Sei sulla pagina 1di 5
Gioisci, figlia di Sion T.e M: M. T. Hennerson da Gen Verde, Sulla via della speranza © Citta Nuova Ed., Roma. Le parole Linvito formulato dall’angelo al momento dell’ Annunciazione (Le 1,28) era stato preceduto da diversi inviti alla gioia messianica, formulati in testi profetici nell’antica alleanza, Gli inviti erano particolarmente rivolt alla “figlia di Sion”, cioé al popolo giudaico. Un oracolo profetico che esprime questo invito & molto bene conosciuto, perché é stato citato nei vangeli (Mt 21,5; Gv 12,15) per mostrarne il compimento nellingresso di Gesit a Gerusalemme, \gresso accompagnato dalle grida di entusiasmo della folla. In Sofonia (3, 14) questo invito anche molto potente: «Gioisci,figlia di Sion, esulta, Isracle, ¢ rallegrati con tutto il cuore, figlia di Gerusalemme! Il Signore ha revocato la tua condanna, ha disperso il tuo nemico. Re d'lsraele é il Signore in mezzo a te, tu non vedrai pitt la sventura... Il Signore tuo Dio in ‘mezzo a te é un Salvatore potente». Non solo la fresenza del Signore onnipotente & una garanzia di flicta, ma nel Signore stesso si trova una gioia che vuole comunicarsi: II Signore tuo Dio cesultera di gioia per te, tirinnovera con il suo amore, si rallegrera per te con grida di gioia, come nei giorni di festa» (3,14-18). Anche la spada («una spada ti trafiggera l’anima», Le 2,35) non é mai, in Dio, una esperienza di dolore fine a se steso. B aperta alla resurrezione e alla novita: sotto la croce, nel momento della spada per P'umanita, si avuta la novita di una madre per sempre. La musica Si muove tra mi minore e sol maggiore, talvolta in apparente contrasto con la carica entusia- smante del testo; a questo perd riesce a fornire un carattere riflessivo e meditativo che forse non avrebbe con una musica pit marcatamente festosa, Per rendere il carattere della festa, il ritmo gioca un ruolo determinante: attenzione, percid, alla correttezza dello stesso, Nella terza battuta, ad esempio, il mi di un quarto é preceduto da un mi ad esso legato sul levare della battuta precedente; questa struttura ritmica si ripete numerose altre volte: non realizzarla correttamente appiattisce il canto ¢ impoverisce indirettamente la ricchezza del testo. Per quali situazioni Canto processionale (inizio, offertorio o comunione) in una celebrazione mariana. Non sembri fuori luogo la segnalazione di questo canto come canto di comunione. Essendo un corretto canto mariano, i richiami cristocentrici sono chiari. La devozione a Maria, nella sua forma corretta, non é fine a se stessa, ma accompagna e conduce verso Cristo, Palo loti Itesto Gioisci, Figlia di Sion, perché Dio ha posato il suo sguardo / sopra di te, / tiha colmata di grazia. Rallegrati Maria, / il Signore in te ha operato merviglie / per il suo popolo. Rit: Oggi si @ compiuta in te / la speranza dell’umanita. Oggi, per il tuo si, Dio ci ha dato la salvezza per il tuo si / Dio @ venuto fra noi. a2 CELEBRARE CANTANDO 44 « FEBBRAIO 2008 6m Re, me Sot Fe Gio- | = sc, Fi-gia dl Si - on, Me Do Me Re « so-pra Gi te, tina col-ma-ta di ga - ia Rat Do Re sol bo Ri, Og - Gf sid com- pu - onto fa spe ran +m del-tusmanh Sol me Re Dio cha da a sal = vera, per i tuo “sh Dio® ve = m= to fra noi Gio dal % tutta e dal % al FINE Gioisci, Figlia di Sion, ora, in te, il Cielo dona alla terra / una pioggia di grazie, / sorgenti di vita. Rallegrati, Maria, / quella spada che ha trafitto anima tua / ti ha resa madre di tutti noi. Gioisci, Madre di Dio, una nuova lode s'innalza / al tuo nome in quest’era, / un canto vivo di glori La tua voce, sul nulla di noi, / faccia udire su tutta la terra le note pi alte di un nuovo Magnificat (CELEBRARE CANTANDO 44 * FEBBRAIO 2008 as Gioisci figlia di Sion GEN Verde voce voce? fat fi-glia di Si = on perché Dio ha po sa-toil- suo sguar- so-pra dite, tihacol-ma-ta di gra - Ral- le - gra - ti, Ma-ri- il Si-gno-rein (@ ha_o-pe-na 1 ome - ra-vi - lie per ill suo po- Og-gi sigcom-pin-tain te a Ogei per il tuo si Dio cifa da = tla sal ~ ver = 7a per il two si Dio_@ ve - nu - to = fra-noi GIOISCI, FIGLIA DI SION eo ‘= o” os £ i Fert —} H — SS SS ~ on, per-che! Di-o ha o9-sa-toll suo squar ee ge e= po eo Pn im aE ae = do sopra tl te, tha col-na-ta at gra - tla, Ral - ‘= a ™ eo ow g sR Fi 2 % = = SaaS — Qp-91 sie’ con-piu-ta in te Ja spe-ran - za dell u-ma-ni - ta’, A - -~ i ite a) ap OG. a1, per 11 tus sf, Dio cha da - to ta sal - ver 2a, per il tuo sf ‘ o eo ee & 3 , FINE 7 aS tutta e dal gal FINE OTe! ve-mu-te fra not. fo -