Sei sulla pagina 1di 9

Dove abiti?

Entriamo in tema Lattivit si pu svolgere singolarmente e successiva-


1. Conosci questi tipi di abitazione? Scrivi una mente linsegnante potrebbe proporre un confronto
piccola descrizione. in coppia.
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare Chiavi: A. ingresso, B. cucina, C. bagno, D. ca-
la comprensione del testo. mera da letto, E. studio, F. soggiorno, G. ripostiglio,
Lattivit pu essere svolta singolarmente in coppia H. corridoio
o in piccoli gruppi anche con luso del dizionario.
Successivamente si pu controllare in plenum 4. Adesso ascolta il dialogo e leggi il testo. Con-
verificando che le descrizioni fornite siano com- trolla le risposte delle attivit 2 e 3.
prese da tutti e spiegando le parole eventualmente Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
non conosciute dagli studenti. Alla fine se vuole, lin- le attivit di comprensione.
segnante pu correggere eventuali errori morfo- Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
sintattici degli studenti. sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
Comunichiamo dere di controllare le risposte delle attivit 2 e 3.
2. Ascolta il dialogo. Vero o falso? Alla fine si pu controllare in plenum. Al termine di
questa fase linsegnante potrebbe inserire un lavoro
Obiettivo: comprendere le informazioni generali
di lettura-ripetizione corale o recitazione del dialo-
del testo input.
go a coppie per lavorare su aspetti fonetici. Al ter-
Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu-
mine dellattivit, per promuovere la produzione
tano a contestualizzare il testo (per esempio: adesso
orale libera, si pu richiamare lattenzione degli stu-
ascoltiamo un dialogo tra due amiche. Unamica de-
denti sul box Ufficio informazioni chiedendo agli
scrive allaltra la sua casa). Prima di fare ascoltare il
studenti quali possono essere i vantaggi di abitare
testo input si consiglia di verificare che siano com-
in una casa in affitto e quali i vantaggi di abitare in
prese le parole relative allo svolgimento dellattivit
una casa di propriet.
ed eventualmente spiegarle (per esempio: vasca da
bagno, cucina, stanza da letto, soggiorno, divani,
Facciamo grammatica
poltrone, affitto). Il primo ascolto del dialogo ha lo
scopo di esercitare labilit di ascolto e pertanto sa- 5. Uso di c/: scrivi la regola.
rebbe consigliabile avvertire gli studenti di ascoltare Obiettivo: fare scoprire agli studenti luso di c/
il dialogo senza leggere il testo. In questa fase im- ci sono e la differenza con /sono.
portante che linsegnante crei unatmosfera non an- Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
siogena che potrebbe compromettere la comprensio- mare lattenzione degli studenti sulla sezione Os-
ne degli apprendenti, chiarendo, per esempio, che serva! in cui ci sono frasi tratte dal testo input con
non importante capire tutte le parole del dialogo. gli elementi oggetto della riflessione grammaticale
Se si ritiene opportuno si pu fare ascoltare altre volte evidenziati. Lattivit si pu svolgere singolarmente
il dialogo prima di passare allattivit 3. Lattivit si e prima del controllo in plenum linsegnante po-
pu svolgere singolarmente e successivamente linse- trebbe proporre un confronto in coppia.
gnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
Chiavi: 1. c, 2. , 3. ci sono
Chiavi: 1. falso, 2. falso, 3. vero, 4. falso, 5. vero,
6. falso 6. Scegli la forma corretta.
Obiettivo: fissare luso di c/ci sono.
3. Ascolta di nuovo il dialogo e inserisci i nomi Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
delle parti della casa nella piantina. controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
Obiettivo: comprendere ulteriori informazioni del un confronto in coppia. Dopo la fase di controllo,
testo input. linsegnante potrebbe spiegare il lessico delleserci-

30 Edizioni Edilingua
zio che gli studenti non conoscono. opportuno, se si ritiene necessario, procedere con

Dove abiti?
la correzione della produzione orale degli studenti.
Chiavi: 1. ci sono, 2. , 3. ci sono, 4. c, 5. ci so-
no, 6. c, 7. c, 8. c, 9. sono, 10. ci sono, 11.
Entriamo in tema
, 12. c
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento del-
Comunichiamo lunit e facilitare la comprensione del testo.
7. In base alle due immagini che vedi, fai dei mi- Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere
ni dialoghi come nellesempio e sostituisci le pa- la foto dellunit e pu spiegare il lessico che non
role evidenziate. Attenzione alluso di c/ci so- conosciuto.
no! Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante pu
leggere le domande input e, se necessario, spiega-
Obiettivo: esercitare la funzione comunicativa
re le parole utili per svolgere lattivit che gli stu-
collocare nello spazio.
denti non capiscono. Lattivit si pu svolgere in
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
coppia e successivamente si pu discutere in ple-
mare lattenzione degli studenti sul dialogo esem-
num. In questa attivit non consigliabile foca-
pio. Gli studenti a coppie devono fare i dialoghi so-
lizzare lattenzione sulla correttezza morfosintattica
stituendo la parte evidenziata (letto matrimoniale)
della produzione orale dellapprendente dal mo-
con gli oggetti della lista. Linsegnante dovrebbe
mento che lobiettivo quello di entrare nel tema e
verificare la comprensione delle parole della lista e,
facilitare la comprensione del testo input. La cor-
se necessario, spiegarle.
rezione degli errori durante la produzione orale
Uno studente deve rispondere riferendosi alla foto-
degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che
grafia A e laltro riferendosi alla fotografia B. Quan-
interrompono il flusso comunicativo.
do gli studenti hanno terminato di fare i dialoghi
linsegnante cambiando le coppie, pu chiedere ad
alcuni studenti di svolgere lattivit davanti alla clas-
Comunichiamo
se. Solo al termine di questa fase sarebbe oppor- 10. Leggi il testo e rispondi oralmente alle do-
tuno, procedere con la correzione della produzione mande.
orale degli studenti. Obiettivo: comprendere il testo input.
Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a
Impariamo le parole contestualizzare il testo (per esempio: adesso leg-
8. Abbina le definizioni allaggettivo corrispon- giamo un testo. Si tratta di un biglietto che scrive
dente. Maurizio ai suoi compagni di casa, lamentandosi
Obiettivo: presentare aggettivi per descrivere una del loro comportamento). Prima di fare ascoltare il
casa. testo input si consiglia di verificare che siano com-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del prese le parole relative allo svolgimento dellattivit
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre ed eventualmente spiegarle (per esempio: rispettare
un confronto in coppia. i turni, immondizia, discutere, in ordine).
Lattivit pu essere svolta in coppia o in piccoli
Chiavi: 1. d, 2. e, 3. f, 4. a, 5. c, 6. b gruppi. Alla fine si pu controllare in plenum. Solo
al termine di questa fase sarebbe opportuno, se si
9. Com la tua casa? Descrivila a un tuo compa- ritiene necessario, procedere con la correzione del-
gno e chiedi informazioni sulla sua casa. Ecco
la produzione orale degli studenti.
alcune informazioni che puoi chiedere: ...
Chiavi (risposte possibili): 1. Deve buttare limmon-
Obiettivo: riutilizzare parole ed espressioni per dizia, 2. Deve lavare i piatti, 3. C acqua per terra
descrivere una casa. dopo che i ragazzi fanno la doccia, 4. Perch alle
Lattivit pu essere svolta in coppia o in piccoli 8 viene a cena unamica di Maurizio
gruppi. In questa fase linsegnante dovrebbe inter-
venire il meno possibile e la correzione degli errori Impariamo le parole
durante la produzione orale degli apprendenti, si
dovrebbe limitare a quelli che impediscono il flusso 11. Scrivi le parole della lista sotto le immagini.
comunicativo. Alla fine si pu proporre un confronto Obiettivo: presentare verbi ed espressioni relative
in plenum. Solo al termine di questa fase sarebbe ai lavori di casa.

Litaliano alluniversit 31
Lattivit pu essere svolta singolarmente, in coppia gruppi. In questa fase si consiglia di intervenire il
o in piccoli gruppi. Alla fine si pu controllare in meno possibile e la correzione degli errori durante
plenum. la produzione orale degli apprendenti si dovrebbe
limitare a quelli che interrompono il flusso comuni-
Chiavi: 1. stirare, 2. buttare la spazzatura, 3. spol-
cativo. Successivamente si pu discutere in plenum.
verare, 4. passare laspirapolvere, 5. rifare il letto,
Alla fine se vuole, linsegnante pu correggere
6. lavare i piatti, 7. apparecchiare, 8. passare lo
eventuali errori degli studenti.
straccio

12. Segna nella tabella quello che fai a casa. Poi Comunichiamo
intervista i tuoi compagni e scopri chi pu es- 13. Ascolta la telefonata e indica quali afferma-
sere il tuo compagno di casa ideale. zioni sono vere o false.
Obiettivo: fissare e riutilizzare alcune espressioni Obiettivo: comprendere il testo input.
incontrate nelle attivit 10 e 11. Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu-
Prima di far svolgere lattivit linsegnante potrebbe tano a contestualizzare il testo (per esempio: ades-
verificare se gli studenti conoscono le espressioni so ascoltiamo una telefonata tra una cliente che vuo-
della tabella ed eventualmente spiegarle. Lattivit si le prenotare una camera dalbergo e il portiere del-
dovrebbe svolgere in piccoli gruppi di 4 persone e lalbergo). Prima di fare ascoltare il testo input si
prevede 3 fasi: 1) gli studenti segnano singolar- dovrebbe verificare che siano comprese le parole re-
mente (nella colonna Io) le attivit che abitualmente lative allo svolgimento dellattivit ed eventualmente
svolgono a casa; 2) gli studenti si informano sulle spiegarle (per esempio: prenota, colazione inclusa).
attivit che svolgono i compagni del loro gruppo e Il primo ascolto del dialogo ha lo scopo di esercitare
le segnano nella tabella (nelle colonne compagno labilit di ascolto e pertanto sarebbe consigliabile
1, 2, 3, 4); 3) un rappresentante di ciascun gruppo avvertire gli studenti di ascoltare il dialogo senza
riferisce i risultati alla classe, cercando di spiegare leggere il testo. In questa fase importante che lin-
quali persone potrebbero vivere o non vivere nella segnante crei unatmosfera non ansiogena che po-
stessa casa e perch. trebbe compromettere la comprensione degli ap-
Linsegnante dovrebbe spiegare che durante la fase prendenti, chiarendo, per esempio, che non im-
2 dellattivit gli studenti non dovrebbero limitarsi a portante capire tutte le parole del dialogo. Se si ritie-
elencare le attivit che svolgono o non svolgono a ne opportuno si pu fare ascoltare altre volte il dia-
casa, ma dovrebbero cercare di parlare di pi, per logo prima di passare allattivit 14. Lattivit si pu
esempio esponendo ai compagni perch gli piace svolgere singolarmente e successivamente linse-
fare o non fare alcune cose. In questa fase, cio gnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
quando gli studenti discutono tra loro, si consiglia di
Chiavi: 1. falso, 2. vero, 3. falso, 4. vero, 5. falso
intervenire il meno possibile e la correzione degli
errori durante la produzione orale degli appren-
14. Ascolta di nuovo la telefonata e leggi il te-
denti si dovrebbe limitare a quelli che interrompono
sto. Controlla le risposte dellattivit 13.
il flusso comunicativo.
Dopo la fine della terza fase dellattivit sarebbe Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
opportuno, se si ritiene necessario, procedere con le attivit di comprensione.
la correzione della produzione orale degli studenti. Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
Entriamo in tema leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
dere di controllare le risposte dellattivit 13. Alla
Quale tra queste sistemazioni scegli per una fine si pu controllare in plenum. Al termine di que-
vacanza? Perch? sta attivit, linsegnante potrebbe inserire un lavoro
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento delluni- di lettura-ripetizione corale o recitazione del dialo-
t e facilitare la comprensione del testo. go a gruppi per lavorare su aspetti fonetici.
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere
le foto. Pu introdurre e spiegare il lessico relativo 15. Rileggi il dialogo e trova le espressioni usate
alle immagini che gli studenti non conoscono. per...
Lattivit pu essere svolta in coppia o in piccoli Obiettivo: identificare come si realizzano alcune

32 Edizioni Edilingua
funzioni comunicative. Lavora con un compagno e fai i dialoghi come

Dove abiti?
Si consiglia di verificare la corretta comprensione nellesempio.
della consegna e di spiegare le parole chiave per Obiettivo: fissare e riutilizzare il lessico e alcune
svolgere lattivit nel caso in cui gli studenti non le espressioni incontrate nelle attivit precedenti.
conoscano (per esempio: esprimere soddisfazione Linsegnante dovrebbe spiegare agli studenti che lo
parziale, non preciso). Lattivit pu essere svolta scopo dellattivit la produzione libera orale, quindi
anche in coppia o in piccoli gruppi. Successivamente dovrebbero cercare di parlare il pi possibile, per
si consiglia di controllare in plenum. esempio esponendo ai compagni perch considera-
Chiavi: a. Albergo Fontana, buonasera; b. Vorrei no importanti o non importanti determinati servizi in
prenotare una camera doppia; c. Va bene, meglio albergo, oppure esponendo alcune esperienze perso-
di niente; d. Posso portare il mio gatto? e. Intorno nali. Lattivit pu essere svolta in coppia o in piccoli
alle 18 gruppi. In questa fase, cio quando gli studenti di-
scutono tra loro, si consiglia di intervenire il meno
16. Lavora con un compagno e simula una tele- possibile e la correzione degli errori durante la pro-
fonata a un albergo. il portiere dellalbergo, duzione orale degli apprendenti si dovrebbe limitare
il cliente. a quelli che impediscono il flusso comunicativo.
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative in- Alla fine si pu discutere in plenum. Solo al termine
contrate nelle attivit 14 e 15. di questa fase sarebbe opportuno, se si ritiene ne-
Lattivit si deve svolgere in coppie. In questa fase cessario, procedere con la correzione della produ-
linsegnante dovrebbe intervenire il meno possibile, zione orale degli studenti.
principalmente su richiesta degli studenti. Quando
gli studenti hanno terminato di fare i dialoghi linse- 19. Osserva la pagina successiva: quale di questi
alberghi puoi consigliare a
gnante cambiando le coppie, pu chiedere ad al-
cuni studenti di svolgere lattivit davanti alla classe. Obiettivo: comprendere un testo autentico e solle-
Dal momento che lo scopo dellattivit anche quel- citare la produzione orale.
lo di simulare una telefonata, si pu chiedere agli Linsegnante pu introdurre lattivit dicendo che il
studenti di mettersi di spalle in modo da non potersi testo un insieme di descrizioni di alberghi di diver-
guardare in faccia. Infatti, questa condizione si ve- so tipo. Il testo di una certa complessit, per questo
rifica normalmente durante una telefonata e con- motivo lo svolgimento del compito richiede un tipo di
diziona, ovviamente, anche la comunicazione dal lettura selettiva per identificare soltanto alcune in-
momento che non possibile vedere e interpretare formazioni. importante quindi dire agli studenti che
la gestualit dellinterlocutore. nel testo ci sono diverse parole che non conoscono.
Solo al termine di questa fase sarebbe opportuno, Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
se si ritiene necessario, procedere con la correzione controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
della produzione orale degli studenti. un confronto in coppia.
Durante la correzione dellattivit linsegnante pu
Impariamo le parole chiedere allo studente interpellato di indicare le se-
zioni del testo che lo hanno guidato nella scelta.
17. Scrivi le parole della lista sotto le immagini.
Se si ritiene opportuno, come attivit di espansione
Obiettivo: presentare parole relative ai servizi in lessicale, si pu chiedere a ciascuno studente di in-
albergo. dicare una parola del testo che non stata capita e
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del fornirne la spiegazione.
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. Chiavi: a. Hotel Centrale Miramare, b. Ca Arco
Antico, c. Albergo Belvedere, d. Starhotel Excelsior
Chiavi: 1. frigobar, 2. aria condizionata, 3. ba-
gno/doccia in camera, 4. camera doppia, 5. tele- Facciamo grammatica
visione, 6. camera matrimoniale, 7. parcheggio, 8.
20. Completa la tabella.
ristorante, 9. camera singola, 10. telefono
Obiettivo: le preposizioni articolate.
18. Che cosa importante per te in un albergo? Prima di far svolgere lattivit, si consiglia di richia-

Litaliano alluniversit 33
mare lattenzione degli studenti sugli esempi della Come per la comprensione dei testi orali, in questa
sezione Osserva!, che presentano evidenziate le fase importante che linsegnante crei unatmo-
preposizioni articolate, e sullo specchietto che spie- sfera non ansiogena che potrebbe compromettere
ga come si formano le preposizioni degli esempi. la comprensione degli apprendenti, chiarendo, per
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del esempio, che non importante capire tutte le pa-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre role del testo. Prima di chiedere agli studenti di leg-
un confronto in coppia. gere il testo e svolgere lattivit, per contestualiz-
zare il testo linsegnante potrebbe sfruttare il para-
Chiavi:
testo, per esempio chiedendo agli studenti di descri-
+ IL LO L LA I GLI LE vere la foto e introducendo o spiegando il lessico
DI del dello dell della dei degli delle non conosciuto. Lattivit pu essere svolta in cop-
A al allo all alla ai agli alle pia o in piccoli gruppi. Alla fine si pu controllare
DA dal dallo dall dalla dai dagli dalle in plenum.
IN nel nello nell nella nei negli nelle
Chiavi (riposte possibili): 1. Non rispettano gli ora-
SU sul sullo sull sulla sui sugli sulle ri, sono rumorosi e vogliono servizi di alta qualit
senza spendere soldi; 2. Per tutto: per la pulizia e
21. Scegli lopzione adatta e scrivi la corretta larredamento, per la cucina e i mobili dellalbergo;
preposizione articolata. 3. No, non vogliono spendere soldi quando vanno
Obiettivo: fissare le regole di formazione e uso in vacanza; 4. Svedesi e norvegesi, ma anche ame-
delle preposizioni articolate. ricani; 5. Pretendono tutti il servizio migliore, ma gli
Linsegnante dovrebbe anticipare agli studenti che americani spendono di pi e lasciano mance
non ci sono regole generali che possono applicarsi
alle preposizioni e che, di conseguenza, molto di- Parliamo un po...
pende dalluso che gli italiani ne fanno. Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
Lattivit pu essere svolta singolarmente, oppure, libera.
considerato il grado di difficolt, in coppia o in pic- Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
coli gruppi. Alla fine si pu controllare in plenum. unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
lorganizzazione dello spazio classe (per questa
Chiavi: 1. Nella, 2. sul, 3. dalle, 4. alle, 5. alla,
attivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie
6. ai, 7. all, 8. degli, 9. al, 10. Dalla, 11. Nelle,
a ferro di cavallo). importante che gli appren-
12. nell
denti percepiscano che lo scopo principale dellat-
tivit non la correttezza morfosintattica, ma, per
Conosciamo gli italiani
quanto possibile, lo sviluppo di una fluente produ-
22. Leggi il testo e rispondi oralmente alle do- zione orale. Pertanto in questa attivit la correzione
mande. degli errori durante la produzione orale degli ap-
Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al prendenti si dovrebbe limitare a quelli che impe-
tema dellunit. discono il flusso comunicativo.

34 Edizioni Edilingua
La mia giornata a Firenze

Entriamo in tema controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre


un confronto in coppia. Alla fine linsegnante do-
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare
vrebbe verificare che tutti gli studenti abbiano ca-
la comprensione del testo.
pito il significato delle espressioni nella colonna a
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrive-
destra dellesercizio ed eventualmente spiegarle.
re le foto e pu spiegare il lessico che non cono-
sciuto. Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante Chiavi: 1. e, 2. g, 3. b, 4. f, 5. h, 6. c, 7. d, 8. a
pu leggere le domande input e, se necessario,
spiegare le parole utili per svolgere lattivit che gli 3. Lavora con un compagno. A turno chiedetevi
studenti non capiscono. Lattivit pu essere svolta informazioni sulle vostre abitudini. Ecco alcuni
in coppia o in piccoli gruppi. Alla fine si pu discu- suggerimenti.
tere in plenum. In questa attivit non consigliabile Obiettivo: esercitare le espressioni e il lessico per
focalizzare lattenzione sulla correttezza morfosin- descrivere abitudini.
tattica della produzione orale dellapprendente dal Lattivit si pu svolgere in coppie o in piccoli
momento che lobiettivo quello di entrare nel tema gruppi. In questa fase la correzione degli errori
e facilitare la comprensione del testo input. La cor- durante la produzione orale degli apprendenti si
rezione degli errori durante la produzione orale dovrebbe limitare a quelli che impediscono il flusso
degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che comunicativo. Alla fine si pu discutere in plenum.
impediscono il flusso comunicativo. Solo al termine di questa fase sarebbe opportuno,
se si ritiene necessario, procedere con la corre-
Comunichiamo zione della produzione orale degli studenti.

1. Leggi le-mail e indica se le affermazioni che


Facciamo grammatica
seguono sono vere o false.
Obiettivo: comprendere il testo input. 4. Trova e scrivi gli altri 12 verbi riflessivi pre-
Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu- senti nellemail di Marta!
tano a contestualizzare il testo (per esempio: ades- Obiettivo: fare scoprire agli studenti la forma dei
so leggiamo una e-mail che Marta scrive a Sara de- verbi riflessivi.
scrivendo la sua giornata a Firenze). Prima di fare Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
leggere il testo input si consiglia di verificare che mare lattenzione degli studenti sulla sezione Os-
siano comprese le parole relative allo svolgimento serva! in cui c il primo esempio di verbi riflessivi
dellattivit ed eventualmente spiegarle (per esem- presenti nel testo input. Prima di iniziare lattivit
pio: avere nostalgia di, in ritardo, addormentarsi). linsegnante potrebbe brevemente spiegare cosa
In questa fase importante che linsegnante crei sono i verbi riflessivi (per esempio, semplificando:
unatmosfera non ansiogena che potrebbe compro- nei verbi riflessivi il soggetto e loggetto sono la
mettere la comprensione degli apprendenti, chia- stessa persona a cui si riferisce il verbo). Lattivit
rendo, per esempio, che non importante capire si pu svolgere singolarmente e prima del controllo
tutte le parole della e-mail. Lattivit si pu svolgere in plenum linsegnante potrebbe proporre un con-
singolarmente e prima del controllo in plenum lin- fronto in coppia.
segnante potrebbe proporre un confronto in coppia. Chiavi: 1. mi sveglio, 2. mi alzo, 3. mi preparo,
Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. vero, 4. vero, 5. falso, 4. mi lavo, 5. mi vesto, 6. si alza, 7. mi metto, 8.
6. falso, 7. vero, 8. falso mi addormento, 9. mi alzo, 10. ci vediamo, 11. si
diverte, 12. ci sentiamo
2. Leggi di nuovo le-mail e collega le frasi a si-
nistra con le espressioni a destra. 5. Completa la tabella.
Obiettivo: comprendere il testo input. Obiettivo: fare scoprire agli studenti la forma dei
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del verbi riflessivi.

Litaliano alluniversit 35
Lattivit si pu svolgere singolarmente e poi essere mi tolgo, 5. mi faccio, 6. Mi vesto, 7. mi tolgo, 8.
controllata in plenum. Alla fine focalizzare latten- mi addormento, 9. mi incontro
zione sulla struttura dei verbi riflessivi nelle frasi ne-
gative (sezione Attenzione), soprattutto perch al- Entriamo in tema
cuni studenti per transfert negativo della lingua ma-
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento delluni-
dre, tendono a posizionare il pronome prima della
t e facilitare la comprensione del testo.
negazione.
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere
Chiavi: le foto e spiegare il lessico che non conosciuto.
alzarsi mettersi divertirsi Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante pu
io mi alzo mi metto mi diverto
leggere le domande input e, se necessario, spiega-
re le parole che gli studenti non capiscono. Lattivit
tu ti alzi ti metti ti diverti
pu essere svolta in coppia o in piccoli gruppi. Alla
lui/lei/Lei si alza si mette si diverte
fine si pu discutere in plenum. In questa attivit non
noi ci alziamo ci mettiamo ci divertiamo
consigliabile focalizzare lattenzione sulla corret-
voi vi alzate vi mettete vi divertite
tezza morfosintattica della produzione orale del-
loro si alzano si mettono si divertono
lapprendente dal momento che lobiettivo quello
di entrare nel tema e facilitare la comprensione del
6. Completa le frasi con le forme corrette dei testo input. La correzione degli errori durante la pro-
verbi. duzione orale degli apprendenti si dovrebbe limi-
Obiettivo: fissare luso dei verbi riflessivi. tare a quelli che impediscono il flusso comunicativo.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre Comunichiamo
un confronto in coppia. Linsegnante pu verificare
9. Ascolta il dialogo e indica se le affermazioni
che tutti gli studenti abbiano capito il significato delle
sono vere o false.
frasi dellesercizio ed eventualmente spiegarle.
Obiettivo: comprendere il testo input.
Chiavi: 1. si trova, 2. si mette, 3. ti alleni, 4. non Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu-
si divertono, 5. mi annoio, 6. ci vediamo tano a contestualizzare il testo (per esempio: ades-
so ascoltiamo un dialogo tra due studenti universi-
Impariamo le parole tari. Lindsay, una studentessa americana, descrive a
7. Scrivi le parole della lista sotto le immagini. Marcello la sua vita a Firenze). Prima di fare ascol-
tare il testo input si consiglia di verificare che siano
Obiettivo: presentare verbi riflessivi per esprimere
comprese le parole relative allo svolgimento dellat-
azioni quotidiane.
tivit ed eventualmente spiegarle (per esempio: tro-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
varsi bene, a tempo pieno, invitare). In questa fase
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
importante che linsegnante crei unatmosfera non
un confronto in coppia.
ansiogena che potrebbe compromettere la compren-
Chiavi: 1. rilassarsi, 2. divertirsi, 3. vestirsi, 4. truc- sione degli apprendenti, chiarendo, per esempio,
carsi, 5. lavarsi, 6. svegliarsi, 7. pettinarsi, 8. radersi che non importante capire tutte le parole del dia-
logo. Se si ritiene opportuno si pu fare ascoltare
8. Inserisci i verbi nel testo. altre volte il dialogo prima di passare allattivit 11.
Obiettivo: usare alcuni verbi riflessivi. Lattivit si pu svolgere singolarmente e successi-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del vamente linsegnante potrebbe proporre un con-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre fronto in coppia.
un confronto in coppia. Dal momento che lattivit Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. falso, 4. falso, 5. vero,
richiede principalmente la competenza lessicale (i 6. vero
verbi della lista sono gi coniugati), linsegnante
dovrebbe dire agli studenti che durante lo svol- 10. Ascolta il dialogo e leggi il testo. Controlla le
gimento dellattivit possono chiedergli il significato risposte dellattivit 9.
delle parole del testo che non capiscono. Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
Chiavi: 1. mi sveglio, 2. mi alzo, 3. mi faccio, 4. lattivit di comprensione.

36 Edizioni Edilingua
Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te- si consiglia di intervenire il meno possibile e la cor-

La mia giornata a Firenze


sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo rezione degli errori durante la produzione orale de-
leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie- gli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che in-
dere di controllare le risposte dellattivit 10. Alla terrompono il flusso comunicativo.
fine si pu controllare in plenum. Al termine di que- Quando gli studenti hanno terminato i dialoghi lin-
sta fase linsegnante potrebbe inserire un lavoro di segnante, cambiando le coppie, pu chiedere ad
lettura-ripetizione corale o recitazione del dialogo a alcuni studenti di svolgere lattivit davanti alla clas-
gruppi per lavorare su aspetti fonetici. Infine, lin- se. Solo al termine di questa fase sarebbe opportu-
segnante pu utilizzare il box Ufficio informazioni no, se si ritiene necessario, procedere con la corre-
per focalizzare lattenzione su un aspetto culturale zione della produzione orale degli studenti.
(diritti degli studenti-lavoratori in Italia) e sollecitare
la produzione libera orale chiedendo, ad esempio, Impariamo le parole
se su questo aspetto ci sono differenze nel paese di
13. Rileggi il dialogo di pagina 76: trova e scrivi
provenienza degli studenti.
i giusti termini accanto alle definizioni date.
11. Riascolta pi volte una parte del dialogo e Obiettivo: presentare parole relative allambito
completa le frasi. universit presenti nel testo input.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
Obiettivo: comprendere in maniera analitica una
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
parte del testo input.
un confronto in coppia.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre Chiavi: 1. facolt, 2. esami, 3. tesi, 4. mensa, 5. bi-
un confronto in coppia. Alla fine linsegnante pu blioteca, 6. appello, 7. fuori corso.
richiamare lattenzione degli studenti sulle espres-
sioni che indicano una frequenza o un periodo di 14. Osserva questa pagina web dellUniversit
tempo (sezione Attenzione!). degli Studi di Firenze e completa con le parole
della lista.
Chiavi: Lavoro mezza giornata, tre sere alla setti-
Obiettivo: usare parole relative allambito univer-
mana e qualche volta anche il pomeriggio. un po
sit completando un testo.
duro, ma cos posso pagare laffitto e continuare a
Lo studente deve inserire nel testo le parole della li-
studiare. Tu invece cosa fai?
sta. Anche se pu non conoscerle tutte, dovrebbe
In questo periodo sono abbastanza impegnato ed
essere in grado di inserirle in base al contesto. Il
esco raramente: seguo le lezioni, mangio in mensa,
testo una pagina web e contiene parole o forme
studio in biblioteca... La giornata passa in questo
linguistiche che lo studente pu non conoscere. Dal
modo... Durante la settimana non esco quasi mai,
momento per che lobiettivo lutilizzo di alcune
esco qualche volta il sabato o la domenica.
parole, non necessaria una spiegazione analitica
di tutte le parole o forme linguistiche non conosciu-
12. Lavora con un compagno. A turno chiedetevi
con quale frequenza fate queste cose come te. Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima
nellesempio. del controllo in plenum linsegnante potrebbe pro-
porre un confronto in coppia.
Obiettivo: esprimere una frequenza in un periodo
di tempo. Chiavi: 1. Facolt, 2. sostenere, 3. sessione desa-
Prima di fare svolgere lesercizio si consiglia di me, 4. iscriversi, 5. data dellesame, 6. segreteria
focalizzare lattenzione degli studenti sullesempio studenti, 7. appello, 8. discipline
per fargli capire come svolgere i dialoghi. Linse-
gnante pu leggere i verbi da utilizzare nelleser- Facciamo grammatica
cizio e, se necessario, spiegare quelli che gli studen-
15. Trova nel dialogo di pagina 76 gli avverbi
ti non capiscono. Lattivit si deve svolgere in cop-
che indicano frequenza e completa la scala data
pie. Linsegnante potrebbe chiedere agli studenti di in basso.
non limitarsi a formare semplici frasi, ma di provare Obiettivo: presentare i principali avverbi di fre-
a parlare di pi, per esempio esponendo ai compa- quenza.
gni perch fanno o non fanno alcune cose. In que- Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
sta fase, cio quando gli studenti discutono tra loro,

Litaliano alluniversit 37
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre Conosciamo gli italiani
un confronto in coppia.
19. Leggi il testo e rispondi oralmente alle do-
Come espansione dellattivit si pu chiedere agli
mande.
apprendenti di scrivere 3 o 4 frasi contenenti gli av-
verbi di frequenza e poi confrontarle in plenum. Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al
Nella fase di confronto e correzione linsegnante tema dellunit.
potrebbe fare notare agli studenti che la posizione Come per la comprensione dei testi orali, in questa
degli avverbi di frequenza allinterno della frase fase importante che linsegnante crei unatmosfera
non rigida. non ansiogena che potrebbe compromettere la com-
prensione degli apprendenti, chiarendo, per esem-
Chiavi (dallalto in basso): sempre, quasi sempre, pio, che non importante capire tutte le parole del
generalmente, qualche volta, raramente, quasi mai, testo. Prima di chiedere agli studenti di leggere il
mai testo e svolgere lattivit, per contestualizzare il testo
linsegnante potrebbe sfruttare il paratesto, per esem-
16. Qual la differenza nelluso di mai e quasi pio chiedendo agli studenti di descrivere le foto e
mai rispetto agli altri avverbi di frequenza? Par- introducendo o spiegando il lessico non conosciuto.
lane con un compagno e scrivi la regola.
Lattivit pu essere svolta in coppia o in piccoli
Obiettivo: fare scoprire agli studenti luso di mai e gruppi. Alla fine si pu controllare in plenum.
quasi mai. Chiavi (risposte suggerite): 1. Gli italiani dormono
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia- in media pi di otto ore; 2. Perch unoccasione
mare lattenzione degli studenti sulla sezione Os- per socializzare sia con i familiari che con gli amici;
serva! in cui ci sono frasi tratte dal testo input con 3. Gli uomini fanno lavori pagati, le donne fanno
evidenziati gli elementi oggetto della riflessione lsoprattutto lavori non pagati; 4. Guardare la tv; 5.
grammaticale. Lattivit si pu svolgere singolarmen- Le attivit culturali: leggere, andare a teatro ecc.
te e prima del controllo in plenum linsegnante po-
trebbe proporre un confronto in coppia. Parliamo un po...
Chiavi: negativa Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
libera.
17. Rispondi alle domande con mai o quasi mai. Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
Obiettivo: fissare luso di mai e quasi mai. unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del lorganizzazione dello spazio classe (per questa at-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre tivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie a
un confronto in coppia. ferro di cavallo). importante che gli apprendenti
percepiscano che lo scopo principale dellattivit
Comunichiamo non la correttezza morfosintattica, ma, per quanto
possibile, lo sviluppo di una fluente produzione ora-
18. Segna nella tabella la frequenza delle tue le. Pertanto in questa attivit la correzione degli er-
attivit e poi racconta alla classe quello che fai. rori durante la produzione orale degli apprendenti
Obiettivo: esercitare la funzione comunicativa di si dovrebbe limitare a quelli che impediscono il flus-
dire cosa si fa e con quale frequenza. so comunicativo.
Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante pu
leggere le espressioni nella prima colonna della ta-
bella e, se necessario, spiegare le parole utili per
svolgere lattivit che gli studenti non capiscono.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e succes-
sivamente si pu discutere in plenum. Al termine di
questa fase sarebbe opportuno, se si ritiene neces-
sario, procedere con la correzione della produzio-
ne orale degli studenti.

38 Edizioni Edilingua