Sei sulla pagina 1di 19

DOMENICA I

del
TEMPO DI AVVENTO
ANNO A

A cura di Angelo Cannata

Il presente libretto divulgato a soli fini liturgici


vietata ogni forma di commercializzazione
Vigilate

Dio viene: nella nostra esistenza quotidiana sinserisce un avvenimento


sconvolgente, che butta allaria tutte le nostre sicurezze, i nostri progetti.
Allimprovviso egli cammina accanto a noi, e fa parte della nostra storia: lo
riconosce presente chi tiene gli occhi aperti, chi aspetta e prepara un mondo nuovo.
Lannuncio profetico (prima lettura) parte da una realt piuttosto deludente: un
piccolo popolo senza importanza per nessuno sar il centro religioso e spirituale di
tutti i popoli finalmente in pace. Questo non pu che essere opera di Dio, divenuto
lui stesso ispiratore, norma e termine del cammino dellumanit. E solo allo
sguardo della fede possibile scorgere il disegno che si va formando allinterno di
avvenimenti banali, oscuri, poco significativi; un disegno che Dio rivela come una
sua proposta per la crescita e il bene dei suoi figli, una realizzazione di cui non
dato sapere lora del compimento, ma che certo lavr un giorno.

Tenetevi pronti
E dunque in vista di quel giorno bisogna vegliare, tenersi pronti, agire saggiamente,
con distacco e insieme con impegno: perch dallinterno della storia maturi il
progetto di Dio.
Il tempo che si snoda tra la venuta di Cristo e la sua manifestazione nella gloria il
tempo riservato alla conversione degli uomini (At 3,19-21; Rm 11,25; 2 Cor 6,2) e
al rafforzamento dei fedeli (Ef 6,13; Rm 8,11); un tempo umano gi carico dei
tempo di Dio, dato per vivere gi nelleternit.
Soltanto la grazia di Dio e la conversione ci possono liberare dalle tenebre e
introdurci nella luce della salvezza. Per questo Paolo parla di risveglio: il
tempo della notte finito; non ci si comporta durante il giorno come se si dormisse
ancora! (seconda lettura). La situazione descritta dal vangelo come insipienza e
imprevidenza: mangiare e bere, divertirsi, dormire, litigare, soddisfare tutti i
desideri della carne..., si ripete nelle nostre comunit e in ciascuno di noi, e ci
qualifica di fronte al... Cristo che viene (colletta). Si tratta di prendere una
decisione di fondo, la quale poi trover nei diversi momenti la sua espressione
concreta: prendere coscienza della nostra povert, per aspettare il Salvatore;
prendere coscienza della responsabilit che Dio ci ha affidato, risvegliandoci dal
sonno e illuminandoci con la parola di Dio; aspettare vigilanti la sua venuta
definitiva, quando si compiranno tutte le promesse e avverr lincontro con lui, che
amiamo senza averlo visto e nel quale abbiamo messo la nostra fede (1 Pt 1,8).
La caduta di Gerusalemme sorprender gli Ebrei cos come il ladro della parabola
ha sorpreso il proprietario. Ma solo per i negligenti, come erano gli uomini
contemporanei di No (vangelo), la venuta di Ges apparir come lirrompere di un
ladro; per coloro che staranno vigilanti nellattesa dei primi segni del Regno,
Cristo verr invece come un amico (Ap 3,20-21).

www.maranatha.it
3

INDICE:

Antifona ad introitum (graduale triplex p. 15) ................. pag. 4

Canto d'ngresso (B.V. Modaro) ................................................. 5

Salmo Responsoriale (V. Tarantino) ......................................... 8

Salmo Responsoriale (alternativo) (M. Visconti) ....................... 9

Canto al Vangelo (V. Tarantino) ............................................... 10

Canto alla Presentazione dei doni (M. Visconti) ........................ 11

Canto di Comunione (P. Impagliatelli) ..................................... 13

Canto di Comunione (alternativo) (M. Visconti) ....................... 15

APPENDICE ............................................................................. 17

Innalzate nei cieli (Canzone tradizionale) ................................ 18

Salmo responsoriale (T. Tarnaku) ............................................. 19


4

RB1KS Antiphona ad introitum


5

Canto d'ingresso



72


Bernardo Vincenzo Modaro



A te Si
(Assemblea)
- gno - re e - le - vo l'a - ni - ma mi - a; Dio



mi - oin te con - fi - do che io non sia con fu - so!

(Dal Salmo 24)

(Coretto)
liberamente brioso

3 3


1.Non tri - on - fi - no su di me i miei ne - mi - ci chi - un - que spe - rain



3




6


te non re - sti con - fu - so.

L'assemblea ripete l'Antifona



(Coretto)


2.Gui - da - mi nel - la tu - a ve - ri - t ed i - stru - i - sci - mi per -




ch tu se - iil Di - o, il Di - o del - la mia sal - vez - za.







L'assemblea ripete l'Antifona

7

(Coretto)



3.Ri - cor - da - ti, Si - gno - re del tuoa - mo - re del - la




tu - a ve - ri - t che da sem - pre.



L'assemblea ripete l'Antifona

in te spe - ro, sal - vez-za del - la mia vi - ta. Can - cel - la il mio pec - ca - to nel tuoa-

Salmo Responsoriale
Vincenzo Tarantino

Con gioia



- An - dia - mo con gio - ia in - con - tro al Si - gno - re.

Dal Salmo 121

1.Qualegioia,quandomi dissero: AndremoallacasadelSi - - - - gno - re.


2.E'lchesalgonoletrib,letribdelSi - gnore, secondolalegged'Israele,perlodareilnomedelSi - gno - re.
3.ChiedetepaceperGerusa - - - lemme: vivanosicuriquellicheti a - mano,

4.Perimieifratellieimieia


- - mici iodir:Suditesia pa - ce!.

1.Gisono fermiinostri pie - di alletue porte, Ge - ru - sa - lem - me.


2.Lsonopostii tronidelgiu - di - zio, i tronidella ca - sa di Davi - de.
3.siapace nelletue mu - ra, sicu - rezzanei tuo - i pa - laz - zi.


4.PerlacasadelSi - gnorenostro Di - o, chiede - r per te il be - ne.

Salmo Responsoriale


Mauro Visconti



An - dia - mo con gio - ia in - con - tro al Si - gno - re.



1.Qualegioia,quan - do mi dis -se - ro: Andremoallacasa del Si - gno - re!.
2.lchesalgonoletrib,letrib del Si - gno - re, secondolaleggedIsraele,perlodareilnome del Si - gno - re.
3.ChiedetepaceperGe - ru - sa - lem - me: vivanosicuriquelli che ti a - ma-no;
4.Perimieifratelliei miei a - mi - ci iodir:Sudi te sia pa - ce!.



1.Gisonofermii no - stri pie - di alletueporte,Ge - ru - sa - lem - me!
2.Lsonopostiitroni del giu - di - zio, itronidellacasadi Da - vi - de.
3.siapacenelle tu - e mu - ra, sicurezzanei tuoi pa - laz - zi.
4.PerlacasadelSignore no - stro Di - o, chiederper te il be - ne.




10

Canto al Vangelo
Vincenzo Tarantino


Con gioia


Al - le - lu - ia, al - le - lu - ia, al - le - lu - ia.

Salmo 84,8
Moderato

(Solo)


Mo - stra - ci, Si - gno - re, la tua mi - se - ri - cor - dia e




do - na - ci la tua sal - vez - za.








11
Canto alla presentazione dei doni
Mauro Visconti



Stil - la - te cie - li dal - l'al - to, o nu - bi man - da - te - ciil





san - to: la ter - ra si a - pra e ger - mi - niil Sal - va - to - re.


Solo


Icielinarranolaglo-ria di Di - o, el'operadellesuemaniannunziail fir - ma - men - to.








12



Ilgiornoalgiornoneaffida il mes - sag - gio elanotteallanottenetra-smet - te no - ti - zia.

Non linguaggio e non sono parole


di cui non si oda il suono.
Per tutta la terra si effonde la loro voce
e ai confini del mondo la loro parola.

L pose una tenda per il sole


che esce come sposo dalla stanza nuziale,
esulta come prode che percorre la via. *

Egli sorge da un estremo del cielo


e la sua corsa raggiunge l'altro estremo:
nulla si sottrae al suo calore. *

* omettere la seconda frase del modulo salmodico


13
Canto di Comunione
testo: Morena Rinaldi


musica: Pasquale Impagliatelli


Antifona


Ve - glia-te per-ch non sa - pe - te in qua - le gior-noilSi - gno - re vo-stro ver - r.



Strofa


tem-po di sve - gliar-vi dal son - no, la no - stra sal - vez-za vi - ci - na.






Giu-di - che - r il mon-do con giu - sti - zia per-ch San-to il Si - gno-re, no-stro Di - o.

Antifona
14



Strofa

3


Non ab - bia - te de - bi - ti con al - cu - no se



non quel - lo dia - mar - vi tra vo - i. Con - fi - da nel Si -


gno-re e fa'il be - ne. Pie - no com - pi - men-to del - la leg - ge l'a - mo - re.





Ant. Vegliate perch non sapete Antifona
in quale giorno
il Signore vostro verr. (Mt 24,42)

1. tempo di svegliarvi dal sonno, 2. Non abbiate debiti con alcuno


la nostra salvezze vicina. (Rm 13,11) se non quello di amarvi tra voi. (Rm 13,8)
Giudicher il mondo con giustizia (Sal 98,9) Confida nel Signore e fa' il bene. (Sal 37,3)
perch Santo il Signore, nostro Dio. (Sal 99,9) Pieno compimento della legge l'amore. (Rm 13,10)
15

Canto di Comunione
Ps 84 alternativo

Mauro Visconti


Espressivo



Quan- do il Si - gno - re e - lar - gi - ril suo be - ne,




la no - stra ter - ra da - r il su - o frut - to.



(Solo)



Haideposto tuttoiltuo sde - gno emessofineallatuagrande i - ra.









16



Rialzaci,Dionostrasal - vez - za, eplacailtuosdegnover - so di no - i.

Hai deposto tutto il tuo sdegno


e messo fine alla tua grande ira.
Rialzaci, Dio nostra salvezza,
e placa il tuo sdegno verso di noi.

Forse per sempre sarai adirato con noi,


di et in et estenderai il tuo sdegno?
Non tornerai tu forse a darci vita,
perch in te gioisca il tuo popolo?

Ascolter che cosa dice Dio, il Signore:


egli annunzia la pace
per il suo popolo, per i suoi fedeli,
per chi ritorna a lui con tutto il cuore.

Misericordia e verit s`incontreranno,


giustizia e pace si baceranno.
La verit germoglier dalla terra
e la giustizia si affaccer dal cielo.
17

Appendice
18
Salmo responsoriale
Tonin Tarnaku




An - dia - mo con gio - ia in - con - tro al Si - gno - re.


Qualegioia quandomi dissero: Andremoalla casadelSi - gnore.
lchesalgonoletri - b,letribdelSi - gnore, secondola legged'Isra - ele
Chiedete paceperGerusa - lemme: vivanosi - curiquellicheti amano;
Perimieifra - tellieimieine - mici iodir:Sudi tesia pace!.




Gisono fermiinostri piedi alletue porte, Ge - ru - sa - lem - me.
perlodareil nomedelSi - gnore. Lsonopostiitronidelgiu - dizio,itronidella ca - sa di Da - vi - de.
sia pacenelletue mura, sicu - - - rezza nei tuoi pa - laz - zi.
PerlacasadelSi - gnorenostro Dio, chiede - - - r per - te il be - ne.














19
Vieni Ges
(Eventualmente utilizzabile come canto di Comunione delle 4 Domeniche di Avvento)



Canzone Tradizionale


In - nal - za - te nei cie - li lo sguar-do, la sal - vez - za di Dio vi - ci - na,





ri - sve - glia-te nel cuo - re l'at - te - sa per ac - co - glie-reil Re del-la glo - ria.




Vie - ni Ge - s, Vie - ni, di - scen - di dal cie - lo.














2. Sorger dalla Casa di David 3. Benedetta sei tu, o Maria,
il Messia da tutti invocato, che rispondi all'attesa del mondo:
prender da una vergine il corpo come aurora splendente di grazia
per potenza di Spirito Santo porti al mondo il sole divino.
4. Vieni, o Re, discendi dal cielo
porta al mondo il sorriso di Dio;
nessun uomo ha visto il suo volto,
solo tu puoi svelarci il mistero.