Sei sulla pagina 1di 28

Quindicinale

Anno XXXIX

19.07.2017
Numero

689
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Schievenin in festa - pag. 1


Centorizzonti: paesi&paesaggi - pag. 2-3
Quero: comera e com oggi - pag. 6
Successo per la stilista Silvia Zanella a Roma - pag. 8
Si scrive Municipio, si legge Galleria darte - pag. 15
Chiuso in redazione il 10.07.2017 - Prossima chiusura il 24.07.2017
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
AL MOLIN TABACCHERIA
RISTORANTE - PIZZERIA
EDICOLA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi
ALANO DI PIAVE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO di Todoverto Paolo & C.


S.N.C.

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia ONORANZE
FUNEBRI
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER-ALANO di PIAVE (BL). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Ales-
sandro Bagatella, Ivan Dal To, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 25,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon;
BAZAR di A. Verri - Segusino.
1

www.terredelbassofeltrino.it
www.facebook.com/terredelbassofeltrino

Comune
di Quero Vas

Schievenin
IN FESTA
FERRAGOSTO IN VALLE
PRESSO AREA FESTEGGIAMENTI

SABATO 12 AGOSTO 2017


PIZZA IN VALLE DALLE ORE 19.00 (Pizzeria da Rody)
Allietamento musicale con il TRIO PORCO

MARTEDI 15 AGOSTO 2017


Ore 11.00 Santa Messa alla grotta della madonna di lourdes
Ore 13.00 Pranzo d estate
MENU: primo piatto, spiedo con polenta e contorni misti,
dolce casereccio, euro 16,00 bevande escluse
Bambini fino a 10 anni euro 10,00
Prenotazioni entro il 14 agosto al
335 6836592 Andrea,
346 9732443 Alessandro,
Stampa DBS Rasai - 07.17

333 6037918 Luana,


333 1101437 Antonio.

IN COLLABORAZIONE CON:
RISTORANTE CASTEL PRADA , PIZZERIA DA RODY , MACELLERIA FABIO VETTORETTI , TRIO PORCO
2 ATTUALIT

Regione del Veneto - Comuni di Alano di Piave e Quero Vas - Unione Sette Ville - Echidna
con le Biblioteche di Alano di Piave e Quero Vas

CENTORIZZONTI paesi&paesaggi
un progetto per conoscere e far conoscere
le Terre del Basso Feltrino
Promuovere il territorio anche in chiave turistica lobiettivo che lUnione Sette Ville si data anche attraverso
ladesione a CentOrizzonti, un Progetto Culturale della omonima Rete dei 16 Comuni dellAltro Trevigiano e del Basso
Feltrino, uniti da un protocollo dintesa e in accordo di programma con la Regione del Veneto, proprio per valorizzare i
propri territori attraverso percorsi di scoperta e di arte dello spettacolo dal vivo. Il programma artistico-culturale curato
dallAssociazione Culturale Echidna di Mirano che studia delle proposte su misura progettate insieme ad ogni
comune del territorio coinvolto che si estende tra la pedemontana trevigiana, i Colli Asolani, le Terre del Grappa, le
Terre del Basso Feltrino e la pianura Castellana. un progetto innovativo di valorizzazione del territorio e della cultura
locale, che coinvolge emotivamente attraverso esperienze singolari dal punto di vista artistico, storico, paesaggistico e
enogastronomico. Ecco che venerd 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio CentOrizzonti ha fatto la sua tappa a
Schievenin, in Cartiera a Vas, al Geosito del Calcino e alla Chiesetta di San Giacomo a Colmirano.

Tutto cominciato con un laboratorio di canto con i cittadini con la straordinaria guida di Giuseppina Casarin direttrice
del Coro Voci dal Mondo di Mestre.https://corovocidalmondo.wordpress.com/ In pochi minuti tutti hanno cominciato
a cantare seguendo i ritmi dei canti popolari veneti, pugliesi e africani E' stata l'acqua il filo conduttore di questa
prima parte di CentOrizzonti, lacqua bene prezioso e vitale conserva storie e vissuti da raccontare e cantare. Il
laboratorio stata un'esperienza di condivisione dove le voci e i canti si sono intrecciati sabato 1 luglio con il canto del
Torrente Tegorzo in un concerto in natura davvero emozionante. Il concerto del Coro Voci dal Mondo si snodato
lungo il sentiero che conduce alla sorgente del Tegorzo che si potuta anche visitare grazie alla preziosa presenza e
disponibilit degli operatori ATS Alto Trevigiano Servizi. Guarda caso lacquedotto Schievenin alimenta anche molti
comuni del trevigiano che partecipano a CentOrizzonti! La giornata proseguita a Vas con la visita e degustazione alla
Cantina vinicola Biasiotto per concludersi con la cena comunitaria alla Locanda Solagna, presidio SlowFood.

Domenica 2 luglio, seguendo la terra come filo conduttore, CentOrizzonti ha portato i visitatori ad esplorare il Geosito
della Val Calcino con la guida di Carlo Spada Geologo. La visita stata seguita da un bel gruppo di persone curiose
di scoprire questo luogo unico attraverso il quale si riesce a conoscere meglio la storia del pianeta. Molti hanno
approfittato delloccasione per visitare anche il Museo Storico Territoriale di Campo. Con una breve passeggiata i
visitatori hanno poi raggiunto Colmirano per lo spettacolo conclusivo dove sono stati accolti sullo splendido prato
circondato da uno storico muro a sassi accanto alla Chiesetta di Colmirano, il sole radente ha creato unatmosfera
3 ATTUALIT

daltri tempi per lo spettacolo ispirato al libro La leggenda dei monti naviganti di Paolo Rumiz, con Roberta Biagiarelli
e Sandro Fabiani in scena a raccontare il viaggio di Rumiz: 8000 chilometri su una vecchia topolino tra Alpi ed
Appennini fino al mare del sud Italia.

Dopo questa intensa esperienza che ha fatto scoprire alcuni aspetti significativi del nostro territorio a molte persone da
fuori, ma anche residenti, che non li conoscevano, non ci resta che ringraziare quanti hanno collaborato offrendo
materiali, competenza e supporto: Carlo Spada, Antonietta e Luigi Licini, Giuseppina Trevisan, ATS Alto Trevigiano
Servizi (anche per il contributo al programma locale di CentOrizzonti), LaCharta e la Cartiera di Vas, Luca Turchetto e
gli Amici del Museo Storico Territoriale di Alano di Piave, la Parrocchia di Alano, Libero Pensiero, Bar-H di Schievenin,
la Cantina Biasiotto, la Locanda Solagna. Un grande ringraziamento va a tutti perch le collaborazioni sono
fondamentali per riuscire a realizzare un progetto di rete di qualit. Grazie!
Per tutte le proposte del territorio info su
FB Terre del Basso Feltrino - www.terredelbassofeltrino.it

Pro loco Alano di Piave


Festa di San Giacomo
LOCALITA
COLMIRANO
Venerd 21 Luglio
ore 20.00 Serata Giovani:
SPRITZ IN PIAZZA
Sabato 22 Luglio
ore 18.30 Apertura Stand
Gastronomico
ore 21.00 Serata Danzante con
SILVANO
Domenica 23 luglio
ore 11.15 Santa Messa nella chiesetta di San Giacomo
ore 16.00 Giochi in piazza per bambini e non...
ore 18.30 Apertura Stand Gastronomico
ore 21.00 Serata Musicale con i CRASY FOLK BAND e.
grande STIMA DELLE TROTE
4 CRONACA

Il gruppo Fener I Giovani ripulisce


largine destro del Tegorzo
di Silvio Forcellini
Lo avevano promesso e lo hanno fatto: domenica 2 luglio alcuni membri del gruppo
Fener I Giovani (quelli che, nel 2016, avevano realizzato lilluminazione della
Croce del Piajo, tanto per capirci) hanno provveduto alla pulizia (ancora parziale)
dellargine destro del Tegorzo. Ora sar possibile passeggiare tranquillamente
scendendo dalle scalette a fianco del ponte sul Tegorzo fino allaltezza della rete
che delimita il deposito della ditta Bozzato, a Fener Basso; in un secondo momento
prevista la pulizia completa fino al ponte della ferrovia. Un bravo, in particolare,
va rivolto a Gianni Gerlin, Luca Spada, Massimo Storgato e Mauro Tessaro per il
gran lavoro svolto e un grazie a Gabriele Putton per la gradita merenda recapi-
tata in loco. Nelle foto, alcuni momenti dellintervento. Nelle prime due righe di foto,
i giovani feneresi allopera (va detto che lintervento stato pi impegnativo del
previsto, vista lincuria imperante); nellultima riga, invece, come appare adesso largine destro del Tegorzo.

Il Mercatino del Tornado


A Fener, in localit Faveri, vendesi casa (da ristrutturare). Nove stanze su due piani. Info: 0439.779542.
Cedesi lattivit del bar Al Piazzol in piazza XXX ottobre ad Alano di Piave.
Per maggiori informazioni rivolgersi direttamente alle titolari o telefonare al 348.9792741 (Enrica).
A Fener, in localit Fornaci, affittisi laboratorio/magazzino di circa 260 mq. disposto su due piani, dotato di bagni
e ufficio. A 300 metri dalla strada regionale Feltrina. Allesterno ampio parcheggio. Info: 349.2974175.
5 CRONACA

Cambio di gestione al Caff Tegorzo di Fener


di Sandro Curto
SE NE VA MASSIMILIANO Dopo oltre sei anni di gestione del Caff Tegorzo di Fener, nei locali di propriet dei
fratelli Gerlin, Massimiliano Andreazza di Quero si congedato da amici e clienti, mercoled 28 giugno, offrendo una
bicchierata accompagnata da qualche bocconcino e da intermezzi musicali curati da Renato Dal Canton. In questo
periodo di attivit, Max ha saputo farsi apprezzare per seriet, classe, disponibilit a collaborare ad iniziative varie di
associazioni locali e per la sottile ironia. A lui laugurio di un futuro roseo e un ringraziamento per la compagnia.

Le foto sopra, di Paolo Feltrin, ritraggono Massimiliano con i suoi migliori


clienti, Paolo & Salvatore, e con la sua collaboratrice in questultimo pe-
riodo, Michela. Nella foto a fianco, di Silvio Forcellini, i nuovi gestori An-
drea e Domenico.
E ARRIVA ANDREA A volte ritornano. Questo stato uno dei com-
menti preferiti alla nuova gestione del Caff Tegorzo che, a tempo di
record, ha riaperto mercoled 5 luglio con un grande rinfresco. La nuova
titolare infatti Andrea Zgodda, tedesca di origine ma da anni residente a
Campo, nota per aver gestito per diversi anni il Caff Speranza in piaz-
za Martiri ad Alano col marito Domenico Scopel che la aiuter, insieme
con le figlie Sara ed Elisa, anche in questa nuova avventura. Il Caff Te-
gorzo osserver, per il momento, il seguente orario: 6.30-21.00 nei giorni
feriali, 7.30-21.00 la domenica, con chiusura settimanale il marted. Auguri di buon lavoro!
6 LETTERE AL TORNADO

Quero: comera e com oggi


di Meneghin Geom. Marcello
Quero, dalle origini al XVIII secolo ampiamente descritto nello splendido testo o in due volumi di Bona Beda Paz
al quale ricorrere per rivivere la sua meravigliosa storia antica. Vi si trovano carte, disegni, planimetrie, fotografie e so-
prattutto la descrizione particolareggiata e documentata della storia antica del paese. Di fronte a tanto ottimo lavoro,
chi scrive queste brevi note prova timore al solo avvicinarsene per parlare della storia pi recente di Quero. Lo faccio
con lumilt di voler soltanto far rilevare notizie note a tutti ma che, a mio giudizio, difettano dei riconoscimenti dovuti a
coloro che, a me completamente sconosciuti, sono stati i protagonisti della rinascita davvero eccezionale, nel primo
dopoguerra quando da una massa di macerie, il paese diventato un modello di urbanistica, di viabilit soprattutto di
bravura. I personaggi, nuovi baroni Haussmann non parigini, hanno saputo prendere decisioni importanti riuscendo a
realizzare un assieme veramente encomiabile e pertanto meritano che sia
rinnovata la riconoscenza da parte di tutti coloro che, come me, hanno potuto
approfittare di tanta qualit paesana.
La planimetria della fig. n 1, riportata in parte anche nel testo prima citato,
rappresenta il paese ante prima guerra mondiale. Si vede chiaramente
limpostazione della viabilit e la distribuzione delle case di allora. Labitato
pu essere suddiviso in tre borgate la pi importante delle quali inizia logica-
mente dalla zona pi abitata e posta attorno alla Chiesa per diffondersi poi in
due direzioni, dapprima lungo la Via Monte Cornella e la Via Schievenin, per
oltrepassare la zona chiesetta di S. Antonio e proseguire fino a quasi il bivio
per Cilladon. La seconda diramazione si sviluppa lungo Via Nazionale oltre-
passando il bivio con Via Garibaldi e proseguendo circa fino alla zona delle
attuali scuole medie.
La seconda borgata la ha il suo baricentro nel bivio Via Garibaldi, Via Indi-
pendenza e Via per Campo. Una terza piccola borgata si trova allintorno del
bivio tra Via Roma e Via Piave. Questo era Quero capoluogo. Notare come,
tracciando una linea nella direzione est-ovest che passa circa attraverso le at-
tuali scuole medie, si definisce il confine del paese in quanto al di l di esso
verso sud non esisteva alcuna abitazione ma solo campagna
La figura n. 2 contiene, contraddistinte con diverso colore (il rosso), la so-
vrapposizione del tracciato delle via ante guerra e di quelle attuali del capo-
luogo. Si noter come le Vie Forcellini, Dante, XXXI ottobre, Rimembranze
non esistessero affatto anteguerra, e quindi sono state tutte costruite ex novo
mentre tutte le altre vie sono state completamente rifatte rettificando i prece-
denti percorsi ed allargando le sedi stradali in modo da ricavare, oltre alla pi-
sta camionabile, anche i marciapiedi di cui tutto il capoluogo dotato. Sono
da rilevare in particolare la bella e rettangolare Piazza Marconi che ha sosti-
tuito il piccolo spiazzo triangolare preesistente (vedi foto sotto, archivio Rese-
gati) ed inoltre la Via Roma concepite ambedue con un'ampiezza di vedute
ammirevole.

Quello che vorrei mettere ben in risal-


to la maestria dei progettisti, dei re-
sponsabili del Comune e delle altre
autorit provinciali o di livello superio-
re per aver saputo realizzare un in-
sieme del genere e soprattutto vince-
re le mille difficolt che si saranno
senza dubbio presentate. Il mio pen-
siero si rivolge anche ai proprietari
queresi che, in quella importante oc-
casione, hanno accettato di abban-
donare le loro preesistenti case senza
incaponirsi, come succede spesso, nel voler ricostruire la propria casa dovera e comera, nellaccettare nuovi confini
delle loro propriet senza dubbio sottoposte a spezzettamenti o ricomposizione di nuove particelle terriere. In conclu-
sione da riconoscere una notevole bravura nellesser riusciti a portare a buon termine una vera rivoluzione del paese,
rivoluzione positiva perch ha portato a risultati ottimi e che sono tuttora davanti gli occhi di tutti. Senza avere nessun
dato di fatto, per cui questa mia osservazione potr essere smentita da prove inconfutabili, mi sento di rilevare come
anche altri Comuni della zona di cui si parla sono stati distrutti dalle cannonate della prima guerra mondiale ma nessu-
no di essi ha avuto il coraggio e la bravura di fare quello che stato fatto a Quero. Concludo affermando che di fianco
alla cornice esposta nel municipio di Quero e contenente la ammirevole cambiale a suo tempo firmata dai cittadini que-
resi per garantire lavvio della grande attivit industriale anch'essa degna di ogni riconoscimento, sarebbe tempo che
venisse esposto un documento che attesti con i rispettivi nominativi, incarichi e responsabilit, le personalit che hanno
a suo tempo reso fattibile questo miracolo della ricostruzione postbellica di Quero
7 CRONACA

Anna Forcellini: dottore in scienze della formazione


Mercoled 5 luglio
2017 Anna Forcellini,
di Alano di Piave,
figlia di Roberto e di
Liberiana De Paoli,
ha conseguito la
laurea in scienze
della formazione
primaria presso
l'universit di Padova
ottenendo il
punteggio di
107/110.Nel suo
giorno speciale era
attorniata da tutta la
sua grande e felice
famiglia, pi parenti
ed amici.

Qui a fianco alcuni


momenti della
giornata con il
conseguimento della
laurea e la festa con
famiglia ed amici

ATTUALIT

COMUNE di QUERO VAS


Provincia di Belluno
32038 QUERO VAS (BL) Piazza Guglielmo Marconi n. 1 Cod. Fisc. P.I. 01151950258

PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO (P.A.T.)


DEL COMUNE DI QUERO VAS
AVVISO DI DEPOSITO DEL P.A.T. E DELLA V.A.S.
AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEGLI ARTT. 14 E 15 DELLA LEGGE REGIONALE 23/04/2004 NR. 11 E DELLA
D.G.R.V. N. 791/2009
SI A V V I S A
CHE Presso il Comune di QUERO VAS, durante il normale di apertura al pubblico, sono depositati, a disposizione del
pubblico, dal giorno 27/06/2017 e per trenta giorni consecutivi gli atti relativi al Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.)
e per sessanta giorni consecutivi gli elaborati relativi al Rapporto Ambientale e Sintesi non tecnica, adottati dal Consi-
glio Comunale di Quero Vas nella seduta del 21/06/2017 con deliberazione nr. 19.
Gli elaborati del P.A.T. sono consultabili anche on-line sul sito istituzionale dellEnte
(http://www.comune.querovas.bl.it/web/querovas) nella sotto-sezione di Amministrazione Trasparente - Pianificazione
e Governo del Territorio ai sensi dellart. 39 del D.L. 33/2013 e ss.mm. ed int..
CHE sensi della L.R. n. 11/2004 e della DGRV 791 del 31.03.2009 (allegato B1), il piano adottato dal Consiglio Comu-
nale depositato presso la Sede Municipale di Quero Vas, la Provincia di Belluno e la Regione del Veneto per 60
(sessanta) giorni consecutivi.
CHE i cittadini possono presentare osservazioni, in carta semplice, a decorrere dal trentunesimo giorno dal
deposito del PAT ovvero a decorrere dal 28/07/2017 fino al 27/08/2017 per gli aspetti urbanistici, mentre a parti-
re dal primo giorno di deposito sul B.U.R. (previsto per il 07/07/2017), per gli aspetti ambientali connessi alla
VAS, ovvero fino al 05/09/2017.
CHE le osservazioni devono essere presentate, in duplice copia, con le seguenti modalit:
- Deposito direttamente allufficio protocollo sito presso il Municipio di Quero in P.zza Marconi nr. 1;
- Tramite il servizio postale, mediante raccomandata A/R;
- Per via telematica mediante Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo: querovas.bl@cert.ip-
veneto.net:
Lavviso di deposito stato pubblicato allAlbo Informatico Comunale e affisso nelle bacheche.
______________________________________________________________________________________________
Tel. 0439/781811 - fax 0439/787584 - PEC querovas.bl@cert.ip-veneto.net
8 RASSEGNA STAMPA

Un abito della giovane stilista locale ha sfilato a Roma riscuotendo uno strepitoso successo.
Silvia anche collaboratrice della Pro Loco di Caorera, di cui il pap Walter presidente.

Arte sartoriale, il maestro Luigi Fant ha trovato


la sua erede: Silvia Zanella, di Caorera
CAORERA. Laccademico dItalia creatore di moda, il maestro Luigi Fant
di Limana, ha portato a Roma Silvia Zanella di Caorera, dove entrambi
hanno partecipato alla manifestazione Arte Sartoriale che si svolge ogni
anno nella capitale. Fant ovviamente sta preparando la sua successione,
e non vuole mollare la provincia di Belluno da lui rappresentata
nellambito dellAccademia nazionale dei Sartori. Cos ha deciso di portare
a Roma la sua allieva Silvia Zanella che nella sfilata di moda ha riscosso
uno strepitoso successo. Silvia ha realizzato un abito da sera, colore
ciclamino con degli ornamenti di farfalle di colore nero. La manifestazione
di Arte Sartoriale ha visto sfilare il nuovo lusso del terzo millennio,
rigorosamente fatto a mano, il cui segreto rimane la semplicit creativa
che ha portato in passerella anche gli accademici junior, confermando la
ferma volont dellAccademia di sostenere il cambio generazionale da pi
parti evocato. E Silvia Zanella ne stata lesempio: il suo capo indossato
da una modella di colore ha ottenuto tantissimi applausi. Silvia ha
partecipato a tre concorsi del Manichino doro, concorso dedicato alla
sartoria femminile, in uno dei quali si era classificata al secondo posto.
Insomma Silvia per adesso unaspirante accademica, ma certo che
prossimamente entrer a far parte degli accademici dItalia che sono i
creatori di moda. Silvia abita in localit Caorera, ma il suo laboratorio si
trova nella piazza di Lentiai. Il maestro Luigi Fant, che ha ottenuto
riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, ha affermato che la
Zanella ha tutti i numeri per far pare dellAccademia dei Sartori dItalia. Ma
evidente che Fant ha gi preparato la sua successione.
da Il Gazzettino del 6 luglio 2017, nella foto Luigi Fant e Silvia Zanella

CAORERA. Silvia Zanella una sarta davvero con i fiocchi. Come quelli neri ricamati che ha messo sul vestito che ha
presentato a Roma, alla manifestazione 2017 di Arte Sartoriale, promossa dallAccademia nazionale dei Sartori, che si
svolta nei giorni scorsi. Silvia Zanella, che ha il proprio laboratorio sartoriale a Lentiai, uno dei 15 accademici junior che hanno
portato i loro modelli alla sfilata romana, ospitata questa volta nella nuova struttura in vetro e acciaio della avveniristica Lanterna
di Fuksas. Alla manifestazione la sarta di Caorera era presente con il suo maestro Luigi Fant, accademico dal 1984, che ne ha
sponsorizzato e sostenuto la presenza sulla passerella, dopo averne seguito la carriera fin dalle scuole superiori fatte al
Brustolon per arrivare alla premiazione del Manichino doro di qualche anno fa. Per Fant, unallieva che si sta facendo onore.
Lo stesso Fant sta per partire per il congresso mondiale dei Sartori in programma a fine mese a Taiwan.
da Il Corriere delle Alpi del 6 luglio 2017

Lazienda ha comunicato la procedura che coinvolge anche Verona e Siena.


Licenziamento pronto per gli ultimi dipendenti di Alano (erano 110) nellambito di 404 esuberi.
I sindacati: Misure inaccettabili. Pronti alla mobilitazione, servono investimenti certi.

La Ferroli chiude, in ottanta a casa


ALANO DI PIAVE. La chiusura del sito produttivo di Alano di Piave con il licenziamento di unottantina di lavoratori rimasti sui
110 lavoratori che vi erano occupati fino a due anni fa. quanto sta scritto sulla lettera inviata ieri dal gruppo del
termomeccanico Ferroli, oggi guidato dal fondo d'investimento Oxi Capital, ai sindacati Fim Cisl e Fiom Cgil. Una missiva che
ha aperto da ieri a 404 licenziamenti negli stabilimenti di Verona (circa 300 operai messi in mobilit), Alano di Piave (80) e
Siena (20). Un piano industriale che conferma di fatto i 600 esuberi annunciati un anno fa dal gruppo veronese e contro cui i
sindacati hanno subito aperto lo stato di agitazione convocando per luned prossimo le assemblee dei lavoratori nelle tre
fabbriche interessate. Lavoratori che solo una settimana fa avevano dimostrato a Verona, sotto le finestre del palazzo della
Prefettura dove si stava tenendo un vertice istituzionale sui problemi del gruppo Ferroli, la multinazionale delle caldaie con sede
a Verona finita in crisi gi da due anni e passata di mano un anno fa dalla famiglia Ferroli (che rimane con il 40% della
propriet) al fondo dinvestimento Oxi Capital. Una doccia fredda per gli 80 lavoratori di Alano di Piave, anche se da due anni il
sito produttivo praticamente fermo e da tempo sindacati ed istituzioni sono al lavoro per cercare una ricollocazione, non certo
per facile, ai dipendenti. Infatti, dai 110 che vi erano occupati fino a due anni fa, oggi sono rimasti in un'ottantina. Luned ci
saranno le assemblee con i lavoratori. II piano industriale presentato ieri risulta a questo punto del tutto insufficiente per
rilanciare lazienda e risponde a logiche sostanzialmente finanziarie. In un anno la direzione semplicemente corsa ai ripari
senza presentare un piano organico di interventi e di investimenti che rilanciasse anche da un punto di vista industriale la Ferroli
- accusano Luca Mori e Giovanni Acco delle segreteria di Fim Cisl e Fiom Cgil - in questo modo si rischia anche di mortificare il
lavoro portato avanti in questi mesi con le Rsu e le istituzioni nel cosiddetto Piano di azione sottoscritto in Regione Veneto il
22 marzo e presentato al Mise il 20 aprile. Per questo, sindacati e Rsu respingono i licenziamenti e proclamano lo stato di
agitazione chiedendo un piano industriale con investimenti certi che rilanci lazienda e loccupazione e che non disperda lo
straordinario patrimonio di professionalit dei territori coinvolti.
da Il Gazzettino dell8 luglio 2017

Dopo la chiusura dello stabilimento Ferroli e il licenziamento di 80 dipendenti, lo sconcerto del sindaco
9
straordinario patrimonio di professionalit dei territori coinvolti. RASSEGNA STAMPA
da Il Gazzettino dell8 luglio 2017

Dopo la chiusura dello stabilimento Ferroli e il licenziamento di 80 dipendenti, lo sconcerto del sindaco
di Alano che traccia un quadro pesante vista anche lassenza di nuovi ammortizzatori sociali

Bogana: una tragedia occupazionale


ALANO DI PIAVE. Una situazione tragica che ci era stata prospettata. Ora dobbiamo cercare di attivare tutto ci che si pu
per ricollocare le persone in esubero, anche e non sar facile perch una fascia di et elevata. Lannuncio fatto dallazienda
Ferroli di licenziare oltre 400 persone negli stabilimenti di sua propriet, ed in particolare tutte le 80 della fabbrica di Alano di
Piave, non inaspettato. Il sindaco di Alano, Serenella Bogana, aveva compreso la criticit della situazione gi un mese fa
quando ci fu un incontro in Prefettura a Belluno con Confindustria, lassessore regionale al lavoro Elena Donazzan, le forze
sindacali, la Provincia. Il quadro che era stato delineato era tragico, anche perch ammortizzatori non ce ne sono pi per cui
queste persone rimarranno senza unentrata, sottolinea Bogana. Una decina di persone potranno raggiungere la pensione
grazie allindennit di disoccupazione; 7 persone, seppur con lutilizzo dellammortizzatore, non riuscirebbero a raggiungere la
pensione perch mancano circa tre anni; ce ne sono poi oltre cinquanta che non hanno pi un lavoro. Qualche giovane invece
si spostato ed ha trovato un nuovo posto di lavoro. Il problema che queste persone hanno unet che va dai 40 ai 60 anni,
quindi diventa per loro difficile trovare una nuova collocazione. Lagenzia Uomo-Lavoro sta seguendo alcuni lavoratori
proponendo loro dei corsi di formazione specifici che li aiuteranno ad essere ricollocati. Abbiamo chiesto a Confindustria di
monitorare la situazione e di tener conto anche di queste persone nel caso in cui ci fossero delle richieste di queste figure
professionali, prosegue Bogana. Infine abbiamo chiesto allassessore regionale la possibilit di avere in qualche modo delle
risorse da investire come incentivo al licenziamento, in modo tale che quei lavoratori a cui manca poco alla pensione possano
comprare i contributi mancanti. Certo che, in questi anni di crisi che hanno coinvolto lazienda e lo stabilimento del Basso
Feltrino, lazienda stata assente. Latteggiamento della Ferroli sempre stato di poco confronto ed ambiguo e questo ha fatto
perdere molto tempo ed ha creato in alcuni lavoratori delle false aspettative, aggiunge la Bogana. Attualmente, parte del sito
produttivo di Alano stato venduto ad unazienda di Quero, per si tratta di un trasferimento che non porter a nuovi posti di
lavoro o, al massimo, solo qualche persona. Sullaltro pezzo, quello pi vecchio, c stato qualche avvicinamento ma per
magazzino o luogo per la logistica che quindi non ha il peso dellapertura di una nuova azienda.
da Il Gazzettino del 9 luglio 2017

COME ERAVAMO

Personaggi feneresi
a cura di Silvio Forcellini
In queste foto, di propriet di Giovanni Lubian, sono ritratti due personaggi feneresi allepoca molto conosciuti:
Fiorino Forcellini (Rino) e Antonio De Zorzi (Toni Campanr). La prima foto risale alla met degli anni Trenta,
la seconda al 1928, la terza alla met degli anni Cinquanta. In quella a sinistra, Rino (il primo a destra) a
Venezia dove, all'epoca, ricopriva un incarico di prestigio. Con lui, la fidanzata di allora e la famiglia di lei. In quella
al centro, un giovanissimo Rino posa con la sua bici da corsa. In quella a destra, invece, si vede Toni Campaner,
che per molti anni ha ricoperto in paese il doppio incarico di postino e di sacrestano (pi precisamente, di addetto al
suono delle campane).
10 LETTERE AL TORNADO

Riceviamo, e pubblichiamo, questo sfogo del nostro lettore Raffaele Stellato in merito a uno spiacevole episodio accaduto
recentemente. Episodio che si aggiunge ad altri simili, che si ripetono in tutti i cimiteri della zona.

Si ripetono i furti nei cimiteri


Cara Mamma, a poche settimane dalla tua scomparsa qualche indegno cittadino ha profanato il tuo riposo portando via
con s una cassettina in legno composta di splendide calle, dono di persone che ti vogliono bene. Rubare a chi non pi
su questa terra un atto talmente vigliacco da togliere il sonno. Mamma, ci auguriamo che il tuo riposo non venga mai pi
disturbato. Tuo figlio Raffaele.

Neanche a farlo apposta, abbiamo ricevuto, e pubblichiamo di seguito, unaltra storia che ha avuto come teatro un cimite-
ro della zona. In questo caso, per, una bella storia a lieto fine.

I piccoli custodi del cimitero


Un giornale un vortice di immagini, notizie, cronaca, parole, azioni, drammi; in un angolo, forse ci sar posto per una
piccola storia di due gattini?

Un anno fa, mentre ero al cimitero di Campo di Alano, ho sentito un fruscio, mi giro spaventata, era una gattina di svariati
colori che cercava la mia attenzione. Laccarezzo e poi se ne va, la seguo, entra in un magazzino chiuso da un catenac-
cio. Sbircio dalla fessura: fra gli attrezzi si arrampica un gattino bellissimo, piccolo e grigio. Ritorno al cimitero, ma dei gat-
tini nessuna traccia, nessun miagolio. Sono ritornata dopo le ferie, la gattina cera ma non i gattini. Sono stata presa dalla
mia vita per diverso tempo, ritorno e rivedo la madre con due gattini di diversi mesi: una gattina grigia con macchie rosa,
un maschietto grigio scuro. Vivono sotto gli alberi adiacenti al cimitero, ci sono ciotoline con acqua e croccantini. Scopro
da una persona che gli porta cibo la loro storia: sono accuditi da alcune persone e odiati da altre.

Una mattina sono arrivata tardi; mentre ero presa nel dargli le crocchette sono stata investita di accuse, tipo Voi che date
da mangiare, cos non vanno pi via, una vergogna, rovesciano i vasi nelle tombe. Cerco di calmarla dicendo che far
qualcosa per aiutarli: inutile. Finalmente lei e le sue urla stridule sono salite in macchina e andate via. Sono stata informa-
ta poi da una signora del gruppo pro gattini che sono stati picchiati, le ciotole spaccate, manovra punitiva di qualcuno del
gruppo no gattini. Mi dico: devo fare qualcosa. Mio figlio fa le foto ai gattini, prepariamo volantini dove spicca la scritta
in rosso SOS, li porto in pi citt. Continuo ad accudirli, con langoscia di non trovarli pi. Sto con loro per abituarli alla
mia presenza, un giorno il gattino grigio si avvicina e vedo che ha un occhio tumefatto, stranamente si lascia portare in
braccio.

Finalmente due giorni dopo ricevo una telefonata da un signore di Trento che, per caso, in un negozio di Feltre ha letto il
volantino. Vuole solo la gattina; Nam, come ho chiamato il gattino, rester solo, ma gi tanto. Fissiamo il giorno in cui,
per lavoro, passa dalle mie parti, vado fuori dal cimitero per prendere la gattina, la chiamo, nel frattempo si ferma una si-
gnora del gruppo no gattini con le solite frasi, cerco di spiegarle che devo prendere la gattina, che non si deve spaventa-
re, lei continua, esasperata la invito ad entrare in cimitero. Finalmente sola, la prendo e la metto nel trasportino: ce lho
fatta. Resta immobile, silenziosa per ore; la consegno al signor M. nel posto stabilito. E bello incontrare una persona che
dopo 5 minuti ti sembra di conoscere da una vita; gli parlo di Nam, traspare la mia paura, mi dice che ha un cane, divente-
rebbe matto con due gatti. Mi informa, poi, che per due giorni la gattina non ha mai miagolato, pensava fosse muta. Due
giorni dopo ricevo un messaggio da M. che vorrebbe anche Nam, cos non sarebbero soli entrambi. Finisco di lavorare
alle 14, parto subito, piove, penso: che bello, non incontrer nessuno, lo chiamo, so dove si nasconde, sotto un cespuglio
di rovi il suo rifugio. Esce, ma subito va nel magazzino, mi guarda dalla finestra, mette fuori la zampina, poi la ritrae; la-
scio il trasportino aperto, ma chiudo la porta dellauto perch piove. La zampina esce dalla fessura della finestra, rientra,
mette il musetto, rientra, piove, mi levo lombrello per non spaventarlo; devo stare l, dopo unora e mezza esce, non dalla
finestra ma dalla porta chiusa con un lucchetto. Mentre lo chiamo dalla finestra, mi giro ed dietro di me: metto un po di
crocchette e penso: ora o mai pi. Riesco a prenderlo, me lo stringo: ce lho fatta, ma ho chiuso la porta della macchi-
na. Lo accarezzo, lui si innervosisce, decido: lo prendo con una mano e con laltra apro la portiera della macchina. Lui mi
graffia, non lo lascio, lo richiudo nel trasportino e chiudo la porta della macchina. Dopo essermi lavata la mano insangui-
nata, salgo in macchina, il trasportino vuoto e...chiuso, Nam sul portabagagli terrorizzato, mi fa il verso: fff. Non so
cosa fare, mi domando: riuscir mai un gatto libero a abituarsi a una casa?. Telefono a M., gli domando se lo vuole ve-
ramente. Il s che sento mi d la forza per decidere di portarlo a casa di M., dovunque abiti, anche se come dice lui mol-
to lontano. Piove, vedo segnali strani dal cruscotto, Nam abbagliato dalle macchine. Poi strada sterrata e finalmente
una casa circondata dal bosco, la sua. Mi fermo, raggiungo con un po di contorsionismi il sedile posteriore, sono vicina a
Nam, gli parlo, lo accarezzo pianissimo, piano piano lo porto in braccio, il tempo scomparso in quel momento, lo metto
nel trasportino e corro dentro casa. E stato bellissimo vedere lincontro dei due fratellini, c voluto tanta pazienza e tanto
amore per cancellare la paura in loro, ora sono sempre insieme in un mondo da scoprire.

Ho descritto minuziosamente tanti momenti, perch se consapevolmente viviamo, fermiamo piccoli pezzi di quotidianit
nostri e non immagini costruite da altri, creando la nostra fiaba. Unultima immagine: quando allimbrunire andavo via e mi
giravo a guardarli un ultima volta, le figurette alle volte erano ferme, o distese, e pensavo: i piccolo custodi dei cimitero.
Non mi firmo perch siamo in tanti che hanno aiutato quei gattini, tante firme invisibili.
11 ATTUALIT

22 Luglio: 110 anni fa si costruiva la chiesa di Santa Maria


Santa Maria festeggia la patrona
di Alessandro Bagatella
La piccola comunit di Santa Maria il ventidue luglio prossimo, con un solenne rito religioso alle ore 17,30, festegge-
r la propria Patrona: Santa Maria Maddalena. Salvo imprevisti ci sar anche la tradizionale benedizione delle pere,
che poi verranno distribuite ai fedeli presenti. Questo tradizionale rito risale al 1907, anno di costruzione della Chiesa.

Tra gli oratori, chiamati nelle visite pastorali anche chiese campestri, il pi antico quello di S. Maria Maddalena o
S. Maria Magdalena de medio canalle, annesso ad un ospizio-ospedale. Non siamo informati sulle origini di que-
sta chiesa n sullente che la gest. Nel 1348 essa venne assegnata, con lospedale, dal vescovo di Padova ai mo-
naci benedettini di S. Maria della Riviera di Polveraria, i quali la officiarono, amministrandone i beni, fin verso il
1430, quando fu chiusa, cadendo da allora in rovina. Qualcuno tent di restaurarla nella seconda met del Cinque-
cento ma senza risultato, come narra un testimone nel 1581: Li ani pasati fo chavato molti danari per far governar
esa giesia et forno molti che per sua divocione ge ne dete. I denari raccolti furono male amministrati e la chiesa ri-
mase comera, col tetto scoperchiato; nel 1585 era descritta come una chiesuola destrutta e larciprete Daniele
Belletto si augurava che qualcuno la riparasse. Essa appare invece funzionante nel 1647, ma non sappiamo da chi
e quando fosse stata restaurata o rifatta: aveva laltare di legno e il vescovo chiese che fosse sostituito con uno di
marmo; vi si celebrava la messa il giorno di S. Maria Maddalena e in qualche altra occasione. Nel 1694 risulta ben
custodita, ma scarsa di suppellettili, senza linferriata alla finestra, con la pila dellacqua santa fuori della porta. Nel
1699 il vescovo annot che i paramenti per la celebrazione della messa venivano di volta in volta portati dalla chie-
sa arcipretale; cera il campanile con una campanella. Nel 1724 e ancora nel 1736 e nel 1745 viveva presso la
chiesa un frate eremita; in quegli anni le due finestre ai lati della porta mancavano di vetri. Dalla visita del 1774 ri-
sulta che ci fosse una reliquia di S.Maria Maddalena, sospesa quellanno e sostituita con unaltra tratta dalle ossa di
S. Girolamo Emiliani.
.
Notizie storiche dal libro di Beda Bona Paz: Quero, dalle origini al XVIII secolo Amm.ne Com.le - Aprile
1990. Nel libro si possono trovare molte altre notizie legate anche allospedale di Santa Maria Maddalena

CRONACA

Per gli sposi Nicola e Michela Messico e nuvole!


Il dieci giugno scorso, nella chiesa di Lentiai, il querese Nicola Casamatta e
Michela Vello hanno pronunciato il loro convinto s, alla presenza di 120 te-
stimoni invitati per celebrare la loro felice unione. Attorno alla sposa, nella
funzione religiosa, cerano ben tre comari. Un numero perfetto! Commossi i
rispettivi genitori: Cinzia Pontin e Plinio, Daniela Maso e Raffaele. Dopo la
funzione religiosa gli sposi hanno chiamato a raccolta gli invitati per il pranzo
di nozze, organizzato a villa Damiani di Campese (Bassano), immersa in uno
splendido parco. Per continuare a sognare Nicola e Michela hanno scelto
una meta speciale per il loro viaggio di nozze: il Messico, dove hanno tra-
scorso una settimana di relax,
allombra dei Maya!!!!
Le foto della cerimonia sono di Ben-
jamin Decet e, qui a fianco, gli sposi
in Messico, fra le vestigia Maya.

rinnovo Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
abbonamenti Eviterai di perdere qualche numero della rivista.
12 CRONACA

In occasione della Festa della Repubblica a Belluno

Riconoscimenti per due alanesi


di Sandro Curto
Venerd 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, si
svolta a Palazzo dei Rettori di Belluno la tradizionale cerimonia per
la consegna delle onorificenze provinciali. Fra i protagonisti anche
due alanesi.
Claudio Carelle stato insignito della distinzione onorifica di Uffi-
ciale dellOrdine al Merito della Repubblica Italiana. Molteplici le
motivazioni a cominciare dallultraventennale impegno
nellassociazione dei Fanti sia come presidente della sezione di Ala-
no - Quero Vas che come consigliere provinciale con collaborazioni
nelle cerimonie commemorative con le associazioni dArma e le rap-
presentanze dellOnor Caduti Europee per continuare con il suo im-
pegno nel volontariato e nel sociale.
A Domenico Fantin stata invece consegnata la Tessera di Mae-
stro del Lavoro per i 28 anni di grande impegno, laboriosit e buona
condotta nella ditta Virosac di Pederobba. Di lui avevamo gi parlato
sul Tornado n.686 in occasione della consegna del riconoscimento a
livello regionale.
Nella foto, Carelle e Fantin con il sindaco di Alano Amalia Serenella Bogana presente alla cerimonia e fiera dei due
compaesani.

Sabato 29 luglio al campo sportivo Valcalcino

Sfida calcistica al femminile


tra ragazze queresi ed alanesi
di Silvio Forcellini
Sabato 29 luglio, alle ore 18, il campo sportivo Valcalcino di Colmirano sar
teatro di una singolare partita di calcio, davvero da non perdere: una sfida tutta
al femminile tra una selezione di ragazze di Quero e una di Alano.

Al termine del match, giocatrici e tifosi potranno gustare un delizioso spiedo.

Per motivi organizzativi richiesta la prenotazione, da effettuarsi chiamando il


349.8328350 (Michela).

Il costo complessivo di 10, comprensivo anche di una consumazione

Schievenin: riuscita la 1a mostra fotografica


di Alessandro Bagatella
Un vero successo la prima mostra fotografica organizzata dal chiosco Bar-H di Schievenin e sostenuto dallaiuto di
varie aziende locali. Dopo il rinvio di domenica 25 giugno a causa del maltempo e spostata a venerd trenta, liniziativa
ha riscontrato un vero e proprio successo. Ben trenta sono stati gli espositori, provenienti anche dai paesi limitrofi. Per
la giuria, composta da Francesco Resegati, fotografo di Quero, Claudio Casagrande, fotografo di Feltre, Alessandro
Bagatella, fotografo amatoriale, Roberto Sudiero, fotoamatore di Vas, Daniela Gallina, fotografa amatoriale e Cristina
Dalla Rosa, assessore del Comune di Quero Vas, non stato semplice decidere perch le foto erano tutte bellissime.
La linea guida seguita dalla giuria stata quella di premiare le tre che avevano centrato il tema del concorso, dedicato
alla montagna. Speaker per la serata, dopo un buon piatto di pasticcio, stata la dottoressa Lara Mazzocco, che con
semplici parole ha ringraziato tutti: dai sostenitori alla famiglia del chiosco Bar-H, per limpegno profuso, dalla giuria ai
tanti presenti e ai numerosi partecipanti alla mostra concorso. Questi i vincitori: 1 premio a Cristina Zampieri di
Bassano del Grappa con foto dal titolo: Infinite Valli (buono da 100 uro offerto da Alimentari Oriana Stramare di
Schievenin); 2 premio ad Adriano Specia di Schievenin con foto dal titolo: La Vedetta innevata (Cesto prodotti locali
offerto dallazienda agricola Dalla Rosa di Schievenin); 3 premio a Francesco Schievenin di Quero Vas con foto dal
titolo Borgo Chiesa (prodotti tessili fatti a mano da artigiano locale). E stato inoltre premiato con un 4 posto a
sorteggio Pier Verri di Segusino, al quale stata consegnata una cornice per fotografie. Un plauso per tutti gli attori di
questa bella iniziativa, condotta in piena collaborazione e, naturalmente, ai gestori del chiosco Bar-H, invitandoli a
continuare su questa strada, magari con future proposte di mostre fotografiche a tema.
13 CRONACA

Una bella esperienza per gli alunni delle classi


4a B e 5a B della scuola primaria di Quero

Marted 6 giugno, al centro culturale di Quero, gli


alunni delle classi 4a B e Va B della scuola primaria
di Quero si sono esibiti in uno spettacolo dal titolo Il
principe senza nome, liberamente ispirato
dallopera Turandot di Giacomo Puccini. Lo spetta-
colo ha rappresentato il saggio finale di un laborato-
rio musicale che i bambini hanno affrontato nel corso
dellanno scolastico con il prezioso aiuto del musici-
sta Gianantonio Alberton, pap di una delle alunne
coinvolte. Durante questo laboratorio i bambini han-
no potuto ricevere un approccio approfondito della
musica, del canto e delluso degli strumenti. In parti-
colare, sono state valorizzare le competenze degli
alunni che praticano gi lo studio di uno strumento, ma ad ogni alunno stato permesso di approfondire le proprie
conoscenze e scoprire cose nuove in ambito musi-
cale. Il laboratorio si quindi soffermato sulla cono-
scenze dellopera lirica Turandot di Giacomo Puc-
cini, cui i bambini hanno potuto cogliere, in modo
semplice ed adeguato, la trama e le peculiarit ca-
nore e musicali. Da questa esperienza nata poi
lidea di rappresentare quanto appreso con un sag-
gio che poi diventato uno spettacolo articolato, per
quanto semplice e strutturato in modo divertente.
Nel realizzare lo spettacolo, i bambini hanno quindi
contribuito alla creazione di costumi e scenografie,
mettendo a frutto le conoscenze e le competenze
acquisite nel corso di un altro laboratorio di disegno
e pittura condotto dallesperto Andrea Farina, che
per loccasione ha ideato e costruito le scenografie
con entusiasmo e passione. Ogni alunno ha quindi partecipato attivamente alle varie fasi di realizzazione, misuran-
dosi poi con la recitazione, con la musica e con luso di qualche strumento (alcuni autocostruiti con materiali ricicla-
ti). Per i bambini, stata unesperienza formativa molto appagante, che ci auguriamo possa lasciare un segno ed
un ricordo positivo della scuola primaria per gli alunni in uscita, ed uno stimolo a continuar a far bene per coloro che
effettueranno la classe quinta il pros-
simo anno. Gli insegnanti, oltre a rin-
graziare i bambini per il loro impegno e
i genitori che hanno presenziato allo
spettacolo, vogliono rivolgere un parti-
colare ringraziamento agli esperti
Gianantonio Alberton e Andrea Fa-
rina, che hanno prestato la loro opera
gratuitamente, oltre che a Mauro Ut-
tone, sempre prezioso e disponibile.

ASTERISCO

Le stranezze
della natura
La foto curiosa giunta in Redazione senza alcuna nota
esplicativa. Ve la proponiamo cos, senza note particolari,
per la singolare forma assunta da questi prodotti della
natura. Cetrioli biforcuti, doppi, abbracciati lun laltro.
Chiss quale sar stata la causa di forme cos bizzarre?
Lasciamo a voi lettori il compito di sviscerare questa
questione e intanto sollecitiamo chi ci manda le foto, al fine
di condividerle con la grande famiglia de Il Tornado, di
accompagnarle con note esplicative, in modo da farci
godere pienamente delle immagini proposte.
Grazie a chi ci ha mandato questa immagine (dalla
intestazione della mail non riusciamo a ricavare lautore
dellinvio, dello scatto e della strana coltivazione).
14 COME ERAVAMO

1992: lanno degli Zattieri

Segnalazione Nelle foto si rico-


di noscono Silvio
Alessandro Forcellini, Ales-
Bagatella sandro Bagatella,
con foto dello Mario Durighello,
Studio Foto- Mauro Mazzocco
Color Rese- (sulla zattera) e i
gati di Quero. sindaci dei Comu-
ni del Basso Fel-
trino

La Piave e I Zater erano la principale via di trasporto fra la montagna e la Serenissima. Per secoli e fino agli an-
ni Venti del Novecento, il Piave ha rappresentato la pi importante via di trasporto dal Bellunese a Venezia e alla
pianura. La fornitura di legname a Venezia e alla Serenissima, dominatrice per secoli su gran parte del Mediter-
raneo, era fondamentale e avveniva costruendo direttamente le zattere su cui poi caricavano ferro, carbone, pie-
tra lavorata, etc. Lungo il fiume, veri e propri porti, fino a quello antichissimo di Altino, citt romana affacciata sulla
Laguna. Una storia che si perde nella notte dei tempi. (Dal volantino di amareSTRamare, I venerdi di Luglio nel Borgo)

ATTUALIT

Modulistica presentazione pratiche edilizie


Modelli unificati di cui all'accordo Governo-Regioni-Enti Locali del 04/05/2017 - G.U. 128/2017
- recepiti dalla Regione Veneto con D.G.R. nr. 971 del 23 giugno
Si avvisa che per la presentazione di istanze di edilizia privata dovranno essere usati esclu-
sivamente i moduli unificati approvati con accordo del 04/05/2017 - pubblicato sulla G.U. nr.
128/2017. Detti moduli sono stati recepiti dalla Regione Veneto con DGR nr. 971 del
23/06/2017.
Per Quero Vas e Alano di Piave la modulistica unificata disponibile (sia in formato .odt che
.pdf) sui siti dei rispettivi Comuni E' inoltre possibile scaricare la nuova modulistica in materia
edilizia in formato editabile dal sito di Italia Semplice:
http://www.italiasemplice.gov.it/modulistica/modulistica-edilizia/
Pratiche SUAP: la modulistica unificata pu essere reperita sul sito della Regione Veneto:
http://www.regione.veneto.it/web/attivita-produttive/suap-sportello-unico-attivita-produttive
Per la compilazione delle pratiche SUAP dovr essere utilizzata la piattaforma camerale di cui al link a seguito indicato:
http://www.impresainungiorno.gov.it/web/guest/comune?codCatastale=(indicare il codice catastale del Comune)
15 CRONACA

Si scrive Municipio, si legge Galleria darte


(M.M.) Gi diverse pareti degli uffici della sede municipale di Quero Vas erano ornate da splendidi quadri offerti da vari
pittori locali come Giulio Berton, Bepi Niero, Secondo Moretti, Francesco Guerra, ma ora, grazie alla donazione di Fa-
briella Zauli, vedova del pittore Francesco Guerra, ogni angolo del municipio offre alla vista uno scorcio artistico. Scale,
corridoi, uffici, in ogni dove possibile ammirare capolavori pittorici, con una presenza massiccia di opere di Francesco
Guerra, entrate in pi di venti nella collezione pubblica. Una generosit davvero unica quella di Fabriella, a cui doleva
non veder esposte al pubblico le opere del compianto Francesco. Unica condizione, infatti, posta alla donazione, era
che le opere non venissero relegate in qualche buio anfratto. E cos, grazie a questa encomiabile iniziativa, il palazzo
di Piazza Guglielmo Marconi diventato una sorta di galleria darte, nel quale bello compiere una breve visita anche
se non si hanno adempimenti burocratici da assolvere. Ai quadri fanno vigile compagnia due sculture di Konrad Bar-
thelmes, per anni ospite di Quero, paese nel quale rimasto dopo aver collaborato alla realizzazione dellossario ger-
manico di Col Maor. Nella breve carrellata fotografica proponiamo un assaggio di questa singolare proposta artistica,
accolta con favore dallamministrazione e, ne siamo certi, da chi avr loccasione di apprezzare tanta bellezza.

Da segnalare, foto sopra, anche langolo dedicato


alla storia del paese con immagini del dopoguerra
fornite dallarchivio dello studio Fotocolor Resegati e
quadri, ricamati da Stefania Berton, con i nomi dei
combattenti caduti durante le guerre.

ATTUALIT

Variazione degli orari di apertura dei


musei civici
nei mesi di luglio e agosto
Dall'8 luglio 2017 cambiano gli orari di apertura dei Musei civici di Feltre nelle giornate di sabato, domenica e festivi.
Anzich dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 il Museo civico e la Galleria d'arte moderna "Carlo Rizzarda"
saranno visitabili dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. Restano invariati l'orario di apertura infrasettimanale
della Galleria e la possibilit di prenotare visite al Museo civico sempre durante la settimana. Il provvedimento intende
ampliare le possibilit di fruizione turistica alle due strutture anticipando l'apertura mattutina e riducendo notevolmente
la chiusura della pausa pranzo.
Per informazioni: Ufficio Musei tel. 0439/885242 (dal luned al gioved dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00,
venerd dalle 8.30 alle 13.00) e, nei fine settimana, portinerie del Museo Civico (tel. 0439/885241) e della Galleria
Rizzarda (tel.0439/885234).
Comunicato stampa 7 luglio 2017 Servizio Cultura / Politiche giovanili Attivit culturali
16 ATTUALIT

SCHOLA CANTORUM e SIMPATIZZANTI


COMUNE DI ALANO PRO LOCO ALANO
organizzano la tradizionale FESTA di

SAN LORENZO
04-05-06 Agosto 2017
PROGRAMMA:
Gioved 03 agosto 2017
Ore 20.00: camminata serale (ritrovo ore 19.50 piazzale della chiesa di Alano)
Venerd 04 agosto 2017
Ore 20.30: Torneo di baruchello, poi musica con e per giovani
Sabato 05 agosto 2017
Ore 12.00: Apertura capanno e pranzo con il Circolo AUSER
Ore 20.30: Serata con balli e musica
Domenica 06 agosto 2017
Ore 11.30: Apertura stand gastronomico
Ore 16.00: Giochi per tutti: rottura delle pignatte, corsa con i sacchi,
baby caccia al tesoro, giochi con lacqua (tempo permettendo) e
tante altre novit
Ore 20.30: Serata con balli e musica
Il tutto con pastasciutta, carne alla griglia, contorni di stagione,
polenta, vino, birra e tanta allegria!
Giovedi 10 Agosto ore18,30 S. Messa nella chiesetta di
San Lorenzo
ASTERISCO

La foto di copertina
(M.M.) Dal nostro archivio abbiamo pescato
questa bella inquadratura opera di Tristano
Dal Canton, datata cinque marzo 2015.
La vedete nel formato originale qui a fianco e
possiamo dirvi che stata scattata con una
Panasonic DMC-FZ200, tempo di esposizione
1/640 s, numero F=4,5, lunghezza focale di
24.8 mm, ISO 200.
Linquadratura riprende dallalto il panorama
da Vas verso Segusino.
Si nota il ponte che unisce le due sponde del
Piave fra Vas e Quero.
Unaltra immagine che racconta il nostro
territorio da un insolito punto di vista.
17 ATTUALIT

Garanzia giovani: nuove competenze per


nuove occupazioni!
Opportunit formative per giovani tra i 18 e i 29 anni che non studiano n lavorano.
Sono aperte le iscrizioni ai percorsi gratuiti di "Garanzia giovani" organizzati
presso la sede Enac di Feltre, allIstituto Canossiano.
Le iscrizioni ai percorsi di ADDETTO ALLA GESTIONE AMMINISTRATIVA E BACK OFFICE COMMERCIALE e
MAKER 3D (200 ore di formazione e 4 ore di accompagnamento al lavoro), scadono il giorno 01 settembre.
L'intervento formativo di specializzazione nella gestione amministrativa e back office commerciale si pone lobiettivo di
fornire agli allievi le competenze necessarie per essere inseriti nelle PMI con competenze che gli permettano di
operare sia nel settore amministrativo nella gestione della contabilit e nella redazione di documenti, sia a sostegno
della parte commerciale con conoscenze nellambito del marketing digitale.
Il percorso di MAKER 3D si pone lobiettivo di trasmettere competenze (e quindi conoscenze ed abilit) per l'ideazione,
progettazione e realizzazione sotto forma di prototipo o prodotto finito di manufatti di artigianato in diverso materiale,
attraverso l'utilizzo della stampante 3D. L'intervento intende inoltre trasferire l'attitudine alla creativit, oltre alle
conoscenze e alle abilit necessarie per utilizzare la tecnologia della stampa 3D.
Per qualsiasi informazione chiamare lo 0439840947, inviare una mail a feltre@enac.org o
consultare il sito internet www.feltre.enaclab.org.

AGRARIA MARCHI PEDEROBBA


Zona Industriale, 68 Pederobba (Tv) - Tel e Fax 0423.688902
Cell. 329.6034259 / 345.1230183

OFFERTE DEI MESI DI LUGLIO AGOSTO


Mangime per conigli da ingrasso NO O.G.M. 25 Kg. . 8,50
Fiocco misto per conigli, capre, cavalli, bovini, etc. 20 Kg. 9,00
Mangime per cani NO O.G.M. Mantenimento 20 Kg. . 17,00
Ricordiamo a tutti i lettori de Il Tornado
che il prezzo delle bombole di gas fermo da un anno e che
la consegna a domicilio sempre GRATIS.
Bombola da 10 Kg. uro 16,00 2 pezzi uro 30,00
Bombola da 15 Kg. uro 24,00 2 pezzi uro 46,00
Bombola da 20 Kg. uro 32,00 2 pezzi uro 60,00
Bombola da 25 Kg. uro 40,00 2 pezzi uro 76,00
18 ATTUALIT

ASS. AMICI DI CARPEN


COMUNE DI QUERO VAS













PROGRAMMA
Dalle 8:30 alle 10:00 iscrizioni e colazione presso ristorante pizzeria la
Miniera in localit Scalon di Quero Vas;
Ore 10:15 partenza del giro turistico par le vie del prosecco con rinfresco a
San Giovanni;
Ore 12:30 rientro e pranzo a Carpen nel capannone adiacente alla sede amici
di Carpen;

LA QUOTA DI ISCRIZIONE DI 25 PER GLI ADULTI E 12 PER BAMBINI FINO A 12


ANNI. LISCRIZIONE COMPRENDE: COLAZIONE, RINFRESCO, PRANZO E GADGET.
I VISITATORI NON PARTECIPANTI AL RADUNO
POTRANNO PARTECIPARE AL PRANZO CON UN
CONTRIBUTO DI 15
Per informazioni: Tiziano Curto tel: 3478281447
Fabrizio Curto tel: 3470908518
Tutti i partecipanti sono tenuti al totale rispetto del codice della strada.
Gli organizzatori declinano ogni responsabilit di danni a cose o persone prima, durante o dopo la manifestazione. Il
ritrovamento del presente opuscolo, distribuito a mano dagli interessati e gruppi dauto e moto depoca, esposto in localit
e siti non autorizzati, da ritenersi fuori dalla responsabilit degli organizzatori.

Contributi per interventi di


prevenzione rischio sismico su
edifici privati
Dal 07/07/2017 e sino al 21/08/2017 possibile presentare istanza di contributo
per interventi di rafforzamento locale o miglioramento sismico su edifici privati
(ad uso residenziale o ad uso produttivo)
Sui siti dei Comuni possibile trovare i bandi, la DGR e la modulistica da utilizzare.
http://www.comune.querovas.bl.it http://www.comune.querovas.bl.it
19 ATTUALIT

Quero Vas emette la Carta Identit Elettronica


Ricordarsi per tempo di rinnovare la carta didentit
Si pu rinnovare sei mesi prima e arriva in sei giorni
La C.I.E. viene spedita, attraverso il servizio postale, direttamente presso l'abitazione
del richiedente entro 6 giorni lavorativi dalla data della richiesta, che si fa per ap-
puntamento. E' opportuno pertanto controllare la data di scadenza della propria
carta di identit per evitare di trovarsi sprovvisti del documento. Come previsto
dalle disposizioni ministeriali, non pi possibile emettere documenti cartacei, salvo
per casi eccezionali debitamente documentati.
Progetto "Una scelta in Comune" - Per la donazione di organi e tessuti. Al mo-
mento del rilascio o del rinnovo della Carta d'identit elettronica, i cittadini di Quero
Vas maggiorenni possono esprimere la propria volont alla donazione di organi e tessuti.
Per ulteriori informazioni rivolgersi agli uffici demografici del Comune di Quero Vas 0439.781843 o consultare il sito
http://www.comune.querovas.bl.it/
sul quale possibile prenotare lappuntamento per il rilascio della carta elettronica. La carta viene rilasciata per ap-
puntamento nei giorni di Marted, Mercoled e Venerdi. Chi non ha accesso a internet pu telefonare allufficio.
20 ATTUALIT

Campionati italiani nel Basso Feltrino


a cura di Silvio Forcellini
Due gare valevoli per il campionato italiano si svolgeranno, tra la fine di luglio e i primi di agosto, nella nostra zona. Si
inizier il 22-23 luglio, presso lex cartiera di Vas, con i campionati italiani di roller alpine (che, per capirci, altro non che
lo sci da discesa con i pattini a rotelle in linea). Previste tre gare: lo slalom gigante, lo slalom parallelo e lo slalom
speciale. Si proseguir il 5-6 agosto, presso la Pista Verde del Parco del Piave di Fener, con la prova di campionato
italiano riservata a determinate categorie di automodelli radiocomandati. Nelloccasione, la Pro Loco di Fener - che gestir
la baita durante la due giorni - ha organizzato nella giornata di domenica uno spiedo gigante. Per motivi organizzativi,
necessario prenotarsi per tempo chiamando il 348.8710535 o rivolgendosi al Bar Gelateria Due Valli o al Kangur Bar.
21 ALPINI

Continuano i lavori degli Alpini sul Cornella


Ne abbiamo dato notizia anche diversi numeri fa e questo solo un aggiornamento per segnalare che limpegno degli
alpini del Gruppo Alpini Monte Cornella di Quero non venuto meno e che i volontari si alternano sulle pendici del
Monte che d il nome al Gruppo per compiere tutte le azioni di bonifica dellarea che in futuro ospiter anche una sede
dellassociazione. Nelle foto, fatte a marzo 2017, messeci a disposizione da Alberto Coppe vediamo alcuni momenti
dei lavori intrapresi dai volontari, che proseguono non appena hanno tempo a disposizione nelle attivit di recupero
della zona coinvolta dal loro interessamento.

Fotofornite
daAlbertoCoppe

Dopoilavoridisistema
zionedeimuriasecco,
delleliminazionedirovie
sterpaglie,disistemazione
deigradiniinpietrache
salgonolachina,arrivail
momentodiunmeritato
riposopercondividere,ol
treallefatiche,unpezzo
dipaneeformaggioeun
buonbicchieredivino.
22 CRONACA

Giacomo Siragna: un saluto dalpassato


(M.M.) Giacomo ha provato
il gusto di farsi ritrarre alla
maniera antica, con una
macchina fotografica
depoca, che restituisce il
sapore delle vecchie foto,
quando venivano definite
dagherrotipi. Di questo
esperimento ci rende
partecipi per mandare un
saluto ai parenti che
ancora abitano a Fener e
Quero. Giacomo vive in
Svizzera, figlio del
compianto Giorgio Siragna,
originario di Fener, poi
residente in Friuli. A ritrarre
Giacomo, con una
macchina del 1890 stato
lartista Sebastiano Bucca,
che ha utilizzato la vecchia
tecnica del piatto bagnato
al collodio. Una tecnica che
non ammette correzioni al
computer, che fa della foto unopera unica. Il fotografo/artista di Baden sempre stato affascinato dalla fotografia in
bianco e nero. "Si lavora con elevato contrasto e posso giocare con la luce," dice. Bucca. La foto di Giacomo si trova
anche in internet sul sito che racconta lesperienza di questo tuffo nel passato:
http://www.effingermedien.ch/region/fotografieren-wie-anno-1851/. Nelle foto: a sinistra il risultato dello scatto antico e
a destra Giacomo in posa nello studio dellartista.
ATTUALIT

Il contributo 2017 per la fusione di Quero Vas


Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali ha comunicato il 15 giugno 2017 che nella stessa data la conferenza
Stato Citt ha espresso il parere favorevole sullo schema di Decreto del Ministro dellInterno con il quale sono stabilite
le attribuzioni per lanno 2017 dei contributi spettanti ai Comuni istituiti a seguito delle procedure di fusione e/o fusione
per incorporazione. In attesa del perfezionamento del Decreto stato fatto conoscere il contributo spettante per lanno
2017 agli enti interessati. Qui sotto quanto spetta al Comune di Quero Vas.
Comuni facenti
Denominazione N. popolazione Totale
Regione Provincia parte della
fusione Comuni 2015 contributo
fusione
Fusione di
VENETO BELLUNO Quero Vas Quero Vas 2 3.237 486.981,68
(BL)

ASTERISCO

Lo spaventapasseri
(M.M.) Limmagine di met maggio e
la fotografia frutto di un viaggio alla
piazzola ecologica di Quero. Mi ha
colpito, nel primo assolato pomeriggio,
osservare questa solitaria figura che si
ergeva a protezione del campo
coltivato. Peccato avessi con me solo il
telefonino. Ne sarebbe uscita una bella
foto da mettere in copertina, a
rappresentare lincipiente estate e il
caldo che in questo ultimo periodo si fa
sentire. Non avendo la qualit
sufficiente, la condivido qui, sperando
che anche in voi, in questa era
tecnologica, susciti un moto di simpatia
per il passato
23
24 ATTUALIT

BORSEDI
BORSE DISTUDIO
STUDIO PER
PER STUDENTI
STUDENTI MERITEVOLI
MERITEVOLI ISTITUITE
ISTITUITE
DALLUNIONE DEI
DALLUNIONE DEI COMUNI
COMUNI
DEL BASSO FELTRINO SETTE
DEL BASSO FELTRINO SETTE VILLE
VILLE
COMUNIDI
COMUNI DIALANO
ALANO DIDI PIAVE E DI QUERO
QUERO VAS
VAS
Anno scolastico
Anno scolastico 2016/2017
2016/2017
Il progettoprevede
Il progetto prevedelassegnazione
lassegnazionedidiborse
borse di
di studio
studio annuali
annuali cos
cos suddivise:
suddivise:
Scuola Primaria: 200,00
Scuola Primaria: 200,00 cadauna cadauna
- - studenti
studentiresidenti
residentinel
nelComune
ComunedidiAlano
Alanodidi Piave
Piave che
che hanno
hanno terminato
terminato con
con profitto
profittoililciclo
ciclodidistudi:
studi:nr.
nr.33borse
borsedidi
studio;
studio;
- - studenti
studentiresidenti
residentinel
nelComune
Comunedidi Quero
Quero Vas
Vas cheche hanno
hanno terminato
terminato concon profitto
profitto ilil ciclo
ciclodidistudi:
studi:nr.
nr.33borse
borsedidi
studio.
studio.
Scuola
Scuola Secondariadidi11grado:
Secondaria grado: 250,00
250,00cadauna
cadauna
- studenti residenti nel Comune di
- studenti residenti nel Comune di Alano di Alano diPiave
Piave che
che hanno
hanno superato
superato l'esame
l'esame di dilicenza:
licenza:nr.nr.33borse
borsedidistudio;
studio;
- - studenti
studentiresidenti
residentinel
nelComune
ComunedidiQuero
QueroVasVas che
che hanno
hanno superato
superato l'esame
l'esame di di licenza:
licenza:nr. nr.33borse
borsedidistudio.
studio.
Scuola
Scuola Secondariadidi22grado:
Secondaria grado: 350,00
350,00cadauna
cadauna
- - studenti
studentiresidenti
residentinel
nelComune
ComunedidiAlano
AlanodidiPiave
Piave che
che hanno
hanno superato
superato lesame
lesame di dimaturit:
maturit: nr. nr.22borse
borsedidistudio;
studio;
- - studenti
studentiresidenti
residentinel
nelComune
ComunedidiQuero
QueroVasVas che
che hanno
hanno superato
superato lesame
lesame di di maturit:
maturit: nr. nr.22borse
borsedidistudio.
studio.
Universit:
Universit:
- - studenti
studentiresidenti
residentinel
nelComune
ComunedidiAlano
Alano di
di Piave.
Piave. Per
Per coloro
coloro che
che hanno
hanno superato
superato l'esame
l'esamedidilaurea
laureadidi11livello:
livello:
nr.nr.1 1borsa studiodidi450,00;
borsadidistudio 450,00;per
per coloro
coloro che
che hanno
hanno superato
superato lesame
lesame di di laurea
laureadidi2 2livello:
livello:nr.
nr.11borsa
borsadidi
studiodidi 550,00;
studio 550,00;
- studenti residenti
- studenti residenti nel nelComune
ComunedidiQuero
QueroVas.Vas. Per
Per coloro
coloro che hanno superato
superato l'esame
l'esamedidilaurea
laureadidi11livello:
livello:nr.
nr.1 1
borsa studiodidi450,00;
borsadidistudio 450,00;per
percoloro
coloro che
che hanno
hanno superato
superato lesame
lesame didi laurea
laurea di di 2
2livello:
livello:nr.
nr.11borsa
borsadidistudio
studio
550,00.
di di 550,00.
REQUISITIMINIMI
REQUISITI MINIMIPERPER RICHIEDERE
RICHIEDERE LA BORSA
BORSA DIDI STUDIO
STUDIO
1) 1)
NonNon sarannopresi
saranno presiininconsiderazione
considerazionegliglistudenti
studenti ripetenti.
ripetenti.
2) 2)
PerPer ogni
ogni tipodidiscuola
tipo scuolaviene
vienerichiesta
richiestalalaseguente valutazione minima conseguita:
seguente valutazione conseguita:
SCUOLA
SCUOLA MINIMO RICHIESTO
RICHIESTO
PRIMARIA
PRIMARIA Mediaaritmetica
Media aritmetica dell8
dell8 nei giudizi
giudizi del
del 2
2 quadrimestre
quadrimestre
SECONDARIA11GRADO
SECONDARIA GRADO Giudizio sintetico
Giudizio sintetico finale 8
SECONDARIA22GRADO
SECONDARIA GRADO Votazione diploma
Votazione diploma maturit di 90/100
90/100 (o
(o valutazione
valutazioneequipollente)
equipollente)
UNIVERSIT11ee22LIVELLO
UNIVERSIT LIVELLO Punteggio
Punteggio diploma
diploma di laurea 9/10
9/10 del
del massimo
massimoottenibile
ottenibile
Domandecon
Domande convotazioni
votazioniinferiori
inferiori al
al minimo
minimo previsto nonnon saranno
sarannoconsiderate.
considerate.
Possono
Possono concorrereallassegnazione
concorrere allassegnazionedelledelleborse
borse didi studio solo gli studenti
studio solo studenti residenti
residenti nei neiComuni
ComunididiAlano
AlanodidiPiave
Piave
e edidiQuero
QueroVas Vasdadaalmeno
almenodue dueanni
anni ee ancora
ancora residenti
residenti al momento della della consegna
consegna del del premio
premio(il(iltermine
termine
calcolato
calcolato conriferimento
con riferimentoalalgiorno
giornodidiinizio
iniziodellanno
dellanno scolastico/accademico
scolastico/accademico al al quale
quale sisi riferisce
riferiscelalaborsa
borsadidistudio).
studio).
PerPerleleborse
borsedidistudio
studioperperlalascuola
scuolaprimaria
primaria ee secondaria
secondaria di 1 grado
grado possono
possono concorrere
concorreresolo sologliglistudenti
studenti
frequentantilIstituto
frequentanti lIstitutoComprensivo
ComprensivodidiQuero.Quero.
Il bando
Il bando didi concorsoe emodulo
concorso modulodididomanda
domandasonosonodisponibili
disponibili in
in Segreteria dell'Istituto
dell'Istituto Comprensivo
ComprensivodidiQuero Queroeepresso:
presso:
BIBLIOTECADIDIALANO
BIBLIOTECA ALANODIDIPIAVEPIAVEluned
luned15.00-18.00
15.00-18.00 mercoled
mercoled 9.30-12.30
9.30-12.30 ee 15.00-18.00
15.00-18.008,00 8,00venerd
venerd15.00-18.30
15.00-18.30
tel.tel. 0439
0439 778718 e email:
778718 mail:biblioteca.alano@feltrino.bl.it
biblioteca.alano@feltrino.bl.it ;;
BIBLIOTECADIDIQUERO
BIBLIOTECA QUEROmarted
marted 9,30-12,30
9,30-12,30 ee 16,00-19,00
16,00-19,00 gioved 14,30-18,30
14,30-18,30 sabato sabato 10,30-12,30
10,30-12,30 tel. tel.0439
0439
787097
787097 - e- e mail:biblioteca.querovas@feltrino.bl.it
mail: biblioteca.querovas@feltrino.bl.it;;
BIBLIOTECADIDIVAS
BIBLIOTECA VASluned
luned16,00-18,30
16,00-18,30 mercoled
mercoled 16,00-18,00
16,00-18,00 sabato
sabato 9,00-10,30
9,00-10,30 tel. tel. 0439
0439780270
780270e email: mail:
biblioteca.querovas@feltrino.bl.it.
biblioteca.querovas@feltrino.bl.it.
UFFICIOSERVIZI
UFFICIO SERVIZISOCIALI
SOCIALICOMUNALE
COMUNALEaperto aperto alal pubblico
pubblico ad Alano il mercoled
mercoled dalle
dalle oreore8.30
8.30alle
alleore
ore12.00
12.00ededa a
Quero
Quero il venerddalle
il venerd dalleore
ore9.00
9.00alle
alleore
ore12.30.
12.30.tel.
tel.0439.779020
0439.779020 / 0439.781832
0439.781832 email:
email: servizisociali.alano@feltrino.bl.it
servizisociali.alano@feltrino.bl.it
Il termine
Il termine perlalapresentazione
per presentazionedella
delladomanda, da consegnare
domanda,da consegnare alla Segreteria
Segreteria dellIstituto
dellIstitutoComprensivo
ComprensivodidiQuero
Quero
ininVia
ViaNazionale
Nazionalenr.
nr.35
35 Quero
Quero Vas,
Vas, scade il 31
31 agosto
agosto 2017.
2017.

Avviso chiusura sportello


Si informano i clienti che lo sportello del servizio idrico integrato nel
Comune di Quero Vas
sar chiuso nei giorni
07 14 - 21 Agosto 2017
Per ulteriori informazioni contattare il Servizio Clienti al n 800.800.882 (gratuito
da rete fissa e mobile).
Per segnalazione guasti (24 ore su 24) n tel. 800.088.780 (gratuito da rete fissa
e mobile)
Zona industriale - 31040 Segusino (TV)
Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

Gelateria Artigianale Gioia gelato


Via della Vittoria 17/A FENER
Per info e prenotazioni
gelati e semifreddi
347.8371557
Aperto da Luned a Venerd
dalle 14.00 alle 22.30
Sabato e Domenica
dalle 11.00 alle 22.30

gioia.gelato.fener

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via F.lli Agrizzi - FENER - ALANO di PIAVE (BL)
Cell. 339.2242637
Azienda Agricola
SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER CONSEGNA A DOMICILIO
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)
Tel. 0439 776002 - 349 1466314

ONORANZE FUNEBRI SPADA VIVAIO - PIANT E


MARMI E BRONZI
VALENTINO

SPADA
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI di Mondin Duilio
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H
Realizzazione e Manutenzione Giardini
TEL. 0423 69054 - 348 5435137 Prati - Irrigazione - Potature
SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA, E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

Interessi correlati