Sei sulla pagina 1di 6

Ricostruzione dinamica

dei sinistri stradali


Ing. Emiliano Arcangeli, Ing. Mauro Gambino, Ing. Fiorenza Greco
Studiotria - Studio tecnico di ingegneria a Bologna

PREMESSA

La ricostruzione dinamica dei sinistri stradali rientra nel


campo delle scienze applicate. Ladeguata risoluzione di
un sinistro stradale richiede conoscenze tecniche elevate e
limpiego delle pi moderne metodologie scientifiche,
ingegneristiche e matematiche. Ladozione di modelli
matematici adeguati implementati sulla base di dati spe-
rimentali provenienti da prove di crash test, e col suppor-
to di un massiccio uso della pi moderna tecnologia, for- economiche, lesioni personali e in alcuni casi la morte.
nisce risultati molto prossimi al vero. La figura tecnica La ricostruzione dinamica di un sinistro stradale ha lo
scopo di raccontare cosa successo ai veicoli ed alle per-
implicata in tale attivit viene denominata in gergo rico-
sone coinvolte nellaccaduto, e con quali modalit, usan-
struttore cinematico. In Italia, fino a pochi anni addietro,
do le informazioni a disposizione presenti sul luogo tea-
tra tali figure erano affermati metodi di approccio al caso
piuttosto semplificati tali da richiedere una formazione
del perito pi improntata sul buon senso che sullappro-
fondimento tecnico di aspetti di fotogrammetria, illumi- SOMMARIO
notecnica, meccanica del veicolo, tecnologia dei materia-
Lattivit di ricostruzione dinamica dei sinistri stradali
li, dinamica del moto Chiaramente lintuizione nella
richiede lapplicazione di una conoscenza tecnica del
fase investigativa e la capacit di giudizio sono armi fon-
fenomeno sempre pi approfondita per far fronte
damentali che il ricostruttore cinematico deve avere ma
alluso di metodologie e tecnologie moderne. In Italia
appare evidente che pi appropriato difendere un lavo-
questa branca di scienza applicata non trova largo spa-
ro scientifico impugnando i risultati, i modelli e i dati spe-
zio nei programmi didattici universitari, n vi sono
rimentali che il proprio buon senso. Lapprofondimento
specifiche organizzazioni professionali giuridicamen-
scientifico del fenomeno, comporta lapplicazione di ana-
te riconosciute a livello nazionale che raggruppino i
lisi pi complesse per le quali si richiede una formazione professionisti del settore. Il presente articolo volto a
sempre pi elevata del perito con limpiego indispensabi- illustrare i contenuti dellattivit del tecnico ricostrut-
le di adeguate tecnologie a suo supporto. tore cinematico.

LA PROBLEMATICA DEI SINISTRI STRADALI SUMMARY

Le ultime statistiche Istat riferite al 2006 indicano che ogni Accident reconstruction is an activity which requires
giorno si verificano in media sul territorio nazionale 652 an increasing expertise by the application of the most
incidenti stradali per un totale di 238.000 incidenti sullin- modern methodologies and technologies. In Italy, the
tero arco dellanno. Di questi circa il 10% si verificano status of accident reconstructionist is not acquired in
academic environment, nor is it recognised or regula-
nella Regione Emilia Romagna (23.950) e poco pi del 2%
ted by any specific professional organisation. There-
nella provincia di Bologna (5.270) (prospetto 2).
fore, This paper wants to show the features of the acci-
Al di l dei numeri, ogni singolo incidente costituisce
dent reconstruction expert activity.
un evento dannoso e sciagurato, comportante perdite

inarcos 1
1 2

tro del sinistro. Il compito del ricostruttore cinematico parte di questi ultimi ricade spesso su pochi professio-
deve essere perseguito giungendo a risultati ragionevol- nisti. inoltre possibile che si attinga da albi di periti di
mente accurati e precisi. tribunali di altre citt quando allinterno del proprio
Il perito cinematico svolge il proprio incarico percorrendo non vengono individuati professionisti idonei alla CTU
diversi momenti di seguito brevemente accennati. che si intende disporre.
Analizza e interpreta linsieme delle informazioni e dei Il consulente tecnico dufficio un ausiliario del giudice o
dati raccolti sullarea del sinistro dalle forze dellordine PM e come tale vincolato agli stessi limiti e agli stessi obbli-
intervenute e integra il quadro con eventuali successivi ghi. La sua consulenza non costituisce un mezzo di prova,
sopralluoghi ed ispezione dei mezzi. ma un mezzo di controllo della prova e di valutazione dei
Applica appropriati modelli matematici che, dopo una fatti gi acquisiti al giudizio.
completa imputazione dei dati, consentono il calcolo della Essendo lattivit del CTU strettamente correlata alla tipo-
grandezze fisiche e cinematiche di interesse. logia del procedimento (civile o penale), occorre effettua-
Infine indaga sulle cause che hanno generato levento re un breve accenno al processo allinterno del quale egli
sinistroso definendo i nessi causali e delineando quindi le pu essere nominato.
responsabilit delle persone coinvolte. Questo in genera- In caso di sinistri che comportino un esclusivo danno
le laspetto che interessa maggiormente la parti coin- alle cose, il processo civile pu svolgersi di fronte al
volte che molto spesso consultano un tecnico per risolve- Giudice di Pace per danni inferiori ai 15.494,00, in tri-
re una controversia legale. bunale per danni superiori. Il procedimento civile
avviato sempre ed esclusivamente su iniziativa di una
delle due parti, e pertanto il CTU tenuto ad accertare
INQUADRAMENTO GIURIDICO quegli aspetti di verit che le parti vogliono conoscere.
E AMBITI OPERATIVI Egli si deve attenere, nella risposta del quesito, agli
obiettivi riscontri fornite dalle parti, nel rispetto del
In Italia la figura del consulente specializzato nel settore principio dispositivo (fig. 1).
della ricostruzione di sinistri stradali non regolamentata In caso di sinistri che provochino lesioni alle persone (art.
da specifiche abilitazioni professionali n esistono esami 589 del codice penale) o omicidio colposo (art. 590 del
ufficiali o definizioni dellesercizio della professione. c.p.), la notizia di reato viene inoltrata da un pubblico uffi-
In ambito giudiziario i ricostruttori cinematici possono for- ciale al PM il quale svolge le indagini preliminari ai fini
nire la propria professionalit iscrivendosi negli albi dei della verifica delle eventuali responsabilit penali. In que-
periti tecnici del tribunale della propria provincia di resi- sto caso il CTU analizza ed eventualmente reperisce que-
denza. Tale iscrizione, sebbene necessiti del parere positi- gli elementi di prova necessari allaccertamento globale
vo da parte della commissione dellordine professionale di della verit del sinistro. Recentemente stato stabilito che
appartenenza, effettuata senza previa verifica delle spe- i reati di cui allart. 589 non sono pi competenza della
cifiche conoscenze. Procura ma dei Giudici di Pace.
Il giudice o il pubblico ministero (PM) che intenda avva- Nellambito di tutte le summenzionate procedure pu
lersi della consulenza tecnica, attinge dalla summen- essere presente il consulente tecnico di parte (CTP), in
zionata lista e nomina il consulente in modo tale che gli qualit di ausiliare tecnico del difensore giurista della
incarichi siano equamente distribuiti fra gli iscritti. parte in causa (attore o convenuto): laffidamento del-
Nella pratica, alla luce del rapporto fiduciario che si lincarico strettamente correlato e conseguente alla
instaura tra consulente e giudice o PM, la nomina da nomina del CTU. Il CTP ha il compito di assistere alle in-

2 inarcos
3

dagini ed alle operazioni del consulente dufficio, nel Esame delle fonti
rispetto delle regole del contraddittorio, e di partecipa-
re alle udienze tutte le volte che vi interviene il consu- Rilievi descrittivi, planimetrici e fotografici
lente del giudice, con la facolt di prospettare, nellinte-
resse della propria parte, le osservazioni sui risultati delle Gli organi di polizia che eseguono il rilievo diretto del sini-
indagini tecniche (figg. 2-3). stro sono: polizia stradale, polizia di stato, arma dei cara-
In ambito stragiudiziale non esiste nessuna limitazione binieri, corpo della guardia di finanza, polizia provinciale,
allattivit: qualsiasi persona fisica o giuridica che ritenga polizia municipale, I rilievi sono fondamentali per lat-
di possedere conoscenze specifiche nel settore pu defi- tivit del ricostruttore in quanto questi solitamente non
nirsi perito ed offrire i propri servizi sul mercato delle peri- ha la possibilit di accedere al luogo del sinistro con i
zie cinematiche. I potenziali clienti sul libero mercato mezzi ancora nella loro originaria posizione di quiete e ad
sono: studi legali, assicurazioni, infortunistiche, avvocatu- altri fatti correlati visibili e rilevabili, quali tracce di frena-
ra di enti locali e pubblici, societ di gestione di strade, sin- ta, abrasioni, ecc.
goli cittadini privati. Esistono associazioni private che rac-
colgono esperti del settore col fine di condividere stru-
menti per lanalisi e lo studio degli incidenti. Inoltre alcu- Testimonianze
ne societ assicurative formano i propri periti che opere-
ranno per loro conto. Generalmente vengono trascritte le dichiarazioni delle
persone coinvolte nel sinistro, nonch le testimonianze
delle persone che hanno assistito al sinistro. Esse hanno
FASI OPERATIVE NELLA RISOLUZIONE DEL CASO sicuramente una influenza importante nellindirizzare la
ricostruzione del sinistro, ma il perito deve sempre consi-
Lattivit del ricostruttore cinematico pu essere sostan- derarle con spirito critico in quanto il meccanismo di codi-
zialmente suddivisa in due sottoattivit consequenzia- fica, immagazzinamento e recupero dellinformazione da
li: la prima fase di tipo investigativo relativa alla ricer- parte del testimone soggetto a rielaborazioni tali da
ca e allinterpretazione di fatti correlati, la seconda con- poter non risultare sempre aderenti al vero, seppur riferi-
cerne la ricostruzione del sinistro mediante modello te in buona fede.
matematico.
La prima fase si suddivide nellanalisi degli atti, con par-
ticolare riferimento al rapporto di incidente stradale Cronotachigrafo
redatto dai verbalizzanti, nel sopralluogo del teatro del
sinistro e nellispezioni dei mezzi. Tale attivit finaliz- Il regolamento CEE n. 3820 del 1985 impone che mezzi
zata a trovare il maggior numero di informazioni quali di massa superiore ai 3,5 t si equipaggino di cronota-
caratteristiche dei mezzi e della strada, tracce di frena- chigrafo al fine del rispetto dei turni di lavoro e di ripo-
ta e scarrocciamento, segni e abrasioni sullasfalto, so dei conducenti, nonch dei limiti di velocit. Il cro-
oggetti, corpi e mezzi in posizione di stasi, danni su og- notachigrafo digitale introdotto dal regolamento CEE
getti e lesioni su persone, apporti testimoniali al fine n. 2135/98 sostituir quello analogico in modo tale da
di giungere ad un quadro sufficientemente esatto e rendere pi difficoltose le manomissioni. Il ricostrutto-
coerente allinterno del quale calare il modello mate- re pu ricavare preziose informazioni dallanalisi di un
matico risolutivo. disco cronotachigrafico di un mezzo coinvolto in un

inarcos 3
4

Ispezione dei mezzi

Lispezione dei mezzi sinistrati ha lo scopo valutare e misu-


rare lentit delle deformazioni permanenti e la loro loca-
lizzazione, consentendo la deduzione dellassetto durto
relativo nonch la stima dellordine di grandezza delle
5
velocit dimpatto. Inoltre tale operazione permette di
reperire indizi sulle condizioni di funzionamento dei freni
sinistro. Se esso viene scansionato digitalmente ed ana- e dello sterzo, quando ci sia possibile, e sullo stato di usura
lizzato con programma di assistenza al disegno CAD si dei pneumatici controllandone la profondit minima degli
possono valutare con una discreta precisione le veloci- intagli principali del battistrada che per gli autoveicoli deve
t precedenti lurto, quelle caratterizzante lurto, i essere di almeno 1,00 mm. Particolare attenzione va inoltre
tempi, gli spazi e le accelerazioni o decelerazioni prestata allo stato delle cinture di sicurezza e dei proietto-
medie (fig. 4). ri mediante il controllo accurato del filamento ad incande-
scenza per verificare leventuale inserimento di luci abba-
glianti in incidenti verificatesi in condizioni di illumina-
Referti medici mento naturale scarso (fig. 7-8).

La consulenza medico legale fornisce elementi che posso-


no essere di conferma o disattendere la ricostruzione cine- Analisi della collisione e del moto pre
matica del consulente. Occorre quindi sempre prenderle e post urto
in seria considerazione approfondendo, quando risulti
necessario e nei limiti della propria formazione, aspetti di Il cuore dellattivit di consulenza consiste nellutilizzo di
anatomia umana e di biomeccanica. un adatto modello matematico in cui si siano introdotte
tutte le informazioni raccolte nel corso delle operazioni
peritali, in modo tale da pervenire alla quantificazione dei
Ispezione del luogo del sinistro valori delle grandezze fisiche caratterizzanti il sinistro.
Il modello matematico storicamente utilizzato da una
Lispezione importante al fine di rendersi conto delle buona parte di ricostruttori cinematici il modello basato
caratteristiche del luogo e per completare eventualmen- sulla conservazione della quantit di moto, con lassimila-
te i rilievi dellautorit giudiziaria sia dal punto di vista zione dei veicoli a punti materiali. Quasi mai i consulenti
descrittivo che fotografico. Dal momento che il perito che operano a tale livello prendono in considerazione il
deve preferibilmente lavorare su una planimetria in rapporto dimpulso, che pure gioca un ruolo spesso non
scala, ed in considerazione del fatto che essa raramente trascurabile negli urti con scorrimento relativo tra i due
viene prodotta dalle autorit, il sopralluogo si dovrebbe mezzi. Tale modello, se appropriatamente applicato, risul-
arricchire del rilievo planoaltimetrico con adatto stru- ta affidabile solo per quei sinistri in cui i mezzi presentano
mento topografico. Tale pratica molto poco diffusa e rotazioni contenute dovute allurto, ovvero nel caso di urti
molti periti preferiscono ricorrere a misure puntuali pieni. I consulenti che decidono di adottare un modello
mediante cordella, metro e altra strumentazione del matematico di pi vasta portata e che prenda in considera-
caso (figg. 5-6). zione il veicolo come un corpo rigido, dotato di dimensioni

4 inarcos
7 9

8 10

nello spazio tridimensionale e caratterizzato dallinerzia dei casi le autorit si limitano a redigere uno schizzo
alla rotazione, oltre che alla traslazione, si affidano preva- planimetrico fuori scala che fornisce solo in parte le
lentemente a software di calcolo. Taluni di questi pro- informazioni necessarie per una attendibile e precisa
grammi informatici hanno inoltre il pregio di risolvere ricostruzione. Quando la geometria della strada
numericamente le equazioni differenziali che descrivono il molto semplice si pu ricorrere a misure puntuali tra-
moto dei veicoli nella fase pre e post urto, cosa non possi- mite cordella, per il metodo migliore e pi generale
bile con i calcoli a mano. Urti coassiali e a bassa velocit, che va adottato il rilievo plano-altimetrico mediante
nonch investimenti di pedoni, vengono trattati e risolti teodolite e distanziometro elettronico. Il posiziona-
con approcci mirati, vista la loro specificit (figg. 9-10). mento dei punti rilevati dalle autorit viene effettuato
in un contesto molto pi realistico, riducendo cos il
STRUMENTAZIONI E TECNOLOGIE A DISPOSIZIONE rischio di errori che possono insorgere nel considerare
DEL RICOSTRUTTORE CINEMATICO lambiente del sinistro in via semplificata.

Il ricostruttore cinematico, nella propria attivit, pu ricor-


rere alluso di svariate attrezzature e tecnologie che lo faci- Fotogrammetria
litano nello svolgimento del proprio compito. Ciascuna
nuova tecnologia richiede ovviamente unulteriore compe- La fotogrammetria, ovvero il processo tramite cui si otten-
tenza e nuove problematiche da affrontare e risolvere. gono informazioni dimensionali quantitative sugli ogget-
ti fisici attraverso la memorizzazione, interpretazione e
misurazione di fotogrammi, trova allo stato attuale scar-
Total Station so impiego tra i ricostruttori cinematici italiani. Nessun
metodo, quale la proiezione inversa, la rettificazione
Il rilievo accurato dello scenario nel quale ha avuto numerica e la fotogrammetria tridimensionale, sembra
luogo il sinistro stradale molto spesso demandato al trovare una diffusa applicazione sebbene lapporto van-
consulente cinematico, in quanto nella maggior parte taggioso che se ne potrebbe avere indubbio.

inarcos 5
12

11

Software di simulazione un risarcimento complessivo stimato in 2,4 mld di euro


annui. Non essendo il medico in grado di diagnosticare il
Diversi software di simulazione (Pc-Crash, HVE, Virtual colpo di frusta, mancando il dato obiettivo, lunico modo
Crash, Impulz Expert) presenti sul mercato aiutano il con- per verificare il nesso causale risiede nella conoscenza cine-
sulente nella ricostruzione dinamica dei sinistri. In questi matica del sinistro. La sentenza n. 2956/2006 del Giudice di
ultimi anni stanno avendo una rapida diffusione, non- Pace di Viterbo ha riconosciuto che il dispositivo in grado
ostante incontrino la diffidenza di chi in passato ha ope- di accertare la lesivit in termini di colpo di frusta del rachi-
rato sempre con metodi semplificati per i quali non si de cervicale associata ad un dato urto. Uno tra i pi evolu-
rende necessario lutilizzo di processori. Largomen- ti di questi tipi di dispositivi un sistema costituito da un
tazione contraria rivolta da questi ultimi che mentre con accelerometro biassiale per la misura delle accelerazioni, da
i metodi manuali si possano esplicitare i calcoli e le for- un ricevitore GPS per la localizzazione del veicolo, da unan-
mule analitiche, i fruitori di software utilizzano una sca- tenna GSM per la trasmissione in continuo dei dati e da
tola chiusa il cui contenuto difficile da controllare: lim- ununit gestore che sovrintende il dispositivo. Quando
piego dei software permetterebbe di lavorare in modo laccelerometro misura una decelerazione superiore ai 2 g,
meno trasparente. La reale differenza sta invece nel levento viene trasmesso alla centrale. Tale valore costitui-
fatto che il metodo della conservazione della quantit di sce una soglia di attenzione ma attorno ai 4 g di accele-
moto nella sua applicazione semplificata descrive in modo razione applicati al capo che si hanno i presupposti per il
inappropriato alcune situazioni fisicamente pi comples- colpo di frusta, con Dv istantanee di circa 5-7 km/h.
se: linsita incertezza sui risultati corretta solo sulla base Lelaborato che il perito si trova ad avere un grafico delle
dellesperienza e di alcuni dati sperimentali senza un con- accelerazioni rispetto al tempo su due direzioni e cos,
trollo rigoroso sulla soluzione. Lapproccio con software di effettuando lintegrazione dellarea sottesa, ci si pu ricon-
simulazione analizza il fenomeno della collisione ad un durre alla variazione di velocit del veicolo. Tali dati, incro-
grado di complessit pi elevato, per mezzo di modelli ciati con quelli che si riescono a estrapolare dalle fonti giu-
matematici pi evoluti: il maggior numero di parametri e diziarie o dalle indagini peritali, consentono una precisa
di grandezze fisiche considerate, consente in realt un ricostruzione della dinamica del sinistro (figg. 11-12).
minor margine di discrezionalit, perch il risultato deve
soddisfare diverse condizioni fisico matematiche.
REFERENZE

Accelerometri e registratori di dati storici [1] Il manuale del consulente tecnico e del perito,
Blumetti-Maiga-Novelli, ed. Ipsoa
Alcune compagnie assicurative italiane installano sulle [2] Infortunistica stradale Sterlicchio, ed. Egaf
autovetture dei propri assicurati dispositivi elettronici atti a [3] Vehicle Accident Analysis and Reconstruction Me-
fornire lentit di grandezze fisiche caratterizzanti il sinistro thods Brach, ed. SAE International
che eventualmente pu occorrere al proprio assicurato. Il [4] Primo seminario per periti cinematici Unibox e
principale scopo di questa operazione la riduzione dei Aurobox: lapporto di nuove tecnologie nella ricostru-
risarcimenti corrisposti dalle compagnie assicuratrici per zione degli incidenti stradali Gruppo Unipol
lesioni da trauma distorsivo cervicale, noto come colpo di [5] Atti del seminario tenutosi il 9 giugno 2009 alla fiera
frusta. Estato stimato che in Italia, su 850.00 sinistri stra- dellautomobile di Brno.
dali in un anno, tale trauma si verifica nel 66% dei casi, con

6 inarcos