Sei sulla pagina 1di 10

Una bottiglia dacqua, per favore.

Entriamo in tema 2. Ascolta di nuovo il dialogo. Vero o Falso?


Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare Obiettivo: comprendere ulteriori informazioni del
la comprensione del testo. testo input.
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrive- Si consiglia di verificare che siano comprese le
re le foto e pu spiegare il lessico non conosciuto. parole relative allo svolgimento dellattivit ed even-
Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante pu leg- tualmente spiegarle (consumare, banco, pagare,
gere le domande input e, se necessario, spiegare le spendere). Se si ritiene opportuno si pu fare
parole che gli studenti non capiscono. Lattivit pu ascoltare altre volte il dialogo prima di passare al-
essere svolta in coppia o in piccoli gruppi. Alla fine lattivit 3. Lattivit si pu svolgere singolarmente e
si pu discutere in plenum. In questa attivit non successivamente linsegnante potrebbe proporre un
consigliabile focalizzare lattenzione sulla correttez- confronto in coppia.
za morfosintattica della produzione orale dellap- Chiavi: 1. falso, 2. vero, 3. falso
prendente dal momento che lobiettivo quello di en-
trare nel tema e facilitare la comprensione del testo 3. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
input. La correzione degli errori, durante la produ- Controlla le risposte delle attivit 1 e 2.
zione orale degli apprendenti, si dovrebbe limitare a
Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
quelli che impediscono il flusso comunicativo.
le attivit di comprensione.
Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del
Comunichiamo
testo, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facen-
1. Ascolta il dialogo e completa la tabella. do leggere il testo. Al termine dellascolto si pu
Obiettivo: comprendere le informazioni principali chiedere di controllare le risposte dellattivit 1 e 2.
del testo input. Alla fine si pu controllare in plenum. Al termine di
Prima di fare ascoltare il testo input si consiglia di questa attivit, linsegnante potrebbe inserire un la-
verificare che siano comprese le parole relative allo voro di lettura-ripetizione corale o recitazione del
svolgimento dellattivit ed eventualmente spiegarle. dialogo a coppie per lavorare su aspetti fonetici.
Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a Infine, linsegnante pu utilizzare il box Ufficio in-
contestualizzare il testo (per esempio: adesso ascol- formazioni per focalizzare lattenzione su un aspet-
tiamo un dialogo tra alcuni amici e un cameriere al to culturale (modalit di pagamento al bar) e solle-
bar). Il primo ascolto del dialogo ha lo scopo di citare la produzione libera orale chiedendo, ad
esercitare labilit di ascolto e pertanto gli studenti esempio, se su questo aspetto ci sono differenze nel
dovrebbero ascoltare il dialogo senza leggere il te- Paese di provenienza degli studenti.
sto. In questa fase importante che linsegnante crei
unatmosfera non ansiogena che potrebbe compro- Impariamo le parole
mettere la comprensione degli studenti, chiarendo,
4. Scrivi le parole della lista sotto le immagini.
per esempio, che non importante capire tutte le pa-
role del dialogo. Se si ritiene opportuno fare ascol- Obiettivo: presentare cibi e bevande che si consu-
tare altre volte il dialogo prima di passare allattivit mano al bar.
2. Lattivit si pu svolgere singolarmente e successi- Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
vamente si potrebbe proporre un confronto in coppia. controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. Come ulteriore espansione
Chiavi: del lessico, lavorando sulle associazioni libere o
cosa prende da cosa prende da
sulle collocazioni, si potrebbe chiedere agli studenti
mangiare? bere? di trovare uno o pi aggettivi per ogni sostantivo
(per esempio: cappuccino caldo, latte freddo ecc.).
primo cliente caff normale
Alla fine linsegnante potrebbe scrivere alla lavagna
secondo cliente cornetto con la marmellata cappuccino
le associazioni fatte dagli studenti in modo da favo-
terzo cliente sfoglia latte caldo
rirne la memorizzazione.

20 Edizioni Edilingua
Chiavi: 1. cornetto, 2. cappuccino, 3. latte, 4. bir- se si ritiene necessario, procedere con la correzione

Una bottiglia dacqua, per favore.


ra alla spina, 5. tramezzino, 6. sfoglia, 7. panino, della produzione orale degli studenti.
8. bicchiere dacqua, 9. succo di frutta, 10. lattina
di Coca, 11. patatine, 12. cono gelato 8. Leggi di nuovo il dialogo a pagina 35 e scrivi
le espressioni che usano Alberto e Anna per dire
5. Scrivi 5 cose che ti piacciono e 5 cose che non che cosa gradiscono e che cosa non gradiscono.
ti piacciono che puoi trovare al bar. Lavora con Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti le espres-
un compagno e confrontate le vostre risposte. sioni mi piace, non mi piace.
Obiettivo: memorizzare il lessico presentato con Lattivit pu essere svolta singolarmente, in coppia
lattivit 4. o in piccoli gruppi. Alla fine si pu controllare in
Si consiglia di fare svolgere lattivit singolarmente. plenum.
Alla fine si pu controllare in plenum. Chiavi: Alberto: Mi piace fare colazione al bar;
Anna: La crema non mi piace
Comunichiamo
6. Leggi di nuovo il dialogo di pagina 35 e trova 9. Leggi di nuovo il dialogo e scrivi lespressione
le espressioni usate per... che usa Anna per esprimere una preferenza.
Obiettivo: identificare come si realizzano alcune Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti lespres-
funzioni comunicative. sione per esprimere una preferenza.
Si consiglia di verificare la corretta comprensione Lattivit pu essere svolta singolarmente, in coppia
della consegna e verificare che siano comprese le o in piccoli gruppi. Alla fine si pu controllare in
parole relative allo svolgimento dellattivit ed even- plenum.
tualmente spiegarle (ordinare, prezzo). Lattivit si Chiavi: Anna: Preferisco il cornetto con la marmel-
pu svolgere singolarmente e prima del controllo in lata
plenum linsegnante potrebbe proporre un confronto
in coppia. Alla fine linsegnante pu introdurre altre 10. Cosa ti piace? Cosa preferisci? Lavora con un
espressioni per ordinare, chiedere e dire il prezzo e compagno e fate i dialoghi come nellesempio.
scriverle alla lavagna. Per esempio: Obiettivo: fare esercitare agli apprendenti le fun-
- Ordinare: Un caff, per favore. zioni viste nelle attivit 8 e 9.
- Chiedere il prezzo: Quanto viene?; Quanto pago? Prima di svolgere lesercizio si consiglia di focalizza-
- Dire il prezzo: Fanno 12 euro e 50; Viene12 euro re lattenzione degli studenti sullesempio per fargli
e 50. capire come svolgere i dialoghi. Prima di fare svol-
Chiavi: ordinare: Io prendo , Io vorrei , Per me gere lattivit linsegnante dovrebbe verificare se ci
; chiedere il prezzo: Quant?; dire il prezzo: 12 sono parole non conosciute ed, eventualmente, spie-
euro e cinquanta (euro/centesimi) garle (per esempio: crema, ghiaccio, pera, arancia,
maionese). Lattivit si deve svolgere in coppie. Du-
7. Lavora con un compagno. il cameriere e rante lo svolgimento dellattivit linsegnante dovreb-
il cliente. Guarda il menu, fai unordinazione be intervenire il meno possibile, limitandosi a correg-
e poi paga. Poi scambiatevi i ruoli. gere gli errori che interrompono il flusso comunica-
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative e il tivo. Quando gli studenti hanno terminato i dialoghi
lessico visti nelle attivit precedenti. linsegnante, cambiando le coppie, pu chiedere ad
Prima di far iniziare lattivit linsegnante potrebbe alcuni studenti di svolgere lattivit davanti alla clas-
spiegare le parole del menu che gli studenti non co- se. Solo al termine di questa fase sarebbe opportuno,
noscono. Lattivit si deve svolgere in coppie. Du- se si ritiene necessario, procedere con la correzione
rante lattivit linsegnante dovrebbe intervenire il della produzione orale degli studenti.
meno possibile, limitandosi a correggere gli errori
che interrompono il flusso comunicativo. Quando gli Facciamo grammatica
studenti hanno terminato di fare i dialoghi linse- 11. Come si usa il verbo piacere?
gnante cambiando le coppie, pu chiedere ad al- Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti le regole
cuni studenti di svolgere lattivit davanti alla classe. duso del verbo piacere.
Solo al termine di questa fase sarebbe opportuno, Lattivit pu essere svolta singolarmente, in coppia

Litaliano alluniversit 21
o in piccoli gruppi. Alla fine si pu controllare in Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
plenum. Sebbene gli studenti conoscano gi la strut- controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
tura negativa della frase, si consiglia di fare alcuni un confronto in coppia. Linsegnante pu spiegare il
esempi con le frasi negative (non mi piace ballare) significato dei verbi che gli studenti non conoscono.
in quanto alcuni studenti, per transfert negativo della
Chiavi: 1. preferisco, 2. puliamo, 3. capisce, 4.
lingua madre, tendono a posizionare il pronome mi
uscite, 5. finiscono, 6. capisci
prima della negazione. Linsegnante potrebbe chie-
dere ad alcuni studenti di produrre oralmente delle
Comunichiamo
frasi con il verbo piacere seguito da un infinito, un
nome singolare o un nome plurale. Per esempio: 15. Ascolta il dialogo e completa con le parole
- Insegnante: Leggere. date.
- Studente: Mi piace leggere. Obiettivo: comprendere un testo input.
- Insegnante: Libri. Per contestualizzare il dialogo si consiglia di sfrut-
- Studente: Mi piacciono i libri. tare il disegno dellunit e chiedere agli studenti di
descriverlo eventualmente sollecitandoli con alcune
Chiavi: a. piace, b. piacciono, c. piace domande (per esempio: Dove sono le persone?
Cosa fanno? Indicate il maggior numero di oggetti
12. Completa con la forma corretta del verbo
del disegno ecc.). Linsegnante dovrebbe spiegare
piacere.
le parole che gli studenti non conoscono se ne chie-
Obiettivo: fissare luso del verbo piacere. dono il significato. Dopo la descrizione del disegno
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del si pu fare leggere agli studenti il box Ufficio
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre informazioni sul divieto di fumo nei locali e chiedere
un confronto in coppia. una loro opinione in proposito. In questa fase non
Chiavi: 1. piace, 2. piacciono, 3. piacciono, 4. pia- consigliabile focalizzare lattenzione sulla corret-
ce, 5. piacciono, 6. piace tezza morfosintattica della produzione orale del-
lapprendente dal momento che lobiettivo quello
13. Segui lesempio del verbo finire e completa di entrare nel tema e facilitare la comprensione del
la tabella con il verbo preferire. testo input. La correzione degli errori durante la pro-
duzione orale degli apprendenti, si dovrebbe limi-
Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti la morfo-
tare a quelli che impediscono il flusso comunicativo.
logia dei verbi in -isc della terza coniugazione.
Se si ritiene opportuno si pu fare ascoltare altre
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
volte il dialogo prima di passare allattivit 16. Lat-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
tivit si pu svolgere singolarmente e successiva-
un confronto in coppia.
mente linsegnante potrebbe proporre un confronto
Chiavi: in coppia.
preferire finire Chiavi: 1. possibile, 2. posso fumare, 3. pu fu-
io preferisco fin-isc-o mare, 4. non possibile, 5. pu portare
tu preferisci fin-isc-i
16. Leggi il dialogo e completa le frasi.
lui/lei/Lei preferisce fin-isc-e
noi preferiamo fin-iamo Obiettivo: comprendere il testo leggendo la tra-
voi preferite fin-ite
scrizione.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
loro preferiscono fin-isc-ono
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia.
Si inserisce il suffisso -isc alla prima, seconda e ter-
za persona singolare e alla terza persona plurale. Chiavi: 1. possibile aprire la finestra, 2. fumare,
3. non pu fumare/non possibile fumare, 4. pu
14. Completa le frasi con le forme esatte dei portare il conto
verbi.
Obiettivo: fissare luso dei verbi in -isc della terza 17. Leggi di nuovo il dialogo e trova le espres-
coniugazione. sioni che dice il cliente per...

22 Edizioni Edilingua
Obiettivo: identificare come si realizzano alcune tiamo un dialogo tra due amici che preparano una

Una bottiglia dacqua, per favore.


funzioni comunicative. lista della spesa per una cena che stanno organiz-
Si consiglia di verificare la corretta comprensione zando). Prima di fare ascoltare il testo input si con-
della consegna e di spiegare le parole chiave per siglia di verificare che siano comprese le parole re-
svolgere lattivit, (chiedere un permesso, chiedere lative allo svolgimento dellattivit ed eventualmente
di fare qualcosa). spiegarle (per esempio: preparare, comprare, pri-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del mo, secondo). Il primo ascolto del dialogo ha lo
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre scopo di esercitare labilit di ascolto e pertanto si
un confronto in coppia. dovrebbe chiedere agli studenti di ascoltare il dia-
logo senza leggere il testo. In questa fase impor-
Chiavi: a. possibile aprire la finestra?; b. Posso
tante che linsegnante crei unatmosfera non ansio-
fumare?; c. Mi pu portare il conto?
gena che potrebbe compromettere la comprensione
18. Sei un cliente in un bar. Con un compagno degli apprendenti, chiarendo, per esempio, che
fai dei brevi dialoghi e chiedi un permesso o non importante capire tutte le parole del dialogo.
chiedi al cameriere di fare qualcosa. Se si ritiene opportuno si pu fare ascoltare altre
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative vi- volte il dialogo prima di passare allattivit 21.
ste nelle attivit precedenti. Lattivit si pu svolgere singolarmente e successiva-
Prima di far svolgere lattivit linsegnante potrebbe mente linsegnante potrebbe proporre un confronto
spiegare le parole che gli studenti non conoscono. in coppia.
Lattivit si deve svolgere in coppie. In questa fase Chiavi: 1. al pesto, 2. un chilo di spaghetti, 3. car-
linsegnante dovrebbe intervenire il meno possibile ne, 4. il caff
e la correzione degli errori durante la produzione
orale degli apprendenti si dovrebbe limitare a quel- 21. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
li che impediscono il flusso comunicativo. Quando Controlla le risposte dellattivit 20.
gli studenti hanno terminato di fare i dialoghi linse- Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
gnante, cambiando le coppie, pu chiedere ad al- lattivit di comprensione.
cuni studenti di svolgere lattivit davanti alla clas- Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
se. Solo al termine di questa fase sarebbe oppor- sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
tuno, se si ritiene necessario, procedere con la cor- leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
rezione della produzione orale degli studenti. dere di controllare le risposte dellattivit 20. Alla
fine si pu controllare in plenum. Al termine di que-
Entriamo in tema sta attivit linsegnante potrebbe inserire un lavoro
19. Cosa posso comprare in questi posti? Abbina di lettura-ripetizione corale o recitazione del dialo-
il negozio ai prodotti. go a coppie per lavorare su aspetti fonetici. Infine,
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento dellu- linsegnante potrebbe focalizzare lattenzione sul
nit e facilitare la comprensione del testo; presen- box pesi e misure facendo notare agli apprendenti
tare ulteriori elementi lessicali dellarea semantica le sigle utilizzate (kg., l., gr.) e luso della preposi-
cibo e alimenti. zione di per indicare quantit (un chilo di mele).
Lattivit pu essere svolta singolarmente, in coppia
o in piccoli gruppi. Successivamente si consiglia di Impariamo le parole
controllare in plenum. Pu essere utile luso del di- 22. Guarda per due minuti le parole della lista.
zionario. Obiettivo: presentare nomi degli alimenti.
Chiavi: 1. c, 2. d, 3. f, 4. b, 5. a, 6. e Linsegnante potrebbe leggere i nomi degli alimenti
per dare agli studenti il modello corretto di pronun-
Comunichiamo cia e poi chiedere agli studenti di ripetere, in coro
o individualmente. Al termine di questa fase, fare
20. Ascolta il dialogo e scegli lopzione corretta.
svolgere lattivit individualmente.
Obiettivo: comprendere il testo input.
Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a 23. Lavora con un compagno. Copri le figure del-
contestualizzare il testo (per esempio adesso ascol- lattivit 22 e prova a dire i nomi degli alimenti

Litaliano alluniversit 23
che sono nel sacchetto e nel carrello. Chi ricor- Obiettivo: fissare luso del pronome ci con signifi-
da pi nomi? cato locativo.
Obiettivo: facilitare la memorizzazione dei nomi Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
degli alimenti. controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
Lattivit pu essere svolta in coppia o in piccoli un confronto in coppia.
gruppi. Lattivit pu essere svolta anche come un
gioco a squadre: si possono formare gruppi di 3/4 Conosciamo gli italiani
studenti e stabilire un tempo (1 o 2 minuti) per 27. Leggi il testo e indiva se le affermazioni
svolgere lattivit. Vince la squadra che riesce a dire sono vere o false.
allinsegnante il maggior numero degli alimenti. Co-
Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al
me attivit di espansione lessico-grammaticale si
tema dellunit.
pu chiedere agli studenti di indicare la quantit de-
Come per la comprensione dei testi orali, in questa
gli alimenti (un chilo di mele, un litro di latte ecc.).
fase importante che linsegnante crei unatmosfera
non ansiogena che potrebbe compromettere la com-
Facciamo grammatica
prensione degli apprendenti, chiarendo, per esem-
24. Quali parole sostituisce la particella ci? pio, che non importante capire tutte le parole del
Obiettivo: fare scoprire agli apprendenti le regole testo. Prima di chiedere agli studenti di leggere il
duso del pronome ci con significato locativo. testo e svolgere lattivit, linsegnante potrebbe sfrut-
Prima di far svolgere lattivit, si consiglia di richia- tare il paratesto, per esempio chiedendo agli stu-
mare lattenzione degli studenti sugli esempi della denti di descrivere la foto e introducendo o spiegan-
sezione Osserva! che presentano in grassetto il pro- do il lessico non conosciuto. Lattivit si dovrebbe
nome ci. Lattivit si pu svolgere singolarmente e svolgere singolarmente. Alla fine si pu proporre un
prima del controllo in plenum linsegnante potrebbe confronto a coppie e successivamente si pu con-
proporre un confronto in coppia. Dopo lo svolgimen- trollare in plenum.
to dellattivit si consiglia di richiamare lattenzione Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. vero, 4. falso, 5. vero
degli studenti sulla struttura della frase negativa.
Chiavi: A. al supermercato, B. al panificio Parliamo un po...
Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
25. Lavora con un compagno e fai dei dialoghi libera.
come nellesempio. Sostituisci i posti e i prodotti.
Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
Obiettivo: fissare luso del pronome ci con signi- unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
ficato locativo. Riutilizzare il lessico sugli alimenti e lorganizzazione dello spazio classe (per questa at-
i negozi di generi alimentari. tivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie a
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di leggere ferro di cavallo). importante che gli apprendenti
lesempio del dialogo e verificare che le istruzioni percepiscano che lo scopo principale dellattivit
siano state comprese. Linsegnante potrebbe spiega- non la correttezza morfosintattica, ma, per quanto
re le parole che gli studenti non conoscono. Lattivit possibile, lo sviluppo di una fluente produzione ora-
si deve svolgere in coppie. In questa fase linse- le. Pertanto, in questa attivit, la correzione degli er-
gnante dovrebbe intervenire il meno possibile e la rori durante la produzione orale degli apprendenti
correzione degli errori durante la produzione orale si dovrebbe limitare a quelli che impediscono il
degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che flusso comunicativo. Durante questa attivit linse-
impediscono il flusso comunicativo. Quando gli stu- gnante pu utilizzare anche il box Ufficio informa-
denti hanno terminato di fare i dialoghi linsegnante zioni per focalizzare lattenzione su un aspetto cul-
cambiando le coppie, pu chiedere ad alcuni turale (consumo del cappuccino da parte degli ita-
studenti di svolgere lattivit davanti alla classe. liani) e sollecitare la produzione libera orale chie-
Solo al termine di questa fase sarebbe opportuno, dendo, ad esempio, se qualcuno prende abitual-
se si ritiene necessario, procedere con la correzione mente o occasionalmente il cappuccino e in quale
della produzione orale degli studenti. momento della giornata.

26. Rispondi alle domande con ci.

24 Edizioni Edilingua
Vado a piedi o prendo lautobus?

Entriamo in tema Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
1. Osserva queste fotografie e scrivi nella tabel- sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
la tutte le parole che ti vengono in mente. leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
dere di controllare le risposte dellattivit 2. Alla fine
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare
si pu controllare in plenum. Al termine di questa
la comprensione del testo.
fase linsegnante potrebbe inserire un lavoro di let-
Per svolgere questa attivit consigliabile luso del
tura-ripetizione corale o recitazione del dialogo a
dizionario. Lattivit pu essere svolta anche come
coppie per lavorare su aspetti fonetici.
un gioco a squadre: si possono formare gruppi di
3/4 studenti e stabilire un tempo (5/6 minuti) per
Impariamo le parole
svolgere lattivit. Vince la squadra che trova il mag-
gior numero di parole e le inserisce correttamente 4. Scrivi le parole della lista sotto le immagini in
nella tabella. Al termine dellattivit, si pu control- base alla posizione dellautomobile rossa.
lare in plenum verificando che il significato delle pa- Obiettivo: presentare parole che indicano direzioni.
role trovate sia chiaro a tutti gli studenti. Se si ritiene Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
opportuno, si pu chiedere agli studenti di formare controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
delle frasi che contengano le parole trovate. un confronto in coppia.
Chiavi: 1. dietro a; 2. a sinistra; 3. dritto; 4. di fron-
Comunichiamo
te; 5. a destra; 6. in mezzo a, tra; 7. accanto a; 8.
2. Ascolta il dialogo. Vero o falso? davanti a
Obiettivo: comprendere il testo input.
Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a 5. Collega i verbi della colonna a sinistra con le
contestualizzare il testo (per esempio: adesso ascol- espressioni della colonna a destra. Alcuni verbi
tiamo un dialogo tra due persone in strada. Una vanno bene con pi di una espressione.
persona chiede informazioni a unaltra). Prima di Obiettivo: presentare associazioni verbi di movi-
fare ascoltare il testo input si consiglia di verificare mento - direzioni.
che siano comprese le parole relative allo svol- Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
gimento dellattivit ed eventualmente spiegarle (per controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
esempio: farmacia, cerca, passa, di fronte). Il primo un confronto in coppia. Come attivit di reimpiego
ascolto del dialogo ha lo scopo di esercitare labi- linsegnante pu chiedere agli studenti di formare
lit di ascolto e pertanto si dovrebbe chiedere agli delle frasi con le associazioni trovate.
studenti di ascoltare il dialogo senza leggere il te- Chiavi: 1. a, c, d, e; 2. c; 3. a, e; 4. b, c; 5. b
sto. In questa fase importante che linsegnante crei
unatmosfera non ansiogena che potrebbe compro- Comunichiamo
mettere la comprensione degli apprendenti, chia-
rendo, per esempio, che non importante capire 6. Lavora con un compagno. si trova sul punto
segnato con una X e chiede informazioni per an-
tutte le parole del dialogo. Se si ritiene opportuno si
dare in quattro di questi posti: in macelleria, al
pu fare ascoltare altre volte il dialogo prima di
parcheggio, al cinema, al supermercato, alluf-
passare allattivit 3. Lattivit si pu svolgere singo- ficio postale, alla banca, al ristorante, in pizze-
larmente e successivamente linsegnante potrebbe ria. risponde. Poi scambiatevi i ruoli.
proporre un confronto in coppia.
Obiettivo: praticare le funzioni comunicative chie-
Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. vero, 4. falso, 5. vero dere e dare informazioni stradali.
Prima di fare svolgere lattivit si consiglia di verifi-
3. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo. Con- care che siano comprese le parole della lista ed
trolla le risposte dellattivit 2. eventualmente spiegarle. Si pu chiedere agli stu-
Obiettivo: comprendere il testo input e verificare denti di scegliere tra registro formale o informale,
lattivit di comprensione. Linsegnante pu scrivere alla lavagna le prime bat-

Litaliano alluniversit 25
tute del dialogo, presenti nel testo input: tutta la classe.
- Senta, scusi. Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative chie-
- S, mi dica. dere e dire lora.
- Mi pu dire Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
Sarebbe importante, senza analizzare grammatical- mare lattenzione degli studenti sul dialogo esempio
mente le forme, fare notare agli studenti come il dia- e verificare che gli studenti abbiano capito il modo in
logo cambi con il registro informale: cui svolgere lattivit. Lattivit si deve svolgere in cop-
- Senti, scusa. pie. Quando gli studenti hanno terminato di fare i
- S, dimmi. dialoghi linsegnante cambiando le coppie, pu chie-
- Mi puoi dire dere ad alcuni studenti di svolgere lattivit davanti
Lattivit si deve svolgere in coppie. In questa fase alla classe. Solo al termine di questa fase sarebbe
linsegnante dovrebbe intervenire il meno possibile opportuno, se si ritiene necessario, procedere con la
e la correzione degli errori durante la produzione correzione della produzione orale degli studenti.
orale degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli Per controllare quali siano realmente gli orari nelle
che impediscono il flusso comunicativo. diverse citt, si pu proporre agli studenti una ricer-
Quando gli studenti hanno terminato di fare i dia- ca on line.
loghi linsegnante cambiando le coppie, pu chie-
dere ad alcuni studenti di svolgere lattivit davanti Facciamo grammatica
alla classe. Solo al termine di questa fase sarebbe 10. Inserisci nella tabella i nomi dei posti e i ri-
opportuno, se si ritiene necessario, procedere con spettivi articoli indeterminativi.
la correzione della produzione orale degli studenti.
Obiettivo: forma e uso degli articoli indetermina-
tivi.
7. Rileggi il dialogo di pagina 48 e metti in ordi-
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di verifi-
ne le parole per dire lorario.
care che siano comprese le parole della lista allo
Obiettivo: identificare come si realizza la funzio-
svolgimento dellattivit ed eventualmente spiegarle
ne dire lora.
(autofficina, zoo, edicola). Lattivit si pu svolgere
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
singolarmente e prima del controllo in plenum lin-
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
segnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
un confronto in coppia. Linsegnante potrebbe pre-
sentare, scrivendoli alla lavagna, le diverse alterna- Chiavi: maschile: a. un cinema, b. un ufficio posta-
tive per dire lora (Per esempio: le quattro e quindi- le, un ristorante, d. uno stadio, e. uno zoo; femmini-
ci/le quattro e un quarto; le quattro e quaranta/le le: a. una banca, b. una farmacia, c. una pizzeria,
cinque meno venti; le quattro e trenta/le quattro e d. unautofficina
mezzo ecc.).
11. Scrivi la regola.
Chiavi: Sono le nove e dieci
Obiettivo: fare scoprire agli studenti luso degli ar-
8. Scrivi lorario esatto sotto gli orologi. ticoli indeterminativi e la loro differenza con gli ar-
ticoli determinativi.
Obiettivo: esercitare la funzione comunicativa vi-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
sta nellattivit precedente.
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
un confronto in coppia.
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. Alla fine si consiglia di far Chiavi: 1. Con nomi maschili che cominciano per
notare agli studenti gli altri modi di dire lorario z, s + consonante, ps; 2. Con nomi femminili che
(sezione Attenzione!). cominciano per vocale; 3. non conosco
Chiavi: 1. sono le cinque e dieci; 2. sono le due
12. Inserisci gli articoli indeterminativi o deter-
meno un quarto; 3. luna; 4. sono le tre e mez- minativi corretti. Attenzione! Ci sono tre artico-
zo/trenta; 5. sono le nove e ventiquattro li in pi.
Obiettivo: fissare luso degli articoli determinativi
9. Chiedi a un compagno che ore sono nelle
diverse citt, come nellesempio. Poi scambia- e indeterminativi.
tevi i ruoli e alla fine controllate le ipotesi con Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del

26 Edizioni Edilingua
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre la foto e pu spiegare il lessico non conosciuto.

Vado a piedi o prendo lautobus?


un confronto in coppia. Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante pu
leggere le domande input e, se necessario, spiegare
Chiavi: 1.una, 2.la, 3.un, 4.un, 5.L, 6.un, 7.il,
le parole utili per svolgere lattivit che gli studenti
8.il, 9.la, 10.gli, 11.i, 12.il, 13.un, 14.uno, 15.i
non capiscono. Lattivit si pu svolgere in plenum.
13. Scrivi la regola. In questa attivit non consigliabile focalizzare lat-
tenzione sulla correttezza morfosintattica della pro-
Obiettivo: fare scoprire agli studenti luso dei ver-
duzione orale dellapprendente dal momento che
bi modali volere, potere, dovere.
lobiettivo quello di entrare nel tema e facilitare la
Prima di far svolgere lattivit, si consiglia di richia-
comprensione del testo input. La correzione degli
mare lattenzione degli studenti sugli esempi della
errori durante la produzione orale degli apprendenti
sezione Osserva! che presentano evidenziati in
si dovrebbe limitare a quelli che interrompono il flus-
rosso i verbi modali. Lattivit si pu svolgere singo-
so comunicativo.
larmente e prima del controllo in plenum linsegnan-
te potrebbe proporre un confronto in coppia.
Comunichiamo
Chiavi: 1. Linfinito e, nel caso di volere, si pu
16. Ascolta il dialogo e rispondi alle domande.
usare anche un nome; 2. Dovere; 3. Potere; 4. Volere
Obiettivo: comprendere il testo input.
Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a
14. Completa la tabella con i verbi della lista.
contestualizzare il testo (per esempio adesso ascol-
Obiettivo: fissare la forma dei verbi modali vole- tiamo un dialogo tra due persone che sono per stra-
re, potere, dovere. da: un automobilista e un vigile). Prima di fare
Lattivit si pu svolgere singolarmente e poi essere ascoltare il testo input si consiglia di verificare che
controllata in plenum. siano comprese le parole relative allo svolgimento
Chiavi: dellattivit ed eventualmente spiegarle (per esem-
potere dovere volere pio: automobilista, restare, ufficio dei vigili). Il primo
ascolto del dialogo ha lo scopo di esercitare labi-
io posso devo voglio
lit di ascolto e pertanto sarebbe consigliabile av-
tu puoi devi vuoi
vertire gli studenti di ascoltare il dialogo senza
lui/lei/Lei pu deve vuole
leggere il testo. In questa fase importante che
noi possiamo dobbiamo vogliamo
linsegnante crei unatmosfera non ansiogena che
voi potete dovete volete
potrebbe compromettere la comprensione degli
loro possono devono vogliono apprendenti, chiarendo, per esempio, che non
importante capire tutte le parole del dialogo. Se si
ritiene opportuno si pu fare ascoltare altre volte il
15. Scegli lopzione pi adeguata.
dialogo prima di passare allattivit 17. Lattivit si
Obiettivo: fissare luso dei verbi modali volere, pu svolgere singolarmente e successivamente lin-
potere, dovere. segnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre 17. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
un confronto in coppia. Trattandosi di unattivit che Controlla le risposte dellattivit 16.
richiede anche la conoscenza del lessico, linse-
Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
gnante dovrebbe dire agli studenti che durante lo
lattivit di comprensione.
svolgimento dellattivit possono chiedergli il signifi-
Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
cato delle parole che non capiscono.
sto, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facendo
Chiavi: 1. dobbiamo, 2. devo, 3. potete, 4. puoi, leggere il testo. Al termine dellascolto si pu chie-
5. vuoi, 6. vogliono dere di controllare le risposte dellattivit 16. Alla
fine si pu controllare in plenum. Al termine di que-
Entriamo in tema sta attivit, linsegnante potrebbe inserire un lavoro
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento dellu- di lettura-ripetizione corale o recitazione del dialo-
nit e facilitare la comprensione del testo. go a coppie per lavorare su aspetti fonetici. Infine,
Linsegnante pu chiedere agli studenti di descrivere linsegnante pu utilizzare il box Ufficio informazio-

Litaliano alluniversit 27
ni per focalizzare lattenzione su un aspetto cultu- Al termine dellattivit linsegnante pu chiedere ad
rale (orari di apertura dei negozi in Italia) e solleci- alcuni studenti di farsi reciprocamente le domande
tare la produzione libera orale chiedendo, ad esem- e rispondere. Solo al termine di questa fase sarebbe
pio, se su questo aspetto ci sono differenze nel Pae- opportuno, se si ritiene necessario, procedere con
se di provenienza degli studenti. la correzione della produzione orale degli studenti.
Chiavi: 1. In via Dante; 2. Perch deve portare
21. Lavora con un compagno. chiede i giorni e
alcuni pacchi pesanti in un appartamento; 3. Proba-
lorario di apertura di questi uffici o negozi e
bilmente unora; 4. Consiglia di chiedere un per-
risponde. Poi scambiatevi i ruoli.
messo allufficio dei vigili; 5. In via Tozzi; 6. Dal lu-
ned al venerd Obiettivo: esercitare la funzione comunicative chie-
dere e dire orari di apertura e chiusura di negozi.
18. Due espressioni nel dialogo di pagina 52 in- Prima di fare svolgere lattivit richiamare lattenzio-
dicano indecisione e una indica capacit di fare ne degli studenti sulla sezione Osserva! dove tra-
qualcosa. Scrivile nella tabella. scritta una battuta del dialogo input in cui si chiede
Obiettivo: identificare come si realizzano alcune lorario di apertura di un ufficio e si risponde.
funzioni comunicative con il verbo sapere. Lattivit si deve svolgere in coppie. Quando gli
Per fare svolgere lattivit, richiamare lattenzione de- studenti hanno terminato di fare i dialoghi linse-
gli studenti sulla sezione Osserva!. Lattivit si pu gnante cambiando le coppie, pu chiedere ad al-
svolgere singolarmente e prima del controllo in ple- cuni studenti di svolgere lattivit davanti alla classe.
num linsegnante pu proporre un confronto in cop- Solo al termine di questa fase sarebbe opportuno,
pia. Alla fine focalizzare lattenzione sugli altri possi- se si ritiene necessario, procedere con la correzione
bili significati del verbo sapere (sezione Attenzione). della produzione orale degli studenti.

Chiavi: indecisione: a. non so esattamente, b. non Impariamo le parole


so cosa dire; capacit di fare qualcosa: a. Ci sa
arrivare? 22. Metti in ordine i giorni della settimana.
Obiettivo: presentare il lessico relativo ai giorni
19. Hai 5 minuti di tempo, intervista i tuoi com- della settimana.
pagni e scopri chi sa... Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative viste controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
nellattivit precedente. un confronto in coppia.
Prima di fare svolgere lattivit, verificare la com- Chiavi: il: luned, marted, mercoled, gioved, ve-
prensione delle parole della tabella e fornire agli stu- nerd, sabato; la: domenica
denti le conoscenze enciclopediche; spiegare quin-
di, se necessario, che il Palio una corsa di cavalli 23. Collega e completa le frasi.
storica che si svolge a Siena. Obiettivo: fissare parole ed espressioni relative al
Se lo spazio lo consente, si pu fare svolgere lat- tempo incontrate nelle attivit precedenti e presen-
tivit agli studenti facendoli alzare in piedi e chie- tarne altre.
dendogli di andare in giro per la classe e svolgere Lattivit si pu svolgere singolarmente e prima del
lattivit con pi compagni a caso. In caso contrario, controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
si consiglia di formare gruppi di 4 persone. In questa un confronto in coppia. Linsegnante pu spiegare
fase si consiglia di intervenire il meno possibile e la le parole o le espressioni su richiesta degli studenti.
correzione degli errori durante la produzione orale
degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che Chiavi: 1. d, 2. a, 3. g, 4. b, 5. f, 6. e, 7. c
interrompono il flusso comunicativo.
Conosciamo gli italiani
20. Adesso riferisci quello che hai scoperto alla 24. Leggi il testo e indica se le affermazioni so-
classe. no vere o false.
Obiettivo: esercitare le funzioni comunicative viste Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al
nellattivit 18. tema dellunit.

28 Edizioni Edilingua
Come per la comprensione dei testi orali, in questa Parliamo un po...

Vado a piedi o prendo lautobus?


fase importante che linsegnante crei unatmo- Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
sfera non ansiogena che potrebbe compromettere libera.
la comprensione degli apprendenti, chiarendo, per Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
esempio, che non importante capire tutte le pa- unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
role del testo. Prima di chiedere agli studenti di lorganizzazione dello spazio classe (per questa at-
leggere il testo e svolgere lattivit, linsegnante po- tivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie a
trebbe sfruttare il paratesto, per esempio chiedendo ferro di cavallo). importante che gli apprendenti
agli studenti di descrivere la foto e introducendo o percepiscano che lo scopo principale dellattivit
spiegando il lessico non conosciuto. Lattivit si do- non la correttezza morfosintattica, ma, per quanto
vrebbe svolgere singolarmente. Alla fine si pu possibile, lo sviluppo di una fluente produzione ora-
proporre un confronto a coppie e successivamente le. Pertanto in questa attivit la correzione degli er-
si pu controllare in plenum. rori durante la produzione orale degli apprendenti
Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. falso, 4. vero, 5. vero, si dovrebbe limitare a quelli che impediscono il
6. falso flusso comunicativo.

Litaliano alluniversit 29