Sei sulla pagina 1di 42

IL BINARIO FERROVIARIO E LE PROGRAMMA DEL WORKSHOP Ore

10:20 Secondo intervento programmato


MODERNE TECNICHE

MANUTENTIVE
Ore 9:30 Presentazione e saluti ai Larmamento ferroviario
partecipanti
Dott. Ing. Fedele Di Matteo
Il pi importante elemento del trasporto
ferroviario, il binario, nella sua apparente Prof. Ing. Paolo La Greca Gi Dirigente RFI S.p.A.
semplicit ha dimostrato di possedere grandi Direttore del DICAR
potenzialit verso il miglioramento delle
Ore 11:15 Terzo intervento programmato
prestazioni sia in termini di velocit di marcia dei Prof. Ing. Salvatore Leonardi
treni che di capacit di trasporto. Presidente del Corso di Studi in Ingegneria
Il mantenimento degli elevati standard richiesti al Civile delle Acque e dei Trasporti La termica del binario. Costituzione e
moderno binario impone politiche manutentive
controllo della lunga rotaia saldata
supportate dallimpiego di strumenti e macchinari Prof. Ing. Matteo Ignaccolo
in grado di garantire allo stesso tempo Dipartimento di Ingegneria Civile e Dott. Ing. Andrea Treffiletti
prestazioni, sicurezza ed economicit. Architettura CLF Catania S.R.L.
Lobiettivo del seminario quello di richiamare le

caratteristiche dellarmamento ferroviario, Ing. Giuseppe Trapani
esaminare i metodi diagnostici tradizionali e Ing. Giovanni Palazzolo Ore 12:00 Quarto intervento programmato
innovativi, illustrare le principali tipologie delle Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani
macchine operatrici utilizzate.
Le specifiche tecniche e i metodi per la

Ore 10:00 Primo intervento programmato rilevazione e la diagnostica
Catania, Marted 10 giugno 2014 Dott. Ing. Fedele Di Matteo

Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura Lorigine del binario e la diffusione degli Gi Dirigente RFI S.p.A.
(DICAR)
scartamenti

Dott. Ing. Giuseppe Trapani Ore 13:00 Dibattito


Aula Magna Oliveri (Ingegneria)
Preside Sezione CIFI Palermo
Cittadella Universitaria, Viale Andrea Doria 6, Catania
Ore 13:30 Conclusione


Come raggiungerci:

In treno
Dalla Stazione Centrale di Catania: DICAR
AUTOBUS URBANI AMT linea 432 (Stazione Centrale -> Dipartimento di Ingegneria
Citt Universitaria); linea 449 (circolare Stazione Centrale); Civile e Architettura

TAXI nel piazzale antistante la stazione.
Radiotaxi: +39 095 330966

WORKSHOP
DICAR
In auto
DA NORD: uscendo dall'autostrada A18 Messina-Catania,
imboccare lo svincolo per San Gregorio; dopo circa 5 km Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura

prendere l'uscita per viale Odorico da Pordenone e
proseguire per circa 1 km fino alla Citt Universitaria; Il binario ferroviario e le
entrare dallingresso carrabile di via Santa Sofia 64.
DA SUD E DA OVEST: imboccare la Tangenziale di moderne tecniche
Catania in direzione Messina e proseguire fino ad
imboccare l'uscita Catania centro; dopo circa 5 km manutentive
prendere l'uscita per viale Odorico da Pordenone e
proseguire per circa 1 km fino alla Citt Universitaria;
entrare dallingresso carrabile di via Santa Sofia 64.


In collaborazione con:
AULA MAGNA OLIVERI
Catania, Marted 10 Giugno 2014
Aula Magna Oliveri (Ingegneria)
Cittadella Universitaria - Viale Andrea Doria 6

INGRESSO VIA S. SOFIA





Sezione di Palermo

LA TERMICA DEL BINARIO

Costituzione e controllo
della LUNGA ROTAIA SALDATA

ANDREA TREFFILETTI
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) Qualificazioni
RFI Categorie B1, C2
095 0931152 095 241945 cielleef f e@tiscali.it Italferr Categoria C
0
DILATAZIONE TERMICA

Sottoponendo una barretta metallica, libera di dilatarsi, ad una


variazione di temperatura, questa subir una variazione di lunghezza che
pu essere calcolata con la formula:

l L T
con:
= coefficiente di dilatazione termica lineare = 0,0000115 [C-1] per lacciaio
L = lunghezza iniziale della barretta [m]
T = variazione di temperatura espressa in C

La stessa variazione di lunghezza l pu essere ottenuta anche applicando una forza F alla barretta:

F L con:
l A = area della sezione trasversale della barretta
EA E = modulo di elasticit longitudinale dellacciaio = 20.601.000 N/cm2
Eguagliando le due espressioni otteniamo la forza assiale F di trazione o compressione che nasce in una
barretta, sottoposta a variazione di temperatura T, la cui dilatazione risulti impedita:

F E A T
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
1
SOVRASTRUTTURA FERROVIARIA

SOVRASTRUTTURA FERROVIARIA:
1. ROTAIE
2. ORGANI DI ATTACCO BINARIO ARMAMENTO
3. TRAVERSA
BALLAST FERROVIARIO

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
2
EFFETTI DELLAZIONE TERMICA

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
3
VINCOLI DEL BINARIO GIUNTATO

Ad impedire la libera dilatazione della rotaia intervengono:

Resistenza dattrito opposta dagli organi di giunzione Rg.

Resistenza della massicciata Rm.

Luce max 14 mm

Organi di giunzione Massicciata ed organi di attacco

La resistenza che nasce per effetto degli organi di attacco


superiore a quella che si sviluppa tra traverse e
massicciata.

LE TENSIONI CHE NASCONO NELLA ROTAIA FANNO MUOVERE TUTTO IL BINARIO (traverse + rotaie).
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
4
DAL BINARIO GIUNTATO ALLA LRS

In un binario giuntato con rotaie di 36 m la dilatazione termica interessa lintera lunghezza della rotaia La
ad eccezione del punto di mezzo che per ragioni di simmetria si ritiene fisso.

IN UN BINARIO GIUNTATO LA LUNGHEZZA DELLA ROTAIE E TALE PER CUI LA SOMMA DELLA RESISTENZA
DELLE GIUNZIONI (Rg) E DELLA MASSICCIATA (Rm) E INFERIORE ALLE TENSIONI CHE SI SVILUPPANO PER
VIA DELLE ESCURSIONI TERMICHE.

IL BINARIO SUBISCE SPOSTAMENTI PER


EFFETTO DELLE ESCURSIONI TERMICHE
QUANDO NMAX > Rg+Rm

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
5
DAL BINARIO GIUNTATO ALLA LRS

possibile a questo punto calcolare la lunghezza Lb delle rotaie per cui si ha uguaglianza, alle
temperature estreme, tra resistenze ed azioni termiche.
LA LUNGHEZZA Lb VIENE ANCHE DEFINITA LUNGHEZZA LIMITE E RAPPRESENTA LA CONDIZIONE PER CUI
NMAX = Rg+Rm
LA LUNGHEZZA LIMITE Lb DIPENDE DA:
Resistenza delle giunzioni Rg [59 kN]
Resistenza della massicciata Rm [N/m x Lb/2]
Area della sezione della rotaia A [m2]
Escursione termica [tmax-tmed]*

Rg Rm F E A tmax tmed
Rg Rm 2370000 A 60 25

Il valore di Rm [N/m] dipende dal tipo di traverse


adottate (CAP o LEGNO) e va moltiplicato per la
lunghezza della semisezione.
Anche larea A della sezione della rotaia legata al tipo di
profilo scelto.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
6
DAL BINARIO GIUNTATO ALLA LRS

Eseguendo i calcoli per rotaie tipo 60E1 con traverse in CAP si ottiene il valore di 131m che viene
arrotondato a 144m per ragioni di fabbricazione delle rotaie.

La costituzione della LRS ammessa solo per rotaie con profilo tipo 50E5 o 60E1

La tabella riporta le lunghezze limite Lb di tratti di binario per cui possibile costituire LRS.

Oltre tali lunghezze avremo la presenza di un tratto centrale IMMOBILE.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
7
DAL BINARIO GIUNTATO ALLA LRS

Per tutti i valori di lunghezza Lc > Lb avremo la presenza di una ZONA CENTRALE A-B IMMOBILE mentre a
subire dilatazioni o contrazioni saranno sempre le antenne laterali di lunghezza pari ad Lb/2.
E POSSIBILE IN QUESTO MODO ABBANDONARE IL BINARIO GIUNTATO A
VANTAGGI:
FAVORE DELLA LUNGA ROTAIA SALDATA.
Miglioramento del confort di marcia con la
scomparsa delle caratteristiche vibrazioni ritmiche
indotte sui convogli.
Riduzione della manutenzione sia a carico delle
rotaie che che materiale rotabile.

Lb/2 Lb/2

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
8
DAL BINARIO GIUNTATO ALLA LRS
CONDIZIONE DI
BINARIO GIUNTATO EQUILIBRIO LRS

Lb/2 Lb/2

IL BINARIO SUBISCE
SPOSTAMENTI PER
NMAX = Rg+Rm NMAX < Rg+Rm
EFFETTO DELLE DETERMINIAMO Lb TRATTO AB
ESCURSIONI TERMICHE IMMOBILE
QUANDO Rg Rm F E A tmax tmed

NMAX > Rg+Rm Rg Rm 2370000 A 60 25

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
9
DETERMINAZIONE DELLA TEMPERATURA DI REGOLAZIONE

Preliminarmente alla realizzazione della LRS occorre determinare la


TEMPERATURA DI REGOLAZIONE TR in modo da indurre nella rotaia uno
stato tensionale che risulti medio rispetto ai valori estremi di trazione o
compressione che nascono per effetto delle escursioni termiche.

In prima istanza si determina il valore


della temperatura media TM sulla
base di rilevamenti di durata almeno
triennale delle temperature del
binario.

Si ottiene quindi TR come:


TR=TM+5c per linee fino a 200km/h
TR=TM+10c per linee oltre 200km/h

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
10
DETERMINAZIONE DELLA TEMPERATURA DI REGOLAZIONE

Lincremento di TR rispetto alla temperatura ideale media TM deriva dalla


necessit di cautelarsi contro le dilatazioni eccessive spesso causa di
slineamenti.
In mancanza di rilevamenti termici locali si fa riferimento a TM=25c.
In ogni caso a binario in esercizio occorrer verificare TM valutando di volta in volta lopportunit di
una nuova regolazione nel caso in cui si registrano scostamenti superiori a 3c.

IN SICILIA LA TEMPERATURA DI REGOLAZIONE TR E FISSATA A 33C


C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
11
REQUISITI PER LA COSTITUZIONE DELLA LRS

Binario dotato di rotaie nuove od usate servibili in buono stato, dei profili 50E5 ed 60E1.
Traverse, in buone condizioni, poste agli interassi prescritti e massicciata, costituita da pietrisco di
pezzatura regolare, avente le sagome previste.
Deviatoi muniti di cuori monoblocco in acciaio fuso al Mn.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
12
GIUNZIONE ESTREMA

Quando a causa di uno dei motivi di impedimento alla costituzione della LRS
necessario interrompere il binario saldato, occorre interporre una luce di
dilatazione detta GIUNZIONE ESTREMA che collega la LRS alla CAMPATA POLMONE.
La CAMPATA POLMONE una campata di binario della lunghezza di 36 m
realizzata con giunzioni affacciate che serve a proteggere binario giuntato e
punti singolari a valle da anomale dilatazioni del binario in LRS.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
13
PUNTI SINGOLARI

La normativa ferroviaria indica quali punti particolari ai fini della costituzione della LRS:

SCAMBI CON CUORE MONOBLOCCO

TRAVATE METALLICHE SENZA MASSICCIATA

PASSAGGI A LIVELLO

Questi punti singolari devono


ricadere nella tratta centrale
di LRS che non subisce
spostamenti per cui devono
distare almeno 100m, nel caso
di traverse in CAP, o 150m, nel
caso di traverse in legno,
dallestremit della LRS.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
14
PUNTI SINGOLARI

Nei casi in cui tale distanza fra estremit e punto singolare non pu essere
rispettata, la l.r.s dovr arrestarsi prima dei punti singolari che dovranno
essere protetti da una campata polmone di 36 metri.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
15
PUNTI SINGOLARI TM E DEVIATOI

Per le travate metalliche senza massicciata la normativa impone lutilizzo di


due campate polmone da 36m.
Nel caso dei deviatoi non inseribili in LRS si proceder isolandoli sia lato
punta che lato tallone con delle serraglie direttamente saldate di lunghezza
variabile da 12 a 18m seguite da una campata polmone di 36m.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
16
GALLERIE

In presenza di tratti in curva


ricadenti in galleria di
lunghezza superiore a 150m
ammessa la costituzione
della LRS per qualsiasi valore
del raggio.

Se lestesa della galleria inferiore a 150m il binario deve invece essere


considerato come binario allo scoperto.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
17
GALLERIE

Nelle gallerie con lunghezza superiore a 150m la regolazione della LRS


viene eseguita soltanto per le antenne di 75m a contatto con il binario allo
scoperto. Il tratto interno pur essendo saldato non necessita di regolazioni.
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
18
COSTITUZIONE DELLA LRS

La costituzione della LRS rappresenta quel complesso di operazioni da


pianificare con specifica progettazione volte a garantire che il binario
presenti uno stato tensionale nullo nel momento in cui si trova a
temperatura TR.

La regolazione delle tensioni si pu ottenere mediante:


Riscaldamento naturale serrando il binario sulle traverse a temperatura TR 3c.
Mediante lutilizzo del MORSETTO TENDIROTAIE.

In entrambe i casi occorre determinare lallungamento da imprimere al


binario per annullare le tensioni a temperatura TR :

con:
l L T
= coefficiente di dilatazione termica lineare = 0,0000115 [C-1] per lacciaio
L = lunghezza del tratto di binario da regolare. [m]
T = differenza tra la temperatura di regolazione T R e la temperatura Teff a cui si trova la rotaia allatto della regolazione

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
19
COSTITUZIONE DELLA LRS

La regolazione delle tensioni interne, per la costituzione delle LRS, pu


essere effettuata solo quando la temperatura effettiva Teff di rotaia (libera
dagli organi di attacco e poggiata sui rulli di scorrimento) non supera
quella di regolazione prescritta TR.

La regolazione si effettua con il binario gi saldato in continuo e nel suo


assetto plano-altimetrico definitivo.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
20
COSTITUZIONE DELLA LRS
La regolazione del binario continuo avviene per successive sezioni la cui
estesa dipende:
In primo luogo dalla geometria del tracciato
In seconda istanza dalla presenza di punti caratteristici (TM, PL, deviatoi, gallerie)

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
21
COSTITUZIONE DELLA LRS

Le sezioni vanno da punto fisso a punto fisso e la loro estesa viene


progettata sulla base dei dati geometrici del tracciato.
Alcuni punti caratteristici quali PL, deviatoi, gallerie impongono punti fissi
obbligati.

Materializzati sul posto i punti fissi si procede allindividuazione del


GIUNTO DI REGOLAZIONE che generalmente disposto nella mezzeria
della campata di binario da regolare.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
22
COSTITUZIONE DELLA LRS

In corrispondenza del giunto di regolazione viene eseguito il taglio del


binario con lausilio di segarotaie o di troncatrice a disco.

Il taglio deve presentare una luce pari allallungamento L=LT calcolato


per ogni sezione pi 2426 mm necessari per la successiva saldatura,
meno 23mm di compensazione per il ritiro della saldatura in fase di
raffreddamento.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
23
COSTITUZIONE DELLA LRS
Eseguito il taglio della rotaia, si allentano gli organi
dattacco della traversa in corrispondenza dei punti
fissi e si traccia un riscontro sulla suola di ciascuna
rotaia allaltezza della spalletta della relativa piastra di
fissaggio. Loperazione ha lo scopo di isolare quella
traversa da qualsiasi azione possa essere indotta al
binario dalle successive operazioni di regolazione.

Si allentano poi tutti gli


organi di attacco partendo
dal GR verso i PF ad
esclusione delle ultime 30
traverse che rimangono
serrate.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
24
COSTITUZIONE DELLA LRS

Per essere certi che il binario sia libero di scorrere si procede al sollevamento
tramite leve ed allinserimento ogni 15 traverse di un rullo di scorrimento
perpendicolarmente allasse della rotaia rimuovendo la piastra di isolamento.

La verifica delleffettiva
liberazione delle rotaie da
attriti legati al serraggio o
alla presenza di traverse
fuori squadro condizione
fondamentale per la
buona riuscita della
regolazione.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
25
COSTITUZIONE DELLA LRS

Si applica a questo punto il morsetto tendirotaie a cavallo del giunto


regolazione e si d avvio al tiro delle rotaie di entrambe le semisezioni.
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
26
COSTITUZIONE DELLA LRS

Precedentemente, al fine di valutare il regolare ed uniforme allungamento della rotaia, si


era suddivisa ogni semisezione in quarti.
Per ogni quarto si traccia un riscontro relativo alla posizione originaria della rotaia ed un
segnale in corrispondenza dellallungamento da realizzare per ciascun quarto.
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
27
COSTITUZIONE DELLA LRS

Raggiunto lallungamento calcolato per ogni tratto, mantenendo sempre il


morsetto tendirotaie in presa, si vanno ad allentare le 30 traverse lasciate
precedentemente serrate pi 20 traverse del tratto contiguo di LRS gi regolato.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
28
COSTITUZIONE DELLA LRS

Si pu cos controllare che il punto fisso, segnato con apposito riscontro allinizio della regolazione, non
abbia subito spostamenti superiori a 2mm.
In caso contrario occorre procedere manovrando il morsetto tendirotaie fino alla coincidenza del
riscontro. Solo in questo modo possiamo essere certi di aver eseguito una buona regolazione senza
alterare le tensioni dei tratti gi regolati.
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
29
COSTITUZIONE DELLA LRS

A questo punto si procede serrando le traverse a partire dal giunto di regolazione


verso il punto fisso (si lasciano 20 traverse libere in corrispondenza del GR)
andando a serrare anche i 20 appoggi allentati oltre il PF.
Rimangono quindi libere solo 40 traverse a cavallo del GR.
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
30
COSTITUZIONE DELLA LRS

Si allineano le testate delle traverse predisponendole alla saldatura continuando a


mantenere il morsetto in presa.
Si dispone la forma per eseguire la colata andando a sigillare accuratamente i
bordi per prevenire la fuoriuscita della miscela fusa.
Si attende il raffreddamento della saldatura e si sgancia il morsetto tendirotaie.
LA SEZIONE E REGOLATA
C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
31
COSTITUZIONE DELLA LRS

A questo punto non resta che serrare i 40 appoggi rimasti liberi a cavallo del GR.
Si effettua la smerigliatura e la pulizia della saldatura con macchinario apposito e
pu riprendere di fatto la circolazione.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
32
CONTROLLO DELLA LRS

In presenza di binario in LRS risulta indispensabile verificare periodicamente che:

Non si verifichino indebolimenti delle resistenze opposte dalla massicciata a


causa di rimaneggiamenti o deconsolidamenti del pietrisco, riduzioni del suo
profilo o inquinamento.

Che non sussistano allentamenti o rotture degli organi di attacco nonch


fenomeni di scarsa tenuta tra traverse ed attacchi.

Che i difetti di geometria del binario siano contenuti nei limiti delle tolleranze
ammesse.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
33
CONTROLLO DELLA LRS

Per controllare i possibili spostamenti longitudinali e trasversali della LRS


necessario istituire due coppie di picchetti di riferimento con relativa bulinatura
sul fungo del binario.

Il confronto tra la posizione originaria del binario, materializzata attraverso un filo


in acciaio armonico che collega i due traguardi, e la bulinatura d la possibilit di
valutare lo stato di salute del binario.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
34
CONTROLLO DELLA LRS

La normativa ferroviaria sulla costituzione ed il controllo delle LRS RFI TC AR IT AR


01 008B del 16/05/2013 fornisce indicazioni sulla dislocazione lungo il tracciato
dei picchetti di controllo.

La normativa distingue anche le tipologie di traguardo da inserire in prossimit


della giunzione estrema della LRS o in corrispondenza del corpo del binario
saldato.

TRAGUARDI
CORPO LRS ESTRMITA LRS
N2 coppie di picchetti Una coppia di picchetti posti
distanti tra loro 120m, ogni ad un metro dalla testata
500-600m circa. affacciata allestremit della
LRS.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
35
CONTROLLO DELLA LRS

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
36
CONTROLLO DELLA LRS

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
37
CONTROLLO DELLA LRS

SPOSTAMENTI LONGITUDINALI:
Bisogna tenere conto del fatto che ogni mm di differenza di lunghezza tra le coppie
di picchetti posti a distanza di circa 120 m luno dallaltro equivale ad una staratura
del binario di:

83
T 0,7C
L

con:
T = staratura del binario rispetto alla TR [C]
L = distanza tra i picchetti di controllo [circa 120m]

Per la determinazione della variazione della distanza si procede rilevando lo


spostamento della bulinatura rispetto alla prima coppia di picchetti, andando a
sottrarre algebricamente lo spostamento della bulinatura rispetto alla seconda
coppia di picchetti (nellesempio avremo 18mm di staratura corrispondenti a circa
+12.5C rispetto alla temperatura TR).

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
38
CONTROLLO DELLA LRS

SPOSTAMENTI TRASVERSALI:
Ogni centimetro di deformazione permanente generalizzata riscontrata su curve di
raggio stretto verso linterno comporta un abbassamento della temperatura di
regolazione pari a:
883
T
con:
R
T = staratura del binario rispetto alla TR [C]
R = raggio della curva espresso in metri

In relazione allentit delle starature rispetto alla TR saranno disposti di volta in volta
i relativi provvedimenti da adottare che possono andare da una semplice
intensificazione dei controlli nei periodi di forte caldo o freddo, al rallentamento, ad
una nuova regolazione delle tensioni a seguito del ripristino della geometria del
binario.

C. L. F. Catania Srl - www.clf -catania.it studio@pec.clf -catania.it - Corso Sicilia n97 (95131) Catania (CT) - 095 0931152 095 241945 - cielleef f e@tiscali.it
39