Sei sulla pagina 1di 3

I pavimenti per esterno sono tantissimi, ma c una categoria che si chiama "autobloccante", in

quanto la loro forma e la messa in opera consentono ai vari elementi del pavimento di autobloccarsi
e diventare un tutto unico.

Le forme di questo tipo di pavimento sono veramente tante, cos come i colori.
Una volta messi in opera, a secondo del motivo che li vogliamo dare, possono diventare veramente
belli da vedersi.

Inoltre sono funzionali e ad alta tenuta, in quanto possono essere usati per marciapiedi, vialetti o
piazzali, ma in alcune nazioni sono stati usati anche per piccole piste di aereoporti.
Naturalmente lestremo, ed in quelle condizioni avranno senza dubbio aumentato le misure del
tutto, nonch le capacit di resistenza.

Ma veniamo alluso che tutti noi ne vorremmo farne; certo una piazzola per la nostra auto,
oppure un piazzale intorno alla nostra casa, i vialetti del nostro giardino e cos via.

Di seguito vi mostriamo alcuni tipi di autobloccanti montati.

Il trucco, se cos vogliamo chiamarlo, della loro compattezza ed uniformit, sta appunto nella
messa in opera e nel fatto che queste pavimentazioni devono essere racchiuse perimetralmente
da muri o cordoli di qualsiasi natura, che le tengano "strette" ed inamovibili.

Vediamo la sezione sotto indicata di un pavimento per poterci benissimo transitare con la
nostra auto.

Perimetralmente deve essere murato un cordolo (in questo caso abbiamo scelto il tipico cordolo
in calcestruzzo vibrato, che si trova presso tutti i magazzini edili e che viene comunemente usato
per i marciapiedi stradali di nuova concezione.)

Questo cordolo va ben murato con malta cementizia alla base ed in particolare sul lato esterno,
per contrastare la spinta della pavimentazione, affinch non si muova.

Potete allinearlo con la corda, fare curve ecc, ma deve essere sempre bloccato alla base con malta
cementizia

Se il fondo gi assestato pu essere eseguito un sottofondo direttamente col ghiaino 3/6, tirato
in piano. Dopo di che si pu posare il pavimento autobloccante.

Una volta finito, il pavimento va battuto, e quindi ci va passata sopra, con una scopa, della sabbia
fine. La sabbia deve essere asciutta, e nel darla va fatta entrare in tutte le fessure del pavimento

Volendo fare un pavimento in autobloccanti, altamente resistente al passaggio degli automezzi, si


deve seguire quanto segue:

Allinterno della superficie delimitata dal cordolo, deve essere fatta una gettata di calcestruzzo a
250/300 Kg a mc.

Tale massetto deve essere armato con una rete elettrosaldata da mm 8 e 2020, dovr avere
unaltezza minima di cm 10/12.
Il massetto deve essere ben tirato in piano con la riga in alluminio e vanno controllate le
pendenze che vogliamo dargli, con la livella a bolla.

Sopra il massetto va posato uno strato di sabbia di almeno 6 cm; pure questo va tirato con la
riga e spianato.

Si parte quindi dal lato dove vi sono meno tagliature da fare, e si procede a mettere in opera,
sulla sabbia, i blocchetti autobloccanti, uno stretto allalto.
Nel caso si muova la sabbia, si pareggia con la cazzuola e si batte con un frattazzo di legno.

Si procede fino a che si chiude tutta la superficie interessata, naturalmente eseguendo con la
smeragliatrice a disco del 220 tutti i tagli che necessitano.

I magazzini edili vendono anche delle particolari tenaglie per spezzare tali blocchetti: vedete voi,
lessenziale che se usate la smerigliatrice, stiate accorti alla vostra sicurezza, quindi indossate
guanti, occhiali e scarpe. antinfortunistiche.

Una volta terminato il pavimento, dovete cospargerci sopra della sabbia fine asciutta (Quindi
fatelo in una bella giornata) e dovete poi spazzarla con una scopa fino a che tutti i commenti del
pavimento siano colmi di sabbia.

Il lavoro finito

APPROFONDIMENTO:

Il merito di questo materiale quello della robustezza, difatti normalmente si trovano dellaltezza
di 5/6 cm, ed inoltre della facile manovrabilit e quindi messa in opera.

Non necessitano particolari opere complicate, ma va realizzato solamente un buon cordolo di


contenimento perimtrale, che nel nostro caso scegliamo in cemento prefabbricato, (si presenta in
pezzi della lunghezza di mt 1,00), che va attentamente murato con malta cementizia.

Come potete osservare dal disegno, il cordolo viene bloccato con malta cementizia dai due lati,

Internamente ad esso verr gettato un massetto di calcestruzzo armato con una rete
elettrosaldata diametro di mm 8 , 2020.

Lo spessore di tale massetto si deve aggirare sui 15 cm circa.

Se il piazzale carrabile con mezzi pesanti, va aumentato lo spessore del massetto, portandolo a
20/25 cm.

Una volta che il massetto ha tirato, si crea uno strato di sabbia dellaltezza di cm 5 sopra di esso,
tirato in piano con una riga di alluminio o con una tavola ben diritta.

La pendenza che diamo al piazzale deve essere minima del 2%,

Infine si posano gli autobloccanti, che possono essere di tanti tipi e colori
Gli autobloccanti vanno tagliati con una machinetta apposita, ma eventualmente per chi non la
possedesse, pu usare una smerigliatrice a disco, adoperando la solita cautela raccomandata nei
precedenti articoli.

Qualora il piazzale venga a contatto con le mura di un edificio, si consiglia di usare un


autobloccante tipo quelli della Ferrari BK, denominati Roccia Block, che sono estremamente
compatti e non assorbono lacqua esterna. Per tali marciapiedi andrebbero inoltre sigillate le fughe
con boiacca di cemento.

Inoltre sotto lo strato di sabbia, va posta in opera una guaina di elastomero bituminoso, dello
spessore di almeno 4 mm, la quale deve essere girata in corrispondenza del muro della casa, fatta
salire almeno 20 cm sopra la linea del marciapiedi e fissata con arriccio ed intonaco alle murature
verticali della casa stessa.

La buona riuscita della posa degli autobloccanti dipende molto dalla robustezza della linea dei
cordoli, che dovranno tenerli stretti per sempre: quindi usate il massimo impegno nel bloccare
bene questi ultimi con malta cementizia posata come da disegno soprastante, anche se non
necessariamente posata per tutta la lunghezza del cordolo stesso.

Teminato di mettere in opera il pavimento, si sparge soopra di esso sabbia fine, e la si scopa,
fino a che tutti i commenti risuteranno chiusi