Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XXXIX

03.08.2017
Numero

690
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Fener, in arrivo 19 migranti - pag. 1-2


Prestigioso riconoscimento per Andrea Mondin - pag. 6-7
Progetto solidariet della Protezione Civile di Quero Vas - pag. 9
4 Passi in Amicizia - pag. 11
ARRIVEDERCI A SETTEMBRE!
Chiuso in redazione il 25.07.2017 - Prossima chiusura il 04.09.2017
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
AL MOLIN TABACCHERIA
RISTORANTE - PIZZERIA
EDICOLA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi
ALANO DI PIAVE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO di Todoverto Paolo & C.


S.N.C.

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia ONORANZE
FUNEBRI
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER-ALANO di PIAVE (BL). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Ales-
sandro Bagatella, Ivan Dal To, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 25,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon;
BAZAR di A. Verri - Segusino.
1 CRONACA

Saranno ospitati in unabitazione in via della Vittoria. Il Comune ha ottenuto garanzie su un controllo
costante delle forze dellordine, sulla possibilit di ispezionare periodicamente lo stabile e di farli lavorare.

Fener, in arrivo 19 migranti da Mali e Senegal


di Silvio Forcellini

In un clima da stadio, in cui in molti casi stato abbondantemente superato il limite della buona educazione, il sindaco di
Alano Serenella Bogana, nel corso della riunione promossa mercoled 19 luglio dallamministrazione comunale, ha cer-
cato di spiegare nel dettaglio le varie tappe della vicenda che porter, non si sa ancora quando, allarrivo a Fener di un
gruppo di 19 giovani migranti del Mali e del Senegal che saranno ospitati in unabitazione in via della Vittoria 22 (nella fo-
to), affittata dai nuovi proprietari a una cooperativa. Non stato accolto, infatti, linvito iniziale del sindaco ad ascoltare
ed evitare i toni accesi mantenendo la lucidit su un fenomeno ineludibile, ineluttabile e che dobbiamo accettare.

La storia - ha esordito Bogana - inizia nel settembre-ottobre del 2016, quando si ha notizia di un possibile arrivo di mi-
granti in una imprecisata casa di via della Vittoria, a Fener. Immediatamente lamministrazione comunale alanese chiede
un incontro al prefetto di Belluno (da cui dipendono le assegnazioni secondo specifici bandi) per avere lumi sulla vicenda.

Avuta risposta positiva sulla possibilit di un arrivo, lamministrazione, negli incontri che si sono succeduti (saranno cinque
alla fine), punta - per scongiurare sul nascere leventualit - sul fatto che il nostro Comune ha la pi alta percentuale di
stranieri della Provincia e che a Fener, in particolare, questa percentuale addirittura raddoppia. Siamo stati molto chiari
sulla situazione del Comune di Alano, ha aggiunto Bogana, rimarcando il fatto che un possibile arrivo avrebbe giocoforza
provocato tensioni e che Fener, proprio per i motivi suesposti, non certo il luogo ideale.

E stato il consigliere Luigi Spada a illustrare ai presenti i dati presentati in Prefettura. Dati che ci dicono che, nel 2009, il
Comune di Alano contava al suo interno ben il 21% di immigrati, contro il 7% della media provinciale. (Come riportato a
suo tempo dal Tornado, la percentuale alanese era allepoca addirittura la terza dellintero Veneto, inferiore solo a quelle
di due comuni del Vicentino sedi di concerie, ndr). Nel 2016 (come riportato recentemente anche su queste pagine, ndr)
la percentuale era scesa al 14%, dato che per non tiene conto di chi ha ottenuto nel frattempo la cittadinanza italiana e
2 CRONACA

che, se considerato, farebbe crescere la percentuale al 23%. Ma ancora pi emblematico il dato di Fener, interessato
dallarrivo dei migranti e dove la percentuale di stranieri rasenta attualmente il 30% (e tocca addirittura il 41,9% conside-
rando coloro che hanno ottenuto la cittadinanza italiana).

Tornando alle spiegazioni del sindaco, allincontro con il prefetto seguito un sopralluogo allabitazione per valutarne lo
stato, presenti il viceprefetto, il sindaco di Alano con il vigile e il geometra comunale e un rappresentante dellUlss. In
quelloccasione emerso che labitazione aveva bisogno di manutenzione e di lavori di messa in sicurezza, un lungo
elenco di interventi che lufficio tecnico comunale ha poi messo nero su bianco e inviato ai proprietari, nella speranza
(poi dimostratasi vana) di scoraggiarli.

Lo stesso colloquio avuta dagli amministratori alanesi con i proprietari dello stabile ha lasciato, come ha ricordato Bogana,
lamaro in bocca. Trattandosi di unoperazione meramente economica, di fronte alla lista dei lavori richiesti non hanno
avuto alcun problema nel ribattere al sindaco: Lei ci mette i bastoni tra le ruote? E noi mettiamo in casa venti rom!.

Nonostante questo, fino a un mese e mezzo fa non cera alcuna notizia certa, solo voci o sentito dire. La certezza si
avuta quando, su sollecitazione del prefetto alla cooperativa, questultima ha comunicato al Comune di Alano linizio dei
lavori, cominciati poi nella prima settimana di luglio. Solo allora il Comune di Alano ha convocato lassemblea pubblica,
com giusto e serio che sia.

Morale della favola: Ora dobbiamo aspettarci larrivo di questi migranti, ha detto Bogana, che non ha nascosto la pro-
pria amarezza per decisioni calate dallalto da uno Stato che non riesce a gestire i flussi migratori, decisioni contro le quali
i sindaci poco possono. Cos come ha sottolineato pi volte, nel corso della serata, il fatto che sono stati dei privati ad af-
fittare labitazione, una trattativa tra le parti che ovviamente esula dalle competenze di unamministrazione comunale.
Come amministrazione - ha aggiunto - controlleremo che i lavori vengano fatti come prescritto da Comune e Ulss per
questioni di sicurezza. E ancora: Dobbiamo essere pronti a gestire la situazione, e non a subirla. E ha spiegato ai pre-
senti di aver chiesto (e ottenuto) dal prefetto un controllo ancora pi stringente da parte delle forze dellordine, data la si-
tuazione che si prospetta; un controllo periodico (ogni 15 giorni) allinterno della struttura; la possibilit di impiegare que-
ste persone. Insomma - come ha ricordato anche lassessore Novella Codemo - si sta facendo il possibile per creare
meno disagi possibili alla popolazione, cercando di gestire la situazione nel migliore dei modi. Lo stesso assessore che,
in una gazzarra indescrivibile, ha cercato di fornire i dati dellaccoglienza relativi agli altri Comuni della provincia di Bellu-
no.

I migranti rimarranno per due anni (finch non otterranno il permesso di soggiorno) ed il loro numero massimo - fissato dal
prefetto - sar di 19 (mentre per il Comune, in base alle caratteristiche dello stabile, il numero potrebbe calare a 15-17). A
questo proposito il sindaco Bogana ha ricordato di aver chiesto al prefetto linvio non di ragazzi, ma di famiglie con bam-
bini, ricevendo per risposta negativa. Ha sottolineato ancora che la Prefettura a fare il bando per accogliere i migranti e
che le cooperative che vi partecipano devono rispettare determinate regole, alcune delle quali sono state ricordate
dallassessore Codemo. La cooperativa (in questo caso la Integra, emanazione del Ceis di don Gigetto De Bortoli) deve
assicurare casa, cibo, vestiario, biancheria, corsi di alfabetizzazione (lingua italiana e normative, in primis), personale
Un operatore deve essere presente allinterno della struttura dalle ore 8 alle ore 22 e un altro reperibile dalle ore 22 alle
ore 8. Un referente deve essere presente per almeno 4 ore a settimana. E poi ci deve essere un assistente psico-sociale,
un mediatore culturale Il tutto pagato dalla cooperativa, che deve gestire - per far fronte a queste spese - circa 30 euro
giornaliere a migrante. Migrante che, anchesso, dovr osservare determinate regole dopo aver firmato un patto di acco-
glienza (a fronte di 2,50 euro giornalieri e di ununica scheda telefonica di 15 euro ricevuta allarrivo). Esiste infatti
lobbligo di non uscire dalla struttura prima delle 7.00 del mattino e di farvi rientro non oltre le 21.30 (o 22.30, a seconda
della stagione). Coloro che sgarrano - ha sottolineato il sindaco forte delle rassicurazioni del prefetto - saranno allontanati.
E per quanto riguarda il lavoro, potranno svolgerlo - volontariamente e gratuitamente - per il Comune (e lassessore Co-
demo ha elencato una serie di cose che potrebbero fare) o per la cooperativa, con lassicurazione pagata dalla Prefettura.

Tra i numerosi presenti, c chi ha chiesto di bloccare la Feltrina o di raccogliere firme per impedirne larrivo, chi ha con-
testato il fatto che la riunione fosse stata convocata tardivamente, a giochi ormai fatti, e chi ha sollecitato un nuovo incon-
tro pubblico alla presenza del prefetto, ma - al di l dei toni eccessivamente accesi, sfociati persino in offese personali ri-
volte agli amministratori - era palpabile un clima di comprensibile preoccupazione della gente di fronte al prossimo arrivo.
Il bello e il brutto c dappertutto, ha concluso Novella Codemo, cercando di stemperare il clima. E anche Serenella
Bogana ha invitato a moderare i toni: Siamo partiti con pregiudizi, vediamo chi ci mandano, se sono disponibili a lavorare
e se la cooperativa chiede la nostra collaborazione

Da novembre ospitato un gruppo di richiedenti asilo. Attualmente sono ventuno.

Migranti, lesperienza di San Gregorio nelle Alpi


a cura di Silvio Forcellini
Dopo aver partecipato alla riunione fenerese, di cui ho dato conto sopra, non ho potuto non domandarmi che impatto ab-
bia avuto larrivo di migranti su comuni vicini al nostro. Per questo, ho chiesto informazioni a Daniela Roman, carissima
3 CRONACA

amica nonch insegnante, molto conosciuta anche tra le bambine e i bambini del Basso Feltri-
no per essere stata pi volte protagonista di StorieCoccole, appuntamento di lettura organiz-
zato dalle nostre biblioteche. Daniela (nella foto a fianco) ha riassunto nel dettaglio quel che
successo a San Gregorio nelle Alpi e nella frazione di Paderno dopo larrivo - anche l molto
contestato - di un gruppo di migranti, avvenuto nello scorso mese di novembre (attualmente ne
sono ospitati ventuno, seguiti anche da un gruppo di volontari che ne hanno favorito
lintegrazione). E lo ha riassunto - oltre che al sottoscritto - anche in un articolo pubblicato sul
Corriere delle Alpi e sintetizzato dal Gazzettino. Li riproponiamo qui sotto, apparsi entrambi -
per ironia della sorte - lo stesso giorno in cui la stampa locale raccontava anche la burrascosa
riunione fenerese.

A San Gregorio nelle Alpi e a Paderno i giovani africani hanno parlato dei loro Paesi

Il Grest diventa multiculturale


SAN GREGORIO. Bambini e ragazzi a lezione
di multiculturalit. Nelle scorse settimane i
Grest, i gruppi estivi, di San Gregorio nelle Alpi
e di Paderno si sono fregiati non soltanto della
consueta - e buona - affluenza e dalla grande
disponibilit di tanti volontari, ma anche dalla
presenza di alcuni laboratori interculturali. Per
tre gioved a Paderno e per due venerd a San
Gregorio i richiedenti asilo ospiti da novembre
allex albergo Monte Pizzocco tramite la coope-
rativa Tempus di Fonzaso hanno parlato al folto
gruppo di giovanissimi dei loro paesi di origine
e delle rispettive usanze, per sfatare un po di
luoghi comuni e insegnare le vere tradizioni, in
uno spirito di scambio. Questo stato possibile
anche grazie alla frequenza costante dei corsi
di italiano da parte dei ragazzi in questi mesi a
Feltre, che hanno permesso loro di raggiungere
un livello di conoscenza della lingua tale da es-
sere in grado di interloquire anche con i ragazzi
pi giovani. Per raggiungere questo obiettivo
stato fondamentale il ruolo di un gruppo di vo-
lontari del paese, che si sono prodigati per rinforzare e sviluppare le competenze linguistiche che via via i migranti acqui-
sivano. Altro fattore determinante stato il desiderio che i richiedenti asilo hanno manifestato fin da subito di integrarsi,
apprendendo le tradizioni del paese ospitante. Come dimenticare la tombola natalizia, o la festa di carnevale, la visita al
museo di Seravella, la partecipazione a vari tornei di calcio e la loro unanime disponibilit a svolgere lavori socialmente
utili. Anche da parte loro si subito notato il piacere di condividere le proprie tradizioni. Sono questi i presupposti che
hanno permesso di organizzare i cinque laboratori multiculturali allinterno dei gruppi estivi sangregoriesi, dove sono stati
trattati anche aspetti politici ed economici, oltre alle abitudini, i costumi, i ritmi e le danze dei paesi dorigine dei giovani
migranti. Nigeria, Costa DAvorio, Pakistan, Guinea, Senegal, Camerun e Mali sono diventati subito luoghi meno distanti.
Di grande impatto sono stati i momenti di lavoro in gruppo per realizzare i cartelloni riassuntivi e, soprattutto, i giochi e i
balli, durante i quali i richiedenti asilo hanno suonato ritmi scatenati con percussioni varie, tipiche del loro paese. Espe-
rienze ricche di autentica condivisione e integrazione da ripetere, gi si pensa, anche nelle scuole.
(da Il Corriere delle Alpi di gioved 20 luglio 2017)

A San Gregorio nelle Alpi e a Paderno


gemellaggio coi cittadini dellAfrica
SAN GREGORIO. Nelle settimane passate i Grest di Paderno e San Gregorio sono stati caratterizzati dalla presenza di
alcuni laboratori interculturali. Infatti i richiedenti asilo, presenti da novembre, hanno illustrato i loro paesi dorigine. Gli
stessi ragazzi, nelle scorse settimane, hanno frequentato corsi di italiano a Feltre, sostenuti da un gruppo di volontari, e
hanno manifestato la volont di integrarsi apprendendo le tradizioni del paese ospitante. Partendo da questi presupposti
nata lidea dei laboratori nei quali i richiedenti asilo hanno illustrato aspetti politici ed economici, abitudini costumi e danze
dei loro paesi dorigine (Nigeria, Costa DAvorio, Pakistan, Guinea, Senegal, Camerun e Mali) che cos, per i giovani par-
tecipanti al Grest, sono diventati luoghi meno distanti.
(da Il Gazzettino di gioved 20 luglio 2017)
4 CRONACA

Voci suoni emozioni


a cura di Francesca Rech
Anche quest'anno la proloco di Alano si attivata per continuare la rassegna VOCI SUONI EMOZIONI, serie di
spettacoli ed eventi dedicati al territorio.
Sabato 24 giugno presso la sala associazioni, per l'occasione gremita di pubblico attento e partecipe, abbiamo parlato
del problema dell'abbandono della montagna e dell'avanzamento del bosco. Lucio Dorz ha presentato attraverso
immagini e musica alcuni luoghi che, nonostante l'abbandono in cui versano, mantengono un fascino unico. Sono poi
intervenuti Giuseppe Pellegrino di AVEPA per far capire le opportunit future, Stefano Sanson con la testimonianza di
quanto l'associazionismo vedi la cooperativa La Fiorita -sia importante per la sopravvivenza e lo sviluppo dei nostri
territori piccoli e frastagliati e di quanto la scuola, l'istituto agrario Della Lucia in particolare, sia importante. E' seguita la
presentazione dell'azienda El Puner di Anz che, con l'allevamento all'aperto di animali da cortile offre a loro una
qualit di vita dignitosa ed ai consumatori un cibo decisamente diverso rispetto a quanto proposto dagli assurdi
allevamenti industriali. Infine l'UNPLI ha presentato le attivit delle proloco provinciali, ricordando quanto sia importante
il loro impegno nelle tante manifestazioni per mantenere vivi tradizioni, cultura ed enogastronomia. Un'interessante
insieme di persone che pur con attivit diverse, vanno nella stessa direzione con l'intento di salvaguardare il nostro
territorio ed il nostro futuro.
Domenica 09 luglio, dopo una piacevole passeggiata lungo
sentieri freschi e agevoli, ricchi di manufatti e luoghi interessanti,
abbiamo avuto il piacere di assistere allo spettacolo Con il cielo
e le selve. Nel suggestivo scenario della radura davanti
all'antica chiesetta di san Lorenzo, Pino Petruzzelli ha
interpretato i personaggi del libro di Mario Rigoni Stern Uomini,
boschi e api. Un grande artista ed una squisita persona che,
con una toccante interpretazione, ha saputo arrivare al cuore del
pubblico presente che lo ha applaudito a lungo. Un vero peccato
non aver avuto i numeri di pubblico che la portata dell'evento
avrebbe meritato, essendo questo, come tutti gli eventi della
rassegna, a titolo gratuito.

sopra: foto di alcuni momenti delle iniziative


http://terredelbassofeltrino.it/
5

Parrocchia
Ass. Nazionale
Manifestazione realizzata con il contributo
di Caorera Ass. Nazionale Comune
Cavalleria Fanti del Consorzio Bim Piave di Belluno
Quero-Vas

La Pro Loco organizza a


Caorera di Quero Vas 59 Festa a

della Madonna
del Piave
Dedicata ai Corpi
di Cavalleria e Fanteria
Ass. Nazionale Ass. Nazionale
Cavalleria Fanti

PARCO CRESSI MARZIAI

PRESENTA IL RECITAL MUSICALE

Venerd 11 agosto 2017


BOMBARDANO CORTINA
"Canti popolari di trincea e commemorativi
della Prima Guerra Mondiale"

Ore 20.30 presso il Parco Le Cressi


gestito dallAss. Pojat di Marziai a Marziai,
Serata con GIORGIO FORNASIER
Con
Bombardano Cortina

Sabato 12 agosto 2017


GIORGIO FORNASIER

Ore 20.30 presso la chiesa parrocchiale di Caorera


Serata di canto Sacro e Popolare
INGRESSO LIBERO

con il CORO OIO di Santa Giustina

Domenica 13 agosto 2017


Mattino prima gara di SPIEDO ricordando Saverio
Ore 12.00 pranzo con SPIEDO allietato dalla fisarmonica di LINO
Ore 19.00 cena con GOULASH E POLENTA
Ore 21.00 suona lorchestra GNUCO ALPEN SGNAPPA BAND

Luned 14 agosto 2017


Ore 19.00 cena con COSTATA DI SORANA
gradita la prenotazione Giusto 347 0511868 - Paolo 349 4339855 - Silvia 347 9045917
Ore 21.00 suona lorchestra FANTASY

N I T I S S IMA Marted 15 agosto 2017


FOR CA Solenne celebrazione per la Madonna del Piave

FRAS Ore 7.00 Santa Messa


Ore 9.30 Raduno autorit Civili e Militari
Ore 10.00 Partenza del corteo con gonfaloni labari e bandiere dal museo del Piave
seguiti dai rappresentanti del corpo dei Fanti e della Cavalleria
Santa messa solenne in onore alla Madonna regina della pace
ed in suffragio ai Caduti
Discorsi ufficiali, processione con lImmagine della Madonna fino a Marziai
Alzabandiera e lancio della corona nel Piave in omaggio ai caduti
Durante la cerimonia interventi musicali a cura del CORO DI STRAMARE
Ore 12.30 GRANDE PRANZO sotto il temdone con SPIEDO GIGANTE
POMERIGGIO INTRATTENIMENTI SUL PARCO
Ore 19.30 Ritorno della sacra immagine da Marziai
Pro Loco Caorera
Ore 20.30 CENA
www. prolococaorera.it Ore 21.00 Serata con orchestra SAX APPEAL BAND
Deon Edilizia snc Deon Costruzioni srl ristrutturazioni
- Sala Mostra Responsabile
0437.553030 0437.553030
costruzioni edifici
Giuliano - Maura Giacomo
Fax 0437.553251
isolamento tetti
- Magazzino 0437.553020
Paolo Fax 0437.553251
6 CRONACA

Un prestigioso riconoscimento per i giovani talenti promosso da Altaroma e Vogue Italia

Moda, anche il querese Andrea Mondin


tra i vincitori del concorso Who is on Next?
articolo di Vogue Italia - segnalazione di Silvio Forcellini

7 luglio, Guido Reni District, Roma: sono stati annunciati i vincitori di Who is on Next? 2017, progetto di fashion scouting
dedicato ai giovani talenti della moda, ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia. Considerato a
livello mondiale tra le piattaforme creative pi autorevoli, il premio si conferma anche questanno un vero e pro-
prio laboratorio di creazioni made in Italy, proiettato sui mercati internazionali, grazie alla collaborazione e al sostegno
dellICE - Agenzia di Roma e alla sua rete di uffici allestero. Scelto tra una rosa di sei finalisti, il vincitore categoria Wo-
menswear per ledizione 2017, la tredicesima, Act n1, brand fondato da Luca Lin e Galib Gasanov con sede a Reggio
Emilia. La loro collezione stata scelta per la visione di una nuova generazione multiculturale che sposa tradizione e cul-
tura street.
Vincitori della categoria Accessori (sempre selezionati tra 6 finalisti) sono ex aequo Nico Giani, brand di borse con sede a
Firenze fondato da Niccol Giannini, e Andrea Mondin, brand di calzature di lusso fondato nel 2016 dal designer omoni-
mo. Il brand Nico Giani stato scelto per la trasversale ricerca tra arte e interior design racchiusa in un progetto rigoroso
e funzionale. Andrea Mondin, invece, per la raffinata eleganza delle sue creazioni che traggono spunto dal mondo
dellhaute couture in omaggio alla femminilit. (Nella foto di gruppo, Andrea il secondo da destra, accosciato; sotto, in-
vece, le sue creazioni oggetto del prestigioso riconoscimento).

Ad annunciare i vincitori Emanuele Farneti, direttore di Vogue Italia e LUomo Vogue. Diverse le novit questanno sul
fronte dei premi. Altaroma e Vogue Italia hanno deciso, insieme alle altre istituzioni della moda italiana, Camera Naziona-
le della Moda Italiana e Pitti Immagine, di insignire i vincitori del Premio Franca Sozzani:
7 CRONACA
Altaroma e Vogue Italia riconosceranno ai vincitori dellarea prt--porter e accessori un premio in denaro e due incontri
di orientamento e sostegno con esperti delle rispettive organizzazioni, per monitorare i progressi, offrire supporto e indi-
cazioni utili alla crescita del designer e alla comunicazione del brand;
Altaroma e Vogue Italia riconosceranno ai vincitori dellarea prt--porter e accessori un premio in denaro e due incontri
Camera Nazionale
di orientamento della Moda
e sostegno conItaliana
esperti permetter al vincitore
delle rispettive dellarea
organizzazioni, per prt--porter di presentare
monitorare i progressi, offrirelasupporto
propria collezione
e indi-
nel calendario di Milano Moda Donna Settembre 2018, mentre il
cazioni utili alla crescita del designer e alla comunicazione del brand; vincitore della sezione accessori esporr le proprie crea-
zioni nellambito di Fashion Hub Market;
Camera Nazionale della Moda Italiana permetter al vincitore dellarea prt--porter di presentare la propria collezione
nelImmagine
Pitti calendario riconoscer
di Milano Moda Donna Settembre
a entrambi i vincitori2018, mentre
il premio Pittiil Tutorship,
vincitore della
unasezione accessoridi
collaborazione esporr le proprie
sei mesi crea-
per supportare
tuttezioni nellambito
le attivit di Fashion
necessarie Hub Market;
al consolidamento del brand.
Nasce Pitti Immagineanche
questanno riconoscer a entrambi
il Penelope Prize.i vincitori
Dopo 13il anni
premiodi Pitti Tutorship, una
partecipazione collaborazione
al progetto Who isdi on seiNext?,
mesi per supportare
Roberta Valenti-
tutte le attivit necessarie al consolidamento del brand.
ni, fondatrice di uno degli store pi influenti nel mondo della moda, con sede a Brescia, eccellenza nella ricerca di talenti
del prt--porter
Nasce questanno a livello internazionale,
anche ha assegnato
il Penelope Prize. Dopo 13 annia Nico Giani il Penelope
di partecipazione Prize, che
al progetto Whoconsiste in unRoberta
is on Next?, eventoValenti-
ad hoc: la
realizzazione
ni, fondatricedi una vetrina
di uno degli e un trunk
store showinnelcuimondo
pi influenti il designer potr esprimere
della moda, con sede aliberamente la propria
Brescia, eccellenza nellacreativit
ricerca didialogando
talenti
del prt--porter
direttamente a livello internazionale,
con il pubblico. ha assegnato
Nuova partnership per Who a Nico
is onGiani
Next?il Penelope
2017 conPrize,Sugarche consiste Ilinprimo
e sugar.it. un evento unad hoc: lasto-
concept
realizzazione dicon
re allavanguardia una sede
vetrinaadeArezzo,
un trunkcapace
showin di
cuiconiugare
il designertradizione
potr esprimere liberamente la ma
e contemporaneit, propria
anchecreativit dialogando
arte, intrattenimento
e letteratura; il secondo una piattaforma ricca di idee, dove valorizzare giovani talenti e innovazione. Il fondatoresto-
direttamente con il pubblico. Nuova partnership per Who is on Next? 2017 con Sugar e sugar.it. Il primo un concept Beppe
re allavanguardia
Angiolini riconosce a con Act sede
n1 eadNico
Arezzo,
Gianicapace di coniugare
la possibilit tradizioneun
di realizzare e contemporaneit,
item in co-branding ma anche arte, intrattenimento
promuovendo la special edi-
tion eattraverso
letteratura;unil secondo una piattaforma
evento virtuale su sugar.it.ricca di idee, dove
In occasione valorizzare
di questa 13 giovani
edizione, talenti e innovazione.
si rinnova Il fondatore
la partnership Beppe e
tra Altaroma
Angiolini riconosce a Act n1 e Nico Giani la possibilit di realizzare un item in co-branding promuovendo la special edi-
Tomorrow, un modello di business basato su unofferta multibrand, multiservice e omnichannel, che include uno show-
tion attraverso un evento virtuale su sugar.it. In occasione di questa 13 edizione, si rinnova la partnership tra Altaroma e
room, un centro
Tomorrow, undistributivo
modello di ebusiness
una divisione
basato marketing
su unoffertae digitale nellemultiservice
multibrand, principali citt della moda:che
e omnichannel, Londra,
include Milano, Parigi e
uno show-
Newroom,
York.unTomorrow riconosce
centro distributivo a Act
e una n1 linserimento
divisione marketing e della collezione
digitale nello citt
nelle principali showroom di Parigi
della moda: in occasione
Londra, dellae Fa-
Milano, Parigi
shionNew Week di Tomorrow
York. Settembrericonosce
2017. a Act n1 linserimento della collezione nello showroom di Parigi in occasione della Fa-
shion Weeki vincitori
A individuare di Settembre 2017.edizione una prestigiosa giuria internazionale composta da: Beppe Angiolini (Owner Su-
di questa
gar),A Carlo Capasa
individuare (Presidente
i vincitori Camera
di questa Nazionale
edizione della Moda
una prestigiosa giuriaItaliana), Marcocomposta
internazionale De Vincenzo (Designer
da: Beppe Marco
Angiolini De Vincen-
(Owner Su-
zo), gar),
Godfrey
CarloDeeny
Capasa (Editor-in-Chief di FashionNetwork.com),
(Presidente Camera Nazionale della ModaJessica
Italiana),Diehl
Marco (Fashion Director
De Vincenzo VanityMarco
(Designer Fair US), Emanuele
De Vincen-
Farneti
zo), (Direttore Vogue
Godfrey Deeny Italia e LUomo
(Editor-in-Chief Vogue), Simonetta Gianfelici
di FashionNetwork.com), (Fashion
Jessica Diehl Expert
(Fashion e Talent
Director Scout
Vanity FairWho Is On Next?
US), Emanuele
Farneti (Direttore
Altaroma), Vogue Italia
Natalie Kingham e LUomo
(Buying Vogue),
Director Simonetta
Matches Gianfelici
Fashion), Luke(Fashion
Leitch Expert
(EditoreatTalent
LargeScout Who
Vogue Is On
Italia, Next?
Style Editor
1843 Altaroma),
MagazineNatalie
- The Kingham
Economist),(Buying
Laura Director
LusuardiMatches Fashion),
(Fashion Luke Leitch
Coordinator (EditorGroup),
Max Mara at Large Vogue
Sara Italia, Maino
Sozzani Style Editor
(Vice Di-
1843
rettore Magazine
Vogue Italia- The Economist),
Progetti Laura
Speciali Lusuardi
e Head (Fashion
of Vogue Coordinator
Talents), Max Martinetto
Stefano Mara Group), Sara Sozzani
(Owner Maino
Tomorrow), (ViceMenkes
Suzy Di-
rettore Vogue Italia Progetti Speciali e Head of Vogue Talents), Stefano Martinetto (Owner
(International Vogue Editor Cond Nast International), Raffaello Napoleone (Amministratore Delegato Pitti Immagine), Tomorrow), Suzy Menkes
(International Vogue Editor Cond Nast International), Raffaello Napoleone (Amministratore Delegato Pitti Immagine),
Chioma Nnadi (Fashion News Director Vogue.com), Pierpaolo Piccioli (Creative Director Valentino), Dan Thawley (Editor-
Chioma Nnadi (Fashion News Director Vogue.com), Pierpaolo Piccioli (Creative Director Valentino), Dan Thawley (Editor-
in-Chief A Magazine Curated By), Roberta Valentini (Owner Penelope), Riccardo Vannetti (Tutorship Director Pitti Imma-
in-Chief A Magazine Curated By), Roberta Valentini (Owner Penelope), Riccardo Vannetti (Tutorship Director Pitti Imma-
gine), Silvia Venturini
gine), Silvia Venturini Fendi
Fendi(Presidente
(PresidenteAltaroma),
Altaroma),Lory
Lory Yedid (Head Hunter
Yedid (Head HunterValue
ValueSearch).
Search).
8 CRONACA

Anniversari in casa Vidorin


di Sandro Curto
Nozze doro e nozze dargento in casa Vidorin in questo aprile 2017. Il 23 aprile 1967 si sposavano Luigina Martinon
e Giovanni Vidorin, il 25 aprile 1992 Alessandra Seganfreddo e Mauro Vidorin (nella foto a sinistra). Entrambi gli
anniversari sono stati celebrati in ununica cerimonia alla presenza di tutta la numerosa famiglia (nella foto a destra). I
Vidorin, originari di Cavaso del Tomba, sono arrivati a Colmirano nel 1986 per prendere in affitto il panificio Licini ge-
stito poi, con grande professionalit, per ventanni. Attraverso il Tornado Luigina e Giovanni ringraziano i loro figli
(Mauro, Luca, Silvia e Luigi), il genero e le nuore per la bella festa organizzata in loro onore con tante simpatiche sor-
prese e don Francesco per la cerimonia religiosa. Alle due coppie le congratulazioni della Redazione.

Elia presenta Igor


(S.C.) Nella foto a sinistra, Elia presenta ufficialmente ai lettori del Tornado il fra-
tellino Igor, nato a Treviso il 13 marzo scorso alle 11,45 per la felicit dei genitori
Lisa Men e Andrea Dalla Palma, nostri abbonati di Volpago del Montello. Un caro
saluto anche ai nonni tra i quali Serenella Mazzier, originaria di Alano ma da de-
cenni residente a Guia di Valdobbiadene dopo il matrimonio con Renzo Men. Feli-
citazioni anche dalla Redazione.

Tre 100 ad Alano


(s.for.) Da notizie che ci sono state fornite, tre sono stati i 100 (il massimo dei voti)
conseguiti al recente esame di maturit da ragazzi alanesi: Sara Dal Bon
allalberghiero, Tommaso Meneghin al classico e Chiara Pisan allo scientifico.
Complimenti a loro, per la gioia delle loro famiglie e - anche - degli insegnanti che
li hanno seguiti alle elementari e alle medie (sono sempre stati in classe assieme),
in particolare la maestra Amalia Codemo e la professoressa Luana Di Tommaso.
Nel caso lelenco fosse incompleto, siamo ovviamente a disposizione per integrar-
lo sul prossimo numero.

Festa di San Giacomo,


il Comitato donne ringrazia
(S.C.) Nellambito della Festa di San Giacomo, patrono di Colmirano, svoltasi dal 21 al 23 luglio con successo nella
suggestiva piazzetta del paese, il locale Comitato donne organizza ogni anno una sottoscrizione a premi il cui ricavato
viene poi devoluto alla parrocchia per le spese della chiesetta di San Giacomo. Attraverso il Tornado il Comitato rin-
grazia le seguenti ditte che hanno collaborato alliniziativa: Ferramenta Baldotto di Segusino, La Caneva di Fener, Ge-
lateria Mixer, Gelateria Gioia, albergo ristorante Tegorzo, Visard Occhiali, Perenz Lampadari, Van Gogh Optical, Vista
srl, ristorante pizzeria Al Molin, Della Bianca onoranze funebri e fioreria, panificio Collavo, Coridal Line, falegnameria
Carelle, Rasera Cornici, Pandolfi Fiori.
9 CRONACA

Associazione Volontari Protezione Civile e Antincendio del Comune di Quero Vas


Progetto Solidariet
a cura della Protezione Civile di Quero
Nel fine settimana 8-9 Luglio 2017 alcuni volontari della Protezio-
ne Civile sono andati presso il Comune di Appignano del Tronto
per ricevere i ringraziamenti da parte dellamministrazione e delle
scuole.
Il progetto solidariet nato dopo la settimana impegnata come
volontari di Protezione Civile nelle zone terremotate presso la
provincia di Ascoli Piceno; girando per i paesi terremotati nella
fascia vicino al mare ci siamo resi conto che i problemi per le
amministrazioni erano molteplici e al margine del cratere del si-
sma erano pertanto un po lasciati in disparte. Per cui al ritorno
dopo una riunione con i volontari della associazione abbiamo
contattato il sindaco di Appignano per chiedere di cosa avessero
bisogno con un pensiero particolare per le scuole e i giovani che
sono il nostro futuro, nel frattempo abbiamo posizionato presso le
attivit del comune delle cassettine per la raccolta di donazioni
spontanee.
A fine gennaio di questo anno abbiamo raccolto le cassettine e
con altri contributi donati da alcune associazioni locali siamo arri-
vati a raccogliere circa 900,00 . Come associazione abbiamo ar-
rotondato fino ad arrivare alla somma totale di 1.000,00 che
dopo avere risentito il sindaco sono stati destinati per lacquisto di
una lavagna interattiva per la scuola, visto che quella che aveva-
no a disposizione era andata perduta.
I soldi che come associazione abbiamo inviato verranno aggiunti
ad altre donazioni da usufruire sempre nella scuola come
linaugurazione del parco giochi a cui abbiamo partecipato questo
fine settimana. Il sabato siamo stati ospiti ad una cena a base di
prodotti locali che viene organizzata dalla amministrazione una
volta allanno per riunire tutte le famiglie del paese che conta
1900 abitanti, a cui hanno partecipato circa 300 persone.
Eravamo accompagnati dalle amministrazioni di Piovego in pro-
vincia di Cremona, dalla amministrazione di Piombino Dese nel
Padovano con il preside dellistituto comprensivo e rappresentanti
della Proloco e della scuola, che anche loro avevano fatto dona-
zioni per le scuole.
Abbiamo ricevuto una accoglienza fantastica. Il giorno dopo, do-
menica, abbiamo partecipato con gli alunni, le loro famiglie e
lamministrazione ad una festa di ringraziamento per tutto quello
che abbiamo fatto sia come volontari durante lemergenza sisma
che poi per le scuole con la raccolta fondi con linaugurazione del
parco giochi.
Da parte nostra abbiamo ringraziato per laccoglienza ricevuta
sottolineando che dobbiamo ringraziare tutti i cittadini che hanno
contribuito e che comunque i fondi erano destinati alla giovent
locale che, come detto, sono il nostro futuro.
Come volontari di Protezione Civile impegnati durante le emer-
genze, questa attivit ci ha dato soddisfazioni che non saranno
mai ripagate e questo ci rende orgogliosi di esserci e rappresentare il Comune di Quero Vas.
10 CRONACA

Antonio Codemo
promosso in Serie D
di Silvio Forcellini
In vista dellavvio della nuova stagione calcistica, tempo di promozioni
per lAssociazione Italiana Arbitri, che come ogni anno dirama gli organici
nazionali. Grande soddisfazione nelloccasione per Antonio Codemo,
promosso in Serie D come assistente arbitrale. Residente ad Alano di Pia-
ve, ha iniziato lesperienza arbitrale nel 2008 nella Sezione di Belluno per
poi trasferirsi alla Sezione di Castelfranco Veneto; nel 2011 viene promos-
so al Comitato Regionale Veneto arrivando a dirigere gare di Promozione.
Nella stagione 2016/2017 la decisione di intraprendere la carriera di assi-
stente arbitrale e cos, in un solo anno, ecco arrivata la promozione a livello
nazionale: ora il nostro Antonio sar impiegato in partite di Serie D in tutta
Italia!

La morte di Alberto Brambilla


di Sandro Curto
Vasto cordoglio in tutto il Feltrino ha suscitato la notizia della morte, dopo
grave malattia, di Alberto Brambilla, classe 1953, dipendente FE.IN.AR.
(Federazione Industriali e Artigiani) della quale, per alcuni anni, era stato
responsabile dellufficio di Feltre. Una vita spesa per il volontariato con
passione, competenza e onest. Ricordiamo solo alcuni dei suoi maggiori
impegni a cominciare dal Centro Sportivo Italiano, Comitato di Feltre,
dove ha ricoperto tutti gli incarichi, da allenatore ad arbitro, da dirigente a
presidente, per continuare con la Feltrese Calcio della quale stato
presidente per finire con lamministrazione comunale di Feltre nella quale
stato assessore, sindaco dal 2002 al 2007 e poi consigliere di
minoranza. Cera una grande folla il giorno del funerale in Duomo a
Feltre; a ricordarlo, dopo la cerimonia religiosa, il vescovo emerito di
Belluno e Feltre Andrich, il sindaco Perenzin, Cinzia Lusa vicepresidente
del Centro Sportivo e Gianvittore Maccagnan per la Feltrese.

LETTERE AL TORNADO

Per Egidio
di Maria Biz
Caro Egidio... Sono la tua nipote, qui nella dimora di Dio assieme alla tua famiglia, parenti,
amici e tutti i presenti, ti vogliamo dare lultimo saluto. Per volont del nostro signore Ges, il
giorno della SS. Trinit un angelo dal cielo sceso in terra, ti ha rapito e portato con s nella
dimora di Dio, dove regna la pace divina. Tutto era predisposto in modo ordinato da quando sei
nato. Ora dormi sereno e tranquillo, hai finito di soffrire. Molti sono stati gli anni trascorsi nella
lontana Svizzera, con Vincenza. Duri sacrifici di lavoro, tutto per un pane per la famiglia. Nella
tua mente balenavano i ricordi della tua infanzia: Schievenin tra le montagne dove sei nato; Campo, Colmirano
dove hai vissuto da bambino, la famiglia Biz che ti ha adottato. Impressi nella memoria, piccoli avvenimenti. Il lavoro
di campagna, quanto lo amavi, ma il tuo paese sempre sognavi. Finalmente un giorno si avverato il desiderio che
tanto bramavi. Un fatale giorno il destino fu crudele, ti gioc un tiro mancino, dove danno inizio gravi problemi di
salute, che ti portarono in patria. Un trauma sul lavoro ti cambi completamente la vita, portandoti quasi alla morte.
Hai lottato e la grande fede in Dio ti ha salvato. Le continue sofferenze ti portarono alla disperazione, ma lamore di
Vincenza e Franca hanno saputo dare coraggio e speranza. Ti hanno assistito con grande amore e nel loro sorriso
alleviato il dolore. Qui in terra si piange la tua scomparsa, una prece sar rivolta sempre a te, alla tua famiglia non
manchi mai dal cielo il tuo sguardo terreno. Nel mio cuore ci sarebbe tanto da dire, ma prima di salire nel cielo a
poco a poco te lo trasmetter pregandoti... Il Signore doni a tutte le persone una benedizione, a quelle che si
prendono cura degli ammalati, negli ospedali, nelle strutture di cura, ma soprattutto, nellambiente famigliare dove
c laffetto dei propri cari. Egidio lultimo abbraccio da tutti noi, anche dalla moglie Vincenza, la figlia Franca, dai
nipoti Ivan e Erika, dai qui presenti e dal sacerdote che ha celebrato la S. Messa. Pregheremo Ges e la Vergine
SS. Maria per te, e tu ricordati di noi tutti nelleterno tuo riposo... Cos sia...
SEREN A
DEL GRAPP

Comune Comune Comune Unione


di Alano di Quero Vas di Seren del Grappa Montana Feltrina

I COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEREN DEL GRAPPA,


LUNIONE MONTANAComune
FELTRINA Unione
SEREN
DEL GRAPP
A

Comune Comune
di Alano in collaborazione con le Associazioni di Volontariato Montana Feltrina
di Seren del Grappa
di Quero Vas

I COMUNI DI ALANO organizzano


DI PIAVE, QUERO VAS, SEREN DELUnione
GRAPPA,
SEREN
DEL GRAPP
A

4 PASSI
Comune Comune Comune SEREN
DEL GRAPP
A

di Quero Vas di Seren del Grappa Montana Feltrina


di Alano
Comune
di Alano
LUNIONE
Comune
di Quero Vas
MONTANA FELTRINA
Comune
di Seren del Grappa
Unione
Montana Feltrina
in ALANO
I COMUNI DI collaborazione con le Associazioni
DI PIAVE, QUERO VAS, di Volontariato
SEREN DEL GRAPPA,
I COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO
LUNIONE MONTANA FELTRINA VAS, SEREN DEL GRAPPA,
LUNIONE organizzano
MONTANA FELTRINA

4 PASSI
in collaborazione con le Associazioni di Volontariato
in collaborazione con le Associazioni di Volontariato

in
4 amicizia
organizzano

PASSI
organizzano

in amicizia
in amicizia

MALGA
MALGAPAODA m 1181
PAODA m 1181
MALGA PAODA
(nel Comune m Vas)
di Quero 1181
(nel Comune di Quero Vas)
MALGA PAODA
(nel Comune mVas)
di Quero 1181
Domenica
Domenica 27
Domenica 27 agosto
27 agosto 2017
agosto 2017
2017
(nel Comune di Quero Vas)

Domenica 27 agosto 2017


Partenza
Partenza dalle piazze dei capoluoghi Alano di Piave, Quero Vas, Seren del Grappa - ore 7.30
dalledalle
Partenza
PROGRAMMA
PROGRAMMA
ore 7.30 Partenza
piazze deidei
piazze

autovetture
capoluoghi
capoluoghiAlano
Alanodi
diPiave,
Piave, Quero Vas,Seren
Quero Vas, Serendeldel Grappa
Grappa - ore
- ore 7.307.30

PROGRAMMAPartenza dalle piazzedalle


dei piazze dei vari Comuni.
capoluoghi Alano di Piave, Quero Vas, Seren del Grappa - ore 7.30
ore 8.00
7.30 Arrivo delle
Partenza comitive dalle
autovetture di: Alano
piazzee dei
Quero
variVas in localit Cilladon e di Seren del Grappa a Malga dai Ton e Forcella Alta
Comuni.
ore 7.30 Partenza
ore 8.00 autovetture
(Parcheggio
Arrivo dalledi:
autovetture
delle comitive piazze
su dei
apposito
Alano vari
e Quero Comuni.
spazio).
Vas in localit Cilladon e di Seren del Grappa a Malga dai Ton e Forcella Alta
PROGRAMMA
ore 8.15
ore 8.00 ArrivoPartenza passeggiata
(Parcheggio
delle comitive di: lungo
autovetture su iapposito
Alano esentieri alpestri,
Vas in tra
Querospazio). le malghe
localit e i pascoli.
Cilladon e di Seren del Grappa a Malga dai Ton e Forcella Alta
ore 7.30
8.15 Partenza
ore 10.00 Incontroautovetture
Partenza
(Parcheggio
delle comitive
passeggiata
autovetture dalle
lungo
su piazze
a Malga
apposito dei
Paoda.
i sentieri vari Comuni.
alpestri,
spazio). tra le malghe e i pascoli.
ore 11.00
10.00 Santa Messa
Incontro in
delle ricordo
comitive del
a malgaro
Malga Giuseppe
Paoda. Specia.
ore 8.00 Arrivo delle comitive di: Alano e Quero Vas in localit Cilladon e di Seren del Grappa a Malga dai Ton e Forcella Alta
ore 8.15 Partenza
ore 11.45
11.00 passeggiata
Saluto
Santa lungo
delle Autorit
Messa in ricordo i sentieri
e cronistoria
del alpestri,
Malgatra
diGiuseppe le malghe e i pascoli.
Paoda.
(Parcheggio autovetture su malgaro
apposito spazio). Specia.
ore 10.00 Incontro
ore 12.30
11.45 delle
Pranzo
Saluto concomitive
delle Autoritatipici
prodotti eMalga Paoda.
offerti
cronistoria dallorganizzazione.
di Malga Paoda.
ore 8.15 Partenza
ore 14.00
passeggiata lungo i sentieri alpestri, tra le malghe e i pascoli.
ore 11.00
ore Santa Consegna
12.30 Pranzo
Messa conin di un ricordo
prodotti
ricordo della
tipici
del manifestazione
offerti
malgaro ai partecipanti.
dallorganizzazione.
Giuseppe Specia.
ore10.00
14.00 Incontro
15.00 Consegnadelle
Rientro. di uncomitive
ricordo adella
Malga Paoda.
manifestazione ai partecipanti.
ore 11.45
ore Saluto delleMessaAutoritricordo
e cronistoria di Malga Paoda.
ore11.00
La 15.00 Santa si terrincon
Rientro.
manifestazione del malgaro
qualsiasi Giuseppe
tempo. Parcheggi Specia. consentiti: presso Cilladon per le comitive di Alano di Piave e
autoveicoli
ore 12.30
ore Pranzo con prodotti tipicie offerti dallorganizzazione.
La 11.45
Quero Vas; Saluto
Malga delle
manifestazione si Autorit
daiterr
Ton e Forcella
con cronistoria
qualsiasiAlta per ladi
tempo. Malga Paoda.
comitiva
Parcheggi di Seren delconsentiti:
autoveicoli Grappa. presso Cilladon per le comitive di Alano di Piave e
ore 14.00
ore Consegna
12.30
Vas; Pranzo didai
unTon
con ricordo
prodotti della manifestazione
tipiciAlta
offerti aidipartecipanti.
Quero
Il parcheggio Malga
a Malga Paoda e Forcella
consentito solodallorganizzazione.
per laaicomitiva
mezzi degli Seren del Grappa.
organizzatori ed autorizzati dalla Squadra Protezione Civile di Quero
ore 15.00
ore
Vas Rientro.
14.00
per Consegna
il trasporto
Il parcheggio di
degli
a Malga un ricordo
anziani.
Paoda della manifestazione
consentito solo ai mezzi degli ai partecipanti.
organizzatori ed autorizzati dalla Squadra Protezione Civile di Quero
ore
Vas15.00
La manifestazione Rientro.
per il trasporto
si terrdegli
conanziani.
qualsiasi tempo. Parcheggi autoveicoli consentiti: presso Cilladon per le comitive di Alano di Piave e
QueroLa manifestazione
Vas; Malga dai Ton si terr con qualsiasi
e Forcella tempo.
Alta per Parcheggi
la comitiva di autoveicoli consentiti: presso Cilladon per le comitive di Alano di Piave e
Seren del Grappa.
NOTE
Quero Vas;ORGANIZZATIVE
Malga dai Ton e Forcella Alta per la comitiva di Seren del Grappa.
Il parcheggio
NOTE a Malga Paoda
ORGANIZZATIVE consentito solo ai mezzi degli
Il percorso non presenta particolari difficolt ed adatto a tutti. organizzatori ed autorizzati dalla Squadra Protezione Civile di Quero
Vas perIlAlle
parcheggio
Ililpercorso
trasporto
ore 7.30
adegli
non
Malga
nelle
Paoda
anziani.
piazze
presenta
consentitocomuni
dei rispettivi
particolari
solo ai mezzi degligliorganizzatori
difficolt edcisaranno
ed autorizzati dalla Squadra Protezione Civile di Quero
organizzatori ad
adatto a tutti.
Vas
Alleper
oreil 7.30
attendere trasporto
tuttinelle degli
coloro che
piazzeanziani.
parteciperanno
dei alla camminata.
rispettivi comuni ci saranno gli organizzatori ad
Con le autovetture
attendere tutti coloro verranno raggiunte le seguenti
che parteciperanno localit montane:
alla camminata.
Con leper i partecipanti
autovetture dei comuni
verranno raggiunte dileQuero Vaslocalit
seguenti ed Alano di Piave: Cilla-
montane:
NOTE NOTEORGANIZZATIVE
don,
per i dove c possibilit
partecipanti
ORGANIZZATIVE di ampio
dei comuni parcheggio.
di Quero Vas ed Alano di Piave: Cilla-
don, dove c
per presenta
coloro possibilit
salirannodida
cheparticolari ampio
Seren parcheggio.
del
Il percorso non
Il percorso non diffi colt ed Grappa:
adatto Malga dai Ton o For-
adattoa atutti.
cella Alta.presenta
per coloro
particolari diffi colt ed tutti.
che saliranno da Seren del Grappa: Malga dai Ton o For-
Alle ore 7.30
Alle nelle
orecella
7.30Alta.piazze
nelle dei rispettivi
piazze comuni
dei rispettivi comuni ci saranno
ci sarannogligliorganizzatori
organizzatori ad
ad
Da queste localit partir la camminata per sentieri alpestri che condurr le
attendere tutti coloro
attendere che parteciperanno allaalla
camminata.
Da questeatutti
comitive Malgacoloro
localit Paoda.che parteciperanno
partir la camminata per camminata.
sentieri alpestri che condurr le
Con leConautovetture
le autovetture
Lescursione
comitive ha
a Malga verranno
scoporaggiunte
verranno
loPaoda. di dare la lepossibilit
raggiunte seguenti
le seguentilocalit
di localit
fare montane:
montane:
nuove amicizie come
per i per
partecipanti
accadeva
Lescursionei partecipanti
un tempo,
ha dei comuni
dei
di comuni
rivedere
lo scopo di
vecchie
dare Quero
la possibilit VasVas
diconoscenze,
Quero died edAlano
fare nuovedi
Alano
premiare undiPiave:
Piave: Cilla-
Cilla-
personaggio
amicizie come
per
don, don,
ogni
dove
accadeva undove
comune c
che
ctempo, possibilit
possibilit di ampio
sia particolarmente
di ampio
rivedere vecchie parcheggio.
legato allepremiare
parcheggio.
conoscenze, attivit tradizionali delle
un personaggio
nostre
per ogni montagne,
comune che passare una giornata diversa
sia particolarmente legato passeggiando in compagnia,
alle attivit tradizionali delle Malga Paoda: agriturismo
per per
coloro
visitando
nostre
coloro
luoghi
montagne,
che saliranno
che esaliranno
paesaggi
passare una
da Seren
da giornata
belliSeren del del
e particolari. Grappa:
Grappa:
diversa
Malgadai
Malga
passeggiando
daicompagnia,
Tonoo For-
in Ton
For-
cella Alta. Malga Paoda: agriturismo
cella Alta.luoghi e paesaggi belli e particolari.
visitando
Si ringraziano le Associazioni e tutti coloro che in qualche modo hanno dato una mano alla buona riuscita della manifestazione.
Da queste
Da queste localit
localit partir
partir la camminata
la camminata per sentieri alpestriche
checondurr
condurr le le
Si ringraziano le Associazioni e tutti per
colorosentieri alpestri
che in qualche modo hanno dato una mano alla buona riuscita della manifestazione.
comitive
LAa PASSEGGIATA
Malga Paoda. LIBERA, APERTA A TUTTI E NON PRESENTA ALCUNA DIFFICOLT
comitive a Malga Paoda.
Lescursione SIhaRACCOMANDA
lo scopo di dare
LA PASSEGGIATA laILpossibilit
MASSIMO di fare Anuove
RISPETTO amicizie
EPER come
LAMBIENTE
PRESENTA E LA MONTAGNA
Lescursione ha lo scopo
accadeva unSItempo,
di dare laLIBERA,
possibilit
rivedere vecchie
RACCOMANDA
APERTA
IL conoscenze,
MASSIMOpremiare
TUTTI
di fare RISPETTO
nuove NON
amicizie come
un personaggio
ALCUNA
PER LAMBIENTE E LA MONTAGNA
DIFFICOLT

accadeva un tempo,
per ogni comunerivedere vecchie conoscenze,
che sia particolarmente legato allepremiare
attivit un personaggio
tradizionali delle
Stampa DBS Rasai - Mc 7-17

per ogni comune


nostre che siapassare
montagne, particolarmente
una giornatalegato
diversa allepasseggiando
attivit tradizionali delle
in compagnia,
Stampa DBS Rasai - Mc 7-17

nostrevisitando
montagne, passare una giornata diversa passeggiando in compagnia, Malga Paoda: agriturismo
luoghi e paesaggi belli e particolari. Malga Paoda: agriturismo
visitando luoghi e paesaggi belli e particolari.
12 CRONACA

Labito di Silvia Zanella


premiato a Roma
di Silvio Forcellini

Nello scorso numero avevamo giustamente dato ampio spazio al prestigioso riconoscimento ottenuto a Roma dalla
giovane e promettente stilista sarta Silvia Zanella, originaria di Caorera con atelier a Lentiai. Allieva del maestro Luigi
Fant, aveva presentato un abito che ha riscosso uno strepitoso successo. In questo numero abbiamo il piacere di pre-
sentarlo a tutti i lettori del Tornado. E un abito da sera confezionato in raso e due tipi di pizzo, caratterizzato dalla
forma fasciata a sirena, con particolari e uniche decorazioni sul corpetto davanti e sullo coda dietro. Il design com-
pletamente ispirato alle bellezze della natura, pezzo unico e artigianale confezionato interamente a mano. Ricordiamo
che Silvia, attraverso il concorso nazionale Manichino dOro per giovani sarti da donna, era stata selezionata come
accademica junior per la sfilata Arte Sartoriale 2017, manifestazione promossa dalla prestigiosa Accademia dei
Sartori di Roma. (Nelle prime quattro foto, labito creato da Silvia Zanella; nella quinta, Silvia a Roma con il maestro
Luigi Fant).

Campionesse di pattinaggio
segnalazione di Ketty Bavaresco
Come ogni anno, a met giugno, si svolta a Jesolo la Coppa Italia citt di Jesolo che
Evento: Coppa Italia richiama partecipanti da tutto il territorio italiano. Questanno la manifestazione ha visto la
citt di Jesolo. Giorni: partecipazione di oltre 500 atleti. La nostra squadra: A.S.D. Pattinaggio Artistico Cornuda
dal 15 al 18 giugno. Pederobba, ha ottenuto ottimi risultati sia per i singoli atleti che per la squadra, grazie an-
La nostra societ si che agli insegnamenti degli allenatori Marco Garbui e Pierluigi Bresolin.
classificata 5a su 28 Ad ottobre riprenderanno i corsi di pattinaggio artistico a rotelle a Cornuda, a Pede-
societ partecipanti! robba e nel Basso Feltrino, vi informeremo su giorni ed orari.
A.S.D. PATTINAGGIO ARTISTICO CORNUDA PEDEROBBA

Risultati atleti:
1 a class. Coppe Rebecca
1 a class. Marini Valentina
1 a class. Uccheddu Lorenzo
1 a class. Bazzacco Giulia
2 a class. Bacco Valentina
2 a class. Montagner Alberta
2 a class. Cadon Sara
2 a class. Cattuzzo Aurora
3 a class. Mazzier Diego
3 a class. De Zen Agata
3 a class. Morgan Anna
3 a class. Martignago Monica
4 a class. Martignago Aurora
4 a class. Zanetti Laura
11a class. Serraglio Giulia

Allenatori:
Marco Garbui
Pierluigi Bresolin
13 CRONACA

Ripulito il campanile di Campo


di Silvio Forcellini
Nella mattinata di gioved 20 luglio, lAmministrazione comunale di Alano, di concerto con la Parrocchia di Campo, ha
provveduto alla pulizia della cupola del campanile. Da tempo, infatti, sulla cupola del campanile erano presenti diver-
se piante di fico infestanti, una anche di notevoli dimensioni. Gli incaricati (il consigliere Roberto Collavo e il dipenden-
te comunale Stefano Dal Canton, nella foto con loperatore della piattaforma) hanno quindi provveduto alla rimozione
dei fighr e alla pulizia della cupola, anche perch le piante, crescendo, con le radici scalzavano i mattoni creando
non pochi danni strutturali e la caduta di porzioni degli stessi sulla piazza sottostante. Hanno contribuito anche il con-
sigliere Luigi Spada, la Protezione civile di Alano e la Polizia locale per la chiusura al traffico della piazza, necessaria
per il piazzamento del mezzo. Ora la cupola risulta ripulita da piante e parti ammalorate, sperando che il vento non
depositi nuove sementi. Di seguito alcune foto abbastanza scenografiche dellintervento, considerando che stare su
una piattaforma a 45 metri di altezza non propriamente per deboli di cuore: bravissimi!
14 CRONACA

Splash Volley: 4 Memorial Mattia Licini


articolo scritto dagli amici di Mattia
Anche questanno tornato il tanto atte-
so Splash Volley - Memorial Mattia Li-
cini che giunto alla sua quarta edizio-
ne. Il weekend del 15 - 16 luglio ci sia-
mo trovati al campo sportivo Valcalcino
per ricordare con sport, musica e festa il
nostro amico. Sono state due giornate
ricche di emozioni, risate, scherzi e di-
vertimento che ci hanno permesso non
solo tra organizzatori di unirci sempre di
pi, ma anche di condividere con molti
altri il nostro entusiasmo e il nostro ri-
cordo. stato davvero bello riconoscere
negli sguardi, nelle parole e nei gesti di
tutti i partecipanti la comune voglia di
stare insieme in modo sereno e festoso.
Gli orizzonti del Memorial questa volta si
sono addirittura allargati, infatti, oltre ai
veterani locali, sono arrivati al Valcalci-
no anche ragazzi di altri paesi, che
hanno contribuito alla buona riuscita
dellevento. Tra una schiacciata e laltra,
il chiosco della birra non mai stato de-
serto, e nemmeno laria fresca del Val-
calcino ha allontanato la voglia di fe-
steggiare. Sempre accompagnati da un
sottofondo musicale, quello che abbiamo cercato di riproporre stata latmosfera che pi ci fa sentire vicini a Mat-
tia. Ci che per noi importante che le cose belle che Mattia ha lasciato dentro il nostro cuore, possano toccare
in qualche modo anche il cuore degli altri, ecco perch anche questanno i proventi ricavati dalla festa saranno de-
voluti in beneficienza
alla Lega italiana Fi- Ma solo la tua voce ascolto e sale la tua voce sparge altissime spade,
brosi Cistica. Ringra- la tua voce con volo e precisione di freccia, torna la tua voce carica di viole
ziamo tutti colori che scende la tua voce con gravit di pioggia, e quindi m'accompagna per il cielo.
ci hanno aiutato, sup- (P. Neruda)
portato e sopportato
prima, dopo e durante la realizzazione della manifestazione e tutti quelli che hanno partecipato con noi. Ci vediamo
il prossimo anno: stesso luogo, stesso entusiasmo, stessi sorrisi e voglia di condividere!

(foto di Silvio Forcellini)


15 CENNI STORICI

Santa Maria e le sue vicende storiche


di Alessandro Bagatella
Le note storiche dedicate alla chiesa di Santa Maria, riportate nel numero
scorso, riguardano ledificio, ora ad uso abitazione, che vediamo in foto,
giusto sul bivio che porta dalla Feltrina a Santa Maria bassa, verso Vas.
Davanti alledificio esisteva, anticamente, anche un piccolo cimitero, situa-
to su due dislivelli. Pare che anche qualche benestante di Quero sia stato
sepolto proprio in questo cimitero o allinterno della chiesa. Come descritto
nelle note storiche citate, ledificio stato lasciato andare in rovina e poi
venduto, dopo la guerra, a mia nonna: Angela Bagatella, vedova di guerra,
al prezzo di 300 lire. La chiesa attuale che possiamo vedere ora qui la pro-
poniamo anche in una foto storica del 1917 (a destra), quando sembra sia
servita come posto di medicazione alle truppe austriache comandate dal
generale Krauss per lultimo ordine di avanzata verso il Grappa. Le truppe
furono fermate dalle artiglierie italiane del Monte Palone a Quero e ci fu
quella immane tragedia nella Chiesa. Episodio di cui si stanno interessan-
do gli storici locali. (N.d.R. Altre notizie storiche si trovano in Cse e Ceste del
Comune di Quero, a cura di Alberto Coppe . DBS Rasai Ottobre 2012)

Foto a sinistra dello studio Resegati. A destra: tratta dal libro La Stretta Finale Itinera Progetti Bassano 2008

COME ERAVAMO

La Madonna
Pellegrina a Vas
di Alessandro Bagatella
Un amico di Vas, che desidera rimanere anonimo, mi ha
fornito queste due foto per gli amici del nostro giornale. La
prima riprende luscita dalla chiesa di Vas della Madonna
Pellegrina, portata in processione dai parrocchiani. Se
non vado errato dovrebbe trattarsi degli anni 58 60.
Spero che qualcuno sia ancora vivente e si possa ricono-
scere nellistantanea, che sul retro riporta uno sbiadito
timbro dellautore: Francesco Resegati.
La seconda foto ancora uno scatto fatto a Vas, se non
sbaglio davanti al dopolavoro, in un momento di relax.
Anche qui laugurio che qualcuno possa riconoscersi.
16 LETTERE AL TORNADO

Le foto del concorso di Schievenin


a cura dei gestori del chiosco Bar-H
Con l'occasione della pubblicazione del-
le tre foto vincitrici del primo concorso
fotografico "Montagne del Basso Fel-
trino", svoltosi lo scorso 30 giugno
presso larea picnic in valle di Schieve-
nin, gi descritto nellarticolo dell'uscita
precedente, vogliamo precisare che l'u-
nico sponsor della manifestazione sta-
to il chiosco Bar H, il quale aveva co-
me scopo quello di pubblicizzare anche
le altre attivit del paese come l'azienda
agricola Dalla Rosa Cristina, il negozio
di alimentari di Stramare Oriana e l'arti-
gianato tessile di Domenica Rech. Rin-
graziamo tutti i partecipanti e facciamo i
complimenti ai vincitori. Per chi si fosse
perso la mostra sappia che possibile
visionare tutte le foto presso il chiosco.

Ricordiamo i nomi dei vincitori: 1 premio a Cristina Zampieri di Bassano del Grappa con foto dal titolo: Infinite Valli
(in alto a destra); 2 premio ad Adriano Specia di Schievenin con foto dal titolo: La Vedetta innevata (in basso a de-
stra); 3 premio a Francesco Schievenin di Quero Vas con foto dal titolo Borgo Chiesa (foto in verticale a sinistra).

LIBRI
Prima, dopo.
I bambini piccoli hanno unidea tutta loro dello scorrere del tempo: ieri un anno fa, domani pu essere tra 6 mesi. Tut-
tavia intorno ai 3 anni iniziano a cogliere i legami tra gli avvenimenti, sono incuriositi dal perch (molti genitori sono sta-
ti incalzanti da fuochi di sbarramento a suon di perch?), vivono in uno stato di stu-
pore, misto ad immaginazione che lascia incantati gli adulti che se ne accorgano.
Per questa ragione i libri con le sequenze causa-effetto incuriosiscono e divertono
molto i bambini di questa et che, lungi dal vedere solo una sequenza prevedibile
di figure, godono del riconoscere una propria competenza acquisita (capiscono i
nessi) e nello stesso tempo del legame che per loro simile ad un miracolo.
Un titolo molto bello sul tema uscito in questi mesi Prima e dopo di Jean Jullien, ar-
tista francese, che con il suo stile inconfondibile riesce a rendere uniche 40 pagine
cartonate con una serie di associazioni tutte da ridere. Come accade nei suoi libri
tutto incomincia dalla copertina e si conclude per ricominciare dalla quarta (di coper-
tina): un cagnolino gusta un fresco cono due gusti, vi lascio immaginare il suo do-
po. Seguono una mamma e un pap un po sovrappeso, nel dopo per la mam-
ma tornata in formissima e nelle braccia del pap c stretto forte forte un bambi-
none, poi la volta della toelette del gatto, poi degli spaghetti (bellissima la tavola
con le linee gialle sul nero), seguono tre sguardi in successione che vi lascio inter-
pretare (in alto le immagini), poi la bottiglia e il bicchiere, luovo e la gallina, le mon-
tagne russe (che offrono anche un durante), la classica abbronzatura e di nuovo
un dalmata che dalla copertina ci guida alla fine.
Il merito di Jean Jullien, che poi il punto di forza di tutti i suoi libri, la capacit di giocare con le immagini, trasfor-
mandole in modi cos inaspettati che quasi ci si sente giocati. I testi offrono due livelli di lettura: uno pi semplice,
ma non banale che si rivolge ai pi piccoli lasciando loro spazio per immaginare, interpretare e raccontare, e
po. Seguono una mamma e un pap un po sovrappeso, nel dopo per la mam-
ma tornata in formissima e nelle braccia del pap c stretto forte forte un bambi-
none, poi la volta della toelette del gatto, poi degli spaghetti (bellissima la tavola
con le linee gialle sul nero),
17 seguono tre sguardi in successione che viLIBRI lascio inter-
pretare (in alto le immagini), poi la bottiglia e il bicchiere, luovo e la gallina, le mon-
tagne russe (che offrono anche un durante), la classica abbronzatura e di nuovo
un dalmata che dalla copertina ci guida alla fine.
Il merito di Jean Jullien, che poi il punto di forza di tutti i suoi libri, la capacit di giocare con le immagini, trasfor-
mandole in modi cos inaspettati che quasi ci si sente giocati. I testi offrono due livelli di lettura: uno pi semplice,
ma non banale che si rivolge ai pi piccoli lasciando loro spazio per immaginare, interpretare e raccontare, e
uno che ammicca agli adulti che riconosceranno situazioni gi vissute ed ironicamente rievocate (godetevi le
istantanee di padre e figlio prima e dopo il giro in ottovolante). In tutti e due i casi la spensieratezza ad avere la me-
glio: il gatto che sembra un altro, linevitabile bruciatura in spiaggia
La sequenza banalissima uovo-gallina diventa occasione di risa grazie solo ad un punto di domanda: Prima?, Do-
po?: i grandi rideranno, i piccoli saranno posti di fronte ad una domanda a cui forse non avevano mai pensato. La
gioia di riconoscere i dettagli che cambiano e di poter ricostruire il durante soddisfa i piccoli, ma contemporaneamen-
te il filo rosso dellironia fa s che lidentificazione del nesso non sia automatico e che possa, anzi cambiare a seconda
dello sguardo. Il tratto nero, i colori brillanti, gli sfondi saturi, lallegria che pervade inspiegabilmente anche le polpette e
gli spaghetti fanno di questo libro un divertimento dalla prima allultima pagina. Un perfetto libro vacanziero per i 3 anni!
Prima e dopo. Jean Jullien. 40 pagine. Anno: 2017. Prezzo: 10,95 . ISBN: 978-0714874326 - Phaidon editore
Tratto da: http://www.scaffalebasso.it/jean-jullien-prima-e-dopo-phaidon/

CRONACA

Inter Club Fener


Oltre 200 Soci e si apre a Belluno
Il 1 luglio iniziata la Campagna Tesseramento alla stagione 2017/2018 con
oltre 200 affiliazioni sottoscritte in un me-
se! Un vero boom per il sodalizio Fenere-
se! La Campagna Tesseramento prosegui-
r fino al 31 dicembre. Per chi volesse
iscriversi le quote sono cos suddivise Se-
nior 23 e Junior (fino a 14 anni) 12. A
ognuno sar consegnato il Member kit con
allinterno sport bag, spilla, portachiavi,
braccialetto, adesivo e tessera. Sabato 22
stata inaugurata la nuova sezione colle-
gata a Belluno presso il Bar Picinin in via
J.Tasso. Il nuovo punto Inter va ad ag-
giungersi alle tradizionali sezioni del Bar
Alpino Sovramonte, Disco Bar 4 Ruote Ar-
ten, Bar Piave Carpen, Mai dire Bar Feltre,
Hotel al Bivio Livigno, pizzeria Salvatore2
Limana, Birreria al Travo Pedavena. La
sede HRTegorzo Fener. Infine Sabato 16
Settembre sar con noi Gigi Simoni.
18 ASTERISCO

La foto di copertina
(M.M.) La foto di questo numero la dedichiamo ancora una volta al Monte Grappa ed al suo sacrario. Il 24 maggio
scorso, ne abbiamo dato notizia nei numeri precedenti, alcune scolaresche vi hanno compiuto visita, accompagnati
dagli alpini dei gruppi Valderoa e Monte Cornella, di Alano di Piave e di Quero. Anche la foto di questa copertina sta-
ta scattata in quella occasione, fatta da Marco Bollotto con la seguente apparecchiatura: Iphone 6s impostato come
segue, stando ai metadati del file Jpeg giunto in redazione: esposizione 1/4049 s. ; ISO 25; nr. F = 2.2; data originale
dello scatto 24 maggio 2017 ore 14:16. Sua anche la foto della tomba del soldato Peter Pan, la cui storia vi proponia-
mo qui di seguito.
Tanti sono i luoghi in Italia dove sono conservati i resti di migliaia di
soldati italiani e austro-ungarici caduti davanti ai reticolati, sotto il
crepitare di una mitragliatrice o il fuoco della fucileria, oppure dilania-
ti dai bombardamenti durante i sanguinosi assalti alla baionetta e
bombe a mano nel corso della Prima Guerra Mondiale. Uno di questi
luoghi il Sacrario del Monte Grappa, dove riposano 22.910 soldati,
di cui 12.615 Italiani e 10.295 Austriaci: di questi, solo 2578 sono i
caduti identificati. Ma una sepoltura, tra le tante presenti nei lunghi fi-
lari con i nomi di tanti giovani poco pi che ventenni stroncati
dallinutile strage, colpisce il visitatore che voglia rendere loro un
commosso e silenzioso omaggio: si tratta della numero 107 del set-
tore austro-ungarico. Allinterno del piccolo loculo riposa il Soldato
Peter Pan, che, da una ricerca compiuta dalla Croce Nera Austriaca,
listituzione del Governo di Vienna che si occupa delle sepolture mili-
tari, risulta essere nato il 21 Agosto 1897 nel piccolo villaggio ungherese di Ruszkabanya Krassoszoreny e as-
segnato allo scoppio della guerra al 30 Reggim ento Fanteria Honved, nella 7a Compagnia: Peter Pan trov la
morte negli ultimi istanti del conflitto sul fronte italiano, il 19 settembre 1918 durante unazione a Col Caprile
sulla Quota 1331.
Oggi Ruszkabanya Krassoszoreny ha cambiato nome: non si trova pi in Ungheria ma in Romania e oggi si
chiama Rusca Montana, una regione situata nella parte sud-occidentale del Paese, lungo il confine con lo Sta-
to magiaro. Ed qui che la storia del giovane soldato si intreccia e si mischia alla fiaba di James Barrie
delleterno bambino che non voleva mai crescere: figlio di una povera ragazza madre, tale Maria Pan, che lo
ebbe ad appena diciotto anni, Peter, una volta arruolato nelle file dellEsercito Austro-Ungarico venne mandato
tra le valli di Vicenza e Asiago, dove, per, non visse la sua giovane come nella favola: la follia dei politici e dei
generali infarciti della retorica sulla ricerca della bella morte lo strapp alla sua terra e a sua madre, conse-
gnando il suo ricordo e la storia al Monte Grappa, dove rimasto un eterno bambino, poich la morte lo colse
il 19 settembre 1918 a soli ventunanni.
Tratto da: https://segretidellastoria.wordpress.com/2014/01/10/il-soldato-peter-pan-sul-monte-grappa/

BOCCE
ASD Ponte Tegorzo
Trionfo al Campionato di Serie D
Stagione da incorniciare per la Ponte
Tegorzo che conquista il campionato di
categoria D e il record di punti fatti
(40) nelle rispettive 8 gare disputate.
Dopo aver raggiunto una facile qualifi-
cazione, la semifinale stata combattu-
tissima contro la formazione del Pede-
robba. La gara giocata a Feltre stata
vinta dai nostri colori solamente ai rigori.
La finalissima disputata nel campo neu-
tro di Pedavena contro la formazione
dellASD Vita e Sport di Belluno stata
vinta per 4-0 conquistando cos il Cam-
pionato. Questo traguardo ha permesso
alla Ponte Tegorzo di Volare alla fase
finale di Noventa di Piave disputata il 22
Luglio con esito incolore. Prossimo ap-
puntamento la gara ad invito celebrativa
del 50 dalla fondazione della Tegorzo
nel mese di Settembre.
Nella foto i Campioni Provinciali

rinnovo Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
abbonamenti Eviterai di perdere qualche numero della rivista.
19

ASS. FELTRINA DONATORI VOLONTARI di SANGUE


Sez. SILVIA MAZZIER
Alano di Piave (BL)
ORGANIZZA



MARCIA/CORSA NON COMPETITIVA


aperta a tutti e per tutti
con
due percorsi di circa 7 e 13 Km
con partenza e arrivo a:
Alano di Piave (BL)
PRESSO LA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

Con il patrocinio del Comune di


Alano di Piave (BL)

Con la collaborazione: Ass. Alpini, Ass. Fanti e volontari vari.


Quota di iscrizione 3 fino a 18 anni, adulti 5
La manifestazione si effettuer con qualsiasi condizione atmosferica.
-Tempo di percorrenza circa 60 e 120 min., orario limite di arrivo 18,30
A tutti i partecipanti verr consegnato un ricordo della manifestazione.
Dato il carattere non competitivo della manifestazione non si accettano reclami di alcun
genere le decisioni degli organizzatori sono insindacabili.
Lungo il percorso saranno istituiti 2 posti di ristoro e di controllo.
Con il pagamento della quota ogni partecipante dichiara, agli organizzatori, la propria
idoneit fisica, nel caso di minore la responsabilit del genitore; solleva cos gli stessi da
tutte le responsabilit civili e penali in caso di incidente prima durante e dopo la
manifestazione.
Si richiede lassoluto rispetto del Codice della Strada, art. 190.
Sar presente un servizio di assistenza medica.
Al termine della manifestazione ci sar per i partecipanti e per i donatori di sangue
un allegro piatto di pasta offerto dai Donatori di Sangue.
Sar anche aperta una fresca frasca con birra bibite e patatine fritte.

Sentieri, poco asfalto, con dislivello dai 300 mt. s.l.m. della partenza e dellarrivo ai 450 mt. s.l.m.
della loc. Morene ai 220 dei Faveri, vicino a torrenti, tra boschi e valli, sui luoghi (la Conca delle
medaglie doro) che hanno visto le pi sanguinose battaglie della 1a guerra Mondiale 1915-18,
con vista sul Piave, pianura veneta e sulle cime del Monte Grappa.
Per info: afdvsalano@libero.it, gruppo su FB: Fidas Alano di Piave
Carelle O.: 3294322013; Dal Zuffo G.: 3479206539; Zatta S: 3483648226
La quota di partecipazione non soggetta a IVA a norma del 4 comma del DPR 26/10/1972 e successive modificazioni

CHI DONA SANGUE, DONA VITA


20 ATTUALIT

5 per mille: si cambia


Pubblicato in Gazzetta il testo del decreto collegato alla Legge 106. Confermata l'idea di non erogare le somme
percepite sotto una certa soglia, e di ridistribuire l'inoptato con criteri diversi da quelli attuali. Prevista anche una stretta
sui tempi di erogazione, e sanzioni severe per le organizzazioni poco trasparenti
stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ed
entrato in vigore dal 19 luglio 2017, il decreto
legislativo sul 5 per mille (DL 3 luglio 2017,
n111 collegato alla Riforma del Terzo settore
(legge 6 giugno 2016, n 106).
Ecco a grandi linee che cosa contiene.
I beneficiari e le soglie di contributo
Confermati i beneficiari degli ultimi cinque anni:
il 5 per mille andr dunque a favore degli enti
del volontariato (quelli gi iscritti al primo
elenco), di quelli che si occupano di ricerca
scientifica e ricerca sanitaria, a sostegno delle
attivit sociali dei Comuni e delle associazioni
sportive dilettantistiche oltre che delle attivit di
tutela, promozione e valorizzazione dei beni
culturali e paesaggistici. Altri dettagli arriveranno
da un altro decreto, questa volta un Dpcm, che dovr essere adottato entro i prossimi 120 giorni e che definir modalit
e termini per l'accesso al 5 per mille per la formazione e la pubblicazione dell'elenco permanente degli iscritti, ma si
prevede che in questo settore le norme ricalcheranno sostanzialmente la prassi degli ultimi due anni (elenco
permanente cui si rimane iscritti salvo cataclismi). La novit pi significativa, ancorch ampiamente annunciata, per
unaltra: nel decreto in vigore da oggi si legge infatti che il futuro Dpcm dovr stabilire l'importo minimo erogabile a
ciascun ente delle somme risultanti sulla base delle scelte effettuate dai contribuenti e le modalit di riparto delle
scelte non espresse dai contribuenti. Ovvero: sotto una soglia minima di contributo le associazioni non vedranno un
euro, e linoptato (somme destinate senza codice fiscale) verr ridistribuito con criteri da stabilire, e non pi
semplicemente in proporzione alle scelte ricevute. C da immaginarsi che su questo ci sar battaglia, soprattutto da
parte delle organizzazioni che oggi ricevono le maggiori somme in assoluto, e che quindi dovrebbero rinunciare a una
bella fetta di introiti.
Tempi pi stretti
Il Sottosegretario Bobba laveva detto in pi occasioni: snelliremo i tempi di pagamento. Il decreto sembra andare in
questa direzione, quando annuncia che il futuro Dpcm conterr le modalit per il pagamento del 5 per mille e
soprattutto i termini entro i quali i beneficiari comunicano alle amministrazioni erogatrici i dati necessari per il
pagamento delle somme assegnate, al fine di consentirne l'erogazione entro il termine di chiusura del secondo
esercizio finanziario successivo a quello di impegno. Oggi si arriva praticamente al terzo esercizio (due anni solari
dopo): si punta in questo modo ad arrivare a un solo anno reale di differimento.
Trasparenza e pubblicit
Dopo aver ribadito che i beneficiari del contributo del 5 per mille non possono utilizzare queste le somme per coprire le
spese di pubblicit e campagne di sensibilizzazione sul 5 per mille stesso, il decreto affronta il tema della trasparenza.
Come in precedenza, i beneficiari devono redigere un apposito rendiconto, entro un anno dalla ricezione delle somme,
e inviarlo al ministero competente entro 30 giorni, accompagnato da una relazione illustrativa. La novit
rappresentata dall'obbligo di pubblicare sul proprio sito, sempre entro 30 giorni, gli importi e il rendiconto, dandone
comunicazione all'amministrazione entro i successivi sette giorni, ma soprattutto dalle sanzioni in caso di
inadempienza: l'amministrazione erogatrice diffida il beneficiario ad effettuare la citata pubblicazione assegnando un
termine di 30 giorni, e in caso di inerzia provvede all'irrogazione di una sanzione amministrativa pecuniaria pari al 25
per cento del contributo percepito, i cui proventi affluiscono all'entrata del bilancio dello Stato. Meno male che
vengono previsti termini anche per i ministeri, seppur dilatati: questi hanno infatti lobbligo di pubblicare online gli
elenchi dei beneficiari entro 90 dallerogazione delle somme, oltre al link al rendiconto pubblicato sul sito web del
beneficiario.
LETTERE AL TORNADO

In ricordo di Silvio Curto


17.01.1964 07.07.2016

A un anno dalla tragica scomparsa di Silvio, vogliamo ricordarlo per


essere stato un uomo buono, sempre disponibile e generoso.
Da lass Tu possa proteggere tua moglie Tiziana ed i tuoi figli
Simone e Davide.

P.S. Tiziana coglie loccasione per ringraziare tutta la comunit che in


vari modi le stata vicina e lo tuttora.

Grazie di cuore.
Tiziana e famiglia
21 RASSEGNA STAMPA

Primo consiglio comunale con il neosindaco Gloria Paulon, visibilmente commossa


Segusino, Rilancio del turismo e dei piccoli borghi
SEGUSINO. Si dovuta inevitabil-
mente stringere la fascia tricolore
da sindaco prima di indossarla -
gioved sera in occasione del suo
giuramento a Corte Finandri - Gloria
Paulon, primo sindaco donna della
storia di Segusino, decisamente pi
minuta dei suoi predecessori uomi-
ni. Ha giurato sulla Costituzione per
il bene del suo Comune e dei suoi
concittadini che numerosi, sulla
scorta dellentusiasmo gi dimostra-
to alle urne, hanno partecipato al
primo consiglio comunale dellera
Paulon. Una neo-sindaca visibil-
mente commossa che non ha di-
menticato nel suo discorso introdut-
tivo di ringraziare i concittadini per
la fiducia espressa e per aver dimo-
strato con la grande affluenza al vo-
to la volont di riconsegnare il paese in mano alla sua gente, i collaboratori, la sua famiglia per il sostegno e il pap che con il
suo esempio le ha insegnato la tenacia nelle nuove sfide. un onore sedere qui, ma anche un onere nei confronti dei miei
predecessori. Vogliamo e promettiamo che il nostro agire sar trasparente, le nostre scelte motivate e chiare. Un programma
di interventi nel segno della trasparenza, quello della vittoriosa lista Insieme per Segusino gi espresso dettagliatamente du-
rante il periodo pre-elettorale ma ribadito dal sindaco a chiare lettere anche nella prima seduta consigliare. La priorit spetta alla
sistemazione delle aree del Comune dissestate a causa di calamit naturali accadute in anni pregressi, ma che ancora hanno
riflessi negativi sulla sicurezza e fruizione del territorio. In programma anche il miglioramento dellilluminazione pubblica, lo svi-
luppo della vocazione turistica. Attenzione particolare ai borghi di montagna di Stramare e Milies. Dunque investimenti pubblici
(attraverso lindividuazione di bandi regionali ed europei), ma anche supporto ai privati che intendano impegnarsi in attivit nelle
piccole e caratteristiche localit turistiche. Nellintenzione della nuova giunta, la svolta, la crescita e lo sviluppo di una rinnovata
Segusino passeranno inevitabilmente attraverso il rafforzamento della collaborazione con le associazioni. Non a caso a sedere
tra i banchi della maggioranza il consigliere Denis Coppe, presidente della Pro Loco di Segusino e il vicesindaco Stefano Verri,
consigliere nella stessa associazione. Nella serata sono stati eletti Massimo Spader e Gianfranco Montagner a rappresentanti
nellUnione Montana Feltrina mentre Diego Longo, Myrna Longo e Dionigi Montagner siederanno nel consiglio
damministrazione della Pro Loco. Un doveroso saluto e ringraziamento al sindaco uscente Guido Lio stata la chiusura del
sindaco Gloria Paulon.
da La Tribuna di Treviso del 24 giugno 2017

Alano e Cavaso, progetti condivisi per il centenario


ALANO DI PIAVE. Unalleanza strategica per realizza-
re alcune opere di valorizzazione in occasione della
commemorazione per il centenario della prima guerra
mondiale. I Comuni di Alano di Piave e Cavaso del
Tomba hanno intrapreso ancora nel 2010 questo
cammino insieme e ora si stanno raccogliendo i risulta-
ti. Il progetto coinvolge il territorio di entrambi i Comu-
ni, spiega il sindaco di Cavaso del Tomba, Giuseppe
Scriminich, con una serie di interventi secondo un cri-
terio filologico, unendo due comuni e due province,
unarea importante dal punto di vista militare che com-
prende i due versanti del fronte, quello italo-francese e
quello austro-ungarico. Nel dicembre del 2015 a en-
trambi i Comuni sono stati finanziati gli interventi pro-
posti. Una delle opere la messa in sicurezza e ma-
nutenzione con recupero delle emergenze storiche di
via generale Angelica. Sono circa sei chilometri di strada che da localit Pieve di Cavaso raggiungono cima Monte Tomba dove
si trovano larea commemorativa, la chiesa e il rifugio gestiti dagli alpini, nonch i punti informativi, i percorsi e altri recuperi in
progetto. Sono in corso anche la sistemazione e ladeguamento del percorso escursionistico lungo il crinale che dalla cima del
monte Tomba raggiunge la vetta di Castel Cesil con recupero di alcune delle numerose emergenze storico militari. Cos come
sono in corso il recupero delle emergenze storico militari lungo lordine collinare tra Castelcies e Costalunga, dove era posizio-
nata lartiglieria pesante, sempre funzionale agli eventi bellici della Valcavasia, Piave, Monfenera, Monte Tomba. Le opere pre-
viste sul monte Tomba sono iniziate da poco. Il progetto vuole dare maggiore dignit e migliorare la funzionalit dellarea, in
22 RASSEGNA STAMPA

prossimit della quale saranno ricavati anche dei parcheggi. Molto importante anche lallestimento di un punto informativo tec-
nologico multimediale in rete con altri Comuni.
da Il Corriere delle Alpi del 1 luglio 2017

Albertini: attivit in ripresa, si fanno anche gli straordinari


QUERO VAS. Lacquisizione dellAlbertini Cesare spa da parte del colosso tedesco Bosch, avvenuta il mese scorso, si gi fat-
ta sentire a livello di risultati. Da diverse settimane, infatti, i dipendenti dellex Form sono obbligati a fare gli straordinari. Una no-
tizia positiva per un territorio, come quello Feltrino, che inizia ad accusare in maniera molto pesante gli effetti della crisi econo-
mica di qualche anno fa. Nel periodo di gestione Albertini, che aveva acquisito il gruppo Form, le cose non erano andate bene:
la fabbrica di Quero, infatti, per problemi di liquidit molto spesso non riusciva nemmeno a procurarsi la materia prima per poter
realizzare i prodotti per i suoi clienti. Questa situazione andata avanti per diversi mesi fino a quando un ritardo pesante nella
consegna ha interessato dei marchi tedeschi dellautomotive. A quel punto la Bosch, cliente della Albertini che conta 16 stabili-
menti e 9 mila dipendenti in giro per il mondo, ha deciso di acquisire il gruppo italiano. Questo avveniva il primo giugno. Ora, a
distanza di poco pi di un mese, le cose non solo stanno andando bene, ma di lavoro ce n talmente tanto che tutti i dipendenti
sono costretti a lavorare oltre il loro orario ordinario. E questo da diverse settimane. Qualcuno che voleva lasciare ci ha ripen-
sato e ora potremmo essere costretti a richiamare anche quelli che nel tempo se ne sono andati, commenta Luca Zuccolotto,
segretario della Fiom Cgil. I lavoratori, come sempre accade, quando c da lavorare si rimboccano le maniche, pronti a dare il
loro contributo per la riuscita degli impegni presi dallazienda. E anche questa volta, conclude il sindacalista, sono ben lieti di
poter tornare a lavorare a pieno ritmo.
da Il Corriere delle Alpi del 9 luglio 2017

Alano, sindacati e propriet a confronto dopo lannuncio del piano di esuberi.


Agnolazza (Fim Cisl): Trattativa sulle condizioni di uscita dalla fabbrica
La Ferroli dia formazione pure dopo i licenziamenti
ALANO DI PIAVE. La Ferroli deve offrire strumenti di formazione e riqualificazione professionale ai lavoratori di Alano anche
dopo il loro licenziamento. questa la richiesta dei sindacati, che ieri alla sede di Confindustria di Verona hanno incontrato
lazienda per il primo faccia a faccia dopo lannuncio venerd del piano con 404 esuberi, dei quali 304 nella sede principale di
San Bonifacio (Verona) che ha in tutto 780 dipendenti, 80 nello stabilimento di Alano di Piave e 20 a Siena. Mentre fuori da
Confindustria Verona i lavoratori in stato di agitazione davano vita ad un presidio di protesta, le rsu con Fim Cisl e Fiom Cgil si
sono confrontate su quel piano che i sindacati respingono con forza. Il piano presenta gli esuberi sulle varie attivit della Ferro-
li, dice Paolo Agnolazza della Fim Cisl al termine dellincontro, ad Alano per la questione molto diversa, perch negli altri
stabilimenti si discute di ridurre gli organici mentre ad Alano purtroppo di chiusura. Abbiamo aperto dunque un confronto che da
una parte vede la discussione che non coinvolge Alano, quella sugli esuberi degli altri stabilimenti, mentre c unaltra parte di
discussione che riguarda Alano ed quella delle condizioni con cui i lavoratori vengono accompagnati fuori dallazienda. Ad
Alano avevamo gi chiesto le attivit formative per i lavoratori, spiega Agnolazza, e c stata adesione, hanno partecipato 75
lavoratori, con tutte le difficolt che comporta rimettersi in gioco e abbandonare lazienda per trovarsi in mezzo al mercato del
lavoro. Chiediamo che lazienda metta a disposizione dei piani formativi anche dopo il licenziamento. Per il momento abbiamo
utilizzato la formazione prevista dalla legge a carico della Regione. Lazienda ha fatto qualche piccola attivit formativa, ad
esempio sui patentini, ma speriamo che ci mettano a disposizione qualcosa di pi. Da parte del sindacato ci sar dunque una
richiesta di incontro urgente al ministero per cercare di trovare forme che migliorino questo piano dal punto di vista dellimpatto
delloccupazione e dellofferta di soluzioni accettabili per i lavoratori. La nostra preoccupazione oggi quella di riuscire a trovare
con lazienda un punto di equilibrio che tenga in considerazione anche gli impatti occupazionali. I tempi tecnici per tentare un
confronto, sottolinea Agnolazza, ci sono: Abbiamo i 45 giorni fissati dalla legge durante i quali lazienda non pu fare nulla, non
pu mandare le lettere di licenziamento, in modo che si possa tentare di trovare un accordo. Non abbiamo esaurito il confronto,
che dovr quindi proseguire. I sindacati nutrono molti dubbi sul piano aziendale anche per quanto riguarda gli stabilimenti de-
stinati ad essere ridimensionati: in sostanza i tagli annunciati non garantirebbero, per le organizzazioni sindacali, la continuit
della produzione indicata dallazienda. Lo stabilimento Ferroli di Alano di Piave, per, non sar di questa partita: il destino an-
nunciato quello della chiusura e limpegno dei sindacati quello di cercare di attenuare limpatto occupazionale. Ora orga-
nizzeremo ad Alano una assemblea per informare di quello che sta succedendo, spiega Agnolazza, anche se per Alano non
ci saranno buone notizie.
da Il Corriere delle Alpi del 13 luglio 2017

Nel consiglio comunale di Quero Vas il primo cittadino ha evidenziato come le 300 imprese
del comune siano in salute. La minoranza: Il centro ha perso pi di una attivit.
Popolazione residente in calo, ma economia in crescita
QUERO VAS. Unione Sette Ville e Comune di Quero Vas mercoled hanno effettuato in sequenza le loro sedute consiliari. Al
termine del consiglio dellUnione, preso il tempo necessario per le ultime formalit, hanno preso posto i consiglieri di Quero Vas.
Fra gli elementi che il sindaco Bruno Zanolla ha estrapolato dal documento unico di programmazione (DUP), approvato a mag-
gioranza, che ha sostituito il vecchio modo di presentare il bilancio, ci sono la contrazione della popolazione e, al contrario, un
incremento importante dal punto di vista economico con un export che cresce sostanziosamente in particolare neIlochialeria.
Le aziende che vanno bene - ha sottolineato il primo cittadino - sono quelle che hanno saputo innovarsi e lavorare con lestero.
Nel nostro territorio ci sono circa 300 attivit produttive che mediamente vanno molto bene con qualche criticit (Ima di Alano
dove sono occupati molti queresi e Albertini d Quero che per ora stata acquisita dalla Bosch per cui prevedibile che le co-
23 RASSEGNA STAMPA

se cambino). Nel documento - ha continuato il sindaco - sono esposti indici che mettono in evidenza il virtuosismo della nostra
comunit che non paga la Tasi e dove lImu ai minimi di legge. Zanolla ha poi parlato dei grandi investimenti effettuati deri-
vanti da finanziamenti straordinari come quello che ha permesso di realizzare la nuova palestra o quello che permetter di in-
tervenire in maniera importante sulle scuole elementari. Sono poi in previsione la riattivazione del fondo per le attivit produttive,
lavvio di importanti opere a Schievenin e un consistente piano asfaltature. Zanolla ha infine rivolto un appello ai cittadini affin-
ch si impegnino in una partecipazione pi attiva nella cura del territorio. toccato poi al vice
sindaco Andrea Biasiotto citare i numeri fra i quali emerge che Quero Vas ha autonomia finanziaria dell85% e rigidit strutturale
del 35% (impegni gi presi) diviso in 25 del personale e 10 dei mutui. Da quando abbiamo iniziato a parlare di unione - ha ag-
giunto - abbiamo 6 o 7 dipendenti in meno e facciamo molto di pi. Dal tavolo delle minoranze Antonio Mondin che ha ricono-
sciuto i molti aspetti positivi, ha voluto mettere in evidenza anche qualche ombra come la chiusura di due attivit produttive
nellultimo anno o il centro cittadino che si sta spegnendo paragonando il Comune a una confederazione di borghi.
da Il Gazzettino del 21 luglio 2017

Nonostante gli scarsi introiti, Setteville continua a offrire vari servizi


Non facile, ma lUnione resta in piedi
BASSO FELTRINO. Lapprovazione del documento unico di programmazione (Dup) e dellassestamento generale di bilancio
sono stati i temi principali trattati nelle sedute consiliari svoltesi mercoled (Unione Sette Ville e Quero Vas) e giovedi (Alano di
Piave). Nel consiglio dellUnione, dopo essersi complimentato con il sindaco di Alano Arnalia Serenella Bogana che ha di recen-
te assunto la carica di presidente facente funzione della Provincia, il presidente Bruno Zanolla ha voluto sottolineare che tutte le
previsioni di bilancio si devono limitare a risorse certe. LUnione - ha aggiunto - vive delle entrate dei due Comuni di Alano e
Quero Vas e di eventuali contributi aggiuntivi e, grazie ai fondi ottenuti per merito della fusione, siamo riusciti a mantenere tutti i
servizi a favore dei cittadini e ha narrato lepisodio di una famiglia rientrata a Quero dopo tanti anni di assenza, che ha voluto
complimentarsi con gli amministratori per lottima qualit e quantit dei servizi offerti. Nella presentazione del Dup il vicesindaco
di Quero Vas Andrea Biasiotto ha fatto notare come la maggiore burocrazia di questo nuovo documento che certifica il bilancio
abbia permesso, riferendosi a quei Comuni che col vecchio modo di presentare il bilancio riuscivano a trovare scappatoie con-
tabili, di far uscire tutti gli scheletri nascosti negli armadi. Infine, una variazione di bilancio permetter fra laltro, l'acquisto di un
nuovo mezzo (12.000 euro) e di finanziare le celebrazioni in occasione del centenario della Grande Guerra.
da Il Gazzettino del 22 luglio 2017

Suzuki Rally Trophy: per il querese Lorenzo Coppe


en plein al San Marino
Lorenzo Coppe a chiudere da dominatore la terza prova del Suzuki Ral-
ly Trophy. Navigato da Giacomo Poloni, il bellunese ha vinto tutte le classi-
fiche e fatto incetta di punti al San Marino Rally. E' stato un fine settima-
na perfetto, ha detto sul podio il bellunese. All'inizio mi sono stupito di
come stessimo andando: secondi dietro di poco a Martinelli, nonostante
non ci impegnassimo al massimo, poi abbiamo vinto perch lui ha avuto
un problema. Nella seconda tappa abbiamo iniziato con un ritmo pi alto,
sapendo che Strabello ci avrebbe attaccato, ma siamo andati in testa subi-
to e chiuso vincendo, anche se con poco vantaggio. Hanno rispettato i
pronostici della vigilia Coppe e Poloni, vincendo la seconda gara su terra
del monomarca di Suzuki Italia, in un fine settimana nel quale Strabello ju-
nior ha rimarcato la consistenza da uomo di campionato. Concentrato nel
non commettere errori nelle tredici prove speciali disputate sulle quattordi-
ci in programma, caratterizzate da profondi solchi nelle traiettorie, modesto
e quasi in soggezione con i giornalisti e tecnici ma tutt'altra persona in ga-
ra, si trasforma al volante della Swift Sport, il veronese si piazza al se-
condo posto avvicinandosi maggiormente al leader della serie Stefano
Martinelli. Protagonista di una partenza aggressiva, il toscano della GR
Motorsport e navigato da Massimiliano Bosi ha lasciato il comando della
gara dopo la quarta prova speciale, nella quale stato autore di un dritto
In effetti sono partito forte, ma non ho esagerato. Ho corso con il mio
passo ed ero primo, ho vinto la Power Stage in piesse tre, ma successivamente ho fatto un dritto in una curva e mi sono pianta-
to avendo sbagliato lassetto, regolandolo troppo basso il che mi ha condizionato per tutta la gara afferma il barghigiano che si
mantiene al primo posto della classifica generale, ma soffre lavvicinamento degli inseguitori. Il San Marino Rally per il Suzu-
ki Rally Trophy stata sfida tirata per la leadership, nella quale ha tentato di inserirsi anche il vicentino Andrea Scalzotto. Ed
proprio il giovane della Funny Team a mettersi in evidenza assoluta in sporadiche occasioni, rimontando il tempo perso nel pri-
mo giro delle frazioni cronometrate per la foratura di una gomma. Quinto il milanese Antonucci, con la Suzuki Swift Sport 1600
R2B WRT rallentato dopo aver piegato il braccetto della sospensione anteriore destra.
Classifiche del Suzuki Rally Trophy dopo il Rally di San Marino. Piloti: 1. Martinelli Stefano punti 137; 2. Coppe Lorenzo 114; 3.
Strabello Stefano 113. Under 25: 1. Coppe Lorenzo punti 114; 2. Strabello Stefano 113; 3. Scalzotto Andrea 72. Navigatori: 1.
Poloni Giacomo punti 119; 2. Brugiati Pietro 923; 3. Andrian Fabio 63. Prossima gara: 13-15 ottobre 35 Rally Due Valli.
(dal web)
24 CRONACA

LASD Sportmarket organizza il Campionato


Italiano e le finali di Coppa Alpe Adria a Vas
articolo di Lorenzo Rover - foto di Jago Rover
Nel fine settimana del 22 e 23 luglio, a Vas,
nellarea dellex cartiera, si sono svolte una serie di
gare di Roller Alpino, valide per le finali di Coppa
Alpe Adria e come Campionato Italiano (che si di-
sputa su gara unica), organizzate dalla societ ASD
Agonistica Sportmarket, che sulle stesse strade
ha il suo campo di allenamento principale.
La due giorni di gare si aperta il sabato mattina
con la specialit del Gigante, che ha visto la parte-
cipazione, oltre che degli atleti dello Slalom Alpino,
anche di alcuni ragazzi del Downhill, che per la pri-
ma volta sono venuti a Vas e sono rimasti incantati
dal posto e dallaccoglienza. I ragazzi dellASD
Agonistica Sportmarket e delle squadre ospiti hanno
dato spettacolo, ma stato un vero piacere per gli
appassionati veder scendere i nazionali fratelli Lo-
sio, arrivati dal Piemonte tra un impegno di Coppa
del Mondo e laltro.
Dopo una lunga pausa per evitare le ore pi calde
della giornata, in cui gli atleti e i loro accompagnato-
ri hanno potuto apprezzare la cucina organizzata dai genitori degli atleti dellASD Sportmarket, il programma ripreso
nel pomeriggio, con lo svolgimento dello Slalom Parallelo e le successive premiazioni delle due gare di giornata, ospi-
tate da Grill Station di Quero, a completare una giornata allinsegna dello sport e dellamicizia, con tutti i ragazzi delle
varie squadre a giocare assieme durante le pause e i genitori a chiacchierare seduti ai tavoli, avversari solo in pista ed
amici appena tolto il casco.
La domenica mattina si aperta con lo svolgimento della gara di Slalom
Speciale, valida per lassegnazione del Campionato Italiano di catego-
ria, a cui per hanno partecipato, fuori classifica, anche atleti provenien-
ti dalla Slovenia che sono da qualche anno entrati a far parte del circuito
di Coppa Alpe Adria. Le due manches sono state particolarmente com-
battute e il livello di spettacolo sempre alto in tutte le categorie; fortuna-
tamente il clima stato leggermente pi fresco del giorno precedente e
la gara stata completata prima dellarrivo della pioggia.
Dopo le premiazioni, il Commissario Tecnico della Nazionale ha presen-
tato i convocati per la rappresentativa italiana che parteciperanno ai
prossimi Roller Games a Nanchino. Dei soli quattro italiani scelti dalla
Federazione per tenere alto il tricolore in Cina nella specialit del Roller
Alpino, una atleta stata scelta tra le fila dellASD Sportmarket: Letizia
Turchetto, di Valdobbiadene, da questanno stabile frequentatrice delle
gare di Coppa del Mondo.
Inutile sottolineare che tutta la manifestazione sarebbe stata impossibile senza la fattiva collaborazione del Comune di
Quero Vas e dellinteresse dimostrato non solo dal Sindaco Bruno Zanolla, che ha preso molto a cuore liniziativa, ma
anche dai tecnici e dagli operai comunali. Un grande aiuto venuto anche dal Comune di Alano di Piave e da Ivan Dal
To, sempre gentile e disponibile a dare una mano. Bravissimi e infaticabili sono stati i genitori e i parenti degli atleti
dellASD Sportmarket ad organizzare e gestire levento, ed anche gli amici triestini dellSk Devin: forse la pi grande
soddisfazione, al di l degli aspetti sportivi, sono i tanti complimenti ricevuti, da tutte le squadre ospiti, per
laccoglienza ricevuta.
25 CRONACA

LASD Sportmarket coglie loccasione per ringraziare anche tutte le aziende che a vario titolo hanno aiutato la societ
a portare a termine un compito assegnatole appena due mesi fa: Rollerblade, Zandon, Bortolomiol Spumanti, ma an-
che il Birrificio di Quero per la disponibilit a portare un gazebo con il proprio prodotto, la Grill Station per aver ospitato
le premiazioni del sabato sera, la gelateria Viale della Neve per aver portato un po di dolce refrigerio e la Locanda So-
lagna per aver ospitato al meglio gli atleti della Nazionale e i loro familiari. La speranza dellASD Sportmarket di po-
ter contare ancora sullappoggio di tutte queste persone volenterose, per portare avanti lattivit e magari riuscire ad
organizzare eventi ancor pi importanti in futuro.
Nelle foto (dallalto in basso): 1. La foto di gruppo dopo le premiazioni; 2. La premiazione dello Slalom Gigante vinto
dallalanese Jago Rover; 3. Panoramica sulla zona ristoro; 4. La partenza dellalanese Nicolas Franzoia; 5. Caterina
Sinigoi, dellSK Devin, in azione.

ATTUALIT

I cittadini di Pederobba mobilitati a difesa della salute


Portano al Tg3 la lotta contro il progetto di
bruciare plastica nel cementificio di Pederobba
Riprendiamo il testo pubblicato sulla pagina facebook del coordinamento Aria che Voglio,
con quale si pubblicizza il servizio fatto dal TG3 edizione Regionale del Veneto di
marted 25 luglio 2017 delle ore 14,00.
oltre ai titoli di apertura andate a sentire il servizio del giornalista Antonello Profita e gli
interventi di Daniela Pastega
e Luciana Fastro del
Coordinamento Aria Che
Voglio nonch
rispettivamente rappresentanti di AriaNova e di Bene In
Comune dal minuto 5'10'' fino al minuto 7'18''.
Ricordiamoci sempre un Cittadino Informato un Cittadino
maggiormente Consapevole e Responsabile di ci che
accade e delle decisioni assunte da chi ci deve
rappresentare e avere a cuore il BENE COMUNE e
soprattutto la NOSTRA SALUTE.
Pubblichiamo un fotogramma della trasmissione nel quale

si confrontano le emissioni dellinceneritore di Padova (in blu) con quelle del cementificio locale (in arancione) e un
estratto della pagina pubblicata sul sito della provincia di Treviso contenente le osservazioni al progetto. Per chi
volesse approfondire questo il link:
http://ecologia.provincia.treviso.it/Engine/RAServePG.php/P/562010190300/M/529810190303/T/INDUSTRIA-
CEMENTI-GIOVANNI-ROSSI-SPA

Rinviata al 2 settembre la Milf Football Cup


Causa sovrapposizione con altre manifestazioni, la partita di calcio femminile Milf Football Cup Alano vs Que-
ro (inizialmente programmata per sabato 29 luglio al Valcalcino) stata rinviata a sabato 2 settembre sempre
alle ore 18 e sempre al Valcalcino. Gli organizzatori vi aspettano numerosi per una serata all'insegna del diver-
timento con musica e spiedo (prenotazioni entro mercoled 30 agosto). Per info e prenotazioni sms/whatsapp
349.8328350 (Michela).
26 ATTUALIT

Uno scrittore affronta gli hater che ogni giorno popolano la Rete. Ecco il suo racconto.

I razzisti del web, Il mio dialogo con gli intolleranti


articolo di Paolo Di Paolo - segnalazione di Silvio Forcellini
Buongiorno Floriana, hai lavorato a scuola tutta la vita, c una foto che ti ritrae in
unaula, in piedi dietro bambini sorridenti con il grembiule azzurro. Nella tua pagina
Facebook, qualche giorno fa, hai commentato la falsa notizia di un profugo che
promette di sgozzare decine di italiani. Hai scritto che i migranti stanno massa-
crando lItalia e gli italiani e che quel profugo merita di essere evirato - tu lhai det-
to con termini un po pi rudi - e rispedito su un gommone verso il suo paesac-
cio, con il suo stesso membro in bocca. Ti ho scritto, senza conoscerti - scono-
sciuto a una sconosciuta.
Ti ho chiesto se ti sembrasse giusto, opportuno parlare cos. Mi hai risposto, digi-
tando tutto in lettere maiuscole: S, ho diritto di scrivere liberamente quello che
penso, perch?. Perch forse un linguaggio un po troppo violento. Perch le
parole hanno un peso, comportano una responsabilit. La situazione molto vio-
lenta per tutti, mi sono adeguata, o meglio ho usato il linguaggio per smuovere idee
e convinzioni, in realt sono diversa. Mi ha colpito che tu mi abbia risposto, che tu
abbia impiegato tempo a dialogare con un intruso, un qualunquista attuale, un perbenista del cazzo. Ma mi ha colpito
soprattutto una frase: In realt sono diversa.
La dinamica del confronto sui social, o della sua parte peggiore, ormai tanto evidente da risultare ovvia. Inutile tornarci
sopra. La folla di hater, di troll, di lanciatori di pietre, pi o meno consapevolmente, usa parole che non userebbe in fami-
glia, tra amici seduti intorno a un tavolo. Dobbiamo rassegnarci? Credo di no. Daltra parte, appena lo si accosta, lhater
seriale appare subito ammansito. Cos, lautore di un commento sul dodicenne pakistano morto in un canale (Per fortuna
che lhanno trovato morto se no ci toccava mantenerlo), quando stato raggiunto dalla telefonata del direttore della
Gazzetta di Reggio, ha ammesso di essersi lasciato prendere la mano. In realt sono diversa, diceva Floriana. Do-
vremmo supporre dunque che sia diversa anche Teresa, rispetto al momento in cui scrive Bisogna riportarli nel deserto
e lasciarli senza acqua n cibo; e Simone, che scrive: Ma perch non li prendiamo a sprangate?. E Giusy, che posta
la foto della nipote nel giorno della prima comunione e poi scrive che i nigeriani come razza negra sono i pi bastardi e
violentano le donne dalla pelle bianca. Le donne dalla pelle bianca.
Se risulta ingenuo pretendere di sedare risse e sfoghi sui social, cos come nelle giornate degli umani in genere, non lo
forse chiedersi quale sia il limite accettabile. Il ragazzo di sedici anni che scrive Arrivano anche i negri a Mottola, ci stia-
mo rovinando e aggiunge lemoji con la mascherina sulla bocca, merita unalzata di spalle, oppure un problema? Ab-
biamo liquidato il politicamente corretto come moralistico, come buonista, e anni di campagne contro il razzismo non han-
no impedito a un ragazzo nato nel ventunesimo secolo di esprimersi come un trisavolo fascista: i negri. Se un venti-
seienne, che dice di ispirarsi a Falcone e Borsellino, insiste su una presunta guerra civile fra italiani e migranti, va consi-
derato un ragazzetto sciocco, o un problema? Tra i 2.700 commenti che lo assecondano, ce n uno che dice: Tra po-
co torner il nazismo e io mi godr la repressione con popcorn e bibita fresca. Una battuta? Il sarcasmo a buon mercato
della Rete? Forse non solo. Forse non pi.
Io di buonisti ne ho le palle piene! reagisce Alexandra, quando le faccio notare che invitare a sparare contro gli stra-
nieri e a riprendersi lItalia forse pericoloso. Un uomo che si firma Shooter, invece, modera subito i toni, dice di non
essere per il far west: A volte sui social si commenta dimpulso, presi anche dalla rabbia per un Paese che non va. Io
non sparerei mai, ma qui stiamo ormai in guerra mi dice Alessio, che invitava il governo, in un commento pubblico, a
mettere navi militari a largo delle coste africane e a fare fuoco sui migranti.
Si commenta d'impulso. Io sono diversa. Io non sparerei mai. Se - come ricordava su Repubblica Chiara Saraceno -
lItalia appare come il secondo Paese pi razzista d'Europa, possiamo fare finta di niente? In quellappare c tutto: il
malessere, il risentimento sociale, la rabbia pi cieca che cerca bersagli con unirruenza ottusa e indiscriminata. La molla
del razzismo si carica anche, o soprattutto, di questo - e non inoffensiva. Nemmeno le parole lo sono. La pelle bianca, i
negri, i nigeriani bastardi, la repressione nazista. Che cosa sta accadendo al nostro lessico? Che cosa sta accadendo a
noi? La signora Floriana mi spiega che loro sono aggressivi, vogliono fare i padroni a casa nostra, un'invasione, e
non stiamo parlando di inglesi, francesi, che sono uguali o molto simili a noi; sono convinta che lItalia degli italiani
che se la sono guadagnata. Poi mi ringrazia, con una gentilezza sorprendente, per avere dialogato con lei: Buone co-
se. Buone cose a te, Floriana - anche se difficile mettere insieme la foto fra i bambini, la tua gentilezza di ora, il sorriso
nellimmagine del profilo e la frase in cui pretendi che si eviri un profugo. Richiede uno sforzo di immaginazione immenso,
e di empatia - lo stesso che tu non riesci nemmeno a ipotizzare verso quel ragazzo nero passato in bicicletta davanti a
casa tua, e che - dici - mi sembrato arrogante e aggressivo.
Come? il turco mio fratello? mio fratello il cinese? il giudeo? il siamese?. Era il diciottesimo secolo - e Voltaire faceva il
verso ai razzisti di allora, agli eterni pregiudizi, alle radici salde dellintolleranza. Cadono le braccia a osservare come gli
uomini si comportano con gli altri uomini, s, ma una possibilit di correggersi c sempre. Dobbiamo lottare contro noi
stessi, scriveva in una lettera, commentando con irritazione la frase di chi, arrivato a una certa et, sbotta: Ormai sono
fatto cos. Be', vecchio stupido, cerca di cambiare. Comincia dalle parole.
27 ATTUALIT

Il corretto impiego dei fitosanitari


La guida online di VenetoAgricoltura
(M.M.) Lo abbiamo scritto qualche numero fa. Serve il patentino
per acquistare ed utilizzare questa categoria di prodotti, utili per
la salvaguardia delle coltivazioni, ma anche pericolosi per la
loro potenziale tossicit, soprattutto quando usati in maniera
non corretta se non addirittura sconsiderata. Un bel testo per
conoscere questo settore e per ricavare qualche consiglio duso
si pu trovare in rete, allindirizzo: www.venetoagricoltura.org.
Su questo sito si trova, costantemente aggiornata, la
pubblicazione che viene usata anche durante i corsi che si
devono frequentare per conseguire il patentino dabilitazione.
Una sua consultazione pu essere davvero illuminante!
Disponibile sul sito www.venetoagricoltura.org (sezione Formazione, convegnistica, editoria / catalogo editoriale /
difesa tosanitaria) sia per singole schede, sia per capitoli. Ciascuna scheda potr avere nel tempo edizioni
aggiornate. Lultima data di emissione riportata in basso a destra di ogni scheda e sar evidenziata nellelenco
scaricabile dal sito web.

CRONACA

Fra i quattro centini al liceo Dal Piaz di Feltre


Giorgia Mazzocco
di Carpen di Quero Vas
di Alessandro Bagatella
Grande soddisfazione in casa Mazzocco, a Carpen, per tutti i famigliari che hanno visto
Giorgia raggiungere il traguardo del massimo voto, cento, nel conseguimento della ma-
turit linguistica al liceo Dal Piaz di Feltre. A Giorgia piacerebbe continuare gli studi pur
consapevole che dovr spostarmi di pi, magari in una citt caotica, in questo periodo
pi di sempre, come Padova, che ha per un buon ateneo. Oltre alla famiglia sono sod-
disfatti anche i paesani di Carpen per laffermazione negli studi di Giorgia e i tanti amici
che, assieme a noi del Tornado, le augurano future soddisfazioni culturali e le migliori
congratulazioni.
28 ATTUALIT

Il Palio di Feltre
Sabato 5 agosto
Centro storico La storia del Palio
dalle ore 15.00 - mercatino medievale a cura dell'Associazione Le Origini del Palio
Palio di Feltre e dei quattro Quartieri Dopo gli estenuanti conflitti legati alla signoria
Spettacoli itineranti medievali in Cittadella dei Da Carrara, a cui Feltre si era legata suo
ore 15.30 - "Fiaba dentro le mura" a cura del Gruppo malgrado nel 1363, la citt fin con lessere
Sbandieratori Citt di Feltre e al termine merenda per tutti i posseduta dal duca di Milano Giangaleazzo
bambini partecipanti Visconti.
In memoria della data in cui Feltre era entrata a
Piazza Maggiore far parte dei domin del duca, il 7 dicembre
ore 17.00 - esibizione dei musici e degli sbandieratori Rione d 1388, la comunit feltrina aveva stabilito che
Brozzi di Lugo (RA) ogni anno in quel giorno gli ordini cittadini e le
Sala degli Stemmi "scole" si sarebbero dovuti recare in
ore 18.00 - concerto di musica antica con l'Ensemble processione alla cattedrale per partecipare ad
BlaueRieter una messa solenne di ringraziamento.
Piazza Maggiore Avrebbero dovuto inoltre porre un premio (unum
ore 20.30 - spettacolo di scherma storica a cura di 1595 Club bravium) di ben quindici ducati doro perch si
Belluno svolgesse una gara di cavalli.
ore 20.45 - ingresso del corteo storico Il palio del Quattrocento
ore 21.00 - ingresso dei quattro quartieri Alla morte del Visconti, avvenuta nel 1402, si
cerimonia di dedizione riaprirono i conflitti nella marca veneta. I Da
gara di tiro con l'arco Carrara rivendicavano, infatti, il possesso di
spettacolo del Gruppo Sbandieratori Citt di Feltre Feltre come di altre citt del territorio. I feltrini,
staffetta timorosi di cadere nuovamente nelle mani dei
Ore 23.45 - spettacolo pirotecnico carraresi e incapaci, del resto, di opporsi alle
loro insidie, seguirono lesempio di Vicenza e
decisero di affidare il governo della loro citt alla
Domenica 6 agosto Repubblica di San Marco.
Duomo di Feltre Venezia gi dal Trecento aveva intrapreso una
ore 10.30 - Santa Messa del Palio con la partecipazione del politica di egemonia sull'entroterra veneto, e
Coro femminile "Vocincanto" e benedizione dei cavalli ormai poteva imporsi definitivamente come la
Sfilata del piccolo corteo storico nuova signoria della Marca Gioiosa. Si trattava
Piazza Maggiore di una Repubblica aristocratica e mercantile,
dalle ore 15.30 -spettacolo dei Musici e Sbandieratori Rione d che in quanto tale incontrava i favori dei patrizi
Brozzi di Lugo (RA) cittadini come quelli dei mercanti e degli
Sfilata del grande corteo storico accompagnato dal Gruppo artigiani. Inoltre ai feltrini pareva essere lunica
Sbandieratori Citt di Feltre potenza vicina capace di offrire prospettive
Area Pr del Moro rassicuranti in un mondo sconvolto dalla guerra.
ore 17.00 - ingresso in campo del corteo storico Latto di annessione ebbe luogo in modo
tiro alla fune solenne il 15 di giugno del 1404 mentre ancora
corsa dei cavalli la guerra infuriava. Il senato veneto aveva
inviato a Feltre un suo ambasciatore, il patrizio
Consegna del Drappo del Palio 2017 al Quartiere vincitore Bartolomeo Nani, il quale, nella 'maggior piazza'
di Feltre gremita di gente, riceveva dal delegato
feltrino Vittore dei Muffoni da Cesio le chiavi
della citt e giurava nelle mani del Muffoni che il
senato veneto avrebbe sempre rispettato gli
statuti feltrini. La folla, dicono gli storici, inneggi
entusiasta a San Marco e alla repubblica
lagunare. I festeggiamenti si protrassero in citt
per alcuni giorni e, come gi era accaduto
all'alba del domino visconteo, la comunit
decret che annualmente fosse "celebrata
solennemente la Festa di san Vito che fu il 15 di
giugno del 1404, giorno in cui Feltre si diede
alla Serenissima, con una solenne processione
di tutti gli ordini della citt, del clero, delle
autorit civili e religiose verso la chiesa
maggiore o a quella di Ognissanti, con lofferta
di candele e di solenni oblazioni e che in tal
giorno sia posto un premio di quindici ducati
doro perch si corra coi cavalli. Da quel
momento Feltre con tutto il Feltrino entrava a far
parte dello stato Veneziano. Vi sarebbe rimasta
fino all'arrivo delle truppe di occupazione
guidate da Napoleone Bonaparte, sul finire del
XVIII secolo. Da: http://www.paliodifeltre.it/
Zona industriale - 31040 Segusino (TV)
Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

Gelateria Artigianale Gioia gelato


Via della Vittoria 17/A FENER
Per info e prenotazioni
gelati e semifreddi
347.8371557
Aperto da Luned a Venerd
dalle 14.00 alle 22.30
Sabato e Domenica
dalle 11.00 alle 22.30

gioia.gelato.fener

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via F.lli Agrizzi - FENER - ALANO di PIAVE (BL)
Cell. 339.2242637
Azienda Agricola
SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER CONSEGNA A DOMICILIO
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)
Tel. 0439 776002 - 349 1466314

ONORANZE FUNEBRI SPADA VIVAIO - PIANT E


MARMI E BRONZI
VALENTINO

SPADA
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI di Mondin Duilio
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H
Realizzazione e Manutenzione Giardini
TEL. 0423 69054 - 348 5435137 Prati - Irrigazione - Potature
SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA, E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

Interessi correlati