Sei sulla pagina 1di 11

GIOVEDI’ 13 LUGLIO 13 luglio: audizione prof. Lucarelli ORE 16 nella Sala dell’orologio del Comune di Torino, via Palazzo di Città “TRASFORMAZIONE DI SMAT S.P.A. IN AZIENDA DI DIRITTO PUBBLICO”. audizione del professor Alberto Lucarelli, professore di diritto Costituzionale all’università degli studi di Napoli Federico II, in Relazione alla deliberazione del consiglio comunale 2017-01517/002 Commissione consiliare speciale sui servizi pubblici locali in seduta congiunta alla I Commissione consiliare permanente alla VI Commissione consiliare permanente CONVOCAZIONE: http://www.comune.torino.it/consiglio/documenti3/avvisi/20170713-

Accesso libero del pubblico ma senza diritto di intervento

ORE 20 Spazio Sociale VisRabbia Via Galinié 40, Avigliana CENA CONDIVISA : porta ciò che vorresti mangiare. ORE 22 : “LA GOGNA” spettacolo teatrale di Michelon Dei Folli, con Andrea Mineo in sostegno e solidarietà alla lotta No tav. Sostegno poetico e politico. “La gogna è un corto teatrale della durata di circa 20 minuti. Tema centrale è l’oppressione e la capacità e la voglia di resistervi.

I livelli con cui viene sviluppato il tema sono due: il corpo dell’attore e la parola.

Il corpo offeso, ferito, violato mostra le nefandezze e la brutalità di ogni tipo di coercizione ma continua a rialzarsi a gridare. La parola fatta di insulti e violenza passa dalla bocca del boia a quella dell’uomo in gogna che la fa propria e la trasforma attraverso emozioni, sentimenti e ideali in qualcosa che niente e nessuno può cancellare.

La gogna, che imprigiona l’attore sin dall’inizio dello spettacolo, si trasforma, durante l’azione, nel tricolore italiano che, invece di essere un vessillo da sventolare e di cui essere orgogliosi, mostra la sua vera faccia di cappio e sudario per tutti quelli che pensano fuori dal coro e che paradossalmente sono l’unico coro che ha qualcosa di proprio ed intenso da dire….”

ORE 17.30 a Roma al Campidoglio MOBILITAZIONE : “NESSUNA PERSONA È ILLEGALE” “A Roma hanno acceso il fuoco dei razzismi ma i problemi della città non sono i migranti. È ora di riconoscere che nessuna persona è illegale.

Il prodotto interno lordo della città di Roma non cresce dando la caccia ai profughi,

migranti e rom. Il taglio al trasporto pubblico locale, che isola le periferie ed i suoi abitanti, non è opera di rom e profughi. La carenza di case popolari, la perdita dei posti di lavoro e la crescente disuguaglianza sociale non sono dovuti alla presenza dei migranti. Neanche la cementificazione, l’inquinamento dell’aria e l’abbandono in cui vengono

lasciate le periferie sono una loro responsabilità. Scaricare le proprie inadeguatezze sui cosiddetti "diversi" è accendere il fuoco dei razzismi….”

RETATE, NASONI E CASETTE: CRONACHE DALLA CITTÀ ILLEGALE “Piccoli e grandi segnali, fatti che si ripetono quotidianamente, nuove norme e prassi che si affermano, confermano la tendenza che a Roma - per quanto riguarda il governo della città, chiunque sia a determinarlo - diventa regola: garantire gli interessi di pochi in disprezzo del diritto alla vita dignitosa di tutti… ” http://www.dinamopress.it/news/retate-nasoni-e-casette-cronache-dalla-citta-illegale

Piccoli e grandi segnali, fatti che si ripetono quotidianamente, nuove norme e prassi che si affermano, confermano la tendenza che a Roma - per quanto riguarda il governo della città, chiunque sia a determinarlo - diventa regola garantire gli interessi di

VENERDI’ 14 LUGLIO ORE 19- 22 Cavallerizza Reale via Giuseppe Verdi 9, Torino ASSEMBLEA CITTADINA NO G7 TORINO “…Seconda assemblea cittadina, che segue al lavoro dei tavoli tematici, per confrontarci sulle diverse proposte emerse nei tavoli e per fare un altro passo in avanti nella costruzione delle giornate del G7….”

ORE 21 presso il Circolo Amici del Cels, in Borgata Morliere, Frazione Cels (Exilles) “LA LUNGA RESISTENZA: 1936-1945 DALLA SPAGNA ALL'ITALIA” Film di Luciano D'Onofrio e Italo Poma (Italia, 2016, 40'). Intervengono gli autori e il gruppo musicale «La Desbandà» con Angeles Aguado. “Nelle storie della Resistenza italiana sovente aleggia la figura del reduce della Guerra di Spagna, più grande d'età dei giovani saliti sulle montagne. Il webdocumentario La Lunga Resistenza vuole raccontare la storia personale e collettiva anche attraverso documentazioni inedite e testimonianze dirette di coloro che furono i primi a combattere con le armi il nazi-fascismo. Persero in Spagna, ma in una "lunga resistenza" durata quasi dieci anni contribuirono con uomini, capacità e ideali alla liberazione dal nazi-fascismo per una nuova Europa”. Inizio della IV edizione della rassegna cinematografica ERRE 70 in Alta Valle di Susa http://www.artemuda.it/erre-70-cinema-in-alta-valle-di-susa

ERRE 70 - Cinema in Alta Valle di Susa - artemuda.it www.artemuda.it In occasione del

In occasione del settantesimo anniversario della Repubblica e del diritto di voto delle donne, ERRE 70 in Alta Valle di Susa sceglie per la sua terza edizione di

SABATO 15 LUGLIO ORE 18 al presidio NOTAV Picapera di Vaie, PRESIDIO FIORITO Abbellimento floreale, porta anche tu fiori, piantine, terriccio per costruire delle aiuole… non dimenticarti i guanti e gli attrezzi! Per tutta la giornata saranno presenti le bancarelle di produttori e artigiani di con i prodotti della nostra terra…per una spesa etica e sostenibile! APERICENA AGRICOLO Tra le bancarelle potrete degustare le fantastiche pietanze a KM 0 dei produttori di Genuino Valsusino! MUSICA PER TUTTI con il gruppo “La Vos Negra” e Dj Baggiano. Organizzano: Comitati NOTAV Chiusa S.Michele S.Antonino Vaie Sarà presente il MarcioBar, un bar in marcia con i No Tav

DA LUNEDÌ 17 A DOMENICA 23 LUGLIO AL PRESIDIO DI VENAUS CI SARÀ IL 18° CAMPEGGIO NO TAV “….Come tutti gli anni ci ritroviamo nella valle che Resiste per confrontarci su vari temi e continuare la lotta. Questo campeggio si inserisce in un anno in cui la controparte ha tentato con soffocante militarizzazione e il proseguo delle azioni giudiziarie di fiaccare una protesta collettiva che però non fa passi indietro. Il nostro No, irriducibile, è la garanzia del successo della lotta! Dopo la passeggiata dell’8 luglio che in centinaia ci ha visti rivendicare il diritto alla libertà di movimento su questo territorio, vogliamo che questa settimana sia un’occasione per stare insieme con tutti gli amici che arriveranno anche da lontano e per continuare la lotta, cercando di spiazzare l’avversario inventandoci sempre nuove proposte….” PROGRAMMA DI MASSIMA: http://www.notav.info/post/18-campeggio-no-tav-dal-17-al-

18° campeggio No Tav dal 17 al 23 luglio. Programma www.notav.info Inizia lunedì 17 luglio

Inizia lunedì 17 luglio il campeggio di lotta No Tav a

Venaus che durerà fino a domenica 23 luglio. Come tutti gli anni ci ritroviamo nella valle che Resiste per confrontarci su vari temi e continuare la lotta. Questo campeggio si inserisce in un anno in cui la controparte ha tentato con soffocante militarizzazione e il proseguo delle azioni giudiziarie

di fiaccare una protesta collettiva che però non fa

passi indietro. Il nostro No, irriducibile, è la garanzia del successo della lotta! Dopo la passeggiata dell'8 luglio che in centinaia ci ha visti rivendicare il diritto alla libertà di movimento su questo territorio, vogliamo che questa settimana sia un occasione per stare insieme con tutti gli amici che arriveranno

anche da lontano e per continuare la lotta, cercando

di spiazzare l'avversario inventandoci sempre nuove

proposte. Questo programma probabilmente subirà ancora delle variazioni, nel frattempo organizzate tenda, sacco a pelo e la voglia di [ ]

ALCUNE INDICAZIONI PER VIVERE AL MEGLIO QUESTI GIORNI INSIEME:

/ Per il campeggio: VIVERE E LOTTARE INSIEME IN UNA VALLE

per capire insieme la delicatezza del vivere e lottare insieme in una valle alpina. un esempio, il presidio e la comunita’ di venaus. da anni, sia a venaus che a

LUNEDI’ 17 LUGLIO ORE 18 presidio NOTAV di Venaus ASSEMBLEA DI INIZIO CAMPEGGIO con definizione anche delle regole organizzative ORE 20 : PIZZATA BENEFIT per caldaia Spazio Popolare Neruda ORE 21 : RIUNIONE FESTIVAL ALTA FELICITÀ.

ORE 21 Presso Gabrio Via Millio 42, Torino ASSEMBLEA21, APERTA A TUTTI I GRUPPI E CITTADINI “L’EMERGENZA DEI CONTI PUBBLICI E LA SOLUZIONE CONCRETA DEI PROBLEMI. I DIRITTI VANNO PRIMA DEL PAREGGIO DI BILANCIO” VEDI AGGIORNAMENTI : http://assemblea21.blogspot.it/

La decisione del Comune di porre rimedio a problematiche che da tempo scontano la mancanza di interventi ser, solamente ricorrendo a restrizioni di tipo commerciale e

Assemblea21. 266 likes · 3 talking about this. attivare anche a Torino un percorso di trasparenza e partecipazione con la cittadinanza, come già avvenuto in altre municipalità italiane ed estere

MARTEDI’ 18 LUGLIO ORE 11 presidio NOTAV di Venaus “ABITARE I TERRITORI, QUARTIERI POPOLARI TRA MADRID A BARCELLONA” Dibattito con esperienze dirette a confronto tra Spagna e nostre realtà locali. ORE 13 : PRANZO A CURA DEI CAMPEGGIANTI ORE 18 : ASSEMBLEA NO TAV ALLARGATA. L’ASSEMBLEA NOTAV di NOTAV Torino e Cintura delle 21 al Fenix è spostata al 25 luglio per permettere la partecipazione a questa assemblea ORE 20: CENA

MERCOLEDI’ 19 LUGLIO CAMPEGGIO NOTAV al presidio NOTAV di Venaus:

MATTINATA DEDICATA ALLO SPORT POPOLARE ORE 12: APERIPRANZO ALLA COLOMBERA nei terreni NOTAV presso il cancello della centrale elettrica di Chiomonte ORE 2O CENA a cura di NOTAV Torino e cintura. ORE 21: “NON ESISTE UNA RIVOLUZIONE INFELICE” presentazione del libro con l 'autore Marcello Tare e la partecipazione di Maurizio Poletto di Una Montagna di libri ORE 22 : SERATA MUSICALE WRONG MAESS (musica elettronica dal vivo)

INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA:

DA GIOVEDI’ 27 A DOMENICA 30 LUGLIO 17 A VENAUS:

“FESTIVAL ALTA FELICITÀ 2017”

http://www.altafelicita.org/ VIDEO PROMOZIONALI:

ALTRE INIZIATIVE SU :

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA :

(VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135 Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/ Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ RETE Ambientalista - Movimenti di Lotta per la Salute, l'Ambiente e la Pace. http://rete-ambientalista.blogspot.it)

GIOVEDÌ 6 LUGLIO ALLENAMENTI DI ANTIFA BOXE IN PIAZZA SANTA GIULIA per la socialità del quartiere, in risposta alle cariche della polizia del 20 giugno . VIDEO: https://youtu.be/A5QT3QHwNhM

VENERDÌ 7 LUGLIO LA CONFERENZA DELLE NAZIONI UNITE HA ADOTTATO IL TRATTATO DI MESSA AL BANDO DELLE ARMI

NUCLEARI con 122 voti favorevoli, 1 contrario e 1 astensione. 7 luglio 17 Pressenza, Senzatomica e Rete Disarmo:

“INIZIA UNA NUOVA ERA PER IL DISARMO NUCLEARE”

Si

tratta di uno strumento internazionale legalmente vincolante, che entrerà in

vigore dopo la ratifica da parte di almeno 50 Paesi. Tale Trattato, per la prima volta nella storia, dichiara fuori legge le armi più distruttive che esistano, le uniche armi di distruzione di massa non ancora messe al bando. Si tratta di

ordigni la cui inumanità è stata più volte sottolineata nel corso dei negoziati e la volontà di bandirle emerge chiaramente dall’Articolo 1 del Trattato, che vieta da un lato di sviluppare, testare, produrre, acquisire, possedere ma anche trasferire o ricevere il trasferimento, consentire la dislocazione di armi nucleari e altri dispositivi esplosivi nucleari, dall’altro di incoraggiare, indurre, assistere o ricevere assistenza per una qualsiasi delle suddette attività. Inoltre, non solo è fatto esplicito divieto dell’impiego delle testate, ma anche la “minaccia d’uso” è proibita, raccogliendo così molte delle istanze della società civile internazionale e degli Stati pionieri della cosiddetta Iniziativa Umanitaria che ha portato al voto odierno di New York… ”

SABATO 8 LUGLIO SI È SVOLTA LA PASSEGGIATA DA VENAUS ALLA CLAREA PER LA LIBERTÀ DI MOVIMENTO TG R del 08-LUG-2017 ore 1930

“Non sono certamente le Ordinanze con i Divieti ed i blocchi a fermare i coraggiosi oppositori al TAV che aggirando i blocchi ed inerpicandosi per i sentieri di montagna arrivano fino al cantiere per ribadire il NO al TAV e per rivendicare il diritto alla libera circolazione nei nostri territori”.

QUALCHE FOTO:

FOTO La Stampa al presidio di Venaus di Edoardo Sismondi

Da NOTAV Info :

“I NO TAV RIVENDICANO LA LIBERTÀ DI MOVIMENTO ….Una giornata di mobilitazione in cui oltre 300 No Tav, dal mattino all’ora di cena, si sono messi in marcia per ribadire, praticandolo, il diritto a muoversi liberamente sulla propria terra. L’avevamo detto: non avremmo accettato divieti e così è stato! E dunque sotto un sole cocente ci si è mossi dal presidio di Venaus per raggiungere l’abitato di Giaglione. Dopo un pranzo al sacco ed aver recuperato le energie, nel primo pomeriggio ci si è mossi verso la Clarea, direzione cantiere. Una metà di noi, quella più a suo agio nei sentieri tra i boschi, ha aggirato i posti di blocco presenti poco più in la, raggiungendo dopo circa un’ora e mezza di cammino la

tettoia a ridosso delle reti del cantiere…alla faccia dell’ordinanza!

L’altra metà , invece, ha proseguito lungo il sentiero maestro fino al cancello

costruito dalle forze dell’ordine, che è stato smontato e reso inefficace

che l’ingegno No Tav supera di gran lunga quello delle forze del dis-ordine…”

a dimostrazione

TG R del 09-LUG-2017 ore 1930

SAVIO, GESTIND ECC, LICENZIANO I LAVORATORI. INDAGINI DELLA POLIZIA PER IDENTIFICARE CHI HA VIOLATO L'ORDINANZA INTERDITTIVA dei sentieri di Giaglione INCENDIO NELLA GALLERIA PRAPONTIN forse provocato dai NOTAV!?

11 luglio 17 Frediani (M5s):

“FONDI DESTINATI ALLE AZIENDE VALSUSINE COLPITE DAI NO TAV MAI

UTILIZZATI. MISURA SOLO PER MOTIVI IDEOLOGICI"

…. abbiamo scoperto che i 500.000€ stanziati per offrire appoggio alle piccole e medie imprese danneggiate da “attentati e azioni violente connesse ai lavori della linea Torino Lione” (con delibera di giunta del 2014) non sono mai stati utilizzati per “complessità di attuazione”. Avevamo chiesto l’immediato ritiro di questa delibera poco dopo la sua emanazione. Abbiamo ricevuto in cambio il fermo diniego dell’assessore De Santis completato da una serie di interventi sprezzanti del consigliere Ferrentino, che non aveva perso occasione per confermare una conoscenza poco approfondita delle necessità della Valle, definendo questo atto come “fortemente richiesto dal territorio”. Ma oggi l’assessore Pentenero, rispondendo alla nostra interrogazione, attesta che non esiste alcuna sentenza che provi un’azione violenta di alcun gruppo sovversivo che abbia causato danni alle aziende coinvolte nei lavori della linea Torino Lione. Avevamo ragione noi. La delibera è stata scritta per essere esibita in modo del tutto strumentale nella battaglia contro il Movimento No Tav….”

LUNEDÌ 10 LUGLIO PRESENTATO DA TELT IL NUOVO PROGETTO DI VARIANTE DEL PROGETTO DEL TUNNEL DI BASE TORINO- LIONE

DOCUMENTI PROGETTO DI VARIANTE - CHIOMONTE:

AVVISO PUBBLICATO SUI QUOTIDIANI LA REPUBBLICA E LA STAMPA

Comprende una notifica ai sensi di legge per espropri di terreni legati

all'allargamento dell'attuale cantiere di Chiomonte : tra i terreni interessati ve ne sono alcuni acquistati in proprietà collettiva dai No Tav evidenziati in rosso nella

Dopo aver risposto nei mesi scorsi alle raccomandate di preavviso Telt, in migliaia i NOTAV si attrezzano a dare battaglia ad ogni passo dell'iter di esproprio.

TG R del 10-LUG-2017 ore 1930

Mario Virano, Direttore di TELT, la società italo-francese incaricata di realizzare la NL Torino-Lione, descrive il nuovo progetto che prevede il cantiere principale a Chiomonte e non più a San Giuliano di Susa. PER LA CORRETTEZZA D’INFORMAZIONE: Parlando delle “occupazioni temporanee” dei terreni necessarie per i lavori, dice che un migliaio di NOTAV hanno acquistato 170 mq: sono 1054 i NO TAV che hanno acquistato collettivamente 1278 mq. a cui si devono sommare gli 889mq acquistati da 63 persone!

11 luglio 17 Comunicato Stampa PRO NATURA Piemonte:

“LA VERA STORIA DEL CUNICOLO ESPLORATIVO DELLA MADDALENA DI CHIOMONTE Nel telegiornale del Piemonte delle 19,30 di lunedì 10 luglio l’arch. Virano, direttore di TELT (Tunnel Europeenne Lyon Turin) ha dichiarato che il cunicolo geognostico della Maddalena di Chiomonte è stato realizzato nei modi e nei tempi previsti. Anche in questo caso si tratta di un’affermazione non vera. I tempi di realizzazione del cunicolo previsti dal progetto definitivo erano 36 mesi, mentre invece i lavori sono terminati dopo 50 mesi, fermandosi però 500 metri prima del previsto. Lo scavo era iniziato il 1° dicembre 2012 ed è terminato il 1° febbraio 2017; considerato che sono stati scavati 500 metri in meno si può calcolare un aumento dei tempi del 50%, ciò che in un’opera ad appalto è considerato un fallimento. Eppure, ancora a fine dicembre 2013, nella relazione annuale in Prefettura, con le dichiarazioni ufficiali riportate da “La Valsusa” e da “Luna nuova”, Virano aveva garantito con fermezza, e va sottolineata la forza con la quale prese l’impegno, che l’opera sarebbe stata finita entro il 31 dicembre 2015. Quindi non si sarebbe perso il contributo europeo che scadeva in tale data. Per quanto riguarda i costi, il tunnel di 7020 metri (e non di 7550 metri come doveva essere) è costato 173 milioni di euro invece dei 143 milioni fissati dal CIPE: tenendo conto della parte non realizzata, l’aumento dei costi è stato del 29% e non si possono imputare i maggiori costi alla sicurezza, perchè questi oneri, compresi quelli per i mezzi meccanici messi a disposizione delle Forze dell’ordine, sono stati a carico del Ministero dell’Interno….”

FERMATE IL GASDOTTO TRANS-ADRIATICO Perché l’Europa non deve dare il proprio sostegno al TAP FIRMA LA LETTERA APERTA indirizzata alla Commissione Europea e alle banche pubbliche europee (la BEI e la BERS):

“Noi sottoscritti chiediamo l’immediata sospensione di tutti i lavori relativi al TAP e al Corridoio sud del gas. Sollecitiamo la Commissione Europea a riconsiderare il proprio supporto al gasdotto, e facciamo appello alla BEI e alla BERS affinché non investano fondi pubblici in questo progetto superfluo, ingiusto e finanziariamente imprudente.”

SALVARE LE VITE PRIMA DI TUTTO

“Un appello dopo l'intenzione del Governo Italiano di chiudere i porti alle navi delle organizzazioni umanitarie, un atto che condannerebbe a morte migliaia di persone sospese fra le persecuzioni subite nei paesi di origine, quelle patite in Libia e il diritto alla salvezza.

PETIZIONE :"PER L'USCITA DELL'ITALIA DALLA NATO - PER UN’ITALIA NEUTRALE." Obiettivo è quello di raggiungere 100.000 firme. PUOI LEGGERE E FIRMARE QUI:

APPELLO : TRUMP VUOLE L'OLEODOTTO. INTESA SANPAOLO LO FINANZIA. E TU DA CHE PARTE STAI? Incurante delle proteste provenienti da tutto il mondo, Donald Trump ha autorizzato la costruzione di un oleodotto di 1900 chilometri che trasporterà petrolio dal Dakota fino all'Illinois. Un progetto folle, che avrà un enorme impatto ambientale e distruggerà le terre degli indiani Sioux di Standing Rock. Banca Intesa Sanpaolo è tra i finanziatori! Unisciti a noi! Difendi la terra dei Sioux dal business senza scrupoli delle banche! FIRMA: http://www.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-dakota- pipeline/

FIRMA L’APPELLO PER LA LIBERTÀ DI DISSENSO, CONTRO IL CARCERE PREVENTIVO “Siamo le mamme delle ragazze e dei ragazzi di Torino sottoposti da diversi mesi a pesanti misure cautelari per aver partecipato a manifestazioni e iniziative antirazziste, antifasciste e in difesa del territorio.

Ci siamo riunite in gruppo «MAMME IN PIAZZA PER IL DISSENSO» per sostenere i nostri figli e le nostre figlie e denunciare la situazione di evidente ingiustizia che stanno vivendo. Vi preghiamo di leggere, diffondere e firmare il nostro appello. Nella città di Torino, 28 ragazzi e ragazze sono, da molti mesi, sottoposti a misure cautelari preventive molto dure. Non hanno rubato soldi pubblici, non hanno corrotto e non sono stati corrotti, non hanno cercato di trarre illeciti profitti personali, non hanno avvelenato l’aria con la polvere di amianto….”

RACCOLTA FIRME PER DENUNCIARE IL TENTATIVO DI METTERE FUORI LEGGE IL MOVIMENTO BDS

“Dopo la visita di Matteo Renzi in Israele, nel luglio 2014, e il suo discorso alla Knesset, il parlamento israeliano, nel quale affermò che chi boicotta Israele fa male a se stesso, È STATO PRESENTATO AL SENATO UN DISEGNO DI LEGGE PER METTERE FUORILEGGE IL MOVIMENTO BDS. All’indirizzo www.ism-italia.org/?p=5462 è possibile trovare il testo del disegno di legge e altre informazioni, tra le quali un articolo che descrive la visita del ministro Giannini in Israele il 2 giugno, visita durante la quale si è molto parlato di azioni contro il Movimento BDS….”

APPELLO DEL MOVIMENTO NOTAV:

UN INVESTIMENTO PER IL FUTURO: LA CASSA DI RESISTENZA

LANCIAMO QUESTO APPELLO PER COSTRUIRE UNA CASSA DI RESISTENZA E SOLIDARIETÀ CHE SIA IN GRADO DI TUTELARE TUTTI; uno strumento di autodifesa rispetto alle condanne ma al contempo un vero e proprio investimento per il futuro, un futuro fatto di lotte. Fermarci è impossibile! Sostieni il Movimento No Tav, sostieni la Cassa di Resistenza!” Di seguito gli estremi per i versamenti:

Conto BancoPosta Numero: 1004906838 Intestato a: DAVY PIETRO CEBRARI MARIA CHIARA IBAN IT22L0760101000001004906838

ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG E QUOTIDIANI IN ALLEGATO (VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/)