Sei sulla pagina 1di 9

1 Dott.

ssa Eleonora Lombardi

SIAMO CONSAPEVOLI
DEL MOTIVO PER CUI MANGIAMO?
I fattori che alterano la presa di decisione nellassunzione di
cibo.

Dott.ssa Eleonora Lombardi


eleonora_lombardi@hotmail.it

Abstract
In questo articolo vengono presi in considerazione i fattori psicologici che
causano nelle persone un incremento dellassunzione di cibo rispetto il
comportamento alimentare abituale. Viene osservata lindividuale percezione
di controllo sullassunzione di cibo con i relativi bias; le influenze sociali
come il modellamento e le varie differenze che emergano tra la quantit di
cibo ingerita e la quantit di persone presenti al momento del pasto. Vengono
osservati fattori cognitivi, quali la distrazione come importante variabile
allalterazione delle proprie abitudini alimentari. Infine, sono annoverati i
maggiori stimoli corporei esterni che inducono alla consumazione non
pianificata di un pasto.

INTRODUZIONE
Negli ultimi anni si visto un crescente interesse verso il rapporto che intercorre tra cibo e salute,
soprattutto in vista dei cambiamenti culturali ed abitudinali vissuti negli ultimi cento anni. In
Occidente la facile accessibilit agli alimenti e le campagna di consumo, hanno indotto le persone a
consumare sempre pi grandi quantit di cibo. La popolazione generale risulta sempre pi
preoccupata circa gli effetti dellalimentazione sul proprio benessere; questo pu venir
compromesso da pi fattori che vanno dalle diete e la restrizione alimentare cronica, fino
all'assunzione eccessiva di cibo, tra cattive abitudini e patologie che deteriorano il fisico e la mente.

Siamo consapevoli del motivo per cui mangiamo? I fattori che alterano la presa di decisione
nellassunzione di cibo. Universit Pontificia Salesiana, maggio, 2014.
2 Dott.ssa Eleonora Lombardi

In questo scritto verranno prese in considerazione tutti quei fattori che incidono sullassunzione
eccessiva di cibo.
Gli alimenti che assumiamo sono composti da sostanze chimiche e tali sostanze oltre ad avere effetti
fisiologici a livello di strutturazione dellorganismo, hanno un ruolo importante anche sulla
maturazione e sviluppo del cervello. Risposte sensoriali al gusto, l'odore e la consistenza dei cibi
aiutano a determinare le preferenze alimentari e abitudini alimentari. Tuttavia, le risposte sensoriali
da sole non bastano ad indurre lassunzione di cibo. Spesso mangiare un comportamento che non
originato a sopperire ad una necessit organica, ma una risposta a stimoli dei quali non siamo
del tutto consapevoli.

Iniziare e terminare un pasto: i motivi Nello studio sperimentale del 92 di Mook e


addotti dalle persone intervistate Votaw, stato osservato, nei soggetti
In questo scritto vengono riportati i risultati di analizzati il fattore principale alla base della
alcune ricerche effettuate con lo scopo di presa di decisione di terminare un pasto. Per
raccogliere le motivazioni riportate dalle osservare ci al campione preso in esame
persone per le quali decidono di terminare, o stato chiesto di completare litem: di solito
iniziare un pasto. smetto di mangiare quando con una
Nella ricerca di Schacter e Gross (1968) i trascrizione libera, o scegliendone una tra
soggetti partecipanti hanno riferito di aver altre date. La motivazione principale emersa
iniziato i pasti non solo a causa della fame. quella di aver raggiunto uno stato di saziet,
Spesso il comportamento veniva effettuato a (Mi sento pieno). Tuttavia, in uno studio
causa della salienza del cibo (lho visto), successivo, si potuto osservare in un
per i contesti sociali (ho voluto stare con gli campione di uomini e donne (n=38)
altri), o semplicemente perch mangiare differenze sostanziali nella scelta di terminare
offriva loro qualcosa da fare (Volevo un pasto a seconda del genere. Oltre allo stato
qualcosa da fare mentre guardavo la TV o di saziet, le donne sembrano pi propense a
leggevo). Quando chiesero loro perch terminare il pasto a seconda se questo sia
avessero smesso di mangiare le risposte dei gradevole o meno, mentre gli uomini
partecipanti erano legate agli stimoli sembrano terminare il pasto con lesaurirsi
ambientali esterni che in qualche modo ne della portata fornita (Zylan, 1996 ).
segnalava il termine, come il fatto che le
persone presenti avessero finito il proprio
pasto. Influenze sociali lassunzione di cibo

Siamo consapevoli del motivo per cui mangiamo? I fattori che alterano la presa di decisione
nellassunzione di cibo. Universit Pontificia Salesiana, maggio, 2014.
3 Dott.ssa Eleonora Lombardi

Rispetto allassunzione di cibo importante controllato ha dimostrato che le donne (n=41)


osservare come anche il modeling risulti un che pranzavano mentre ascoltavano delle
fattore essenziale per linstaurarsi di una storie su un detective tendevano a mangiare il
determinata abitudine alimentare. Il 15% in pi rispetto a quelle che avevano
modellamento sembra attecchire sul soggetto consumato il loro pranzo in silenzio (Bellisle
quando questo si sente molto affamato o e Dalix, 2001).
particolarmente sazio, come riportato nei due
esperimenti di Polivy (Goldman, Herman, e Fattori esterni che condizionano
Polivy, 1991; Herman, Polivy, Kauffman, et lassunzione del cibo
al., 2003). Sostanzialmente ogni individuo Come detto in precedenza la mole della
tende a mangiare in base alla modalit con la portata influisce sulla quantit di cibo ingerita
quale osserva il relativo partner cibarsi. Altre (Zylan 1996). Tuttavia il consumatore non
ricerche dimostrano come laumento del tutto consapevole di quanto questo aspetto
dellingestione di cibo sia inversamente incida sul proprio comportamento alimentare.
proporzionale allaumento di mangiatori Infatti, in un studio, i commensali che
presenti durante lassunzione del pasto (de partecipavano allesperimento di Wansink,
Castro & Brewer , 1992). Painter, e Nord, (2005) vennero serviti con
zuppa di pomodoro in zuppiere che venivano
rifornite automaticamente in modo
Fattori cognitivi e distrazione impercettibile. La zuppa veniva fatta passare
La distrazione pu giocare un ruolo attraverso un piccolo tubo nascosto che
fondamentale rispetto allassunzione del cibo. passava nella tavola e nelle parti inferiori
Se una persona deconcentrata mentre delle ciotole. Il risultato stato impressione, i
consuma un pasto, tender a aumentarne la soggetti dellesperimento hanno mangiato ben
sua durata. Inoltre la distrazione pu far il 73% in pi rispetto alla loro abituale
ignorare i segnali orosensori di saziet. La assunzione.
distrazione in grado di far avviare degli Se una persona mangia in eccesso pu non
script del consumo del cibo che sono correlati essere determinato solamente da una scelta
alla fame. stato osservato nella ricerca di alimentare, ma anche dalle dimensioni delle
Tuomisto et al. (1998) che in soggetti obesi vi porzioni mangiata. Uno dei motivi per i quali
una tendenza a smettere un pasto adottiamo questo comportamento che
semplicemente perch un programma tendiamo pi o meno consapevolmente a
televisivo finisce oppure perch avevano finire ci che abbiamo nel piatto (Wansink
finito di leggere una rivista. Uno studio e Payne, 2008). Generalmente, purch un

Siamo consapevoli del motivo per cui mangiamo? I fattori che alterano la presa di decisione
nellassunzione di cibo. Universit Pontificia Salesiana, maggio, 2014.
4 Dott.ssa Eleonora Lombardi

soggetto non si trovi nella condizione di Per molte persone,decidere quanti grammi di
essere servito con del cibo, egli stesso a pasta prepararsi per cena una decisione che
decidere che tipo di porzione cucinarsi e comporta un basso coinvolgimento emotivo e
servirsi. Talvolta la porzione che le persone si cognitivo, essendo una pratica ripetuta diviene
preparano non adatta alla mole del cibo che una scelta eseguita con bassa precisione
dovrebbero ingerire. Dunque la quantit di (Herman, Polivy, 2008).
cibo che mangiamo influenzato dal nostro Per questo motivo le persone tendono a fare
ambiente, come le dimensioni di un pacchetto riferimento alle norme di consumo per
di alimenti preconfezionati, o la personale aiutarsi a determinare quanto debbano
propensione a riempiere il proprio piatto. mangiare (Blundell, de Graaf, Hulshof et al.,
Le persone in molti studi riferiscono di sapere 2010; Blundell, Rogers, Hill1, 1987)
quando si sentono piacevolmente piene, ma i Purtroppo vi sono confezioni molto grandi nei
risultati in campo hanno dimostrato che vi negozi alimentari, tutti stimoli che
pi la tendenza a dare ascolto agli stimoli percettivamente suggeriscono implicitamente
esterni (ad es. vedere il cibo), che interni (ad quale sia la giusta quantit di cibo da
es. sentirsi realmente affamati). Ci pu mangiare. Lutilizzo di normative benchmark,
causare dei problemi soprattutto in societ pu essere relativamente automatico e spesso
dove vi sono sempre pi stimoli rivolti ad viene fatto al di fuori della consapevolezza
incentivare il consumo (Drapeau, King, (Schwarz, 1996).
Hetherington et al., 2007). Questo ci che rende queste norme cos
Nella maggior parte delle condizioni , stimare potenti. Anche quando vengono rese evidenti,
con precisione la quantit di ci che si mangia la maggior parte delle persone non sono
risulta difficile. Per questo motivo le persone disposte a riconoscere che ci possa
tendono pi a concentrarsi sulla scelta influenzare la personale abitudine alimentare.
dellalimento che non sul suo volume o sulla E stato dimostrato che i pacchetti
quantit calorica. preconfezionati pi grandi portano le persone
In uno studio vennero manipolate delle a cibarsi con una media maggiore del 31% in
confezioni di cibo, mettendo della etichette pi rispetto il gruppo di controllo. Il 94% dei
dalla falsa dicitura: a basso contenuto di commensali sostenevano che la quantit di
grassi. Questa piccola modifica ha portato i cibo ingerita non era influenzata dalla
consumatori ad assumerne maggiormente, dimensione del pacchetto che era stato fornito
rispetto ai cibi identici di controllo (Wansink (Vartanian, Herman, Wansink, 2008).
e Chandon, 2006).

Siamo consapevoli del motivo per cui mangiamo? I fattori che alterano la presa di decisione
nellassunzione di cibo. Universit Pontificia Salesiana, maggio, 2014.
5 Dott.ssa Eleonora Lombardi

Gli stimoli corporei che richiamano Ad avere un impatto diretto e immediato sul
alla consumazione non pianificata consumo vi possono essere anche fattori
Secondo ricerche recenti, sembra che basti atmosferici come l'illuminazione, la
semplicemente vedere o odorare un alimento, temperatura, gli odori e il rumore.
per consumare un pasto non pianificato Latmosfera in cui si desidera consumare un
(Boon, Stroebe, Schut et al. 1998; Cornell, pasto pu far aumentare il volume del
Rodin, Weingarten, 1989). consumo in quanto lo rendono semplicemente
In uno studio vennero collocati sulle scrivanie pi piacevole o agevole nellassunzione, tanto
di alcuni impiegati 30 Baci di Hershey da far decidere ad una persona di passare pi
(brand di cioccolatini). I cioccolatini che tempo a mangiare. Successivamente, verranno
vennero messi in ciotole trasparenti vennero esaminati i fattori ambientali che incidono
consumati il 46% pi velocemente rispetto a maggiormente, quali: a) temperatura, b)
quelli collocati in ciotole scure (Wansink, odore, c) luce, d) suono di musica.
Painter e Lee, 2004).
Laumento del consumo di cibi posti in bella a) temperatura
vista si era verificato in quanto fungevano Latmosfera pu incidere anche a livello
continuamente da stimolo mnestico allettante fisiologico, ad esempio si pu osservare come
sui soggetti esposti. Inoltre il vedere od le persone consumino pi cibo in ambienti
odorare un alimento pu far innescare lo dalle temperature basse, piuttosto che alte a
stimolo della fame e cos anche la salivazione, causa della necessit del corpo di regolare la
con la conseguenza di far aumentare il propria temperatura interna (Brobeck, 1948).
consumo del cibo (Hill, Magson e Quando vi sono basse temperature
Blundell, 1984; Rogers e Hill, 1989). lorganismo necessita di maggiore energia per
Studi sulla fisiologia hanno rivelato che anche riscaldare il corpo (Westerterp-Platenga,
solo la vista di un cibo allettante pu far 1999). Viceversa ad alte temperature, il corpo
aumentare il rilascio di dopamina. Tale deve essere raffreddata e mantenuta; pertanto,
neurotrasmettitore non solo legato alla viene sentita lesigenza di assumere cibi a
sensazione di piacere, ma anche associato base di liquidi (Murray, 1987).
alla ricompensa (Volkow, Wang, Fowler
et al., 2002). b) odore
Lodore pu influenzare il consumo di cibo in
quanto odori ambientali sgradevoli possono
Fattori ambientali avere la caratteristica di poter abbreviare la
durata di un pasto. Tuttavia non noto se gli

Siamo consapevoli del motivo per cui mangiamo? I fattori che alterano la presa di decisione
nellassunzione di cibo. Universit Pontificia Salesiana, maggio, 2014.
6 Dott.ssa Eleonora Lombardi

odori gradevoli possono incentivare la mole soffermarsi pi a lungo prendendo anche dei
del consumo (Rolls e Rolls, 1997). dolci e bevande extra (Lyman, 1989).

c) luce d) suono di musica


La luce soffusa sembra influenzare il La musica soft sembra incidere sul ritmo di
consumo aumentando la durata del pasto, ed assunzione dei pasti che si fa pi lento
aumentando il comfort e la disinibizione. In incoraggiando un maggior assunzione di cibo
uno studio stato riportato come una forte e bevande (Caldwell e Hibbert, 2002).
illuminazione possa notevolmente diminuire Quando invece la musica forte e veloce, le
il tempo di permanenze nelle persone nei persone sono meno propense a spendere del
ristoranti (Sommer, 1969). Al contrario luci tempo a mangiare, pulendo rapidamente i
soffuse o calde (inclusa la luce di candela) rispetivi piatti (Roballey, McGreevy e Rongo,
provocano nelle persone il desiderio di 1985).

Conclusione:
La psicologia della salute ogni giorno offre al mondo scientifico importanti ricerche, che risultano
fondamentali ad ogni individuo per preservare il proprio stato di benessere. Una delle chiavi
sostanziali la modifica del comportamento a lungo termine della popolazione con leventuale
riduzione di comportamenti a rischio, apportando modifiche al proprio stile di vita, in questo caso
nella nutrizione. Conoscere quali siano le cause di una cattiva alimentazione d almeno la
possibilit alle persone di conoscersi ed attuare comportamenti salutotropi.

Siamo consapevoli del motivo per cui mangiamo? I fattori che alterano la presa di decisione
nellassunzione di cibo. Universit Pontificia Salesiana, maggio, 2014.
Bibliografia: before, during and after the consumption of preferred
and less preferred food. Appetite 5:361 71
Bellisle F, Dalix A-M. 2001. Cognitive restraint can be
Lyman B. 1989. A Psychology of Food. More Than a
offset by distraction, leading to increased meal intake
Matter of Taste. New York: Van Nostrand-Reinhold
in women. Am. J. Clin. Nutr. 74:197200.
Mook, D. G., & Votaw, M. C. (1992). How important is
Boon B, Stroebe W, Schut H, Jansen A. 1998. Food for
hedonism? Reasons given by college students for
thought: cognitive regulation of food intake. Br. J.
ending a meal. Appetite, 18, 6975.
Health Psychol. 3:2740.
Murray R. 1987. The effects of consuming carbohydrate-
Blundell J, de Graaf C, Hulshof T, Jebb S, Livingstone B,
electrolyte beverages on gastric emptying and fluid
Lluch A, et al. Appetite control: methodological
absorption during and following exercise. Sports Med.
aspects of the evaluation of foods. Obes Rev
4:32251
2010;11(3): 25170.
Roballey TC, McGreevy C, Rongo RR. 1985. The effect
Blundell JE, Rogers PJ, Hill AJ. Evaluating the satiating
of music on eating behavior. Bull. Psychon. Soc.
power of foods: implications for acceptance and
23:22122.
consumption. Evaluating the satiating power of foods:
Rogers PJ, Hill AJ. 1989. Breakdown of dietary restraint
implications for acceptance and consumption; 1987. p.
following mere exposure to food stimuli:
20519
interrelationships between restraint, hunger,
Brobeck JR. 1948. Food intake as a mechanism of
salivation, and food intake. Addict. Behav. 14:38797
temperature regulation. Yale J. Biol. Med. 20:54552
Rolls ET, Rolls JH. 1997. Olfactory sensory-specific
Caldwell C, Hibbert SA. 2002. The influence of music
satiety in humans. Physiol. Behav. 61:46173
tempo and musical preference on restaurant patrons
Schacter S, Gross L. 1968. Manipulated time and eating
behavior. Psychol. Mark. 19:895917
behavior. J. Pers. Soc. Psychol. 10:98106
Cornell CE, Rodin J, Weingarten H. 1989. Stimulus-
Schwarz N. Cognition and communication: judgmental
induced eating when satiated. Physiol. Behav. 45:695
biases, research methods and the logic of
704.
conversation. Mahwah, NJ: Erlbaum; 1996.
de Castro, J. M., & Brewer, E. M. (1992). The amount
Sommer R. 1969. Personal Space. The Behavioral Basis
eaten in meals by humans is a power function of the
of Design. Englewood Cliff, NJ: Prentice-Hall.
number of people present. Physiology & Behavior, 51,
Tuomisto T, Tuomosto MT, Hetherington M, Lappalainen
121125
R. 1998. Reasons for initiation and cessation of eating
Drapeau V, King N, Hetherington M, Doucet E, Blundell
in obese men and women and the affective
J, Tremblay A. Appetite sensations and satiety
consequences of eating in everyday situations.
quotient: predictors of energy intake and weight
Appetite 30:21122
loss.Appetite 2007;48(2):15966.
Vartanian L, Herman PC, Wansink B. Are we aware of
Goldman, S. J., Herman, C. P., & Polivy, J. (1991). Is the
the external factors that influence our food intake?
effect of a social model on eating attenuated by
Health Psychol 2008;27(5):5338
hunger? Appetite, 17, 129140.
Volkow ND, Wang GJ, Fowler JS,Logan J, Jayne M, et
Herman, C. P., Polivy, J., Kauffman, N., & Roth, D. A.
al. 2002. Nonhedonic food motivation in humans
(2003). Is the effect of a social model on eating
involves dopamine in the dorsal striatum.
attenuated by satiety? University of Toronto.
Wansink B, Chandon P. Can low-fat nutrition labels
Herman CP, Polivy J. External cues in the control of
lead to obesity? Obesity September 2006;14:A4950
food intake in humans: the sensory-normative
Wansink, B., Painter, J. E., & North, J. (2005).
distinction. Physiol Behav 2008;94(5):7228.
Bottomless bowls: Why visual cues of portion size
Hill AJ, Magson LD, Blundell JE. 1984. Hunger and
may influence intake. Obesity Research, 13, 93100.
palatability: tracking ratings of subjective experience
Wansink B, Painter JE, Lee Y-K. 2004. Proximitys Westerterp-Platenga MS. 1999. Effects of extreme
influence on estimated and actual candy consumption. environments on food intake in human subjects. P.
In press. Nutr. Soc. 58:791 98.
Wansink B, Payne CR. Consequences of belonging to the Zylan, K. D. (1996). Gender differences in the reasons
clean plate club. Arch Adolesc Pediatr Med October given for meal termination. Appetite, 26, 3744.
2008;162(10):9945.