Sei sulla pagina 1di 6

Jacques T.

Godbout

Lo spirito
del dono
Con la collaborazione
di Alain Caill
NUOVA EDIZIONE AUMENTATA
C;A
Istituto Universitario Architettura Venezia

so
1325

Servizio Bibliografico Audiovisivo


e di Documentazione
Jacques T. Godbout
in collaborazione con Alain Caill

Lo spirito del dono


Nuova edizione aumentata

UNIVERSITA' IUAV DI VENEZIA


BIBLIOTECA G. ASTENGO
t'.-425 z
INV. ...............................................

Bollati Boringhieri
Indice

7 Prefazione e ringraziamenti

9 Introduzione. Il dono esiste (ancora)?


Il dono non esiste. Il dono ovunque, ro Pericoli e rifiuto del
dono, I4 Quando il dono costituisce sistema, 18 I beni al servi-
zio dei legami, 27

PARTE PRIMA I LUOGHI DEL DONO

33 I. Tre forme del legame sociale


37 2. Il legame interpersonale
Gli amici, 38 La famiglia, 40 Il ruolo della donna, 49 I figli:
dono od oggetto, 53 Babbo Natale, 57 Ereditare, 60 La fami-
glia: un sistema di debiti, 64
68 3. Quando lo Stato sostituisce il dono
Il dono del sangue, 70 La perversione del dono ad opera dello
Stato, 75 L'imposta non il dono, 78 Il dono agli sconosciuti, 82
86 4. Il dono tra estranei
I gruppi di aiuto reciproco: gli Alcolisti anonimi, 89 Il volonta-
riato, 95 Un dono moderno, roo
rn4 5. Il dono e la merce
Il dono al servizio degli affari, 104 Il mercato del!' arte, ro8 Il dono
di organi, r r 5
I2I 6. Il dona nella societ liberale
Dono e reciprocit. Le forme di restituzione del dono, r 2 r La spon-
taneit, la libert, il non-calcolo, r 24 Il mezzo il fine, r 26
6 INDICE

PARTE SECONDA DAL DONO ARCAICO AL DONO MODERNO

rp 7. Il dono arcaico: le lezioni dell'etnologia


Tre esempi di dono arcaico, l 3 3 Sulla natura cklla moneta nelle
societ selvagge, 146
8. Le interpretazioni classiche del dono arcaico
L'interpretazione economica, l 5 l L'interpretazione indige-
na , l 56 L'interpretazione scambista-strutturalista, l 57 L'eco-
nomicismo delle interpretazioni classiche, 163
r65 9. Dono arcaico e dono moderno
Dono arcaico e mercato, 165 La spirale del dono, 166 Lo strano
principio di alternanza, 171 La sistematicit del dono arcaico, 173
Riproduzione, dono, persona e socialit primaria, 175 La socia-
lit arcaica, 180 La socialit moderna, 184
r90 IO. Il passaggio al dono moderno
L'estraneo arcaico e l'estraneo feudale, 191 Prima rottura: il mer-
cato, 193 Seconda rottura: lo Stato, 198 La libert di produrre
di pi, 203 La dissociazione dell'utilitario e del gratuito, 206
Resistenze e contromovimenti, 2 lo

PARTE TERZA LO STRANO ANELLO DEL DONO

2r5 r r. Dono, mercato, gratuit


Il valore di legame, 2 l 7 La gratuit: esistono doni gratuiti ... ,
220 La regola dell'implicito, 234 E la libert mercantile?, 239
Dono e modelli deterministici, 243
246 r 2. Abbozzo per un modello del rapporto di dono
I due approcci dell'intelligenza artificiale, 248 Lo Stato e il mer-
cato, 251 Il dono, 254 Dono e sistemi intelligenti, 255 Un
anello di pi o un anello di troppo?, 256
259 Conclusione. Sotto gli scambi, il dono
Un ultimo elogio del mercato, 260 E la violenza?, 262 La libert
del dono, 266 Una metafora: il dono un attrattore strano, 268
Dono e Occidente, 269 Loro e noi, 271 A chi appartiene il
mondo attuale?, 277

28r Note
289 Riferimenti bibliografici
305 Postfazione alla nuova edizione, di Alain Caill
Bollati Boringhieri Saggi

Che cosa hanno in comune Babbo Natale, gli alcolisti


anonimi, il dono del sangue e degli organi, i regali di ogni
tipo e i servizi resi, il dono dell'artista e anche il dono rituale
delle societ arcaiche? Suscitata da una diffusa quanto
generalmente inespressa insofferenza verso un sistema
fondato nello stesso tempo sull'interesse egoistico e sulla
costrizione pubblica. sul mercato e sullo Stato, questa
domanda cerca la sua risposta nello studio del posto, spesso
insospettato, che occupa il dono a tutti i livelli della vita
sociale (la famiglia, il volontariato, la stessa impresa ... ) e nel
riesame del confronto tra dono arcaico (potlc, kuLa) e dono
moderno gi abbozzato dal grande antropologo Marcel
Mauss nel suo Saggio sul dono. Ne risulta la prospettiva
perfettamente praticabile, e difatti qua e l praticata,
del rafforzamento degli elementi di reciprocit gratuita
e nondimeno vincolante, presenti nella vita sociale.

Jacques T. Godbout, gi professore-ricercatore all'Institut


national de la recherche scientifique (rnRs) presso
l'Universit del Qubec, a Montral, fa parte dell'fnstitut
Kart Polanyi d'conomie politique di Montral e del
Mouvement anti-utilitariste dans !es sciences sociales
{MAuss) di Parigi. Dei suoi lavori sono disponibili in italiano
L'esperienza del dono. Nella famiglia e con gli estranei (Liguori,
1998) e, per i nostri tipi, Il linguaggio del dono (1998).

AJain Caill, professore di sociologia all'Universit di


Paris X - Nanterre e direttore della Revue du MAUSS,
autore tra l'altro di tre libri tradotti nelle nostre collane:
Mitologia delle scienze sociali (1988), Critica della ragione
utilitaria (1991) e Il terzo paradigma. Antropologia filosofica
del dono (1998).

In cbpert1na, Raffaello, Le Ire Grazie.

ISBN 88- 339-1433-X

1111 111111
9 788833 914336
22,00

Interessi correlati