Sei sulla pagina 1di 2

Esame di Teoria dei Circuiti

29 Giugno 2016

Esercizio 1

I1 IR1 R1 IR2 R2 I2
R
IR2 + rIR3
IR3

R4 I3 V1 R3 V2

IR1

Con riferimento al circuito di figura si assumano !


i seguenti valori:
1 3
R1 = R2 = 1 k, R3 = 2 k, R4 = 8 k, R = k, = 1/3, = 2,
3 1
I3 = 15 mA.
Calcolare:

la descrizione del doppio bipolo


! evidenziato
! in figura tramite la matrice
V1 I
ibrida H, definita come =H 1 ;
I2 V2

il circuito equivalente di Thevenin alla porta 2 del doppio bipolo H


calcolato sopra, quando alla porta 1 vengono collegati il generatore
ideale di corrente I3 , la resistenza R4 ed il doppio bipolo R, come
indicato in figura.

1
Esercizio 2

IR1 R1 R2 R3

R5

I1 R7
R6 +
+ V3out
+ V2out
IR1 IR1
+ R4 V1out
V1

Con riferimento al circuito di figura si assumano i seguenti valori:


R1 = R2 = . . . = R7 = 1 k, = 1/2, = 1/4, V1 = 5 V, I1 = 1 mA.
Si supponga inoltre che gli amplificatori operazionali siano ideali e che
lavorino sempre nella zona ad alto guadagno. Determinare le tensioni V1out ,
V2out e V3out di uscita degli amplificatori operazionali.

Esercizio 3

C3 R3

I1 n:1
L1 IL1
IL1
+
R2 C2 L4 I2
V1
-

Con riferimento al circuito di figura si assumano i seguenti valori:


L1 = 200 mH, R2 = 4 k, C2 = 25 nF = 25 109 F, R3 = 9 k, C3 =
100/9 nF 11,1 nF, L4 = 100 mH, n = 3, = 5/9, V1 (t) = 12 2 cos (t + /4) V,
I1 (t) = 6 cos (t /2) mA, I2 (t) = 4 cos (t) mA, = 10 krad/s.
Determinare la potenza complessa erogata dai generatori ideali di cor-
rente I1 e I2 .