Sei sulla pagina 1di 12

Giochi

di
Classe
2015
Spunti e proposte di attivit
Attivit e conoscenze
Parlare di conoscenze in ambito motorio costituisce una decisa apertura verso una concezione
personalistica delleducazione motoria, fisica e sportiva.
Lapprendimento delle conoscenze in ambito motorio un processo che si verifica quando gli
alunni vengono messi in condizione di sapere sempre cosa, come, quando e perch si pratica
una determinata attivit piuttosto che unaltra. Si tratta di un traguardo educativo al quale si
perviene attraverso un approccio pluridimensionale, cio costantemente attento agli aspetti
cognitivi, emotivi e sociali, oltre che motori.

Promuovere le conoscenze in ambito motorio significa quindi conferire alle attivit motorie una
valenza formativa sul piano educativo pi generale. Linsegnante deve promuovere la
partecipazione consapevole e critica dei suoi alunni, attraverso una comunicazione efficace, in cui
ogni proposta operativa comprenda spiegazioni, feedback e interazioni verbali, che integrino i
significati delle esperienze motorie vissute, in un clima di profonda reciproca empatia.

Si creeranno cos le condizioni che consentiranno agli alunni di acquisire sistematicamente tutte
quelle informazioni danno un senso a ci che si apprende.
Ciascuno di loro diventer competente non quando sapr fare, ma soprattutto quando sapr in
quanti modi e in quali situazioni potr utilizzare ci che ha appreso in quanto frutto di un
agire consapevole.

Larchivio personale delle esperienze acquisite il luogo nel quale esse vengono interiorizzate, rie-
laborate, interpretate, confrontate e associate tra loro sia in forma logica (causa/effetto,
spazio/tempo) che analogica (etica, valori, simboli); e in queste due forme esse saranno trasferibili
nei diversi campi di conoscenze e di esperienze, lungo larco di tutta la vita.

La regia educativa dellinsegnante


Linsegnate pu esprimere al meglio il suo ruolo tenendo presente che importante:

1. Essere consapevole di insegnare qualcosa a qualcuno: ci che si dice e si fa incide sulla vita di
una persona unica e determinata.
2. Porsi in relazione daiuto asimmetrico e responsabile: linsegnante diverso dallalunno per
ruolo, et, competenze, ma fa di tutto per rispondere ai suoi bisogni che giudica importanti.
3. Motivare gli alunni: attribuire un senso e unimportanza a tutto ci che ciascuno fa, non solo ai
risultati finali.
4. Contribuire alla costruzione dellautostima delle persone: gli alunni hanno bisogno di qualcuno
che mostri loro quanto valgono con giudizi equilibrati e positivi.
5. Comprendere le relazioni interpersonali tra gli allievi: per ottenere i migliori risultati, sportivi ed
educativi, la classe-squadra deve essere coesa e solidale, fatta di amici pronti ad aiutarsi, non
di rivali.
6. 6) Considerare sia i bisogni individuali sia quelli del gruppo: perch, una volta formato, il gruppo,
pur composto di singoli, ha le sue particolari esigenze.
Attivit e apprendimento di abilit e competenze
Leducazione motoria, fisica e sportiva deve favorire lacquisizione di un ricco bagaglio di abilit
sportive. Ciascuno dovrebbe perci acquisire abilit sufficienti per praticare in maniera efficace
diverse attivit motorie e per continuare ad apprendere, nel tempo, ulteriori abilit da utilizzare
vantaggiosamente nella vita quotidiana.

Dagli schemi motori, infatti, si generano le abilit motorie che, se affinate e perfezionate attraverso
la costanza, consentono di partecipare di poter poi accedere a livelli pi elevati di prestazione
motoria.
Lapprendimento, il consolidamento e la disponibilit delle abilit motorie necessitano della
capacit di utilizzare informazioni di tipo cognitivo, per comprendere le caratteristiche delle azioni e
dei processi di anticipazione, allo scopo di renderne efficace lesecuzione.
Il passaggio da attivit che richiedono luso di abilit motorie generali ad attivit che richiedono
luso di abilit specifiche, va oltre laspetto della pura e semplice esecuzione motoria, fino a
rappresentare vere e proprie competenze sportive.

Diventano difatti necessarie le conoscenze di base (ad esempio sapere quando e come usare le
abilit apprese); cos come la conoscenza di regole e strategie connesse, ad esempio, al contesto
di un gioco di squadra.

Per programmare e realizzare attivit volte allinsegnamento delle abilit motorie e allacquisizione
dei traguardi di competenze, oltre alla conoscenza delle relative metodologie e procedure
didattiche, linsegnante dovr considerare:

la quantit, la qualit e le modalit di comunicazione delle informazioni da fornire agli alunni nella
presentazione del compito di apprendimento;
la quantit, la qualit e la tipologia delle esercitazioni da proporre (quanto fare, cosa e come);
la distribuzione e lorganizzazione temporale delle proposte (quando fare, cosa e perch);
il feedback e le istruzioni per il riconoscimento e la correzione degli errori (cosa osservare,
quando e come).

inoltre fondamentale fare leva sulle motivazioni che spingono i nostri alunni allo svolgimento di
unattivit motoria quali il gioco, lagonismo, laffiliazione, il successo.

Esempi di attivit educative


Gli esempi di attivit proposti sono buoni per tutti i giorni e per tutte le stagioni; un modello di
Giochi, quindi, i il pi vicino possibile allidea di una scuola di tutti i giorni dove ciascuno abbia il
diritto di poter partecipare ai Giochi di Classe.

Ecco perci la scelta delle abilit Atletiche, delle abilit Ginnico espressive, delle abilit dei Giochi
con la Palla come ambiti di incontro e di confronto tra ragazzi, classi, scuole, ma innanzitutto come
ambiti di pratica quotidiana di educazione fisica e sportiva, come solo gli insegnanti sanno fare.

Nellambito delle abilit atletiche, rientrano tutte quelle attinenti alle abilit di corsa, salto e lancio.
Nellambito delle abilit ginnico espressive, rientrano tutte quelle attinenti il ritmo, lequilibrio, la
manipolazione di piccoli attrezzi, i rotolamenti e le capovolte, nonch tutte le possibili
combinazioni tra ritmo, movimento ed espressione con o senza accompagnamento musicale.
Nellambito delle abilit dei giochi con la palla, rientrano tutte quelle che abbiano per tema le
diverse abilit e situazioni tipiche dei giochi di squadra, a partire da quelli pi praticati in ambito
scolastico, ma non solo.

Nelle schede che vi proponiamo abbiamo scelto di esemplificare cinque tipologie di attivit per
ciascuna delle categorie di abilit: poche cose, semplici, note, facili da realizzare, tutti i giorni, con
tutti i nostri ragazzi. Vale a dire esempi di circuiti, percorsi, staffette, esercizi a tema, giochi e altro
ancora.

Abilit e competenze atletiche


Esempio di attivit in circuito
Con laiuto degli allievi della classe, linsegnante predispone un circuito composto da 4 stazioni:

1 stazione: serie in linea retta di cinque over.


2 stazione: serie in linea retta di due ostacolini abbattibili.
3 stazione: serie in linea retta di tre cerchi.
4 stazione: due ritti da salto in alto con asticella o fettuccia elastica.

Esecuzione
Dopo aver suddiviso la classe in 4 sottogruppi, linsegnante assegna ciascun sottogruppo alle
diverse stazioni che compongono il circuito. Al via ed in contemporanea in ogni stazione i ragazzi
si avvicendano per effettuare:

Alla stazione 1 una breve corsa veloce sugli over.


Alla stazione 2 due salti a seguire sugli ostacolini.
Alla stazione 3 tre saltelli su di un piede nei cerchi.
Alla stazione 4 un salto in alto con breve rincorsa.
Quando ogni sottogruppo avr completato lattivit della stazione assegnata, verr dato il cambio
che avverr in senso orario. Ciascun gruppo si trover quindi ad affrontare lattivit della nuova
stazione, e cos via, fino a quando ogni sottogruppo avr effettuato ciascuna delle quattro prove
del circuito.

Lattivit potr anche essere eseguita in forma di percorso circolare con i ragazzi che transiteranno
di seguito dalla stazione 1 alla 4 per poi dare il cambio al compagno in fila, ma ci allungher i
tempi dattesa.

Esempio di percorso
Il percorso esemplificato composto da 4 stazioni che linsegnante avr cura di sistemare ed
organizzare secondo i propri criteri didattico-metodologici.

Alla prima stazione i ragazzi eseguiranno andature ritmiche poggiando alternativamente i


piedi dex/sin nei cerchi appositamente predisposti.
Alla seconda stazione i ragazzi eseguiranno dei rotolamenti longitudinali su materassi o
piani inclinati.
Alla terza stazione i ragazzi effettueranno un salto in basso da un plinto o banco sul
materassone morbido.
Alla quarta stazione i ragazzi eseguiranno una traslocazione sulla panca, a seguire sulla
trave bassa con salto in basso e arrivo a piedi pari sul tappetino basso.

Per ridurre i tempi di attesa ed avendo la disponibilit degli attrezzi sar utile predisporre due
percorsi paralleli.

Esempio di staffetta
Staffetta sul quadrato
Classe divisa in quattro squadre.
Ogni squadra occupa uno dei quattro angoli del rettangolo di gara.
Al numero dei componenti di ogni staffetta corrisponde il numero di giri/gara.
Al via il primo concorrente di ogni squadra corre in senso orario per compiere il proprio giro
completo del rettangolo.
Allarrivo dar il cambio al secondo e cos di seguito fino ad esaurire i componenti la propria
staffetta e quindi il numero dei giri/gara previsti.
In caso di disparit dei concorrenti delle squadre si sorteggia chi dovr ripetere il giro.

Esempio di esercizi a tema


Corsa, rincorsa, salto, altezza, lunghezza

1. Su tre settori eseguire in sequenza corsa a ginocchia alte, corsa veloce e corsa blanda;
2. su due serie di over, vicini e distanti, eseguire andature di corsa veloce;
3. disposti tre ostacolini ad altezze crescenti, eseguire andature di corsa ad ostacoli;
4. giocare a giro e salto la corda tradizionale;
5. due ragazzi seduti tengono a turno due fettucce elastiche a diversa distanza e altezza;
esercitare rincorsa e salto in alto, in lungo e con appoggio;
6. disporre un over, un ostacolino e due ritti per il salto in alto ed esercitare rincorse e salti.

1
Abilit e competenze ginnico espressive

Esempio di circuito ginnico


Con laiuto degli allievi della classe, linsegnante predispone un circuito composto da 4 stazioni:

1 stazione: serie in linea retta di cinque ceppi.


2 stazione: tavola o asse in bilico.
3 stazione: zona libera e delimitata.
4 stazione: panca su tre appoggi.

Dopo aver suddiviso la classe in 4 sottogruppi, linsegnante assegna ciascun sottogruppo alle
diverse stazioni che compongono il circuito.
Esecuzione
Al via ed in contemporanea in ogni stazione gli allievi si avvicendano per effettuare:
Alla stazione 1 andatura lenta sui ceppi.
Alla stazione 2 dondolo in equilibrio sul bilico.
Alla stazione 3 andature con stop e giro o mezzo giro.
Alla stazione 4 traslocazione semplice sulla panca.

Quando ogni sottogruppo avr completato lattivit della stazione assegnata, verr dato il cambio
che avverr in senso orario. Ciascun gruppo si trover quindi ad affrontare lattivit della nuova
stazione, e cos via, fino a quando ogni sottogruppo avr effettuato ciascuna delle quattro prove
del circuito.

Lattivit potr anche essere eseguita in forma di percorso circolare con i ragazzi che transiteranno
di seguito dalla stazione 1 alla 4 per poi dare il cambio al compagno in fila, ma ci allungher i
tempi dattesa.

Esempio di percorso 1
Il percorso esemplificato composto da 4 stazioni che linsegnante avr cura di sistemare ed
organizzare secondo i propri criteri didattico-metodologici.

Alla prima stazione i ragazzi eseguiranno andature ritmiche poggiando alternativamente i piedi
dex/sin nei cerchi appositamente predisposti.
Alla seconda stazione i ragazzi eseguiranno dei rotolamenti longitudinali su materassi o piani
inclinati.
Alla terza stazione i ragazzi effettueranno un salto in basso da un plinto o banco sul
materassone morbido.
Alla quarta stazione i ragazzi eseguiranno una traslocazione sulla panca, a seguire sulla trave
bassa con salto in basso e arrivo a piedi pari sul tappetino basso.

Per ridurre i tempi di attesa ed avendo la disponibilit degli attrezzi sar utile predisporre due
percorsi paralleli.
Esempio di percorso 2
Il percorso esemplificato composto da 4 stazioni che linsegnante avr cura di sistemare ed
organizzare secondo i propri criteri didattico-metodologici. I ragazzi della classe:

Alla prima stazione eseguiranno una traslocazione in equilibrio su una trave bassa o una panca.
Alla seconda stazione eseguiranno una capovolta avanti o indietro (con assistenza).
Alla terza stazione effettueranno un salto in basso in atteggiamento di volo da un plinto, banco o
scaletta con arrivo sul tappetino basso.
Alla quarta stazione eseguiranno delle andature con stop e giro a seguire.

Per ridurre i tempi di attesa ed avendo la disponibilit degli attrezzi sar utile predisporre due
percorsi paralleli.

4wwwwff44

4444

Abilit e competenze nei giochi di squadra con la palla


Esempio di attivit di circuito
Con laiuto degli allievi della classe, linsegnante predispone un circuito composto da 4 stazioni:
1 stazione: uno scatolone o cesto pieno di palle e palloni di vari tipo pi uno vuoto
2 stazione: un pallone da minivolley in zona libera delimitata
3 stazione: un pallone da calciotto pi piccola porta
4 stazione: un pallone da minibasket in zona libera delimitata
Dopo aver suddiviso la classe in 4 sottogruppi, linsegnante assegna ciascun sottogruppo alle
diverse stazioni che compongono il circuito.

Al via ed in contemporanea in ogni stazione gli allievi si avvicendano per effettuare:

Alla stazione 1 una serie di lanci per svuotare uno scatolone e riempire laltro.
Alla stazione 2 a coppie passaggi del pallone.
Alla stazione 3 tiri in porta di destro e sinistro.
Alla stazione 4 serie di palleggi e cambio mano.

Quando ogni sottogruppo avr completato lattivit della stazione assegnata, verr dato il cambio
che avverr in senso orario. Ciascun gruppo si trover quindi ad affrontare lattivit della nuova
stazione, e cos via, fino a quando ogni sottogruppo avr effettuato ciascuna delle quattro prove
del circuito.

Lattivit potr anche essere eseguita in forma di percorso circolare con i ragazzi che transiteranno
di seguito dalla stazione 1 alla 4 per poi dare il cambio al compagno in fila, ma ci allungher i
tempi dattesa.

Esempio di percorso
Il percorso esemplificato composto da 4 stazioni che linsegnante avr cura di sistemare ed
organizzare secondo i propri criteri didattico-metodologici. I ragazzi della classe:

Alla prima stazione calceranno la palla seguendola e bloccandola entro un settore delimitato.
Alla seconda stazione eseguiranno un determinato numero di palleggi con cambio mano
avanzando e retrocedendo di qualche passo.
Alla terza stazione lanceranno la palla per avanti/alto correndo a prenderla prima o dopo il
rimbalzo a terra.
Alla quarta stazione calceranno un certo numero di tiri verso una piccola porta appositamente
posizionata.
Per ridurre i tempi di attesa ed avendo la disponibilit degli attrezzi sar utile predisporre due
percorsi paralleli.

Esempio di staffetta
Staffetta a inseguimento
Classe viene divisa in due squadre che si inseguono percorrendo in senso orario un giro intero di
un rettangolo.
Ad ogni lato del rettangolo di gara corrisponde una diversa abilit da esercitare con la palla.
In caso di disparit di componenti tra le squadre si sorteggia chi ripeter il giro.

Esempio di esercizi a tema


Lanci, prese, passaggi, tiri, anticipazione

1. scambiarsi la palla facendola passare liberamente sopra o sotto una fettuccia elastica o
cordicella;
2. esercitare diverse modalit di lanci e prese del pallone;
3. eseguire serie di lanci da dietro, da sopra, dal petto, eccetera...;
4. a coppie scambiarsi il pallone con lanci e prese da sopra o da sotto, con una e due mani;
5. al tiro dellallievo col pallone corrisponde la partenza in corsa dei compagni alla conquista del
pallone.

N.B. lefficacia degli esercizi verr migliorata se verranno usati palloni e palle di diverso tipo e
dimensione.

A cura di F.M.Pellegrini Roma aprile 2015