Sei sulla pagina 1di 2

Foligno, chiesa di Fuksas al gelo, messa spostata nel salone pa... http://www.gliscritti.

it/blog/entry/3532

Foligno, chiesa di Fuksas al gelo, messa spostata nel salone


parrocchiale. Appello dei fedeli a Cei e progettista: Troviamo
una soluzione Il parroco: "Costretti a questa scelta, anche il
Vescovo con noi"
Riprendiamo dal sito http://www.umbriadomani.it un articolo redazionale pubblicato il 3/1/2016. Restiamo a disposizione per
limmediata rimozione se la sua presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto. I neretti sono nostri ed hanno
lunico scopo di facilitare la lettura on-line. Per altri articoli, vedi la sezione Arte e fede.

Il Centro culturale Gli scritti (17/1/2016)

FOLIGNO La chiesa di Fuksas a Foligno troppo fredda per celebrare la messa e cos i parroci hanno deciso di spostare nel
salone parrocchiale tutte le celebrazioni, compresa quella domenicale. Una scelta difficile ma condivisa con la comunit dei
fedeli, perch la situazione insostenibile e c il rischio che la gente, soprattutto famiglie con bambini, non partecipi pi alle liturgie
preferendo altre soluzioni per evitare di prendersi un malanno pregando.

S perch andare a messa dinverno nel cubo di cemento armato alto 26 metri per 700 metri quadrati di superficie, progettato
dallarchitetto di fama internazionale Massimiliano Fuksas, come stare allaperto a zero gradi o gi di l. La notte di Natale era
talmente freddo che i preti sullaltare erano intirizziti e tante persone se ne sono andate a met celebrazione, paralizzate dal freddo.

E cos scattata una sorta di protesta contro la chiesa-congelatore, sollevata dalla gente e rilanciata dai parroci, che non sanno pi che
pesci prendere visto che il problema sarebbe la struttura. Il riscaldamento a terra, infatti, non basta a scaldare adeguatamente il
cubo disegnato da Fuksas, ma per motivi estetici sembra non sia possibile trovare altre soluzioni, che peraltro necessiterebbero
di un notevole investimento economico.

Il problema stato affrontato riferiscono don Antonio Ronchetti e don Giovanni Zampa, i due sacerdoti dellunit pastorale
Giovanni Paolo II che riunisce cinque parrocchie nella chiesa di San Paolo, meglio nota come cubo di Fuksas abbiamo chiamato
diversi tecnici, fatto fare studi e sopralluoghi, ma sembra non sia semplice trovare una soluzione perch per ottenere risultati
soddisfacenti bisognerebbe fare modifiche strutturali, ma ledificio ha dei vincoli estetici posti dal progettista che non ci consentono
di intervenire, dunque non sappiamo cosa fare.

Da qui lidea di spostare la messa altrove. Gi il primo dellanno la celebrazione comunitaria stata tenuta nel pi confortevole salone
parrocchiale, quello posto accanto alla chiesa dove si fanno incontri, feste, dibattiti, attivit delloratorio, dove stato improvvisato un
altare. Una decisione apprezzata dai fedeli, che da domenica 3 gennaio diventata definitiva, almeno per il periodo invernale,
finch non si trover una soluzione.

paradossale evidenzia don Antonio Ronchetti che unintera comunit parrocchiale, una delle pi grandi di Foligno, sia
ridotta a celebrare la messa della domenica in un salone, pur avendo a disposizione una chiesa di 700 metri quadrati. Ma al
momento ci sembra la soluzione pi opportuna. Naturalmente il nostro vescovo, mons. Gualtiero Sigismondi, a conoscenza della
situazione e anche lui sta cercando, insieme a noi, di capire come poter risolvere la questione. Invitiamo la Conferenza episcopale
italiana, che ha finanziato lopera, e larchitetto che lha progettata a prendere coscienza del problema e a trovare una soluzione
insieme.

1 di 2 29/03/2016 12:54
Foligno, chiesa di Fuksas al gelo, messa spostata nel salone pa... http://www.gliscritti.it/blog/entry/3532

Sulla stessa lunghezza donda i fedeli, alcuni dei quali dicono che in questa chiesa si sta bolliti destate e surgelati dinverno e
che da unopera cos ambiziosa e costosa francamente ci aspettavamo di pi, invitando larchitetto Fuksas a partecipare alla
messa.

La cosiddetta chiesa-cubo di Fuksas si trova in via del Roccolo, a pochi passi dallospedale di Foligno, stata disegnata dal celebre
architetto Massimiliano Fuksas, incaricato dalla Conferenza episcopale italiana di disegnare a Foligno, su unarea che aveva ospitato un
campo container per gli sfollati, un nuovo edificio sacro, simbolo di rinascita dopo il terremoto che nel 97 colp lUmbria e le
Marche. Lopera costata oltre 3 milioni di euro, stata inaugurata nel 2009 e rappresenta un gioiello dellarchitettura sacra
moderna, ma non mai entrata nel cuore dei folignati risultando troppo dimpatto con il contesto naturale e architettonico
circostante e soprattutto troppo patinata e poco vicina alle esigenze delle persone.

2 di 2 29/03/2016 12:54