Sei sulla pagina 1di 6

Lezione 3 del 19/02/2016

Storia dellarte

Periodo Asuka
Il periodo Asuka caratterizzato da 3 eventi: linteresse della corte imperiale per tutto ci che concerne la
cultura cinese, lintroduzione del buddhismo e vita incentrata sulla corte a Yamato.
Il nome Asuka si riferisce ad una valle nella terra Yamato a sud di Nara. I rituali Shint sancivano che la
morte dellImperatore rendeva il luogo impuro e di conseguenza ogni volta, un nuovo palazzo in una nuova
zona doveva essere costruito.

Centralizzazione del potere


La corte di Yamato era il centro del governo, rinforzato e legittimato dalla credenza che limperatore
discendesse dalla dea Amaterasu. Il modello di riferimento era quello cinese, caratterizzato da uno Stato
basato su una burocrazia di ufficiali con lImperatore al centro. Nelladozione giapponese di questo sistema
i clan aristocratici erano obbligati a risiedere in prossimit della sede del potere.
Due dei riformatori chiave del periodo furono Soga No Umako e Shtoku. Il clan Soga discendeva da un
nobile coreano sotto il regno di Paekche. Nel 587, Shtoku e Soga intrapresero una battaglia contro tutti
coloro che si opponevano allintroduzione del buddhismo. La loro vittoria segn la svolta definitiva verso il
sistema statale cinese. lopera fu completa solo dopo le loro morti, nel 645, con la riforma Taika.
Innanzitutto, si rese necessaria la costruzione di una sede fissa, che fin per ispirarsi alla capitale Changan
cinese. Il primo tentativo individu la zona della valle di Asuka, dove sorse la capitale Fujiwara-kyo che
rimase tale solo per 16 anni. La nuova capitale fu Heij-kyo, circa 20 km a nord, spostata nel 710, ci che
inaugur il periodo Nara. Nel 794 la capitale fu nuovamente spostata nella citt di Heian-kyo (Kyoto),
rimanendo tale per pi di un millennio fin quando non venne scelta Tokyo nel 1868.

La creazione della citt imperiale


Il sito scelto per la capitale Fujiwara-kyo apparteneva al clan Nakatomi,
che rimasero i leader degli affari shintoisti. Lo spazio in cui sorse la
capitale consisteva in una griglia di 9 strade larghe tagliate da 13 pi
piccole. Questa griglia suddivideva la citt in larghi blocchi, a loro volta
suddivisi da un paio di viottoli intersecati in 4 unit definite cho. Il cho
costituiva lunit residenziale di base, e i palazzi delle citt coprivano
unarea che si estendeva da un singolo cho ai 64 cho occupati dal
palazzo imperiale. Questultimo, collocato nel cuore della citt,
misurava circa 1 km per ognuno dei 4 lati, e vi si accedeva dalla via principale che era larga 30 m e si
estendeva dallentrata sud della citt. La zona residenziale del palazzo imperiale era circondata da un muro
di terra che rappresentava una suddivisione cerimoniale dello spazio: la citt dalla campagna, limperatore
dalla gente comune. Vi erano inoltre diversi templi buddhisti tra cui lAsukadera, il primo vero grande
tempio buddhista completato nel 588.
Nel 710 la capitale fu spostata 20 km a nord: si tratta di Heij-kyo (Nara), costruito su un piano quasi
identico a quello di Fujiwara, misurava 4 km da est a ovest e 6 km da nord a sud. Anche questa capitale era
collocata in una pianura e circondata da montagne su tre lati. La griglia della citt era costituita da 10 strade
laterali e 9 longitudinali. Tuttavia, la distanza tra queste vie era maggiore rispetto a quelle di Fujiwara, cos
che era possibile suddividere il blocco da loro formato in 16 cho. Il palazzo imperiale non era pi al cuore
del villaggio ma al nord del perimetro, seguendo esattamente lesempio di Changan. Un sobborgo
conosciuto come Geky o Capitale esterna fu costruito ai piedi delle colline dellest, soprattutto per
localizzarvi il tempio di Asukadera ricostruito, cos come una fondazione buddhista privata del clan Fujiwara,
il Kfukuji. I vecchi tempi di Fujiwara furono considerati di secondaria importanza e molti distrutti.
Tuttavia, per prendere le distanze dallo strapotere del buddhismo rappresentato dai templi sparsi per tutta
Nara, si decise di spostare la capitale.
Sia Fujiwara che Nara sono importanti non solo perch furono le prime capitali stabili ma anche perch
fornirono il modello per le pi piccole citt che furono costruite in ognuna delle province che fungevano da
centri amministrativi.
Sia gli edifici pubblici che privati furono influenzati da modelli continentali e spesso provvisti di giardini
ornamentali, talvolta di grandi dimensioni. Il giardino di Nibo No Miya, ad
esempio, era il centro di incontri di poeti o altri passatempi tipici dei
membri dellaristocrazia imperiale. Solitamente erano dotati di uno stagno
artificiale che rappresentava il mare o il fiume, limitato da rocce o piante
cos da riprodurre in miniatura paesaggi naturali.
Nel palazzo imperiale della capitale Fujiwara sono stati
ritrovati i resti di un giardino e, in questo, pietre di una scultura che una volta vi fungeva da
decorazione. Uno dei pi inusuali una scultura di un uomo e una donna aggrovigliati che
serviva da fontana, con lacqua che sgorgava dalle due bocche. Si tratta di unimmagine rude
che si suppone sia deliberatamente rimarcata per comunicare una qualit comica.

Architettura Shint
Gli elementi necessari alla venerazione di un kami erano innanzitutto gli iwakura, i luoghi
naturali in cui risiede. Solitamente rappresentato da un tempio di legno dentro una recinzione, al quale si
accedeva attraverso il torii. Si tratta di due pali sormontati da un architrave da una curva leggermente
concava. Il rito shintoista consiste di tre elementi: preghiere, riverenze e offerte. Il fedele sale i gradini che
lo conducono alla parte superiore del tempio e tira una corda per suonare il gong che avverte il dio. Dopo di
che si procede con le preghiere, linchino e infine le offerte, tra le pi comuni i magatama.
Probabilmente, il dono pi sacro lo specchio donato a Ise. Lo specchio divenuto il simbolo di Amaterasu
quando una divinit utilizz lo specchio e il magatama per convincerla ad uscire dalla grotta nella quale si
era ritirata. Lo specchio era anche il dono pi importante che la dea fece al nipote Ninigi, quando lo mand
sulla terra con lo scopo di stabilire un governo in suo nome. Ninigi lo custod a Ise, nel Kansai.

Santuario di Ise
composto da un tempio esterno detto gek, dedicato al fornitore di grano, e un
tempio interno detto naik, dedicato ad Amaterasu. Per raggiungere questultimo
era necessario passare sotto il torii. Il passaggio al tempio parallelo a un fiume e
immediatamente a destra, davanti al torii, c una stretta vaschetta di pietra
contenente lacqua necessaria a lavare mani e piedi. Lhonden, cio la sala
principale del tempio con un tetto a spioventi sul quale vi sono 10 tronchi, si trova
al centro e dietro ci sono due case del tesoro chiamate sala est e sala ovest. Lo
specchio si trova nello honden a Ise e anche lo honden degli altri templi Shint
contiene offerte. Il formato del tempio di Ise quello standard preso come
esempio dai successivi templi. La caratteristica speciale del tempio di Ise consiste nello honden la cui
recinzione presenta un piano aperto ricoperto di sassolini, dove il precedente honden si trovava. Dallera
dellImperatrice Jit, divenuta consuetudine quella di ricostruire lo honden ogni 20 anni secondo un atto
rituale di rinnovazione. Lo stile dello honden risale ai granai tipici del periodo Yayoi, mentre le altre
strutture presentano stili pi recenti.
Lo stile dello honden di Ise e di Izumo (il secondo tempio Shint pi importante) deriva dai granai del
periodo Yayoi e si pensa che queste strutture, elevate rispetto alle altre strutture, sarebbero state adatte
allo sciamano, e che successivamente divennero gli ovvi luoghi di residenza degli dei. Lo stile dello honden
di Ise detto shinmei zukuri e a causa della complicata relazione con la famiglia imperiale, nessun altro
tempio pu essere costruito seguendo questo stile. innalzato su 4 pilastri tondi, ed largo tre piattaforme
e profondo due, con lentrata su uno dei due lati pi lunghi. Una veranda circonda il piano superiore e il
tutto coperto da un tetto a timpano. Lungo la trave principale vi sono 10 katsuogi, tronchi pensati per
scaricare il materiale del tetto. Vicino ai bordi del tetto ci sono i chigi, vale a dire dei bordi ornamentati con
foglie doro. A Ise si apprezza il colore del legno nuovo che degrada nel tempo e che poi viene rinnovato.

Santuario di Izumo
Il santuario di Izumo potrebbe precedere quello di Ise. A forma di granaio, si
pensa che i primi rituali sciamanici si compissero dentro al granaio. la pi
antica architettura Shint. dedicato a kuninushi no Mikoto, ritenuto un
discendente di Susanowo. proprio a Izumo che discese Susanowo quando fu
cacciato dai cieli: qui combatt contro un drago e da una delle sue code venne
fuori una spada che diede ad Amaterasu, la quale a sua volta la don al nipote
Ninigi come uno delle Tre Insegne Imperiali.
La sala principale modellata secondo i palazzi dei primi sovrani Yamato ed molto pi grande dello
honden di Ise. Innalzato su dei pilastri collocati direttamente nel terreno (non sono un basamento di pietra
come lo erano quelli di Ise) lo honden comprende due piattaforme con 8 colonne che incorniciano i muri
recintivi e una colonna centrale. Il tutto circondato da una veranda e chiuso da un ricurvo tetto a timpano.
Le scale che conducono alla veranda non sono al centro ma spostate a destra, cos come lentrata. Questa
configurazione detta taisha zukuri e si crede sia la struttura architettonica pi antica per i templi.
A parte le configurazioni a taisha zukuri e a shinmei zukuri sono state realizzate altre tre tipologie di honden
nel successivo periodo Heian.

Architettura Buddhista
Dopo la guerra civile del 587, sia Soga no Umako che Shtoku
fondarono le basi per le pi grandi costruzioni buddhiste:
rispettivamente lAsukadera il pimo e lo Shitennji e il
Wakakusadera il secondo.
LAsukadera, cominciato nel 588 e completato nel 596,
sopravvisse alla distruzione dei templi restando un superstite
di Fujiwara-kyo. Quando la capitale fu spostata a Nara, anche
lAsukadera fu spostato in un nuovo tempio, il Gangji.
Il wakakusadera fu distrutto, ricostruito e rinominato Hryji.
Per quanto riguarda larchitettura buddhista, la parola
tempio si riferisce ad un sito e al suo complesso di edifici. I
suffissi tera o dera e ji si riferiscono al tempio dove vi
sono immagini di venerazione e dove sono svolte le
cerimonie dai monaci o monache vivono l. Dera la lettura
giapponese del carattere cinese per tempio, mentre ji la
lettura cinese dello stesso carattere. Verso la fine del VII
secolo fu decretato che tutti i templi buddhisti giapponesi si
sarebbero letti col suffisso Ji.
Le strutture pi importanti nei primi templi giapponesi erano il cancello dingresso detto chmon, collocato
entro un chiostro con tetto che circondava le principali figure consacrate; la pagoda; il kond o hond,
detto anche sala doro, che conteneva laltare e le figurine pi importanti. Gli edifici necessari quali la
cucina o le residenze dei monaci erano costruiti fuori le mura.
LAsukadera fu costruito sul modello dei templi di Kogury, consistenti in tre larghi kond collocati attorno
ai tre lati di una pagoda quadrata, lintero gruppo di edifici circondato da un corridoio coperto. Fuori vi
erano: un deposito dei Sutra (kyz), un campanile (shr) e unaula magna (kd).
Lo Shitennji e il Wakakusadera erano anche loro basati su modelli coreani: struttura assiale con una
pagoda e un singolo kond distribuiti lungo la linea mediana di un rettangolo chiuso da un portico dotato di
un solo cancello di entrata. Anche in questi casi, fuori dal gruppo di edifici principali vi sono strutture di
supporto come un deposito di sutra, una campana ecc.
Quando Fujiwara fu scelta come capitale, i 4 templi principali di Asukadera, Kawaradera, Daikandaji e
Yakushiji esistevano gi e furono incorporati nel piano della citt. Di questi 4, solo Yakushiji nella sua forma
originale. Un altro tempio che sopravvisse nella sua forma originale il Wakakusadera/Hryji. Questi due
sopravvissuti sono i due poli dellarte buddhista, il primo abbracciando larte cinese dei Tang, il secondo
preservando il suo stile in pieno conservatorismo.

Hryji
situato 11 km a sud di Nara e lingresso
principale il cancello sud. Il Chmon si trova
entro il perimetro del portico intonacato. Alle
estremit del cancello vi sono i Ni, divinit
appartenenti al gruppo kongjin, devoti alla
protezione del buddhismo e dei suoi fedeli. Il
guardiano dellovest Ungy, il difensore della notte.
il guardiano dellest Agy, il guardiano delle ore del giorno,. Allinterno del giardino
allaperto vi sono il kond e la pagoda a 5 piani. Il kond dedicato ai riti. Vi si accede
salendo su una soglia e trovandosi di fronte ad una vasta gamma di statue collocate
su una piattaforma rialzata. La stanza scura, in contrasto con la luce degli spazi
aperti del complesso. Tuttavia, vi luce a
sufficienza per illuminare le immagini dei Buddha
alla fine della navata centrale si poneva lo stupa,
una struttura funeraria a montagnetta
rappresentativa del Buddha.
La pagoda adiacente al kond una struttura che
fungeva da torre di guardia. improntata a due idee di base: la struttura
un memoriale ad una persona (Buddha); la struttura un diagramma
delluniverso. Proprio per questultimo proposito, doveva rendere visibile
linvisibile cammino dellaspirazione dei praticanti buddhisti, che si
innalza lungo un asse verticale, il pilastro al cuore della struttura, per
unirsi con lassoluto. Allo stesso modo, la luce della verit pu penetrare lungo lasse verticale per
illuminare lillusione di oscurit.
Luso principale della pagoda quello di reliquario. Le reliquie sono conservate nello stupa, posto nella
pagoda attraverso una struttura in rame detta srin: una forma inversa di
recipiente su un bacino poco profondo e, al di sopra, unasta di protezione.
Attaccata ad essa vi sono 9 anelli sopra i quali lavoro che rappresenta una
fiamma di fuoco e, in cima, il sacro gioiello della saggezza del Buddha.
LHryji un esempio di bellezza asimmetrica: il chmon decentrato verso
il portico. Il kond occupa pi spazio della pagoda ma ciononostante laltezza
dellultima bilancia le piccoli dimensioni della prima. La collocazione di kond
e pagoda su una linea a nord della linea mediana longitudinale, infine, permette a una vista migliore di tutti
gli edifici senza dover passare per il chmon.
Yakushiji
formato da un hond (kond)e due pagode, pi unaula magna
incorporata nel portico. Lenfasi sullhond, una struttura torreggiante a
due piani immediatamente visibile quando si entra. Le due pagode pi
piccole hanno unimportanza minore nei riti dello
Yakushiji, e sono collocate lungo il perimetro del portico
su entrambi i lati di un passaggio che porta allhond,
davanti al quale vi unaula riservata agli incontri di
unassemblea per la contemplazione dello Yakushi Buddha.
Linnovazione stilistica principale consiste nel mokoshi, ossia luso di un sistema a
doppio tetto per ogni piano dellhond e delle pagode. La pagoda a est presenta tre
piani con un mokoshi a ogni livello: il risultato un modello molto pi stabile rispetto
alla pagoda dellHryji.

Kfukuji
Si tratta del migliore esempio di arte e architettura buddhista dellVIII secolo. stato costruito come un
tempio privato per i Fujiwara ed era chiaramente il tempio pi imponente prima della costruzione del
Tdaiji. Si tratta di Fujiwara no Fuhito, il quale ha ricevuto il cognome dallImperatore, ha contribuito a
creare il sistema di codici basato sul sistema Tang, riesce a far sposare delle sue figlie allImperatore
legandosi cos saldamente alla corte.
Il Kfukuji occupava 16 ch. Consiste di tre kond e strutture di sostegno come una sala di lettura (kd),
un deposito di sutra, una campana. La parte pi importante del chiosco era il kond centrale. Lunica
pagoda si trova a est. Originariamente cera anche una pagoda a ovest:, in zone separate.
Il kond a est si trova allesterno cos come quello a ovest cos che, entrando nel chmon, ci si imbatte solo
nel kond centrale. Successivamente alla morte di Fujiwara no Fuhito fu aggiunta unaltra struttura, una
stanza circolare (ottagonale) che fu aggiunta al kond centrale per onorarlo. Questa struttura ottagonale
sembra aver rimpiazzato la funzione della pagoda come deposito di reliquie. Il Kfukuji era inteso non solo
come luogo di venerazione ma anche come universit monastica. La struttura disponeva infine di una
stanza che accoglieva i bisognosi e una stanza che fungeva da ospedale o clinica. Il giardino era aperto ai
laici per lo svago.

Tdaiji
Ad ordinare la sua costruzione che copre 64 blocchi (stesso spazio coperto dal palazzo imperiale) fu
lImperatore Shmu, cos come ordin la collocazione al suo
interno del Birushana Buddha.
LImperatore Shmu desiderava instaurare il buddhismo come
religione nazionale. Nel 741 decret la costruzione di kokobunji e
kokobunniji: voleva conseguire, in campo religioso, lunita di un
sistema politico centralizzato. I funzionari erano intesi come unit
indipendenti.
Il piano originale includeva due
pagode da 7 piani alte 101 m,
ognuna contenuta in un portico separato. Al nord vi era lhond con il
Daibutsu e i due portici che richiudevano i giardini ai lati del Daibutsuden
(la stanza doro). Nel retro vi era unaula magna circondata sui 3 lati da
edifici per i monaci. Il refettorio era un edificio separato con il proprio
giardino. Lo Shsin, la tesoreria imperiale, si trovava a nord-ovest del Daibutsuden, mentre la stanza del
sutra del Loto si trova su una collina a est. Il Daibutsuden ha dimensioni considerevoli: 87x57m e 47m di
altezza. Il Daibutsuden fu bruciato nel 1180 in occasione della guerra civile Genpei ma fu immediatamente
ricostruito. Inizialmente Shmu aveva fatto costruire un tempio per il suo pi fidato consigliere, Rben, che
fu successivamente incluso nel Tdaiji ed oggi noto come Hokked o Sangatsud, il pi antico edificio
restante del Tdaij e col tempo ha incluso il kshji (733). Nel XIII secolo fu aggiunta una sala per le
cerimonie. Il sito scelto per la sua costruzione era dove si recava in eremitaggio il monaco Rben.
Un emakimono narra di una vecchia dama che cerca il fratello: si rivolge al Daibutsu e dorme ai suoi piedi:
in sogno ha ricevuto la risposta.
Il Daibutsu ricostruito pi volte (ultima volta nel XVI secolo) alto 16 metri.

Tshdaiji
Nel 754, il cinese Ganjin arriv a Nara con lo scopo di stabilire la scuola Ritsu,
secondo la quale monaci e monache dovevano vivere la propria vita secondo
lOttuplice Sentiero allIlluminazione. Ganjin introdusse anche lordinamento
del clero. Per lui fu costruito una piattaforma nel Tdaiji ma prefer risiedere
in un proprio tempio separato: fu costruito cos il Tshdaiji, che occupava
solo 4 ch. una costruzione tipica dellarchitettura del secondo periodo
dellepoca Nara, modello per lo stesso Tdaiji. Costruito grazie alle donazioni delle famiglie aristocratiche,
primi fra tutti i Fujiwara, occupava 4 blocchi a ovest della capitale. Il
primo edificio era il kond anche se vi la possibilit che fosse il kd o
aula magna, perch la ragione primaria di costruzione consisteva nel
garantire una base a Ganjin e alla scuola Ritsu per i propri insegnamenti.
Larea principale consisteva di kond e chmon, collegati a un portico che
chiudeva un giardino rettangolare tra due strutture, alla maniera sia del
Kfukuji che del Tdaiji. Il kond era molto ampio in lunghezza, cos che
comunicava un senso di orizzontalit e stabilit. Prima era un padiglione del palazzo imperiale. Il tetto a
spioventi caratterizzato da un sistema a mensole molto fitto, e rappresenta la sviluppo dellarchitettura
dal periodo Asuka al periodo Nara.