Sei sulla pagina 1di 1

Da Atlantide alla Sfinge C.

Wilson

La conoscenza moderna, cio razionale,[] basata su parole e concetti, che frammenta il proprio oggetto
con la dissezione e lanalisi. [] il sistema cognitivo delle antiche civilt si basava sullintuizione che coglie le
cose nellinsieme

Ci manca un sistema di conoscenze di base, non abbiamo un metodo per vedere e comprendere le cose
globalmente

Gli antichi [] erano in grado di capire il segreto dellarmonia cosmica, di sentirsi parte integrante della
natura

Tutta la civilt egizia si basava sulla comprensione completa e precisa delle leggi universaliinoltre ogni
aspetto della conoscenza egizia sembrava essere completo fin dallinizio Schwaller

a capo della societ una casta di sacerdoti illuminati [] il cui compito principale era la cognizione del
momento presente Schwaller

gli esseri umani immaginano di vivere nel presente eppure la loro condizione mentale potrebbe essere
descritta come lessere altrove, come uno studente che guarda fuori dalla finestra invece di prestare
attenzione durante le lezioni. E infatti incredibilmente difficile essere presenti poich viviamo in un mondo
interpretato. Non nemmeno possibile vedere senza preconcetti. La nostra forma mentis quella di uno
spettatore [] Quando luomo si risveglia nel presente [] tutto il mondo cambia. Improvvisamente tutto
diventa reale e cambia anche la visione che luomo ha di s; luomo diventa consapevole di s come forza
dinamica e non pi come entit passiva

Non possiamo avvicinarci a questi eroi inventando spazi mentali mentali dietro ai loro occhi feroci come
facciamo fra di noi. Luomo dellIliade non aveva la soggettivit che noi abbiamo, non era consapevole della
propri consapevolezza del mondo e non aveva uno spazio mentale su cui riflettere jaynes

ad un certo punto della sua storia, si sono verificati alcuni cambiamenti fondamentali e a partire daquel
momento luomo si ritrovato intrappolato in una forma pi limitata di consapevolezza. Tale perdita stata
per compensata dallapprendimento di un pi vasto impiego della ragione

Edward T. Hall fa notare che questo tipo di percezione innato nei Giapponesi e fa parte della tradizione
Zen, che tenta di stimolare la percezione intuitiva con lo stesso sistema di frustrazione. Non si tratta
soltanto di un nuovo livello di percezione: si agisce e si ad un nuovo livello. Eugen Herrigel descrive, in Lo
Zen e larte del tiro con larco, linsegnamento del suo maestro: diceva che bisognava lasciare che fosse
esso, cio laltro s, a scoccare le frecce. Linsegnante di Herrigel scoccava la freccia in un corridoio lungo e
buio dove soltanto una candela illuminava il bersaglio centrandolo in pieno.