Sei sulla pagina 1di 2

Corsi di Laurea in Ingegneria Biomedica, dellInformazione, Elettronica e Informatica

Canale 3 (Prof. G. Naletto)


Prova scritta di Fisica Generale 1 - Padova, 10 Luglio 2014

Cognome .............................................................. Nome ........................................... Matricola .......................

Problema 1
Un corpo di massa m e dimensioni trascurabili appoggiato sul piano orizzontale
d di un carrello di massa M >> m, inizialmente fermo su un piano orizzontale; tra
corpo e carrello c attrito con coefficiente di attrito dinamico d = 0.12 (<s). Ad
un certo istante il carrello si mette in movimento sul piano con unaccelerazione
ac costante ac = 1.5 m/s2, ed il corpo inizia a muoversi relativamente al carrello.
Dopo aver percorso una distanza sul carrello pari a d = 0.8 m, il corpo urta
elasticamente una parete rigida di sponda del carrello stesso e rimbalza. Determinare:
a) il modulo a dellaccelerazione del corpo relativamente al carrello prima dellurto;
b) il modulo vi della velocit del corpo relativamente al carrello un istante prima di urtare la parete di sponda;
c) il modulo vf della velocit del corpo rispetto al suolo un istante dopo aver urtato la parete di sponda;
d) la distanza l percorsa dal corpo sul carrello dal rimbalzo fino a quando si ferma istantaneamente sul carrello stesso.

Problema 2
Il dispositivo mostrato in figura costituito da un disco sottile di raggio R = 0.25 m ed una corona
z circolare sottile di raggio interno Rint = R e raggio esterno Rext = 2R. Il disco pu ruotare attorno ad un
asse z verticale scabro passante per un suo diametro e vincolato su due punti della circonferenza
interna della corona; la corona pu ruotare attorno ad un asse liscio coassiale a z passante per un
diametro della sua circonferenza interna. Entrambi i corpi, inizialmente fermi, sono omogenei e
hanno la stessa densit superficiale di massa = 5 kg/m2. Per mezzo di un motore posto alla base
dellasse, la corona circolare messa in rotazione con un momento complessivo (inclusivo di tutti gli
attriti, compreso quello con lasse di rotazione del disco) M = 0.5 Nm, mentre il disco mantenuto
fermo. Dopo aver ruotato di un angolo = 15, il motore viene spento ed il disco viene sbloccato. A
causa del momento di attrito presente tra disco e corona, il disco inizia a ruotare finch ad un certo
istante i due corpi ruotano con la stessa velocit angolare. Determinare:
a) il modulo della velocit angolare della corona circolare nellistante in cui si spegne il motore, sapendo che il suo
1
momento dinerzia rispetto allasse di rotazione z dato da I cor = Rext
4
4
Rint
4
( ; )
b) il modulo della velocit angolare di rotazione sincrona dei due corpi (si ricordi che lespressione del momento
1 1
dinerzia di un disco di raggio R che ruota rispetto ad un suo diametro I disco = mR 2 = R 4 );
4 4
c) il lavoro W fatto dalle forze di attrito da quando si spegne il motore a quando i due corpi ruotano sincroni.

Problema 3
Mezza mole di un gas ideale biatomico contenuta in un cilindro dotato di pistone mobile
privo di attriti di sezione S = 0.01 m2 compie il ciclo mostrato in figura. La trasformazione
p A AB una espansione adiabatica reversibile, in cui il gas raddoppia il suo volume e si porta
alla pressione ambiente pB = 105 Pa e alla temperatura TB = 300 K. Il gas viene poi messo
in contatto termico con un serbatoio alla temperatura TC = 120 K, e si porta allo stato C
mantendo lequilibrio con la pressione ambiente. Con il gas in questo stato, si fissa al
C B pistone una molla ideale nel lato esterno al gas, orientata parallelamente alla direzione di
spostamento del pistone, e vincolata allaltro estremo; la molla inizialmente alla sua
lunghezza di riposo (vedi figura). Poi, isolato il gas dallambiente, e per mezzo di una
V
resistenza che lo riscalda in modo molto lento e graduale, si riporta il gas nello stato
iniziale A. Determinare:
a) volume VA e pressione pA del gas nello stato iniziale A;
b) lespressione pCA(V) della pressione del gas in corrispondenza di un generico volume
V della trasformazione CA (si verifichi che si tratta dellequazione di una retta nel
diagramma pV) e il valore k della costante elastica della molla;
c) il lavoro WCA fatto dal gas nella trasformazione CA.
Soluzioni
Problema 1
Si assume un asse x orizzontale orientato verso destra nel sistema di riferimento fisso, ed un asse x parallelo ed equiverso
nel sistema di riferimento del carrello.
r r r r r r r r r
a) a = a '+a c d gu x = a '+a c a ' = a ' = d gu x a c = d g a c = 0.324 m/s 2
b) v'2 = v'o2 +2a ' d v'= 2a ' d = 0.72 m/s [NB: orientata nel verso negativo dellasse (verso sinistra in figura)]
1 2 2d 2d
oppure d= a' t t= ; v'= v'o +a' t = a' = 2a ' d
2 a' a'
c) Dalle equazioni per lurto elastico, assumendo M >> m:
( m M )vi + 2Mvc,i
vi + 2vc,i = d gt + 2ac t = (2ac d g )
2d
vf = = 4.05 m/s
m+ M a'
( m M )v'i +2Mv'c,i
v f = v'f + vc,f = a' t + ac t = (2ac d g )
2d
oppure v'f = v'i
m+ M a'
[NB: qui a la componente dellaccelerazione, quindi con segno, non il modulo trovato al punto a)]
r r
d) Il corpo sul carrello risente adesso di una accelerazione A = d gu x nel sistema di riferimento fisso, quindi rivolta
r r r
nel verso opposto a quella prima dellurto. Nel sistema di riferimento mobile laccelerazione A' = A a c .
v'i2
0 = v'2f +2 A' l 0 = v'i2 +2( d g a c )l l= = 0.097 m
2( d g + a c )
1 v'i2 v'i2
oppure W ' = E ' k mA' l = mv'i2 l= =
2 2 A' 2( d g + a c )
Problema 2

a)
1
4
(
M = I cor = (2R )4 R 4 ) =
4M
15R 4
; 2 = 2 =
8M
R 4
= 14.3 rad/s

1 15 8M
oppure W = E k M = I cor 2 15M = R 4 =
2 8 R 4
15
R 4
Lin = L fin I cor = (I cor + I disco )' ' =
I cor 4 15
b) = = = 13.4 rad/s
I cor + I disco 15 1 16
R 4 + R 4
4 4
1 2 15
2
1 2 1 4 15 15 4 2 15 15
c) W = E k = I tot' I cor 2
= 4R R = R 1 =
4
R 4 2 = 1.47 J
2 2 2
16 4 8 16 128
Problema 3

1 nRTB V
a) V A = VB = = 6.2 10 3 m 3 ; p AV A = p BVB p A = p B B = 2.64 105 Pa
2 2 pB VA

x = p B + 2 (V VC ) = p B 2C + 2 V
k k kV k
b) pCA (V )S = p amb S + kx pCA (V ) = p amb +
S S S S
p A pB
VC =
nRTC nRTC
= = 5 10 3 m 3 ; p A = pB +
k
(V A VC ) k = S2 = 1.31 10 4 N/m
pC pB S 2
V A VC

1 (V V )
2
WCA = WCA.ext = ( p amb Vamb + Wmolla ) = p B (V A VC ) + kx 2 = p B (V A VC ) + k A 2 C = 227 J
1
c)
2 2 S

oppure WCA =
VA
V pCA (V )dV =
VA
V pB
kVC
S2
+
k
S2
kV k
(
V dV = p B 2C (V A VC ) + 2 V A2 VC2 )
C C S 2 S

oppure WCA =
1
( p A pC )(V A VC ) + pC (V A VC ) = 1 ( p A + pC )(V A VC )
2 2