Sei sulla pagina 1di 54

Regolamento tecnico > FCI

Regolamento Tecnico
dellattivit Agonistica

Atleti Dilettanti Strada

INDICE

Titolo Sezione Articoli

Premessa e Principi generali 1-8

I - Norme amministrative 1 Tessere 9-11

2 - Categorie Tesserati 12-20

3.1 Calendari 21-24

3.2 Trasferimento corridori 25-35 bis

Prima parte - Strada

II - Norme di effettuazione delle corse 1 Classificazione delle gare 36

2 Organizzazione delle gare su strada 37-65

3 Campionati 66-72

4 Biciclette 73

5 Svolgimento delle gare di un giorno ed a tappe 74-91

6 Limitazione alla partecipazione alle corse 92-95

7 Controllo delle corse su strada 96-105

8 Norme di sicurezza e disposizioni organizzative 106-114

9 Particolarit corse su strada 115-127

10 Auto e moto al seguito 128-141

11 Corse a cronometro 142-146

III - Infrazioni e sanzioni 1 Principi generali 147 -150

2 Sanzioni 151 - 158

3 Reclami e denunce 159-160

Allegati
All. 1 Rapporti tra societ ed atleti

All. 2 Prospetto infrazioni e sanzioni di natura tecnica-organizzativa per le gare iscritte nei calendari internazionale e
nazionale e per i campionati nazionali

Il mondo del cIclIsmo > 1


FCI > Regolamento tecnico Strada

All. 3 Prospetto infrazioni e sanzioni di natura tecnica-organizzativa per le gare iscritte nei calendari regionali e per
i campionati regionali

All. 4 Prospetto infrazioni e sanzioni concernenti i fatti di corsa relativamente alle gare iscritte nei calendari
internazionale e nazionale.

All. 5 Prospetto infrazioni e sanzioni concernenti i fatti di corsa relativamente alle gare iscritte nel calendario regionale
e per i campionati regionali.

All. 6 Prospetto infrazioni e sanzioni concernenti i fatti di corsa per le corse iscritte nei calendari regionali e per i
campionati regionali e nazionale, per le categorie esordienti ed allievi, maschili e femminili.

All.7 Prospetto per il calcolo del punteggio ai fini della determinazione del premio di addestramento e di valorizzazione
tecnica

All.8 Ordine iniziale di marcia corridori e automezzi al seguito di gare regionali

All.9 Tabella penalit in tempo corse a cronometro

All.10 Maglia Campione Italiano

Premessa
Il presente Regolamento Tecnico redatto in conformit dellart. 1 del Regolamento Organico e delle norme in
materia emanate dallUnione Ciclistica Internazionale recepite dal Consiglio Federale, ed entra in vigore suc-
cessivamente, al visto di conformit del C.O.N.I., dal 15 giorno della sua pubblicazione sullorgano ufficiale.

In conformit a quanto dispone l art. 2 del Regolamento Organico, il presente Regolamento Tecnico disciplina
lattivit delle categorie di atleti indicate dal primo capoverso del successivo art. 9 ed applicato con le modalit
contenute dalle norme attuative proposte dai rispettivi settori tecnici nazionali allapprovazione del Consiglio
Federale.

Il presente Regolamento integrato sui temi della tutela della salute dei corridori, dal regolamento sanitario
federale, approvato, con le modalit indicate dal Regolamento Organico della F.C.I.

2 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

Principi generali dal Centro Studi dintesa con i rispettivi organismi federali,
secondo le norme deliberate dal Consiglio Federale.
Articolo 1 - Il rinnovo della tessera nei casi di cui al comma precedente
Il rilascio della tessera federale per tutte le categorie indica- subordinato alla partecipazione ai corsi di aggiornamento.
te dallarticolo 9 (Sezione Prima - Norme Amministrative I cittadini stranieri, in possesso delle necessarie autorizza-
- Titolo Primo) del presente Regolamento richiede da parte zioni in materia possono essere tesserati per Societ cicli-
di ciascuno: stiche italiane nel rispetto delle norme relative deliberate
a) impegno ad assicurare le pi ampie condizioni di sicu- dal Consiglio Federale e delle direttive in materia emanate
rezza nello svolgimento delle manifestazioni; dal C.O.N.I.
b) preparazione tecnica e specifica professionalit.
E compito degli organismi federali competenti operare per
il raggiungimento di tali condizioni.
TITOLO PRIMO
Articolo 2 -
Chiunque intenda svolgere una attivit specifica nellam- Norme amministrative
bito di una manifestazione ciclistica federale deve essere
in possesso della relativa tessera da rilasciarsi secondo le Sezione Prima
procedure emanate dalla F.C.I. e contenute nel Regolamen-
to Organico. Tessere

Articolo 3 - Articolo 9 -
Il possesso della tessera della F.C.I. comporta per tutti i tes- Le tessere federali sono rilasciate per una delle seguenti
serati limpegno al rispetto, dello Statuto, del Regolamento categorie:
di Giustizia e Disciplina, delle Norme Sportive Antido-
ping e di ogni altro Regolamento e normativa approvati dal 1) Atleti:
Consiglio Federale. a) esordienti 1 anno
b) esordienti 2 anno
Articolo 4 - c) allievo
Il versamento debitamente comprovato della tassa nella mi- d) junior
sura stabilita dal Consiglio Federale, da diritto per ogni ca- e) under 23 maschi
tegoria di tesserati alla copertura assicurativa stabilita dalla f) lite
F.C.I. in relazione alla funzione svolta. g) donna esordiente 1 anno
h) donna esordiente 2 anno
Articolo 5 - i) donna allieva
Ai tesserati della F.C.I. non consentito svolgere attivit in j) donna junior
campo ciclistico in favore di societ sospese o non affiliate k) donna lite
alla F.C.I. I medesimi tesserati non possono svolgere qual-
siasi attivit in favore di federazione ciclistica straniera se 2) Motociclisti:
non con specifica autorizzazione della F.C.I. a) allenatori su moto
Il tesserato FCI non pu esserlo anche per altri Enti e/o b) motociclisti, motostaffette;
altre Federazioni Straniere affiliate allUCI.
3) Tecnici
Articolo 6 - Abrogato a) direttore sportivo
b) tecnico nazionale
Articolo 7 - c) tecnico regionale
I Dirigenti nazionali, regionali e provinciali, nonch i
componenti di Commissioni, hanno diritto agli speciali 4) Meccanico
accrediti, previsti dalla societ organizzatrice delle mani-
festazioni. 5) Sanitari
a) medici sociali
Articolo 8 - b) medici regionali
La tessera, documento didentit ai soli fini sportivi, ha va- c) medici federali
lidit dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, salvo d) medici squadre nazionali
proroghe. e) massaggiatori, di Societ e federali
Nei casi specifici indicati dagli articoli successivi, il rila- f) collaboratori sanitari
scio della tessera subordinato allabilitazione conseguita
al termine della partecipazione ai corsi formativi , svolti 6) Giudici di Gara

Il mondo del cIclIsmo > 3


FCI > Regolamento tecnico Strada

7) Direttori di corsa: nelle seguenti categorie, in relazione alla loro et:


a) regionale - DCR esordiente (13 - 14 anni) maschile e femminile
b) internazionale DCI allievo (15 - 16 anni) maschile e femminile
c) professionisti - DCP Tali categorie di corridori possono partecipare alle gare
iscritte nei calendari regionali ed alle prove di campionato
8) Addetto segnalazione aggiuntiva - ASA nazionale, secondo le norme proposte dai Settori Federali
competenti, con lapprovazione del Consiglio Federale.
9) Dirigenti: junior (17 - 18 anni) maschile e femminile
a) dirigente nazionale, regionale e provinciale under 23 (19 - 20 - 21 - 22 anni) maschile
b) componente del Consiglio Direttivo di Societ lite s.c. (da 23 anni in poi) maschile
lite (da 19 anni in poi) femminile
10) Presidente onorario e socio donore I corridori di interesse nazionale o regionale, inseriti in un
elenco stabilito dai competenti organi della struttura tecnica
11) Socio di societ nazionale o regionale, debbono - dal momento della comu-
nicazione ufficiale - ritenersi a disposizione delle Strutture
Le tessere indicate ai n 1 - 3 (lett. a) 4 5 (lett. e) (limi- Tecniche medesime per la partecipazione a gare, allenamenti
tatamente ai massaggiatori sociali) 7 e 9 (lett. b), devono o altro.
essere rilasciate per il tramite della Societ di appartenenza, In caso di rifiuto o di ritardata ingiustificata presentazione
e per una sola Societ. i corridori e le Societ di appartenenza saranno deferiti ai
competenti organi disciplinari.
Articolo 10 - I rapporti tra corridori di qualsiasi categoria, ad esclusione
La tessera di atleta delle categorie di cui al n. 1 del prece- degli Elite con contratto di lavoro, e la relativa Societ di
dente articolo 9 incompatibile con qualsiasi altra tessera appartenenza, sono disciplinati dalle norme approvate dal
di atleta e con il tesseramento in altre categorie secondo Consiglio Federale e contenute nellallegato nr. 1 del pre-
quanto disposto dal Consiglio Federale. sente Regolamento.
Le tessere federali con indicazione del logo UCI hanno va- Nel caso di sospensione o di cessazione dellattivit per un
lore internazionale. periodo di trenta o pi giorni della Societ di appartenenza
il corridore ha il diritto di ottenere, rivolgendosi diretta-
Articolo 11 mente alla Corte Federale, il trasferimento ad altra Societ
Il rilascio della tessera facoltativo. Avverso il provvedi- in qualsiasi periodo della stagione agonistica.
mento di diniego da parte del Comitato Regionale compe-
tente per territorio ammesso ricorso nel termine di quindici Articolo 13 abrogato
giorni alla Corte Federale, che decide in via definitiva nel ter-
mine di dieci giorni dalla data di ricezione del ricorso stesso. Categorie tecnici
Lo svolgimento dellattivit agonistica in altre nazioni per
tutte le categorie, (ad esclusione di quella dei corridori di Articolo 14 -
categoria lite con contratto di lavoro stipulato con le So- La tessera di Tecnico regionale, nazionale e di Direttore Spor-
ciet sportive di cui alla legge 23.3.1981, nr. 91 e successi- tivo rilasciata dal Comitato Regionale o Settore competente
ve modifiche e integrazioni), deve essere preventivamente secondo le norme emanate dal Consiglio Federale. Al Settore
autorizzata dalla Struttura Tecnica Federale. In caso di vio- Studi spetta proporre allapprovazione del Consiglio Federale
lazione della norma, il competente settore della Struttura le disposizioni in materia di formazione e di aggiornamento
Tecnica Federale dovr denunciare alla Procura Federale della categoria dintesa con i competenti Settori della Struttura
e se il caso, deferire allorgano giudicante competente i Tecnica Federale, in ottemperanza allo specifico regolamen-
corridori medesimi e/o le rispettive societ di appartenenza. to redatto secondo i principi dettati dal Piano Nazionale
Lattivit in Italia dei corridori tesserati per una federazione Formazione dei Quadri, ed approvato ai fini sportivi dal
straniera affiliata allU.C.I. disciplinata dalle disposizioni CONI.
attuative proposte dai settori di competenza della Struttura
Tecnica Federale allapprovazione del Consiglio Federale e Sanitari
dalle norme dello Stato Italiano in materia.
Articolo 15 -
La tessera di Medico sociale rilasciata dalla Federazio-
Sezione seconda ne Ciclistica (per tramite della Commissione Sanitaria
a coloro che sono in possesso di laurea in medicina con
Categorie Tesserati specializzazione sportiva, con le modalit emanate dal
Consiglio Federale. I medici sociali svolgono i compi-
Articolo 12 - ti previsti nelle apposite norme emanate dal Consiglio
I corridori che svolgono attivit agonistica sono suddivisi Federale..

4 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

La tessera di Massaggiatore rilasciata dal competente Co- nomina secondo quanto in materia stabilito dallArt. 3 dello
mitato Regionale, a richiesta della Societ di appartenenza. Statuto Federale.
La tessera di Medico e Massaggiatore federale rilasciata
dalla Segreteria Generale.
I candidati alle funzioni specifiche di cui sopra, devono Sezione terza
documentare la propria posizione nel rispetto del Rego-
lamento Sanitario deliberato dal Consiglio Federale ed Calendari dellattivit
approvato dal CONI.
Articolo 21 -
Meccanici Le gare agonistiche possono disputarsi, previa iscrizione
a calendario (regionale, nazionale ed internazionale) ove
Articolo 16 - abbiano ricevuta lapprovazione del Settore Federale di
La tessera di Meccanico rilasciata dal Comitato Regio- competenza o delle Strutture Regionali e l autorizzazione
nale di appartenenza su richiesta della rispettiva Societ, richiesta dal vigente Codice della Strada agli organi am-
secondo le disposizioni proposte dal Centro Studi allap- ministrativi competenti.
provazione del Consiglio Federale.
Articolo 21/bis
Giudici di Gara La Societ organizzatrice prende atto e specificamen-
te accetta ed approva che, secondo quanto disposto
Articolo 17 - dallart. 1, comma 4 dello Statuto Federale, le mani-
Il Regolamento Tecnico-disciplinare del settore di cui festazioni ciclistiche organizzate dalle Societ affiliate,
allarticolo 1 del Regolamento Organico, sottoposto all anche se da esse promosse e proposte alla FCI, anche
approvazione del Consiglio Federale, stabilisce le norme per la prima volta, sono e restano patrimonio della Fe-
per il tesseramento e la permanenza dei Giudici di Gara derazione; una volta approvata dalla competente Com-
nella loro categoria, oltre a quelle concernenti lo svolgi- missione, la gara viene assegnata dalla FCI alla Societ
mento dellattivit. organizzatrice.
Tale assegnazione, in assenza di motivi ostativi, viene taci-
Direttori di Corsa tamente rinnovata di anno in anno, mediante linserimen-
to della competizione nel calendario federale ufficiale.
Articolo 18 - Resta inteso che tutte le responsabilit connesse allor-
Il tesseramento dei Direttori di Corsa effettuato secon- ganizzazione ed allo svolgimento della gara, nel periodo
do le disposizioni dellart. 9 del Regolamento Organico di vigenza dellassegnazione, resta a carico della Societ
ed in conformit alla normativa dei Direttori di Corsa. organizzatrice.
La Societ organizzatrice prende atto ed accetta altres
Motociclisti che, qualora, per qualsiasi motivo, essa non fosse in gra-
do di organizzare la competizione per due anni consecu-
Articolo 19 - tivi, il C.F. pu disporre, sentito il C.R. di appartenenza,
La tessera di Allenatore su moto, rilasciata nel rispetto lassegnazione temporanea della gara ad altra Societ,
delle disposizioni approvate dal Consiglio Federale. mantenendo, per quanto possibile, la collocazione tem-
La Motostaffetta di scorta tecnica deve essere in pos- porale e territoriale della gara stessa.
sesso di tessera FCI e dellabilitazione di servizio rila-
sciata previo esame di idoneit, dalle Autorit di Pubblica Articolo 22 -
Sicurezza e svolge il servizio nelle modalit indicate dal I calendari nazionali ed internazionale sono predisposti, per
Codice della Strada. le categorie di rispettiva competenza, dai Settori Tecnici
La tessera ai Motociclisti che ne fanno richiesta, rila- Nazionali e sono trasmessi per lapprovazione ed il segui-
sciata dal Comitato Regionale o Provinciale per tramite to di competenza al Consiglio Federale per il tramite della
di una Societ affiliata, previa abilitazione conseguita in Segreteria Generale.
conformit delle norme dalla Commissione Nazionale Di- Ciascuno dei calendari di settore compilato sulla base del-
rettori di Corsa approvate del Consiglio Federale le richieste delle Societ affiliate trasmesse al settore com-
petente per il tramite del Comitato Regionale, con relativo
Dirigenti parere, vincolante dello stesso Comitato.
La richiesta, oltre alla denominazione della gara e della
Articolo 20 - classe di appartenenza (per le gare da iscriversi nel calen-
Il tesseramento dei Dirigenti nazionali, regionali, provin- dario nazionale ed internazionale), dovr contenere lindi-
ciali nonch dei componenti del Consiglio Direttivo e dei cazione della data proposta e di almeno una data di riserva.
soci delle Societ affiliate di cui al precedente art. 9 del Tutte le corse dovranno mantenere la propria denominazio-
presente regolamento, avviene allatto della loro elezione o ne, con la quale sono indicate nei relativi calendari. Tale de-

Il mondo del cIclIsmo > 5


FCI > Regolamento tecnico Strada

nominazione potr essere modificata dalla F.C.I. per evitare derale, pu disporre il vincolo di appartenenza per talune
omonimie con altre gare della stessa classe. Il mancato in- categorie per durata non superiore a quattro anni.
serimento di una manifestazione sar comunicato al C.R. di Tale vincolo deve comunque rispettare, in linea prioritaria,
appartenenza ed alla Societ stessa con relativa motivazione. le norme del diritto di famiglia.
Il trasferimento ad altra Societ degli atleti soggetti a vin-
Articolo 23 - colo tuttavia consentito qualora Societ ed atleta manife-
Le richieste di iscrizione nei calendari nazionale e inter- stino in forma scritta il reciproco consenso.
nazionale dovranno essere completate per la loro validit
dal deposito cauzionale nella misura fissata dalla F.C.I. che Articolo 26/bis
sar decurtato dalla somma dovuta per tasse federali, al mo- Il passaggio dalle categorie agonistiche a quelle amatoriali,
mento dellapprovazione della gara. La negata iscrizione e viceversa, consentito solamente in fase di rinnovo an-
nel calendario nazionale ed internazionale sar comunicata nuale della tessera. Per la categoria Cicloturisti, a partire
con motivazione dalla Federazione Ciclistica al Comitato dal 13 anno di et, il passaggio alla categoria agonistica
Regionale di competenza ed alla Societ richiedente. possibile in ogni momento della stagione
I depositi cauzionali saranno restituiti qualora la domanda
non venisse accolta o se la gara iscritta in calendario non Articolo 26/ter
fosse effettuata per cause di forza maggiore riconosciute Nel caso di nulla osta per il passaggio fuori regione da parte
dalla Struttura Tecnica competente, fermo restando il paga- di atleti vincolati e non, dovr essere versato entro e non
mento delleventuale tassa prevista dalla FCI/UCI. oltre il 31 dicembre al Comitato Regionale cedente il 50%
Negli altri casi il deposito cauzionale sar incamerato. del premio di addestramento e formazione tecnica.
Il mancato svolgimento, ingiustificato, di una gara iscritta I Comitati Regionali destineranno limporto totale del
nei calendari nazionale e internazionale, costituisce motivo premio predetto allattivit istituzionale. Il Consiglio Fe-
di esclusione dai successivi calendari. derale, su proposta del Settore di competenza, pu di-
Le iscrizioni nei calendari nazionale ed internazionale dopo sciplinare annualmente le modalit attuative delle ca-
la scadenza dei termini fissati dal C.F. comporta il versa- tegorie soggette o non a vincoli societari e regionali, i
mento integrativo di una somma pari al 15% del deposito relativi bonus ed il premio di addestramento.
cauzionale, non restituibile alla societ richiedente.
Articolo 27
Articolo 24 - Entro e non oltre il 30 settembre di ogni anno le Societ do-
Nei termini e con le modalit che saranno stabilite dai Co- vranno comunicare ai corridori per essa tesserati, ed al Comi-
mitati Regionali, le richieste per la iscrizione nei calendari tato Regionale di appartenenza, lintendimento di non rinnova-
regionali dovranno essere indirizzate dalle Societ interes- re laffiliazione federale e/o di non tesserare il corridore stesso.
sate alle Strutture Tecniche regionali, per il tramite dei Co- Tale comunicazione da effettuarsi, pena la sua nullit,
mitati Provinciali, i quali predisporranno la relativa lista da con raccomandata A.R. o mezzo fax o e-mail certificata,
sottoporre allapprovazione del Consiglio Regionale. comporta la libert assoluta per il corridore di tesserar-
si per altra Societ, prescindendo da ogni vincolo prece-
dentemente indicato.
Sezione quarta
Articolo 28 -
Trasferimento corridori La richiesta di trasferimento deve essere indirizzata a mez-
zo di Raccomandata A.R. o mezzo fax o e-mail certificata,
Articolo 25 dal corridore, e per i minori dal padre, o da chi ne esercita
I corridori indicati dal precedente articolo 9/1 possono tra- le funzioni, alla Societ di appartenenza entro e non oltre la
sferirsi ad altra Societ affiliata alla Federazione Ciclistica data del 31 Ottobre.
Italiana nel rispetto dei successivi articoli 26, 26 bis, 26 ter, In caso di mancato riscontro o di rifiuto al trasferimento
27, 28, 29 e 30. nel termine di 15 giorni dalla data di ricezione della richie-
Annualmente il Consiglio Federale pu disciplinare le sta, da parte della Societ cui la richiesta di trasferimento
modalit attuative per ottenere il trasferimento. stata indirizzata, il corridore, o il padre o chi ne esercita le
In ogni caso il trasferimento subordinato al nulla-osta del- funzioni acquisisce il diritto di adire il competente Comi-
la Societ di appartenenza ed al versamento del premio di tato Regionale.
addestramento e formazione tecnica nella misura e con le In caso di reiezione o di mancato riscontro nel termine di
modalit stabilite dal successivo articolo 29 15 giorni dalla data di ricezione del reclamo da parte del
Comitato Regionale il corridore, o chi ne fa le veci, potr
Articolo 26 indirizzare il reclamo alla Corte Federale.
Nel rispetto dellarticolo 5, comma quinto dello Statuto, La Corte Federale dovr pronunziarsi in definitiva istanza
il Consiglio Federale per esigenze di carattere tecnico, su entro e non oltre 15 giorni dalla data di ricezione della ri-
proposta dei settori competenti della Struttura Tecnica Fe- chiesta.

6 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

Articolo 29 - Articolo 32
Il premio di addestramento e formazione tecnica dovuto Lespressione stagione agonistica, ai soli fini del calcolo
alla Societ cedente da parte della Societ cui si trasferito del premio di addestramento e formazione tecnica dellat-
il corridore, nella misura determinata dal punteggio acqui- leta, deve intendersi riferita alle gare disputate nel periodo
sito dal corridore medesimo nel corso della, o delle stagio- che va dal 1 novembre al 31 ottobre dellanno successivo.
ni agonistiche disputate per la medesima Societ cedente,
sulla base dei parametri stabiliti dallallegato 7 del presente Articolo 33 -
regolamento e del valore punto stabilito dal Consiglio Fe- In caso di trasferimento ad altra Societ dovr essere appli-
derale. cato il valore punto in atto.
Il premio di addestramento e formazione tecnica pi le-
ventuale bonus, deve essere corrisposto contemporanea- Articolo 34 -
mente al rilascio del nulla osta; non dovuto nel caso di so- In caso di mancato tesseramento in una categoria ago-
spensione dellattivit della Societ per una durata di trenta nistica per una stagione, risolto il compenso economico
giorni o periodo superiore. (pagamento del premio di addestramento e formazione
Annualmente il Consiglio Federale delibera le Norme riferito allultimo anno di attivit, dovuto allex Societ
Trasferimento Atleti contenenti i valori dei punteggi di appartenenza) e assolto ai doveri sociali, (restituzio-
per ogni specialit e categoria, e gli eventuali bonus ne del materiale tecnico avuto in dotazione) latleta di
qualsiasi categoria libero di trasferirsi ad altra Societ
Articolo 30 senza alcun vincolo societario. Nulla dovuto in caso di
I corridori, vincolati e non, acquisiscono il diritto a trasfe- mancato tesseramento per pi di una stagione sportiva.
rirsi senza nulla osta qualora la Societ di appartenenza non
rinnovi laffiliazione entro il 1 gennaio, non abbia tesserato
entro il medesimo termine il Direttore Sportivo, oppure non Articolo 35 -
abbia proceduto al pagamento di ammende per qualsiasi I valori punto per ogni categoria e settore di attivit, sono
causa inflitte nella precedente stagione agonistica. sottoposti allapprovazione del Consiglio Federale e pubbli-
cati sullorgano ufficiale entro il 15 Settembre di ogni anno.
Articolo 31 -
Nelle gare promiscue, disciplinate dalle norme attuative Articolo 35/bis
deliberate dal Consiglio Federale su proposta dei settori Le norme previste dagli art. 25 e seguenti sono valide per
competenti, i punti del premio di addestramento e forma- gli atleti di nazionalit italiana anche nel caso di trasferi-
zione tecnica sono assegnati sulla base dellordine di arri- mento a Societ appartenenti ad altre federazioni nazionali
vo relativo a ciascuna categoria di corridori ammessa alla di ciclismo, fatte salve le eccezioni previste in materia
corsa. dal Regolamento UCI.

Il mondo del cIclIsmo > 7


FCI > Regolamento tecnico Strada

Parte I
ATTIVIT SU STRADA

TITOLO SECONDO 5. rispetto allimportanza


di Campionato Italiano, regionale, provinciale, nelle quali
Norme di effettuazione delle corse in palio il titolo relativo.

Le gare che si disputano in due o pi giornate continuative,


Sezione prima con classifica generale a tempi, devono essere considerate
quali corse a tappe agli effetti tecnici, organizzativi, ammi-
Norme tecniche generali nistrativi e possono essere iscritte solo nel calendario nazio-
nale o internazionale.

Classificazione delle gare

Articolo 36 - Sezione Seconda


Le gare e le manifestazioni si dividono:
Organizzazione e approvazione
1. rispetto alla partecipazione delle gare
a) riservate con liscrizione aperta solo ai corridori di
una determinata categoria.
b) libere con liscrizione aperta a tutti i corridori di deter- Articolo 37 -
minate categorie. Lo svolgimento delle gare su strada, iscritte nei calendari
c) ad invito con liscrizione aperta solo ai corridori invi- regionali, nazionale ed internazionale, subordinato allap-
tati dagli organizzatori. provazione sportiva della competente Struttura Federale
regionale o nazionale ed al rispetto della procedura fissata
2. rispetto allestensione dallArt. 9 del codice della strada.
a) internazionali se iscritte nel calendario internazionale La richiesta di approvazione alla Struttura competente, deve
b) nazionali se iscritte nel calendario nazionale essere presentata in termini di tempo tali che consentano
c) regionali se iscritte nel calendario regionale successivamente di avanzare richiesta di autorizzazione
allautorit amministrativa nel rispetto dei tempi fissati dal-
3. rispetto alle modalit di svolgimento lo stesso codice della strada. La richiesta di approvazione
a) di un giorno comporta per la Societ organizzatrice limpegno al rispetto
b) a tappe pi assoluto delle disposizioni tecniche, di sicurezza e di as-
c) criterium sistenza sanitaria dettate dalla F.C.I. , e dalle norme di legge
d) tipo pista dello Stato Italiano.
e) a cronometro individuale, a coppie, a squadre Nessuna corsa pu essere organizzata se la Societ richie-
f) con allenatori meccanici dente non abbia perfezionato la propria affiliazione nel
completo rispetto delle relative norme federali o se nei suoi
4. rispetto alle categorie confronti sia stato emesso provvedimento di sospensione
a) esordienti da ogni attivit da parte di organi di giustizia federali. La
b) allievi Societ organizzatrice completamente responsabile sul
c) juniores piano della conformit ai regolamenti federali e sul piano
d) under 23 finanziario, amministrativo e giuridico ed alle disposizioni
e) lite s.c. dettate dai competenti organi amministrativi dello Stato.
f) donne esordienti
g) donne allieve
h) donne juniores Corse regionali
i) donne lite
Articolo 38 -
La promiscuit delle categorie disciplinata dal Settore Il programma della corsa, compilato in ogni sua parte sui
Strada, che sottoporr le relative norme alla deliberazione moduli federali, deve essere corredato dalla seguente docu-
del Consiglio Federale. mentazione:

8 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

a) tasse federali, nella misura fissata dal Consiglio Federale gare regionali: almeno 30 giorni prima della data
b) tabella oraria indicata e, comunque, nel corso della riunione dei Di-
c) caratteristiche del percorso con indicazione delle misu- rettori Sportivi da tenersi almeno unora prima della
re di sicurezza adottate partenza della corsa
d) indicazione delle disposizioni prese per lassistenza sa- gare nazionali ed internazionali: trasmettendone copia
nitaria dei corridori e del seguito alle Societ che abbiano confermato liscrizione e, ri-
e) dislocazione dei posti di pronto soccorso e centri ospe- petendone gli aspetti particolari, soprattutto in materia
dalieri collocati nelle vicinanze del percorso di sicurezza, nel corso della riunione preliminare dei
f) dichiarazione di accettazione dellincarico da parte del Direttori Sportivi.
direttore di corsa e del suo vice (facoltativo per le gare
riservate alle categorie esordienti, nelle gare di tipo cri- Articolo 42 -
terium ed in quelle che si svolgono su circuiti chiusi al Il programma di una corsa di qualsiasi categoria, approva-
traffico) to dal Settore Tecnico competente: nazionale per le corse
g) indicazione sede di Giuria, segreteria, numeri cel- iscritte nei calendari internazionale e nazionale, e regiona-
lulare Responsabile Societ organizzatrice e locali le, per le gare dei calendari regionali, non pu essere mo-
anti-doping dificato nelle norme che attengono direttamente al risultato
h) caratteristiche ultimo chilometro tecnico della corsa, la sua sicurezza e lassistenza sanitaria
i) planimetria ed altimetria del percorso. se non alle seguenti condizioni:
gare regionali:
a) prima della partenza soltanto con lapprovazione di un
rappresentante della Struttura Tecnica Regionale, in
Corse nazionali ed internazionali forma scritta o telefonica, a richiesta del Direttore di
Corsa, dandone comunicazione al Presidente di Giuria;
Articolo 39 - b) dopo la partenza con provvedimento del Direttore di
Alla documentazione di cui allarticolo precedente deve es- Corsa, previa comunicazione al Presidente di Giuria;
sere inoltre allegata:
c) regolamento speciale di corsa in lingua italiana e obbli- gare nazionali ed internazionali:
gatoriamente in lingua francese e/o inglese a) prima della partenza con provvedimento adottato dal
b) pianta della zona di arrivo e indicazione zona deviazio- Direttore di Corsa previa comunicazione al Presi-
ne vetture dente di Giuria, con lapprovazione del Settore Tecni-
c) planimetria ed altimetria degli ultimi 3 km. co Nazionale, in forma scritta;
d) collocazione segreteria, sede giuria, locali controlli an- b) dopo la partenza dal Direttore di Corsa previa comuni-
ti-doping, sala stampa cazione al Presidente di Giuria .
e) dichiarazione di accettazione dellincarico da parte del
Direttore di Corsa e vice, con indicati i numeri di Articolo 43 -
cellulare del Responsabile della Societ organizza- Il programma tecnico di qualsiasi corsa potr essere divul-
trice; gato soltanto dopo la sua approvazione da parte del compe-
f) le norme di partecipazione delle categorie di corridori in tente organo federale, pena lammenda inflitta dal Giudice
relazione alla classe delle corse di un giorno o a tappe; Sportivo su denuncia di qualsiasi tesserato della F.C.I. e di
g) le prescrizioni in materia di sicurezza e di assistenza cui agli allegati nn. 2 e 3.
sanitaria di competenza della Societ organizzatrice
h) la guida tecnica redatta come da art. 2.2.012 del Rego- Articolo 44 -
lamento UCI. In caso di preventivo annullamento, di interruzione e/o di
mancato svolgimento di una corsa di qualsiasi categoria per
Articolo 40 - cause non dipendenti dalla volont della Societ organizza-
La Societ organizzatrice deve porre a disposizione, quale trice, la stessa potr proporre al competente organismo fe-
addetto al Collegio di Giuria, un proprio rappresentante, derale, regionale o nazionale, lo svolgimento ad altra data,
tesserato federale, che abbia accettato tale incarico e che il quale decider in merito alla richiesta.
non abbia altre mansioni nellambito della gara stessa. La richiesta di spostamento di data delle gare nazionali ed
internazionali dovr essere indirizzata al Settore Strada, per
il seguito di competenza,
Programma di corsa Lo spostamento di data per gare nazionali ed internazionali,
comporta il pagamento della tassa stabilita al riguardo dalla
Articolo 41 - F.C.I.
Il programma di corsa, con i relativi allegati, deve essere
portato a conoscenza delle Societ e dei corridori nel modo Articolo 45
che segue: Lautorizzazione per lo svolgimento delle gare che si svol-

Il mondo del cIclIsmo > 9


FCI > Regolamento tecnico Strada

gono sul territorio di altro stato nazionale dovr essere pre- Articolo 50 Abrogato dal gennaio 2002;
ventivamente richiesta al competente settore della Struttura
Tecnica federale. Articolo 51 - Abrogato dal gennaio 2002;
Le Societ organizzatrici di corse che interessano la com-
petenza territoriale di uno o pi Comitati Regionali, do- Articolo 52 abrogato dal gennaio 2002;
vranno ottenere per il tramite del proprio C.R. il nulla osta
del/dei Comitato/i Regionale/i competente/i.
Le Societ e gli Enti organizzatori di corse che interessa- Iscrizioni
no il territorio di pi Comitati Regionali dovranno inviare
ai Comitati Regionali stessi il programma della corsa ap- Articolo 53 -
provato almeno 20 giorni prima della disputa della corsa I corridori per essere iscritti alle gare dalla Societ di appar-
o della tappa, per le gare del calendario internazionale o tenenza, devono avere i seguenti requisiti:
nazionale e 10 giorni per le corse dei calendari regionali. a) essere regolarmente tesserati;
b) appartenere a societ non sospesa o radiata;
c) non essere iscritti gi ad altra gara, salvo nell ipote-
Premi si di cui al successivo 56;
d) non essere radiati o sospesi dalla F.C.I. o da altra
Articolo 46 - Federazione affiliata allUCI o dalla U.C.I. stessa.
Lammontare dei premi di classifica e la sua ripartizione
per tutte le classi di corse stabilito con propria delibera Articolo 54 -
dal Consiglio Federale. I predetti premi sono consegnati ai Liscrizione a tutte le gare deve essere inviata alla Societ
corridori al termine della gara, a cura della Societ organiz- organizzatrice unicamente dalla Societ di appartenenza
zatrice nel rispetto delle norme fiscali vigenti. del corridore, tramite sistema informatico.
La distinta dei premi federali con indicazione dei nomina- Nelle gare internazionali e nazionali, in aggiunta al si-
tivi dei corridori, dell importo a ciascuno corrisposto e la stema informatico, liscrizione alle gare deve essere per-
firma del percipiente, deve essere allegata al verbale della fezionata tramite bollettino di iscrizione.
gara a cura del Presidente di Giuria. Trascorsi trenta minuti
dallaffissione dellordine di arrivo senza che sia avvenuta Articolo 55 -
la premiazione, la distinta premi dovr essere trasmessa al Il termine utile per le iscrizioni scade:
Giudice Sportivo da parte della Societ organizzatrice, la b) a) per le gare su strada regionali 36 ore prima dellinizio
quale ne tratterr copia. Il Presidente di Giuria dovr dare della gara; per le gare iscritte nel calendario nazio-
atto sul proprio verbale dellinvio successivo della distin- nale ed internazionale valgono le norme previste
ta premi a cura della Societ Organizzatrice. dall art. 1.2.049 del Regolamento UCI;
I premi attribuiti e non ritirati sono trattenuti e incamerati b) per le gare a cronometro regionali 48 ore prima delli-
dalla societ organizzatrice, fatte salve le eccezioni previ- nizio della gara, per quelle internazionali e nazio-
ste dallUCI per le gare internazionali. nali valgono le norme previste dall art. 1.2.049 del
Il mancato pagamento dei premi dovuti comporta da parte Regolamento UCI;
del Giudice Sportivo la sospensione della omologazione Per le gare regionali la Societ organizzatrice deve consegna-
e la denuncia alla Procura Federale per il seguito di com- re lelenco degli iscritti al Presidente di Giuria, completo di
petenza. tutti gli elementi richiesti, almeno 2 ore prima della partenza.

Articolo 47 - Articolo 56 -
Tutte le informazioni relative ai premi in palio, di qualsiasi I corridori iscritti ad una gara regionale, che non si sia di-
natura, in aggiunta alla tabella federale (di rappresentanza sputata per qualsiasi causa, possono essere iscritti, qualora
ed individuali) devono essere portate a conoscenza dei Di- gli orari lo consentano, ad altra gara regionale riservata alla
rettori Sportivi e dei corridori partecipanti nel corso della stessa categoria, fino a mezza ora prima della partenza, pre-
riunione prima della partenza. I relativi criteri di assegna- via comunicazione telefonica alla Societ organizzatrice
zione sono stabiliti dalla Societ organizzatrice. In tal caso liscrizione scritta, potr essere effettuata a firma
del Direttore Sportivo od altro Dirigente responsabile ri-
Articolo 48 - conosciuto, presentando unitamente attestazione scritta del
Quando in palio solo un premio di rappresentanza questo Presidente di Giuria della gara non disputata.
sar assegnato alla societ del vincitore.
Per le gare a coppie o altre il premio di rappresentanza sar Servizio Medico
assegnato alla squadra vincitrice anche se formata da pi
atleti di diverse Societ di appartenenza. Articolo 57 -
La Societ organizzatrice deve disporre la presenza in cor-
Articolo 49 abrogato dal gennaio 2002; sa, di un Medico di gara e di almeno una autoambulanza

10 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

dotata delle necessarie apparecchiature atte ad assicurare il a seguito di comunicazione scritta del Direttore di Corsa
primo soccorso. Le attrezzature medesime dovranno essere dovr abbandonare la gara.
controllate prima della partenza da parte dello stesso Medi-
co di gara, alla presenza del Direttore di Corsa.
Il Direttore di Corsa dovr accertarsi preventivamente Percorso di gara
dellidentit del Medico di gara.
Lopera del Medico di gara dovr essere prestata dallora Articolo 58 -
di inizio delle operazioni di partenza fino alla scadenza del Per la scelta del percorso, il Direttore di Corsa deve for-
tempo massimo sia per le corse di un giorno, sia per quelle nire preventivamente le proprie indicazioni sia sul piano
a tappe. Soltanto al Medico di gara compete lo svolgimen- tecnico che della sicurezza per i corridori e per il seguito.
to della assistenza sanitaria in corsa, anche in presenza del E richiesto lapprontamento di una struttura organizzativa
Medico della Societ di appartenenza del corridore infor- capace di realizzare le misure tecniche e di sicurezza che
tunato. disciplinano la corsa dal luogo di raduno a quello di parten-
Il Medico di gara ha la competenza esclusiva per stabilire la za ufficiosa e della partenza reale fino alla linea darrivo.
eventuale continuazione della corsa per i corridori vittime Il chilometraggio massimo delle corse di un giorno per le cor-
di cadute o di altre cause. Il mancato rispetto del divieto a se regionali fissato dalla normativa deliberata dal Consiglio
continuare la corsa comporta lespulsione o lesclusione da Federale su proposta dalla Struttura Tecnica competente,
parte della Giuria, su denuncia verbale del Medico di gara, quello delle corse di un giorno ed a tappe del calendario na-
nel corso della gara stessa e confermata con atto scritto al zionale ed internazionale rispettivamente dalla stessa Strut-
termine, consegnata al Presidente di Giuria, Tale documen- tura e dalla normativa della U.C.I. in materia, riferita sia alle
to dovr essere allegato alla documentazione della gara tra- categorie dei corridori sia alla classe delle corse stesse.
smessa al Giudice Sportivo.
Il Medico di gara dovr portare un bracciale o un pettorale
o altro indumento che consenta di identificare la sua fun- Preliminari
zione in ogni momento da parte di qualsiasi tesserato al
seguito della corsa. Articolo 59 -
La vettura del Medico di gara occuper nella fase iniziale In tutte le gare, nel luogo e nei termini stabiliti dal pro-
la posizione che precede le vetture delle Societ ammesse gramma approvato della gara, il corridore oppure il Di-
al seguito e successiva a quella della dirigenza di corsa (Di- rettore Sportivo oppure un componente del Consiglio
rettore di corsa o Presidente Giuria). Direttivo della Societ, dovr presentarsi alla Giuria
Durante la corsa il Medico di gara decider quale sia la per la verifica della tessera e per il ritiro dei numeri di
posizione pi idonea per lo svolgimento delle sue funzioni partenza.
in relazione alla natura del percorso e compatibilmente con I corridori devono:
le esigenze della circolazione dei veicoli in corsa. a) radunarsi nel luogo di firma del foglio di partenza ed
Il Direttore di Corsa, ed il Medico di gara dovranno cu- eventuale controllo rapporti, secondo le disposizioni
rare vicendevolmente di tenere i necessari contatti in ogni del Giudice di partenza;
momento della corsa fra di essi e con lautoambulanza al b) concludere le operazioni di firma del foglio di par-
seguito. tenza ed eventuale controllo dei rapporti, almeno 10
La mancanza di autoambulanza attrezzata e/o del Medico minuti prima della partenza;
di corsa comporta in maniera assoluta, da parte del Diret-
tore di Corsa, previa comunicazione scritta al Presidente di In tutte le corse su strada, almeno unora prima della par-
Giuria, la decisione di non procedere allo svolgimento della tenza nelle gare regionali, e secondo quanto previsto dal
corsa o della tappa. Tale comunicazione, di cui il Presidente relativo programma per le gare nazionali ed internazionali,
di Giuria si dovr limitare a prenderne atto, sar trasmes- obbligatoria la riunione del Direttore di Corsa, con la Giu-
sa, unitamente al proprio verbale al Giudice Sportivo per il ria ed i Direttori Sportivi.
seguito di competenza. Spetta al Giudice Sportivo verifi- Nel corso della riunione dovranno essere trattati gli argo-
care sulla base degli atti trasmessi dal Presidente di Giuria, menti di natura tecnica ed in materia di sicurezza, indicati
se nella decisione di annullamento della gara siano state dai successivi articoli del presente regolamento.
osservate tutte le norme sopra indicate. Nel caso di consta-
tata inosservanza delle succitate norme il Giudice Sportivo Articolo 59 bis-
proceder ai necessari accertamenti secondo quanto detta il Nel caso in cui un atleta per qualsiasi causa, sia impedito a
Regolamento di disciplina. Dei risultati degli accertamenti prendere la partenza, dopo la verifica delle tessere e il ritiro
e del mancato svolgimento della gara il Giudice Sportivo dei numeri, il Direttore Sportivo o il corridore medesimo
dovr dare notizia a mezzo di proprio comunicato. Dellan- hanno lobbligo di darne comunicazione al Presidente di
nullamento della corsa dovranno essere informati immedia- Giuria prima della partenza stessa, riconsegnando i numeri
tamente i Direttori Sportivi e gli organi dello Stato che han- di gara, consentendo di regolarizzare la posizione del cor-
no autorizzato lo svolgimento della corsa stessa. La Giuria ridore ai fini disciplinari e del controllo antidoping.

Il mondo del cIclIsmo > 11


FCI > Regolamento tecnico Strada

Numeri di gara Articolo 65 -


Le scritte pubblicitarie dovranno apparire in modo unifor-
Articolo 60 - me sul vestiario dei corridori della societ nella maniera
I numeri dovranno avere le cifre nere su fondo bianco. Le seguente:
caratteristiche sono indicate nelle Norme Attuative appro- sulla MAGLIA e i PANTALONCINI possono figurare libe-
vate dal Consiglio Federale. ramente e possono variare senza limitazione il nome ed il
Devono essere applicati sulla maglia e verificati dal Giu- marchio della o delle iscrizioni pubblicitarie.
dice di partenza. I fermagli per i numeri dorsali sono a Il marchio del fabbricante degli indumenti permesso su
carico dellatleta o della propria Societ di appartenen- ciascun elemento.
za. Le Societ organizzatrici, devono avere comunque Tutti gli altri indumenti non sono sottoposti a norme limi-
a disposizioni una riserva di fermagli per eventuali ne- tative.
cessit.
Il numero al telaio obbligatorio in tutte le corse nazionali
ed internazionali, con esclusione di quelle a cronometro e
per le gare iscritte nei calendari regionali. Sezione Terza
Luso dei numeri di identificazione al casco obbligatorio.
Per il ritiro dei numeri di gara, non sono ammesse cau- Campionati
zioni non restituibili in caso di mancata riconsegna a
fine gara. Articolo 66 -
I titoli di campione italiano su strada sono:
individuali:
Indumenti b) esordienti 1 anno
c) esordienti 2 anno
Articolo 61 d) allievi
Luso del casco rigido obbligatorio in tutte le corse su strada. e) juniores
Lo stesso casco deve essere indossato anche nelle fasi f) under 23
che precedono e seguono immediatamente la gara, in g) lite s.c.
particolare quanto latleta veste la maglia di gara con h) donne esordienti 1 anno
applicato il numero. i) donne esordienti 2 anno
Per le categorie di et previste dal Codice della Strada, j) donne allieve
obbligatorio indossare il casco anche durante gli alle- k) donne juniores
namenti. E fortemente raccomandato indossarlo negli l) donne lite
allenamenti, anche per le categorie maggiori.
Il casco deve corrispondere alle norme di sicurezza e di cronometro individuale
protezione dettate dalle norme in materia vigenti. a) allievi
b) donne allieve
Articolo 62 - c) juniores
I corridori devono indossare in corsa la maglia con i colori d) donne juniores
sociali che deve riportare ben visibile sulla parte ante- e) under 23
riore, lesatta denominazione sociale in uno spazio non f) open (elite con e senza contratto)
inferiore a 50 cm2. g) donne lite
Negli indumenti di gara possono essere riportate anche
iscrizioni pubblicitarie diverse dalla denominazione sociale Il Consiglio Federale stabilir ogni anno, su proposta del
purch tutti i corridori della medesima societ indossino in Settore Strada, la forma di disputa dei singoli titoli e asse-
corsa maglia con identica pubblicit. gner le prove di campionato nazionale.
Sono vietate le maglie senza maniche. Il vincitore di un campionato italiano rimane possessore del
Nel caso di partecipazione come Squadra Mista e/o titolo fino al giorno prima della proclamazione del nuovo
Pluriaffiliata gli atleti devono indossare maglie uguali campione, a meno che nel frattempo il corridore sia passato
(delluna o dellaltra Societ). di categoria, nel qual caso perde il diritto di indossare la
maglia di campione nazionale, senza possibilit di sosti-
Articolo 63 - abrogato tuzione.
I premi della F.C.I. per i campionati italiani consistono in
Articolo 64 - tre medaglie, di primo, di secondo e di terzo grado.
Sulla maglia di rappresentanza nazionale ufficiale e sugli I campioni italiani hanno diritto alla maglia, al diploma ed
altri indumenti ufficiali potranno figurare solo quelle indi- alla medaglia doro.
cazioni deliberate dal Consiglio Federale conformemente I titoli dei campionati regionali e provinciali debbono ri-
alle norme al riguardo emanate dalla U.C.I. e dal C.O.N.I. spettare la stessa classificazione del presente articolo. Do-

12 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

vranno disputarsi in prova unica. pione nazionale e di campione europeo non possono fre-
I titoli saranno assegnati ai corridori di nazionalit italiana ap- giare le proprie maglie sociali di alcun segno riferendosi a
partenenti a Societ affiliate nella regione o nella provincia. tale titolo.
La partecipazione di atleti italiani tesserati allestero (com-
preso i frontalieri) ai Campionati Italiani, disciplinata dalle Articolo 71 -
norme attuative proposte dai competenti settori della Strut- I campioni mondiali, italiani, europei, di qualsiasi speciali-
tura Tecnica Federale allapprovazione del Consiglio Fede- t, sono obbligati ad indossare la relativa maglia nelle pro-
rale. I corridori di nazionalit italiana tesserati allestero non ve di cui sono titolari, in ordine prioritario.
possono partecipare ai Campionati Regionali e provinciali. La Giuria dovr vietare la partenza dei corridori che indos-
sino le maglie di campione in violazione di quanto stabilito
Articolo 67 dal comma precedente.
La maglia di campione italiano tricolore per tutte le cate- In tale maglia potranno figurare soltanto le iscrizioni pub-
gorie e le specialit. blicitarie fissate rispettivamente dalla FCI e dall UCI.
I colori devono essere posti in linee orizzontali, aventi (Allegato 10)
proporzionalmente alla taglia, le stesse dimensioni in
altezza. Articolo 72 -
Stesse caratteristiche anche per le maniche e fascette al I corridori gi campioni italiani di qualsiasi categoria pos-
collo. sono applicare sulle maniche della propria maglia sociale
La pubblicit della Societ sportiva pu apparire sulla fa- un bordo tricolore di massimo cm 3 e i gi campioni del
scia bianca, (anche sul retro) in un rettangolo di cm 10 di mondo un bordo iridato di cm. 6.
altezza, sulle bande laterali con altezza massima delle lette- (Allegato 10)
re di cm 9, sui quarti di manica su una sola linea con altezza
massima di cm 5.
Sulla parte anteriore deve essere inserito il logo FCI e
pu apporsi una sola volta il marchio o la griffe del fabbri- Sezione Quarta
cante nella misura di 25 cm. quadrati.
(Allegato 10) Biciclette
Articolo 68 - Articolo 73 -
I detentori del titolo di campione italiano devono indossare Le caratteristiche tecniche delle biciclette devono permet-
in corsa la maglia di campione della specialit di cui de- tere ai corridori di affrontarsi su un piano di uguaglianza.
tengono il titolo, anche in gare approvate per pi categorie. Esse devono comunque rispondere al criterio della sicurez-
I detentori del titolo regionale hanno lobbligo di indossare za ed essere conformi a quanto stabilito in materia dalle
in corsa la maglia di campione in tutte le gare regionali che norme UCI vigenti vedi artt. 1.3 sezione 2.
si disputano nella regione in cui affiliata la Societ di ap-
partenenza, anche se aperte a pi categorie. E facoltativo
indossare la stessa maglia nelle gare del territorio na-
zionale. Il detentore del titolo provinciale ha facolt din- Sezione Quinta
dossare la maglia di campione, unicamente nella regione
in cui affiliata la Societ di appartenenza, anche in gare Svolgimento delle gare di un
approvate per pi categorie. giorno ed a tappe
Il titolo di campione italiano della categoria Elite s.c.
non previsto dallUCI, per cui il detentore del titolo
pu indossare tale maglia solo nelle gare del calendario Articolo 74 -
regionale e nazionale. I corridori possono partecipare ad una gara solo se la stessa
(Allegato 10) iscritta in un calendario regionale, nazionale o internazio-
nale, approvata dal competente organo federale e se la sua
Articolo 69 - iscrizione sia stata effettuata dalla Societ di appartenenza
Le caratteristiche della maglia di campione regionale e nel rispetto delle norme contenute dal presente regolamento.
provinciale sono fissate da ciascun Comitato Regionale e
sottoposte allapprovazione del Consiglio Federale.Per le Articolo 75 -
iscrizioni pubblicitarie, fare riferimento allallegato 10 Le gare su strada si effettuano con qualsiasi condizione cli-
del presente RTAA. matica salvo ladozione delle disposizioni previste dallart.
106 del presente regolamento, al verificarsi delle particolari
Articolo 70 - circostanze durante la corsa.
Le Societ che hanno avuto propri corridori vincitori di ti- Nel caso in cui, invece, abbiano a manifestarsi prima della
toli di campione mondiale, di campione olimpico, di cam- partenza condizioni di percorso tali da pregiudicare la sicu-

Il mondo del cIclIsmo > 13


FCI > Regolamento tecnico Strada

rezza dei corridori ed il risultato tecnico della corsa o della internazionali, disciplinata dalle norme attuative appro-
tappa, il Direttore di Corsa, sentito il Presidente di Giuria vate dal Consiglio Federale su proposta del Settore Strada e
e se presente il rappresentante della Struttura Tecnica di nel rispetto delle Norme UCI.
competenza, effettuati i necessari accertamenti, disporr
per lo svolgimento o meno della corsa, dandone, in ogni Articolo 80 -
caso, immediata notizia ai direttori sportivi ed alle compe- Lassistenza tecnica nelle corse su strada regionali per le
tenti autorit. categorie, ove questa sia prevista, e nazionali femminili (ad
Il successivo art. 106 fissa i provvedimenti da adottare e le esclusione di quelle a cronometro individuale ed a squadre)
relative procedure nel caso in cui le condizioni del percor- obbligatoria a mezzo di due vetture.
so, tali da porre a rischio la sicurezza dei concorrenti e del Nelle corse iscritte nel calendario nazionale ed in quello
seguito, abbiano a manifestarsi dopo la partenza della gara. internazionale di tutte le categorie tale assistenza verr ef-
fettuata da almeno tre automezzi attrezzati.
Articolo 76 - Le vetture per lassistenza tecnica dovranno essere equi-
Nelle corse regionali, nel caso il numero dei partenti risulti paggiate secondo quanto previsto dalle Norme Attuative
al momento dellappello inferiore a quindici, facolt del approvate dal Consiglio Federale.
Direttore di Corsa sentito il Presidente di Giuria ed i Diret- La collocazione in corsa delle vetture addette allassisten-
tori Sportivi, disporre la non effettuazione della gara. za tecnica spetta alla competenza del Presidente di Giuria
In questo caso se ne dovr dare comunicazione ai corridori, nelle corse nazionali ed internazionali ed al Direttore di
ai quali la Societ organizzatrice dovr rimborsare le spese Corsa in quelle regionali. In tutte le corse di un giorno o a
documentate di viaggio. tappe, nelle quali tratti del percorso abbiano caratteristiche
tali da non permettere lassistenza tecnica in maniera effi-
Articolo 77 - abrogato cace a mezzo delle apposite autovetture, lassistenza stessa
potr essere svolta con motociclette regolarmente attrezza-
Articolo 78 - te. Il Settore Strada sottoporr allapprovazione del Consi-
Nel rispetto delle disposizioni contenute in materia dal co- glio Federale le relative Norme Attuative.
dice della strada, la Societ organizzatrice tenute a segna- Nelle gare a cronometro individuale o a squadre lassisten-
lare in ogni modo possibile il percorso della gara. za tecnica (cambio di ruote o di biciclette) pu essere effet-
La vigilanza sui bivi deve essere assicurata sia al fine del- tuata dalla vettura della Societ di appartenenza del corri-
la prevenzione di incidenti, sia al fine di evitare errori di dore o da quella che segue il corridore stesso.
percorso con personale addetto allorganizzazione che sia Ad esclusione dei campionati regionali e nazionali, con-
facilmente identificabile. sentito il cambio di ruota o di bicicletta fra compagni di
Tuttavia, nessuna colpa potr imputarsi a riguardo alla So- squadra in tutte le corse riservate soltanto alle categorie ju-
ciet organizzatrice quando il percorso sia stato esattamente niores, under 23 ed lite, maschili e femminili.
indicato nel programma di corsa ed illustrato nei particolari Qualunque sia la posizione del corridore in gara lassisten-
ai Direttori Sportivi da parte del Direttore di Corsa duran- za tecnica (ove sia stabilita) dovr effettuarsi esclusiva-
te la riunione tecnica. E compito del Direttore Sportivo mente in coda al gruppo di cui fa parte, da fermo e sul lato
informare i propri corridori delle caratteristiche della gara. destro della strada
Come indicato nel prospetto delle infrazioni lerrore di per-
corso, dal quale il corridore abbia tratto vantaggio, compor- Articolo 81 -
ta lespulsione o la esclusione dalla corsa. Tuttavia nel caso Il corridore che si ritira, o del quale disposto il ritiro a
in cui uno o pi corridori prendano involontariamente una norma di quanto stabilisce il successivo articolo 82, deve
direzione errata sar cura del Direttore di Corsa in collabo- togliersi i numeri di gara e consegnarli al Direttore di Corsa
razione con i Componenti di Giuria e le Staffette Motocicli- oppure al veicolo di fine corsa oppure ad un Componen-
stiche dellorganizzazione riportare i corridori nello stesso te della Giuria e non unirsi per nessun motivo a corridori
punto del percorso in cui lavevano abbandonato ancora in gara, assumendo lo stesso, ad ogni effetto, la fi-
Lorganizzatore dovr preliminarmente verificare le condi- gura di utente della strada.
zioni di illuminazione di tutte le gallerie sul percorso veri-
ficando se dallentrata e da ogni suo punto ad occhio nudo Articolo 82 -
sia possibile distinguere la targa di unauto a 10 metri o un Nelle corse iscritte nei calendari regionali, in quello nazio-
veicolo di colore scuro a 50 metri. nale ed internazionale il Direttore di Corsa dovr disporre
La segnalazione preventiva dei tratti del percorso di mag- il ritiro di corridori in ritardo ritenuto incolmabile e privi di
giore pericolosit dovr essere effettuata dagli addetti qualsiasi forma di protezione e di sicurezza sia da parte de-
allorganizzazione. gli organizzatori, sia delle forze dellordine al seguito della
corsa e sul percorso.
Articolo 79 - La misura del ritardo da ritenersi incolmabile e le modalit
Leffettuazione del rifornimento per tutte le categorie di at- di applicazione della norma dovranno essere definite nelle
leti, nelle gare iscritte nei calendari regionali, nazionali ed linee generali tra Direttore di Corsa e Presidente di Giuria

14 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

e comunicate prima della partenza ai concorrenti ed ai Di- Articolo 85 -


rettori Sportivi, in applicazione delle prescrizioni consenti- Nelle corse iscritte nel calendario nazionale ed internazio-
te nellautorizzazione della corsa e della relativa ordinanza nale sono obbligatorie le seguenti segnalazioni relative al
di sospensione della circolazione. chilometraggio della corsa con pannelli fissi:
Il ritiro dei corridori in forte ritardo disposto esclusivamen- chilometro zero sulla linea di partenza
te dal Direttore di Corsa o suo vice deve essere consi- 50 km di corsa
derato unicamente quale atto a tutela della sicurezza dei indicazione del chilometraggio mancante allarrivo
corridori stessi. relativamente ai chilometri 25-20-10-5-4-3-2.
Dei provvedimenti adottati in materia, dovr essere infor- Lultimo chilometro dovr essere segnalato in tutte le gare
mata, in forma scritta, la Giuria. con un triangolo rosso ( di almeno 30 cm di altezza) posto
al centro della strada ad unaltezza minima di m. 4,20. Nel-
Articolo 83 - le gare internazionali e nazionali dovranno essere segnalate
Previa autorizzazione della competente Struttura Tec- le seguenti distanze in relazione allarrivo: 500 - 300 - 200
nica, larrivo di tutte le corse pu avvenire su strada o su - 150 - 100 e 50 metri.
pista (ad eccezione di quelle valide per lassegnazione dei La linea di Arrivo con un telone o pannello di colore rosso
titoli italiano, regionale e provinciale) e soltanto se la pista collocato trasversalmente alla sede stradale ad unaltezza mi-
omologata. nima di m. 4,20, recante la denominazione Arrivo, con scritta
In caso di impraticabilit della pista, larrivo deve essere di altezza minima di m. 0,90 e, di lunghezza minima di mt.
spostato allesterno. Nelle gare a tappe con arrivo in pista, 4,00. In tale spazio non devono comparire ulteriori scritte
la rilevazione del tempo pu essere fatta allesterno della Ai lati del telone e/o pannello arrivo possono essere in-
pista stessa. serite sia verticalmente che orizzontalmente scritte pub-
Nelle corse a tappe ed in quelle valide per i campionati ita- blicitarie
liani e regionali o iscritte nel calendario nazionale o inter- In corrispondenza allArrivo, deve essere tracciata sulla
nazionale, luso della apparecchiatura del fotofinish o altre strada la linea sulla quale viene rilevato lordine di arrivo,
similari obbligatorio. di colore nero larga 4 cm. su una fascia bianca larga cm.
72, cio di cm. 34 da ciascun lato della linea nera. La ver-
Articolo 84 - nice usata dovr essere di qualit antisdrucciolevole. Nelle
Larrivo su strada di tutte la gare nazionali ed internazio- gare regionali, in sostituzione della fascia di arrivo, deve
nali deve avvenire su di un tratto di strada di almeno 200 essere tracciata una linea bianca larga 4 cm. e collocato un
metri con spazio libero dal pubblico ed almeno 5 metri di telone con la scritta Arrivo, o pannello con le caratteristiche
larghezza. Non dovr esserci alcun passaggio a livello nei 5 di cui al comma precedente.
chilometri precedenti allarrivo. In caso di condizioni ambientali difficili o di modificazioni
Nelle gare iscritte nel calendario Internazionale dovranno del percorso il telone indicante larrivo ed il triangolo ros-
essere transennati almeno 300 metri prima e almeno 100 so dellultimo chilometro possono essere sostituiti, da una
metri dopo la linea di arrivo. bandiera rossa per lultimo km. e una bandiera a scacchi
Nelle gare iscritte nel calendario Nazionale, dovranno bianco e nera per la segnalazione dellarrivo, di ben visibili
essere transennati almeno 200 metri prima e 100 metri dimensioni, da collocarsi ai due lati della strada.
dopo la linea di arrivo. Delle modificazioni di cui al comma precedente dovranno
Gli organizzatori sono tenuti a predisporre, sulla linea dar- essere informati Direttori Sportivi e corridori prima della
rivo, un piano rialzato per il Giudice di Arrivo. partenza o nel corso della gara in caso dimprevista esi-
Tale piano dovr avere unaltezza da terra di almeno mt. genza.
1,50. E autorizzata linstallazione di un arco gonfiabile quale
Nelle gare regionali cat. esordienti m/f ed allievi m/f sostegno allo striscione di arrivo, nel rispetto delle misure,
obbligatoria una protezione della sede stradale di alme- del colore e della posizione stabiliti dal precedente terzo
no 70 metri prima e almeno 30 metri dopo la linea di comma del presente articolo.
arrivo a mezzo di transenne. E consentita la collocazione dellarco gonfiabile quale so-
Nelle gare regionali delle altre categorie obbligatoria una stegno del triangolo rosso dellultimo km..
protezione della sede stradale di almeno 100 metri prima E vietata linstallazione di qualsiasi altra segnalazione col-
e almeno 50 metri dopo la linea di arrivo a mezzo di tran- locata trasversalmente dallultimo km. alla linea di arrivo-
senne. Larco gonfiabile collocato sulla linea di arrivo non dovr
Larrivo deve avvenire su di un rettilineo di almeno 150 in ogni caso impedire lesercizio delle funzioni sia del Giu-
metri. dice di arrivo, sia del servizio di cronometraggio nelle cor-
Gli arrivi in salita di tutte le gare possono essere consentiti se a tappe ed a cronometro.
anche in presenza di misure diverse della sede stradale e Allarrivo delle gare nazionali ed internazionali i fo-
della metratura delle transenne purch siano strettamen- tografi che indossano un segno distintivo occupano gli
te salvaguardate in ogni caso le misure preventive di sicu- spazi loro riservati sui due lati della strada, secondo lo
rezza per corridori, seguito corsa e spettatori schema indicato allart. 2.2.086 UCI

Il mondo del cIclIsmo > 15


FCI > Regolamento tecnico Strada

Articolo 86 - articolo 82.


In caso di arrivo simultaneo di due o pi concorrenti, questi Nelle gare a tappe il tempo massimo di 20 minuti fino
saranno classificati a pari merito, con conseguente suddivi- a 100 km. Per chilometraggio superiore, si aggiunger un
sione dei premi. minuto per ogni 5 chilometri o frazione di cinque, di mag-
Nelle corse a tappe, in caso di caduta, foratura, incidente gior percorso, oppure quanto stabilito dal Regolamento
meccanico, negli ultimi tre chilometri con esclusione del- di corsa.
le tappe con arrivo in salita, il corridore od i corridori in- Per le gare a cronometro individuali, comprese quelle inse-
cidentati saranno accreditati dello stesso tempo del gruppo rite in una corsa a tappe, il tempo massimo calcolato nella
dei corridori di cui facevano parte o del corridore al quale misura del 30% del tempo impiegato dal vincitore arroton-
era insieme al momento della caduta, anche se non doves- dato al minuto superiore.
sero superare la linea darrivo in tempo massimo, a condi-
zione che lincidente sia stato rilevato da un Componente
della Giuria o dal Giudice di Arrivo o segnalato alla Giuria
stessa dal Direttore Corsa o suo vice. Sezione Sesta
Il corridore incidentato, negli ultimi tre chilometri come
indicato nel secondo comma precedente, che non abbia Limitazione alla partecipazione
superato comunque la linea di arrivo in tempo massimo, alle corse
non dovr essere indicato nellordine di arrivo, ma iscrit-
to nella classifica generale in relazione al tempo registrato
al momento dellincidente con comunicato specifico della Articolo 92 (abrogato dal gennaio 2002)
Giuria.
Nelle corse a tappe o in caso di parit di tempi nella Articolo 93
classifica generale individuale, per determinare lesatta Il numero minimo dei corridori per ogni squadra fissato in
posizione dei corridori interessati saranno conteggiate 4 ed il massimo in 10 in tutte le corse iscritte nel calendario
le frazioni di secondo registrate nel corso delle tappe a nazionale ed internazionale.
cronometro individuale (compreso il prologo). Se il numero massimo dei corridori per squadra fissato
In caso di nuova parit od in mancanza di tappe a cro- in 4, 5 o 6 una squadra non potr prendere la partenza con
nometro individuale, si far riferimento alla somma dei meno di 4 corridori.
piazzamenti ottenuti in ogni tappa e, in ultimo caso, al Se invece fissato in 7 o 8 non pu essere consentita la par-
miglior piazzamento ottenuto nellultima tappa. tenza a squadre con meno di 5 corridori. Nel caso, invece,
di un numero massimo di corridori fissato a 9 o 10, nessuna
Articolo 87 - abrogato squadra potr partire con meno di sei corridori.
Il numero di corridori di ogni squadra nelle gare iscritte
Articolo 88 - nel calendario regionale fissato dal settore strada con le
Il corridore appiedato pu terminare il percorso portando, norme attuative sottoposte alla deliberazione del Consiglio
tirando o spingendo la bicicletta, ma senza soccorso alcuno. Federale.

Articolo 89 abrogato Articolo 94


Il numero massimo dei partenti per ogni corsa di un giorno
Articolo 90 - ed a tappe fissato in 200, sia per quelle iscritte nei calen-
Nellarrivo su pista i corridori devono passare sulla linea dari regionali, sia per quelle iscritte nel calendario naziona-
del traguardo non meno e non pi di due volte e potranno le e internazionale.
percorrere lintera superficie della pista.
I tempi dei corridori devono essere registrati in prossimit Articolo 95
dellingresso delle piste, dove, se necessario, sar stabilita La Societ organizzatrice di gare regionali ha facolt di
una neutralizzazione al fine di evitare il raggruppamento stabilire il regolamento speciale di corsa, purch non in
dei differenti gruppi. contrasto con il presente regolamento, la cui approvazione
preventiva spetta alla Struttura Tecnica regionale.
Articolo 91 - Per le gare nazionali e internazionali la societ organizza-
In tutte le corse nazionali ed internazionali di un giorno il trice ha lobbligo di stabilire il regolamento speciale della
tempo massimo stabilito nella misura del 5% del tempo propria corsa, la cui approvazione preventiva spetta al Set-
del vincitore. tore Strada.
Il Settore Strada pu proporre nel contesto delle Norme La Societ organizzatrice ha facolt di stabilire nel regola-
Attuative del presente regolamento da sottoporre alla de- mento speciale di corsa la limitazione del numero dei par-
liberazione del Consiglio Federale il tempo massimo per tenti, oltre quella stabilita dal primo comma del precedente
le corse regionali delle diverse categorie di corridori, in articolo 94 per esigenze dettate dallosservanza delle parti-
conformit delle norme in materia di sicurezza dettate dall colari norme di sicurezza stabilite dal presente regolamento

16 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

Sezione Settima nazionale in conformit delle disposizioni emanate in ma-


teria dalla U.C.I.
Controllo delle corse su strada
Articolo 96 Direzione di Competizione
In tutte le corse iscritte nei calendari regionali devono es-
sere applicate integralmente le disposizioni contenute nel Articolo 98
presente regolamento. Dovranno essere applicate le norme Il Presidente del Collegio di Giuria, o un Componen-
U.C.I. nelle corse di un giorno ed a tappe iscritte nel calen- te da Lui designato, in tutte le gare nazionali ed inter-
dario nazionale ed internazionale, che siano state recepite nazionali, esercita la Direzione Sportiva della gara,
nel presente regolamento con deliberazione del Consiglio nellambito del settore Inizio/Fine corsa (vedi punto
Federale. 1.2.118 II comma UCI, cos come meglio specificato
Non potr in nessun caso essere applicata una norma tec- dallart. 100 e seguenti. In particolare la Direzione di
nica del presente regolamento o di quello della U.C.I. qua- Competizione deve tenersi in contatto e collaborare con
lora tale norma risulti in contrasto con le leggi dello Stato la Direzione di Corsa per la sicurezza di tutta la caro-
Italiano vana e monitorare e dirigere il movimento dei veicoli al
seguito della gara in modo che non si creino problemi
Articolo 97 agli atleti e/o situazioni in grado di condizionare il risul-
Nelle corse su strada, nei modi e nei termini stabiliti dal tato sportivo della gara.
presente regolamento, il controllo tecnico-disciplinare del-
la corsa svolto:
Direttore di corsa ciclistica
in quelle regionali, da un Presidente e due componenti, di
cui uno con le funzioni di giudice di arrivo e da un eventua- Articolo 99 (ex. 98-99)
le componente su moto; Il Direttore di corse ciclistiche abilitato allo svolgimento
delle funzioni di seguito specificate (in conformit alla
in quelle nazionali di un giorno, da un Presidente, due com- normativa emanata dal settore competente), viene desi-
ponenti, un giudice di arrivo e da un componente su moto; gnato dallOrganizzatore della gara.
in quelle nazionali a tappe, da un Presidente, due compo- Il ruolo del Direttore di Corsa assume importanza fon-
nenti, un giudice di arrivo e tre componenti su moto; damentale nelle fasi di preparazione e nello svolgimento
di qualsiasi manifestazione ciclistica, sia questa regio-
nelle gare internazionali di un giorno, da un Presidente, nale, nazionale e internazionale.
due componenti, giudice di arrivo, da 1 a 4 componenti su In tutte le gare iscritte nel calendario regionale, nazio-
moto; nale ed internazionale le questioni di natura organiz-
zativa sono affidate alla competenza del Direttore di
nelle gare internazionali a tappe, da un Presidente, da 2 a Corsa, nel rispetto del presente regolamento ed in con-
4 componenti, giudice di arrivo, da 1 a 4 componenti su formit delle norme relative allo svolgimento dellatti-
moto. vit dettate dalla Commissione Nazionale Direttori di
Corsa, ed approvate dal Consiglio Federale.
Ai Direttori di Corsa (DCR, DCP e DCI) compete la Di- Il Direttore di Corsa collaborer con la societ orga-
rezione delle corse iscritte nei calendari regionali, nel nizzatrice in sede di predisposizione del programma
rispetto delle Norme contenute nel seguente art. 99 tecnico di corsa, affinch possano essere previste le ne-
Ai Direttori di Corsa (DCI e DCP) compete la Direzione cessarie misure di sicurezza da adottare a titolo attivo
delle corse di un giorno ed a tappe iscritte nei calendari o passivo.
Nazionale ed Internazionale, nel rispetto delle Norme Il Direttore di Corsa, nellatto di accettare lincarico,
contenute nel seguente art. 99. deve valutare con attenzione che sussistano le condizio-
Le Commissioni regionali Giudici di Gara provvedono alla ni per poter svolgere bene il proprio compito, ovvero di
nomina delle giurie per le gare iscritte nei calendari regio- poter armonizzare, con giusta autonomia professionale,
nali. losservanza puntuale delle norme dettate in materia sia
Per le gare iscritte nel calendario nazionale di un giorno ed dalle pubbliche autorit che dagli organi sportivi.
a tappe provvede alla nomina la Commissione Nazionale, Ad esso spetta laccertamento preventivo delle condi-
la quale potr designare altri giudici con compiti particolari zioni del percorso e la rispondenza alle esigenze di si-
nelle corse a tappe, soltanto quando oggettive esigenze di curezza per i corridori e per il seguito nella fase di or-
controllo lo richiedano o in casi particolari dare delega per ganizzazione della corsa stessa, oltre allosservanza in
la designazione alle Commissioni Regionali. particolare di quanto prescritto dagli articoli 57, 58, 79
La Commissione nazionale Giudici di Gara procede alle e 106 del presente regolamento.
designazioni relative alle gare iscritte nel calendario inter- E obbligo del Direttore di Corsa comunicare ai rap-

Il mondo del cIclIsmo > 17


FCI > Regolamento tecnico Strada

presentanti delle Societ le norme vigenti in materia di ticolari organizzativi adottati in conformit del presente
sicurezza prima della partenza, con le modalit che ri- regolamento e di quello particolare di corsa;
terr pi opportune. attribuita al Direttore di Corsa la responsabilit
Il Direttore di Corsa dovr assicurare i costanti colle- dellosservanza delle norme contenute nel dispositivo
gamenti in corsa a mezzo radio con il vice Direttore di di autorizzazione allo svolgimento della gara da parte
Corsa (ove previsto), i veicoli della Scorta Tecnica e la del competente organo statale, disponendo in caso di
Giuria. assenza della scorta della polizia stradale e di quella
Stabilite le misure da adottarsi in merito a quanto precede, tecnica lannullamento della gara.
il Direttore di Corsa ne coordiner lesecuzione dintesa svolgere le funzioni previste dallart. 82 e dallart. 106)
con la Giuria, la scorta della Polizia Stradale o Tecnica e del presente regolamento;
con il gruppo di staffette motociclistiche della societ or- alla Direzione della Corsa compete oltre alla disciplina
ganizzatrice. delle vetture al seguito, un accertamento continuo delle
Nel corso della gara il Direttore di Corsa collabora con la condizioni del percorso utilizzando le staffette motoci-
Giuria. clistiche e le vetture di Inizio e Fine gara collegate a
La collocazione in corsa del Direttore di Corsa, conferisce mezzo radio o diverso mezzo di comunicazione;
la specifica funzione ad esso affidata e cio la verifica con- nelle manifestazioni regionali, disciplinare le vetture
tinua delle condizioni di sicurezza del percorso. al seguito e le posizioni delle vetture neutre di assi-
Il Direttore di Corsa pu avere la collaborazione di pi vice stenza tecnica;
Direttori di Corsa, ugualmente designati dalla Societ orga- nelle manifestazioni regionali, permettere o meno il
nizzatrice, che svolgeranno il proprio compito secondo le superamento del gruppo dei concorrenti in qualun-
disposizioni emanate dal Direttore di Corsa titolare. que momento della gara.
In assenza del Direttore di Corsa la Societ organizzatrice
I Direttori di Corse ciclistiche sono come di seguito deno- provveder alla sua sostituzione o con uno dei vice Diret-
minati: tori di Corsa o con altro Direttore di Corsa parimenti abi-
D.C.R. Direttore di Corsa Regionale pu operare litato. Limpossibilit della sostituzione comporta lannul-
solo nelle gare regionali; lamento della corsa e labbandono della stessa da parte del
D.C.I. Direttore di Corsa Internazionale pu opera- Collegio di Giuria.
re nelle gare regionali, nazionali ed internazionali, per Dopo la scadenza del tempo massimo e/o non oltre tren-
le categorie giovanili e dilettantistiche e nei campionati ta minuti dopo larrivo dellultimo corridore il Diretto-
italiani; re di Corsa presenter il proprio rapporto al Presidente
D.C.P. Direttore di Corsa Professionisti pu opera- di Giuria sia in materia dincidenti verificatisi, di segna-
re in tutte le gare. lazione di infrazioni registrate per ladozione dei prov-
Spetta al Direttore di Corsa, direttamente o indirettamente: vedimenti di competenza. Per fatti non inerenti la gara,
autorizzare le vetture e le moto al seguito secondo le il Direttore di Corsa pu inviare apposito rapporto alle
norme dettate dallart. 128 e seguenti del presente rego- Strutture competenti.
lamento assumendone la responsabilit; Il Direttore di Corsa deve svolgere le proprie funzioni
verificare la presenza al raduno di partenza del medico esclusivamente a bordo di autovettura.
di corsa e/o della/e autoambulanza/e al seguito;
verificare la rispondenza del raduno di partenza alle esi-
genze di sicurezza e di funzionalit; Controllo tecnico-disciplinare
accertare che la segnaletica stabilita sia stata collocata
in modo appropriato; Articolo 100 -
controllare se nella localit di arrivo sia stato posto in Il controllo tecnico-disciplinare della corsa esercitato dai
opera tutto quanto previsto dalle specifiche disposi- Giudici di Gara designati dalla Commissione Nazionale
zioni organizzative a riguardo; Giudici di Gara, per le gare nazionali ed internazionali e
contattare il referente della scorta tecnica o di polizia dalle Commissioni Regionali per le gare iscritte nei calen-
stradale, il medico di servizio designato, lente proprie- dari regionali. La C.N.G.G. pu delegare alle Commissio-
tario dellautoambulanza per coordinare preventiva- ni regionali, in caso di necessit o urgenza, alcuni servizi
mente le misure di sicurezza relative; iscritti nel calendario nazionale o internazionale.
emanare le disposizioni necessarie alle staffette moto- I Giudici di Gara svolgono le mansioni definite dallArt.
ciclistiche prima della partenza nel rispetto dei compiti 101 e seguenti , in maniera differenziata, per il Collegio di
propri e di quelle della scorta tecnica o della polizia; Giuria, a seconda trattasi di gare regionali, di gare nazionali
verificare lapplicazione delle prescrizioni contenute o internazionali, in conseguenza di quanto stabilito dai pre-
nellautorizzazione della gara e nelleventuale sospen- cedenti articoli 97-98-99.
sione (o limitazione) del traffico, di cui deve portare con Le gare iscritte nel calendario nazionale, comprese quelle
se copia conforme per lintera durata della gara. Nella valide per lassegnazione dei titoli nazionali e quelle iscrit-
riunione tecnica il Direttore di Corsa render noti i par- te nel calendario internazionale sono disciplinate dalle nor-

18 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

me dettate dallUnione Ciclistica Internazionale e recepite b) provvedere alle operazioni preliminari della partenza
dalla Federazione Ciclistica Italiana. (collaborazione nella verifica delle licenze misurazio-
ne dei rapporti nelle gare ove prevista);
Articolo 101 - c) rilevare ogni infrazione, da chiunque commessa, prima,
Il Presidente di Giuria deve: durante e dopo la gara in materia di fatti di corsa, tec-
a) assegnare, nella riunione di Giuria, da effettuarsi prima nico-organizzative e disciplinare, redigendo le relative
della gara, i compiti che dovranno svolgere i compo- denunce da trasmettere per il seguito di competenza al
nenti e stabilire , in particolare, la loro dislocazione di Giudice Sportivo;
massima in corsa; d) collaborare con la il Presidente di Giuria alla dire-
b) concordare con il Direttore di Corsa tutte le disposizioni zione sportiva della gara, nelle manifestazioni nazio-
necessarie per garantire un regolare svolgimento della nali e internazionali e disciplinare la posizione delle
manifestazione, oltre che stabilire eventuali disposizio- vetture di assistenza tecnica (vetture neutre), secon-
ni di carattere urgente e imprevisto, con particolare rife- do gli accordi stabiliti nella riunione prima della
rimento alle modalit di applicazione delle disposizioni partenza;
contenute nellordinanza di approvazione delle gare, e) partecipare alle riunioni della Giuria, per delibe-
che prevedono le competenze comuni; rare sulle infrazioni rilevate, adottando le sanzioni
c) ammettere in corsa i corridori indicati nellelenco uffi- relative ai fatti di corsa, di cui al successivo articolo
ciale consegnato dal Presidente della societ organizza- 147 lettera c) ed ai prospetti allegati al presente
trice, o suo delegato, verificandone la rispondenza con regolamento e per denunciare al Giudice Sportivo
la tessera presentata. La partenza dovr essere vietata per il seguito di competenza le infrazioni rilevate di
al corridore la cui tessera non permetta al Presidente di natura tecnico organizzativa e/o disciplinare.
Giuria laccertamento della sua identit o nel caso in cui
riceva comunicazione scritta di divieto di partenza da Articolo 102 bis -
parte sia della societ di appartenenza sia di organismo La Giuria dovr rendere pubbliche le proprie deliberazioni
federale competente. in materia di fatti di corsa anche nel caso in cui non sia stata
d) partecipare alla riunione con i Direttori Sportivi sottoli- rilevata alcuna infrazione.
neandone gli aspetti tecnici e regolamentari della corsa; La Giuria dovr altres rendere pubbliche con proprio suc-
e) verificare che i vari servizi tecnici ed organizzativi sia- cessivo comunicato le decisioni adottate relativamente ai
no funzionanti; reclami relativi allordine di arrivo o delle denunce relative
ai fatti di corsa, ad essa pervenuti.
f) svolgere il compito, unitamente agli altri componenti Nel caso di mancata affissione pubblica dei comunicati
di Giuria, della direzione sportiva della gara, nelle ma- concernenti le proprie deliberazioni, verificata dallesame
nifestazioni, nazionali e internazionali, regolando la degli atti trasmessi al Giudice Sportivo, questi provveder
dislocazione delle vetture di assistenza tecnica (vetture ad informare direttamente la Societ interessata della ado-
neutre); zione di sanzioni relative ai fatti di corsa, deliberate dalla
g) in caso di particolari condizioni climatiche avverse, giuria nei confronti della Societ o di tesserati della stessa.
potr decidere, dintesa con il Direttore di Corsa, mo- Della mancata affissione del comunicato il Giudice Sporti-
difiche delle modalit di rifornimento, sia prima che du- vo dovr informare la competente Commissione Giudici di
rante la corsa, dandone immediata comunicazione agli Gara, che ha provveduto alla designazione in servizio della
interessati; Giuria, per il seguito di competenza.
h) trasmettere, entro 7 giorni dalleffettuazione della gara, Spetta alla Giuria compilare il verbale che dovr essere tra-
la documentazione prevista per lomologazione della smesso, a cura del Presidente, al Giudice Sportivo entro e
medesima al GSN, se trattasi di gara nazionale o inter- non oltre 7 giorni dal termine della gara o dellultima tappa.
nazionale ed al GSR se trattasi di gara regionale; Le decisioni di Giuria debbono essere adottate collegial-
i) trasmettere allU.C.I. ed alla C.N.G.G. o C.R.G.G. co- mente a porte chiuse con la esclusione della presenza di
pia dei documenti richiesti da questi organismi nei ter- qualsiasi altra persona.
mini fissati dai medesimi. I ritardi nella trasmissione degli atti al Giudice sportivo
Laccertamento da parte dei Giudici nelle gare per le qua- per lomologazione della gara dovranno essere tempestiva-
li sono designati delle violazioni alle norme contenute nel mente segnalati dal Presidente di Giuria allo stesso organo
presente regolamento ed in quello di Giustizia e Disciplina di giustizia.
Federale, riportate nei verbali di gara, hanno valore proban-
te, salvo prova contraria. Articolo 103 -
Il Giudice di partenza deve in tutte le corse:
Articolo 102 - provvedere che le operazioni di partenza si svolgano
I componenti di Giuria debbono: con puntualit e secondo il programma di gara;
a) partecipare alla riunione di Giuria, prima della gara, per controllare che i corridori firmino personalmente il fo-
la ripartizione dei compiti di corsa; glio di partenza, che si presentino in abbigliamento cor-

Il mondo del cIclIsmo > 19


FCI > Regolamento tecnico Strada

retto e che abbiano posizionato il numero o i numeri di Sezione Ottava


gara in modo visibile e nella posizione prestabilita;
dare lautorizzazione per la partenza Norme di sicurezza e disposizioni
consegnare al Presidente di Giuria lelenco aggiornato organizzative
dei partenti.
Il Giudice di partenza pur avvalendosi della collaborazione
di altre persone indicate dallorganizzazione, resta il solo Articolo 106 -
responsabile della regolarit della partenza. Quando con- Al verificarsi di condizioni ambientali o di circostanze che
sentito, la mansione di Giudice di partenza viene svolta dal si manifestino nel corso della gara o della tappa che pon-
giudice di arrivo. gano in pericolo lincolumit dei corridori e del seguito e/o
la validit del risultato tecnico della corsa o della tappa, si
Articolo 104 - dovr procedere nel modo che segue:
Il Giudice di arrivo deve: in tutte le gare, regionali, nazionali ed internazionali il Di-
precedere in tempo utile larrivo dei corridori per ac- rettore di Corsa potr decidere in qualsiasi momento, pre-
certarsi che ci siano le condizioni idonee per rilevare via comunicazione al Presidente di Giuria, di :
lordine di arrivo; a) modificare il percorso se le condizioni di sicurezza lo
rilevare il passaggio dei concorrenti, sulla linea di arri- garantiscano e la modifica sia preventivamente autoriz-
vo; zata dal competente organo amministrativo previo pare-
Nelle gare contro il tempo ed in quelle a tappe ob- re favorevole
bligatoria la presenza del Cronometrista ufficiale, che b) neutralizzare temporaneamente la corsa o la tappa,
assume la responsabilit dei tempi; quando la sosta della carovana, in considerazione delle
attribuire i tempi impiegati dai vari concorrenti o gruppi condizioni ambientali, possa prevedersi assai limitata
di concorrenti, in mancanza del Cronometrista ufficiale; nel tempo e si dispongano dei mezzi per consentire la
redigere lordine di arrivo e renderlo pubblico con lin- ripresa della corsa con la stessa situazione al momento
dicazione dellora di affissione, consegnandone copia al della neutralizzazione, nel rispetto, comunque, della tu-
Presidente di Giuria; tela fisica dei corridori;
avvalersi della collaborazione di altro Giudice, appo- c) in relazione al punto del percorso ove si verificano le
sitamente designato con funzioni di Giudice di arrivo circostanze di pericolo, decidere per lannullamento
aggiunto, nelle corse in cui tale mansione ritenuta ne- totale della corsa o della tappa con tutti i risultati inter-
cessaria dalla commissione che effettua le designazioni; medi fino al momento acquisiti oppure dare una nuova
denunciare alla Giuria per il seguito di competenza le partenza superato il luogo dellincidente;
irregolarit riscontrate sia durante la volata finale che d) in relazione al momento della corsa in cui si verifica
lungo il percorso di gara, ove abbia seguito la gara. lincidente considerare la corsa o la tappa terminata con
Gli arrivi si giudicano sul punto pi avanzato della ruota il risultato registrato, avendo adottati i necessari prov-
anteriore con la tangente elevata verticalmente al di sopra vedimenti sia per informare i corridori, sia per garantire
della linea di arrivo. la sicurezza dellarrivo;
Il Giudice di arrivo durante la corsa deve svolgere le fun- e) dare una nuova partenza rispettando la situazione della
zioni di componente di giuria fino al momento in cui ab- corsa al momento della sospensione.
bandona la gara per portarsi al traguardo. f) considerare la corsa o la tappa come non disputata.
Dellannullamento della corsa dopo la sua partenza, come
Articolo 105 - previsto dalla lettera c) del presente articolo, o di mancata
Gli Ispettori - se richiesti - possono essere a bordo delle disputa, di cui alla successiva lettera f) il Giudice Sportivo,
vetture, o su moto ed al seguito dei concorrenti in gare dovr, sulla base della documentazione trasmessagli dal
a cronometro. Presidente di Giuria, dare atto con proprio comunicato
Tutti gli Ispettori si atterranno alle disposizioni regolamen-
tari ed alle norme supplementari impartite dal Presidente Articolo 106 bis
di Giuria. Qualora abbia a mancare sia la scorta della polizia stradale
Al termine del servizio, gli Ispettori devono presentare rap- sia la scorta tecnica di motociclisti abilitati, secondo quanto
porto scritto al Presidente di Giuria. disposto dallautorizzazione allo svolgimento della corsa, il
Tale rapporto avr valore informativo e non vincolante per Direttore di Corsa disporr lannullamento della gara dan-
le decisioni della Giuria. done comunicazione ai Direttori Sportivi ed al Presidente
Ad essi non spetta alcuna decisione in corsa, ma potranno di Giuria, che dovranno limitarsi a prenderne atto.
unicamente infliggere il provvedimento verbale dellam-
monizione, nei casi e con le procedure in materia fissate. Passaggi a livello

Articolo 107 -
Il superamento dei passaggi a livello chiusi vietato dalle

20 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

norme del codice della strada e da quelle della sicurezza per contemplate dal presente regolamento e dagli allegati pro-
i corridori e per il seguito. spetti, relativi alle infrazioni e sanzioni.
Oltre alle sanzioni previste dalle norme di legge, la Giuria Ai corridori fatto divieto di sbarazzarsi senza precau-
o i suoi componenti dovranno adottare, nei confronti di chi zione di alimenti, del sacchetto per il rifornimento, di
non rispetti tali norme, la sanzione della espulsione o della borracce, di vestiario etc, in qualsiasi luogo si trovino.
esclusione dallordine di arrivo. Devono accostarsi ai bordi della strada per depositare
In relazione a quanto precede sono fissate le seguenti pre- loggetto in tutta sicurezza.
scrizioni: Il trasporto e luso di recipienti di vetro vietato.
1) nel caso di fuga di uno o pi corridori fermati da un pas- I corridori dovranno rispettare le norme che regolano
saggio a livello chiuso, che si riapre prima dellarrivo lutilizzo dei mezzi di comunicazione in gara, per le sin-
di uno o pi inseguitori, non richiesta ladozione di gole categorie e tipologie delle gare.
alcun provvedimento, dovendosi considerare la circo-
stanza come incidente di corsa; Articolo 110 -
2) uno o pi corridori in fuga con oltre 30 di vantaggio Tutte le corse debbono essere precedute da un automez-
sono fermati dalla chiusura del passaggio a livello e zo recante un cartello di dimensioni tali da essere visibile
raggiunti prima della riapertura da uno o pi inseguito- per tutti, recante la iscrizione Inizio gara ciclistica. Altro
ri. Nel caso predetto dovr essere neutralizzata la corsa automezzo dovr chiudere la corsa con cartello recante li-
e data una nuova partenza con gli stessi distacchi, dopo scrizione Fine gara ciclistica. I cartelli dovranno essere
aver fatto passare gli automezzi al seguito. Se il vantag- di colore bianco con lettere in colore nero, in applicazione
gio dei fuggitivi fosse inferiore ai 30 nessun provvedi- di quanto stabilisce lart. 360 del DPR 16/12/1992 n. 495.
mento dovr essere adottato, considerando il fatto quale Per le corse che si disputano in circuito chiuso al traffico la
incidente di corsa; societ organizzatrice potr adottare misure alternative in
3) se uno o pi corridori superano il passaggio a livello relazione alle caratteristiche del percorso.
prima della sua chiusura e uno o pi inseguitori sono
fermati dalla chiusura del passaggio a livello, non Articolo 111 -
adottato alcun provvedimento e la chiusura del passag- Il luogo della partenza reale non potr distare dal luogo del
gio a livello considerata come incidente di corsa: raduno di partenza pi di 5 km. nelle corse regionali e pi
4) le situazioni di carattere eccezionale che possono crear- di 10 km. nelle corse nazionali e internazionali..
si (eccessiva durata di chiusura del passaggio a livello,
ecc.) saranno risolte dalla giuria inappellabilmente. Articolo 112 -
Tali decisioni dovranno essere rese note al Direttore di In tutte le corse di un giorno ed a tappe, iscritte nei calen-
Corsa. dari nazionale ed internazionale prima della linea di arrivo
deve essere previsto possibilmente sul lato destro dellar-
Interviste rivo una apertura nella protezione che consenta alle vet-
ture del seguito la loro deviazione, in un parcheggio il pi
Articolo 108 - possibile adiacente alla linea di arrivo. Limpossibilit della
Lintervista in corsa dei corridori assolutamente vietata deviazione delle vetture prima della linea di arrivo dovr
in relazione alla necessit di salvaguardare lincolumit dei essere riportata nel regolamento speciale di corsa approva-
corridori e del seguito. to dal Settore Strada.
Quella ai Direttori Sportivi tollerata purch sia effettuata Sono esclusi dalla deviazione, che dovr essere disciplinata
fino alla distanza di 10 km allarrivo e da un Giornalista in da un addetto alla organizzazione, facilmente identificabile,
moto. soltanto le seguenti auto/moto:

Doveri dei corridori 1 Inizio gara ciclistica


2 Polizia Stradale e/o Scorta Tecnica
Articolo 109 - 3 Direttore di corsa
I corridori sono tenuti durante la corsa al pi assoluto ri- 4 Componenti di Giuria
spetto della maggiore prudenza per la propria incolumit e 5 Medico di gara
per quella degli altri concorrenti, del seguito della corsa e 6 Direttore Sportivo del corridore a condizione che lo
degli spettatori. stesso abbia almeno un minuto di vantaggio sugli in-
Essi sono tenuti a conoscere le caratteristiche del percorso. seguitori.
Dovranno rispettare le disposizioni e le segnalazioni della 7 Ambulanza/e
Direzione di Corsa, dei componenti la Giuria in macchina 8 Fine gara ciclistica
ed in moto, dove prevista, delle forze dellordine o di quelle
disposte sul percorso stesso. Nelle corse regionali tale deviazione raccomandata, adot-
Sul piano sportivo la loro condotta deve essere ispirata a tando un provvedimento alternativo nellimpossibilit di
criteri di assoluta lealt per evitare linfrazione delle regole disporne ladozione

Il mondo del cIclIsmo > 21


FCI > Regolamento tecnico Strada

Articolo 113 - Qualora la corsa o la tappa si svolga totalmente in circuito


I Fotografi ed i Cineoperatori su motociclette al seguito questo dovr avere una lunghezza minima di 12 km, oltre a
della corsa ed in genere tutti i conduttori di automezzi deb- rispondere alle condizioni di sicurezza prescritte
bono obbligatoriamente prendere la deviazione prevista per
le vetture al seguito e rispettare le disposizioni emanate dal Criterium
Direttore di Corsa o dal Presidente e Componenti di Giu-
ria, pena una sanzione o la loro esclusione dalla corsa o Articolo 116 -
la loro sospensione nelle corse a tappe, secondo le norme Per gara di tale specialit si intende una corsa che si svolge
contenute nel successivo articolo 136 o unammenda per su un percorso unico compreso fra i 2 e i 5 km da ripetersi
linfrazione comminata alla Societ organizzatrice. pi volte e per un totale complessivo stabilito di anno in
Il loro operato non deve comunque compromettere la anno dal Settore Strada.
regolarit della gara. Sono vietate le riprese in movi- Le gare in questione su un percorso inferiore ai km 2 deb-
mento in caso di arrivo a ranghi compatti, o con distac- bono svolgersi con il regolamento speciale per la pista di
chi inferiori ai 30 secondi, o con la presenza di teleca- cui allart. 127 successivo.
mere fisse.
E ammesso il transito sotto lo striscione di Arrivo qua- Articolo 117 -
lora siano rispettate le condizioni minime di sicurezza Per le gare in argomento richiesta lapplicazione integrale
che non compromettano lincolumit degli atleti ed il della normativa prevista dal presente regolamento in ma-
risultato tecnico della gara stessa. teria di assistenza medica, oltre alladozione da parte della
Spetta alla Giuria denunciare allorgano omologante i casi Societ organizzatrice delle necessarie misure di sicurezza.
di violazione alla disposizione di cui sopra. Dovranno essere predisposti il contagiri e la campana.

Articolo 114 - Articolo 118 abrogato dal gennaio 2002;


I Direttori Sportivi potranno seguire la corsa con appro-
priata vettura tecnica. Essi rispondono del loro comporta- Articolo 119 abrogato dal gennaio 2002;
mento nei confronti del Direttore di Corsa e del Presidente
e dei componenti di Giuria, pena ladozione del provvedi- Articolo 120 -
mento di esclusione dalla corsa o di sospensione nel corso Nelle gare nazionali e regionali il Settore Strada e le Strut-
di gara a tappe, e, nei casi pi gravi, denuncia allorgano di ture Tecniche Regionali, secondo le rispettive competenze,
giustizia competente possono limitare il numero dei partenti alle gare in rela-
Essi potranno svolgere lassistenza tecnica e la loro attivit zione alle caratteristiche del circuito ed alla categoria dei
unicamente nelle forme stabilite e svolgere la propria atti- corridori partecipanti.
vit nel rispetto delle norme tecnico-disciplinari. Di tale limitazione deve essere data notizia nel programma
In caso di incidente ai propri corridori dovranno chiedere della corsa.
lassistenza del Medico di gara ed attenersi alle decisioni
del sanitario stesso circa la prosecuzione della corsa. Articolo 121 -
La conoscenza del regolamento di corsa, del percorso, della Nei criterium soltanto la Giuria ha la facolt di far ritirare
collocazione di centri ospedalieri e di soccorso assoluta- dalla gara i corridori doppiati il cui comportamento pu in-
mente obbligatoria. ficiare la regolarit della corsa o del risultato, o costituire
pericolo per gli altri concorrenti.

Articolo 122 - abrogato

Sezione Nona Articolo 123 -


La regolamentazione del servizio cambio ruote stabilit
Particolarit corse su strada dalle norme attuative proposte allapprovazione del Consi-
glio Federale da parte del settore strada.
Articolo 115 -
Tutte le corse di un giorno ed a tappe possono terminare in Articolo 124 -
circuito. Nelle gare della specialit in argomento non dovranno esse-
In tal caso il circuito, oltre a rispondere alle esigenze di re concessi giri di abbuono.
sicurezza per corridori e seguito, deve avere uno sviluppo
minimo di 3 km. Articolo 125 -
Il numero massimo dei giri il seguente: Se si verificasse il caso che un gruppo di non oltre 9 corri-
3 per i circuiti di sviluppo fra 3 e 5 km dori abbia un giro di vantaggio sul resto del gruppo, al pe-
5 per i circuiti di sviluppo fra 5 e 8 km nultimo giro tutti i doppiati disputeranno la volata per i pre-
8 per i circuiti di sviluppo fra 8 e 12 km mi successivi, fermandosi quindi per lasciare ai corridori in

22 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

vantaggio la possibilit di percorrere lultimo giro da soli Per la carovana pubblicitaria si adotteranno distintivi qua-
e di disputare la volata per la vittoria e per i posti donore. drati con numerazione indipendente.
Le autovetture neutre che svolgono lassistenza tecnica
Articolo 126 - sono contraddistinte da due bandiere di colore giallo.
Se i corridori che hanno conquistato un giro di vantaggio
sono pi di 9, al penultimo giro tutti i doppiati dovranno Articolo 130
essere fermati per lasciare ai soli corridori in vantaggio la I contrassegni nazionali, regionali e provinciali devono
disputa della volata. avere le stesse dimensioni e si differenziano tra di loro
esclusivamente per il carattere nazionale, regionale o pro-
Gare tipo pista vinciale.
Detti contrassegni spettano di diritto:
Articolo 127 - nazionali: ai componenti Consiglio Federale e Set-
Le gare tipo pista debbono svolgersi su percorsi chiusi al tori/Commissioni Nazionali;
traffico e dallo sviluppo inferiore ai 2 km, nel rispetto di regionali:  ai componenti Consiglio Regionale e
quanto dispongono i precedenti articoli n. 123 e 124. Settori/Commissioni Regionali
A tali gare si applicano le norme indicate dalle modalit provinciali: ai componenti Consiglio Provinciale
di svolgimento delle gare su pista. Al seguito di ogni singola prova sono previste al massimo una
vettura con distintivo nazionale, una con distintivo regionale,
una con distintivo provinciale, pi eventualmente una vettura
o motocicletta con a bordo il tecnico nazionale o regionale.
Sezione Decima I contrassegni regionali potranno essere utilizzati in tutte le
gare che si svolgono sul territorio del Comitato Regionale,
Auto e moto al seguito ad eccezione delle gare iscritte nel calendario internaziona-
le e nazionale.
Articolo 128 - I distintivi provinciali potranno essere utilizzati in tutte le
Per essere autorizzati al seguito di una corsa dovr essere gare che si svolgeranno sul territorio del Comitato provin-
formulata richiesta al Direttore di Corsa. ciale competente, con la stessa eccezione di cui al comma
Il titolare dellautomezzo ricever due contrassegni ufficia- precedente.
li da applicarsi uno davanti e uno dietro lautomezzo stesso.
Eccezione fatta per le vetture della F.C.I. (Nazionale Articolo 131 -
Regionale e Provinciale) e della Commissione Nazionale/ I titolari delle autorizzazioni delle auto e delle moto al se-
Regionale Giudici di Gara e Direttori di Corsa, i cui con- guito rispondono disciplinarmene del comportamento delle
trassegni sono predisposti a cura delle rispettive segreterie. persone ospitate. Essi sono tenuti al pi assoluto rispetto
Le autorizzazioni sono rilasciate dal Direttore di Corsa che delle norme di disciplina e di sicurezza contenute nel pre-
assume ogni responsabilit circa la loro ammissione ed il sente regolamento, e di quelle del codice della strada.
comportamento delle persone a bordo. LOrganizzazione deve provvedere alle vetture secondo
Lelenco delle vetture ammesse dovr essere custodito quanto riportato dalle Norme Attuative, in riferimento alle
dalla Societ organizzatrice e potr essere esaminato dalla gare nazionali ed internazionali.
Giuria in caso di necessit. Nelle gare a tappe e di un giorno nazionali e internazionali,
gli Organizzatori devono provvedere a far s che le vetture
Articolo 129 - per la Giuria e per il Direttore di Corsa, ove possibile,
I distintivi ufficiali devono essere numerati in ordine pro- abbiano il tetto apribile. Obbligatorio per il Presidente di
gressivo e rispondere alle seguenti caratteristiche: Giuria. E richiesta la presenza, con esclusione delle auto
a) bianco, per il Direttore di Corsa; dellorganizzazione, di un automezzo per i corridori ritirati
b) rosso, per la Giuria, per il giudice di arrivo e lispetto- sufficientemente idoneo.
re antidoping ove questi segua la corsa; Gli organizzatori, per la concessione dellautorizzazione
c) azzurro, per la Stampa (e servizi fotografici, Radio, agli automezzi dovranno tenere conto delle seguenti dispo-
TV); sizioni, con lavvertenza che nessuna vettura pu portare a
d) azzurro con la trasversale rossa, per i Motociclisti in bordo un numero di persone superiore ai posti consentiti:
servizio informazione stampa; 1) per il Direttore di Corsa una sola vettura. In questa vettu-
e) giallo, per le Societ; ra dovr essere lasciato un posto per un componente della
f) rosa, per lOrganizzazione, le staffette motociclistiche Giuria nelleventualit di un guasto alla vettura che occu-
ed i suoi servizi; pava in precedenza. Deve essere predisposta una vettura
g) bianco, con croce bordata di rosso per i servizi sanitari per ciascuno dei collaboratori del Direttore di Corsa;
(Medico ed autoambulanza);
I veicoli inizio e fine corsa sono contraddistinti dai cartelli 2) per la Giuria n 3 vetture per le gare regionali; n 4 vet-
prescritti dallart. 9 del codice della strada. ture e una moto per la corsa in linea nazionali ed inter-

Il mondo del cIclIsmo > 23


FCI > Regolamento tecnico Strada

nazionali; n 4 vetture e tre moto per le corse a tappe. 4) Il Giornalista di quotidiano o periodico sportivo, potr
E facolt della Commissione Regionale Giudici di gara seguire la corsa con propria vettura.
stabilire limpiego di uno o due componenti di giuria
su moto, comunicandone la richiesta agli organizzatori 5) Una vettura idonea per il Medico di gara.
con congruo anticipo. In questa vettura possono trovare posto esclusivamente le
Sulla vettura del Presidente di Giuria dovr essere persone addette al servizio designate dallo stesso Medico.
lasciato un posto libero per il Direttore di corsa nell Durante la corsa le vetture delle squadre si posizio-
eventualit di un guasto alla vettura che occupava in neranno dietro la vettura del Presidente di Giuria, o
precedenza. dal Giudice da questi delegato.
In dette vetture potranno essere sistemate altre perso- Gli occupanti dei veicoli devono attenersi in ogni cir-
ne (non pi di una per vettura) aventi effettivi incarichi costanza alle istruzioni della Direzione di Corsa.
nellorganizzazione, con lesclusione della stampa.
Nellassegnazione dei posti si dovr tenere conto della Articolo 132 -
necessit delle tre vetture di spostarsi, sostare o proce- Le vetture di Giornalisti stranieri ammessi al seguito, quel-
dere a seconda del servizio da svolgere; le ufficiali della F.C.I., delle Commissioni e quella del Me-
dico di gara, sono dispensate dal denunciare eventuali posti
3) Ogni Societ con almeno tre corridori partecipanti pu disponibili e dallospitare persone.
chiedere nelle corse regionali di essere ammessa al se-
guito della corsa con proprio automezzo, ove dovr ob- Articolo 133 -
bligatoriamente prendere posto il D.S. o, se previsto, Sotto la responsabilit del genitore, e previa autorizzazione
un componente del Consiglio Direttivo sociale prov- rilasciata per iscritto al conducente dellautovettura, di cui
visto di tessera. Nelle corse nazionali ed internazionali il Direttore di Corsa abbia preso conoscenza, pu essere
valgono le norme della U.C.I. in materia e le disposizio- consentito di seguire la gara ai minori dai 12 ai 17 anni.
ni attuative del Settore Strada, approvate dal C.F.
La richiesta comporta limpegno di ospitare a bordo in Articolo 134 -
modo confortevole lIspettore designato dal Presidente Pu essere concessa lautorizzazione alla presenza in gara a
di Giuria, nei casi previsti. moto e/o scooters senza vincoli di cilindrata.
Gli automezzi delle Societ devono marciare rispettan- I conducenti delle moto, tesserati e non, svolgeranno i
do la numerazione progressiva risultante dal sorteggio compiti organizzativi che saranno loro affidati dal Di-
effettuato dal Direttore di Corsa prima della partenza, rettore di Corsa.
alla presenza dei rappresentanti della Societ ammessa
nelle corse di un giorno o secondo la classifica dopo la Articolo 135 -
prima tappa nelle corse a tappe. Le vetture e le moto di cui al punto 2 dellarticolo 131 sono
Verranno sorteggiate prima le autovetture limitate a completa disposizione del Giudice di gara cui il mezzo
ad un altezza massima di mt. 1,60 e successivamente stesso assegnato.
i monovolume, i pulmini e gli automezzi classificati Quelle di cui ai punti 3 e 5 sono a disposizione dei titolari
fuori strada, SUV etc. aventi altezza massima su- dellautorizzazione.
periore a mt. 1,60, in modo che durante la marcia i Quelle di cui alla lettera f) dellart. 129, anche se non sono
predetti automezzi seguano sempre i primi. obbligate ad avere a bordo lIspettore, tuttavia debbono
Laltezza massima di mt. 1,60 prevista per le auto- attenersi al Regolamento di corsa e alle disposizioni che
vettura delle societ del primo sorteggio deve essere impartir il Direttore di Corsa o i componenti di Giuria al
rispettata anche dalle autovetture dellorganizzazio- verificarsi di circostanze che possano influire sul risultato
ne che precedono o seguono immediatamente i cor- della corsa in subordine alle esigenze di sicurezza.
ridori. In particolare quelle in servizio per: cambio
ruote, Giuria, Direzione di Corsa, Medico di gara e Articolo 136 -
Strutture e Commissioni Tecniche. Il Direttore di Corsa o il Componente della Giuria prov-
Nelle gare internazionali gli automezzi che superano vederanno ad escludere dal seguito di una gara le persone
laltezza di metri 1,60, non rientrano nei sorteggi e che, a bordo di una vettura ufficiale non intendano attenersi
pertanto sono obbligati a seguire la gara in coda alla alle norme del presente regolamento ed alle disposizioni
carovana. impartite dagli stessi.
Tale sorteggio si effettua unora prima della partenza
per le gare regionali ed al termine della riunione dei Di- Articolo 137 -
rettori Sportivi nelle corse nazionali ed internazionali di Tutte le vetture sono autorizzate a portare scritte pub-
un giorno ed a tappe, Le Societ organizzatrici hanno blicitarie in corsa.
il diritto di seguire la corsa con non pi di tre vetture.
In ognuna di esse possono essere sistemati i giornalisti Articolo 138 -
accreditati. Gli organizzatori possono allestire una carovana pubblici-

24 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

taria, composta da una colonna di veicoli debitamente scor- sit e gli accordi intercorsi fra gli stessi componenti.
tata, che dovr precedere i corridori di almeno mezzora. Analogo principio nelle gare regionali vale per le vetture del
Dai veicoli della carovana non pu essere lanciato materia- Consiglio Federale e Comitato Regionale, della Struttura
le pubblicitario. Tecnica Nazionale (o Regionale) e delle Commissioni Na-
Nessuna vettura della carovana pubblicitaria pu inserirsi zionali (o Regionale), subordinatamente alle valutazioni del
nel contesto della corsa.. Direttore di Corsa o del Presidente di Giuria ai quali dovr
Il numero distintivo assegnato stabilisce lordine di marcia. sempre essere garantito di esercitare le proprie mansioni.
Non possono, per, anteporsi a quella del Direttore di Corsa
Articolo 139 - o della Giuria se non per breve tratto, con lautorizzazione
Nelle corse regionali dovr essere rispettato il seguente or- dei predetti e ci al fine di lasciare agli stessi la possibilit
dine di precedenza iniziale degli automezzi al seguito: di esplicare le proprie mansioni in assoluta libert.
1. Inizio corsa (cartello previsto dallart. 360 del DPR
16/12/1992 n. 495); Articolo 141 -
2. stampa (disco azzurro) I conducenti delle auto e delle moto al seguito delle corse,
3. vettura neutra (bandiere gialle) oltre al rispetto delle precedenze indicate daagli articoli
4. radio corsa 139 e 140, dovranno attenersi alle seguenti disposizioni:
5. Vice Direttore di Corsa (disco bianco) a) procedere sul lato destro della strada, salvo che al
6. Prima vettura Giuria (disco rosso) momento del sorpasso dei corridori che deve essere
7. moto Giudice di Gara (disco rosso) autorizzato dalla Giuria, nelle gare nazionali ed in-
8. corridori ternazionali, dal Direttore di Corsa o in sua assenza
9. Seconda vettura Giuria (disco rosso) da un Componente del Collegio di Giuria, nelle gare
10. Direttore di Corsa (disco bianco) regionali, ed effettuato con ladozione dei necessari
11. vettura neutra (bandiere gialle) criteri di prudenza;
12. Medico di gara b) occupare sempre una posizione di almeno 100 metri
13. Presidente o Componente C.F. e/o CC.RR. e/o prima della testa dei corridori;
CC.PP. (disco federale) c) non intromettersi fra due gruppi di corridori fino a
14. Struttura Tecnica Nazionale e/o Regionale (disco quando non siano separati da almeno un minuto e solo
federale); dopo specifica autorizzazione;
15. Commissione Nazionale e/o Regionale Direttori di d) superare con tempismo e con la necessaria velocit, per
Corsa (disco federale); non costituire alcun vantaggio per i corridori superati;
16. Commissione Nazionale e/o Regionale Giudici di e) non sorpassare per alcun motivo i corridori negli ultimi
Gara (disco federale); 10 km;
17. automezzi societ aventi corridori in corsa secondo f) manifestare il proprio intendimento di procedere al sor-
lordine di estrazione a sorte (disco giallo) passo lanciando segnali alternati ai preposti alla dire-
18. Organizzazione (disco rosa) zione della corsa;
19. Giudice di Arrivo (disco rosso)
20. autoambulanza (croce rossa)
21. Fine corsa (cartello previsto dallart. 360 del DPR
16/12/1992 n. 495) Sezione Undicesima
Schema Allegato n. 8 del presente regolamento.
Durante la corsa la collocazione degli automezzi autorizza- Corse a cronometro
ti ad esclusione di quello del medico di gara, potr essere
modificata del Presidente di Giuria nelle gare nazioni ed Articolo 142 -
internazionali, dal Direttore di Corsa nelle gare regio- In tutte le gare a cronometro, individuali, a coppie ed a
nali, secondo le circostanze e nel rispetto delle norme di squadre, regionali, nazionali ed internazionali lora di par-
protezione e di sicurezza dei corridori, del seguito e degli tenza di ciascun corridore o di ciascuna squadra predispo-
spettatori. sta dalla Societ organizzatrice.
Nelle gare di un giorno ed a tappe iscritte nel calendario na- Per l effettuazione delle prove di campionato nazionale
zionale e internazionale, lordine di marcia degli automezzi lordine di partenza sar stabilito dalla Struttura Tecnica
quello stabilito dalla U.C.I. di cui schema UCI 2.3.046 Federale Settore Strada sentiti i Commissari Tecnici.
Per le gare di Campionato Regionale il sorteggio sar ef-
Articolo 140 - fettuato due ore prima della partenza da parte della Societ
La vettura del Direttore di Corsa ha la precedenza su tutti i organizzatrice in presenza del Presidente di Giuria.
veicoli ammessi al seguito e pu spostarsi ad insindacabile Nelle corse a tappe lordine di partenza delleventuale
criterio del direttore stesso. prologo e delle tappe a cronometro sono stabiliti dal re-
Le vetture dei Componenti la Giuria hanno la precedenza golamento speciale di corsa, nel rispetto della normativa
su tutte le altre vetture, possono spostarsi secondo le neces- internazionale.

Il mondo del cIclIsmo > 25


FCI > Regolamento tecnico Strada

Qualora alla verifica delle tessere in tutte le corse a cro- segue laltro corridore.
nometro, regionali e nazionali, siano presenti meno di cin- Il veicolo che segue il corridore che ne raggiunge un altro
que corridori o di cinque squadre, facolt del Direttore non autorizzato ad interporsi sino a quando lo scarto fra i
di Corsa, (in nome e per conto della Societ organizzatri- due corridori non sia almeno di 50 metri.
ce) di annullare la corsa dandone comunicazione scritta al Se tale scarto in seguito si riduce, il veicolo si riposizioner
Presidente di Giuria e successivamente allorgano federale dietro al secondo corridore.
ed amministrativo che hanno autorizzato la corsa, oltre che
verbalmente ai direttori sportivi e corridori presenti. Articolo 146 -
Nelle gare a cronometro a coppie, la coppia per essere clas-
Articolo 143 - sificata deve arrivare con entrambi i componenti ed il tem-
Lorario di partenza e di arrivo deve essere rilevato da uno po verr rilevato sul secondo arrivato. In quella a squadre
o pi Cronometristi Ufficiali che assumono la responsabi- la squadra pu arrivare con un solo corridore di meno se
lit esclusivamente per la parte relativa alle funzioni che composta da tre o quattro elementi, con due corridori di
essi espletano. meno se la squadra composta da cinque o pi elementi.
Se un corridore od una squadra prende la partenza con Il tempo verr rilevato sullultimo corridore utile
ritardo rispetto lorario assegnato, esclusivamente E vietato ad un corridore ritirato aiutare la propria squadra
di questultimo che viene tenuto conto nello stabilire il con un successivo inserimento in gara: se ci avvenisse do-
tempo impiegato. vr essere espulso insieme allintera squadra con esclusio-
I componenti di ogni squadra devono partire predisponen- ne dallordine di arrivo.
dosi affiancati sulla linea di partenza e soltanto quando sia- Sulle vetture che seguono il concorrente o la squadra pu
no completamente schierati. essere installato un altoparlante
In tutte le gare prive dellautorizzazione per la chiusura
totale del traffico, i concorrenti dovranno mantenere la
destra della carreggiata rispettando le disposizioni ema-
nate dalla Direzione di Corsa.
TITOLO TERZO
Articolo 144 -
La partenza si d in sella e da fermo, e quando previsto Infrazioni e sanzioni
dalla pedana.
Ogni concorrente ha diritto di farsi sorreggere in sella uni-
camente da un Giudice o altra persona delegata dallorga- Sezione prima
nizzazione, che non dovr assolutamente spingerlo.
Ogni concorrente, coppia o squadra, pu essere seguito da Principi generali
una vettura avente a bordo un Giudice di gara in funzione di
ispettore, se presente, e dal Direttore Sportivo e/o personale
che svolge assistenza tecnica. Articolo 147
La vettura potr trasportare biciclette e ruote di ricambio. Le infrazioni si dividono:
a) disciplinari
Articolo 145 - b) tecnico organizzative
E vietato al corridore, alla coppia o alla squadra di mettersi c) relative ai fatti di corsa
sulla scia di altro o altri concorrenti da cui devono intercor- Le infrazioni disciplinari concernono violazioni alle nor-
rere almeno 25 metri. me di correttezza o di etica sportiva senza produrre alcuna
Le infrazioni a tale prescrizione sono sanzionate dalla Giu- influenza sullo svolgimento o sul risultato delle gare. Esse
ria nella misura stabilita dagli allegati nn. 4, 5, 6 e 9 del sono riservate in via esclusiva al giudizio delle Commis-
prospetto allegato al presente regolamento. sioni di Disciplina, regionali e nazionale, su denuncia della
Il sorpasso di un corridore va effettuato sul lato opposto Giuria o di qualsiasi altro tesserato alla Federazione.
della strada ad una distanza di almeno due metri. Laiuto Le Infrazioni tecnico organizzative , pur verificandosi
fra corridori vietato. nellambito di svolgimento delle corse non comportano
La vettura al seguito non dovr affiancarsi n superare il alcun esito sul loro risultato tecnico ed attengono a caren-
concorrente raggiunto, ma dovr posizionarsi ad un distan- ze indicate negli allegati prospetti 2 e 3 La competenza a
za di almeno 10 metri. giudicare del Giudice Sportivo, regionale o nazionale,
La vettura al seguito di un corridore, coppia o squadra, che su denuncia della Giuria e/o Strutture/Commissioni, pre-
raggiunge un avversario, avr la precedenza sulla macchina sentate al Presidente di Giuria.
del raggiunto. Le infrazioni relative ai fatti di corsa, sono quelle che pro-
Il veicolo che segue il corridore che sta per essere raggiunto ducono effetti in grado di modificare il suo risultato. Le
dal momento in cui la distanza che separa i due corridori sia relative sanzioni sono di esclusiva competenza della Giuria
inferiore ai 100 mt. deve posizionarsi dietro al veicolo che a titolo definitivo.

26 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

Le infrazioni relative ai fatti di corsa sono soltanto quelle Divieto di partenza


indicate negli allegati prospetti n. 4, 5 e 6. Il provvedimenti di divieto di partenza viene adottato
dalla Giuria, anche a mezzo di suo singolo componente,
Articolo 148 nei casi stabiliti negli allegati prospetti n 4, 5 e 6 quali:
Le infrazioni alle norme del presente regolamento stabilite a) mancanza del casco o casco non regolamentare;
dai prospetti allegati nn. 4 e 5 e 6, relativamente ai fatti di b) mancanza del/i numero/i dorsale/i e/o al casco;
corsa, concernenti rispettivamente le gare iscritte nei calen- c) applicazione dei numeri in posizione diversa da
dari internazionale, nazionale e regionale per le categorie quella stabilita dagli organizzatori e dalla Giuria o
indicate dallarticolo 9 del presente regolamento, sono pu- alterazione della dimensione degli stessi;
nite con le seguenti sanzioni: d) irregolarit del rapporto riscontrato al controllo
prima della gara
a) ammonizione e) abbigliamento di gara non conforme
b) ammenda f) presentarsi alla partenza non indossando la maglia
c) retrocessione nellordine di arrivo di Campione Italiano, Europeo, Mondiale della pro-
d) penalizzazione in termini di tempo pria specialit e categoria;
e) espulsione dalla gara g) presentarsi alla partenza con mezzo non conforme;
f) esclusione dallordine di arrivo h) rifiuto di ospitare a bordo sulla vettura sociale un
g) sospensione temporanea Giudice di Gara quando stabilito
h) divieto di partenza i) utilizzo di mezzi radio ricetrasmittenti o simili non
consentiti;
Articolo 149
Le sanzioni indicate nel precedente art. 148 sono applicate Articolo 150 -
dalla Giuria per le infrazioni concernenti i fatti di corsa, se- Le sanzioni devono essere adottate e applicate sulla base
condo quanto stabilito dai prospetti allegati relativamente a: del seguente principio informatore:
la sanzione, va proporzionata nella misura alla gravit della
Gare di un giorno infrazione.
a) ammonizione
b) ammenda
c) retrocessione nell ordine di arrivo
d) penalizzazione in termini di tempo, soltanto nelle Sezione Seconda
corse a cronometro
e) espulsione dalla gara Sanzioni
f) esclusione dallordine di arrivo
g) divieto di partenza Articolo 151 -
Lammonizione la sanzione disciplinare da applicare alle
Corse a tappe infrazioni di entit tale, da non richiedere lapplicazione
Oltre alle sanzioni sopra citate, di competenza della delle sanzioni di cui agli articoli successivi viene inflitta a
Giuria ladozione della penalizzazione in tempo in tutte Corridori, Direttori Sportivi, Dirigenti di Societ e ad ogni
le tappe, oltre quelle a cronometro. altro Tesserato.
Essa pu essere adottata durante la corsa da ciascuno dei
Sospensione temporanee Componenti di Giuria.
Deve essere inflitta dal Direttore di Corsa, nei confronti dei
La sospensione temporanea di cui alla lettera g) del conducenti delle vetture ufficiali al seguito, sul piano della
precedente articolo 148, viene applicata dal Giudice tutela della sicurezza e incolumit del partecipante alla gara
Sportivo Regionale o Nazionale su denuncia della Giu- stessa.
ria. La sospensione decorre dal giorno successivo al ri- Inoltre i Componenti di Giuria, per quanto possibile, do-
cevimento dalla notifica del provvedimento al soggetto vranno a puro titolo di prevenzione avvertire il tesserato
stesso (raccomandata A.R). I corridori sospesi, tramite che sta per commettere una infrazione, invitandolo ad aste-
la propria societ di appartenenza, possono chiedere al nersi da tale comportamento, o contestare, quando ci si
Giudice Sportivo regionale o nazionale, secondo compe- renda utile e necessario, linfrazione gi commessa.
tenza, il differimento della sospensione al fine di poter Lammonizione deve considerarsi fine a se stessa e non pu
partecipare durante tale periodo, ai Campionati Mon- comportare alcuna conseguenza quando linfrazione non
diali, Europei, Italiani e Regionali, delle singole specia- sia stata ripetuta da parte dello stesso corridore. La ripe-
lit, a gare di selezione, se invitati, ed a gare organizzate tizione della stessa infrazione da parte del medesimo cor-
dalla Societ di appartenenza. ridore, successivamente ad ammonizione inflitta comporta
Le norme del presente articolo non vengono applicate in ladozione della sanzione prevista per la relativa infrazione
caso di sospensione per doping. dalle allegate tabelle numeri 4 , 5 e 6.

Il mondo del cIclIsmo > 27


FCI > Regolamento tecnico Strada

Articolo 152 - gare regionali, nazionali ed internazionali di un gior-


Retrocedere vuol dire cambiare la posizione nellordine di no: entro 30 giorni della notifica del provvedimento
arrivo del corridore che si intende punire, retrocedendolo (raccomandata A.R.) rispettivamente alla segreteria
fino allultimo posto del gruppo di cui faceva parte. del Comitato Regionale competente e/o alla Segreteria
La retrocessione va applicato ai corridori di qualsiasi cate- Generale FCI a mezzo di apposito c.c.p., dandone tem-
goria che abbiano commesso una delle seguenti infrazioni: pestiva comunicazione al Giudice Sportivo Regionale o
a) irregolare e/o volont di ostacolare o danneggiare uno o Nazionale.
pi avversari nellultimo km; Gare a tappe: allorganizzatore prima della partenza
b) illecito aiuto ricevuto da concorrente nellultimo km della tappa successiva e per lultima, al termine della
stessa. In ogni caso verr rilasciata regolare ricevuta.
Articolo 153 - Lorganizzatore provveder quindi a versare limporto
La penalizzazione consiste nelladdizionare al tempo re- totale delle ammende riscosse alla Segreteria Generale
almente impiegato ai fini della formazione della classifica FCI dandone comunicazione al Giudice Sportivo Nazio-
parziale e di quella generale nelle corse a tappe, lulteriore nale entro 10 giorni dal termine della manifestazione ed
tempo rappresentato dalla misura della sanzione stessa. inviando lattestato del versamento e lelenco riepiloga-
Essa va applicata al corridore, alla coppia od alla squadra tivo, motivando le eventuali ammende non riscosse.
per violazione dellart. 145 del presente Regolamento (cor- Per quanto concerne le ammende di natura tecnico/or-
se a cronometro) ed al corridore che abbia compiuto altre ganizzativa inflitte dal Giudice Sportivo Regionale per le
infrazioni in violazione del regolamento speciale di corsa. gare regionali e dal Giudice Sportivo Nazionale per le gare
La Giuria, in presenza di altri casi di particolare gravit nazionali ed internazionali, su denuncia delle rispettive
che abbiano influito sul risultato della gara, potr decidere Giurie, devono essere versate nei termini e con le stesse
di applicare la penalizzazione anche sullordine di arrivo. modalit indicate dal presente articolo - secondo comma
gare regionali, nazionali ed internazionali di un giorno.
Articolo 154
Lespulsione dalla gara va applicata ai corridori di qualsiasi Articolo 157 -
categoria colpevoli delle seguenti infrazioni: E competenza del Giudice Sportivo adottare la sospensio-
a) traino o trasporto con qualsiasi mezzo ne da qualsiasi attivit federale delle Societ nel caso di
b) scia ripetuta o per lungo tratto dietro un veicolo mancato pagamento, nel termine di trenta giorni dalla data
c) aiuti dati o ricevuti di ricezione della relativa comunicazione, delle ammende
d) frode in corsa, con cambiamento di percorso dallo stesso Giudice Sportivo inflitte per infrazioni tecni-
e) frode in corsa sotto forma di sostituzione con altra co organizzative o per fatti di corsa, inflitte dalla Giuria
persona. (espulsione dalla gara e denuncia agli organi in conformit di quanto stabilito dal precedente articolo
di giustizia per frode sportiva) 148. Qualora siano denunciati al Giudice Sportivo fatti non
f) infrazioni commesse in violazione del regolamento spe- iscrivibili a quelli di corsa, che abbiano tuttavia influenzato
ciale di corsa approvato dal competente organo federale il risultato della gara, gli atti relativi dovranno essere tra-
nonch le infrazioni di particolare gravit che abbiano pre- smessi al Procuratore federale da parte del Giudice Sporti-
giudicato il regolare svolgimento della gara o danneggiato vo, che dovr sospendere lomologazione della corsa.
altri concorrenti.
Lespulsione dalla gara applicata dal componente di Giu- Articolo 158 -
ria non appena constatata linfrazione. Le denunce trasmesse al Giudice Sportivo relative a vio-
lazioni di carattere disciplinare verificatesi prima e dopo
Articolo 155 - la corsa sono trasmesse per competenza al Procuratore
Lesclusione del corridore dallordine di arrivo di cui al Federale. Spetta al Giudice Sportivo ripetere la pubbliciz-
precedente articolo 154 applicata dalla Giuria quando zazione a mezzo di proprio comunicato dei provvedimenti
linfrazione sia stata accertata dopo la conclusione della adottati dalla Giuria per fatti di corsa.
gara.
Lesclusione dallordine di arrivo va altres applicata al cor-
ridore colpevole di:
a) avere usato mezzi fraudolenti; Sezione Terza
b) uso di mezzi sleali particolarmente gravi per impedire ad
altro concorrente di superarlo allarrivo; Reclami e denunce
Lesclusione dallordine di arrivo priva il corridore escluso
del diritto allattribuzione di qualsiasi premio. Articolo 159

Articolo 156 A) Corse regionali


Le ammende relative ad infrazione per fatti di corsa in- 1) Le eventuali infrazioni per fatti di corsa commesse
flitte dalla Giuria devono essere versate: durante lo svolgimento della corsa, non riscontrate

28 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

nel comunicato di Giuria, possono essere denuncia- 3) La decisione adottata in merito al reclamo avverso
te alla Giuria nel rispetto delle modalit di seguito allordine di arrivo, dovr essere resa nota a mezzo di
indicate: nuovo, successivo comunicato della Giuria. Contro tale
a) Essere formulate in modo corretto ed in forma scrit- decisione potr essere proposto appello in seconda e
ta definitiva istanza al Giudice Sportivo regionale nel ri-
b) Sottoscritte dal Direttore Sportivo o dal componente spetto delle modalit di seguito riportate
del Consiglio Direttivo della societ in possesso di a) essere redatto in forma scritta;
tessera federale. b) sottoscritto dal Presidente della societ interessata;
c) Essere presentate entro 30 minuti dallora di af- c) presentato entro il termine perentorio di cinque giorni
fissione del Comunicato di Giuria n 1; dalla data di svolgimento della gara a mezzo raccoman-
Al termine degli accertamenti svolti, la Giuria dovr data A.R.
far conoscere le decisioni adottate al denunziante d) allegando la tassa di appello nella misura fissata dal
con successivo ulteriore comunicato. Consiglio Federale
Le decisioni adottate al riguardo sono definitive. e) producendo la necessaria documentazione a sostegno
2) Avverso la classificazione dei corridori allarrivo dellappello, non gi presentata in sede di reclamo
pu essere presentato reclamo alla Giuria entro 30
minuti dallora di affissione dellordine di arrivo nel B) Corse nazionali ed internazionali
rispetto delle seguenti modalit: Nelle corse iscritte nei calendari nazionale ed internaziona-
1 essere formulate in maniera corretta ed in forma le si applicano soltanto, in materia delle denunce, le norme
scritta; dettate dal paragrafo n. 1 della precedente lettera A).
2 sottoscritte dal Direttore Sportivo o dal compo-
nente del Consiglio Direttivo della societ in pos- Articolo 160
sesso di tessera federale Spetta al Giudice Sportivo Nazionale, per le gare interna-
3 essere accompagnate dal pagamento della tassa zionali e nazionali, ed al Giudice Sportivo Regionale per
nella misura stabilit quelle iscritte nei calendari regionali, lomologazione delle
4 produrre la necessaria documentazione a soste- gare nel rispetto delle procedure stabilite dal Regolamento
gno del ricorso di giustizia e disciplina

Il mondo del cIclIsmo > 29


FCI > Regolamento tecnico Strada

ALLEGATO 1 mento dellattivit agonistica.

RAPPORTI TRA SOCIETA 8. Per le categorie juniores M/F, under 23 ed elite M/F, al
ED ATLETI momento del tesseramento o comunque prima dellini-
zio dellattivit potr essere determinata fra Societ e
corridore una scrittura per la corresponsione di even-
Disposizioni Generali per tutte le categorie di tuali premi in aggiunta a quelli spettanti al corridore
atleti previsti dalla relative tabelle federali. I premi cos
come rimborsi spese, dovranno essere assoggettati alle
1. Liscrizione alle gare e di esclusiva competenza del- norme fiscali vigenti in Italia.
la Societ. E parimenti responsabilit della Societ la
partecipazione alle gare di corridori per la stessa tesse- 9. Il corridore tenuto ad indossare durante la corsa uni-
rati colpiti da provvedimenti disciplinari di sospensio- camente labbigliamento consegnato dalla Societ,
ne per qualsiasi motivo, resi pubblici con le modalit non apportando allo stesso alcuna modificazione ai
stabilite dal regolamento di Giustizia e Disciplina Fe- colori alle iscrizioni pubblicitarie, tranne che non sia
derale. in possesso di un titolo di Campione del Mondo, Eu-
ropeo, Nazionale e Regionale.
2. E diritto del corridore a conoscenza di provvedimento
di disciplinare di sospensione dallattivit per motivi 10. Il corridore deve astenersi, durante il periodo di appar-
disciplinari o sanitari, di opporsi alla iscrizione ed alla tenenza alla Societ, da alcun tipo di contratto con altra
partecipazione alle gare. Societ ciclistica affiliata alla F.C.I. senza la previa auto-
rizzazione della Societ di appartenenza o dallassumere
3. La Societ dovr fornire ai propri corridori labbiglia- impegni pubblicitari di qualsiasi natura in contrasto con
mento ed il materiale tecnico che consenta la prepa- quelli della propria Societ. La violazione delle presenti
razione e la partecipazione allattivit agonistica. E norme devono essere contestate solo per iscritto.
dovere del corridore restituire alla Societ il materiale
tecnico in buono stato di funzionamento al termine del 11. Per le violazioni delle presenti norme ammesso ricor-
periodo di appartenenza alla Societ. Il predetto ma- so alle Corte Federale sia da parte della Societ che dal
teriale dovr essere indicato in apposito elenco sotto- corridore.
scritto dal presidente della Societ e dal corridore al
momento del tesseramento. E obbligo della Societ la 12. abrogato dal 2011
sostituzione del materiale finito fuori uso per svolgi-
mento dellattivit societaria.
NORMA RELATIVA AI CORRIDORI DI
4. La Societ assume a proprio carico le spese relative MINORE ETA
alliscrizione alle gare ed eventuali ammende inflitte ai
propri tesserati da parte degli organi di giustizia F.C.I. Nel caso dei corridori di minore et gli atti che implicano
lesercizio della volont degli stessi dovranno essere surro-
5. Il corridore ha obbligo di osservare le regole igienico gati da parte di chi esercita la potest genitoriale.
- sanitarie predisposte dal Medico sociale (per le cate-
gorie ove previsto). Qualsiasi disposizione di carattere igienico sanitario ema-
nata dal direttore sportivo o dal medico sociale dovr essere
6. La Societ ha lobbligo di lasciare libero da impegni il resa nota al genitore del corridore da parte del Presidente
corridore convocato sia dalla Struttura Tecnica Federa- della Societ. Allo stesso genitore dovranno essere resi noti
le o da quella regionale per la partecipazione a periodi i negativi comportamenti sul piano civile registrati. Lelen-
di preparazione a manifestazioni a carattere regionale co del materiale tecnico consegnato al corridore al momen-
e/o internazionale. Durante tali periodi ogni costo di to del tesseramento dovr essere sottoscritto dal Presidente
svolgimento dellattivit assunto dallorganismo che della Societ e dal genitore del corridore.
ha disposto la convocazione.
La Societ assume ogni responsabilit conseguenti all
7. Il corridore assume nei confronti della Societ di ap- adozione di provvedimenti che riguardino direttamente o
partenenza il dovere di rispettarne le disposizioni dalla indirettamente il corridore, per i quali non sia stata ottenuta
stessa emanate, di carattere tecnico, sanitario, compor- lautorizzazione comunque della famiglia, in relazione alla
tamentale nelle fasi che precedono la gara, durante e persona fisica o morale del corridore stesso.
dopo la stessa. La Societ assume limpegno di adot-
tare ogni provvedimento necessario di propria compe- In linea generale le norme che precedono integrano quelle
tenza per permettere al corridore medesimo lo svolgi- federali vigenti in materia di tesseramento.

30 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

ALLEGATO 2

PROSPETTO INFRAZIONI E SANZIONI


DI NATURA TECNICO-ORGANIZZATIVA
PER LE GARE IN LINEA ED A TAPPE ISCRITTE NEL CALENDARIO
INTERNAZIONALE / NAZIONALE E CAMPIONATI NAZIONALI
Categorie Elite/Under 23 (cl. 1.2, 2.2 ME, MU, Ncup), Juniores (cl., 1.1, 2.1, MJ, Ncup), Donne Elite( cl. CDM, 1.1,
2.1, 1.2, 2.2 WE), Donne Juniores (cl. 1.1, 2.1 WJ)

Riservato alla competenza del Giudice Sportivo Nazionale

SOCIETA ORGANIZZATRICI e TESSERATI

1.1. mancato approntamento della segreteria e delle necessa-


Ritardato invio del programma di gara per lapprovazione: rie attrezzature informatiche
da 60 a 30 gg. gare in linea ammenda di 120= insufficienza o non idoneit della sala stampa
gare a tappe ammenda di 160= insufficienza o non idoneit della sala riunione dei Di-
da 29 a 15 gg. gare in linea ammenda di 260= rettori Sportivi
gare a tappe ammenda di 300 = gara insufficienza o non idoneit sala riunione di Giuria
nazionale mancata segnalazione della collocazione dei locali uffi-
gare a tappe ammenda di 420= gara ciali
internazionale mancanza o numero inferiore a quello stabilito delle
da 14 a 0 gg. gare in linea non approvazione della gara staffette motociclistiche abilitate
gare a tappe non approvazione della gara mancanza del servizio di lavagna o suo funzionamento
denuncia al GSN da parte del Settore strada insufficiente
carenza di funzionamento del servizio informazioni in
1.2 corsa e/o mancanza informazione bilingue
Divulgazione del programma di gara prima dellapprova- mancanza del fotofinish e del servizio del cronometrag-
zione o con denominazione diversa da quella indicata nel gio se richiesto dal tipo di gara
calendario: insufficiente funzionamento del fotofinish
ammenda di 160= per le gare di un giorno insufficienza del servizio di cronometraggio
ammenda di 260= per le gare a tappe segreteria non efficiente
denuncia al G.S.N. da parte del Settore strada mancanza dell addetto giuria
percorso superiore a km. 10, dal ritrovo di partenza al
1.3 km.0
Arbitraria modifica del programma di gara dopo la sua mancanza del Vice-Direttore di Corsa
approvazione da parte della Societ organizzatrice: insufficiente indicazione della zona di partenza e alle-
(su denuncia della Giuria e/o Settore Strada) stimento zona di partenza mancante delle attrezzature
ammenda di 160= per le gare di un giorno necessarie
ammenda di 260= per le gare a tappe non conformit della zona di arrivo alle necessit ope-
denuncia alla Procura Federale rative e di sicurezza e/o carenza delle attrezzature e
delle segnalazioni richieste dalle esigenze tecniche ed
1.4 organizzative e mancanza delle condizioni di sicurezza
Mancata effettuazione gara iscritta in calendario, senza secondo quanto disposto dallautorizzazione allo svolgi-
giustificato motivo: mento della corsa secondo quanto stabilisce lart. 9 del
per gare di un giorno ammenda di: codice della strada
260 (internazionale) 130 (nazionale) mancato approntamento zona riscaldamento atleti nelle
per gare a tappe ammenda di: gare a cronometro
420 (internazionale) 210 (nazionale) mancata comunicazione al Settore Strada 72 ore prima
dellinizio delle operazioni preliminari della sistema-
1.5 zione logistica delle squadre partecipanti
Deficienze organizzative di una gara, o inosservanza dei re- consegna al Collegio di Giuria elenco iscritti o partenti
golamenti federali: non conforme

Il mondo del cIclIsmo > 31


FCI > Regolamento tecnico Strada

mancata installazione dello striscione di arrivo o non 1.11


conformit dello stesso alle norme regolamentari Mancata collocazione della transennatura:
mancanza della linea di arrivo e/o di quella di delimita- ammenda alla Societ organizzatrice di 520= per le
zione della zona fotografi gare di un giorno
mancanza o non rispondenza del piano rialzato per Giu- ammenda alla Societ organizzatrice di 520= per le
dice di arrivo alle norme in materia gare a tappe per ogni giornata
mancanza della segnalazione ultimo chilometro denuncia alla Procura Federale
mancanza dei distanziatori metrici nellultimo chilometro
mancanza dei distanziatori chilometrici sul percorso 1.12
mancata o segnalazione non conforme dei traguardi in- Mancato approntamento della deviazione delle vetture pri-
termedi ma della linea di arrivo e del parcheggio per gli automezzi
mancata o non conforme installazione della prescritta al seguito:
cartellonistica. (assolutamente importante linstalla- ammenda di 160= alla Societ organizzatrice
zione del cartello ultimi 3 km nelle gare a tappe)
mancata predisposizione, se previsto dalle Norme 1.13
Attuative, di un impianto di amplificazione nella Percorso di gara superiore del 5% dal km. 0 alla linea di
zona arrivo. arrivo:
insufficiente numero di apparecchi radio o carenza ser- ammenda di 160= alla Societ organizzatrice
vizio radio-informazioni
Installazione segnalazioni trasversali sulla sede stradale 1.14
dallultimo km. alla linea di arrivo Mancanza di vettura con tetto apribile per la Giuria:
ammenda di 160= alla Societ organizzatrice
ammenda da 100= a 1.000= per ciascuna delle infra-
zioni su denuncia della Giuria. Il Giudice Sportivo Nazio- 1.15
nale, se ravvisa una infrazione non rimessa alla sua com- Insufficiente dotazione di materiale e di ruote sulle vetture
petenza dovr trasmettere gli atti al Procuratore Federale. adibite a cambio ruote:
ammenda di 160= per vettura alla Societ organizza-
1.6 trice
Insufficiente o omessa segnalazione del percorso:
ammenda di 120= per le gare di un giorno 1.16
ammenda di 120= per le gare a tappe, per ogni gior- Pubblicit non conforme o scritte non regolamentari sulla
nata alla Societ organizzatrice parte anteriore dello striscione di arrivo:
ammenda di 200= alla Societ organizzatrice
1.7
Omessa o inesatta segnalazione del numero dei giri o man- 1.17
canza di campana nelle gare che si svolgono o terminano Trasporto di altro materiale, oltre le ruote, da parte delle
in circuito: moto adibite al cambio ruote:
ammenda di 160= per le gare di un giorno ammenda di 160= alla Societ organizzatrice
ammenda di 160= per le gare a tappe per ogni giorna-
ta alla Societ organizzatrice 1.18
Mancanza dellautoambulanza e/o dellattrezzatura sani-
1.8 taria complementare richiesta:
Mancanza o numero non conforme di vetture addette non effettuazione della gara;
allassistenza tecnica: ammenda di 520= alla Societ Organizzatrice
ammenda di 160= per le gare di un giorno denuncia alla Procura Federale del Direttore di Corsa
ammenda di 160= per le gare a tappe per ogni giorna- che ha permesso lo svolgimento della corsa;
ta alla Societ organizzatrice, per ogni vettura mancante
1.19
1.9 Mancanza del medico di gara:
Collocazione striscione arrivo su arco gonfiabile non con- non effettuazione della gara
forme alle normative di sicurezza e del regolamento tecnico: ammenda di 520= alla Societ Organizzatrice
ammenda di 160= alla Societ organizzatrice denuncia alla Procura Federale del Direttore di Corsa
che ha permesso lo svolgimento della corsa;
1.10
Ridotta collocazione della transennatura prima e dopo 1.20
larrivo rispetto alle misure stabilite: Mancanza del Direttore di Corsa o suo sostituto:
ammenda di 160= alla Societ organizzatrice non effettuazione della gara

32 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

ammenda di 520= alla Societ organizzatrice gare a tappe - ammenda di 520= per ogni giornata di
denuncia alla Procura Federale della Societ organizza- gara alla Societ organizzatrice
trice
1.31 abrogato
1.21
Lancio di oggetti pubblicitari da tutte le vetture autorizzate 1.32
al seguito ufficiale della gara: Mancata o ritardata presenza alla riunione tecnica, del Di-
ammenda di 160= alla Societ organizzatrice rettore Sportivo
Ammenda di 160 alla rispettiva Societ ed esclusione
1.22 dal primo sorteggio delle vetture al seguito
Mancato allestimento di locali per il controllo medico:
ammenda di 520= alla Societ organizzatrice 1.33
Mancato rispetto delle disposizioni del Medico di gara
1.23 espulsione dalla gara od esclusione dallordine di arrivo
Locali non idonei per il controllo medico: da parte della Giuria su denuncia del Medico di gara
ammenda di 260 (internazionale) 130 (nazionale)=
alla Societ organizzatrice 1.34
Mancata partecipazione non giustificata ad una gara di
1.24 una Societ iscritta nel rispetto delle relative disposizioni
Mancato allestimento spogliatoio per gare femminili: ammenda alla societ di 300 (gara internazionale)
ammenda di 260 (internazionale) 130 (nazionale)= 200 (nazionale)=
alla Societ organizzatrice pagamento alla Societ organizzatrice della somma
concordata risultante dal bollettino di iscrizione;
1.25
Locali non idonei spogliatoio gare femminili: 1.35
ammenda di 120= alla Societ organizzatrice Effettuazione della gara in mancanza della scorta della
Polizia Stradale o di quella Tecnica
1.26 Annullamento della gara
Mancanza di una vettura o di moto per giuria: Ammenda di 520 alla Societ organizzatrice
gare in linea ammenda di 160= alla Societ orga- Denuncia alla Procura Federale del Direttore di Corsa
nizzatrice che ne ha permesso lo svolgimento
gare a tappe ammenda di 260= alla Societ organiz-
zatrice per ogni giornata di gara 1.36
Mancato rispetto alle disposizioni della normative federale
1.27 o a quelle del Collegio di Giuria da parte di cineoperatori
Mancanza di 2 o 3 vetture per Collegio di Giuria: o fotografi, non tesserati F.C.I.
annullamento della gara e denuncia alla Procura Fede- Ammenda alla Societ organizzatrice di 160
rale della Societ organizzatrice

1.28
Mancanza del/dei numeri dorsali e/o dei numeri al casco
e/o del numero al telaio o non conformi:
gare in linea - ammenda di 160= NOTA ESPLICATIVA
gare a tappe - ammenda di 160= per ogni giornata di
gara alla Societ organizzatrice La denuncia dellinfrazione di cui al numero 1.1, 1.2, 1.4,
di competenza del Settore Strada.
1.29 Il punto 1.3. il provvedimento dellammenda deve esse-
Mancata corresponsione dei premi federali ai corridori re adottato sia su denuncia della Giuria che del Settore
aventi diritto: Strada.
ammenda di 400= e sospensione della Societ orga- Salvo ladozione dei necessari provvedimenti di competen-
nizzatrice dallattivit federale fino allavvenuto paga- za da parte del Direttore di Corsa e della Giuria nei casi
mento da parte del Giudice Unico di infrazione che possano mettere a rischio lincolumit
denuncia alla Procura Federale dei corridori, delle persone al seguito della corsa e degli
spettatori, oltre al risultato tecnico della corsa, attribuita
1.30 alla competenza del G.S.N., oltre ladozione della sanzione
Logistica del Collegio di Giuria, dei rappresentanti Fede- dellammenda, la denunzia delle infrazioni stesse alla Pro-
rali e/o delle squadre, non conforme alle norme attuative: cura Federale per i rispettivi provvedimenti di competenza.

Il mondo del cIclIsmo > 33


FCI > Regolamento tecnico Strada

ALLEGATO 3
PROSPETTO INFRAZIONI E SANZIONI DI NATURA
TECNICO-ORGANIZZATIVA

PER LE GARE ISCRITTE NEL CALENDARIO REGIONALI,


COMPRESE LE PROVE DEI CAMPIONATI REGIONALI

Categorie Elite, Under 23, juniores, Donne Elite, Donne Juniores, Allievi m/f, Esordienti m/f)

Riservato alla competenza del Giudice Sportivo Regionale

SOCIETA ORGANIZZATRICI e TESSERATI

1.1 insufficiente funzionamento del fotofinish


Ritardato invio del programma di gara per lapprovazione: insufficienza servizio di cronometraggio
da 29 a 15 gg. ammenda di 100= alla Societ organiz- segreteria non efficiente
zatrice mancanza dell addetto alla Giuria
da 14 a 0 gg. Non approvazione della gara mancanza del Vice-Direttore di Corsa
insufficiente indicazione della zona di partenza e alle-
stimento zona di partenza mancante delle attrezzature
1.2 necessarie
Divulgazione del programma di gara prima dellapprova- non conformit della zona di arrivo alle necessit ope-
zione o con denominazione diversa da quella indicata nel rative e di sicurezza, secondo quanto disposto dallauto-
calendario: rizzazione allo svolgimento della corsa secondo quanto
ammenda di 60= alla Societ organizzatrice stabilisce lart. 9 del codice della strada
mancato approntamento zona riscaldamento atleti gare a
1.3 cronometro
Arbitraria modifica del programma di gara dopo la sua ap- consegna al collegio di Giuria elenco iscritti non confor-
provazione da parte della Societ organizzatrice, su denun- me
cia della Giuria: mancata istallazione dello striscione di arrivo o non con-
ammenda di 120= alla Societ organizzatrice formit dello stesso alle norme regolamentari
denuncia al Giudice Sportivo Regionale mancanza della linea di arrivo
mancanza o non rispondenza del piano rialzato per giu-
1.4 dice di arrivo alle norme in materia
Mancata effettuazione gara, iscritta in calendario, senza mancanza della segnalazione ultimo chilometro
giustificato motivo: distanza superiore a 5 km da partenza ufficiosa a
ammenda di 100= alla Societ organizzatrice partenza ufficiale
se previsto dalle Norme Attuative, mancanza di im-
1.5 pianto di amplificazione allarrivo
Deficienze organizzative di una gara o mancata osservan-
za dei regolamenti federali, quando le carenze rilevate non ammenda da 60= a 300 = per ciascuna delle infrazioni
comportino conseguenze di maggior gravit a giudizio del alla societ organizzatrice
Giudice Sportivo regionale:
mancato approntamento della segreteria
insufficienza o non idoneit della sala riunione dei Di- 1.6
rettori Sportivi Insufficiente o omessa segnalazione del percorso:
insufficienza o non idoneit sala Giuria ammenda di 60= alla Societ organizzatrice
mancanza segnalazione della collocazione dei locali uf-
ficiali 1.7
mancanza o numero inferiore a quello stabilito di staffet- Omessa o inesatta segnalazione del numero dei giri o man-
te motociclistiche abilitate canza di campana nelle gare che si svolgono o terminano
mancanza del fotofinish e del servizio del cronometrag- in circuito:
gio se richiesto dal tipo di gara ammenda di 60= alla Societ organizzatrice

34 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

1.8 non effettuazione della gara


Mancanza o numero non conforme di vetture addette ammenda di 260= alla Societ Organizzatrice
allassistenza tecnica denuncia alla Procura Federale della Societ Organiz-
ammenda di 120= alla Societ organizzatrice per zatrice
ogni vettura mancante.
1.19
1.9 Lancio di oggetti pubblicitari da tutte le vetture autorizzate
Collocazione striscione arrivo su arco gonfiabile, non con- al seguito ufficiale della gara:
forme alle normative di sicurezza e del R.T.: ammenda di 80= alla Societ organizzatrice
ammenda di 120= alla Societ organizzatrice
1.20
1.10 Mancato allestimento di locali per il controllo medico:
Ridotta collocazione della transennatura prima e dopo ammenda di 260= alla Societ organizzatrice
larrivo, rispetto alle misure stabilite:
ammenda di 130= alla Societ organizzatrice 1.21
Locali non idonei per il controllo medico:
1.11 ammenda di 100= alla Societ organizzatrice
Mancata collocazione della transennatura:
ammenda di 260= alla Societ organizzatrice 1.22
Mancato allestimento spogliatoio per gare femminili:
1.12 ammenda di 100= alla Societ organizzatrice
Percorso di gara superiore del 5% dal km. 0 alla linea di
arrivo: 1.23
ammenda di 120= alla Societ organizzatrice Locali non idonei spogliatoio gare femminili:
ammenda di 60= alla Societ organizzatrice
1.13
Insufficiente dotazione di materiale e di ruote sulle vetture 1.24
adibite a cambio ruote: Mancanza di una vettura o di moto per Giuria:
ammenda di 80= alla Societ organizzatrice ammenda di 100= alla Societ organizzatrice
1.14
Pubblicit non conforme o scritte non regolamentari sulla 1.25
parte anteriore dello striscione di arrivo: Mancanza di 2 o 3 vetture per Collegio di Giuria:
ammenda di 100= alla Societ organizzatrice annullamento della gara
denuncia alla Procura Federale
1.15
Trasporto di altro materiale, oltre le ruote, da parte delle 1.26
moto adibite al cambio ruote: Mancanza del/dei numeri dorsali e/o dei numeri al casco
ammenda di 80= alla Societ organizzatrice o non conformi:
ammenda di 80= alla Societ organizzatrice
1.16
Mancanza dellautoambulanza/e e/o delle attrezzatura sa- 1.27
nitaria complementare richiesta: Mancata corresponsione dei premi federali ai corridori
non effettuazione delle gara aventi diritto:
ammenda di 300= alla Societ Organizzatrice ammenda di 200= e sospensione della Societ orga-
denuncia alla Procura Federale del Direttore di Corsa nizzatrice dallattivit federale fino allavvenuto paga-
che ha permesso lo svolgimento della corsa mento dei premi
denuncia alla Procura Federale.
1.17
Mancanza del Medico di gara: 1.28 abrogato
non effettuazione della gara
ammenda di 300= alla Societ Organizzatrice 1.29
denuncia alla Procura Federale del Direttore di Corsa Mancato rispetto delle disposizioni del Medico di gara
che ne ha permesso lo svolgimento espulsione dalla gara od esclusione dallordine di arrivo
da parte della Giuria su denuncia del Medico di gara
1.18
Mancanza del Direttore di Corsa ed impossibilit della sua 1.30
sostituzione: Mancata partecipazione non giustificata ad una gara di

Il mondo del cIclIsmo > 35


FCI > Regolamento tecnico Strada

Societ iscritta nel rispetto delle relative disposizioni le o a quelle del Collegio di Giuria da parte di cineopera-
ammenda 120= tori o fotografi non tesserati F.C.I.
denuncia al Giudice Unico Regionale ammenda di 100 alla Societ organizzatrice

1.31
Effettuazione della gara in mancanza della scorta della
Polizia Stradale o di quella Tecnica:
annullamento della gara NOTA ESPLICATIVA
ammenda di 260 e denuncia alla Procura Federale del
Direttore di Corsa che ha permesso lo svolgimento La denuncia dellinfrazione di cui al numero 1.1, 1.2, 1.3,
1.4, di competenza della S.T.R. Settore Strada.
1.32 Salvo ladozione dei necessari provvedimenti di competen-
Mancata o ritardata presenza del Direttore Sportivo o di za da parte del Direttore di Corsa e della Giuria nei casi
componente il Consiglio Direttivo societario alla riunione di infrazione che possano mettere a rischio lincolumit
dei Direttori Sportivi: dei corridori, delle persone al seguito della corsa e degli
ammenda di 50 alla rispettiva societ ed esclusione spettatori, oltre al risultato tecnico della corsa, attribuita
dal primo sorteggio delle vetture al seguito alla competenza del G.S.R., oltre ladozione della sanzione
dellammenda, la denunzia delle infrazioni stesse al Pro-
1.33 curatore Federale per i rispettivi provvedimenti di compe-
Mancato rispetto delle disposizioni delle normativa federa- tenza.

36 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

ALLEGATO 4

PROSPETTO INFRAZIONI E SANZIONI


PER FATTI DI CORSA

PER LE GARE IN LINEA ED A TAPPE ISCRITTE NEL CALENDARIO


INTERNAZIONALE / NAZIONALE

Categorie Elite/Under 23 (cl. 1.2, 2.2 ME, MU, Ncup cl. 1.12, 2.12, 1.13, 2.13), Juniores (cl., 1.1, 2.1, MJ, Ncup cl.
1.14, 2.14), Donne Elite( cl. CDM, 1.1, 2.1, 1.2, 2.2 WE cl. 1.15, 2.15), Donne Juniores (cl. 1.1, 2.1 WJ cl.1.16-2.16)

(espresse in Franchi Svizzeri)


Riservato alla competenza del Collegio di Giuria

DISCIPLINA GARE

1 Mancata firma del foglio di partenza Corridore: Espulsione e 30


2 Biciclette
2.1 Presentarsi alla partenza di una gara partenza vietata
o di una tappa con una bicicletta non
conforme
2.2 Utilizzare in corsa una bicicletta non espulsione o squalifica
conforme
3 Abbigliamento
3.1 Uso di elementi non essenziali partenza vietata
(art.1.3.033)
3.2 Presentarsi alla partenza senza casco
obbligatorio partenza vietata
3.3 Togliersi il casco obbligatorio in corsa espulsione e 50
3.4 Mancato utilizzo del casco nelle fasi che 1 infrazione Ammonizione
precedono o seguono immediatamente 2 infrazione - Fino a due settimane di sospensione
la gara, in particolare quando latleta
si muove in bicicletta e veste la maglia
di gara con applicato il numero
4 Numero dorsale, alla spalla, placca Corridore
della bicicletta o del telaio modificato
o posizio-nato in modo non regola-
mentare
4.1 Corsa di un giorno Corridore:30
4.2 Corsa a tappe 1 infrazione: 30
2 infrazione: 50
3 infrazione: espulsione

5 Numero didentificazione in-visibile o


non riconoscibile
Corsa di un giorno Corridore: 50

Il mondo del cIclIsmo > 37


FCI > Regolamento tecnico Strada

Corsa a tappe 1infrazione: 30


2 infrazione: 50
3 infrazione: espulsione
6 Mancata riconsegna del dorsale Corridore: 50
dopo il ritiro
7 Presa o consegna irregolare di un Corridore: 30
capo di abbigliamento Direttore Sportivo/
Direttore di squadra: 100
8 Aiuto irregolare ad un corridore di per ogni Corridore coinvolto:
altra squadra
8.1 corsa di un giorno espulsione e 100
8.2 corsa a tappe 100 per infrazione e
rispettivamente 2 - 5 - 10 di penalizzazione ed espulsione alla
4 infrazione

altri tesserati: 50
9 Lancio allamericana per ogni Corridore coinvolto:

9.1 Fra compagni di squadra 100

9.1.1 corsa di un giorno in caso di infrazione nellultimo km.: 100 e


declassamento allultimo posto del loro gruppo

9.1.2 corsa a tappe 100 e 10 per infrazione;


in caso di infrazione nellultimo km. della tappa:
100 e 30 e
declassamento allultimo posto del loro gruppo

9.2 Fra NON compagni di squadra per ogni Corridore coinvolto:

9.2.1 corsa di un giorno espulsione e 100

9.2.2 corsa a tappe 100 e 1;


in caso di infrazione nellultima tappa, o in caso di 2 infrazione:
espulsione

10 Sprint
10.1 Deviare dalla traiettoria scel-
ta creando pericolo per gli altri
corridori
10.1.1 corsa di un giorno Squalifica e 100

10.1.2 corsa a tappe 1 infrazione: 100,


declassamento allultimo posto del proprio gruppo
e 30 di penalizzazione
in classifica generale.

2 infrazione: 100,
declassamento allultimo posto della tappa
e un 1 di penalizzazione
in classifica generale.

3 infrazione: 200 ed espulsione

38 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

10.2 sprint irregolare


10.2.1 corsa di un giorno 100
e declassamento allultimo posto del proprio gruppo
10.2.2 corsa a tappe 1 infrazione: 50
e declassamento allultimo posto del proprio gruppo;
2 infrazione: 100
e declassamento allultimo posto della tappa;
3 infrazione: 200 ed espulsione

Inoltre, il Collegio di Giuria pu, nei casi particolarmente gravi, pronunciare lespulsione ed
unammenda di 200 alla prima infrazione.
10.3 Presa della maglia
10.3.1 corsa di un giorno Corridore: 50
10.3.2 corsa a tappe 50 e 10 per infrazione
10.3.3 ultimo km. di una corsa 100 e squalifica
10.3.4 ultimo km. di una tappa 1 infrazione: 100 e 20
2 infrazione: 100 ed espulsione

11 Spinta
11.1 slancio da vettura, moto, cor- Corridore
ridore
11.1.1 corsa di un giorno 30 per infrazione
11.1.2 corsa a tappe
30 e 10 per infrazione

11.2 slancio fra compagni di squa- per ogni Corridore coinvolto:


dra
11.2.1 corsa di un giorno 30 per infrazione
11.2.2 corsa a tappe 30 e 10 per infrazione

11.3 spinta data a corridore di altra al Corridore che effettua la spinta:


squadra
11.3.1 corsa di un giorno 50 ed espulsione

11.3.2 50 e 10
Espulsione in caso di infrazione commessa nellultima tappa o in caso di
corsa a tappe 2 infrazione
altri tesserati: 200

11.4 spinta da uno spettatore Corridore: ammonizione


12 Ostruzione volontaria nei con-
fronti di un corridore o di un Corridore
veicolo di una squadra
12.1 50 ed espulsione
corsa di un giorno

Il mondo del cIclIsmo > 39


FCI > Regolamento tecnico Strada

12.2 1 infrazione 50 e 10;


2 infrazione 50 ed espulsione;
In caso di infrazione nellultimo km. di una tappa:
100 e 30 e declassamento allultimo posto della tappa
corsa a tappe In caso di infrazione nellultima tappa ed in caso di infrazione nei con-
fronti di un Corridore classificato
fra i primi 10 di una classifica:
100 ed espulsione
altri tesserati: 200
13 Aiuto non autorizzato du-rante
un arrivo in circuito ai Corridori coinvolti:

13.1 corsa di un giorno 100 ed espulsione


13.2
100 e declassamento allultimo posto della tappa.
corsa a tappe 100 e espulsione in caso di infrazione durante lultima tappa
o in caso di 2 infrazione

14 Deviazione volontaria dal per-


corso, tentativo di farsi classi-
ficare senza aver completato
in bicicletta tutto il percorso, Corridore: 100 ed espulsione
ripresa della corsa dopo essere
salito su di un veicolo o su una
moto
15 Deviazione involontaria dal Cronometro: 20 di penalit.
percorso che comporti un van- Gara a tappe: declassamento allultima posizione del gruppo
taggio Gara di un giorno: espulsione
16 Superamento di un passaggio espulsione
a livello chiuso
17 Frode, tentativo di frode, collu-
sione fra corridori di squadre di- Per Corridore coinvolto:
verse
17.1 corsa di un giorno 100, espulsione e denuncia agli organi di giustizia
17.2
100 e 10ed espulsione in caso di infrazione durante lultima tappa o in
caso di 2 infrazione
corsa a tappe Ogni altro tesserato, autore, partecipante o complice:
100 ed espulsione
e denuncia agli organi di giustizia

Corridore: 100 ed espulsione


18
Direttore Sportivo/Responsabile della squadra:
Corridore attaccato al veicolo del 100 ed espulsione
suo gruppo sportivo/squadra:
Squadra: esclusione del veicolo fino alla fine della corsa senza facolt di
sostituzione
Corridore:100 ed espulsione
Altri tesserati alla guida:
Corridore attaccato ad altro vei- 100 ed espulsione
colo a motore:
Se il veicolo di unaltra squadra: espulsione del Direttore Sportivo re-
sponsabile di questa ed esclusione del veicolo fino alla fine della corsa
senza facolt di sostituzione
19 Riparo o scia dietro ad un veicolo
19.1 Momentaneo Corridore: ammonizione

40 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

19.2 Prolungato
19.2.1
30 ed espulsione in caso di mancato rispetto
della 1 ammonizione
corsa di un giorno
Altro tesserato responsabile del veicolo:
100
19.2.2 50 e 20 per infrazione
corsa a tappe Altro tesserato responsabile del veicolo:100

20 Riparazione od assisten-za medi-


ca irregolare
20.1 Corridore: 30
corsa di un giorno se compiuta negli ultimi 20 km.:
espulsione e 50
20.2 1 infrazione: ammonizione
2 infrazione: 20

Infrazioni seguenti: 100


corsa a tappe se compiuta negli ultimi 20 km. della corsa;
50 e declassamento allultimo posto del proprio gruppo ed 1 di penaliz-
zazione in classifica generale.

altri tesserati:
100
21 Direttore Sportivo:
Accompagnatore esposto da fuo-
ri del veicolo o che tenga esposto 1 infrazione: 200
del materiale fuori del veicolo
2 infrazione: 500

22 Moto che trasporti mate-riale Pilota:


di assistenza diverso dalle
ruote 100 ed espulsione
23 Rifornimento non autorizzato
23.1 Corridore nei primi 50 km.: 50
corsa di un giorno Corridore: negli ultimi 20 km.: 150
altri tesserati: 150

23.2 Corridore: nei primi 50 km. della tappa: 50


Corridore: negli ultimi 20 km. della tappa: 50 e
Corse a tappe 20 per infrazione;
150 alla 3 infrazione;
altri tesserati: 150

24 Corridore
20 per infrazione
Rifornimento irregolare
altri tesserati
50 per infrazione
25 Infrazione alle disposizio-ni re- Conducente:
golamentari concer-nenti la cir-
colazione dei veicoli durante la
corsa 100

Il mondo del cIclIsmo > 41


FCI > Regolamento tecnico Strada

26 Corridore: 20
Ostruzione al passaggio di una
vettura ufficiale altri tesserati: 50
27 Abbandono durante la corsa di un Direttore Sportivo:
commissario ospitato da una vet-
tura di un GS, di una Federazio-
ne o di un club 200

28 Corridori:da 20 a 100
Mancato rispetto alle dis-posizio-
ni della direzione di prova o dei
commissa-ri altri tesserati: da 50 a 200

28.1 Non rispetto delle istruzioni ri-


guardanti le auto:
retrocessione del veicolo allultimo posto
Prove di un giorno per tutta la durata della gara
retrocessione del veicolo allultimo posto
Prove a tappe per quella tappa, e poi per altre tappe, da 1 a 3, secondo la gravit dellin-
frazione.
29 Ingiurie, minacce, com-porta- tutti i tesserati:
mento scorretto da 50 a 200
30 Vie di fatto
30.1
100 per infrazione ed 1 di penalizzazione per infrazioni commesse nelle
Fra corridori gare a tappe.
Espulsione per aggressione particolarmente grave

30.2 Corridore: 100 ed espulsione


Nei confronti di qualsiasi altra
persona altri tesserati: 1.000

31
Furto di derrate, bevande ed ogni
altra merce du-rante una corsa Tutti i tesserati: 300

32 Uso di un recipiente in vetro Tutti i tesserati: 30

33 Lancio irregolare o pericoloso Tutti i tesserati:30


di un oggetto. Altra infrazione durante la stessa corsa: da 30 a 120
(La sanzione viene applicata alla squadra se il corridore non pu essere
Lancio di un oggetto tra il identificato individualmente).
pubblico
34
Lancio di un oggetto in vetro Tutti i tesserati:50 ed espulsione

35 Ripassare sulla linea di arrivo Corridori: ammonizione


nel senso della corsa portando
il numero dorsale
36 Mancata partecipazione alla
cerimonia protocollare
tutte le gare Corridori: 100 e confisca dei premi
37 Uso di un telefono cellulare in Corridori: 50
corsa

42 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

37bis Aiuto meccanico, rifornimento 1^ infrazione: Direttore Sportivo: da 20 a 100;


e comportamento di un diret- 2^ infrazione durante la stessa tappa o prova:
tore sportivo che porta danno prova di un giorno:retrocessione del veicolo allultimo posto per
allimmagine del ciclismo tutta la gara:
prova a tappe: retrocessione del veicolo allultimo posto della tappa;
3^ infrazione durante la stessa tappa o prova:
Direttore Sportivo: espulsione della gara;
Squadra: esclusione del veicolo fino alla fine della prova senza fa-
colt di sostituzione;
CORSE A TAPPE SU STRADA
38 Non indossare la maglia od il Corridori: partenza vietata od espulsione e 50
body da leader
39 Manifestazione o com-porta-
mento organizzato per evitare Corridori: da 50 a 200
di essere eliminato
GARE A CRONOMETRO INDIVIDUALI SU STRADA
40 Mancato rispetto delle distanze e
degli scarti Corridori:30
previsti per i corridori
40.1 Presa di scia 30 e penalit in tempo secondo la tabella allarticolo 12.1.041

41 Mancato rispetto della distanza di Direttori sportivi: 100


10 metri da
parte della vettura al seguito
Corridori: 20 di penalizzazione
42 Infrazione alle disposizio-ni relati- Direttori sportivi:100
ve ai percorsi ed al riscaldamento Corridori: 30
Organizzatori:150
GARE A CRONOMETRO A SQUADRE SU STRADA
43 Mancato rispetto delle distanze e
degli scarti Ogni Corridore: 30
previsti per i corridori
43.1 Presa di scia Ogni Corridore:30
e penalit in tempo secondo la tabella allarticolo 12.1.041

44 Spinta fra corridori della stessa


squadra
44.1 corsa di un giorno
espulsione della squadra dalla corsa e 50per ogni Corridore coin-
volto

44.2 corsa a tappe 1 di penalizzazione nella classifica di tappa per ogni Corridore
della squadra e 50 per ogni corridore coinvolto.

45 Mancato rispetto della distanza di


10 metri da Direttori sportivi: 100
parte della vettura al seguito Corridori: 20 di penalizzazione

46 Infrazione alle disposizio-ni relati- Direttori sportivi: 100;


ve ai percorsi ed al riscaldamento Corridori: 30;
Organizzatori: 150

Il mondo del cIclIsmo > 43


FCI > Regolamento tecnico Strada

ALLEGATO 5

PROSPETTO INFRAZIONI E SANZIONI PER FATTI DI CORSA


PER LE GARE ISCRITTE NEL CALENDARIO REGIONALE,
COMPRESE LE PROVE DI CAMPIONATO NAZIONALE

dalla classe 19 alla classe 23

Riservato alla competenza del Collegio di Giuria e/o del Giudice Sportivo

Categorie di corridori: JUNIORES, UNDER - 1^ 2^ infrazione: 20 per infrazione


23, ELITE (Maschili e Femminili) E - 3^ infrazione: espulsione dalla corsa o esclusione
TESSERATI dallordine di arrivo anche quando linfrazione si verifi-
ca nellultimo chilometro.
2.1 - Traino con qualsiasi mezzo
- Corridore: Espulsione dalla corsa o esclusione dallordi- 2.8 - Spinta data o ricevuta da concorrente ritirato che si
ne di arrivo e fino ad un mese di sospensione. inframmette nella corsa.
- Direttore Sportivo o Responsabile della Societ: 120 - Espulsione dalla corsa e esclusione dallordine di arrivo, e un
di ammenda ed espulsione della corsa senza possibilit di mese di sospensione ad entrambi i colpevoli.
sostituzione.
- Direttore Sportivo o Responsabile di altra Societ o al- 2.9 - Appoggio o slancio da mezzi motorizzati
tro tesserato: 120 di ammenda ed espulsione dalla corsa - 1^ 2^ infrazione: 20 per infrazione
senza possibilit di sostituzione. - 3^ infrazione: espulsione dalla corsa e/o esclusione
dallordine di arrivo e fino a 2 settimane di sospensione.
2.2 - Allontanamento volontario dal percorso di gara tra-
endone vantaggio - tentativo di farsi classificare senza aver 2.10 - Sfruttamento della scia di mezzo motorizzato per
compiuto lintero percorso in bicicletta. tratto superiore a m. 100 o ripetuto per tratti minori.
- Espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo e un - Corridore: espulsione dalla corsa e esclusione dallordine di
mese di sospensione. arrivo e fino a due settimane di sospensione.
- Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: ammenda di
2.3 - Allontanamento involontario dal percorso di gara tra- 120.
endone vantaggio.
- Espulsione dalla corsa ed esclusione dallordine di arrivo. 2.11 - Sfruttamento della scia per breve tratto (inferiore a
100 metri)
2.4 - Spinte da persone a bordo di mezzi motorizzati. - Una settimana di sospensione
- Corridore: Espulsione dalla corsa o esclusione dallordi- - Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: ammenda di
ne di arrivo e fino a un mese di sospensione. 60=
- Direttore Sportivo o Responsabile della Societ: 120
di ammenda ed espulsione della corsa senza possibilit di 2.12 - Inosservanza alle disposizioni della Giuria, del
sostituzione. Direttore di Corsa, concernenti anche la circolazione
- Direttore Sportivo o Responsabile di altra Societ o al- dei veicoli in corsa, compresa la eventuale deviazione
tro tesserato: 120 di ammenda ed espulsione dalla corsa allultimo km.
senza possibilit di sostituzione. - Corridore: fino a due settimane di sospensione
- Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: 1.a infrazione
2.5 - Spinte a catena preordinate. 80 - 2.a infrazione 100 - 3.a infrazione espulsione dalla corsa.
- espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo e Se linfrazione avviene negli ultimi 10 km di corsa, una set-
fino a un mese di sospensione. timana di sospensione al Direttore Sportivo o Dirigente tes-
serato.
2.6 - Spinte prolungate e/o ripetute da persone appiedate.
- Una settimana di sospensione 2.13 - Azione scorretta ai danni di concorrenti in gara
- Sospensione fino ad un mese. In casi gravi espulsione dalla
2.7 - Spinta data o ricevuta fra concorrenti (per entram- gara e esclusione dallordine di arrivo e sospensione fino a due
bi i colpevoli) anche della stessa squadra. mesi.

44 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

2.14 - Azione scorretta a danno di concorrenti durante la 2.25 - Attraversamento di un passaggio a livello chiuso.
volata per traguardi intermedi. - Espulsione dalla corsa e esclusione dallordine di arrivo e
- Retrocessione nellordine di arrivo del traguardo intermedio due settimane di sospensione.
e fino a due settimane di sospensione.
2.26 - Applicazione dei numeri in posizione diversa da
2.15 - Azione scorretta a danno di concorrenti durante la quella stabilita dagli organizzatori e dalla Giuria o altera-
volata per il traguardo finale e nellultimo km (deviazione zione delle dimensioni dei numeri stessi.
dalla linea scelta). - Divieto di partenza finch i numeri non siano regolarizzati
- Retrocessione allultimo posto del gruppo di apparte-
nenza e fino a due settimane di sospensione. 2.27 Partecipazione alla gara come al punto precedente o
con numero non identificabile
2.16 - Rifornimento non consentito. - Ammenda 50.
- 1a e 2a infrazione: ammenda di 30. 3^ infrazione: una set-
timana di sospensione 2.28 - Irregolarit del rapporto riscontrata al controllo
Se una infrazione avviene negli ultimi 10 km. ammenda prima della gara.
di 120 - Divieto di partenza.

2.17 - Rifornimento non autorizzato di corridori anche da 2.29 - Partecipazione a gara con rapporto irregolare.
mezzi in movimento. - Esclusione dallordine di arrivo e un mese di sospensione.
- Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: ammenda di
80 ad ogni infrazione. 2.30 - Ritardata presentazione alle operazioni di partenza
nelle gare su strada.
2.18 - Uso di recipienti di vetro in corsa. - Ammenda al corridore: 30.
- 1^ infrazione: ammenda di 80 2^ infrazione: due setti-
mane di sospensione 2.31 - Abbigliamento di gara non conforme.
- Divieto di partenza o espulsione dalla corsa.
2.19 - Lancio di recipienti di vetro.
- Espulsione dalla gara o esclusione dallordine di arrivo, de- 2.32 - Presentarsi alla partenza senza indossare la maglia
nuncia allorgano omologante di Campione Mondiale, Italiano, Europeo della propria
categoria.
2.20 - Cambio di ruota o bicicletta non consentito. - Divieto di partenza finch non sia stato regolarizzato lab-
- Espulsione dalla corsa e esclusione dallordine di arrivo e bigliamento.
due settimane di sospensione. - Se effettuato fra concorrenti,
il provvedimento si applica ad entrambi. 2.33 Partecipare a gare senza indossare le maglie di
Campione Mondiale, Italiano, Europeo, Regionale:
2.21 - Cambio di ruota o di bicicletta in modo non regola- - Mondiale Italiano Europeo - ammenda 100
mentare. - Regionale ammenda 30
- Corridore: una settimana di sospensione
- Societ o altri tesserati: 60 per ogni infrazione. 2.34 - Togliere le mani dal manubrio negli ultimi 200 m. in
caso di arrivo in volata.
2.22 - Mancata firma del foglio di partenza. - Nel caso non vi siano cadute o incidenti allatleta si appli-
- Una settimana di sospensione ca la penalit prevista: retrocessione allultimo posto del
gruppo di appartenenza.
2.23 - Mancanza del casco o casco non regolamentare. - Nel caso in cui tale comportamento abbia causato inci-
- Divieto di partenza. denti o cadute: retrocessione allultimo posto del gruppo
di appartenenza e da una settimana di sospensione ad un
2.24 - Rimozione del casco durante la gara o uso di casco mese.
senza sottogola od in maniera irregolare.
- Espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo e 2.35 - Trasporto con qualsiasi mezzo.
fino a due settimane di sospensione; - Corridore: Espulsione dalla corsa o esclusione dallordi-
ne di arrivo e fino a due mesi di sospensione.
2.24 bis - Mancato utilizzo del casco nelle fasi che prece- - Direttore Sportivo o Responsabile della Societ: 160
dono o seguono immediatamente la gara, in particolare di ammenda ed espulsione della corsa senza possibilit di
quando latleta si muove in bicicletta e veste la maglia di sostituzione.
gara con applicato il numero - Direttore Sportivo o Responsabile di altra Societ o al-
- 1 infrazione - Ammonizione tro tesserato: 160 di ammenda ed espulsione dalla corsa
- 2 infrazione - Fino a due settimane di sospensione senza possibilit di sostituzione.

Il mondo del cIclIsmo > 45


FCI > Regolamento tecnico Strada

2.36 - Tesserato esposto dal veicolo o che tiene pronto ma- 2.49 - Abbandono in corsa di un Giudice ospitato a bordo
teriale fuori dal veicolo. di una vettura tecnica societaria, quando siano previste:
Direttore Sportivo o tesserato alla FCI: - Ammenda 150 al Direttore Sportivo o al Dirigente
1a infrazione 60 2a infrazione 120 tesserato della Societ.
3a infrazione un mese di sospensione.
2.50 - Ingiurie, minacce, comportamento scorretto.
2.37 - Presentarsi alla partenza con bicicletta non confor- - Sospensione da 1 a 3 settimane, o per i fatti di maggior gravi-
me t, denuncia alla Commissione Disciplinare Regionale
- Divieto di partenza. - e denuncia agli organi di giustizia.

2.38 - Utilizzo in corsa di bicicletta non conforme 2.51 - Vie di fatto (Partenza Arrivo)
- Espulsione o esclusione ordine di arrivo ed una settimana di - Fra corridori: esclusione dallordine di arrivo nei casi parti-
sospensione colarmente gravi e fino a un mese di sospensione.
- Verso ogni altra persona (corridore o altro tesserato):
2.39 - Utilizzo di elementi non essenziali della bicicletta Espulsione nei casi gravi fino a 30 giorni di sospensione.
- Divieto di partenza.

2.40 - Presa o consegna di indumenti od oggetti in maniera 2.52 bis - Utilizzo dove vietato - di qualsiasi apparecchia-
non regolare tura ricetrasmittente e/o produttrice/riproduttrice di suo-
- Ammenda al Direttore Sportivo o Dirigente tesserato della ni e/o immagini, munita o non di auricolari e/o cuffie
Societ di 60 ad ogni infrazione. Corridore: divieto di partenza oppure espulsione
dalla corsa oppure esclusione dallordine di arrivo
2.41 - Aiuto irregolare a corridore di altra squadra. Societ di appartenenza: ammenda 260 per atleta
- corridore interessato: espulsione o esclusione
- per ogni altro tesserato ammenda di 60

2.42 - Slancio in volata.


- Fra compagni di squadra: infrazione allultimo chilometro GARE A CRONOMETRO
retrocessione allultimo posto del gruppo.
- Fra corridori di squadre diverse: esclusione ordine di arrivo.
2.53 - Sfruttamento della scia di altro corridore se
2.43 Mancata partecipazione alla gara dopo il riti- lintervallo inferiore a metri 25.
ro del numero, senza darne comunicazione al Presi- Penalizzazione nella misura indicata dal prospetto allegato nel
dente di Giuria R.T. (allegato 9)
- due settimane di sospensione e ammenda di 100
2.54 - Affiancamento di vettura
2.44 - Ostruzione volontaria di un corridore o vettura di - Corridore: - 10 di penalizzazione per ogni infrazione
un Direttore Sportivo. - Societ: - 1a infrazione 30 - ogni succes-
- Espulsione. siva 60

2.45 - Aiuto non consentito in un arrivo in circuito. 2.55 - Infrazioni alle disposizioni relative ai percorsi
- Espulsione o esclusione. ed al riscaldamento:
- Direttore Sportivo o Dirigente Tesserato della
2.46 - Frode, tentativo di frode, collusione tra corridori di Societ:ammenda di 60
squadre diverse.
- Espulsione o esclusione per ogni corridore coinvolto. 2.56 - Gare a cronometro a coppie o squadre
- e denuncia agli organi di giustizia. a) squadra che parte prima di essere schierata al completo: 5
di penalizzazione
2.47 - Riparazione meccanica o assistenza medica irrego- b) scia tra corridori: penalizzazione secondo prospetto alle-
lare. gato
- Negli ultimi 10 km: 1a infrazione: 60 - 2a infrazione: espul- c) spinta fra corridori della stessa squadra: espulsione della
sione dalla corsa squadra

2.48 - Rifiuto di ospitare a bordo Giudice di gara quando


sia stabilito su vettura tecnica-societaria
- Divieto di partenza e ammenda di 120=

46 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

ALLEGATO 6

PROSPETTO INFRAZIONI E SANZIONI PER FATTI DI CORSA


PER LE GARE ISCRITTE NEL CALENDARIO REGIONALE,
COMPRESE LE PROVE DI CAMPIONATO NAZIONALE

gare per le categorie esordienti ed allievi, maschili e femminili (e tesserati)

Riservato alla competenza del Collegio di Giuria e/o del Giudice Sportivo

Categorie di corridori: ESORDIENTI i colpevoli) anche della stessa squadra, traendone van-
e ALLIEVI (Maschili e Femminili) E taggio
TESSERATI. - 1 infrazione: una settimana di sospensione
- 2.a infrazione espulsione dalla corsa o esclusione
3.1 - Traino con qualsiasi mezzo. dallordine di arrivo e fino a due settimane di so-
- Corridore: Espulsione dalla corsa o esclusione dallor- spensione..
dine di arrivo e fino ad un mese di sospensione. Quando linfrazione si verifica nellultimo chilometro i col-
- Direttore Sportivo o Responsabile della Societ: 80 pevoli vengono classificati agli ultimi posti del gruppo di cui
di ammenda ed espulsione della corsa senza possibilit facevano parte.
di sostituzione.
- Direttore Sportivo o Responsabile di altra Societ o al- 3.8 - Spinta data o ricevuta da concorrente ritirato che si
tro tesserato: 80 di ammenda ed espulsione dalla corsa inframmette nella corsa.
senza possibilit di sostituzione - Espulsione dalla corsa e esclusione dallordine di
arrivo e fino a un mese di sospensione ad entrambi
i colpevoli.
3.2 - Allontanamento volontario dal percorso di gara tra-
endone vantaggio - tentativo di farsi classificare senza 3.9 - Appoggio o slancio da mezzi motorizzati o da con-
aver compiuto lintero percorso in bicicletta. correnti, traendone vantaggio
- Espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo e - 1.a infrazione: espulsione dalla corsa o esclusione
fino a un mese di sospensione. dallordine di arrivo e una settimana di sospen-
sione.
3.3 - Allontanamento involontario dal percorso di gara - 2.a infrazione espulsione dalla corsa o esclusione
traendone vantaggio. dallordine di arrivo e due settimane di sospensio-
- Espulsione dalla corsa ed esclusione dallordine di arrivo. ne.

3.4 - Spinte da persone a bordo di mezzi motorizzati. 3.10 - Sfruttamento della scia di mezzo motorizzato per
- Corridore: Espulsione dalla corsa o esclusione dallor- tratto superiore a m. 100 o ripetuto per tratti minori.
dine di arrivo e fino ad un mese di sospensione. - Corridore: espulsione dalla corsa e esclusione dallordine
- Direttore Sportivo o Responsabile della Societ: 80 di arrivo e fino a due settimane di sospensione.
di ammenda ed espulsione della corsa senza possibilit - Direttore sportivo o Dirigente della Societ: ammenda
di sostituzione. di 50
- Direttore Sportivo o Responsabile di altra Societ o al-
tro tesserato: 80 di ammenda ed espulsione dalla corsa 3.11 - Sfruttamento della scia per breve tratto (inferiore a
senza possibilit di sostituzione 100 metri) traendone vantaggio
- 1 settimana di sospensione
3.5 - Spinte a catena preordinate. - Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: ammenda
- espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo di 50
fino a due settimane di sospensione.
3.12 Inosservanza alle disposizioni della giuria, del
3.6 - Spinte prolungate e/o ripetute da persone appiedate. direttore di corsa, concernenti anche la circolazione
- Una settimana di sospensione dei veicoli in corsa.
- Corridore: sospensione fino a 2 settimane.
3.7 - Spinta data o ricevuta fra concorrenti (per entrambi - Direttore sportivo o Dirigente della Societ: ammenda

Il mondo del cIclIsmo > 47


FCI > Regolamento tecnico Strada

60. 3.23 bis - Mancato utilizzo del casco nelle fasi che prece-
Se linfrazione avviene negli ultimi 10 km di corsa, una set- dono o seguono immediatamente la gara, in particolare
timana di sospensione al Direttore Sportivo o Dirigente tes- quando latleta si muove in bicicletta e veste la maglia di
serato. gara con applicato il numero
- 1 infrazione - Ammonizione
3.13 - Azione scorretta ai danni di concorrenti in gara - 2 infrazione - Fino a due settimane di sospensione
- Sospensione fino ad un mese. In casi gravi espulsione dalla
gara e esclusione dallordine di arrivo e sospensione fino a 3.24 - Rimozione del casco durante la gara o uso di casco
due mesi. senza sottogola od in maniera irregolare.
- Espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo e
3.14 - Azione scorretta a danno di concorrenti durante la due settimane di sospensione.
volata per traguardi intermedi.
- Retrocessione nellordine di arrivo del traguardo interme- 3.25 - Attraversamento di un passaggio a livello chiuso.
dio e da una settimana a due settimane di sospensione. - Espulsione dalla corsa o esclusione dallordine di arrivo e
due settimane di sospensione.
3.15 - Azione scorretta a danno di concorrenti durante la
volata per il traguardo finale e nellultimo km 3.26 - Applicazione dei numeri in posizione diversa da
Volata irregolare: quella stabilita dagli organizzatori e dalla giuria o altera-
- Retrocessione allultimo posto del gruppo di apparte- zione delle dimensioni dei numeri stessi.
nenza e due settimane di sospensione. - Divieto di partenza finch i numeri non siano regolarizzati.
Deviazione dalla linea scelta mettendo in pericolo
gli altri concorrenti: 3.27 Partecipazione alla gara come al punto precedente o
- Esclusione dallordine di arrivo con numero/i non identificabili
- Una settimana di sospensione.
3.16 - Rifornimento non consentito
- Corridore: una settimana di sospensione; se linfrazione 3.28 - Irregolarit del rapporto riscontrata al controllo
avviene negli ultimi 10 km., due settimane di sospensione prima della gara.
- Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: am- - Divieto di partenza.
menda 60.
3.29 - Partecipazione a gara con rapporto irregolare.
3.17 - Rifornimento non autorizzato. - Esclusione dallordine di arrivo e un mese di sospensione.
- nei primi 40 km. e negli ultimi 10: una settimana di so-
spensione 3.30 - Ritardata presentazione alle operazioni di parten-
za nelle gare su strada.
3.18 - Uso di recipienti di vetro in corsa. - Una settimana di sospensione.
- due settimane di sospensione
3.31 - Abbigliamento di gara non conforme.
3.19 - Lancio di recipienti di vetro. - Divieto di partenza o espulsione dalla corsa.
- espulsione dalla gara e denuncia allorgano omologante.
3.32 - Presentarsi alla partenza senza indossare la maglia
3.20 - Cambio di ruota o bicicletta non consentito, anche di Campione Italiano della propria categoria.
fra concorrenti. - Divieto di partenza finch non sia stato regolarizzato lab-
- Espulsione dalla corsa e esclusione dallordine di ar- bigliamento.
rivo. Se effettuato fra concorrenti, il provvedimento si
applica ad entrambi. 3.33 - Partecipare a gare senza indossare le maglie di
Campione italiano e regionale:
3.21 - Cambio di ruota o di bicicletta in modo non rego- - Campione italiano - Due settimane di sospensione
lamentare. - Campione regionale Ammenda 30
- Corridore: una settimana di sospensione
- Societ o altri tesserati: 30. 3.34 - Togliere le mani dal manubrio negli ultimi 200 m.
in caso di arrivo in volata.
3.22 - Mancata firma del foglio di partenza. - Nel caso non vi siano cadute o incidenti allatleta si ap-
- Una settimana di sospensione plica la penalit prevista: retrocessione allultimo posto
del gruppo di appartenenza. Nel caso in cui tale compor-
3.23 - Mancanza del casco o casco non regolamentare. tamento abbia causato incidenti o cadute: retrocessione
- Divieto di partenza. allultimo posto del gruppo di appartenenza e sospensio-
ne da una settimana ad un mese.

48 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

lare, traendone vantaggio.


3.35 - Trasporto con qualsiasi mezzo. - una settimana di sospensione
- Corridore: Espulsione dalla corsa o esclusione dallor-
dine di arrivo e fino a due mesi di sospensione. 3.47 - Rifiuto di ospitare a bordo Giudice di gara quando
- Direttore Sportivo o Responsabile della Societ: 120 sia stabilito su vettura tecnica-societaria
di ammenda ed espulsione della corsa senza possibilit di - Divieto di partenza e ammenda di 120
sostituzione.
- Direttore Sportivo o Responsabile di altra Societ o al- 3.48 - Abbandono in corsa di un Giudice ospitato a bordo di
tro tesserato: 120 di ammenda ed espulsione dalla cor- una vettura tecnica societaria, quando siano previste:
sa senza possibilit di sostituzione - Ammenda di 120 al Direttore Sportivo o Dirigente
della Societ.
3.36 - Tesserato esposto dal veicolo o che tiene pronto ma-
teriale fuori dal veicolo 3.49 - Ingiurie, minacce, comportamento scorretto.
- Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: ammenda - Sospensione 2 settimane o, per fatti di maggior gravit, de-
60 nuncia alla C.D. Regionale

3.37 - Presentarsi alla partenza con bicicletta non con- 3.50 - Vie di fatto (Partenza Arrivo)
forme - Fra corridori: esclusione dallordine di arrivo per tutti i cor-
- Divieto di partenza. ridori coinvolti.
- Verso ogni altra persona (corridore o altro tesserato):
3.38 - Utilizzo in corsa di bicicletta non conforme espulsione e sospensione fino a un mese
- Espulsione o esclusione ordine di arrivo ed una settimana
di sospensione 3.50 bis -Utilizzo qualsiasi apparecchiatura ricetrasmit-
tente e/o produttrice/riproduttrice di suoni e/o immagini,
3.39 - Utilizzo di elementi non essenziali della bicicletta munita o non di auricolari e/o cuffie.
- Divieto di partenza. Corridore: divieto di partenza oppure espul-
sione dalla corsa oppure esclusione dallordine
3.40 - Presa o consegna di indumenti od oggetti in manie- di arrivo
ra non regolare Societ di appartenenza: ammenda 150 per
- Ammenda al direttore sportivo o dirigente tesserato della atleta
societ di 60 per ogni infrazione

3.41 - Aiuto irregolare a corridore di altra squadra.


- Ad ogni corridore interessato espulsione o esclusione GARE A CRONOMETRO
- Direttore Sportivo o Dirigente della Societ: ammenda
60. 3.51 - Sfruttamento della scia di altro corridore se linter-
vallo inferiore a metri 25.
3.42 - Slancio in volata. - Penalizzazione in tempo
- Fra compagni di squadra: retrocessione allultimo posto del
gruppo per entrambi i concorrenti. 3.52 - Mancato rispetto delle distanza di 10 mt. da parte
- Fra corridori di squadre diverse: retrocessione allultimo del veicolo al seguito
posto del gruppo per entrambi i concorrenti e una settimana - Corridore: penalizzazione in tempo
di sospensione - Direttore Sportivo o Dirigente tesserato della Societ: am-
menda di 52
3.43 - Ostruzione volontaria di un corridore o vettura di
un Direttore Sportivo. 3.53 - Infrazioni alle disposizioni relative ai percorsi
- una settimana di sospensione ed al riscaldamento:
- Direttore Sportivo o Dirigente tesserato della Societ: am-
3.44 - Aiuto non consentito in un arrivo in circuito. menda di 52
- Espulsione o esclusione.
3.54 - Gare a cronometro a coppie o squadre
3.45 - Frode, tentativo di frode, collusione tra corridori di d) squadra che parte prima di essere completamente schie-
squadre diverse. rata: 5 di penalizzazione
- Espulsione o esclusione per ogni corridore coinvolto e so- e) scia tra squadre o corridori delle stesse: penalizzazione
spensione fino a 4 settimane. secondo prospetto:allegato
f) spinta fra corridori della stessa squadra: espulsione della
3.46 - Riparazione meccanica o assistenza medica irrego- squadra

Il mondo del cIclIsmo > 49


FCI > Regolamento tecnico Strada

ALLEGATO 7

Prospetto per il calcolo del punteggio ai fini della determinazione del premio di
addestramento e di valorizzazione tecnica

1 STRADA
Codice Classificazione e Specialit Piazzamento Nota

1 2 3 4 5

1.1 Gare calendario REGIONALE

1.1.1 In linea o criterium ed a cronometro individuale 5 4 3 2 1 =

1.1.2 Cronometro a coppie od a squadre 5 4 3 2 1 A

1.1.3 Gare a frazioni:

1^ gara 5 4 3 2 1 =

2^ gara 5 4 3 2 1 =

Classifica finale 5 4 3 2 1 =

1.1.4 Tipo pista: per ogni specialit 3 2 1 = = D

1.2 Campionati REGIONALI

1.2.1 In linea ed a cronometro individuale 10 8 6 4 2 =

1.2.2 Cronometro a coppie od a squadre 10 8 6 4 2 A

1.3 Gare calendario NAZIONALE

1.3.1 In linea ed a cronometro individuale 10 8 6 4 2 =

1.3.2 Cronometro a coppie od a squadre 10 8 6 4 2 A

1.3.3 Gare a frazioni:

1^ gara 5 4 3 2 1 =

2^ gara 5 4 3 2 1 =

Classifica finale 10 8 6 4 2 =

1.3.4 Gare a tappe:

Per ogni ordine di arrivo 10 8 6 4 2 =

Classifica finale 12 10 8 6 4 B

1.4 Campionati ITALIANI e di Societ

1.4.1 In linea ed a cronometro individuale 15 12 9 6 3 =

1.4.2 Cronometro a coppie od a squadre 15 12 9 6 3 A

Campionati Militari

1.4.3 In linea ed a cronometro individuale 10 8 6 4 2 =

1.4.4 Cronometro a coppie od a squadre 10 8 6 4 2 A

1.5 Gare calendario INTERNAZIONALE

1.5.1 In linea ed a cronometro individuale 15 12 9 6 3 =

1.5.2 Cronometro a coppie od a squadre 15 12 9 6 3 A

50 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

1.5.3 Gare a frazioni:

1^ gara 5 4 3 2 1 =

2^ gara 5 4 3 2 1 =

Classifica finale 10 8 6 4 2 =

1.5.4 Gare a tappe:

Per ogni ordine di arrivo 15 12 9 6 3 =

Classifica finale 20 16 12 8 4 B

1.5.5 Gare a tappe classe 2.5 UCI e Giro dItalia:

Per ogni ordine di arrivo 15 12 9 6 3 =

Classifica finale 25 20 15 10 5 B

1.6 Campionati INTERNAZIONALI

Camp. Europei, Camp. Mondo Militari, Prove Coppa del Mondo, Giochi Mediterraneo

1.6.1 In linea ed a cronometro individuale 20 16 12 8 4 C

Campionati Mondiali, Giochi Olimpici

1.6.2 In linea ed a cronometro individuale 25 20 15 10 5 =

Spiegazioni delle note:


A = punteggio acquisito da ogni concorrente
B = da non moltiplicare per il numero delle singole frazioni o tappe
C = per ogni singola prova di Coppa del Mondo
D = valore punto riferito alla pista e soltanto per le categorie esordienti ed allievi.

2 PISTA
Codice Classificazione e Specialit Piazzamento Nota

1 2 3 4 5

2.1 Gare calendario REGIONALE

2.1.1 Gare individuali 5 4 3 2 1 =

2.1.2 Gare a coppie od a squadre 5 4 3 2 1 A

2.1.3 Gare in pi giorni (3 sere)

Classifica di tappa 5 4 3 2 1 B

Classifica finale 5 4 3 2 1 C

= Gare tipo pista = = = = = =

2.2 Campionati REGIONALI

2.2.1 Gare individuali 8 6 4 2 1 =

2.2.2 Gare a coppie od a squadre 8 6 4 2 1 A

2.3 Gare calendario NAZIONALE

2.3.1 Gare individuali 6 5 4 3 2 =

2.3.2 Gare a coppie od a squadre 6 5 4 3 2 A

2.3.3 Gare in pi giorni (6 giorni, 3 sere)

Classifica di tappa 5 4 3 2 1 B

Classifica finale 8 6 4 2 1 C

Il mondo del cIclIsmo > 51


FCI > Regolamento tecnico Strada

2.4 Campionati ITALIANI

2.4.1 Gare individuali 10 8 6 4 2 =

2.4.2 Gare a coppie od a squadre 10 8 6 4 2 A

Campionati Militari

2.4.3 Gare individuali 6 4 3 2 1 =

2.4.4 Gare a coppie od a squadre 6 4 3 2 1 A

2.5 Gare calendario INTERNAZIONALE

2.5.1 Gare individuali 8 6 4 3 2 =

2.5.2 Gare a coppie od a squadre 8 6 4 3 2 A

2.5.3 Gare in pi giorni (6 giorni)

Classifica di tappa 10 8 6 4 3 B

Classifica finale 10 8 6 4 3 C

2.6 Campionati INTERNAZIONALI

Camp. Europei, Camp. Mondo Militari, Prove Coppa del Mondo, Giochi Mediterraneo

2.6.1 Gare individuali 15 10 8 6 4 D

2.6.2 Gare a coppie od a squadre 15 10 8 6 4 A-D

Campionati Mondiali, Giochi Olimpici

2.6.3 Gare individuali 20 16 12 8 4 =

2.6.4 Gare a coppie od a squadre 20 16 12 8 4 A

Nelle gare OMNIUM il punteggio di valorizzazione viene assegnato esclusivamente alla classifica finale

Spiegazioni delle note:


A = punteggio acquisito da ogni concorrente
B = da non moltiplicare per il numero delle singole prove
C = da non moltiplicare per il numero delle singole frazioni o tappe
D = per ogni singola prova di Coppa del Mondo

3 PUNTI per TITOLI


Codice Titolo Punti Nota
Manifestazioni:
4.1 GIOCHI OLIMPICI 100 A
4.2 CAMPIONATO DEL MONDO 90 A
4.3 PRIMATO MONDIALE U.C.I. 80 A
4.4 COPPA DEL MONDO 70 A-C
4.5 CAMPIONATO EUROPEO 60 A
4.6 GIOCHI DEL MEDITERRANEO 40 A
4.7 CAMPIONATO ITALIANO 30 A
4.8 CAMPIONATO DEL MONDO MILITARI 25 A
4.9 CAMPIONATO ITALIANO MILITARI 15 A
4.10 MAGLIA AZZURRA 20 B
Spiegazioni delle note:
A = punteggio acquisito da ogni concorrente nelle prove a squadre
B = calcolato una sola volta nel corso della stagione agonistica, compresa la eventuale riserva viaggiante, per ognuno
dei settori: STRADA, PISTA, FUORISTRADA
C = vittoria in una delle classifiche finali di Coppa del Mondo
Tali punteggi saranno in aggiunta a quelli previsti dalle precedenti tabelle.

Si rammenta che la stagione agonistica coincide con il periodo


Dal 1 novembre al 31 ottobre successivo

52 > Il mondo del cIclIsmo


Strada Regolamento tecnico > FCI

ALLEGATO 8
Schema gare regionali


Per le gare nazionali ed internazionali, vedi schema carovana Art. 2.3.046 UCI

ALLEGATO 9
TABELLA PENALITA IN TEMPO CORSE A CRONOMETRO
Distanza 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60
in metri
50 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

100 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 3 3 3 3 3 3 4 4 4 4 5 5

150 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 3 3 3 3 3 3 4 4 4 4 4 4 5 5 5 5 5 5 5 6 6

200 2 2 2 2 2 2 3 3 3 3 3 4 4 4 4 4 5 5 5 5 5 5 6 6 6 6 6 6 7 7 7

250 2 2 2 2 3 3 3 3 4 4 4 4 4 4 5 5 5 5 5 6 6 6 6 7 7 7 7 8 8 8 9

300 2 2 3 3 3 3 4 4 4 4 4 5 5 5 6 6 6 7 7 7 7 8 8 8 9 9 9 10 10 11 12

350 3 3 3 3 3 4 4 4 5 5 5 5 6 6 6 7 7 7 7 8 8 8 9 9 10 11 11 12 13 14 15

400 3 3 3 3 4 4 4 5 5 5 5 6 6 7 7 8 8 9 9 9 10 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

450 4 4 4 4 5 5 5 6 6 6 6 7 7 8 8 9 10 11 11 12 12 13 14 15 16 17 18 19 20 22 23

500 4 4 4 5 5 5 6 6 7 7 7 8 8 9 9 10 11 12 12 13 14 15 16 17 18 20 21 22 24 26 28

550 5 5 5 6 6 6 7 7 8 8 8 9 10 10 11 12 13 14 15 16 16 17 18 20 22 24 26 27 29 31 33

600 5 5 6 6 7 7 8 8 9 9 10 11 11 12 12 13 14 15 16 17 19 20 21 23 25 27 29 31 33 35 38

650 6 6 6 7 7 7 8 8 9 10 11 12 12 13 14 15 16 17 18 20 22 24 25 27 29 31 33 35 37 40 43

700 6 6 7 7 8 8 9 9 10 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 23 25 27 29 31 33 36 38 40 42 46 49

750 6 7 7 8 8 8 9 10 11 13 14 15 16 17 18 20 21 22 24 26 28 30 32 35 37 40 42 44 47 50 55

800 7 7 7 8 9 9 10 11 12 14 15 16 17 19 21 23 24 25 27 29 31 33 36 39 42 45 47 49 52 56 61

850 7 7 8 9 9 10 11 13 14 15 17 18 19 21 23 25 27 29 31 33 35 37 40 43 47 50 53 56 59 61 68
900 7 8 9 10 11 12 13 14 15 17 19 20 22 24 26 28 30 32 34 36 39 42 45 48 51 55 58 61 65 69 75
950 8 9 10 11 12 13 14 15 17 19 21 23 25 27 29 31 33 35 37 39 42 45 48 51 55 60 64 67 71 75 82
1000 8 9 11 12 13 14 15 17 19 21 23 25 27 29 31 34 36 38 40 43 46 49 52 56 60 64 68 72 77 82 90

Il mondo del cIclIsmo > 53


FCI > Regolamento tecnico Strada

ALLEGATO 10

All. 10.1 - Maglia di Campione Italiano

All. 10.2
I campioni nazionali devono portare elusivamente la loro maglia in tutte le prove della disciplina, della specialit e della
categoria nelle quali hanno ottenuto il titolo. In tal senso, la cronometro a squadre assimilata alla cronometro individuale.
Il Campione Italiano non pi detentore del titolo, pu apportare sul collo e sul bordo delle maniche della maglia sociale un
orlato (con i colori nazionali) avente unaltezza massima di 3 centimetri.
Tuttavia egli potr portare tale maglia nelle prove della disciplina e della specialit nella quale ha ottenuto il titolo ed in
nessuna altra.
E vietato luso della maglia di Campione Italiano e dellorlato con i colori nazionali dal momento in cui viene riscontrata
una violazione delle regole antidoping da parte del corridore e fino alla sua assoluzione definitiva.

All. 10.3
Sulla maglia di campione italiano (le cui caratteristiche sono annualmente stabilite dal Consiglio Federale), oltre al logo
della FCI, sono autorizzati i seguenti spazi pubblicitari:
Sul davanti e sul dorso della maglia: in un rettangolo di 10 cm. di altezza;
Spazio che comprende la spalla e la manica: iscrizione con unaltezza massima di 5 cm. su una sola linea;
Lati della maglia: banda di 9 cm. di larghezza massima;
Griffe del fabbricante (massimo 25 cm2 ) pu figurare una sola volta sulla maglia e una volta su ogni gamba dei
pantaloncini.
Questi spazi pubblicitari sono riservati agli sponsor abituali del corridore.
Il titolare della maglia di Campione Italiano ha la possibilit di armonizzare il colore dei pantaloncini con quelli della
maglia.

Il disegno della maglia di campione italiano deliberato dal CF

54 > Il mondo del cIclIsmo