Sei sulla pagina 1di 2

Quaderni di automazione

Il controllo elettronico di un processo biologico per la produzione di biogas dalle biomasse

Il controllo elettronico e la gestione di un processo di produzione


biologico per la produzione di energia da biogas .

Ing. Guerino Mangiamele

IEEE Member

Abstract

In questa sede vengono trattate le procedure per il corretto controllo ed azionamento degli organi di
I/O gestiti da un sistema di automazione SCADA proprietario e legato a PLC di tipo industriale .La
descrizione di una serie di dispositivi “custom” e “semicustom” riguarda la gestione, il controllo e
l’analisi di processi biologici e chimico-fisici .
Viene inoltre discussa la metodologia di gestione dell’impianto da remoto secondo la tecnica del WEB
Server.

Un impianto biologico per la produzione di biogas (metano proveniente da processi fermentativi della
sostanza organica con percentuale del 55-70% di CH4 ) è un sistema complesso , non tanto per i
processi naturali chimico-fisici che in esso avvengono, ma per le difficoltà di tenere sotto costante
controllo i parametri che consentono l’ottimizzazione del processo nel reattore .

Il cuore di un impianto per la produzione di biogas è costituito essenzialmente da una vasca di raccolta
della sostanza organica di idonee dimensioni , coperta con teli pressostatici e generalmente in
cemento armato , dove , in condizioni mesofile ( temperature intorno ai 30° C ) ed anaerobiche (in
mancanza di ossigeno) permangono , per almeno 50 giorni , le varie matrici organiche .

In tale vasca, generalmente chiamata “digestore anaerobico” , dai fenomeni fermentativi , vengono a
crearsi dei gas biologici, comunemente chiamati “biogas” , composti da metano , anidride carbonica
ecc.. .

Il metano , una volta depurato, viene inviato alle macchine di cogenerazione, comunemente dei gruppi
elettrogeni a gas che , funzionando producono energia elettrica rinnovabile e calore .

Ing. Guerino Mangiamele Enertec Research R&S


Quaderni di automazione

Il controllo elettronico di un processo biologico per la produzione di biogas dalle biomasse

Analizzatore multicomponente (NDIR)


infrarosso MCA

Il dispositivo adottato per l’analisi del GAS è l’analizzatore multiparametrico a principio NDIR
MCA 100.
Caratteristiche tecniche principali
Analizzatore multicomponente (NDIR) infrarosso MCA 100
Analizzatore multigas per l’analisi in continuo e simultaneo dei seguenti composti:
HCl (acido cloridrico) ,CO (monossido di carbonio) , NO (ossido di azoto) ,NH3
(ammoniaca), NO2(biossido di azoto), SO2 (biossido di zolfo), CO2(anidride carbonica), O2,
(ossigeno) H2O acqua), N2O (protossido di azoto ),CH4 (metano),HF (acido fluoridrico) ,THC
(Idrocarburi totali) Formaldehyde (Formaldeide), H2S (acido solfidrico), R22, CHCIF2 ,e molti
altri compresi nel campo spettrale compreso tra 3 e 5.5 microns.
Analizzatore in grado di misurare in continuo sino a 15 gas simultaneamente.
Sistema per l’eliminazione del problema di allineamento ottico.
Cella multipasso
PC embedded
Sistema automatico di calibrazione
Uscite analogiche per ciascun gas misurato, Uscite digitali di allarme e stato , uscita MODBUS
Montaggio sia su Rack 19” che stand alone
Sistema di autodiagnosi inclusa nel software

Ing. Guerino Mangiamele Enertec Research R&S