Sei sulla pagina 1di 2

(incipit il primo sapore della mia vita)

gusto scelto LO ZENZERO CANDITO

Uno strato dopo laltro.


Il primo sapore che addenti quello dei
granelli di zucchero che ricoprono il pezzetto
di zenzero.
Ad un pelo dallesaurirsi del dolce assoluto e
sfuggente dei cristalli di zucchero, ti arriva
aggressivo il piccante del sapore reale dello
zenzero, che invade repentino tutta la lingua
per poi allagare le gengive, il palato e la gola.
Ricorda il pizzicore di quando bevevo da
ragazza la Coca-Cola tutta dun fiato.
Una sensazione di graffi alla gola.
Lo zenzero,
al contrario della Coca-Cola, la quale dopo
averti raschiato la gola con tante aguzze
bollicine e svanire lasciando un sapore
dolciastro e stucchevole in bocca,
lo zenzero, dicevo, ha una particolare
caratteristica che non ho riscontrato n nel
pepe ne nel peperoncino piccante n nel
wasabi,
cio quella di scegliere un angolino da
occupare nella tua bocca e, come uno di quei
tipi stanziali e casalinghi, dimorarvi sereno.
Adesso il mio zenzero si accoccolato sul
lato sinistro della mia lingua, sul quale
perdura un dolce piacevole pizzicore giallo,
che ogni tanto lancia sprazzetti piccantini
qua e l come le scintille dei fitti-fitti.
Cera da scegliere anche degli arrapantissimi
cioccolatini fondenti al 72% mmmmmm
Ma siccome sono una scellerata che dal cibo
(e non solo ) mi faccio sistematicamente
corrompere, ho innescato la leva
dellautodisciplina ed ho scelto lo zenzero
candito.
Almeno ci sta lo zucchero, mi sono detta
Per poi dopo ho pensato che se non ci fosse
stato lo zucchero sarebbe stato meglio.