Sei sulla pagina 1di 2

1900 BLUES

Trae origine principalmente dalla musica nera, con contaminazioni europee. Europea e la struttura,
tipicamente una ripetizione di strofe. Di origine africana il tipo di vocalita , luso di melodie vocali
discendenti, lutilizzo delle cosidett blue notes: settima (minore), terza, quinta.
Difficile dare una datazione precisa alla data di nascita del blues e conseguentemente del boogie-
woogie, dato il loro tramandarsi orale.
Nato nei campi di cotone, il blues ha sempre svolto la funzione di riscattare gli oppressi dalle proprie
pene, lavorative, piuttosto che sociali o di cuore. Cantato a voce libera, come sfogo naturale alle difficolta
degli schiavi neri afro-americani, dal 1920, con la progressiva industrializzazione del settore agricolo e la
conseguente stanzializzazione del lavoro per gli schiavi neri, fino a quel momento itineranti, il blues inizia
assumere anche connotati musicali. Pianisti auto-didatti suonano primordiali blues nei rozzi juke joint,
principalmente per accompagnare il ballo. E il cosidetto barrelhouse blues.

Nella seconda meta del 1940, il progressivo ingresso nella scena di strumenti elettrici (chitarre, organi)
da vita al bebop, fortemente influenzato dal blues.

STRUTTURA MELODICA
Originariamente il blues era un canto di lamento, tre frasi dalla melodia discendente sviluppate in 12
battute. Diversamente dalla musica classica, si puo pensare alla struttura del blues come ad un
canovaccio su cui linterprete costruisce una propria lettura del canto, dando molto spazio
allinterpretazione personale.

STRUTTURA ARMONICA E FORMA


La struttura armonica e la forma del blues e del boogie sono uguali. Principalmente e una ripetizione di
chorus, ossia gruppi di 12 battute, sviluppati sui gradi I, IV e V della scala.

Esempio di una struttura tipo di 12 battute, in scala di DO


DO | DO | DO | DO | FA | FA | DO |DO |SOL | SOL | DO | DO

Talvolta laccordo della seconda e decima battuta e sostituito da quello costruito sul IV grado o da una
settima minore.

Questo schema primitivo e andato nel tempo migliorando, fino ad arrivare a strutture armoniche molto
piu complesse grazie allestro di pianisti virtuosi.

LINEA DI BASSO
Nel piano blues la linea di basso, suonata dalla mano sinistra, ricopre un fondamentale ruolo di supporto
armonico e ritmico. Partendo da una basica ripetizione di accordi o quinte/seste aperte, puo evolvere in
una piu consistente frase di walking bass, che trae ispirazione dallaccompagnamento fatto da
contrabbasso e basso nelle orchestre.

LE BLUE NOTES
La linea melodica, tipicamente vocale, del blues, contiene note dallintonazione calante, generalmente sul
terzo, quinto e settimo grado degli accordi. Essendo questi bending non riproducibili dagli strumenti a
tastiera, per i pianisti queste cosiddette blue notes si ottengono abbassando di un semitono la nota
prevista dalla scala.

Tipicamente il blues si basa su scale maggiori, ma non mancano casi in cui vengono utilizzate scale
pentatoniche tonali o scale blues, che contengono le blue notes.

TEMPO
Se struttura melodica e armonica accomunano blues e boogie, e proprio nel tempo che sta la maggiore
differenza tra i due linguaggi. Se il blues, canto di lamentazione, ha un incedere lento e dinamiche non
troppo forti, il boogie connotato da ritmi pi veloci e dinamiche pi forti.

E del 1949 la nascita della definizione rhytmn blues, abbreviato con r n b, ad indicare un blues
veloce e ritmato, padre a sua volta del Soul e del rockn roll

1960 SKA, origine Giamaicana canto festoso a seguito dellindipendenza dallisola dal colonialismo
inglese. Caratterizzato dalla chitarra che suona sul levare dei movimenti e dagli accenti ritmici sul
secondo e quarto movimento della battuta caratteristica in comune con il reggae -. Prince Buster ne
il padre.

Potrebbero piacerti anche