Sei sulla pagina 1di 4

Formazione

Simulazione
delle lavorazioni meccaniche
delle superleghe
A cura di Andrea Pallara, Enrico Borsetto, Nicola Gramegna, EnginSoft SpA, Trento
Le leghe di Titanio, di Nichel e Cobalto, comunemente raggruppate nella denominazione di
superleghe, sono di estremo interesse per le loro elevate performance, anche alle alte
temperature, e un ottimo rapporto pesoprestazioni meccaniche. Per contro, le particolari
durezze e propriet termofisiche, abbinate alle apprezzate propriet meccaniche, incidono
fortemente sulle lavorazioni di sgrossatura, finitura e foratura con evidenti problemi di usura
utensile, qualit superficiale e una continua ricerca del set di parametri ottimizzato.
Introduzione re, anche per tecnologie emergenti, la scelta
Il driver tecnologico della ricerca e sviluppo ottimale di configurazioni, attrezzature e
nel settore delle lavorazioni meccaniche parametri; consente, inoltre, di svolgere gli
sicuramente un sistema produttivo forte- approfondimenti necessari alla miglior cono-
mente f lessibile, in grado di seguire scenza di processi complessi, ma anche
l'evoluzione tecnologica del prodotto e l'analisi del comportamento degli utensili
variarne agilmente i volumi produttivi, sem- stessi e delle macchine, l'interazione tra
plificando la riconversione su nuove produ- uomo ed attrezzature, fino alla rappresenta-
zioni. zione virtuale dell'intero apparato produttivo
Il settore del Machining affronta oggi discon- manifatturiero.
tinuit tecnologiche dovute a diversi fattori Macchine da calcolo sempre pi potenti e
quali l'inasprimento delle normative antin- veloci permettono di accelerare le fasi di
quinamento circa i lubrorefrigeranti da progettazione, verifica e realizzazione di
taglio; la sempiterna necessit di riduzione prodotti con qualit crescenti ed a costi
Figura 1 - Esempio di tornitura gravosa. minori; ma il vero salto di qualit si realizza
dei costi di acquisto, gestione e smaltimento;
le lavorazioni ad alta velocit, produttiva- grazie alla possibilit di ottimizzare contem-
mente vantaggiose, ma con problematicit di approccio, creando il presupposto per una poraneamente soluzioni, rispetto ad un
tuning del sistema utensile-macchina e, non svolta nella percezione ed interpretazione numero sempre pi alto di obiettivi di pro-
da ultima, la sfida della lavorazione dei nuovi dei fenomeni, accelerando la dinamica dei dotto (rigidezza, resistenza, vibrazioni) e di
materiali ad elevate prestazioni ma di diffici- processi conoscitivi. processo (caratteristiche materiale dopo
le lavorabilit, come visibile in figura 1. lavorazione, costi, investimenti). In conclu-
Le naturali difficolt nell'affrontare temati- Sistemi software, sione, lo sviluppo naturale della simulazione
va verso una maggior accuratezza dei calcoli,
che di questa portata e vastit presuppongo-
no un approccio metodologico integrato: il
macchine di calcolo ma soprattutto, verso l'integrazione tra le
sistema produttivo deve essere inteso come e modelli virtuali varie fasi del processo di fabbricazione ed il
sinergia di macchina, utensile e strategia di Lo sviluppo di tali softwares ha coinvolto testing virtuale delle varie prestazioni del
lubrificazione, non ottimizzabili separata- fortemente le grandi realt industriali, che prodotto.
mente. hanno svolto un ruolo di precursore nell'ap- Nella progettazione, il successo dei metodi
L'approccio sinergico guarda al sistema nella plicazione della simulazione di processo, di Analisi agli Elementi Finiti (FEA) deriva
sua totalit; l'utensile, collocato tra macchi- partecipando attivamente alla messa a punto dalla possibilit di verificare il comporta-
na e componente, interprete principale della e validazione dei modelli numerici e mante- mento strutturale di un componente o di un
lavorazione, non deve pi essere concepito nendo nel tempo il ruolo di leadership nel assemblato prima della sua realizzazione,
come eccezionale solista, ma par tecipa loro utilizzo ed affinamento. La simulazione valutando eventuali modifiche di progetto
coralmente allintera produzione. di processo rappresenta oggi una consuetu- quando gli investimenti siano ancora conte-
La ricerca della prestazionalit e qualit dine, nella verifica e nella messa a punto nuti. Trattandosi di una simulazione agli
porta a non poter pi prescindere da un delle attrezzature e dei processi, per la mag- Elementi Finiti, il calcolo conduce ad un
approccio di progettazione integrato, in gior parte delle tecnologie consolidate: risultato tanto pi prossimo a quello esatto,
grado di valutare il contributo dei nuovi stampaggio lamiera, iniezione e stampaggio quante pi risorse si spendono nel dettaglia-
materiali. Tale approccio condotto in modo plastici, stampaggio a caldo, processi di fon- re input e leggi fisiche, implementate nel
efficiente utilizzando gli ultimi strumenti deria e lavorazioni per asportazione di tru- codice, anche a scapito dei tempi di calcolo.
avanzati di engineering, sviluppati negli ciolo. inoltre l'unico strumento di suppor- La parte ancora grezza del modello , oggi,
ambienti di ricerca, che permettono di valu- to, nell'applicazione dei processi innovativi, quella relativa alla modellazione dei materia-
tare il comportamento della macchina uten- dove non sono ancora disponibili li o della tipologia e posizione dei vincoli,
sile in modo virtuale, riducendo costi e l'esperienza ed il know-how che per le tecno- quindi la nuova frontiera nella ricerca della
tempi di sviluppo e di sperimentazione. logie consolidate costituiscono il patrimonio accuratezza dei modelli di calcolo, ove il
La simulazione numerica, ovvero la rappre- del tecnologo esperto. grazie alla possibi- materiale non sia pi caratterizzato nominal-
sentazione numerica della realt, e lo svilup- lit di modellare con accuratezza i fenomeni mente, ma venga presa in considerazione la
po dei metodi e degli strumenti di calcolo fisici nei vari processi, che l'impiego della storia della sua trasformazione, lungo ogni
hanno promosso l'impiego di tale modalit di simulazione numerica permette di affronta- passo del ciclo, e gli effetti sulle sue pro-

Pagina 20 - Analisi e Calcolo Settembre 2008


priet reali. Si sviluppa una metodologia di opportunamente integrati con verifica speri-
integrazione fra simulazione di processo e mentale. Tali metodologie consentono ai
verifica funzionale virtuale del prodotto, per produttori di utensileria la drastica riduzione
migliorare l'accuratezza delle previsioni rela- dei costi di sviluppo, permettendo analisi
tive al comportamento in esercizio del com- strutturate di nuove geometrie, rivestimenti
ponente in termini di rigidezza, resistenza, e nuove condizioni di taglio in condizioni di
crash, fatica, dent resistance, consentendo, high speed e lubrif icazione minimale.
quindi, di raggiungere obiettivi di alleggeri- Inoltre, le industrie operanti in campo auto-
mento, qualit e prestazione senza compro- motive, aerospaziale ed energetico traggono
mettere la robustezza del processo. beneficio da questa metodologia per ottimiz-
Al modello virtuale vengono applicate le zare i parametri di processo nelle lavorazioni
condizioni al contorno, cio i vincoli di fis- ad elevata efficienza dei nuovi materiali
saggio e posizionamento, i carichi di missio- (figura 3). L'idea di adottare una metodolo-
ne di lavoro ed eventuali anomalie, in modo gia basata sull'interazione virtuale-speri-
da riprodurre fedelmente le condizioni di Figura 2 Esempio di simulazione 2D mentale, permette una comprensione pi
reale funzionamento della macchina. I dati di un utensile per il taglio di una lega approfondita dei fenomeni che avvengono
ottenuti sono utilizzati come input per le fasi di Titanio. durante il taglio dei metalli e, soprattutto,
successive di riprogettazione ed ottimizza- conduce alla drastica riduzione ed alla fina-
zione strutturale. Inizialmente si valutano le zione di numerose e costose prove sperimen- lizzazione oculata delle prove sperimentali
prestazioni delle singole parti per estendere tali. Nella figura 2 si presenta un esempio di raggiungendo costi inferiori del 45%.
successivamente l'analisi ad assiemi via via ottimizzazione geometrica, realizzata con il AdvantEdge FEM della Third Wave Systems
pi complessi fino al calcolo della macchina codice AdvantEdge, di un utensile per la un pacchetto software basato sugli Elementi
completa. Le forze di taglio vengono appli- lavorazione del Titanio, tramite simulazioni Finiti, con modello matematico Lagrangiano
cate virtualmente nel punto di lavorazione bidimensionali. esplicito, progettato per simulare processi di
dell'utensile sul pezzo, si ottengono quindi Recenti studi hanno evidenziato i difetti dei lavorazione meccanica per asportazione di
informazioni su quali siano i volumi di mate- consueti metodi empirici nella gestione delle truciolo. Il modello comprende il calcolo
riale che fortemente influenzano il compor- lavorazioni meccaniche; i produttori di uten- della risposta del materiale, con stretto
tamento del componente e quelli invece sili hanno raccolto dati dimostrando che: accoppiamento termo-meccanico appropriato
dove l'energia di deformazione risulta essere in pi del 50% delle volte un utensile non per le alte temperature che si raggiungono
particolarmente bassa; ottenendo utili indi- impiegato in modo appropriato; in tali lavorazioni; il calcolo del transitorio
cazioni sulla disposizione pi opportuna. nel 42% delle applicazioni gli utensili sono termico nel pezzo, nell'utensile ed attraverso
Metodologie di ottimizzazione topologica di usati a una velocit di taglio diversa da l'interfaccia utensile-truciolo; la generazione
macchine utensili consentono di evidenziare quella ottimale; e rigenerazione della mesh in modo automa-
opportunamente il contributo delle varie nel 62% delle applicazioni non vi un uti- tico e adattativo.
parti della macchina al raggiungimento degli lizzo delle macchine utensili al pieno delle La modellazione del materiale costituisce
obiettivi impostati, con un indice di utilit loro possibilit. parte integrante di un'accurata predizione
statico e dinamico del materiale, per preve- Inoltre nel settore automotive si constata- del comportamento in condizioni di grandi
dere e correggere eventuali fenomeni vibra- to che il 35% dei fermi macchina, in produ- deformazioni e tensioni, prevedendo accura-
zionali, capaci di ripercussioni negative sulla zione, pu essere attribuito a problemi con- tamente l'incrudimento, il thermal softening
precisione di lavorazione. Nascono cos nessi direttamente al processo di taglio. per effetto delle alte temperature e la sensi-
numerose collaborazioni, a livello interna- In questo ambito si sviluppano metodologie bilit alla velocit di deformazione.
zionale, con costruttori di macchine utensili, di ottimizzazione del machining basate su AdvantEdge FEM ha pi di 120 materiali gi
per la progettazione e l'ottimizzazione di strumenti di simulazione vir tuale FEM, modellati tra acciai, acciai inossidabili,
macchine di nuova generazione, fornendo
indicazioni sul comportamento statico, dina-
mico, acustico e termico. Nascono attivit
nell'ambito di progetti di ricerca finanziati
con piccole, medie e grandi realt imprendi-
toriali, quest'ultime mettono a disposizione
il know-how sviluppato, fornendo competiti-
vit high-tech.

Simulazione
dellasportazione
di truciolo
Il fenomeno principale, durante il taglio dei
metalli, l'applicazione di carichi elevati su
piccole zone di deformazione, complicato da
transizioni di fase e sviluppo di calore, che
rendono i fenomeni di contatto notevolmen-
te complessi. Lo studio e l'ottimizzazione del
processo consente di ricavare indicazioni
necessarie a ridurre il consumo di energia,
predire la rottura e levacuazione del trucio-
lo, la finitura superficiale e le tensioni resi-
due sul pezzo.
L'ottimizzazione geometrica dell'utensileria e
dei parametri di processo, condotta median- Figura 3 - Le industrie operanti nel campo automotive, aerospaziale ed energetico
te l'impiego di tecnologie basate sul Metodo traggono beneficio dalle metodologie di ottimizzazione del machining, basate su
degli Elementi Finiti (FEM), permette la ridu- strumenti di simulazione virtuale FEM.

- Analisi e Calcolo Settembre 2008 Pagina 21


pu usare uno standard tool o personalizzare Il processo di taglio migliorabile sotto
un proprio utensile inserendone la geome- diversi aspetti, attraverso le informazioni
tria. In entrambi i casi possibile comunque sulle forze e le temperature, la cui conoscen-
settare i parametri di mesh in maniera per- za pu essere utilizzata per ridurre i tempi
sonale per meglio realizzare la fenomenolo- ciclo; oppure attraverso l'analisi delle condi-
gia reale del processo. zioni termiche e delle temperature possibi-
AdvantEdge 3D consentir all'utente di simu- le migliorare la vita dell'utensile e la qualit
lare il taglio ortogonale e obliquo in casisti- del pezzo lavorato; attraverso la mappa degli
che di simulazione di deformazioni tridimen- stress residui si pu analizzare il campo delle
sionali. AdvantEdge 3D assume condizioni di deformazioni nel pezzo, la resistenza a fati-
deformazione, che non si in grado di simu- ca,e procedere alla progettazione a fatica e a
lare in 2D, come le operazioni di taglio obli- vita sicura.
quo, il nose turning, la foratura, ecc.. Il FEM
Figura 4 - Esempio di simulazione 3D 3D, sebbene necessiti di tempi di calcolo
di una tornitura di una lega di Inconel. molto maggiori, dar comunque maggiori
Simulazione
informazioni soprattutto per quelle lavora- del percorso utensile
ghise, alluminio e, soprattutto, materiali zioni per cui impossibile una trattazione Third Wave Production Module 3D integra
speciali, difficili da lavorare, come leghe di bidimensionale. Per ottenere il massimo dall CAD, CAM, le dinamiche della macchina, e la
nichel e di titanio. I modelli dei materiali AdvantEdge 3D si necessitano di requisiti di propriet del materiale del pezzo in un unico
usati sono validati per la previsione delle sistema maggiori. La creazione di simulazio- modello. Questo modulo un must per chiun-
forze, la forma del truciolo, la sua curvatura, ni in AdvantEdge 3D f acile come per que sia interessato all'analisi delle forze di
gli stress residui e le temperature tramite lAdvantEdge 2D. La maggior parte dei codici taglio, alla riduzione dei tempi ciclo e all'otti-
test reali sulle macchine. AdvantEdge FEM commerciali ad Elementi Finiti utilizza le mizzazione delle prestazioni della macchina,
in grado di predire l'entit delle forze, delle stesse equazioni di base: minimizzare la fun- Off-Line. Production Module 3D propone una
temperature, del flusso termico, la formazio- zione potenziale; la principale differenza completa funzionalit CAD e G-code con
ne del truciolo, le sollecitazioni, le deforma- risiede tra risolutori impliciti ed espliciti. l'importazione percorso utensile e sua visua-
zioni, etc. Inoltre integrato nel software AdvantEdge FEM della Third Wave Systems, lizzazione e la facilit di set-up del pezzo in
un post-processor per la visualizzazione dei software basato sugli Elementi Finiti, simula lavorazione, comprendendo il calcolo dei
risultati ed un'analisi molto veloce. processi di High-Speed Machining (HSM) nel tempi ciclo, compresi i tempi taglio/non
Le informazioni sul processo ricavabili con campo del Micro-Machining. Il modello mate- taglio, e la previsione di forza e potenza
AdvantEdge FEM non si possono ottenere con matico Lagrangiano esplicito comprende il istantanea, con conseguente utilizzo ottimiz-
le apparecchiature di test attualmente in uso calcolo della risposta del materiale, con zato della macchina utensile a controllo
nell'industria, ma si acquisiscono con lunghe e stretto accoppiamento termo-meccanico numerico (CN). Nella modellazione di proces-
costose campagne di esperimenti. Il processo adeguato alle alte temperature specifiche si di tornitura, fresatura, foratura di parti
di taglio pu essere migliorato in molti modi: delle lavorazioni industriali; il calcolo del finite e/o parziali sono visualizzati risultati
le informazioni sulle forze e le temperature transitorio termico nel workpiece, nel tool che possono essere esportati per l'analisi
si possono utilizzare per ridurre i tempi ed attraverso l'interfaccia tool-chip; il reme- delle successive operazioni. L'utilizzo di
ciclo; shing continuo ed il coarsening. ThirdWave Production Module 3D nelle pi
l'analisi delle condizioni termiche e delle AdvantEdge FEM usato nella predizione moderne realt industriali, unitamente al
temperature permette di migliorare la vita dell'entit delle forze, delle temperature, del know-how proprio, permette la riduzione di
dell'utensile e la qualit del pezzo lavora- flusso termico, della formazione del truciolo, numerose e costose prove sperimentali e la
to; delle sollecitazioni, delle deformazioni, etc. miglioria sensibile dell'indotto produttivo.
la mappa degli stress residui utile per Inoltre, integrato nel software, presente ThirdWave Production Module 3D permette
analisi sulla deformazione del pezzo e/o di un potente post-processor per la visualizza- infatti di:
resistenza a fatica. zione dei risultati nelle analisi accurate dei Ridurre costose prove di taglio.
Ogni simulazione con AdvantEdge dar una processi HSM. Le informazioni sul processo Ottimizzare i feed rates per diminuire
rappresentazione grafica di due componenti: ricavabili con AdvantEdge FEM si acquisisco- tempo di ciclo.
il pezzo in lavorazione e l'utensile per il no unicamente attraverso costose sperimen- Eseguire analisi di stabilit.
taglio, come si vede nella figura 4. tazioni industriali o nei laboratori scientifici Aumentare le percentuali di materiale
Occupandoci prima dell'utensile (tool), si di ricerca e sviluppo. asportato.

Figura 5 - Simulazione tramite ThirdWave Production Module Figura 6 - Visualizzazione dellintero percorso utensile, tramite
3D della lavorazione di una girante e visualizzazione ThirdWave Production Module 3D, della fresatura di una girante
delle forze. e visualizzazione di uno dei numerosi grafici disponibili.

Pagina 22 - Analisi e Calcolo Settembre 2008


(vedi figure 7 e 8).
Le leghe Inconel 718 rappresentano un
secondo gruppo, nel quale lindurimento pri-
mario dato dalla fase ordinata BCT e pre-
sentano eccellenti propriet a temperature
criogeniche, sono usate fino a 650C. La
fase austenitica in molte superleghe Ni-Fe
deve mostrare un opportuno bilanciamento
tra i quantitativi di nickel e ferro; questo
equilibrio molto significativo in quanto
influenza il costo della lega ed il suo range
di applicazione temperatura-sforzo. Tenori
Figura 7 - Esempi di fresatura di componenti in Titanio. elevati di nickel sono generalmente associati
a maggiori temperature di esercizio, migliore
stabilit e maggior costo.
La quantit minima di nickel per mantenere
la matrice austenitica allincirca il 25% in
peso, laggiunta di cobalto o di altri elementi
austenitizzanti pu abbassare significativa-
mente questa quantit.
Alti tenori di ferro, in aggiunta ad un abbas-
samento del costo ed ad una migliorata mal-
leabilit, tendono ad un innalzamento del
punto di fusione; sfortunatamente, leghe ric-
che in ferro hanno una peggiore resistenza
allossidazione rispetto a leghe ricche di
nickel. In molte applicazioni delle superleghe
Figura 8 - Fresatura di componenti in Titanio: a sinistra la simulazione, a base Ni-Fe la sensibilit allintaglio di
a destra il processo reale. importanza critica; la resistenza agli effetti
deleteri degli intagli deve essere ottenuta
Aumentare l'utilizzo della macchina. ricorre a potenti impianti di raffreddamento senza compromettere eccessivamente le altre
Nelle figure 5, 6 si pu apprezzare un esem- ad acqua o ad olio e si evitano pericolosi propriet meccaniche. Quindi molta importan-
pio di simulazione di fresatura con ThirdWave accumuli di truciolo; oppure la bassa condu- za va attribuita allappropriata scelta della
Production Module 3D. cibilit termica del titanio, soprattutto per le lega ed alla sua lavorazione, in particolar
forme legate, che sfavorendo la dissipazione modo per quanto riguarda la tenacit a rottu-
del calore porta ad un notevole aumento ra. Il compito difficile, in quanto general-
Simulazione della temperature con i conseguenti proble- mente la resistenza aumenta e la tenacit
della lavorazione meccanica mi di microfusione e reattivit a caldo, da cui diminuisce, cos come operazioni a sforzi ele-
vati per sfruttare laumentata resistenza dimi-
delle superleghe lutilizzo di lubrificanti a basso tenore di
nuiscono lallungamento critico a rottura.
La prototipazione delle lavorazioni meccani- cloro. Il valore numerico assegnato al para-
che e la loro sperimentazione virtuale risulta metro di lavorabilit per il titanio assume
indispensabile ogni qualvolta siano richieste valori paragonabili a quelli di acciai legati ed Conclusioni
elevate finiture superficiali e strette tolle- inox risultando in genere pi difficile da Per lavorazioni meccaniche di asportazione di
ranze dimensionali, in special modo per lavorare nelle forme pi legate. Per quanto truciolo per metalli e leghe speciali, luso di
componenti in metalli speciali quali le leghe riguarda gli utensili invece richiesta una simulazioni e di sperimentazioni virtuali del
di titanio e nichel. pi severa affilatura data la suscettibilit del processo, cos come la validazione dei model-
titanio al danneggiamento superficiale, com- li matematici, riveste una grande rilevanza o,
Uno dei problemi della lavorazione ad uten-
quasi, una necessit effettiva nella sempiter-
sile di leghe di titanio la notevole infiam- portando quindi una minor vita media degli
na ricerca di abbattimento dei costi di produ-
mabilit in aria delle particelle, per cui si utensili e laumento dei costi di lavorazione
zione e smaltimento, nellottimizzazione di
tutto il comparto produttivo, nella soluzione
delle problematicit di tuning dellutensile;
quindi in tutte le problematiche che insorgo-
no, sia per la difficile lavorabilit dei nuovi
materiali dalle alte prestazioni, sia per le alte
velocit produttivamente vantaggiose.
Luso di softwares FEM, ed in particolar
modo di TWS Advantedge e Production
Module, si dimostrato quindi indispensabi-
le per le gi citate problematiche, evidenzia-
te principalmente nei settori automotive ed
areospace, settori in cui linnovazione tecno-
logica impone lutilizzo di materiali e leghe
speciali, le cui lavorazioni non sono ancora
trattate in letteratura o solo in via di speri-
mentazione di nicchia.
Limplementazione di questi software nelle
aziende permette di inglobare nel processo
sviluppo nuovo prodotto un potente stru-
mento per realizzare effettivamente, non
Figura 9 - Schema delle fasi dellintegrazione CAD CAM CAE nel processo solo concettualmente, un concurrent engi-
produttivo: la simulazione consente lanalisi delle problematiche e la loro soluzione neering integrato, consentendo unanalisi
a livello virtuale nelle prime fasi della progettazione, permettendo un abbattimento completa CAE del prodotto, dal concept fino
dei costi estremamente elevato alla produzione del bene finito (figura 9).

- Analisi e Calcolo Settembre 2008 Pagina 23

Potrebbero piacerti anche