Sei sulla pagina 1di 1

13/06/2017

Sono le 11:23 e non so cosa fare. Tra due giorni andr a Desenzano con alcuni amici, tutto prenotato,
non vedo lora, finalmente avr qualcosa da fare, qualcosa che mi distolga dal pensare...s, perch
penso troppo, e non combino nulla. Cosa fare della mia vita? Ritentare con gli studi? Magari
cambiando facolt? Dedicarsi alla musica? Suonare la batteria sembra essere lunica cosa che mi
faccia star bene e che non richieda immani sacrifici, oppure abbandonare tutto e iniziare a viaggiare,
senza una mete, cercando di accumulare diverse esperienze? Ho tuttavia la sensazione di essere
rientrato nel tunnel dal quale sono uscito a Febbraio, dopo aver abbandonato gli studi, credo di
essere ricascato nella morbosa e tossica idea di dover trovare al pi presto una strada, un binario sul
quale viaggiare, sperando di arrivare da qualche parte, un luogo in cui stare bene...finalmente. Per
questo motivo passo le mie giornate a rimuginare sul da farsi, senza mai ottenere una risposta ai tanti
quesiti. E poi, pi cerco di non farmi influenzare, pi sembra essere unaspettativa impossibile: Se
facessi cos i miei sarebbero pi tranquilli, se mi comportassi in questaltro modo avrei un pezzo di
carta e la mia reputazione raggiungerebbe un livello discretamente pi elevato rispetto a quella
attuale, forse avrei pi possibilit. Dallaltra parte il mio unico chiodo fisso resta sempre lo stesso:
ESSERE FELICE. E cosa vorrebbe dire? Ah...bella domanda. Per me essere felici significa riuscire a
dedicare la propria vita alle proprie passioni, secondo le proprie attitudini, essere sereni sapendo di
non sprecare un solo attimo della propria esistenza, significa andare a letto e addormentarsi senza
passare almeno unora a pensare e a chiedersi se la vita sta andando nel verso giusto, se siamo noi
alla guida o qualcuno o qualcosaltro. Essere felici significa essere fieri di ci che si sta facendo, senza
farsi influenzare dai giudizi di chi ti sta accanto, dai luoghi comuni, dai meme ereditati dalle
generazioni del passato, dai falsi miti ecc...Essere felici significa conoscersi nel profondo, essere
consapevoli di ci che ci piace e ci che non ci piace, significa vivere in pace con se stessi.

Ecco, io sto facendo di tutto, o almeno credo, per conquistare la mia felicit...per scrostarmi di dosso
le paure, i sensi di colpa, le mille influenze...per capire chi sono e cosa voglio fare della mia vita, IO e
IO soltanto. Una cosa certa, voglio lasciare questa casa il prima possibile, la mia avventura qui
terminata, non ho idea di dove mi abbia portato, ma so per certo che c un altro capitolo da iniziare.

La cosa che mi consola che tantomeno un giorno potr dire di aver fatto di tutto per essere felice, di
aver lottato per questo, spesso andando contro corrente, contro tutto e tutti, anche contro me stesso,
di non essermi lasciato influenzare e di non aver ceduto il passo alla rassegnazione, di non essermi
limitato a subire la vita, ma di averla vissuta...fino in fondo.