Sei sulla pagina 1di 12

GITA STORICA DELLE BRIGATE

INTERNAZIONALI A MADRIGUERAS
2
3

GITA STORICA DELLE BRIGATE INTERNAZIONALI A MADRIGUERAS

Proggetto realizato da Alfredo Alcahut Utiel, Enrique Fuentes Ballesteros e Jorge Garca
Garca, con la collaborazione di Caridad Serrano, Ral Alcahut Utiel, Eleuterio
Monsalve, Siro Monsalve, Eleuteria Monsalve Cataln, Juan Garrido, Enrique Merino,
Alfonso Garca Pardo e Lidrico Serra Ponce. Traduzione allitaliano da Isabel Jimnez
Garca.

Indipendentemente dal punto di vista particolare, larrivo delle Brigate internazionali a


Madrigueras ha messo questo paese manchego nel mondo, e cos passato ad essere
apparso nei libri di storia, saggi, studi, croniche giornalistiche, romanzi e reportage in
tv.

La gita comincia nella Plaza Ramn y Cajal, la piazza principale del comune, che
durante la guerra civile ebbe il nome di Plaza Roja.
4

In questa Piazza c anche la Chiesa di San Pedro e San Pablo del comune in cui gli
internazionali ebbero le cucine, lintendenza e le galere.
5

In piazza cera una fontana e una vasca dove anche nei giorni in cui lacqua aveva uno
strato di ghiaccio alcuni brigadieri facevano il bagno.

Da qui andiamo verso la Calle Larga. Qui ci sono state diverse le case, di solito casone,
espropriate per alloggiare le truppe, averle come caserme oppure ospedali.
Questo capitato alla casa di Isabel Fuentes.

Questa casona del XVIII secolo ha


una facciata in pietra, di stile tardo
barocco. Il balcone che c sopra la
porta forse ha sostituito altri
elementi ornamentali tipici di
questo tipo di facciate. Allinterno
conservato il pavimento e pitture
originali. Qui c stata la caserma
delle Brigate Internazionali durante
la Guerra Civile spagnola.
6

Nonch la casa di Jess Casas e Maria Paos.

1996

2016
7

In questultima casa anche si pu vedere uno esempio del bel fare dello stile
modernista con la architettura tradizionale manchega: il terreno di questa casa era un
antico cortile per bestiame comprato da Jos Mara Paos Fras verso 1890. Si
costruito tra 1890 e 1900. Possiamo vedere le finestre con balconi al primo piano, di
uninteressante forgia sostenuta da modiglioni con figure di leoni o palmette classiche,
che si corrispondono con le finestre inferriate del piano terra. Al secondo piano c una
stanza cantina tradizionale manchega che si affaccia alla strada con begli obl a modo
di finestre finestre, e una decorazione molto elegante nella cornice con elementi
geometrici. Intorno alle finestre e balconi cera una decorazione di modanature che si
sono perdute. Una curiosit storica, durante la Guerra Civile c stata una caserma
delle Brigate Internazionali e della Guardia di Asalto. Lultima riforma della casa fu nel
2002.

2002
8

2016

Lo stesso succede con la casa dei Monsalve (nella Plaza de la Immaculada), dove
secondo quello che ricordano gli abitanti cera la biblioteca e dove secondo si racconta,
anche se non verificato, ci ebbe luogo un discorso Tito di Jugoslavia il quale dopo fu
Maresciallo.
9

Si continua per la attuale Plaza de la Immaculada e la Calle de la Estrella verso la Calle


Alcalde Luis Fuentes, chiamata da tutti Via Tarazona, dove diversi palazzi furono usati
come caserme e ospedali durante la contesa. Secondo i testimoni raccolti, alcuni
sopravvissuti della Brigata Thaelmann stessero qui, cos come i combattenti di altre
zone della Spagna.

I nostri passi vanno unaltra volta verso la piazza principale per prendere la Calle de la
Virgen in cui pure la chiamata casa di Don ngel fu caserma dei brigadisti. Questa
una tipica casa di una famiglia benestante della fine del XIX secolo e inizi del XX secolo,
con balconi al piano superiore che si corrispondono con ampie finestre inferriate del
piano terra. Lesene scanalate e motivi vegetali compongono la decorazione del
portone principale a due ante, e delle finestre di entrambi piani. Nellangolo si pu
vedere una lesena con capitello ionico. Spicca linteressante forgia dei balconi e
inferriate. Il XIX secolo finisce a Madrigueras con un periodo di fioritura economica
data allespansione e lo sviluppo del coltivo della vite, questo si traduce in unepoca
10

prospera per il settore (cantine e fabbriche di alcool, ecc.) che a sua volta si
manifesta in una architettura modernista di grande qualit, conservata in grande
parte, sebbene sia in parte persa.

Adesso giriamo verso Calle Arroyo, Iglesia, Tigre, Alferez, Cid, Mahora per arrivare al
Avenida de las Brigadas Internacionales.
11

Qui c una targa in omaggio al brigadiere e scrittore Tom Wingtringham, denominato


il tenente inglese, la quale stata messa dalla sua famiglia. Insieme a questa targa
c un ulivo simbolo della pace.

Ritorniamo per Via Mahora e Via della Libert fino la nominata Casa Casto. Questa
casona, chiamata da tutti Casa Casto, una costruzione del 1900 in stile modernista
neorinascimentale, la parte meglio conservata della facciata, a forma delle tipiche
costruzioni dei palazzi rinascimentali italiani: nella parte inferiore presenta luso del
bugnato, balconi con lesene nel primo piano e una balaustra nella parte superiore.
Questo dimostra il bel gusto di alcune delle famiglie benestanti del comune che, alla
fine del XIX secolo, rinnovarono la architettura del paese con nuove idee
architettoniche che copiavano stili gi consacrati. Fu la caserma delle Brigate
Internazionali durante la Guerra Civile spagnola e anche la sede centrale delle autorit
politiche del comune.
12

Ritorniamo verso il parco per la Calle del Olmo. Qui possiamo vedere un disegno di un
brigadiere del anno 1937 nel quale si vede Madrigueras dallattuale parco.

Infine raggiungiamo la sede del PCE, dove si installato un dipinto di un artista locale
che riproduce le pitture sparite della chiesa che davano testimonianza alla presenza
dei brigadieri a Madrigueras.

Da qui ritorniamo per la Calle Pablo Picasso alla piazza principale per finire la gita in
piazza.