piazza principale della citt greca. Ambra. Dallarabo nbar. Particolare resina caso di un teatro semicircolare) o ellittica
Aiace. Figlio dOileo, re della Locride (regione fossile di conifere, di colore variabile dal (da un teatro semiellittico).
della Grecia), dopo aver combattuto con gli giallo intenso al bruno aranciato. Di facile la nfora. Vaso dalle forme e dalle dimensioni
Achei contro Troia fece naufragio per desi vorabilit, ha una consistenza lucida e com pi varie, con corpo globulare allungato con
derio di vendetta di Athena che lo aveva in patta e fin dallantichit fu utilizzata per la strozzatura al piede e al collo, dotato di due
odio. Poseidon lo mise in salvo su uno sco realizzazione di preziosi monili e di amuleti anse (v.) simmetriche verticali od oblique.
glio. Tuttavia, poich Aiace aveva gridato o statuette votive. Veniva impiegato indifferentemente come

Glossario

2
contenitore di liquidi, di sfarinati e di solidi. Oggetto o atto che, secondo le antiche cre dellarcheologia che studia le civilt preisto
Animsmo. Dallinglese animism, a sua volta denze, serviva ad allontanare o ad annullare riche sulla base dei reperti pervenutici; si
derivante dal latino nima. Prima forma di ri gli interventi degli spiriti maligni. parla, in questo caso, di paleoarcheologia.
tualit religiosa dei popoli primitivi, tenden Aquisgrna. Citt tedesca, indicata anche col Archtto pnsile. Motivo decorativo costituito
te ad attribuire unanima e una sensibilit nome tedesco di Achen o con quello fran da un archetto che non appoggia n su una
autonome agli oggetti del mondo esterno, cese di Aix-la-chapelle, che fu sede della cor colonna n su un pilastro, ma semplice
sia naturali (pietre, piante), sia realizzati te di Carlo Magno. mente sospeso. Solitamente si parla di ar
dalluomo (idoli, sculture simboliche). Ara. Altare sacrificale. chetti pensili perch il motivo decorativo
Anmula. In latino, letteralmente, piccola ani Arabsco. Decorazione con motivi propri della viene sviluppato in successione.
ma. Nella tradizione iconografica cristiana tradizione e della cultura arabe: basata so Archiacto. Formato da un arco a sesto acuto
greco-orientale la rappresentazione sim prattutto su foglie e rami intrecciati, animali, (v.), tipo di arco composto, a sua volta,
bolica dellanima del defunto e assume soli ghirigori geometrici, campiture di colore. Il dallintersezione di due archi di circonferen
tamente le sembianze di un innocente bam termine viene usato per indicare ogni tipo di za.
binello in fasce. decorazione che, in qualche modo, ricordi Archiepscopus. In greco archiepiskops. Ve
Ankh. Voce egizia che identifica la croce ansa quella arabeggiante. scovo di una diocesi metropolitana.
ta, nodo magico simbolo di vita e prosperit. Arldico. Dallantico franco hariwld, impiega Architrve. Elemento architettonico orizzonta
Annurio. Pubblicazione periodica a scadenza to nellesercito. Che si riferisce allaraldica, le in legno o pietra che poggia su due ele
annuale. cio allo studio e alla realizzazione degli menti portanti verticali (piedritti (v.)).
Annunciazione. Rappresentazione della scena stemmi nobiliari. Qui soprattutto con riferi Archivlto. Parte esterna dellarco (v.), detta
evangelica in cui lArcangelo Gabriele an mento agli animali rampanti (vale a dire con anche ghiera (v.).
nuncia a Maria la sua prossima gravidanza e le zampe anteriori protese in aria) in segno Arco. Struttura ad asse curvilinea, generalmen
la futura nascita di Ges. di coraggio e di potenza. te in muratura, posta a copertura di una luce
nsa. Manico di anfora (v.) o cratere (v.). Arzzo. Particolare tipo di tessuto nel quale i (v.) di porta, finestra, ponte, con funzione
Antefssa. Dal latino nte, davanti, e fxus, con fili colorati della trama (talvolta anche in oro statica di scaricare sui piedritti (v.) il peso
ficcato. Nel tempio greco, elemento in terra e argento) sono disposti in modo da formare della struttura sovrastante.
cotta o pietra, modellato con motivi geome ornamenti e figure secondo una tecnica di concio di chiave
trici o floreali, che ferma i singoli filari di te lavorazione perfezionata nel XIII secolo nella sso
concio
pia do giunti
gole. cittadina francese di Arras (da cui il nome). no
alle s tra
all
er
en
i
ren sso no

e
Antnna. Dal latino antmna, lungo palo di le Arca. Dal latino rcere, contenere. Cassa in pie i
tra
do pia

gno. tra o marmo, che anticamente svolgeva la spessore

in

Anto. Figlio di Poseidon e di Gea (la Terra). funzione di contenere le spoglie di un defun 60
piano
Crudele gigante mitologico, signore di parte to. dimposta
luce o corda
della Libia, che traeva la propria invincibilit Arcdia. Regione storica dellantica Grecia, po
dal contatto con la terra, grazie al quale po sta al centro del Pelopponeso. In seguito as Arco a chiglia. Arco (v.) sagomato come la chi
teva permettersi di sfidare e uccidere qua sunse il significato allegorico di luogo incon glia di una nave. Geometricamente si tratta
lunque avversario. taminato e felice, ove era possibile vivere in di due rami uguali di circonferenza raccorda
Antittico. Dal greco antitthemi, contrappor armonia, dedicandosi alle arti e alla bellez ti mediante due altri brevissimi rami di cir
re. Opposto a qualcosa o a qualcuno. za. conferenza di curvatura opposta, quasi a
Antonini (o Antonti). Congregazione di mona Arcngelo. Secondo la tradizione cristiana gli formare una sorta di cuspide (v.).
ci ospedalieri (in relazione al fatto che si angeli, esseri spirituali aventi la funzione di Arco a sesto acuto. Arco (v.) con sesto (v.)
prendevano solitamente cura dei malati di lodare Dio e di essere suoi messaggeri, si di composto dallintersezione di due archi di
peste) approvata da Urbano II fin dal 1095. vidono gerarchicamente in tre ordini, ognuno cerchio.
Vestivano un saio nero con una grande tau dei quali si compone di tre cori (cori angeli Arco a sesto ribassato o scemo. Arco (v.) con
greca sul petto (simbolo del bastone da ere ci), che sono (in ordine discendente da Dio sesto (v.) composto da una porzione di cer
mita di SantAntonio). In seguito confluirono alluomo): Serafni, Cherubni (v.), Troni; Do chio la cui corda (v.) inferiore al diametro.
nellOrdine degli Agostiniani. minazioni, Virt, Potest; Principati, Arcan Arco a tutto sesto. Arco (v.) con sesto (v.) se
Antonio e Cleopatra. Marco Antonio (83-30 geli, Angeli. Nelliconografia cristiana, i Sera micircolare.
a.C.), nipote e luogotenente di Cesare, form fini vengono rappresentati con sei ali, i Che Arco cieco. Si dice cos quando larco (v.) non
con Ottaviano e Lpido il primo triumvirato. rubini con quattro, i Troni sono visti come costituisce unapertura, ma chiuso da una
Nella spartizione dellimpero che segu alla ruote di fuoco alate oppure seduti in trono, parete.
sconfitta di Bruto e Cassio ottenne lOriente, con in mano uno scettro e una corona. Tutti Arco di Trionfo. Struttura ad arco (v.) edificata
ove regnava la regina Cleopatra VII (69-30 gli altri cori angelici sono genericamente rap allo scopo di onorare, glorificare e ricordare
a.C.). I due, per ragioni di cuore e di politica, presentati come giovinetti alati. In particola qualcuno e le sue gesta. Fu molto utilizzato
unirono le loro forze per creare una monar re, gli Arcangeli vestono come dignitari della nella Roma imperiale: in particolare, per
chia indipendente da Roma, ma furono scon corte bizantina; lArcangelo Gabriele solita lImperatore Augusto ne vennero edificati
fitti da Ottaviano nella battaglia di Azio (31 mente reca in mano un ramoscello dulivo ben 17.
a.C.). In seguito a tale disfatta, dopo essersi (simbolo di pace), lArcangelo Raffaele, vesti Arco trionfale. larco (v.) che congiunge la
rifugiati ad Alessandria dEgitto, si uccisero to come un pellegrino, reca dei pesci; lAr navata (v.) centrale al transetto (v.); in man
(30 a.C.). cangelo Michele sempre armato e viene di canza di questultimo, per arco trionfale si
Antropocfalo. Dal greco nthropos, uomo e solito raffigurato in atto di pesare le anime. intende la porzione di parete che rimane at
kephal, testa. A forma di testa umana. Arcno. Dal latino arcnus, chiuso in unarca, torno allinnesto dellabside (v.).
Antropofaga. Dal greco nthropos, uomo e nascosto. Si dice di cosa strana e misteriosa. Arcuto. Dal latino rcus, arco (v.). Leggermen
phagin, mangiare. Il cibarsi di carne umana. Arcta. Parte costitutiva di un ponte (v.), corri te ricurvo, a forma di arco.
Apocalsse. La tradizione cristiana attribuisce i spondente allarco (v.) teso tra una pila (v.) Arna. Nellanfiteatro (v.) indica lo spazio pi
libri profetici dellApocalisse allEvangelista e laltra. basso, dove si svolgevano gli spettacoli. La
Giovanni che li avrebbe scritti, per diretta Arcta epigstrica. Rilievo che disegna la por superficie era coperta di sabbia, in latino
ispirazione divina, nellisola egea di Ptmos, zione superiore dellepigastrio dal greco arena.
durante lesilio al quale limperatore Tito ep, sopra e gastr, ventre (regione addo Arglla. Dal greco rghilos, creta. Particolare
Flavio Domiziano laveva costretto (I secolo minale posta fra quella ombelicale e gli ipo roccia sedimentaria, di aspetto terroso, im
d.C.) per impedirgli la predicazione. cndri) in corrispondenza della parte inferio permeabile, ricca di silicati di alluminio, di
Apodytrium. Nelle terme (v.) romane era lo re della gabbia toracica. consistenza molle e grassa che, imbevuta
spogliatoio. Archeologa. Dal greco archais, antico e lgos, dacqua, d una massa plastica, compatta e
Apotesi. Dal greco apothes, innalzare tra gli parola, concetto. Letteralmente significa ca facilmente modellabile.
dei, deificare. pacit di parlare con cognizione degli avveni rgo. Essere mostruoso, dotato di forza straor
Apotropico. Dal greco apotrpo, allontanare. menti antichi. Nello specifico quel settore dinaria e di molti occhi su varie parti del cor

Glossario

3
po. Protettore degli abitanti dellArcadia e fulgurali (in etrusco truntvt) erano convinti mondane. Lascetsmo un insieme di prati
devoto a Era, teneva prigioniera una gioven di poter risalire alla divinit che li aveva pro che mortificatrici del corpo (digiuno, flagel
ca che, in realt era la bellissima Io, cos tra dotti e di interpretarne di conseguenza il vo lazione, solitudine, silenzio, veglia) tese a
sformata da Zeus che, in tal modo, avrebbe lere. conseguire la purificazione interiore.
potuto amarla allinsaputa della moglie. Fu Artfice. Dal latino ars, arte e fcere, fare. Chi Asse. Dal latino xis. Retta immaginaria che
ucciso da Ermes per ordine dello stesso esercita con perizia e ingegno unattivit nella geometria (v.) passa per il centro di
Zeus. manuale. Anche con il significato generico di una figura, piana o solida, dividendola in
Arglide. Regione storica della Grecia, nel Pe colui che realizza un determinato manufatto. parti tra loro simmetriche.
loponneso nord-orientale, antica culla della Artria. Dal greco artria, vaso sanguigno. Si Assnzio. Pianta medicinale dalla quale si rica
civilt micenea. Tra le citt che vi sorgevano usa anche con il significato figurato di via va un liquore, di sapore amaro, dal caratteri
ricordiamo Argo, Asine, Lerna, la stessa Mi principale di una citt. stico colore verdastro, che stimola la dige
cene, Midea, Nemea e Tirinto. Arti liberali. Erano le arti proprie degli intellet stione e le funzioni del fegato. Essendo mol
Arinna. Figlia di Pasifae e di Minsse, il mitico tuali (grammatica, retorica, poesia, musica, to alcolico e poco costoso, ebbe per una
re di Creta, fu trovata da Dioniso (Bacco) giurisprudenza, astrologia e filosofia), alle larghissima diffusione quale sostituto pove
nellisola di Nasso, ove era stata precedente quali si aggiunsero nel Cinquecento anche ro dellacquavite. Verificatene le disastrose
mente abbandonata dalleroe ateniese Teseo. pittura, scultura e architettura, precedente qualit tossiche, le autorit francesi lo tolse
La tradizione non ci spiega il perch di questo mente considerate arti meccaniche (v.). ro dal commercio.
abbandono, in quanto i due giovani si amava Arti Maggiori e Arti Minori. Le Arti Maggiori so Assonometra. Dal greco xon, asse e mtron,
no follemente e Teseo doveva la propria vita no le pi ricche e potenti. Ad esse fa capo misura. un procedimento geometrico che
ad Arianna che, grazie al celebre stratagem lintera gestione delleconomia di una citt. permette di rappresentare su un piano (bidi
ma del gomitolo, gli aveva permesso di ritro Esse rappresentano i gruppi artigianali e mer mensionale) delle figure spaziali (tridimen
vare la via duscita dal labirinto allinterno del cantili e le varie professioni. A Firenze, ove sionali).
quale egli era penetrato al fine di uccidere il partecipano in modo particolarmente attivo Astnte. Dal latino dstans, participio presente
mostruoso Minotauro. Tra le ipotesi pi vero alla vita pubblica, sono inizialmente sette: di adstre, stare accanto. Vuol quindi indica
simili vi quella che Teseo abbia dovuto ri Mercatanti (mercanti), Giudici e Notai, Cam re colui che presente in un luogo.
nunciare al proprio amore per assecondare la bio (banchieri e cambiatori di valuta), Lana Astraglo. Modanatura (v.) del capitello ionico
bizzarra volont di Dioniso che, nel frattem (lavorazione della lana), Seta (lavorazione (v.) e del capitello corinzio (v.). Pu essere
po, si era invaghito di Arianna. della seta), Medici e Speziali (speziale = far liscio oppure con decorato con elementi al
Arino. Relativo allariansimo. Questultimo macista, erborista), Vaiai (vaiaio = conciatore ternati, di solito perline (ovali allungati) e fu
una forma eretica del cristianesimo molto o venditore di pellicce pregiate di vaio, un sarole (a forma di fuso, di solito a coppie).
diffusa nel IV e nel V secolo, soprattutto fra piccolo roditore simile allo scoiattolo) e Pel Astrazione. Dal latino abstrhere, tirare fuori,
le popolazioni barbare (v.). licciai. AllArte dei Medici e Speziali facevano astrarre. Atto della mente che ci permette di
Armatre. Dal latino armre, preparare, allesti capo anche i pittori. Le Arti Minori sono le analizzare gli elementi casuali della realt
re. Colui che assume lesercizio di una o pi meno ricche e potenti, costituite dagli addetti quotidiana e raggiungere di essa una visio
navi finanziandone la navigazione e la ma ai vari mestieri. A Firenze sono inizialmente ne teorica.
nutenzione in cambio dellaffitto o di una venticinque. Dal 1281 cinque di esse passaro Astronoma. Dal greco stron, oggetto splen
quota percentuale sui carichi trasportati. no a far parte delle Arti Maggiori: Beccai (ma dente, stella e nmein, governare, guidare.
Armatra. Insieme delle centine (v.) e di altri cellai), Calzolai, Fabbri, Maestri di pietra e le Scienza che studia il moto degli astri e le
elementi lignei che tengono un arco (v.) gname, Linaioli e Rigattieri (rigattiere = tap leggi fisiche che lo governano.
allaltezza voluta durante la costruzione. pezziere o venditore di mobili). Molte delle sty. In greco, citt bassa, attorno allacropoli
Armnti. Dal latino armntum, indica un greg altre Arti Minori si fusero fra loro e ne restaro (v.), dove si trovavano le abitazioni, i magaz
ge di animali domestici di grandi dimensioni no nove: Vinattieri (osti e venditori di vino), zini e le botteghe artigiane.
(pecore, mucche, cavalli). Albergatori, Oliandoli (venditori di olio doliva Atelier. Voce francese. Locale o serie di locali
Armi di Francia. Si tratta del giglio doro in e pizzicgnoli), Galigi (conciatori di pelli), nei quali lavorano artigiani specializzati (sar
campo azzurro. Corazzai e Spadai (artigiani specializzati nella ti, liutai, decoratori) ma soprattutto artisti
Armi di Gerusalemme. Grande croce centrale realizzazione di corazze, spade e armi in ge (pittori, scultori, fotografi).
potenziata da quattro croci greche uguali. I nere), Chiavaioli, Ferraioli e Calderai (specia Athena Alea. Cosiddetta dal nome della citt di
cinque simboli rappresentano le cinque pia lizzati nella realizzazione di chiavi, serrature, Alea, nellArcadia, sede di un antichissimo
ghe di Cristo (due alle mani, due ai piedi, catene e recipienti metallici), Correggiai (spe culto della dea della sapienza.
una al costato). cializzati nella realizzazione di cinghie, cintu Atmosfera controllata. Nella storia dellarte si
Arredo fisso. Tutto ci che, pur facendo parte re e accessori in cuoio), Legnaioli, Fornai. riferisce alla qualit dellaria che, allinterno
dellarredamento di un immobile, non tut Arti meccaniche. Erano tutte quelle attivit per delle tombe ricostruite, viene artificialmente
tavia movibile. svolgere le quali era richiesto luso delle ma mantenuta a temperatura e umidit costan
Arrnga. Dal germanico hring, cerchio. Discor ni; tra queste nel Medioevo erano comprese ti, in modo da preservare al meglio le delica
so importante e solenne davanti a una folla anche pittura, scultura e architettura, e lar te pitture.
o a un tribunale. Il richiamo al cerchio ha ori tista era quindi considerato un artigiano. Atro. Figlio di Plope e Ippodama, mitico re
gini medioevali, quando, per ascoltare un Aruspicna. Da una voce, forse etrusca, hru, di Micene.
oratore, ci si riuniva in un luogo detto aren viscere e dal latino spcere, osservare. Arte Atrio. Nella casa romana (v.), spazio di forma
go. di interpretare il volere divino leggendo, quadrata posto allingresso della casa, subi
Arroccamnto. Termine militare derivante dalla secondo complessi rituali, le viscere (e so to dopo il corridoio; latrio era di solito aper
parola rocca (castello, fortificazione), con il prattutto i fegati) degli animali sacrificati. I to in alto, con un tetto a falde inclinate verso
quale si intendono tutte le manovre e i movi sacerdoti che la praticavano si chiamavano linterno (compluvio (v.)) per consentire la
menti di truppe necessari per passare da aruspici (in etrusco ntsvis). raccolta delle acque piovane.
una postazione fortificata (o comunque stra Aryballos. Piccolo vaso con corpo espanso, ttico. La porzione superiore di un qualunque
tegica) allaltra. collo stretto e corto, bocca con labbro largo edificio, sia decorativa sia abitabile, posta al
Arsenle. Voce di origine araba. Indica linsie e appiattito, dotato di ununica ansa (v.) ver di sopra della cornice (v.).
me delle darsene, dei canali e degli edifici ticale. Veniva usato per contenere soprattut Attributo. Si usa questa espressione quando
portuali destinati alla costruzione, alla ma to profumi e unguenti preziosi. non v certezza sullautografia di unopera.
nutenzione e alla riparazione delle imbarca Ascensione di Cristo. Secondo i Vangeli, Cri Lattribuzione un giudizio critico che mette
zioni. sto, dopo la resurrezione, apparve ad alcuni in confronto lopera con dati stilistici, opere
Arte fulgurle (o fulguratoria). Dal latino fulg- suoi discepoli e quindi sal (ascese) diretta certe, caratteri, principi e metodi di un arti
re, lampeggiare. Pratiche e riti connessi mente al cielo (Luca, 24, 50-53). sta, scuola o ambiente artistico.
allinterpretazione dei fulmini. Attraverso Ascta. Dal greco askets, impegnato. Colui ugure. Dal latino ugere, accrescere. Presso
losservazione dellintensit, del colore e che per ispirazione religiosa esercita le virt le antiche popolazioni italiche e presso i Ro
della provenienza del fulmine, i sacerdoti spirituali rinunciando a tutte le tentazioni mani colui che sapeva interpretare il volere

Glossario

4
degli dei. Per estensione sacerdote, indovi Balurdo. Grande bastione di una fortificazio Berretto frgio. Copricapo morbido con una
no. Ha anche con il significato di celebrante ne. Per bastione si intende una struttura a punta piegata in avanti, assunto come sim
di riti funebri. scarpa (cio inclinata) di mattoni o pietra, bolo dellidea repubblicana durante la Rivo
ulico. Dal greco aul, corte. Indica uno stile di che riveste una grande massa di terra, collo luzione Francese nel 1789. Usato dagli anti
corte, nobile, illustre, colto ed elevato. cata agli angoli della cinta di mura posta a chi Persiani, esso fu considerato caratteristi
Aurlia. Antica strada romana (v.), iniziata nel difendere una fortezza o una citt. Pu assu co dei popoli barbari (v.) dai Greci (la Frigia
II secolo a.C., che univa Roma con Arelate mere il significato figurato di difesa. una regione della penisola anatolica, o
(oggi Arles, in Francia) lungo la costiera tir Banchetto di Erode. Lepisodio, tratto dal Nuo Asia Minore). I Romani lo facevano indossa
renica. vo Testamento (Matteo, 14), narra della mor re dagli schiavi affrancati (liberati): da allora
Auspcio. Pratica di divinazione (v.) consisten te di San Giovanni Battista che il re Erode fa fu considerato simbolo di libert.
te nello studio delle viscere degli animali. decapitare per compiacere lamante Eroda Bestirio. Trattato medioevale che descrive,
Australopithcus afarnsis. Dal latino au- de, moglie di suo fratello Filippo. La figlia di generalmente con scopo allegorico, qualit
strlis, australe (cio situato nellemisfero questa, la bellissima Salom, aveva danzato e comportamenti (veri e presunti) di animali,
meridionale della Terra) e pthekos, scim in onore di Erode che laveva cos tanto ap soprattutto esotici e spesso mostruosi.
mia. Antica specie di scimmia con caratteri prezzata da prometterle di esaudire qualun Bton brut. Dal francese, calcestruzzo (v.) a vi
stiche strutturali simili a quelle umane. Oltre que suo desiderio. in questoccasione che sta. Da qui il nome della corrente architetto
al tipo afarensis (verosimilmente vissuto da la fanciulla, su istigazione della madre, chie niche del New Brutalism.
3,7 a 2,9 milioni di anni fa) stato poi rinve de che al termine del banchetto le venga Betsaba. Secondo la narrazione biblica era la
nuto (1994) anche un tipo pi antico detto portata su un vassoio la testa mozzata del bellissima moglie di un ufficiale ittita, della
anamnsis (vissuto tra 4,2 e 3,8 milioni di Battista. quale il re David si innamor perdutamente
anni fa). Brbaro. Dal greco brbaros, straniero. Nome dopo averla scorta nuda al bagno. Approfit
Autctono. Dal greco auts, stesso, e chtn, con cui i Greci chiamavano chiunque non tando del suo potere commise adulterio con
terra. Originario della stessa terra. fosse stato di cultura e di origini elleniche.
Gronda
(sima) lei dopo aver comandato al marito di andare
Frontone

Autgrafo. Dal greco auts, stesso e grphein, Brberi. Si dicono tali i cavalli da corsa. Il no in guerra in prima linea. Alla morte di
scrivere. Significa scritto dalla propria mano me deriva da Barbera (termine con cui si de questultimo la spos e ne ebbe quattro fi
Timpano
oppure, nel campo artistico, disegnato dallo signavano i territori dei Brberi, cio il Ma gli, tra i quali il celebre Salomone.
stesso artista, cio originale. rocco, lAlgeria, la Tunisia e la Libia),
Cornice terra
(geison)
Bicca. Carbonato di piombo. Costituisce il co
Autoportnte. Capace di sostenersi da s du da cui provenivano gli animali migliori. Isti lore usato dai pittori come bianco. Con essa
rante la costruzione, senza richiedere laiuto tuita da papa Paolo II nel 1465, laFregio corsa dei si esegue la lumeggiatura, che consiste in
Trabeazione

continuo
delle armature di legno. barberi si svolgeva a Roma lungo il Corso tocchi di colore chiaro che danno luce a un
Avancrpo. Dal francese avant-corps, parte an (lattuale fine di Via Flaminia) per concluder disegno o a un dipinto.
teriore del corpo: parte di una struttura ar si in Piazza San Marco (lattuale Piazza Ve Bibmus. Antiche cave romane sul versante
chitettonica che sporge dal corpo della strut nezia), dove i cavalli, che correvano liberi, occidentale della montagna Sainte-Victoire.
Architrave
tura stessa caratterizzandone la pianta o il cio senza fantino, venivano ripresi. tripartito Bfora. Finestra a due luci divise da unesile co
prospetto con un evidente aggetto. Bardo. Dal latino bardus, di origine celtica. No lonnetta centrale.
Abaco
Aventno. Uno dei sette colli di Roma. me con cui si indicano gli antichi poeti-can Bipnne. Dal latino bis, due volte e pnna, ala.
Capitello

toriVoluta
dei popoli
d'angolo
celti. Echino
a volute
Ascia metallica con doppia lama tagliente
Base ttica. Base di colonna dellordine Voluta
ionico utilizzata soprattutto nei lavori agricoli e, in
B (v.), composta di tre elementi: dueFusto tori (v.) e
scanalato epoca storica, anche per sacrifici rituali.
Bacio di Giuda. Rappresentazione della narra una scozia
Ovoli
e dardi
(v.) (o trchilo (v.)). a spigoli smussati Bstro. Pigmento marrone ottenuto dalla bolli
zione evangelica della cattura di Cristo a se tura di fuliggine del legno di faggio. Si sten
guito del tradimento di Giuda Iscariota. Que deva a pennello in sospensione acquosa.
sti lo baci, secondo un accordo, in modo da Usato solitamente per ombreggiare disegni
Toro
farlo riconoscere ai soldati. a penna e a inchiostro.
Base

Trochilo (o scozia)
Badssa. Dal latino abbatssa. Madre superio Toro Bistrot. In Francia, piccolo e modesto caff con
ra in un convento di monache. mescita di vino e di liquori.
Baldacchno. Drappo quadrangolare ornato di Basilus. In greco, re. Bizantno. Il termine deriva da Bisnzio, lanti
nappe e fregi pendenti, sostenuto da quat Bassorilievo. Tecnica che consiste nellincide co nome di Costantinpoli, ora Istnbul, la
tro o pi aste, sotto il quale si porta in pro re una lastra di pietra in modo che la parte capitale dellimpero romano dOriente.
cessione il Santissimo Sacramento. Per figurata abbia un certo rilievo (v.) (basso, in Bohmien. Zingaro, da Boemia, paese che si
estensione, qualsiasi tipo di decorazione o questo caso; pi marcato nel caso dellalto riteneva originario degli zingari. Individuo
costruzione posta a copertura di un altare, rilievo (v.)) rispetto al fondo. che conduce una vita libera, disordinata e
di un trono o di un letto monumentale. Battistro. Edificio riservato al rito del battesi anticonformista, tipica dei giovani artisti ot
Balloon frame. Letteralmente struttura a pal mo. tocenteschi, con pochi soldi e molte speran
lone. una tecnica costruttiva inventata da Beccatllo. Mensola (v.) in pietra o in legno, a ze.
George W. Snow (1797-1870), impresario volte sormontata da un archetto, che sorreg Bombrde. Rudimentali cannoni dalla canna
edile e commerciante di legname attivo a ge una parte di edificio a pianta maggiore di corta.
Chicago, dove ricopr anche cariche tecniche quella sottostante. Borbne. Importante dinastia francese le cui
allinterno dellamministrazione municipale. Belle poque. Voce francese, con il significato origini, collegate a un ramo secondario dei
Il balloon frame, che deve il proprio nome letterale di bella epoca, individua il perio Capetingi, risalgono al X secolo. Il nome de
allestrema leggerezza che lo contraddistin do compreso tra gli ultimi decenni dellOtto riva dallantico castello di Bourbon, nella
gue, consiste in un semplice telaio di legno cento e linizio della Prima guerra mondiale. Francia centrale. A partire dal XVIII secolo,
realizzato con travicelli prefabbricati tra loro La definizione fa riferimento al benessere grazie a unaccorta politica di alleanze e ma
equidistanti, aventi una sezione variante da economico e alla vita spensierata che carat trimoni, la famiglia dei Borbone estese la
circa 5 x 10 centimetri (per le pareti) a circa 5 terizzava la classe borghese del tempo. sua influenza anche alla Spagna (dove ancor
x 20 centimetri (per i solai). Questa struttura Bellna. Chiamata presso i Greci nio, sorella oggi regna un discendente di questa dina
poi rivestita, allinterno e allesterno, da un (e secondo alcuni miti sposa) di Marte (pres stia) e a molti Stati italiani (Ducati di Parma,
doppio strato di tavole (spesse circa 2,5 cen so i Greci res), dio della guerra, a sua vol Piacenza, Guastalla e Regni di Napoli e di Si
timetri) che ne garantiscono lindeformabili ta la dea della guerra e delle battaglie. cilia).
t. Lassemblaggio semplicissimo (solo in Benedettni. Antichissimo ordine religioso fon Borghesa. Dal latino tardo brgum, poi passa
castri e chiodi). La produzione dei travetti e dato da San Benedetto da Norcia (ca 480-ca to al tedesco Burg, castello, citt fortificata.
delle assi, stante lestrema standardizzazio 546) nel 529. I monaci che vi aderiscono vi Spesso con il significato originario di abitan
ne delle dimensioni, consente forti econo vono comunitariamente in povert e castit ti di una citt, soprattutto in contrapposizio
mie di scala e, conseguentemente, prezzi assolute secondo il celebre precetto Ora et ne con contadini (abitanti del contado, cio
pi che accessibili. labra (Prega e lavora). della campagna).

Glossario

5
Borssta. Colui che riceve una borsa di stu gran baldacchino rosso, sul quale si ergeva sformava in un unico blocco, avente la stes
dio, cio una somma di denaro che lo aiuta il pennone della bandiera con le insegne del sa consistenza e resistenza della pietra.
negli studi. Leone di San Marco. Nel 1798, per sanziona Calcestruzzo armato. Molto pi noto con il no
Bottga. Nel Medioevo il luogo nel quale lar re definitivamente lannientamento della po me improprio di cemento armato, un mate
tista affermato lavora con i propri assistenti e tenza veneziana, i Francesi lo distrussero riale da costruzione composto da calcestruz
allievi. Solitamente lespressione bottega per spregio, dopo averlo depredato delle zo (v.) (miscela di cemento, sabbia, ghiaia e
di seguita dal nome di un artista o anche statue e dei principali rivestimenti doro. acqua) nel quale vengono affogate, quando
opera di bottega indicano che una determi Bucrnio. Motivo decorativo a forma di cranio ancora di consistenza semifluida, delle ar
nata opera stata eseguita sotto il controllo di bue. mature di acciaio (v.) opportunamente di
dellartista nominato (o, nel secondo caso, Bugnto. Paramento murario realizzato con sposte e sagomate. A essiccazione avvenuta
non nominato) ma non da lui personalmente. pietre squadrate in modo pi o meno som acciaio e calcestruzzo diventano un tuttuno
Boulevards. Caratteristici viali alberati parigini. mario (bugne, appunto) aventi la faccia e collaborano a sostenere le sollecitazioni
Bovndo. Dallinglese bow-window, finestra esterna volutamente pi sporgente. esterne. Il calcestruzzo armato, infatti, riuni
(window) ad arco (v.) (bow), cio finestra (o Bulno. Strumento metallico dotato di punta sce in s tutte le migliori caratteristiche
insieme di pi finestre) che sporgono dal acuminata usato nella tecnica dellincisione dellacciaio (che molto resistente agli sfor
profilo della facciata, come uno sporto, un (v.) per incidere la matrice (v.). zi di trazione) e del calcestruzzo (che inve
avancorpo, a pianta poligonale, o anche se ce resistentissimo alla compressione).
micircolare. Molto diffuso soprattutto nei Calco. limpronta di una scultura per trarre,
Paesi del Nord, consente un comodo affac C dalla forma cos ottenuta, unimmagine in un
cio sulla via anche dinverno, senza necessi Cabaret. Locale dintrattenimento notturno, altro materiale, solitamente gesso, o anche
t di sporgersi dalle finestre. solitamente di piccole dimensioni, nel quale una copia delloriginale.
Braccia fiorentine. A Firenze, come in tutti gli si esibiscono attori comici, cantanti e balleri Calefactrium. Dal latino calefactare, rendere
antichi Stati italiani, erano in uso proprie uni ni accompagnati con musiche dal vivo. incandescente. Si trattava dellunico locale
t di misura. Quelle lineari erano espresse in Cabri. I Cabiri erano divinit ctonie (v.) venera riscaldato allinterno dei monasteri cister
braccia, soldi e denari. Un braccio equivale a te specialmente nelle isole del mar di Tracia. censi (v.), attorno al quale si trovavano gli
20 soldi e un soldo a 12 denari. Un braccio A Samotracia si compivano in loro onore dei scriptoria.
fiorentino pari a 58,2636 centimetri. riti misterici (cio diniziazione a culti segre Calendario repubblicano. Gi adottato dal 22
Brayda. Termine che nella bassa latinit indi ti). settembre 1793, il 5 ottobre 1794 venne reso
cava un terreno incolto. Brayda si trasform, Cabochon. Nome che si d alle pietre preziose obbligatorio e rest in vigore fino al 31 di
col passar del tempo, in Brera. o semi-preziose tagliate secondo superfici cembre 1805. Le date di inizio e fine dogni
Broccto. Dal latino brccus, sporgente. Pre curve che ne mettono in risalto le qualit di mese (ognuno di 30 giorni) mutarono, cos
giata stoffa di seta tessuta con fili in rilievo lucentezza. come i nomi che furono: vendemmiio, bru
formanti preziosi disegni geometrici o flore Caccia con il falcone. Questo tipo di caccia, mio, frimio, nevoso, piovoso, ventoso,
ali. molto diffuso tra la nobilt medioevale, con germle, fiorle, pratle, messidro, termi
Broltto. Dal latino tardo brgilum, prato, con siste nelladdestrare un grosso falco a cac dro, fruttidro.
riferimento al luogo di riunione (originaria ciare la selvaggina (quaglie, fagiani, lepri) e Calidrium. Nelle terme (v.) romane, sala con
mente un campo o una piazza) delle prime a riportarla al padrone (chiamato falconire) vasche dacqua molto calda.
assemblee cittadine. Per estensione identifi senza cibarsene. Labbigliamento di Calligrafsmo. Tendenza a dipingere secondo
ca anche ledificio che in diversi Comuni questultimo caratterizzato da uno spesso regole ben codificate, precise e ricorrenti.
dellItalia centro-settentrionale (ad esempio manicotto di cuoio sul quale il rapace pu Caltta. La porzione di superficie sferica otte
a Como, Brescia, Milano, Monza, Piacenza) aggrapparsi senza ferirgli il braccio con gli nuta sezionando con un piano una sfera. Per
accoglieva fin dal Duecento il palazzo artigli. estensione, il termine indica un volume simi
pubblico e le magistrature a esso relative. Cacciata di Adamo ed Eva. Lepisodio, tratto le alla calotta sferica.
Bronztto. Piccola scultura di bronzo (v.). dallAntico Testamento (Genesi (v.), 3), fa ri Calvrio. Detto anche piede (v.), la parte in
Bronzo. Lega di rame e stagno. La tecnica della ferimento alla cacciata di Adamo ed Eva feriore del crocifisso ligneo (v.), nella quale
scultura in bronzo consiste nel realizzare dallEden, rei di aver colto il frutto dellalbe si trovano a volte riferimenti figurativi al
preventivamente un modello in argilla (v.) ro della conoscenza del bene e del male. supplizio di Cristo.
che viene poi ricoperto di un leggero strato Caditia. Botola che si apriva tra un beccatello Calzaiuli. Artigiani specializzati nella produ
di cera. Successivamente il modello viene (v.) e laltro, dalla quale era possibile, in ca zione e nella vendita di calze di panno.
racchiuso da un grande involucro, anchesso so di assedio, gettare pietre e olio bollente Camaldolsi. Ordine monastico del ramo be
dargilla, detto stampo. Facendo colare sui nemici. nedettino, fondato nel 1012 circa da San Ro
nello stampo il bronzo fuso, il calore scioglie Caduco. Dal greco kerykeion, a sua volta deri muldo (ca 952-1027) a Camldoli (Arezzo).
la cera e il metallo la sostituisce circondan vante da krix, araldo. Verga alata con due Camuro. Copricapo papale a forma di cuffia
do completamente il modello. per questo serpenti attorcigliati che si baciano, attribu ricalante fino alle orecchie.
motivo che tale tecnica prende il nome di to di Mercurio. un simbolo di pace. Camera ottica. Sorta di antenata, per certi ver
fusione a cera persa. Raffreddatosi il bron Caf-chantant. In francese, letteralmente, caf si, dellodierna macchina fotografica, tramite
zo e spezzato lo stampo, si procede alle ne f cantante. Caff concerto, ovvero locale un sistema di lenti mobili (obiettivo) proiet
cessarie rifiniture. alla moda ove si esibiscono orchestre e can tava al proprio interno limmagine del sog
Bcchero. Particolare tipo di ceramica (v.) di tanti di musica melodica. getto sul quale viene puntata.
colore grigio-nerastro, a superficie lucida, di Calafatre. Dal latino calefcere, riscaldare. Im Cammo. Incisione a rilievo operata su una
fabbricazione complessa. Fu molto utilizzata permeabilizzare lo scafo di unimbarcazione pietra solitamente di forma ovoidale. Le pie
dagli Etruschi. lignea spalmandovi sopra pece o catrame. tre pi comunemente impiegate sono quelle
Bucintro. Forse da buzo, antica nave da guer Clato. Dal greco kalathos. Elemento del capi dal colore cangiante, perch possibile
ra a due alberi, doro. Grandiosa imbarcazio tello corinzio (v.), a forma di tronco di cono. sfruttare questa propriet per consentire ef
ne da parata usata dai dogi veneziani per le Calcareo. Dal latino clx, calcio. Roccia o terre fetti di contrasto cromatico.
sfarzose feste pubbliche. Il primo a disposi no contenente una forte quantit di carbo Campagna di scavo. Ricerca archeologica cir
zione della Repubblica fu varato nel 1311, nato di calcio, al quale si deve una caratteri coscritta al ritrovamento di reperti specifici.
mentre lultimo proprio quello rappresen stica colorazione giallastra. Nel corso di una campagna di scavo viene
tato nella tela del Canaletto e risale al 1729. Calcestruzzo. Materiale da costruzione, costi setacciato minuziosamente un territorio nel
Costruito dallingegnere navale Michele Ste tuito da un impasto di sabbia, ghiaia e pie quale si ha motivo di credere che possano
fano Conti, misurava 35 metri di lunghezza e trisco con calce (oggi generalmente sostitui esistere testimonianze materiali, cio tracce
7,50 metri di larghezza. Spinto da 21 remi ta dal cemento) e acqua. I Romani lo compo interessanti di civilt antiche (storiche o
per fianco, ciascuno mosso da quattro uomi nevano con malta (v.) a cui aggiungevano preistoriche che siano). Ogni fase dello sca
ni, per un totale di 168 vogatori, era ornato ghiaia o scaglie irregolari di pietra o di mat vo viene rilevata e fotografata con accura
da sculture in legno dorato e coperto da un tone. Dopo levaporazione dellacqua, si tra tezza e ciascun oggetto ritrovato misurato,

Glossario

6
catalogato e descritto fin nei particolari pi ante, stipiti (v.). Il nome deriva dal tipo di or Capitllo drico. Capitello (v.) caratteristico
minuti, facendo attenzione anche allesatta namentazione, che richiama dei candelabri dellordine dorico (v.), formato da due ele
collocazione e alla stratificazione di ogni ele stilizzati, impreziositi con motivi vegetali, menti sovrapposti, lechino (v.) (inferiore) e
mento, cio alla profondit alla quale stato floreali e allegorici. labaco (v.) (superiore).
rinvenuto. A profondit di ritrovamento di Canginte. Si dice in particolar modo di tessuti Capitllo inico. Capitello (v.) caratteristico
verse, infatti, corrispondono quasi sempre che hanno la propriet di mutare colore nel dellordine ionico (v.), formato da un echino
anche periodi differenti: pi antichi quelli a le pieghe. In pittura tale effetto (cangianti (v.) convesso decorato a ovoli e dardi, da
profondit maggiore e progressivamente pi smo) si ottiene usando colori diversi per de due volte (v.) e da un abaco (v.).
recenti quelli posti in prossimit della super finire ombre o luci delle vesti. Capocrce. La parte terminale di una chiesa,
ficie. Per risalire al periodo di una determi Canpo. Vaso panciuto in terracotta che deriva che si estende oltre il transetto (v.) compren
nata stratificazione gli archeologi studiano il nome dalla citt di Knopos, in Basso Egit dendo il coro (v.), le absidi (v.) e le eventuali
lesatta datazione di alcuni manufatti di rife to, nella cui necropoli ne sono stati rinvenuti cappelle radiali.
rimento (soprattutto vasi ceramici o, per la moltissimi. I canopi egizi potevano avere il Capplla Sistna. Si trova in Vaticano ed cos
preistoria, utensili litici), al fine di poterne coperchio sia a forma di testa umana (antro detta dal nome di papa Sisto IV, che la fece
poi estendere i risultati, con verosimile ap pocfalo (v.)) sia a forma di testa animale erigere tra il 1473 e il 1480 in sostituzione
prossimazione, a tutti gli altri reperti appar (zoocfalo (v.)). In essi venivano conservate della Cappella Palatina.
tenenti allo stesso livello di scavo (definito le viscere dei defunti destinati allimbalsa Caprita. Dal latino cper, capro. Robusta
anche unit stratigrafica). Le tecniche di da mazione. Nella tradizione etrusca, invece, i struttura lignea a forma triangolare usata
tazione possono essere di vario tipo. Le pi canopi hanno coperchi esclusivamente an per sorreggere i tetti a due falde.
diffuse sono quelle storico-comparative, che tropocefali e svolgono la funzione di sempli Cpsule semfere. Dal latino capsa, cassa. il
consistono nel confrontare il reperto rinve ci urne cinerarie. frutto secco di alcune specie botaniche en
nuto con altri, di data certa, simili per mate Cantire. lo spazio circostante a un edificio tro il quale sono contenuti pi semi.
riale, fattura e provenienza. In epoca storica in costruzione comprendente i macchinari, i Carboncino grasso. Si ottiene immergendo il
importanti informazioni vengono fornite sia materiali, i laboratori, le strutture provviso carboncino in olio.
da eventuali iscrizioni sui reperti stessi, sia rie, i modelli necessari per la costruzione Cardo. Dal latino crdo, cardine, elemento
da notizie che ne descrivono le caratteristi stessa. Per organizzazione del cantiere, oltre principale. Nelle nuove citt etrusche di pia
che tipologiche. Spesso, soprattutto in as alla regolamentazione degli spazi, si inten nura e, successivamente, anche in quelle ro
senza di altre fonti, possono essere di gran dono anche i coordinamenti delle varie ope mane, la strada principale (orientata da
de aiuto anche alcune moderne tecniche razioni che compongono il ciclo costruttivo Nord a Sud) che taglia in due labitato.
scientifiche, la pi nota delle quali quella (dallarrivo dei materiali alla loro conserva Carna. Dal latino carna. Nelle imbarcazioni
del radiocarbonio o carbonio 14 (in sigla 14C). zione, ai lavori preparatri). La complessit quella parte dello scafo che rimane immersa
In ogni organismo vivente (animale o vege del cantiere e della sua organizzazione nellacqua.
tale) presente lisotopo radioattivo del 14C, proporzionale allimportanza e alla difficolt Caritide. Statua, rappresentante una figura
cio un atomo di carbonio avente le stesse dellopera da realizzare. femminile, utilizzata come colonna.
caratteristiche chimiche degli altri, ma un Cantora. Dal latino cnere, cantare. Specie di Carmelitni Scalzi. Ordine religioso approvato
numero atomico diverso. Poich la produzio balcone in pietra o legno posto allinterno di nel 1593 da papa Clemente VIII che lo rese
ne di tale isotopo cessa con la morte dellor una chiesa, nel quale salgono i coristi per autonomo rispetto allordine originario dei
ganismo stesso, essendo noto il periodo di cantare. Carmelitani detto anche Ordine della Vergi
decadimento (la radioattivit del 14C si di Caolno. Da Kao-ling, localit cinese dove ne Maria del Monte Carmelo. Il fondatore di
mezza infatti ogni 5730 anni) sufficiente stato impiegato per la prima volta nel XVII questo antico ordine fu il prete crociato Ber
misurare la radioattivit residua del reperto secolo. Particolare tipo di argilla (v.) utilizza toldo di Calabria che eresse un primo eremi
per stabilirne let, con un margine derrore ta soprattutto per la produzione di porcella taggio sul monte Carmelo, in Palestina, rice
dellordine di un accettabile 5-10%). Ogni ne pregiate. vendo (1226) anche lapprovazione di papa
datazione cos ottenuta, comunque, va poi Capitllo. Dal latino cput, testa. In analogia Onorio III.
attentamente riverificata anche attraverso il con il corpo umano, elemento con cui termi Carnet de voyage. In francese taccuino di
metodo storico-comparativo, affinch la na superiormente una colonna. viaggio. Venivano cos chiamati gli album
possibile presenza di residui organici di epo Capitllo a toro. Si tratta di un capitello (v.) di schizzi che i colti viaggiatori del passato
che differenti non induca a misurazioni fal che ha la forma di un solido a pianta circola tenevano a testimonianza dei luoghi che
sate e, conseguentemente, a conclusioni pa re con le pareti laterali convesse (a profilo avevano visitato.
radossali sul piano della verit storica. semicircolare). Carla. Dal francese carole. Antico ballo me
Campta. Nella volta a crociera (v.), porzione Capitllo cornzio. Capitello (v.) caratteristico dioevale che si effettuava in circolo, tenen
di spazio quadrato coperto dalla volta stes dellordine corinzio (v.), formato da un nu dosi per mano, saltellando e cantando a rit
sa. cleo tronco conico (klathos, calato (v.)) at mo di musica.
Campi Elsi. Il luogo dove, secondo la mitolo torno al quale si dispone una duplice serie Carovanira. Dal persiano karwn, carovana.
gia greca, gli uomini buoni trascorrevano la di foglie di acanto (v.). Tra queste sopravan Strada sterrata tracciata attraverso il deser
loro esistenza ultra-terrena. zano degli steli (caulicoli (v.)) terminanti con to lungo la quale transitano le carovane di
Campionse. Originario del Comune di Cam otto paia di volute (v.) in corrispondenza de cammelli per il trasporto delle merci.
pione dItalia, oggi in provincia di Como, che gli spigoli e della met del lato dellabaco Carpentera. Dal latino carpntum, carro. Origi
nel Medioevo era famoso per labilit delle (v.). Queste ultime sono pi piccole delle nariamente arte di costruire i carri ma, in
sue maestranze (soprattutto scalpellini, ta prime e si chiamano elici (v.). senso pi generale, insieme di elementi li
gliatori di pietra e architetti). gnei necessari a rinforzare unaltra struttura.
Fiorone
Campo di Marte. Vasta area (circa 22 ettari) ri o fiore dabaco Carpentire. Dal latino carpntum, carro. Origi
servata alle manovre militari, posta nei quar Elice
Labbro
Pistillo nariamente artigiano specializzato nella co
tieri occidentali della citt di Parigi. Trasfor Stelo
del calato Calato Voluta
struzione dei carri ma, in senso pi generale,
mato in giardino nel 1908-1928, ora per Baccello operaio che, utilizzando il legno, realizza
corso da ampi viali ornati di aiuole, fontane Calice Abaco ponteggi, scale, impalcature e altre strutture
e cascatelle artificiali. Dal 1867 fu sede di necessarie a un cantiere edile.
varie Esposizioni Universali, e in particolare Nervatura assiale
Carreggita. In un ponte (v.) o una strada, in
di quella per il centenario (1889) e dellulti Caulicolo dica la parte effettivamente percorribile.
ma, nel 1937. Foglia dacanto Seconda
corona
Carri coperti. Si tratta di carri da guerra a tra
Candelbra. Dal latino candelbrum, candela Foglietta o lobe zione animale opportunamente armati e di
bro. Composizione ornamentale, detta an Digitazione Prima fesi.
corona
che candelira, dipinta o scolpita a bassori Carta da parati. una carta decorata usata per
Occhio o goccia
lievo (v.), che in et classica e rinascimenta rivestire mobili e pareti. Introdotta in Europa
le era posta a decorare pilastri, lesene (v.), Astragalo dalla Cina, si cominci a produrla nel Vec

Glossario

7
chio Continente (specie in Francia, Inghilter ma con Luni, nellEtruria settentrionale (oggi Caudto. Dal latino cuda, coda. Dotato di co
ra e Italia) a partire dal XVIII secolo. in provincia di La Spezia). da.
Carta preparata. Carta che viene colorata in Castllo. Dal latino cstrum, accampamento, Caulcolo. Elemento decorativo a forma di ste
modo uniforme prima di essere disegnata. luogo fortificato. Tipica costruzione medioe lo, tipico del capitello corinzio (v.).
Sulla carta preparata bianca si disegna soli vale consistente in un ampio e massiccio Cavalieri dellOrdine di Malta. Il Sovrano Mili
tamente con la penna e il pennello; su quella edificio munito di mura e di torri di guardia. tare Ordine Gerosolimitno di Malta un
di altri colori, con la matita, il carboncino, il Al suo interno vi sono labitazione del signo prestigioso ordine cavalleresco di origine
pastello o le punte di metallo. re feudale, la guarnigione dei soldati, uno o medioevale inizialmente chiamato Ordine di
Cartellonstico. Relativo alla cartellonistica, pi pozzi dacqua e varie strutture produtti San Giovanni di Gerusalemme o degli Ospe
larte di realizzare cartelloni e manifesti pub ve come botteghe artigiane, stalle, magazzi dalieri. LOrdine, laico, ma cristiano, fu infat
blicitari a quattro o pi colori. ni. ti fondato a Gerusalemme (da cui laggettivo
Cartglio. Elemento decorativo lavorato come Cstore e Pollce. Vedi Discuri (v.). di gerosolimitano) intorno allXI secolo,
se fosse un rotolo di carta (dalle forme pi Catacmbe. Luoghi sotterranei usati dai cri quando alcuni mercanti amalfitani costruiro
svariate) in parte svolto. stiani dei primi secoli per le sepolture. Il ter no un primo ospizio-ospedale con finalit
Cartne. Disegno preparatorio per un dipinto mine viene dallespressione greca kat km- benefiche. Al tempo delle crociate lOrdine
di cui ha la stessa dimensione. bas, vicino allavvallamento, con cui antica assunse caratteristiche militari e dal 1530 al
Cartonnage. Voce francese che indica il mate mente si indicavano solo le catacombe ro 1798 la sua sede principale fu nellisola di
riale ottenuto irrigidendo con lo stucco delle mane di San Sebastiano, che erano appunto Malta. Attualmente la sede dellOrdine, retto
bende di lino o dei fogli di papiro, in modo collocate in un simile tipo di configurazione da un Gran Maestro eletto a vita, a Roma e
da ottenere maschere funebri resistenti ma del terreno. i suoi aderenti conservano il diritto di poter
leggere, economiche e facilmente decorabi Cataflco. Dal greco kat, sotto e dal latino fa- si fregiare del titolo di Cavaliere.
li. la, torre di legno. Struttura lignea per lespo Cvea. Nome latino del Kilon (v.).
Casa in linea. Tipologia di edificio a pi piani, sizione dei defunti. Cavdio. Dal latino cvum, cavo, vuoto e
composto da vari alloggi (da due a quattro Catartta. Affezione degli occhi, consistente ades, edificio. Letteralmente cavit della
per piano) serviti da un corpo scale in comu nellopacamento del cristallino, che impedi casa. Si dice in genere di corti interne, soli
ne e con le due pareti laterali senza finestre, sce di vedere. tamente anguste e buie.
come nelle case a schiera in modo da poter Ctari. Dal greco kathars, puro. Setta eretica Caverna artificiale. Detta anche camera semin
ripetere pi volte in pianta lo stesso modulo. medioevale che predicava allinterno del Cri terrata. Resti importanti di tale tipologia in
Casa romana. La domus, cio la casa romana stianesimo un esasperato dualismo tra bene sediativa sono stati rinvenuti in varie localit
come siamo abituati a identificarla, era in re e male, condannando tra laltro il matrimo dellEuropa centro-settentrionale e special
alt labitazione tipica dei ricchi patrizi; la nio, la propriet privata e la guerra. mente in Scandinavia, Scozia, Alsazia e Al
plebe viveva infatti nelle insulae, cio in Catino absidle. Quarto di sfera che sormonta vernia (Francia).
quelli che oggi si chiamerebbero condomini. il semicilindro dellabside (v.). Cellophane. Nome commerciale di un materia
Nella figura si mostrano i diversi ambienti di Cttedra. Dal greco kthedra, sedia. Qui inteso le sintetico trasparente (incolore o colorato),
cui era composta la domus. come seggio di pontefici e vescovi. simbo ottenuto mediante la laminazione della vi
Sezione AB lo dellautorit ecclesiastica. scosa. In fogli usato soprattutto per incar
Cattedrale gotica. La cattedrale la chiesa tature e imballaggi.
principale di una diocesi, in cui ha sede la Celti. Antica e fiera popolazione preromana di
cattedra (v.) vescovile. Tipico delle cattedrali stirpe indoeuropea presente fino dallet del
gotiche il loro accentuato verticalismo, ferro nellarea a Nord delle Alpi compresa tra
1 2 4 6 8 9 10
cio lessere molto sviluppate in altezza, con la riva sinistra del Reno, i rilievi a Sud del
6
archi a sesto acuto (v.), archi rampanti (v.), Meno, la riva sinistra del Danubio e le pro
pinnacoli (v.) e ogive (v.). paggini occidentali dei Carpazi. Tra il VII e il
A B Chiave di volta VI secolo a.C. colonizzarono gran parte dei
1 2 3 4 8 territori corrispondenti allattuale Lombar
9 10
Vele
Arco diagonale
(costolone) dia, tentando in seguito di spingersi anche
5 6 7
Arco trasversale
verso le fertili coste tirreniche, ma venendo
Pinnacolo
a sesto acuto
definitivamente fermati dai Romani che li an
nientarono nella battaglia di Talamone (225
a.C.).
Vestibulum
Archi
rampanti Cenbio. Dal greco koins, comune e bos, vi
1.
2. Fauces
Atrium Finestre
Claristorio ta. Luogo in cui i monaci svolgono in comu
3.
4. Impluvium
Cubiculum
ne attivit spirituali e pratiche. Questa forma
5.
6. Ala di vita monacale ebbe inizio con San Pac
7. Triclinium
8. Tablinum mio (292-346) in Egitto (ca 320) per poi pas
9. Peristylium
10. Exhedra Triforio
(finto matroneo)
sare in Palestina, in Siria, in Asia Minore e a
Doccione
Roma intorno alla met del IV secolo.
Case a schiera. Abitazioni contigue, identiche Cenotfio. Dal greco kens, vuoto, e tfos,
(che ripetono, cio, lo stesso schema distri Arco a sesto acuto
(o ad ogiva)
tomba. Si tratta di una tomba vuota, di un
butivo e hanno medesime caratteristiche co monumento sepolcrale in onore di un defun
struttive e di finitura) e, di solito, monofami Contrafforte to illustre.
liari. Il termine deriva, per similitudine, dalla Centuri. Esseri mitici e mostruosi, aventi cor
terminologia militare (ad esempio: schiere Pilastro a fascio
(o polistilo)
po e zampe di cavallo e tronco e testa uma
di un esercito allineato). ni. Li si credeva abitatori della Tracia, regio
Case chiuse. Sinonimo di postribolo. ne storica, oggi posta al confine tra Grecia e
Casena. Dal latino cseus, formaggio. Sostan Turchia.
za organica derivante da una particolare la Cntina. Struttura utilizzata in fase di costru
vorazione del latte, caratteristica per la forte zione di un arco (v.), per poterlo sostenere
Navata laterale Navata centrale

azione adesiva. Cattivit avignonese. Dal latino captvus, pri fino al momento della messa in opera del
Casno. Diminutivo di casa. Casa signorile di gioniero. Viene cos chiamato il periodo in concio di chiave (v.). Solitamente costruita
campagna o, allinterno di propriet pi cui i pontefici subirono linfluenza dei re di in legno, viene realizzata prima dellarco e
grandi, magari con parchi o giardini, piccola Francia. Nel 1309 Clemente V (1305-1314), ha anche la funzione di dargli la forma desi
residenza solitamente destinata agli svaghi eletto papa a Perugia e incoronato a Lione, derata.
(caccia e pesca) o allozio. aveva trasferito, infatti, la sede pontificia da Centinto. Si dice delle aperture quando i loro
Cssia. Antica strada romana (v.) che univa Ro Roma ad Avignone. stipiti (v.) sono sormontati da un arco (v.).

Glossario

8
Centrfugo. Composto da centro e dal verbo la do per impermeabilizzare la ceramica (v.) Chitne. Tunica, tipica della Grecia antica.
tino fugre, allontanare. Letteralmente vuol rendendola resistente agli agenti atmosferi Chmai. In greco, villaggi agricoli in cui vivono
dire che si allontana dal centro. ci. Essa veniva realizzata applicando alle ter contadini e pastori.
Centripeto. Composto da centro e dal tema del recotte dipinte una vernice a base di silice e Chopper. Dallinglese to chop, spaccare. Rudi
verbo latino ptere, dirigersi verso. Significa piombo che, una volta cotta, si vetrificava mentale strumento da taglio paleolitico (v.)
che tende verso il centro. diventando lucida e compatta. consistente in ciottoli con margine reso ta
Centuriazine. Divisione del territorio effettua Ceramisti. Dal greco kramos, argilla (v.). Co gliente mediante percussione con altre pie
ta dai Romani. Il territorio veniva diviso in loro che si dedicano alla produzione di og tre.
appezzamenti regolari (centuriae) secondo getti in cermica. Chra. In greco, campagna circostante la citt.
linee parallele e linee perpendicolari alle Ceramografia. Dal greco kramos, argilla (v.) e Christus patiens. In latino, Cristo sofferente.
strade principali e secondarie. Questa sud grphein, scrivere, dipingere. Arte consi Tipologia di crocifisso ligneo (v.), maturata
divisione tuttora ben visibile sul territorio stente nel dipingere vasi, anfore e altri ma sul finire del XII secolo, in cui Cristo viene
italiano. nufatti di terracotta. rappresentato morto, con il capo reclinato e
Cera persa con modello salvo. Il metodo della Crcine. Dal latino crcinus, cerchio. In origine gli occhi serrati.
fusione a cera persa con modello salvo panno avvolto a ciambella che le donne uti Christus trimphans. In latino, Cristo trionfan
prevede la realizzazione e limpiego di un lizzavano per portare in equilibrio sulla testa te. Tipologia di crocifisso ligneo (v.), risalen
calco negativo del modello (a) che viene, vasi e altri pesi. Si trova anche con il signifi te agli inizi del XII secolo, in cui Cristo viene
perci, salvato (e non distrutto, come la cato di acconciatura decorativa. rappresentato ancora vivo, con il capo eret
semplice cera persa richiede). In tal modo Certosno. Ordine religioso fondato dal mona to, gli occhi aperti e i piedi leggermente di
esso pu essere reimpiegato nel caso in cui co tedesco San Bruno (o Brunone) da Colo varicati.
la fusione presentasse dei gravi difetti. Dal nia (ca 1030-1101) nel 1084. Il nome deriva Cibrio. Dal greco kibrion, ricettacolo fruttife
modello in argilla (v.), pertanto, si ricava la da Chartreuse, presso Grenoble (Francia), ro (in particolare delle fave) e, nelluso ec
forma di gesso in negativo, secondo il pro dove venne costruito il primo monastero clesiastico, tabernacolo. una struttura soli
cesso dei tasselli cavi (b), cio forme parziali dellordine. tamente sorretta da quattro colonne posta a
da assemblare in un secondo momento (c). Crvide. Dal latino crvus. Famiglia compren protezione dellaltare. Nelle basiliche paleo
Si passa, quindi, a rivestire di cera il negati dente varie specie di ruminanti generalmen cristiane esso era dotato di veli che in alcu
vo (d). Successivamente si riempie di terra te caratterizzati dalle grandi corna pi o me ne occasioni venivano tesi per celare lalta
tutto il resto della forma. Tale terra costitui no ramificate. re.
sce lanima della forma. Eliminati i tasselli si Cesellare. Scolpire un metallo molto finemen Ciclpi. Esseri mitologici dotati di grande forza
perviene ad un manufatto con unanima di te, con molta cura. Lo strumento che viene e di un solo occhio. Nel caso dei cosiddetti
terra rivestita di cera. Ricoperto di terra re adoperato il cesllo (dal latino caesllum, ciclopi costruttori il mito fa riferimento ad
frattaria cio materiale resistente alle alte derivante, a propria volta, dal verbo caedere un intero popolo di tali esseri venuto dalla
temperature (dal latino refractrius, ostina che vuol dire tagliare), unasticciola di fer Licia (Asia Minore), al quale i Greci attribui
to, caparbio) che reca i canali per il deflus ro avente unestremit foggiata in varie ma vano ledificazione di tutti i monumenti prei
so della cera e lo sfiato del metallo fuso (e), niere dipendenti dalluso che se ne deve fa storici, in specie micenei.
tale manufatto viene infine cotto in forno. re, ad esempio: tagliare, schiacciare, rialza Ciclopico. Relativo ai Ciclpi (v.).
Durante questa operazione la terra solidifica re, incidere. Cimsa. Decorazione che corona la sommit di
e la cera si scioglie lasciando unintercapedi Cherubni. Dallebraico kerubm, coloro che un muro, di un mobile, di una cornice (v.).
ne che, in seguito, viene occupata dal bron pregano. Spiriti celesti appartenenti a una Nel crocifisso ligneo (v.), ingrossamento del
zo (v.) fuso. Si rompe, allora, linvolucro delle nove gerarchie angeliche, convenzio la parte superiore della croce, che reca spes
esterno e si elimina anche la terra di riempi nalmente rappresentati come fanciulli di so la scritta Jesus Nazarenus Rex Iudeorum
mento passando, alla fine, ai ritocchi e alle straordinaria bellezza e soavit. (Ges Nazareno Re dei Giudei).
rifiniture a freddo della statua bronzea (f). Chiaroscuro. Il grado intermedio di un colore, Cimatri. Artigiani della lana specializzati nel
fra una tonalit chiara e una scura. In pittura cimare, cio orlare e ritagliare le pezze di la
solitamente sta a indicare il passaggio sfu na (pannilni), rifinendole, tirandole e pulen
mato dalla luce allombra. sinonimo di dole da tutte le imperfezioni della preceden
mezza-tinta. te tessitura.
Chisso. Dal latino clssis, sezione, quartiere. Cimiri. Dal francese cimier. Ornamento o fre
Vicolo lungo e stretto tipico delle citt me gio posto sulla sommit dellelmo.
dioevali. Spesso serviva a collegare due vie Cinghiale Calidonio. Si tratta di un feroce cin
parallele pi importanti. ghiale che, secondo la mitologia greca, ven
a b
Chiave di volta. Elemento centrale, alla sommi ne inviato dalla dea Artemide per punire il
t dellarco (v.), che ne chiude staticamente re di Calidne, citt allimbocco del golfo di
la struttura. Corinto. Ne segu una drammatica caccia,
Chierico. Dal greco clerics, a sua volta deriva nella quale furono impegnati, tra gli altri, gli
to da clros, sorte, eredit, poi parte scelta eroi Meleagro e Peleo, conclusasi con lucci
dei fedeli, da cui il latino clrus e clricus. sione dellanimale, non dopo che questo
Religioso che, pur non essendo un monaco, avesse comunque seminato ingenti lutti e
vive secondo le regole monacali dedicandosi distruzioni.
soprattutto allinsegnamento e alla predica Cnico. Dal greco kyon, cane. Cinismo detto
c d
zione. Quale segno di avviamento al sacer quello stile di vita professato dai filosofi che
dozio, al chierico veniva praticato sulla som predicavano il dominio sulle passioni. Ca
mit della testa un taglio circolare dei capelli ne fu chiamato per primo Diogene di Sno
detto appunto chirica o tonsra a per pe, seguace della filosofia cinica. Lideale
petuo ricordo della corona di spine imposta del cinico di vivere in modo tale da disprez
a Ges dai soldati romani nel Pretorio di Ge zare il piacere e nel rifiuto di tutto quello che
rusalemme dopo la flagellazione. pare portare un accrescimento dei bisogni e,
Chintz. Dallindostano chint, variegato. Parti quindi, rifiuto della cultura, della civilt, del
colare tessuto da arredamento stampato a la religione tradizionale, delle istituzioni so
e f
vari colori o in tinta unita, reso lucido e can ciali. Il cinico viveva, perci, ai margini della
Ceramica. Dal greco kramos, argilla (v.). Ter giante da un particolare trattamento a base societ civile, ostentando la sua cercata e
racotta decorata con la quale si realizzano di sostanze gommose. ottenuta libert individuale, ma quasi in mo
vasi, piatti, ciotole, statuine votive (cio da Chistro. Dal latino cludere, chiudere. Loggia do animalesco. Attualmente il termine cini
offrire agli dei). to a pianta quadrangolare che circonda il co ha assunto un significato molto diverso
Ceramica invetriata. Linvetriatura un meto cortile interno di un monastero. indicando un atteggiamento sprezzante nei

Glossario

9
confronti degli ideali e degli umani senti Clruchi. Dal greco klros, clero ed chein, dazione di una nuova colonia varia nel tem
menti. avere. Colono greco membro di una cleru po in rapporto alla ricchezza, allestensione
Cippa. Forse dallalemanno schope, giubba, cha, forma particolare di colonizzazione territoriale e allorganizzazione della polis
veste. Ampia sopravveste femminile in uso ideata soprattutto per il controllo di un dato colonizzatrice. Per la citt dorica di Sparta,
nel XV secolo, spesso foderata in seta, con territorio in cui non si perdeva la cittadi ad esempio, di circa 9000 unit, mentre il
larghe maniche terminanti in stretti polsini, nanza della polis dorigine. celebre filosofo ateniese Platone (427-347
fermata da una cintola appena sotto i seni. Clpei. Dal latino clpeus, scudo. a.C.) teorizzer una particolare formula ma
Circonfso. Dal latino crcum, intorno e fnde- Cluniacnsi. Ordine di monaci benedettini. Il tematica secondo la quale il massimo nume
re, spargere. Completamente immerso nella nome deriva dalla localit di Cluny in Fran ro di abitanti di una polis ideale deve essere
luce. cia, sede del loro primo monastero. di 5040, valore ottenuto da: 1 x 2 x 3 x 4 x 5
Cirro. Dal latino crrum, ricciolo. Nube filamen Cclide. Dal greco kokls, chiocciola, e per x 6 x 7 = 5040.
tosa, a strisce o a chiazze bianche e di lucen estensione, a forma di chiocciola. Aggettivo Colonna Vendme. Posta al centro dellomoni
tezza serica, costituito da cristalli di ghiac che definisce un tipo di colonna (come la Co ma piazza quadrangolare, una delle pi va
cio. lonna Traiana) avvolta da un nastro scolpito, ste e celebri di Parigi, la colonna fu fatta eri
Cistercnsi. Monaci benedettini riformati. La che si avvolge formando una spirale. gere nel 1810 in onore di Napoleone. Alta 43
loro Regola, che imponeva la stretta osser Codice Atlantico. Uno dei codici leonardiani metri e mezzo, ha un fusto composto da 98
vanza delle norme fissate da San Benedetto, messo assieme dallo scultore Pompeo Leoni blocchi (v.) di pietra. A imitazione dello Co
era molto austera. Il nome deriva da Cistr- (1533-1608) riunendo materiali eterogenei. lonna Traiana, decorata con un bassorilie
cium, la traduzione latina di Cteaux, localit conservato a Milano alla Biblioteca Ambro vo spiraliforme, realizzato con il bronzo (v.)
francese sede della loro casa-madre. siana ed detto Atlantico per le sue gran ottenuto dalla fusione di 1200 cannoni au
Citardo. Dal greco kithra, cetra e aoids, di dimensioni. striaci catturati nella battaglia di Austerlitz,
cantore. Presso gli antichi Greci cantore che Codice Hammer. Codice leonardiano, gi di che esalta le imprese napoleoniche tra il
si accompagnava con la cetra o anche, pi propriet di Lord Leicester, che il petrioliere 1805 e il 1807. Courbet propose di smontare
semplicemente, suonatore di cetra. americano Armand Hammer si aggiudic a la colonna e di ricoverarne i vari pezzi nel
Cittadino. Dal latino cves, abitante della citt. unasta nel 1980. Nel 1994 il codice, messo complesso monumentale degli Invalides. Il
Presso gli antichi Greci potevano fregiarsi di nuovo allasta, fu acquistato dallindu suo abbattimento fu invece deliberato il 12
dellambto titolo di cittadini soltanto coloro striale americano Bill Gates per lequivalente aprile 1871 dal governo rivoluzionario della
che nascevano in una determinata polis da dellesorbitante cifra di 24 milioni di euro. Comune di Parigi (v.). Fu ricostruita nel
genitori a loro volta nati in quella citt. Se Codificare. Dal latino cdex, libro manoscritto. 1873.
anche uno solo dei genitori fosse stato stra Dare un ordine razionale e sistematico a una Colonne binte. Colonne accoppiate.
niero (e per essere tale era sufficiente pro materia (o a una serie di materie) vaste e Colore puro. Colore utilizzato prelevandolo di
venire anche da una polis vicina), il figlio sa complesse. rettamente dal vaso o dal tubetto, senza
rebbe diventato metcio, cio membro di Coke. Dallinglese kouk, di etimologia incerta. prepararlo o miscelarlo preventivamente
una sorta di classe intermedia collocata tra i Particolare tipo di carbone di consistenza sulla tavolozza.
liberi cittadini e gli stranieri. In ogni caso il porosa, di colore grigio, privo di sostanze Colori caldi-Colori freddi. I colori caldi (fra cui
diritto di piena cittadinanza si acquisiva solo volatili, capace di sviluppare un altissimo il rosso, il giallo e larancione) sono cos det
a diciotto anni, con la maggiore et, e ne ri potere calorico. Si ricava dalla lavorazione ti perch suggeriscono lidea di calore e so
manevano comunque esclusi gli schiavi e le della litantrce, una qualit di carbone fossi no detti anche colori salienti (v.); quelli fred
donne, anche qualora fossero nati nella po le di consistenza compatta e di colore bruno- di (fra cui il verde, il blu e il viola), al contra
lis. Fra i cittadini, infine, erano definiti com nerastro. rio, sono detti tali perch suggeriscono
pleti (o assoluti) solo coloro che partecipa Collages. Dal francese, incollaggi. Tecnica in lidea di freddo, e sono detti anche colori ri
vano alle funzioni di governo e alle cariche ventata da Pablo Picasso, simile ai papier entranti (v.). La sequenza dei colori viene in
pubbliche. Questo, in linea di massima, av colls, ma con laggiunta di materiali etero dicata, in modo convenzionale, mediante un
veniva in base al censo, vale a dire allappar genei quali stoffa, paglia, gesso o legno. grafico circolare diviso a spicchi che prende
tenenza a famiglie ricche (solitamente pro Collarno. Elemento di raccordo tra capitello il nome di cerchio cromatico. In esso ai tre
prietari terrieri), che potevano permettersi di (v.) e fusto. Cos chiamato in analogia con colori primari (cio quelli dalla cui combina
dotare i propri figli di una adeguata istruzio collo, come capitello richiama la testa e fu- zione derivano tutti gli altri) azzurro, giallo e
ne e delle necessarie rendite economiche. In sto il busto. rosso, si oppongono quelli secondari (otte
questa luce il concetto stesso di democrazia, Collezionismo eclettico. Il collezionismo la nuti dalla composizione, in pari proporzione,
che pur nacque in Grecia, non va assoluta tendenza a collezionare degli oggetti. Per di due colori primari), cio verde
mente inteso in senso moderno, cio come collezionare (dal latino collgere, riunire) (azzurro+giallo), viola (azzurro+rosso) e
forma di partecipazione di tutti al governo si intende la riunione di vari oggetti in un in arancione (giallo+rosso). Tra gli uni e gli altri
del bene pubblico. Nella stessa Atene, ad sieme ordinato. Eclettico, (dal greco eklekti- trovano posto altre tinte (o miscele) date
esempio, che nel V secolo a.C. rappresent ks, atto a scegliere, derivato dal verbo ek- dalla combinazione dei colori primari e di
il momento di massimo e mai pi ripetuto lghein, cogliere fuori) denota leterogeneit quelli secondari. Si chiamano colori terziari
splendore della democrazia antica, la possi della scelta. Lespressione indica dunque un quelli ottenuti dallunione di due dei tre co
bilit di rappresentanza, che pur era conces insieme di cose attinenti a pi discipline. lori secondari. I colori che risultano opposti
sa anche a talune classi popolari, continuava Collocazione. Ci che regola i rapporti di posi nel cerchio cromatico si dicono complemen
comunque a essere negata a meteci, stranie zione fra le varie parti del tutto e fra questo tari e se vengono accostati in un dipinto si
ri, schiavi e donne. e lambiente destinato a ospitarlo. esaltano lun laltro, sembrando pi intensi.
Clmide. Dal greco klamys, mantello. Caratte Colmta persiana. Espressione con la quale si C OL
OR
ristico mantello corto, anticamente in uso identificano convenzionalmente le macerie
IC

presso i Greci e i Macedoni, costituito da un di quanto i Persiani avevano distrutto, tra il


ALD

semplice panno di lana di forma rettangola 480 e il 479 a.C. nellAcropoli di Atene, e su
I

re, sagomato con unincavatura a semicer cui, a partire dal 478 a.C., furono fondate le
C O LO

chio al centro del lembo maggiore. Veniva nuove fortificazioni ateniesi. Tale materiale
portato sopra il chitone (v.) fermandolo con venne seppellito pietosamente dagli Atenie
RI

una fibbia (fibula (v.)) sotto al collo o sulla si negli avvallamenti rocciosi dellAcropoli FR
ED
DI
spalla destra. Presso i Greci era un indumen stessa.
to militare che veniva consegnato ai giovani, Colbio. Tunica sacerdotale lunga e senza ma Colori complementari. Si chiamano comple
quando raggiungevano i 18 anni (et efebi niche, che si ritrova in alcune immagini del mentari due colori che mischiati insieme
ca). Il termine impiegato generalmente per Cristo crocifisso. danno teoricamente il bianco. Nella pratica
indicare il manto imperiale. Colonia. Dal latino colnia, citt fondata da in pittorica il bianco assoluto non pu ottener
Cleopatra. Regina dEgitto della dinastia dei dividui provenienti da un altro luogo. Il nu si e la miscelazione di due complementari
Tolomei, am Giulio Cesare e Antonio. mero limite degli abitanti che richiede la fon forma quel colore bianco-grigiastro che

Glossario

10
prende comunemente il nome di tinta neu rio convesso (v.). che non necessari, i quali vengono proposti
tra. Poich qualsiasi colore esistente in na Concinnitas. Come scrive lAlberti la qualit e assunti come simboli di prestigio sociale.
tura ha un suo complementare, la gamma di risultante dalla connessione e dallunione di Contraffrte. Struttura muraria di rinforzo, che
questi ultimi pu dirsi praticamente infinita. tutti questi elementi, cio numero, delimi serve a bilanciare una spinta.
Le tre coppie principali di colori complemen tazione e collocazione. Possiamo interpreta Contraffrte a voluta. Contrafforte (v.) cos
tari sono pertanto: giallo (primario) e violet re il termine concinnitas come armonia. detto perch si conclude con un elemento a
to (secondario dato da rosso + azzurro); ros Cncio. Dal latino cmptus, elegante, accon forma di nastro arrotolato (voluta (v.)).
so (primario) e verde (secondario dato da ciato. Pietra squadrata in vista del suo im Contrappsto. Bilanciamento delle masse cor
giallo + azzurro) e azzurro (primario) e aran piego in una struttura architettonica. Per poree che hanno subito una torsione (v.) at
cio (secondario dato da giallo + rosso). analogia anche laterizi sagomati, con la me torno a un asse.
desima funzione. Convrso. Dal latino convrtere, convertire.
Concio di chiave. Concio (v.) situato nella parte Laico che, in un convento, provvede a servizi
Rosso
pi elevata dellarco (v.). detto anche ser e lavori manuali vestendo labito religioso
raglia (v.). senza aver preso i voti.
Arancio Viola Concrezione. Dal latino concrscere, coagular Convsso. Dal latino cum, con e vexre, oppri
si. Aggregazione naturale di sostanze cristal mere, spingere. Di un oggetto o di un ele
Giallo Verde Blu line di varia forma e colore, originata dalla mento architettonico che presenti un rigon
lenta, ma continua precipitazione di gocce fiamento curvilineo verso lesterno. Il suo
dacqua che depositano progressivamente contrario cncavo (v.).
Colori rientranti. Sono i colori freddi, che sem le componenti minerali in esse disciolte. Di Coppo. Dal latino cpa, recipiente, tino. Tipo di
brano recedere, spingersi indietro rispetto al solito assumono la forma di stalattti (se tegola dal profilo ricurvo.
piano del quadro. pendenti dallalto) e di stalagmti (se spor Corda. In un arco (v.), distanza fra i piedritti
Colori salienti. Sono i colori caldi, che danno genti dal suolo). Il termine in concrezione si (v.). detta anche luce (v.).
limpressione di venire in avanti rispetto al usa anche per indicare quegli elementi co Cortto. Diminutivo di coro (v.).
piano del quadro. struttivi realizzati in calcestruzzo (v.). Corinziegginte. Si dice di capitello (v.) che,
Colori spray. Colori sintetici, solitamente a ba Condotte forzate. Nelle centrali idroelettriche pur presentando tutti i principali elementi
se di derivati dellazoto, contenuti in bombo (cio azionate dalla forza dellacqua) sono dellordine corinzio (v.), non ne rispetta in
lette metalliche sotto pressione. gigantesche tubature nelle quali viene im modo assoluto le regole.
Colorista. quel pittore che tende a sfruttare e messa lacqua proveniente da un bacino ar Cornzio. V. ordine corinzio (v.).
a sviluppare in sommo grado gli effetti del tificiale posto pi in alto. Per la forza di gra Cornice. Nel tempio greco, elemento aggettan
colore. vit e il progressivo restringersi delle con te che protegge i bassorilievi (v.) del fregio
Colsso. Dal latino colssus. Indica una statua dotte lacqua, che non comprimibile, assu (v.) sottostante. detta anche gison.
avente dimensioni gigantesche. me una pressione enorme, tale da azionare Corno dellAbbondanza. Detto anche cornu-
Commentarii. Plurale del termine latino com- in continuazione delle grandi turbine a loro cpia (dal suo nome latino cornu copiae),
mentarium, commentrio. I Commentarii so volta collegate a dei generatori di corrente. lattributo di cui i Romani dotavano lAbbon
no libri di memorie in cui si narrano avveni Conflitto angolare. Situazione che si verifica in danza. Esso simboleggiava il corno della ca
menti storici. prossimit dello spigolo di un tempio di or pra Amalta che aveva nutrito Zeus e veniva
Commissione. Dal latino commttere, mettere dine dorico (v.), quando diventa impossibile raffigurato ripieno di fiori e frutta.
assieme. In genere con il significato di inca rispettare contemporaneamente le due re Coro. Nellarchitettura religiosa sta a indicare
rico di realizzare unopera darte. gole dellordine: assialit del triglifo (v.) ri lo spazio (solitamente attorno allaltare
Commistione. Dal latino commxtus, participio spetto alla sottostante colonna e necessit maggiore) ove si riunisce il clero per recitare
passato di commscere, composto da cum, di avere due triglifi concomitanti sullo stesso o cantare lufficio divino.
con e mscere, mescolare, letteralmente me spigolo. Coroplstica. Dal greco chra, terra e pltto,
scolare assieme. Confratrnita. Dal latino medioevale confratr- modellare. Arte della lavorazione di statue,
Committente. Dal latino commttere, mettere nitas. Associazione di laici dediti a opere di altorilievi (v.) ed altri elementi decorativi in
assieme, affidare. Colui che commissiona bene e a pratiche di culto finalizzate allele terracotta, ad esclusione dei vasi.
unopera darte obbligandosi a sostenerne i vazione spirituale di ciascuno dei membri. Corpo di fabbrica. Sinonimo di blocco o porzio
costi. Coniare. Realizzare una moneta o una meda ne, quando un edificio formato da pi ele
Complesso plstico. Oggetto artistico propo glia imprimendo sul metallo una data imma menti riconoscibili.
sto dai futuristi nel manifesto Ricostruzione gine tramite il cnio, un punzone su cui in Corrggia. Forse dal latino tardo corrgia. Sot
futurista delluniverso, costituito con i mate cisa, al rovescio, limmagine stessa. tile strisciolina di cuoio utilizzata nellanti
riali comuni pi diversi e creato per colpire Conssso. Dal latino consssum, derivato a chit come legaccio.
tutta la gamma dei sensi. sua volta da consdere, star seduto. Unadu Cortse. Significa relativo alla vita di corte.
Complvio. Dal latino compluvium. Tetto a fal nanza di persone importanti. Questo il primo significato dellaggettivo al
de inclinate verso linterno. Consiglio dei Dieci. Istituito temporaneamente quale, in seguito, si aggiunse quello attuale
Composizione. Dal latino compnere, compor nel 1319, divent in seguito una delle magi di gentile o garbato, proprio in relazio
re. larte di disporre i personaggi e gli altri strature pi importanti e temute della Re ne alleleganza e alla raffinatezza di quel
elementi di un dipinto in modo armonico, pubblica di Venezia. Costituito da dieci modo di vivere.
creando tra di essi una relazione di equili membri elettivi in carica per un anno, oltre Cosmatsco. Relativo ai Cosmti, celebre fami
brio. che dal Doge e da sei consiglieri, svolgeva glia di marmorari romani, attivi tra XII e XIII
Comune di Parigi. Proclamata il 18 marzo 1871 funzioni che oggi potremmo definire di con secolo. Essi erano specializzati nella realiz
dal popolo in rivolta, si proponeva di instau trospionaggio e di polizia politica. zazione di preziose tarsie con marmi e altre
rare in tutta la Francia un ordinamento de Console. Termine francese che indica un mobi pietre colorate.
mocratico e repubblicano costituito dalla le a forma di tavolo modanato, ma con un la Cosmopolta. Dal greco kosmopoltes, compo
autonoma federazione di tutte le Comuni del to piatto in modo da poter essere addossato sto di ksmos, mondo e poltes, cittadino,
Paese. Venne repressa nel sangue dal 2 apri a un muro. quindi, letteralmente cittadino del mondo.
le al 28 maggio, quando Adolphe Thiers, ca Consrte. Dal latino cum, con e srs, sorte, che Per estensione, chi non restringe i propri in
po provvisorio del neonato governo repub segue la stessa sorte. Nella societ medioe teressi ai luoghi natii, ma li estende alle altre
blicano, scaten una devastante guerra civi vale membro di famiglie che avevano stretto nazioni e agli altri popoli. Il cosmopolita ha,
le che vide oltre 17 000 comunardi uccisi e tra di loro legami di solidariet e di interes pertanto, una formazione culturale interna
pi del doppio rinchiusi in carcere. se. zionale.
Cncavo. Dal latino cum, con e cvus, incavato, Consumismo. Dal verbo consumare. Spinta Costolonto. Formato da costoloni (o nervatu
e si dice in relazione a un oggetto o a un ele esagerata, tipica delle societ economica re (v.)), cio da archi in pietra sporgenti dalla
mento architettonico la cui superficie si pre mente pi avanzate e rafforzata anche dalle muratura, secondo una tipologia molto dif
senti incavata a chi la guarda. Il suo contra tecniche pubblicitarie, a un uso di beni an fusa soprattutto in epoca gotica.

Glossario

11
Costruzione abbreviata. Procedimento per Cromtica. Teoria empirica (cio desunta per senso di veste liturgica dalle ampie maniche
lesecuzione della prospettiva (v.) dovuto a via sperimentale) che fissa i criteri per la e aperta ai lati, propria dellabbigliamento
Leon Battista Alberti. Deve il suo nome al classificazione dei colori. Si devono a Che dei diconi.
fatto che Alberti semplific le lunghe opera vreul i termini, che ancora usiamo, di tinta, Damsco. Prezioso tessuto di seta caratteriz
zioni per la costruzione della prospettiva tono e luminosit. zato dal contrasto di lucentezza fra il fondo
ideate da Filippo Brunelleschi, rendendole Cromtico. Dal greco chrma, colore. Relativo e il disegno. Originariamente prodotto e im
molto pi veloci. al colore e ai suoi effetti. portato dalla citt di Damasco in Siria.
Cottage. Da una radice germanica kte, capan Crmlech. Dal gallese crom, ricurvo e lech, pie Deambulatrio. Ambiente di passaggio fra la
na. Piccola villetta di campagna, o di perife tra. Costruzioni megalitiche (v.) consistenti parete esterna e lanello di colonne che cir
ria urbana, realizzata in stile rustico o eclet in blocchi di monoliti (v.) conficcati al suolo conda il vano principale. Il termine viene dal
tico. in cerchio, in modo da delimitare particolari latino tardo deambulatrium, galleria, porti
Cratre. Dal greco kratr, vaso da mscita, affi aree forse destinate a riti magici o a cerimo co in cui si passeggia, derivante, a sua volta,
ne al verbo kero, mescolare. Grande vaso nie di culto. Il pi celebre quello di Stone da deambulre, passeggiare. detto anche
con corpo a bicchiere e bocca larga, dotato di henge in Inghilterra. ambulcro.
due anse (v.) simmetriche generalmente oriz Cronsta. Dal greco krnos, tempo. Scrittore di Decalcomana. Si ottiene premendo un foglio
zontali, ma talvolta anche oblique e verticali. cronache e memorie che descrivono la vita, su un altro precedentemente dipinto o colo
Veniva usato per mescolare lacqua e il vino gli usi, i costumi e gli avvenimenti del tempo. rato. Limmagine che ne risulta altro da
da bere durante i banchetti. Ctnio. Dal greco chtn, terra. Della terra o del quella di partenza.
Crepidma. O crepdine, dal greco kreps, fon sottosuolo, generalmente riferito a divinit. Decstilo. Dal greco dka, dieci e stylos, co
dazione. Massiccio basamento, costituito da Cubculum. Nella casa romana (v.), la camera lonna. Tempio con dieci colonne sul fronte
tre o pi gradini, che nel tempio di ordine da letto. Pl. cubcula. anteriore.
dorico (v.) ha la funzione di sopraelevare Cbito. Dal latino cbitus, gomito. Unit di mi Decumno. Dal latino dcimus, in riferimento
ledificio, separandolo cos simbolicamente sura in uso presso gli Egizi, corrispondente a al numero dieci, X, della numerazione ro
la residenza degli dei dal livello del terreno. circa 44 cm. mana. Nelle nuove citt etrusche di pianura
Criptoprtico. Dal greco kripts, nascosto. Si Culto dei morti. Luomo del neolitico (v.) e del e, successivamente, anche in quelle romane,
tratta cio, di un portico chiuso, talvolta in la prima et del bronzo (v.) ha un profondo la strada perpendicolare al cardo (v.)
terrato. Solitamente fungeva da opera di so rispetto, oltre che un sacro timore, della (orientata da Ovest a Est) che si interseca
stegno per terrazze, peristili, giardini pensili, morte. I cadaveri, a seconda delle usanze e con esso pressoch al centro dellabitato.
portici colonnati. delle credenze magico-religiose, sono sep Dedicatria. Lettera di dedica che spesso pre
Crisare. Dal greco chriss, oro e or, spada. pelliti in luoghi che possono essere sia al co cede unopera.
Letteralmente uomo dalla spada doro, fi perto sia allaperto, lontano dai villaggi. Tra Di etruschi. Nonostante la diffusa presenza di
glio, come Pegaso, di Medusa e di Poseidon. la fine del III e linizio del II millennio a.C. si dei autoctoni (v.), spesso legati alle forze
Cristallo di rocca. Quarzo incolore e trasparen diffonde il rito della cremazine (dal latino della natura, e di spaventose divinit infer
te, anticamente considerato una meraviglio cremre, bruciare), con la raccolta delle ce nali, gli dei principali, soprattutto a partire
sa curiosit naturale in quanto ritenuto com neri in appositi vasi di terracotta. Il consoli dalla prima met del VI secolo a.C., sono
posto di ghiaccio che mai fondeva. darsi del culto dei morti e anche il sorgere spesso influenzati dalla tradizione ellenica
Croce commssa. Nella tipologia a croce latina delle prime tematiche religiose relative (v.).
(v.), si ha quando il transetto (v.) posto in allaldil conferma lo sviluppo intellettivo Delimitazione. Laspetto visivo dellopera, cio
fondo al corpo longitudinale; detta anche che luomo ha ormai conseguito. come essa appare nel complesso.
pianta a T (tau). Cultura antiquaria. propria di coloro che si Dentllo. Motivo decorativo della cornice (v.)
Croce di SantAndrea. SantAndrea, fratello di interessavano di ogni aspetto dellAntichit classica costituito dalla sequenza di piccoli
Simone (San Pietro), fu uno dei dodici Apo classica, raccogliendo e collezionando og parallelepipedi sporgenti.
stoli di Ges. Secondo la tradizione venne getti antichi, ma anche, e soprattutto, stu Dpliant. Voce francese che indica uno stam
crocifisso in Grecia, a causa della sua predi diando la letteratura, la storia e larte anti pato pubblicitario, solitamente piegato in
cazione, su una croce con due bracci uguali che. due o in quattro, nel quale si mettono in ri
a forma di X. Cneus. Nel teatro romano (v.), settore in cui lievo le qualit di un determinato prodotto
Croce greca. Tipologia di basilica con i bracci diviso il maenianum (v.). grazie a slogan e immagini particolarmente
del transetto (v.) uguali alle navate (v.), a cui Cpola. Geometricamente una superficie det accattivanti.
si innestano nel loro centro (tipologia pi ta di rotazione poich si genera facendo ruo Deposito. Una forma di affidamento che impli
diffusa nellOriente cristiano). tare un semicerchio attorno a un asse. Essa, ca la custodia e la tutela di unopera darte.
Croce immssa. Nella tipologia a croce latina vera e propria invenzione romana, viene so Non ne costituisce possesso.
(v.), si ha quando il transetto (v.) posto a litamente utilizzata per coprire ambienti a Deposizine. Soggetto artistico che raffigura il
2/3 del corpo longitudinale. pianta circolare o quadrata. momento in cui il Cristo viene staccato (de
Croce latina. Tipologia di basilica con i bracci Cpola a cipolla. Cupola (v.) a forma di bulbo, posto) dalla croce.
del transetto (v.) pi corti delle navate (v.) con corpo tondeggiante e sommit cuspida Desinnza. Dal latino desnere, terminare. Ter
(tipologia pi diffusa in Occidente). ta (v.), tipica dellarchitettura nordica e minazione che si aggiunge al tema di una
Crocifsso lgneo. Rappresentazione su tavola orientale. parola per precisarne la persona o la forma
di legno della crocifissione di Cristo. Curator viarum. Al plurale curatres viarum; lo (se si tratta di un verbo), il numero o il caso
cuzione latina che vuol dire curatore delle (se si tratta di nome o di pronome), la quali
strade. Funzionario preposto alla sorveglian t (se si tratta di un aggettivo).
Cimasa
za e alla manutenzione delle strade. Destriro. Dal latino dxtrier, dstro. Cavallo
Cursre. In questo caso, la guida che sorregge da battaglia o da torneo, cos chiamato per
un tendaggio. ch lo scudiero lo conduceva con la mano
Cuspidta. A forma di cuspide (v.), cio a pun destra.
ta. Destrrsa. Dal latino dextrrsum, rivolto a de
Cspide. Dal latino cspis, punta di lancia. Ele stra. Che va da sinistra verso destra.
mento architettonico che termina a punta, Diacnicon. Dal greco bizantino diakonikn,
Terminale Scomparto solitamente alla sommit degli elementi di appartenente al diacono. Nelle basiliche bi
una facciata. Comune nellarchitettura gotica. zantine, ambiente che affianca sulla destra
labside (v.), adibito alla conservazione del
pane e del vino consacrati.
D Dipason. Rapporto numerico di 1:2 (uno a
Dalmtica. In latino significa originaria della due).
Piede Dalmazia. Ricca veste imperiale diffusasi in Diapnte. Rapporto numerico di 2:3 (due a
(o calvario) Dalmazia a partire dal II secolo d.C. Qui nel tre).

Glossario

12
Dispro. Variet di silice compatta di colore lanciare. Lanciatore del disco. (Vesta), dea vergine del focolare domestico
variante dal rosso al giallo, al verde, allocra. Disegnativo. Il disegno un modo convenzio e protettrice della casa, sorella di Zeus. I
Diatssaron. Rapporto numerico di 3:4 (tre a nale di rappresentare un determinato ogget dodici dei omerici, pur intervenendo spesso
quattro). to. Esso si realizza grazie alla linea di contor nelle vicende umane, vivono sul monte
Dizoma. Nel teatro greco (v.), piano che divi no. Ma poich in realt gli oggetti non sono Olimpo e si nutrono di ambrsia, il miraco
deva orizzontalmente le gradinate. Pl. diaz- affatto delimitati da una linea di contorno, loso nettare che li rende immortali e sempre
mata. appare chiaro che il disegno uninvenzione giovani.
Didascalico. Dal greco antico didskein, inse delluomo, cio della sua razionalit. Per di Divulgare. Dal latino divulgre, composto di
gnare. Dicesi di unopera o di unazione segnare occorre prima pensare; ogni attivit ds-, prefisso che vuol dire disperdere, span
avente come scopo principale quello di tra disegnativa, anche quella apparentemente dere e vulgre, derivante da vlgus, folla.
smettere un insegnamento. pi elementare, presuppone pertanto un Letteralmente, il termine ha il significato di
Dieta. Dal latino medioevale dita, derivante grande sforzo di sintesi da parte del nostro spandere tra la folla. Vuol dire, quindi, far
da des, giorno. Si tratta di unassemblea dei cervello. conoscere a tutti una qualche cosa.
dignitari del Sacro Romano Impero. Quella Disegno preparatorio. Disegno non fine a se Dogto. Dal veneziano dse, dge, a sua volta
di Mantova del 1459 aveva come obiettivo stesso, ma che presuppone la sua traduzio derivante dal latino dux, condottiero. Perio
lorganizzazione di una crociata contro i Tur ne in altra tecnica artistica. In esso sono in do durante il quale il doge, suprema magi
chi che, nel 1453, avevano occupato Costan dicati i contorni, la luce, limpianto prospet stratura della Repubblica di Venezia, eserci
tinopoli. tico e gli eventuali colori. tava il proprio potere.
Dinamsmo. Dal greco dyna, forza. Attitudine Disvalore. Valore negativo che, in momenti Dlmen. Dal bretone antico dol, tavola e men,
caratteriale verso una particolare intrapren particolari o in determinati contesti sociali, pietra. Strutture megalitiche (v.) costituite
denza e rapidit nel portare a termine azioni pu arrivare a costituire un aberrante punto da due o pi elementi verticali (veri e propri
o progetti. In arte, capacit di esprimere o di riferimento. Ad esempio: la violenza. pilastri) sormontati da un enorme lastrone di
accentuare il senso del movimento. In filoso Dite. La citt prende il nome dal suo re e rac pietra.
fia, modo di concepire la realt come total chiude i gironi (suddivisioni dellInferno dan Doppiamente in ntis. Tipologia di tempio gre
mente animata da un flusso ininterrotto di tesco) dal VI al IX. Dite (o Plutone) era il no co che presenta sul retro della cella un se
energia. me con cui i Romani designavano Ade, il dio condo pronao (v.), uguale a quello anteriore,
Dinasta. Dal greco dynastia, potenza, potere. degli Inferi. Dante lo identifica con Lucfero. chiamato opistodomo (v.).
Serie di sovrani (imperatori, re, principi) di Dttico. Dal greco dptychos, piegato in due. Drico. V. ordine dorico.
una stessa famiglia o di famiglie affini che si Coppia di tavolette votive dipinte o scolpite Dormeuse. Voce francese, dal verbo dormir,
tramandano ereditariamente il potere e il ti (in legno o avorio), incernierate al fine di po dormire. Divano dallo schienale rialzato da
tolo nobiliare. tersi richiudere come un libro. una sola parte.
Diorte. Dal greco diorzein, dividere. Tipo di Divina Provvidenza. Dal latino providntia, Dormizione. Dal latino dormtio. Nella tradizio
roccia di formazione vulcanica, di colore ne previdenza, prudenza. Secondo la dottrina ne cristiana greco-orientale corrisponde
rastro e di consistenza durissima. Il nome di cristiana manifestazione nelle vicende del allAssunzione cattolica. In pratica la Vergine
derivazione greca fa riferimento alla struttu mondo e della storia della suprema volont viene rappresentata circondata dagli angeli
ra divisa dei cristalli che la formano. divina, la quale manifesta la propria benevo e dagli apostoli dolenti, mentre Ges stesso
Discuri. Dal greco Dis kouroi, letteralmente lenza secondo logiche che sfuggono alla interviene portandone in cielo lanima sotto
figli di Zeus. Si tratta dei gemelli Cstore (il comprensione immediata degli uomini. forma di innocente bambinello in fasce.
guerriero) e Pollce (il pugilatore), i leggen Divinazione. Insieme di pratiche (arte fulgurale Dottori della Chiesa. Uomini o donne che si
dari eroi nati dallunione della principessa (v.), auspicio (v.), libanomanzia (v.), aruspi sono particolarmente distinti per dottrina,
Leda e da Zeus che, per amarla, dovette as cina (v.)) che consentivano ai sacerdoti di sapienza e santit. Il titolo viene conferito
sumere le sembianze di un cigno. Trasfor comprendere i segni degli dei. direttamente dal papa, con un proprio de
mati da Zeus, che non volle dividerli nean Divinit greche. Gli dei omerici (cio ricordati creto, o in seguito a un concilio. I pi celebri
che dopo la morte di Castore, nella costel dal poeta Omero (v.)) sono dodici, ma in re Dottori della Chiesa sono San Basilio (329-
lazione dei Gemelli, furono molto venerati alt la mitologia greca riconosce anche nu 379), San Gregorio di Nazinzo (ca 330-ca
in tutte le colonie doriche italiote e siceliote merose altre divinit minori. Di queste, talu 390), SantAmbrogio (ca 334/40-397), San
e il loro culto fu poi ripreso anche dai Ro ne hanno rilievo generale, mentre altre sono Giovanni Crisstomo (ca 344/347-407),
mani, che dedicarono loro feste, statue e onorate a livello locale. Padre e sovrano di SantAnastasio (559-599), SantAntonio da
templi. tutti gli dei Zeus (Giove per i Romani). Fi Padova (1195-1231), San Tommaso dAquino
Dptero. Dal greco ds, doppio e pthros, alato, glio del titano Crono (Saturno) e di Rea (Ma (1225-1274), Santa Caterina da Siena (1347-
leggiadro. Tempio greco circondato da un gna Mater), re degli uomini e padrone del 1380), Santa Teresa dvila (1515-1582), San
doppio colonnato. cielo, sul quale signoreggia simbolicamente Francesco di Sales (1567-1622) e Santa Tere
Dipylon (o Doppia Porta). Dal greco ds, due con la potenza dei suoi fulmini. Vi sono poi sa di Lisieux (1873-1897).
volte e pylos, porta. Porta monumentale a Era (Giunne), dea della terra e della fami Dottrina della Trinit. Il pi grave dei motivi
doppia entrata, costruita negli ultimi decen glia, che di Zeus contemporaneamente so che, nel 1054, aveva portato allo scisma
ni del IV secolo a.C. e posta allingresso rella e moglie; Posidon (Nettuno), dio del dOriente, alla divisione, cio, della Chiesa
nord-occidentale di Atene. Essa conduceva mare e delle acque, fratello di Zeus; greca da quella romana, consistette nella di
al quartiere dei vasai (detto Cermico) e nei Demtra (Crere), dea materna della fertilit versa maniera di intendere il dogma trinita
suoi pressi alcuni scavi archeologici del 1871 e dellagricoltura, sorella di Zeus; Apollo, rio. Mentre, infatti, i Latini ritenevano che lo
hanno portato alla luce una necropoli, con dio della luce e del diritto, custode delle ar Spirito Santo procedesse dal Padre e dal
sepolture risalenti al IX-VII secolo a.C. ti, delleloquenza e della medicina, figlio di Figlio, i Greci affermavano che la terza Per
Diritto. Dal latino dirgere, guidare. Complesso Zeus e di Latna, una delle sue numerose sona trinitaria procedesse solo dal Padre
ordinato di norme e leggi che una comunit amanti; Artmide (Diana), dea vergine della (la parola scisma viene dal greco schzein,
si impone per regolare e armonizzare la pro caccia e della fecondit, sorella gemella di separare).
pria convivenza. Apollo; Ares (Marte), dio della guerra, figlio Dripping. In inglese significa sgocciolante,
Disrmo. Operazione di smontaggio dellarma di Zeus ed Era; Afrodte (Venere), dea della bagnato fradicio.
tura una volta finito di costruire un arco (v.). bellezza e dellamore, figlia di Urno, nata Duomo. Dal francese dme, cupola. Oltre al
Disciplina. Dal latino disciplna, ordine, regola. dalla spuma del mare, moglie di Efsto e consueto significato di edificio di culto, indi
Per estensione, complesso insieme di rituali, amante di Ares; Hrmes (Mercurio), mes ca anche, nelle locomotive a vapore, quella
norme, prescrizioni e nozioni di carattere saggero degli dei e protettore di viandanti e caratteristica cupola posta tra la cabina di
magico, religioso, matematico e astronomi mercanti, figlio di Zeus e della ninfa Mia; guida e il fumaiolo e che serve ad accogliere
co al quale i sacerdoti etruschi facevano ri Atna (Minrva), dea vergine della saggezza il vapore saturo.
corso per interpretare il volere degli dei nel e dellintelletto, nata dal cervello di Zeus; Dttile. Dal latino dcere, condurre, modellare.
la risoluzione di qualsiasi questione. Efsto (Vulcano), dio del fuoco e della me Si dice di metallo o di altro materiale facil
Discbolo. Dal greco dskos, disco, e bllein, tallurgia, figlio di Zeus ed Era e infine Hesta mente lavorabile.

Glossario

13
E lice. Dal latino hlix, elica. Ciascuna delle vo no cos detti i figli dei Sette che combattero
Ebe. Personificazione delleterna giovinezza, lute minori del capitello (v.) dellordine co no contro Tebe. Dieci anni dopo la sconfitta
figlia di Zeus e di Era, la coppiera degli dei rinzio (v.). dei padri i figli vollero ripetere limpresa per
dellOlimpo, cio colei che versa da bere du Ellnico. Dal greco Elleniks, degli Elleni o vendetta: Tebe fu sconfitta e saccheggiata.
rante i banchetti. dellEllade. Il termine deriva da Ellno (v.), il Epgrafe. Dal greco ep, sopra, e graphin, scri
Eblata. Inerente alla citt di Ebla (nellattuale mitico fondatore della stirpe greca. vere; letteralmente scrivere sopra. Ogni
Siria), alla sua societ e alla sua cultura. Ellno. Eroe leggendario della mitologia greca iscrizione con una frase commemorativa.
Ecatombe. Dal greco ekatn, cento e bos, che diede il nome alla stessa stirpe greca (o Epistlio. Sinonimo di architrave (v.).
bue. Letteralmente, quindi, cento buoi. Il ter ellnica). Figlio di Decauline, si un alla nin Epitffio. Dal greco ep, sopra e tphos, tom
mine indica il sacrificio di cento vittime, non fa Orside, dalla quale ebbe tre figli, a loro ba. Letteralmente sopra la tomba. Iscrizio
necessariamente buoi. volta capostipiti delle principali stirpi elleni ne celebrativa posta sui sepolcri. Presso i
Ecce homo. Locuzione latina che vuol dire Ec che: Doro (Dori), Xuto (Achei e Ioni) ed Eolo Greci anche orazione in onore di un defunto.
co luomo. La frase attribuita a Pilato nel (Eoli). Questo personaggio con tale nome Eptstilo. Dal greco hpt, sette e stylos, co
mostrare il Cristo dopo la flagellazione ai venne creato dopo Omero (v.), quando il ter lonna. Tempio con sette colonne sul fronte
Giudei: Pilato intanto usc di nuovo, e disse mine Ells, llade, stette ad indicare la Gre anteriore.
loro: Ecco ve lo conduco fuori, affinch sap cia intera ed Ellnes, Ellni, erano detti tutti Equidistnti. Le rette si dicono equidistanti
piate che io non trovo in lui nessuna colpa. i Greci. quando la loro distanza reciproca sempre
Ges dunque usc fuori, portando la corona Ellsse. Dal greco lleipsis, mancanza. Figura la stessa (sono, quindi, rette parallele). Il
di spine e il manto di porpora. E Pilato disse geometrica simile a un cerchio schiacciato. termine equidistante viene dal latino tardo
loro: Ecco luomo!. Ma visto che lebbero i Lellisse ha un asse maggiore e uno minore. aequidstans, composto di aequus, uguale e
grandi Sacerdoti e le guardie, gridarono Sullasse maggiore stanno due centri detti distans, distante. Significa, quindi, letteral
Crocifiggilo! Crocifiggilo! (Giovanni, 19, fuochi. In modo semplice lellisse si trac mente ugualmente distante.
4-6). cia con il cosiddetto metodo del giardinie racle. Ercole per i Romani. Mitico eroe, figlio
Echno. Dal greco echnos, riccio di mare. Ele re. Fissati due pioli a terra (nei punti corri di Zeus e Alcmna. noto per le dodici fati
mento inferiore del capitello (v.) a forma di spondenti ai fuochi), si assicura loro una fu che, consistenti in altrettante prove di forza
catino circolare dal profilo convesso. ne, lunga quanto si vuole. Un terzo piolo e di eroismo, impostegli per scontare la col
Eclttico. Dal greco eklektiks, atto a sceglie scorre lungo la fune, tenendola sempre ben pa dellomicidio dei propri figli.
re. riferito a un artista la cui formazione e i tesa, e disegna cos lellisse. Ermafrodto. Figlio di Hermes e di Afrodite. La
cui interessi spaziano in molteplici settori Ellttica. A forma di ellsse (v.). sua grande bellezza fece innamorare la ninfa
del sapere. Per estensione indica una co Emanciprsi. Forma riflessiva del verbo eman della fonte Salmace che ottenne dagli dei di
struzione o unopera darte realizzata fon cipre (dal latino ex, da e mancipre, aliena poter fondere il proprio corpo con quello
dendo armoniosamente insieme stili e lin re): estensivamente significa liberarsi da un dellamato. Ermafrodito divent cos un es
guaggi diversi. vincolo, da un legame, da una soggezione. sere perfetto e unico, partecipe della natura
Eclettsmo. Dal greco antico eklgein, cogliere Embricto. Dal latino imbricre, ricoprire con maschile e di quella femminile.
fuori, mettere in evidenza. Tendenza a ispi mbrici. Indica un motivo decorativo a foglie Esstilo. Dal greco hx, sei e stylos, colonna.
rarsi a fonti artistiche anche di epoche diver che come gli embrici (le tegole) sono dispo Tempio con sei colonne sul fronte anteriore.
se, operando una scelta degli elementi rite ste le une parzialmente sulle altre. Esautorazione. Dal latino exauctorre, compo
nuti migliori. Emulazione. Dal verbo latino aemulre, imita sto di ex, con valore privativo e uctor, auto
cole des Ponts et Chausses. Letteralmente re. Desiderio e tentativo di uguagliare o su re. Letteralmente sciogliere da una autori
Scuola di Ponti e Strade, corrisponde perare qualcuno in qualcosa. t. Privare una persona di una carica che le
allattuale facolt di Ingegneria civile. Emulsione. Dal latino emlgere, mungere. So compete.
Ecumnico. Dal greco oicumeniks, aggettivo stanza gelatinosa contenente componenti Esdra. Dal greco exdra, sede esterna. Indica
di oicumne. Il termine, che significa uni chimici sensibili alla luce. Pi in generale, uno spazio esterno porticato, per intratte
versale, se riferito a un Concilio ecclesiasti lemulsione la sospensione, sotto forma di nersi a conversare. Pi in generale indica un
co indica che a esso sono presenti tutti i ve minute goccioline, di un liquido in un altro li qualunque spazio a emiciclo, anche interno.
scovi della Chiesa cattolica. quido, senza per che i due liquidi si amal Nella casa romana (v.), ambiente destinato
Edificnte. Dal latino aedificre, costruire. gamino (come ad esempio lolio e lacqua). alla conversazione e al soggiorno.
Spesso con il significato figurato di atto che Encusto. Dal greco enkio, riscaldare. Tecnica Esonartce. Dal greco xo, fuori. Nartece (v.)
induce al bene. pittorica gi elaborata da Greci e Romani, posto allesterno delledificio sacro.
Effetto luminstico. Realizzazione di un effetto consistente nel diluire i pigmenti (v.) in cera Esorcsmo. Dal greco exorkzein, scongiurare.
di luce tramite il contrasto fra la luce e lom dapi fusa (encausto a caldo) o diluita (en Particolare rito magico-religioso avente prin
bra. Nel caso di Leonardo, non tanto il con causto a freddo), da applicare a pennello su cipalmente lo scopo di allontanare gli spiriti
trasto quanto il passaggio graduale dalla lu tavola o su intonaco asciutto. I dipinti ese maligni.
ce allombra. guiti con questo procedimento presentano Esordio. Dal verbo latino exordri, iniziare, co
Effmero. Dal greco pi, sopra e hemra, gior colori saturi e brillanti. minciare. Si adopera per indicare linizio
no, che dura un solo giorno. Si dice soprat Endonartce. Dal greco ndn, dentro. Nartece dellattivit di un artista.
tutto di atteggiamenti, manifestazioni e sen (v.) posto (in parte o del tutto) allinterno Esotismo. Dal greco exotics, straniero. Predi
timenti transitori, fuggevoli e, a volte, anche delledificio sacro. lezione per oggetti e usanze stranieri, in par
superficiali. Enfatizzare. Dal greco emphinein, manifesta ticolar modo orientali.
gida. Dal greco aigs, pelle di capra. Si tratta re. Tendenza a esprimersi in modo vivace e Espropriare. Dal latino medioevale expropri-
della pelle della capra Amaltea che aveva spesso esagerato, al fine di sottolineare re, derivante da prprius, proprio. Privare
nutrito Zeus da bambino e che il padre degli limportanza di un determinato concetto. qualcuno della propriet di qualcosa al fine
dei prese dopo la morte dellanimale. Appli Engma. Dal greco inigma, enigma, derivato di conseguire unutilit pubblica.
cata al suo miracoloso scudo, la pelle ne dal verbo ainissomai, parlare copertamente. Esttico. Dal greco ekstatiks, che in estasi,
amplificava ulteriormente le straordinarie Ennstilo. Dal greco enna, nove e stylos, co cio fuori dai propri sensi. Riferito allatteg
propriet protettrici. Veniva spesso affidata lonna. Tempio con nove colonne sul fronte giamento di chi, rapito da una visione so
ad Apollo e, soprattutto, ad Atena. Questul anteriore. prannaturale, resta in estasi davanti al sog
tima la indossava cingendosene il petto e le ntasi. Dal greco ntasis, gonfiore. Rigonfia getto della sua visione riuscendo ad astrarsi
spalle. mento presente nelle colonne del tempio dalle cose terrene.
Elettrice Palatina. Titolo nobiliare spettante greco, a circa un terzo dellaltezza, con lo Esttico. Dal greco aisthetiks, relativo alle
alla consorte dellElettore Palatino. Questi scopo di correggere la percezione ottica del sensazioni. Che riguarda il senso del bello.
era uno dei quattro principi che, insieme ai la colonna stessa che da lontano sembrereb Estradsso. Dal latino xtra, allesterno, e ds-
tre arcivescovi di Magonza, Treviri e Colonia be troppo sottile. sum, dorso. Linea che delimita in alto un ar
avevano il diritto, dal 1257 al 1806, di eleg Epgoni. Dal greco epgonos, nato dopo; com co (v.).
gere limperatore del Sacro Romano Impero. posto da ep, dopo e ggnestai, nascere. So Estraninte. Che estrania. Nel caso specifico

Glossario

14
che tende a far fuggire dalla realt e dai suoi nome e i titoli del defunto, raffigurante ap Filosofia neoplatonica. Dottrina di pensiero ri
problemi, proponendo modelli di vita falsi e punto una porta avente la funzione simboli nascimentale mirante a conciliare il platoni
ingannevoli. co-religiosa di consentire al defunto di la smo con il cristianesimo e, quindi, paganesi
Et del bronzo. Ha inizio presso le prime civilt sciare laldil per raggiungere la sala del mo e cristianesimo, filosofia e teologia.
storiche vicino-orientali (ca 3000 XI-X seco banchetto, dove i vivi depositavano le loro Finestra crociata. Si dice di finestra monumen
lo a.C.) e arriver a svilupparsi in Europa solo offerte. tale ripartita al suo interno in quattro settori
a partire dal II millennio a.C. Il bronzo (v.) Fantsca. Nella societ cinquecentesca, came da una struttura in pietra a forma di croce.
una lega metallica con la quale possibile re riera e domestica personale di una ricca si Finestra di scarico. Nei ponti (v.), apertura
alizzare utensili perfezionati (asce, falcetti, gnora. avente lo scopo di alleggerire la spinta delle
vasi) e armi sempre pi efficaci sia per loffe Farane. Dallegiziano antico per-aa o paroh, acque nel caso di piena.
sa (spade, pugnali, punte di lancia), sia per la grande casa, con riferimento alla reggia in Finimnto. Dal latino finre, completare. Lin
difesa (elmi, scudi, corazze). cui abitava. il nome con il quale si designa sieme della bardatura del cavallo, composta
Et del ferro. Costituisce lultima e pi raffina vano gli antichi sovrani dEgitto, ritenuti figli principalmente da redini, morso, sella e staf
ta fase di sviluppo dellindustria dei metalli carnali di Horus, il dio falco padrone degli fe.
(ca XIII secolo a.C. ca VI-V secolo a.C.). An sconfinati spazi celesti. Fiordo. Dal norvegese fjrd, approdo. Insena
che in questo caso nel Vicino Oriente (for Farsa. Dal latino farcre, riempire. Genere tea tura lunga e stretta, tipica dei mari del Nord,
se presso gli Ittti) che se ne mette a punto trale risalente al XV secolo, avente carattere dovuta alla sommersione di valli modellate
la difficile tecnica di estrazione, resa ancora comico e burlesco, a volte anche volgare. dallazione erosiva dei ghiacci.
pi complicata dallimpossibilit, con le co Fastgio. Parte pi elevata di una costruzione, Fisionoma. Dal greco physis, natura e gign-
noscenze di allora, di ottenerne la completa solitamente decorata. skein, conoscere. Aspetto caratteristico di
fusione. In Europa questo nuovo metallo Fauces. Nella casa romana (v.), corridoio che una persona.
non fa la sua comparsa prima del X secolo conduceva allatrio. Fttile. Dal latino fngere, modellare. Si dice di
a.C. e, almeno allinizio, il suo utilizzo, stan Fauves. In francese, belve. Termine con cui il manufatto realizzato in terracotta, cio mo
te il perdurare delle difficolt di lavorazione, critico Louis Vauxcelles defin i pittori che dellando la creta e facendola poi cuocere in
limitato alla creazione di monili e di altri esponevano al Salon dAutomne (v.) del apposite fornaci. Vasi, anfore e altri conteni
oggetti preziosi. Solo in seguito, con laffina 1905. Lintento dispregiativo fu ribaltato da tori, in particolare, vengono realizzati con
mento delle metodologie produttive, si rie gli stessi pittori, che trovarono cos nel ter lutilizzo del tornio (v.).
scono a ottenere armi e utensili capaci di mine una sorta di segno di riconoscimento, Flabllo. Dal latino flbrum, alito di vento.
sfruttare a fondo le eccezionali doti di resi una parola che li raggruppava sotto ununica Grande ventaglio rituale con il quale nellan
stenza del materiale. E ci tanto in tempo di bandiera. tichit si faceva fresco ai potenti scacciando
pace, grazie alla possibilit di realizzare ara Fede, Speranza e Carit. Secondo la dottrina nel contempo gli insetti.
tri e asce bipenni (v.), quanto in guerra, dove cristiana le sette Virt sono le tre teologali Flagellazione. Termine con cui si indica la rap
le micidiali armi di ferro avrebbero consenti (cio riferite a Dio), Fede, Speranza e Carit presentazione iconografica del supplizio in
to a chi le avesse possedute di imporsi con e le quattro cardinali (cio le pi importanti flitto a Cristo con il flagello, una frusta (o
grande facilit su tutte quelle popolazioni dellagire umano), Prudenza, Giustizia, For sfrza) dotata di funicelle, recanti nodi, o di
ancora ferme allutilizzo del bronzo (v.). tezza e Temperanza. strisce di cuoio.
Et del rame. O eneoltico (ca 4000 3000 Felca. Dallarabo falk, nave. Nella tradizione Flegias. Personaggio mitologico che Dante tra
a.C.), dal latino es (rame, bronzo). Rappre nautica mediterranea piccolo veliero bilbe sforma in demone simbolo dellira. Flegias
senta la fase pi arcaica della metallurga ro armato con vele latine (triangolari). era figlio di Marte e di Crise. Per vendetta
(v.). Il rame infatti il primo metallo a essere Ferno. Dal latino fernus, derivato da fra, fie contro Apollo che gli aveva sedotto la figlia
conosciuto dalluomo e il suo utilizzo si dif ra, blva. Si dice di ci che proprio degli Cornide, incendi il tempio di Delfi.
fonde a partire dallarea del Vicino Oriente, animali feroci. Flora. Una delle Ore, figlie di Zeus e di Temi,
per poi estendersi, attraverso il Mediterra Festne. Motivo decorativo a forma di fascio divinit che aprivano e chiudevano le porte
neo, anche allEuropa. Le prime tecniche di vegetale, intrecciato con frutti e fiori e so del cielo da cui entravano e uscivano le sta
estrazione erano comunque tanto rudimen speso alle estremit tramite due nastri. gioni. Le Ore facevano parte del seguito di
tali da non consentire mai lottenimento di Fiandre. La regione che comprende lattuale Afrodite.
rame puro, cio privo di scorie di vario tipo. Belgio e alcuni territori della Francia setten Fluidit. Dal latino flere, scorrere. Attitudine
Ci rendeva il prodotto scarsamente resi trionale e dellOlanda meridionale. dei corpi liquidi e aeriformi a scorrere con
stente e dunque inutilizzabile per la realizza Fbula. Dal latino fbula. Sinonimo di fibbia, estrema facilit. Per estensione, si dice di
zione di grandi strumenti da taglio (asce), fermaglio. una linea dolcemente ondulata, tale da ri
ma adattissimo per armi e utensili di piccole Filigrna. Lavoro di oreficeria realizzato con fi cordare le onde marine.
dimensioni (punte di freccia, coltelli) e per lamenti doro o dargento uniti da punti di Fluorescnte. Dal sostantivo fluoro, relativo a
oggetti decorativi (bracciali e altri monli saldatura. un corpo che, colpito da una luce intensa,
(v.)). Filoaccadmico. Parola composta dal prefisso conserva parte della luminosit acquisita
Etimasa. Dal greco hetoimasa (tou thrnou), greco phlos, amico, e accademico (v.). Si di anche dopo che la sorgente originaria ve
preparazione (del trono). Nella pittura orien ce di comportamento o ideologia particolar nuta a mancare.
tale la rappresentazione del trono su cui mente vicini a quelli degli ambienti accade Fhn. Vento tipico delle zone alpine. Esso spira
sono posti la corona e la croce, simboli della mici. secondo due direzioni: da Nord per le regio
regalit di Cristo. Nel culto cristiano serviva Filoellnico. Amante di tutto ci che greco. ni a Sud delle Alpi e da Sud per quelle poste
a evocare Cristo aniconicamente, cio senza Dal greco phlos, amico, ed elleniks, dellEl a Nord.
rappresentarlo in modo figurativo. lade. Fondle. Nel teatro, parete di fondo della sce
Evangelirio. Libro liturgico, spesso riccamen Filoimperile. Dal greco phlos, amico. Signifi na, solitamente dipinta o fatta di tendaggi o
te miniato, contenente le percopi (dal greco ca pertanto vicino alle posizioni dellimpera elementi mobili.
perikiptein, tagliare intorno), cio i passi tore. Fondiario. Dal latino fndus, possedimento,
dei Vangeli che i diaconi dovevano leggere Filopaple. Dal greco phlos, amico. Significa terreno. Relativo ai terreni agricoli e, pi in
nel corso della messa. pertanto vicino alle posizioni del papa. generale, allintero patrimonio dei beni im
Ex novo. Espressione latina che significa di Filosofia. Dal greco philo, amare e sopha, sa mobili.
nuovo, di sana pianta. pienza. Letteralmente, dunque, la parola si Fondo oro. Particolare tipo di dipinto su tavola,
gnifica amore per la sapienza. proprio della pittura duecentesca e trecente
Filosofia morale. quella che verte intorno ai sca. Poich non era duso rappresentare
F problemi della vita pratica, per stabilire nor sfondi o paesaggi naturalistici, tutte le figu
Falda. Forse dal latino medioevale flda, pie me morali e di comportamento. re erano contornate da un fondo uniforme
ga. Ciascuna delle superfici piane inclinate Filosofia naturale. Con tale espressione nel Me realizzato con sottilissime lamine doro.
che costituiscono un tetto. dioevo e nel Rinascimento si intendeva ci Queste venivano applicate grazie a uno spe
Falsa-porta. Nella mastaba (v.), stele recante il che noi oggi facciamo rientrare nella fisica. ciale collante (detto blo) a base di argilla

Glossario

15
(v.) e albume. Una volta appoggiate sulla su Delfi, ma i Greci li avevano costretti a devia le dal giallo non vivo allaranciato. Proveni
perficie della tavola, le lamine doro veniva re verso lAsia Minore. Accordatisi con il re va, di solito, dallAfrica settentrionale.
no fatte aderire tamponandole con morbide di Bitinia, si stanziarono in una zona centrale Giardini pnsili. Dal latino pendre, pendere; in
pezze di lana e poi brunte (cio levigate lu della penisola anatolica, che, pi tardi, questo caso con il significato di sospesi in
cidandole quasi a specchio) usando spatole avrebbe preso il nome di Galzia. aria. Secondo gli antichi storici si trattava di
davorio, solitamente ricavate da denti di ca Galila. Dal nome della regione della Palestina giardini costruiti su terrazze sorrette da robu
ne o di lupo. Loro, per la sua preziosit e lu ove Ges trascorse gran parte della propria ste colonne di pietra, realizzati da un re siro
centezza, conferiva ai dipinti un senso di esistenza. Particolare tipo di nartece (v.) a per compiacere una sua concubina di origi
astrattezza e spiritualit, come se emanas sviluppo longitudinale che in molte chiese ne persiana che ne aveva grande desiderio,
sero una luminosit propria, in sintonia con conventuali cluniacensi (v.) precedeva lin essendo tale lusanza della sua patria.
le scene sacre che essi rappresentavano. gresso allaula liturgica vera e propria, con Gisone. Capo degli Argonauti, allevato dal
Fonte. Vena dacqua a getto perenne. Pu es funzione di filtro tra esterno e interno. centauro Chirone. Sulla nave Argo Giasone
sere intesa come origine. Nelle discipline Gas nervino. Dal latino nrvus, nervo. Partico si mise alla ricerca del vello doro, la pellic
storiche, sta a indicare una testimonianza lare tipo di gas venefico, impiegato per la cia preziosa di un ariete alato, consacrata ad
scritta contemporanea agli avvenimenti che prima volta nel corso della Prima guerra Ares e sorvegliata da un drago.
si stanno studiando. In filologa, un testo mondiale, che agisce intaccando il sistema Gigantomacha. Dal greco ghgantes, giganti e
da cui un certo autore ha tratto materia o nervoso e provocando terribili convulsioni mche, battaglia. Mitica lotta dei giganti (fi
ispirazione per la propria opera. In campo seguite quasi sempre dalla morte. gli di Gea, generati dal sangue di Urano)
storico-artistico il termine fonte usato Gison. Sinonimo di cornice (v.). contro gli dei per la definitiva conquista
nel significato filologico. Geisha. Danzatrice, composto da jei, arte e dellOlimpo. Tutti i giganti vennero annienta
Frcipe. Dal latino frceps, tenaglia. Per esten sha, persona. Si tratta di una istituzione del ti dagli dei grazie anche al decisivo aiuto di
sione, pu sottolineare lesistenza di due la societ giapponese. Le geishe hanno la Eracle.
estremit concave, come in una tenaglia. funzione di intrattenere gli ospiti con la con Ginnsio. Dal greco gymnzein, eseguire eser
Frnice. Dal latino frnix, portale. Grande aper versazione, il canto, la musica, la cerimonia cizi fisici. Palestra nella quale, in origine, i
tura (soprattutto ad arco (v.)) in mura citta del te. Non necessariamente fra le loro atti giovani greci praticavano esercizi fisici. In
dine o archi di trionfo (v.). vit compresa la prostituzione. seguito divennero strutture pi complesse,
Frau. In tedesco donna. Premesso a un nome Genesi. Dal greco ggnesthai, nascere. il pri volte anche allinsegnamento e allintratteni
proprio, invece, vuol dire signora. mo dei 46 libri di cui composto lAntico Te mento, ove si tenevano riunioni, lezioni, ce
Freccia. In un arco (v.), distanza verticale fra il stamento, secondo la tradizione cattolica e rimonie, banchetti e conferenze.
piano di imposta (v.) e il punto pi elevato ortodossa. In tale libro si parla del mistero Giocattoli futuristi. Come gli animali metallici,
della linea di intradosso. detto anche saet della creazione delluniverso, del mondo e i paesaggi artificiali e i fiori magico-trasfor
ta (v.) o monta (v.). delluomo. mabili, i giocattoli futuristi costituiscono al
Frgio. Parte della trabeazione (v.) tra larchi Genetlaco. Dal greco genthlios, natalizio. cune delle stravaganti proposte futuriste,
trave (v.) e la cornice (v.), solitamente deco Termine solenne per indicare il giorno nata che ipotizzano la creazione di oggetti sor
rata. le, il compleanno. prendenti e fantastici, quali ad esempio i pu
Frigidrium. Nelle terme (v.) romane, grande Gntibus. Dal latino gns (plurale: gntes, pazzi geometrici e i teatrini di Depero o le
sala cruciforme che ospitava vasche con ac ablativo: gntibus, gentili, cio pagani). scene teatrali semoventi progettate da Bal
qua fredda. LEcclesia ex gentibus incorona Paolo che la.
Frontne. Dal latino frns, fronte. Insieme del predic il Vangelo presso i pagani. Giochi stmici. Si svolgevano a Corinto ogni
timpano (v.) e delle cornici che lo contorna Geometria. Dal greco gh, terra e mtron, mi due anni destate in onore di Poseidon.
no. sura. Significa letteralmente misura della Giochi Nemi. Si svolgevano nella Valle Ne
Frutto proibito. Frutto che, nel racconto bibli terra e consiste in quella parte della mate mea, in Argolide, ogni tre anni, in onore di
co, venne offerto da Eva ad Adamo. Varia matica che tratta delle figure e delle loro Zeus.
la rappresentazione che, nei secoli, gli artisti propriet. In particolare la geometria piana Giochi Ptici. Si svolgevano nella pianura di
hanno dato a questo frutto simbolico. Se studia le figure bidimensionali, mentre la Crisa ai piedi del monte Parnaso in onore di
condo la tradizione medioevale si tratta di geometria solida si interessa dei corpi tridi Apollo Pzio (o Ptico). La loro cadenza era,
un fico, in seguito sar anche rappresentato mensionali. in origine, ogni otto anni (simboleggianti il
come una mela, unarancia e una melagra Geranomacha. Dal greco ghranos, gru e tempo dellesilio di Apollo presso gli Iperb
na. mche, battaglia. Mitico combattimento tra rei), ma successivamente furono celebrati
Fuga in Egitto. Rappresentazione della narra gru e pigmei. ogni quattro anni.
zione evangelica secondo la quale, per sfug Gerrchico. Dal greco hierarchiks, composto Gioco del toro. Pi propriamente si parla di
gire alla persecuzione di Erode, la Sacra Fa da iers, sacro e rchein, essere a capo; in taurocatpsie (sostantivo plurale), dal greco
miglia (il Bambin Ges, la Vergine e San Giu dica il rapporto di subordinazione e supre taurokathpsia, composto da turos, toro e
seppe) si rec in Egitto per ordine di un an mazia fra enti o persone. kathptein, afferrare.
gelo apparso in sogno a Giuseppe. Gerarche angliche. Sono: Serafini, Cherubi Giove Pluvio. Dal latino plere, piovere. Pluvio
Fusarla. V. astragalo (v.). ni, Troni, Dominazioni, Virt, Potest, Princi uno dei molti attributi del padre degli dei e
Fusto. Dal latino fstus, tronco, bastone. Parte pati, Arcangeli, Angeli. indica la sua signoria sugli elementi atmo
della colonna compresa fra base e capitello Getto. Colata di metallo fuso con cui si realiz sferici.
(v.). zano le sculture in bronzo (v.). Giubilo. Dal latino iubilre, gridare, cantare in
Fusto fascicolto. Non liscio, ma formato da un Ghira. Parte esterna dellarco (v.), detta an coro. Festa di origine ebraica, poi ripresa an
fascio di elementi verticali semicilindrici, a che archivlto (v.). che dai cristiani, durante la quale venivano
imitazione dei tronchi di una pianta. Ghisa. Lega metallica con ottime capacit di fatte solenni celebrazioni e veniva concessa
resistenza ottenuta mediante la semplice lindulgenza plenaria (cio totale) dei pecca
aggiunta, nel corso del processo di fusione ti a tutti i pellegrini che si fossero recati a
G del ferro, di carbonio in opportuna propor Roma. Originariamente si celebrava ogni cin
Gabellire. Dallarabo gabla, tassa, imposta. zione (dal 2% al 4%). quantanni, attualmente ogni venticinque.
Colui che nellantichit aveva il compito di Giacobni. Appartenenti a unassociazione po Giuda. Secondo i Vangeli lApostolo Giuda
riscuotere le imposte. Oggi diremmo esatto litica sorta nel 1789 e cos detti perch erano Iscarita trad Ges in cambio di trenta mo
re. soliti riunirsi nellex convento parigino dei nete dargento (scli) (Matteo 26, 15). In ba
Glati. Da Galtoi, nome con cui i Greci indica Domenicani (in francese antico Jacobins) di se a quanto pattuito con i sommi sacerdoti e
vano i Galli. Nelluso romano indica solo Rue Saint-Honor. Di idee monarchico-costi gli anziani del popolo egli avrebbe reso pos
quei Galli (popolazione celtica) che nel II se tuzionali si indirizzarono verso idee pi radi sibile larresto di Ges baciandolo pubblica
colo a.C. avevano abbandonato la Gallia per cali specie sotto linflusso di Marat e di Ro mente e consentendo cos alle guardie di
stanziarsi in Asia Minore. Nel 279 a.C., infat bespierre che ne fu capo indiscusso. identificarlo (Matteo 26, 48-50; Marco 14, 44
ti, essi avevano minacciato il santuario di Giallo antico. Marmo antico dal colore variabi e Luca 22, 47).

Glossario

16
Giudtta. Eroina biblica. La sua storia narrata (espulsione dei Girondini dalla Convenzione triche orizzontali e di una terza verticale. Ve
nel Libro di Giuditta. In occasione di un as Nazionale) al 27 luglio 1794, caduta di Maxi niva usato per contenere lacqua (in greco
sedio della sua citt, Betulia, da parte degli milien Robespierre (Arras, 1758-Parigi, hydor) e anche i voti nelle assemblee.
Assiri di re Nabucodnosor, la giovane don 1794). In tale periodo il potere fu accentrato Hammurbi. Re di Babilonia tra il 1792 e il
na si rec splendidamente abbigliata nel nella persona di Robespierre e dei suoi pi 1750 a.C. circa. Salito al trono appena venti
campo nemico. La sua bellezza colp il gene stretti collaboratori. La Convenzione Nazio cinquenne, attua grandi riforme amministra
rale Oloferne, comandante delle truppe assi nale era lAssemblea legislativa chiamata a tive e istituzionali riunificando la Mesopota
re, il quale si invagh di lei. Un giorno, men dotare la nuova repubblica francese di una mia. Gli articoli del suo codice costituiscono
tre Oloferne, ubriaco, dormiva, Giuditta gli costituzione. I Girondini erano un gruppo una delle prime e pi interessanti raccolte
recise la testa portandola in citt avvolta in politico, in seno alla Convenzione, raggrup di leggi. In esso sono contemplate le puni
un panno. I suoi concittadini riuscirono allo pato attorno ai deputati della regione della zioni relative a vari delitti, diverse in relazio
ra, approfittando dello scompiglio nel cam Gironda, caratterizzato da un forte radicali ne allo stato sociale di chi li commette, le
po nemico, a sconfiggere gli assedianti. Nel smo e da un acceso sentimento antimonar norme per ottenere prestiti, per salvaguar
corso dei secoli la storia ha affascinato molti chico. dare le propriet, per sottoscrivere contratti
artisti, che lhanno rappresentata fin dal Ri Grazie. Figlie di Zeus e di Eurnome, facevano e quantaltro possa servire per la corretta
nascimento. parte del corteggio di Venere. I loro nomi gestione di uno Stato in cui agricoltura, arti
Giudizio Universale. Rappresentazione del ri erano: Thala, Aglia ed Eufrsine. Nel Rina gianato e commercio sono ormai cos svi
torno di Cristo sulla terra, alla fine dei tempi, scimento erano diventate simbolo della ca luppati da richiedere precise norme di rego
per giudicare ogni uomo, premiarlo o punir stit, della bellezza e dellamore. lamentazione.
lo. Greca. Motivo decorativo molto diffuso in am Happening. In inglese, accadimento. Azione
Giunti. Linee radiali che, in un arco (v.), sepa biente ellenico (v.) consistente nel succeder scenica, spesso veloce e provocatoria, nella
rano i conci (v.). si di segmenti paralleli uniti tra loro da altri quale lartista coinvolge il pubblico in
Giuntna. Si dice di edizione stampata a Firen segmenti uguali, ma ruotati ad angolo retto. unesperienza totalizzante e liberatoria, do
ze dagli editori Giunti, fra i pi importanti Grifne. Uccello mitico dal corpo di leone, ali ve realt e rappresentazione finiscono per
dEuropa nel Cinquecento. possenti e testa terminante con un becco confondersi.
Giuseppe dArimata. Luomo che, secondo i daquila. Harem. Dal turco harem, luogo inviolabile, de
Vangeli, avrebbe chiesto a Pilato di poter Grisglia. Dal francese grisaille. Tecnica pitto stinato, nella cultura musulmana, alle donne
dare sepoltura a Ges offrendo, a tal fine, il rica a monocromo, solitamente grigio, che e ai bambini.
proprio sepolcro privato. finge degli stucchi spesso su fondo oro (o su Himtion. In greco, mantello di lana.
Giustapposizine. Accostamento senza so finto mosaico di tessere doro). La grisaglia Hi-Tech. Abbreviazione per High-Technology
vrapposizione. In pittura sta a indicare la usata anche nelle vetrate e negli smalti. (Alta Tecnologia).
tecnica consistente nel disporre una accanto Grisaille. Dal francese gris, grigio. Sostanza Homines novi. Voce latina che significa uomini
allaltra pennellate di colori diversi in modo ottenuta da un miscuglio di polveri di vetro nuovi, cio appartenenti a una classe nuova,
che non si mescolino tra loro sporcandosi a e di vari ossidi (ferro o rame) finemente ma dinamica e spregiudicata: la borghesia, ap
vicenda e perdendo quindi la purezza e la cinati e impastati con acqua, aceto e resine punto.
brillantezza iniziali. vegetali, utilizzata nelle vetrate. Veniva spal Hrtus. Nella casa romana (v.), giardino inter
Gliptotca (o glittoteca). Dal greco glyphein, mata uniformemente sui vari pezzi di vetro no.
intagliare e thche, custodia. Museo in cui si colorato e, una volta essiccatasi, li rendeva Hospitlia. Nel teatro romano (v.), porte late
conservano pietre incise e cammei. completamente opachi. A questo punto con rali della scenae frons.
Globulre. Dal latino glbus, globo, sfera. Di un pennello o uno stilo di legno si graffiava
forma assimilabile a quella di una sfera. Si di la grisaille riportando alla luce la trasparen
ce soprattutto in riferimento a vasi o anfore. za del vetro, permettendo cos la realizzazio I
Gocce. Elementi decorativi a forma di tronco di ne di dettagli anche minuti. brido. Dal latino hybrida, bastardo. Indica lin
cono o tronco di piramide che ricordano le Grottsca. Tipo di decorazione fantastica rea dividuo prodotto da un incrocio.
gocce dacqua (gttae in latino) e che pen lizzata con intrecci bizzarri di fiori, frutti, te Icna. Dal greco eikn, immagine. Immagine
dono dalla regula (v.). ste e figure di uomini, animali e mostri. Il no sacra tipica dellarte bizantina.
Glgota. Dallaramaico glguta, teschio. Anti me deriva da grotta, poich durante il Rina Iconoclasta. Dal greco eikn, immagine e
co nome del Calvrio di Gerusalemme, la lo scimento le prime grottesche sono state rin klein, rompere. Dottrina sorta in seno alla
calit presso la quale venne crocefisso Ges venute proprio in ambienti romani interrati. chiesa bizantina nellVIII e IX secolo, che vie
Cristo e che deve il macabro nome alla con Per estensione il termine indica tutte le de tava ogni sorta di culto per le immagini sacre
formazione della sua sommit rocciosa, as corazioni che combinano elementi decorativi e ne impediva la realizzazione. La repressio
similabile a quella di una calotta cranica. umani, animali e vegetali. ne venne aperta dallimperatore Leone III
Gonfalonire. A Firenze era il capo del gover Gruppo. Rappresentazione figurativa di pi lIsurico nel 726 e sospesa nel 787, ma ces
no, colui che aveva in consegna il gonfalne personaggi. s definitivamente solo nell843.
(il vessillo, la bandiera) della citt. Guazzo. Termine italiano per gouache (v.). Iconografa. Dal greco eikn, immagine e gra-
Gouache. In italiano, guazzo. essenzialmente Guerre dIndipendenza. Guerre attraverso le pha, rappresentazione. Letteralmente rap
un acquerello coprente. Il tono opaco, infat quali lItalia risorgimentale riusc a conse presentazione dellimmagine.
ti, viene reso con laggiunta del bianco (bian guire la propria unit affrancandosi dal do Iconstasi. Dal greco tardo eikonostsion, reli
co di zinco o di china). minio straniero. La prima fu combattuta nel quiario. Nelle antiche chiese cristiane e, an
Grafte. Minerale di carbonio, untuoso al tatto, 1848 dai Piemontesi contro gli Austriaci, che cor oggi, in quelle ortodosse un tramezzo
morbido. Lascia un segno nitido color piom per ebbero ancora la meglio. La seconda divisorio, spesso decorato con statue, dipin
bo (grigio scuro). Noto agli artisti del XVI se (1859) vide il parziale prevalere della coali ti, cancellate e drappi, atto a separare il pre
colo, il suo uso si diffuse nel XVII, soprattut zione franco-piemontese, con la riconquista sbiterio (v.) (riservato ai sacerdoti) dalle na
to per il disegno architettonico. Veniva usato della Lombardia, mentre nella terza (1866) il vate (v.) (riservate ai fedeli).
entro bastoncini di legno o cilindretti di me neonato Regno dItalia e la Prussia sconfis Icosadro tronco. Poliedro archimedeo (forma
tallo per non sporcare la mano. sero definitivamente lAustria, garantendo to da 20 esagoni e 12 pentagoni) generato
Grana. Indica la grandezza relativa dei grani, allItalia anche la riconsegna del Veneto. dal troncamento dei vertici dellicosaedro.
cio delle minime parti di cui si compone un Gglia. V. pinnacolo. Idllio. Dal greco eidllion, bozzetto. Presso gli
corpo compatto. antichi Greci componimento poetico di sere
Granto. Per similitudine con granto, nel sen no argomento campestre. Per estensione,
so di melograno. Nome comune del pirpo, H stato di vita puramente ideale, improntato
minerale metallico di colore rosso acceso, Hydria (o dria). Grande vaso con corpo svasa alla perfetta armonia fra gli uomini e con la
usato in oreficeria come pietra dura. to (talvolta ovoidale), piede basso, collo pi natura, nella pi assoluta mancanza di con
Grande Terrore. Indica quel periodo della Rivo o meno alto e stretto, bocca con ampio lab trasti.
luzione francese che va dal 31 maggio 1793 bro circolare, dotato di due anse (v.) simme Idrulica. Dal greco hydor, acqua. Significa let

Glossario

17
teralmente inerente allacqua. Scienza che natore (o i donatori) raffigurati in basso e Interclusine. Dal latino interclsio, derivante
studia le propriet dei liquidi, le leggi che ne dal solo busto in su, o dalle spalle in su. dal verbo intercldere, composto da nter,
regolano il movimento e il loro impiego. In ntis. Tipologia di tempio con due pilastri fra, e cludere, chiudere. Si dice per indicare
Ieracocfalo. Dal greco irax, sparviero e ke- rettangolari (nte) al termine del prolunga lo stato di qualcosa che si trova chiusa fra
phal, testa. Con testa di falco. mento murario dei due lati maggiori del na altre.
Ifigena. Figlia del potente re greco Agamenno os (v.). Intercolmnio. Distanza intercorrente fra gli
ne. Secondo la tradizione Artemide, dea del Incarnto. Nei dipinti, parte nuda di un corpo. assi (v.) di due colonne.
la caccia, aveva imposto ad Agamennone di Incastonatra. Tecnica che consiste nellappli Intersecare. Dal latino intersecre, composto
sacrificarle la giovane figlia al fine di fargli care delle pietre preziose tramite gli alveoli. di inter, tra e secre, tagliare. Significa at
orrendamente scontare un torto che la dea I bordi rialzati di questi creano degli allog traversare, tagliare attraverso.
aveva da lui precedentemente subto. Il re giamenti che accolgono le pietre e che, una Interventista. Aderente allInterventismo, mo
inizialmente rifiuta tale odioso comando, ma volta ribattuti contro di esse con un martel vimento dopinione favorevole allintervento
in seguito, incalzato dagli eventi, costretto letto, le trattengono. di una Nazione in una guerra che altri Stati
a cedere. Mentre per la giovane sta per es Incisine. Tecnica di stampa consistente stanno gi combattendo.
sere immolata sullaltare, Artemide mossa nellincidere con uno strumento metallico Intradsso. Dal latino intra, allinterno, e ds-
a piet e fa miracolosamente apparire una dotato di punta acuminata (bulino (v.)) una sum, dorso. Linea che delimita in basso un
cerbiatta che viene sacrificata al posto della lastra (detta matrice (v.)), solitamente di ra arco (v.). Si chiama anche sesto (v.).
ragazza. me. I solchi, che determinano il disegno, Inumazione. Dal latino inhumre, interrare. Ce
Igloo. Dallinuit igl, casa. Abitazione inverna vengono poi riempiti dinchiostro. Successi rimonia di sepoltura di un cadavere sotto
le inuit a forma di cupola, costruita con bloc vamente sulla lastra viene premuto un foglio terra.
chi di neve pressata. di carta morbida precedentemente bagnata. Invso. Dal latino vasum, vaso, conca. Avvalla
Ilioupersis. Poema derivante dal mitico rac Su questa linchiostro dei solchi determiner mento naturale o artificiale atto a contenere
conto della guerra di Troia, detta anche Ilio. i neri; la parte di lastra non incisa, invece, una grande quantit dacqua. Per estensio
Illria. Dal greco Illyra. Antica regione storica dar i bianchi. Con lincisione si perviene a ne, vasto spazio concavo.
comprendente gran parte dei territori adria una grande variazione di gradazioni di nero Invetriatra. V. ceramica invetriata (v.).
tici della penisola balcanica, grosso modo (dal grigio al nero pi cupo), che conferisce Io. Secondo la tradizione la bellissima Io, una
corrispondenti a Croazia, Bosnia-Erzegvina, allopera elevati valori chiaroscurali e di pla giovane principessa della citt di Argo, sa
Repubblica Federale di Iugoslavia e Albania. sticit (o volume). cerdotessa di Era (Giunone presso i Roma
Illuminsmo. Movimento di pensiero che, svi Incordare. Derivante da corda. Fornire di una o ni), fu appassionatamente amata da Giove
luppatosi a livello europeo intorno alla met pi corde. Solitamente in riferimento ad ar che, per possederla allinsaputa della mo
del XVIII secolo, tenta di sottoporre alla ve chi e a strumenti musicali. glie, prese il sembiante di una nuvola.
rifica della ragione tutta la realt, naturale e Incoronazione di Maria. Tema molto trattato Inico. V. ordine ionico (v.).
storica. Il termine deriva da lumi, cio luci, dagli artisti nel corso dei secoli. una delle Iptro. Dal greco ypathros, a cielo aperto. Deri
in quanto fa simbolicamente riferimento a ultime storie riferite dai Vangeli Apocrifi (v.) vante da yp, sotto e ithra, cielo.
come la luce della ragione possa illuminare che narrano della vita di Maria. Dopo la mor Ipocusto. Nelle terme (v.) romane era lo spa
le tenebre dellignoranza e delle supersti te (o dormizione o trnsito) della Vergine e zio sottostante alle pavimentazioni sospese
zioni. dopo la sua assunzione al cielo (anima e cor (suspensra (v.)), in cui si trovavano i foco
Immatricolazione. Nel Medioevo ogni lavora po), ella prese posto alla destra del Figlio e lari che servivano al riscaldamento dellac
tore doveva essere immatricolato (cio venne incoronata Regina del Cielo. qua.
iscritto e registrato) presso unArte al fine di Incunbolo. Dal latino incunbula, fasce, in ri Ipogo. Dal greco hyp, sotto e gh, terra. Re
poter esercitare la propria attivit. Ci vale ferimento al fatto che si tratta delle opere a lativo a ci che si trova sotto il terreno.
va anche per i pittori che, solitamente, si im stampa pi antiche (quando larte tipografi Ipstilo. V. sala ipostila (v.).
matricolavano presso lArte dei Medici e de ca era ancora in fasce, appunto), tutte ante Ipovednte. Dal greco hyp, sotto. Individuo
gli Speziali, in quanto la necessit di prepa riori al 31 dicembre 1500. che, a causa di malattia o trauma, ha una vi
rarsi artigianalmente i colori con sostanze Indennizzare. Versare a qualcuno il corrispetti sta fortemente indebolita, in certi casi quasi
minerali e vegetali li imparentava ai farmaci vo in danaro del valore del bene di cui sta prossima alla cecit.
sti e agli erboristi, allora chiamati speziali. to privato. ride. Dal greco ris, arcobaleno. quel feno
Imoscpo. Diametro di base della colonna. Indoeuropo. Relativo a popolazioni aventi lin meno della rifrazione dei raggi solari che, in
Imparruccti. Secondo la moda settecentesca gue riconducibili a origini comuni, anche se particolari condizioni meteorologiche, ci fa
gli aristocratici e i cavalieri portavano i ca diffuse in unarea vastissima, compresa tra apparire i sette colori fondamentali contenu
pelli tagliati molto corti. Per presentarsi in India, Asia occidentale ed Europa (da cui il ti nella luce bianca, che sono nellordine:
pubblico e nelle cerimonie ufficiali, per, in nome). rosso, arancio, giallo, verde, azzurro, indaco
dossavano ricche parrucche bianche in se Indstria. Dal latino indstria, attivit. Per e violetto.
gno di eleganza e distinzione. A misura della estensione, insieme di attivit svolte dalluo ris. Messaggera degli dei e personificazione
complessit dellacconciatura, spesso orna mo preistorico per la fabbricazione di uten dellarcobaleno. figlia di Taumante (un es
ta di boccoli e di nastri di raso, si era talvolta sili duso. sere umano) e di Elettra, una oceanina (per
in grado di valutare addirittura il rango so Infnta. Titolo nobiliare che, a partire dal XIV sonificazione delle sorgenti e delle fonti) fi
ciale di appartenenza. secolo, spettava di diritto ai figli e alle figlie glia di Oceano e di Teti.
Implvio. Dal latino impluvium, vasca in cui legittimi non primogeniti (e dunque non ere Irredentismo. Movimento di carattere politico
veniva raccolta lacqua piovana. di al trono) del re di Spagna. Il titolo veniva e culturale che ha per obiettivo la difesa o la
Impressine. Dal latino in, sopra e prmere, esteso anche alle eventuali mogli degli in riconquista dellintegrit del territorio nazio
schiacciare. Disegno a rilievo provocato in fanti. nale contro unoccupazione straniera. In par
un supporto da un punzone che reca incisa nsulae. Nelledilizia romana, i vari fabbricati ticolare in Italia tale movimento si svilup
unimmagine. Limpressione pu essere an che costituivano la casa di tipo condomi pato allindomani del 1866, per i territori ita
che eseguita (specie sul cuoio) riscaldando niale. liani del Trentino e della Venezia Giulia rima
il punzone medesimo. Intrsio. Dallarabo trsi, incrostazione. Tecni sti sotto il dominio austro-ungarico.
Impressionsta. Relativo al movimento dellIm ca artistica consistente nel realizzare com Irrguo. Dal latino irrigre. Terreno con grande
pressionismo, sviluppatosi a Parigi a partire posizioni decorative utilizzando lamine di disponibilit di acque e, quindi, assai fertile
dal 1874. Nello studio del colore i pittori im vari materiali (soprattutto legni di diverse e produttivo.
pressionisti furono fortemente attratti dal essenze, pietre dure e altri materiali rari) sa Isdomo. Dal greco sos, uguale, stesso. Si di
tonalismo veneto e, in particolare, dalla gomate e giustapposte secondo un preciso ce in riferimento a un muro composto da
guizzante vivezza della luce del Tintoretto. disegno. blocchi della medesima altezza e del mede
In abisso. la locuzione impiegata per indicare Interagire. Agire reciprocamente. Si dice di simo spessore disposti a filari orizzontali.
una tipologia pittorica che, a partire dalla due o pi fenomeni che si influenzano a vi Issare. Dallo spagnolo izr, alzare. Sollevare
seconda met del Quattrocento, vede il do cenda. qualcosa di pesante, spesso anche con fati

Glossario

18
ca, per depositarlo in un luogo pi alto. accosta loro in umilt, come gi aveva fatto pie gradinate abbraccianti in parte lorche
Italita. Dal greco Italites, abitante della Ma un tempo Ges. La scena dellAnnunciazione stra (v.) e che si dispongono a raggiera se
gna Grecia. Relativo alle colonie greche in unaggiunta di Piero che intende in tal mo guendo landamento del terreno. Nel teatro
Magna Grecia. do giustificare la storia della croce in funzio romano (v.) tale spazio si chiamer cvea
Itnera. Nel teatro romano (v.), accessi laterali ne della venuta del Salvatore. (v.).
al maenianum (v.). Kre. Nella scultura greca, tipologia che rap
Igero. Dal latino igum, giogo, antica unit di presenta una giovane donna vestita con chi
misura di superficie in uso presso i Romani K tone (v.) e himtion (v.), in posizione stante,
(dove corrispondeva a un rettangolo di circa Ka. Secondo la religione egizia luomo imma con la testa eretta, i piedi uniti, un braccio
2520 metri quadrati). Corrisponde alla su ginato composto da cinque elementi, due steso lungo il fianco a reggere la veste e lal
perficie di terra che una coppia di buoi attac dei quali inerenti al suo corpo mortale (il no tro (solitamente il destro) ripiegato sul petto
cata allo stesso giogo (iugum, appunto) po me e lombra) e gli altri tre intesi come prin in atto di recare un vaso o un piatto con del
teva arare in una giornata. cipi spirituali immortali: il ka, il ba e lakh. Il le offerte. Pl. krai.
Ita. Dal snscrito jtha, treccia. Robustissima ka, che significa propriamente potenza vi Koros. Nella scultura greca, tipologia che rap
fibra tessile derivata da una particolare pian tale, legato allesistenza fisica del corpo presenta un giovane uomo nudo, in posizio
ta delle Tigliacee, che serve soprattutto per o semplicemente a uneffigie del defunto. ne stante, raffigurato con la testa eretta, le
fare cordami, sacchi e materiali da imballag Nei geroglifici raffigurato come braccia. Il braccia stese lungo i fianchi, i pugni serrati e
gio. ba, forse lelemento pi assimilabile al no la gamba sinistra leggermente avanzata. Pl.
stro concetto di anima, la parte spirituale koroi.
dogni individuo, a lui intimamente legata Kylix. Specie di coppa con bocca larga su un
J nel corso della vita ma del tutto autonoma alto piede, dotata di due anse (v.) simmetri
Jacopo da Vargine (ca 1228-1298). Domenica dopo la morte. Rappresentato nei geroglifici che orizzontali od oblique. Veniva usata per
no, compose la Legenda sanctrum (Leggen come un grosso uccello (forse una cicogna bere durante i banchetti.
da dei santi) o Legenda aurea (Leggenda nera) e, a partire dal XVI secolo a.C., anche
doro) in una data che viene fatta oscillare come un volatile androcefalo, il ba non ne
tra il 1255 e il 1266. Lopera un insieme di cessita pi del proprio corpo ma ne conserva L
storie narranti, in maniera favolosa e inge comunque le caratteristiche e la personalit, Labirnto. Dal greco lbris, doppia ascia (o bi
nua, le vite dei santi. Ebbe molta risonanza errando senza meta fra i luoghi che gli furo pnne (v.)), strumento sacro per i Cretesi e
fino a tutto il Seicento. Nelle Storie della cro no cari in vita. Il ba abbandona il corpo dopo pi volte dipinto sulle pareti del palazzo di
ce, che viene ripresa da Piero della France la morte, tornandovi a imbalsamazione av Knosss. Il termine divenne sinonimo di co
sca, si narra che in punto di morte Adamo ri venuta. Lakh, infine, quella parte dellani struzione intricata, quella, per lappunto, del
corda che lArcangelo Michele gli aveva pro mo umano che, appena abbozzata nel corso palazzo di Minosse.
messo un olio miracoloso e invia il figlio della vita, giunge a perfetto compimento so Lacca. Dallarabo lkk. Resina lattiginosa rica
Seth a richiederlo. A questi viene dato, per, lo dopo la morte. Esso rappresentato di vata dallincisione della corteccia di una rara
un ramoscello che avrebbe guarito il padre solito come un ibis crestato, il cui segno ge pianta orientale. Il processo di laccatura
non appena avesse fruttificato. Al suo ritor roglifico rimanda non a caso alla radice consiste nello stendere numerose mani suc
no Seth trova il padre morto e pianta il ra del verbo brillare, essere efficace. In con cessive di tale resina su una superficie di le
moscello nella bocca di lui. Cresciuto e dive trapposizione al corpo, appartenente alla gno (solitamente mobili o rivestimenti) fino
nuto albero possente, viene fatto tagliare da Terra, lahk appartiene al Cielo, dove abita a ottenere una superficie perfettamente luci
re Salomone che lo fa gettare sopra il fiume insieme agli altri spiriti, in una collocazione da e liscia, simile al vetro. La lacca asciuga
Sloe perch funga da ponticello. La regina intermedia tra gli uomini e gli dei. molto lentamente diventando impermeabile
di Saba giunta dinanzi a esso ha una premo Kalasris. Voce egizia che identifica una tunica e resistente alla maggior parte dei solventi
nizione: su quel legno sarebbe stato crocifis di lino lunga, sottile e aderente, spesso an naturali. Originariamente incolore, dunque
so il Redentore. Invece di calpestarlo si ingi che plissettata (cio increspata con pieghe trasparente, pu essere colorata (solitamen
nocchia per venerarlo e profetizza a Salomo lunghe e fitte), comunemente indossata dal te in rosso o nero) con laggiunta di pigmenti
ne che la morte del Cristo avrebbe causato le donne. (v.) naturali. La tecnica della laccatura, im
la distruzione del regno di Israele. Il re co Kardiophylax. Termine greco derivante da kar- portata in Europa attraverso i commerci con
manda perci che il legno venga sotterrato da, cuore e phylak, protezione. Letteral lEstremo Oriente, si svilupp molto soprat
perch la profezia non si avveri. Il legno ri mente paracuore, pettorale. tutto nel periodo rococ.
compare quando diviene necessario per co Kerks. Nel teatro greco (v.), uno dei settori cu Lacnicum. Nelle terme (v.) romane, locale de
struire la croce. Anni dopo, prima della bat neiformi in cui sono divise le gradinate. Pl. stinato a sudatorio o ai bagni di vapore.
taglia di Ponte Milvio, limperatore Costanti kerkdes. Lacunre. Elemento che viene ripetuto pi vol
no ha una visione: un angelo gli comunica Khmer. Antica popolazione del Sud-Est asiati te nellintradosso di un arco (v.), di una volta
che con il vessillo crociato avrebbe vinto co. Presente fin nella regione dal III secolo, (v.) o di una cupola (v.). costituito da uno
lusurpatore Massenzio. Dopo la vittoria Co raggiunse il suo massimo splendore nei se spazio che rientra nella muratura. Un soffitto
stantino invia sua madre Elena in Palestina coli XI e XII con capitale Angkor (situata (elemento orizzontale di copertura) a lacu
alla ricerca della croce. Un ebreo di nome nellattuale Cambogia), dove si pu ancora nari pu essere anche in legno formante dei
Giuda sa dove essa stata nascosta, ma non ammirare il loro pi significativo complesso riquadri.
vuole rivelarlo; viene fatto calare perci in di architettura sacra. Lamech. Quinto discendente di Caino, figlio di
un pozzo dove tenuto per diversi giorni Kilogrammo. Secondo le convenzioni interna Matusalemme e padre di No (Genesi (v.) 4,
senza acqua n cibo. Alla fine egli decide di zionali in vigore dal 1 gennaio 1990, la dizio 18-24), introdusse la poligamia e si distinse
parlare, ma dalla terra vengono riportate al ne chilo o chilogrammo sostituita, anche per le sue efferate vendette.
la luce tre croci. Per conoscere quale sia nella lingua italiana, con quella di kilogram Laminre. Dal latino lmina, lastra. Compresso
quella del Cristo, la vera croce, tutte e tre so mo (kg). a caldo con luso di sostanze impregnanti
no accostate a un giovane morto che, venen Kilometro. Secondo le convenzioni internazio che aumentano la resistenza e il peso speci
do a contatto con quella del Redentore, risu nali in vigore dal 1 gennaio 1990, la dizione fico del materiale.
scita miracolosamente. Limperatrice madre, chilometro sostituita, anche nella lingua Lanterna. Dal latino latrna. Struttura conclu
allora, riconduce solennemente il sacro le italiana, con quella di kilometro (km). siva della cupola (v.), con funzione di orna
gno a Gerusalemme. Tre secoli dopo, il re Klaft (o nemes). Voce egizia che identifica il mento e di illuminazione. A seconda della
persiano Csroe lo ruba, ma, sconfitto da copricapo del faraone, consistente in una sua pianta, che pu essere circolare o poli
Erclio imperatore dOriente, viene decapi pezza di tessuto, spesso a righe, ricadente gonale, la lanterna avr una copertura a co
tato. Eraclio riconduce la reliquia al Santo con larghe pieghe rigide dietro alle orecchie. no o a piramide. Tale copertura pu chia
Sepolcro di Gerusalemme, tuttavia le porte Klne. In greco, letto. Pl. klnai. marsi anche cartccio o pergamna della cu
della citt si aprono per prodigio solo quan Kilon. Nel teatro greco (v.), spazio a forma di pola.
do limperatore, dismessi gli abiti regali, si semicerchio destinato al pubblico, con am Lanzichencco. Voce tedesca arcaica, da Land,

Glossario

19
terra, paese e Kncht, servo, vale a dire servazione di come il fumo dellincenso, col composto da un impasto di olio di lino, pol
servo della patria. Nello specifico i Lanzi locato su appositi bracieri, si orienta salen vere di sughero e altri componenti chimici,
chenecchi erano dei contadini tedeschi di fe do al cielo. pressati su un robusto supporto di tela.
de protestante arruolati dallimperatore Car Librarsi. Dal latino librre, pesare, tenere so Lirsmo. Caratteristica della poesia lirica, con
lo V per le sue campagne di guerra in Italia. speso. Tenersi sospeso, equilibrarsi. sistente nellesprimere le sensazioni e gli
Essi si sono resi tristemente famosi per le Libro dei sette sigilli. NellApocalisse (v.) di stati danimo dellautore. Nel linguaggio pit
orribili nefandezze compiute durante il Sac Giovanni (5,1) rappresenta il rotolo miraco torico il termine identifica una composizione
co di Roma (1527) e dopo la caduta di Firen loso nel quale sono profetizzate le visioni nella quale prevalgono la dolcezza, la grazia
ze (1530). celesti relative alla fine del mondo: E vidi e larmonia.
Lapicda. Dal latino lpis, pietra e cadere, ta nella mano destra di Colui che era assiso sul Liste di proscrizione. Dal latino proscrbere,
gliare. Lartigiano che eseguiva rilievi ed epi trono un libro a forma di rotolo, scritto sul composto da pro, avanti, e scribere, scrive
grafi incidendo la pietra e il marmo. lato interno e su quello esterno, sigillato con re, pertanto notificare. Liste di proscrizio
Lapdeo. Dal latino lpis, pietra. Di pietra. sette sigilli. ne sono elenchi di persone esiliate.
Lapislzzuli. Dal latino lpis, pietra e dallara Licnza. Dal latino licntia derivante dal verbo Litografa. Dal greco lthos, pietra e grphein,
bo lzuward, azzurro. Pietra dura e compat lcere, esser lecito. Viene impiegato nel sen scrivere. La tecnica, messa a punto a Mona
ta di caratteristico colore azzurro oltremare, so di arbtrio, abuso di libert, deviazione. co nel 1796 da Alois Senefelder (1771-1834),
utilizzata fin dallantichit anche per la fab Limo. Dal latino lmus, fango. Fanghiglia finis si basa sulla propriet dei grassi di non me
bricazione di monili e amuleti. sima di colore bruno-nerastro depositata dal scolarsi con lacqua. La matrice (v.) costi
Lapta. Appartenente al popolo dei Lapiti, leg Nilo nel corso dei suoi ciclici straripamenti. tuita da una pietra calcarea molto porosa e a
gendari abitatori dellantica Tessaglia, regio ricco di sali minerali e di sostanze fertilizzan grana fine sulla quale, una volta resa lucida,
ne montuosa della Grecia centro-orientale. ti. si disegna con una matita litografica o con
Larrio. Luogo della casa romana (v.) destina Linea alba. Linea pressoch verticale che dalla una penna contenente un inchiostro grasso.
to al culto dei Lari, divinit del focolare do regione ombelicale alle clavicole delimita La pietra viene inizialmente bagnata e, per
mestico, geni benigni della casa. due settori del torace. tanto, quando su di essa si versa dellinchio
Laterzio. Dal latino lter, mattone crudo. Ter Linea dellorizzonte. Linea orizzontale sul pia stro (anchesso grasso), questo viene assor
mine generico con il quale si identificano no prospettico (v.) passante per il punto di bito e trattenuto dal solo tratto disegnato
tutti i materiali da costruzione realizzati in fuga (v.). con la penna o con la matita, mentre viene
argilla (v.) cotta. Lineare A e lineare B. Tipi di scrittura presenti respinto dalla parte bagnata. Dopo che il di
Laurenziano. Dal latino Laurentius, Lorenzo. nellisola di Creta. La lineare A pi antica, segno su pietra ha subto ulteriori passaggi
Dedicato o attinente a San Lorenzo. ed coesistita per un certo periodo con una ed stato sottoposto a procedure di fissag
Lauves. Collina poco fuori Aix-en-Provence sul scrittura geroglifica. La lineare B, pi recen gio, si pu trasferire il disegno su carta po
la quale Czanne aveva uno studio che si era te, stata da poco decifrata e si rivelata nendo la pietra su un torchio e premendo
fatto costruire su un terreno appositamente essere un adattamento della lineare A alla sul foglio con la racla (un legno ricoperto di
acquistato nel 1901. lingua greca dei conquistatori achei. pelle).
Lavis. Inchiostro stemperato in acqua. Linee cadenti. Nelle riprese fotografiche archi Litostrto (o litostrto). Dal greco lthos, pietra
Legenda aurea. V. Jacopo da Vargine. tettoniche, fenomeno di deformazione ottica e strnnymi, ricoprire. Mosaico (v.) che rico
Leggende ossianiche. Relative a ssian, miti a causa del quale se si fotografa un edificio pre un pavimento.
co guerriero e vate irlandese di epoca alto dal basso tutte le linee verticali appaiono Litrgico. Dal greco leitourghiks, servizievole.
medioevale. Le sue imprese, tramandate convergere verso lalto. Per evitare questo Relativo ai riti e alle cerimonie che caratte
dalla tradizione orale, vennero riprese in vari sgradevole effetto, comune anche oggi a rizzano un determinato culto religioso.
canti e ballate, a loro volta preziosa fonte di qualsiasi ripresa fotografica non professio Loggia dei Lanzi. cos detta la Loggia della
ispirazione per molti poeti romantici. nale, occorre poter disporre di un apparec Signoria a Firenze (realizzata tra il 1376 e il
Lkithos. Vaso con corpo cilindroide, piede pic chio nel quale lobiettivo possa essere de 1382 da Simone Talenti e Benci di Cione),
colo, collo lungo e bocca svasata, dotato di centrato (cio spostato parallelamente al poich il granduca Cosimo I vi tenne una
ununica ansa (v.) verticale. Veniva usato per piano della pellicola) e basculato (cio ruo guardia di lanzichenecchi, cio di soldati
conservare olio, unguenti e profumi. tato intorno al proprio asse), in modo indi mercenari tedeschi.
Lenne. Dal latino leno, mediatore di amori, si pendente dal piano stesso della pellicola Loggia di Davide. Si trova a Palazzo Te a Man
nonimo di ruffiano. che, al contrario, deve sempre rimanere pa tova. Cos detta per le decorazioni ad affre
Leonardschi. Termine con il quale si designa rallelo alla facciata delledificio da riprende sco (v.) con storie della vita di Davide che vi
no quegli artisti che gravitavano nellambito re. Nel XIX secolo gli Alinari gi disponevano sono.
di Leonardo da Vinci o che di lui erano stati di obiettivi decentrabili e basculabili, il che Loop. In inglese, anello. Nel 1894 Chicago, che
interpreti, imitatori o semplicemente copisti. permetteva loro di correggere in modo per gi disponeva della pi lunga rete elettrifica
Lsena. Risalto verticale sul muro che assomi fetto le linee cadenti, facendole apparire ta di trasporti al mondo, si dot come Vien
glia a un pilastro di poco spessore. Essa ha sempre rigorosamente verticali. na anche di una circonvallazione tranviaria
essenzialmente carattere decorativo. Linguadca. Dal francese Languedoc. Antica sopraelevata che circondava come un anello
Lestrgoni. Popolo mitico abitante in Sicilia o provincia storica della Francia meridionale, il mezzo miglio quadrato del suo centro. Il
in Sardegna. Omero (v.) li descrive primitivi confinante in parte con la Guascgna (a termine Loop, da allora, diventato sinoni
e cannibali, tanto che distrussero la flotta di Ovest), con lAlvrnia (a Nord), con la Pro mo del centro stesso.
Ulisse e ne divorarono gli equipaggi. venza (a Est) e, per un lungo tratto, con il Loricto. Dal latino lorictus, armato di lorca.
Levi. Nel Vangelo di Luca (5, 29) si narra di un mare Mediterraneo (a Sud). La lorica (derivante dal latino lrum, striscia
pubblicano (cio un esattore delle imposte Lingue romanze (o neolatine). Dal francese an di cuoio) la corazza dei legionari romani.
pubbliche) di nome Levi che, abbandonati i tico romans, a sua volta derivante dal latino Inizialmente di cuoio, fu, in seguito, ornata e
suoi affari per seguire Ges, lo ospit in ca romnice (lqui), parlare latino. Linsieme di rinforzata con elementi di corno e metallici.
sa propria offrendo un banchetto in suo ono lingue moderne di derivazione latina svilup Il tipo pi evoluto completamente di me
re. patesi a partire dal Medioevo. Fra di esse ri tallo. Si tratta di unarmatura conformata in
Leziso. Dal latino tardo delicisus, piacevole, cordiamo litaliano, il rumeno, il ladino, il modo da proteggere il petto e il ventre, men
voluttuoso. Indica un comportamento pieno francese, lo spagnolo, il portoghese, il cata tre risale in corrispondenza dei fianchi.
di frivolezze e smancerie. lano. Loros. Plurale lroi. Sorta di lunga stola rica
Libagine. Dal latino libre, versare goccia a Linoleografa. Incisione (v.) effettuata su una mata, spesso trapunta di perle o pietre pre
goccia. Nella religione greca offerta sacrifi piastrella di linleum. Questultimo un ma ziose, che gli imperatori bizantini si appog
cale di sostanze liquide (vino, latte, miele) in teriale sintetico, assai resistente ed econo giavano sulle spalle facendone ricadere una
onore di dei e defunti. mico, inventato negli anni Sessanta del No falda sul petto e raccogliendone laltra su un
Libanomanza. Dal greco lbanos, incenso e vecento e impiegato soprattutto nelle pavi avambraccio.
mantia, predizione. Divinazione (v.) prati mentazioni. Di consistenza morbida e gom Losnga. Dal francese losange, rmbo. Quadri
cata, in Grecia ed in Etruria, attraverso los mosa, pu assumere varie colorazioni ed latero con lati uguali e diagonali fra loro per

Glossario

20
pendicolari. La losanga incassata (o scalata) polazioni colonizzatrici, tanto che talune co Mstaba. Tomba monumentale egizia del pe
una particolare decorazione rmbica inca lonie sono poi diventate, a loro volta, fonda riodo protodinastico (v.).
vata nel piano della muratura, al fine di crea trici di nuove citt. Mstio. Elemento del castello (v.), edificato al
re effetti di luce e di ombra. Magniloqunte. Da magniloquenza, dal latino centro, nel luogo pi elevato. costituito da
Lotto. Dal germanico hluts, porzione. Appez magniloquentia, composto da mgnus, un torrione, nei casi pi semplici di forma
zamento di terreno, per lo pi regolare, in grande, e lqui, dire. Letteralmente significa quadrangolare, allinterno del quale nel pe
cui viene suddivisa unarea edificabile. Su parlare o dire le cose in modo solenne, ma riodo feudale vivevano il feudatario e le
ciascun lotto possono essere costruiti pi allo stesso tempo ridondante. guardie addette alla sua sicurezza.
edifici allineati o anche un unico grande edi Malta. Composto formato da un legante (di so Matrce. Lastra, solitamente di rame, usata
ficio che lo occupa interamente, in questo lito calce) e da uno o pi aggreganti (sabbia nellincisione (v.), oppure lastra di pietra
caso spesso dotato di cortile interno. o pozzolana (v.)) e da acqua. usata nella litografia (v.).
Luce. In un arco (v.), distanza fra i piedritti (v.). Mammt. Dal russo mamnt. Mastodonte prei Matrono. Dal latino matrna, signora. Termi
detta anche corda (v.). storico simile a un grosso elefante peloso ne latino medioevale che indica un loggiato
Luciano di Samosata. Scrittore greco, tra i con robusta proboscide e lunghe zanne ri interno che, negli edifici paleocristiani e,
maggiori dellEllenismo, nato a Samosata, in curve. Ne sono stati rinvenuti resti soprat successivamente, anche in quelli romanici e
Siria, e morto, con ogni probabilit, in Egitto tutto in Siberia e in Alaska. gotici, era riservato alle donne.
(ca 120-post 180). Fu apprendista scultore in Mandorla. Nelliconografia (v.) medioevale, Mausolo. Edificio funerario eretto per una
giovinezza, dedicandosi, successivamente, sorta di aureola schiacciata, formata da rami personalit. Il termine viene da Musolo, re
alla letteratura, alla retorica e alla filosofia. di palma, che sta a simboleggiare la maest di Caria, per il quale, dopo la morte, la mo
Fra le sue opere pi note i Dialoghi (con nu e la gloria divine. glie fece erigere un immenso edificio alla
merose notizie inerenti alla storia dellarte) Manira. Secondo Vasari, sinonimo di stile, di memoria.
e la Storia vera. Il giudizio sullAfrodite So modo specifico in cui larte si manifesta. Mausolo di Adriano. Si tratta di Castel
sandra nel dialogo intitolato Eiknes (Le Manifatturiero. Dal latino medioevale manu SantAngelo a Roma. Il mausoleo, costruito
immagini). fcere, fare a mano. Relativo a una manifat per limperatore Adriano, conserv le ceneri
Lucumne. Voce di origine etrusca, dal latino tra, cio a un prodotto artigianale, realizza degli imperatori romani fino a Settimio Se
lcumo. Re, capo supremo, sommo magi to a mano o con pochi e rudimentali stru vero. Aveva un basamento quadrato sor
strato. menti. montato da un corpo cilindrico. Nel X secolo
Lucumona. Citt retta da un lucumone (v.). Manifesto. Scritto contenente lideologia e il divenne abitazione e fu restaurato e fortifi
Ludco. Dal latino ludus, ludo, gioco. Relativo a programma di un determinato movimento cato nel Rinascimento. Durante il pontificato
unattivit attinente al gioco. culturale, artistico o politico. di Benedetto XIV (1740-1758) venne corona
Lunto. Che ha forma curva, assimilabile a Manuale. Un volume che pu essere tenuto in to con langelo che rinfodera la spada, ricor
quella che assume apparentemente la luna una mano. Con esso si vuole alludere do di unapparizione miracolosa avvenuta
al primo e allultimo quarto. allagevolezza della consultazione di un te durante una processione nellanno 509 an
Luntta. Porzione di parete a forma di mezza sto che, pur in piccole dimensioni, racchiude nunciante la fine di una pestilenza. Divenne
luna determinata dallintersezione della pa nozioni complete su argomenti vasti attinen prigione in et napoleonica, quando i Fran
rete stessa con la volta. ti a una specifica disciplina. cesi occuparono Roma.
Lunigina. Regione fisica e storica dellentro Marchionale. Dal latino mrchio, marchese. Mendro. Dal latino mendrus, curva. Motivo
terra ligure-toscano. Deve il nome allantica Marcino. Dal latino Mrcus, Marco. Dedicato ornamentale consistente in uno o pi seg
lucumonia (v.) di Luni, che ne fu limportante o riferito a San Marco. menti che, variamente intrecciati fra loro,
capoluogo in epoca preromana. Marmma. Regione geografica estesa tra lAn producono un disegno geometrico armonio
Lupercle. Raffigurazione del ritrovamento di tiappennino tosco-laziale e la costiera tirre so e ripetitivo.
Romolo e Remo allattati dalla lupa. nica. Costituita da una serie di vaste pianure Meccnica. Dal greco mechanik, meccanica.
separate fra loro da sproni rocciosi diretta Studio del moto dei corpi e del loro equili
mente protesi verso il mare, costituisce a brio. Nel Quattrocento rientrava nellambito
M tuttoggi una delle aree naturalisticamente della meccanica anche la costruzione di stru
Macchinista. Che imita o si ispira ai meccani pi suggestive del nostro Paese. Terra un menti come gru e argani (per sollevare pesi).
smi di una macchina. tempo paludosa e malarica, ora intensa Meccanomrfo. Dal greco mechan, macchina
Maddalena. Maria Maddalena fu tra le pie don mente coltivata, ricca di allevamenti bovini e e morph, forma. Che assume la forma o
ne che assistettero allagonia di Ges croci ovini e assai frequentata dai turisti. lapparenza di una macchina.
fisso. Di lei parla lEvangelista Luca (36, 50) Marglla. Parapetto cilindrico in pietra scolpi Medagline. Accrescitivo di medaglia. In archi
descrivendola come una prostituta che, es ta. tettura sta a indicare un particolare tipo di
sendosi pentita e umiliata ai piedi di Cristo, Marmo cipollno. Particolare e pregiato tipo di ornamento di soffitti (o pareti) consistente
viene da questi assolta da tutti i suoi pecca marmo a grana compatta, di colore bianca in un dipinto (o in un bassorilievo (v.)) con
ti. stro, con tenui venature giallognole, verdoli cornice circolare (o ellittica (v.)).
Madonna Rucellai. Attribuita con certezza a ne o ambrate. Medioevo. Et di mezzo. Periodo compreso
Duccio solo in epoca recente, questa celebre Marmo di Gassino. Particolare tipo di pietra convenzionalmente tra il 476 d.C. e il 1492.
tavola, commissionata dai Laudesi di Santa calcarea di color grigio-biancastro prove Si fa unulteriore suddivisione parlando di
Maria Novella (i cui membri si riunivano per niente dalle cave di Gassino Torinese. Alto Medioevo, per i secoli a noi pi lontani,
cantare le laudi), deriva il proprio nome dal Marmorrio. Dal latino marmor, marmo. Nome e di Basso Medioevo, per quelli che ci sono
fatto di essere stata conservata a lungo nel con il quale, soprattutto nel Medioevo, veni pi vicini.
la Cappella Rucellai allinterno della Chiesa vano designati quegli artigiani che, lavoran Medioevo greco. Periodo intermedio compreso
di Santa Maria Novella. do il marmo e altre pietre, sapevano creare convenzionalmente tra la fine della civilt
Maeninum. Nel teatro romano (v.), livello in opere di scultura, architettura e tarsia (v.) minoico-micenea e let storica (VIII-VII se
cui divisa la cavea (v.). Pl. maenina. anche di notevole pregio artistico. colo a.C.).
Maglia. Dal latino mcula, macchia, lacuna, Martrium. Dal greco martyrion, testimonianza. Medusa. Insieme a Steno ed Eurale era, se
buco. Assume il significato figurato di insie Costruzione a pianta circolare o poligonale condo la mitologia, una delle Gorgoni, figlie
me di regole geometriche secondo le quali si edificata sul luogo del martirio di un santo o del dio del mare Forco e del mostro marino
organizza un tessuto urbano. sulla sua tomba. Chiamata anche memoria Ceto, tramutate anchesse in esseri mostruo
Magna Graecia. In greco Megle Ells, italia (v.). Pl. martyria. si, per punizione, da Atena. Medusa che
nizzato in Magna Grecia. Insieme di colonie Mascalca. Dallantico maliscalca, derivante aveva il potere di pietrificare chiunque la
greche nellItalia meridionale (attuali Cala da malisclco o manisclco. Indica larte del guardasse veniva rappresentata alata, con
bria, Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia). maniscalco, cio quella di curare e ferrare i lunghi denti, capelli di serpi, occhi fiammanti
Gli aspetti geografici, simili a quelli della cavalli e, un tempo, anche di curarli. Il termi e sbarrati, lingua ciondoloni.
madrepatria, hanno reso il territorio dellIta ne viene dalla lingua franca markskalk, da Megaltico. Dal greco mgas, grande e lthos,
lia meridionale una meta prediletta delle po skalk, servo e mark, addetto ai cavalli. pietra. Costruzione o struttura realizzata me

Glossario

21
diante blocchi di pietra squadrati di dimen t. Originariamente con il senso di citt-ma la monda del riso, estirpando le erbe infe
sioni colossali. dre, fondatrice di altre citt (colonie). Oggi il stanti.
Mgaron. Dal greco mgas, grande. Nei palaz termine significa citt di grandi dimensio Monle. Dal latino monle, collana. Oggetto
zi micenei, si tratta dellorganismo pi vasto ni, importante sia dal punto di vista econo dornamento (bracciale, collana, anello, spil
e pi interno. mico sia da quello artistico e culturale. la) solitamente realizzato in materiale pre
Melegro. Secondo la mitologia, figlio di Eneo, Mezzaluna fertile. Area compresa tra lAfrica giato (oro, argento, avorio), talvolta (comun
re di Calidone. Per ostilit nei riguardi di Settentrionale e il Vicino Oriente la cui con que non in epoca preistorica) con lutilizzo
Eneo, Artemide aveva inviato un terribile cin formazione geografica ricorda approssimati anche di perle e di pietre dure o preziose
ghiale che mieteva vittime nelle contrade. vamente un arco di cerchio. I grandi fiumi (soprattutto granati, ametiste e rubini).
Meleagro uccise il feroce animale ma, a sua della zona, grazie ai loro straripamenti sta Moncrmo. Dal greco mnos, unico, solo e
volta, rimase vittima di chi ne pretendeva la gionali (circa da met luglio a met novem chrma, colore. Tipo di pittura realizzato con
pelle. bre), rendevano fertili i territori nelle loro diverse sfumature del medesimo colore, al
Memoria. Costruzione a pianta circolare o poli immediate vicinanze, favorendo agricoltura fine di imitare il modellato di un bassorilievo
gonale edificata sul luogo del martirio di un e allevamento. (v.) o di una scultura a tutto tondo.
santo o sulla sua tomba. Chiamata anche Mezza-tinta. Sinonimo di chiaroscuro (v.). Monoculre. Dal greco mnos, unico o solo, e
martrium (v.). Pl. memoriae. Microlte. Dal greco micrs, piccolo e lthos, dal latino tardo oculris, oculre (derivato
Mnade. Nome delle seguaci di Dioniso, il dio pietra. Utensile in pietra scheggiata di picco da culos, occhio). Significa quindi relativo
dellebbrezza. Sono anche dette baccanti le dimensioni e di accurata fattura (soprat a un solo occhio.
(da Bacco, nome con cui i Romani indicava tutto lame, punteruoli, punte di freccia). Monfora. Dal greco mnos, solo e dal latino
no Dioniso), tiadi e bassridi. Mina di piombo. Detta anche grafte inglese, fris, apertura. Finestra il cui vano non
Mendicanti. Sono cos detti gli ordini religiosi si caratterizza per la sua friabilit. Nel 1790 suddiviso da alcun elemento.
ai quali la Regola impone la povert perso il francese Cont aggiunse dellargilla (v.) al Monogrmma. Dal greco mnos, uno solo e
nale e quella dei conventi. I monaci vivono la polvere di grafite e port i due elementi grmma, segno, lettera, figura. Insieme di
di elemosina o del proprio lavoro. I pi im cos uniti a cottura, dando origine alla grafi pi lettere o parole riunite a formare un solo
portanti ordini mendicanti sono quelli dei te che troviamo nelle attuali matite (matite carattere o una sola figura. Indica, solita
francescani e dei domenicani. Cont). In base al grado di cottura e alla per mente, il nome di una persona.
Menhr. Dal celtico men, pietra e hir, alto, lun centuale dei due componenti, il materiale ri Monolte. Dal greco mnos, solo, unico e li-
go. Grandi monoliti (v.) sagomati in modo da sultante pi o meno duro. thos, pietra. Blocchi di pietra costituiti di un
assumere una forma aguzza e slanciata. In Minarto. Dallarabo manra, faro. Alta torre, unico pezzo di grandi dimensioni sagomato
italiano si chiamano anche pietre fitte. per lo pi cilindrica, annessa alla moschea. a parallelepipedo.
Mnsola. Elemento che sostiene una trave o Dal minareto il muezzn (dallarabo muadh- Monomana. Dal greco mnos, solo e mana,
una cornice. din, colui che pronuncia linvito alla preghie follia. Il termine, oggi inusuale, indica quel
Mercatra. Dal latino mercri, commerciare. ra), addetto a varie incombenze religiose, disturbo della mente caratterizzato dal con
Anticamente, lesercizio del commercio. chiama cinque volte al giorno, con un canto centrarsi su unidea fissa.
Merlo ghibellino. Merlo sagomato a coda di rituale, i fedeli alla preghiera. Monptero. Dal greco mnos, solo e pthros,
rondine. Miniatra. Dal latino mnium, minio, il partico alato, leggiadro. Tempio greco di forma cir
Merlo guelfo. Merlo squadrato. lare pigmento (v.) di colore rosso intenso, a colare e circondato da una sola circonferen
Mesoltico. Dal greco msos (medio) e lthos base di ossido di piombo, usato inizialmente za di colonne.
(pietra), let della pietra di mezzo (ca per delineare o campire le iniziali di pagina, Monotesta. Dal greco mnos, solo e thes,
8000 6000 a.C.). Si tratta di un periodo di dette anche capilttera. dio. Relativo a una religione che ammette
transizione (v.) durante il quale luomo affi Mistilneo. Formato dal succedersi di profili lesistenza di un solo dio.
na le proprie tecniche di lavorazione della retti e curvi. Monta. In un arco (v.), distanza verticale fra il
pietra producendo, tra laltro, microliti (v.) Mitico. Relativo alla mitologia. Mitologia vie piano di imposta (v.) e il punto pi elevato
da taglio sempre pi efficaci (soprattutto la ne dal greco mythologha, racconto favolo della linea di intradosso (v.). detto anche
me e punte di freccia). In questa fase egli in so, composto da mythos, favola e logha, saetta (v.) o freccia (v.).
comincia anche ad addomesticare gli anima racconto. Monterzzo. Detto anche montarzzo, con il
li e a coltivare la terra e, in conseguenza di Mobiles. Opere scultoree costituite da struttu significato di montagnola, piccola collinetta.
ci, deve abbandonare le caverne naturali e re sospese e suscettibili di movimento rea Morale. Dal latino ms, costume, comporta
costruirsi i primi ripari artificiali nei luoghi lizzate da Alexander Calder. mento. Relativo al comportamento nella vita
che ritiene pi idonei. Modanatra. Dal latino mdulus, modulo, mi pratica, implica una scelta consapevole tra
Mta. Presso i Romani indicava una qualunque sura. In unarchitettura, elemento decorativo ci che bene e ci che male.
costruzione, e perfino un monte, la cui forma sagomato, soprattutto con funzione di rac Morsura. Dal latino morsu, morso. Nellincisio
fosse piramidale o conica. cordo tra due altre parti della struttura. ne (v.), operazione che consiste nellintacca
Metafisica. Dal greco met, oltre, e physik, Modellto. Dal latino mdulus, misura, norma. re la lastra metallica con un acido (detto
natura. Nella distinzione degli scritti di Ari Rilievo di unopera scultorea. mordente) per asportare le parti non deside
stotele, definisce il gruppo di opere il cui Modernolatra. Idolatria della modernit. rate.
contenuto va al di l della fisica, e che in Modularizzazione. Dal latino mdus, misura. Mosico. Dal latino medioevale musicus, a
un certo senso le superiore. Suddivisione in moduli (v.). sua volta derivante da Musa. Le Muse veni
Metallurgia. Dal greco mtallon, metallo ed r- Modulo. Dal latino modus, misura. Misura ri vano infatti onorate in grotte artificiali, co
gon, lavoro. Tecnica che si occupa dellestra petuta sempre uguale, al fine di scandire struite nei giardini romani, decorate con mo
zione a caldo dei metalli dai minerali, dei meglio lo spazio. Anche con il significato di tivi ornamentali costituiti da piccole pietre
processi di fusione e di raffinazione e della unit di misura di base, corrispondente con colorate variamente accostate.
produzione di manufatti o semilavorati me venzionalmente al diametro (o, talvolta, al Moscha. Dallarabo msgid, luogo di adora
tallici. raggio) di base di una colonna, mediante la zione, a sua volta derivante dal verbo sa-
Metamrfosi. Dal greco metamorfoun, trasfor quale si proporzionano tutti gli altri elementi gid, prosternarsi. Edificio dedicato al culto
mare. Spesso con il significato figurato di dellarchitettura, in modo che tutti risultino islamico. Esso si ispira allabitazione di Mao
cambiamento estremo e radicale. armoniosamente multipli o sottomultipli del metto (570-632) a Medina, nella quale il Pro
Mtopa. Dal greco met, fra e op, apertura, modulo di partenza. feta riuniva i propri fedeli per discutere e per
foro. Nel tempio greco, lastre poste a chiu Modulor. Sistema elaborato dallarchitetto pregare.
sura degli spazi quadragolari che nei primis francese Le Corbusier che, sulla base delle Mtta. Da unantica voce preromana. Piccolo
simi templi arcaici venivano a crearsi tra le proporzioni del corpo umano, individua una rialzo collinare, talvolta realizzato anche ar
travi lignee che, appoggiate allarchitrave serie di multipli e sottomultipli geometrici in tificialmente per costruire torri di avvista
(v.), avevano a loro volta il compito di sor base ai quali dimensionare le costruzioni. mento o parti di fortificazioni.
reggere il tetto. Mondne. Dal latino tardo mundare, pulire. Mozztta. Corto mantello con cappuccio.
Metropoli. Dal greco mter, madre e plis, cit Operaie che, nelle risaie, si occupavano del Ms. A, f. 93r.. Codice leonardesco di contenuto

Glossario

22
omogeneo che fu scritto nel 1492 (si legge Natura morta. Composizione con soggetti ina ne dellopera.
manoscritto A, foglio 93 recto). Le pagine nimati, generalmente fiori e frutta. Ninfo. Solitamente con questo termine si de
dei codici solitamente sono numerate solo Naturalistico. Dal latino nsci, nascere. Ten signa un luogo destinato al culto delle Ninfe,
da una parte quella che troviamo sempre a dente a rappresentare in campo artistico la ma pu indicare anche una fontana monu
destra aprendo un volume cosicch occor natura, dunque la realt, nel modo pi vero mentale munita di vasca con relativo spec
re distinguere il recto (la pagina con la nu simile e oggettivo possibile. chio dacqua.
merazione) e il verso (la facciata retrostan Naumacha. Dal greco naumacha, composto Nibidi. Figli di Nobe, il cui numero varia a se
te). La lettera che talvolta segue le diciture da nus, nave, e mach, battaglia. Spettaco conda del mito, da un minimo di cinque a un
r(ecto) e v(erso) ad esempio r-a specifi lo consistente nella simulazione di battaglie massimo di venti. Vantatasi di essere supe
ca dei manoscritti di Leonardo per distingue navali. riore a Latona, madre solo di un figlio, Apol
re i diversi frammenti che spesso sono stati Navta. Dal latino nvis, nave. Ambiente inter lo, e di una figlia, Artemide, si vide uccidere
incollati su una stessa pagina di un codice no a sviluppo longitudinale, delimitato da tutti i figli (tranne due) dalle due divinit su
miscellaneo, cio composto di materiale di muri o colonne, nel quale si dividono edifici richiesta della madre offesa.
diversa provenienza come, ad esempio, il di grandi dimensioni (soprattutto templi, ba Nirvna. Secondo le credenze buddiste , do
Codice Atlantico (v.). siliche e chiese). po la morte, lannientamento, durante la vita
Mummificare. Dallarabo mmiyya. Si differen Necrpoli. Dal greco nekrs, morto e plis, cit il superamento del dolore.
zia in processo naturale mummificazione t. Letteralmente citt dei morti, nellanti Nolare. Dal latino medioevale nola, campana.
e artificiale imbalsamazione. Questultima, chit erano i luoghi di sepoltura. Dicesi in generale di torre campanaria ma,
introdotta per la prima volta proprio dagli Neoclassicsmo. Movimento artistico diffusosi pi specificatamente, soprattutto nelle chie
Egizi, un complicato processo grazie al a partire dalla seconda met del Settecento se abbaziali cluniacensi (v.) e cistercensi
quale i cadaveri, una volta eviscerti (cio e conclusosi, grosso modo, alla fine del se (v.), sta a indicare il tiburio (v.) turrito posto
svuotati delle viscere e delle parti molli) e condo ventennio dellOttocento. allintersezione delle navate (v.) con il tran
avvolti in bende intrise di oli e unguenti spe Nefita. Dal greco nos, nuovo e phyein, pian setto (v.).
ciali, potevano conservarsi senza decompor tare. Colui che, avendo da poco abbracciato Non finito. Si definisce cos lo stile secondo il
si. Tale processo era favorito, oltre che la fede cristiana, solitamente in et gi adul quale parti di una statua o di un dipinto ven
dallaccurata preparazione, anche dal clima ta, si appresta a essere battezzato. Estensi gono lasciate volontariamente allo stato di
molto secco e dalla quasi assenza daria vamente si dice anche di chi ha da poco ab abbozzo, in modo che dal contrasto tra parti
allinterno dei sarcofagi e nei sepolcreti (v.) bracciato alcune idee. finite e non finite scaturiscano il fascino e
sotterranei. Neoltico. Dal greco nos (nuovo) e lthos (pie lintensit dellopera.
Munto. Dal latino munre, armare. Dicesi di tra), let della pietra nuova (ca 6000 Nota contabile. Scrittura nella quale si elenca
citt, edificio o castello (v.) ben fortificato. 4000 a.C.), cio della pietra perfettamente no entrate e uscite, ad esempio, elenchi di
Murle. Dallo spagnolo murales. Grande dipin levigata, indizio della grande abilit ormai prodotti agricoli, di capi di bestiame o di al
to a vivaci colori, realizzato in genere sulle acquisita e delle tecniche di lavorazione tre propriet di valore.
facciate esterne degli edifici, anche da pi sempre pi raffinate e progredite. Divenuto Notazione. Dal latino nottio, nota, annotazio
persone contemporaneamente, al fine di il ormai stabilmente agricoltore, luomo del ne. Per estensione, sottolineatura, eviden
lustrare scene particolarmente significative neolitico sa gi realizzare delle rudimentali ziazione.
della vita sociale e politica di una determina capanne che, riunite insieme, formano an Notturno. Indica la rappresentazione di una
ta comunit. che i primi villaggi. scena che avviene di notte.
Muse. Sono le nove figlie di Zeus e di Mnem Neopalaziale. Nella datazione della civilt cre Numero. Secondo lAlberti la giusta misura
sine. Esse sono le divinit che presiedono al tese, il periodo neopalaziale, o dei nuovi delle varie parti in relazione al tutto. Si trat
le arti e alle scienze: Clio alla storia. Tala alla palazzi, va dal 1700 al 1400 a.C. ta, cio, delle caratteristiche geometriche
commedia, Melpmene alla tragedia, Ter Neorealismo. Letteralmente nuovo realismo. delle singole parti che compongono unope
score alla danza, Polmnia agli inni, rato al Con tale definizione si identifica solitamente ra architettonica.
la mimica, Callope alla poesia epica, Urnia il periodo dellimmediato dopoguerra (anni Nurghe. Da una voce sarda preromana. Co
allastronomia, Eutrpe alla lirica monodica. Cinquanta e primissimi anni Sessanta) duran struzione megaltica (v.) tipica della Sarde
Musvo. Tutto ci che relativo al mosaico (v.). te il quale la cultura e larte italiane, alfine li gna, di forma tronco-conica avente, a secon
beratesi dallubriacatura ideologica fascista e da delle dimensioni e della disposizione, va
dalla conseguente retorica nazionalista, vo rie funzioni: di difesa, di riunione, di deposi
N gliono riscoprire la realt del proprio paese. to e, forse, di abitazione. Gli enormi massi
Naiskos. Diminutivo di naos (v.), dal greco Neridi. Mitiche divinit marine figlie di Nero squadrati che lo compongono sono sovrap
nio, abitare. Edicola a baldacchino a forma e di Dride. Erano in tutto cinquanta, abita posti in modo progressivamente aggettante
di tempietto privo di peristasi (v.). vano gli abissi del mare sedute su troni (cio sporgente) verso linterno, al fine di
Nos. In greco significa cella. Elemento del doro e cavalcavano delfini o erano traspor formare una rudimentale pseudocupola, so
tempio dove veniva custodito il simulacro tate da Tritoni (v.) su dei carri. Celebrate da luzione architettonica in tutto simile a quella
della divinit a cui il tempio stesso era dedi artisti e poeti per la loro bellezza, personifi che successivamente sar utilizzata anche
cato. cavano spesso, con i loro lunghi capelli, le nelle costruzioni tombali micenee (thloi
Narrazione. Dal latino narrre, raccontare. La onde del mare. (v.)) ed etrusche. Pl. nuraghi.
serie di storie dipinte che compongono un Nervature. Spessi e ben riconoscibili ricorsi re
determinato ciclo (solitamente di affreschi golari di mattoni disposti lungo i meridiani
(v.)). di una calotta (v.). O
Nartce. Dal greco nrthex, scrigno. Porzione Nstore. Mitico re di Pilo. Combatt a Troia. Oblto. Dal latino obltus, offerto. Chi, spinto
di porticato che corrisponde alla facciata di Nel suo palazzo si rec Telemaco a chiedere dalla fede o dal bisogno, entra in et adulta
una basilica. notizie del padre Ulisse. in un convento e, pur rimanendo laico, si
Nattio. Nelle terme (v.) romane, piscina sco Nicodmo. Discepolo che tent di difendere sottopone in tutto alla rigorosa regola mo
perta. Ges davanti al Sinedrio. Prese parte alla nastica.
Nativit della Vergine e Presentazione al sua deposizione e alla sua collocazione nel Obsolto. Dal latino obsolscere, cadere in di
Tempio. Eventi narrati dai Vangeli Apcrifi sepolcro. Il Sinedrio era, presso gli Ebrei, il suso. Vecchio, superato, caduto in disuso.
(v.). Maria, nata miracolosamente da Anna e massimo organo giurisdizionale ed ebbe vita Occhio di ponte. Nei ponti (v.), apertura avente
Gioacchino, che si credevano ormai sterili, sino al 70 d.C. lo scopo di alleggerire la spinta delle acque
venne consacrata al servizio del Signore. Nmbo. Probabilmente dal latino nbes, nuvo nel caso di piena.
Allet di tre anni venne condotta al Tempio la. Aureola circolare che nelliconografia (v.) Odno. In tedesco Wuotan o Wodan, divinit
e l dimor fino ai dodici anni, quando venne cristiana viene rappresentata intorno (o so germanica che, secondo la leggenda, possie
data in sposa a Giuseppe. pra) la testa di santi e beati. Qualora di for de una lancia miracolosa che dopo ogni lan
Nativit. Rappresentazione della nascita di Ge ma quadrangolare, essa identifica un perso cio ritorna sempre nelle sue mani. anche
s secondo la narrazione evangelica. naggio vivente al momento della realizzazio dio della tempesta e signore della guerra.

Glossario

23
Oecus. Nella casa romana (v.), sala per i ricevi che significa. Ad esempio tintinno, bisbiglia scanalature con spigolo smussato) e capitel
menti. Pl. oeci. re ecc. lo (capitello corinzio, v.) troncoconico ornato
Officina. Si usa nel senso ampio di bottega (o Opalno. Si riferisce allople, una pietra color da foglie di acanto (v.). Il termine trae origi
insieme di botteghe) allinterno della quale perla o lattiginosa. ne da Corinto, citt dove lordine nacque. V.
uno o pi maestri lavoravano collettivamen Opera omnia. Locuzione latina formata dai ter anche tempio corinzio.
te alla realizzazione di un importante manu mini plurali pera, opere, e mnia, tutte: let Ordine dorico. Ordine architettonico (v.) impie
fatto artistico. teralmente tutte le opere. Indica la raccol gato nellantica Grecia. Si tratta del pi anti
Ogivle. Laggettivo viene dal sostantivo ta completa delle opere di un determinato co degli ordini architettonici greci, originario
ogva, termine derivante dal francese antico autore. del Peloponneso e diffusosi poi nelle colo
augive (forse dallo spagnolo aljibe, a propria Opistdomo. Dal greco pistha, dietro, e d- nie. caratterizzato da una colonna senza
volta proveniente dallarabo al-giubb, poz mos, casa. Nel tempio doppiamente in antis base, poggiante sullo stilobate (v.), con fu
zo) e indicava, originariamente, le nervature (v.), sorta di secondo pronao (v.) che stava sto (v.) scanalato a spigoli vivi, entasi (v.) e
(v.) diagonali delle volte a crociera (v.) roma dietro al primo, identico a esso per forma e capitello (capitello dorico, v.) con abaco (v.)
niche e gotiche. comunemente usato per dimensioni, ma che non aveva scopi funzio ed echino (v.). V. anche tempio dorico.
indicare la forma acuta o affusolata di un ar nali; esso veniva aggiunto solo per conferire

Acroterio
co (v.) o di una volta, senza riferimento, per simmetria ed equilibrio al tempio. Gronda
ci, alla presenza o meno delle nervature. Opus incrtum. In latino, opera incerta. Nellar (sima)

Frontone
Oinoche. Specie di brocca con corpo espan chitettura romana, muro realizzato con pie

Antefissa
Timpano
so, piede piccolo, bocca trilobata o a bec tre piccole e di forme svariate.
cuccio, dotata di ununica ansa (v.) verticale. Opus mxtum. In latino, opera mista. Consiste Cornice
(geison)
Veniva usata per versare il vino (in greco i- nel raggruppare nello stesso lavoro vari tipi
nos) nel rhyton (v.). di muratura. In generale, per, si usa il ter Metopa

Fregio
Oligarcha. Dal greco olgoi, pochi e archa, po mine opera mista quando vengono usati

Trabeazione
Triglifo
tere. Forma di governo in cui il potere ge contemporaneamente pietre e mattoni. Tenia
stito da un ristretto gruppo di privilegiati, Opus quadratum. In latino, letteralmente, Regula
Gocce
soprattutto nobili e ricchi. opera quadrata. Apparecchio murario Architrave
Olio. La pittura a olio si basa sullimpasto dei (cio struttura di un muro) realizzato con
pigmenti (v.) colorati con olio di lino o di no grossi massi squadrati a forma di parallele

Capitello
Abaco
ce e con essenza di trementina, un olio che pipedi di dimensioni pressoch uguali. Echino
rende meno vischioso e pi diluito il compo Opus reticultum. In latino, opera reticolata, Collarino

sto. Lolio permette di fondere i colori sul di da retculum, reticella. Nellarchitettura ro Fusto scanalato
a spigoli vivi
pinto stesso e, impiegando tempo ad asciu mana, muro composto da elementi (solita
gare, d allartista la possibilit di corregge mente in tufo e, comunque, di pietra) ap
re o modificare il gi fatto a distanza di gior prossimativamente piramidali affogati nel
Stilobate
ni. Alla fine del lavoro si aggiunge una verni calcestruzzo (v.), dei quali rimanevano in vi
ce protettiva che rende lucidi i colori. La tec sta solo le basi quadrate.
nica della pittura a olio ebbe origini fiammin Opus spictum. In latino, opera a spiga, da spi-
Crepidoma
ghe, come narra il Vasari che, impropriamen ca, spiga. Le pietre sagomate o i mattoni
te, ne attribuisce linvenzione al grande Jan vengono disposti inclinati di circa 45 inver
van Eyck. Il termine fiammingo viene dal tendo la loro inclinazione ora verso destra,
latino flamngus, cio abitante delle Fiandre ora verso sinistra a ogni filare. Ordine gigante. Tipica invenzione michelan
(v.). In senso storico-artistico termine este Opus testceum. In latino, opera di mattoni, giolesca consistente nellabolire la consueta
so a tutti i Paesi Bassi. da tsta, mattone cotto. Si dice di ogni tipo partizione orizzontale delle facciate e nel so
lpe. Vaso simile alloinoche, con corpo leg di muratura che faccia esclusivo uso di mat stituirvi un ordine architettonico che percor
germente espanso, collo quasi cilindrico, toni, e fu il paramento murario di cui i Roma re verticalmente lintera altezza delledificio.
bocca circolare, dotato di ununica ansa (v.) ni si servirono con maggior frequenza. Ordine ionico. Ordine architettonico (v.) impiega
verticale. Veniva usato per attingere e versa Opus vermiculatum. Tecnica consistente nellim to nellantica Grecia. Originario dellAsia Mino
re liquidi in genere. piegare minutissimi pezzi di pietre colorate re, caratterizzato da colonna con fitte scana
Omrico. Relativo alle opere di Omero (v.), Ilia- disposti secondo linee ondulate o arcuate, lature, poggiante sulla base mediante due tori
de e Odissea. virgolettate o circolari, a mo di vermi, in lati (v.), e capitello (v.) a doppia voluta (v.) decora
Omro. Il pi grande dei poeti greci. Lo si ritie no vrmis, da cui laggettivo vermiculatum. to con ovoli (v.). V. anche tempio ionico.
ne autore dellIliade (racconto della guerra Opus vitttum. In latino, opera listata, da vtta,
degli Achei contro Troia) e dellOdissea (rac nastro, benda. Tecnica che consiste nel di Gronda
(sima)
Frontone

conto del viaggio di Odsseo, o Ulsse, da sporre piccoli blocchi lapidei, parallelepipedi
Troia a taca). Si pensa che Omero sia vissu e tutti della stessa altezza, in filari orizzontali.
Timpano
to in un periodo, non noto, tra lXI e lVIII se rafi. Coloro che si dedicano alla produzione
colo a.C. Gi in et ellenistica si dubit che di monili, fibbie e oggetti decorativi realizza Cornice
(geison)
le due opere fossero frutto di una sola men ti con metalli preziosi (soprattutto oro e ar
te, ma oggi la maggior parte degli studiosi gento) e pietre dure. Fregio
Trabeazione

ritiene fondata lesistenza storica di Omero. Ornte. Dal latino orre, parlare, pregare. Che continuo

mphalos. Termine greco che significa ombe in atteggiamento di preghiera.


lico. I Greci ritenevano che lnfalo della Orchstra. Dal greco orchisthai, danzare. Nel
Terra fosse a Delfi, dove era segnalato da teatro greco (v.), spazio destinato al coro
Architrave
una pietra di notevoli dimensioni. Lonfalo che accompagnava lazione con danze, canti tripartito
delfico era raffigurato come un sasso avente e recitazioni, muovendosi attorno alla thy
Abaco
la superficie superiore arrotondata, ricoper mele (v.).
Capitello

to da bende formanti una rete. Ordine architettonico. Serie di regole geome Voluta
d'angolo
Echino
a volute
Onda corrente. O can corrente o fregio un triche e matematiche mediante le quali le di Voluta
dato o fregio vitruviano. Si tratta di un mensioni di ogni edificio sono costantemen Fusto scanalato
a spigoli smussati
motivo decorativo ondulato, genericamente te messe in rapporto tra loro e con le dimen Ovoli
e dardi
a forma di S, simile al rincorrersi delle on sioni delledificio nel suo insieme.
de del mare con la cresta che si avvolge. Ordine corinzio. Ordine architettonico (v.) im
Onomatopico. Dal greco noma, nome, e piegato nellantica Grecia. Si tratta del pi
Toro
poiin, fare. Vocabolo che riproduce o sug tardo degli ordini architettonici greci, carat
Base

Trochilo (o scozia)
gerisce acusticamente loggetto o lazione terizzato da una colonna (solitamente a 24 Toro

Glossario

24
Ordine tuscnico. Da Tuscia, nome con il quale voli e dardi. Dal latino vum, uovo e dal frn Pnico. Dal greco paniks, del dio Pan. In ge
fin dal I secolo a.C. venivano chiamati i terri cone dard, freccia. Nelle modanature classi nerale si usa con il senso di improvviso, in
tori ormai romanizzati dellantica Etruria. Or che motivo decorativo consistente nel ripe tenso, sconvolgente al limite del sopranna
dine architettonico (v.) impiegato dagli Etru tuto e proporzionato alternarsi di elementi turale.
schi. Simile allordine dorico (v.) arcaico, tondeggianti (a forma di mezze uova) e lan Pannggio. La resa delle pieghe di una stoffa,
presenta tali e tanti elementi di diversit da ceolati (come punte di freccia). del materiale di cui costituita, del modo in
indurre Vitruvio a classificarlo come ordine a cui si adatta al corpo sottostante.
parte. Le colonne sono lignee, prive di sca Pantocratr. Dal greco ps, tutto e kratin, go
nalature e, spesso, anche vivacemente poli P vernare, dominare. Pantocratre, signore di
crome. A differenza di quelle doriche, esse Paggio. Forse dal greco pathiks, giovinetto tutte le cose, onnipotente. Attributo con il
non poggiano direttamente sullo stilobate effeminato. Nel Medioevo giovane nobile al quale i Cristiani dOriente erano soliti indica
(v.), ma su una massiccia base formata da servizio di un signore di rango superiore. Pi re Cristo fin dal periodo bizantino.
un plinto (v.) a pianta quadrata sormontato in generale giovinetto al servizio di un nobile Papier colls. Dal francese, carte incollate.
da un toro (v.) solitamente della medesima o a scorta di una dama. Tecnica inventata da Georges Braque che
altezza. Il fusto (v.), pur essendo rastremato Pailo. Dal latino medioevale prium, caldaia. consiste nellapplicare sulla tela ritagli di
(v.) verso lalto (il diametro al collarino, in Grosso recipiente in rame di forma tondeg giornale e di carte da parati di varie qualit e
fatti, 3/4 di quello alla base), risulta com giante, munito di un manico di ferro con il colori.
pletamente privo di entasi (v.). Il capitello quale possibile appenderlo sulla fiamma Papirifrme. A forma di papiro. Si dice di quel
(v.) assai pi modesto e meno massiccio di del focolare. le colonne il cui capitello (v.) a forma di
quello dorico. Labaco (v.), che non sporge Pala daltare. Grande tavola lignea (preferibil campana rovesciata, come una pianta di pa
dallechino (v.), a sua volta sormontato mente in pioppo) posta sopra laltare, sulla piro aperta, o di bocciolo, come una pianta
dalle travi lignee che costituiscono la trabe quale vengono dipinte o scolpite rappresen di papiro chiusa.
azione (v.). Il tetto, molto spiovente, del ti tazioni di soggetto sacro. Paradossle. Dal greco pardoxos, composto
po a due falde e ricalca, nella forma come Palafitte. Costruzioni realizzate su una serie di di pra, contro e dxa, opinione, col signifi
nei materiali, quelli delle abitazioni etru pali conficcati nel fondo di laghi, fiumi o pa cato, quindi, di ci che va contro lopinione
sche. Unici motivi decorativi del tempio etru ludi, nei pressi della riva, tipiche del neoliti comune. Equivale a strano, inaspettato, inu
sco sono gli acroteri (v.) e le antefisse, soli co (v.). suale.
tamente realizzati in terracotta dipinta. Paleoltico. Dal greco palais, vecchio e lthos, Parnco. Dal greco phlanx, tronco, bastone.
Orditra. Dal latino ordri, iniziare a tessere. pietra. let della pietra antica (circa Attrezzo meccanico a ingranaggi, simile a un
Linsieme delle travi e degli altri elementi 1800000 10000 anni fa). In questo enorme grosso cric, che, mediante lazionamento di
portanti di un tetto. arco di tempo luomo impara lentamente a una manovella, consente con poca fatica il
Oro zecchno. Dallarabo skka, zecca (v.). Oro lavorare la pietra scheggiandola con altre sollevamento anche di grossi pesi.
purissimo, lo stesso che veniva usato per pietre pi dure. Si ottengono in questo mo Parasknia. Parasceni. Nel teatro greco (v.),
coniare gli zecchni, unantica moneta vene do i cosiddetti chopper (v.), utilizzati sia co parti avanzanti della scena (v.) che delimita
ziana. me arma, sia come strumento per tagliare le vano sui due lati il proskenion (v.).
Orografa. Dal greco ros, montagna e gr- pelli e raschiare il legno. In seguito lindu Parsta. Lesena (v.) che assume anche funzio
phein, scrivere. Parte della geografia fisica stria ltica (cio della pietra) giunge a un ele ne strutturale. In questo caso c effettiva
che studia e descrive i sistemi montuosi di vato grado di specializzazione, con una ricca mente un pilastro inglobato nella muratura
una determinata regione. produzione di amigdale (v.) e di altri utensili da cui sporge soltanto per una piccolissima
Ortodsso. Dal greco orthdoxos, composto di da taglio e da incisione, tutti realizzati con parte.
orths, dritto, corretto, esatto e dxa, opi scheggiature bifacciali, cio su entrambe le Pride. Figlio di Pramo, re di Troia, e di cuba,
nione. Vuol dire esatta credenza, quindi facce delle sottili lamine di pietra impiegate. da giovinetto venne invitato a fare da giudi
vera fede. Let della pietra stata suddivisa, per faci ce in una gara di bellezza fra Era, Atena e
Ossidina. Dal latino obsina ptra, pietra che lit di studio, in tre fasi distinte: paleolitico Afrodite. Paride scelse Afrodite alla quale
secondo Plinio il Vecchio fu scoperta da un inferiore (circa 1800000 120000 anni fa), venne dato in dono un pomo aureo di ris (la
tale Obsio. termine che indica qualunque paleolitico medio (circa 120000 35000 anni Discordia).
tipo di roccia eruttiva formata, per la mag fa) e paleolitico superiore (circa 35000 Parietle. Dal latino pries, parete. Realizzato
gior parte, da una pasta vetrosa. 10000 anni fa). su una parete.
Ostentare. Dal latino ostndere, mostrare. Mo Paleontologa. Dal greco palais, antico; n, Prodoi. Nel teatro greco (v.), passaggi laterali
strare con orgoglio, mettere in evidenza, participio presente di eim, essere e lgos, che separano lorchestra (v.) dal koilon (v.),
porre fortemente in risalto. parola, concetto. Scienza che, attraverso i ri usati dal coro per le entrate e le uscite e, in
Ottagonale. A otto lati. la pianta tipica dei trovamenti fossili, studia i vegetali (paleobo un periodo pi tardo, dal pubblico.
battisteri (v.), in quanto rimanda simbolica tnica) e gli animali (paleozoologa) vissuti Passatsmo. Termine dispregiativo per indica
mente al patto di alleanza che Dio impose in epoca preistorica, ricostruendone le carat re latteggiamento di chi legato a una tra
tramite Abramo al popolo ebraico, consi teristiche e i processi evolutivi. dizione culturale e di pensiero del passato.
stente nel circoncidere tutti i neonati maschi Palitto. Dal latino pllium, drappo. Paramen Passione di Cristo. Raffigurazione di alcuni de
lottavo giorno dopo la nascita (Genesi (v.) to di stoffa ricamata, legno intarsiato o di gli avvenimenti narrati dai Vangeli e riferen
17, 10-12). pinto, marmi colorati, avorio o altro materia tisi alle sofferenze di Cristo, dallagonia
Ottstilo. Dal greco okt, otto e stylos, colon le prezioso che si applica sulla parte anterio nellOrto degli Ulivi sino alla crocifissione.
na. Tempio con otto colonne sul fronte ante re dellaltare, quella rivolta verso i fedeli. Lo Patna. Dal latino patna, piatto. Piccolo disco
riore. stesso che dossle o antepndium. di metallo pregiato atto a coprire il calice e a
Ottomni. Da Othman, capostipite della dina Palldio. Letteralmente, sacro a Pllade Athe contenere lostia consacrata.
stia turca che fond limpero ottomano, lo na, la dea della Sapienza. Patnte. Dal latino patre, essere aperto. Do
Stato turco musulmano, che ebbe durata dal Pllio o palla. Dal latino pllium. Abito di origi cumento che autorizza a esercitare una de
1300 circa al 1923. ne greca, molto in uso presso gli antichi Ro terminata attivit. Nel Medioevo le ltterae
Ottone. Forse dallarabo ltun, rame. Robusta mani, che spesso lo preferivano alla toga. patntes (lettere patenti), venivano trasmes
lega metallica dal caratteristico colore giallo Indossato sopra la tunica, consisteva in un se aperte.
lucente composta di rame e zinco. Nellanti rettangolo di stoffa (solitamente bianca) che Ptera. Coppa usata per versare liquidi sugli
chit, non essendo ancora noto lo zinco me veniva drappeggiato intorno alle spalle. altari durante i sacrifici.
tallico, la si produceva aggiungendo al bron Panegrico. Dal greco pas, tutto e gyris, adu Patetsmo. Dal greco pthos, sofferenza. Ten
zo (v.) la calamna, un minerale a sua volta nanza. Originariamente discorso solenne denza a introdurre in una rappresentazione
ricco di silicato basico di zinco. che presso i Greci veniva pronunciato di artistica caratteristiche ed elementi patetici,
Ovto. Da uovo. Dicesi di apertura a forma el fronte a tutto il popolo. Pi in genere discor cio tali da indurre alla commozione e al
littica (v.), ricavata specialmente in siepi e so volto a lodare, spesso anche esagerata coinvolgimento emotivo.
pergolati ornamentali. mente, una persona o unidea. Pthos. Termine greco che significa letteral

Glossario

25
mente sofferenza. Sta a indicare la capaci trici della famiglia e dello Stato. periferia orientale di Firenze. A partire dal
t di unopera darte di suscitare unintensa Pennacchi. Porzioni triangolari di sfera che rac 1861 in questa terra esiliata dalla citt ma
emozione e una grande commozione con la cordano la pianta (in questo caso quadrata) gi cittadina incominciarono a ritrovarsi as
potenza drammatica che contiene. allimposta circolare. Pi in generale, sono siduamente alcuni Macchiaioli (soprattutto
Patrirca. Dal greco patrirches, capostipite. elementi strutturali che permettono di pas Giuseppe Abbati, Odoardo Borrani, Raffaello
Nellordinamento cristiano il maggior di sare dalle piante poligonali a quella circola Sernesi, Telemaco Signorini e Silvestro Le
gnitario di una comunit ecclesiastica, con re. ga, che vi aveva anche lo studio). Essi vi di
poteri e prerogative superiori a quelle dei Pentlico. il nome sia di una catena montuo pingevano allaria aperta, ispirandosi alla
vescovi. sa a Nord-Est di Atene, sia della sua vetta natura e alla sua poetica mutevolezza sta
Patrimonio di San Pietro. Con questa denomi pi alta. Da tali monti si estraeva il marmo gionale. Dal luogo presero poi il nome di
nazione si indicano quei territori dellEsarca bianco con cui furono realizzati molti edifici Scuola di Piagentina.
to di Ravenna, della Pentapoli (estesa dalla dellAttica. Pianta. Dal greco plann, andare errando. An
costa romagnola e marchigiana fino a parte Peplo. Dal greco pplon. Tipico abito femmini tico mantello da viaggio che, nella liturgia
dellentroterra umbro) e del Lazio che Pipino le in uso nellantica Grecia fino alla seconda cristiana, diventata la sopravveste che i
il Breve don a papa Stefano II nel 757, do met del VI secolo a.C., quando fu quasi sacerdoti indossano durante la celebrazione
po averli sottratti ai Longobardi. Essi costi ovunque sostituito dal chitne. Consisteva della messa.
tuiscono il primo, importante nucleo omoge in un rettangolo di stoffa di lana, spesso an Piano di imposta. Piano da cui si comincia a
neo di quello che sar il futuro Stato Pontifi che vivacemente ricamato, ripiegato in due costruire larco (v.).
cio. e fermato sulle spalle da due fibbie (dette fi Piano prospettico. Piano, immaginato come
Patrizito. Dal latino ptres, padri, senatori. bule (v.)), stretto alla vita da una cintura e trasparente (e corrispondente al supporto
Originariamente riferito alla classe aristocra solitamente aperto lungo il fianco destro. su cui si disegna, ad esempio il foglio da di
tica dellantica Roma, identifica pi in ge Performance. Voce inglese, a sua volta deri segno), sul quale si vede in prospettiva (v.)
nerale un ceto sociale elevato e raffinato, vante dal francese parformer, compiere. Nel loggetto da rappresentare. detto anche
formato da nobili e, nel caso di Venezia, an lo specifico, forma di espressione artistica quadro prospettico (v.).
che da ricchi mercanti. basata spesso sullimprovvisazione, sul Pianta libera. Grazie ai solai in calcestruzzo
Ptroclo. Eroe omerico (v.), fu amico insepara coinvolgimento del pubblico e sullutilizzo di (v.) armato, sorretti da pochi pilastri, la pian
bile di Achille (v.). Combattente valoroso, tecniche ed effetti scenici particolari (luci, ta libera permette al progettista di organiz
venne ucciso da Ettore che lo scambi per allestimenti, suoni). zare gli spazi di ogni piano senza dover rical
Achille del quale indossava le armi. Achille, Pergamna. Supporto scrittorio costituito dal care quelli dei piani sottostanti.
straziato dal dolore, vendic la morte la pelle opportunamente trattata di alcuni Piede. Sinonimo di calvario (v.).
dellamico uccidendo a sua volta Ettore, in animali (soprattutto vitelli, pecore e capre), Piedritto. Ciascuno dei due elementi verticali
alcune delle pagine pi belle dellIliade. Do in modo da ridurla in fogli ben spianati e li (detto anche stipite (v.)) che delimitano una
po la morte di Achille le ceneri dei due amici sci. Secondo quanto afferma Plinio il Vec porta o una finestra sorreggendone larchi
vennero raccolte in ununica urna, a suggel chio, il termine deriva da Pergamo, citt trave (v.).
lo della loro unione. dellAsia Minore ove tale materiale fu impie Piet Rondanini. Cosiddetta perch acquistata
Pauperstico. Dal latino puper, povero. Relati gato per la prima volta. dai marchesi Rondanini nel 1744.
vo alla povert intesa come fenomeno eco Perptero. Dal greco per, intorno e pthros, Pietra di Finale. Particolare tipo di arenaria se
nomico e sociale diffuso. alato, leggiadro. Tempio greco circondato da midura caratteristica di Finale Ligure (Savo
Pavonazztto. Breccia calcarea composta da colonne per tutto il perimetro. na). Di grana compatta e di un caldo colore
frammenti di marmo bianco e materiale ce Perstasi. Dal greco perstasis, recinto. Portico rosato, venne impiegata fin dallAntichit so
mentante paonazzo, cio viola scuro. colonnato che, nei templi greci e romani, cir prattutto per rivestimenti, modanature (v.),
Pedaggico. Da pedagoga, a sua volta prove conda perimetralmente il naos (v.). rilievi scultorei e decorazioni architettoni
niente da pedaggo (dal greco paidaggos, Peristlio. Dal greco per, intorno, e stylos, co che.
composto di pis, fanciullo e ghein, con lonna; letteralmente, circondato da colonne. Pietra fitta. V. menhir.
durre; letteralmente colui che conduce i Nella casa romana (v.), ambiente aperto e Pietra forte. Particolare qualit di pietra da co
fanciulli). La pedagogia la teoria delledu porticato. struzione (macigno), consistente in una roc
cazione. Perizma. Dal greco perizoma, derivato di per, cia sedimentaria a grana fine, compatta e re
Pedcci. Mensole aggettanti dal muro. Solita intorno e znnymi, cingere. Fascia o corto sistente, di colore grigio-giallastro, molto
mente hanno la forma di semicapitelli con la drappo che cinge i fianchi. diffusa nellAppennino.
funzione di sostenere le imposte di archi (v.) Persfone. Dea degli Inferi e compagna di Ade Pietra serena. Arenaria di colore grigio-azzur
e volte (v.). che la rapisce per amore. Costretta contro la rognolo di largo impiego negli edifici tosca
Pelke. Tipo di anfora (v.) dal corpo rigonfio al propria volont ad abitare negli Inferi otten ni, specie in quelli fiorentini.
di sotto delle anse (v.), fin quasi al piede. ne, grazie al favore di Demetra, sua madre, Pieve. Dal latino plbs, popolo. Nel Medioevo,
Pelle abbronzata. Mentre ai giorni nostri lab di rimanervi solo quattro (secondo alcuni chiesa isolata, spesso in mezzo alla campa
bronzatura sinonimo di salute e di agiatez sei) mesi allanno. I Romani la onoravano gna, che costituisce un importante punto di
za, tanto che spesso si arriva a procurarsela con il nome di Prosrpina. riferimento sociale e amministrativo, oltre
artificialmente, nel Cinquecento era indice di Prseo. Eroe mitico, nato da Zeus e Dnae, fi che spirituale, per tutti gli abitanti del conta
povert e di bassa estrazione sociale. Ab glia del re di Argo. Dopo aver sconfitto Me do. Il pievno (questo il nome del sacerdote
bronzati, infatti, erano solo i servi e i conta dusa, giunto al paese degli Etiopi a cavallo preposto a una pieve) svolge anche mansio
dini, costretti a esporsi al sole nel lavoro dei di Pegaso, liber Andrmeda poi divenuta ni non religiose in quanto incaricato di an
campi, mentre il bianco incarnato dei signori sua sposa mentre stava per essere divora notare su appositi registri le nascite, i matri
era la conseguenza di una vita trascorsa ta da un mostro marino. moni, le morti e, spesso, tiene anche unele
allombra dei palazzi o nella frescura dei Pervasvo. Dal latino pervdere, penetrare. mentare contabilit di ci che i contadini
giardini. Le dame, in particolare, usavano Composto da per, attraverso, e vadere, an producono.
accentuare ulteriormente il proprio pallore dare. Che tende a diffondersi ovunque. Pigmnto. Dal latino pigmntum, colore, tintu
usando ciprie e altre polveri biancastre. Peschira. Grande vasca avente la duplice fun ra. Polvere colorata di base (minerale, vege
Pltro. Lega metallica daspetto simile allar zione di vivaio per i pesci e di ornamentazio tale o al giorno doggi chimica) di cui so
gento anche se di minor valore e lucentezza. ne. no composti i colori.
costituito da stagno misto a piombo e anti Ptaso. Dal greco ptasos, derivato da petn- Pila. Struttura verticale di un ponte (v.), con
monio o, in alcuni casi, anche a zinco e mer numi, io apro, slargo. Copricapo a larghe fal fondazioni solitamente consistenti in pali
curio nonch da una bassa percentuale dar de per proteggere il viaggiatore dal sole. di legno infissi nel terreno entro lalveo del
gento (1%). Viene comunemente usato per Pezzatra. Da pezzo. Divisione in pezzi e di fiume. Sono protette dai rostri (v.).
la realizzazione di stoviglie e suppellettili mensione degli stessi. Pilastro compsito. Pilastro con sezione com
decorative. Piagentna. Detta anche Pergentina, secondo plessa, data dalla varia combinazione di for
Penti. Nella religione romana, divinit protet unantica dizione. Localit ortiva allallora me quadrate e tondeggianti. Tale pilastro

Glossario

26
particolarmente robusto, idoneo a sopporta poliedri semiregolari sono tredici, mentre po la morte dellautore.
re le spinte della volta a crociera (v.). quelli regolari sono solo cinque: il tetradro Postra. Dal latino pnere, porre. Posizione,
Pinacotca. Dal greco pinakotke, composto (piramide le cui quattro facce sono triangoli modo abituale di atteggiare il proprio corpo.
da pnas, quadro e thke, deposito. Deposi equilateri), lottadro (due piramidi opposte Pthos. Secondo i Greci, una delle tre forme
to di quadri o, meglio, il luogo in cui vengo aventi in comune la base quadrata e le cui del sentimento amoroso. Le altre due forme
no conservati ed esposti dei quadri. otto facce sono triangoli equilateri), erano: ros, lamore attivo e Imros, il desi
Pinncolo. Elemento costitutivo della cattedra lesadro o cubo (avente sei facce quadra derio verso loggetto damore vicino.
le gotica, con funzione estetica e allo stesso te), licosadro (formato da venti triangoli Pozzolna. Sabbia vulcanica molto comune
tempo statica: aggiungendo peso, raddrizza equilateri) e il dodecadro (formato da dodi nella zona di Pozzuoli, usata dai Romani per
la spinta obliqua che proviene dagli archi ci pentagoni regolari). comporre la malta (v.).
(v.) e dagli archi rampanti rispettivamente ai Polifnico. Dal greco polys, molto e phon, Prado. Il museo pi grande di Spagna, e uno
piloni e ai contrafforti (v.) sui quali posto. suono. Il termine usato estensivamente a dei pi importanti del mondo, ospitato
detto anche guglia. indicare lunione di pi voci, di pi contribu nellomonimo palazzo neoclassico, al centro
Pira. Dal greco pyr, derivato da pyr, fuoco. ti indipendenti, ma volti al medesimo obiet di Madrid.
Catasta di legno per la cremazione dei cada tivo. Praecnctio. Nel teatro romano (v.), corridoio
veri. Polimatrico. Si dice di un lavoro eseguito con di disimpegno del maenianum (v.). Pl. prae-
Piramide visiva. Nella prospettiva (v.), insieme vari materiali scelti in base alla loro diversa cinctines.
dei raggi visuali che partono dallocchio natura (legno, spago, metallo, vetro), al loro Prepalaziale. Nella datazione della civilt cre
dellosservatore, cio dal punto di vista (v.). colore e alle sollecitazioni suscitate dal tipo tese, il periodo pepalaziale, o anteceden
Psside. V. pyxs. di superficie (lucida, opaca, liscia, ruvida, te alla costruzione dei palazzi, va dal 2500 al
Pthos. Termine greco che indica un vaso di ondulata). 2000 a.C.
terracotta a forma di tronco di cono rove Polttico. Dal greco, polyptychos, che ha pi Preraffaellti. Esponenti di un movimento arti
sciato e fornito di una larga apertura. piegature. Pala daltare (v.) dipinta o scolpi stico sorto in Inghilterra, alla met del XIX
Pittura di genere. Pittura con prevalenza di ta suddivisa in pi scomparti. Se gli scom secolo, attorno alla figura di Dante Gabriel
scene a carattere naturalistico e agreste. parti sono tre, si definisce trttico. Rossetti (Londra, 1828 Birchington-on-Sea,
Pittura parietale. Pittura sulle pareti. Politra. Dal latino polre, levigare. Tecnica 1882). Essi si prefiggevano lo scopo di recu
Pittura tonale. Detta anche tonalismo, consi mediante la quale si rifinisce una scultura perare unarte spontanea che individuavano
ste nelluso delle diverse tonalit di colore asportandone i residui della lavorazione, le nellopera di artisti del passato precedenti a
(calde e fredde), giustapposte in modo da vigandone la superficie e curandone oppor Raffaello, comprendendovi anche questulti
dare allosservatore lillusione della profon tunamente i dettagli. mo.
dit. Pont Neuf. Il pi antico dei ponti (v.) di Parigi. Presbitrio. Dal latino tardo presbytrium, col
Planimetra. Dal latino plnus, piano e dal gre Voluto da Enrico III nel 1578 fu inaugurato legio dei preti o degli anziani. Negli edifici
co mtron, misura. La parte della geometria da Enrico IV nel 1606. Esso si compone di sacri, luogo riservato al clero, posto in fondo
(v.) che insegna a misurare e a rappresenta due tronchi che collegano lIle de la Cit con alla navata (v.) principale di fronte allabside
re le figure piane. Per estensione assume il le opposte rive della Senna. (v.).
significato di rappresentazione grafica della Ponte. Costruzione tramite la quale una via di Presentazione al Tempio. Raffigurazione del
pianta di un edificio. comunicazione pu superare un corso dac momento in cui il piccolo Ges viene portato
Plstica. Dal greco plastik (tchne), (arte) del qua, una vallata, una via preesistente. al Tempio secondo la legge giudaica, che
modellare. Termine inizialmente riferito prescriveva che ogni primogenito maschio
Spalla
allarte del dare forma alla terra, alla creta, Parapetto
fosse consacrato al Signore.
alla cera, allo stucco. Oggi impiegato an Archivolto
Primato spirituale, primato temporale. Per pri
che per indicare, pi in generale, una qual Carreggiata mato spirituale si intende il ruolo di princi
siasi opera scultorea. Finestra di scarico pale guida religiosa, mentre per primato
Plebe. Dal latino plbs, moltitudine, plebe. Arcata
temporale (dal latino tmpus, tempo, quindi
Presso i Romani era la parte della popolazio qualcosa di legato al trascorrere delle cose
ne non ammessa a godere di tutti i diritti ci Timpano Cappuccio terrene) si intende il ruolo di supremazia po
vili. Per estensione assume il significato di Contrafforte litica e militare. Il primo solitamente prero
parte pi povera e culturalmente arretrata di Estradosso
dellarcata
gativa del papa e il secondo dellimperatore.
una popolazione. Primo stato. Le stampe possono essere modi
Plnto. Dal greco plinthos, mattone quadrato. Spalla ficate nel tempo prima di pervenire alla resa
Parallelepipedo di pietra molto basso, posto Centina definitiva. Le copie che vengono tratte da di
al di sotto della base di una colonna allo Rostro versi momenti e condizioni dellincisione si
scopo di rialzarla. Pila
chiamano stati.
Plteo. Dal latino plteus, riparo, spalliera. Re Palo di fondazione
Priori. Nel Medioevo, i Priori e i Capitani del
cinto in marmo, intagliato o traforato, che Popolo erano dei rappresentanti delle Arti
solitamente rialza e separa il presbiterio (v.) Popolo grasso. NellItalia dei Comuni, quella eletti per un certo periodo (solitamente un
dalla navata (v.). detto anche transnna parte delle famiglie artigiane che, pur aven anno) tra le famiglie pi ricche della citt. A
(v.). do maturato una certa floridezza economica, loro venivano collegialmente affidati il go
Podio. Dal greco pdion, base. Alto e massic sono ancora escluse dal governo della citt. verno della cosa pubblica, lamministrazione
cio basamento, preferibilmente in muratura, Popolo minuto. Quella parte della popolazione delle leggi e la difesa.
sul quale si ergevano i templi etruschi. urbana dedita ai lavori pi umili e meno re Prioria. Dal latino pror, primo. Nella Firenze
spesso lunica parte della costruzione che tribuiti, la quale, pur costituendo la maggio medioevale era una chiesa di una certa im
riuscita a sottrarsi allazione dissolvitrice del ranza, vive ancora in condizioni di grande portanza, avente le stesse funzioni di una
tempo. povert e arretratezza. moderna parrocchia. Ogni prioria reggeva un
Policroma. Dal greco polys, molto e crmos, Populismo. Atteggiamento politico favorevole determinato rione (chiamato popolo) ed era
colore. Colorazione con diverse tinte. al popolo, ma in maniera generica e, spesso, diretta da un sacerdote avente funzione di
Polcromo. Dal greco polys, molto e crmos, intenzionalmente superficiale. parroco (chiamato prire).
colore. Dipinto con colori diversi. Prfido. Il porfido rosso, una pietra compatta e Priorit. Dal latino prior, precedente. Significa
Polidri regolari. Solidi le cui facce sono costi molto dura, si estraeva dalle cave egizie di lessere anteriore, antecedente, precedente
tuite da poligoni regolari fra loro uguali. Da Gebel Dokhan. rispetto a qualcuno o a qualcosa.
essi discendono i semiregolari (o archime Postpalaziale. Dal latino post, dopo. Nella da Profno. Dal latino profnum composto di pro,
di): quelli, cio, che hanno la superficie tazione della civilt cretese, il periodo davanti e fnum, tempio, letteralmente:
composta da poligoni regolari non tutti postpalaziale, o successivo ai palazzi, va che deve stare fuori del tempio. Tutto ci
uguali fra loro e che il siracusano Archimede dal 2000 al 1700 a.C. che non sacro, ma terreno, mondano.
(287-212 a.C.) aveva studiato per primo. I Pstumo. Dal latino post, dopo. Pubblicato do Proiezione. Dal latino proictio, derivato dal

Glossario

27
verbo procere, gettare avanti. Con tale ter scono il graduale passaggio dagli uni agli al Plpito. Dal latino medioevale plpitum. Spe
mine si intende loperazione consistente nel tri. alla base della pittura tonale (v.) dei cie di piccolo balcone, realizzato solitamente
congiungere i vari punti costituenti loggetto Veneti. in pietra o in legno, posto allinterno delle
proiettato con un centro di proiezione. Si Prstilo. Dal greco pr, davanti, e stylos, co navate (v.) centrali delle antiche chiese in
chiama proiezione anche la figura risultante lonna. Tipo di tempio con quattro o pi co prossimit del transetto (v.). In certe occa
sul piano di proiezione. lonne davanti al naos (v.). sioni vi salivano i predicatori per spiegare e
Prlogo. Dal latino prlogus, a sua volta deri Proteifrmi. Da Prteo, divinit minore commentare le Sacre Scritture.
vante dal greco prlogos, composto di pro, dellOlimpo greco. Aveva il dono della profe Plpitum. Nel teatro romano (v.), parte del
avanti e lgos, discorso. Letteralmente, ci zia e poteva assumere la forma di un qua proscaenium (v.) dove si svolge lazione.
che precede unopera, cio il discorso intro lunque animale o elemento. Proteiforme, Pulvinato. Dal latino pulvnus, guanciale, cu
duttivo o introduzione. quindi, viene usato per indicare qualcosa scino. Il fregio (v.) si dice pulvinato quando,
Prnao. Nel tempio greco, spazio porticato an che pu assumere diversi aspetti. invece che piatto, convesso.
tistante il naos (v.). Prtesis. Dal greco bizantino protithmai, porre Pulvno. Dal latino pulvnus, guanciale. Ele
Propaganda Fide. La Sacra Congregazione di avanti. Nelle basiliche bizantine, ambiente mento architettonico caratteristico dellar
Propaganda Fide (espressione latina che che affianca sulla sinistra labside (v.), adibi chitettura bizantina, posto al di sopra del ca
vuol dire per la propagazione della fede) to alla conservazione delle suppellettili e per pitello (v.) e avente la forma di un tronco di
un collegio cardinalizio che governa lattivit la preparazione delle funzioni liturgiche. piramide rovesciato.
missionaria cattolica nel mondo. Dal 1641 Prtiro. Dal greco pro, davanti e thra, porta, Punizione di Tizio. Per aver tentato di violenta
essa incorpora il Collegio urbano de Propa ingresso che precede un portale. Piccolo re Latona, madre di Apollo e Artemide, Zeus
ganda Fide per listruzione dei giovani. atrio a pianta quadrangolare, coperto gene condann il gigante Tizio ad essere eterna
Propggine. Dal latino propgo, propagare. ralmente a volta, posto a protezione dellin mente incatenato agli Inferi, dove due aquile
Parte estrema. gresso di una chiesa. gli divoravano il fegato, che sempre si rige
Propiziatrio. Dal latino pr, a favore di, e Proto. Dal greco prtos, primo. Titolo che a Ve nerava.
ptere, dirigersi, rivolgersi. Eseguito al fine nezia veniva attribuito allarchitetto capo di Punta dargento. Strumento che rientra nella
di favorire magicamente la riuscita di una una determinata magistratura, preposto alla categoria delle punte di metallo. costituito
determinata azione. supervisione degli edifici di maggior presti da unasticciola dargento che d un segno
Proporzioni. Dal latino pro portione, secondo gio e al coordinamento di tutti i pi impor leggero, lucente e sfumato. Si usa di solito
la porzione. Corrispondenza di misura fra tanti interventi edilizi che da quella magi su carta preparata.
due o pi parti in stretta relazione tra loro. stratura dipendevano. Punta di metallo. Strumento metallico in otto
Prpylon. Dal greco pr, davanti e pylos, por Protodinstico. Dal greco prtos, primo. Rela ne o argento usato per disegnare. La punta
ta. Propili, ingresso monumentale (allacro tivo alle prime due dinastie faraoniche. Cor di metallo lascia una traccia visibile solo su
poli (v.) o anche alla citt stessa). risponde allepoca arcaica della civilt egi carta preparata.
Proscanium. Nel teatro romano (v.), prosce zia. Puntasecca. Particolare tipo di incisione (v.)
nio. Protomrtire. Dal greco prtos, primo e mrtyr, nel quale la matrice (v.) ottenuta incidendo
Prosknion. Palcoscenico. Nel teatro greco testimone. Primo martire del Cristianesimo. la lastra di rame direttamente con una punta
(v.), luogo dove si svolge lazione. Prtome. Dal greco protmnein, tagliare ante dacciaio a secco, cio senza impiego di aci
Prospettiva. Dal latino perspcere, vedere di riormente. Elemento decorativo costituito da di.
stintamente. Insieme di proiezioni (v.) su un una testa (talvolta con lintero busto) umana Punto di fuga. Punto sul piano prospettico (v.)
piano prospettico (v.) (a due dimensioni) di o animale, spesso di fisionomia bizzarra. nel quale convergono tutte le linee a esso
oggetti (a tre dimensioni), tale che quanto Protopalaziale. Dal greco prtos, primo. Nella perpendicolari. Corrisponde alla proiezione
stato disegnato corrisponda agli oggetti rea datazione della civilt cretese, il periodo sul piano del punto di vista (v.).
li come li vediamo nello spazio. protopalaziale, o dei primi palazzi, va dal Punto di vista. Nella prospettiva (v.), punto
2000 al 1700 a.C. che corrisponde allocchio dellosservatore.
PETTI
CO O
QUAD
RO
Protostrico. Dal greco prtos, primo. Relativo Pupo siciliano. Particolare tipo di marionetta
PROS
PIANO alla prima e pi antica fase della storia di un di grandi dimensioni azionata dallalto me
to di
distanz
a)
popolo, spesso ancora a cavallo tra mito e diante fili e tiranti metallici. Realizzati solita
onte) D1 (pun
LO (lin
ea del
lorizz
di fuga
) realt. mente in legno dipinto e vestiti in modo ric
P (punto
Prottipo. Dal greco prottypos, composto da co e ricercato, i pupi costituiscono una delle
D
prtos, primo e typos, tipo; vuol dire primo pi importanti tradizioni del teatro popolare
Ra prin

90
gg ci
io p a

modello. siciliano. Tramite essi, infatti, i pupari narra


v is le
ua
le

vista)
to di
V (pun Protovangelo di Giacomo. Testo del II secolo vano, nei teatrini periferici o nelle piazze dei
d.C., noto anche come Storia della Nativit paesi, le avventure fantastiche dei paladini
PIA
NO

di terr
a
di Maria, che, pur non essendo riconosciuto di Francia o altre narrazioni storico-mitologi
ERT

Linea
RA

90
tra i libri sacri, fu comunque tollerato dalle che di loro invenzione.
O
PIA

ione)
NO

i staz
gerarchie cattoliche ed ebbe larga diffusione Purista. Aderente al Purismo, movimento arti
GE

nto d
V 1 (pu
OM
ET

popolare in epoca medioevale. stico italiano che si rif alla pittura dei Primi
RA
LE

Provenzle. Relativo alla Provenza, regione tivi (da Cimabue al primo Raffaello), recupe
Prospettiva aerea. Prospettiva (v.) che tiene storica e amministrativa della Francia sud- randone il rigore morale e la solida semplici
conto anche delle variazioni di colore e di orientale. t compositiva. Da non confondersi con il
forma delle cose vedute causate dalla pre Pseudodptero. Edificio diptero (v.) semplifica Purismo di Ozenfant e Le Corbusier.
senza dellatmosfera. Con laumentare della to. Lunico colonnato che circonda la cella Puttno. Piccolo putto, dal latino ptus, con lo
distanza tra ci che si vede e i nostri occhi posto a una distanza tale che la peristasi (v.) stesso significato di per, fanciullo.
cresce anche la concentrazione dellaria e ha lampiezza di due intercolumni. Pyxs (o psside). Contenitore solitamente di
del pulviscolo che vi in sospensione, tanto Pseudoperptero. Edificio falso periptero forma cilindrica, molto basso, dotato di co
che le cose appaiono sempre pi indistinte, (v.). Il colonnato sembra circondare tutta la perchio spesso decorato con motivi zoomor
sfocate e tendenti allazzurro. Fu teorizzata cella, ma in corrispondenza dei suoi due lati fi (v.). Veniva usato per conservare balsami
da Leonardo da Vinci alla fine del Quattro maggiori manca la peristasi, in quanto si e altre sostanze rare.
cento. hanno solo delle mezze colonne addossate
Prospettiva cromatica. Prospettiva (v.) ottenu alle pareti della cella stessa.
ta con i soli mezzi del colore. tipica della Psyktr (o psictre). Vaso di terracotta a forma Q
pittura di Giovanni Bellini, il quale dispone di anfora (v.) con doppio fondo o a forma di Quadrettatura. Tecnica di riporto su legno o su
va in primo piano i colori caldi (v.) (o colori fungo con alto piede, al fine di essere collo muro consistente 1) nelleseguire una qua
salienti (v.)), nellultimo i colori freddi (v.) (o cato allinterno di un cratere pieno di acqua drettatura nel foglio su cui si disegnato; 2)
colori rientranti (v.)) e nelle posizioni inter gelata. Veniva generalmente usato per tene nel riprodurre il disegno in scala maggiore,
medie quei colori che, ben dosati, costitui re in fresco il vino. ma in proporzione, servendosi di una maglia

Glossario

28
di quadrati di ugual numero di quelli del fo strare. Usato anche con il significato di fa Rifrazione. Dal latino refrngere, spezzare. Fe
glio, tracciati sul supporto pittorico. scia decorata. nomeno fisico in virt del quale un raggio di
Quadrifrnte. Tipo di arco (v.) che presenta Rgula. In latino, assicella. Corto listello in pie luce bianca, quando attraversa la superficie
quattro facciate uguali (per esempio larco tra che corre sotto ogni triglifo (v.). di separazione tra due mezzi di densit di
di Settimio Severo a Leptis Magna). Reliquirio. Dal latino relquiae, resti, avanzi. versa dallaria (ad esempio acqua o vetro)
Quadrilobto. O quadrlobo, munito di quattro Contenitore di varia forma che custodisce, tende a deviare dalla linea retta mutando
lbi, cio di quattro parti sporgenti di forma solitamente, i resti di un santo. anche di intensit.
tondeggiante (dal greco lobs, baccello). Ta Renovatio imperii. Locuzione latina che signifi Rilevare. In senso architettonico, misurare un
le forma detta anche compasso gotico. ca letteralmente Restaurazione dellimpero determinato edificio esistente e disegnarlo
Quadriprtico. Spazio di forma pressoch ret e allude allideale, pi volte vagheggiato nel in opportuna scala al fine di averne una rap
tangolare, con un porticato posto su tutti e corso della storia, di ripristinare pur se presentazione grafica perfettamente aderen
quattro i lati. adattata ai nuovi tempi la perduta gran te al vero.
Quadro prospettico. V. piano prospettico. dezza dellimpero romano. Rilievo. Tecnica che consiste nellincidere una
Quadrplici. Quattro colonne disposte agli an Reprto. Dal latino reperre, reperire, ritrovare. figura su un supporto di pietra precedente
goli di un quadrato di base. Termine generico con il quale si designa un mente levigato. Se lincisione (v.) eseguita
Quincunx. Disposizione sfalsata in cui di cin qualsiasi oggetto appartenuto a civilt passa asportando completamente lo sfondo e la
que elementi quattro sono collocati secon te, venuto alla luce sia casualmente, sia so sciando in risalto solo il soggetto e le scene
do gli angoli di un quadrato, il quinto al cen prattutto nel corso di scavi e ricerche. principali, si ha il cosiddetto bassorilievo
tro. Repertorio stilistico. Insieme di conoscenze e (v.). Se viene scolpito solo il contorno delle
Quinte. Diaframmi verticali inchiodati diretta di esperienze desunte dallosservazione e figure, invece, e queste mantengono quindi
mente sul palcoscenico e posti lateralmente dallo studio delle realizzazioni di diversi arti la stessa sporgenza dello sfondo, abbiamo il
per inquadrare e delimitare la scena pro sti. cosiddetto rilievo inciso.
spetticamente. Il termine quinta dipende Repubblica romana. Dopo le conquiste napo Rinascimento. Il termine Renaissance compare
forse dal fatto che in origine erano girevoli e leoniche (Campagna dItalia) il Direttorio (or nellHistoire de France (Storia di Francia), in
formati da cinque facce dipinte. gano composto da cinque membri aventi il specie nel titolo della prima parte: Des Origi-
potere esecutivo, creato a seguito della nuo nes la Renaissance (Dalle origini al Rina
va costituzione datasi dai Francesi dopo la scimento), sette volumi apparsi tra il 1833 e
R morte di Robespierre) fece in modo che si il 1844, e in quello della seconda: De la Re-
Rdica. Radice di alcune piante (solitamente creassero in Italia delle repubbliche sul mo naissance la Rvolution (Dal Rinascimento
noce o ulivo) o di alcuni arbusti (rosa, mirtil dello francese. Nel 1798 nacque quella ro alla Rivoluzione), undici volumi pubblicati
lo), con la quale, soprattutto nel XVIII seco mana, sotto il controllo indiretto della Fran tra il 1855 e il 1867.
lo, si rivestono mobili, pareti e pannelli de cia. Rinettre. Ripulire con il cesello (v. Cesellare)
corativi. Questo procedimento, che prende il Repubblica. Dal latino rs, cosa e pblica, pub dalle imperfezioni della fusione.
nome di impiallacciatura, consiste nel sele blica, letteralmente cosa pubblica. Dalla Rinfinco. Aggiunta di materiale sui fianchi
zionare vari pezzi di radica con venature si Rivoluzione francese (1789) in poi, forma di delle cupole (v.) o delle volte (v.) avente la
mili e di incollarli a pressione sulla superficie governo di carattere rappresentativo. I reg funzione di rinforzarle.
da impiallacciare. Rispetto alla venatura di gitori del potere sono eletti direttamente Riporto diretto. Tecnica mediante la quale il
un legno normale quella della radica assai dalla popolazione tutta che, quindi, rappre disegno preparatorio (v.) veniva riportato di
pi decorativa. La ricercatezza del suo im sentano. rettamente dal cartone sulla parete seguen
piego sta anche nella rarit delle materie Restaurazione. Ripristino, a seguito del Con done i contorni con una lama o una punta in
prime necessarie e nellestrema laboriosit gresso di Vienna (1815), del cosiddetto An grado di incidere lintonaco da dipingere.
della lavorazione. cien Rgime (antico regime), cio dellasset Ritrattistica. Arte di eseguire ritratti, siano essi
Raggite. Disposte schematicamente secondo to politico antecedente alla Rivoluzione fran dipinti, disegnati, incisi o scolpiti.
raggi convergenti verso un unico punto. cese, favorendo anche la riunione degli Stati Riva destra. Secondo le vigenti convenzioni
Rampante. Da rampa, zampa. Dicesi solita minori allinterno di aggregazioni nazionali geografiche si d lattributo di destra o sini
mente di un animale che si appoggia sulle pi vaste (come nel caso del Regno di Prus stra alla riva di un fiume, immaginando di
zampe posteriori e inarca il corpo verso lal sia). osservarlo ponendosi con le spalle alla sor
to. Indica anche un arco (v.) che parte da un Retinatura. Processo tipografico mediante il gente.
pilastro laterale e si appoggia a un muro, quale i toni di grigio e le sfumature di colore Rcchio. Dal latino rtulus, rotolo. Singolo ele
con funzioni di contrafforte. vengono resi con aree omogenee puntinate mento costitutivo dei fusti delle colonne in
Rarefrsi. Dal latino rrus, raro e fcere, fare. pi o meno fittamente, quasi si trattasse di pietra o in marmo.
Diminuire di densit o di numero. una fittissima rete. Rombicubottaedro. Uno dei 13 poliedri archi
Rastrematra. Restringimento del diametro Revival. Dallinglese revive, rivivere. Improvvi medei formato da 18 quadrati e da 8 triango
delle colonne dallalto verso il basso. so e diffuso ritorno di attualit di motivi, ten li equilateri.
Ratto della Sabina. Ricorda un evento mitico denze e correnti appartenenti al passato, Romboide tronco. Solido generato dal tronca
della storia di Roma, quando i Romani, per soprattutto nel campo della moda, del co mento di due vertici del romboide (solido
popolare la loro citt, rapirono le donne ai stume e della produzione artistica o lettera formato da sei rombi).
Sabini, una popolazione laziale. ria. Rosa-Croce. Antico ordine mistico di origine
Ready-made. Dallinglese, prefabbricato, Rhytn. Specie di boccale per il vino in terra egiziana che ha per simbolo una croce con
pronto alluso. Tecnica elaborata da Marcel cotta o metallo, con bocca larga, corpo tron una rosa al centro.
Duchamp che consiste nellimpiegare in co-conico e piede appuntito, spesso model Rosne. Dal latino rosa. Grande finestra circo
campo artistico (quindi fuori dal loro abitua lato con motivi zoomorfi (v.), dotato di lare che, nellarchitettura romanica e gotica,
le contesto) oggetti della vita quotidiana, la ununica ansa (v.) verticale. dava luce agli edifici sacri. Il nome allude al
cui vista e il cui uso ci sono da sempre fami Riaccorpamento. Operazione edilizia consi la decorazione, spesso basata su colonnine,
liari. stente nel riunire porzioni di immobili vicini, lobi, archetti e altri trafori simmetrici, che
Recumbnte. Dal latino recmbere, giacere. dando origine a un edificio del tutto nuovo suggeriscono lidea della corolla di un fiore
Che giace semisdraiato su un fianco. che, comunque, comprenda al proprio in circondata dai suoi petali.
Refettrio. Dal latino reficere, nutrire. Ampio terno in tutto o in parte quelli preesi Rostro. Elemento protettivo di una pila (v.) di
locale nel quale si riuniscono per mangiare i stenti. ponte (v.), solitamente a pianta triangolare,
membri di una determinata comunit. Ricomposizione retinica. Fenomeno per il qua sia a monte (avambcco), sia a valle (re-
Reggicortna. Intento a reggere il tendaggio (la le, accostando due sottili stisce (ad esempio trobcco).
cortina, appunto) che funge da sfondo ai due fili di lana) di diverso colore e guardan Rupstre. Dal latino rupe, roccia scoscesa. As
personaggi sacri e che serve per isolarli dal doli da una certa distanza, essi appaiono sociato a pittura e graffito, indica unattivit
contesto. dellunico colore dato dalla somma dei due artistica eseguita su una parete rocciosa.
Registro. Dal latino regrere, riportare, regi colori distinti.

Glossario

29
S samento dellimperatore Napoleone III al nio che va dal 1860 al 1880. Il nome deriva
Sabaudo. Relativo alla famiglia principesca dei quale tutti gli artisti esclusi dal Salon (v.) uf dal titolo di un romanzo di Cletto Arrighi
Savoia, che regn per circa un millennio sul ficiale si erano rivolti per reclamare il proprio (1862) nel quale si rappresenta la vita irre
la contea (poi ducato) di Savoia e in Piemon diritto a non dover soggiacere agli arbtri golare e zingaresca di taluni artisti del tem
te, sul Regno di Sicilia, sul Regno di Sarde della commissione giudicatrice. po. Questi non elaborarono una vera poeti
gna e infine, dal 1861, anche sul Regno dIta San Sebastiano. Secondo la storia leggendaria ca, ma vollero soprattutto essere scrittori di
lia. del martirio, visse nel III secolo. Soldato ro avanguardia, ribelli nellarte e nella vita. Il
Sacllo. Dal latino sacllum, recinto sacro. An mano, venne condannato a causa della sua movimento non coinvolse solo la letteratura,
tico altare a cielo aperto, circondato da un fede a essere trafitto dai suoi stessi compa ma anche le arti figurative, la musica e gli
recinto circolare o quadrangolare (in legno o gni. Liconografia lo mostra giovane, semi stessi costumi sociali. Gli Scapigliati rifiuta
pietra). Consacrato a una o pi divinit, po nudo, legato a un tronco o a una colonna e rono la societ in cui vivevano e oscillarono
teva essere luogo di culto o anche di pelle colpito dalle frecce. Poich queste stavano, nelle loro opere fra rappresentazioni realisti
grinaggio. da epoca remota, a simboleggiare la peste, che e crude fino allorrido e levasione nellir
Sacra conversazione. Rappresentazione di una San Sebastiano viene anche considerato reale e nel sogno fiabesco, prefigurando il
scena sacra in cui la Vergine e il Bambino protettore contro questa terribile calamit. bisogno di una poetica vera ed esente da fi
sono attorniati da angeli e santi. Sansone. Secondo la narrazione biblica, uno nalit pedagogiche.
Sacrificio di Isacco. Lepisodio, tratto dallAn dei giudici (i capi voluti da Dio per liberare il Scarslla. Termine fiorentino antico che signi
tico Testamento (Genesi (v.), 23), narra di suo popolo) che ha il compito di liberare gli fica borsa. In architettura identifica unab
come Abramo si appresti a sacrificare a Dio Israeliti dalla dominazione dei Filistei. side (v.), solitamente di piccole dimensioni,
lignaro figlioletto Isacco, avuto in tarda et Santa Caterina dAlessandria. I suoi attributi a pianta rettangolare o quadrata.
per dono soprannaturale. Ci gli richiesto sono la palma del martirio e la ruota con cui Scena. Dal greco skn, tenda fondale. Fonda
da Dio che in questo modo intende mettere venne torturata e martirizzata. le architettonico (colonnato o pilastrato a
alla prova lobbedienza e la fede del vecchio Santa Sindone. La reliquia pi famosa di tutta partire dal III secolo a.C.) indispensabile per
patriarca. Nel momento in cui Abramo, la cristianit. costituita da un lenzuolo fu lo svolgimento dellazione.
sconvolto dal dolore, ma comunque inten nebre (sudrio) che reca impressa limmagi Schinire. Da unantica voce germanica skna,
zionato a non sottrarsi alla volont del Crea ne di un corpo martoriato. Ritenuto il suda osso. Elemento delle antiche armature, rea
tore, sta per immolare il figlio, un angelo di rio di Cristo, limmagine delluomo sarebbe lizzato in cuoio o in metallo, che proteggeva
vino appare miracolosamente a fermare la quella di Cristo stesso. La reliquia, di pro la parte anteriore della gamba, fra il ginoc
sua mano. priet dei Savoia, costituiva il simbolo della chio e la caviglia.
Satta. In un arco (v.), distanza verticale fra il nobilt e delleccellenza di quel casato. Scienza delle costruzioni. Disciplina che stu
piano di imposta (v.) e il punto pi elevato Santa Teresa. Nasce ad vila, in Spagna, nel dia i meccanismi di azione delle forze allin
della linea di intradosso (v.). detto anche 1515 e muore presso Salamanca, sempre in terno dei materiali continui quali la ghisa e
freccia (v.) o monta (v.). Spagna, nel 1582. Discendente di una nobile lacciaio, consentendo il dimensionamento
Sio. Dal latino sgum, mantello. Lunga tona famiglia, visse intensamente il periodo della degli elementi costruttivi in base a precisi
ca di tessuto ruvido (solitamente ricavato Controriforma, incarnando la volont di calcoli matematici.
dalla tessitura delle fibre delle piante di ca quella parte della Chiesa che avrebbe voluto Sciti. Antichissima popolazione nomade di stir
napa o di iuta) usata dai primi monaci me tornare alla purezza di fede delle origini. En pe iranica, proveniente dalle steppe setten
dioevali. trata ventunenne nellordine delle Carmeli trionali dellAsia Centrale. Erodoto li descri
Sala del Capitolo. Luogo dove i frati si riuniva tane dellIncarnazione, fu fondatrice di nu ve come feroci guerrieri di costumi barbarici.
no per prendere le decisioni pi importanti merosi monasteri e lasci importanti scritti Scomprto. Allargamento alle estremit latera
relative alla gestione del convento. di carattere mistico. Fra questi, particolare li del crocifisso ligneo (v.).
Sala ipstila. Dal greco hyp, sotto e stylos, importanza rivestono le appassionate de Sczia. Dal greco skota, tenebra, oscurit.
colonna. Sala con copertura piana sorretta scrizioni delle sue stasi. Fu canonizzata Modanatura (v.) architettonica concava a
da colonne. sotto il pontificato di papa Gregorio XV, nel forma di canale, posta tra i due tori (v.), nel
Slico. Dal latino tardo slicus. Relativo alla 1622. la colonna a base attica (v.). detta anche
stirpe germanica dei Franchi Salii, stanziata Sasnidi. Nome con cui si indicano i Persiani trochilo (v.).
si fin dal IV secolo in talune regioni dei Paesi nel periodo in cui furono guidati dalla dina Scrigno. Cofanetto ligneo riccamente decorato,
Bassi. stia Sasnide (dal 226, cio dalla caduta del adibito a contenere monili e altri oggetti pre
Salomnica. Salomone, figlio di David, fu il re regno partico, a circa il 640, anno della con ziosi.
di Israele al quale si deve ledificazione del quista araba). Scriptrium. Luogo del monastero in cui i mo
primo Tempio di Gerusalemme (pi volte Stiro. Nella tradizione mitologica classica, d naci si dedicavano alla miniatura (v.). Pl.
danneggiato, distrutto e ricostruito nel corso mone della natura raffigurato con zampe scriptria.
dei secoli). equine (o caprine) e busto umano. A secon Scrittura fonetica. Dal greco phon, suono,
Salon. Letteralmente salotto. Cos erano da dei casi i satiri sono dotati di orecchie pe voce. Tipo di scrittura che abbina a ogni
chiamate le grandi esposizioni darte che nel lose e appuntite, di piccoli cornetti e di folta simbolo ideografico un suono che rimanda
corso dellOttocento venivano annualmente coda equina. Sono simbolo della potenza fe a sua volta a un determinato concetto, che
organizzate a Parigi sia per far conoscere al condatrice della natura. figurativamente pu anche non avere nulla
grande pubblico i nuovi artisti sia, soprattut Strapo. Dal greco satraps, governatore. a che vedere con lideogramma che lo iden
to, per consentire a quelli gi affermati di Savonarla. Tipo di sedia, spesso pieghevole, tifica.
esporre la propria produzione pi recente. molto comune nel Rinascimento. Realizzata Scrittura ideografica. Da idea e dal greco gra-
Solo chi esponeva a un Salon poteva spera con listelli di legno sagomati a forma di X phin, scrivere, disegnare. Tipo di scrittura
re di inserirsi nel mercato e di vendere le aveva braccioli intagliati e schienale di legno che si basa sulla corrispondenza fra determi
proprie opere. o cuoio. nati simboli convenzionali e gli oggetti a cui
Salon dAutomne. Al Salon (v.) ufficiale, con Sbalzo. Tecnica di lavorazione dei metalli che tali simboli fanno esplicito riferimento.
trollato da una giuria formata da docenti consiste nel batterne la superficie interna Scrittura lineare. V. Lineare A e lineare B.
dellAcadmie des Beaux-Arts, si affiancaro con dei punzoni (utensili dotati di una punta Scuola. Con questo termine a Venezia si desi
no presto il Salon des Indpendants, che si pi o meno stondata), in modo da avere sul gnavano fin dal Medioevo le confraternite
teneva negli Champs-lyses in primavera la superficie esterna unopera a rilievo. laiche. Esse, oltre a organizzare corporati
ed era privo di giuria, e il Salon dAutomne, Sbozzto. Da sbozzare, dare la prima e appros vamente i vari mestieri, avevano finalit
che si teneva in ottobre e la cui giuria era simativa forma alla materia da scolpire. umanitarie quali la pubblica assistenza e il
composta da artisti, intenditori darte e col Scanae frons. Nel teatro romano (v.), parte soccorso gratuito dei bisognosi. Sempre
lezionisti. del proscaemium (v.) che contiene il fondale protette dalla Repubblica, esse annovera
Salon des Refuss. Letteralmente Salone dei architettonico. vano fra i propri confratelli anche molti be
Rifiutati. Questa era lesposizione alternati Scapigliatra. Movimento letterario e artistico nestanti e, grazie alle loro donazioni, riusci
va organizzata nel 1863 per diretto interes che vede il suo esordio a Milano nel venten rono a diventare tanto ricche e potenti da

Glossario

30
potersi dotare di sedi prestigiose, decorate poteva disporre di loro alla stessa stregua dunque, letto) senza manomettere il piombo
dai migliori artisti. A Venezia vi sono state degli animali o di qualsiasi altro bene di sua stesso.
sei Scuole Grandi e ben cinquantacinque propriet esclusiva. Silno. Mitico abitatore dei monti e delle fore
Scuole Minori. Sesto. Linea che delimita in basso un arco (v.). ste.
Sdolcinatra. Atteggiamento languido, stuc detto anche intradosso (v.). Simbolismo. Corrente artistica francese mani
chevole, esageratamente lezioso e, spesso, Sette contro Tebe. Titolo di una celebre trage festatasi intorno alla seconda met degli an
anche fasullo. dia di Eschilo e locuzione che identifica i set ni Ottanta del XIX secolo in stretta connes
Secessine. Dal latino secdere, ritirarsi. Riti te eroi corsi in aiuto di Polinice di Tebe, sione con analoghe esperienze in campo fi
ro, abbandono. Per estensione, allontana escluso dal potere dal fratello. In quellocca losofico e letterario. Alla base del gusto sim
mento di un gruppo dal movimento artistico sione i Sette avrebbero cinto dassedio Tebe bolista vi il netto rifiuto dellImpressioni
o letterario di cui faceva parte. dalle sette mura, combattendo ciascuno con smo e di ogni altra forma di pittura naturali
Secondo dopoguerra. Si intende il periodo del un tebano. stica, in quanto larte viene intesa come
la Ricostruzione (circa 1946-1955) successi Sette meraviglie del mondo. Secondo la tradi espressione di unidea astratta, frutto della
vo alla Seconda guerra mondiale. zione si tratta delle sette opere pi straordi fantasiosa fusione di esperienze sensibili e
Sede di Sapienza. Sedes Sapientiae uno de narie dellantichit, la cui fama leggendaria di stati danimo interiori. La pittura che ne
gli attributi con i quali Maria viene onorata stata tramandata per secoli quale esempio deriva estremamente raffinata, ricca di
dalla Chiesa. della grandezza e dellingegno dei loro rea simbologie mitologico-religiose, e si propo
Sedentariet. Dal latino sedre, sedre. La ca lizzatori. Esse sono: le Piramidi dEgitto, i ne di esplorare quelle suggestive regioni
pacit, acquisita dalluomo del neolitico (v.), Giardini Pensili di Babilonia, la Statua di della coscienza umana, allaffascinante con
di abitare stabilmente in un luogo, senza do Zeus a Olimpia, il Tempio di Artemide a Efe fine tra realt e sogno, che fino ad allora era
ver pi migrare seguendo la selvaggina. so, il Mausoleo di Alicarnasso, il Faro di no rimaste sempre escluse da qualsiasi in
Selce. Dal latino slex, pietra dura. Particolare Alessandria e il Colosso di Rodi. dagine artistica.
tipo di roccia sedimentaria silcea (cio ricca Sezione. Sezionre (dal latino secre, tagliare) Simpsio. Dal greco sympsion, composto di
di minerali contenenti silcio), di colore bru una struttura vuol dire immaginarla tagliata syn, con, insieme e pnein, bere. Seconda
no o grigiastro che, grazie alla sua durezza, per illustrarne la composizione. Il taglio av parte del banchetto, presso Greci e Romani,
veniva impiegata dalluomo preistorico per viene tramite un piano variamente disposto. in cui si beveva secondo le regole stabilite
ricavarne armi e altri utensili. In particolare un piano verticale genera una dal simposirca, colui che veniva eletto a
Seminrio. Dal latino seminrium, semenzio, sezione, uno orizzontale, una sezione in presiedere il simposio. I partecipanti erano
derivato di smen, seme. listituto eccle pianta o una pianta. Il disegno di una sezio detti simposiasti.
siastico dove il clero riceve leducazione pi ne prevede, che dopo aver tagliato una Simulcro. Dal latino simulre, imitare. Statua
adatta a svolgere il proprio compito. struttura in due parti se ne rimuova mental che raffigura la divinit. Per coloro che lado
Semtico. Relativo a quelle popolazioni del Vi mente una e si rappresenti ci che si vede di rano essa non una semplice immagine, ma
cino Oriente la cui origine attribuita a Sm, quella restante. la materializzazione stessa del dio.
figlio, come narrato nella Bibbia, del pa Sfera armillare. Antico strumento astronomico Simulare. Dal latino smilis, simile. Vuol dire
triarca No (Genesi (v.) 5, 32; 10, 21; 10, 31). composto di anelli (armille, dal latino arml- fingere, imitare.
Sepolcrto. Dal latino sepelre, seppellire. la, bracciale o cerchio di ferro), ognuno dei Sinagga. Dal greco synagogh, adunanza. il
Stanza spesso sotterranea, o comunque di quali rappresenta una delle sfere celesti se luogo in cui gli Ebrei si radunano per prega
difficile accesso, dove venivano sepolti i per condo lantica concezione tolemaica che ve re e leggere i testi sacri.
sonaggi di maggior riguardo. deva la Terra al centro delluniverso e i pia Sindacalmente. Secondo quanto previsto dai
Serpe. Capo di abbigliamento messicano, poi neti, il Sole e le stelle inglobati in sfere tra sindacati, dal greco antico syndicos, rappre
diffusosi anche tra i Nativi americani, costi sparenti e ruotanti attorno alla Terra. sentante di una comunit. I sindacati, infatti,
tuito da una coperta multicolore indossata Sfinge. Dal greco sphnx, mostro mitologico sono degli organismi elettivi dei lavoratori,
solo dagli uomini. che presso gli Egizi aveva corpo di leone e grazie ai quali questi possono rivendicare
Serlina. Motivo architettonico a tre aperture testa duomo (androcefala (v.)) o, a volte, unitariamente i propri diritti, contrattando i
di cui quelle laterali sono trabeate e quella anche di ariete (criocfala). Statue di sfingi salari e le condizioni di lavoro con i propri
centrale sormontata da un arco a tutto se (spesso colossali) venivano poste simboli datori di lavoro.
sto (v.). Il termine entrato nelluso perch camente a guardia delle piramidi o dei tem Sinecsmo. Dal greco synoiko, coabitare.
il motivo architettonico a cui si riferisce, pli. Nellantichit, formazione di una nuova citt
bench conosciuto e impiegato fin dallepo Sfumato. Indica sia il passaggio graduale e im per allargamento e progressiva fusione di
ca romana, venne descritto per la prima vol percettibile dallombra alla luce, ottenuto preesistenti insediamenti vicini.
ta nel trattato darchitettura di Sebastiano sfumando il segno del carboncino, sia la per Sindrio. Dal greco syndrion, assemblea.
Serlio. dita graduale della precisione dei contorni, Presso gli antichi Ebrei, supremo organo le
Serpentino. Tipo di marmo di colore verde in che non sono pi netti e continui ma deline gislativo e giurisdizionale.
tenso (da cui il nome, in analogia alla pelle ati da infinite linee spezzate. Sinistrrsa. Dal latino sinster, sinistro e vr-
di taluni serpenti), particolarmente adatto Sfumino. Utensile da sfregare sul disegno per sus, direzione. Scrittura che si sviluppa da
come materiale da costruzione e da rivesti ammorbidirne i contorni. In origine consiste destra verso sinistra, al contrario della no
mento. va in un piccolo rotolo di pelle, ma oggi si stra che va da sinistra a destra.
Serrglia. Concio situato nella parte pi eleva utilizza un rotolo di carta con unestremit Sinnimo. Dal greco synnymos, composto di
ta dellarco (v.). detto anche concio di chia appuntita. syn (particella che esprime identit) e no-
ve (v.). Siblla. Dal greco Sbylla, nome con cui gli an ma, nome. Letteralmente stesso nome ov
Servi di Maria (o Serviti). Ordine religioso sor tichi Greci chiamavano le donne ritenute ca vero dallidentico significato.
to a Firenze nel 1240 a opera dei cosiddetti paci di predire il futuro. Nella tradizione cri Sintona. Dal greco syntona, accordo di suoni,
Sette Santi Fondatori, sette nobili cittadini ai stiana esse impersonavano lattesa del Cri composto di syn, con, e tnos, tno. Signifi
quali il 15 agosto 1233 sarebbe apparsa in sto nel mondo pagano. ca armonia, coerenza.
visione la Beata Vergine. La Regola, derivata Sicelita. Dal greco Sikelites, abitante della Sinuosamente. Dal latino snus, seno, insena
da quella agostiniana, fu definitivamente ap Sicilia. Relativo alle colonie greche in Sicilia. tura. In modo sinuoso, cio con un armonio
provata nel 1304. Essa prevede un culto ma Siflide. Malattia infettiva a trasmissione ses so alternarsi di curve ora concave e ora con
riano particolarmente intenso e una forte suale che colpisce diffusamente lorgani vesse.
opera di apostolato, evangelizzazione e mis smo, spesso anche con gravi ripercussioni Sinusoide. Curva matematica rappresentativa
sionariato. sul sistema nervoso. della funzione trigonometrica seno.
Servit della gleba. Letteralmente: servit del Sigillatra. Operazione eseguita con lapposi Skyphos o scfo. Coppa con corpo a tronco di
la terra, condizione servile per la quale, nel zione di piccole fasce di piombo. Queste, cono rovesciato, pareti leggermente bomba
corso del Medioevo, i contadini erano obbli schiacciate con speciali pinze sui nodi delle te e bocca larga, dotata di due anse (v.) sim
gati a vivere e a lavorare alle dipendenze del stringhe che legavano i rotoli, davano la ga metriche oblique.
signore feudale che possedeva la terra e che ranzia che nulla potesse essere riaperto (e, Skyline. Termine inglese composto da sky, cie

Glossario

31
lo, e line, linea (letteralmente, linea del cie Speleologa. Dal greco splaion, spelonca, ca dai rappresentanti del clero, della nobilt e
lo). Indica il profilo allorizzonte di un ogget verna e lgos, parola, concetto. Scienza che della borghesia.
to, in particolare di una citt. Lo skyline di studia la formazione, le caratteristiche e lo Statre. Questo appellativo vuol dire colui
una citt pu essere misurato sommando il sviluppo di grotte e caverne naturali. che ferma la fuga.
numero di piani di tutti gli edifici superiori a Sperequazione. Dal latino peraequre, pareg Statuale. Dal latino status, condizione, posi
una certa altezza. giare. Con suffisso s, negativo, sta a signi zione. Relativo allo Stato inteso come entit
Slavto. Dal verbo lavare. Anche nel senso fi ficare una differenza ingiusta. giuridica e politica.
gurato di sbiadito, pallido, smorto. Spigolatrce. Dal latino spica, spiga. Colei che Stele. Dal greco stle, cippo. Lastra di pietra o
Smalto. Tecnica decorativa che accoppia le pa spigola, cio che raccoglie le spighe di grano di marmo, decorata con incisioni (v.), basso
ste vitree ai metalli. Il sistema pi antico di rimaste a terra dopo la mietitura. rilievi (v.) o scritte, infissa verticalmente nel
applicazione quello detto cloisonn (tra Spina. Nel circo romano, struttura che divideva terreno a ricordo di un personaggio o di un
mezzo) consistente nel riempire piccoli alve in due parti longitudinali uguali lintero com evento particolarmente significativi.
oli (spazi limitati da paretine metalliche det plesso risevato alle corse dei carri. Stemperare. Sinonimo di diluire. Per similitudi
te cloisons) con lo smalto (vetro polverizzato Spinapsce. Tecnica di costruzione che consi ne, rendere pi fievole, meno rigida limpec
misto a piccole quantit dacqua). Per fusio ste nel disporre dei ricorsi di mattoni verti cabile geometria.
ne la pasta aderisce alle pareti e al piano calmente di seguito ad altri collocati di piat Stendrdo. Presso i Sumeri, pannello orna
della lamina. Leffetto complessivo quello to. mentale a doppio fronte, cio decorato sia
di una minuscola decorazione a mosaico Spoglio. Dal latino spolire, portare via i resti. davanti sia dietro, rappresentante cerimonie
(v.). I supporti possono essere di rame, Materiale edilizio ricavato dalla spoliazione di corte, parate militari, riti religiosi e scene
bronzo (v.), argento e oro. La pasta vitrea di altri edifici preesistenti. di vita quotidiana.
non aderisce al platino. Splvero. Tecnica che consente di riportare un Stereoscpica. Da stereoscopa, composto dal
Socialismo scientifico. Cos definito perch i disegno su un supporto pittorico (tavola, greco steres, fermo, solido e skopa deriva
principi su cui si basava venivano fatti deri muro) forandone i contorni con la punta di to da skops, bersaglio. la percezione del
vare dallanalisi scientifica dei rapporti eco uno spillo e poi tamponandolo con polvere rilievo di un oggetto (del suo essere solido,
nomici. Da questa prendeva le mosse la pro di carbone; questa, passando attraverso i tridimensionale) che si ha dalla visione bino
grammazione rivoluzionaria che avrebbe do forellini, lasciava una traccia del disegno culre (determinata, cio, attraverso i due
vuto portare il proletariato a rovesciare la sulla superficie da dipingere. occhi).
borghesia instaurando un sistema sociale Sporto. Dal latino exporrgere, estendere. Par Stereotipto. Deriva da steretipo (dal greco
senza pi privilegi n classi. te di un edificio, solitamente corrispondente steres, fermo, solido e typos, stampo, per
Socialismo utopistico. Fu cos chiamato per a una stanza o a una porzione di essa, che estensione riprodotto col metodo della
lirrealizzabilit delle sue proposte in quanto sporge dalla superficie della facciata verso stampa). Si usa soprattutto in senso figura
tese non tanto allemancipazione di una par la via, sorretta da travi a sbalzo o da menso to, per indicare qualcosa che viene mante
ticolare classe sociale (quella del proletaria le (v.) in pietra. nuto per abitudine senza un autentico valore
to), ma di tutta lumanit. Con limpiego degli sporti si incrementa la espressivo.
Solrium. Dal latino sol, sole. Terrazza attrez superficie utile senza necessit di sopraele Stile. Col termine stile, in pittura, intendia
zata, protetta da sguardi indiscreti e adibita vare ledificio. mo un certo modo particolare di dipingere di
ai bagni di sole, a fini curativi o di relax. Squillante. In analogia con il significato musi un determinato artista (o di un dato gruppo
Sommoscpo. Diametro del collarino (v.) della cale, indica colori vivaci o accostati in modo di artisti detto anche scuola), che rende le
colonna. tale da mettersi in risalto a vicenda. sue opere distinguibili da quelle degli altri.
Sonno. Per i Greci il Sonno, in greco Hypnos, Stabiles. Opere scultoree costituite da struttu Possiamo adoperare questo termine anche
era una divinit. Era figlio della notte e ge re fisse e immobili, realizzate in acciaio da in relazione alle caratteristiche e ai modi del
mello di Thnatos, la Morte, con cui abitava. Alexander Calder. la pittura di un preciso e individuabile perio
Il Sonno era una divinit benigna che porta Stabiles-mobiles. Opere scultoree realizzate do (ad esempio: stile romanico, stile go
va ristoro alluomo col riposo facendogli di da Alexander Calder, costituite dalla combi tico).
menticare il dolore. nazione di stabiles (v.) e di mobiles (v.). Stilobte. Dal greco stylos, colonna e bathus,
Srdido. Dal latino srdes, sporcizia. Sporco, Staffa. Voce di origine longobarda che indica profondo, cio basamento della colonna.
sudicio; anche nel significato figurato di tur ciascuno dei due arnesi di ferro pendenti Parte superiore del crepidoma (v.) che costi
pe, corrotto, moralmente indegno. dalla sella, nei quali si mette il piede salen tuisce il piano orizzontale su cui poggiano le
Sorriso arcaico. Viene cos definito il sorriso do a cavallo o ve lo si tiene appoggiato nel colonne.
misterioso che increspa appena le labbra di cavalcare. Di conseguenza lo staffato, nel Stilforo. Dal greco stylos, colonna e phors,
molte statue greche del periodo arcaico. linguaggio equestre e militare colui che portatore, portatore di colonna. Scultura a
Sostruzine. Dal latino substrere, costruire rimasto impigliato nella staffa. forma umana o animale avente la funzione
sotto, sottofondare. Massicce strutture co Stmnos o stmno. Vaso assai capace con cor di sorreggere una colonna.
perte con volte a botte, in parte interrate e po piriforme, strozzatura al piede e bocca Stmmate. Dal greco stzein, imprimere segni.
in parte fuori terra, che avevano originaria larga, dotato di due anse (v.) simmetriche Le cinque piaghe del corpo di Cristo inferte
mente la funzione, in presenza di terreni orizzontali od oblique. alle mani, ai piedi e al costato durante la
scoscesi, di sostenere i piani sovrastanti. Stampa a caratteri mobili. Tecnica di stampa crocifissione. Secondo la tradizione cristiana
Sovradimensionamento. Dal verbo sovradi- secondo la quale ciascun carattere realiz esse si sono miracolosamente trasmesse an
mensionare, costruire con dimensioni ecces zato singolarmente in piombo e unito agli al che a San Francesco.
sive, superiori alle reali esigenze statiche. tri in modo da comporre le varie frasi del te Stpite. Dal latino stpes, palo. Ciascuno dei
Sovrano temporale. Sovrano di uno stato ter sto. Una volta stampate le copie volute i di due elementi verticali (detti anche piedritti
reno. Deporre il pontefice come sovrano versi caratteri possono essere riutilizzati per (v.)) che delimitano una porta o una finestra
temporale voleva dire distinguere fra potere comporre altri testi o, se deteriorati, fusi per sorreggendone larchitrave (v.).
temporale e potere spirituale (derivante al ricavare altri nuovi caratteri. Stla. Dal greco stol, abito. Veste lunga fino
papa dallessere vicario di Cristo in terra e Stampa serigrafica. Procedimento meccanico ai piedi, chiusa da una fibbia su ogni spalla.
capo della Chiesa Cattolica e Apostolica Ro di stampa anche a pi colori realizzato utiliz La si portava con una cintura al di sotto del
mana). zando matrici in tessuto di seta. Con speciali seno e una allaltezza delle anche.
Spaesamnto. Termine che indica il disagio e colle si ricoprono le parti che non devono es Storicismo. Ripresa di stili costruttivi e aspetti
limbarazzo di chi si trova al di fuori del pro sere colorate, poi si spruzza il colore sulla formali propri di epoche storicamente lonta
prio ambiente. tela cos trattata. Il colore passa uniforme ne.
Spalla. Struttura di appoggio di un ponte (v.). mente, attraverso le fibre della seta, sul sot Storicistico. Analisi, indagine, metodo o rifles
Speculare. Dal latino spculum, specchio. Che tostante foglio di stampa, mentre le parti sione che tenga conto dello svolgimento dei
mostra perfetta simmetria, come se si trat trattate, essendo divenute impermeabili, ri vari avvenimenti storici, rapportando rigoro
tasse di unimmagine riflessa in uno spec mangono bianche. samente ad essi ogni deduzione e ogni con
chio. Stati Generali. Assemblea consultiva formata clusione.

Glossario

32
Strada romana. Le strade romane, che mette notte di vento, una tormenta di neve), quan bula, tavola. Nella casa romana (v.), ambien
vano in comunicazione Roma con le altre cit do le sensazioni che ne derivano tendono a te di rappresentanza.
t italiane e, successivamente, con le altre colmare lanimo di un orrore dilettevole. Tappezzera. Viene intesa non solo come ten
citt dellImpero, sono fra le opere che pi Nella sensibilit romantica il sublime si pone daggi e rivestimento di elementi di arredo
hanno resistito al trascorrere del tempo. La dunque allestremo limite superiore della (seggiole, troni, letti), ma anche come rive
strada era larga in media 3 metri e si compo percezione del bello. Dove perfezione, gra stimento di pareti, in alternativa agli arazzi.
neva di tre strati: quello inferiore di ciottoli, zia e armonia confinano con lo smarrimento Tarsa. Dallarabo tarsi, incrostazione. Decora
quello intermedio di sabbia e ghiaia, e infine della nostra mente, incapace di percepire ra zione realizzata con pezzi di marmo (o di le
la pavimentazione superiore, formata da zionalmente sensazioni cos intense e asso gno) di diversi colori, sagomati in modo da
ciottoli arrotondati e da lastre pi o meno lute, l si affaccia il sublime, che nel con incastrarsi perfettamente fra di loro secondo
grandi di pietra. tempo piacere e dolore. un determinato disegno.
Sublime Porta. Altro nome con cui veniva desi Tavoltta. Dal latino tbula, tavola. Supporto in
gnato limpero ottomano. argilla (v.) di forma quadrata o rettangolare
Suburbano. Dal latino sub, sotto e urbs, citt; sul quale si incidono gli ideogrammi con uno
vuol dire nelle immediate vicinanze della stlo (stecco appuntito) di canna. Successiva
citt. Possedere una villa suburbana in mente la tavoletta viene fatta essiccare al so
aggiunta al palazzo cittadino era, nel Cin le e talvolta anche cotta, al fine di renderne
quecento, indice di particolare potenza e di indelebili le incisioni e di consentirne lagevo
stinzione. le archiviazione in appositi scaffali di legno.
Suffragio universale. Dal latino suffragre, vo Tavolzza. Supporto su cui i pittori preparano
tare. Forma di elezione che prevede la parte i colori. Per estensione indica la gamma dei
cipazione di tutti i cittadini maggiorenni colori di cui un artista fa uso.
3
aventi diritto di voto, a prescindere dalla Teatni. Ordine religioso fondato nel 1524 da
2 classe sociale di appartenenza e dalle ric San Gaetano di Thiene e da Giampietro Ca
chezze possedute. Nel caso specifico non si rafa (papa col nome di Paolo IV), vescovo di
trattava di vero e proprio suffragio universa Chieti, da cui lappellativo di Teatini (Tate
1
le in quanto le donne erano ancora escluse il nome latino di Chieti).
dal diritto di voto. Teatro greco. Luogo allaperto in cui si svolge
Sunturio. Dal latino sumptus, lusso. Relativo vano le rappresentazioni teatrali, commedie
1. Ciottoli a produzione di oggetti di pregio e sfarzosi. e tragedie, con grande partecipazione di un
2. Sabbia e ghiaia Suppedneo. Panchetto poggiapiedi. pubblico attento ed esigente. Caratteristica
3. Pavimentazione
Susanna e i Vecchioni. Secondo lAntico Testa del teatro greco era la collocazione dello
mento (Daniele, 13) la bellissima Susanna, spazio destinato al pubblico, il koilon (v.),
moglie del ricco babilonese Iochim, era una poggiante contro il declivio di una collina.
giovane di grande virt e purezza. Accadde
Strage degli Innocenti. Rappresentazione del che due vecchi giudici, invaghitisi della don
racconto evangelico secondo cui Erode, per na, si fecero rinchiudere nel giardino del suo
essere certo della morte di Ges, fece truci palazzo quando ella, credendosi sola, si era
dare tutti i bambini di Betlemme al di sotto spogliata per fare il bagno. Dopo averla a
dei due anni (gli innocenti, appunto). lungo spiata si fecero avanti per possederla,
Strale. Dal longobardo strl. Voce letteraria ma, poich Susanna non aveva voluto accon 4
che significa dardo, freccia. discendere alle loro turpi voglie, fu da questi 3
Strappare. Poich laffresco (v.) dipinto diret vendicativamente accusata di essersi intrat
2
tamente sulla parete, quando questa si de tenuta in segreto con un amante. Poich il
teriora a causa del tempo o dellumidit an marito e il popolo credettero alla falsa ver
che la pittura ne soffre. Si esegue allora il sione dei giudici la giovane venne condanna
cosiddetto strappo (o distacco) dellaffresco. ta, secondo la barbara usanza del tempo, al
Si tratta di una complessa tecnica consisten la lapidazione. Solo il provvidenziale inter
1
te nellincollare laffresco a una robusta tela vento del giovane profeta Daniele fece emer
e di strapparlo dal muro assieme allintona gere la squallida menzogna dei due vecchi 5 7 8 7 5
co allo stesso modo in cui, premendo del na giudici che, a loro volta, vennero giustiziati. 6
stro adesivo sulla pagina di un giornale e ti Suspensra. Nelle terme (v.) erano le pavimen
rando bruscamente, lo scritto rimane attac tazioni sospese sotto le quali si trovavano
cato al nastro adesivo. Grazie a speciali di gli ipocusti (v.), spazi che contenevano i fo
luenti, la colla usata per lo strappo viene poi colari che servivano al riscaldamento dellac
sciolta e laffresco ricomposto su una super qua. 1. orchstra 4. kerkdes 7. parasknia
ficie solida che pu essere un altro muro o, Svstica. Da susti, che in snscrito significa 2. koilon 5. prodoi 8. prosknion
3. diazmata 6. scena
pi spesso, uno speciale supporto ligneo. felicit. Simbolo geometrico antichissimo
Strigilatra. Lavorazione a scanalature arcua consistente in una croce a bracci eguali che Teatro romano. Luogo allaperto in cui si svol
te, simili allo strigile (v.). presenta, alle quattro estremit, dei prolun gevano le rappresentazioni teatrali, comme
Strgile. Dal latino strgilis, derivante dal greco gamenti disposti ad angolo retto. Originaria die e tragedie. A differenza del teatro greco
stlegghs. Strumento metallico composto da mente (e ancora oggi per molte religioni (v.), quello romano presenta la cavea (v.)
un manico dritto e una parte terminale cur dellIndia) simbolo solare di luce e di gioia, poggiante su una struttura muraria.
va. Veniva fatto passare sugli arti per deter ha assunto un tetro significato di morte da Tecnica mista. Tecnica pittorica che consiste
gerli dopo un bagno o dopo una gara. quando Adolf Hitler la scelse, negli anni nelluso, nello stesso dipinto, di tecniche di
Stucco. Impasto colloso e facilmente modella Trenta del secolo scorso, quale emblema del verse (ad esempio tempera (v.) e acquerello
bile formato da calce, sabbia, polvere di nazionalsocialismo. (v.)).
marmo e acqua. Tela cerata. Particolare tipo di tessuto imper
Sublme. Secondo la definizione di Edmund meabile che, quando non erano stati ancora
Burke (1729-1797), scrittore e uomo politico T inventati i materiali plastici, veniva impiega
inglese, il sublime consiste in quel misterio Taberncolo. Vedi Ciborio. to nella confezione di impermeabili, tende e
so e affascinante insieme di sensazioni che Tableau-vivant. Espressione francese. Coreo tovaglie da esterni. Limpermeabilizzazione
possibile provare solo di fronte a certi grafia con pi personaggi in posa a formare avveniva mediante bagni in sostanze a base
grandiosi spettacoli naturali (un tramonto una sorta di quadro vivente. di paraffina o cera, da cui il nome.
infuocato, una tempesta impetuosa, una Tablno. Dal latino tablnum, diminutivo di t-

Glossario

33
Telefo. Figlio di Eracle e di Auge, figlia del re di Tempio ionico. Nellantica Grecia, tempio co Tssere. Elementi costitutivi del mosaico (v.).
Alea. Auge, consacrata ad Atena perch non struito secondo i dettami dellordine ionico Si tratta di pietre dure, terra cotta (anche co
si compisse un oracolo, fu violentata da Era (v.). lorata) e ciottoli di forma parallelepipeda.
cle ubriaco. Nato il bambino, la madre venne Tnia. Dal greco taina, nastro, benda. Nellor Tetramrfo. Dal greco tttares, quattro e mor-
abbandonata alle acque del mare e il bimbo dine dorico (v.), elemento che separa larchi ph, forma.
fu esposto sul monte Partenine dove, allat trave (v.) dal fregio (v.). Tetrstilo. Dal greco tttares, quattro e stylos,
tato da una cerva, ebbe salva la vita. Tensostruttura. Struttura di copertura fissa colonna. Tempio con quattro colonne sul
Telro. Dipinto su tela, di grandi dimensioni da realizzabile in materiali vari (soprattutto me fronte anteriore.
applicarsi alle pareti o soffitti in sostituzione tallo e plexiglas), tenuta in opera da tralicci Thlos. Sala circolare costituita da una pseu
dellaffresco (v.). I vantaggi rispetto a questo e tiranti di acciaio ancorati al suolo, quasi a docupola ogivale, caratteristica delle tombe
erano molteplici. Innanzitutto potevano es formare unenorme tenda solida. Viene im micenee.
sere impiegati colori a olio, pi brillanti. In piegata soprattutto per la copertura di gran Thymle. Nel teatro greco (v.), altare attorno al
secondo luogo lopera poteva essere realiz di impianti o di spazi a scala urbana. quale si muoveva il coro.
zata a bottega e senza la preoccupazione di Teorizzazione. Enunciare i principi di una certa Tibrio. Dal latino medioevale tibrium, grotta.
non poter correggere gli errori. Infine, so scienza e metterli assieme, riunirli. Struttura di copertura esterna di una cupola
prattutto a Venezia, dove furono molto usati Teosofa. Dal greco Thes, dio, e sopha, sa (v.), avente anche lo scopo di contenere le
dal Quattrocento in poi, i teleri si dimostra pienza; letteralmente scienza che concerne spinte.
rono meno sensibili degli affreschi ai guasti Dio o le cose divine. Attualmente indica la Tmpano. Dal greco tympanon, timpano, stru
provocati dallumidit e dalla salsedine. dottrina e il movimento a carattere religioso mento musicale a percussione, anticamente
Tmenos. Nel tempio romano, recinto sacro. propugnati dalla Societ Teosofica, fondata di forma triangolare. Elemento triangolare
Temerit. Atteggiamento di chi affronta un pe a New York nel 1875 da E.P. Blavatskij. La formato dalle due falde del tetto, in corri
ricolo senza badare alle conseguenze con teosofia ritiene che tutte le religioni derivino spondenza dei lati minori del tempio greco.
nesse, con eccessiva audacia, ovvero da in da ununica verit divina conosciuta solo da Laltezza pari a circa un ottavo della base.
cosciente. alcuni grandi iniziati e di cui, nel corso dei Tintre. Dal latino tngere. Colui che tinge le
Temstocle. Uomo politico e generale (Atene, secoli e in base alle condizioni culturali del pezze di lana e di seta acquistate allo stato
ca 528 a.C.-Magnesia al Meandro, ca 462 tempo, sono state divulgate alcune parziali grezzo al fine di renderle pi belle e prezio
a.C.), dal 493 al 492 a.C. fu arcnte, cio su idee. In base alle credenze teosofiche il fine se. I colori impiegati erano di origine vegeta
premo comandante militare di Atene. Uomo delluomo il ricongiungimento con lUno le o minerale e i particolari procedimenti di
di grande intuito politico, contribu alla vitto dal quale deriva lo stesso Creatore che ha lavorazione, gelosamente tramandati di pa
ria di Salamina battendosi, in seguito, per il dato origine alluniverso. Le verit pi pro dre in figlio, resero famosi in tutto il mondo
primato di Atene su Sparta. Inviso a parte fonde possono essere raggiunte non per le stoffe e i broccati italiani (soprattutto di
delloligarchia ateniese, fu per allontanato mezzo della sola ragione, ma per il tramite Firenze, Lucca e Venezia). Questa attivit fu,
dalla sua citt (ca 471 a.C.) e mor esule della meditazione, delle esperienze mistiche fin dal Medioevo, una delle pi importanti e
presso la corte di Artasrse I. e dello stile di vita. remunerative.
Tmpera. Dal latino temperre, mescolare. Tepidrium. Nelle terme (v.) romane, piccolo Tirannide. Dal greco tyrannos, tiranno, signore
Tecnica pittorica che consiste nella miscela ambiente riscaldato in cui si trovavano va assoluto. Forma di governo in cui il potere
zione di pigmenti (v.) con una sostanza ag sche con acqua tiepida. nelle mani di una sola persona che lo eserci
glutinante (v.) a base di acqua, lattice e al Tergle. Da dietro, posteriore. Dal latino tr- ta in modo dispotico.
bume duovo. gum, dorso. Tocchi virgolati. Pennellate brevi e veloci date
Tempera su tavola. Particolare tipo di pittura a Terme. Dal greco thrmai, sorgenti calde. depositando sulla tela linguette di colore
tempera (v.) realizzata su tavole di legno ap Nellantica Roma con tale termine si indica aventi forma simile a piccole virgole.
positamente sagomate (di solito a forma ret vano i grandi complessi bagni pubblici (e Toga. Mantello di forma semicircolare che i Ro
tangolare o a croce) e preparate con un ido non, come oggi, impianti che sfruttano ac mani portavano sopra la tunica.
neo sottofondo liscio in gesso
27
o stucco (im que dai poteri curativi). Tomba a dado. Tomba etrusca ipogea (v.) con
primitra).
18 17
Terminale. Allargamento alle estremit dei un ingresso monumentale di forma cubica in
19
Temperanza. Dal latino temperre, moderare. bracci del crocifisso ligneo (v.). tufo.
la capacit di comportarsi con saggezza26 ed Terra di Lavoro. Dal latino Terra Lebriae, anti Tomba a edicola. Dal latino aedcula, tempiet
equilibrio, senza lasciarsi andare ad alcun co territorio che si estendeva a settentrione to. Tomba che ha la forma di un tempietto in
12
eccesso. 11
dei Campi Flegri (Napoli). Termine geografi miniatura, di piccole dimensioni e composta
Tempio corinzio. Nellantica Grecia, tempio co 25 co con il quale si designa lattuale provincia per lo pi di una sola camera.
struito secondo i dettami dellordine corinzio di Caserta. Tomba a tumulo. Tomba che, una volta costrui
(v.). Terramre. Capanne sopraelevate poste sulla ta, viene ricoperta da un tumulo di terra, in
Tempio dorico. Nellantica Grecia, tempio co terraferma, diffuse soprattutto nella Pianura modo da formare una sorta di collinetta arti
struito secondo i dettami dellordine dorico 5
Padana tra il XIV e il XII sec. a.C. Sing. ter ficiale.
(v.). 27 ramra. Tonalismo. V. pittura tonale.
Terre colorate. Materie prime naturali utilizza Topografia. Dal greco topographa, composto
18 17 19

te per la preparazione di pigmenti (v.). Anti di tpos, luogo e grapha, scrittura. Rappre
26

26
4
22 24
20 12

23
21 11 camente i colori pi usati erano il rosso sentazione grafica su un piano di un dato
(estratto da argille ricche di ferro), i bruni e i territorio.
25
14
16
3
13
15 gialli (a loro volta estratti da particolari terre Torah. In ebraico legge. I cinque libri della leg
del deserto). A ci si aggiungevano il nero ge ebraica corrispondenti al Pentateuco (dal
10
9 5
2
8
4
(ricavato dal nerofumo o dal manganese) e il greco pnta, cinque e tuchos, astuccio; let
7 bianco (carbonato di calcio). Rarissimi erano teralmente contenitore dei cinque libri del
3
invece il verde e il blu (ottenuti dalla polve la legge). Si tratta, pi precisamente della
2 rizzazione di miscele segrete a base di lapi Genesi (v.), dellsodo, del Levtico, dei N
6 7 slazzuli, malachte e minerali di rame). Oggi meri e del Deuteronmio.
1
si usano anche materie prime di origine sin Trnio. Elementare macchina utensile costitui
6 tetica. ta da un piatto girevole, mosso solitamente
Tesoro. Il Tesoro (dal greco thesaurs, tesoro, con i piedi, sul quale il vasaio pu lavorare
plurale thesauri) un piccolo sacrario eret qualsiasi pezzo in modo veloce e uniforme
1. Rampa di accesso 11. Architrave
1. Rampa di(epistilio) 20.(epistilio)
Frontone20.
to in prossimit di un importante santuario Tro. Dal latino trus, cordone attorcigliato.
accesso 11. Architrave Frontone
2. Peristasi 12. Fregio 21. Timpano
2. Peristasi 12. Fregio
3. Pronao 13. Tenia 21. Timpano22. Gronda (sima)
4. Cella (naos) 14. Trglifo frontale
3. Pronao 13. Tenia 22. Gronda (sima)
destinato alla conservazione di preziosi og Modanatura (v.) architettonica convessa a
5. Stilobate 15. Regula con gocce 23. Cornice (geison)
4. Cella (naos) 14. Trglifo
6. Grappe in bronzo
7. Rocchio
(guttae)
16. Metopa
frontale orizzontale
24. Cornice (geison)
5. Stilobate 15. Regula
8. Fustocon gocce 17. Tetto 23. Cornice (geison)
di colonna obliqua
6.
7.
Grappe in bronzo
Rocchio 16.
9. Collarino
(guttae)
10. Capitello
Metopa
18. Capriata lignea
19. Tegole
25. Antefissa
orizzontale
26. Acroterio angolare
24. Cornice (geison)
27. Acroterio terminale getti donati da una singola citt alla divinit. forma di grosso disco a profilo semicircola
8.
9.
Fusto di colonna
Collarino
17.
18.
Tetto
Capriata lignea
obliqua
25. Antefissa Generalmente ha in pianta la forma di un re, nella colonna a base attica (v.).
10. Capitello 19. Tegole 26. Acroterio angolare
27. Acroterio terminale tempio in antis (v.). Trques. Collare metallico ritorto tipico delle

Glossario

34
popolazioni galliche. Si ritrova nella scultura Travata ritmica. Si ha in corrispondenza di una Trompe-loeil. Termine francese che significa
del Galata morente. variazione regolare della scansione metrica inganna locchio (da tromper, ingannare).
Torre del Mangia. Campanile del Palazzo co delle campate. Indica una pittura che, in base a espedienti
munale di Siena. Secondo la tradizione lap Tre quarti. Nei ritratti, la testa si dice disposta illusionistici, induce losservatore a credere
pellativo deriva dal soprannome di un certo di tre quarti quando raffigurata legger di stare guardando oggetti reali.
Giovanni Ducci, che fu il primo campanaro mente ruotata su un lato. Tufceo. Costituito di tufo (dal latino tphus).
della torre. Egli, infatti, veniva chiamato dai Trade. Dal greco tris, tre. Insieme formato da Il tufo un tipo di roccia derivante dallaccu
Senesi Mangiaguadagni o, pi semplice tre elementi. Nella fattispecie riferito a tre mulo di detriti vulcanici e di frammenti cal
mente, Mangia, in quanto era solito sper delle principali divinit egizie. carei e silicei. Ha colore giallastro e struttura
perare lintero stipendio in osteria con gli Trbunal. Nel teatro romano (v.), tribuna sovra porosa. Ha una buona resistenza e unotti
amici. stante laditus maximus (v.). Pl. tribunlia. ma lavorabilit, che lo rendono anche un ec
Torre di Babele. Secondo la tradizione biblica Tribunale dellInquisizione. Fu istituito nel cellente materiale da costruzione.
(Genesi (v.), 11, 1-9) tale torre, innalzata al fi 1542 da papa Paolo III per giudicare sulle Tumulazione. Dal latino tumulre, seppellire
ne di raggiungere Dio, fu da questi distrutta materie di fede. Occorre distinguere tale In sotto un tumulo. Seppellimento di un cada
per punire la presunzione degli uomini. Qua quisizione sia da quella medioevale (nata tra vere in un sarcofago disposto entro camere
le ulteriore punizione per la superbia dimo la fine del XII e linizio del XIII secolo per funerarie appositamente costruite o in nic
strata, Dio confuse i linguaggi dei costrutto combattere leresia valdese e ctara) sia da chie scavate nella roccia.
ri, condannandoli alla reciproca incompren quella spagnola (voluta nel 1478 dai reali di Turiferrio. Colui che regge il turbolo (dal lati
sione. Con questa narrazione le Sacre Scrit Spagna per combattere gli ebrei spagnoli). no tus, incenso e fero, porto), contenitore
ture spiegano lorigine delle diverse lingue. Tribto. Dal latino tribere, ripartire fra le tri spesso in argento e, comunque, sempre ric
Babele, infatti, deriva dallebraico blal, con b, attribuire. ci che si d per adempiere camente decorato e sospeso a delle catenel
fondere, che ha la stessa radice di bbilu, a un obbligo. le. Serve a spargere laroma dellincenso du
babilonia, cio confusione. Triclnio. Dal latino tris, tre e klne, letto, di rante le celebrazioni liturgiche.
Torre scalare. una torre che ospita esclusiva vano. Insieme di tre divani che, disposti at Turrta. Dal latino trris, torre. Significa ricca
mente le scale. torno a un tavolino, costituivano costituiva di torri.
Torrentiniana. Edizione cos detta perch edita no il tavolo da pranzo di Etruschi e Roma Tutankhamon. Faraone morto poco pi che
a Firenze da Lorenzo Torrentno, nome italia ni. adolescente, dopo appena nove anni di re
nizzato del fiammingo Laurens Leenaertsz Triclnium. Nella casa romana (v.), la sala da gno, intorno al 1345 a.C. La sua straordinaria
van der Beke (?-1563), stampatore ducale pranzo. notoriet legata al fatto che la sua tomba
dal 1547. Tricnco. Dal greco tris, tre e knche, conca, ipogea (v.), unica fra tutte le altre sepolture
Torsine. Rotazione secondo due sensi oppo abside (v.). Costruzione con pianta a croce faraoniche, stata rinvenuta praticamente
sti. che si sviluppa attorno a un vano centrale, intatta e non saccheggiata, nel 1922, dallar
Trtile. Dal latino torqure, trcere. Di colonna per lo pi quadrato, su tre lati del quale si cheologo inglese Howard Carter (1874-1939).
ritorta, avente cio forma di spirale. aprono tre absidi uguali, definendo una for Nellanticamera e nelle altre tre camere della
Trabeazione. Dal latino trbea, trave. Insieme ma triabsidta (o trilobta) detta anche tomba si trovato lintero corredo funebre
di tutti gli elementi strutturali e decorativi trcora. del defunto, che oggi riempie pi di una sala
che appoggiano sui capitelli (v.). Trfora. Finestra a tre luci divise da due esili del Museo Egizio del Cairo.
Trlice. Forse dal latino trlix, composto da tre colonnette centrali. Tutla. Dal latino ttus, sicuro. Termine gene
fili. Di traverso, obliquamente. Trifrio. Nelle chiese, galleria praticabile costi ralmente inteso come protezione e difesa.
Transnna. Dal latino transnna, grata, infer tuita dal succedersi di pi trifore (v.) uguali.
riata. Recinto in marmo, intagliato o trafora Trglifo. Dal greco tris, tre e glyph, incavo,
to, che solitamente rialza e separato il pre scanalatura. Elemento decorativo del tempio U
sbiterio (v.) dalla navata (v.). detto anche di ordine dorico (v.), che serviva a protegge Uas o was. Voce egizia che identifica lo scettro
plteo (v.) (dal latino plteus, riparo, spallie re le teste delle travi lignee. Il motivo deco regale del potere, attributo simbolico di dei
ra). rativo costituito da quattro scanalature e faraoni.
Transtto. Dal latino trans, oltre, e saeptum, verticali; le due centrali sono tra loro uguali; Underground. In inglese significa sotterraneo.
recinto. Navata (v.) che taglia trasversalmen le due laterali, equidistanti dalle prime, sono In questo contesto assume il significato me
te le navate longitudinali. la met delle altre. taforico di innovativo, controcorrente, speri
Transizione. Dal latino transre, transitare. Triltico. Dal greco tri, tre, e lthos, pietra. Prin mentale.
Passaggio tra due condizioni, due epoche, cipio architettonico che si basa su tre soli Unsono. Rapporto numerico di 1:1 (uno a
due modi di vita, due situazioni. elementi; nel caso dellarchitettura greca, uno).
Trasfigurazione. Il rivelarsi di Cristo quale es larchitrave (v.) e due sostegni verticali. Unvoco. Dal latino tardo unvocus, letteral
sere divino. Lepisodio narrato dai Vangeli. Trinitri. Ordine mendicante, detto anche della mente chiamato solo. Che ha un significa
Trash. In inglese immondizia. Nel gergo dello Santissima Trinit, istituito da San Giovanni to o una relazione soli e ben determinati.
spettacolo e della comunicazione indica pro di Matha (1160-1213) e San Felice di Valois Urbanstica. Dal latino rbs, citt. Attivit ine
dotti o personaggi che, nonostante uno scar (ca 1127-1212) a Cerfroid (Meaux), allo scopo rente allo studio, alla creazione e alla siste
sissimo livello artistico e culturale, riescono di riscattare i cristiani fatti schiavi dai musul mazione dei centri urbani.
ad avere comunque un alto (anche se effi mani. LOrdine fu approvato da papa Inno Urbanistico. Dal latino urbs, citt. Relativo
mero) gradimento di massa. cenzo III nel 1198. allurbanistica (v.).
Traslcido. Dal latino translcidus, che splen Tripdio. Dal latino tripdium, danza ritmica. Urbanizzazione primaria. Insieme di infrastrut
de attraverso, composto di trns, oltre, e Qui con il significato figurato di insieme di ture e servizi indispensabili alla residenza
lcidus, lucido. esuberanti manifestazioni di vita e di gioia. (oggi: strade, fognature, rete idrica ecc.).
Trasprto. Metodo drastico per riparare ai dan Trstilo. Dal greco tris, tre e stylos, colonna, ro. Dal latino rus. Diffusissimo bovino prei
ni che il supporto ligneo potrebbe portare (o cio formato da tre colonne. storico simile a un grosso toro dalle possenti
ha gi portato) al dipinto, a motivo delle sue Tritni. Divinit marine della mitologia antica, corna ricurve.
pessime condizioni che ne impediscono il nate dal dio Tritne (met uomo e met pe Usra. Dal latino uti, usare. Limprestare dena
salvataggio con una qualunque tecnica re sce), figlio di Poseidon e di Anfitrte, una ne ro a interessi eccessivi, strozzinaggio.
staurativa. Il trasporto consiste nella distru reide (v.). Erano rappresentate met uomo e Utopa. Dal greco ou, non e tpos, luogo, cio
zione progressiva della tavola (operando dal met pesce. luogo che non esiste. Termine coniato dal
retro, ovviamente) fino a vedere la pellicola Trttico. V. polittico. filosofo e santo inglese Thomas More nel
pittorica che, in precedenza, stata assicu Trchilo. Dal greco trochila, carrucola, ruota 1516 con la pubblicazione del suo libro Uto-
rata a una superficie di sostegno che ne se incavata. Modanatura (v.) architettonica pia, dove si parla di un paese ideale. Uto
gue perfettamente landamento. La pellicola concava a forma di canale, posta tra i due pia si adopera per indicare un ideale, un
pittorica viene poi fissata a una tela e libera tori (v.), nella colonna a base attica (v.). sogno, unaspirazione, un qualcosa che non
ta del sostegno provvisorio. detta anche scozia (v.). pu avere una pratica attuazione.

Glossario

35
V a fabbricarlo sono stati forse i Sumeri, gi due volte a botte (v.) le cui direttrici stanno
Vallo. Dal latino vllum, protezione, trincea. In alla fine del terzo millennio a.C. In epoca me sui quattro lati dellambiente da coprire.
senso proprio palizzata che gli antichi Roma dioevale il vetro veniva realizzato con la tec Volta a padiglione. ottenuta dallintersezio
ni costruivano a rinforzo di una fortificazio nica della soffiatura. Dopo aver fatto fondere ne di due volte a botte (v.) che hanno le li
ne. Si pu intendere genericamente come in uno speciale recipiente (detto crogilo) nee di imposta sui lati opposti dellambiente
argine difensivo. una sabbia silcea (ricca cio di cristralli di da coprire.
Vlva rgia. Nel teatro romano (v.), porta cen slice e di quarzo) si ottiene una specie di Volta a schifo. Dal germanico skif. ottenuta
trale della scenae frons. pasta incandescente che, grazie allaggiunta tagliando con un piano orizzontale la parte
Vangeli Apcrifi. Dal greco apkryphos, tenuto di terre e ssidi metallici, pu assumere di superiore di una volta a padiglione (v.) o di
nascosto. Antico gruppo di scritti di argo versi colori (colorazione in pasta). A questo una volta a botte (v.) con testate di padiglio
mento sacro, ricchi di aneddoti fantasiosi. punto si immerge un tubicino metallico ne. Questultimo tipo di volta composta
Pur avendo incontrato vastissima diffusione nellimpasto e vi si soffia dentro. Il vetro si (cio formata da pi volte semplici) costi
nellimmaginario popolare, vennero comun modella quindi come un sottile globo sferico tuita da una volta a botte alla quale sono
que esclusi dal novero delle Sacre Scritture che, essendo ancora morbido, viene poi state innestate due falde di padiglione in
del Nuovo Testamento. schiacciato su un piano di marmo ottenendo corrispondenza dei lati brevi dellambiente
Vascolare. Dal latino vas, vaso. Inerente ai va un disco colorato e trasparente. Tali dischi, da coprire.
si, alla loro fabbricazione e alla loro decora una volta raffreddati, vengono poi tagliati e Volta anulare. un particolare tipo di volta a
zione. lavorati secondo le necessit. botte (v.) che ha le generatrici (muri su cui si
Vedutsmo. Genere pittorico nel quale si rap Vilipso. Dal latino vlis, di poco valore e pn- imposta) costituite da due cerchi concentri
presentano vedute prospettiche di paesaggi dere, pesare. Trattato o considerato con di ci.
o citt. sprezzo. Voltare. Da volgere, girare. Vuol dire coprire
Vedutsta. Si dice di pittore specializzato nella Villanovina. Dallabitato di Villanova, presso gli edifici con una volta (v.).
rappresentazione di vedute. Si tratta di un Bologna. La civilt villanoviana una delle Volumi tecnici. Tutti gli spazi che, in un fabbri
tipo di rappresentazione prospettica partico prime civilt italiche. cato, sono dedicati ad accogliere macchinari
larmente diffuso nel XVIII secolo. I soggetti Virginle. Dal latino virgo, vergine. Dicesi di o impianti necessari alle esigenze della resi
preferiti sono i paesaggi campestri o, soprat comportamenti o atteggiamenti propri di denza.
tutto per quel che concerne il vedutismo (v.) una vergine, cio improntati alla purezza e Volta. Dal latino vlvere, girare. Elemento del
veneziano, scorci realistici di architetture cit allingenuit. capitello (v.) (in particolare del capitello io
tadine. Viridrium. Dal latino vridis, verde: nelle case nico (v.)) la cui forma ricorda un moto rota
Vela. Scomparto triangolare della volta (v.). e nelle ville patrizie dellantica Roma giardi torio.
Velario. Copertura di stoffa che serviva a pro no principale, circondato dal peristilio colon
teggere gli spettatori del Colosseo dal sole e nato, spesso decorato da aiuole, pergolati e
dalla pioggia. fontane. W
Venere. Nome latino della dea greca Afrodte, Virtuossmo. Perfezione tecnica di un artista, Westwerk. In tedesco, opera occidentale.
mitica divinit femminile della bellezza, dei qualit che consente di superare grandi dif Struttura di ingresso alle costruzioni sacre
giardini e dellamore. ficolt esecutive. costituita da un vestibolo sormontato da
Ventiquattro Vegliardi. Si tratta di dodici Pa Visr. Dal persiano vezr, sovrintendente, can una cappella affacciata sulla navata (v.), dal
triarchi e altrettanti Apostoli, secondo quanto celliere. La pi alta carica amministrativa la quale la corte imperiale poteva assistere
narra lApocalisse (4,4): Attorno al trono dellantico Egitto, consistente nellattuare le alle funzioni liturgiche.
erano altri ventiquattro troni e sopra questi direttive del faraone rendendone esecutivo
vidi seduti ventiquattro vegliardi, vestiti di il volere. Presso gli Egizi, che ne istituirono il
bianche vesti e sulle loro teste corone doro. ruolo intorno al 2680 a.C., veniva definito X
Ver Sacrum. In latino, letteralmente, primavera tjaty. Xilografia (o silografa). Dal greco xylon, legno
sacra. Rivista ideologica della Secessione, Visitazione. Rappresentazione della scena e grphein, scrivere, disegnare. Antica tecni
il cui titolo allude a unantica cerimonia ro evangelica dellincontro fra la Vergine Maria ca di incisione su legno per realizzare tavo
mana durante la quale, in occasione di parti e la cugina SantElisabetta. La prima avreb lette (dette matrici) stampabili a pressione
colari calamit, venivano offerte in sacrificio be dato alla luce Ges, la seconda Giovanni, su carta, pelle o stoffa. Le matrici devono es
le primizie della primavera successiva. il futuro Battista. sere ricavate da essenze particolarmente
Verosimiglinza. Dal latino veri similis, simile Vittoria (o Nike) di Samotracia. Celebre statua dure (pero, bosso, bano ecc.) tagliate nel
al vero. Dicesi di riproduzione artistica rea marmorea di epoca ellenistica, datata circa senso delle fibre e la loro incisione avviene
lizzata in modo da apparire quanto pi pos 220-190 a.C., attualmente al Museo del Lou tramite sgrbie, sorta di scalpelli con punta
sibile fedele alla realt. vre di Parigi. Rappresenta una figura femmi metallica tagliente a sezione semicircolare o
Versailles. Cittadina a sud-ovest di Parigi, fu nile coperta da agitati panneggi e dotata di a V. In questo modo le parti incise non
per oltre un secolo (1682-1789) sede della due grandi ali, simbolo della Vittoria (in gre verranno inchiostrate e, quindi, una volta
corte di Francia. Luigi XIV commission la co Nke) che avanza. Fu rinvenuta nel 1863 stampate appariranno bianche. Viceversa, le
maggior parte dei lavori di ampliamento e ri nellisola greca di Samotracia (da cui il no parti che resteranno a rilievo riceveranno
costruzione che trasformarono una preesi me). linchiostro e imprimeranno un segno (linee,
stente palazzina di caccia in uno dei pi Vizi Capitali. Secondo la dottrina cristiana i contorni, tratteggi ecc.) sul supporto di
grandiosi palazzi del mondo. A degno com sette Vizi Capitali, cio tali da precludere lo stampa.
plemento di tale opera fu anche costruito stato di grazia, sono: Superbia, Avarizia, Xanon. Al plurale xoana. Dal greco xo, scol
(1661-ca 1668) un parco di circa cento ettari, Lussria, Ira, Gola, Invidia e Accdia. pire. Antichissimi idoli pre-ellenici ricavati
arricchito da padiglioni, boschi, laghetti, fon Volta. Elemento architettonico che si basa sul direttamente da un tronco dalbero.
tane e cascate artificiali. Per la monumenta lo stesso principio dellarco (v.), rispetto al
lit e la magnificenza di questi interventi quale per copre una superficie molto mag
Versailles resta la testimonianza pi alta e giore. Risulta composta da tanti conci affian Y
completa della potenza e dello sfarzo fran cati che trasmettono alle imposte il peso Yellow Kid. Letteralmente Bambino Giallo.
cesi prima della Rivoluzione. proprio e quello di tutto quanto sta loro so Creato dallo statunitense Richard Felton
Versrae. Nel teatro romano (v.), ali laterali pra. Outcault (Lancaster, 1863-Queens, 1928),
della scenae frons. Volta a botte. un tipo di volta (v.) che si pu rappresenta un bambino con le orecchie a
Vestbolo. Dal latino vestbulum. Lo spazio che immaginare generata da un arco a tutto se sventola e un accattivante sorrisone sdenta
precede una sala. sto (v.) (direttrice) che si muove lungo due to, sempre vestito con un caratteristico ca
Vestigio. Dal latino vestigre, seguire le tracce rette parallele. la pi semplice tra le coper micione giallo che gli arriva fino ai piedi scal
di qualcuno. Assume al plurale (vestigia) il ture in muratura e si usa soprattutto per co zi. protagonista o testimone di ingenue av
significato di ruderi e di rovine. prire spazi di forma rettangolare. venture sullo sfondo di una periferia urbana
Vetro. Materiale di origine antichissima. I primi Volta a crociera. data dallintersezione di povera.

Glossario

36
Z Z
Zarna. Imperatrice russa o moglie dellimpera
tore, a sua volta definito zar.
Zecca. Tesoreria e luogo in cui si coniavano le
monete.
Zfiro. Personificazione del mite vento prima
verile che soffia da ponente. Secondo la mi
tologia greca era figlio di Astro e di os
(personificazione dellaurra).
Zusi e Parrsio. Scrive Plinio al capitolo 36
del libro XXXV della sua Naturalis Historia:
Si racconta che Parrasio venne a gara con
Zeusi; mentre questi present delluva di
pinta cos bene che gli uccelli si misero a
svolazzare sul quadro, quello espose una
tenda dipinta con tanto verismo che Zeusi,
pieno di orgoglio per il giudizio degli uccelli,
chiese che, tolta la tenda, finalmente fosse
mostrato il quadro; dopo essersi accorto
dellerrore, gli concesse la vittoria con nobile
modestia: se egli aveva ingannato gli uccelli,
Parrasio aveva ingannato lui stesso, un pit
tore.
Zggurat. Dette anche zqqurat. Enormi palazzi-
templi sumeri, a pianta quadrangolare, co
stituiti da pi piattaforme sovrapposte, cia
scuna accessibile da quella inferiore me
diante scalinate esterne e rampe porticate.
Alla sommit si trova la cella del tempio con
tenente le statue degli dei. Nelle piattaforme
sottostanti vi sono sale di rappresentanza,
luoghi di riunione e di culto, appartamenti
reali e a volte, al piano terreno, botteghe e
magazzini.
Zoocefalo. Dal greco zos, animale e kephal,
testa. A forma di testa danimale.
Zoser. Noto anche con il nome di Neterikhet (o
Netjerirkhet), chiamato indifferentemente
Djser, Dser o Giser, fu il maggior faraone
della terza dinastia (2657-2589 a.C.). La
grafa dei nomi dei faraoni e delle loro dina
stie deriva dalla trascrizione alfabetica delle
iscrizioni geroglifiche. Ci significa che non
vi concordanza assoluta e che in altri testi
possibile trovare trascrizioni diverse degli
stessi nomi. Analogamente, anche le date
dei diversi periodi possono essere riportate
con alcune sfasature. Ci nulla toglie alla lo
ro sostanziale veridicit, soprattutto se si
tiene conto di quanto esse siano remote e di
come nessunaltra civilt del periodo ci ab
bia tramandato una quantit di testimonian
ze cos documentate e precise.

Glossario

37