Sei sulla pagina 1di 4

Ing. Luigi Di Francesco via G. De Falco 26 - 81100 Caserta tel .

0823 44 42 45

LISOLAMENTO
ACUSTICO DELLE
ABSTRACT

ABITAZIONI Tecniche e materiali per lisolamento acustico delle


abitazioni, aspetti realizzativi.

Luigi Di Francesco
http://ingldif.wix.com/intech_ingegneria
http://www.intechegineering.altervista.org/
Ing. Luigi Di Francesco via G. De Falco 26 - 81100 Caserta tel .0823 44 42 45

Sommario
1 Premessa ................................................................................................................................................... 2
2 Rumori impattivi ........................................................................................................................................ 3
3 Isolamento delle pareti di separazione tra alloggi. ................................................................................... 3
4 Isolamento delle pareti esterne ................................................................................................................ 3
5 Rumori prodotti dagli impianti .................................................................................................................. 4

1 Premessa
Nelle nostre case siamo sottoposti a diversi tipi di disturbo:
rumori aerei, provenienti dall'esterno o dai vicini;
rumori impattivi, provenienti da calpestio al piano superiore, dei giochi, ecc;
rumori di impianti di riscaldamento, sanitari, ecc.

Tuttavia, creare un ambiente acusticamente confortevole semplice, se in fase di progettazione ed esecuzione dei
lavori di costruzione si adottano gli opportuni accorgimenti adottando prodotti di buona qualit, posti in opera con le dovute
accortezze e sulla base di una attenta progettazione acustica.
A volte in fase di cantiere basta un poco di attenzione in pi per ottenere, a costo zero o quasi, risultati che
successivamente sarebbe difficile ottenere se non in maniera parziale ed a costi elevati.
In genere con questi accorgimenti si consegue un risultato duplice, in quanto con una scelta opportuna i materiali
utilizzati per lisolamento termico possono servire anche per lisolamento acustico e viceversa, ottenendo ambienti
acusticamente e termicamente confortevoli, realizzando nel contempo un significativo risparmio energetico, che alla lunga
ripaga ampiamente di qualche maggiore spesa .

Difatti, possibile risolvere le problematiche legate allisolamento termico e acustico, tra i materiali pi utilizzati
ci sono le lane minerali e materiali plastici.
Ovviamente non tutti i materiali utili per lisolamento acustico sono anche adatti per lisolamento acustico, cos
come quelli per lisolamento acustico, non sono necessariamente adatti per lisolamento termico, ma avendo una discreta
conoscenza del loro comportamento,
possibile fare delle scelte oculate,
efficaci ed economicamente
convenienti.
Tra i prodotti utilizzati per
lisolamento termoacustico troviamo la
lana roccia, la lana di legno, la lana di
vetro, polistirene espanso, poliuretano e
lana da insufflaggio che presenta ottime
caratteristiche di isolamento termico ed
assorbimento acustico, riducendo rischi
di condensa

Come si diceva i rumori cui siamo esposti possono avere diversa origine, possono infatti provenire da:
1. rumori impattivi sul solaio del piano superiore
2. rumori prodotti negli appartamenti che ci raggiungono attraverso le pareti di separazione fra gli
appartamenti
3. rumori generati nellambiente esterno (rumori stradali, attivit lavorative, etc.)
4. rumori prodotti dagli impianti(quali ascensori, condizionatori, colonne idriche di scarico o di
alimentazione idrica degli appartamenti, sciacquoni, etc.).

Questi rumori si propagano attraverso diverse vie di trasmissione, per cui per avere un buon isolamento bisogna
interromperle tutte, il che risulta piuttosto difficile dopo la realizzazione delledificio, in quanto una volta realizzata la
Ing. Luigi Di Francesco via G. De Falco 26 - 81100 Caserta tel .0823 44 42 45

costruzione, si possono intercettare alcune vie di trasmissione, ma risulta molto difficoltoso se non del tutto impossibile
interrompere i ponti acustici costituiti dai nodi in cui si incontrano le pareti e queste ed i solai.

2 Rumori impattivi
In particolare mentre piuttosto semplice, anche se non
particolarmente economico isolare le pareti, non altrettanto semplice
isolare i soffitti, in quanto occorrerebbe rifare i pavimenti ponendo al disotto
degli stessi un tappetino resiliente (accorgimento da prendere in
considerazione quando si rinnovano i pavimenti). Successivamente si pu
prevedere la realizzazione di un controsoffitto opportunamente isolato al
piano di sotto, con costi ovviamente pi alti.

3 Isolamento delle pareti di separazione tra alloggi.


Per quanto riguarda invece le pareti in fase dopera si pu intervenire con
pareti di separazione pi pesanti, al di sotto delle quali occorre inserire delle fasce
resilienti per isolarle dal solaio mentre ad isolarle dal pavimento si opera attraverso
i risvolti del tappetino
sottopavimento di cui si diceva
sopra. Oppure si possono
realizzare doppie pareti in cui
inserire materiali
fonoassorbenti, quali lana di
roccia e simili.
Una volta realizzata
lopera si pu intervenire
realizzando delle contropareti in
cartongesso, anche in questo caso si inseriscono nellintercapedine
materiali fonoisolanti e fonoimpedenti.

4 Isolamento delle pareti esterne


Interventi dello stesso genere con luso di contropareti possono essere realizzate anche per la correzione acustica
delle pareti esterne, ma in questo caso esse, da sole hanno un effetto molto limitato, in quanto il punto debole delle pareti
esterne negli infissi. Difatti, anche una parete muraria perfetta con un elevato isolamento acustico inefficace, se al suo
interno sistemato un infisso il cui isolamento non parimente elevato e se, in particolare, i vetri non sono stati scelti con
la dovuta attenzione per assolvere alla funzione.
Difatti, gli infissi normalmente utilizzati, anche con buone
caratteristiche di isolamento termico, non sono adatti a fornire un buon
isolamento acustico, per ottenere il quale occorrono in generale vetri
tripli di diverso spessore, o vetri stratificati. Ma anche la posa in opera
dei non meno critica come pure le caratteristiche del serramento,
infatti i rumori passano anche attraverso il telaio, le guarnizioni di
battuta, la sigillatura fra telaio e falso telaio ed il cassonetto per
lavvolgibile. Tutti questi elementi devono essere curati e messi in opera
con la massima attenzione, in quanto anche il migliore degli infissi se
non posto in opera con la cura dovuta da risultati spesso insufficienti.
Ing. Luigi Di Francesco via G. De Falco 26 - 81100 Caserta tel .0823 44 42 45

5 Rumori prodotti dagli impianti


Il rumore prodotto dagli impianti rappresenta un aspetto critico del confort
acustico, in quanto per ottenere isolamento efficace
occorre operare sulla fonte di disturbo
eliminandone le vibrazioni e la trasmissione del
rumore attraverso le strutture.
Allo scopo bisogna innanzitutto non disporre
gli impianti nelle pareti di separazione fra gli alloggi,
prestare particolare attenzione allattraversamento
dei solai, inserire materiale resiliente fra le tubazioni
e le strutture e sostenerle con dispositivi elastici appositi per evitare il contatto diretto con
le pareti. Occorre, ancora, progettare oculatamente i percorsi delle tubazioni in modo da
evitare gomiti con angoli di deviazione troppo accentuati.
Analoghe accortezze vanno prese sia per gli impianti idrici che per quelli elettrici, in
questultimo caso va assolutamente evitato di inserire cassette di derivazione, cassette
portafrutto, quadri elettrici e canaline nelle pareti di separazione fra alloggi, al fine di non
diminuire gli spessori effettivi della parete con aperture e tagli che ne ridurrebbero le
caratteristiche di isolamento.
Come facile comprendere gli errori di posa in opera degli impianti sono impossibili
da correggere in una fase successiva, se non rifacendo in pratica limpianto stesso.
Per quanto questi aspetti progettuali e realizzativi siano spesso trascurati e
misconosciuti, non sono di difficile valutazione in fase progettuale, esistendo diversi metodi di calcolo per prevedere le
caratteristiche prestazionali dei componenti edilizi, sia presi singolarmente, sia una volta in opera e connessi fra loro, e
neppure sono di difficile realizzazione, purch si abbia una conoscenza anche non particolarmente approfondita della
problematica.

Ing. Lugi Di Francesco