Sei sulla pagina 1di 52

Jules Massenet

WERTHER
Dramma lirico in quattro atti e cinque quadri

Libretto di Edouard Blau, Paul Miller e Georges Hartmann


Dal romanzo omonimo di di Goethe

PERSONAGGI

Werther Tenore
Borgomastro Basso
Charlotte, sua gliae Mezzosoprano
Albert, suo sposo Baritono
Schmidt, amico del Borgomastro Tenore
Johann, amico del Borgomastro Basso
Sophie, sorella minore di Charlotte Soprano
Ktchen e Brhlmann, corifei Mimi
Fritz, Max, Hans, Gretel, Clara (gli del Borgomastro) Mimi

Fanciulli, paesani, invitati.

Prima rappresentazione
Vienna, Hofoper 16 febbraio 1892
Massenet: Werther - atto primo

ATTO PRIMO
Preludio
La casa del Borgomastro (luglio 178)
(A sinistra, la casa a grandi finestre vetrate, con una terrazza praticabile, coperta di foglie, alla quale
si sale mediante una scala di legno. A destra il giardino. Sul fondo, un piccolo cancello. In lontananza
le case del borgo e la campagna. In primo piano, una fontana. Al levarsi del sipario, il Borgomastro
seduto sulla terrazza, in mezzo ai suoi figli che egli fa cantare. Il sipario si leva su un gran scoppio di risa,
molto prolungato dei bambini)
Il Borgomastro Le baillis
((con aria di rimprovero)
Basta! Basta! Assez! Assez!
Mascolterete questa volta? Mcoutera-t-on cette fois?
Ricominciamo, ricominciamo! Recommenons! recommenons!
Soprattutto non gridate! non gridate! Surtout pas trop de voix! pas trop de voix!

I bambini Les enfants


(cantando molto forte e senza sfumature)
Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol!
Ges sta per nascere. Jsus vient de natre,
Ecco il nostro divino Signore Voici notre divin matre

Il Borgomastro Le baillis
(con stizza)
Ma no! non cos! Mais non! ce nest pas a!
No! No! Non cos! Non! Non! ce nest pas a!

(severamente)
Osate dunque cantare cos Osez-vous chanter de la sorte
quando vostra sorella Charlotte l! Quand votre soeur Charlotte est l!
Essa pu udire tutto attraverso la porta! Elle doit tout entendre au travers de la porte!

(I bambini, commossi al nome di Charlotte, riprendono il canto di Natale con gravit)

I bambini Les enfants


Natale! Natale! Nol! Nol!

Il Borgomastro Le baillis
(con soddisfazione)
Va bene! Va bene! Cest bien! Cest bien!

I bambini Les enfants


Ges sta per nascere Jsus vient de natre
Ecco il nostro divino Signore Voici notre divin matre
Re e pastore dIsraele! Rois et bergers dIsral!
Nel firmamento Dans le firmament
angeli guardiani fedeli Des anges gardiens fidles

1
Massenet: Werther - atto primo

hanno aperto le loro ali Ont ouvert grandes leurs ailes


e vanno ovunque a cantare: Natale! Et sen vont partout chantant: Nol!

Bambini e Borgomastro Les enfants et le baillis


Natale! Nol!

Bambini Les enfants


Ges sta per nascere! Jsus vient de natre!
Ecco il nostro divino Signore, Voici notre divin matre,
re e pastore dIsraele! Rois et bergers dIsral!
Natale! Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol! Nol!

Il Borgomastro Le baillis
Bene cos! Cest bien cela!
Natale! Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol! Nol!
(Johann e Schmidt che si erano fermati al cancello del giardini per ascoltare il coro dei bambini, dietro la
siepe, sono entrati nella corte)

Johann Johann
Bravo per i bambini! Bravo pour les enfants!

Schmidt Schmidt
Bravi per le strofe! Bravo pour le couplet!

I bambini Les enfants


(accorrono gioiosamente)
Ah! Signor Schmidt! Ah! monsieur Schmidt!
Ah! Signor Johann! Ah! monsieur Johann!

(Schmidt e Johann abbracciano i bambini e si complimentano con loro.)

Johann Johann
(al Borgomastro)
Eh! ma strano che voi cantiate il canto di Eh! mais, jy pense vous chantez Nol en Juil-
Natale in luglio. let.
Borgomastro, siamo in anticipo! Bailli, cest sy prendre lavance!

Il Borgomastro Le baillis
(che sceso a stringere le mani dei suoi amici)
Questo ti fa ridere, Johann! Cela te fait rire, Johann!
Ma come? Mais quoi?
Tutti non sono artisti come te. Tout le monde nest pas artiste comme toi.
E non affatto una bazzecola Et ce ne sont point bagatelles
insegnare a cantare. Que dapprendre le chant

(con importanza)
a questi giovani cervelli! le chant! ces jeunes cervelles!

2
Massenet: Werther - atto primo

Schmidt Schmidt
(a Sophie che sta entrando)
Buongiorno, Sophie! Bonjour, Sophie!
Eh! Eh! Charlotte non lontano Eh! Eh! Charlotte nest pas loin

Sophie Sophie
(facendogli una riverenza)
In effetti, signor Schmidt! Poich ci prendiamo En effet, monsieur Schmidt! puisque nous pre-
cura della casa nons soin,
Charlotte e io. Charlotte et moi, de la famille.

Johann Johann
(al Borgomastro)
Eh, che tempo bello! Hein, le superbe temps!
Vieni? Viens-tu?

Il Borgomastro Le baillis
(a Johann)
S, subito. Dans un instant.

Sophie Sophie
(a Johann, continuando la conversazione)
Mia sorella si abbiglia per il ballo Ma soeur shabille pour le bal

Il Borgomastro Le baillis
(a Schmidt)
S, quel ballo di amici e parenti Oui, ce bal damis et de parents
che si d a Wetzlar. Que lon donne Wetzlar.
Vengono a prendere Charlotte. On vient prendre Charlotte.

Schmidt Schmidt
dunque questo! Cest donc cela!
Koffei ha messo la redingote, Koffel a mis sa redingote,
Steiner ha preso il cavallo del notaio, Steiner a retenu le cheval du brasseur,
Hoffmann ha il suo calesse e Goulden la sua Hoffmann a sa calche et Goulden sa berline;
berlina enfin, monsieur Werther ma paru moins rveur!
e poi, il signor Werther mi parso meno sogna-
tore!

Il Borgomastro Le baillis
(ai suoi due amici)
Molto bene, questo giovanotto. Fort bien, ce jeune homme.

Johann Johann
S, ma non molto forte in cucina Oui; mais pas fort en cuisine

3
Massenet: Werther - atto primo

Il Borgomastro Le baillis
(insistendo)
istruito persona molto distinta Il est instruit trs distingu

Schmidt Schmidt
(vivamente)
Un po malinconica Un peu mlancolique

Johann Johann
Ah! certamente! mai allegro! Ah! certes! jamais gai!

Il Borgomastro Le baillis
(seguendo il proprio pensiero)
Il Principe gli ha promesso, si dice, unamba- Le Prince lui promet, dit-on, une ambassade,
sciata. Egli lo stima e lui gli vuol bene Il lestime et lui veut du bien

Johann Johann
(con disprezzo)
Un diplomatico! Un diplomate!
Bah! non vale nulla a tavola! Bah! a ne vaut rien table!

Schmidt Schmidt
(come sopra)
Ma se non sa bere neppure un bicchiere! a ne sait pas boire une rasade!

Johann Johann
(al Borgomastro, tendendogli la mano)
Arrivederci al Raisin dor. A Tout lheure au Raisin dor.

Schmidt Schmidt
(come sopra)
S, ci devi una rivincita. Oui, tu nous dois une revanche.

Il Borgomastro Le baillis
(meravigliato)
Ancora! Encor!

Johann Johann
(tornando indietro)
Certo! E poi il giorno dei gamberi! Dame! Et puis, cest le jour des crevisses!
Grossi come un braccio. Grosses comme le bras
Gretchel ce li ha promessi Gretchen nous la promis

Il Borgomastro Le baillis
O i ghiottoni! i due complici! O les gourmands! les deux complices!
4
Massenet: Werther - atto primo
(i due uomini fanno cenno di ritirarsi)
Non attendete Charlotte, amici miei? Vous nattendez donc pas Charlotte, mes
amis?
Schmidt
(a Johann) Schmidt
La vedremo questa sera.
Vogliamo fare una passeggiata lungo le mura. Nous la verrons ce soir.
Nous voulons faire un petit tour sur le rempart.
Il Borgomastro
(sorridendo, a Johann) Le baillis
Per farvi venire appetito?
Pour touvrir lapptit?
Johann
(borbottando, a Schmidt) Johann
Esagera sempre
Andiamo, vieni, tardi! Toujours il exagre
Allons, viens, il est tard!
Schmidt
(tornando indietro, al Borgomastro) Schmidt
A proposito!
Quando torna Albert? A propos!
Quand Albert revient-il?
Il Borgomastro
(semplicemente) Le baillis
Non lo so, non ne ha ancora parlato,
ma mi ha scritto che gli affari vanno al meglio. Je lignore, il ne men parle pas encore,
mais il mcrit que ses affaires vont au mieux.
Schmidt
Perfetto! Albert un ragazzo coraggioso e Schmidt
fedele, Parfait! Albert est un garon brave et fidle,
un marito perfetto per la tua Charlotte, e noi, cest un mari modle pour ta Charlotte, et
gli anziani nous, les vieux,
danzeremo fino a perdere il fiato alle prossime nous danserons perdre haleine la noce pro-
nozze. chaine!

(I due uomini se ne vanno a braccetto)


(allegramente)
Eh! buona sera, ragazzi! Eh! bonsoir, les enfants!

Johann Johann
(allegramente)
Buona sera, ragazzi! Bonsoir, les enfants!

Schmidt Schmidt
(al Borgomastro, a voce pi bassa)
A presto! A tantt!
5
Massenet: Werther - atto primo

Johann Johann
(come sopra)
A presto! A tantt!

Il Borgomastro Le baillis
S! Buonasera! Buonasera! Oui! Bonsoir! Bonsoir

Sophie, Johann e i bambini Sophie, Johann et Les enfants


Buonasera! Buonasera! Bonsoir! Bonsoir!

Johann e Schmidt Johann et Schmidt


(ad alta voce)
Viva Bacco, e sempre viva! Vivat Bacchus! semper vivat!

Il Borgomastro Le baillis
(ai bambini)
Rientrate! riprenderemo il nostro Natale questa Rentrez! nous redirons notre Nol ce soir,
sera, avant goter, note par note!
prima di cena, nota per nota!

(Il Borgomastro sale la scala e una volta in casa)


Sophie, va a vedere che cosa fa Charlotte. Sophie, il faut aller voir ce que fait Charlotte.

(Sophie esce. Il Borgomastro si accomoda nella poltrona di cuoio; i bambini pi piccoli si accoccolano sulle
sue ginocchia, e ascoltano religiosamente la lezione. La finestra a vetri mezza chiusa. Werther, accompa-
gnato da un giovane contadino, entra nel cortile e guarda la casa con curiosit)
Werther Werther
(al contadino)
Allora questa la casa del Borgomastro? Alors, cest bien ici la maison du Bailli?

(congedando la sua guida)


Grazie. Merci.
(solo, Werther fa qualche passo nel cortile e si ferma davanti alla fontana)
Non so se sogno o se sono sveglio! Je ne sais si je veille ou si je rve encore!
Tutto ci che mi circonda sembra un paradiso; Tout ce qui menvironne a lair dun paradis;
il bosco sospira come unarpa sonora, le bois soupire ainsi quune harpe sonore,
un mondo si svela ai miei occhi abbagliati! Un monde se rvle mes yeux blouis!
O natura piena di grazia, O nature, pleine de grce,
regina del tempo e dello spazio Reine du temps et de lespace
degnati di accogliere colui che passa e ti Daigne accueillir celui qui passe et ta salue,
saluta, Humble mortel!
umile mortale! Mystrieux silence!
Misterioso silenzio! O calme solennel!
Solenne calma Tout mattire et me plat!
Tutto mi attira e mi piace! Ce mur, et ce coin sombre
Questo muro, e questo cono dombra Cette source limpide et la fracheur de lombre;
Questa sorgente limpida e la frescura dellom- il nest pas une haie, il nest pas un buisson o
6
Massenet: Werther - atto primo

bra nclose une fleur,


non c una siepe, non c un cespuglio che o ne passe un frisson!
non racchiuda un fiore, O nature! enivre-moi de parfums,
dove non passi un fremito! Mre ternellement jeune, adorable et pure!
O natura! circondami di profumi, O nature!
madre eternamente giovane, adorabile e pura! Et toi, soleil, viens minonder de tes rayons!
O natura!
E tu, sole, vieni ad inondarmi dei tuoi raggi!

I bambini Les enfants


(allinterno della casa)
Ges sta per nascere Jsus vient de natre!
Ecco il nostro divino Signore Voici notre divin matre,
Re e pastore dIsraele! Rois et bergers dIsral!
Nel firmamento angeli guardiani fedeli Dans le firmament des anges gardiens fidles
hanno aperto le loro grandi ali ont ouvert grandes leurs ailes
e vanno ovunque a cantare: Natale! et sen vont partout chantant: Nol!

Werther Werther
(ascoltando)
Cari Bambini! Chers enfants!

(fra s)
Quaggi nulla ha valore come i bambini! Ici-bas rien ne vaut les enfants!
Cari bambini! Chers enfants!
Tanto la nostra vita amara Autant notre vie est amre
quanto i loro giorni sono pieni di fede, autant leurs jours sont pleins de foi,
le loro anime piene di luce! leur mes pleine de lumire!
ah! Come sono migliori di me! ah! Comme ils sont meilleurs que moi!

(Werther va fino alla fontana resta un momento in estatica contemplazione. Entra Charlotte: i bambini
lasciano le braccia del Borgomastro e saltellano davanti a lei)
I bambini Les enfants
Charlotte! Charlotte! Charlotte! Charlotte!

Charlotte Charlotte
(al Borgomastro)
Ebbene, padre, sei soddisfatto di loro? Eh! bien pre, es-tu content deux?

Il Borgomastro Le baillis
Soddisfatto, soddisfatto! Non meraviglioso! Content, content! ce nest pas merveilleux!

I bambini Les enfants


(circondando Charlotte)
S, il padre molto soddisfatto! molto soddi- Si, pre est trs content! trs content! trs con-
sfatto! molto soddisfatto! tent!

7
Massenet: Werther - atto primo

Il Borgomastro Le baillis
(abbracciando la figlia e ammirando come vestita)
Come sei bella, Mignon! Comme te voil belle, Mignonne!

I bambini Les enfants


vero! Oh! mais cest vrai!

Il Borgomastro Le baillis
Venite, signorina, lasciatevi guardare! Venez, mademoiselle, quon vous regarde!
I nostri amici saranno gelosi! Nos amis seront jaloux!

Charlotte Charlotte
(sorridendo)
I nostri amici non sono puntuali Nos amis ne sont pas exacts
allappuntamento per andare dove so io! au rendez-vous voil ce dont je suis bien sre!
Ne approfitto per dare Et jen vais profiter pour donner
da mangiare ai bambini. le goter aux enfants.
(Charlotte prende dalla credenza un grande pane rotondo e si prepara a tagliarlo in tartine che distribuisce
al bambini. Si sente in lontananza il galoppo di un cavallo e il rumore di una vettura)
Il Borgomastro Le baillis
Affrettati, poich sento la carrozza! Hte-toi, car jentends la voiture!
(I bambini si affollano attorno a Charlotte con le mani tese verso di lei. Werther, che salito sulle scale, si
ferma e contempla per un momento lo spettacolo, senza essere visto.)
I bambini Les enfants
(Man mano che ricevono da mangiare, si allontanano saltellando)
Hans Hans
Grazie! Merci!

Gretel Gretel
Grazie! Merci!

Hans e Gretel Hans et Gretel


Grazie, sorellona! Merci, grande soeur!

Karl Karl
Grazie! Merci!

Clara Clara
Grazie! Merci!

Karl e Clara Karl et Clara


Grazie, sorellona! Merci!, grande soeur!

Max Max
Grazie! Merci!

8
Massenet: Werther - atto primo

Fritz Fritz
Grazie! Merci!

Il Borgomastro Le baillis
(vedendo Werther e andando verso di lui)
Ah! signor Werther! Ah! monsieur Werther!
Siete venuto a visitare il mio piccolo eremo Vous venez visiter mon petit ermitage
o meglio il mio piccolo regno, e ne sono vera- mieux mon petit royaume, et jen suis vraiment
mente fiero. fier.

(presentandogli Charlotte)
Mia figlia, che si prende cura della famiglia Ma fille, qui prend soin de ce mnage
e di tutti questi bambini viziati et de tous ces enfants gts
dal giorno in cui la loro madre ci ha lasciato! depuis le jour o leur mme nous a quitts!

Charlotte Charlotte
(semplicemente)
Perdonatemi Signore, di essermi fatta atten- Pardonnez-moi, monsieur, de mtre fait atten-
dere, dre,
ma sono una mamma molto tenera, mais je suis en effet une maman trs tendre,
e i miei bambini vogliono che sia la mia mano et mes enfants exigent que ma main
a tagliare ogni giorno le fette del loro pane. leur coupe chaque jour leur pain!

(Gli invitati entrano nel cortile. Il Borgomastro va loro incontro, mentre Sophie riappare sorridendo)
Il Borgomastro Le baillis
Venite Brhlmann! Arrivez donc, Brhlmann!
Charlotte pronta! Vi sta aspettando! Charlotte est prte! On vous attend!
(Brhlmann avanza a fianco di Ktchen: Si guardano negli occhi e non fanno attenzione al Borgomastro che
li segue ridendo)
Brhlmann Brhlmann
(con un sospiro destasi)
Klopstock! Klopstock!

Ktchen Ktchen
(rapita)
Divino Klopstock Divin Klopstock!

Il Borgomastro Le baillis
(ridendo, a Brhlmann)
Chiacchieroni! Direte il resto alla festa Bavards! Vous direz le reste la fte
questo lungo discorso vi farebbe far tardi! un aussi long discours vous mettrait en retard!

(Werther rimasto muto e interdetto guardando Charlotte, e quando la fanciulla si volta verso lo specchio
per mettersi la sciarpa, prende il bambino pi piccolo e labbraccia. Il piccolo ha paura di questo slancio di
tenerezza.)

9
Massenet: Werther - atto primo

Charlotte Charlotte
(Al bambino che Werther tiene fra le braccia)
Abbraccia tuo cugino! Embrasse ton cousin!

Werther Werther
(attonito)
Cugino? Sono degno di questo nome? Cousin? Suis-je bien digne de ce nom?

Charlotte Charlotte
(allegramente)
In effetti, cugino! un onore insigne En effet, cousin! cest un honneur insigne
Ma Mais
noi ne abbiamo tanti che sar molto difficile nous en avons tant quil serait bien fcheux
che voi siate il peggiore fra loro! que vous fussiez le plus mauvais dentre eux!
(Werther si allontana guardando Charlotte)
(a Sophie, con autorit, senza severit, e mostrandole i bambini)
Tu mi sostituirai. Sophie, sai che ho fiducia in Tu me remplaceras, Sophie, tu sais, je te les
te! confie!

(ai bambini)
Sarete con lei saggi come con me? Vous serez sages comme avec moi?

Sophie Sophie
S, ma essi preferirebbero che fossi tu! Oui, mais ils aimeraient bien mieux que ce ft
toi!

Werther Werther
(con estasi, mentre Charlotte abbraccia i bambini)
O spettacolo ideale damore e di innocenza. O spectacle idal damour et dinnocence.
Dove i miei occhi sono rapiti! O mes yeux et mon coeur sont ravis la fois!
Che sogno passare unintera esistenza Quel rve de passer une entire exi-
Tranquillizzato dal suo sguardo e cullato dalla stence
sua voce! Calm par ses regards et berc par sa voix!
(La maggior parte degli invitati gi uscita; restano ancora Brhlmann e Ktchen, assorbiti e silenziosi
vicino alla fontana. Charlotte ora pronta, e discende nel cortile. Sophie e i bambini formano un gruppo
sulla terrazza e mandano baci alla loro sorellona)
Il Borgomastro Le baillis
(salutando Werther)
Signor Werther! Monsieur Werther!

Charlotte Charlotte
Addio padre! Adieu pre!

10
Massenet: Werther - atto primo

Il Borgomastro Le baillis
(a Charlotte)
Addio, mia cara Adieu, ma chrie
(Charlotte e Werther si allontanano seguiti da un gruppo di invitati. Brhlmann e Ktchen vanno per ultimi
senza aver detta una parola)
Il Borgomastro Le baillis
(con bonomia, guardandoli sorridendo)
A quelli non auguriamo niente! Klopstock! A ceux-l ne souhaitons rien! Klopstock!
Divino Klopstock! lestasi magnetica! Divin Klopstock! lextase magntique!
Questo mi sembra indiscutibile! cela me parat sans rplique!

(Sophie ha fatto rientrare i bambini in casa)

Il Borgomastro Le baillis
(canticchiando, va a cercare la sua pipa di porcellana che ha tolta dalla rastrelliera)
Viva Bacco! Sempre viva! Vivat Bacchus! semper vivat!

(canticchiando)
Viva Bacco! Sempre viva Bacco! Vivat Bacchus! semper vivat Bacchus!
(si accomoda sempre canticchiando con aria un po annoiata, nella sua grande poltrona e si mette a fumare)

Viva Bacco! Sempre viva! Vivat Bacchus! semper vivat!

Sophie Sophie
( ricomparsa e sorride vedendo il Borgomastro: andata dolcemente a prendere in un angolo dalla camera
il bastone e il cappello del Borgomastro che gli porge gentilmente; con malizia)

E chi dunque ha promesso di andare allUva Et qui donc a promis daller au Raisin dor?
doro?

Il Borgomastro Le baillis
(con tono imbarazzato)
Chi? Io? lasciarti sola? Qui? Moi? te laisser seule?

Sophie Sophie
Ebbene? Eh bien?

Il Borgomastro Le baillis
(canticchiando fra i denti)
La la la la la la la la la la la! No! La la la la la la la la la la la! Non!

Sophie Sophie
(seriamente)
Io lesigo! Schmidt e Johann stanno ancora Je lexige! Schmidt et Johann doivent tatten-
aspettando. dre encor.

11
Massenet: Werther - atto primo

Il borgomastro Le baillis
(Lasciandosi convincere e prendendo il cappello e il bastone dalle mani di Sophie)
Solo un momento allora Rien quun moment alors

(si allontana: voltandosi verso Sophie)


Ogni promessa debito! au fait promesse oblige!
(Sophie accompagna il Borgomastro e chiude la porta della strada dietro di lui. La notte cade a poco a
poco. Compare Albert; viene dal giardino, con un mantello sul braccio; entrato dolcemente e guarda con
occhio interrogativo la casa; si avvicina e vede Sophie che sta scendendo)
Albert Albert
Sophie! Sophie!

Sophie Sophie
(riconoscendo Albert)
Albert! Sei tornato? Albert! Toi de retour?

Albert Albert
S, sorellina mia, buongiorno! Oui, moi, petite soeur, bonjour!

(Labbraccia)

Sophie Sophie
Charlotte sar molto contenta di vederti! Que Charlotte sera contente de te revoir!

Albert Albert
qui? Elle est ici?

Sophie Sophie
No, non stasera! Ella che non mai assente. Non, pas ce soir! Elle qui jamais sabsente.

(in modo pi accentuato)


Cos, perch non ci hai avvisato? Aussi, pourquoi nas-tu pas prvenu?

Albert Albert
(semplicemente)
Volevo sorprendervi Jai voulu vous surprendre
Parlami di lei, almeno! Parle-moi delle, au moins!
Mi fai aspettare per farmi sapere se si ricorda di Il me tarde dapprendre si de moi lon sest
me? souvenu?
perch sei mesi di assenza sono lunghi car cest bien long, six mois dabsence

Sophie Sophie
(con semplicit)
Noi agli assenti Chez nous, aux absents

(teneramente)
sempre pensiamo, e allora, non sei il suo chacun pense, et dailleurs, nes-tu pas son
12
Massenet: Werther - atto primo

fidanzato? fianc?

Albert Albert
(allegro)
Cara bambina! E come vanno le cose? A chre enfant! Et que sest-il pass?

Sophie Sophie
Niente ci si occupa del vostro matrimonio Rien on sest occup de votre mariage

Albert Albert
Del nostro matrimonio? De notre mariage!

Sophie Sophie
Ci sar un ballo dici? On y dansera dis?

Albert Albert
Molto e ancora di pi! Beaucoup et davantage!

(con calore)
S, vedo che per tutti vi sar felicit Oui, je veux que pour tous il y ait du bonheur
Io ne ho tanta in fondo al cuore! jen ai tant au fond du coeur!

(riconducendo Sophie fino alla scala)


Va, rientra. Ho paura che qualcuno ti chiami Va, rentre: Jai peur quon tappelle
e che si scopra il mio ritorno; non dire nulla et quon apprenne mon retour; nen dis rien,
io sar da lei al levar del giorno. je serai prs delle ds le lever du jour.

Sophie Sophie
(rientrando)
A domani, a domani, a domani A demain, demain, demain

(inchinandosi)
Signore mio bel fratello: Monsieur mon beau frre.

(Ella chiude la porta a vetri)

Albert Albert
(solo)
Ella mi ama! pensa a me! Elle maime! Elle pense moi!
Quale preghiera di riconoscenza Quelle prire de reconnaissance
e damore sale dal mio cuore alla mia bocca! et damour monte de mon coeur ma bouche!
Oh! come al momento del ritorno un nulla ci Oh! comme lheure du retour un rien nous
emoziona e ci tocca meut et nous touche
E come tutto possiede un fascino penetrante! et comme tout possde un charme pntrant!
Ah! vorrei che rientrando Charlotte Ah! je voudrais quen rentrant Charlotte
ritrovi i pensieri che io le ho lasciato. retrouvt les pensers que je laisse:
Tutta la mia speranza e tutta la mia tenerezza! Tout mon espoir et toute ma tendresse!

13
Massenet: Werther - atto primo
(Si allontana lentamente. La notte scesa; la luna rischiara la casa a poco a poco. Charlotte e Werther
compaiono alla porta del giardino; essi procedono lentamente, tenendosi sottobraccio, e non si fermano che
alla base della scala dove entrambi restano un momento silenziosi)

Charlotte Charlotte
(semplicemente)
Dobbiamo separarci. Ecco la nostra casa, Il faut nous sparer. Voici notre maison,
lora di andare a dormire. cest lheure du sommeil.

Werther Werther
(pi accentuato)
Ah! Purch io veda questi occhi sempre aperti, Ah! pourvu que je voie ces yeux toujours
questi occhi mio orizzonte, questi dolci occhi: ouverts,
mia speranza e mia unica gioia ces yeux mon horizon, ces doux yeux:
Che mi importa il sonno? mon espoir et mon unique joie
Le stelle e il sole possono bene nel cielo ogni Que mimporte moi le sommeil?
volta Les toiles et le soleil peuvent bien dans le ciel
ricomparire, io ignoro se giorno tour
io ignoro se notte! tour reparatre, jignore sil est jour
jignore sil est nuit!

(dolce e calmo)
Il mio essere indifferente a ci che non sei tu! Mon tre demeure indiffrent ce qui nest pas
toi!

Charlotte Charlotte
(sorridendo)
Ma voi non sapete nulla di me. Mais, vous ne savez rien de moi.

Werther Werther
(commosso)
La mia anima ha riconosciuto la vostra anima, Mon me a reconnu votre me, Charlotte,
Charlotte, et je vous ai vue assez pour savoir
e di voi ho visto abbastanza per sapere quelle femme vous tes!
che donna voi siete!

Charlotte Charlotte
(sorridendo)
Voi mi conoscete? Vous me connaissez?

Werther Werther
(serio e tenero)
Voi siete la pi bella e la migliore delle creature! Vous tes la meilleure ainsi que la plus belle
des cratures!

14
Massenet: Werther - atto primo

Charlotte Charlotte
(confusa)
No! Non!

Werther Werther
Bisogna che io mi appelli a quelli Faut-il que jen appelle ceux
che chiamate i vostri bambini? que vous nommez vos enfants?

Charlotte Charlotte
(pensosa e riavvicinandosi a Werther)
Ahim! s, miei bambini Hlas! oui, mes enfants

(semplicemente e intenerita)
Avete detto il vero! Vous avez dit vrai!
che limmagine di mia madre Cest que limage de ma mre
presente a tutti qui. est prsente tout le monde ici.
E da parte mia, io credo di vedere Et pour moi, je crois voir

(pi accentuata)
sorridere il suo viso quando sourire son visage quand
prendo cura dei suoi bambini dei miei bam- je prends soin de ses enfants de mes
bini! enfants!

(teneramente)
Ah! io desidererei che ella ritornasse in questa Ah! je souhaiterais que dans cette demeure elle
casa! revint!
e veda almeno qualche istante se ho mante- et vit au moins quelques instants si je tiens
nuto les serments faits la dernire heure!
i giuramenti che le ho fatto nella sua ultima ora!

(molto intenerita)
Cara, cara mamma, non potrai pi vederci? Chre, chre maman, que ne peux-tu nous
voir?

Werther Werther
O Charlotte! angelo del dovere, O Charlotte! ange du devoir,
su di te si posi la benedizione del cielo! La bndiction du ciel sur toi repose!

Charlotte Charlotte
Se voi laveste conosciuta! Si vous laviez connue!
Ah! che crudele cosa vedere andarsene cos Ah! la cruelle chose de voir ainsi partir
ci che si ha di pi caro! ce quon a de plus cher!
Che tenero ricordo e quale amaro rimpianto! Quels tendres souvenirs et quel regret amer!
Perch tutto deve perire? Pourquoi tout est-il prissable?
I bambini lo hanno sentito molto intensamente; Les enfants ont senti cela trs vivement;
essi chiedono spesso con tono inconsolabile: ils demandent souvent dun ton inconsolable:
Perch gli uomini neri hanno portato via la Pourquoi les hommes noirs ont emport
mamma? maman?

15
Massenet: Werther - atto primo

Werther Werther
Sogno! Estasi! Felicit! Rve! Extase! Bonheur!
Darei la mia vita per guardare sempre quegli Je donnerais ma vie pour garder jamais ces
occhi, yeux,
questa fronte affascinante, questa bocca ado- ce front charmant, cette bouche adorable,
rabile, stupito e rapito tonne et ravie
Senza che nulla a sua volta li contempli un Sans que nul son tour les contemple un
momento! moment!
Il celeste sorriso! oh! Charlotte! Io vi amo! Le cleste sourire! oh! Charlotte! je vous aime
Io vi amo e vi ammiro! je vous aime et je vous admire!

Charlotte Charlotte
(ritornando i s; sale rapidamente i gradini della scala)

Siamo matti! rientriamo Nous somme fous! rentrons

Werther Werther
(con voce alterata, trattenendola)
Ma ci rivedremo? Mais nous nous reverrons?

Il Borgomastro Le baillis
(nella casa, rientrando, ad alta voce; parlato)
Charlotte! Charlotte! Albert ritornato! Charlotte! Charlotte! Albert est de retour!

Charlotte Charlotte
(venendo meno)
Albert? Albert?

Werther Werther
(interrogando Charlotte)
Albert? Albert?

Charlotte Charlotte
(a voce bassa e tristemente a Werther)
S, colui che mia madre mi ha fatto giurare Oui, celui que ma mre ma fait jurer
di accettare come sposo daccepter pour poux

(ancora a bassa voce e come accusandosi)


Dio mi testimone che un istante vicino a voi Dieux mest tmoin quun instant prs de
avevo dimenticato il giuramento che ora mi vous
viene ricordato! javais oubli le serment quon me rappelle!

(Werther si nasconde il volto fra le mani, come se singhiozzasse)


Werther Werther
(con sforzo)
A questo giuramento restate fedele! Io A ce serment restez fidle! Moi
Io ne morir! Charlotte! jen mourrai! Charlotte!
16
Massenet: Werther - atto primo
(Charlotte si volta indietro unultima volta)

Werther Werther
(solo, disperato, quando Charlotte scomparsa)
Un altro! suo sposo! Un autre! son poux!

17
Massenet: Werther - atto secondo

ATTO SECONDO
I tigli
Settembre dello stesso anno
A Wetzler. Il posto. Sul fondo il tempio protestante. A sinistra, il presbiterio. A destra losteria contornata
da luppoli. Davanti al tempo dei tigli tagliati che ne lasciano scorgere la porta. Un banco sotto i tigli,
vicino allentrata del presbiterio. Schmidt e Johann sono seduti ad un tavolo davanti allosteria. Sul
fondo a destra la strada e la campagna. Tempo sereno. Domenica pomeriggio.)
Johann Johann
(col bicchiere in mano)
Viva Bacco! Sempre viva! Vivat Bacchus! Semper vivat!
domenica Cest dimanche!

Schmidt Schmidt
(come sopra)
Viva Bacco! Sempre viva! domenica Vivat Bacchus! Semper vivat! cest dimanche!

Johann e Schmidt Johann et Schmidt


Viva! Viva Bacco! Vivat! Vivat Bacchus!
Sempre viva! Viva Bacco! Semper vivat! Vivat Bacchus!
Sempre viva! Semper vivat!
Viva! Viva Bacco! Sempre viva! Vivat Bacchus! semper vivat!
(Una serva esce dallosteria e serve di nuovo da bere ai due amici)
Johann Johann
Ah! La splendida giornata! Ah! ladmirable journe!
Mi piace illuminata da questo sole allegro! De ce joyeux soleil jai lme illumine!

Schmidt Schmidt
Come dolce vivere quando laria cos leg- Quil est doux vivre quand lair est si lger, le
gera, il cielo cos blu il vino cos genuino! ciel si bleu le vin si clair!

Johann Johann
domenica! Cest dimanche!

Schmidt Schmidt
domenica! Cest dimanche!

(Organo nel tempio)

Schmidt Schmidt
(in tono beffardo)
Andate! Cantate luffizio e che lorgano risuoni! Allez! chantez loffice et que lorgue rsonne!

(con allegria e franchezza)


Di benedire il Signore il modo giusto, De bnir le Seigneur il est bien des faons,
per conto mio lo glorifico esaltando i suoi doni! moi, je le glorifie en exaltant ses dons!
Gloria a colui che ci ha dato questo buon vino Gloire celui qui nous donne daussi bon vin
18
Massenet: Werther - atto secondo

e fa lesistenza cos dolce! et fait lexistence si bonne!


Benediciamo il Signore! Bnissons le Seigneur!

Johann Johann
(come sopra)
Di benedire il Signore il modo giusto, De bnir le Seigneur il est bien des faons,
per conto mio lo glorifico esaltando i suoi doni! moi, je le glorifie en exaltant ses dons!
Benediciamo il Signore! Benediciamo il Bnissons le Seigneur! Bnissons le Seigneur!
Signore!

(guardando)
Gente, ancora gente. Vengono da tutte le parti! Du monde! encor du monde! On vient de tous
Il Pastore far un bella festa per i suoi cin- cts!
quanta anni di matrimonio! Le Pasteur verra bien fts ses cinquante ans
de mariage!

Schmidt Schmidt
una bella cosa per un Pastore cinquanta anni Cest bon pour un Pasteur cinquante ans de
di matrimonio. mnage,
Dio lo appoggia! Dieu le soutient!
Ma io non avrei mai potuto sopportare altret- Mais moi je naurais pu jamais en supporter
tanto! autant!

(Compaiono Charlotte e Albert)

Johann Johann
(si alza e guardandoli si china verso Schmidt)
Eppure io so che c chi non si spaventa Et cependant, jen sais qui ne seffraieraient
troppo di una tale felicit! gure de semblable flicit!

(indicandoli)
Guarda quelli l, per esempio! Tiens! ceux-l par exemple!

Schmidt Schmidt
(alzandosi)
Ebbene, alla loro salute beviamo un altro bic- Et bien! leur sant allons vider encore un
chiere! verre!
(Rientrano tutti e due nellosteria. Charlotte e Albert sono arrivati sotto i tigli, e si siedono a una tavola)
Alberto Albert
(con tenerezza)
Tre mesi! Ecco tre mesi in cui siamo ununica Trois mois! Voici trois mois que nous somme
persona! unis!
Sono passati molto in fretta e pertanto mi Ils ont pass bien vite et pourtant il me
sembra semble
che abbiamo vissuto sempre assieme! que nous avons vcu toujours ensemble!

19
Massenet: Werther - atto secondo

Charlotte Charlotte
(dolcemente)
Albert! Albert!

Albert Albert
Se voi sapeste come vi benedico! Si vous saviez comme je vous bnis!

(ancora pi teneramente)
Ma io, in questa fanciulla cos calma Mais, moi, de cette jeune fille si calme
e sorridente in seno alla famiglia, et souriante au foyer de famille,
ho io una moglie felice e senza rimpianti? ai-je une femme heureuse et sans regrets?

Charlotte Charlotte
(alzandosi e in modo semplice)
Quando una donna ha vicino a s ogni Quand une femme a prs delle toute heure
momento et lesprit le plus droit et lme la meilleure,
lo spirito pi diritto e lanima migliore, que pourrait-elle regretter?
che rimpianti potrebbe avere?

Albert Albert
(emozionato)
Oh! la dolce parola Oh! la douce parole
E come ascoltandola io mi sento ogni et comme lcouter je me sens tout heu-
momento reux
e lamo rapito! et jai lme ravie!
(Charlotte, accompagnata da Albert, si dirige verso il tempio; poi Albert scambia qualche parola con quelli
che vanno alluffizio. Compare Werther allinizio della strada. Scende e contempla da lontano con un visi-
bile tormento lintimit dei due sposi)
Werther Werther
(fra s, con dolore)
Un altro suo sposo! Un altro suo sposo! Un autre est son poux! Un autre est son
Dio di bont, se tu mi avessi permesso di tra- poux!
scorrere Dieu de bont, si tu mavais permis de marcher
la vita con questo angelo al mio fianco, dans la vie avec cet ange mon ct,
la mia esistenza non sarebbe stato altro mon existence entire naurait
che unardente preghiera! jamais t quune ardente prire!
E ora a volte ho paura di bestemmiare! Et maintenant parfois jai peur de blasph-
Sono io! sono io! mer!
Cest moi! moi!

(dolorosamente)
che ella avrebbe potuto amare! quelle pouvait aimer!
Avrei premuto sul mio petto la pi divina, Jaurais sur ma poitrine press la plus divine,
la pi bella creatura che Dio stesso abbia la plus belle crature que Dieu mme ait su
creato! former!
Sono io, sono io, che ella avrebbe potuto Cest moi, cest moi quelle pouvait aimer!
amare! Lorsque souvrait le ciel qui sillumine,

20
Massenet: Werther - atto secondo

Quando si aperto il cielo che si illumina, soudain je lai vu se fermer!


improvvisamente lho visto chiudersi! Je lai vu se fermer! cest moi!
Lho visto chiudersi! sono io! cest moi quelle pouvait aimer! ah!
Sono io che ella avrebbe potuto amare!, ah! Jaurais sur ma poitrine press la plus divine,
Avrei premuto sul mio petto la pi divina, la plus belle crature que Dieu mme ait su
la pi bella creatura che Dio stesso abbia former!
creato! Cest moi! cest moi quelle pouvait aimer!
Sono io, sono io, che ella avrebbe potuto sest moi
amare!! quelle pouvait aimer!
Sono io Tout mon corps en frisonne, et tout mon tre
Che ella avrebbe potuto amare!!
Tutto il mio corpo freme, e tutto il mio essere

(con accento straziante)


ne piange! en pleure!

(Werther, nella pi grande agitazione vuole allontanarsi, ma cade affranto sulla panchina, con la testa fra
le mani. Schmidt e Johann ricompaiono sulla soglia dellosteria. Schmidt d il braccio a Brhlmann triste e
muto)

Schmidt Schmidt
(entrando, a Brhlmann)
S! Ktchen torner, vi dico! Si! Ktchen reviendra, je vous dis!

Johann Johann
(a Brhlmann, camminando)
A che ora e in che giorno avr luogo il ritorno, A quelle heure et quel jour, aura lieu ce retour,
che importa! purch ella torni! quimporte! puisquelle reviendra!

Schmidt Schmidt
(a Brhlmann che fa un gesto di diniego)
Purch ella torni! Puisquelle reviendra!

Johann Johann
Sette anni di fidanzamento, non possono Sept ans de fianailles, a ne peut soublier de
essere dimenticati! la sorte!

Schmidt Schmidt
(trascinando Brhlmann)
Affrettiamoci, poich gi sento il segnale, Dpchons-nous! car jentends le signal,
se manchiamo alluffizio, almeno apriamo il si nous manquons loffice, au moins, ouvrons le
ballo! bal!
(Escono barcollando. Uscendo dal tempio, Albert sceso, pone una mano sulle spalle di Werther che trasa-
lisce e fa un movimento come per allontanarsi da Albert)
Albert Albert
(a Werther)
Alla felicit di cui piena la mia anima, Au bonheur dont mon me est pleine,

21
Massenet: Werther - atto secondo

amico, talora si aggiunge un rimorso. Ami, parfois il vient se mler un remord

Werther Werther
(stupito)
Un rimorso? Un remord?

Albert Albert
(con franchezza)
So che avete un cuore leale e forte; Je vous sais un coeur loyal et fort;
ma colei che diventata mia moglie vi Mais celle qui devint ma femme vous apparut
apparsa au jour quelle tait libre encore,
in un tempo in cui era ancora libera, et peut-tre prs delle avez-vous fait un rve
e forse, vicino a lei avete fatto un sogno envol sans retour?
dileguatosi senza ritorno? A la voir si belle et si douce je connais trop le
A vederla cos bella e cos dolce conosco prix du bien
troppo bene il premio del dono qui mest donn pour ne comprendre pas que
che mi stato fatto per non capire che sa perte est cruelle!
la sua perdita sia una cosa crudele.

(prendendogli affettuosamente la mano)


Comprendere questo tormento, come averlo
perdonato. Comprendre ce tourment, cest lavoir par-
donn.
Werther
Lavete detto: Werther
la mia anima leale e sincera. Vous lavez dit:
Mon me est loyale et sincre,
(contenendo a mala pena la sua emozione)
...se avessi un troppo amaro ricordo del pas-
sato, si javais du pass trop amer souvenir,
ritirando questa mano che mi stringete retirant cette main qui la serre,
fuggirei lontano da voi per non pi vedervi! je fuirais loin de vous pour ne plus revenir!
Ma, come dopo la tempesta londa si calma Mais, comme aprs lorage une onde est
il mio cuore non soffre pi del suo sogno apaise,
dimenticato, mon coeur ne souffre plus de son rve oubli,
e colui che sa leggere nel fondo dei miei pen- et celui qui sait lire au fond de ma pense
sieri... ny doit trouver jamais que la seule amiti
non deve trovare altro che vera amicizia et ce sera ma part de bonheur sur la terre.
e ci sar la mia parte di felicit sulla terra.

(Accorre Sophie, con in mano dei fiori)

Sophie Sophie
(a Albert, allegramente)
Fratello, guardate, guardate il bel bouquet! Frre! voyez! Voyez le beau bouquet!
Per il Pastore ho saccheggiato il giardino! Jai mis, pour le Pasteur, le jardin au pillage!
O ora si va a ballare! Et puis, lon va danser!
Per il primo minuetto conto su di voi! Pour le premier menuet cest sur vous je
compte

22
Massenet: Werther - atto secondo
(osservando Werther e parlando leggermente)
Ah! che viso scuro! Ah! le sombre visage!
(semplicemente e gentilmente)
Ma oggi, signor Werther, Mais aujourdhui, monsieur Werther,
tutti sono allegri! la felicit nellaria! tout le monde est joyeux! le bonheur est dans
Del gaio sole pieno di fuoco risplendente nel- lair!
lazzurro Du gai soleil pleine de flamme dans lazur
la pura luce scende dalle nostre fronti fino alla resplendissant
nostra anima! la pure clart descend de nos fronts jusqu
Tutti sono allegri! la felicit nellaria! notre me!
E luccello che sale nel cielo nella brezza che Tout le monde est joyeux! le bonheur est dans
sospira... lair!
ritornato per dirci che Dio permette di essere Et loiseau qui monte aux cieux dans la brise
felici! qui soupire
Tutti sono allegri! est revenu pour nous dire que Dieu permet
La felicit nellaria! dtre heureux!
Tutti sono allegri! Tout le monde est joyeux!
Le bonheur est dans lair!
Tout le monde est heureux!

Werther Werther
(fra s, pi cupo)
Felici! Potr ancora esserlo? Heureux! pourrai-je ltre encore?

Albert Albert
(a Sophie)
Va a portare il bouquet, cara sorellina; ti rag- Va porter ton bouquet, chre petite soeur, je te
giungo subito. rejoins.
(Sophie si allontana di qualche passo)
(a Werther)
Werther, noi parliamo di felicit Werther! nous parlions du bonheur
La si cerca lontano la si chiama la si On le cherche bien loin on lappelle On
implora! limplore!
(con intenzione)
Ed ecco che forse attraversa la nostra strada Et voici que peut-tre il passe en nos che-
Un sorriso sulle labbra e dei fiori in mano! mins
Un sourire la lvre et des fleurs dans les
mains!
(Werther lo guarda in silenzio)

Sophie Sophie
(sulla soglie del presbiterio, a Albert)
Ah! fratello, venite, presto! Ah! frre, venez vite!
(a Werther)

23
Massenet: Werther - atto secondo

Voi capite, signor Werther, Vous entendez, Monsieur Werther,


Vi invito per il primo minuetto! je vous invite pour le premier menuet!

(avvicinandoglisi e allontanandosi a poco a poco)


Del gaio sole pieno di fuoco risplendente Du gai soleil plein de flamme dans lazur
nellazzurro resplendissant
la pura luce scende dalle nostre fronti fino alla la pure clart descend de nos fronts jusqu
nostra anima! notre me!
Tutti sono allegri! Tout le monde est joyeux!
La felicit nellaria! Le bonheur est dans lair!
Tutti sono allegri! Tout le monde est heureux!

(scomparendo)
(Albert ha raggiunto Sophie ed entra con lei nel presbiterio)
Werther Werther
(solo)
Ho detto la verit? Ai-je dit vrai?
Lamore che sento per lei non il pi puro Lamour que jai pour elle nest-il pas le plus
come il pi sacro! pur comme le plus sacr!
Nella mia anima un desidero colpevole non En mon me un coupable dsir est-il jamais
mai entrato? entr?

(esplodendo)
S, ho mentito! ho mentito! O Dio, soffrire senza Oui je mentais! je mentais! Dieu! souffrir sans
tregua cesse
o bene sempre mentire! ou bien toujours mentir!
Troppa vergogna e debolezza! Devo, voglio Cest trop de honte et de faiblesse! Je dois, je
partire! veux partir!
(Charlotte appare sulla soglia del tempio e si dirige verso il presbiterio)

Werther Werther
(la vede e molto emozionato, cambiando tono, fra s)
Partire? No! io non voglio che starle vicino! Partir? Non! je ne veux que me rapprocher
delle!

Charlotte Charlotte
(senza notare Werther)
Come, pregando, si trova nuova forza! Comme on trouve en priant une force nouvelle!

Werther Werther
(da lontano)
Charlotte! Charlotte

Charlotte Charlotte
(girandosi)
Venite anche voi dal Pastore? Vous venez aussi chez le Pasteur?
24
Massenet: Werther - atto secondo

Werther Werther
(avvicinandosi e tristemente)
A che pro? per vedervi sempre vicino ad un A quoi bon? pour vous voir toujours auprs
altro? dun autre!
(avvicinandosi ancora a Charlotte rimasta immobile)
Ah! com lontano questo giorno pieno di Ah! quil est loin ce jour plein dintime dou-
intima dolcezza ceur
dove il mio sguardo ha incontrato il vostro per O mon regard a rencontr le vtre pour la pre-
la prima volta! mire fois!
Dove abbiamo abitato tutti e due per tanto O nous sommes tous deux demeurs si lon-
tempo e cos vicini gtemps, tout prs
senza dirci nulla sans nous rien dire
mentre cadeva dal cielo Cependant que tombait des cieux
un raggio supremo che sembrava un sorriso un suprme rayon qui semblait un sourire
solo la nostra silenziosa emozione! sur notre moi silencieux!

Charlotte Charlotte
(freddamente)
Alberto mama, e io sono la sua donna! Albert maime, et je suis sa femme!

Werther Werther
(con collera)
Alberto vi ama! Chi non vi amerebbe? Albert vous aime! Qui ne vous aimerait?

Charlotte Charlotte
(pi dolcemente)
Werther Werther!
Non c dunque quaggi unaltra donna degna Nest-il donc pas dautre femme ici-bas digne
del vostro amore de votre amour
ed ella stessa libera? Io non mi appartengo et libre delle-mme? Je ne mappartiens
pi plus
perch allora mi amate? pourquoi donc maimez-vous?

Werther Werther
Eh! domandate ai matti perch la loro ragione Eh! demandez aux fous do vient que leur
si distrutta? raison sgare?

Charlotte Charlotte
(in modo risoluto)
Ebbene, poich il destino ci separa per Eh bien! puisqu jamais le destin nous
sempre spare
allontanatevi! partite! partite! loignez-vous! partez! partez!

Werther Werther
Ah! che devo sentire? Ah! quel mot ai-je entendu?

25
Massenet: Werther - atto secondo

Charlotte Charlotte
(gravemente)
Ci che occorre sentire da me! Celui quil faut de moi que lon entende!

Werther Werther
(violentemente)
E chi lo comanda? Et qui donc le commande?

Charlotte Charlotte
Il dovere! Le devoir!

(pi dolcemente)
Lassenza pu rendere il dolore meno amaro Labsence rend parfois la douleur moins
amre

Werther Werther
(dolorosamente)
Ah! darmi loblio non in suo potere! Ah! me donner loubli nest pas en son pouvoir!

Charlotte Charlotte
(ancora pi dolcemente)
Perch loblio? Pensate a Charlotte, invece, Pourquoi loubli? Pensez Charlotte au con-
pensate traire, pensez
al suo riposo, siate forte siate buono. son repos; soyez fort soyez bon.

Werther Werther
(un po pi calmo)
S, lunico mio desiderio che voi siate felice! Oui! jai pour seul dsir que vous soyez heu-
reuse!

(piangendo, ma calmo)
Ma mai pi rivedervi non possibile, no! Mais ne plus vous revoir cest impossible!
non!

Charlotte Charlotte
(con grande dolcezza)
Amico, non sono rigorosa fino a questo Ami, je ne suis pas ce point rigoureuse
punto et ne saurais vouloir un exil ternel
e n saprei volere un esilio eterno

(dominandosi)
Vi rivedr presto tenete a Natale! vous reviendrez bientt tenez la Nol!

Werther Werther
(supplicando)
Charlotte! Charlotte!
26
Massenet: Werther - atto secondo

Charlotte Charlotte
(si volta ed esce)
A Natale! A la Nol!
(Werther vuole richiamarla, ma torna sui suoi passi scoraggiato e abbattuto. Sognando e riguardando la
strada per la quale Charlotte scomparsa)
Werther Werther
(dopo un momento di sconforto, con risolutezza)
S, quello che mi ordina Oui! ce quelle mordonne
per il suo riposo lo far! pour son repos je le ferai!
E se le forze mi abbandonano Et si la force mabandonne
Ah! sono io che per sempre mi riposer! Ah! cest moi pour toujours qui me reposerai!

(sognando)
Perch tremare davanti alla morte? Pourquoi trembler devant la mort?
davanti alla nostra morte? devant la ntre?

(febbrilmente)
Si alza il sipario On lve le rideau

(in modo misterioso)


poi si passa dallaltra parte. puis on passe de lautre ct,
Ecco ci che si dice morire! Voil ce quon nomme mourir!

(sognando ancora)
Offendiamo il cielo smettendo di soffrire? Offensons-nous le ciel en cessant de souffrir?

(con semplicit)
Quando il bambino rientra da un viaggio, prima Lorsque lenfant revient dun voyage, avant
del tempo, lheure,
non si ha verso di lui alcun risentimento, bien loin lui garder quelque ressentiment,
al solo rumore dei suoi passi trasalisce la casa au seul bruit de ses pas tressaille la demeure
e il padre felice labbraccia lungamente! et le pre joyeux lembrasse longuement!
O Dio! tu che mi hai creato, sarai con me cle- O Dieu! qui mas cr, serais-tu moins cl-
mente? ment?
No, tu non lo sarai, nascosto sotto i veli Non, tu ne saurais pas, drob sous voiles,
rigettare nella notte il tuo sfortunato figlio! rejeter dans la nuit ton fils infortun!

(dolorosamente)
tuo figlio! ton fils!

(teneramente)
Immaginando il tuo sorriso attraverso le stelle Devinant ton sourire au travers des toiles
torner verso di te, dopo averti perdonato! il reviendrait vers toi davance pardonn!
Padre! Padre! Padre, che io non conosco, Pre! Pre! Pre, que je ne connais pas,
in cui comunque ho fede, parla al mio cuore, en qui pourtant jai foi, parle mon coeur,
chiamami! appelle-moi!
Chiamami! Appelle-moi!

27
Massenet: Werther - atto secondo
(senza voce, quasi parlato)
Chiamami! Appelle-moi!
(Werther si allontana quando vede Sophie sulla soglia del presbiterio)
Sophie Sophie
(allegramente)
Ma venite, dunque! Il corte si avvicina, Mais venez donc! le cortge sapproche,
e sia detto senza rimprovero, voi che si et soit dit sans reproche, cest vous seul quon
aspetta! attend!

Werther Werther
(bruscamente)
Perdonatemi, ma io parto! Pardonnez-moi, je pars!

Sophie Sophie
(sorpresa)
Partite! Vous partez!

Werther Werther
(imbarazzato)
Subito A linstant

Sophie Sophie
(ripetendo; molto emozionata)
Subito Ma senza dubbio A linstant Mais sans doute
ritornerete? domani? presto? vous reviendrez? demain? bientt?

Werther Werther
(violentemente e con grande emozione)
No! mai pi! addio! Non! jamais! adieu!

(fugge)

Sophie Sophie
(molto emozionata, chiamandolo)
Signor Werther! Monsieur Werther!

(gli corre dietro fino alla strada. Inquieta e turbata)


Allangolo della strada sparito pi Au tournant de la route il disparat plus

(sciogliendosi in lacrime)
nulla! rien!

(ella ridiscende)
Mio Dio! poco fa ero cos allegra! Mon Dieu! tout lheure jtais si joyeuse!

28
Massenet: Werther - atto secondo
(Compare il corteo del cinquantenario - si giunge da diverse parti)
Charlotte Charlotte
(vedendo Sophie e accorrendo da lei)
Che cosa c dunque? Ella piange! Sophie! Ah! quest-ce donc? Elle pleure! Sophie!

Sophie Sophie
(cadendo fra le braccia di Charlotte)
Ah! sorella! Il signor Werther partito! Ah! Soeur! Monsieur Werther est parti!

Albert Albert
(trasalendo)
Lui! Lui!

Sophie Sophie
(molto accentuata)
E per sempre! venuto da me a dirlo e poi Et pour toujours! Il vient de me le dire et puis,

(singhiozzando continuamente)
fuggito come un pazzo! il sest enfui comme un fou!

Charlotte Charlotte
(ella stessa colpita)
Per sempre! Pour toujours!

Albert Albert
(cupo, guardando Charlotte)
Egli lama! Il laime!

(Il corteo del cinquantenario attraversa la piazza. Acclamazioni, grida di evviva!)

29
Massenet: Werther - atto terzo

ATTO TERZO
Charlotte e Werther
il 24 dicembre, le 5 di sera.
Nella casa di Albert. Il salone. In fondo a destra, in un vano assai vasto, una porta a due battenti. A sini-
stra, nello stesso angolo, una grande stufa di porcellana verde. Sul fondo il clavicembalo con davanti la
tastiera - vicino: una finestra. A destra porta della camera di Albert. A sinistra porta della camera di Char-
lotte. In primo piano a sinistra: una piccola scrivania; pi avanti un tavolino da lavoro e una poltrona.
Verso destra, sempre in primo piano un canap. Una lampada accesa con la ventola sul tavolo.
Charlotte Charlotte
(sola, seduta presso il tavolino da lavoro: sognante)
Werther Werther Werther Werther
Chi mi avrebbe detto quale posto nel mio cuore Qui maurait dit la place que dans mon coeur
egli occupi oggi? il occupe aujourdhui?
Dopo che partito, mio malgrado, tutto mi Depuis quil est parti, malgr moi, tout me
annoia! lasse!

(Lascia cadere il suo lavoro)


E la mia anima piena di lui! Et mon me est pleine de lui!

(Lentamente si alza come attirata verso la scrivania che apre.)


Queste lettere! queste lettere! Ces lettres! ces lettres!
Ah! le rileggo continuamente Ah! je les relis sans cesse
Con quel fascino ma anche quale tristezza! Avec quel charme mais aussi quelle tristesse!
Le dovrei distruggere, ma non posso! Je devrais les dtruire je ne puis!
(Ella ritornata al tavolino, con gli occhi fissi sulla lettera che legge)
(leggendo)

Vi scrivo dalla mia piccola camera Je vous cris de ma petite chambre:


il cielo grigio e pesante di dicembre au ciel gris et lourd de Dcembre
pesa sopra di me come un lenzuolo funebre, pse sur moi comme un linceul,
e io sono solo! solo! sempre solo! Et je suis seul! seul! toujours seul!
Ah! nessuno accanto a lui! Ah! personne auprs de lui!
non una sola testimonianza di tenerezza o di pas un seul tmoignage de tendresse ou mme
piet! de piti!
Dio! come mi venuto questo triste coraggio Dieu! comment mest venu ce triste courage,
di imporgli questo esilio e questo isolamento? dordonner cet exil et cet isolement?
(dopo un po prende unaltra lettera e la legge)
(leggendo)
Gioiose grida di bambini salgono dalla mia Des cris joyeux denfants montent sous ma
finestra. fentre,
Grida di bambini! E penso a quei tempi cos Des cris denfants! Et je pense ce temps si
dolci doux.
quando i vostri cari piccolini giocavano attorno O tous vos chers petits jouaient autour de
a noi! nous!
Forse mi dimenticheranno? Ils moublieront peut-tre?

30
Massenet: Werther - atto terzo
(cessando di leggere, con espressione)
No, Werther, nei loro ricordi la vostra immagine Non, Werther, dans leur souvenir votre image
ancora viva reste vivante
e quando ritornerete ma ritorner? et quand vous reviendrez mais doit-il revenir?

(con terrore)
Ah! questultimo biglietto mi gela dallo spa- Ah! ce dernier billet me glace et mpouvante!
vento!

(leggendo)
Tu mi hai detto a Natale, e io ho gridato: mai Tu mas dit: Nol, et jai cri: jamais!
pi! On va bientt connatre qui de nous disait vrai!
Bisogna vedere chi di noi due ha detto il vero! Mais si je ne dois reparatre au jour fix,
Ma se non dovessi ricomparire il giorno fissato, devant toi, ne maccuse pas, pleure-moi!
davanti a te, non accusarmi, compiangimi!

(ripetendo con terrore, temendo di capire)


non accusarmi, compiangimi! Ne maccuse pas, pleure-moi!

(riprendendo la lettura)
S, con questi occhi pieni di fascino queste Oui, de ces yeux si pleins de charmes, ces
righe lignes
leggerai, le bagnerai di lacrime tu les reliras, tu les mouilleras de tes larmes
Oh, Charlotte, e fremerai! O Charlotte, et tu frmiras!

(ripetendo senza leggere)


fremerai! fremerai! tu frmiras! tu frmiras!

Sophie Sophie
(entrando vivacemente e arrestandosi sulla porta: tiene fra le braccia dei giocattoli per la festa della sera)
Buongiorno, sorellona! Bonjour, grande soeur!
(Charlotte, sorpresa nasconde precipitosamente le lettere che tiene in mano)
vengo per notizie! je viens aux nouvelles!
(Sophie avanza allegramente e depone gli oggetti su un mobile)
Sophie Sophie
Alberto assente non ti si vede pi! Albert est absent on ne te voit plus!
e papa molto scontento et le pre est trs mcontent

Charlotte Charlotte
(ancora preoccupata)
Bambina! Enfant!

Sophie Sophie
(che ha preso Charlotte per la vita)
Ma tu soffri? Mais, souffres-tu?

31
Massenet: Werther - atto terzo

Charlotte Charlotte
(liberandosi dalle braccia di Sophie)
Perch questo pensiero? Pourquoi cette pense?

Sophie Sophie
(che le guarda la mano)
S, hai la mano ghiacciata, Si, ta main est glace,

(guardandola negli occhi)


e i tuoi occhi sono rossi, lo vedo bene! et tes yeux sont rougis, je le vois bien!

Charlotte Charlotte
(girandosi imbarazzata)
Non nulla Non, ce nest rien

(riprendendosi)
Qualche volta mi sento un po triste isolata! je me sens quelquefois un peu triste isole!
La mia anima turbata da una vaga noia Mais si dun vague ennui mon me tait trou-
ble,

(in tono allegro, ma forzato)


Gi non me ne ricordo pi Je ne men souviens plus
e ora tu vuoi che io sorrida et maintenant, tu vois: je souris

Sophie Sophie
(carezzevole)
Ci che occorre ridere, ridere ancora, come Ce quil faut, cest rire, rire encore, comme
altre volte! autrefois!

Charlotte Charlotte
(fra s e con intenzione)
Altre volte! Autrefois!

Sophie Sophie
(allegramente)
Ah! Ridere benedetto, allegro, leggero, Ah! le rire est bni, joyeux, lger, sonore!
sonoro!

(leggera)
Ha le ali, un uccello Il a des ailes, cest un oiseau
un uccello dellaurora! un uccello! Cest un oiseau de laurore! Cest un oiseau!
il chiarore del cuore che esce in raggi! Ah! Cest la clart du coeur qui schappe en
Ridere benedetto, allegro, leggero, sonoro! rayons!
Ha le ali, un uccello un uccello! ah! ah! Ah! le rire est bni, joyeux, lger, sonore!
Il a des ailes, cest un oiseau cest un oiseau!
ah! ah!

32
Massenet: Werther - atto terzo
(Sophie conduce Charlotte sulla poltrona e si lascia scivolare ai suoi ginocchi)
Ascolta! Ormai ho let per saper bene le Ecoute! je suis dge savoir les raisons de
cose bien des choses
S, tutte le fronti qui sono diventate malinconi- Oui! tous les fronts ici sont devenus moroses
che

(esitando)
da quando Werther se ne andato! depuis que Werther sest enfui!

(Charlotte trasalisce)
Ma perch lasciare senza notizie. Mais pourquoi laisser sans nouvelles.

(abbassando la voce)
coloro che gli sono restati fedeli? ceux qui lui sont rests fidles?

Charlotte Charlotte
(liberandosi dalle braccia di Sophie, si alza)
Tutto, anche questa bambina, mi parla di lui! Tout jusqu cette enfant, tout me parle de
lui!
Sophie
(avvicinandosi a Charlotte) Sophie
Lacrime? Ah, perdonami, ti prego!
S, ho sbagliato a parlare di lui! Des larmes? Ah! pardonne, je ten prie!
Oui! jai tort de parler de tout cela!
Charlotte
(non trattenendosi) Charlotte
Va! lascia che le lacrime mi scorrano!
Va! laisse couler mes larmes
(affettuosamente)
esse fanno bene, mi cara!
Le lacrime che non si piangono elles font du bien, ma chrie!
ricadono tutte nella nostra anima Les larmes quon ne pleure pas,
e con le loro pazienti gocce dans notre me retombent toutes,
colpiscono il cuore triste e stanco! et de leurs patientes gouttes
Se alla fine la resistenza si esaurisce, il cuore si Martlent le coeur triste et las!
libera Sa rsistance enfin spuise; le coeur se
e se si indebolisce, troppo grande, nulla lo creuse
riempie, et saffaiblit: il est trop grand, rien ne lemplit;
e troppo fragile, tutto lo spezza! Tutto lo et trop fragile, tout le brise! Tout le brise!
spezza!

Sophie Sophie
(spaventata)
Tieni, Charlotte, credimi, non restare qui, vieni Tiens! Charlotte, crois-moi, ne reste pas ici,
da noi viens chez nous
sapremo farti dimenticare i tuoi affanni. nous saurons te faire oublier ton souci.

(cambiando tono, allegramente)


33
Massenet: Werther - atto terzo

Pap ha fatto apprendere ai tuoi bambini Le pre a fait apprendre tes enfants
magnifici discorsetti per Natale! de magnifiques compliments pour la Nol!
(Sophie va a riprendere i giocattoli che ha deposto entrando)
Charlotte Charlotte
(fra s, nel pi grande turbamento)
Natale! Ah! Quella lettera! Nol! Ah! cette lettre!

(ripetendo in modo cupo)


Se non mi vedrai apparire nel giorno fissato Si tu ne me vois reparatre au jour fix
davanti a te non mi accusare, devant toine maccuse pas,
compiangimi! compiangimi! pleure-moi! pleure-moi!

Sophie Sophie
(ritornando verso Charlotte)
Allora convenuto, verrai? Alors! cest convenu, tu viendras?

Charlotte Charlotte
(senza convinzione)
S, forse Oui, peut-tre

Sophie Sophie
(con impetuosa impazienza)
No, no! certamente! Non! non! certainement!

Charlotte Charlotte
(cercando di sorridere)
Certamente! Certainement!

Sophie Sophie
(insistendo)
Veramente? Bien vrai?

Charlotte Charlotte
(rassicurandola)
S, verr! Te lo prometto, Mignonne! Oui, jirai! je te le promets, Mignonne!

Sophie Sophie
(carezzevole)
Verrai? Tu viendras?

Charlotte Charlotte
S, verr Oui, jirai

34
Massenet: Werther - atto terzo

Sophie Sophie
(si ritira dolcemente guardando la sorella con tenerezza, ma Charlotte, subito la richiama con un gesto e
labbraccia con effusione)
Verrai? Tu viendras?

Charlotte Charlotte
(con slancio)
Ah! Vieni che ti abbraccio ancora! Ah! reviens! que je tembrasse encore!
(Sophie si allontana. Charlotte sola, ritorna lentamente verso il tavolino)
Charlotte Charlotte
(con disperazione, spontaneamente e come suo malgrado)
Ah! il mio coraggio mabbandona! Signore! Ah! mon courage mabandonne! Seigneur! Sei-
Signore! gneur!

(con slancio e un ardore supplichevole)


Dio Signore! Signore! ho seguito la tua legge, Seigneur Dieu! Seigneur! Jai suivi ta loi,
ho fatto e voglio sempre fare il mio dovere, Jai fait et veux faire toujours mon devoir,
in te solo io spero poich dura la prova en toi seul jespre car bien rude est lpreuve
e debole il mio cuore! et bien faible est mon coeur!
Dio Signore! Dio Signore! Signore! Seigneur Dieu! Seigneur Dieu! Seigneur!
Tu leggi nella mia anima, ahim! tutto la ferisce! Tu lis dans mon me, hlas! tout la blesse!
ahim! tutto la ferisce e tutto la spaventa! hlas! tout la blesse et tout lpouvante!
Abbi piet di me, sostieni la mia debolezza! Prends piti de moi, soutiens ma faiblesse!
Buon Dio! Dieu bon!
Vieni in mio soccorso! Ascolta la mia preghiera! Viens mon secours! Etends ma prire!
Ascolta la mia preghiera! Entends ma prire!
O buon Dio! Dio forte! o buon Dio! In te solo io O Dieu bon! Dieu fort! Dieu bon! En toi seul
spero! jespre!
Dio Signore! Dio Signore! Seigneur Dieu! Seigneur Dieu!

(La porta sul fondo si apre. Compare Werther)


(vivamente)
Cielo! Werther! Ciel! Werther!
(Werther allinizio vicino alla porta, pallido, sta quasi cedendo e si appoggia al muro)
Werther Werther
(con voce mozzata, quasi senza guardare Charlotte; dolorosamente)
S! Sono io! ritorno, e pertanto Oui! cest moi! je reviens! et pourtant
lontano da voi non ho lasciato passare loin de vous je nai pas laiss passer une
unora heur
un istante senza dire: un instant sans dire:
che morirei piuttosto di rivederla! que je meure plutt que la revoir!
Poi quando venuto il giorno che avete fis- Puis lorsque vint le jour que vous aviez fix
sato pour le retour je suis parti!
per il ritorno sono partito! Sur le seuil de la porte je rsistais encor je
Sulla soglia della porta starei ancora vorrei voulais fuir!
fuggire!

35
Massenet: Werther - atto terzo
(senza accento)
Che importa daltronde tutto questo? Quimporte dailleurs tout cela!

(accasciato)
Eccomi! Me voici!

Charlotte Charlotte
(molto emozionata, cercando di dominarsi e di apparire indifferente)
Perch queste parole amare? Perch non vole- Pourquoi cette parole amre? Pourquoi ne plus
vate pi ritornare? revenir?
Quando qui tutti vi aspettavano mio padre Quant ici chacun vous attendait mon pre
i bambini! les enfants!

Werther Werther
(avvicinandosi con una curiosit espressiva)
E voi? Anche voi? Et vous? Vous aussi?

Charlotte Charlotte
(tagliando corto alle parole che ella sente sulle labbra di Werther e senza rispondergli)
Vedete! la casa restata come voi lavete Voyez! la maison est reste telle que vous
lasciata! laviez quitte!
Rivederla cos A la revoir ainsi

(teneramente)
non vi sembra che essa sia come la ricordate? ne vous semble-t-il pas quelle sest souvenue?

Werther Werther
(guardandosi attorno)
S, vedo non c nulla di cambiato Oui, je vois ici rien na chang

(tristemente)
tranne i colori! Tutto nel posto conosciuto! que les coeurs! Toutes chose est encore la
place connue!

Charlotte Charlotte
(teneramente e semplicemente)
Tutto nel posto conosciuto! Toute chose est encore la place connue!

Werther Werther
(gira per la camera)
Ecco il clavicembalo che cantava la mia felicit Voici le clavecin qui chantait mes bonheurs
o mi alleggeriva le mie pene. Ou qui tressaillait de ma peine.
Quando la vostra voce accompagnava la mia! Alors que votre voix accompagnait la mienne!

36
Massenet: Werther - atto terzo

Werther Werther
(avvicinandosi al tavolino)
Questi libri! sui quali tante volte Ces livres! sur qui tant de fois nous
abbiamo chinato le nostre teste vicine! avons inclin nos ttes rapproches!

(Andando verso la scrivania sulla quale posata la scatole con le pistole)


E queste armi un giorno la mia mano le ha Et ces armes Un jour ma main les a tou-
toccate ches

(con voce sorda)


ero gi impaziente per ottenere il lungo riposo dj ltais impatient du long repos auquel
al quale aspiro! jaspire!

Charlotte Charlotte
(senza vedere questo ultimo movimento, si avvicinata al clavicembalo sul quale ha preso un manoscritto;
poi tornata verso Werther)
Ecco questi versi di Ossian che voi avete Et voici ces vers dOssian que vous aviez com-
cominciato a tradurre menc de traduire

Werther Werther
(prendendo il manoscritto)
Tradurre! spesso il mio sogno si invola sulle ali Traduire! Ah! bien souvent mon rve senvola
di questi versi, e sei tu, caro poeta, sur laile
che piuttosto sei il mio interprete! de ces vers, et cest toi, cher pote,
qui bien plutt tait mon interprte!

(con tristezza ispirata)


Tutta la mia anima l! Toute mon me est l!
Perch risvegliarmi, o soffio della primavera, Pourquoi me rveiller, souffle du printemps,
perch risvegliarmi? pourquoi me rveiller?
Sulla mia fronte sento le tue carezze, Sur mon front je sens tes caresses,
e pertanto molto vicino il tempo Et pourtant bien proche est le temps
delle bufere e della tristezza! Des orages et des tristesses!

(con disperazione)
Perch risvegliarmi, soffio della primavera? Pourquoi me rveiller, souffle du printemps?
Domani nella valletta verr il viaggiatore Demain dans le vallon viendra le voyageur
ricordandosi della mia antica gloria Se souvenant de ma gloire premire
E i suoi occhi invano cercheranno il mio splen- Et ses yeux vainement chercheront ma splen-
dore, deur,
essi non troveranno altro che dolore e miseria! Ils ne trouveront plus que deuil et que misre!
Ahim! Hlas!

(con disperazione)
Perch svegliarmi, o soffio della primavera! Pourquoi me rveiller souffle du printemps!

37
Massenet: Werther - atto terzo

Charlotte Charlotte
(nel pi grande turbamento)
Non andate avanti! Ahim! questa dispera- Nachevez pas! Hlas! ce dsespoir
zione ce deuil on dirait il me semble
questo dolore si direbbe mi sembra

Werther Werther
Cielo! Ho capito? Ciel! Ai-je compris?

(pi accentuato)
Ho capito? Ai-je compris?

(palpitante)
In questa voce che trema, in questi dolci occhi Dans cette voix qui tremble, dans ces doux
pieni yeux remplis
di lacrime non una confessione che leggo? de larmes nest-ce pas un aveu que je lis?

Charlotte Charlotte
(fremendo)
Ah! tacete! Ah! taisez-vous!

Werther Werther
(esaltandosi sempre di pi)
A che scopo continuare ad ingannarci A quoi bon essayer de nous tromper encore

Charlotte Charlotte
(supplicando)
Vi imploro! Je vous implore!

Werther Werther
(con ardore)
Via! Noi mentiamo entrambi nel dichiaraci vin- Va! nous mentions tous deux en nous disant
citori vainqueurs
dellimmortale amore che trabocca nei nostri de limmortel amour qui tressaille en nos
cuori! coeurs!

Charlotte Charlotte
Werther! Werther!

Werther Werther
(in estasi e palpitante)
Ah! questo primo bacio, mio sogno e mia invi- Ah! ce premier baiser, mon rve et mon envie!
dia! Bonheur tant espr quaujourdhui jentrevois!
Felicit tanto sperata che oggi ritrovo! Il brle sur ma lvre encor inassouvie ce
Brucia ancora sulle mie labbra insaziate questo baiser
bacio ce baiser demand pour la premire fois!

38
Massenet: Werther - atto terzo

questo bacio domandato per la prima volta.

Charlotte Charlotte
(sentendosi mancare cade sul sof)
Ah! la mia ragione si confonde! Ah! Ma raison sgare

Werther Werther
(gettandosi ai suoi piedi)
Tu mami! tu mami! tu mami! Tu maimes! tu maimes! tu maimes!

Charlotte Charlotte
(respingendolo)
no! pu essere dimenticato tutto quello che non! tout ce qui nous spare peut-il tre
ci separa? oubli?

Werther Werther
(insistendo)
Tu mami! Tu maimes!

Charlotte Charlotte
(sempre difendendosi)
Piet! Piti!

Werther Werther
Non ci saranno pi rimorsi! Il nest plus de remords!

Charlotte Charlotte
No! Non!

Werther Werther
Non ci saranno pi tormenti! Il nest plus de tourments!

Charlotte Charlotte
Ah! Piet! Ah! piti!

Werther Werther
Fuori di noi nulle esiste, e tutto il resto vano! Hors de nous rien nexiste et tout le reste est
vain!

Charlotte Charlotte
Ah! Signore! difendetemi! Ah! Seigneur! dfendez-moi!

Werther Werther
(con trasporto)
Ma solo lamore vero, Mais lamour seul est vrai,
perch una parola divina! Car cest le mot divin!

39
Massenet: Werther - atto terzo

Charlotte Charlotte
(sperduta)
Difendetemi, Signore, difendetemi contro me Dfendez-moi, Seigneur, dfendez-moi contre
stessa! moi-mme!
Difendetemi, Signore, contro di lui difende- Dfendez-moi, Seigneur, contre lui dfendez-
temi! moi!

Werther Werther
Vieni! io tamo! mai pi rimorsi Viens! je taime! il nest plus de remords
Poich lamore solo vero, la parola, la Car lamour seul est vrai, cest le mot, le mot
parola divina! divin!
Io ti amo! Io ti amo! Io ti amo! Je taime! Je taime! je taime!

Charlotte Charlotte
(fra le braccia di Werther)
Ah! Ah!

(raddrizzandosi,, sconvolta)
Ah! Ah!

(con smarrimento)
Io! Io! Moi! moi!

(fuggendo)
fra le sue braccia dans ses bras!

Werther Werther
(subitamente tornato in s allimplorante Charlotte)
Perdono! Pardon!

Charlotte Charlotte
(risolutamente, alla fina padrona di s)
No! Voi non mi rivedrete pi! Non! Vous ne me verrez plus!

Werther Werther
Charlotte! Charlotte!

Charlotte Charlotte
(con un rimprovero straziante)
Siete voi, voi! quello che fugge la mia anima Cest vous, vous! que je fuis lme dsespre!
disperata Adieu! adieu! pour la dernire fois!
Addio! Addio! Per lultima volta!

(Charlotte fugge e chiude la porta della camera dietro di s. Werther si precipita sui suoi passi)

40
Massenet: Werther - atto terzo

Werther Werther
(costernato)
Ma no impossibile! Mais non cest impossible!
Ascoltami! La mia voce ti chiama! Ecoute-moi! Ma voix te rappelle!

(palpitando)
Ritorna! Reviens!
Tu mi sarai sacra! Ritorna! Ritorna! Tu me seras sacre! Reviens! Reviens!

(quasi parlato)
Nulla! neppure una parola ella tace Rien! pas un mot elle se tait

(risolutamente)
E sia! Addio dunque! Charlotte ha pronunciato Soit! Adieu donc! Charlotte a dict mon arrt!
la mia sentenza!

(andando verso la porta di fondo; con ampiezza)


Prendi il dolore, o natura! Natura! Prends le deuil, nature! Nature!
Tuo figlio, il tuo amato figlio, il tuo amante va a Ton fils, ton bien aim, ton amant va mourir!
morire! Emportant avec lui lternelle torture, ma tombe
Portando con s leterna tortura, la mia tomba peut souvrir!
pu aprirsi!

(fugge)

Albert Albert
(entrando preoccupato e cupo, duramente)
Werther tornato Werther, est de retour

(mettendo il mantello su un mobile)


lhanno visto tornare! on la vu revenir!

(cambiando tono, con sbigottimento)


Nessuno qui? la porta aperta sulla strada Personne ici? la porte ouverte sur la rue
Che succede dunque? Que se passe-t-il donc?

(Guarda un istante dalla finestra, come se vedesse allontanarsi qualcuno. Poi, con la fronte oscurata, si
dirige verso la camera di Charlotte)
(parlato, chiamando)
Charlotte! Charlotte!

(a voce alta, con insistenza)


Charlotte! Charlotte!

Charlotte Charlotte
(comparendo e terrificata alla vista del marito)
Ah! Ah!

41
Massenet: Werther - atto terzo

Albert Albert
(seccamente)
Che avete? Quavez-vous?

Charlotte Charlotte
(sempre pi turbata)
Ma nulla Mais rien

Albert Albert
(insistendo)
Sembrate emozionata, turbata Vous semblez mue trouble

Charlotte Charlotte
(cercando di riprendersi)
S la sorpresa Oui la surprise

Albert Albert
(diffidente, quasi violento)
Chi c stato qui? Et qui donc tait l?

Charlotte Charlotte
(balbettando)
Qui? L?

Albert Albert
(cupo)
Rispondete! Rpondez!
(Un domestico entrato portando una lettera. Albert vede la sua presenza e si volta verso lui bruscamente)
Un messaggio? Un message?
(Albert riconosce la scrittura e guarda fissamente Charlotte)
Di Werther De Werther!

Charlotte Charlotte
(non potendo trattenere un moto di sorpresa)
Dio! Dieu!

Albert Albert
(gravemente e senza perdere di vista Charlotte; leggendo)
Parto per un viaggio lontano Je pars pour un lointain voyage
Mi volete prestare le vostre pistole? voulez-vous me prter vos pistolets?

42
Massenet: Werther - atto terzo

Charlotte Charlotte
(a parte, sentendosi mancare)
Parte! Il part!

Albert Albert
(continuando)
Dio vi protegga entrambi Dieu vous garde tous deux!

Charlotte Charlotte
(terrorizzata)
Ah! Lorribile presagio! Ah! lhorrible prsage!

Albert Albert
(a Charlotte, freddamente)
Dategliele! Donnez-les-lui!

Charlotte Charlotte
(retrocedendo spaventata)
Che? Io? Qui? moi?

Albert Albert
(indifferente e fissandola)
Senza dubbio Sans doute
(Charlotte, come affascinata dallo sguardo del marito si dirige meccanicamente verso la scrivania sulla
quale c la scatola con le pistole)
Charlotte Charlotte
(fra s)
Che sguardo! Quel regard!
(Albert si dirige verso la camera di destra, e prima di entrare guarda ancora Charlotte che si dirige, appena
sostenendosi, verso il domestico al quale consegna la scatola. Il domestico esce. Albert spiegazza la lettera
che aveva in mano, la getta lontano con un gesto di collera e entra nella camera. Una volta sola, Charlotte
si rende conto della situazione, sembra riprendersi e corre a prendere un mantello che appoggiato sopra
la poltrona.)
Charlotte Charlotte
(con forza)
Dio! Non farmi arrivare troppo tardi! Dieu! tu ne voudras pas que jarrive trop tard!

(fugge disperata)
(di seguito)

43
Massenet: Werther - atto quarto

ATTO QUARTO
Quadro primo
La notte di Natale
La piccola citt di Wetzlar. La luna illumina il paesaggio ricoperto di neve. Alcune finestre si illuminano.
nevica. La scena allo scuro. La musica continua fino al cambiamento di scena.

Quadro secondo
La morte di Werther
La stanza di lavoro di Werther. Un candeliere a tre bracci, guarnito di un riflettore, rischiara a malapena
il tavolo coperto di libri e carte, sul quale appoggiato. Nel fondo, un po sulla sinistra, unampia finestra
aperta dalla quale si scorge la piazza del villaggio e le case ricoperte di neve. Una delle case, quella del
Borgomastro, illuminata. In fondo a destra una porta. Il chiarore delle luna penetra nella camera. Wer-
ther, mortalmente ferito, steso vicino alla tavola. La porta si apre bruscamente e Charlotte entra. Subito
si ferma, e si appoggia contro lo stipite della porta come se il cuore improvvisamente le mancasse.)
Charlotte Charlotte
(chiamando con angoscia)
Werther! Werther! Werther! Werther!

(Entra ansiosa)
Nulla! Rien!
(Passando dietro il tavolo e cercando, scopre il corpo inanimato di Werther e si getta su di lui. Mandando
un grido e si ritrae subito spaventata)
Dio! Ah! del sangue! Dieu! Ah! du sang!
(Ritorna verso di lui, in ginocchio e lo prende fra le braccia)
No! Non!

(con voce soffocata)


no! impossibile! Non pu essere morto! non! cest impossible! il ne peut tre mort!
Werther! Werther! Ah! torna in te Werther! Werther! Ah! reviens toi
rispondi! rispondi! rponds! rponds!
Ah! orribile! Ah! cest horrible!

Werther Werther
(aprendo finalmente gli occhi)
Chi parla? Qui parle?

(riconoscendola)
Charlotte! Charlotte!

(misurato)
Ah! sei tu! Ah! cest toi!

(senza voce)
Perdonami! pardonne-moi!
44
Massenet: Werther - atto quarto

Charlotte Charlotte
Perdonarti! Te pardonner!

(molto espressiva)
quando sei tu che mi colpisci, Quand cest moi qui te frappe,
quando il sangue che esce dalla tua ferita Quand le sang qui schappe de ta blessure
sono io che lho versato! cest moi qui lai vers!

Werther Werther
(che si sollevato un poco)
No! tu non hai fatto che delle cose giuste e Non! tu nas rien fait que de juste et de bon,
buone,

(con uno sforzo che subito lo sfinisce)


la mia anima ti benedice per questa morte mon me te bnit pour cette mort
ti considera innocente e mi risparmia un qui te garde innocente et mpargne un
rimorso! remord!

(Vien meno)

Charlotte Charlotte
(come pazza, guardando vero la porta)
Ma occorre soccorso! soccorso! Ah! Mais il faut du secours! du secours! Ah!

(Werther la trattiene)

Werther Werther
(sollevandosi su un ginocchio)
No! Non chiamare nessuno! ogni soccorso Non! nappelle personne! tout secours serait
sarebbe vano! vain!

(si appoggia a Charlotte e si alza)


dammi solamente la mano. donne seulement ta main.

(sorridendo)
Vedi! non ho bisogno di altro aiuto che Vois! je nai pas besoin dautre aide que la

(ricade seduto)
il tuo! tienne!

(poi, con la fronte su una mano di Charlotte, e una voce molto dolce, quasi carezzevole)
E poi non bisogna che venga ancora qual- Et puis il ne faut pas quon vienne encore
cuno ici nous sparer! On est si bien ainsi!
qui a separarci! Ve bene cos!

(tenendole la mano)
In questora suprema io sono felice, A cette heure suprme je suis heureux,
e muoio dicendoti che ti adoro! je meurs en te disant que je tadore!

45
Massenet: Werther - atto quarto
Charlotte Charlotte
(teneramente appassionata)
E io, Werther, e io Et moi, Werther, et moi

(con slancio)
Io ti amo! je taime!

(molto emozionata)
S dal primo giorno che sei apparso davanti Oui du jour mme o tu parus devant mes
ai miei occhi yeux
ho sentito che una catena impossibile a spez- jai senti quune chane impossible brises,
zarsi nous liait tous les deux!
ci legava entrambi! A loubli du devoir jai prfr ta peine,
Ho preferito la pena del dovere alloblio et pour ne pas me perdre, hlas!
per non perdermi, ahim!

(con un singhiozzo)
e ti ho perduto! je tai perdu!

Werther Werther
parla ancora! Parla, te ne scongiuro! Parle encore! parle je ten conjure!

Charlotte Charlotte
(continuando, malgrado la pi profonda emozione)
Ma se la morte si avvicina Mais si la mort sapproche
prima che essa ti afferri, Avant quelle te prenne,

(con trasporto)
ah! il tuo bacio! ah! ton baiser,

(tenera)
il tuo bacio per lo meno te lho reso! ton baiser du moins je te laurai rendu!
Che la tua anima e la mia si fondano perduta- Que ton me en mon perdument se fonde!
mente! Dans ce baiser quelle oublie jamais tons les
In questo bacio che fa dimenticare per sempre maux
tutti i mali Les chagrins! quelle oublie les douleurs!
i dispiaceri! Che esso dimentichi i dolori!

Werther Werther
Tutto dimentichiamo, tutto! Tout oublions tout!

Charlotte Charlotte
Tutto dimentichiamo tutto! Tout oublions tout!

Werther e Charlotte Werther et Charlotte


dimentichiamo tutto! oublions tout!

(in modo sospirato)

46
Massenet: Werther - atto quarto

tutto! tutto! tout! tout!

La voce dei bambini La voix des enfants


(in lontananza, nella casa del Borgomastro)
(fuori scena: sia aggiungeranno dei soprani ai sei bambini - per questa ultima scena - solo per questultima
scena)
Natale! Natale! Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol! Nol! Nol! Nol!
Natale!

Charlotte Charlotte
(dolorosamente, ascoltando)
Dio! queste allegre grida! ridere in questo Dieu! ces cris joyeux! ce rire en ce moment
momento crudele! cruel!
(Charlotte va alla finestra, ma torna subito da Werther)
La voce dei bambini La voix des enfants
Ges sta per nascere, Jsus vient de natre,
ecco il nostro divino Signore Voici notre divin matre,
re e pastore di Israele! Rois et bergers dIsral!

Werther Werther
(sollevandosi un po, con una sorta di allucinazione)

Ah! i bambini gli angeli! Ah! les enfants les anges!

La voce dei bambini La voix des enfants


Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol!

Werther Werther
S Natale! il canto delle liberazione Oui Nol! cest le chant de la dlivrance

La voce dei bambini La voix des enfants


Natale! Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol! Nol!

Werther Werther
linno del perdono cantato dallinnocenza! Cest lhymne du pardon redit par linnocence!

La voce dei bambini La moiti des voix


Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol!

Tutte le voci Toutes les voix


Natale! Natale! Nol! Nol!

Charlotte Charlotte
(avvicinandosi, atterrita da questo delirio che comincia)

Werther! Werther!

47
Massenet: Werther - atto quarto
Werther Werther
(sempre pi allucinato)
Perch queste lacrime? Credi dunque Pourquoi ces larmes? Crois-tu donc
che in questo momento la mia vita sia finita? quen cet instant ma vie est acheve?

(con estasi, alzandosi in piedi)


Essa comincia, vedi bene! Elle commence, vois-tu bien!

La voce dei bambini La voix des enfants


(in lontananza, nella casa del Borgomastro)
Natale! Nol!

La voce di Sophie La voix de Sophie


(in lontananza, nella casa del Borgomastro)
Natale! Dio permette di essere felici! Nol! Dieu permet dtre heureux!
La felicit nellaria! Le bonheur est dans lair!

La voce dei bambini La voix des enfants


Natale! Nol!

La voce di Sophie La voix de Sophie


Tutti sono allegri! Toute le monde est joyeux!

La voce dei bambini La voix des enfants


Natale! Nol!

La voce di Sophie La voix de Sophie


La felicit nellaria! Le bonheur est dans lair!

La voce dei bambini La voix des enfants


Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol!

La voce di Sophie La voix de Sophie


Dio permette di essere felici! Dieu permet dtre heureux!
(Werther, che allinizio ha ascoltato, fremendo, con gli occhi spalancati si appoggia sulla poltrona, e si
lascia cadere con un gemito)
Charlotte Charlotte
(guardandolo con angoscia)
Ah! i suoi occhi si chiudono! Ah! ses yeux se fermant!

(molto declamato)
la sua mano ghiacciata! se main se glace!

(con terrore)
Sta morendo! sta morendo! ah! piet! grazia! il va mourir! mourir! ah! piti! grce!

48
Massenet: Werther - atto quarto
(singhiozzando)
Non voglio! non voglio! je ne veux pas! je ne veux pas! ah!
Werther! Werther! rispondimi Werther! Werther! rponds-moi

(straziata)
rispondimi! rponds!
Puoi ancora sentirmi! la morte Tu peux encor mentendre! la mort

(dolce e tenera, premendosi Werther al petto)


fra le mie braccia non oser prenderti! entre mes bras, nosera pas te prendre!

(con la pi grande emozione)


Tu vivrai! tu vivrai! Tu vivras! tu vivras!

(mormorando)
Vedi, non temo pi nulla! Vois, je ne crains plus rien!

Werther Werther
(sulla poltrona)
No Non

(con voce spenta)


Charlotte! muoio Charlotte! je meurs

(Charlotte protesta Werther con un gesto rassegnato)


s, ma oui mais

(calmo e grave)
ascolta bene. Laggi, in fondo al cimitero coute bien: L-bas au fond du cimetire,
vi sono due grandi tigli! il est deux grands tilleuls!
l che vorrei riposare per sempre! cest l que pour toujours je voudrais reposer!

Charlotte Charlotte
(soffocata)
Taci! per piet! Tais-toi! piti!

Werther Werther
Se l mi rifiutano Si cela mtait refus
se la terra cristiana interdetta al copro di un si la terre chrtienne est interdite au corps dun
infelice, malheureux,
vicino alla strada o nella valletta solitaria mette- prs du chemin ou dans le vallon solitaire allez
rete la mia tomba! placer ma tombe!
E girando gli occhi il prete passer En dtournant les yeux le prtre passera

Charlotte Charlotte
Piet! Werther! Piti! Werther!

49
Massenet: Werther - atto quarto
Werther Werther
(continuando)
Ma di nascosto, qualche donna verr a trovare Mais, la drobe, quelque femme viendra
il bandito visiter le banni
e da una dolce lacrima, lasciata cadere sul et dune douce larme, en son ombre tombe le
morto, mort,
il povero morto si sentir benedetto le pauvre mortse sentira bni

(la sua voce si ferma, tenta di respirare con sforzo poi le sue braccia tese ricadono e la testi si inclina
muore.)
Charlotte Charlotte
(spaventata)
Ah! Ah!
(Non potendo credere a quello che vede, prende la testa di Werther fra le sue mani)
La voce dei bambini La voix des enfants
(in lontananza)
Ges sta per nascere, Jsus vient de natre,
ecco il nostro divino Signore Voici notre divin matre;
re e pastore di Israele! Rois et bergers dIsral!

Charlotte Charlotte
(chiamandolo disperatamente)
Werther! Werther!

(venendo meno)
ah! ah!
(alla fine comprendendo tutto, perde i sensi, cade inanimata per terra davanti alla poltrona)

Tutto finito! Tout est fini!

La voce dei bambini La voix des enfants


Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol!
Natale! Natale! Natale! Natale! Nol! Nol! Nol! Nol!
Natale! Natale! Nol! Nol!

(Grida allegre, tintinnio di bicchieri, grida gioiose)

FINE DELLOPERA

50