Sei sulla pagina 1di 1
DT LACASSAZIONE SALVA UN CLOCHARD: E POVERO “Tl senzatetto che vive su un marciapiede non commette reato” oma ‘Non commette reato chi vive per strada, «su un marciapie- de con i cani in una baracea precaria di cartoni e pedane ‘nlegno>. Anche se c’tuna di- sposizione del sindaco che lo vieta. Decoroe interesse pub- Dlico non giustifieano la san- zione penale a chi, per Ia sua condiziono, non rispetta Tor- inanza comunale. La Cassazione ha salvato os! un clochard di Palermo al pagamento di mille euro per non aver rispetiato Yordi- nnanza anti bivacco. Tl codice ppenale riconosce, infatti,eo- me reato Vinosservanza dei provvedimenti dellAutorita (art 650 cp), ma nel caso del- ‘Tuomo, condannato dal tribu- ‘ale di Palermo, Ia Suprema Corte ha affermato cheil fatto non sussiste. L'einteresse pubblico» atenerele strade in ‘ordine e i marciapiedi pulti ‘non pud essere usato come ‘una clava, portando davant al agiudice penale chi @ in estre- Lordinanza del sindaco-spic- ‘ga Ia prima sezione penale ‘della Cassazione -non riguar- ‘daun ordine specificoneicon- fronti di un determinato.sog- gett, vale in funzione «pre- vventivay non punitiva, Dun- se i teibanale 4 Palermo zatetto, un 40enne italiano che nel dieembre 2010 viveva in strada in una baracea improv- visata, con i suoicanl. Anche se 1 Comune avevaemesso una di- sposirione per vietare edi pre- | disporre bivacchi o accampa- menti di fortuna» che ereino | ‘grave alterazione del decoro “urbano o intraleio alla pubblica viabiltio. | ‘Una decisione sulla falsari- | gal quella che Ia Suprema | ayova preso nel 2016, as- solvendo, «perehé il fatto non costituisce reato», un giovane stranioro senza casa che aveva ‘rubato cibo da pochi euroin un ‘supermercato per fame, An- cche nel caso dell’homeless di Palerme, il difensore ha spie- {gato nel rlcorso in Cassazione, ‘come questi, senza fissa dimo- ra, «versasse in stato di neces- sia, situazione tra le quali do- ‘eva essere compresa Fesigen- za diun alloggio. Ein quanto tale non punibile. Con na stringata motivazio- ‘ela prima sezione penale della ‘Cassazione ha aunullato la con- dannaperché noné reatoTinos- servanza della disposiaione del sindaco, in quanto questa «ri- volta una generalit disoguet- tinin via preventivay, senza ri- forimento ad_una situarione cche nel concreto si realizata, ‘enone sufficlente che sia in no- ‘me dellinteresse pubblico. Directs