Sei sulla pagina 1di 2

Atletica leggera

L'atletica leggera un insieme di discipline sportive che possono essere


sommariamente suddivise in: corse su pista, concorsi (lanci, salti in elevazione e salti
in estensione), prove multiple, corse su strada, marcia,corsa campestre e corsa in
montagna. La parola atleta deriva dal latino (athlta) che vuol dire impresa,
prodezza. Molte delle disipline dell'atletica leggera hanno origini antiche infatti esse
si tenevano gia nell'antica Grecia. Venne inserita per la prima volta ai giochi olimpici
nel 1896 (nella loro prima edizione) oltre alle olimpiadi esistono anche i campionati
di atletica leggera dove esiste anche una federazione italiana (FIDAL) Federazione
Italiana di Atletica Leggera. include tutte quelle specialit che prevedono una corsa
con o senza ostacoli che si svolge interamente in pista:

Velocit: gare su distanze fino a 400 m. Le distanze sono 100 m, 200 m e 400 m o
misure intermedie in casi rari. I 100 m e i 200 m sono considerati gare di velocit
pura, i 400 m gara di velocit prolungata.
Mezzofondo: gare su distanze di 800 m, 1 500 m, 3 000 m piani e 3 000 m siepi. I
3 000 siepi presentano anche particolari aspetti tecnici legati al superamento delle
varie barriere e riviere, che la rendono anche gara a ostacoli.
Mezzofondo prolungato, comprendente i 5 000 m ed i 10 000 m.

Ostacoli: 110 m ostacoli (100 m per le donne) e 400 m ostacoli.

Siepi: una corsa nella quale i corridori devono superare ostacoli detti siepi e riviere
con l'aggiunta di una pozza d'acqua (la principale distanza su cui si corre questo tipo
di gara di 3 000 m). Gara considerata di mezzofondo.
Staffette: 4100 m e 4400 m.
Gare condotte su strada sono:la maratona, mezza maratona e ultramaratona e infine
anche la marcia che la forma competitiva del camminare spinto alla massima
velocita con l'obbligo di mantenere sempre un piede a contatto con il terreno. In
atletica leggera esistono due tipi di manifestazioni su pista: le gare outdoor e le gare
indoor. Di conseguenza esistono due tipologie di stadi, ovvero le piste classiche,
sprovviste di coperture e che consistono in un anello di 400 metri, e le piste indoor,
completamente coperte e lunghe solo 200 metri. Nell'atletica leggera come in ogni
altro sport severamente vietato il ricorso a sostanze dopanti con lo scopo di
aumentare le prestazioni dell'atleta.
Come gia detto in precedenza la nascita dell'atletica leggera si deve ai greci come
testimoniano i poemi omerici infatti proprio il canto ventitreesimo dell'iliade descrive
prove di atletica leggera.