Sei sulla pagina 1di 3

IL CAMPO GRAVITAZIONALE

il campo di attrazione esercitato dalla Terra nei confronti degli altri corpi e si manifesta attraverso
la forza di gravit.
ONDE SISMICHE
Attraverso lo studio delle onde sismiche e delle conseguenti oscillazioni si potuto creare un
modello della struttura interna della Terra.
Esistono Onde P ed S. I cambiamenti di velocit delle onde P ed S segnalano variazioni di
temperatura e pressione,variazioni di composizione chimica,ecc..
ONDE P = onde longitudinali,si propagano nei solidi e nei fluidi
ONDE S = onde trasversali,si propagano solo nei solidi.

1) CROSTA
E' l'involucro pi esterno,la pellicola pi superficiale delimitata alla base dalla discontinuit di
Mohorovicic. Essa costituita dalle rocce che formano le montagne,i continenti e i fondi oceanici.
Esistono due tipi di crosta :
Crosta continentale
Crosta oceanica
CROSTA CONTINENTALE : -Difficilmente distinguibile in due parti ,
-Spessore variabile
-Densit bassa
-Composizione felsica : prevalentemente granitica
-Et elevata : fino a 4 miliardi di anni

CROSTA OCEANICA : -Divisibile in tre strati


-Spessore abbastanza costante
-Densit elevata
-Composizione mafica : prevalentemente basaltica
-Et ridotta

2) MANTELLO SUPERIORE
Si estende dalla Moho fino a 400km di profondit ed caratterizzata dalla zona di bassa velocit
dove si ha una forte attenuazione della velocit delle onde sismiche.
Il mantello superiore costituito in prevalenza di silicati.

3) ZONA DI TRANSIZIONE
E' caratterizzata da bruschi aumenti della velocit delle onde sismiche dovuto dalla presenza di
strutture mineralogiche pi dense.

4) MANTELLO INFERIORE
Si estende fino alla discontinuit di Gutenberg che lo separa dal Nucleo.
Esso caratterizzato da un continuo aumento dei gradienti di velocit e densit.

5) NUCLEO ESTERNO
Il nucleo esterno si trova allo stato liquido e quindi le onde S non riescono a passare.
Il nucleo costituito da elementi con numero atomico superiore a 23, ad esempio
ferro,nichel,vanadio e cobalto. Solo il ferro per presente in quantit sufficiente per costituire la
massa del nucleo. Si ritiene che qui abbia origine il campo magnetico terrestre.
6) NUCLEO INTERNO
Si estende dalla discontinuit di Lehmann fino al centro della terra. Si ritiene che il nucleo interno
sia allo stato solido in quanto le onde S riprendono a trasmettersi.
Esiste per un altro modo di considerare i materiali che compongono la Terra, ovvero basandosi
sulle propriet reologiche,cio sul loro modo di rispondere alle sollecitazioni meccaniche.
I materiali possono avere un comportamento elastico e fragile o elastico e duttile.

1) LITOSFERA
la litosfera il guscio pi superficiale,rigido,che reagisce essenzialmente in modo elastico;
comprende la crosta e la porzione pi esterna del mantello superiore,fino alla zona di bassa velocit.
La litosfera suddivisa in vaste piastre o placche che slittano sulla sottostante astenosfera.

2) ASTENOSFERA
E' lo strato composto da materiali allo stato parzialmente fuso in cui le onde sismiche si propagano
a bassa velocit; si trova compresa tra la litosfera e la mesosfera.
L'astenosfera la parte del mantello in cui le rocce si trovano pi vicine al punto di fusione.

3) MESOSFERA
E' la parte del mantello,rigida e poco deformabile,compresa tra astenosfera e nucleo.

IL CALORE TERRESTRE
La terra soggetta a due forme di energie termiche :
ENERGIA SOLARE : fa muovere l'atmosfera (i venti) e l'idrosfera (onde,correnti marine)
che sono gli agenti dell'erosione e del modellamento della superficie terrestre.
ENERGIA GEOTERMICA : fa muovere i continenti e deforma la crosta terrestre.

ORIGINE DEL CALORE INTERNO


1) CONVERSIONE DELL'ENERGIA CINETICA IN ENERGIA TERMICA
(trasformazione in calore dell'energia cinetica dei frammenti che colpivano la superficie
terrestre).
2) CONVERSIONE DELL'ENERGIA GRAVITAZIONALE IN ENERGIA TERMICA
3) RISCALDAMENTO ADIABATICO (se un qualsiasi materiale viene compresso la sua
temperatura aumenta).
4) RADIOATTIVITA' DI ISOTOPI A VITA BREVE

PALEOMAGNETISMO
E' il campo magnetico terrestre che si trova fossilizzato nelle rocce sotto forma di magnetizzazione
residua,molto debole. Quando una roccia si forma pu infatti acquisire una magnetizzazione
conforme al campo magnetico esistente nell'ambiente circostante.
Esistono quindi tre tipi di magnetizzazione :
MAGNETIZZAZIONE TERMORESIDUA : acquisita dalle rocce magmatiche quando si
raffreddano sotto il punto di Curie.
MAGNETIZZAZIONE DETTRITICA RESIDUA : I sedimenti detritici contengono piccolissimi
granuli ferromagnetici che si allineano secondo il campo magnetico durante la sedimentazione.
MAGNETIZZAZIONE CHIMICA RESIDUA : E' una magnetizzazione secondaria che viene
acquisita dalle rocce durante i processi metamorfici.
TETTONICA A PLACCE
La teoria della tettonica a placche si basa su due semplici idee :
La litosfera non forma un involucro continuo ma suddivisa in placche.
Le placche litosferiche possono spostarsi in senso orizzontale.
Le placche litosferiche sono libere di muoversi le une rispetto alle altre. Ogni placca influenza il
movimento di quelle adiacenti.
LA PLACCA LITOSFERICA una piastra a forma irregolare di solida roccia composta sia da
litosfera continentale che oceanica.

MARGINI DELLE PLACCHE


Le fasce sismiche della Terra corrispondono alle zone di contatto tra le placche,ovvero i margini
delle placche.
Lungo le linee di frattura della litosfera si scaricano tutte le spinte e le tensioni dovute ai moti
sottostanti.

-Lungo le grandi fratture oceaniche e le grandi faglie continentali a scorrimento orizzontale,le


placche scivolano l'uno accanto all'altra. Queste zone corrispondono ai margini trasformi o
conservativi.

-Lungo le dorsali oceaniche le placche si separano,mentre tra l'una e l'altra si forma continuamente
nuova crosta oceanica. Queste zone costituiscono margini divergenti o in accrescimento.

-Lungo le zone di subduzione,le placche convergono e una di esse sprofonda nell'astenosfera.


Qui si determinano margini convergenti o in consunzione.