Sei sulla pagina 1di 1

tratto dal n.

2/05 di
PARCHIeRISERVE
Edinat,
Milano

N VISTI DA VICINO L E S C H E D E S U L L E S P E C I E M E N O N O T E a cura di Francesco Tomasinelli

F. TOMASINELLI

SALAMANDRINA DAGLI OCCHIALI


Salamandrina terdigitata

Nome: Salamandrina terdigitata


(Lacpde, 1788).
L e sue piccole dimensioni non sono proporzionate alla fama e allimpor-
tanza di cui questo particolare anfibio gode. Infatti, la Salamandrina ter-
digitata uno dei pi singolari vertebrati endemici dItalia, soprattutto per
Classificazione: phylum Chordata,
la sua peculiare storia evolutiva che si perde in Asia, un primato che lo ha
classe Amphibia, ordine Urodela, fa-
miglia Salamandridae. portato a divenire di diritto il simbolo dellUnione Zoologica Italiana.
Areale: Italia, dorsale appenninica La sua presenza sul territorio rarefatta e si limita, con discontinuit, alla dor-
(dalla Liguria alla Calabria). sale appenninica (da Genova alla Calabria meridionale); qui la specie vive nei
Dimensioni: fino a 12 cm (coda boschi mesofili di caducifoglie, prediligendo quelli di faggi, querce e castagni, a
compresa) nella femmina adulta, e 9
cm nel maschio adulto. quote da 200 a 1500 metri e con raccolte dacqua e torrenti puliti e sviluppati.
Alimentazione: zoofaga, si nutre di A dispetto delle abitudini notturne e crepuscolari, per cui passa spesso inos-
piccoli invertebrati. servata, la salamandrina facilmente riconoscibile: le dita dei piedi sono 4 an-
Riproduzione: accoppiamento pri- zich 5 (come negli altri anfibi urodeli - dotati di coda - nostrani) e sul capo, at-
maverile e, in alcuni casi, autunnale.
torno agli occhi, figura una mascherina - pi accentuata nei maschi - cui si
Le uova vengono deposte in acqua e
si schiudono 1-2 mesi dopo. La me- deve il nome volgare di salamandrina dagli occhiali. Inoltre, mentre il dorso ap-
tamorfosi delle larve pu richiedere pare nerastro, il ventre svela una livrea sorprendente, rosso-arancio e bianca
altri 2-3 mesi. La durata varia in rela- con striature nere. Questultima una colorazione di avvertimento, comune
zione alle condizioni ambientali e, in ad altri anfibi (come lululone), che, quando messa in mostra, mira a intimidire
particolare, alla temperatura.
Protezione: inserita nellallegato II possibili predatori. A sua volta, la salamandrina un predatore e, bench schi-
della Convenzione di Berna (19 set- va e lenta, cattura piccoli artropodi con uno scatto rapidissimo della lingua.
tembre 1979) e negli allegati II e IV La riproduzione ha luogo in primavera o autunno: dopo una breve parata nu-
della Direttiva Habitat (92/43/CEE), ziale la femmina, fecondata dal maschio, si reca nelle anse dei torrenti, le stes-
tutelata in tutte le regioni italiane
se ogni anno, dove la corrente meno forte, a deporre le uova. Queste ultime -
(normative regionali).
20-50 per individuo a stagione - vengono attaccate singolarmente a corpi som-
mersi, schiudendosi in 1-2 mesi. Le larve, che si nutrono di piccoli invertebrati
acquatici, usciranno dallacqua solo 2-3 mesi pi tardi. Per il resto della sua vita
- in cattivit vive fino a 15 anni -, la salamandrina sar essenzialmente terricola.