Sei sulla pagina 1di 1

SPORE BATTERICHE

Alcune specie batteriche Gram - producono strutture allinterno delle loro cellule chiamate ENDOSPORE
durante un processo di sporulazione. Le endospore sono considerate forme batteriche inerti, disidratate,
impermeabili e di notevole resistenza allinvecchiamento e agli agenti fisici e chimici nocivi (radiazioni e
acidi). Possono inoltre restare quiescenti per periodi di tempo estremamente lunghi. I batteri che
producono spore abitano comunemente il suolo; i generi Bacillus e Clostridium sono tra i batteri sporigeni
pi studiati.

Dal punto di vista strutturale, le endospore sono formati da pi strati di rivestimento. Lo strato pi esterno
si chiama ESOSPORIO, allinterno del quale si trova la parete della spora di natura proteica. Al di sotto di
essa si trova la CORTECCIA, uno strato di peptidoglicano lasso. Quindi la spora differisce dalla cellula
vegetativa principalmente per gli involucri presenti allesterno della parete cellulare, oltre che per la
maggiore concentrazione di alcuni composti ridotti nella cellula vegetativa ( calcio).

SPORULAZIONE

In condizioni ambientali sfavorevoli al loro metabolismo, come essiccamento, cambiamento di pH, carenza
di nutrienti nel substrato, variazioni di ossigeno e CO2, i batteri sporigeni possono produrre spore. Il
processo coinvolge una serie di eventi di differenziamento cellulare, e dura allincirca 8 ore.

GERMINAZIONE

Il processo inverso, attraverso cui una spora torna alla forma cellulare originaria ( cellula vegetativa)
denominato germinazione, e avviene piuttosto rapidamente. Consta di tre fasi: attivazione, iniziazione e
crescita. Il processo di germinazione inizia se le condizioni ambientali tornano ad essere ottimali per la
cellula vegetativa, in primis la concentrazione di nutrienti utilizzabili.

La neocellula vegetativa pu di nuovo, in condizioni ambientali avverse, ricominciare il ciclo di sporulazione


oppure in presenza di condizioni favorevoli avviarsi verso la fase logaritmica di riproduzione.