Sei sulla pagina 1di 11

Prendiamo il treno!

Entriamo in tema 3. Ascolta di nuovo il dialogo e segna sulla car-


tina i posti che vogliono visitare i ragazzi.
1. Conosci i treni italiani? Lavora con un compa-
gno e abbina il treno alle sue caratteristiche Obiettivo: comprendere ulteriori informazioni del
principali. Poi controlla con la classe e con lin- testo input.
segnante. Lattivit si pu svolgere singolarmente e successiva-
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare mente linsegnante potrebbe proporre un confronto
la comprensione del testo. in coppia. Se si ritiene opportuno si pu fare ascolta-
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descri- re pi volte il dialogo prima di passare allattivit 4.
vere le foto. Pu introdurre e spiegare il lessico re- Chiavi: Asciano, Chianciano, Pienza, Montalcino
lativo alle immagini se non conosciuto. Prima di
fare svolgere lattivit, linsegnante pu leggere le
definizioni dei treni e, se necessario, spiegare le
parole utili per svolgere lattivit che gli studenti non
capiscono. Lattivit si pu svolgere in coppia e
successivamente si pu controllare in plenum.
Chiavi: 1. c, 2. d, 3. a, 4. e, 5. b

Comunichiamo
2. Ascolta il dialogo e indica se le affermazioni
sono vere o false.
Obiettivo: comprendere le informazioni generali
del testo input.
Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu-
tano a contestualizzare il testo (per esempio: ades-
so ascoltiamo un dialogo tra due amici che proget-
tano una gita nella provincia di Siena). Prima di
fare ascoltare il testo input si consiglia di verificare
che siano comprese le parole relative allo svolgi- 4. Ascolta ancora il dialogo e leggi il testo. Con-
mento dellattivit ed eventualmente spiegarle (per trolla le risposte delle attivit 2 e 3.
esempio: fare un giro, fare un salto, muoversi, ri- Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
sparmiare, informarsi). Il primo ascolto del dialogo le attivit di comprensione.
ha lo scopo di esercitare labilit di ascolto e per- Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del testo,
tanto sarebbe consigliabile avvertire gli studenti di si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo leg-
ascoltare il dialogo senza leggere il testo. In questa gere il testo. Al termine dellascolto si pu chiedere di
fase importante che linsegnante crei unatmosfera controllare le risposte delle attivit 2 e 3. Alla fine si
non ansiogena che potrebbe compromettere la com- pu controllare in plenum. Al termine di questa fase
prensione degli apprendenti, chiarendo, per esem- linsegnante potrebbe inserire un lavoro di lettura-
pio, che non importante capire tutte le parole del ripetizione corale o recitazione del dialogo a gruppi
dialogo. Se si ritiene opportuno si pu fare ascol- per lavorare su aspetti fonetici. Infine, linsegnante
tare altre volte il dialogo prima di passare allat- pu utilizzare il box Ufficio informazioni per foca-
tivit 3. Lattivit si pu svolgere singolarmente e lizzare lattenzione su un aspetto culturale (bellezze
successivamente linsegnante potrebbe proporre un naturali e paesaggistiche italiane). Per sostenere la
confronto in coppia. motivazione culturale degli apprendenti, sui luoghi
Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. vero, 4. falso, 5. falso indicati (Val dOrcia), linsegnante potrebbe proporre
una attivit di ricerca di informazioni on line.

58 Edizioni Edilingua
5. Rileggi le prime otto battute del dialogo e gere agli studenti linizio del dialogo input. Lattivit

Prendiamo il treno!
trova le espressioni usate per... si deve svolgere in coppie.
Obiettivo: identificare come si realizza la fun- In questa fase linsegnante dovrebbe intervenire il
zione comunicativa invitare qualcuno, accettare meno possibile, e la correzione degli errori durante
un invito, rifiutare un invito. la produzione orale degli apprendenti si dovrebbe
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del limitare a quelli che impediscono il flusso comunica-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre tivo.
un confronto in coppia. Quando gli studenti hanno terminato di fare i dialo-
ghi linsegnante cambiando le coppie, pu chiedere
Chiavi:
ad alcuni studenti di svolgere lattivit davanti alla
- invitare qualcuno: andiamo a fare un giro fuori?
classe. Solo al termine di questa fase sarebbe op-
- accettare un invito: va bene; daccordo
portuno, se si ritiene necessario, procedere con la
- rifiutare un invito: mi dispiace ma non posso per-
correzione della produzione orale degli studenti.
ch devo studiare

6. Nella lista ci sono altre espressioni per invi-


Facciamo grammatica
tare e accettare o rifiutare. Inseriscile nella ta- 8. Scrivi la regola.
bella. Obiettivo: fare scoprire agli studenti uso e funzio-
Obiettivo: presentare ulteriori espressioni per rea- ni di nessuno e niente.
lizzare le funzione comunicative viste nellattivit 5. Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre va! in cui ci sono esempi di frasi con nessuno (con
un confronto in coppia. funzione di pronome e aggettivo) e niente. Lattivit
Chiavi: si pu svolgere singolarmente e prima del controllo in
plenum linsegnante potrebbe proporre un confronto
invitare accettare rifiutare in coppia. Al termine dellattivit si consiglia di far
Andiamo a fare un Va bene, Mi dispiace ma notare agli studenti le forma di nessuno davanti ai
giro? daccordo. non posso. nomi maschili (sezione Attenzione!). Inoltre, si pu
aggiungere che una parola che ha esattamente le
Ti va un caff? Con piacere.
No, non mi va stesse funzioni e lo stesso uso di niente nulla, come
molto.
si dice nella sezione Sintesi grammaticale.
Che ne dici di Buona idea! Grazie, ma Chiavi:
uscire un po? preferisco di no. Niente e nessuno esprimono una quantit uguale a
zero.
Perch non No, grazie lo
Certo! Usiamo niente quando ci riferiamo a cose.
andiamo a teatro? stesso.
Usiamo nessuno quando ci riferiamo a cose e per-
Vuoi giocare a sone.
Volentieri!
calcio? No, dopo niente pu esserci un nome.
S, dopo nessuno pu esserci un nome.
Usiamo nessuno al singolare, al maschile, al
7. Fai dei dialoghi con un compagno con le femminile.
espressioni della tabella. A turno scambiatevi i Usiamo nessuno e niente in frasi affermative e ne-
ruoli. Nei dialoghi 2 e 6 lo studente A insiste. gative.; Frase affermativa: nessuno/niente + verbo;
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative viste Frase negativa: Non + nessuno/niente + verbo
nelle attivit precedenti.
Prima di far iniziare lattivit linsegnante potrebbe 9. Completa con nessuno o niente.
leggere le opzioni nella colonna A e spiegare le pa- Obiettivo: fissare luso e funzioni di nessuno e
role che eventualmente gli studenti non conoscono. niente.
Spiegare che nelle opzioni 2 e 6 lo studente B ini- Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
zialmente rifiuta linvito ma, dopo unulteriore invito controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
dello studente A accetta. Se necessario, fare rileg- un confronto in coppia.

Litaliano alluniversit 59
Chiavi: 1. nessun; 2. Nessuno, niente; 3. nessuna; potrebbe proporre un confronto in coppia.
4. nessun, 5. niente, 6. niente
Chiavi:

Impariamo le parole
tipo di treno: Eurostar
10. Scrivi i nomi della lista sotto le immagini.
destinazione: Roma
Obiettivo: presentare parole relative ai mezzi di
trasporto. orario di partenza: 18.55
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre binario di partenza: Terzo binario

un confronto in coppia.
costo del biglietto: 15 euro
Chiavi: 1. macchina, 2. elicottero, 3. aereo, 4.
treno, 5. bicicletta, 6. pullman, 7. moto, 8. nave, 9.
metropolitana, 10. autobus 13. Metti in ordine il dialogo tra un viaggiatore
e un impiegato della biglietteria alla stazione.
11. Forma le frasi possibili. Poi ascolta nuovamente il dialogo e controlla.
Obiettivo: presentare uso di verbi e preposizioni
Obiettivo: comprendere il testo input.
con mezzi di trasporto.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e successiva-
Prima di fare svolgere lattivit linsegnante do-
mente linsegnante potrebbe proporre un confronto
vrebbe chiarire che sono possibili pi soluzioni. Lat-
in coppia. Dopo lascolto di controllo si pu control-
tivit si pu svolgere singolarmente e prima del con-
lare in plenum. Al termine di questa fase, se gli vie-
trollo in plenum linsegnante potrebbe proporre un
ne richiesto, linsegnante potrebbe spiegare le paro-
confronto in coppia. Al termine dellattivit si do-
le che gli studenti non capiscono.
vrebbe verificare che il significato delle frasi for-
mate sia chiaro a tutti gli studenti ed eventualmente Chiavi: 1.c - Buongiorno. Senta, quando parte il
spiegare le espressioni non comprese. primo treno per Roma?; 2.a - Il primo treno parte
alle 18.55. un Eurostar.; 3.h - Ho capito. Quanto
Comunichiamo viene il biglietto?; 4.d - Prima o seconda classe?; 5.f
- Seconda.; 6.i - Il biglietto di seconda classe viene
12. Ascolta il dialogo alla biglietteria della sta-
zione e completa la tabella sul treno che prende 15 euro.; 7.b - Perfetto. Allora un biglietto di se-
il viaggiatore. conda classe, per favore.; 8.l - Ecco il biglietto.; 9.e
- Grazie. Ah, scusi, da quale binario parte il treno?;
Obiettivo: comprendere il testo input.
10.g - Parte dal terzo binario. Buon viaggio!
Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu-
tano a contestualizzare il testo (per esempio: adesso
14. Quali sono le espressioni utilizzate per...
ascoltiamo un dialogo tra una persona che compra
Obiettivo: identificare come si realizzano alcune
un biglietto del treno e limpiegato delle Ferrovie).
funzioni comunicative.
Prima di fare ascoltare il testo input si consiglia di
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
verificare che siano comprese le parole relative allo
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
svolgimento dellattivit ed eventualmente spiegarle
un confronto in coppia.
(per esempio: destinazione, binario, partenza, secon-
da classe). Il primo ascolto del dialogo ha lo scopo di Chiavi: 1. Quando parte il primo treno per Roma?;
esercitare labilit di ascolto e pertanto sarebbe con- 2. Quanto viene il biglietto?; 3. Viene 15 euro; 4.
sigliabile avvertire gli studenti di ascoltare il dialogo Da che binario parte?
senza leggere il testo. In questa fase importante che
linsegnante crei unatmosfera non ansiogena che po- 15. Fai i dialoghi.
trebbe compromettere la comprensione degli appren- Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative e il
denti, chiarendo, per esempio, che non importante lessico visti nelle attivit precedenti.
capire tutte le parole del dialogo. Se si ritiene Prima di fare svolgere lattivit si consiglia di foca-
opportuno si pu fare ascoltare altre volte il dialogo lizzare lattenzione degli studenti sulle consegne e
prima di passare allattivit 13. Lattivit si pu svol- spiegare le parole che eventualmente non capisco-
gere singolarmente e successivamente linsegnante no. Linsegnante potrebbe inoltre spiegare le sigle

60 Edizioni Edilingua
che compaiono nella tabella delle proposte di viag- e, se necessario, spiegare le parole utili per svolgere

Prendiamo il treno!
gio (C.LE = Centrale; SMN = Santa Maria Novella). lattivit che gli studenti non capiscono. Lattivit si
Lattivit si deve svolgere in coppie. In questa fase pu svolgere in coppia e successivamente si pu di-
linsegnante dovrebbe intervenire il meno possibile scutere in plenum. In questa attivit non consiglia-
e la correzione degli errori durante la produzione bile focalizzare lattenzione sulla correttezza mor-
orale degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli fosintattica della produzione orale dellapprendente
che impediscono il flusso comunicativo. dal momento che lobiettivo quello di entrare nel
Quando gli studenti hanno terminato di fare i dia- tema e facilitare la comprensione del testo input. La
loghi linsegnante cambiando le coppie, pu chie- correzione degli errori durante la produzione orale
dere ad alcuni studenti di svolgere lattivit davanti degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che
alla classe. Solo al termine di questa fase sarebbe interrompono il flusso comunicativo.
opportuno, se si ritiene necessario, procedere con
la correzione della produzione orale degli studenti. Comunichiamo
18. Ascolta il dialogo e rispondi alle domande.
Impariamo le parole
Obiettivo: comprendere il testo input.
16. Con un compagno osservate la foto e scivete Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a
nella tabella quante pi parole conoscete. contestualizzare il testo (per esempio adesso ascol-
Obiettivo: scoprire parole relative alla stazione e tiamo un dialogo tra due amiche. Una racconta al-
dividerle per categorie grammaticali. laltra il viaggio che ha fatto in Toscana). Prima di
Per svolgere questa attivit consigliabile luso del fare ascoltare il testo input si consiglia di verificare
dizionario. Lattivit pu essere svolta anche come che siano comprese le parole relative allo svol-
un gioco a squadre: si possono formare gruppi di gimento dellattivit ed eventualmente spiegarle. Il
3/4 studenti e stabilire un tempo (5/6 minuti) per primo ascolto del dialogo ha lo scopo di esercitare
svolgere lattivit. Vince la squadra che trova il mag- labilit di ascolto e pertanto sarebbe consigliabile
gior numero di parole e le divide correttamente nel- avvertire gli studenti di ascoltare il dialogo senza
la tabella. Al termine dellattivit, si pu controllare leggere il testo. In questa fase importante che
in plenum verificando che il significato delle parole linsegnante crei unatmosfera non ansiogena che
trovate sia chiaro a tutti gli studenti. Se si ritiene potrebbe compromettere la comprensione degli
opportuno, si pu chiedere agli studenti di formare apprendenti, chiarendo, per esempio, che non
delle frasi che contengano le parole trovate. importante capire tutte le parole del dialogo. Se si
ritiene opportuno si pu fare ascoltare altre volte il
17. Dove puoi sentire queste frasi? dialogo prima di passare allattivit 19. Lattivit si
Obiettivo: presentare espressioni che si possono pu svolgere singolarmente e successivamente lin-
sentire in treno, in stazione o in biglietteria. segnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre 19. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
un confronto in coppia. Al termine di questa fase si Controlla le risposte dellattivit 18.
pu verificare che il significato delle espressioni sia Obiettivo: comprensione del testo input e verifica
chiaro a tutti gli studenti e, se necessario, si possono dellattivit di comprensione.
spiegare le espressioni non capite. Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
Chiavi: Alla stazione: 5, 7, 10; Sul treno: 1, 4, 8, sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
9; In biglietteria: 2, 3, 6 leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
dere di controllare le risposte dellattivit 18. Alla fi-
Entriamo in tema ne si pu controllare in plenum. Al termine di questa
attivit, linsegnante potrebbe inserire un lavoro di
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento delluni- lettura-ripetizione corale o recitazione del dialogo a
t e facilitare la comprensione del testo. gruppi per lavorare su aspetti fonetici. Infine, linse-
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere gnante pu utilizzare il box Ufficio informazioni per
le foto. Pu introdurre e spiegare il lessico relativo al- focalizzare lattenzione su un aspetto culturale (sta-
le immagini se non conosciuto. Prima di fare svol- zione di Milano). Per sostenere la motivazione cul-
gere lattivit, linsegnante pu leggere le domande turale degli apprendenti, linsegnante potrebbe pro-

Litaliano alluniversit 61
porre unattivit di ricerca di informazioni on line 22. Scrivi la regola sulla differenza di uso del-
sulla stazione di Milano e sulle altre importanti sta- limperfetto e del passato prossimo.
zioni italiane (Roma, Torino, Bologna, Firenze ecc.). Obiettivo: fare scoprire agli studenti la regola sul-
luso dellimperfetto per azioni abituali e del passa-
Facciamo grammatica to prossimo per azioni puntuali.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
20. Nel dialogo ci sono alcuni verbi al tempo
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
imperfetto. Leggi di nuovo il dialogo e con un
compagno prova a completare la tabella. Poi un confronto in coppia.
confronta con tutta la classe e linsegnante. Chiavi:
Obiettivo: fare scoprire agli studenti la forma dei Limperfetto si usa... quando voglio indicare
verbi allimperfetto. unazione abituale nel passato.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del Il passato prossimo si usa... quando voglio indicare
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre unazione conclusa nel passato.
un confronto in coppia. Alla fine linsegnante potreb-
be verificare che gli apprendenti conoscano il signi- 23. Scrivi 6 domande da fare ai tuoi compagni
ficato dei verbi in tabella ed eventualmente spiegarli. di classe sulla loro vita durante lo scorso anno,
come nellesempio. Se vuoi puoi fare domande
Chiavi: su studio, lavoro, abitudini, viaggi, sport, tem-
soggetto imperfetto infinito po libero, etc.
voi facevate fare Obiettivo: fare esercitare agli studenti luso del-
noi ci alzavamo alzarsi limperfetto per esprimere azioni abituali.
noi uscivamo uscire Prima di svolgere lesercizio si consiglia di focaliz-
noi visitavamo visitare zare lattenzione degli studenti sullesempio per far-
noi andavamo andare gli capire come strutturare le domande. Linsegnan-
noi guardavamo guardare te dovrebbe chiarire che le domande devono utiliz-
noi facevamo fare
zare limperfetto perch riguardano azioni abituali
nel passato. Dal momento che lattivit richiede
noi prendevamo prendere
anche la competenza lessicale, linsegnante do-
voi andavate andare
vrebbe dire agli studenti che durante lo svolgimento
voi avevate avere
dellattivit possono chiedergli il significato delle
noi prendevamo prendere
parole che non capiscono. Lattivit pu essere svol-
noi vedevamo vedere
ta, in coppia o in piccoli gruppi. La correzione de-
il tempo era essere gli errori durante la produzione orale degli appren-
denti si dovrebbe limitare a quelli che interrompono
il flusso comunicativo. Alla fine si pu controllare in
21. Completa la tabella con la coniugazione
plenum chiedendo agli studenti di fare le loro do-
regolare dellimperfetto.
mande a compagni diversi rispetto a quelli con cui
Obiettivo: fare scoprire agli studenti la forma dei hanno parlato. Solo al termine di questa fase sareb-
verbi allimperfetto regolare. be opportuno, se si ritiene necessario, procedere con
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del la correzione della produzione orale degli studenti.
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. 24. Completa il testo con i verbi allimperfetto.
Chiavi: Obiettivo: fissare luso dellimperfetto per espri-
visitare prendere uscire mere azioni abituali.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
io visitavo prendevo uscivo
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
tu visitavi prendevi uscivi
un confronto in coppia. Al termine di questa fase
lui/lei/Lei visitava prendeva usciva
linsegnante potrebbe spiegare eventuali parole
noi visitavamo prendevamo uscivamo
dellesercizio che gli studenti non capiscono.
voi visitavate prendevate uscivate
loro visitavano prendevano uscivano
Chiavi: 1. era, 2. frequentava, 3. Andava, 4. pran-
zavano, 5. studiavano, 6. finiva, 7. prendeva, 8.

62 Edizioni Edilingua
Prendiamo il treno!
tornava, 9. parlava, 10. Usciva, 11. cenava,12. vrebbe svolgere singolarmente. Alla fine si pu pro-
avevano, 13. cera, 14. decidevano, 15. prendeva- porre un confronto a coppie e successivamente si
no, 16. era pu controllare in plenum.
Chiavi: 1. falso, 2. vero, 3. vero, 4. falso, 5. vero,
Conosciamo gli italiani
6. falso
25. Leggi il testo. Vero o falso?
Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al Parliamo un po...
tema dellunit. Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
Come per la comprensione dei testi orali, in questa libera.
fase importante che linsegnante crei unatmosfera Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
non ansiogena che potrebbe compromettere la com- unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
prensione degli apprendenti, chiarendo, per esem- lorganizzazione dello spazio classe (per questa at-
pio, che non importante capire tutte le parole del tivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie a
testo. Prima di chiedere agli studenti di leggere il te- ferro di cavallo). importante che gli apprendenti
sto e svolgere lattivit, per contestualizzare il testo percepiscano che lo scopo principale dellattivit
linsegnante potrebbe sfruttare il paratesto, per non la correttezza morfosintattica, ma, per quanto
esempio chiedendo agli studenti di descrivere le possibile, lo sviluppo di una fluente produzione ora-
foto e introducendo o spiegando il lessico non cono- le. Pertanto in questa attivit la correzione degli er-
sciuto. Si consiglia inoltre di verificare che siano rori durante la produzione orale degli apprendenti
comprese le parole relative allo svolgimento dellat- si dovrebbe limitare a quelli che impediscono il flus-
tivit ed eventualmente spiegarle. Lattivit si do- so comunicativo.

Litaliano alluniversit 63
Ti vesti alla moda?

Entriamo in tema 2. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.


Controlla le risposte dellattivit 1.
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare
la comprensione del testo. Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere lattivit di comprensione.
le foto. Pu introdurre e spiegare il lessico relativo al- Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
le immagini se non conosciuto. Prima di fare svol- sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
gere lattivit, linsegnante pu leggere le domande leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
e, se necessario, spiegare le parole utili per svolgere dere di controllare le risposte dellattivit 1. Alla fi-
lattivit che gli studenti non capiscono. Lattivit si ne si pu controllare in plenum. Al termine di questa
pu svolgere in coppia e successivamente si pu di- fase linsegnante potrebbe inserire un lavoro di let-
scutere in plenum. In questa attivit non consi- turra-ripetizione corale o recitazione del dialogo a
gliabile focalizzare lattenzione sulla correttezza gruppi per lavorare su aspetti fonetici. Infine, linse-
morfosintattica della produzione orale dellappren- gnante pu utilizzare il box Ufficio informazioni per
dente dal momento che lobiettivo quello di entrare focalizzare lattenzione su un aspetto culturale (chie-
nel tema e facilitare la comprensione del testo input. dere lo sconto in Italia; funzioni dello scontrino) e
La correzione degli errori durante la produzione ora- sollecitare la produzione libera orale chiedendo,
le degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che ad esempio, se nel loro Paese comune chiedere lo
interrompono il flusso comunicativo. sconto nei negozi, quali sono le modalit per
chiederlo ecc.
Comunichiamo
3. Leggi di nuovo il dialogo e trova le espressio-
1. Ascolta il dialogo che si svolge in un negozio ni usate per...
di abbigliamento e indica se le affermazioni che
Obiettivo: identificare come si realizzano alcune
seguono sono vere o false.
funzioni comunicative.
Obiettivo: comprendere il testo input. Si consiglia di verificare la corretta comprensione
Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu- della consegna e di spiegare, se necessario, le pa-
tano a contestualizzare il testo (per esempio: ades- role chiave della tabella per svolgere lattivit. Latti-
so ascoltiamo un dialogo tra due amici, Marta e Mar- vit si pu svolgere singolarmente e prima del con-
co, in un negozio di abbigliamento. Marco vuole trollo in plenum linsegnante potrebbe proporre un
comprare alcune cose e chiede a Marta un parere). confronto in coppia.
Prima di fare ascoltare il testo input si consiglia di
verificare che siano comprese le parole relative allo Chiavi:
svolgimento dellattivit ed eventualmente spiegarle
chiedere e dire la taglia
(per esempio: pantaloni, grigi, taglia, ottenere uno
Che taglia porti?
sconto, mi serve). Il primo ascolto del dialogo ha lo
La media.
scopo di esercitare labilit di ascolto e pertanto sa-
rebbe consigliabile avvertire gli studenti di ascoltare chiedere e dire come sta qualcosa
il dialogo senza leggere il testo. In questa fase Vanno bene?
importante che linsegnante crei unatmosfera non an- Sono un po larghi / Ti stanno molto bene
siogena che potrebbe compromettere la comprensio-
chiedere e fare uno sconto
ne degli apprendenti, chiarendo, per esempio, che
Mi fa un piccolo sconto, per favore?
non importante capire tutte le parole del dialogo.
Va bene: facciamo 160 Euro.
Se si ritiene opportuno si pu fare ascoltare altre volte
il dialogo prima di passare allattivit 2. Lattivit si chiedere e dire unopinione
pu svolgere singolarmente e successivamente lin- Secondo te sono pi belli? / Che ne dici?
segnante potrebbe proporre un confronto in coppia. Secondo me

Chiavi: 1. falso, 2. vero, 3. vero, 4. falso, 5. vero

64 Edizioni Edilingua
Ti vesti alla moda?
4. Metti in ordine le battute della cliente. un confronto in coppia.
Obiettivo: riutilizzare alcune funzioni comunicati- Chiavi: A. a righe, B. a quadri, C. a fantasia, D.
ve viste in precedenza. a tinta unita, E. a fiori, F. a pois/a pallini
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre 8. Osserva per due minuti i tuoi compagni e de-
un confronto in coppia. scrivi 2-3 capi di abbigliamento di uno di loro
Chiavi: 1. c, 2. h, 3. a, 4. e, 5. g, 6. b, 7. d, 8. f senza dire il nome, come nellesempio. Gli altri
devono provare a indovinare chi .
5. Inventa un dialogo con un tuo compagno. Prima di svolgere lesercizio si consiglia di focaliz-
Obiettivo: riutilizzare alcune funzioni comunicati- zare lattenzione degli studenti sullesempio per far-
ve viste in precedenza. gli capire come svolgere lattivit. Lattivit si pu
Prima di far iniziare lattivit linsegnante potrebbe svolgere in plenum. Alla termine dellattivit sareb-
leggere le due diverse consegne e spiegare le pa- be opportuno, se si ritiene necessario, procedere
role che gli studenti non conoscono. Lattivit si deve con la correzione della produzione orale degli
svolgere in coppie. In questa fase linsegnante do- studenti.
vrebbe intervenire il meno possibile e la correzione
degli errori durante la produzione orale degli ap- Facciamo grammatica
prendenti si dovrebbe limitare a quelli che interrom- 9. Scrivi la regola.
pono il flusso comunicativo Quando gli studenti han- Obiettivo: fare scoprire agli studenti le funzioni di
no terminato di fare i dialoghi linsegnante cam- questo e quello.
biando le coppie, pu chiedere ad alcuni studenti di Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
svolgere lattivit davanti alla classe. Solo al termine mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
di questa fase sarebbe opportuno, se si ritiene ne- va! in cui ci sono esempi di frasi con aggettivi e pro-
cessario, procedere con la correzione della produ- nomi dimostrativi nel testo input e dove viene sinte-
zione orale degli studenti. ticamente spiegata la loro funzione. Lattivit si pu
svolgere in coppia e poi si pu controllare in plenum.
Impariamo le parole
Chiavi:
6. Scrivi i nomi della lista sotto le immagini. Usiamo questo per indicare qualcosa che, rispetto a
Obiettivo: presentare parole relative ai capi di ab- chi parla, vicino.
bigliamento. Usiamo quello per indicare qualcosa che, rispetto a
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del chi parla, lontano.
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. Alla fine si consiglia di foca- 10. Completa le tabelle.
lizzare lattenzione degli studenti sul modo di nume- Obiettivo: fissare la forma di questo e quello come
rare i capi di abbigliamento (sezione Attenzione!). pronomi e aggettivi.
Chiavi: 1. camicia, 2. pantaloni, 3. giacca, 4. Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
giubbotto, 5. sciarpa, 6. cravatta, 7. gonna, 8. controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
scarpe, 9. maglione, 10. calze, 11. maglietta, 12. un confronto in coppia. Prima di fare completare la
guanti, 13. cappotto, 14. stivali, 15. cintura, 16. seconda tabella, si consiglia di fare notare agli stu-
cappello denti che forme di quello cambiano quando un
pronome (sezione Attenzione!).
7. Abbina le espressioni date alle foto corri- Chiavi:
spondenti.
maschile femminile maschile femminile
Obiettivo: presentare parole relative alla qualit singolare singolare plurale plurale
di capi di abbigliamento. questo questa questi queste
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
quello quella quelli quelle
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre

Litaliano alluniversit 65
maschile femminile la foto. Pu introdurre e spiegare il lessico relativo
allimmagine se non conosciuto (per esempio,
il vestito la camicia
quel vestito quella camicia
fiocco, nastro). Prima di fare svolgere lattivit, lin-
segnante pu leggere le domande e, se necessario,
singolare lorologio
spiegare le parole utili per svolgere lattivit che gli
quellorologio lamica
studenti non capiscono. Lattivit si pu svolgere in
lo zaino quellamica
coppia e successivamente si pu discutere in ple-
quello zaino
num. In questa attivit non consigliabile focaliz-
maschile femminile
zare lattenzione sulla correttezza morfosintattica
della produzione orale dellapprendente dal mo-
i pantaloni le borse
mento che lobiettivo quello di entrare nel tema e
quei pantaloni quelle borse
facilitare la comprensione del testo input. La corre-
plurale gli stivali zione degli errori durante la produzione orale degli
quegli stivali apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che inter-
gli ombrelli rompono il flusso comunicativo.
quegli ombrelli

Comunichiamo
11. Ripeti il dialogo e sostituisci i capi di abbi- 13. Ascolta il dialogo e rispondi alle domande.
gliamento e i colori. Se necessario cambia an-
Obiettivo: comprendere il testo input.
che gli altri elementi della frase.
Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative e il
contestualizzare il testo (per esempio adesso ascol-
lessico visti nelle attivit precedenti.
tiamo un dialogo tra Anna ed Elisa. Anna deve fare
Prima di svolgere lesercizio si consiglia di focaliz-
un regalo e chiede un consiglio a Elisa). Prima di
zare lattenzione degli studenti sullesempio per far-
fare ascoltare il testo input si consiglia di verificare
gli capire come svolgere i dialoghi. Linsegnante do-
che siano comprese le parole relative allo svolgi-
vrebbe spiegare che i colori presentati nello spec-
mento dellattivit ed eventualmente spiegarle (per
chietto sono degli aggettivi e pertanto cambiano in
esempio: consigliare, chiedere consiglio, dubbi,
genere e numero, a parte laggettivo blu che resta
bracciale) . Il primo ascolto del dialogo ha lo scopo
invariabile. Lattivit si deve svolgere in coppie.
di esercitare labilit di ascolto e pertanto sarebbe
Quando gli studenti hanno terminato i dialoghi lin-
consigliabile avvertire gli studenti di ascoltare il
segnante, cambiando le coppie, pu chiedere ad
dialogo senza leggere il testo. In questa fase
alcuni studenti di svolgere lattivit davanti alla
importante che linsegnante crei unatmosfera non
classe. Solo al termine di questa fase sarebbe op-
ansiogena che potrebbe compromettere la com-
portuno, se si ritiene necessario, procedere con la
prensione degli apprendenti, chiarendo, per esem-
correzione della produzione orale degli studenti.
pio, che non importante capire tutte le parole del
dialogo. Se si ritiene opportuno si pu fare ascol-
12. Completa con le forme corrette di questo e
tare altre volte il dialogo prima di passare allattivit
quello.
14. Lattivit si pu svolgere singolarmente e suc-
Obiettivo: fissare la forma di questo e quello come cessivamente linsegnante potrebbe proporre un
pronomi e aggettivi. confronto in coppia.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre 14. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
un confronto in coppia. Controlla le risposte dellattivit 13.
Chiavi: 1. quella; 2. quel; 3. queste, questa; 4. Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
quelle; 5. quegli; 6. questi, quelli lattivit di comprensione.
Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
Entriamo in tema sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento delluni-
dere di controllare le risposte dellattivit 13. Alla
t e facilitare la comprensione del testo.
fine si pu controllare in plenum. Al termine di
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere

66 Edizioni Edilingua
Ti vesti alla moda?
questa attivit, linsegnante potrebbe inserire un ne orale degli studenti.
lavoro di lettura-ripetizione corale o recitazione del
dialogo a gruppi per lavorare su aspetti fonetici. Facciamo grammatica
18. Leggi di nuovo il dialogo a pagina 158 e
Impariamo le parole scrivi accanto allinfinito la forma dellimpera-
15. Dividi le parole della lista nella tabella. tivo che usa Elisa.
Obiettivo: presentare parole relative a materiali, Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti la forma
difetti e accessori di abbigliamento. dellimperativo seconda persona singolare.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
un confronto in coppia. Al termine dellattivit si do- va! in cui viene spiegata sinteticamente la funzione
vrebbe verificare che il significato delle parole in- assunta nel dialogo input del modo verbale oggetto
serite sia chiaro a tutti gli studenti ed eventualmente danalisi (imperativo). Lattivit si pu svolgere sin-
spiegare le parole non conosciute. golarmente e prima del controllo in plenum linse-
gnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
Chiavi:
Chiavi: 1. dimmi, 2. regalagli, 3. prendigli, 4.
materiali
difetti dei capi accessori compragli, 5. sta, 6. vieni
dabbigliamento dabbigliamento

19. Scrivi la regola.


seta portachiavi
acciaio anello
Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti la forma
stretto dellimperativo seconda persona singolare afferma-
oro borsa
corto
argento
lungo
portafoglio tivo e negativo e la posizione dei pronomi; fare
pelle bracciale
lana
largo
collana
scoprire la forma di alcuni imperativi irregolari con
cotone orecchini e senza pronomi.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
16. Dove posso comprare questi oggetti? Abbina un confronto in coppia.
gli oggetti ai negozi.
Chiavi:
Obiettivo: presentare ulteriori parole relative agli Limperativo informale dei verbi in -are finisce in -a.
accessori e ai rispettivi negozi dove possibile com- Limperativo informale dei verbi in -ere finisce in -i.
prarli. Limperativo informale dei verbi in -ire finisce in -i.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del I pronomi con limperativo informale vanno dopo il
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre verbo e formano ununica parola.
un confronto in coppia. Al termine dellattivit si do- Fare: Fa; Fare a me: Fammi; Dare a me: Dammi
vrebbe verificare che il significato delle parole inse-
rite sia chiaro a tutti gli studenti ed eventualmente 20. Inventa un dialogo.
spiegare le parole non conosciute.
Obiettivo: riutilizzare le funzioni e il lessico pre-
Chiavi: 1. b, 2. c, 3. a, 4. e, 5. d sentato nelle attivit precedenti.
Prima di fare svolgere lattivit si consiglia di foca-
17. Descrivi dettagliatamente labbigliamento lizzare lattenzione degli studenti sulle consegne e
di queste persone. spiegare le parole che eventualmente non capi-
Obiettivo: riutilizzare il lessico presentato nelle at- scono. Lattivit si deve svolgere in coppie. In questa
tivit precedenti. fase si consiglia di intervenire il meno possibile e la
Lattivit si pu svolgere in coppie o in piccoli grup- correzione degli errori durante la produzione orale
pi. Linsegnante dovrebbe dire agli studenti che du- degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che
rante lo svolgimento dellattivit possono chiedergli interrompono il flusso comunicativo.
il significato delle parole che non conoscono. Alla Quando gli studenti hanno terminato di fare i dia-
fine si pu controllare in plenum. Solo al termine di loghi linsegnante cambiando le coppie, pu chie-
questa fase sarebbe opportuno, se si ritiene neces- dere ad alcuni studenti di svolgere lattivit davanti
sario, procedere con la correzione della produzio- alla classe. Solo al termine di questa fase sarebbe

Litaliano alluniversit 67
opportuno, se si ritiene necessario, procedere con ed eventualmente spiegarle. Lattivit si pu svol-
la correzione della produzione orale degli studenti. gere singolarmente e prima del controllo in plenum
linsegnante potrebbe proporre un confronto in cop-
21. Completa il testo con gli imperativi e ag- pia. Infine, linsegnante pu utilizzare il box Ufficio
giungi i pronomi quando necessario. informazioni per focalizzare lattenzione su aspetti
Obiettivo: fissare la forma dellimperativo infor- culturali (Galleria del costume a Palazzo Pitti; stilisti
male con e senza pronomi.. italiani). Per sostenere la motivazione culturale degli
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del apprendenti, linsegnante potrebbe proporre una
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre attivit di ricerca di informazioni on line dividendo
un confronto in coppia. la classe in gruppi e chiedendo a ciascun gruppo di
svolgere una ricerca su uno stilista italiano.
Chiavi: 1. compra, 2. Guarda, 3. considerare, 4.
Fa/Fai, 5. comprali, 6. Chiedi, 7. chiedi, 8. non Chiavi: 1. falso, 2. vero, 3. falso, 4. vero, 5. vero
insistere, 9. informati, 9. Ricordati
Parliamo un po...
Conosciamo gli italiani Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
22. Leggi il testo e indica se le affermazioni che libera.
seguono sono vere o false. Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al
lorganizzazione dello spazio classe (per questa
tema dellunit.
attivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie
Come per la comprensione dei testi orali, in questa
a ferro di cavallo). importante che gli appren-
fase importante che linsegnante crei unatmo-
denti percepiscano che lo scopo principale dellat-
sfera non ansiogena che potrebbe compromettere
tivit non la correttezza morfosintattica, ma, per
la comprensione degli apprendenti, chiarendo, per
quanto possibile, lo sviluppo di una fluente produ-
esempio, che non importante capire tutte le pa-
zione orale. Pertanto in questa attivit la correzione
role del testo. Prima di chiedere agli studenti di
degli errori durante la produzione orale degli ap-
leggere il testo e svolgere lattivit, linsegnante po-
prendenti si dovrebbe limitare a quelli che impedi-
trebbe introdurre o spiegare il lessico non conosciu-
scono il flusso comunicativo.
to. Si consiglia inoltre di verificare che siano com-
prese le parole relative allo svolgimento dellattivit

68 Edizioni Edilingua