Sei sulla pagina 1di 3

APPRENDIMENTO

L apprendimento un processo cognitivo, prodotto dall interazione di altri processi cognitivi quali la percezione-
memoria- linguaggio- pensiero ,che consiste in una modificazione del comportamento, pi o meno duratura, a
seguito dell esperienza.

L apprendimento stato studiato da due diverse prospettive teoriche: 1) prospettiva Comportamentista 2)


prospettiva Cognitivista

1) prospettiva Comportamentista : parte dallassunto che il modo migliore per descrivere l


apprendimento sia spiegarlo in termini di stimoli e risposte osservabili. I processi mentali coinvolti
non possono essere analizzati perch non direttamente osservabili. I comportamentisti si sforzarono
di dare alla psicologia le basi oggettive della scienza e er fare ci concentrarono la loro indagine sull
influenza che particolari condizioni ambientali osservabili esercitano sul comportamento.
Essi usarono il termine condizionamento come sinonimo di apprendimento, individuando due tipi di
processi : il condizionamento classico e il condizionamento operante.

Condizionamento :processo psico-fisiologico tramite il quale si instaura nell organismo un


legame tra uno stimolo ed una risposta che precedentemente non esisteva.

CONDIZIONAMENTO CLASSICO :
forma d apprendimento studiata per la prima volta da Pavlov nel 1927 .
lo studioso ebbe modo di osservare il comportamento di un cane il quale alla sola vista del
cibo (stimolo incondizionato ) salivava (risposta incondizionata = riflesso automatico
mediato dal sistema nervoso).
L emissione della saliva quando il cibo viene messo in bocca serve per preparare ci che
ingeriamo alla trasformazione da parte dei succhi gastrici. La salivazione quindi una
risposta automatica messa in atto dal nostro organismo, tuttavia Pavlov not che il cane
produceva saliva ancor prima che il cibo , lo stimolo scatenante, fosse nella sua bocca.
Il cane aveva imparato ad anticipare la risposta. Questa osservazione port a Pavlov a
verificare la possibilit di elicitare la risposta automatica in presenza di stimoli che
normalmente non suscitano quella risposta.

Schema della procedura di condizionamento :

1) CIBO (SI) SALIVAZIONE ( RIFLESSO) prova

2) CIBO (SI) + SUONO (S NEUTRO) SALIVAZIONE acquisizione


presentati insieme per pi volte

3) LUCE (SC) SALIVAZIONE(RC) apprendimento

Se una volta instaurata l associazione tra SC e RC non si presenta pi insieme Lo SC con SI


la risposta appresa tende ad estinguersi , sufficiente riassociare per poche volte i due
stimoli che la risposta compare ancora .

Quando si stabilito un condizionamento possibile associando allo SC un altro stimolo


nuovo produrre la RC in presenza del nuovo stimolo apprendimento di secondo
livello.
L apprendimento di secondo livello si verifica sulla base del principio di generalizzazione
secondo cui stimoli simili allo SC provocano risposte condizionate.
Il principio opposto a questo quello di discriminazione secondo cui si impara a
rispondere solo a stimoli che differiscono sensibilmente da SC.

NEL CONDIZIONAMENTO CLASSICO VIENE MODIFICATO UN


COMPORTAMENTO GIA PRESENTE NEL BAGAGLIO COMPORTAMENTALE DEL
SOGGETTO. SI IMPARA A FORNIRE UNA RISPOSTA GIA NOTA A STIMOLI CHE
SOLITAMENTE NON ELICITANO QUELLA RISPOSTA.

CONDIZIONAMENTO OPERANTE/ STRUMENTALE:


forma di apprendimento studiata da Thordike nel 1931 per la prima volta e che venne
denominata con tale etichetta da Skinner.
Il condizionamento operante si usa per far apprendere all organismo un comportamento
nuovo. L organismo iene indotto a compiere il nuovo comportamento e verr ricompensato
fino a quando non lo avr appreso.

Schema della procedura di condizionamento:


in una data situazione (ambiente) metto in atto un dato comportamento (risposta) in seguito
alla quale ricever una ricompensa, ci mi indurr ad assumere quel medesimo
comportamento ogni volta che mi trover in quella situazione.

LEGGE DELL EFFETTO: (THORDIKE) La probabilit che un dato


comportamento venga ripetuto funzione delle sue conseguenze positive.

Thordike per lo studio del condizionamento operante ide una situazione sperimentale in
cui un animale affamato veniva messo all interno di una gabbia la cui porta era chiusa da un
chiavistello. Fuori dalla gabbia veniva posto del cibo visibile dall animale ma non
raggiungibile. L animale dentro la gabbia alla vista del cibo iniziava ad agitarsi finch per
caso riesce ad aprire la gabbia e raggiungere il cibo che rappresentava una ricompensa
( RINFORZO).

APPRENDIMENTO PER TETATIVI ED ERRORI


L animale veniva poi rimesso nella gabbia dove ripeteva gli stessi comportamenti casuali, tuttavia pi veniva
sottoposto alla condizione sperimentale e minore era il numero di movimenti inutili messi in atto per aprire la
gabbia.

Thordike non considera l apprendimento dell animale un processo intelligente perch procede per tentativi ed
errori, condotta che gli consente di avvicinarsi progressivamente alla sequenza comportamentale pi adatta per
conseguire un certo risultato: quando la sequenza corretta il gatto viene premiato con il cibo. L apprendimento
del comportamento viene rinforzato e per questo avr pi possibilit di essere ripetuto in seguito. Tra tutti i
comportamenti emessi a caso vengono selezionati solo quelli con conseguenze positive.

Skinner us una procedura sperimentale in cui vi era una gabbia con una leva e con un apertura in cui inserire
acqua e cibo. Questo ambiente permette di produrre due eventi rinforzanti :
a) rinforzo positivo: aumenta la probabilit di emissione della risposta
b) rinforzo negativo: consiste nella cessazione di una condizione sgradevole e fa aumentare la probabilit di
emissione della risposta

Esistono diverse variabili che influenzano il condizionamento:


-si ottengono prestazioni migliori se il rinforzo soddisfa un bisogno intenso
- si ottengono prestazioni migliori in rapporto alla quantit di rinforzo
-il ritardo nel rinforzo dopo il comportamento favorisce la resistenza all estinzione
-se il rinforzo non viene dato sempre dopo il comportamento giusto si ottengono prestazioni migliori

Sono stati elaborati diversi schemi di rinforzo:


rinforzo a ragione fissa: condotta premiata dopo un tot di risposte corrette
rinforzo a ragione variabile: il premio viene dato dopo un numero di risposte corrette variabile
e scelto a caso
rinforzo a intervallo fisso: rinforzo somministrato ad intervalli di tempo regolari
rinforzo a intervallo variabile: il rinforzo viene dato a intervalli incostanti di tempo
gli animali condizionati a ragione fissa dopo il rinforzo cessano di eseguire il comportamento per un breve
periodo di tempo , mentre quelli condizionati a ragione variabile non modificano il ritmo di risposta perch non
sanno quando arriva il rinforzo.
Nello schema ad intervallo fisso l animale emette condotte corrette con frequenza bassa ,le risposte esatte sono
tutte concentrate nei momenti prima dell evento rinforzante.
Quando il rinforzo saltuario nel tempo la frequenza di risposta alta ed bassa l estinzione.
Lo schema a rapporto e intervallo variabile il migliore perch la risposta continua in quanto l animale non
prevede l arrivo del rinforzo, si impegna molto e non si concede soste.

FENOMENI ASSOCIATI AL CONDIZIONAMENTO OPERANTE:

Rinforzo: condizione che aumenta la probabilit di emissione di una specifica condotta. Pu essere
positivo nel caso in cui implica la presentazione di uno stimolo piacevole, negativo quando implica l
eliminazione di uno stimolo fastidioso.
Punizione: condizione che diminuisce la probabilit di emissione di una data risposta. Si parla di
punizione positiva quando viene applicato uno stimolo spiacevole, negativa quando si toglie un beneficio.
Modellamento : applicazione del condizionamento operante per il quale si premiano le risposte che pi si
avvicinano a quella desiderata, aumentando la ricompensa al progressivo avvicinamento della risposta
completa.
Inaiutabilit: condizione per la quale si smette di produrre le risposte corrette a seguito di continui
fallimenti e di mancanza di controllo sull ambiente.

2) prospettiva Cognitivista: tale approccio di studio si svilupp a partire dal comportamentismo,


scaturendo da lavoro di psicologi come Tolman si definirono comportamentisti S-O-R e
incominciarono ad indagare intensamente il significato di quella O. Questi psicologi sostenevano che
non possibile giungere ad una conoscenza approfondita dell apprendimento se non si prendono in
considerazione i processi mentali. Il comportamento viene spiegato in termini di entit mentali quali
conoscenze, aspettative e mappe cognitive.
I cognitivisti sostengono l esistenza di alcune forma di apprendimento che non possono essere
descritte semplicemente come condizionamento operante.
Si parla di apprendimento cognitivo o latente per indicare la formazione di mappe mentali,
rappresentazioni interne che possono esser utili per comportamenti futuri. Avviene senza rinforzo e
rimane latente fino a quando non diviene necessario ,come se alcune informazioni non utili al
momento venissero memorizzate e usate in situazioni opportune.

Lo schema S-O-R sta ad indicare che la risposta ad uno stimolo non diretta ma mediata da
fenomeni non direttamente osservabili.